Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La bomba atomica della disoccupazione

  • 206


cibo_grecia.jpg

"C'è qualcosa che non torna nelle statistiche diffuse dall'Istat sull'occupazione!
Come si legge nell'articolo il dato rilevato è il peggiore dal 1977, ma solo perché a partire da questo anno vengono fatte le rivelazioni trimestrali sull'occupazione! Niente, pertanto, si sa degli anni precedenti. Il sospetto è che bisogna risalire all'immediato dopoguerra per trovare dei dati così scioccanti.
Per mia sfortuna, o fortuna questo non lo so, nel 1977 io c'ero e non mi risulta che la situazione Economica e Sociale dell'Italia - pur con i gravissimi problemi in cui si dibatteva (es. terrorismo, ecc ecc) - fosse così pesante da togliere qualsiasi speranza per il proprio futuro.
Non discuto sul conteggio dei disoccupati, ma sul piano strettamente tecnico non torna il raffronto tra gli occupati del 1977 con quelli odierni! Nel 1977 infatti i contratti precari e a termine non esistevano. Ad un contratto a tempo determinato sicuramente fa riscontro un occupato in senso proprio, diversamente ad un contratto a tempo determinato non è detto che corrisponda un vero occupato. Se l'Istat ad esempio rilevasse come lavoratore occupato solo quelli che durante l'anno avessero lavorato Almeno per tre mesi, con un contratto a termine, i risultati emergenti sarebbero assai più drammatici di quelli diffusi! Il governo Monti ha avuto sull'occupazione del Paese gli stessi effetti devastanti di una bomba atomica. Per questo ritengo il Presidente della Repubblica il vero responsabile del disastro Italia.
Per quanto riguarda l'attuale governo fantoccio, non è certo a suon di balle che si risolvono i problemi del Paese! La precarietà è il vero nemico per il lavoro, i lavoratori ed il Paese. Altro che disseminarla a piene mani e promettendo effetti miracolosi - quasi una moltiplicazione dei pani e dei pesci in salsa poletti - biascicando concetti come "maggiore flessibilità del lavoro". Se passasse il Job Acts renziano, credo il sindacato non avrebbe più ragion di esistere".
Michele Barbieri, Empoli

6 Apr 2014, 12:34 | Scrivi | Commenti (206) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 206


Tags: 1977, bugie, disoccupazione, governo, istat, lavoro, Monti, Napolitano

Commenti

 

Signor Grillo, capisco che la politica odierna richiedo questo tipo di discussione su argomenti odierni. Però visto che si parla di economia e nello specifico dell'occupazione, tra gli economisti si sa che qualsiasi intervento sull'occupazione è prevalentemente una misura per il breve periodo: totalmente irrilevante e inutile fare propaganda su questo tema (anche se purtroppo funziona a discapito dei cittadini e residenti).

La questione fondamentale sono gli investimenti, sono il vero motore dell'economia che fanno ripartire la produzione e agiscono sul lungo periodo: misure a tal proposito mancano dai programmi elettorali e anche il vostro ne è privo. Tutto il resto sono misure a breve periodo di contorno, semplici boccate d'aria per poi soffocare nuovamente, reddito di cittadinanza, interventi blandi sulla pressione fiscale e sul cuneo... destinati a ritornare al punto di partenza senza una modifica strutturale incentrata sul rilancio degli investimenti e del know how, della conoscenza e dell'informazione!

Saluti
Danut Bratu

Danut Bratu 12.04.14 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti ,volevo dire due parole sugli 80 euro.Il caro Renzi che si pavoneggia cosi tanto ,invece di dare 80 euro in più a chi già lavora e bene o male può mangiare perchè non crea un fondo per i disoccupati almeno un pezzo di pane a casa lo portiamo pure noi.Saluti

scionti p 11.04.14 19:17| 
 |
Rispondi al commento

LUIGI FRANCIA HA CENTRATO IL PUNTO..

per dare un filo ad un commento di poche parole guardate il film sotto è BASTA RACCONTARCI BALLE!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=AsoYXIDVQQw

Simone B., Rimini Commentatore certificato 08.04.14 17:16| 
 |
Rispondi al commento

A mia memoria nel 77 la situazione nn era cosi drammatica, ci fu all'inizio degli anni 70 l'austerity (la domenica non si circolava con l'auto), ma niente di paragonabile ad oggi. Il concetto di disoccupato europeo e' che ti ritengono tale se nell'anno solare non hai lavorato neanche un mese!!. Se fra i non occupati si inseriscono anche tutti i contratti di lavoro atipico il dato sarebbe ben piu' grave e per contro la pseudo sinistra propone un modello estremamente liberista atto solo a demolire le garanzie (a favore) degli imprenditori,mentre per chi e' dipendente il futuro apre scenari oscuri e senza certezze!Dopo il fasc... il naz... il com... ci tocca il renz....

mariocasillo 08.04.14 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Così ci fu insegnato: ...Quali sono, o figlio di famiglia, i quattro cattivi elementi da eliminare? La distruzione della vita, o figlio di famiglia, è cattivo elemento, il prendere il non dato è cattivo elemento, il non retto comportamento per brame è cattivo elemento, il dire menzogna è cattivo elemento. Questi sono i quattro cattivi elementi da eliminare.
Così sta accadendo oggi oppure è proprio l'esatto opposto degli antichi insegnamenti?
Chi trasmise quegli insegnamenti non è più rappresentato da secoli nelle debite sedi.
Oggi constatiamo che: ...anni or sono si diceva che quel partito era del popolo e avrebbe tutelato i lavoratori e le classi sociali meno abbienti... ma oggi chi rappresentano costoro?
E quegli italiani che per anni e anni hanno ciecamente creduto in loro, oggi che cosa pensano?
Chi sono realmente costoro? Dai fatti appaiono governanti non ligi al dovere ed ancor meno del rispetto della giustizia di cui si son sempre fatti paladini!
Il lavoro nobile che fu svolto dagli uomini di buona volontà non è stato forse calpestato sino a portare il nostro Paese alla svendita totale dei tesori che appartengono allo nostro Stato?
Le attività umane improntate al merito ed all'onestà nel lavoro furono distrutte dal potere espletato nella corruzione ordita dalle istituzioni di potere che ancor oggi, accorpano moltitudini di esseri al soldo in cambio di lavori sicuri e remunerati oltre ogni limite umano.
Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince nelle azioni illuminate del Movimento 5 Stelle.
Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri.
Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 07.04.14 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Eh, però anche sul lavoro il movimento ha fatto poco, troppo poco. nessuna battaglia veramente seria per il contratto indeterminato, un silenzio inquietante su troppe cose, tutte le richieste assurde delle aziende, l'esperienza richiesta a 22 anni, la laurea, quattro lingue...I giovani trattati male sono delusi da m5s, secondo me in tanti si aspettavano veramente di più.
C'è da sperare che si riesca a recuperare consenso, perchè io vedo i forconi e la situazione del veneto come quello a cui la gente si rivolge di più, adesso.

Mario S. Commentatore certificato 07.04.14 22:19| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA DEL CAMBIO DELL’EURO? Per i più giovani lo ricordo!

Alla conversione del ECU (1997/1998) era:
1 EURO = 1.95 Marchi =1936,27 LIRE =0.76 USD

Nel 1Gen 2002 con l’introduzione reale della moneta EURO i prezzi in ITALIA incominciano a salire quando Feb 2002 è stato tolto obbligo del cartellino con doppia valuta.
Le associazioni consumatori ecc, iniziarono a denunciare l’evento ma il Governo allora in CARICA (Berlusconi) strizzando l’occhiolino al suo elettorato disse che era FALSO.

Costatato a fine 2002 l’avvenuto raddoppio dei prezzi dissero che ERA COLPA DI PRODI! Per il cambio?.

Il messaggio era :vendi la metà e guadagni uguale (W l’EURO) chi c’era ed ha memoria se lo ricorda.

In molti tentarono di spiegare che oltre ad essere una Speculazione Ingiusta in realtà era la CONDANNA del commercio stesso.

PERCHE’ PRODURRE LA META’ COSTA MOLTO DI PIU’ X unità ed inoltre in una società del consumismo come la nostra QUESTO AVREBBE CAMBIATO LE ABITUDINI.

EFFETTO DEVASTANTE ORA E SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.

ADESSO GLI STESSI PROPONGONO DI TORNARE ALLA LIRA PER RIFARE DI NUOVO il GIOCHETTO o forse per un altro motivo?

MA DOMANDATEVI!

Perché anche in GERMANIA i prezzi NON SONO RADDOPPIATI?

NON E’ CHE FARE UNA MONETA CON PAESI PIU’ SERI CI OBBLIGA A DIVENTARE + SERI PURE NOI?

Per tutti gli ANTI EURO concludo che nel mondo tutti sono capaci ad AVERE UNA MONETA CARTASTRACCIA QUELLO DIFFICILE E’ AVERNE UNA FORTE. Se cosi fosse Argentina, Brasile, India, Indonesia,RSA che hanno ultimamente svalutato dovrebbero creare posti di lavoro e garantire ricchezza diffusa al ceto medio ma è vero solo per ristretta elite.

PRIMA DI FARVELA TOGLIERE pensateci Bene .

LA FAVOLA DEL FUORI DALL’EURO è slogan de “IL GIORNALE” 13nov2013 per poter disegnare un nuovo vestito al CAPO oramai impresentabile in leader in Europa e come “CHE GUEVARA” dell’evasione fiscale.

Il SIGNORAGGIO E' ALTRA COSA ED E’ OVUNQUE!ed è un Bel problemino da risolvere.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 07.04.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono tanti commenti ,parole bellissime , tanti concetti ed idee vere ; però si deve subire una " Europa " ladra e padrona ,un Governo non eletto ed incosciente ed un Presidente della Repubblica guidato da dietro le quinte non si sa da chi (segretari del Quirinale , poteri forti ovvero i soliti banchieri padroni del mondo ? ). Anche queste poche mie righe chi le leggerà ? Speriamo di riuscire a penetrare nel Parlamento Europeo!

riccardo remondini 07.04.14 18:43| 
 |
Rispondi al commento


Cari concittadini del nostro MOVIMENTO 5*''''

L'Estensione dell'EU ai Paesi dell'Est è la componente più vicina a noi della globalizzazione mondiale.

Il fine della globalizzazione è stato di riportare i padroni al potere assoluto dei tempi di Carlo Marx quando i bambini lavoravano anche due turni da 18 ore per un tozzo di pane secco.

La maggiorazione del profitto ha richiesto la libertà di investire dove il lavoro non costa piú di qualche dolaro al
giorno.

L'Occidente è stato svuotato della sua attività produttiva, e questo svuotamento di attività ha svuotato di conseguenza le casse erariali degli stati dell'Europa tradizionale.

A questo punto è suonato il campanone d'allarme:

quando l'operazione ha toccato la classe media e ridotto alla fame oltre il 13% della popolazione
dei paesi del Mediterraneo, i padroni dell'Europa hanno ritenuto il momento maturo per la nuova offerta dei padroni ai loro assoldati governanti.

I padroni hanno offerto la loro aggiornata soluzione: noi padroni delle finanze, che i soldi li abbiamo, siamo disposti a rinvestire in Europa a condizione che noi siamo legalizzati di immunità fiscale, e che i salari siano al livello che la globalizzazione ci permette in altri Paesi del mondo.

Questa è la grande verità che i professori della Bocconi e della CBS intrecciano nelle loro perfide teorie sulla crisi occupazionale.

I SINDACATI: due pifferi e un contrabasso, loro sanno di che si tratta, ed anche loro aspettano il premio delle terze età - come per esempio Napolitano, Gianpaolo Maria e tutta la banda dei vecchioni intorno al Quirinale, e parimenti i due pifferi e il contrabasso. Dov'è ora quel campione di Epifani che ha patrocinato la grande deriva?

Luigi Francia 07.04.14 18:36| 
 |
Rispondi al commento

CRITICHE COSTRUTTIVE AL M5S!

Sono un M5S di prima ora, ma trovo un gran senso di delusione nel vedere la totale mancanza di vera strategia e concretezza politica.
Si perdono parlamentari perché dissentono, non si influenza una scelta in questo paese pur avendo la più grande pattuglia parlamentare non prof. della storia.
Vedo un popolo TALEBANO del TUTTI A CASA come se una democrazia (o pseudo tale ) possa mai portare una forza al 51% senza avere un potere importante alle spalle.

Lo ha sperato la SINISTRA RADICALE x 60 anni, la storia ha DIMOSTRATO NON SOLO CHE E’ STATA INUTILE MA CHE ALLA FINE E’ STATA DI IMPEDIMENTO nel fare gli interessi del ceto medio/popolare, perché USATA a piacimento del POTERE VERO.

Temo che stia avvenendo la stessa cosa con il M5S. Coloro che più TEMONO quello che il M5S è e soprattutto rappresenta (POPOLO AUTOGESTITO) in realtà lo usa per poter somministrare LA MEDICINA.

Forse dietro RENZI c’e’ più che il gruppo CIR (non riuscirebbe a fare un gran chè da solo) magari ci sono addirittura Rothschild o JP .

Ma quello che non capisco è PERCHE’ NON SPIAZZARE IL QUADRO è imporre SCELTE proprie nelle modifiche COSTITUZIONALI e RIFORME?

BERLUSCONI sta regalando consapevolmente un calcio di rigore al M5S perché ha capito la perfetta impotenza del M5S.

Di cosa avete paura di perdere parte di elettorato che per 20 anni ha votato il “CHE GUEVARA“ dell’EVASIONE FISCALE e che ha deciso di votare il M5S solo perché è SCIVOLATO da ceto medio/agiato a popolare e torni a CASA?

PENSATE VERAMENTE DI CAMBIARE IL PAESE SOLO LORO?

Con chi si è convinta di USCIRE DALL’EURO solo perché è il nuovo slogan ACCHIAPPA FESSI (operazione nata 13nov2011) de “IL GIORNALE” senza sapere che il M5S è critico verso signoraggio ect.

SE IL PAESE VERRA’ CAMBIATO IN PEGGIO con QUESTO COLPO (che è molto di + che di mano) LA COLPA SARA’ ANCHE DEL M5S che non ha saputo evitare STRATEGICAMENTE il peggio, come lo è STATA LA SINISTRA con Berlusconi.
Forz

Simone B., Rimini Commentatore certificato 07.04.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

....a 52 anni (53 in agosto) sono ancora precario nella scuola pubblica,chissà se prima di morire riuscirò a prendere il ruolo! Cmq spero fino ad allora che succeda qualcosa per tutti i precari della scuola pubblica! Vinciamonoi!

flavio giannandrea, lecce Commentatore certificato 07.04.14 17:30| 
 |
Rispondi al commento

In concreto ! i miei ultimi megabyts per dirvi che, dopo quattro provider, che ho pagato finchè ho potuto, non potrò più avere internet perché non ho più i soldi per pagarlo. Non è davvero un bel vivere....Questo è il precariato dopodiché, disoccupazione e infine, MORTE :un bel futuro non c'è che dire ! Cordiali saluti.

marco giuntoli 07.04.14 17:03| 
 |
Rispondi al commento

In Italia non ci sono lavoratori ma schiavi, poiché ricattabili socialmente, tenuti per le palle. Ciò va a detrimento del diritto di uguaglianza e della libertà di parola. Anche per questo nei paesi europei più civili esiste reddito di cittadinanza e politiche di colocamento e di reiserimento efficienti ed efficaci. Quì funziona tutto col passa parola, per amicizia, nepotismo, familismo, raccomandazione e persino compravendita del lavoro. come vuoi che la classe dirigente non sia inetta, immeritevole?

angelo t., napoli Commentatore certificato 07.04.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento

A ieri sono otto anni che mi sono laureata in Economia e commercio e sono ancora disoccupata!! Il bello è che in una trasmissione, poche giorni fa, un ospite ha detto che in Italia i laureati sono solo il 37 per cento dei giovani e sono ancora troppo pochi!! Ma a cosa serve fare tanti sacrifici per studiare e spendere tanti soldi, se poi non si riesce a trovare lavoro??? Va bene che vivo in Sardegna, una delle regioni più povere d'Italia e dove la crisi si fa sentire di più, ma anche a questo proposito, ho letto un articolo su internet che diceva che la Sardegna è la regione d'Italia con meno laureati in percentuale e che i giovani sardi avrebbero dovuto laurearsi di più...ma, ripeto, a cosa serve?? Forse per mettere a frutto la mia laurea dovrei emigrare all'estero, ma non posso perchè sono sposata e ho due figli...quindi mi rassegnerò a rimanere disoccupata...

Maria R., Carbonia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.04.14 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 1997,erano altri tempi e il lavoro aveva latra forma e altra sostanza.

Ad oggi la variante delle cause da cercarsi ha delle derivanti nelle proprietà che versano nella destabilizzazione mossasi dall'entrata dell'Italia nell'euro......,
dalla politica depravata dei partiti,dallo Stato ladro ecc,che hanno portato la disintegrazione del mondo imprenditoriale e lavorativo-occupazionale colpendo tutti i campi e tutte le fasce d'età che ristagnano e non hanno più sbocco di produttività.

Sicchè, qualsiasi problema diventa secondario alla primaria necessità quale,"l'occupazione si genera soltanto dall'apertura di creare il lavoro, di creare nuovo lavoro;
passando dall'Europa ha riprenderci la Sovranità dell'Italia scippata,
mandando a picco la politica del governo dispotico,
e ricominciare dalla portentosa politica del M5S che ha in programma il progetto di cambiamenti innovativi volti all'eco-sistema ha salvaguardia dell'uomo della natura e dell'ambiente, nonchè feconde alternativa di energia da impiantare nei settori da dove produrre fertile attività di sviluppo dell'economia del lavoro per cui e da cui ripartire.
Le risorse in Italia non mancano,ci sono;
e l'alternativa anche c'è:il M5S per farle sbocciare e fiorire.

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.04.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Grafico disoccupazione ufficiale dal '66
http://www.istat.it/it/files/2011/05/03_disoccupazione.swf

Dal grafico si evince che la disoccupazione italiana è ad oggi la più alta dagli anni '60 ed è paragonabile solo a quella non ufficialmente registrata dell'immediato dopoguerra;
e ci sono ancora somari che invocano il "ci vuole più europa".
L'occupazione è stata letteralmente uccisa dal libero mercato ovvero quel trattato di libera circolazione di merci e servizi che è l'esatto opposto di protezionismo che in giusta dose non è mai stato un problema, anzi una protezione dell'economia locale.
Ma finchè i disoccupati votano i liberisti che gli hanno fatto perdere il posto di lavoro l'Italia continuerà a sprofondare nella merda perchè i problemi economici hanno sempre una soluzione razionale mentre la stupidità di chi vota quelli che lo derubano sistematicamente è un problema di irrazionale masochismo indotto dai media bugiardi

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.04.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento

L'ENORME DISOCCUPAZIONE E' STATA CAUSATA DA DECENNI E DECENNI DI AMMINISTRAZIONE GOVERNATIVA DISONESTA E PARASSITA.
TUTTI I PRECENDENTI GOVERNI NON HANNO FATTO ALTRO CHE IMPORRE E INVENTARSI NUOVE GRAVOSE TASSE E COSI HANNO CAUSATO LA CHISURA DI MIGLIAIA DI AZINDE, DELOCALIZZAZIONI IN STATI CHE APPLICANO SOVVENZIONI E MINORI TASSE PER CHI PRODUCE LAVORO.
L'ESEMPIO DELLA FIAT DIMOSTRA QUANTO SIANO PARASSITI I NOSTRI GOVERNANTI: NON SI SONO MAI INCONTRATI CON MARCHIONNE PER IMPEDIRE LA DELOCALIZZAZIONE AUTOMOBILISTICA,E COSI IL PARASSITA DI MARCHIONNE CON I SOLDI RICEVUTI DALLA FIAT IN DECENNI E DECENNI DI MALGOVERNO HA SPOSTATO LA SEDE SOCIALE IN OLANDA E QUELLA FISCALE IN INGHILTERRA E LA PRODUZIONE IN ALTRI STATI. IN PRATICA IL MARCHIONNE OGGI IMPORTA IN ITALIA AUTOMOBILI COSTRUITE ALL'ESTERO. MA MAI NESSUN POLITICO E' INTERVENUTO PER IMPEDIRLO.
MA PARTE IL GOVERNO, DOVE STA' IL SINDACATO??? SOLO LANDINI HA CERCATO DI OPPORTI ALLO SMANTELLAMENTO DELL'INDUSTRIA AUTOMOBLISTICA INTALIANA. GLI ALTRI SINDACATI NON INTERVENGONO. GLI ALTRI SONO LI CHE ASPETTANO DI OCCUPARE UNA REDDITIZIA POLTRONA LA GOVERNO, COME HANNO FATTO IN TANTISSIMI ANNI ALTRINUMEROSI SINDACALISTI.
PURTOPPO NON C'E' PIU' UNA ONESTA ORGANIZZAZIONE CHE CERCHI DI TUTELARE I DIRITTI DEI LAVORATORI E TUTTO QUESTO CAUSA DISOCCUPAZIONE PRECARIATO E TANTA POVERTA'.
OGGI L'ITALIA NON PRODUCE IMPORTA E IMPORTA TANTA MONNEZZA DAI PAESI DOVE C'E' LA SCHIAVITU' CINA E INDIA - DOMANDA ???? MA FORSE QUESTO SPORCO GOVERNO VUOLE PORTARE LA POPOLAZSIONE ITALIANA ALLA SCHIAVITU'
E IL POPOLO CHE FA PER TUTELARSI??? CHI ORGANIZZA DELLE DIMOSTRAZIONI PER IMPEDIRE LO SFACELLO DELL'ITALIA???
CREDO CHE SIAMO SOTTO DITTATURA . VEDASI PER VECCHIARDO PARASSITA DI NAPOLITANO HA NOMINATO 4 PRESIDENTI DEL CONSIGLIO : MONTI - BERSANI- LETTA E GRILLO -INVECE DI INDIRE ELEZIONI. QUESTA E' DITTATURA - VERGOGNA - IL GOVERNO NON PRODUCE ALTRO CHE TASSE POVERTA' E DISOCCUPAZIONE - VERGOGNA - VERGOGNA - VERGOGNA

GIAN GUTTI 07.04.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

ciao bepppe
con il job acts di rezni si fara' davvvero molto,ma molto poco

alvise fossa 07.04.14 12:53| 
 |
Rispondi al commento

faccio tanti commenti (e sti c.o.r.n.u,,,,,,,,....) ti... sono sempre li .cosa fare a parte votare 5 stelle.soluti

giuseppe ., catania Commentatore certificato 07.04.14 10:54| 
 |
Rispondi al commento

provo

giuseppe ., catania Commentatore certificato 07.04.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Si sta applicando lo stesso Metodo che anni fa ha fatto Menem in Argentina, e non so chi in Turchia: si cerca di distruggere i Sindacati, i piccoli comercianti, la piccola industria, e si favorisce l'insediamento delle grosse catene alimentare, dei Centri comerciali e degli Ipermercati: I SOLDI NELLE MANI DI POCHI RICHI E TANTI SCHIAVI. Se una persona lavora in proprio, per esempio un piccolo negozietto, non si sottomette a nessuno, neanche i suoi figli, per cui bisogna fare che chiuda. L'IMPOVERIMENTO DI TANTI PORTA ALL'ARRICHIMENTO DI POCHI. E CHI SE NE FREGA !!! NON VI SIETE ACCORTI???

Teresa J., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.04.14 10:36| 
 |
Rispondi al commento

ECCO perchè IN ITALIA C'E' DISOCCUPAZIONE.
ECCO perchè' NEL NORD-EUROPA NIENTE DISOCCUPATI.
IN ITALIA va avanti la BUROCRAZIA, in NORD-EUROPA
la MERITOCRAZIA.

ITALIA PAESE DI E. FERMI COMPRA ENERGIA ATOMICA DALLA FRANCIA A CARO PREZZO.
ITALIA AVEVA OLIVETTI, MA POI ARRIVO' IL COMPAGNO DE BENEDETTI CHE LA FECE FALLIRE.
AVEVAMO MONTEDISON (Premio Nobel Natta), ma poi venne QUALCUNO, che durante la FASE ENIMONT pensò di FOTTERE ENI e GARDINI e architetto' la TRUFFA ENIMONT a danno di TUTTI e DUE.
MA una MAGISTRATURA di INCAPACI non scoprì NULLA e MONTEDISON fu SVENDUTA a Olandesi e Tedeschi.
Avevamo le ACCIAIERIE di TERNI (IRI) svendute ai Tedeschi, e potrei CONTINUARE.
ABBIAMO il SINDACATO dello sciopero FACILE, CGIL soprattutto e FIOM.
IN ITALIA NON viene NESSUNO e i NOSTRI scappano.
IN NORD-EUROPA hanno tutto quello che NOI ABBIAMO SVENDUTO.
NON hanno il SINDACATO che tutela soprattutto SE STESSO e le LORO ENTRATE.
IN NORD-EUROPA va avanti la MERITOCRAZIA NON la BUROCRAZIA

dina barboni 07.04.14 09:05| 
 |
Rispondi al commento

dalla letteratura si apprende che quando la disoccupazione supera una certa soglia allora per legge di mercato e di sopravvivenza , il costo del lavoro cala drasticamente e visto che o svaluti per riaggiustare i parametri economici o cali il costo del lavoro con annessi e connessi , la prima cosa che succede è quello che ha dichiarato MONTI , cioè abbatti la domanda interna e quello che produci lo fai solo per l'esportazione , praticamente dal punto di vista della classe politica pro €uro l'unica cosa da fare è aumentare ancora un po la disoccupazione proprio per arrivare a questi risultati e non crediate che succeda per caso . Lo sconfortante però resta il sindacato che invece di prendere coscienza di ciò ( premesso che io sono una mini P.IVA ) continua a dire la litania che l'€uro garantisce il valore del salario , ma basterebbe una piccola considerazione , mantenere 9 milioni di disoccupati in pianta stabile ( a meno che non si vogliano sopprimere e qui incomincio ad avere dei dubbi ) chi lo deve fare e le risorse da dove si prendono ? mah....

tino p. Commentatore certificato 07.04.14 08:45| 
 |
Rispondi al commento

La disoccupazione aumenterà fino a quando il calo della domanda mondiale di beni e servizi non renderà controproducente ed antieconomico l'investimento nella automazione dei processi produttivi industriali, agricoli e, persino, dei servizi finanziari ed amministrativi. A quel punto nessuno più investirà nella ricerca tecnologica e si ricomincerà tutto da capo.

paolo z., milano Commentatore certificato 07.04.14 08:04| 
 |
Rispondi al commento

curiosità: come se la passano i russi e gli americano che non contano. Su di loro non è passata alcuna immagine... Cosa dobbiamo imitare di loro e cosa non... a prescindere dall'esperienza storica europea? E i cinesi, gli indiani ecc. ecc.? La storia puo certo indurre a comportamenti diversi... e dobbiamo tenerla in conto, come pure le esperienze degli anziani... o invecesono da buttare nella spazzatura tutti? I giovani, argomento caro a Mussolini, perché facilmente influenzabili hanno sempre ragione come appunto si diceva di Mussolini? Gli stadi sono il nostro Colosseo dove l'anima muore? E come la mettiamo con le immagini che falsificano la realtà? Questi sono i dibattiti che non vedo e non sento fare ad eccezione di rarissimi casi. Una discussione sull'impostazione dei nostri costumi civili si impone, sempreché si vogliano migliorare.

almagemme 07.04.14 07:42| 
 |
Rispondi al commento

nel 77 avevamo un paio di scarpe un gibbotto se va' bene una vespa sgangherata e facevamo gli apprendisti per 4 mila lire a settimana...ste' cose ora non le fanno manco gli extacomunitari..diciamo la verita' a sti ragazzi.

luciano canale 07.04.14 07:01| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che paragona la disoccupazione attuale alla miseria del dopoguerra. E' da tanto che lo penso; aggiungo solo che oggi è peggio, perchè le già poche possibilità di lavoro che la crisi permette sono talmente caricate di controlli fiscali da DEPRIMERE ogni volontà di fare: vedi per esempio come è stata penalizzato il lavoro della moglie del pizzaiolo di Napoli (se non sbaglio ricordare) che si è suicidato. Nel dopoguerra invece, tutto era buono a racimolare poche lire e il risparmio era un valore. sarà stato anche lavoro nero, ma fu un pilastro della ricostruzione, almeno a livello familiare. oggi siamo frutto invece della politica "spendi che sostieni l'economia", una bestialità.

carla v. Commentatore certificato 06.04.14 23:17| 
 |
Rispondi al commento

La disoccupazione è molto più alta di ciò che dice l'ISTAT, perchè non tiene conto dell'effetto domino della caduta dell'occupazione, che ha sull'indotto produttivo e terziario,nonchè del lavoro autonomo e professionale. Un piccolo o medio imprenditore che chiude lascia dietro di sè non solo gli operai o i dipendenti a casa,ma anche parte del lavoro dell'indotto. Tutto ciò che gravita atorno ad una piccola e media impresa, riduce la quantità di lavoro e consumi. Le aziende manufatturiere che producono le forniture riducono il lavoro. Poi quello dei commercialisti, dei ragionieri e gli impiegati,dei geometri, degli ingegneri, degli architetti con i collaboratori e tante altre figure professionali ed autonome ecc.,fino agli avvocati e notai. Cioè si riduce il lavoro autonomo e professionale che gravita attorno alla stessa picccola azienda, e che di fatto subiscono l'effetto della disoccupazione per la chiusura della piccola e media impresa. A questi occorre aggiungere l'effetto depressivo sui consumi nel commercio e nel terziario. Fare un paragone con il 1977, non ha senso, perchè dal 1977 ad oggi con le varie leggi che si sono avvicendate sul lavoro, "il posto a tempo indeterminato" è rimasto per pochi. Quindi è azzeccato il termine di "bomba della disoccupazione", che trova corrispondenza solo nel primo periodo del dopoguerra, quando le famiglie facevano la spesa "a debito, nei negozi di alimentari, e gli abiti si rivoltavano per farli sembrare nuovi", e i "datori di lavoro", pagavano gli operai giornalmente o con acconti settimanali per la spesa della famiglia. Nel dopoguerra c'era la volontà di ricostruire l'intera Italia, e soprattutto non c'erano i politici attuali. Le famiglie oggi, o stanno consumando i risparmi di una vita o si sono rovinati con le finanziarie, mentre i giovani fuggono all'estero. I politici della partitocrazia non curanti, continuano a drenare lavoro e denaro per gli amici degli amici, facendo scempio dell'articolo "1" della Costituzione.

Vincent C. 06.04.14 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Michele Barbieri ,
hai proprio ragione : nel 1977 mi laureavo in Ingegneria Civile al Politecnico di Torino ma , a parte la tensione dovuta da Brigate Rosse e simili che sarebbe peggiorata nel biennio successivo , la società italiana era lontana anni luce dalla "miserevole" situazione attuale . Noi laureati non eravamo molti e non c'erano problemi di occupazione ; ma non solo per noi ... un pò per tutti era così

Claudio Cattaneo 06.04.14 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1975 ho avuto la possibilità, con la mia laurea in matematica (indirizzo applicativo) e specializzazione in informatica, di poter scegliere un lavoro sia nel settore pubblico che privato. Ho partecipato a diversi concorsi pubblici e colloqui con aziende e non dovetti presentare a centinaia di uffici il mio curriculum. Avevo tante speranze, ero certo di trovare un buon lavoro e così è stato. C'era lavoro, eccome, altro che la disperazione attuale. Un giovane laureato con pari titoli, senza agganci com'ero io, oggi è quasi sempre sfruttato, precario e sottopagato, se ha la "fortuna" di lavorare, altrimenti sta sul groppone della famiglia o si deve accontentare di fare lavori che nulla hanno a che vedere con le proprie competenze ed attitudini. Ora sappiamo come si sono involute le cose dopo quasi 30 anni di malgoverno, tangenti ed inciuci. La classe dei politici è impresentabile ed incapace e questo succede da quasi vent'anni e dal 2001 in poi è stato un vero disastro. Spero che gli italiani la smettano di comportarsi da tifosi italioti. Forza M5S!

gianni barbotti 06.04.14 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Fino al 1977 gli emigranti italiani non erono laureati
ma diplomati e non. Prima eromo agricoltori, braccianti etch. Che andarono a lavorate sulle montagne Svizzere nelle miniere belghe a fabbriche tedesche facendo fruttate i capitali italiani trafugati in questi paesi. Arricchivono l'Italia con le rimesse che facevono per sostenere i figli , mogli e vecchi genitori. Se i governi ladri democristiani e liberali prima di loro avessero agevolato gli agricoltori con finanziamenti
Per comprare dei trattori per arare etch . L'Italia sarebbe diventata veramente il giardino di' Europa.
Nei paesi nord Euroei i trattori li avevono già prima della guerra. La tragedia continua , menzogne sopra menzogne.

luigi di pietro, Montreal Commentatore certificato 06.04.14 21:43| 
 |
Rispondi al commento

sante parole di condanna..contro chi governa..il guai che rimanere fuori dai giochi...facciamo solo il gioco della burocrazia e dei politicanti corrotti...cmq auguro che possiamo prendere la maggioranza assoluta...dal momento..che alleanze costruttive nn sta nel dna del movimento...

antonello greco 06.04.14 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Non è una questione di job act o leggi varie sul lavoro, o tempo determinato verso indeterminato. La verità è che il lavoro non si crea per legge: è il lavoro che crea lavoro! Sono le aziende che lavorano che possono creare ulteriore lavoro e quindi occupazione. Ma sino a quando resteremo nell'euro e nalla UE, tutto ciò non sarà possibile. E, per favore, non raccontiamoci la favoletta che si possono cambiare i trattati: primo perchè non è vero, secondo perchè è l'euro in sè il problema, più che i trattati. E' la mancanza di sovranità monetaria che ci ammazza!

adolfo p., givoletto Commentatore certificato 06.04.14 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Paragonare la situazione attuale a quella del 1977 è pura follia. Allora c'era una infinità di prospettive di lavoro in più rispetto ad oggi. Occorrerebbe fare una analisi accurata delle cause che ci hanno condotto al macello attuale. Non credo che ci sia nessuno intenzionato a farlo, perchè ognuno si ritroverebbe in parte corresponsabile. Sarebbe necessario possedere molta umiltà, molta lealtà e molta competenza. Spero che nel MV5 Stelle si formi un pool di lavoro su questo problema (che è il più importante e delicato)in grado di realizzare ciò che propongo e gettare le basi per una ripartenza, che, partendo dalla scuola e dalla università, per poter far sentire i propri effetti impiegherà decenni. Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 06.04.14 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,mi sa che se fosse un problema solo dell'ebetino o del presidente della repubblica, buttandoli a mare avremo risolto tutti i problemi.
Ogni tanto leggo Zygmunt Baumann e sono d'accordo con lui quando dice che la politica non ha più il potere il quale ha una sua autonomia rispetto alla politica se non addirittura (questo lo aggiungo io) è asservito al potere economico (pensa a cosa può fare con 4.500 (quattromila cinquecento)miliardi di dollari nelle sue mani il fondo Americano Blakrock assieme a qualche altro fondo simile.
quale Stato può affrontare o imporre qualcosa a questi fondi.
Lafaccenda è maledettamente seria

Gerardo Ciaccio, Avellino Commentatore certificato 06.04.14 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Ne 1977 il lavoro c'era per tutti, almeno al nord ma scherziamo? Ho 55 anni e ricordo bene che si trovava lavoro quando e come volevi, in pratica al nord la disoccupazione non esisteva. Quando mi diplomai a Trieste le assicurazioni assumevano tutti i diplomati con votazione superiore a 56, tutti... idem enel, comuni, regioni. I laureati in ingegneria allora ricevevano 20 offerte di lavoro appena si laureavano: oggi non c'è nulla in confronto, la crisi oggi è come nel primo dopoguerra, negli anni 50.

Adriano Guelpa 06.04.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma se nel dopoguerra si continuò a dare la pensione ai pensionati, ( e concordo con grillo per quasi pari età); si continuò con l'assistenza medica, i servizi ferroviari e tutto il resto.....
La crisi è vero che c'è. Verissimo infatti su una popolazione abile al lavoro di circa 22.000.000 (http://jobspot.it/quanti-sono-i-lavoratori-in-italia)ci sono ben ... ricavo da Blitz quotidiano ... ""Invasi da un milione di “politici”, l’esercito occupante siamo noi"" (http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/alessandro-camilli-opinioni/invasi-da-milione-di-politici-lesercito-1352239/) altre fonti stimano i politici dal consigliere di circoscrizione e fino al Presidente della Repubblica circa 1.500.000 persone.
Questo significa che ogni 14 persone che lavorano, hanno sul groppone 1 politico, ben remunerato ovviamente. Lavoriamo un mese all'anno per questi sciacalli.
Aggiungiamo a questa popolazione politica, enorme è di scarsa utilità, tanti Italiani dediti a lavori di scarsa produttività ... anche senza esserne colpevoli ... mi riferisco alle centinaia di migliaia di spicciafaccende e procuratori di mutui, prestiti, agenti immobiliari ( In numero sproporzionato) addetti a procurare contratti energia, call center telefonici e cosi via.
Se vogliamo essere utili a noi stessi, dobbiamo essere produttivi. Scaricarci i nullafacenti dalle spalle. Un'ultimo programma su Rai due mi ha mandato in bestia ... 90.000 italiani a Londra a fare i lavapiatti ... perchè non mandarci i politici, gli extracomunitari etc.. ? Perchè sui cantieri edili italiani vedo Rumeni, Polacchi ed extracomunitari e sempre meno italiani?
Perchè succede questo in questo paese dove la cacca politica intrallazzante e gaudente questo ha fatto succedere. In napoletano, " i fridd' for e i cavr rint? ossia in italiano , A casa mia esce fuori tu ... italiano e vai a fare il lavapiatti o il commesso fuori anche con più lauree ... ma quando vogliamo spaccarli a questa gentaccia mangiapane a sbafo e a tradimento, Quando?

caio tizio, napoli Commentatore certificato 06.04.14 18:45| 
 |
Rispondi al commento

e' una vergogna. Ritengo che il Governo Renzi dovrebbe varare un piano di assunzioni resuscitando le Partecipazioni Statali. Lo Stato e le Regioni dovrebbero tornare a produrre Panettoni, scatolette di tonno e si dovrebbe rinazionalizzare il settore delle TLC. Le tariffe telefoniche naturalmente dovrebbero essere aumentate e fissate per legge come era nel 1977. Quelli si che erano bei tempi!

Roberto B., Roma Commentatore certificato 06.04.14 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La disoccupazione attuale è colpa oltre che dei politici dei sindacati.
Che ci stanno a fare CGIL CISL UIL se non per tutelare i loro interessi e non quelli dei lavoratori.
Per difendere i diritti dei lavoratori basta un solo sindacato e non tre onerose strutture i cui costi vengono scaricati sui lavoratori, mentre i profitti vanno a favore dei sindacalisti.
Sindacalisti che poi vanno per la gran parte a confluire nella politica.... per completare il progetto.
Lavoratori non pagate le tessere dei sindacati che risparmiate certamente qualche decina di euro, mentre gli 8o promessi da Renzi sono, per ora, solo una promessa.

Aggiungo una proposta ai ns. Parlamentari per risolvere il problema della disoccupazione:
Aboliamo la detassazione al 10% dello stipendio di "produttività" che in pratica va a premiare chi fa degli straordinari ed a penalizzare i disoccupati che potrebbero essere assunti per svolgere quel lavoro addizionale.
Questa invenzione costa allo Stato più di 2 miliardi di euro all'anno!
Anche questa idea è dei sindacati che proprio non hanno capito che è contraria agli interessi dei lavoratori (non occupati) e alle entrate dello Stato.
Parlamentari del Movimento 5 Stelle, forza e coraggio, andiamo contro le vecchie logiche sindacali e proponiamo l'abolizione di questa inutile detassazione.
I milioni di disoccupati Vi saranno grati.
G.Mazz.

Gianpiero Mazzoleni 06.04.14 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Diciamoci la verità

Gli industriali hanno voluto e vogliono gli immigrati , sono più facili da gestire , non parlano ma lavorano , non rompono i coglioni , costano meno.
Hanno risolto il problema del costo e del lavoro manuale.

Rimaneva da mettere a posto il lavoro impiegatizio , e già gli immigrati nella maggior parte dei casi non parlano bene la nostra lingua , non si destreggiano con il computer , non riescono ad avere un approccio con il cliente ecc.ecc. . Forse la prossima generazione sarà pronta.

Insieme ai loro complici (i sindacati) hanno creato il lavoro temporaneo; questo sistema e partito in maniera morbida , adesso sta accelerando e nessuno della nuova generazione avrà più un posto su cui contare per costruirsi un futuro.
Purtroppo vivranno alla giornata .
Dobbiamo fare qualcosa per questi giovani

stefano c. Commentatore certificato 06.04.14 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido tutto le critiche .. però adesso che si è in una posizione se non di forza quanto meno di ago della bilancia mi piacerebbe si sostenessero le scelte fatte in favore dei cittadini ! Il solo gridare allo scandalo su questo o quello, a me che nelle ultime politiche, ho dato il voto al M5s, non basta più!

Paolo 06.04.14 17:31| 
 |
Rispondi al commento

E' UNA BALLA CLAMOROSA, NEL 1977 LA DISOCCUPAZIONE ERA DEL 6,5%. ANCHE IL CORRIERE DELLA SERA IL 2 APRILE HA PUBBLICATO LA BALLA IN PRIMA PAGINA, PER POI IL GIORNO SUCCESSIVO SCUSARSI IN SESTA PAGINA DICENDO DI AVER COMMESSO UN ERRORE. L'ECONOMISTA ALBERTO BAGNAI SI E' ACCORTO DELLA FALSITA' DEL CORRIERE E L'HA SPUTTANATO A TGCOM 24 LO STESSO 2 APRILE. VISITATE IL BLOG DI BAGNAI NE VALE LA PENA!!

Gianni Zuliani 06.04.14 17:14| 
 |
Rispondi al commento

dicono che impiegheranno i giovani nei servizi sociali. Considerato che mancano i soldi per pulire le scuole dovranno adempiere il servizio sociale gratis

luciano p., mestre Commentatore certificato 06.04.14 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io c'ero e studiavo l'ultimo anno da geometra.
1977:
se ti davi da fare e all'inizio ti accontentavi, lavoro lo trovavi subito e lo imparavi davvero: chi ti assumeva non si giocava l'esistenza come ora;
potevi fare una tessera di partito (tutti) e anche così trovavi lavoro: le aziende statal-partecipate e similari funzionavano, a te decidere se diventare escort (mai voluto);
se ti mettevi in proprio (io così dall'85), funzionava anche quello, ti rimaneva abbastanza da camparci decorosamente (non diventavi ricco e anche allora era comunque rischioso).
Nel 77 non ricordo coetanei disoccupati o in crisi per il lavoro; ricordo qualcuno in cassa integrazione (per parecchi anni) o mantenuto dai genitori (il tenore di vita spesso lo consentiva, avevamo meno necessità e la benzina es. costava 500 lire/litro).
Fuori dal coro, ricordo che tutti si davano da fare e tutti avevano sicuramente radicati PRIMA i DOVERI piuttosto che i DIRITTI (dietro cui tanti si nascondono da anni): no a tutta un'erba un fascio, ma è comunque realtà CULTURALE innegabile e una delle TANTE cause del perché siamo finiti così.
2014:
chiusa piccola impresa nel 2007, pelo al pelo coi debiti;
nessun reddito vero (chi lo vuole uno con più di 50 anni?) ma comunque devo pagare tutto (sanità) perché (Liguria) non rientro in definizione "disoccupato", quindi solo analisi una volta all'anno, no dentista e "qualcosa" non la curo e ci convivo;
sbattendomi tiro su max 3/400 eu/mese, ma ormai sto finendo i risparmi;
centri per l'impiego: uno stipendificio inadeguato a indirizzare davvero a nuove occupazioni;
partita iva? un suicidio.
Triste osservo i miei nipoti impegnare metà cervello a resistere all'ansia del futuro, perché non sono mica scemi.
Chiamatelo precario, indeterminato, determinato, ecc. non dipende (solo) da quello: è proprio il LAVORO che non funziona in questa realtà economica. Se chi LAVORA e chi CREA LAVORO non guadagna, puoi fare tutti i contratti che vuoi che non hai comunque speranza.
W M5s

danny d. 06.04.14 16:37| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

il sindacato non ha piu' ragione di esistere,è solo di facciata.con l'abolizione della cosidetta scala mobile.da loro sottoscritta si sono persi nel corso degli anni buona parte dei diritti fino allora aquisiti,fino alla degrado attuale enon mi venite a dire che tutta colpa della crisi,diciamo piuttosto del sistema corrotto di cui assieme ai confratelli dei partiti,fanno parte , quà li denominiamo [magnapane a tradimento.

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 06.04.14 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me l'unico argine che è rimasto ad una sommossa popolare è l'ammortizzatore sociale della cassa integrazione, che bene o male permette ancora alle famiglie della "fascia media" (appena sopra la povertà ormai) di tirare a campare..
Lordsignori lo sanno bene e si premurano, ad ogni inizio anno, di rinnovare gli stanziamenti per farvi fronte..(per quanto tempo ancora in vista del FISCAL COMPACT?)
L'immagine di un'esplosione nucleare ad inizio post, forse un pò esagerata, ben simboleggia quello che accade quando un popolo viene stremato e ridotto alla miseria (per colpe non sue tra l'altro..ma di un malgoverno "endemico"e dei banksters!)..la guerra, con tutto il suo carico di violenza e devastazione -.-

Manuele V., Marche Commentatore certificato 06.04.14 16:19| 
 |
Rispondi al commento

ma sti personaggi che stavano progettando un false flag non dovrebbero essere arrestati e processati da un tribunale militare della NATO per terrorismo?

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4451

uno di noi 06.04.14 16:13| 
 |
Rispondi al commento

La disoccupazione paradossalmente “serve” all’eurozona come aggiustamento di competitività per la bilancia commerciale tramite la svalutazione interna del lavoro.
E’ necessario rimarcare che le famose “Riforme” o “Riforme strutturali”, sono semplicemente mezzi per ridurre al minimo i diritti dei lavoratori al fine di incrementare il precariato, elevando l’età pensionabile, tagliando i salari e aumentando le ore di lavoro.
Il fine di tutto ciò è che la riduzione del costo del lavoro è necessaria per esportare di più all’estero dal momento che non è più possibile svalutare la moneta o meglio non vi è una moneta fluttuante che in momenti di deficit commerciali sarebbe deprezzata. Pertanto la svalutazione del lavoro servirebbe per riequilibrare il saldo commerciale con l’estero. Paradossalmente però la Germania ha in pratica bloccato la rivalutazione della sua moneta, attuando di fatto una vera e propria svalutazione competitiva in quanto i valori dei suoi fondamentali macroeconomici avrebbero apprezzato una sua autonoma valuta.
Questo vero e proprio sistema di mercantilismo, vale a dire sacrificare i salari interni per esportare, sta portando ad un calo dei consumi: stipendi bassi e disoccupazione limitano le importazioni rimettendo in riequilibrio il saldo commerciale con l’estero. La Germania ha attuato una vera e propria politica mercantilista con i minijob tesi a sacrificare la domanda interna a vantaggio di un maggiore export come dimostra il suo attuale surplus ad oltre il 6% del PIL.
La disoccupazione inoltre ha anche il potere di “ricattare” i lavoratori affinché accettino condizioni lavorative prima inaccettabili se questi fossero in regime di piena occupazione.
Oggi si parla non a caso della “competitività spagnola”. Ultimo dato inerente al tasso di disoccupazione spagnolo è del 26.03%(ottobre 2013), mentre gli stipendi sono chiaramente in crollo.In poche parole, volente o nolente, nell’eurozona si è“competitivi”in funzione di una maggiore disoccupazione.



IL DATO E' UN ERRORRE (Casuale?) DEL CORRIERE
NEL 1977 LA DISOCCUPAZIONE ERA ESATTAMENTE LA META'

http://sollevazione.blogspot.it/2014/04/sulla-bufala-del-corriere-della-sera-di.html

Potete anche togliere il post xchè sbagliato

gianluigi m. Commentatore certificato 06.04.14 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Questo fatto che la disoccupazione è AI MASSIMI LIVELLI DA QUANDO VIENE MISURATA (cioè dal 1977) e NON "tornata" ai livelli del 1977 è cosa ben risaputa tra i più avveduti. Tuttavia i media di Regime sembrano non accorgersene e continuano a diffondere FALSITÀ TENDENZIOSE.

Ho sentito dire che "la disoccupazione è tornata ai livelli del 1977" più volte nei tg nazionali. Per forza, anche il più prestigioso quotidiano italiano, quello della "buona borghesia illuminata" che adesso è tra i supporter renziani (si pensi a certe sviolinate di Aldo Cazzullo) contribuisce alla trasformazione delle bugie in verità mediante ripetizione continua.

Al link riportato qui sotto potete vedere la prima pagina del CORRIERE DELLA SERA del 2 aprile 2014 (solo 4 giorni fa):

http://violapost.it/wp-content/uploads/2014/04/Corriere_bassa.png

Vedete cosa si legge nel titolone principale?
C'è scritto: "TANTI DISOCCUPATI COME NEL '77".
E poi si tira la volata a Renzie che afferma perentorio: "SCONVOLGENTE!" (sottinteso: ora ci penserà lui a rimetter le cose a posto…)

Io nel '77 c'ero (anche se molto giovane) ma non ricordo tanta disperazione come oggi. E infatti se vai a vedere i dati dell'occupazione, rispetto a oggi nel '77 erano rose e fiori.

Come mai un quotidiano prestigioso e influente come il Corriere di via Solferino diffonde scientemente MENZOGNE che, ripetute dalla tv e da altri organi di (dis)informazione, sedimentano nelle menti delle persone?
Non sarà per caso che vogliono proprio farti pensare "beh, ma in fondo nel '77 non stavamo poi così male, e comunque alla fine ce l'abbiamo fatta, possiamo ancora sperare"?

Di "SCONVOLGENTE" qui dovrebbe esserci solo la constatazione che i prestigiosi quotidiani (ampiamente sussidiati dal FINANZIAMENTO PUBBLICO ALL'EDITORIA) non fanno informazione ma propaganda di Regime per influenzare lo stato d'animo e il "comune sentire", ma è un fatto talmente assodato che di certo non ci sconvolgiamo più.
Ma un po' di indignazione è il minimo.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 06.04.14 15:43| 
 |
Rispondi al commento

la Cina nel settantasette non esportava niente cattosomaro.

merda santa 06.04.14 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si dice la bomba atomica della popolazione non della disoccupazione, 'population bomb'. se tutti facessero sei figli come te... ci vorrebbe proprio una bella bomba atomica (e una sul Vaticano); nel '77 eravamo tre miliardi e rotti adesso quanti siamo? quasi otto? non c'era la Cina, non c'era la Russia; non possiamo ancora pensare di poter mettere su casa tutti come prima. il tredici o il venti per cento di tre miliardi fa un conto, di otto miliardi e con la superficie della terra che non cresce ne fa un altro. qui bisogna mettersi sulla testa che non possiamo più ingravidare come prima, e secondo o ci dividiamo il lavoro come il pane o colonizziamo il resto del sistema solare oppure ci

merda santa 06.04.14 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con orrore leggo di una deputata, Ilaria Capua, indagata per traffico di virus. Deputata dai cittadini, comunque essi la pensino, a migliorare o perlomeno mantenere il proprio tenore di vita.
Invece la deputata di Sciolta Civica pare abbia trovato un business nuovo insieme al marito: il traffico di virus. Si tratta di gridare al pericolo d’infezioni ed epidemie per poi costringere il governo in carica ad acquistare farmaci in grado di combattere la malattia infettiva pericolosa per uomini e animali.
Ora pare siano stati spesi cinquanta milioni.
Un lavoratore guadagna annualmente 30.000 € lordi all’anno, per trent’anni fanno circa 1 Milione di euro che un lavoratore “costa” ad un azienda. Sono cinquanta lavoratori, vale dire cinquanta posti di lavoro, che mancano all’appello e potevano essere finanziati perché una parlamentare pare, e ripeto pare, abbia sottratto alla collettività cinquanta milioni.
Ora non so voi ma io sono imbufalito un tanticchia.
Esigo dai miei rappresentanti in Parlamento del Movimento, che facciano luce al più presto su questa vicenda. In caso di condanna definitiva, i cinquanta milioni vanno subito restituiti ai cittadini mediante il sequestro dei beni dell’azienda e dei beni privati delle persone coinvolte.
Massima durezza, nessuna pietà per ladri e malfattori di ogni risma che addentano il nostro Benessere come fosse un groviera da far sparire in tavola. Questi ratti della politica fanno fatti sparire dalla circolazione.
Noi siamo il Movimento di deratizzatone nazionale e non ci fermeremo di fronte allo scempio dei posti di lavoro causato da questi parassiti.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 15:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento


LA VERA DEMOCRAZIA E' E DOVREBBE ESSERE QUESTA:

1) IL VOTO ELETTORALE E ISTITUZIONALE E' PALESE

2) CHI VOTA DEVE ESSERE TRATTATO PER IL PROGRAMMA CHE HA VOTATO

3) CHI VOTA MOVIMENTO HA IL TRATTAMENTO SECONDO IL PROGRAMMA DEL MOVIMENTO

4) CHI HA VOTATO IL RESTO SI PRENDA PURE LE TASSE, I TAGLI, LE CRISI, E I TRATTATI EUROPEI DA ADEMPIERE, E CAZZO IN CULO E CAMMINARE.

GIUSTO? YES . E SI SODOMIZZINO FELICI.

OPE 06.04.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per sapere come l'Istat definisce gli occupati basta leggersi le note metodologiche alla rilevazione, che offre in effetti una buona stima del livello di occupazione. Ma nella redazione de lblog non c'è nessuno che si documenta prima di scrivere? Che poi per l'occupato possa essere meglio un contratto a tempo indeterminato è ovvio, ma come da altri rilevato, non vale lo stesso per l'azienda. Se la politica industriale è "posti di lavoro inamovibili" e "il governo deve tenere in Italia le imprese" (v. post sul caso Micron) l'unica soluzione è sovietica. Parliamone.

Danilo A., Grosseto Commentatore certificato 06.04.14 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento paragonare i disastri prodotti dall’attuale classe dirigente agli anni passati, mi piacerebbe averli davanti per sputtanarli come meritano. I lavoratori italiani non erano mai stati assassinati come stanno facendo loro. Questi assassini della politica ce la stanno facendo odiare la politica, visto che è proprio nel suo nome che si è dato vita alla morte civile della nostra nazione. Le istituzioni sono da paragonare ad una discarica dove si aggirano escrementi viventi, che infettano tutto quello che toccano. Prima di loro (quindi fino a vent’anni fa) l’Italia era una nazione più che civile, il lavoro non mancava e la vita di tutti scorreva serena e senza affanni, dove nessun anziano era costretto a rovistare nei cassonetti. I ragazzi potevano laurearsi sapendo di mettere a frutto quel che avevano studiato. I nonni si godevano la pensione maturata dopo anni di lavoro, senza doverla dividere con i figli. I giovani potevano mettere su famiglia sapendo di poterla mantenere, poi sono arrivati loro: gli sponsor di questa che possiamo ben definire “Era della fame” e per tutti noi è iniziato il calvario. Dalla sera alla mattina ci siamo visti dimezzare lo stipendio con la moneta unica, ma non basta perché mentre ogni tipo di merce raddoppiava di giorno in giorno, gli stipendi e le pensioni restavano morti per sempre. Neppure dopo aver perso una guerra regnava nella popolazione quella disperazione che attualmente ci stronca. Allora tutti si era consapevoli di doverci rimboccare le maniche e non soltanto i lavoratori ma soprattutto la classe dirigente. I politici di allora non erano i buffoni attuali ma Uomini che possedevano quella dignità che manca a questi attuali servi del potere. I politici si occupavano di politica e non di mantenere il fondo schiena sulle poltrone. La classe lavoratrice aveva alle spalle un partito politico che si occupava dei diritti del lavoro e li difendeva a spada tratta.
(continua sotto9


I posti di lavoro vanno difesi a denti stretti, altrimenti non tornano più.
La globalizzazione è stata accettata supinamente dai sindacati, non hanno fiatato, forse perché qualcuno li ha oliati bene..
In ogni caso avrebbero dovuto gridare allo scandalo i politici di sinistra, ma erano impegnati nelle regate di vela oppure nelle gare gastronomiche.
Nessuno mosse un dito quando si aprirono i mercati d'oltreoceano perché conveniva a tutti, in prima persona proprio ai politici.
Dovevano mettere sul piano della bilancia le conquiste civili fatte con il sangue di generazioni di lavoratori europei e americani. Invece lasciarono colpevolmente sul campo di battaglia il diritto ad avere un salario proporzionato allo sforzo effettuato, il diritto ad avere ore di straordinario pagate.
Adesso è troppo tardi, alcuni prodotti e servizi sono diventati commodities, vale a dire le ottieni a prezzi stracciati in un paese cosiddetto emergente. Le multinazionali dopo avere incassato gli sgravi fiscali delle varie nazioni europee, smontano la baracca e la rimettono in piedi nel paese più a oriente possibile, perché lì i diritti del lavoro non sanno cosa sono, anche perché il lavoro finora laggiù era stato non un diritto ma un dovere che si tramanda di padre in figlio, oppure non si ha e basta. Parlo dell’India e poi del Bangladesh e ancora del Vietnam e della Malesia.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 14:54| 
 |
Rispondi al commento


LEGGO COMMENTI DI QUELLI CHE REMANO CONTRO IL MOVIMENTO, TUTTI DA IDIOTI IMPEDITI E DI INSUFFICENZA DEMENZIALE.

SU ANSA .IT ALLO SPETTACOLO DI GRILLO AD ANCONA PASSATO PER UNA PROPAGANDA ELETTORALE A PAGAMENTO ANZICHE' SCUOLA DELLA CORRUZIONE ISTITUZIONALE, COMMENTAVANO SUGLI 80 EURO IN PIU', DICENDO, CHE SE ERANO UNA SCELTA PER IMBONIRE GLI ELETTORI PRO PD-PDL, FIGURIAMOCI IL REDDITO DI CITTADINANZA.

1) IL REDDITO DI CITTADINANZA COME TANTE VOCI DELL' WALFARE VIENE ESTRATTO TAGLIANDO LE LORO LOBBI DI FINANZIAMENTO INIQUO.

2) SE VIENE PRESO AUMENTANDO IL DEBITO, VUOL DIRE CHE SI DOVRA' AFFRONTARE CHE SIA IL DEBITO INIQUO E FRAUDOLENTO EUROPEO, CHE STA' NELLA STESSA MISURA DI QUELLO ITALIANO SOLO NELLA CERCHIA MAFIOSA PIU' ALTA EUROPEA.

3) TUTTI I TRATTATI E LE FRODI FINANZIARIE I TALGI E LE CRISI LICENZIAMENTI E FALLIMENTI, LI FAREI AGGRAVARE ESCLUSIVAMENTE PER CHI HA VOTATO PD PDL E RIMANENTI PARTITI.

4) NON SOLO IL VOTO NELLE ISITIUZIONI MA ANCHE QUELLO DEGLI ELETTORI DOVREBBE ESSERE PALESE E NON SEGRETO.

RAZZA DI ITALIANI DI MERDA.

ope 06.04.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sono d'accordo.
Se in italia ci fosse il reddito minimo di cittadinanza e una situazione fiscale meno condizionata dalla corruzione, la flessibilità sarebbe un vantaggio per le piccole imprese.

Alessandro Crapanzano Belfast Commentatore certificato 06.04.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Possibile che l’ISTAT non abbia i dati della disoccupazione prima del 1977? Se non li hanno vuol dire che il parametro non era significativo, non importante, quindi sotto controllo.

Forse all’ufficio di statistica dello STATO, conviene non spulciare all’interno dei faldoni impolverati e recuperare altri oltre su questo DRAMMATICO problema?

Qualcuno è risalito fino al 1960, e la disoccupazione negli ultimi 58 anni non è mai stata così preoccupante. Vedi grafico: http://goofynomics.blogspot.it/2013/07/58-anni-di-disoccupazione-in-italia.html.

Comunque non è necessario scomodare la statistica o l’economia, basta chiedere ai propri genitori, ai nonni, vi diranno che loro un lavoro l’hanno sempre trovato. In questo paese, come dice la Costituzione, il lavoro c’è sempre stato.

Il problema è semplice. La gente non ha soldi in tasca ed è terrorizzata dal futuro quindi non spende. Le aziende soffrono per questo calo della domanda e dopo aver tagliato il possibile, incominciano a licenziare, poi chiudono. Più gente perde il lavoro, più si abbassano i consumi e alla via così in una spirale senza fine. Si chiama: deflazione.

Le manovrine del Governo non servono a niente, a NULLA, ci vogliono i quattrini, tanti.

In questo paese ci vuole una manovra da 400 miliardi e occorre liberarsi SUBITO, finché siamo in tempo del cappio al collo dei 50 (che diventeranno molti di più) miliardi all’anno (x 20 anni) imposti dal Fiscal Compact.

Dato che 400 miliardi dall’Europa non arriveranno MAI, bisognerà procurarseli da soli.

Fuori subito.

Marco16 F., Torino Commentatore certificato 06.04.14 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe volevo chiederti una cosa. Tutti i giorni ci dicono che noi siamo populisti e che tu sei un demagogo, eppure tu hai permesso che si candidassero migliaia di cittadini sconosciuti, liberamente votati e scelti da altri cittadini informati e consapevoli. Questo però non ha nulla di populistico, questa è democrazia vera! Il Pd-l invece ha candidato Marco Tardelli, un eroe dei mondiali del 1982, la più classica delle foglie di fico nazional popolari dietro le quali celare la solita partitocrazia fatta di nominati, impresentabili e boiardi di partito. Tardelli che ci va a fare al parlamento Europeo? Va a fare gol alla Merkel? Va a spiegarle il 4-4-2 o la tattica del fuorigioco? Che competenze ha, a parte il calcio? Evidentemente il Pd ha un tale disprezzo del popolo che pensa che siamo tutti dei perfetti ignoranti e caproni, perchè concorderai che questa è la cosa più populista mai vista in italia dai tempi della candidatura di Iva Zanicchi alle Europee del 2009, come mai allora i giornaloni di lor signori e le TV non dicono che il Pd è populista e demagogico, nomina i candidati esattamente come fa il nano sbattendosene delle primarie che tanto sbandiera e considera l'elettore italiano medio intellettualmente al livello di un primate? Grazie per l'attenzione

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io nel 77 c'ero, ma ero una fanciulla di prima elementare. lavorava solo mio padre, manteneva 3 figli ed una moglie. stavamo bene. anche le famiglie dei miei amici. solo che:
- non c'erano cellulari e spese di ricariche al mese;
-non avevo giochi, se non il monopoli, la lego usata dei miei fratelli e la tombola
- non ero iscritta in nessuna palestra o centro sportivo
- i vestiti me li cuciva la mamma
- la mia mamma non spendeva soldi per manicure, parrucchieri, estetiste e palestre
- si andava in vacanza a casa dei nonni
- le feste di compleanno erano solo per bambini, ora inviti il bambino e ti si presenta la famiglia intera, per cui feste in casa improponibili, ma solo in locali... e che non metti l'animatore così i bambini non rompono ai genitori?
- una sola tv, una sola macchina fotografica, una sola vecchia auto familiare
.............


l'elenco è lungo, tutti sappiamo come una volta la vita fosse più semplice... se tornassimo alle vecchie abitudini e relative spese di 40 anni fa, tanti/e non dovrebbero neanche cercare lavoro perchè basterebbe lo stipendio del/la capofamiglia...e avrebbero tempo per dedicarsi all'educazione dei figli, cura della casa, cura della buona alimentazione...

nike di samotracia. ., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diceva Andreotti: " A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina".
Il corriere mette on line tutti i simboli per le elezioni europee 2014, ma se ne "dimentica" uno: il M5S.

http://goo.gl/UepXuO

Da una parte questi stupidi comportamenti fanno arrabbiare visto che sono infantili, ma dall'altra ormai fanno sorridere, perchè chi non vota i vari partiti tradizionali (e sono sempre di più) non dà più alcun peso a questi giornali. Li consulta giusto per misurare il degrado -quotidiano, in entrambi i sensi- del Paese.

Mas Sa 06.04.14 14:31| 
 |
Rispondi al commento

http://www.lafucina.it/2014/04/06/ilaria-capua-indagata-per-il-business-delle-epidemie/

Questo governo e i parlamentari che lo appoggiano

NON SI FANNO MANCARE NULLA IN FATTO D'INDAGATI ...

pare come se facessero a gara (i partitelli che compongono la maggioranza o finta opposizione (leggasi forza Italia)) a chi ha l'indagato più originale.
Fra componenti politici e parenti s'accucchiano (si compongono, si unoiscono) proprio a dovere.

Proprio vero in tutte le scale, in tutte le forme dall'accucchiamento minore (due persone) a quello maggiore (più partiti) ...

Dio li fa e poi l'accoppia ....

CHE ANGOSCIA QUESTI USURAi DELLA DEMOCRAZIE, QUESTI SCOPATORI DI MINORENNI, QUESTI CORROTTI E CORRUTTORI, QUESTI FALSARI ...

PEGGIO SONO I LORO VOTANTI.
GENTARELLA CHE SI LASCIA VIVERE SOPRAVVIVENDO ...


VIVA IL MOVIMENTO 5 STELLE!!!

* * * * *

renzie, lascia perdere le seghe ed inizia a fare le cose serie.
Lascia perdere i potenti ed inizia a rendere più equa la vita di questo paese ...

renzie colui che si lega ai poteri forti.

Ti piace vincere facile nèh? VERGOGNA!!!

Francesco Folchi, AmoR Commentatore certificato 06.04.14 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno blog e buona domenica!!

ieri serata quella trascorsa ieri ad una agora' in compagnia alcuni amici. Ogni volta rimango sbalordita dalle porcherie che per anni ci hanno fatto, ieri si parlava della tutela ambientale del nostro territorio, alto milanese, ed e' una cosa allucinante!!! Ma da essere davvero preoccupati. Grazie Movimento che ci apri gli occhi (a chi vuole farseli aprire, gli ottusi ci sono sempre) dobbiamo assolutamente vincere o sara' la catastrofe.


*Sarebbe bene che prima o poi, invece di perdere tempo con le frasi inopportune o il condono da 500 euro di Grillo, qualcuno cominciasse a mettere in chiaro quanto ha pesato sulla democrazia di questo Paese un potere forte come quello di DE BENEDETTI.
Inutile negare che costui da 40 anni è l'anima nera, lo sponsor massimo e il burattinaio del Pd (prima Ds) e che con i suoi giornali e la sua influenza ha dettato l'agenda politica del cosiddetto centrosinistra di questo Paese.
Per quanto non paghi il fisco italiano perché si è fatto naturalizzare in Svizzera, De Benedetti ha sempre avuto le mani in pasta nella politica italiana ed è sempre stato di fatto l'anti-Berlusconi, guidando indirettamente lo schieramento a lui opposto. L'opinione pubblica italiana è sempre stata manipolata da questi due grandi burattinai che hanno governato i media, la stampa, la televisione e l'editoria: Berlusconi e De Benedetti.
De Benedetti parte come amministratore delegato della Fiat, poi la CIr, Olivetti, Sogefi, la vicepresidenza dell'Ambrosiano al tempo di Calvi, una bancarotta fraudolenta per 40 miliardi di lire, la Mondadori, con tangentopoli a confessione di aver dato una mazzetta di 10 mld per le Poste, l'Espresso, il gas di Sorgenia, l'azionariato con la Goldman Sachs, il controllo delle banche Rotschild a Parigi.. Oggi Sorgenia sta fallendo e si è aperto un debito nel gruppo di De Benedetti da 1,86 miliardi.
Credete che costui voglia il bene del popolo???

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Stavo per dire la prima volta che Beppe è un ciarlatano ma sè mezzo salvato perche ha solo conndiviso sto racconto da 3 gambe. Ah mò un vecchio di 80 anni che non è nè stato industriale nè dittatore, ne Re, ne qualcos'altro tranne che politico, avrebbe le colpe di aver portato i contratti determinati seguiti dal precariato poi disoccupazione, ed aggiungiamoci i co.co.co (che magari gli è sfuggito), ed invece il dipendente privato che andava d'amore e d'accordo con la sedia del medico della mutua, per non parlare nel pubblico impiego, i sindacati che difendevano i fannulloni anche a costo di far marcire un'azienda sana, sono dalla parte del giusto!, ma famme il piacere, se il precariato lo han inserito è perche le aziende non sapevano come salvarsi da certi dipendenti che una volta assunti diventavano una palla al piede.

Renato 06.04.14 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È vero nel 77 c'era la speranza nel futuro, oggi c'è la paura per il nostro futuro è questa la differenza!

Rossana P., Genova Commentatore certificato 06.04.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


IL DATO E' UN ERRORRE (Casuale?) DEL CORRIERE
NEL 1977 LA DISOCCUPAZIONE ERA ESATTAMENTE LA META'

http://sollevazione.blogspot.it/2014/04/sulla-bufala-del-corriere-della-sera-di.html

gianluigi m. Commentatore certificato 06.04.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Salvatore Ircano
Romani Prodi con la Sua attivazione sull'Unione Europea e visti i risultati con il solo Euro ha portato alla divisione dei cittadini Europei!Adesso non soddisfatto con suo articolo sù messaggero di oggi fà anche le previsioni dell'Africa scrivendo che" andrà a finire che busseranno alla Nostra Porta Italia";Non sà che già sono d' anni che gli Extracomunitari entrano senza chiedere nessun permesso ed usano anche la violenza contro i padroni di casa!!A profess...lascia perde che non nè azzecca nessuna!!

Salvatore i., Cingoli (MC) Commentatore certificato 06.04.14 14:06| 
 |
Rispondi al commento

lo so capitano tutte nella chiesa del mio quartiere... il mio solito parroco dichiarato antigrillino, col quale ho già polemizzato perchè non è giusto fare politica in chiesa, oggi a fine messa:
"... e ricordatevi domenica prossima le palme! non prendete le ordinazione di tutti i vicini, un ramo per me, uno per il dirimpettaio, uno per il nonno... no! le palme non sono un amuleto! non danno la salute, non danno i soldi, non danno fortuna.... non credete agli amuleti... e alle 80 euro del governo renzi...."
brusio in chiesa.
in appena 7 settimane (dopo l'invito fatto ai parrocchiani di firmare una lettera contro i termini disonorevoli usati dai 5 stelle, contestata da me) m'è diventato grillino!

stavolta non contesto... è vero, la politica non deve entrare in chiesa, ma stavolta non voglio essere coerente coi miei principi e non contesto... ecchecaxxo, una volta tanto...

nike di samotracia. ., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ vero che nel 1985 Rodotà firmò una proposta per il monocameralismo ma aveva fini opposti rispetto ad adesso, tanto più che Rodotà allora voleva rafforzare il Parlamento, Renzi oggi vuole rafforzare il Governo. 30 anni fa la condizione del nostro Paese era ben diversa e diversi erano i politici e quella non era una proposta che intendeva cambiare la Costituzione ma una proposta che si poneva all’interno di altre per rafforzare il parlamento contro i colpi di mano del governo. Ma allora c’erano la legge proporzionale e le preferenze, non c’erano ghigliottine, contingentamenti dei tempi e premier nominati dall’alto. Nella legge di Renzi ci sono enormi dubbi di costituzionalità. Se si vuole agire positivamente, si può partire col ridurre il numero dei parlamentari e si può pure cambiare il bicameralismo perfetto ma in ben altri modi. Nel 1985 (era il primo anno di Craxi) Rodotà e altri proposero il monocameralismo ma col contrappeso dell’iniziativa legislativa popolare e del referendum propositivo, le stesse cose che Grillo discute oggi, per allargare la democrazia verso il basso. Inoltre esigevano: niente decreti legge, niente leggi delega e la maggioranza assoluta (2/3) per certi tipo di leggi. In quel momento l’idea era di recuperare la rappresentanza in sede parlamentare per rompere il distacco che già c’era tra istituzioni e Paese e opporsi a un governo autoritario. Il motivo principale per cui il Porcellum è stato dichiarato illegittimo è che non è rappresentativo (lo stesso vale per l’Italicum). Dunque nell’85 non c’era l’intenzione di eliminare brutalmente il Senato, come adesso, ma quella di avvicinare la Camera agli elettori e di allargare la democrazia.
La risposta di Renzi è stata un insulto e quella della Boschi idem

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 13:58| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

è già stato scritto ma riposto anche io:il corriere della sera online non mette il simbolo del M5S ma anticipa addirittura i simboli ancora non presenati daglia ltri partiti!questi sono i media italiani,deviati e devianti!io non compro il corriere della sera!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco di cambiare il titolo con
la bomba atomica della
disoccupazione tecnologica

John Maynard Keynes nel 1930 ne parlava in questi termini:

“Siamo affetti da una nuova malattia di cui alcuni lettori non hanno forse ancora letto il nome, ma di cui sentiranno molto parlare negli anni a venire e cioè la disoccupazione tecnologica. Ciò significa una disoccupazione causata dalla scoperta di strumenti atti a economizzare l’uso di manodopera e dalla contemporanea incapacità di tenerne il passo trovando altri utilizzi per la manodopera in esubero”.

http://www.forexinfo.it/Disoccupazione-tecnologica-che-cos

id &as Commentatore certificato 06.04.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno, esula un po' dall'argomento.

"Non fare agli Altri, ciò che non vorresti fosse fatto a Te".

Anche i nostri Politici dovrebbero sentire il peso della precarietà, di non essere assunti dopo i 35 anni, non essere eletti dopo 2 mandati di partecipazione elettiva, ecc. ecc.

Bisogna fare in modo che i POLITICI incapaci, dopo un anno si possano mandare a casa, senza se e senza ma, facendosi restituire gli stipendi ingiustamente percepiti.

Bisogna far sentire la loro calda poltrona sempre in bilico.

Buona domenica a tutti

silvio 06.04.14 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 77...io céro.

Pagavamo 12000 lire di elettricita´OGNI TRE MESI, 180.000 l´anno di riscaldamento, e io vivevo in un appartamento di quasi 200mq. e guadagnavo 400.000 lire al mese, mio marito altrettanto...

Non solo c´era il lavoro, io ha iniziato a lavorare (pagata benissimo) mezza giornata al terzo anno di universita´...

Adesso un laureato quanti anni deve lavorare quasi gratis prima di esere assunto?

Patrizia B. 06.04.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME E' STRANA LA VITA...
Come è strana la vita. Per un ventennio occupato a combattere il Gangster e la sua filosofia, oggi di fronte allo scempio di verità, al diluvio di menzogne, all'uragano di spudorata arroganza del Pupazzetto e delle sue vestali, mi tocca sperare nell'Uomo di Arcore. Quando si dice mai dire mai... Già perché - al di là della arrogante sicumera della saputella Boschi - per l'Imbroglioncello e la sua corte sarebbe la fine se il Gangster mollasse tutto come fece con Monti. E la saputella non si illuda. Il presidente del Senato Grasso ha ragione: i numeri per le riforme istituzionali non ci sono senza l'appoggio del Gangster e della sua banda. Non so se piangere o ridere, ma - pallottoliere alla mano - non mi resta che sperare nell'incazzatura dell'Uomo di Arcore e nel conseguente rovesciamento del tavolo. Con un sol colpo il Pregiudicato manderebbe gambe all'aria l'Imbroglioncello toscano e l'Uomo del Colle. Che goduria! Senza dire dell'orgasmo galattico nel vedere poi il Gangster messo in condizione di non nuocere in seguito all'esecuzione della pena a lui inflitta. Sono cattivo? Prometto: dopo mi confesserò e farò penitenza. Ahahah!!!
06/04/2014

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 06.04.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo con quanto sostiene Michele ,difatti nel 1977 io già lavoravo e in quegli anni le aziende venivano a casa x proporti di lavorare (l'opposto di adesso),purtroppo in italia abbiamo una informazione quasi sempre sbagliata e che mette i cittadini in difficoltà .Dobbiamo cambiare anche quella non solo il sistema partitocratico che ci ha rovinato il futuro.....

Francesco Pertici 06.04.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Io sono del '59 e c'ero anche io nel '77.
E me li ricordo bene quegli anni.
In famiglia lavoravamo in tre.
I miei genitori e me.
Del mio stipendio non rimaneva nulla e in casa non davo niente.
Mio fratello e mia sorella studiavano.
Mio padre lavorava in fabbrica come operaio.
Mia madre lavorava in fabbrica da poco, solo perchè mio padre poco prima acquistò l'appartamento. Fino al 1975 solo mio padre lavorava in fabbrica con tre figli a carico, la moglie, l'affitto e le bollette da pagare. Non si navigava nell'oro, ma non ci è mai mancato niente. Il clima che si respirava non era di sicuro quello di adesso. Se cercavi lavoro lo trovavi di sicuro in meno di mezza giornata.
Ne '45 non c'ero. Forse allora c'era un clima come quello di oggi. Nel '77 no di sicuro.

Renato Bortolani, Castellarano RE Commentatore certificato 06.04.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è sempre lo stesso, loro non sanno cosa significhi PRECARIETA', Matteo percepisce già una pensione ma non ho capito come sia possibile visto la sua giovane età. Ah!Ah!Ah! dimenticavo che lui, come gli altri che lo hanno preceduto, non è un comune mortale.Non è obbligato a lavorare 42,43,46 anni e avere 65, 68, 70 anni d'età. MANDIAMOLI TUTTI A CASA con uno stipendio di €800, dovendosi pagare alloggio, vitto, gas e luce, solo così potranno capire i cittadini

giuseppa L'Episcopo 06.04.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

cara viviana vi.
se leggi la mia discussione vedrai che ci sono 32,3 miliardi di euro che diviso per i 3,4 milioni si disoccupati danno 800 euro x 12 mensilità.

maurizio d., ao Commentatore certificato 06.04.14 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Copio da 'ospite'

DOMANDA FACILE FACILE AI FANATICI PDDINI CHE INFESTANO GLI ARTICOLI CHE PARLANO DI GRILLO, O DEL M5S..
INDOVINATE IL PARTITO

Abrogazione art. 18 favorevoli
Acquisto caccia F35 Favorevoli
Spreco per la TAV FAVOREVOLI
Introduzione del IMU FAVOREVOLI
destinare il gettito del IMU 4 miliardi a M.P.S. FAVOREVOLI
Sostituire l'IMU con il service TAX FAVOREVOLI
Guerra in Libia FAVOREVOLI
Missioni in Afghanistan FAVOREVOLI
Missioni in Iraq FAVOREVOLI
Aumento IVA 21% FAVOREVOLI
Aumento IVA 22% FAVOREVOLI
Condono di 96,6 miliardi di Euro evasi dalle lobby delle slot machine FAVOREVOLI
Riforma fornero FAVOREVOLI
Voto unanime trattati Europei FAVOREVOLI
Appoggio governi: monti, letta, berlusconi, FAVOREVOLI
Modifica art. 81 della costituzione FAVOREVOLI


Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*I nemici di Grillo sono grotteschi.
Il fatto è questo: da una parte abbiamo una classe politica marcia e corrotta, collusa con ogni sorta di criminalità da quella degli affari sporchi a quella delle mafie, della P2 o della cricca bancaria, una delinquenza politica di infimo livello attaccata alle poltrone, al potere e al lucro personale al punto di distruggere cinicamente il Paese, svendendolo al potere finanziario, devastare la democrazia e marciare verso poteri autoritari che del cittadino se ne fregano, una casta di corrotti che ha prodotto la più grande crisi di questo Paese, che non ha la più pallida idea di come uscirne, che tenta solo di approfittarne per accentrare i poteri in poche mani ed eliminare la sovranità popolare, questa casta di corrotti che ormai non ha più né ideologia né bandiera ha prodotto migliaia di suicidi, migliaia di fallimenti, milioni di disoccupati, uccidendo ogni futuro e ormai governa contro ogni principio costituzionale e democratico...
dall'altra parte abbiamo la speranza di cacciarli e di ricostruire l'Italia con la democrazia diretta e persone pulite e controllate, allargando i principi della democrazia e il rispetto verso gli onesti e prendendo nella nostra cura il bene del Paese.
E qui i nemici del cambiamento mettono sulla bilancia i casi personali di un soggetto non pubblico che ha avuto un incidente d'auto involontario, un condono fiscale per 500 euro, e, forse, un condono edilizio non ben definito, oltre a ciò un paio di frasi inopportune scappate a caso.
I due piatti della bilancia sono così sbilanciati che sembra pazzoide insistere su questo, eppure c'è una dozzina di folli che da mesi non fa altro, come se i casi di un cittadino comune fossero tali da sopravanzare l'orrore di una intera classe politica che non fa che sbagliare portandoci a una voragine sempre maggiore e distruggendo quello che resta del popolo italiano.
Ma nemmeno in un manicomio potremmo trovare gente che farebbe un baratto simile!
.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*
C’è chi equipara gli 80 euro di Renzi al reddito minimo garantito, sotto la voce “voto di scambio”

Il peggio è che si finge di dimenticare che alle ultime politiche di un anno fa il reddito minimo garantito è apparso miracolosamente nelle promesse elettorali di tutti, soprattutto di Bersani, che fu addirittura il primo a prometterlo e disse: "«per tutti coloro che non sono coperti da contratto ci vuole un reddito minimo garantito», salvo poi prevedere 500 euro per soli 3 anni come una specie di allungamento della carta di povertà. Il reddito minimo garantito l'Europa ce lo chiede dal 1992, sono 20 anni, e manca solo a noi e alla Grecia. In 15 anni lo hanno proposto più volte e sempre con un nulla di fatto. Un fallimento che misura la distanza reale tra un’Italia con una disoccupazione giovanile al 35% e un’Europa presa a modello dagli ultimi governi solo per giustificare tagli e spending review.
Ma quando i 5stelle lo portarono alla discussione in aula, tutte le promesse fatte sparirono di colpo. E tutti fecero marcia indietro, rinnegando le promesse fatte in tempo elettorale e votarono contro. Solo il M5S ha tenuto fede alla parola data riducendo le richieste da 1000 euro a 600 e indicando le fonti con cui pagarlo. Ma in aula poi votarono così: bocciato con 181 voti da Pd, Pdl e Scelta Civica, approvato solo dai 50 di M5S e Sel.
E ora fanno ballare gli 80 euro??? Ma chi vogliono fregare questi?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

*Accusano Grillo di fascismo, niente di più ridicolo!
Il fascismo non lo vedo certo nella multa che un partito vuole dare ai voltagabbana.
Guardatevi attorno! Guardate il tentativo perverso di Renzi e di Berlusconi di imporre un presidenzialismo forte, di ridurre i poteri dello Stato alle decisioni arbitrarie di uno solo, di far votare il Presidente della Repubblica direttamente dal popolo, di svendere l'Italia alla cricca finanziaria e al grande capitale, di spendere 35 miliardi in armi pure difettose, di continuare guerre aggressive verso paesi che non ci hanno fatto nulla, di distruggere stato sociale e diritti del lavoro, di mettere in ginocchio un intero Paese per far prevalere la volontà di pochi, di distruggere la Costituzione e di eliminare via via la sovranità popolare...
Se vedete tutto questo, è molto chiaro, allora, dove sta il fascismo!! Altro che una multa per chi si vende al miglior offerente!
.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 06.04.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

MANDIAMO VIA QUESTA GENTAGLIA,PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI.HO SCRITTO QUALCHE TEMPO FA, CHE QUESTI SIGNORI CI STANNO SVENDENDO L'ITALIA.LORO SI STANNO SISTEMANDO CON TUTTE LE GENERAZIONI NEI ALTRI PAESI.ECCO IL MOTIVO CHE CAMBIANO GOVERNI IN CONTINUAZIONE.OGNUNO SI STA PORTANDO UNA SCHIERA NUOVA,E CHE FANNO PARTE DEL LORO SISTEMA DI RUBERIA.QUALCHE MATTINA AL RISVEGLIO NON TROVEREMO PIU' NESSUNO DI QUESTI SIGNORI.SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA

Giovanni Diodato (giovanni diodato), Marcianise Commentatore certificato 06.04.14 13:24| 
 |
Rispondi al commento

RAGIONAMENTO PER ANALOGIA

METTENDO DA PARTE IL SAPORE AMARO CHE SI PUO' PROVARE NELL'AMMETTERE CHE IL CONTRATTO DI LAVORO ALTRO NON E' CHE UN CONTRATTO DI AFFITTO, DI NOLEGGIO (di una prestazione lavorativa), COME PER UN QUALSIASI NOLEGGIO OD AFFITTO DI UN QUALSIASI BENE, DOVREBBE ESSERE PACIFICO CHE IL RELATIVO PREZZO PAGATO DOVREBBE ESSERE INVERSAMENTE PROPORZIONATO ALLA SUA DURATA.

Come può essere che un contratto di lavoro a tempo determinato (ma anche part-time) possa costare al datore di lavoro come (se non addirittura meno)di un contratto a tempo indeterminato (o pieno)?

La "forzatura" della logica e del buon senso cos'è se non UNA TRUFFA?

SE SI VUOLE DAVVERO DARE EQUILIBRIO A QUESTO ASPETTO DEL MERCATO DEL LAVORO i contratti di lavoro differenti da quelli a tempo indeterminato o pieno devono prevedere a favore del lavoratore una retribuzione maggiorata di almeno il 20%

Come può essere l'ISTAT una istituzione credibile se i suoi vertici sono diretta espressione della stessa corrotta classe politica che governa?


W IL M5S



giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 13:21| 
 |
Rispondi al commento

lo stato italiano è razzista e criminale e genocida.
quanti suicidi si sarebbero risparmiati con un semplice reddito di cittadinanza da 800€ completamente finanziabile ?
IO MANDERO' IN GALERA I RESPONSABILI DI QUESTI SUICIDI:
http://ec.europa.eu/eu_law/your_rights/your_rights_forms_it.htm

maurizio d., ao Commentatore certificato 06.04.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo post è da correggere, gli errori rendono diversi passaggi non chiari.

Sal B., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Breaking :
Telecom Italia firma un accordo con il DoJ per intercettazioni prima di fornire i propri servizi a Cuba :

http://mascali7.com/2014/04/06/breaking-l-accordo-telecom-con-il-doj/

Carlo Castaldi 06.04.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento

una guerra senza armi,senza validi generali,senza organizzazione.....senza coraggio non è una guerra ma,un suicidio.

vito asaro 06.04.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Pure l'Istat si mette con le bugiardagini insieme a sto governo del c...

Marco Lattante (marcolino86), Lizzanello (LE) Commentatore certificato 06.04.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho scritto il mio pensiero sul mio blog: www.mind-cafe.com

C'e' una soluzione a disoccupazione e precarieta'.

..."Precarietà e disoccupazione sono gli effetti di una trasformazione del sistema economico. Non è una crisi. È proprio un cambio delle regole di base. Chi si adegua in fretta trova una sua posizione.
Chi rimpiange qualcosa che non c’è più prenda il mano il suo biglietto e si mette in coda." (segue)

Tommaso P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti.
forse non sapete che mettendo un tetto ai 1,428 milioni di pensionati che guadagnano più di 2405€ al mese, si risparmierebbero ben 32,7 miliardi di euro l'anno.
http://www.investireoggi.it/forum/tetto-alle-pensioni-2300-32-3-miliardi-trovati-reddito-cittadinanza-vt76952-4.html
con 32,7 miliardi si possono dare 800€ al mese a 3,4 milioni di disoccupati.
IO HO DENUNCIATO L'ITALIA ALLA UE X RAZZISMO E DISCRIMINAZIONE NEI MIEI CONFRONTI. gli extra hanno dallo stato 900€ io no.
è razzismo.
http://ec.europa.eu/eu_law/your_rights/your_rights_forms_it.htm
DENUNCIA ANCHE TU ONLINE

maurizio d., ao Commentatore certificato 06.04.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

essendo uno dei tanti e conoscendo il problema almeno per me e per tanti che conosco personalmente di cui molti neanche iscritti alle liste di disoccupazione non capisco con quale meccanismo l'istat possa dare dei dati effettivi su la disoccupazione qui si parla di 3 milioni e 300.000 ma di censiti ma ce ne sono almeno il doppio di non censiti che vengono dal mercato nero e altri sono autonomi un esempio se si guarda al ramo edile che e il piu' colpito dalla crisi e che aveva milioni di occupati il buon 70 % lavorava A NERO a tal propoisito MI DOMANDO A che serve pronunciarsi e propagandare delle stime se queste piu che provvisorie sono del tutto inesatte e lo sono sempre state e chi governa lo sa bene gran parte del'evasione che tanto propagandano e frutto in grandissima parte di tantissima mano d'opera senza contratto cioè in nero e non mi vengano a dire che chi controlla non e al corrente si finge di non vedere le realtà sono altre continuano a raccontare balle solo balle

leonardo graziano (incosciente), roma Commentatore certificato 06.04.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

ed ancora: la precarietá del lavoro sarebbe pienamente accettabile se si passasse dal diritto al lavoro al diritto al reddito. La Societá chiede al singolo di lavorare e come contropartita il singolo riceve di diritto un reddito: cessa la richiesta di lavoro al singolo, il singolo continua a ricevere il reddito che gli spetta. Basta cartelli e scioperi per avere un posto di lavoro perché sará la Societá che , se necessario, chiederá al singolo di lavorare garantendogli comunque un reddito.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

..e che dire della "Garanzia Giovani" (già che c'era poteva chiamarlo Salva Giovane in stile Montiano ^.^) del ministrone Poletti che ha come obiettivo quello di "non lasciare nessuno indietro" (non è solo Renzie che parla per slogan..è un governo slogan!)?
Secondo lui basterebbe una maggiore flessibilità in "ingresso" (ma non lo diceva anche la Fornero?..poi si è visto quanta occupazione ha portato la sua "riforma", solo precarietà) e corsi di formazione per i giovani dai 18 ai 35 anni per garantire a tutti un posto di lavoro! O.o
..ah già dimenticavo gli incentivi ad assumere da parte delle imprese..ma se le commesse arrancano ed il bisogno di manodopera è "a singhiozzo" mi può spiegare PincoPalla che se ne fanno le ditte di tutti quegli operai?..tant'è vero che quelli che ci lavorano già, nella migliore delle ipotesi, vengono messi in cassa integrazione! -.-

Manuele V., Marche Commentatore certificato 06.04.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

"SDI"
e annullamento Legge Fornero

vinceremo! :)

leggerezza dell'essere Commentatore certificato 06.04.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Il tema del lavoro è delicatissimo e gestito malissimo dal governo Monti con la Severino incapace di fare una legge sensata seguito da Letta incapace di modificare delle leggi assurde e Pinocchio incapace di reagire e proporre delle leggi sensate e non sparare solo bordate propagandistiche. Gli 80 euro ci saranno ?. Se carta canta ci posso forse credere ma ho molti dubbi. Siamo coinvolti tutti sia i giovani che non trovano lavoro sia i cinquantenni che non riescono ad inserirsi nuovamente nel mondo del lavoro anche se hanno esperienza. Chi ha lavoro attualmente ?. a mio avviso solo i dipendenti pubblici in qualsiasi attività sanità, sicurezza, impiegato in Provincia, Regione, Comune. Il Comune di Torino ha una miriade di dipendenti pubblici dal vigile urbano in poi. Tutti gli altri italiani indipendenti sono senza lavoro sia artigiani o commercianti che operai per le grandi aziende che hanno chiuso. Questa è la triste realtà di oggi.

Renzo Grillo 06.04.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Concordo.

WILMA PRATO, biella Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

CAPORETTO 2008+6
Tramonti a Nordest
(Bomba! E la legge elettorale?) 062
(Bomba! E la riforma del lavoro?) 007


BUONA DOMENICA

A tutti, nessuno escluso.


Sole sul Friuli. Temperature miti in ogni dove. Aria frizzantina primaverile. Ormoni altrui in surplus.

Il M5S è dato fra 35 e 50 per cento.

Renzi, Silvio e compagnia bella si mettano pure il cuore in pace.

Verranno spazzati via.

Vinciamo noi.

In alto i cuori.

mandi

.

epe pepe 06.04.14 12:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dei sette punti per l'Europa non condivido il 7°: abolizione dell'obbligo del pareggio di bilancio! Vivere sul debito non ci porta da nessuna parte; decrescita, sviluppo sostenibile, reddito non lavoro, felici di quello che abbiamo suddiviso in modo sociale ecc. non vanno d'accordo con il concetto di debito, di interessi e di banche! Svegliamoci, se vogliamo veramente cambiare, altrimenti anche noi non riusciremo che a fare un rinnovamento di facciata!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione ai seguenti errori di scrittura"le rivelazioni trimestrali sull'occupazione" leggi:....rilevazioni....
"Ad un contratto a tempo determinato sicuramente fa riscontro un occupato in senso proprio" leggi:...indeterminato...

francesco rodolico 06.04.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento

quello che un tempo era lo spauracchio della precarietà
oggi, è la nostra certezza
ed è quasi un'assuefazione agli eventi
"si, sono precario ma ora sto lavorando..."
piuttosto che
"certo, sono un precario in CI.....qualcosa mi danno, ovviamente"
questi i fortunati sventurati

poi ci sono gli sventurati sfortunati
cioè, coloro che non hanno prospettive
che trascorrono mesi, se non anni, a spedire curricula ovunque.....
ed infine, i "mi accontento": coloro che vengono pagati in nero e che pur di mantenere il seppur minimo contributo, accettano a testa bassa lo sfruttamento e le umiliazioni.....

questa è l'eredità nelle mani dei nostri figli
questo è quanto noi stessi, in prima persona, viviamo giorno dopo giorno.......
:(

leggerezza dell'essere Commentatore certificato 06.04.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

qui la questione è sempre la stessa:vanno fermati e basta!!!!!!!!!!!M5S senza se e senza ma!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa a tutti, il mio intervento non c'entra con l'argomento. Stamattina ho scritto a Di Maio, Nuti, Di Battista, Crimi, Cancelleri, Taverna etc., mi sarò svegliato storto stamattina, ma io non ne posso più. Ho aperto il corriere.it, articolo sui simboli dei partiti che si presentano alle europee, il m5 stelle ovviamente non appare! Ci offendono, ci deridono, ci oscurano, picchiano i nostri senatori alle manifestazioni, la Rai fa quel cazzo che vuole durante il periodo di par condicio. Ma non è il caso di mettere su un sistema di controllo nostro istituzionale ( di voi portavoce di camera e senato ) che monitorano tutte queste bestialità e si mettono a scrivere, a scrivere a scrivere a scrivere...... alle redazioni, alle agenzie stampa immediatamente. Il caso del corriere è l'ennesimo danno al Movimento. Io mi sono rotto le palle della mancanza di rispetto di questa feccia !

Riccardo V., Gaggiano ( MI ) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.14 12:48| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME SI PUO' FAR PAGARE L'IMU SU UN LOCALE COMMERCIALE PER DI PIU' SFITTO AD UNA FAMIGLIA SENZA REDDITO SUFFICIENTE PER MANGIARE??
LA COSTITUZIONE NON PARLA DI CONTRIBUIRE SECONDO LE POSSIBILITA'? NON ESISTE IL PRINCIPIO DI PROGRESSIVITA' DELL'IMPOSTA??? SOLO IN ITALIA SI E' ARRIVATI A PAGARE TASSE SENZA AVERE REDDITI!!!!! CITTADINI DEL M5S AL PARLAMENTO FATE PRESENTI QUESTE COSE!!!!!

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.14 12:44| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sono rotto le palle di vedere trasmissioni sulla crisi questa è l'unica ricetta
1)riprendere sovranità monetaria
2)spaccare le banche glass steagall
3)creare dei poli industriali specializzati
4)banda larga
5)rimettere mano alle società e associazioni
6)le grandi fabbriche devono essere comperate dai dipendenti almeno per il 51%
7)levare le tasse dal lavoro e riportare la parola vera del significato tasse
8)rimettere mano alla giustizia
9)dazi sui prodotti di interesse nazionale
10)conflitto di interesse
11)eliminazione completa della riforma BERSANI con il ritorno alla vecchia legge

andrea s., trieste Commentatore certificato 06.04.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento

ERRORE DI BATTITURA,CORREGGETE IL POST.
Ad un contratto a tempo ''determinato''

credo vi sia un ERRORE DI BATTITURA, la parola dovrebbe essere ''indeterminato''.

cmq condivido il post.

thimiman( vito) Gioia (zelgius), quartu sant'elena Commentatore certificato 06.04.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Er tempo de fa loggin...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori