Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

ENI/Saipem e l'off-shore dell'illegalità

  • 21


mercantile_sapiem.jpg

"La distorsione del sistema Italia e l'affaristica gestione dell'Ad dell'Eni, Paolo Scaroni, vanno in scena anche per mare. Il Movimento 5 Stelle al Senato, sta chiedendo da circa un anno a ministri vecchi e nuovi dell'Ambiente, del Lavoro e dello Sviluppo economico, di rispondere a delle precise accuse in merito alla possibilità che la controllata dell'Eni, la Saipem, possa aver utilizzato personale specializzato, sommozzatori croati, con certificazioni falsificate sulle loro reali competenze tecniche, e che possa aver condizionato a suo favore le certificazioni navali che garantiscono la sicurezza e, indirettamente, anche il valore commerciale della sua flotta off-shore. Se una certificazione è importante, ma è condizionabile, qualche domanda ce la poniamo. Ci chiediamo quanto vale la sicurezza dei lavoratori sulle piattaforme; ci chiediamo se la vetusta flotta off-shore dell'Eni/Saipem è quotata correttamente in borsa; ci chiediamo in quali mari fanno ancorare la Saipem. Forse siamo di fronte al più grande caso di evasione/corruzione della storia della navigazione italiana, ma i ministri italiani non rispondono alla richiesta di trasparenza (forse sanno che l'Eni/Saipem batte bandiera delle Bahamas) né si guarda bene dal farlo il condannato Scaroni, visto che è abituato a licenziare più che a rispondere. Come ha fatto con i due ex quadri aziendali Saipem, Giulio Melegari (responsabile del settore subacqueo) e Gianni Franzoni (coordinatore delle certificazioni navali), mandati a casa dopo una lettera interna inviata all'ad ex Enel e forse ex Eni. La loro colpa? Hanno informato Scaroni che in Saipem i sommozzatori non sono col "bollino blu" di garanzia (forse costano) e che loro non metterebbero la firma (e infatti non l'hanno messa) a garanzia della sicurezza di alcune navi certificate. Ritenendole in violazione dei codici della navigazione, del diritto mercantile, del decreto legislativo n 231/2001 e persino del codice etico Eni/Saipem".
Vito Petrocelli, M5S Senato

8 Apr 2014, 11:00 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 21


Tags: eni, ministri, Movimento 5 Stelle, navi, sapiem, scaroni

Commenti

 

L'Italia ha l'Eni o é il contrario?

claudio masiello, roma Commentatore certificato 09.04.14 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Ormai non è più il loro tempo e i denari a cui s'aggrappano nella corruzione si stanno volatilizzando tra l'ira dei popoli che non si curano più di quanto è scritto sui quotidiani o e trasmesso dalle televisioni. Quando un popolo rimette in funzione il proprio cervello avviene lo stravolgimento generale perché il pensiero è energia allo stato puro. Le “...istituzioni di potere di qualunque chiesa e nazione esse siano ...” non istruirono forse nei secoli gli “...adepti...” alla scuola della corruzione? Quale altra istituzione italiana s’avvide che la corruzione è la peggior bestemmia che l’uomo possa compiere secondo quanto fu scritto nei Testi Sacri di tutti i tempi? Oggi non sta forse emergendo tutto questo abominio rendendosi ben visibile e manifesto allo sguardo degli svegli?
La contingenza monetaria europea trascina i paesi corrotti e quindi moralmente deboli nel baratro dell’oscurantismo medievale.
Per contro, oggi si è in una riflessione temporale simile a quella che fu nel 1939 ma quella odierna, sembra possieda un carattere opposto assolutamente inaspettato e indesiderato dai potentati mondiali precostituiti in quanto, ciò che si sta verificando a livello planetario è come l’immagine riflessa in uno specchio di quelli che furono i prodromi del secondo conflitto mondiale. Gli eventi, già manifesti allo sguardo degli uomini attenti, sono iniziati da un quarantennio e stranamente oggi sfuggono al controllo dei potentati europei e mondiali proprio come fu agli albori del secondo conflitto mondiale.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 08.04.14 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'Italia sono gli italiani. È il popolo che meglio di tutti al mondo rappresenta il peggio dell'umanità. Leggetevi il "discorso" di Leopardi e capirete perché. Emigrate

Adriano P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.04.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento

L'ENI e' un gioiello Italiano Che ha nel Pianeta I Suoi interessi.Per competere occorrono,Fondi
Capacita' Ed idee Buone.Se non si relaziona tra loro queste criticità e tout cour si va' a toccare aspetti marginali anche se a prima vista importanti,questo Ente non avrà chances in un mercato fatto da persone senza nessuna etica e scrupoli.Per lavorare nel Pianeta nel settore Energetico DEVI avere lo stomaco foderato di ferro-cemento.Noi abbiamo la dote magica di farci sempre degli Autogoals,succede per ENI FINMECCANICA ENEL TIM etc.etc. Tutte aziende che si confrontano col Pianeta,quotidianamente,le quali per rimanerci e salvaguardare interessi Strategici Nazionali,DEVONO operare con lo spirito Romano del "mors tua vita mea"

Giovanni Azzena 08.04.14 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Si, però devono essere quegli stessi che sono stati cacciati a denunciare tutto altrimenti non ne usciamo più.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.04.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

la crisi economica è che va tutto in conflitto con la matematica e si fa un gran passivo.. è sufficiente che la politica dia ad ognuno quello che effettivamente si merita e che si faccia dare da ognuno quello che effettivamente gli tocca dare.. Grillo ha ragione a voler demolire il sistema.. migliaia di potenziali "riforme" si autoriformerebbero e tutto tornerebbe lucido.. quindi è inutile girarci intorno, stanno facendo finta di dare nuova forma a 3 o 4 riforme per non toccare tutte le altre

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 08.04.14 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Voglio solo farvi sapere che proprio in questo momento su canale ARTE, fanno un reportage su M5S, e il dittatorium di Grillo e casaleggio. Fanno sapere ai tedeschi e gli Italiani che vivono qui in Germania che Grillo é un piccolo dittatoruccio con conti segreti, a costa rica, e al paese della moglie. I parlamentari di Grillo, sono tenuti a tacere, pena estromissione, e quindi da reputare pupazzi da monovrare, da casaleggio e Grillo family. In una Interwiew a un canale francese, si contraddice, e senza accorgersene ammette di volere un fascismo populista, dove alla fine il governo sará diretto dal suo amico casaleggio, mentre lui sará in spiaggia con la moglie, nei suoi paradisi di costarica.

Pietro Ambrosino 08.04.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

IO NON ACCETTO CHE NEL MOVIMENTI CI SIANO INFILTRATI RAZZISTI, IL PROBLEMA NON SONO GLI STRANIERI, MA LA LORO GESTIONE SCELLERATA. CHIEDO AL MOVIMENTO DI CHIARIRE LE POSIZIONI.

giorgio de rosa (votatebenepecoroni), san marino Commentatore certificato 08.04.14 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Il vento della chiarezza spinge la caravella del M5S nelle acque torbide della politica del malaffare. I ns "marinai " sono armati fino ai denti e Scaroni dovrà sputare fuori il rospo. Forza Ragazzi, qualcuno prima o poi dovrà rendere conto dei propri misfatti. La Coscienza non può restare a lungo compressa davanti poi all'evidenza

NUCCIO N., MONZA Commentatore certificato 08.04.14 20:36| 
 |
Rispondi al commento

potere occulto e devastante....mentre noi moriamo di fame questi esseri spregevoli la fanno da padrone........e quando ce ne liberiamo??????

giuseppe i., brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.04.14 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma il figlio del monarca qualche giorno fa non ha detto che l'eni fa parte dei servizi segreti? Io credo che sia come dire una gaffe voluta,per cui gli interrogativi se non si smantella questo intreccio politico/finanza sono destinati a restare tali

mariocasillo 08.04.14 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Scoperchiare il vaso di pandora italiano sarebbe una tremenda constatazione che l'Italiano potrebbe scoprire degli ultimi 50 anni di governo. La più grande eruzione di malaffare mai immagginata dalla storia che un popolo possa subire. Intrecci Mafia politica. Servizi deviati, Corruzione, omicidi. NOI cittadini ignari,onesti lavoratori dignitosi, ci prestiamo alle loro apparenze. Spregiudicati nel raccontarci che il loro scopo è quello di interessarsi del nostro benessere. Ci hanno sempre illusi.Continueranno ad illuderci di questo ne sono certo. E una cosa che avverto istintivamente. COME, in maniera istintiva sento che i movementisti dei 5 stelle sono persone perbene, onesti,disinteressati,puliti,incorruttibili fino a propria contraria.

luigi Damiani 08.04.14 14:55| 
 |
Rispondi al commento

chissa' qunati interesssi bollano dietro l'eni e la sapiem

alvise fossa 08.04.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, questo e' solo una delle cose strane...

te ne porto a galla un'altra... tutte le societa' di certificazione ISO 9000 etc o ancora di piu' gli enti notificati per la certificazione di impianti e recipienti in pressione, ascensori, e tutti i prodotti, anche ospedalieri (una volta in mano all'ISPESL) sono enti commerciali!!!

io se voglio certificare un mio prodotto... chiamo un ente... se questo non me lo certifica o "rompe"... io mi rivolgo ad un altro... fino a quanto non viene certificato!!! alla faccia della sicurezza.... e questi enti NON SONO RESPONSABILI!!! IN QUANTO SUL LORO CONTRATTO E' CHIARAMENTE INDICATO CHE LA RESPONSABILITA' RICADE COMPLETAMENTE SUL COSTRUTTORE... e gli enti posso solo revocare la certificazione... e a volte chiedono pure i danni di immagine per aver usato il loro MARCHIO!!!

Ti ricordi il caso delle valvole cardiache di Padova???
l'ente certificatore le aveva dichiarate idonee e certificate in conformita' della legge... pero' erano state progettate in modo errate e difettose!!

chi ha pagato e' stato solo il medico che le ha installate e il costruttore che le ha prodotte!!!
L'ente NON HA PAGATO UN EURO!!! IN QUANTO UN COLOSSO MONDIALE DELLE CERTIFICAZIONI... QUINDI INTOCCABILE!!!

Ma se io pago un ente migliaia di Euro e a volte anche decine di migliaia, per CERTIFICARE a norma di LEGGE un mio prodotto.... perche' alla fine SONO RESPONSABILE SOLO IO???? allora se e' cosi'... trovo che l'ente sia del tutto INUTILE, solo un costo ulteriore!!! FUFFA!!! senza nessun valore aggiunto!!! FUMO NEGLI OCCHI!!!

una volta con l'ISPESL, se un impianto scoppiava... finiva in tribunale l'ispettore che ha collaudato!!! adesso NON PAGA NESSUNO, paga solo il costruttore!!!

Ciao!!!! e VINCIAMO NOI!!!

Giancarlo B. 08.04.14 12:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

E beh, la scatoletta è aperta e la domanda è precisa! La Saipem, ha utilizzato personale specializzato, sommozzatori croati, senza certificazioni sulle loro reali competenze tecniche, e quindi condizionando a suo favore le certificazioni navali che garantiscono la sicurezza e, di conseguenza ha maggiorato il valore commerciale della sua flotta off-shore ? Insomma, tramite false attestazioni le carrette sono diventate bastimenti?

massimo maraone Commentatore certificato 08.04.14 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Perche' i parlamentari dei 5 stelle non provano ad indagare sulla truffa dei negozi ENEL.SI in franchising, quando Scaroni era amministratore Enel.Ne scoprirebbero delle belle.

fabrizio mattana 08.04.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è che si era proposto di fare il Movimento 5 Stelle? aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno?? a parte che si dovrebbe dare un po di tregua ai tonni ( quelli nel mare non quelli in parlamento), secondo me avete sbagliato , qui non serve l'apriscatole , ma una capiente autobotte per espurghi fosse biologiche. Più passa il tempo più vediamo quanta sporcizia ha imbrattato le istituzioni,un pò come le macchinete per il caffè che la Gabanelli ci ha fatto vedere a Report : vanno spurgate e pulite.

Biagio Iannuzzi, Altavilla Silentina Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.04.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

l'unica emergenza sono gli immigrati che i marò vanno a prendere in africa e che bivaccano nelle nostre città.
lasciamo satre eni che è corrotta come son corrette tutte le aziende tipo shell, total, gazprom, bp, esso, ecc

maurizio d., ao Commentatore certificato 08.04.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AUTOLESIONISMO.
chiamiamo così questo post.

maurizio d., ao Commentatore certificato 08.04.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori