Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I lavoratori della Micron contro l'ipocrisia al governo

  • 42


renzie_bla_bla.jpg

"Fisici, ingegneri, informatici, ricercatori. Giovani, preparati, brillanti. Una generazione di cervelli che rischia di sparire, di volare via. Alla faccia del premier che si diverte a usare la tecnologia come un adolescente e ha promesso che i settori innovativi sarebbero stati protetti in Italia. La storia della Micron smaschera l’ipocrisia del governo. E’ una vertenza che ha le sembianze dello scandalo. Crisi? Recessione? No, i bilanci vanno a gonfie vele. E allora eccoci di fronte alla protervia della dirigenza straniera di una multinazionale che semplicemente ha deciso una ristrutturazione globale in cui l’Italia è vittima sacrificale, con 419 dipendenti messi in mobilità e la forza lavoro nel nostro Paese tagliata di circa il 40%. La italo-francese STMicroelectronics sei anni fa aveva fuso il suo ramo memorie con quello della Intel, dando vita a Numonyx che poi, nel 2010, era stata acquistata dall’americana Micron. Ora i manager a stelle e strisce hanno deciso di delocalizzare, rubandoci competenze e know-how industriale. I dipendenti italiani giustamente protestano sotto le finestre di Renzi perché è inaccettabile essere messi per strada da un’azienda che l’anno scorso ha visto passare il fatturato da 6,8 a oltre 14 miliardi di dollari. Micron non può e non deve andare via. Il M5S è dalla parte dei lavoratori." M5S Camera

donazioni-europee.jpg

VINCIAMONOI! Clicca sul banner per scaricare il volantino:
banner_europee.jpg


5 Apr 2014, 10:57 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 42


Tags: delocalizzazione, lavoratori, M5S, M5S Camera, Micron, Renzie, tecnologia

Commenti

 

La Ministra Guidi al ministero per lo sviluppo economico ha consigliato ai lavoratori Micron di accettare la Delocalizzazione. La STESSA Ministra Guidi possiede un'azienda la Ducati energia che ha usato i soldi di depositi e prestiti di Poste italiane SIMEST per DELOCALIZZARE ovvero chiudere in Italia e aprire aziende fuori dall'Italia USANDO I SOLDI degli Italiani che mettono i risparmi in conti postali.. Ieri sera al Programma "La Gabbia" . URGE interrogazione Parlamentare su uso soldi degli italiani da parte di SIMEST.. Inoltre per chi non lo sapesse la Procura di Roma ha accolto la richiesta di un gruppo di giuristi e giornalisti LIBRA per PROCESSARE i POLITICI dell'ULTIMO VENTENNIO per CRIMINI CoNTRO il POPOLO ITALIANO. Non è una bufala ma hanno bisogno che tutti i cittadini facciano la loro parte, sottoscrivendo la Denuncia presso la Procura di Roma. Qualcosa si muove. Evviva. INFORMATEVI e DIFFONDETE PASSAPAROLA . Non lasciamo soli i PM contro questi criminali mafiosi, massonici. Facciamo ognuno la nostra parte.

Ale.p 07.04.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha SPESO un sacco di tempo e soldi per diventare tra i primi produttori mondiali di microelettronica, facendo ricavi da record MA STRATASSATI.
Con una favorevole IVA del 22%
Con un' irpef del 43%
Se chiedi un aumento del contatore te lo rifiutano perche' non ci sono centrali o chissa' cos'altro (capitato in 2 societa' diverse negli anno 90)
Con degli oneri sul lavoro che raddoppiano il COSTO dello stesso
Con una rottura di caxxo via l'altra (vogliamo parlare degli studi di settore che sono retroattivi e necessitano di essere fatti anni dopo con costosi software, vogliamo parlare dell'intrastat che va fatta anche se il sito di M non va', vogliamo parlare della PEC, la posta da cui possono LEGGERE I MORTI...)
Cosa il mondo gli offre?
cose gli si offre:
Iva al 4% (NY per es.)
burocrazia ridicola (per un italiano!)
Tasse CHIARE
Regole CHIARE
l'equivalente dell'irpef al 32% ma puoi scaricare quasi tutto.
se esporti hai delle agevolazioni (es NY ti esenta parzialmente dall'iva o la toglie per il commercio online)

Secondo te con una simile opportunita' fai le valigie a manetta o stai a perdere tempo con i gente al governo che parla di sputare in testa a qualcuno o ai taxi che costano piu' di noleggiare una limo?

Non e' questione di essere LADRO e' questione di non essere stolto!

Si vuole fare qualcosa?
1) licenziamenti a manetta nella PA
2) togliere tutti i bizzantismi (pec, studi a posteriori...) ma dare una politica economica CERTA.
3) smettere di litigare contro tutti
in pratica fare quello che nessuno vuol dire di fare perche' impopolare...

claudio 06.04.14 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Così ci fu insegnato: ...Quali sono, o figlio di famiglia, i quattro cattivi elementi da eliminare? La distruzione della vita, o figlio di famiglia, è cattivo elemento, il prendere il non dato è cattivo elemento, il non retto comportamento per brame è cattivo elemento, il dire menzogna è cattivo elemento. Questi sono i quattro cattivi elementi da eliminare.
Così sta accadendo oggi oppure è proprio l'esatto opposto degli antichi insegnamenti?
Chi trasmise quegli insegnamenti non è più rappresentato da secoli nelle debite sedi.
Oggi constatiamo che: ...anni or sono si diceva che quel partito era del popolo e avrebbe tutelato i lavoratori e le classi sociali meno abbienti... ma oggi chi rappresentano costoro?
E quegli italiani che per anni e anni hanno ciecamente creduto in loro, oggi che cosa pensano?
Chi sono realmente costoro? Dai fatti appaiono governanti non ligi al dovere ed ancor meno del rispetto della giustizia di cui si son sempre fatti paladini!
Il lavoro nobile che fu svolto dagli uomini di buona volontà non è stato forse calpestato sino a portare il nostro Paese alla svendita totale dei tesori che appartengono allo nostro Stato?
Le attività umane improntate al merito ed all'onestà nel lavoro furono distrutte dal potere espletato nella corruzione ordita dalle istituzioni di potere che ancor oggi, accorpano moltitudini di esseri al soldo in cambio di lavori sicuri e remunerati oltre ogni limite umano.
Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince nelle azioni illuminate del Movimento 5 Stelle.
Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri.
Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 06.04.14 22:37| 
 |
Rispondi al commento

la micron vuole andare via
.vada via ma lasci tutto quello che possiede come attrezzature e immobili nel area dove ha sfruttato il nostri lavoratori,ci metteremo non un dirigente a gestire e vendere il prodotto che in quella azienda si produce.

antimo esposito 06.04.14 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Si chiama in-houseing la nuova strategia di mercato "globale", altro che tasse! Si produce in casa per ridurre controlli, così di trasporto e di scarto. Alla fin fine, produrre in casa costa meno. Le tasse sul personale valgono tanto quelle che si pagano in Francia Germania Austria, noi costiamo comunque meno che nei paesi europei industrializzati. Dunque? Non siamo più di moda, ma allora proporrei l' in-houseing anche per le società italiane delocalizzare all' estero. Rispetto al costo del trasporto delle dogane e dello scarto di preposizione, noi costiamo meno.

a T , Trento Commentatore certificato 06.04.14 20:51| 
 |
Rispondi al commento

LA MICRON E' ALTRO ESEMPIO DEL PARASSITISMO POLITICO ITALIANO. I NOSTRI NON SI SONO MAI INTERESSATI DEI PROBLEMI DEI LAVORATORI CHE PERDONO IL LAVORO E DELLE FAMIGLIE SULL'ORLO DELLA POVERTA'
DA DECENNI NON HANNO FATTO ALTRO CHE AUMENTARE LE TASSE E IMPORNE DI NUOVE. IRAP-TARES-IRPEF-IMU-TASI-IUC-IVA- INSOMMA NON HANNO SAPUTO FARE ALTRO CHE DISSANGUARE IL POPOLO.
ALL'ESTERO INVITANO GLI INDUSTRIALI A INVESTIRE, APRIRE FABBRICHE E ASSUMERE LAVORO E IN COMPENSO DANNO SOVVENZIONAMENTI RIDUCENDO LE TASSE. DA NOI NO, LE FABBRICHE LE FANNO CHIUDERE E FALLIRE.
IN COMPENSO I NOSTRI POLITICI DIFENDONO CON I DENTI I LORO SPORCHI PRIVILEGGI ACCAPARRATI IN DECENNI E DECENNI DI AMMINISTRAZIONE DISONESTA.
ADESSO, NON CONTENTI DI QUELLO CHE HANNO FATTO DISONESTAMENTE NEL PASSATO STANNO SVENDENDO LE NOSTRE INDUSTRI PIU' IMPORTANTI - ALITALIA - ENI - ENEL - FINMECCANICA- POSTE - FERROVIE - INSOMMA CI STANNO COLONIZZANDO SIA LE NAZIONI CHE NEL PASSATO MIRAVANO" CON LE GUERRE" A COLONIZZARE E OCCUPARE SIA QUELLE NAZIONI CHE VOGLIONO ACCAPARRARSI AZIENDE PRESTIGIOSE O DA ELIMINARE PERCHE' FORTI CONCORRENTI.
E COSI LA FRANCIA CON PARMALAT - BULGARI - MORELLATO - TESSITURA MIROGLIO - UPIM - SMA - RINASCENTE - . I TEDESCHI DELLA TISSEN KRUP PER L'INDUSTRIA SIDERURGICA VEDASI INDUSTRIE SIDERURGICHE DEL NORD E SIDERURGIA DI TERNI. E ALTRI STATI?? PERONI - MONTE BIANCO - PERNICOTTI - PERUGINA - INSOMMA INDUSTRIE CREATE CON TANTI SACRIFICI.
POLITICI SIETE L'ESEMPIO DELLA DISONESTA' POLITICA POLITICI . FATE PROPRIO SCHIFO - VERGOGNA

GIAN GUTTI 06.04.14 19:18| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE STA' ACCADENDO ALLA MICRON NON E' ALTRO CHE UN PICCOLO ESEMPIO DEL DISONESTO DISINTERESSE CHE HA LA CLASSE POLITICA PER I PROBLEMI DELLA COLLETTIVITA' E SOPRATTUTTO PER LA TUTELA DEL LAVORO DEI NOSTRI GIOVANI.
LA FIAT E' UN ALTRO ESEMPIO DELLA DISONESTA' POLITICA ITALIANA. SI SONO COMPLETAMENTE DISINTERESSATI E COSI QUEL DELINQUENTE DI MARCHIONNE HA SMANTELLATO L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA ITALIANA DELOCALIZZANDO LA PRODUZIONE ALL'ESTERO,LA SEDE SOCIALE IN OLANDA E LA SEDE FISCALE IN INGHILTERRA. MARCHIONNE UN PARASSITA CHE GRAZIE AL DISINTERESSE E DISONESTA DEI NOSTRI POLITICI SI E' FATTO UN NOME IN U.S.A. A DANNO DELL'ITALIA. RISULTATO? TANTA DISOCCUPAZIONE.
ALTRO??? LE ASSURDE E SALATISSIME TASSSE IMPOSTE AI NOSTRI INDUSTRIALI HANNO PORTATO ALLA DELOCALIZZAZIONE DI MIGLIAIA DI INDUSTRIE PERFINO IN SVIZZERA E AUSTRIA.
ALTRO?? IN NOME DELLA GLOBALIZZAZIONE" COME DICE LA BOLDRINI" ABBIAMO IMPORTATO LA SCHIAVITU TRAMITE I CINESI CHE HANNO COMPRATO INDUSTRIE ITALIANE IN CRISI E IMPORTATO TANTI CINESI AMMASSATI NEI CAPANNONI COME LE BESTIE.
ALTRO: CON I CONTRATTI DI LAVORO PRECARIO ,INTERINALI - A PROGETTO, A TEMPO DETERMINATO, DI COLLABORAZIONE INSOMMA TANTO LAVORO SOTTOPAGATO SENZA NESSUNA GARANZIA E TANTA PRECARIETA' " ALLA BOLDRINI CHE CAZZO GLE NE FREGA LEI CON 30.000,00 EURO AL MESE E TANTI PRIVILEGI SE LA GODE ALLE SPALLE DELLE FAALIGLIE CHE NON ARRIVANO ALLA FINE DEL MESE"
E I NOSTRI BOIARDI POLITICI E AMMINISTRATORI PUBBLICI?? LORO HANNO FORMATO UNA CORPORAZIONE "CASTA" ASSATANATA DI DENARO PUBBLICO E INTENZIONATA A NON MOLLARE LE REDDITIZIE POLTRONE CHE SI SONO DISONESTAMENTE ACCAPARRATE.
E IL NOSTRO NAPOLITANO ?? LUI CHE DOVREBBE TUTELARE LA POPOLAZIONE NON FA ALTRO CHE NOMINARE PRESIDENTI DEL CONSIGLIO : MONTI - BERSANI - LETTA - E RENZI - BEL VECCHIARDO DI PARASSITA CHE SI COMPORTA COME DITTATORE. QUANDO INDIRRA LE ELEZIONI?? NONOSTANTE I SUOI 9O ANNI NON SI VUOLE SCOLLARE DALLA SUA POLTRONA- BEL CAZZO DI PARASSITA- VERGOGNA -VERGOGNA.

GIAN GUTTI 06.04.14 18:48| 
 |
Rispondi al commento

SPUTATEGLI IN FACCIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

ARMANDO 06.04.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di multinazionali e sfruttamento, una nota catena di supermercati sta pubblicizzando, i nuovi orari di lavoro, lun sabato 8-22 dom 8-20.
Dalle 20 alle 22 sconto del 10 % come fanno ? Saranno contenti i lavoratori ? Guadagnerà di più chi farà orario notturno ? Non sarà che si sta schiacciando sempre più il lavoratore semplice a favore delle grosse aziende ? Qualcuno mi può dare una risposta a questi miei dubbi ?

Roberto U. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.04.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento

parte 1

Chi e' matteo renzi?

Renzi e' di fatto legato al neoconservativismo americano filosionista.

http://versounmondonuovo.wordpress.com/2012/10/10/entra-renzi-esce-berlusconi-il-cambio-della-guardia-e-la-minaccia-autoritaria/

“Il sindaco non parte da zero, come dimostra anche la genesi dell’incontro americano, nato dai contatti fra Giuliano da Empoli, l’architetto del programma elettorale renziano, e Matt Browne, già direttore del Policy Network — think tank fondato da Tony Blair, Gerhard Schroeder, Goran Persson e Giuliano Amato — che oggi è nel Center for American Progress, il pensatoio fondato da John Podesta. Ma il sindaco fra i suoi rapporti politici in America, oltre ai Dem tipo Kerry Kennedy, può contare anche su relazioni trasversali, grazie anche alla vicinanza di Marco Carrai, che cura la raccolta fondi di Renzi, a Michael Ledeen, animatore del think tank repubblicano American Enterprise Institute”.

Per capire chi sono effettivamente i neoconservatori e quali scopi hanno bisogna analizzare la storia di questa corrente politica che domina di fatto la politica estera americana e la CIA. I neocon (come vengono chiamati) si insediarono nelle piu alte sfere dei servizi segreti americani e dirigono la politica estera americana dalla guerra in vietnam e l' assassinio di kennedy in poi. Sono altresi pianificatori e esecutori con Henry Kissinger delle operazioni Condor e Gladio che negli anni 70, attuarono i colpi di stato dei regimi assassini nel sud e centro america, pianificando di fatto lo sterminio tramite tortura ed uccisione di decine di migliaia di attivisti e simpatizzanti di forze politiche di sinistra che con l' amministrazione Reagan ha visto la sua massima espansione. In italia pianificarono la strategia della tensione tramite l' operazione Gladio e con l' appoggio della P2, e sono coinvolti nell' assassinio di Aldo Moro e delle molte stragi che avvennero.

roman s. Commentatore certificato 06.04.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

parte 2

In tempi recenti hanno pianificato ed eseguito le guerre in Afghanistan ed Iraq usando le tecniche di counter-terrorism gia usate nelle dittature sudamericane utilizzando in alcuni casi personaggi gia noti ai tempi delle dittature sudamericane, vedasi John Negroponte, allora ambasciatore in Honduras, centro logistico e gestionale da dove venivano gestite le guerre sporche e in tempi recenti e' stato ambasciatore in Iraq per le Nazioni Unite dal 2001 al 2004 nell' amministrazione bush jr. e dopo vice segretario di stato degli stati uniti fino al 2009..

I neocon rappresentano i poteri forti americani, cioe' l' elite economico-finanziaria americana e gli interessi filo-israeliani, usando il potere militare USA come braccio armato contro i loro nemici.. i neocon hanno un ' impostazione economica neoliberista, promovuendo un governo forte ed autoritario al limite del fascismo.

Renzi cosi e' chiamato a risolvere il “problema italia” in chiave neoliberista ( o reaganiana), di fatto tentando di riformare la costituzione e la legge elettorale come voluto nel piano di rinascita democratica di licio gelli che prevede due forti schieramenti politici contrapposti (in' apparenza) facilmente infiltrabili e per arginare forze di impronta popolare che fanno l' interesse dei cittadini come il movimento 5 stelle.

roman s. Commentatore certificato 06.04.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

E' una guerra economica e questo succede a non essere piu i padroni della ns. economia... Noi riduciamo la commessa dei caccia bombardieri americani e loro ci tolgono la Micron,che magari in qualche modo è collegata...

Roberto Sancisi 06.04.14 12:53| 
 |
Rispondi al commento

I lavoratori della Micron, pagano allo strapotere americano. La causa è di un'accozzaglia, di politici nostrani i quali, consentono che rubino il sapere, dei nostri tecnici, oramai consolidato nelle menti straniere. Questo significa un'ulteriore furto delle opere intelligenti, che sforna l'Italia, a favore della globalizzazione nonché per delocalizzare. Stiamo pagando per invidia totale, in ogni sua forma e sostanza, per la storia e per il popolo che siamo. Non c'è altra spiegazione.

Lorenzo Morganti, Firenze Commentatore certificato 06.04.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Il furto delle nostre conoscenze e intelligenze da parte di altri paesi è normale per i nostri governanti. Colpa di una classe dirigente di raccomandati, gente immessa nelle leve del potere perché baciapile di preti e luccaculo di partito. Come può un Renzi che rappresenta questa classe dirigente, che attacca i "professoroni" invece di attaccare i delinquenti, capire l'intelligenza, il sacrificio, il lavoro pregiato di questi giovani assunti per merito ma costretti ad espatriare. Questo Paese i poteri forti lo vogliono così, pieno di mediocri e paraculi, un Paese in cui se vali o parti o vivi sotto mentite spoglie.

M. Mazzini 06.04.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Da ciò che ho letto da parte dei deputati a 5 stelle, questa azienda chiude a causa di Renzi.

Se Renzi di dimettesse, e al suo posto ci fossero Pala Taverna e Messora, non verrebbe licenziato nessuno.

Bisogna diffondere la notizia: le aziende chiudono perché c'Renzi. Se ci fossero Beppe e i suoi ragazzi, nessuna azienda chiuderebbe ma tutte verrebbero in Italia.

W BEPPE!
VERGOGNA EBETINO RENZI!

Marco P. Commentatore certificato 06.04.14 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un governo fatto da persone decise e che sanno cosa fare e quello che vogliono, non avrebbe messo molto a prendere una decisione a tutela dei lavoratori, ma il governo che abbiamo lo vediamo benissimo e siamo comunque in un regime capitalistico, in cui queste cose, non solo sono permesse, ma sono la benzina per il suo motore.
O si cambia il sistema, altrimenti sarà sempre così se non peggio!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 06.04.14 09:33| 
 |
Rispondi al commento

e aggiungo , visto che progetto con componenti elettronici tutti i giorni, che la Micron non è che faccia componenti elettronici strategici o speciali , fa solo memorie a stato solido ad alta densità e altre robe simili , non ci vedo tutto questo pozzo di scienza.. è molto + avanti STM che , a parte bachi a dx e sx anche sui chip , fa molti componenti + interessanti ed utilizzabili in molte applicazioni , magari poco utilizzati perché da noi in italia , si preferisce assumere spazzini , visti i costi dei rifiuti ,che progettisti , in quando le aziende con i loro soldi debbono scegliere se pagare le bollette o pagare i progettisti.

nello specifico di memorie sul mercato ce ne sono a bizzeffe, anche con case + umani da montare non con i microball inutilizzabili per qualsiasi ditta italiana , perché da noi NESSUNO produce TELEFONINI o TABLET o PC..
sarebbe stato meglio che qualcuno di quella azienda avesse cambiato rotta prima di accorgersi di produrre chip un po' troppo di nicchia o componenti con mercato "pericoloso" come quello dei grandi numeri dove i margini sono a volte negativi.
io non conosco nessuno che usa i "vostri" chip.

aprite una fabbrica (in italia) di smartphone o tablet tanto cari al p.d.c. fiorentino e avete risolto il problema di piazzare memorie nand a volontà.

mario x. Commentatore certificato 06.04.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento

E dei liberi professionsiti, nel settore edile soprattutto, che non lavorano chi si interessa? Nessuno. Tanto loro, nella mente dei dipendenti, sono brutti, cattivi, evasori foscali e chissa quanti soldi hanno in banca. Forse sarebbe ora che si mappasse seriamente, dico seriamente, la realtà delle categorie economiche, soprattutto di coloro che producono e rischiano in proprio. Ma forse questo è chiedere troppo ad un popolo chi si sta dilaniando in lotte fra poveri senza toccare coloro che sono ricchi o arricchiti (la peggior specie attualmente in circolazione). Vorrei sapere le proposte del nostro Movimento sulla tutela del lavoro. Reditdo di cittadinanza per tutti coloro che ne hanno realmente bisogno senza distinzione di "categoria" vale a dire dipendente o libero professionista? Poi sul lavoro avrei molte cose da dire soprattutto in coloro che hanno due, tre, quattro lavori. Come fanno a svolgerli tutti in maniera professionale. Sono dei fennomeni o i soliti che fanno i furbetti del quartierino che sul posto di lavoro fanno altro e nel pomeriggio fanno il lavoro nero? Il nostro Movimento che sta facendo? Credo che il fenomeno sia di tutta evidenza già da moltissismi anni!

Pietro Armando Angelini, Senigallia (AN) Commentatore certificato 06.04.14 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono casi in cui, in difesa della Nazione, si potrebbe prendere in considerazione l'idea di attuare alcuni articoli della nostra Costituzione.

Art. 43.

A fini di utilità generale la legge può riservare originariamente o trasferire, mediante espropriazione e salvo indennizzo, allo Stato, ad enti pubblici o a comunità di lavoratori o di utenti determinate imprese o categorie di imprese, che si riferiscano a servizi pubblici essenziali o a fonti di energia o a situazioni di monopolio ed abbiano carattere di preminente interesse generale.

Art. 46.

Ai fini della elevazione economica e sociale del lavoro in armonia con le esigenze della produzione, la Repubblica riconosce il diritto dei lavoratori a collaborare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, alla gestione delle aziende.

Carlo Iavicoli, Pescara Commentatore certificato 06.04.14 01:59| 
 |
Rispondi al commento

oltre 400 e rotti dipendenti licenziati....io abito a 10 km da Agrate e sta storia l'ho sentita...bisogna darci un taglio a tutte queste cose....si specula troppo e ci stiamo rovinando... è dura..ma bisogna agire con la logica sennò ci si incula ancora di più....

DANIELE SCANDE, Carnate (MB) Commentatore certificato 06.04.14 00:52| 
 |
Rispondi al commento

obama a renzie;"no f35,no micron in italia".
renzie a obama"obbedisco".
la schiavitù continua.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 05.04.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

il problema secondo me è che in italia ormai impresa significa ikea coop o fast food , altro che microelettronica,posti disponibili per facchini , mulettisti , magazzinieri o addetti alle pulizie , con laurea o non.. largo ai giovani ..si ma a vendere mensole all'ikea...o quando hai fatto carriera alla cassa..
questo è il futuro per i giovani e per i nostri figli..

mario x. Commentatore certificato 05.04.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

renzi non ne azzeccca una

alvise fossa 05.04.14 19:17| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto chiaro a tutti! E' inutile continuare a... senza poi..., sappiamo tutti come vanno ormai da tanto, tanto, tanto tempo tutte le cose in italia..., in tutta italia, in ogni luogo, in ogni loco ed in ogni loculo..., già ormai ci sono rimasti solo tanti loculi, loculi vuoti per altro..., loculi fradici e senza ormai alcun valore, purtroppo...-
Il giocattolino all'ultimo grido per esibirsi, per rendersi importante, per fingere di essere aggiornati, per fingere di saperlòo usare, per fingere di avere già tanta esperienza in merito.
ALL'ANEMA RA' PALLA, NA' PALLA GROSSA E', NU' PALLONE GROSSO E'. Altro che incentivi, altro che nuove tecnologie, altro che creatività, altro che artisti, altro che scienziati...,
siamo solo in italia una massa di stupidi che corrono, corrono, vanno di fretta dietro un gadget stupido, non ripettando nessuno, non guardando in faccia nessuno, neppure gli amici o i parenti, figuriamoci quei pochi onesti, bravi e giudiziosi (forse) rimasti ancora nel nostro suolo.
Sono essi e purtroppo lo siamo diventati pure noi antiquati, arretrati, creduloni e stupidi (non mi riferisco all'età anagrafica, ma in quella che sono/siamo diventati), credendo che avendo in mano solo quel piccolissimo giocattolo (senza sapere neppure cosa sia o come si usa), si abbia la modernità, la maturazione sociale, intellettiva e creativa. Che coglioni sono ESSI e purtroppo appresso a LORO, purtroppo sempre parlando di LORO (in maniera negativa o positiva che sia) lo siamo diventati anche tutti noi.
E' un CAOS CONTRADDITTORIO TUTTA LA RICERCA IN ITALIA, come dicono alcune grandi menti nostrane dall'estero..., E aggiungo CAOS NON SOLO NELLA RICERCA, MA IN TUTTI I CAMPI. TUTTO E' CAOS IN ITALIA. NON SI HA RISPETTO PER NULLA, NON C'E' MAI IL BANDOLO DELLA MATASSA. TUTTI CORRONO, CORRONO, SI' CORRONO, MA NEL VUOTO, NEL BARATRO, CORRONO ALL'INDIETRO PENSANDO CHE SIA IL FUTURO.
La MERDA sta sempre in ALTO LOCO e da lì chiama merda gli altri. 'O Zì, scostate, che devo sedermi

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.14 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Matteo Renzi, prima sei andato in una scuola... oggi dal PAPA , con tua moglie e i tuoi figli...

ti do una dritta:

la ricerca e' finalizzata alle nuove scoperte in tutti i campi e le nazioni che la sostengono, utilizzando le loro eccellenze, i loro cervelli, ne traggono vantaggi, di tutti i tipi, anche economici, quindi... SOSTIENI LA RICERCA E LE INDUSTRIE INVECE DI REGALARLE AGLI ALTRI! Ma come non ci arrivi? A volte mi meraviglio di quanto stupidi siano i politici.. come se la loro mente fosse ottenebrata da chissà cosa ( soldi e ambizione ) e da chissà chi ( poteri forti e occulti ai quali non interessa il progresso delle nazioni, anzi.. ne vogliono la sottomissione )

giuseppe g., malvagna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.14 16:52| 
 |
Rispondi al commento

...stessa sorte è accaduta ai lavoratori delle grandi imprese edili. Gettati in mezzo alla strada in un batter di ciglio senza passare nemmeno per la cassa integrazione ...e con tanto di benestare dei sindacati tanto vicini ai problemi dei lavoratori che invece hanno spudoratamente difeso gli imprenditori. Di contro abbiamo la madria dei dipendenti pubblici, stratutelati e protetti e riveriti.

Dario M., Lentini Commentatore certificato 05.04.14 16:15| 
 |
Rispondi al commento

scusate una domanda, che esula dal testo scritto. Il video, in verità mi capita spesso, fa riferimento ad un altro video, che è diverso da quello riportato qui. Per esempio, clicco per vedere il video della contestazione, e mi apre il video di Beppe nella libreria. Qualcuno sa aiutarmi a riguardo o darmi info?

Andrea B., Lonigo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per il Sig.Moretti delle Ferrovie dello stato:
Sono sul Freccia Bianca treno che va da Taranto a Milano. 1 ora e 10 minuti di ritardo. Personale delle ferrovie dello stato non dice il perché e spariscono….. Freccia Bianca dovrebbe essere un bel treno? Un disastro sotto tutti gli aspetti. 129 euro il biglietto solo andata…per avere quale servizio???.(lascio a voi i commenti).
E poi il signor Moretti avrebbe risanato questa azienda????? E dice che se gli dimezzano lo stipendio se ne va? Ma perché non lo fate viaggiare un po' in treno per fargli vedere come ha risanato l'azienda? Qualcuno faccia qualcosa….Cacciatelo!

mariagrazia cangelli 05.04.14 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Io ci lavoro in ST(in produzione)e spiace dirlo, ma la colpa è dell' azienda, dei sindacati e dello stato che non hanno mai gestito la vicenda come si deve in sei anni. Si sapeva fin da subito che prima o poi Micron sarebbe andata via con brevetti e conoscenze. L' ST non reintegra nessuno, perchè sono un costo e di dipendenti di buon livello ce ne ha già, considerando poi il disastro del settore mems(ad Agrate), è scontato che di soldi non ne vole tirar fuori. Gli scioperi intrapresi (e li ho fatti tutti) sono stati inutili, fare quattro ore il venerdì giusto per permettere agli impiegati di andare a casa prima, non mi sembra un gran lavoro sindacale. Negli anni si è sempre vissuto col dubbio "e quando Micron se ne va? Che si fa?". Tra chi diceva "vedrete che poi ST ci riprende", chi diceva "hanno preso più soldi per stare li affari, loro..." Il risultato è che come al solito le aziende ragionano per numeri e fanno utili, i lavoratori non contano mai e rimangono fregati e i sindacati fanno finta di combattere. Dove cavolo era lo stato nel frattempo? Latitava, ora non investe nemmeno, mica come la Francia. Qui tutti sanno da mesi come sarebbe andata a finire la storia degli esuberi, proprio pochi giorni fa c' è stata l' ultima assemblea sindacale, con tanto di video (se non ricordo male era uno speciale di LA7) per dimostrare che i sindacati stanno lavorando per noi... Peccato però che il giorno 7 Aprile i giochi si chiudono sulla vicenda. I sindacalisti ripetevano: Renzi (almeno 7 volte in meno di 3 minuti), come se il "salvatore della patria" (ironizzo), dovesse sistemare tutto lui in meno di due giorni.Tanto per sciacquarsi le mani e dire: " noi ci abbiamo provato". Mi dispiace per i colleghi di Micron che ormai perderanno il posto, sono incazzato con i sindacati, le due aziende e lo stato, che hanno creato questa situazione. Qui manca, il rispetto dei lavoratori(che sono solo un numero in un centro di costi)e quando non fanno più comodo, si taglia il personale.

corrado marinotto, limbiate Commentatore certificato 05.04.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Belle parole, le dicono tutti i partiti da sempre, soprattutto all'approssimarsi di nuove elezioni. Peccato che sia sempre troppo tardi! le multinazionali ben difficilmente tornano sulle loro decisioni planetarie frutto di decisioni ponderate e approvate da tutti gli organi societari. O si creano le condizioni ex-ante per attirare e mantenere gli investimenti o, micron compresa, diventano tutti casi utili solo per farsi belli in campagna elettorale!

Il campagnolo 05.04.14 12:43| 
 |
Rispondi al commento

L'azienda é dei propri azionisti che fanno quello che ritengono opportuno. Questo in un paese normale. L'unico modo di tenere l'azienda qui é nazionalizzarla ovvero praticare economia di stato. Che fa danno fa sempre ovunque. A voi la scelta. Prendete una posizione come movimento perché questo é un post da unione sovietica. Altre volte gli scriventi praticano pensieri di libero mercato. Va bene in un movimento non in un soggetto politico quale è oggi il M5S. Che farete al governo? Senza saperlo votarvi é un azzardo. La cosa da fare caro scrivente il post é dare all'azienda straniera e a quella domestica le ragioni per le quali stare in Italia. Giustizia riformata efficiente e rapida, pressione fiscale sostenibile, flessibilità del lavoro con abolizione dell'art 18, dei contratti nazionali dando al sindacato un ruolo decentrato nelle aziende e togliendo al sindacato centrale il potere di imperio su quello che avviene in periferia ovvero in aziende che dono tutte diverse e dove diverse debbono essere le soluzioni. Tutto il resto é demagogia inutile e anche pallosa.

marco diaco 05.04.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se il bilancio è attivo e di tale portata una azienda non può permettersi di andarsene da uno Stato che gli ha dato ricchezza in termini umani e non solo senza ripercussioni economiche. Il libero mercato è da riscrivere.. se una azienda va a produrre all'estero e crea danni allo Stato non può commercializzare i suoi prodotti in Italia senza pagare dazio altissimo.

alessandro vignali 05.04.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Omnibus 5.4.14
I soliti poveracci presenti intonano inni e giacuatorie a Matteo Renzi, il padre di tutte le menzogne, come titolavano nei loro scritti, i primi Padri della Chiesa, un personaggio a loro noto.

Infine, parla il sondaggista Antinori, che dopo una sbrodolata su come gli italiani siano favorevoli (sic!) a Renzi, in quanto lo pongono in alto nella graduatoria dei sondaggi, inizia una dissertazione sull'inutilità del grande centro, perché pieno di traditori e trombati, che i cittadini italiani vedono come il fumo negli occhi, in quanto il sentimento più arcaico che provano è l'odio contro i traditori e l'impulso irresistibile di condannarli.
Ma se Renzi è visto come il traditore di Letta, avendolo pugnalato alle spalle, come si concilia con l'alto punteggio favorevole nei sondaggi?

Antinori, fai pace col cervello, perché i veri sondaggi sono quelli che fanno paura a Renzi e Berlusconi e la controprova è che non vogliono assolutamente andare alle elezioni politiche nazionali; si giustificano dicendo che se andassero al voto i cittadini, non si avrebbe la governabilità in quanto si proporrebbe la stessa situazione del febbraio 2013.

MENZOGNE, BUGIE, BALLE, perché Berlusconi ha avuto la maggioranza necessaria per la governabilità e l'ha usata solamente per interessi economici e legali ad personam e gli italiani lo hanno capito, ora stanno osservando Renzusconi, NON ELETTO, che sta chiamando a Roma i suoi pretoriani per ripristinare la dittatura berlusconiana, chiamando parrucconi e conservatori coloro che si oppongono alla rottamazione della Costituzione.

Il PD approvando la riforma del TITOLO V della Costituzione nel 2001, ha devastato l'Italia ed ora ci sta riprovando con le ignobili riforme delle province e del Senato per assicurarsi il potere negli anni a venire.

Mala tempora currunt sed peiora parantur,
Stiamo vivendo tempi duri ma ne arriveranno di peggiori (grazie a napolitano e renzi)

egeria benvenuti 05.04.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

ettembre 2013
Settore TLC in Italia: il caso Nokia Siemens

Nell'anno 2012, Nokia Siemens Networks Italia S.p.A. ha dichiarato una situazione di crisi, giungendo a maggio 2013 a quantificare la forza lavoro necessaria in 412 dipendenti. La forza lavoro a gennaio 2012 era di 1097 dipendenti (la percentuale di esuberi è 62,5 %).

Ricordiamo che NSN, che opera nel settore strategico delle telecomunicazioni ed ha importanti clienti come Telecom, Vodafone e Wind, si è costituita in Italia nell'aprile 2007 quando contava circa 3000 dipendenti, compresi qualificati ricercatori del reparto ricerca e sviluppo, acquisiti da Italtel e Siemens.
NSN ha iniziato a perseguire una politica di riduzione del personale già nell'anno 2010, eliminando il reparto ricerca e sviluppo italiano. Questa tendenza si è perpetuata incessantemente nel corso degli anni.

A fine ottobre 2012 le parti sociali hanno sottoscritto un accordo con NSN, della durata di un anno, ed ottenuto la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per 377 dipendenti. Una delle quattro sedi è giá stata chiusa (Catania).




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori