Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il pm Di Matteo sul 416ter dà ragione al M5S

  • 29


di_matteo_416ter.jpg

Il pm Di Matteo intervistato sul 416ter sul voto di scambio politico mafioso approvato da pd e forza italia che abbassa le pene ai politici collusi con la mafia:

"Rispetto a quanto da anni molti magistrati, io compreso, auspicavamo la riforma che è stata approvata rappresenta un'occasione perduta. Si sarebbe potuto e dovuto fare di meglio. Era molto più incisiva la prima versione uscita dal Senato (quella sostenuta dal M5S, ndr) che prevedeva una punibilità dell'accordo consapevole anche quando la parte politica si fosse limitata alla semplice promessa di una disponibilità futura. La diminuzione delle pene rispetto all'ipotesi originaria è un dato molto negativo, così com'è negativo che si verifichi una situazione per la quale lo scambio politico-elettorale e mafioso venga aprioristicamente considerato meno grave rispetto a qualsiasi altra condotta di appartenenza a Cosa Nostra. Oggi l'ottantenne affiliato a un'organizzazione mafiosa ma magari non più operativo e completamente ai margini dell'attività criminale può essere condannato alla pena giustamente rigorosa al 416 bis. Un politico che consapevolmente stringe accordi con il mafioso in vista della sua elezione viene condannato con pena molto più lieve. Questo è frutto di un gravissimo pregiudizio culturale che avverte la pericolosità della mafia soltanto nell'ala militare, nel picciotto, nell'affiliato puro e ritiene invece meno grave i fenomeni di collusione tra mafia e politica che dovrebbero invece essere aggrediti. [...] Evidentemente ancora non tutti hanno percepito, o vogliono percepire, che per fare un vero salto di qualità nella lotta contro le organizzazioni mafiose bisogna fare di tutto per reciderne i rapporti con la politica e le istituzioni in genere. Per questo considero la riforma del 416 ter un'ulteriore occasione persa per fare quel salto di qualità." Nino Di Matteo

donazioni-europee.jpg

VINCIAMONOI! Clicca sul banner per scaricare il volantino:
banner_europee.jpg

21 Apr 2014, 21:38 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 29


Tags: 416 ter, Di Matteo, mafia, pm, voto di scambio

Commenti

 

Grazie Di Matteo, il tuo acume professionale e l'analisi del 416ter FAREBBE capire benissimo anche a tipi come la Picerna (forse) del perché il M5S aveva dato parere NEGATIVO alla porcata del 416ter (scambio politico-mafioso). Quello che non capisco però è perché sti' caxxoni mafiosi non capiscono che, mentre loro "rischiano" il carcere, il loro SODALE politico in carcere è sicuro di non andarci.
In quanto al Twitt di Renzie sui comici che non sanno cosa vuol dire vivere con 1200 euro/mese, perché invece che porre domande insulse che nulla hanno a che fare con la politica (se così la si vuol chiamare)sin qui svolta dal suo governicchio formato anche da gente sotto inchiesta della magistratura (se si fosse trattato di berluska i media prezzolati e la pseudo sx avrebbero fatto il diavolo a 4) non ci parla invece del suo giochetto che gli permetterà di avere due pensioni d'oro??
Dovete sapere che a due giorni dalla sua candidatura (ottobre 2003) a Presidente della Provincia di Firenze con la MARGHERITA l'ebetino si fece "nominare" DIRIGENTE dalla società di famiglia, la "Chili srl adesso Eventi 6" ed è costato a TUTTI NOI, sin ad ora, la bellezza di 300 mila euro tra contributi e Tfr??

Salvatore Annese 23.04.14 16:43| 
 |
Rispondi al commento

il pm Di Matteo, magari, dovrebbe dare un parere meno velato, non dovrebbe preoccuparsi delle polemiche.
lui e' un uomo di esempio, la moltitudine di persone che apprezzano l'incommensurabile lavoro suo e dei suoi colleghi capirebbe meglio se prendesse chiaramente le distanze da quella accozzaglia politica.

ammu nit Commentatore certificato 23.04.14 15:23| 
 |
Rispondi al commento

E bravi i piddini collusi con berlurenziemafia

Stefan Alm, Speyer Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 22.04.14 19:26| 
 |
Rispondi al commento

LE COSE SONO CHIARE E LAMPANTI.
LA CASTA CHE CI STA GOVERNANDO È PURA MAFIA.
GENTAGLIA CORROTTA E CORRUTTRICE, AVIDI DI POTERE A SCAPITO DELLA POVERA GENTE.
INCURANTI DELLE DEBOLEZZE DI CHI È IN DIFFICOLTÀ, ANZI PIÙ UNA PERSONA È DEBOLE E PIÙ NE APPROFITTANO.
BASTA A TUTTO QUESTO!!!!.

!! CARI ITALIANI E CARE ITALIANE !!.

SE VOLETE UN'ITALIA MIGLIORE BISOGNA MANDARE A CASA LA GENTE CORROTTA CHE CI STA GOVERNANDO E PRENDENDO PER I FONDELLI .
BASTA SACRIFICI PER QUESTA GENTAGLIA CHE PENSA SOLO A NON FARSI MANCARE LO STIPENDIO E I VITALIZZI.
ABBIAMO BISOGNO DI CHIAREZZA E LIBERTA.
CI NASCONDONO TUTTE LE MALEFATTE DELLA POLITICA PUR DI NON PERDERE LA POLTRONA.

A CASA.....TUTTI A CASA E ANDASSERO A FIRMARE LA DISOCCUPAZIONE COME FANNO MIGLIAIA DI ITALIANI IN QUESTO MOMENTO COSÌ DIFFICILE.
SE SIAMO IN QUESTE CONDIZIONI LA COLPA È SOLTANTO LORO CHE INCURANTI DI UNO SVILUPPO POSSIBILE HANNO PENSATO SOLO ALLE LORO TASCHE.

M5S. PER SALVARSI NON RIMANE ALTRO CHE VOTARE M5S.

MEDITATE ITALIANI, MEDITATE.

vaffan.... 22.04.14 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Il problema sono i corrotti!

Senza corrotti non ci sono corruttori!

Il fatto che vengano puniti i corruttori è solo una distorsione della causalità.
Si puniscono gli effetti e non le cause.

Il sistema è talmente marcio che non si riesce più a capire dove sia l'inghippo. Bisogna ridurre tutti i poteri cominciando a responsabilizzare anche i magistrati.

Avere un potere deve essere scomodissimo.

Sia che si tratti del potere legislativo, amministrativo o giudiziario.

Il potere rincoglionisce.

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.04.14 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Se le associazioni mafiose esistono e continuano a prosperare un motivo ci sarà, fino a quando non verranno recise tutte le complicità e le connivenze noi staremo sempre qui a parlare di lotta alla mafia, non possiamo stare comodamente seduti a parlare mentre coraggiosi magistrati rischiano la vita, occorre agire attivamente con manifestazioni di piazza, programmi alla tv che insegnino soprattutto ai giovanissimi una cultura diversa per le nuove generazioni e tante altre cose che diano visibilità alla protesta, il silenzio e l ' indifferenza uccidono!

Maurys Roma, Roma Commentatore certificato 22.04.14 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ora diranno che anche di Matteo fa demagogia?

Davide Marini 22.04.14 10:33| 
 |
Rispondi al commento

IO DO' ASSOLUTAMENTE RAGIONE AL PM NINO DI MATTEO

alvise fossa 22.04.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento

IO DO' ASSSOLUTAMENTE RAGIONE AL PM NINO DI MATTEO

alvise fossa 22.04.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Sta di fatto che questo argomento ha pochi interlocutori!La cura per salvare un’Italia sempre più meschina parte, ancora oggi, dall’individuare il male peggiore che la devasta. Se i più, partissero dal dogma che la mafia con TUTTE LE SUE CAPILLARI STRATIFICAZIONI è la più grande metastasi, sarebbe già una cura, ma tant’ è che siamo lungi ad arrivare a questo. Le sue profonde radici si perdono nei secoli, ma è alla fine della seconda guerra mondiale che gli USA ne hanno importata ed imposta una mutazione più potente. FINO A QUANDO ESSA SPARTIRA’ CON I COLLUSI IL POTERE AL GOVERNO, NON CI POTRA’ ESSERE LA SVOLTA BUONA. Pensando a Sciascia credo veramente che: Globo, 24 luglio 1982 direi che il dato più probante e preoccupante della corruzione italiana non tanto risieda nel fatto che si rubi nella cosa pubblica e nella privata, quanto nel fatto che si rubi senza intelligenza del fare e che persone di assoluta mediocrità si trovino al vertice di pubbliche e private imprese. In queste persone la mediocrità si accompagna ad un elemento maniacale, di follia, che nel favore della fortuna non appare se non per qualche innocuo segno, ma che alle prime difficoltà comincia a manifestarsi e a crescere fino a travolgerli. Si può dire di loro quel che D’Annunzio diceva di Marinetti: che sono dei cretini con qualche lampo di imbecillità: solo che nel contesto in cui agiscono l’imbecillità appare – e in un certo senso e fino a un certo punto è – fantasia. In una società bene ordinata non sarebbero andati molto al di là della qualifica di "impiegati d’ordine"; in una società in fermento, in trasformazione, sarebbero stati subito emarginati – non resistendo alla competizione con gli intelligenti come poveri "cavalieri d’industria"; in una società non società arrivano ai vertici e ci stanno fin tanto che il contesto stesso che li ha prodotti non li ringoia. "Tutto quello che vogliamo combattere fuori di noi è dentro di noi; e dentro di noi bisogna prima cerca cercarlo e combatterlo

lorella lisciani 22.04.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

La fogna sul ernergia. Garantita a costo zero e' nata dal referendum di abolire le 5 centrali nucleari costruite ancora prima di sperimentarle cosi e' rimasta lettera morta l' idea del premio novella della fisica Rubba.utilizzare lo Stronzio che non produce scorie

luigi 22.04.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Allo stato attuale non ne veniamo fuori. Ho come l impressione palpabile che siamo un paese sempre più allo sbando pieno di balzelli e cavilli che ti fanno impazzire ma nelle cose vere onestà e rettitudine morale chi ruba e rovina, ha rovinato questo paese non esiste punibilità di nessun tipo e la giustizia vera non esista proprio.

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 22.04.14 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Le dichiarazioni del cittadino Giarrusso cascano come macigni sullo Stato Italiano Dio ne é testimone e che se i fatti gli daranno ragione bisognerà fare qualcosa per aiutare la giustizia divina.

joe ciatango 22.04.14 09:23| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Per piacere,vogliamo piantarla con la storia del Pizza?
Mi pare che vogliate sparare sulla croce rossa.
Ma si deve essere proprio furbi come il marito che per fare dispetto alla moglie si taglia l'affare.
Vogliamo portare questa inutile diatriba a dopo elezioni?
La questione dell'inceneritore sarà risolta dopo la raccolta a rifiuti zero con una bella ruspa.
Ekkekkakkkio.

joe ciatango 22.04.14 08:48| 
 |
Rispondi al commento

ancora hanno messo nella commissione antimafia

-Claudio Fazzone (Pdl), si è battuto contro lo scioglimento per mafia del comune di Fondi, con B che salvà il Comune anche se erano state provate anche in via giudiziaria le infiltrazioni criminali. Fazzone era in affari col sindaco e suo cugino legati a una cosca della ‘ndrangheta. Fazzone è anche sotto inchiesta per abuso d’ufficio, ed era l’autista di Mancino, oggi imputato a Palermo nel processo stato-mafia, di cui si occuperà la stessa commissione in cui c’è Fazzone
Alla vigilia di Natale 2013 Letta, con la Cancellieri, fa il decreto svuota-carceri con cui manda liberi centinaia di mafiosi o salva politici nazionali in cui processi stavano per arrivare a conclusione, ripetendo i favori dell’indulto Mastella

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 22.04.14 07:14| 
 |
Rispondi al commento

Ecco chi mettono all'antimafia!

Nell’ottobre 2013,con 7 mesi di ritardo,è stata istituita la nuova commissione parlamentare antimafia.Ne sono entrati a far parte(non è uno scherzo)
-Carlo Sarro(Pdl),da sempre vicino a Cosentino, ex vicemin. sotto processo per camorra, considerato dalla Dia il referente del clan dei Casalesi,uno che da anni si batte per riaprire il condono edilizio ed ha addirittura presentato un esposto parlamentare contro don Ciotti di Libera
-Donato Bruno(FI),avvoc.parlamentare di FI dal 96,vicino all’ex ministro e pregiudicato Previti, che ha sempre difeso a spada tratta i colleghi accusati di mafia e si è sempre opposto alle misure contro il crimine organizzato,vorrebbe abrogare il 41 bis,difende anche Schifani indagato dalla procura di Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa
-Giovanni Bilardi(grande Sud),capogruppo in Calabria della lista Scopelliti,indagato per peculato.Il nipote Ettore è indagato per associazione mafiosa,omicidio,detenzione di armi, evasione,estorsione ecc.ed è stato a servizio di varie cosche
-Carlo Giovanardi(Pdl-Ndc),da tempo si batte contro l’interdizione di alcune famiglia mafiose dalla ricostruzione dal terremoto in Emilia presentando interrogazioni parlamentari per modificare la legge.Attaccò duramente la collega Bertolini che denunciava la presenza di camorristi campani nel Pdl di Modena(accusa risultata poi vera)
-Davide Faraone(Pd),partecipò nel marzo 2008 a una riunione preelettorale a casa del mafioso Agostino Pizzuto del clan Lo Piccolo.In una intercettazione con un altro mafioso si sente che aveva preso contatti con la mafia per avere aiuti elettorali.Fu poi sorpreso mentre prometteva a una cooperativa di disoccupati un posto di lavoro in cambio del voto
-Vincenza Bruna Bossio(Pd),coinvolta col marito Nicola Adamo,ex vicepres.Calabria,nell’inchiesta ‘Why not?”,scagionata quando l'inchiesta fu sottratta a De Magistris.Il marito è a processo per corruzione in un altro processo a Catanzaro

segue

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 22.04.14 07:14| 
 |
Rispondi al commento

La scelta del legislatore di approvare la legge, con pena ridotta ..... Puzza!

massimiliano bordina 22.04.14 07:11| 
 |
Rispondi al commento

quindi bisogna punire meno il semplice picciotto??

Giovanni Maresca 22.04.14 04:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Matteo prossimo ministro della giustizia nel governo a 5*****.

alfonsina p. Commentatore certificato 22.04.14 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a sforzarmi di segnalare questo video

www.youtube.com/watch?v=iE3rOjzSVF4

per fare conoscere a tutti la nuova commissione parlamentare antimafia , è allucinante (e NON E' UNO SCHERZO)

DIFFONDETELO !

Flavio 22.04.14 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a fare la donazione con carta! Help

Davide Marini 22.04.14 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Questa pasqua, dopo aver visto il video di giarrusso,la ricorderò! con la morte della mafia è la rinascita dell'onestà!...Grazie! è stato il più bello augurio pasquale che abbia mai ricevuto!

emanuele m. Commentatore certificato 21.04.14 23:19| 
 |
Rispondi al commento

bravissima giulia sarti.
continuate a lottare e a scoperchiare le malefatte di questi mafiosi che ci governano.
Non dimenticheremo.
***** Vinciamo noi.
francesco

francesco mangiameli, pedara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 21.04.14 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Col 416ter approvato che ha dimezzato le pene ai mafiosi, esulta solo la mafia.

Non voto più i partiti Commentatore certificato 21.04.14 22:11| 
 |
Rispondi al commento

è una legge fatta da mafiosi per i mafiosi.
Fuori la mafia dallo stato

Baby F., Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.04.14 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Esatto, ormai a forza di connivenze con i mafiosi, anche gli italiani non percepiscono più la gravità di simili scelte.
Quanto mi piacerebbe assistere ai primi provvedimenti di un M5S al governo! Altro che "sporcarsi le mani", vorrei scelte conseguenti alla grande speranza che il movimento sta riuscendo a riattivare! Viva la lotta alla mafia, viva un'Italia onesta! Tornerà di moda.

Paolo C., Roma Commentatore certificato 21.04.14 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Infatti uno stato che è realmente contro la mafia,nel caso di improporzionalità della pena,alza quella al mafioso invece di abbbassare quella del politico. Bastarebbe questo per defenestrare tutti quelli che han votato a favore di questa riduzione di pena

Paolo G., Matera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.04.14 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Io sono con Di Matteo e con il M5* Fuori la mafia dallo stato!!

nando c., pr Commentatore certificato 21.04.14 21:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori