Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il #PrecariAct: la pernacchia di Renzie ai lavoratori

  • 59


renzi_pernacchia.jpg

"Il lavoratore con contratto e termine deve avere una retribuzione più alta rispetto ai lavoratori a tempo indeterminato: il M5S propone che sia riconosciuta al lavoratore precario un'indennità di flessibilità aggiuntiva pari al 30% della retribuzione ordinaria". Il 20 marzo 2014 grazie a Renzie il lavoro è tornato ad essere schiavitù. Assistiamo alla liberalizzazione dei contratti a termine, per la cui stipulazione non è più richiesta una causa di giustificazione oggettiva. Con le innumerevoli proroghe possibili pensate dagli schiavisti del nuovo millennio, e l'estensione della durata massima di successione dei contratti a complessivi 36 mesi, si procede allo smantellamento del diritto al lavoro. Il decreto legge viola gli obiettivi e i principi ispiratori della direttiva europea tesi all'adozione del contratto di lavoro a tempo indeterminato come forma comune, prioritaria e principale di assunzione e d'ingresso nel mercato del lavoro rispetto al contratto a tempo determinato. Il decreto crea nuovi posti di schiavitù iperprecaria. Inoltre sono state presentate modifiche per aggirare il paletto che poneva un limite alle assunzioni a termine pari al 20% della forza occupata. La precarietà non deve esistere. Sarà una guerra su ogni emendamento. Questo Decreto è un insulto ai cittadini, ai precari, ai lavoratori, ai sindacati. In Commissione Lavoro abbiamo richiesto la votazione nominale per far conoscere ai cittadini i nomi dei parlamentari che stanno distruggendo il lavoro in Italia. Il Pd ha respinto la nostra richiesta: vogliono insabbiare la liberalizzazione dei contratti a termine. Non ci mettono la faccia. Questi decreto deve essere ritirato." M5S Camera

donazioni-europee.jpg


VINCIAMONOI! Clicca sul banner per scaricare il volantino:
banner_europee.jpg

18 Apr 2014, 11:12 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 59


Tags: jobs act, lavoratori, lavoro, precari, precariact, Renzie, schiavi, schiavi moderni

Commenti

 

Ma soprattutto, visto che il sistema economico ormai si regge sui precari, credo sia estremamente ingiusto che questi debbano andare in pensione con la stessa legge valida per i lavoratori a tempo indeterminato. Ogni anno di contribuzione di un precario dovrebbe valere il doppio o il triplo. E soprattutto i precari devono andare in pensione massimo a 55 anni, perché dopo che questi hanno sostenuto il sistema economico e permesso che la maggioranza dei lavoratori avessero un contratto a tempo indeterminato, sarebbe un atto dovuto e di riconoscimento.

Super Precario 09.06.16 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Si aumenta la precarietà con questo decreto sul lavoro. Vorrà dire che alle banche le rate del mutuo le si pagherà al massimo 5 volte!

Michele P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.04.14 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Renzi, con 59 euro mensili netti ad un lavoratore che guadagna 25000 euro l’anno, ha aumentato lo stipendio del 2,4 per cento, ma a milioni di risparmiatori ha aumentato l’imposta del 33,5 per cento, dal 20 al 27 per cento, dopo che Monti l’aveva aumentata del 60 per cento, dal 12,50 al 20 per cento: tra Monti e Renzi un aumento del 116 per cento. Alla faccia della Costituzione che stabilisce all’articolo 53 che “Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”; per rispettarlo, tutelando i piccoli risparmiatori, bastava stabilire uno scaglionamento dell’imposta secondo l’entità del risparmio, cosa che Renzi si è ben guardato dal disporre.
C’è di più: il Governo ha dato via libera all’aumento delle addizionali regionali e comunali dell’Irpef e le Regioni e i Comuni, ridotti con l’acqua alla gola anche per le truffe dei propri amministratori, stanno provvedendo. Il Sindaco di Roma, ad esempio, ha già deciso. Ancora una volta paga la maggioranza del Paese, i lavoratori e i pensionati che sicuramente le tasse le pagano. Nei fatti quindi Renzi, che si definisce “di sinistra”, non fa altro che togliere a chi vive od è vissuto col proprio lavoro più di quanto trasferisce ad altri lavoratori; alza, però, la cortina fumogena, togliendo alla banche una piccola parte di quanto gli ha regalato Letta e tagliando poche centinaia di milioni a qualche migliaio di alti burocrati. Questi venditori di tappeti, Renzi, Del Rio e Padoan, che non fanno che applicare la politica dettata dalla Merkel, vanno smascherati, insieme al PD che li sostiene. Dobbiamo farlo con molta forza sui media, sulla stampa e soprattutto sulle piazze, da qui al 25 di maggio, giorno in cui gli dovremo far pagare il conto.

Lamberto Filisio 22.04.14 00:07| 
 |
Rispondi al commento

I PRECARI ESISTONO SOLO PERCHE' NON VENGONO FATTI CONTROLLI SERI E REALI DAGLI ISPETTORATI DEL LAVORO SUGLI ADDETTI IN NERO. PER POTER SOSTENERE LA CONCORRENZA DI CHI FA LAVORARE IN NERO LA GENTE CHI HA ALTRI ADDETTI ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO DEVE ASSUMERE DEI PRECARI. DA PRECARIO DA "SOLI" 15 ANNI POSSO TESTIMONIARLO. I PRECARI ESISTONO PERCHE' TRA GLI ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO CI SONO I "RACCOMANDATI" CHE SONO INTOCCABILI ED ILLICENZIABILI. I PRECARI ESISTONO PERCHE' A QUALCUNO SI DEVE DARE LA COLPA SE L' IMPRESA VA MALE. LA COLPA NON E'MAI DEI MANAGER PER DOGMA...

Luigi P. Commentatore certificato 19.04.14 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

soliti bastardi

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato 19.04.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dire!!! Dopo che ci sono stati tolti tutti i nostri diritti, vogliono trasformarci in precari a vita? Io sono l'esempio di questo teatrino politico, dopo quasi trent'anni di duro lavoro, sono stato licenziato per " giustificato motivo oggettivo", parola legalmente creata per salvare questi imprenditori farabutti che piangono miseria sfruttando la crisi,( milionari a servizio delle lobby),per anni ho gestito servizi, sempre incrementando il lavoro e soprattutto i posti di lavoro. Oggi sono tornato in dietro di trent'anni ritornando da capo a meno della metà del precedente stipendio e co 4 livelli in meno, precario a vita a 48 anni. Ma che cosa ho sbagliato per essere trattato in questo modo infame, sono peggio dei Manager statali che fanno profitto licenziano persone, il Signor Moretti ha sistemato i buchi delle ferrovie dello Stato licenziando 60.000 persone dal 2009 ad oggi con un impatto esageratamente negativo sul servizio. Però Lui e bravo..., e l'esempio da seguire, guadagna 300 volte di più di quello che prendevo io. Se mettevo una persona qualunque a capo delle ferrovie avrebbe fatto sicuramente meglio di questo Signore. Da anni con la globalizzazione i profitti si fanno abbattendo il personale è per questo motivo che siamo tutti senza lavoro. Mettono a capo delle aziende degli imbecilli incapaci servi del potere, senza idee, bravissimi a licenziare e poi ci domandiamo perché siamo ridotti così!!!!!

celestino Regina 19.04.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Questo Decreto è un insulto ai cittadini, ai precari, ai lavoratori, ai sindacati."

Sono d'accordo su tutto, però secondo me il movimento 5 stelle dovrebbe chiarirsi internamente su quale posizione tenere nei confronti dei sindacati.

Mattia Codato 19.04.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi burattino

Americo M., Ciampino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.04.14 09:20| 
 |
Rispondi al commento

È un pupazzo che sta completando l opera di distruzione del paese ! Noi artigiani per sopravvivere ci dobbiamo spaccare la schiena ma per quanto dureremo ancora ?

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 19.04.14 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia azienda già da anni i lavoratori temporanei vengono pagati di più. Quando gli si offre un impiego definitivo, ci rimangono male perché vanno a guadagnare di meno. L'iniziativa di Renzi va nella direzione giusta. Chi accetta un impiego saltuario o temporaneo deve essere pagato di più e questo è molto apprezzato dai lavoratori, soprattutto quelli giovani.


CI SIAMO SEGNATI IL DITO MEDIO DI GASPARRI. ADESSO CI SEGNIAMO PURE IL TUO BRACCIO.

Giovanni Diodato (giovanni diodato), Marcianise Commentatore certificato 18.04.14 23:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Incredibile, ma durante il suo celebre viaggio in Italia, Goethe deve aver incontrato anche qualche elettore piddino. A loro dedicò questo aforisma: “Nessuno è più schiavo di colui che si considera libero senza esserlo.”

Ma lo scrittore tedesco non è l’unico ad aver incrociato qualcuno degli ottusi seguaci dell’Ebetino. Nel 1655 (il Seicento che ora riviviamo, appunto), il poeta e storico William Drummond, detto anche il “Petrarca scozzese”, s’imbatté in un gazebo camminante. In un primo momento credette che si trattasse di un miracolo, ma poi scoprì che erano solo degli attivisti piddini che scappavano dopo aver visto la piazza riempita dai Cinque Stelle. Provò a discutere con questi renzieani del Jobs Act, ma alla fine concluse: “Chi non vuol ragionare è un fanatico; chi non sa ragionare è uno sciocco, e chi non osa ragionare è uno schiavo.”

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.04.14 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Così ci fu insegnato: ...Quali sono, o figlio di famiglia, i quattro cattivi elementi da eliminare? La distruzione della vita, o figlio di famiglia, è cattivo elemento, il prendere il non dato è cattivo elemento, il non retto comportamento per brame è cattivo elemento, il dire menzogna è cattivo elemento. Questi sono i quattro cattivi elementi da eliminare.
Così sta accadendo oggi oppure è proprio l'esatto opposto degli antichi insegnamenti?
Chi trasmise quegli insegnamenti non è più rappresentato da secoli nelle debite sedi.
Oggi constatiamo che: ...anni or sono si diceva che quel partito era del popolo e avrebbe tutelato i lavoratori e le classi sociali meno abbienti... ma oggi chi rappresentano costoro?
E quegli italiani che per anni e anni hanno ciecamente creduto in loro, oggi che cosa pensano?
Chi sono realmente costoro? Dai fatti appaiono governanti non ligi al dovere ed ancor meno del rispetto della giustizia di cui si son sempre fatti paladini!
Il lavoro nobile che fu svolto dagli uomini di buona volontà non è stato forse calpestato sino a portare il nostro Paese alla svendita totale dei tesori che appartengono allo nostro Stato?
Le attività umane improntate al merito ed all'onestà nel lavoro furono distrutte dal potere espletato nella corruzione ordita dalle istituzioni di potere che ancor oggi, accorpano moltitudini di esseri al soldo in cambio di lavori sicuri e remunerati oltre ogni limite umano.
Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince nelle azioni illuminate del Movimento 5 Stelle.
Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri.
Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 18.04.14 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Signori ora tra i Ragazzi la meta ' non ha lavoro


L' altra meta' lavora quasi tutta. Ma precariamente


Se adesso e' vero che l'Italia e' FONDATA sulle pensioni...

Il futuro lo stanno suicidando

rubandoci l'Italia e gli Italiani. Se non votiamo m5s signori,

non gli verra' mai mente di metterre il politometro, e' come

se i capi mafiosi si mettessero da soli al 41 bis


se non liberiamo il governo da questi porcellum


conviene quasi farci gli occhi a

mandorla e diventare tutti cinesi; tanto le varie leggi


bossi-fini e le altre leghiste hanno solo incentivato


il capolarato e ricattato con multe di clandestinita' quasi mai

pagate, tra l'altro i maggiori sbarchi sono avvenuti con i

leghisti non dovrebbero dire puttanate nonostante la loro merda propagandistica e' assimilabile
A
la stessa di Berlusconi che dice di rispettare la Magistratura e la marionetta delle lobby e dei Partitocratici che e' Renzi

piuttosto che inginocchiarsi e chiedere loro la pietà.

Vinciamo noi ★★★★★


Sergio Madeddu Bosa Nuoro 18.04.14 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La traduzione in italiano di " job act " vuol dire
per i lavoratori italiani "lavoro accattone" o lavoro ultima spiaggia! Da Renzi, uno con la pancia piena, che vi volete aspettare. Siamo quasi al caporalato, altro che politiche di sinistra, il Pd è il partito che si abbassa i pantaloni davanti al padrone di turno sperando di raccattare le bricciole per sè. La torta per i lavoratori è sempre la stessa e il Pd vuole dividerla su più persone per aumentare di qualche
numero le statistiche degli occupati. Solo un babbeo non terrebbe conto che gli stipendi non permettono di arrivare a fine mese. Siamo al solito gioco delle tre carte dei miseri bari da bettola malfamata. Ma non si fanno schifo da soli, se fossi in loro sputerei in alto cosicchè
mi ricada in faccia lo sputo. Date retta a mè, se tutti gli italiani incrociassero le braccia per 6 mesi, il governo Renzi non durerebbe di più!
L economia la fanno coloro che si spaccano le palle tutti santi giorni non quei ciarlatani raccomandati!

zanzara velenosa 18.04.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo é peggio di una zecca.
Dopo averci succhiato il sangue,
In qualche modo lascera il posto
Ad un altro parassita che continuera a dissanguarci.
DOBBIAMO FERMARLI
DEVONO FINIRE TUTTI IN GALERA ,CI STANNO RUBANDO
LA VITA QUESTI BASTARDI.

amsicora shardana 18.04.14 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro è sempre stato precario per quasi tutti, solo alcuni privilegiati hanno potuto godere dell'intoccabilità dello stipendio.Oggi che pure lo Stato è in bilico e non sarà in grado di pagare pensioni e stipendi non è la precarietà il problema ma i privilegi di chi continua ad avere tutele intoccabili.
Cafiero Pasquale

A L., roma Commentatore certificato 18.04.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' QUESTA LA STRADA: SEMPLICE LOGICA ED EFFICACE.

IL LAVORATORE A TEMPO DETERMINATO deve essere pagato di più in maniera inversamente proporzionale alla durata del contratto sottoscritto. La stessa cosa per tutti i tipi di contratto di lavoro diversi da quello ordinario a tempo indeterminato.

qualche esempio:
a) c. di l. di durata fino ad un mese + 30% come indennità aggiuntiva da calcolare sulla base della retribuzione minima prevista dal relativo CCNL di categoria;
b) c. di l. di durata superiore ad un mese ed inferiore a 4 mesi + 25% come sopra;
c) c. di l. di durata superiore a 4 mesi e fino ad un anno + 20% come sopra;

IN CASO DI IRREGOLARITA' CESSAZIONI DI TUTTI I BENEFICI FISCALI E CONTRIBUTIVI PER IL DATORE DI LAVORO A FAR DATA DAL PERIODO IRREGOLARE.

RIPRISTINO DELL'OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELLE DIMISSIONI ALL'U.P.L.M.O

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.04.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento

il mondo alla rovescia
coloro che svolgono l'attività politica devono essere "precari" per eccellenza, ovvero cittadini che stabiliscono leggi e norme che di li a poco essi stessi vivranno sulla loro pelle. Solo così un pendolare che si ritrova a legiferare sui trasporti, farà leggi che li renderanno efficienti nell'interesse pubblico, xchè da li a poco tornerà ad essere il pendolare che era , godendo con l'intera nazione delle buone leggi fatte !!
invece i ns politici una volta entrati nei palazzi non ne vogliono più uscire, e fanno leggi sulla pelle di noi sudditi, rendendo sempre più precara la nostra esistenza, e lavorano esclusivamente per mantenere i loro privilegi assurdi !! ......QUANTO MANCA ?????

ina ghigliot 18.04.14 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Prima di smantellare il lavoro, si doveva smantellare il sindacato. Il sistema grava sull'operaio iscritto con una legge perniciosa, che non consente di staccarsi immediatamente. Che guarda alla politica di riferimento dove confluiscono, anziché ritornare al mondo lavorativo terminato il loro lungo mandato. A onor del vero, un uomo merita per l'impegno, la passione, che denota il soffrire per non essere in grado di raggiungere quel minimo di tutela per i suoi associati, svenduta da altri, compresi i suoi superiori che lo vorrebbero mettere al “rogo disciplinare”. Ma voglio indignare anch'io parafrasando “che lavoratore é questo”, che subisce norme che non gli garantiscono nulla, neppure il domani, che fanno passare i mancati contributi per il futuro, come guadagni-aumenti attuali, come fossero una conquista stipendiale. Ma erano già retribuzione, spesi oggi non li trovi domani, né si troverà i risparmi dai contributi dei datori di lavoro. Ma tutto si risolve con la polizza pensionistica, che nessuno é in grado di farsi. Quando il sistema arriverà al punto critico allora si abbasseranno le già sotto stimate pensioni. E siamo così stolti da elogiare siffatti dotti politici ed economisti, persi nella bifera della sopravvivenza, che hanno l'appoggio sindacale. Tenersi in busta la quota d'iscrizione sindacale è un risparmio ed aumento di stipendio, alla pari dei contributi non versati.

f.d. 18.04.14 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Come é stato giá detto il PD non é l'acronimo di un partito ma quello di una bestemmia. Una bestemmia sociale. I bestemmiatori piú incalliti a marchio PD sono D personaggi come 'Alema che si é arricchito con i soldi depredati agli elettori/cittadini e con i quali, oltre a comprarsi barca e garantirsi benefici borderline quali un'attico ad un affitto popolare (da monolocale) in pieno centro Roma ha pure acquisito terreni e attrezzature in tal misura da produrre (forse pure usufruendo dei contributi europei all'agricoltura) olii e vini. E nessuna meraviglia se questa attivitá risultasse in concorrenza sleale all'economia locale. Cosí fan tutte le trojke cosí si diventa bestemmiatori sociali con il marchio PD sulla fronte e sulla mano destra... come fosse il biblico marchio della bestia.

E Prodi o D'Amato o Letta o il condannato per danni erariali Renzi? Idem come D'Alema :-) Se questi "Premier in lattex" avessero amato la patria come amano il denaro sarebbero annoverati tra gli eroi anziché tra le merde.

giovanni savaresi 18.04.14 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Avete centrato il punto. La schiavitù del nuovo millennio. Lavoro 12 ore al giorno sottopagato e precario senza diritti e sottoposti ad ogni tipi di vessazione. Poi in televisione si vedono scene irreali di vita che non esiste in spot pubblicitari dove tutti sono ricchi spensierati e felici. E i programmi di intrattenimento sono copiosi e ci fanno la morale con conduttori e ospiti opinionisti della casta strapagati e fuori dal mondo reake . RIBELLIAMOCI!!"!

simone simoni 18.04.14 14:50| 
 |
Rispondi al commento

ANCORA UN PO DI PAZIENZA,IO LO SO E L'HO CAPITO.TUTTI STIAMO ASPETTANDO IL 25 MAGGIO.QUINDI QUANDO ANDATE NELLE URNE NON ESITATE, UNA SOLA X SUL MOVIMENTO 5 STELLE.

Giovanni Diodato (giovanni diodato), Marcianise Commentatore certificato 18.04.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Fermiamo questo scempio di Renzie!!

Valerio D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.04.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Sì, va beh, ma io intanto, 57enne ex operaio tornitore resto senza lavoro e senza reddito. Sono diventato povero, più povero degli extracomunitari per i quali c'è sempre un bonus una comprensione e una simpatia. Per me nulla, sono diventato un uomo invisibile per le "istituzioni". Mi sono ridotto, per ragranellare qualche prezioso eurino, a raccogliere i germogli di pungitopo da vendere al mercato contadino, da clandestino, che se mi vedono i guardioni mi danno pure la multa. Renzi, vai a cagare te e tutti i tuoi simili.
Sono talmente arrabbiato che non andrò nemmeno a votare alle Europee. Tutti mi hanno tirato per il culo, compreso il M5* che non ha fatto nulla per quelli come me, a parte le solite chiacchiere e slogan inutili. Sono deluso, anche perchè i burocrati dentro al movimento non mi hanno dato il diritto al voto on-line, ho mandato due o tre volte tutti i documenti, ma non ho avuto nessun riscontro. Staff, siete come minimo dei maleducati. Io sono iscritto della prima ora, ho sempre sostenuto il movimento anche con i miei articoli pubblicati sul mio Blog e su altri Siti.
Era il mio modo di essere attivista, ma non frega niente a nessuno, a quanto pare. Bravi Staff, il mio voto e il mio appoggio lo avete fatto perdere.
L'unico barlume di simpatia che ho ancora per il 5* è dovuto a Beppe e a pochi altri.
E non ditemi che sono un Troll o un infiltrato del PD, come già qualche sciocco ha insinuato. Clausneghe.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.04.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Matteo Houdini Renzi..

vincenzo morra (maiol), napoli Commentatore certificato 18.04.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

il Job-acts rimandato ai primi 6 mesi del 2015....se tutto va bene, così ha asserito il Ministro Poletti....e Renzie andava dicendo in TV prima che diventasse primo ministro che doveva essere varato entro i primi mesi del 2014....assegno universale, e altre cazzate varie...invecve cosa ha fatto? mettere i "presunti" 80 euro ha chi ha una busta paga e ne guadagna meno di 1.500.....e i 4 milioni di disoccupati (e non sono 4 come affermano ma molti di più), quelli che lavorano in nero? le pensioni di 200-400-600 euro al mese???? GENTE SVEGLIA, E' ORA DI DIRE BASTA!!

Rocco D., Ruvo di Puglia (BARI) Commentatore certificato 18.04.14 13:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPPE,
NON NE' AZZZECCCA UNA RERNZI,E PER DI PIU' CONTINUA A PRENDERE IN GIRO,IL MONDO DEL LAVORO

alvise fossa 18.04.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Ecché volevate pretendere da uno che non ha mai fatto un caxxo in vita sua (tranne prendere per il culo gli altri s'intende)?
..che facesse il gesto dell'ombrello ai lavoratori! ^_^

Manuele V., Marche Commentatore certificato 18.04.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Bravi!! Non ne possiamo più dei vari pseudo esperti che elogiano il tempo determinato come una manna dal cielo!! E' una truffa organizzata!!!

simone c. Commentatore certificato 18.04.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vi aspettavate da uno che voleva togliere la pensione di reversibilità a sua nonna?Spero che,finalmente, i piddini capiscano che renzi vuole solo il potere e GRILLO vuole aprire gli occhi alla gente e aprire il c**o a tutti quelli che hanno portato l'Italia al collasso.

alfonsina p. Commentatore certificato 18.04.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento


Già solo per l'expo 2015 e i posti di lavoro tanto sbandierati...leggete qua :


http://milano-fiera.net/2014/04/05/expo-2015-costretti-a-lavorare-gratis/

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.04.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

da tenere presente che in caso di licenziamento per prendere ASPI inserita con la legge fornero bisogna aver fatto 24 mesi di lavoro continuativo, per cui con questa legge nessuno potra' averla

enzo s., Genova Commentatore certificato 18.04.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come ce lo leviamo dalle p..e questo? vuole governare fino al 2018!!! quante porcate riuscirà a fare ancora?

L.B. 18.04.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicuramente chi non è d'accordo ha un contratto a tempo indeterminato vero? se avessero lavorato, anche come supervisore con assegnazioni di lavori Nazionali per 25 anni come me, con contratti (sempre meno remunerativi perchè privi di diritti)co.co.co e co.co.pro parlerebbero in maniera diversa......ricordatevi che tutti i contributi pensionistici che non si pagano oggi creeranno i mendicanti di domani...io pur avendo lavorato quasi ininterrottamente per 25 anni non avrò mai una pensione!!!!!! caso mai, poi, vado a mangiare a casa di pinocchio renzi

cinzia biondi, roma Commentatore certificato 18.04.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe.... scendi in piazza anche tu.....

Giuseppe I., Cosenza Commentatore certificato 18.04.14 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Non ho mai creduto a questo Pinocchio

enrico caciara 18.04.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento

La maggiorazione è una buona iniziativa perché indennizza la precarietà.
Il 30% è però a mio avviso troppo elevato. Se il vostro pensiero è: disincentivo il lavoro a termine così assumono a tempo indeterminato allora l'errore è grossolano. L'imprenditore prenderà a nero con ancora minori garanzie di un contratto a termine.
A mio modesto avviso basterebbe una maggiorazione al 15% / 20% magari detassata per il lavoratore (10% di irpef per esempio) in modo tale che il lavoratore abbia più soldi in tasca.

Alessio D. 18.04.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori