Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il referendum sull'Euro

  • 747


referendum_euro.jpg

L'Italia ha perso la sua sovranità monetaria senza che i cittadini fossero interpellati. Nessuno ci ha spiegato i pro e i contro, i rischi e le opportunità e un eventuale piano B di uscita in caso di fallimento. Hanno espropriato gli italiani della loro moneta trattandoli da sudditi. Per questo motivo è necessario dare loro la parola con un referendum che, come spiegato nell'articolo che segue, è fattibile ed è legittimo. In alto i cuori!

"È con l'istituto tipico della democrazia diretta - il referendum - che i cittadini italiani, il 18 giugno 1989, sono stati chiamati a pronunciarsi sul potenziamento del ruolo dell'Europa, «affidando allo stesso Parlamento europeo il mandato di redigere un progetto di Costituzione europea da sottoporre direttamente alla ratifica degli organi competenti degli Stati membri della Comunità».
In altri termini, con la Legge Costituzionale 3 aprile 1989, n. 2, è stato formalmente indetto un referendum popolare di indirizzo, non meramente consultivo, attraverso il quale è stata richiesta la legittimazione popolare per il trasferimento di sovranità dallo Stato italiano all'Unione europea (allora Comunità).
Ecco dunque che, nel solco già tracciato, potrebbe tranquillamente essere indetto, con legge costituzionale, un nuovo referendum di indirizzo, per sottoporre ai cittadini italiani il seguente quesito: «Ritenete voi che si debba procedere all'uscita dell'Italia dall'utilizzo dell'EURO?».
La legge costituzionale istitutiva di un referendum di indirizzo ad hoc avrebbe il pregio di neutralizzare i possibili rischi derivanti da un referendum abrogativo ed, in particolare, dalle esplicite esclusioni previste dal vigente articolo 75 Cost.
In ogni caso, oltre all'aspetto formale, un referendum sulla permanenza del nostro Paese nell'area della moneta unica non farebbe altro che concretizzare il principio cardine del nostro regime democratico, solennemente sancito nel primo articolo della Carta Costituzionale repubblicana, secondo cui «La sovranità appartiene al popolo». Al popolo sovrano, dunque, la parola!"
M5S Senato

Potrebbero interessarti questi post:

La guerra dell'Euro
Il fischio della sirena
La modesta proposta di Beppe Grillo

2 Apr 2014, 17:47 | Scrivi | Commenti (747) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 747


Tags: euro, movimento 5 stelle, referendum

Commenti

 

Poche chiacchiere.

L'iniziativa è buona, anzi ottima, ma ha senso solo se fatta alla svelta, anzi di corsa.

Quando venite a Vicenza a raccogliere le firme?

Giovanni

Giovanni Pierotti 20.10.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Non sono né un economista e né un politico: sono soltanto un semplice cittadino, e guardo le cose da quest'ultimo punto di vista. Sono favorevole al referendum contro l'Euro, e spiego il perché. Ogni giorno, vedo cittadini della comunità europea, specialmente rumeni, che girano con auto di grossa cilindrata, con lo smartphone di ultima generazione, che si comprano villette a due piani e, che Dio li benedica, riescono ad aprire anche un'attività commerciale. Al contrario, sempre più spesso, vedo italiani che hanno tante difficoltà a tirare a campare, che si vendono l'auto per mandare a scuola i propri figli, che perdono casa per colpa di equitalia e chiudono i propri negozi perché massacrati dalle tasse. La domanda che mi pongo è la seguente: perché alcune nazioni che appartengono alla comunità europea, soprattutto quelli che ancora non hanno adottato l'attuale moneta, sembrano vivere meglio di noi? ritornare alla vecchia lira, se i risultati sono quelli ottenuti da altri cittadini comunitari, non dovrebbe essere per noi tutto questo dramma; al contrario, potrebbe essere un vantaggio.
Concludo dicendo che non ho nulla contro gli altri cittadini comunitari, ma soltanto evidenziare la differenza che c'è tra chi appartiene all'eurozona e chi, fortunatamente, è riuscito a rimanerne fuori.

Salvo, Roma 18.10.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Stare in europa e mantenere l' euro equivale a lasciare l'Italia in mano alla massoneria alle multinazionali estere e rimanere loro sudditi, siamo un popolo fiero, libero, e tale dobbiamo restare, i politici dipendono da noi e sono nostri dipendenti non noi i loro, se il 5 stelle si schiera apertamente contro l Europa per uscirne in toto, il voto mio e della mia famiglia e assicurato,la gente si sta svegliando,l'Europa e dittatura di pochi gestita da corrotti prezzolati ... già che il 5 stelle a seguito sarebbe interessante approfondire anche sulle famose ma poco chiacchierate scie chimiche ...

Dario Brambilla, Genova Commentatore certificato 13.04.14 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L euro cosi com'e non va .Pero dobbiamo anche fare autocritica in Italia ci sono troppi politici che si sono arricchiti con il LAVORO del politico vedi il caso( SE FOSSE VERO ) Formigoni ecc. bisogna proporre delle pene che chi ruba soldi pubblici e un reato gravissimo VA RADIATO DA TUTTI GLI UFFICI PUBBLICI e gli si toglie anche la pensione come negli U.S.A. Fa aumentare il costo della vita politico CORROTTO medicinali cibi e perfino case
CIAO MASSIMO. VINCIAMO NOI

massimo c., torino Commentatore certificato 10.04.14 20:55| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE BASTA BALLE!!

DENUNCIA IL RAGGIRO, IL POPOLO HA FIDUCIA IN TE!!!

IL DEBITO PUBBLICO viene presentato come una catastrofe .

MA QUESTO E’ UN GRANDE INGANNO.

INFATTI, SE IL DEBITO E’ IN GRAN PARTE IN MANO DEI CITTADINI STESSI (come avviene in Italia) QUESTO NON E' UN PROBLEMA.

IL DEBITO PUBBLICO E' = ALLA RICCHEZZA DEI SUOI CITTADINI, che pagano abbondantemente la QUOTA INTERESSE TRAMITE LE TASSE.

PERCHE’ ALLORA IL FISCAL COMPACT?

SEMPLICE! QUALCUNO VUOLE IMPOSSESSARSI DI QUELLA RICCHEZZA.

PERCHE' ? PERCHE’ STANNO GIRANDO per o 1USD circa 10.000.000 di USD virtuali (derivati o guadagni virtuali e transizioni)

I SOLDI VIRTUALI SONO FACILI DA ACCUMULARE, MA LE RICCHEZZE VERE NO! (CASE, TERRENI , ORO, MP, ecc ) NO. E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI INCASSARE.


Tagliando il DEBITO DI CIASCUN PAESE avviene proprio questo:

Da un lato si traduce in tagli di WELLFARE e SERVIZI (benessere diffuso di massa), dall’altro una enorme massa monetaria passerà di MANO sotto forma di investimenti alternativi che al momento opportuno SI DISSOLVERA’ IN QUALCHE “BOLLA” speculativa creata ad arte.

E’ la storia si ripete.


http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=AsoYXIDVQQw

IL PROBLEMA NON E' L'EURO SEBBENE LO CONTROLLANO, CONTROLLERANNO ANCHE LA NUOVA LIRA.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 08.04.14 18:13| 
 |
Rispondi al commento

UN COLPO DI STATO NON PREVEDE REFERENDUM!!!
RADDOPPIARE I PREZZI AL CONSUMO E DIMEZZARE PENSIONI, SALARI E RETRIBUZIONI IN "SOLE 24 ORE", EVIDENZIA LA VOLONTA' DEI PROMOTORI DEL GOLPE DI POLVERIZZARE UN PAESE SOSTANZIALMENTE RICCO PER FARNE TERRA DI CONQUISTA DEI POTENTATI FINANZIARI E MASSONICI INTERNAZIONALI.

CLAUDIO PANGIA

CLAUDIO PANGIA 08.04.14 15:17| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordon con Simone B."
Niente ritorno alla lira, ci ritroveremmo con quanttro soldi in banca che valgono meno di niente, chi ha portato gli euro all'estero a questo punto sarebbe molto, molto soddisfatto, stiamo attenti a non fare lo sporco gioco di questi farabutti."
Aggiungo anche che a quel punto i ricchi che all'estero sono pieni di Euro potrebbero decidere di riaprire qualche fabbrica in Italy, tanto ormai saremmo diventati come i paesi in cui adesso scappano per avere mano d'opera a costi bassissimi, diventeremmo anche noi un paese con manodopera a costo bassissimo, nella loro mente potrebbe esserci questo progetto demenziale, quindi loro sempre più ricchi e noi sempre più poveri con la sensazione nella ns. nazione di poterci permettere il lavoro, ma ripagati con moneta carta straccia e nel giro di qualche anno, quanti 1, 2 3, quando emergeranno le grandi nuove economie, ci ritroveremmo peggio di prima, privati di diritti, di soldi e costretti a sottostare a tutti i ricatti di questi ns. padroni con EURO all'estero, che ci avrebbero in completa schiavitù
meditate gente, meditate.

un'arrabbiata 08.04.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me purtoppo non vinciamo. C'è troppa gente delusa per la faccenda dell'immigrazione. M5s ha votato contro la legge del reato di clandestinità, tanta gente è molto delusa, gli arrivi di immigrati sono decuplicati rispetto all'anno scorso (11.000 ingressi in 4 mesi contro i 1500 dell'anno scorso, stesso periodo, notizia che pochi media comunicano).
E' stato un errore. Molta gente non si fida, non rivoterà ilmovimento. In troppi credono che il movimento non sia realmente anti euro, che prenda troppo le distanze da altri partiti europei...
Sarà una tonnara, ma non per la propaganda contraria, ma per ciò che si poteva evitare.

Mario S. Commentatore certificato 07.04.14 22:12| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA DEL CAMBIO DELL’EURO? Per i più giovani lo ricordo! (e RISPONDO A VITTORIO di FROSINONE)


Alla conversione del ECU (1997/1998) era:

1 EURO = 1.95 Marchi =1936,27 LIRE

0.76 USD circa

Nel 1 Gen 2002 con l’introduzione reale della moneta EURO i prezzi in ITALIA sono incominciati a salire quando a Feb 2002 è stato tolto obbligo del cartellino della doppia valuta.
Le associazioni consumatori ecc, iniziarono a denunciare l’evento ma il Governo allora in CARICA (Berlusconi) strizzando l’occhiolino al suo elettorato disse che era FALSO.

Costatato a fine 2002 l’avvenuto raddoppio dei prezzi avvenuto dissero che ERA COLPA DI PRODI! Per il cambio.

Il messaggio era : vendo la metà e si guadagna uguale (W l’EURO) chi c’era ed ha memoria se lo ricorda.

In molti tentarono di spiegare che oltre ad essere una Speculazione Ingiusta in realtà era la CONDANNA del commercio stesso.

PERCHE’ PRODURRE LA META’ COSTA MOLTO DI PIU’ per unità.

Inoltre in una società del consumismo come la nostra QUESTO AVREBBE CAMBIATO LE ABITUDINI.

EFFETTO DEVASTANTE SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.

ADESSO GLI STESSI VORREBBERO TORNARE ALLA LIRA PER RIFARE IL GIOCHETTO o forse per un altro motivo?

MA DOMANDATEVI!


Perché anche in GERMANIA i prezzi NON SONO RADDOPPIATI?


NON E’ CHE FARE UNA MONETA CON PAESI PIU’ SERI CI OBBLIGA A DIVENTARE + SERI PURE NOI?


Per tutti gli ANTI EURO concludo che nel mondo tutti sono capaci ad AVERE UNA MONETA CARTASTRACCIA QUELLO DIFFICILE E’ AVERNE UNA FORTE. (Se cosi fosse Argentina, Brasile, India, Indonesia, Rand hanno ultimamente tutti svalutato non per creare posti di lavoro e tanto meno garantiscono ricchezza diffusa (ma solo per una piccola elite).

E' QUELLO CHE VOGLIONO FARE IL CLUB Dei VECCHI PRIVILEGGIATI ADESSO DA NOI

Il SIGNORAGGIO E' ALTRA COSA:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=AsoYXIDVQQw

Simone B., Rimini Commentatore certificato 07.04.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo anch'io a proposito del 'Euro', stato voluto non dalla volontà del popolo,ma da un gruppo di economisti e dai banchieri noti!!
Ci terrorizzano dicendo che se uscissimo dal Euro sarebbe una catastrofe, ma è proprio il contrario.

Vi ricordate dell'esempio dell'Islanda?
L’Islanda si libera del Fondo monetario internazionale

La Nazione-isola del Nord Europa si sta riprendendo dalla crisi economica indotta dal monetarismo usuraio internazionale e lo sta facendo in modo del tutto opposto a quello che viene generalmente propagandato come inevitabile. Niente salvataggi da parte di Bce, Fmi o Banca Mondiale, niente cessione della propria sovranità a nazioni straniere, ma piuttosto un percorso di riappropriazione dei diritti e della partecipazione, e un coinvolgimento dell’opinione pubblica nazionale tra le più alte d’Occidente.

Anzi, dopo circa tre anni di aut aut rigettati dal popolo islandese attraverso un referendum e una Assemblea Costituente, il Fondo Monetario Internazionale e l’Islanda hanno preso strade diverse.
In tempi di presunti salvataggi nazionali portati avanti con ricette neoliberiste, di annullamenti di sovranità monetarie nazionali e di politiche di tagli violenti alle strutture amministrative, sociali ed economiche dei singoli Stati, lo stato islandese ha deciso di proseguire fermamente nella strada intrapresa oltre un anno fa, attraverso un imponente consenso dell’opinione pubblica nazionale, generalmente formata ed informata su temi così delicati e importanti.

Poi a proposito del controllo del potere, delle banche, vedere e divulgare i video qui sotto,

Video che sarebbe opportuno diffondere in tutti i social network!
diffondere nel Blog di Beppe!
e una questione di prendere 'Coscienza', come stanno le cose e di quello che sta succedendo!

http://youtu.be/4RAs-QPDn0Y

http://youtu.be/8_3vZBQFR4U

Salute a tutti

Walter

Walter Dietinger 07.04.14 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono per niente contrario ad una nostra uscita dall'euro, ma anche per questa decisione e poter votare il referendum informato, avrei bisogno di ulteriori informazioni.. pro e contro..continuiamo così! Vinciamo noi!

STEFANO B., BAREGGIO (MI) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.04.14 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E la finanza che rovina L Europa le banche le multinazionali con la crisi si crea una condizione di povertà lavorare e diventato un lusso si perdono i diritti
si sfruttano i lavoratori ci sono persone che lavorano 8 ore al giorno per 500/700 euro al mese
questi aziende di approfittatori che vanno puniti con delle leggi. chi stabilisce il prezzo delle case non io le finanziarie, perché una prima casa deve costare cosi tanto immaginate costasse meno della meta e sarebbe il suo prezzo vero, come negli anni 70/80 l economia sarebbe un altra cosa un saluto Massimo

massimo c., torino Commentatore certificato 07.04.14 00:49| 
 |
Rispondi al commento

NON SOLO AGLI ITALIANI E' STATA TOLTA LA PROPRIA MONETA SENZA ESSERE INTERPELLATI, MA ANCHE LA LORO BANCA D' ITALIA, LE LORO POSTE ITALIANE, LE LORO FERROVIE ITALIANE IN BARBA ALLA VOLONTA' DEL POPOLO.
CERTO CHE RISULTA STRANO ANDARE IN UN TRIBUNALE E SENTIRE "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IN NOME DI ALCUNI PARTITI ITALIANI, ANZI IN NOME DI ALCUNI POLITICI (O PARAPOLITICI O PARACULI) ITALIANI.
ANDASSERO TUTTI A CASA PRESIDENTE PER PRIMO.

antonio l., matera Commentatore certificato 06.04.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Non è importante la moneta quanto l'uso che se ne fa! Bisogna evitare che ci siano retribuzioni esagerate! Dovete abrogare la legge sulla Dirigenza del 2001. Non è possibile che un Dirigente guadagni il doppio rispetto ad una identica professionalità di un "non dirigente". Un ingegnere dirigente e uno non dirigente sanno fare le stesse cose! Il ruolo è stato spesso deciso dalle conoscenze politiche. Se così non fosse sarebbe screditata anche la funzione dell'Università! Un ingegnere laureato col massimo dei voti e senza andare fuori corso sarebbe inferiore, come competenza, ad un ingegnere "asino" laureato con voti scarsi e con tempi di laurea universitari da lunghissimo "fuori corso", ma nominato dirigente in seguito a conoscenze politiche. Il primo avrebbe una retribuzione di molto ridotta rispetto al secondo. Capite che qualcosa non funziona. Come può essere credibile la pubblica amministrazione se in tutti i settori sono presenti storture simili? Cosa ci possa entrare un referendum sull'euro se non come maldestra manovra di depistaggio per nascondere le storture del sistema e salvare quei personaggi che stavano, stanno e staranno rovinando l'italia.

Mario Cucca 05.04.14 21:59| 
 |
Rispondi al commento

mah...a me questa posizione sull'euro ricorda tanto quella sull'immigrazione...referendum, che poi chissà comè finisce per andare contro l'opinione comune. Sul reato di clandestinità se non ricordo male il movimento 5 stelle ha votato per l'abolizione. Dubito che gli elettori vi diano di nuovo fiducia dopo una cosa del genere.

fosco 1. Commentatore certificato 05.04.14 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando come sia possibile che chi accusa Ranzi un giorno si ed uno si di "Mentire" al popolo italiano poi imperterrito contin ui a parlare di Referendum sull'Euro.
Eppure lo stesso Becchi molto vicino a grillo ed al M5S lo ha detto chiaramente. L'art.75 della "Costituzione più bella del mondo" vieta espressamente i referendum sui trattati internazionali e quindi sull'Euro.
Va be che vespasiano disse il famoso "Pecunia non olet" ma cercare di raccogliere voti con queste panzane di Leghista maniera....

marco piccinini 05.04.14 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oppure si potrebbe estendere il ruolo del referendum consultivo, dal ruolo marginale e inutile qual è oggi a vero referendum consultivo. In ogni caso, vi riporto le parole di Enoch Powell, parlamentare inglese, pronunciate il 18 settembre 1972. (fonte Wikipedia, traduzione mia).
"... Il potere di controllare la quantità di denaro in circolazione, che è uno degli aspetti fondamentali della sovranità, è passato dal governo in altre mani; e pertanto devono essere create nuove istituzioni che esercitino alcune delle principali funzioni di governo. Queste determineranno il livello di spesa pubblica, determineranno la politica fiscale e si impossesseranno dei poteri dello Stato, poiché questi sono il meccanismo con cui si determina la quantità di denaro in circolazione. Ma faranno molto più di tutto ciò. Saranno le autorità massime riguardo gli aspetti economici e la struttura stessa della società: perché stabilendo prezzi e salari, rimpiazzeranno l'automatismo di domanda e offerta e - che sia giusto o sbagliato - lo sostituiranno con una serie di valutazioni, economiche e sociali, che essi stessi dovranno prendere... C'è un termine specifico per questo tipo di politica. E' ovviamente totalitaria, perché deve deliberatamente e con coscienza determinare la totalità delle azioni e delle attività della comunità; ma è un particolare tipo di totalitarismo: uno nel quale l'autorità è esercitata e le decisioni vengono prese da una gerarchia di corporazioni e centri di potere, a cui, in effetti, tali funzioni passeranno. Per questo particolare tipo di totalitarismo, il Novecento ha un nome. Tale nome è fascismo"

Davide R. Commentatore certificato 05.04.14 03:21| 
 |
Rispondi al commento

Credo che in Italia gli eventi politici non sono dovutamente apprezzati o analizzati, poichè, se i nostri politici hanno deciso di arricchirsi
illegalmente; di comportarsi come dei predoni; dettare leggi ingiuste che offendono e torcono la volontá dei votatanti; questi fatti tenebrosi,
che proiettano ombre assai oscure sul futuro del nostro Paese, non cambieranno in assoluto se per correggerli si decide di cambiare il tipo di
moneta circolante in Italia.
Una cosa non ha alcuna relazione con l' altra: é come confondere la stelle con le stalle.
Se una persona è perversa non c' è relazione tra il suo precario andare per la vita e il tipo di moneta che ha in tasca!!
Beato chi m' ha capito!!
Saluti

Coriolano 05.04.14 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che in Italia gli eventi politici non sono dovutamente apprezzati o analizzati, poichè, se i nostri politici hanno deciso di arricchirsi illegalmente; di comportarsi come degli scellerati; dettare leggi ingiuste che offendono e torcono la volontá dei votatanti; questi fatti tenebrosi, che proiettano ombre assai oscure sul futuro del nostro Paese, non cambieranno in assoluto se per correggerli si decide di cambiare il tipo di moneta circolante in Italia.
Una cosa non ha alcuna relazione con l' altra: é come confondere la stelle con le stalle.
Se una persona è perversa non c' è relazione tra il suo precario andare per la vita e il tipo di moneta che ha in tasca!!
Beato chi m' ha capito!!
Saluti

Coriolano 05.04.14 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Come è descritto nel rivoluzionario libro "Le radici naziste dell' UE di Bruxelles", coloro che hanno avuto un ruolo chiave nella costruzione della UE di Bruxelles, sono stati reclutati tra i gli stessi tecnocratici che in precedenza hanno fatto il piano per un’ Europa del dopoguerra, governata dai nazisti. Questo fatto, che è stato deliberatamente nascosto ai cittadini europei per oltre settanta anni, spiega perché la natura antidemocratica dell’ UE di Bruxelles assomiglia in modo scioccante ai piani dei nazisti per uno "spazio economico europeo totalitario" nel dopoguerra. Alla luce di tutto questo, non si dovrebbe più avere alcun dubbio sul fatto che non è possibile riformare l'UE di Bruxelles. I politici che governano non sono stati eletti dal popolo. Tutti i funzionari dell’ UE sono ormai posti al di sopra della legge e quindi è un'illusione pensare che ascoltino il popolo e agiscano nell’ interesse dei cittadini europei. La Dr. Rath Health Foundation si rende conto che l'Unione Europea di Bruxelles non ha alcuna intenzione di assecondare le richieste dei cittadini europei perché l’attività dell’ UE di Bruxelles non è basata sui principi fondamentali di libertà e democrazia, ma agisce come una dittatura. I 27 commissari della Commissione Europea e il loro presidente, Herman van Rompuy, non sono stati eletti dal popolo. Il potere del popolo, che dovrebbe eleggere il proprio governo, è stato effettivamente trasferito agli interessi delle grandi imprese multinazionali.
La dittatura dell’ UE di Bruxelles si pone al di sopra della legge

Trattato di LisbonaLa maggioranza dei cittadini europei non sa che il “Protocollo sui privilegi e sulle immunità dell'UE” collegata al cosiddetto "Trattato di Lisbona", pone l'UE di Bruxelles al di sopra della legge. Per esempio:

I locali e gli edifici dell’UE di Bruxelles sono "esenti da investigazioni" (Cap. I, articolo 1).
I membri della Commissione Europea e di altri funzionari dell’ UE di Bruxelles sono "immuni da procedure

DANIELE SCANDE, Carnate (MB) Commentatore certificato 04.04.14 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarà necessario conoscere in Europa gli altri gruppi, soprattutto quello di Nigel Farage: http://www.ilnord.it/index.php?id_articolo=2788#.Uz5z8AdC7dw.facebook

Marco R., Centallo (CN) Commentatore certificato 04.04.14 23:25| 
 |
Rispondi al commento

L'Euro è stato il Loro giochino. Il complotto studiato a tavolino per mettere in ginocchio L'Europa. Uscire dall'euro si può, e dobbiamo farlo per la NS salvezza. Dobbiamo essere indipendenti e tornare a cognare la NS moneta. Prima però, dobbiamo riprenderci anche La Banca d'Italia. E' inammissibile che sia in mano a una SPA. Per questo motivo, e secondo la regola della liberizzazione di mercato, ognuno di Noi potrebbe produrre denaro.

Filippo Malagola 04.04.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Con un giusto piano delle importazioni tutto si può fare con la lira, pero avremmo bisogno veramente di grandi menti brillanti x fare tutto ciò, io sono per la sovranità monetaria, energetica, politica e nazionale di tutti gli stati del mondo!! forza M5s!!!

Nicola Altea, Samassi Commentatore certificato 04.04.14 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ti vogliamo bene
Aiuta gli attivisti ad aiutarti, nel progetto comune : rendere questa nazione migliore realizzando comunità di base
coese con umile impegno e perseveranza

Rosa Anna Oioli 04.04.14 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Per salvare una moneta si sono indeboliti i Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. La sovranità finanziaria di bilancio non spetta né agli Stati nazionali e neppure all’Unione, ma ad un’oligarchia tecnocratica transnazionale priva di qualsiasi legittimità democratica ed immune da qualsiasi controllo. Per salvare un mostro, una moneta nata male e proseguita peggio, stiamo facendo a pezzi le nostre Costituzioni e ora perfino quei diritti che l’Unione Europea con la Carta dei diritti di Nizza intendeva tutelare.

Raffaello Bicchi 04.04.14 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Ritornare alla Lira? Solo e unicamente se (e sottolineo il se) si fosse un SERIO e COSTANTE CONTROLLO DI TUTTI I PREZZI e DEI SALARI. 1936.27 lire per euro? Ok? Ma chi ridarebbe all'Italia i soldi per ristabilire i confini di Stato? Verrebbero ristabiliti? Prezzi? Come quando siamo "passati" all'Euro? Nell'arco di poco tempo rapporto 1:1? Inflazione e prezzi oltre il 100%, ma gli sipendi aumentati solo del 50-70%. Non oso pensare al ritorno alla lira! Paga di 3.000.000 di lire, e i prezzi? Un litro di latte, dopo un anno, 4.000 lire? No! Lo Stato, come non ha saputo farlo una volta, non saprebbe farlo ora... controllare costantemente prezzi, stipendi e inflazione. E basta con la presa per il c..o dell'inflazione al 3%. Anche un analfabeta ha capito che la suddetta inflazione ha superato il 20-30%. Pretendiamo POSTI DI LAVORO, ADEGUAMENTO STIPENDI, CONTROLLO PREZZI e RIDUZIONE STIPENDI DEI PARLAMENTARI. DAI BEPPE, DAI IL BUON ESEMPIO, PIU' SERATE E MENO COSTI STATALI. E FUORI DAI C......I TUTTI I MATUSALEMME AL GOVERNO DAL 1930! AHAHAHAHAHAHAH. Ma ho reso l'idea, vero?????

Giorgio Marzari 04.04.14 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Nessun referendum, uscita unilaterale e subito! SOVRANITA'! NO EURO!

Nunzia Rosmini Commentatore certificato 03.04.14 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E... Non potrebbe far altro che bene, un simile referendum. Con la vittoria dell'uscita dall'eurozona l'Europa potrebbe ripensare lo scopo della sua esistenza: per la gente d'europa, non certo per la finanza. Un referendum piano "B"; sempre restando il piano "A" l'USCITA definitiva dall'Europa Unita!

HappyFuture 03.04.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento

questo referendum s'adda fà!

Giovanni 03.04.14 21:49| 
 |
Rispondi al commento

diciamo che da quando c'è l'euro siamo "falliti" però per legittimare una scelta il popolo si deve esprimere con un referendum...sul si o no..poi questi signori possono continuare a fare i furbi quanto gli pare..ma prima o poi le spazzeremo via tutti...!! e metteremo la parola fine a questi sopprusi continui..."la gente non è scema e non crede più alle loro cazzate"...!arriverà il giorno che il risultato dei referendum verrà rispettato e non aggirato...!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 03.04.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

euro esperimento fallito..Anche se la BCE cerca di sembrare ottimista, "meno negativo" significa semplicemente "che scende più lentamente". Il fatto è che il credito in tutta l'Eurozona sta subendo una grave contrazione.
Questo non fa ben sperare. La crescita di M3 è rallentata nell'ultimo anno a causa dei rimborsi LTRO e ora è scandalosamente bassa, all’1,2%, anche se è un po’ meglio dell’1,0% di dicembre. Questa non è proprio deflazione, ma ci va pericolosamente vicina, e i dati M3 suggeriscono che la deflazione è probabile, qualsiasi cosa Draghi possa pensare.

La vera domanda per la BCE è se deflazione sarà di breve durata. Il suo obiettivo è la prospettiva di inflazione a medio termine, non le modifiche a breve. Questo post della Fed di NY suggerisce che la deflazione, se proprio dovesse accadere, avrebbe in realtà vita breve: le aspettative di inflazione sono “stabili”, e infatti a gennaio l’inflazione ha sorpreso in senso positivo, confermandosi stabile allo 0,8%, anche se molto inferiore all’obiettivo del 2%. Ma i ricercatori della Fed di NY aggiungono che queste aspettative di inflazione stabile potrebbero essere dovute alla convinzione che la BCE dovrebbe allentare ulteriormente la politica monetaria. Quindi, in maniera perversa, le aspettative di inflazione stabile dovute alle anticipazioni di un allentamento della politica monetaria potrebbero indurre la BCE a non allentare affatto – un bell’esempio della Legge di Goodhart in azione.
Sembra che gli stessi modelli della BCE non indichino la deflazione come un rischio serio. Perciò, anche se la Commissione Europea apparentemente non è d’accordo, dubito che la BCE faccia del QE. A dirla tutta penso che la BCE non farà proprio nulla, eccetto forse abbandonare i suoi futili tentativi di sterilizzare l’acquisto di bond secondo il Securities Markets Programme (ora esaurito), e magari introdurre qualche misura per sostenere i prestiti bancari. Quando tutto quel che fai viene criticato dai falchi della Bundesbank

DANIELE SCANDE, Carnate (MB) Commentatore certificato 03.04.14 18:51| 
 |
Rispondi al commento

domanda semplicissima: da quando c'è l'euro state meglio o peggio?
La UE non riconoscerà MAI un referendum sull'euro costituzionale, al limite potrà essere un referendum conoscitivo, ma poi scusatemi, i referendum passati es. quello sul finanziamento ai partiti è servito??
se continuiamo su questa strada si arriverà ad una guerra..
M5S pensiamo seriamente a punti comuni con partiti eurono, nero su bianco, e vinciamo le europee..dai ragazzi, qui si tratta di vita o di morte!!
Stefano Malaguti

Stefano M., Bologna Commentatore certificato 03.04.14 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'altra proposta d'aggiungere al ns programma è l'introduzione del:
1- "SALARIO MINIMO" per tutti i lavoratori europei.
2-REFERENDUM EUROPE senza quorum minimo per la proposta e l'abrogazione di normative europee;
cosa ne pensate...


napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 03.04.14 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo gli Italiani per decenni si sono fatti anestesiare da politici di destra e di sinistra dandogli una cambiale in bianco per il loro futuro in totale disinteresse collettivo cosi si e creata una classe politica di cialtroni indegna di sedersi ad un tavolo assieme agli altri partner europei. chi si scaglia contro politici di altri paesi non vuole vedere la realta'.

andrea boscagli, münchen Commentatore certificato 03.04.14 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Un modo solo per tornare alla lira ci sia
Voto referendum
Prendere per le orecchie O DETTO ORECCHIE
Case petrolifere sul prezzo chiamato ripresa
Case farmaceutiche prezzo chiamato ripresa
Case immobiliari prezzo chiamato ripresa
case energie prezzo chiamato ripresa
Case banche e fina. prezzo chiamato ripresa
case alimentari prezzo chiamato ripresa
Tutto sarebbe possibile in 6 mesi potremmo tornare ai livelli di un tempo (Con pochi costi politica intendiamo) Vedrete che tutti questi elementi incitati ci penserebbero per il loro futuro e il nostro che sta pere finire. Finiti siamo Già ma fra un po anche incazzati.

riccardo 03.04.14 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'euro è la moneta della BCE nemmeno dell'Ue, da quello che posso aver capito la BCE crea gli euro e la immette nelle riserve dei mercati dei capitali privati che a loro volta prestano gli euro agli stati che si indebitano all'infinito. Le soluzioni possono essere due. O si va al parlamento europeo imponendo che l'euro diventa la moneta dell'Ue cioè dei popoli europei unificando i debiti di stato, oppure si torna alla lira cioè alla moneta sovrana. Dal mio punto di vista andare al parlamento europeo servirà poco a niente. La commissione europea è quella che propone le leggi (cioè le grandi lobby industriali e finanziarie), non il parlamento quindi la vedo dura per i nostri parlamentari. Per uscire dall'euro (con il referendum o no) lo può decidere solo il governo italiano.

damiano m. 03.04.14 15:31| 
 |
Rispondi al commento

giorni fà sono entrato in ferramenta per comrare 10 stop a gancio da 8mm. ...passo alla cassa ..pago 10 euro....esco e penso, ho pagato 8 stop 10 euro senza fiatare....ma se mi avesse chiesto 20mila lire avrei pagato senza fiatare oppure avrei chiesto se era caduto dal seggiolone!!!! riflettete sulla fregatura a piene mani dell'EURO!!!!con la lira dopo le prime difficoltà si tornerebbe al ritorno al lavoro e soprattutto all'esportazione massiccia e inconparabile!

franco a., roma Commentatore certificato 03.04.14 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe.....tu le interviste non gliele rilasci, ma loro i soldi dei cittadini continuano a prenderli......E' QUESTO che bisogna recidere !!!!!!!!!!!

terenzio eleuteri 03.04.14 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché non si è fatto come in altri paesi mantenere le due monete?

pasquale d., Alessandria Commentatore certificato 03.04.14 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Voglio che si ritorni alla moneta sovrana, ma non solo, voglio mangiare e avere la possibilità di usare prodotti del mio Paese, certificati, non roba che provenga da ogni parte del mondo e non sapere se è genuina o ogm

Franca Bella 03.04.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei solo anticiparvi cosa succederà al costo della benzina quando usciremo dall'euro.
Innanzitutto noi NON importiamo benzina ma petrolio greggio.
Su 100 euro pagati per la benzina al distributore in Italia il greggio ne costa solo 17,75 !!!
Degli altri 82,25 euro, circa
65 euro (tra accise e Iva) vanno allo Stato,
3,3 euro al gestore,
6,8 euro a chi gestisce il trasporto e il deposito dalla raffineria al distributore,
3,15 euro alle compagnie e
4 euro a chi controlla le grandi petroliere che curano i collegamenti con i giacimenti.
Perciò una eventuale svalutazione della nuova lira, mettiamo del 30%, comporterebbe un aumento del costo della benzina di circa 0,06 euro al litro!
PERTANTO CHI DICE CHE LA BENZINA ANDREBBE "ALLE STELLE" STA FACENDO SEMPLICEMENTE TERRORISMO!!

Stefano Ghisalberti, Bergamo Commentatore certificato 03.04.14 13:56| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROVATE per un attimo comparare lo stipendio medio degli anni 90 cira 1.900.000 lire mensili. ebbene con quello stipendio senza sprechi e sfarzi si poteva vivere degnamente e modestamente senza eccessive rinunce! provate ora pensare con l'equivalente di 950 EURO mensili! COME STATE ??? BISOGNA tornare alla lira ,senza ascoltare i falsi profeti sull'impossibilità della cosa! GLI ITALIANI NON HANNO VOTATO L'EURO!PERTANTO REFERENDUM VEDIAMO SE LA MAGGIORANZA STA MEGLIO CON L'EURO!!!!!

franco a., roma Commentatore certificato 03.04.14 13:56| 
 |
Rispondi al commento

MI SEMBRA UNA COSA GIUSTA IL REFERNDUM SULLL'EURO

alvise fossa 03.04.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Renzo Mattei for president!
aahahahahahahahah...è un grande!

uno di noi 03.04.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

@ b-r-u-n-o-b-a-s-s-i-e-x 03.04.14 02,03

è possibile il benessere per tutti...

paradigma abbondanza

paradigma carenza

(commento nella discussione al mio del 3 aprile ore 01,10)

...

Bruno ...

quel tizio lì (come lo dfinisci) è un PdR che si è tenuto uno stipendio sotto i 1.000 € per dare il resto ai suoi cittadini più bisognosi ...
E' un PdR che dice parole di una umanità senza pari e che parla di diritti sacrosanti ...ad esempio io credo e sono convinto che ogni uomo che nasce abbia diritto al cibo, alla dignità ed alla felicità nella sua vita ...
La vita non dovrebbe essere solo sofferenze ... per nessuno ...
Io non sono MAI stato comunista ma se questo è "comunismo" ... bèh ... pazienza ... me ne farò una ragione anche perchè non sono neppure di destra ...
destra / sinistra ... parole senza grande significato ormai ...
Qualcuno ha detto (non ricordo chi) che le risorse economiche del pianeta sarebbero sufficienti a sfamare tutti gli uomini ... è solo una questione di "distribuzione" ... Sole 400 persone ne detengono il 40 % ...

Per il resto ricordo tanti anni fa Beppe che respirava dal tubo di scarico di un auto il cui motore funzionava benissimo espellendo vapor acqueo ... i progetti ci sono stati già 50 anni fa ma da sempre insabbiati ed ostacolati da chi deteniene il potere perchè si vuole che si utilizzino il petrolio ed i suoi derivati (finchè ci sarà) ...
Lo scopo di quello che l'uomo da tempo fa non è sempre volto verso il meglio per se e per tutti gli altri uomini (e per il pianeta e per gli altri esseri viventi) ... spesso, troppo spesso, l'obiettivo da perseguire è l'ottenimento di potere e di denaro ... tutto quì il problema ...(e chisse ne frega delle conseguenze immediate e future ...)

Buona giornata ... (^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo per il referendum, ma ci sono molti italiani che temono di ritornare alla vechia lira e che uscire dall'euro porti più povertà_Errore! L'industria,il commercio internazionale se ne avvantaggerebbero perchè diventeremmo più competitivi quindi aumenterebbe la richiesta e ci sarebbe più lavoro per tutti. Basta importare dalla Cina , dalla Germania, diventiamo autonomi e rivalutiamo il marchio italiano.Alle casalinghe ,di cui faccio parte, dico: usate meno scatolette e ritornate a fare i dolci e marmellate come le nostre nonne e madri, se ne aavvantaggerà la salute ed il borsellino. Ritorniamo ai vecchi lavori di cucito, di maglia e, invece di spendere per comprare jean strappati ad arte perchè fa tendenza,mettiamo le toppe su quelli veramente usati.Gli uomini tornino a fare piccoli lavori di eelettricità, di mutatura,invece di andare in palestra per bruciare i chili di troppo o farsi i muscoli. Meno capricci e fronzoli per tutti e si vivrebbe meglio. Ritorniamo indietro di trent'anni? Ritorneremmo invece ad una vita più sana moralmente e socialmente, meno schiavi del denaro e più liberi di esprimere le proprie capacità. L'italiano è sempre stato un uomo intelligente, pieno di idee, versatile in ogni campo ,perciò sono certa che uscendo dall'euro, e passando meno ore davanti al televisore, ci aspetti una vita migliore.

cliana busi 03.04.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio passare alla lira cazzo..
ma i tuoi euro in banca si svalutano del 25% mi dicono.
gli rispondo, ma che ne frega tanto non ho un euro,
e penso che ormai il 99% degli italiani non hanno un euro, dunque cazzo ci devono svalutare.
voglio la mia bella lira.

bruno damiani 03.04.14 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema della leggittimità giuridica del referendum è un finto problema, perche durante la campagna elettorale ci sarebbero inevitabilmente attacchi speculativi ai nostri titoli da far impallidire quelli del 2011 (lo spread salirebbe tranquillamente a 1000). In un contesto del genere, con i media schierati pro-euro la vittoria della permanenza nella moneta sarebbe un fatto scontato.
La soluzione si chiama recupero "morbido" della sovranità monetaria. Ovvero è possibile creare IMMEDIATAMENTE una moneta complementare (Certificati di Credito Fiscale di Marco Cattaneo) che non implica l'uscita dall'euro, ma può essere usata per finanziare reddito di cittadinanza, pagamento debiti della Pubblica Amministrazione verso le imprese, riduzione del Cuneo fiscale, ecc.
I CCF possono essere affiancati all'euro durante il periodo di transizione prima del referendum. Quindi in caso di vittoria del si possono essere trasformati nella nuova moneta.

http://bastaconleurocrisi.blogspot.it/

Giorgio S. Commentatore certificato 03.04.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'economia non è facile.Sigle,tecnicismi e termini inglesi la rendono anche meno facile
Non sono una esperta di economia ma qualcosa ne so.Ho 2 lauree e una abilitazione a insegnare economia e diritto.Ma sono titoli vecchi e non sono aggiornata.Per cui mi appoggio al parere di 8 Premi Nobel che di economia e di euro ne sanno più di me.Non credo siano eversivi o populisti,anzi alcuni sono le massime autorità mondiali del liberismo.E,se dicono che dobbiamo uscire alla svelta dall'euro,ora che abbiamo ancora qualcosa da salvare,ci credo
L'alternativa è essere sbattuti fuori quando ci avranno rubato tutto e non avremo più niente
E' del tutto chiaro che il sistema Renzi non fa che continuare il sistema Monti e ci distruggerà a colpi di precarizzazione e disoccupazione, migliaia di nuovi licenziati e privatizzazione dello stato sociale e dei servizi pubblici,perché l'unica cosa che gli interessa è smantellare la democrazia parlamentare per un presidenzialismo forte che annienta tutti gli altri poteri e uccide il sistema di equilibri e di controlli
Non so cosa sia successo a quelli del Pd per sostenere un simile progetto! Ma la salvezza dello Stato è una cosa seria e non si può buttarla per una tifoseria da ultras
Il degrado politico è inaccettabile.Penso a Zanda che chiede leggi per escludere 9 milioni di elettori del M5S.O alla Boldrini che usa la ghigliottina per stroncare il dibattito in aula. Penso ai 110 che hanno votato il No a Rodotà per l'incostituzionale e insostenibile Napolitano.O agli scellerati che hanno votato,nelle condizioni in cui siamo,35 miliardi alle armi e 15 per dei caccia difettosi.Penso al grottesco regalo di 7,5 miliardi alle banche peggiori d'Europa.E alla truffa della finta abolizione delle Province per aumentare il carrozzone politico di altri 30.000 soggetti
Francamente sono disgustata
Ora 8 premi Nobel ci dicono di uscire alla svelta dall'euro prima che ci massacrino
Quanto sono i Nobel che ci dicono di restare ancora nell'euro?Ce ne sono?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Euro è stato devastato in italia dalla politica corrotta e sprecona dei due schieramenti politici PD e ex PDL che hanno aumentato il debito pubblico fino a farlo diventare 2000 miliardi di euro.
L'euro è una buona e solida MONETA in cui dall'estero poteva richiamare rifugio e investimento, come se fosse oro.
Dovete scegliere tra una moneta da svalutare di continuo (la lira) oppure una moneta forte come (l'euro).
I tassi di interesse sul debito con l'euro sono circa il 3% , invece con la lira "moneta ciofeca" diventeranno circa il 10%, se vorremo vendere il nostro debito in modo conveniente agli investitori esteri e italiani.
E' vero che noi italiani ne stamperemo a bizzecca di lira, ma più ne stamperemo più chiederanno tassi di interessi maggiori sull'acquisto del nostro debito pubblico.
La lira non è di sicuro una moneta rifugio per gli investitori ma rimarrà sempre una moneta da fuga!!
Personalmente ritengo che il problema non è l'euro ma i comunisti e i berlusconiani che hanno aumentato e speculato in modo inverosimile denaro pubblico fino aumentare il debito e le tasse ad un punto tale da tagliarci fuori dal mercato della produzione e del lavoro, impoverendo il cittadino fino a farlo diventare povero.
Uscendo dall'euro non ti libererai di sicuro dai comunisti e dai Berlusconiani.
Il nostro problema sono le tasse troppo alte è il debito pubblico esponenziale ad una fine economica del paese.
La soluzione sarà quella che il M5S prenda in mano più possibili amministrazioni pubbliche come il governo le regioni i comuni e tutti gli enti statali, in modo da gestirli a risparmio per contenere la spesa pubblica e abbassare le tasse e abbassare il debito pubblico per poi rilanciare l'economia e il lavoro.

Giuseppe D. 03.04.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se stiamo dentro all'euro finirà in guerra o in dittatura. così ci insegna la storia.

allora tanto vale giocarsi il tutto per tutto ed uscire adesso, subito, anche a costo che ci invadano con i carri armati (quelli veri, non i trattori).

giorgio r., novara Commentatore certificato 03.04.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' tutto molto più semplice:l'euro è stato introdotto nel nostro ordinamento con il d.legs 213/98 per cui non serve alcun referendum di indirizzo - che giuridicamente lascerebbe le cose come stanno - ma è sufficiente un bel referendum abrogativo della legge introduttiva per riacquistare la nostra sovranità monetaria e tornare ad essere uno STATO nel senso proprio del termine. Sapete che ha fatto Obama per rilanciare l'economia USA negli ultimi due anni? Ha stampato moneta e per il tramite della banca centrale (l'equivalente della nostra banca d'Italia pre-euro) l'ha immessa massivamente nel circuito economico. Come per incanto l'economia è ripartita. Il debito pubblico ha un valore puramente nominale: non è mai esistito fintanto che si aveva sovranità monetaria: era sufficiente stampare moneta. Non credo di essere stato l'unico ad avere votato M5S anche (e soprattutto) perché non vedo l'ora avere tra le mani la scheda elettorale del referendum euro si/no. Sinceramente non capisco perché, in questa prospettiva, è trascorso un anno inutilmente.....spero che il referendum il caro Beppe lo voglia davvero.....non solo a parole
cristian f. cagliari

christian f., cagliari Commentatore certificato 03.04.14 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

uscire dall'euro per fare cosa? rimanere nell'euro per fare cosa? un referendum sull' euro ha senso solo se è preceduto da una discussione sui motivi dell'attuale crisi, probabilmente il motivo principale dell' attuale crisi nasce dal fatto che le risorse del mondo sono sempre di meno e noi sempre di più, bisogna indirizzare nel verso giusto le nostre attività, andare avanti in questa direzione può portare solo verso il disastro. Di conseguenza uscire dall' euro solo solo se l' euro non è funzionale all' indirizzo che vogliamo dare alla nostra economia . Che tristezza, dopo anni di discorsi sull'unione europea e sul ricordo delle bruttezze delle guerre del passato , scoprire che era tutta una quistione di soldi

severino barbugli 03.04.14 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao
di salute bene, e il mio portafoglio che è in coma perenne.
chip en sai credo che sia in buona fede, e solo un po "pignolo" e vorrebbe sentire/vedere parole/gesti da parte di Beppe e non solo che siano "inattaccabili" da parte dei media, non comprendendo che questo è impossibile perchè Beppe non è un politico di professione (per fortuna).

uno di noi 03.04.14 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facciamo decidere a noi tutti del nostro futuro!!

Viva la democrazia, viva il M5S, viva i referendum!!

Valerio D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Come avvengono gli sprechi in Italia? Spendendo male gli euro. E il debito pubblico com'è? In euro. Scopo delle caste e della mafia è guadagnare più euro. La corruzione è in euro (siamo terzi in classifica dopo Messico e Grecia tra i paesi OCSE). Il figlio di un barone vuole la cattedra per guadagnare più euro. Per lo stesso motivo si fanno raccomandare gli amici dei politici. Nei paradisi fiscali mandiamo euro. Gli sversamenti dei rifiuti si fanno per risparmiare euro. L'evasione fiscale è in euro.
Usciamo dall'euro!!! I problemi dell'Italia saranno tutti risolti e vivremo ricchi e felici...

Pierpaolo A., pierpang@gmail.com Commentatore certificato 03.04.14 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Ormai, è troppo tardi.
Siamo come l'Argentina del 2000: siamo indebitati per miliardi in una valuta che non è la nostra. NON dovevamo entrare nell'Euro, questo è pacifico. L'Euro è servito solo a fare le carriere di personaggi disgustosi, tipo Prodi Ciampi Monti e compagnia cantando. Dovevamo starne fuori: adesso la nostra economia sarebbe salda, e la Germania tremerebbe. Come ha fatto l'Inghilterra, che adesso addirittura vuole uscire dall'Europa tout court.
MA
Ma adesso siamo dentro: se tornassimo alla lira domani, avremmo 4milioni di miliardi di debiti. Beh, per la verità l'ho sparata: il punto è che dal 2002 ad oggi il debito pubblico è esploso, ed è esploso in Euro. Una valuta che non controlliamo. Gli interessi sul debito pubblico dovremmo pagarli in Euro: una valuta straniera. Il caffé costa 1eur, cioé 2mila lire: il barista dimezzerà il costo, se tornassimo alla lira? Mangiare al ristorante a mezzogiorno costa 10eur, cioé 20mila lire: il ristoratore accetterà di dimezzare il prezzo, se tornassimo alla lira?
Siamo fregati: la macchina sta precipitando nel burrone, ed ormai anche azionando i freni, che cosa vuoi fare? Ci hanno tolto il futuro e la speranza di averne uno. Uscire dall'Euro anticiperebbe la catastrofe, e restare dentro la rende ineluttabile. Davvero belle scelte abbiamo davanti! Grazie Prodi, grazie Ciampi, grazie Monti. Grazie a tutti, politici maledetti

Franco E 03.04.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piccolo O.T.;

Se magari non lo si fosse notato, ho la sensazione che in Italia chi appoggia il M5S sono quei milioni di persone che l'hanno votato.
Fra essi c'è chi s'informa come consigliato ma ci sono tanti altri che con l'informazione hanno poco a che fare e approdarono qui per protesta.
Una categoria che invece va rimarcata è la seguente.
Sono informati ma non si sono resi conto della guerra in atto. Non hanno assolutamente preso coscienza della lotta mortale intrapresa dal M5S.
Probabilmente (interpreto), questo tipo di amici credono di essere in tempi normali dove critica, dissenso son da spiattellare senza un minimo di accortezza, senza ponderata riflessione e senza un minimo d'intelligenza.
Scrivere qua sopra è scrivere su finestra che affaccia sul mondo. Oltre i quattro, cinque sfigatoni che scrivono ci sono (centinaia di)migliaia che leggono solamente e magari si fanno opinioni in base a ciò che leggono.
Pertanto affermare che scrivo solamente o che democraticamente esprimo il mio pensiero, o che magari in nome della libertà sturo il cervello e faccio uscire ciò che mi viene (un po come per la pupù) va bene fino ad un certo punto.
Rimarcare qualcosa di sbagliato che vien fatto o detto in seno al Movimento 5 Stelle quale polemica e dipoi affermare che lo si fa per il bene del M5S (magari riportando un filmato ... che ne so ... riportato dall'Unità ... per esempio) senza chiedere magari chiarimenti o spiegazioni ...ma ripostando solo link (avversari) che dileggiano il M5S...Beh, sono antiquato, lo ammetto, ma mi riesce difficile notare, se non proprio un doppiogiochismo o mera vanità, una superficialità che non comprendo.
Se non ce ne fossimo accorti siamo nove mln. (E NON TUTTI CONVINTI),abbiamo gia 25 mln di avversari con tutti i media che li appoggiano, siete convinti che fare mera polemica senza commenti costruttivi sia "aiuto" al MOVIMENTO 5 STELLE?
Meditare per favore?

Grazie, buona giornata a tutti, nessuno escluso.

VIVA IL MOVIMENTO 5 STELLE!

F F (thats all folks), AmoR Commentatore certificato 03.04.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ovvio che tutti i nostri Politicanti Supercazzolari si ergessero subito a difesa dell'Euro dicendo che un referendum, come quelli fatti in Inghilterra o Danimarca (dove, guardacaso, l'Euro non lo hanno voluto) qui in Italia non è possibile perchè incostituzionale....
Mentono sapendo di mentire, non ce la fanno proprio a dire la verità!
Questa gente va mandata via a colpi di voti, ogni voto un calcio nel didietro!
M5S unica speranza!

Antonio C. Commentatore certificato 03.04.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento

non so quanto ci convenga tornare alla lira, valeva poco anni fa, figuriamoci ora che la ns. economia è così malandata, immaginatevi 2 miliardi di debito in € trasformato in lire, quanto sarebbe? e immaginatevi l'italia senza europa, tutta "cosa nostra" mamma mia!!!

un'arrabbiata 03.04.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustamente il M5S è CONTRO le provincie e NON presenta candidati alle elezioni provinciali.

CORENTE !

Ma, se presenta candidati alle europee, cosa devo pensare ?
La logica, solo quella, mi induce a pensare che il M5S sia a FAVORE dell'europa.

Non sarebbe stato NECESSARIO prima darsi un indirizzo di riferimento sull'europa e solo POI candidare qualcuno a delle poltrone che "forse" pochi vorrebbero esistessero ancora ?

Poca coerenza... o coerenza a "macchia di leopardo".
Non mi piace.
Avrei voluto una consultazione tra gli iscritti... tanto ci si impiega un pomeriggio per sapere quale sia il parere di TUTTI.

Gianni Parrini 03.04.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto guardando "coffee break" e come al solito non c'è un rappresentante del movimento 5stelle. Va bene il tour per le piazze d'Italia ma è molto importante farsi vedere in TV e ancora non siete molto visibili, gli altri partiti sono sempre presenti in tutte le trasmissioni e la televisione è ancora il primo mezzo di comunicazione!

Rossana P., Genova Commentatore certificato 03.04.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento

SE LA NOSTRA COSTITUZIONE DICE CHIARAMENTE CHE LA SOVRANITà APPARTIENE AL POPOLO, PERCHè NON PERMETTERE CHE SIA IL POPOLO A DECIDERE DELLA PROPRIA SOVRANITà MONETARIA?
MA SI SA CHE LE REGOLE SONO DETTATE DA CHI DETIENE IL POTERE ECONOMICO E DALLA POLITICA CHE LA SOSTIENE, CHE, A QUANTO PARE, DELLA COSTITUZIONE ITALIANA NON IMPORTA NULLA.

M.P. 03.04.14 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

premettendo che non ho mai votato una sola volta a destra, e neppure centro-destra, voglio ricordare a tutti che duante il ventennio, in seguito alle sanzioni internazionali nei confronti dell'Italia, venne composta una canzone che diceva:

chissenefrega delle sanzioni

quello, checché se ne voglia dire, ed a causa della penuria di alcune materie prime, fu un fervido periodo dal punto di vista tecnologico, proprio perché si doveva sopperire a tale mancanza. eh, ma allora c'erano i funzionari pubblici, non i managers, ed i servizi strategici erano in mano allo stato e non ai privati.

fuori dall'euro, costi quel che costi.

giorgio r., novara Commentatore certificato 03.04.14 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a radio popolare nel notiziario dicono che hanno arrestato cosentino..........

claudio g. Commentatore certificato 03.04.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa italietta.............che si nasconde dietro a un dito.
Perché siamo sempre il popolo traditore, mai fedele e convinto delle sue idee, pèrchè ci volete far credere che i mali dell'italia son tutti colpa dell'euro, quando ogni giorno ci informano di milioni di euro rubati dai ns rappresentanti politici.
io propongo di istituire nuove regole nuove leggi ,più severe contro la corruzione e l'appropiazione indebita della cosa pubblica da parte dei politici, leggi severe, anni di galera vera...e la confisca dei beni, magari anche l'esilio per i ladri.
e basta spendere soldi inutili per referendum...questo nn serve a niente.....speriamo invece in un parlamento unico europeo ,di leggi e regole condivise, un europa sempre più unita e solidale, che nn si traduce, come garantista di privilegi di pochi, ma che crei le condizioni pe cui le persone oneste ,trasprenti e volenterese posano avere successo....

matteo 03.04.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea Scanzi
"State permettendo che un premier eletto da nessuno cambi e sventri la Costituzione con un condannato in via definitiva, interdetto da tutto, che non può neanche votare ma può decidere come devono votare gli italiani. Stiamo scherzando?". Queste parole le ho sentite stasera in tivù da un uomo oltremodo affascinante, incredibilmente arguto e vagamente arrabbiato (ah già cazzo, ero io).
Battute (battute?) a parte, non fatevi fregare da questa Brigata Supercazzola, composta da serial bugiardi e dilettanti allo sbaraglio, tanto arroganti quanto vuoti. Non spegnete il cervello: è quello che vogliono.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 03.04.14 09:27| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Per tutti gli amici del blog

Da tempo sostengo che percorrere la vita sia come
attraversare un campo di trifoglio, ricercando quadrifogli, simbolo di fortuna.

Orbene, stavo ascoltando Omnibus, e voglio segnalarvi quanto sta dicendo il Prof. Mauro Magatti, fino ad oggi a me sconosciuto.
Ha fatto un'analisi disincantata, controcorrente,
acuta, intellettualmente ineccepibile, della situazione attuale e futura. Una lectio magistralis che non deve sfuggire a nessuno.

Ecco, oggi ho trovato il mio quadrifoglio!


www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 03.04.14 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci faranno uscire dall'euro quando avranno privatizzato tutto il privatizzabile, in nome di un debito che non esiste, se non come successione di numeri con tanti zeri sul video di un terminale, e quando si saranno comprati tutto il resto per quattro soldi

e vogliamo smetterla con questa sudditanza psicologica e con questo senso di inferiorità dei confronti dello straniero?

tutti sarebbero disposti a fare sacrifici per riprendersi la dignità, guidati da una classe politica degna di questo nome. arriveranno i carri armati? resisteremo.

il referendum non si può fare, la procedura è troppo lunga. occorre qualcuno che si prenda la responsabilità di guidare la nazione in questa battaglia. subito, prima che sia troppo tardi.

giorgio r., novara Commentatore certificato 03.04.14 09:16| 
 |
Rispondi al commento

E’ una semplice questione di calcolo
delle perdite ci saranno
dei costi ci saranno
dei guadagni ci saranno
Dobbiamo solo valutare se i guadagni saranno superiori alle perdite
ma con la situazione gravissima davanti ci aspettano solo perdite
D'altro canto non dobbiamo confondere inflazione (aumento dei prezzi) con svalutazione (moneta che sul piano valutario ha un valore diverso ai cambi)
Passando all'euro c'è stata inflazione ed è fisiologico ora che la gente si aspetti aumenti dei prezzi anche nel movimento contrario
ma non ci sarà se il cambio sarà uno a uno (cosa che con l'euro non c'è stata), non ci sarà se avremo governi che sanno controllare i movimenti dei prezzi (cosa che Tremonti non fece e i Ds non chiesero)
alcuni beni aumenteranno un poco ma dobbiamo comparare i guadagni economici del Paese
Del resto la benzina già ora sta aumentando moltissimo
E magari è la volta buona che ci emancipiamo dalla schiavitù degli idrocarburi, tanto prima o poi lo dovremo fare lo stesso perché costeranno sempre di più comunque
Pensiamo anche che gli allarmismi esagerati sono stupidi, perché abbiamo già avuto delle svalutazioni e non c'è stata affatto l'ondata di rincari che ora viene sventolata o le altre cose con cui si fa terrorismo
Altri Paesi svalutano e non succede niente
Per cui è in atto una concertata ondata di terrorismo psicologico perché certi individui hanno riposto la loro carriera in chi li appoggia vantando i vantaggi dell'euro per motivi opportunistici di poltrona (appoggiando la Germania principalmente)
E quanto siano falsi i media ormai dovremmo averlo capito dopo gli elogi sviscerati a persone come Monti, la Fornero, Clio, Passera, Profumo... e abbiamo visto poi che sorta di persone fossero e quanto fossero interessate al bene del nostro Paese! E ora siamo da capo, tutti a elogiare Renzi che è pure peggio e va su protetto da certe cricche che l'Italia la porteranno solo alla rovina per il semplice motivo che lo hanno sempre fatto.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 09:14| 
 |
Rispondi al commento

All'invasioni barbariche di ieri sera una persona che potrebbe cambiare questo paese è
Massimo Cacciari!

GRANDISSIMO MASSIMO!

Ennio . Commentatore certificato 03.04.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno, multinazionali e apparati statali senza volto, prendono decisioni che sconvolgono intere collettività, rovinano centinaia di famiglie e distruggono la natura. Ci sono psicopatici che si accaparrano il favore delle folle e vincono le elezioni. Lo schermo della televisione, con la sua camaleontica versatilità nel mostrare qualsiasi cosa faccia audience, favorisce il distanziamento, l'indifferenza e il fascino di facciata, e altrettanto fanno i luccicanti e ben oliati meccanismi del successo propri della struttura politica, giuridica, religiosa e finanziaria.
Chiunque salga in alto in un mondo che venera il successo, dovrebbe riuscire sospetto, perché questa e l'età della psicopatia.

da: IL CODICE DELL'ANIMA - James Hillman -


L'attuale situazione, ci richiama a riappropriarci
delle nostre capacità cognitive e critiche, non facendoci fagocitare dalla massa acritica - o peggio manipolatoria - che ogni giorno ci bombarda
con ogni mezzo cercando di uniformarci al "pensiero unico", riuscendo così a comporre una
"maggioranza" poco informata, disattenta, intellettualmente povera, e perciò manovrabile,
conducibile come un gregge che pur essendo composta da tante unità, è controllabile da pochi
"cani" pastore. Attenti, le scelte che dobbiamo prendere, rispetto a quelle che cercano di imporci, avranno una valenza epocale e un'incidenza fondamentale nel futuro nostro e,
soprattutto, dei nostri figli. Quindi, il massimo della informazione e di ponderatezza.
Facciamolo questo "sforzo" di prendere coscienza,
di uscire da schemi mentali e ideologici che, per
anni, ci hanno condizionati, rendendo opaco uno scenario che invece si andava dispiegando in tutto il suo cinismo.

UNA PERSONA SERIA NON STA A PERDERE TEMPO NEL FORMULARE L'OPINIONE DELLA MAGGIORANZA.

- Godfrey Hardy -

Buon giorno blog

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 03.04.14 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Contrariamente a quello che dicono i media, uscire dall'auro è la scelta migliore per l'Italia.
Continuando così andiamo solo verso la morte assoluta
Ovviamente ci saranno dei costi, ma ci saranno anche molti benefici, mentre restando sotto i diktat di Bruxelles ci aspettano solo tagli per 50 miliardi ogni anno per 20 anni e entreremmo dritti in Africa
Si può pensare che ce la faranno pagare, ma pensiamo anche che l'Italia resta il secondo Paese in termini di risparmio privato a livello mondiale, e il secondo paese più industrializzato d’Europa, per cui anche le ritorsioni hanno un freno
Alcuni dicono che escluderebbero gli asset italiani dai portafogli degli investitori internazionali, ma se ripartiamo con una ripresa abbiamo forti possibilità di attrarre di nuovo capitali stranieri
Può darsi che l'Italia compri meno beni europei e più italiani, ma questo è un bene e siamo il paese con la domanda di import più elastica
Facendo il cambio alla pari il debito privato può o essere ripagato in euro col semplice cambio valutario o sarebbe rinegoziato
Ovviamente occorre una politica non nullafacente come l'attuale che pensa solo ad aumentare il proprio potere penalizzando i bisogni della nazione, ma una politica che promuova l'occupazione
Anzi, riprendendo in mano le nostre scelte economiche, politiche e sociali, abbiamo anche più opportunità di curare la parte di popolazione che non lavora (minori, malati, anziani) mentre Renzi mira a eliminare del tutto lo stato sociale, perché proseguire sulla strada dell'euro porta al programma di Renzi: abolizione dello stato sociale, privatizzazione dei servizi pubblici,abolizione dei diritti del lavoro, centralizzazione dei poteri a Roma,svuotamento delle istituzioni democratiche e della sovranità dei cittadini,presidenzialismo sbilanciato dalla fine degli organi di equilibrio istituzionale, aumento della disoccupazione accompagnato dall'aumento del totalitarismo,allontanamento dallo sviluppo come dalla democrazia.

Tutto si lega

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un filosofo ha detto a ragione che il Popolo e' ignorante. Vorrei integrare la sua sentenza rifrasandola: La maggioranza del popolo e' ignorante, perche' i suoi Governi hanno interesse a lasciarla ignorante. Ponete LA CULTURA COME SCOPO PRIMARIO DEL VOSTRO MOVIMENTO. Sapere ' Potere e se il POPULISMO DEVE VINCERE IL POPOLO ALLORA DEVE SAPERE, CONOSCERE per VINCERE .
Io vivo in Sicilia, dove il c.d.Stato si confonde molte spesso con l' ANTISTATO, hanno simile se non uguale modus operandi . Viviamo isolati appositamente, oltreche' minacciati tutti i giorni di finire in carcere o pestati a sangue per vie delle nostre Idee, perche' ci ostiniamo a difendere La Bellezza, La Storia, i Valori della tradizione , della Cultura e della vera Informazione. Battersi svantaggiati e vincere e' una soddisfazione così grande paragonabile solo ad un 6 al SuperEnalotto .
Le carogne e gli sciacalli che popolano le Istituzioni in Italia ed in Europa sono I nostri spietati nemici e dobbiamo soverchiarli CON OGNI MEZZO NECESSARIO, L' obiettivo e' prendere il Potere e scaraventarli dove essi meritano di stare , cioe' a lavorare come Noi facciamo 7 giorni su 7 , a sperare in un futuro migliore come noi facciamo 7 giorni su 7 .
Ecco dove Loro , insieme a Noi, meritano di stare .

Grazie per aver letto.

Carlo Castaldi 03.04.14 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Io il referendum lo anticipo al 25 Maggio 2014.

E spero che il messaggio arrivi a tutti, M5S compreso.

Mario Amabile Commentatore certificato 03.04.14 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Non so perchè ma la vedo in questa maniera:

- Elogeranno a dismisura l'Euro e quindi ci costringeranno a rimanere con questa moneta, fino all'ultimo giro di giostra. Per loro 20-25 mila Euro al mese è sempre oro colato (ma solo per loro).
- Molleranno, faremo un referendum e usciremo dalla moneta unica solamente l'anno prossimo, quando il Fiscal Compact sarà, per noi, oggettivamente impraticabile. Trovare 50 miliardi l'anno per 20 anni sarà più che un massacro.
Solo allora ci permetteranno di fare un referendum per la permanenza o l'uscita dall'Euro, anche se credo che per noi sarà troppo tardi.

Cosimo, Crispiano 03.04.14 08:29| 
 |
Rispondi al commento

italia paese dei befera che calpestano i diritti di vita dei cittadini portati a distruzione psicologica e drammatica li si capisce quanto lo stato padrone della finanza manager dei milionari come befera porta migliaia di famiglie alla distruzione e perdita di dignità morale per evasione fiscale dei bassi redditi che non sono in grado di pagare tasse e mangiare contemporaneamente gli annunci e spot di renzi fanno pena e i diritti non esistono più la democrazia è morta vedi recita ricatto Berlusconi napolitano ultimo ricatto dopo chiacchiere e parole renziane annunci solo annunci niente di concreto del super cazzola di renzi bugie solo bugie.....cosi si campicchia....

antony gentile (antonelli), pavona Commentatore certificato 03.04.14 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Io voterò "NO"
L'euro ci ha salvati e continuerà a farlo. La sovranità monetaria in mano a degli imbecilli è pericolosa. L'unica speranza per il nostro paese è una sovranità limitata, abbiamo bisogno di un dittatore che ci insegni cos'è una nazione.
Negli ultimi due anni la disgregazione del Paese sta diventando realtà. La capacità legislativa dev'essere centrale e gestita da persone capaci.
Ora saranno gli 8mila comuni a farsi le leggi come l'IMU o le zone blu, ecc. Avremo 8mila interpretazioni diverse... una vera follia!

Rudik G., Torino Commentatore certificato 03.04.14 08:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non sbaglio in altri paesi europei, prima del 2002, il referendum sull'Euro è stato fatto. E alcuni stati si sono tenuti la divisa nazionale. Da noi la sinistra reputa il cittadino un cretinetto da educare/rieducare (non a caso Renzie è diventato primo ministro passando sopra la volontà popolare) e non un individuo da rispettare, all'epoca dell'entrata in vigore dell'Euro, se non ricordo male, c'era Prodi.

Nicola P. Commentatore certificato 03.04.14 08:15| 
 |
Rispondi al commento

SURSUM CORDA...l'elezioni europee dovranno essere un PreREFERNDUM sull'euro....e sull'europa..non si scappa..mentre in italia i governicchi blaterano e gironzolano all'estero giusto per presentare il catalogo delle svendite...in germania si discute di "salario minimo"...come la civilissima Svizzera...noi ovviamente no...!quì i ns media scoprono l'acqua calda e cioè che ci sono persone come me che devono vivere con pensioni 280,00 euro al mese..(a 51 anni avrei diritto non ha una pensione d'invalidità, ma caso mai ad un "assegno per mancato collocamento...!!"quindi un lavoro non essere trattato d'accattone da questo STATO di magnapaneaufo)la ministra vuol mandare in Pensione gli statali per assumerne altri...assuma prima i DISABILI...inizi a togliere il "blocco" alle assunzioni dei disabili....chiaccheroni...mangiapanealla tradimenta..!!!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 03.04.14 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Friedman dice:
“L'euro è una visione sbagliata. Crea problemi e divide. Sposta in politica anche le questioni economiche. La conseguenza più grave è che espropria di sovranità le Nazioni spostando tutte le regole a Bruxelles, e la tecnocrazia ha calpestato la democrazia. Prendere ordini da Bruxelles ha depotenziato i governi, ha creato una centralizzazione di burocrati che nessuno ha eletto. C’è dietro una tendenza dirigista che è contro ogni democrazia e contro il bene dei popoli. E se si fa un’Europa non nell’interesse dei popoli ma di quello di pochi tecnocrati sarà la fine. Sarà una riduzione di democrazia. E alla fine ci rimetteranno anche gli Americani e ci perderà la libertà del mercato.
A Francoforte siederà un gruppo di banchieri centrali che deciderà i tassi d'interesse centralmente. Finora, le economie, come quella italiana, hanno avuto una serie di libertà, fino a lasciar muovere il tasso di cambio della moneta. Ora, non avranno più quell'opzione. Alla fine del secolo scorso, col Gold Standard, l'Europa aveva già una moneta unica, l'oro: col vantaggio che non aveva bisogno di una banca centrale".
La Bce alla fine non riuscirà a controllare la massa monetaria. Si danno un tasso di inflazione e per di più non esplicito, usano scelte discrezionali, ostacolano le reazioni delle economie nazionali, le rendono dipendenti dalle burocrazie. Hanno basato tutto sul pareggio del bilancio che è un’idea sbagliata perché vieta gli investimenti e uno stato che non investe in ripresa e sviluppo muore. “
Insomma l'euro sta portano a morte l'Europa.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 08:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Milton Friedman,il grande saggio della moneta, vincitore del Nobel nel 1976 e uno dei principali padri del neoliberismo lo dice da 17 anni:
“Hanno creato l’Euro per motivi politici,non economici. Volevano legare Germania e Francia in modo così stretto da impedire una futura guerra europea e fare gli Stati Uniti d’Europa.Ma l’effetto è stato opposto.L’unità monetaria ha creato tanti problemi da mettere uno Stato contro l’altro."Oltre a ciò:“Il mercato comune europeo è una situazione sfavorevole a una moneta comune.È composto da nazioni separate,con lingue diverse, usanze differenti,più attaccati alla propria nazione che al mercato comune o all’idea di Europa”
“L'euro e' un progetto dirigista e pericoloso"
"La moneta unica è un soviet”
“L'euro è un progetto un progetto elitario, antidemocratico e dirigista"
Friedman,padre del liberismo moderno,Nobel,anima e mente della Scuola di Chicago e del monetarismo,Nemico Numero Uno della sx del pianeta,è l'economista vivente più importante del mondo e il più grande conoscitore della moneta e dei suoi labirinti.Oggi vive in California, insegna alla Stanford University,è senior research fellow della Hoover Institution.
Ed è sempre più convinto che l'Unione monetaria sia un'assurdità che peggiorerà i problemi dell'Europa e ridurrà la libertà di mercato. Niente di sbagliato a volere un'unione monetaria. Ma in Europa c'è già ed è quella esistente di fatto tra Germania,Austria e Paesi del Benelux(Paesi Bassi,Belgio e Lussemburgo).Il resto è una costruzione non democratica.Non fa il bene dei popoli e i popoli dovrebbero rifiutarlo. Se i cittadini tedeschi votassero,direbbero di no all’euro.Figuriamoci gli altri! L'Unione monetaria è il frutto di una élite che vuole usare la moneta unica per arrivare all'unione politica.Pensiamo davvero che Kohl oggi e Mitterrand in passato siano stati sostenuti da un desiderio di unità economica?No,il loro obiettivo primario era politico,mettere assieme Francia e Germania per evitare guerre future"

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 08:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Joseph Stiglitz, premio Nobel nel 2001, in marzo ha detto: “L’unione monetaria ed economica dell’UE è stata concepita come uno strumento per arrivare ad un fine, non un fine in sé stesso. L’elettorato europeo ha capito che, con le regole attuali, l’Euro sta mettendo a rischio gli stessi scopi per cui è stato in teoria creato”. “Sono stati incoraggiati i tecnocrati a guidare i vari Paesi e questo è l’opposto della democrazia e ha imposto politiche che portano ad un contesto di povertà sempre più diffuso. E’ successo che gran parte dell’Unione europea è in depressione. La perdita di produzione in Italia dall’inizio della crisi è pari a quella registrata negli anni ’30”.
“E’ sciocco parlare di populismo quando i risultati depressivi dell’euro stanno davanti a tutti”.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amartya Sen, economista indiana e premio Nobel nel 1998, ha detto che “L’Euro è stata una idea orribile” “Era nata con lo scopo di unire l’Europa e ha finito per dividerla”
“È stato un errore che ha messo l’economia europea sulla strada sbagliata. Una moneta unica non è stata un buon modo per unire l’Europa. Le tensioni che si sono create sono l’ultima cosa di cui l’Europa ha bisogno. Chi scrisse il Manifesto di Ventotene combatteva per l’unità dell’Europa con alla base un’equità sociale condivisa, non una moneta unica”. “Quando tra i diversi Paesi hai differenziali di crescita e di produttività, servono aggiustamenti dei tassi di cambio. Non potendo farli, si è dovuto seguire la via degli aggiustamenti nell’economia, cioè più disoccupazione, la rottura dei sindacati, il taglio dei servizi sociali. Costi molto pesanti che spingono verso un declino progressivo”. “È come se avessi bisogno di aspirina ma il medico decide di darmela solo abbinata a una dose di veleno: o quella o niente. No, le riforme si fanno meglio senza austerità, le due cose vanno separate”.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bongiorno blogghe....stò a preparà er trattore pà secessione da corcolle basso. Vojo fresalli tutti!

luis p., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paul Krugman, premio Nobel nel 2008, ha scritto sul New York Times: “Non potremo mai ammettere che l’Euro è un fallimento.. Troppa storia, troppe dichiarazioni e troppo ego sono stati investiti in una singola valuta perché coloro che ne sono stati gli artefici possano ammettere che forse si sono sbagliati. Anche se il progetto termina in un totale disastro, insisteranno che non è stato l’Euro a far fallire l’Europa, ma l’Europa a far fallire l’Euro”.
Krugman ha accusato le politiche di austerity: “L’austerity sta fallendo anche nelle sue condizioni. Misure chiave come il rapporto debito/Pil sono peggiorate, non migliorate. I funzionari europei continuano a negare i fondamenti della situazione: indicano come origine del problema la dissolutezza fiscale e continuano a dichiarare il successo dell’austerità. Questo è il punto a cui siamo ed è difficile immaginare un lieto fine”.
In un’intervista a “L’Express” Krugman definì l’Euro un “progetto campato in aria”. “Penso che l’Euro fosse un’idea sentimentale, un bel simbolo di unità politica, ma una volta abbandonate le valute nazionali avete perso moltissimo in flessibilità. Non è facile rimediare alla perdita di margini di manovra. In caso di crisi circoscritta esistono due rimedi: la mobilità della manodopera per compensare la perdita di attività e soprattutto l’integrazione fiscale per ripianare la perdita di entrate. Da questa prospettiva, l’Europa era molto meno adatta alla moneta unica rispetto agli Stati Uniti”. “Florida e Spagna hanno avuto una stessa bolla immobiliare e uno stesso crollo. Ma la popolazione della Florida ha potuto cercare lavoro in altri stati meno colpiti dalla crisi. Ovunque l’assistenza sociale, le assicurazioni mediche, le spese federali e le garanzie bancarie nazionali sono di competenza di Washington, mentre in Europa non è così”.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Almeno sei premi Nobel in economia si dichiarano contro l’Euro e dicono che va abbandonato al più presto
Ad attaccare la moneta unica, consigliando all’Italia di uscirne, sono stati per ultimi Christopher Pissarides e James Mirrlees. Che si vanno a sommare ad altri economisti premiati col Nobel come Paul Krugman, Joseph Stiglitz, Amartya Sen e Milton Friedman,mostri sacri dell’economia, tutti d'accordo nel dichiarare che ci sono troppi errori nel progetto Euro e che gli scopi si sono rovesciati nel danno
Essi sono concordi nel dire che l'euro è stato un fattore di profonda crisi, di impoverimento e disoccupazione per i paesi come l'Italia che ne hanno ricevuto solo danno e che adesso si trovano nell'impossibilità di rimettere in piedi la loro economia.
Il Premio Nobel Christopher Pissarides lo ha ripetuto poco fa alla London School of Economics. "L’Euro non sta facendo altro che dividere l’Europa”. La moneta unica “dovrebbe essere smantellata in maniera ordinata.L’Euro ha creato una generazione perduta di disoccupati senza futuro. Questo non è quello che i suoi “padri fondatori” avevano promesso”. Lo hanno riportato il Telegraph e il Daily Mail.Si consideri che Pissarides era stato uno dei maggiori sostenitori della moneta unica,ma ha dichiarato di aver commesso un errore: “Non pensavamo che congelando i tassi di cambio i Paesi del sud avrebbero subito queste sofferenze. È chiaro che ci sbagliavamo"
Lo stesso dice James Mirrlees all'Italia:"Non dovreste stare nell’Euro, ma uscirne adesso”. “L’uscita dall’Euro non risolverebbe in automatico i problemi dell’Italia, visto che, ad es.,rimarrebbero le questioni derivanti dalle politiche adottate dalla Germania. Ma finché l’Italia resterà nell’Euro non potrà espandere la massa di moneta in circolazione o svalutare: ecco perché deve decidere se restare o uscire".
Lo stesso dice Paul Krugman, premio Nobel nel 2008, che già da tempo aveva accusato duramente l’Euro di distruggere le economie dei paesi mediterranei.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BAGNAI:
D’accordo, si obietta, ma comunque il debito estero andrebbe pagato in valuta forte, e saremmo schiacciati dall’onere del debito! Non è corretto. Solo i contratti regolati dal diritto estero subirebbero questa sorte. Non ricade fra questi la maggior parte dei titoli pubblici che sono nella pancia delle banche italiane. Va bene, ma allora i mercati, penalizzati dalla svalutazione, non ci isolerebbero, rifiutandoci altro credito? Non è detto. Molti avrebbero voglia di tornare a investire in un paese che riprende a crescere, e se ora abbiamo bisogno di capitali esteri è perché l’austerità di Monti e Letta ha distrutto reddito, risparmio e produttività degli italiani.
Ma (si obietta) la «liretta» sarebbe attaccata dalla speculazione! Siamo proprio sicuri? Quanto più la lira perdesse di valore, tanto più le merci italiane diventerebbero a buon mercato. Le banche centrali dei nostri concorrenti starebbero quindi ben attente a evitare un eccessivo deprezzamento della nuova lira.
Alla luce della razionalità economica, molte obiezioni sollevate per incutere terrore agli elettori perdono vigore. È giunta l’ora che la lucidità e la valutazione dell’interesse del Paese prevalgano sull’emotività e su un malinteso «sogno» europeo.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALBERTO BAGNAI,professore di economia,afferma che dall’euro possiamo uscire facilmente e senza panico
La convenzione di Vienna stabilisce che un trattato può essere risolto,anche in assenza di clausole espresse,quando mutino i presupposti in base ai quali esso è stato concluso.L’attuale disastro fornisce una base giuridica sufficiente per un recesso.Lo ammette la stessa Bce in un documento del 2009
Un altro principio è quello della Legge monetaria,per cui uno stato sovrano ha il diritto di decidere con quale moneta pagare i suoi contratti.Nel nostro codice civile ciò è disciplinato dagli art. 1277 e segg. Tutti i contratti esistenti rimarrebbero cambiando la parola euro con la parola lira.E ovviamente questo abbasserebbe di colpo il nostro debito. Infatti l’operazione più semplice sarebbe il cambio in parità. UNO A UNO.Lo stipendio passerebbe da 1500 euro a 1500 nuove lire,la rata del mutuo da 500 euro a 500 nuove lire ecc. Dopo di che ci sarebbe un riallineamento del cambio sui mercati valutari. Una rivalutazione dei Paesi «forti» e una simmetrica svalutazione della nuova lira, che restituirebbe respiro al nostro export con effetti positivi su reddito e occupazione.
Circa le materie prima chiediamo:un imprenditore preferisce pagare un po’ di più le materie prime, ma ricominciare a fatturare,o essere «protetto» dalla valuta forte che però gli impedisce di vendere all’estero? Mi pare che i tanti suicidi rispondano.
Con una svalutazione del 30%, l’incremento del prezzo sui carburanti sarebbe di circa il 9%, distribuito in più di un anno (ne abbiamo avuti di maggiori con l’euro).
Secondo gli studi occorre un anno perché il 36% di una svalutazione si trasferisca sui prezzi interni. Ha torto chi dice che se svalutassimo del 30% saremmo tutti più poveri del 30% in una notte! Del resto, da un anno a questa parte l’euro ha guadagnato circa l’8% sul dollaro. Vi sentite molto più ricchi? No, perché la spesa non la fate certo in USA.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL COSTO DELLE MATERIE PRIME

La nuova lira si potrebbe svalutare del 30% sulle monete forti,ma nell'arco di almeno un anno.E i nostri prodotti tornerebbero competitivi sui mercati mondiali
Ma si dice:se svalutiamo,poi la benzina per es. ci costerà 7 volte tanto.SBAGLIATO
Le materie prime pesano pochissimo sul costo finale del prodotto,il grosso sono tasse, burocrazia,disservizi,cuneo fiscale e interessi bancari
E l'aggravio lo dobbiamo calcolare non sull'intero costo del bene ma solo sulla materia prima
Se sarà il 20% e la materia prima incide poco sul costo del bene ho piccoli aumenti che posso assorbire con la maggiore quantità venduta o piccole variazioni delle tasse o leggi che abbassano altri costi,la burocrazia per es.
Non è che se pago la benzina il 20% in più mi aumenta del 20% il costo di tutto il bene.La benzina su 1,7 euro attuali incide solo per 0.43 euro al litro,il resto sono tasse;e,se faccio l'aumento del 20% di 0.43 ho 0,08,che posso livellare con una piccola diminuzione delle tasse o snellimenti burocratici o posso assorbire con le maggiori vendite (l'altra possibilità del resto è il fallimento totale)
Mi sembra ovvio che se un bene lo pagavamo in dollari continueremo a pagarlo in dollari,e che, se faccio un prodotto che mi costa troppo in materia prima,ho sbagliato io di partenza,non ce lo possiamo permettere.
Ma già,per es.,un piano energetico che permettesse di produrre da sé in modo ecologico la propria energia porterebbe un forte sgravio sui costi di produzione,lo stesso uno snellimento della burocrazia che sarebbe non solo a costo zero ma a guadagno totale perché alleggerirebbe il carrozzone dello stato di dipendenti e uffici, lo stesso velocizzando i processi per le cause di lavoro.I provvedimenti sono tanti e non si può prendere una voce sola
Ma se aumenteremo le esportazioni grazie alla possibilità di abbassare i prezzi potremo vendere di più e salvarci rimettendo in moto l'economia
E qual'è l'alternativa? Fallire?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei cortesemente sapere da un matematico o economista a quanto ammonta il mio debito pubblico e ca xò me lo ha addebitato: ho 53 anni ho moglie e una bambina di 8 anni ho una casa di 40 mq e una seconda casa in un paesino del viterbese che mi strozza ma era dei miei nonni e poi dei miei genitori e ho tanti ricordi e poi non vale molto a venderla ho dei risparmi lasciatimi dai miei genitori che si stanno sgretolando in banca ho un lavoro per fortuna da 25 anni ma non potrò andare in pensione perché mi hanno fregato 10 anni di contributi con i soliti finti contratti ho pagato solo 4 multe in tutta la mia vita mai per semaforo rosso ora vorrei sapere perche devo dei soldi a qualcuno sia in lire o in euro mi sono fatto il mazzo dall'eta' di 14 anni affanculo a chi l' ha creato sto cazxo di debito tanto ci troveremo sotto terra tutti!!! e saranno cazzi amari!!!!"

miopaz 03.04.14 06:54| 
 |
Rispondi al commento

“The greatest glory in living lies not in never falling, but in rising every time we fall.”
Nelson Mandela

La più grande gloria nella vita consiste non nel non cadere mai, ma nell'avanzare sempre mentre ti rialzi.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 03.04.14 06:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno a tutti ho cinquant'anni e come tutti ho conosciuto i momenti di crisi, il paradosso è che le difficoltà le subiscono chi non le crea e non le crea perché non ha ne la possibilità ne la volontà ne il tempo per farlo, se oggi mi offrono una possibilità di intervenire non posso fare altro che farlo e dopo una analisi riassuntiva sono sicuro di esprimere la mia idea chiaramente, la decisione va data al popolo in quanto è sovrano ed è l'unico che ancora non ha avuto possibilità di esprimersi, con una parola da me coniata dico disintossichiamoci dalla medialina soporifera usando bene il setaccio morale, navigando in rete così che le nostre decisioni siano corredate da informazioni veritiere e documentate da cittadini comuni.

antonello cominu Commentatore certificato 03.04.14 06:40| 
 |
Rispondi al commento

il movimento ci va anche troppo ELEGANTEMENTE con questi cazzari benpensanti

Lo hanno denunciato il regime IN ISLANDA decidendo che il popolo comanda e PERCIO':

ll debito PUBBLICO fatto da banche PRIVATE, NON LO DEVONO PAGARE


Dopodiche' cacciato il governo e i dirigenti delle banche stanno scrivendo la costituzione su internet♦

★★★★★*****★★★★★

DA noi che aspettiamo ci sono molti più motivi per fare questa rivoluzione democratica forza cinque stelle VINCIAMO NOI ★★★★★

Gianni Brambilla ReggioCalabria 03.04.14 06:38| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i 5stelle non pensiamo al referendum ADESSO prima cerchiamo di vincere le votazioni europee poi saranno cavoli amari per TUTTI LORO in primi per Renzie!!!

miopaz 03.04.14 06:18| 
 |
Rispondi al commento

L'europa finira' come la palestina
si deve uscire dall'euro
l'arroganza feroce degli usurai
carnivori divoratori di carne umana
le strade lastrate con pelle delle vittime
lo sciacallaggio intimidatorio
la stessa tattica di strozzini esperti
la lagarde nuovo direttore
del fondo monetario internazionale
che umilia le famiglie greche
ridotte alla miseria
dagli interessi del debito
creato con minuzia dagli abusatori
del sistema bancario
la bce e fmi smembrando
le viscere dell'umanita'
con strategie criminali
tentano di chiuderci tutti
nelle celle dei lager del debito
la lagarde vuole imporre l'austerita'
il prelievo coatto dei beni
ipotecando il futuro dei bambini greci
minaccia ricatta con un'ossessione mostruosa
i greci devono pagare le tasse
per pagare i debito alle banche
l'egoismo in carne ed ossa
come un'essere umano
che ha perso tutto lavoro famiglia
istruzione sanita'trasporti dignita'
beni di prima necessita' puo' pagare
gli interessi del suo debito
allo strozzino criminale?
come un'essere umano
che non puo' nemmeno sfamare
il proprio corpo e quelli dei suoi familiari
puo'sopportare la tortura rigore
e togliersi il resto del cibo
della sopravvivenza quotidiana
dalla propria ciotola
e sfamare il divorare assurdo
dell'avidita' del proprio usuraio infame?
l'europa depredata saccheggiata dalle banche
presto finira' come la palestina
invasa di check point da muri osceni
l'occupazione dei territori
i mari controllati da sanguinari
che ci spareranno addosso
ad ogni nostro movimento
come i pescatori di gaza
ci spareranno addosso
ad ogni nostro passo
nelle campagne per trovare
qualcosa per sfamarci
quando andiamo alla ricerca del cibo della sopravvivenza
come i contadini palestinesi
la lagarde presto passera
dalla teoria ai fatti
il suo predecessore
Dominique Strauss-Kahn
e' stato accusato di
stupro
nei confronti della cameriera Nafissatou Diallo
la lagarde con i suo metodo
di debito stuprera' intere generazioni...amen"

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 06:02| 
 |
Rispondi al commento

L'usura dominera' il mondo
30 agosto 2013 alle ore 21.36
L'euro e' un carnefice feroce
ha distrutto l'economia di noi europei
per favorire un programma nazista
favorendo la dittatura monetaria
rinnovando lager transumanza
celle deportamento abusi
stupri schiavitu' con metodi di usura
studiati a tavolino dagli apostoli del male
per creare l'ossessione cronica
delle prede a genuflettersi
ai piedi del malvagio euro...
chi di noi non ha un mutuo da pagare??? un'ipoteca sulle spalle che presto divora la nostra esistenza???? delle multe da pagare con interessi infami che presto si tramuteranno in occasione perversa per vistte oscene di polizia tributaria che sequestreranno le nostre ultime cose???delle cartelle al banco dei pegni che hanno i custodia ostaggio i ricordi di vite lavorative una collanina di un battesimo un bracciale di una comunione un'anello di una cresima delle fedi che hanno unito in matrimonio???
mentre l'euro favorisce solo le banche
e taglia posti di lavoro
pensioni servizi sociali
annegando nel caos
ospedali e famiglie ridotte in miseria
pensionati cavie della maledizione
trasportati come bestia all'ingrasso
su treni fatiscenti
la sopravvivenza incatenata
negli inferi bui della depressione
non riesce ad intendere e volere
perche' questo terrorismo finanziario
non viene abbattuto dall'umanita'
chi non ha problemi nel mandare figli a scuola cercando di dargli un futuro??????
ci toglieranno prima l'elettricita' poi l'acqua ci chiuderanno il gas e poi ci marchieranno a sangue...

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Petrus-Unicum 136 la L-IRA si fottera' di nuovo la N-EURO...
12 novembre 2012 alle ore 15.52
nel didascalico cinismo
nell'ombra dell'ombra
di esseri ignobili serpeggia
la menzogna creativa per mantenere
la sintonia truffaldina ad ogni costo
sudditi di usurai mercenari
si abbassano i pantaloni in cambio
di zuppe squallide versate nelle ciotole
del loro infimo puttaneggiare
onorevoli pronti a vendersi il culetto marcio
in cambio di appalti poltroni rimborsi elettorali
e privileggi farciti di vergogna....
le primarie dei partiti sono scandalose quelle del PD BERSANIRENZIVENDOLA con MONTI PRESIDENTE
quelle del PDL ALFANOMUSSOLINITREMONTI con monti PRESIDENTE
quelle dell'UDC con PIERCASINIFERDINANDO sempre con MONTI PRESIDENTE...allora dico invece di prendere per il culo noi italiani ed i vostri elettori...fate un bel LISTONE OSCENO con MONTI PRESIDENTE fondetevi insieme alla merda PDPDLUDCconRUTELLI come sciacquatore di palle professionista...

O l'ira attendo la tua resurrezione ti hanno sempolta
un branco feroce di banchieri usurai
che hanno impiccato i sogni delle famiglie italiane
all'albero della truffa trangiugiandosi dignita' fritte
nell'olio bollente del sacrileggio
bevendo nel calice del peccato
tutti in nostri sacrfici affagondoli in nequizie
trasformando la nostra amata L'IRA
nella stanza del N-EURO maledetto
carnefice mostruoso delle nostre giornate...AMEN

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 05:56| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono favorevole ad un referendum sull'EURO...

https://www.facebook.com/groups/280625692047161/

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 05:40| 
 |
Rispondi al commento

iscriviti al gruppo...Anch'io sono favorevole ad un referendum sull'EURO...

https://www.facebook.com/groups/280625692047161/

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 05:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sotto il carro del vincitore
26 febbraio 2013 alle ore 2.40
Quanta prostituzione
con i culi scoperti della loro anima
pseudo giornalisti traditori di mestieri
si lasciano trascinare nel fango
senza vergogna insieme a vecchi pagliacci
di mestiere politicanti trombati
appesi sotto il carro del vincitore

nell'illuminazione della lanterna
l'osceno fetore di merda
s'alza nei cieli della mercificazione
corpi senza dignita' vomitano fuori
marchette preparate nei cessi
del testamento degli imbrogli

immemore le maschere dell'ambiguita'
esaltano l'infamia dell'occaso
piazzandosi sotto il carro del vincitore
pronti nelle viscere del buio
ad uscire fuori per accoltellare alle spalle
la resistenza in cambio del rumore
di mazzette provenienti da ignobili corruzioni...

Arzano 26 febbraio 2013

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 03.04.14 05:30| 
 |
Rispondi al commento

Italianiiiiiiiiiiiiiii la Speranza e' un raggio di immortalita' che ci ha penetrato, alimentiamola
in alto i cuori e fuori la matita, ★★★★★
qui in Italia ci vogliono dei geni per il risorgimento

♥ ♥

★ ★ ★ ★ ★ ★★★★ ★
★ ★ ★ ★ ★ ★ ★ ★
★ ★ ★ ★ ★★ ★ ★
★ ★ ★ ★ ★★★★ ★

♥ ♥ ♥ ♥♥♥♥
♥ ♥ ♥ ♥♥ ♥ ♥ ♥
♥♥♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
♥ ♥ ♥ ♥ ♥♥♥♥

★ ★ ★★★★ ★
★★ ★ ★ ★ ★
★ ★ ★ ★ ★ ★
★ ★★ ★★★★ ★

Lillo Dadamo ReggioCalabria 03.04.14 03:38| 
 |
Rispondi al commento

DOVETE STARE MOLTO ATTENTI A NON CREARE CONFUSIONE

Ma cosa vi è saltato in mente di ostacolare la soppressione del Senato, anche se per certi aspetti i vostri argomenti sono giustificabili.

La gente non vi ha capito, mentre le forze politiche hanno validi argomenti contro di Voi!

Bisogna ammettere che Renzi ha intenzione buone, e con lui anche il centro-destra.

Le furbizie di partito o elettorali hanno le gambe corte, per cui i risultati sperabili spesso risultano opposti a quelli che si voleva ottenere!

Chiaro?

Gianfranco S., Reggio Emilia Commentatore certificato 03.04.14 03:11| 
 |
Rispondi al commento

jb Mirabile-caruso: "Il vil lavoro……….".

Claudio C.:………… "Il vil denaro…..….".


Signor Claudio C.,

mi è piaciuto tanto il Suo commento. Complimenti!

Vorrei aggiungere, tuttavia, una mia diversa visione della questione.

Era inevitabile che il denaro diventasse l'autostrada della felicità, in quanto fu il lavoro a farlo diventare tale. Secondo la narrazione biblica, infatti, il lavoro - con il sudor della tua fronte……..- fu per l'Uomo una punizione divina, ed è nella natura delle cose che ad una qualsivoglia condanna si tenti di sfuggire. Il denaro, quindi, va visto come una via di sfuggita alla punizione-lavoro.

E, in un certa misura, ci riesce. Solo che questa via di sfuggita non ci ha portato - né potrà mai portarci - alla felicità che è la VERA meta a cui tutti agogniamo.

Ora, se quella del denaro non è la via da percorrere, né essendo la perpetua espiazione di una condanna a farci felici, io proporrei di sostituire il lavoro - senza, ovviamente, intendere offesa al Supremo - con il TALENTO che ognuno di noi da Lui ha ricevuto.

Ben altra cosa è l'esercizio del proprio talento, ben altro appagamento interiore apporta esso alla nostra vita: ci consente la realizzazione di noi stessi, e se questa non coincide pienamente con la felicità, di certo ci porta entro i confini della sua orbita.

Il talento rilegherebbe il denaro alla sua mera funzione di transazione, lo svuoterebbe della sua presente carica illusoria di terra promessa, lo ridurrebbe friabile come la sabbia su cui si affloscerebbe la mostruosa impalcatura del Capitalismo.

Amen!

Ciò che dobbiamo fare è inventarci una nuova Scuola Pubblica rivoluzionaria, uno dei cui tre pilastri portanti sarebbe, appunto, l'identificazione del talento di ogni studente, unitamente al suo supporto in tutte le sue fasi di sviluppo.

Articolo Uno della nuova Carta: la Repubblica Italiana è fondata sul Talento di ogni suo Cittadino.

Un sogno? È vero, lo è. Ma è anche vero che io ci credo al punto da scommetterci!

jb Mirabile-caruso 03.04.14 03:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Storie di ordinarie unioni monetarie...

Per unione monetaria non possiamo non ricollegarci all'eurozona, come se questa fosse la "novità" del secolo, la madre di tutte le "innovazioni" quella che porterà salvezza e prosperità per milioni di anime peccatrici.
La storia dice ben altro, perchè le unioni monetarie o meglio (anzi peggio) gli agganci monetari si sono verificati nel passato. Dagli accordi di Bretton Woods nacque il sistema gold standard, basato sui rapporti di cambi fissi tra le valute tutte agganciate al dollaro USA, il quale a sua volta era agganciato all'oro.
Ovvio che la moneta di riferimento era il dollaro, gli USA stavano concludendo ormai vittoriosa la seconda guerra mondiale ed il mondo si avviava verso la guerra fredda.
Gli accordi di Bretton Woods furono un primo trionfo neo liberista.
Malgrado ciò, le valute godevano di un minimo di fluttuazione, il che permise lo sviluppo economico per l'Italia, legato anche ad altri fattori. Questo sistema come sappiamo vide il tramonto nel 1971 con la fine del regime Gold Standard ordinato da Nixon.
Nel 1978 iniziò la sciagurata avventura per il nostro Paese nella giungla dello SME, ricordando il famoso discorso dell'attuale presidente della Repubblica contro l'ingresso dell'Italia in quel sistema di cambi fissi europei, per il quale la nostra lira era ancorata al marco tedesco.
Già a quel tempo l'Italia dava fastidio ai suoi vicini del Nord , a causa della nostra competitività, del nostro eccellente export ed alla nostra creatività, quindi la politica monetaria ed il suo sistema doveva essere "controllato" al di là delle Alpi...
La competitività richiesta oggi invece altro non è che svalutazione del lavoro umano, in poche parole una terzo mondializzazione del lavoro. L'avventura dello SME finì nel peggior dei modi, con quel famoso prelievo dai conti correnti durante la crisi del 92'.

Jean Sebastien Schtitzer Lucidi, Roma Commentatore certificato 03.04.14 03:06| 
 |
Rispondi al commento

Boldrini : " il referendum sull'euro è sessista ! "

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 02:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
adesso BASTA con le cazzate, finiamola con il doppio gioco.
Avete fatto consultazioni online su tanti argomenti secondari.
La base del M5S vuole potersi esprimere sul tema più importante di tutti.
Dovete organizzare immediatamente una consultazione online per gli iscritti.
La domanda è semplice:

Abbandono dell'euro e recupero della sovranità monetaria nazionale: SI-NO

E occhio alle parole, niente termini come "uscita dall'euro, ritorno alla lira etc..." che sarebbero scelti apposta per spaventare le persone

Chi è d'accordo per favore voti questo msg o lasci un commento: fatevi sentire.

Massimiliano Monopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 01:43| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

i Nostri parlamentari
sono come il buon vino,
il buon Grana,
tutto il buono!
... col tempo migliorano!..!
ben progettato!
loro stanno imparando un sacco!.. stanno migliorando in assoluto... la loro vita, dopo di ciò, sarà + intensa e ricca... il valore della Conoscenza è assoluto, anche oltre l'ambito esistenziale!!!
l' Esperinenza M5S in parlamento è gestita MAGNIFICAMENTE!
... sù la testa; a riveder le stelle!!

paolo garilli 03.04.14 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Politici banche & compari? NWO!

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/01/parola-dordine-in-atto-dimezzare-la.html

3mendo 03.04.14 01:21| 
 |
Rispondi al commento

voi itaGLiani gnanca un triciclo si boni de far!

VENETO STATO *FSV*

Michele Bosman, Verona Commentatore certificato 03.04.14 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=3SxkMKTn7aQ

... 10 minuti di pura emozione ... quello a cui dobbiamo aspirare ...

auguro all'Italia (e non solo) di avere in futuro dei politici così ...

... me lo riguardo e così poi avrò di sicuro un sonno (penta) stellato e ristoratore ... (^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i veneti preparano l'insurrezione

24 arresti nelle file degli indipendentisti

un trattore l'arma di sfondamento, sequestrato.

psichiatria. 1 03.04.14 01:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le elezioni europee sono una grande occasione per rafforzare il movimento. Facciamo tutti la nostra piccola campagna elettorale!Uniti e compatti si vince!!!

angelo . Commentatore certificato 03.04.14 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Una decina di giorni fa ho inviato questo mio commento (il post era diverso) ma lo trovo attinente al post attuale ... spiega cosa io penso del denaro (e quindi a maggior ragione dell'€ che di tutte le monete del mondo è strutturalmente la peggiore) ... quindi ve lo ripropongo ...

IL VIL DENARO ...

L'obiettivo di ogni uomo dovrebbe essere quello di vivere i propri giorni dignitosamente, godendo di tutte le gioie che la vita gli può dare (materiali ed immateriali), sopportando in cambio tutte le fatiche che questo comporta ...
Sin dal primo giorno dell'Umanità è esisitito il lavoro ma per secoli e secoli non sono esistiti i soldi ...

Il proprio lavoro è la chiave che dà a ciascun uomo l'accesso a tante cose che sono indispensabili alla vita stessa, prima fra tutte la dignità, seconda il cibo, poi a scalare tutto il resto ...
Ovviamente alcune cose immateriali ma fondamentali non necessitano del lavoro (ad esempio l'amore e l'amicizia) ma tutte le altre, quelle materiali, dipendono esclusivamente dal lavoro ...

Il denaro invece dovrebbe essere esclusivamente una semplificazione commerciale ... rendere cioè più semplici gli scambi tra gli uomini ... scambi di cose e servizi che passano dagli uni agli altri in base alle vicendevoli quotidiane necessità ... tutto quì ...

... segue nella discussione ...

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

liberate i veneti adesso

sono cominciati i processi alle intenzioni?

psichiatria. 1 03.04.14 00:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LEGGETE:
http://www.iconicon.it/blog/2013/11/fabbricanti-di-stupidi-2/

Grillo faceva spettacoli, tipo questo https://www.youtube.com/watch?v=MG7yUSBtdns (1:37.22)citando i 4 cavalieri dell'apocalisse che controllano tutto il sistema bancario. Sovranità o non sovranità...i bankster comunque controllano la moneta...a che serve uscire dall'euro se poi siamo comunque schiacciati sul mercato dai banksters?

Grillo...la rete non perdona... ma non fa sconti a nessuno! Dove è finita la tua determinazione per riottenere la sovranità sulla moneta? La parità del controvalore aureo che fine ha fatto? Te ne sei solo scordato o c'è qualche idea che nel frattempo è cambiata?

Capisco bene che tu ci tenga alla tua vita e che conseguentemente ora debba evitare di esporti oltre misura, prima che ti mettano su un aereo e ti facciano sparire pure a te...che tieni famiglia.

Volente o nolente, spero che il futuro mi smentisca e anche clamorosamente...l'idea che mi dà il M5S è che siamo fottuti comunque...e di tutte le speranze possibili, sono rimaste solo quelle fasulle.

Più seguo le cronache di politica ed economia più mi sembra che facciate tutti quanti lo stesso gioco di convenienza verso i potenti...al grido di "si salvi chi può!".

Seguirò il tuo consiglio...nel testamento voglio lasciare tutto a me stesso, nel caso che la reincarnazione sia vera, il prossimo giro di giostra parto un pochino in vantaggio. Mi porto una coscienza non proprio rincoglionita del tutto.

Avevi ragione anche nel dire che al popolo italiano puoi far sopportare di tutto.

Nel 1998 non potevi disturbare nessuno ma ci provavi. Ora che puoi rompere i testicoli a chi di dovere non ci stai provando. PARLATE DELLA FED, del FMI, della BCE. Basta denunciare e urlare "vinciamonoi"... questi poetici interventi sono STERILI e INNOCUI. Con i 4 Cavalieri ci vuole la spada del discernimento e lo scudo della conoscenza. Diffondi sul blog ciò che hai diffuso per anni nei tuoi spettacoli: LE SOLUZIONI ALTERNATIVE.

Emanuele Moroni 03.04.14 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Di tutti i referendum che abbiamo fatto finora se ne sono fregati alla grande. Finchè non ci sarà una legge che li fà diventare subito esecutivi non serviranno a niente.

paolo z., milano Commentatore certificato 03.04.14 00:38| 
 |
Rispondi al commento

anni di impegno
anni di partecipazione
anni a raccogliere approvazioni

poi parte un sondaggio secessionista del CAZZO

e i veneti polentoni abboccano

e quei 20 o 24 coglioni si fanno arrestare per INSURREZZIONE

a quei NOVE MILIONI che hanno votato 5stelle girano i coglioni.

psichiatria. 1 03.04.14 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ok, meglio però che la parola "uscita" venga sostituita da un altra parola come "rinuncia" o a un altra che dia maggior senso di sicurezza per non
condizionare negativamente i votanti. La parola "uscita" può indurre a pensare a un rischio e al "si sa quello che si lascia ma non quello che si
trova"; induce a fraintendere e preoccupare.
Una parola può significare decine di migliaia di voti.

Gianni C. 03.04.14 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Enzo D.: "RENZIE dà gli 80 euro……..
………………..BERLUSCONI le dentiere……….

………………..Che Politici con la P maiuscola…….
………………..e che ITAGGGGGGLIANI di MERDA che li votano"……


Signor Enzo D.,

gira e rigira, ci ritroviamo sempre alla stessa conclusione: gli Itaggggggliani che sono la CAUSA di tutto questo po' po' di disastro, non importa con quale grado di consapevolezza o inconsapevolezza che sia.

E la cosa più frustante, almeno per me, è che - dopo quasi 7 decenni di dimostrazione che gli Itagliani sono culturalmente anni luce lontani dall'essere ADEGUATI all'esercizio della Democrazia - si continui ad ignorare questa oggettiva realtà, preferendo di sprecare tempo, energie e denaro in direzioni che - non conducendo alla CAUSA - lasceranno inevitabilmente le cose come stanno.

Mi viene in mente una situazione a questa parallela: il paziente va dal medico, questi - com'è di prassi - gli prescrive la medicina intesa a palliare il sintomo, ed il paziente torna contento, e pure soddisfatto, a casa e alla sua vita persuaso di essere stato curato.

Da lì a poco, un sintomo nuovo: stessa scena di prima.

Avvenne una volta, al mio paese nativo, che un medico a cui la coscienza di tanto in tanto bruciava di brutto, ritrovandosi per l'ennesima volta di fronte allo stesso paziente che gli chiedeva la solita medicina palliativa, gli disse in tono confidenziale:

Senta, signor………, non dovrei, ma - visti i rapporti personali di stima e di fiducia che intercorrono fra noi - voglio dirLe questo: le medicine che Le ho fin qui prescritte servono a darLe un temporaneo sollievo, ma non sono per nulla risolutive in quanto sono studiate per agire sul sintomo. Se noi vogliamo davvero risolvere il problema una volta per tutte, allora dobbiamo agire sulla CAUSA.

Vale a dire, domanda il paziente.

Vale a dire che Lei deve cambiare radicalmente e definitivamente la sua alimentazione.

Fu l'ultima volta che il medico vide il paziente nel suo ambulatorio!

Chi tocca la verità si brucia!!


jb Mirabile-caruso 03.04.14 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Fare un referendum sull'euro equivale a fare un referendum sull'inconsistenza della politica attuale: nullo
si caccia uno come si caccia l'altro (anche perché sono siamesi fra di loro, e la caduta di uno e' subordinata automaticamente alla caduta dell'altro). E la moneta e'indubbiamente prioritaria catalizzatrice e determinante.

Ogni nebulosa forma e presa di posizione che non converge su questa ipotesi sottintende al perpetuarsi del regime esistente (o peggio alla sua subordinazione) e non mette al centro dell'azione la salvaguardia dei diritti del lavoro e della salvezza delle piccole e medie imprese (mentre i grandi monopolisti del capitale ne beneficiano)
peccato questa scadenza di visione..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Blog...

A volte penso che sia cambiato il significato di ogni parola, oppure, chi legge, non riesce ad identificare con precisione il significato della parola stessa,
Se per esempio io scrivo “Democrazia Totalitaria”, la maggior parte di chi legge, pensa, beh, comunque è sempre democrazia, se invece scrivo “Totalitarismo Democratico”, si pensa a una dittatura, due diverse interpretazioni per lo stesso concetto.

Le parole hanno sempre lo stesso significato, indicano in modo univoco, sempre e solo ciò che si è detto, la differenza dell'interpretazione, invece la dobbiamo al pensiero, il nostro pensiero:
Noi, in genere, siamo abituati a leggere, interpretando lo scritto in base alla visione dello stesso e non con la nostra mente che elaborando la frase, tramite la conoscenza, ci darà la giusta interpretazione di ciò che si è letto.

Questo per farvi capire, che ognuno di noi, leggendo il medesimo commento, interprerà lo stesso in maniera diversa, in base alla conoscenza, ragione, logica e pensiero di cui siamo dotati.
Ve ne sono molti di esempi, oggi sul blog, ne prendo uno in particolare che si adatta alla perfezione al nostro caso, commento delle 21,38 di Alfredo, molti non l'avranno letto, altri invece leggendolo non l'avranno trovato interessante, e pochissimi saranno riusciti a interpretarne il contenuto.

Nomi come Bakunin, Hegel, Engels, oppure Schopenhauer , Nietzsche, Shiller, filosofi di Grande valore, dovrebbero stuzzicare la nostra curiosità, se non altro per qualificare il nostro pensiero.

Diamo sempre il giusto significato alle parole sia quando scriviamo che quando leggiamo, perchè la filosofia non è una cosa astratta, ma , il nome stesso lo dice senza ambiguità,
Amore per la Sapienza.


Sinceri Saluti a tutto il blog..

M5S Forever....
Europarlamentari2014 l'impossibile...non esiste!!


From Rome 04/02/2014

Nico C., Porto Sant'Elpidio Commentatore certificato 03.04.14 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un bambino delle elementari capirebbe che dopo 10anni e passa di euro e impoverimento di tutte le Nazioni eccetto la Germania bisognerebbe uscire da questa situazione!
se poi andando verso l'impoverimento mettiamo a capo del governo italico gente come Berlusconi, Monti, Letta e il Frenzie la frittata e' fatta.
Gente incapace corrotta e collusa con un sistema marcio cosa volete che ne venga fuori???
prima eravamo demagogici e populusti e adesso ci chiamano euroscettici.. chiamateci come vi pare ma i vostri sporchi interessi tra nemmeno 2 mesi finiranno!

Gab Riele Commentatore certificato 03.04.14 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nelle sagre c'è sempre rumore
quindi per ordinare da bere bisogna gridare
DUE DIGOS B

oggi si sa che esiste la polizia politica come la polizia locale..

psichiatria. 1 03.04.14 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Concordo ampiamente con Paolo (Epos) ...

Io difendo le posizioni di Beppe sulle PMI che asssolutamente vanno difese ed aiutate ma non possiamo dimenticare che alcuni commercianti ed artigiani non si sono comportati bene durante la fase di passaggio dalla Lira all'€ ... con la evidente complicità dei politici di allora (oh ... che caso ... sono tutti ancora in "circolazione" ...) ...
Questo non è stato di certo di aiuto al Paese perchè ha provocato un rialzo di prezzi (quindi una peudo inflazione reale) che ha avuto ripercussioni negative per la nostra economia e per le finanze delle famiglie ...
L'€ ha certo le sue colpe (e non poche, anche a causa del modo come viene gestita la moneta dall'Europa) ma non è l'unico colpevole dell'attuale situazione ... diciamo che sta su un ipotetico podio (della disfatta) con la medaglia d'argento ...
quella di bronzo alla Trojka ...
quella d'oro (... mi chiederete) ???
Vinta con parecchie "incollature" dai nostri politici ...

(^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pienamente d'accordo. E da un euro così uscirei pure senza referendum!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.04.14 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno di solito comincia sporco
come l'inchiostro del nostro giornale
scritto sui bianchi muri delle prigioni della repubblica
federale.
Che giorno per giorno avanzando tranquille
son quasi davanti alla tua finestra
con un corteo di stesse e scintille e i tamburini la banda
l'orchestra.
Spegnete la luce pensava Ulriche
che la foresta più nera è vicina,
ma oggi la luna ha una faccia da strega
e il sole ha lasciato i suoi raggi in cantina.
Spegnete la luce pensava Ulriche
che la foresta più nera è vicina,
ma un jumbojet scrive "viva il lavoro"
col sangue, nel cielo di questa mattina.

Con un megafono su un autobus rosso
un Cristo uscito dal Circo Togni
comincia un comizio con queste parole
"disoccupate le strade, dai sogni,
disoccupate le strade dai sogni
sono ingombranti, inutili, vivi
i topi e i rifiuti siano tratti in arresto
decentreremo il formaggio e gli archivi.
Disoccupate le strade dai sogni,
per contenerli in un modo migliore,
possiamo fornirvi fotocopie d'assegno,
un portamonete, un falso diploma, una ventiquattrore.
Disoccupate le strade dai sogni,
ed arruolatevi nella polizia,
ci sarà bisogno di partecipare
ed è questo il modo
al nostro progetto di democrazia.
Disoccupate le strade dai sogni
e continuate a pagare l'affitto
ed ogni carogna che abbia altri bisogni
dalla mia immensa bontà sia trafitto.
Da oggi è vietata la masturbazione
lambro e lambrusco vestiti di nero
apriranno le liste di disoccupazione
chiudendo poi quelle del cimitero,
e poi, e poi,
poi costruiremo dei grandi ospedali,
i carabinieri saranno più buoni,
l'assistenza forzata e gratuita per tutta la vita
e un vitto migliore nelle nostre prigioni.
Disoccupate le strade dai sogni
e regalateci le vostre parole,
che non vi si scopra nascosti a fare l'amore
i criminali siano illuminati dal sole.
Disoccupate le strade dai sogni,
disoccupate, disoccupate.
Disoccupate le strade dai sogni,
disoccupate, disoccupate.
-------------------------------
Disoccupate le strade dai sogni - Claudio Lolli

Arjuna , Madras Commentatore certificato 03.04.14 00:05| 
 |
Rispondi al commento

ricordo
anni lontani
in alcune sagre
al chiosco delle bibite
c'era un aperitivo
chiamato
digos boia

psichiatria. 1 03.04.14 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La poesia di mezzanotte è dedicata a tutti coloro che scambiano il cielo con la terra e non se ne rendono conto.


Quelli che hanno il favore delle stelle
si vantino di pubblici onori e di titoli superbi,
mentre io, cui la fortuna nega simili trionfi,
godo in disparte di ciò che più onoro.
I favoriti dei grandi principi
schiudono i loro bei petali
solo come la calendola all'occhio del sole
e, in sé per sé, il loro vanto vien sepolto,
perché, ad un cipiglio, muoiono con la loro gloria
L'affannato guerriero, famoso per valore,
dopo mille vittorie sconfitto una volta,
è del tutto cancellato dal libro dell'onore,
e dimenticato è tutto il resto
per cui aveva faticato.
Felice allora io, che amo e sono amato
lì, di dove non mi muoverò, né sarò rimosso.


SONETTO 25 - William Shakespeare -

Buona notte e sogni stellati

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 03.04.14 00:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori i traditori compreso i parenti e amici stretti.

Nicola santaniello 03.04.14 00:00| 
 |
Rispondi al commento

L'alba s'inventa un ingranaggio
L'alba s'inventa una ruota a Torino
L'alba s'inventa una ruota a Milano
L'alba s'inventa una ruota a Bologna
L'alba s'inventa una ruota a Berlino
L'alba s'inventa una ruota a Napoli
L'alba s'inventa una ruota a Roma
Meccanicamente all'arrivo del sole,
cominciano tutte a girare da sole,
cominciano tutte a girare ...

L'alba s'inventa un ingranaggio
Il sole lo unge con il suo grasso
L'alba s'inventa una ruota che gira
Respira compagno l'aria che tira
Respira compagno una goccia di grasso
Che esce da questo ingranaggio
Ma non respirarla con cortesia
E' la socialdemocrazia
E non respirarla troppo forte
E' la meccanica della tua morte,
la meccanica della tua morte,
della...
_______________________
Claudio Lolli - Disoccupate le strade dai sogni

Arjuna , Madras Commentatore certificato 02.04.14 23:59| 
 |
Rispondi al commento

✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩

Lascio la buonanotte a tutti commentatori e commentatrici del blog domani è un altro giorno
ma la battaglia continua.

ringrazio il M***** che si batte x cambiare questo
paese e lo fa con coraggio, perché sapete, ci vuole coraggio x far cambiare idea ad una intera nazione.

di nuovo buonanotte a tutti

da nessun copy
prossimo elettore ✩✩✩✩✩

✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩ ✩✩✩✩✩

nessun copy 02.04.14 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Vito Asaro

Hai scritto tanti commenti oggi (in special modo nel post precedente) e non ne ho commentato alcuno ma li ho letti tutti ...
Con questo volevo risponderti cumulativamente : li ho apprezzati e condivisi praticamente tutti ... bravo ... spesso la penso esattamente come te ...

Oggi ho postato un link ... spero e penso che potrebbe piacerti (se già lo hai visto scusami) ... è sul mio commento delle 23,37 ...

Ovviamente (essendo in chiaro questo mio ringraziamento a Vito) estendo a tutti l'invito ... per me ne vale la pena ...

Grazie Vito e buonanotte a tutti ... (^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAPOLITANO......NAPOLITANO...NAPOLITANO NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI....NAPOLITANO...NAPOLI
NAP

Camillo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una domanda:se alle europee dovessimo superare il 30 e,questi non se ne vanno che facciamo?continuiamo a stare qui a lamentarci?sapete,sto cominciando a rompermi le scatole.non mi và di vincere e non poter ritirare la vincita.una volta gandhiani va bene,due volte anche ma,dalla terza in poi,non si è più gandhiani.si è qualcos'altro.


Il post tratta un argomento (interessante) ...
Ho letto tutti i commenti e tanti non sono proprio inerenti ...
Nessuna critica ... ma approfitto per fare altrettanto ...

OT

...

POLITICI POSSIBILI ...

(se si ha fortuna ... e l'intuito mi dice che in Italia questa fortuna non l'abbiamo ...)


http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=3SxkMKTn7aQ

... 10 minuti di pura emozione ...

(^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buonanotte!!!!!!!


C'è poco da discutere in Europa e si perde solo tempo mentre le nostre aziende chiudono e la disoccupazione aumenta. Ci hanno tolto di mezzo per fare i loro affari, pochi, su una massa di cittadini che di economia ne capisce ben poco. Anche un bambino di 10 anni ci potrebbe dire quanto una moneta forte (L'euro), non sovrana, che non rispecchia la tua reale economia ti porta solo a devastare la vita in comune di tutti i giorni ! Ci stiamo riducendo a divenire un paese da terzo mondo, con governi fantocci che impongono regole che non vanno nella direzione di una casa comune ma solo in un condominio. Pensare di trattare questo in Europa è solo pura utopia ! Sveglia gente, l'Italia sta morendo sotto tutti i punti di vista, nessun Stato può considerarsi padrone a casa sua se non ha il controllo della propria moneta in cui riversiamo il valore dei nostri beni e servizi. Tutto questo, attualmente prende il volo all'estero e non rimane in Italia facendola così morire.

Mirco Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Beppe cosa ne pensi di questa decisione di Napolitano?
L'ultimo scandalo del Presidente della Repubblica!
RICEVERE IL CONDANNATO Berlusconi per parlare di POLITICA è semplicemente una scelta schifosa. Ecco perchè ci considerano dei veri pagliacci in Europa. In attesa dicommendi devo pensare che gli arresti in Italia dovranno essere moltiplicati di svariate migliaia se per puro caso dovesse esserci anche la grazia.

oraziopaoloridente 02.04.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento

buonasera a tutto il blog,credo che sia sacrosanto il diritto di noi italiani intesi come popolo esprimere il nostro parere sullo stare o non stare nell'euro visto che quando c'è stato il cambio nessuno ci ha chiesto il minimo parere,quindi dopo una bella delucidazione su pro e contro dobbiamo decidere noi se morire da schiavi o morire da uomini liberi.
in alto i cuori,vai beppe siamo tutti con te

sergio g., arese Commentatore certificato 02.04.14 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Anche in Olanda aumentano gli euroscettici
Geert Wilders ha diffuso sul maggior quotidiano dei Paesi Bassi un sondaggio shock che indicava come ben il 67 % degli olandesi voglia un referendum come quello che chiediamo noi
Ha presentato un dossier in cui si sostiene che uscire dall’euro non è solo possibile, ma anche piuttosto vantaggioso. Grazie a 270mila euro di finanziamento pubblico ricevuti dal suo partito, Wilders ha commissionato uno studio all’agenzia londinese Capital Economics sulla “sostenibilità” di un eventuale piano di uscita dell’Olanda dalla zona euro e dall’Europa. Sorprendenti, a suo giudizio, i risultati.
Lasciando l’Unione europea e negoziando con i paesi che ne fanno parte un nuovo accordo economico, «fin dal prossimo decennio le famiglie olandesi potranno guadagnare qualcosa come 10mila euro in più»e il PIL “supererebbe, entro il 2035, del 10 o del 13 per cento quello del resto dell’Unione».
Si dovrebbe elaborare un piano ultrariservato, gestito dal ministro delle finanze e dal direttore della Banca centrale olandese, e comunicarne l’esito alle istituzioni europee solo all’ultimo minuto, per evitare il rischio di operazioni speculative. Quanto al cambio di moneta, il valore attuale di un euro sarà attribuito da quel momento in poi al fiorino, il nuovo/vecchio conio del paese.
Il costo sarebbe di 51mila milioni di euro, in ogni caso molto meno dei 75mila milioni che l’Olanda dovrebbe versare nei prossimi anni per sostenere la moneta unica.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio modesto criterio, ritengo que il tipo di moneta che si usa in un Paese qualsivoglia, non determina l' esito o meno nel raggiungere le mete agoniate: Educazione, Economia, Sviluppo, ecc. bensí tutte queste mire si raggiungono solamente se detto Paese è amministrato da persone educate; oneste; probe e di certo livello intelletuale; e tutto ciò non dipende dalla moneta che corre in tale Nazione. Grecia ha sperimentato una forte recessione non per avere adottato l' Euro, ma perchè colà hanno sperperato senza responsabilità il denaro che la UE le aveva prestato ed andò a finire nelle tasche di persone poco onorevoli.
Tutto dipende dalla qualità dell' uomo e non dal tipo di moneta circolante.
Anche se cambiamo la moneta ci seguirá ad andare male perchè ci dirige della gente poco educata; senza scrupoli, inetta ed assai poco onesta (Casta).
Dio ci salvi da loro!!
Saluti.

Coriolano 02.04.14 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Cresce il numero di operatori che ipotizza che nel 2014 ci sarà una sorta di staffetta tra Fed e Bce (senza dimenticare la Bank of Japan che dovrebbe continuare a pompare denaro) nel "drogare" i mercati di liquidità. Anche perché il bilancio della Fed è cresciuto dell'80% negli ultimi 5 anni, mentre il bilancio Bce è cresciuto solo del 15% nello stesso periodo perché i due Ltro (piano di rifinanziamento a lungo termine), che avevano fatto si crescere in primo momento il Bilancio fino ad un +50%, ora vengono restituiti. Insomma, la Bce ora si trova a dover scegliere una altra strada per intensificare il meccanismo di trasmissione della sua politica monetaria."

dal web

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 23:14| 
 |
Rispondi al commento

MA IL POPOLO ITALIANO COSA PENSA QUANDO VEDE BERLUSCONI CONDANNATO PER FRODE FISCALE,ESSERE INVITATO E AD ANDARE AL QUIRINALE DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. QUESTI SONO I MISTERI DELLA VITA.

SONO 35 ANNI CHE LAVORO ONESTAMENTE, MA MAI NESSUNA ISTITUZIONE MI HA INVITATO. ALLORA MI DOMANDO A COSA C... SERVE ESSERE ONESTI?

FORZA GRILLO, FORZA M5S

Marco 02.04.14 23:12| 
 |
Rispondi al commento

penso che la causa della crisi economica italiana,anche se forse inconsapevolmente, sia dovuto al fatto che come rapporto all'euro si è preso come riferimento la moneta piu forte il marco tedesco.
provando a fare un pò di analisi, se la moneta di riferimento fosse stato la lira:un euro=1000 lire.
un operaio che nel 2000 quadagnava 2.000.000.(due milioni)avrebbe preso 2.000 euro al mese.
ammettendo per ipotesi che voleva vivere di solo frutta,poteva comprarsi 2.000 kg. (visto che nel 2000)al mercatino trovavo la frutta a 1.000 lire al kg).invece purtroppo da 2.000.000 di lire che guadagnavo mi hanno dimezzato lo stipendio a 1.000 euro e quindi banalizzando di vivere sempre di solo frutta, ma il discorso vale per tutti i prodotti,al mercatino invece di comprare 2.000 kg di frutta ne compro solo 1.000.(visto che costa un euro e non 50 centesimi)
semplificando,i lavoratori dipendenti(a reddito fisso) l'hanno preso in quel posto, mentre commercianti,liberi professionisti ecc... si sono ingrassati.
le famiglie dei lavoratori nei primi anni hanno sopperito con risparmi di una vita,poi hanno venduto l'oro(il numero di negozi "compro oro"sono spuntati come i funghi)adesso si vendono l'auto, poi passeranno ai materassi.
grazie euro e va a fanc...a chi lo difende.

vittorio c., frosinone Commentatore certificato 02.04.14 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Signorina
veniamo noi con questa mia a dirvi, adirvi una parola, che scusate se sono poche ma 700 mila lire ;a noi ci fanno specie che quest'anno, una parola, c'e' stata una grande moria delle vacche come voi ben sapete . : questa moneta servono a che voi vi consolate dei dispiacere che avreta perche' dovete lasciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimi di persona vi mandano questo perche' il giovanotto e' uno studente che studia che si deve prendere una laura che deve tenere la testa al solito posto cioe' sul collo . ; . ;
salutandovi indistintamente
i fratelli Caponi(che siamo noi)

Er caca, er caca, er caciara ....... Commentatore certificato 02.04.14 23:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

(col senno di poi)..per limitare i danni sui prezzi causati da una moneta forte..come l'euro ,...sarebbe stato sufficiente aver obbligato per legge i negozianti a mantenere sui listini e ben visibili...i corrispettivi in lire.
L'effetto psicologico...dei nuovi aumenti avrebbe frenato (ma non annullato) sia i negozianti nel chiederli...sia gli acquirenti nel...pagarli.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 02.04.14 23:02| 
 |
Rispondi al commento

M5S SEMPRE, FORZA GRILLO, DOBBIAMO VINCERE LE PROSSIME ELEZIONI. ORAMAI SEI L'ULTIMA NOSTRA SPERANZA DI CAMBIAMENTO SENZA SPARGIMENTO DI SANGUE.

RICONOSCO COMUNQUE CHE 60 MILIONI DI ITALIANI MENO 9 MILIONI DI VOTANTI M5S, MERITANO CIO' CHE I VARI GOVERNO BERLUSCA,PRODI,LETTA E RENZI STA' PERPETRANDO NEI CONFRONTI DI TUTTI, E NON VOGLIONO APRIRE GLI OCCHI O FORSE NON GLI CONVIENE O PIU' SEMPLICEMENTE HANNO SPENTO IL CERVELLO GRAZIE AI GIORNALI ED ALLE VARIE TV DI PARTIVO.
COMUNQUE MEGLIO MORIRE DI FAME CON LA LIRA CHE CON L'EURO E PAGARE 50 MILIARDI OGNI ANNO PER 50 ANNI. FORZA GRILLO, FORZA IL M5S

Marco 02.04.14 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema vuole che si stia in Europa.
Il sistema è da una vita che ci frega.
Ci ha fregato perché siamo andati dietro questo marciume e allora...proviamo a pensare al contrario di quello che ci propinano...forse solo così potremo dire di aver avuto ragione.
Sempre il contrario di quello che dicono est la verità(preso volutamente da Paolo)
Claro!!!!!)
'Notte al blog e 'notte stelline...a domani!

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:02| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

aspetto il secondo turno delle elezioni per le europee ma spero tanto di veder passare gente che lavora anche in rete!!che vedo sul blog!!che vedo qui e sui social.che si danno da fare da anni e sono attivisti della prima ora.vorrei tanto vedere dei nomi storici che hanno messo tempo,anima e cuore per il M5S poter portare la loro esperienza e il loro impegno anche in sedi istituzionali.abbiamo gente pronta da anni e col cuore grillino doc.rispetterò come sempre ogni decisione della rete ma ,appunto,spero tanto che la rete abbia memoria!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO COSÌ TANTO IN MALAFEDE PERCHÉ IL LORO POTERE NON E' STATO MAI COSÌ GRANDE COME IN QUESTO PERIODO STORICO .....E' UN PO COME IN BORSA DOVE A FRONTE DI TANTISSIMI CHE PERDONO C'È SEMPRE QUALCUNO CHE LUCRA ...........HI HI HI

Pietro.c 02.04.14 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Così AMBROSE EVANS-PRITCHARD nel novembre 2011 (quando ci venivano imposti i "sobri tecnici in loden" di Mario Monti):

"L'economia italiana è debole solo secondo i parametri di Maastricht. Se avesse ancora una banca centrale sovrana non sarebbe in questa situazione."

"l'Italia non è fondamentalmente insolvente. È in questi pasticci perché non ha un prestatore di ultima istanza, una banca centrale sovrana o una moneta sovrana. La struttura dell'euro ha trasformato uno stato solvente in uno insolvente. Ha invertito l'alchimia"

"Fondamentalmente la posizione debitoria italiana è solida […] perché non esiste solo il rapporto debito pubblico/Pil stabilito dal Trattato di Maastricht.

Se tra i criteri di sostenibilità di un economia si considera anche il debito privato, l'Italia risulta uno dei Paesi più stabili d'Europa. L'indebitamento delle famiglie italiane e delle società non finanziarie italiane è il più basso d'Europa (42 per cento del Pil, contro il 103 britannico, l'84 spagnolo, il 63 tedesco e il 51 francese, ndr) e ciò rende il debito aggregato italiano (pubblico più privato) inferiore a quello di Gran Bretagna, Spagna e Francia, e analogo a quello della Germania.

Inoltre lo Stato italiano è uno dei pochi al mondo ad avere un avanzo primario, ovvero a incassare più di quello che spende, al netto degli interessi che paga sul debito pubblico.

Considerate queste condizioni, se il vostro Paese non fosse entrato nell'euro e aveste quindi una banca centrale sovrana in grado di attuare una politica monetaria autonoma espansiva a sostegno dello sviluppo la situazione dell'Italia sarebbe molto migliore."

http://www.antimafiaduemila.com/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=34517

*****

Ma a differenza di quanto afferma Evans-Pritchard USCIRE DALL'EURO (previa ridenominazione del debito nella nuova moneta) SI PUÒ E SI DEVE. Sarà la fine dell'eurozona? La fine dell'UE? Chìssene, si fottano! Possiamo mica accettare docilmente di "MORIRE PER MAASTRICHT"?

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 02.04.14 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'euro è una truffa televisiva, è passata l'immagine di un euro ganzissimo grazie alla televisione. finalmente con una moneta unica come in America mi sento più europeo e meno terrone, gli stati uniti d'Europa, sono europeo magari mi sposò una svedese... ci siamo cascati con tutte le scarpe. stiamo spendendo un capitale in interessi da pagare senza avere in mano niente, un pugno di mosche. come la volete chiamare? è una truffa tipo quelle che faceva il mago do nascimiento con wanna marchi. ci hanno rifilato una inculata pazzesca. un popolo che crede a dio e la Madonna è pronto a credere a tutto per essere felice.

Trinità 02.04.14 22:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

IL CAMBIO FU FISSATO IN 1936,27 LIRE CONTRO ONE EURO....MORTADELLA DOCET HI HI HI

Pietro.c 02.04.14 22:54| 
 |
Rispondi al commento

L'euro è una moneta
studiata
per distruggere l'economia italiana,
i signori
CIAMPI
AMATO
PRODI
D'ALEMA
VELTRONI
BERSANI

erano stupidi o erano complici?
altre alternative non ne vedo.

e il Grande Renzi,
il Padre della Patria Napolitano
della disgrazia dell'euro
dei suicidi di centinaia di italiani
a questa MONETA MALEDETTA

cosa pensano?
che ci vuole più Europa?

ma un medico che somministra a un malato una dose x di un farmaco e si accorge che gli fa male e lo mette in pericolo di vita,

cosa fa gli dà una dose ancora più forte????

MA PERCHE' SONO COSI' TANTO IN MALAFEDE???
OSTINAZIONE?
SADISMO?
CUPIO DISSOLVI?

che l'euro e l'europa siano maledetti,
finiranno nella pattumiera della storia
come i regimi affamatori di esseri umani.

E siano doppiamente maledetti i politicanti
che questa ignobile europa la difendono a tutti i costi.

Carlo Pandolfini, Catania Commentatore certificato 02.04.14 22:54| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"ci fu la manovra scellerata di: mille lire = un euro, e quello fu il colpo di grazia."
--------------------------------------------------
posso intuire da chi fu proposta tale manovra...ma tale proposta è stata avvalorata dai cittadini stessi....accettandola.
Il rialzo dei prezzi può essere confermato e reso operativo...se entrambe le parti contraenti (venditore ed acquirente)..hanno la capacità contrattuale ed economica di accettare che ciò avvenga.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 02.04.14 22:50| 
 |
Rispondi al commento

IL NOSTRO RE CHE DIFENDE SEMPRE A SPADA TRATTA L'EURO E CODESTA EUROPA COME MAI NON HA APERTO BOCCA PER DIFENDERE L'UCRAINA DAI TANK VERI DELL'AMICO PUTIN IL QUALE HA SPUTATO IN TESTA A OSAMA E L'EUROPA INTERA PER POI PRENDERLI PURE PER IL SEDERE???FORSE RIMEMBRAVA I BEI TEMPI DEL SOVIET ????
CARO RE NON SEI CREDIBILE PERCHÉ NON DIFENDI IL TUO POPOLO EUROPEO......HI HI HI
ANZI SEI CONNIVENTE E COMPLICE DI CERTI MODI DI AGIRE ........HI HI HI
IN ITALIA PERÒ ABBIAMO MESSO IN GATTA BUIA QUELLI CHE HANNO TRASFORMATO UN TRATTORE IN UN PSEUDO TANK CON CANNONCINO A CORDA SPARA LETAME .......HI HI HI
CAZZ INVECE DI ORDINARE UNA PERIZIA PSICHIATRICA LI HANNO LEGATI .....
MA QUANTO SIAMO INFLESSIBILI NOI EUROPEI........HI HI HI
E POI DISOCCUPAZIONE +13% GIOVANI OLTRE 40%.......
TRA UN PO VEDRAI CHE SPARA LETAME TI PRESENTERÀ IL POPOLO CARO RE...........
AH RE AI VISTO I NOSTRI SOLDATI IN LICENZA PREMIO IN INDIA???
PAGLIACCI INETTI E MANGIA PANE A TRADIMENTO

Pietro.c 02.04.14 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Renzi: 'Italia non tema di mostrare quanto vale'


appunto,quindi tu nasconditi alla svelta!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*L’Euro è sopravvalutato rispetto al dollaro di almeno il 20%. L’indicazione arriva dalla nuova versione del Big Mac Index. Lo studio mette a confronto il valore di uno stesso bene in paesi che hanno valuta diversa. In base all’analisi il valore dell’Euro sarebbe 0,97 dollari, quindi un corso molto più basso rispetto ai livelli attuali, 1,22.
E' chiaro che se Draghi lo riportasse ai livelli giusti tutta l'economia europea potrebbe vendere i suoi prodotti sul mercato mondiale a prezzi molto più competitivi di quello che offrono Cina o India
E allora chiediamoci perché Draghi tiene l'euro così sopravvalutato
Ma certo se la pratica della Bce viene dettata dal Fondo Monetario che prende ordini da Washington diventano chiare alcune cose.
Come mai per esempio non si rimette la separazione tra banche d'affari e banche d'investimento. Come mai non si mette una tassa sulle transazioni finanziarie. Come mai la Bce non è una banca normale come la FED o la banca del Giappone e come mai non presti direttamente all'1% agli stati, cosa che farebbe crollare immediatamente il debito!

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono senzaltro favorevole a un referendum popolare sull'euro, solo con un distinguo: che la popolazione sia istruita, come con il prof. Giannuli nel occasione della legge elettorale, da valenti economisti, sui pro e i contro dell'uscita dall'euro. Questo lo dico perché da ignorante in materia economica come tanti, avrei bisogno di essere documentato da chi di economia se ne intende. A guardarla così direi che é meglio uscirne, perché da osservatore ho visto che i nostri guai economici sono iniziati da quando siamo entrati nell'euro, e non solo, perché ad aggravare la situazione pesantemente ci fu la manovra scellerata di: mille lire = un euro, e quello fu il colpo di grazia.

Dolphin 02.04.14 22:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..il risultato della nostra situazione economico sociale attuale..è l'esatto totale di tutta la disinformazione che i mass media ci hanno propinato negli anni.
Un referendum...votato da cittadini drogati dall'informazione di parte....potrebbe ottenere
una risposta obiettiva... scevra da condizionamenti ?

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 02.04.14 22:40| 
 |
Rispondi al commento

fuori dall' €: prima è meglio è

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.04.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

I paesi che sono entrati nell’euro non avevano nessun debito pubblico. E’ stato l’euro a crearlo.
La Spagna aveva il suo surplus, aveva abbattuto il suo debito pubblico di 10 punti, mentre la Germania lo aveva fatto salire di 10 punti. La crisi ha fatto crescere la Germania e ha condannato la Spagna. E’ chiaro che il debito pubblico non c’entra. Sono state le regole dell’euro e i miliardi presi dagli Stati per darli a Bruxelles che li ha dato all’1% alle banche perché li prestassero agli Stati con tassi usurai a creare il debito! Se non fossimo mai entrati nell’euro non avremmo il debito pubblico che abbiamo!
Lo sapete che anche la Germania ha un debito pubblico e che anzi è il più alto d’Europa?
Cito da informareperresistere: “Il salvataggio di alcune banche è costato a Berlino 10 punti di PIL, in rapporto al quale il suo debito pubblico è cresciuto dal 73,5% fino all’83,2%”. La verità che nessuno dice è che il debito tedesco è il terzo debito pubblico lordo più alto del mondo in valore assoluto. Ammonta a 2080 miliardi. E supera di 236 miliardi quello italiano che invece è fustigato

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Poche balle: chi va cianciando di "credibilità internazionale" che avremmo acquisito facendo "i compiti a casa" e diventando "virtuosi" (?), chi vi racconta che con la "riduzione della spesa pubblica" (soliti tagli selvaggi alla sanità, all'istruzione, ai servizi pubblici locali?) sarà possibile una "riduzione del cuneo fiscale" tale da "rilanciare lo sviluppo" VI STA MENTENDO SAPENDO DI MENTIRE.
Si tratta di una menzogna che deve reggere fino alle Europee (per "conrastare le spinte populiste e antieuropee"). Poi, quando il PD renziano avrà trionfato (e portato il tedesco Martin Schulz alla presidenza della Commissione UE) ve ne accorgerete… ce ne accorgeremo. Saranno CETRIOLI BELLI GROSSI E BITORZOLUTI (e senza Durex Pleasure Gel).

FUORI DALL'EURO CI FINIREMO COMUNQUE. Non riusciremo MAI a rispettare gli "impegni presi" (qualcuno ci ha chiesto un parere?) con l'adesione al Fiscal Compact (a meno di crescere costantemente a tassi cinesi di qualche anno fa), oltre tutto col fardello del MES che già ci stiamo sobbarcando oltre al vincolo del 3% deficit/PIL e al pareggio di bilancio in Costituzione.

Ma un conto è uscirne per DECISIONE POLITICA SOVRANA e PREVIA RIDENOMINAZIONE DEL DEBITO NELLA NUOVA VALUTA (i greci, che non sono più padroni del loro debito, non possono più farlo ma noi sì), tornando alla valuta nazionale con una vera Banca Centrale (possibilmente PUBBLICA e comunque rispondente direttamente al Tesoro); un altro conto è uscirne per consunzione (una ex potenza industriale annientata, tabula rasa popolata da disperati pronti a farsi sfruttare per un tozzo di pane), come da progetto massonico delle élite sovranazionali assecondato dai loro camerieri: i nostri governanti corrotti, in cambio di carriere e privilegi personali (cioè in cambio di briciole, dal punto di vista delle élite suddette).

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 02.04.14 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto eclatante e attuale è che, mentre il Pd è imbambolato nelle mani di un ciarlatano, e il Pdl è imbalsamato nella difesa di un condannato, e mentre ci balocchiamo con riforme istituzionali per fare andare più veloci dei politici che non hanno il minimo piano di risanamento e ripresa, molti stanno compiendo un passo ulteriore: non vogliono solo uscire dall’euro, ma proprio dell’Europa (vedi l’Inghilterra) e siccome sono sempre un passo avanti agli altri, forse hanno capito che è proprio l’Europa il bidone. La Norvegia si è messa fuori non solo dall’euro ma proprio dall’Europa. Quello che i burocrati ci Bruxelles vogliono è la spoliazione di Spagna, Grecia e Italia per farsi un tesoretto, trasferendo i nostri beni nelle loro mani. Inutile sperare in una solidarietà europea da parte della Germania! La solidarietà non esiste in questa Europa. Per salvare la Grecia bastavano pochi miliardi, ma la Germania pretese che si impegnasse in una spesa altissima in miliardi di armi, mentre i bambini greci morivano!

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:29| 
 |
Rispondi al commento

O.T. (senilità Italo Svevo)

Napolitano ( 'O presidente)
continua a sbagliare.

Oggi ha ricevuto
il fu cavaliere berluskaz.

Il futuro Presidente della
Repubblica Italiana, prima di accettare
l'incarico, ci deve garantire che nessun
condannato in via definitiva possa
in alcun modo presentarsi al suo cospetto.

Nemmeno se rappresenta la totalità
degli italiani.

E' CHIARO!!!!!!!!!!!

Aloha!

Paolo Rivera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 22:28| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

IN ALTO I CUORI!

emanuele b., montepulciano Commentatore certificato 02.04.14 22:28| 
 |
Rispondi al commento

IL NANO INCONTRA IL RE.... IN PROSSIMITÀ DEL 10 APRILE, COLPO DI CODA DEL CAINANO?? ORMAI PRONTO A TIRARE FUORI LE FAMOSE INTERCETTAZIONI "DISTRUTTE" IN CAMBIO DELLA GRAZIA...

aniello r., milano Commentatore certificato 02.04.14 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Oggi sua maestà re giorgio, ha ricevuto il condannato per discutere... (per l'ennesima volta)come, salvarsi a vicenda, le "chiappe".Con questi personaggi "tipicamente" Italiani che ci stanno facendo fare,da diversi anni la figura di .....nel mondo,possiamo cambiare tutte le monete, ma sempre più nel liquame finiremo.Avete capito o no che il problema n°1 sono questi ..statisti da... strapazzo, che continuano a scorticarci vivi mentre loro si ingrassano sempre di più.

Canzio R. Commentatore certificato 02.04.14 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'euro ha portato Precarietà nel lavoro, nella vita delle persone, amputato lo sviluppo dell'economia, della natalità e delle famiglie Italiane.

Libertà - Fraternità - Legalità

Pier Paolo 02.04.14 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Fassina, a Servizio Pubblico”, disse “Non potendo svalutare la moneta, si svaluta il lavoro“. Ma come fa a questo punto il Pd dichiararsi di sx e far pagare la crisi ai lavoratori, deprezzando, il lavoro?
Se io voglio diventare competitivo e ho l’euro, ho una moneta “sbagliata” rispetto a quella che dovrebbe essere per il mio peso economico, per ottenere competitività posso solo svalutare il salario. Sposto il peso dal cambio flessibile che non c’è al costo del lavoro. Questo, tra l’altro, è profondamente iniquo e apre una spirale che porta allo schiavismo e alla precarizzazione esasperata come si è visto, con la disoccupazione in aumento.
Un partito di sx dovrebbe opporsi a questo scempio.
Nel 1978 gli analisti italiani sapevano già benissimo in che guai saremmo incappati, eppure aderì allo SME (col solito Napolitano che già allora ci vendette alla finanza internazionale).
E che oggi le previsioni peggiori si stiano puntualmente verificando non spiega perché il Pd insista a voler restare nell’euro ad ogni costo. E intanto si distrae l’opinione pubbliche con false riforme del Parlamento o della Consulta. Ma come si fa a continuare a difendere l’euro di fronte al massacro evidente e con un cappio sul collo come i 50 miliardi da pagare ogni anno per 20 anni?????
Ma che sta facendo Renzi???? Ma quale bandiera difende??? Per gli interessi di chi ci sta buttando al massacro?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che sovente le doti migliori
abbiano pochissimi ammiratori
e che la maggior parte della gente
consideri buono lo scadente
è un male che si vede ogni giorno,
ma come difendersi da tale morbo?
Io dubito che questo flagello
si faccia eliminare dal nostro mondo.
Un unico mezzo sulla terra ci sarebbe,
ma è oltremodo difficile.
Gli stolti dovrebbero diventare savi;
ma vedrete che non lo diventeranno mai.
Quelli non riconoscono l valore delle cose,
non è la ragione, sono gli occhi a giudicare;
lodano sempre quello che è meschino
perché non hanno mai conosciuto il buono.


- Wolfgang Goethe -

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 02.04.14 22:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

serracchiani:dall'euro non si esce,nessuno si illuda.traduco:ormai siete nella rete degli usurai.per voi non c'è più speranza.è per quelli come la serracchiani?beh,per loro nessun problema.loro sono procacciatori d'affari.

vito asaro 02.04.14 22:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Prima, mi sembrava di aver sentito qualcosa tipo andiamo in Europa a battere I pugni sul tavolo per cambiare le regole.
Ora, mi pare si spinga l’accelleratore sul referendum antieuro.

Sbaglierò ma un’unica cosa mi è chiara:
se non si riesce a togliere I burattini dalle mani dei Burattinai, sostituendoli con cittadini onesti e incorruttibili,
non se ne esce.
Amen.

http://www.youtube.com/watch?v=9m28KjYu9xo

^__*

Daniela M. Commentatore certificato 02.04.14 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I paesi NORDICI,
sono un modello comportamentale, per quanto concerne il rispetto delle
le strisce pedonali...??
Purtroppo, io dissento...
TALI STRISCE PEDONALI dovrebbero essere un motivo di precedenza e non un
OBBLIGO... PERCHè???
Spesso mi capita di vedere anziani che si buttano (anche con bicicletta) senza criterio, per attraversare strade con passaggi pedonali cechi,
senza accertarsi che i veicoli abbiano la possibilità di arresto... o li abbiano
visti in tempo... (poi...ci meravigliamo degli incidenti?)

Le strade/
marciapiedi, sono piene di AUTOMI, con Smartphone alla mano, anche questi vivendo tutti in un mondo VIRTUALE, in special modo gli adolescenti
che
non si degnano di nessun impegno/interesse di ciò che succede attorno
al loro perimetro...
Anch'essi, convinti che a loro tutto è dovuto, senza rendersi conto che è la
loro VITA/incolumità che mettono a rischio se investiti dal mezzo...
(distruggendo anche l'esistenza del conducente....)

Dobbiamo considerare, che in auto, anche andando, con prudenza ci sono
dei punti cechi,
creati dalla struttura del veicolo, dove per un secondo potrebbe nasconderti
un pedone sbucato all'improvviso...
Ci sono i riflessi del sole, e ombre create dagli alberi che potrebbero
mimetizzare i pedoni... ecc. Cioè un sacco di variabili dai drammi irreparabili...

NON SAREBBE più opportuno, educare le persone, che, anche se, in presenza
di strisce PEDONALI, il pedone si accerti della sicurezza all'attraversamento
e/o chieda al conducente con un segno della mano evidente (non volgare..)
la priorità dell'attraversamento...(io da pedone faccio così)
IN natura FUNZIONA così perché stravolgere la logica...
LA dinamica e fisica anno delle basi matematiche perché stravolgerle??
IL tempo di arresto di una persona, al passo, è di 50 cm l'auto in città è
di qualche metro... la differenza, tra il danno e l'incolumità della persona...
JOYKEY

JOYKEY 02.04.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un referendum sull'euro è più che legittimo. Ci hanno portato nel "regime euro" indicendo un referendum senza fare la dovuta informazione. Sono certa che tante persone come me ricordano poco o niente di quel referendum.
L'unica informazione a quei tempi che passava era che per salvarci dovevamo entrare in europa. Poveri ingenui noi !!! quante ce ne hanno fatto credere !!!

Marisa S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei che l'uscita dall'euro risultasse uguale all'entrata nell'euro...
Mio stipendio 1.500.000 di lire entra l'euro 750 euro...
vado al bar un caffè 1000 lire entra l'euro 1 Euro.. vado dal fruttivendolo un kg di mele 900 lire entra l'euro 1 euro. Adesso usciamo dall'euro mio stipendio 1.500.000 lire un caffe 2.000 lire le mele 2000 lire. Alla fine qualcuno ci guadagna alla grande (i soliti) gli altri ci perdono (sempre i soliti)....

giovanni nasi 02.04.14 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gente comune vuole
alcune certezze:

- il mutuo
- lo stipendio
- la figa

Se il prezzo di questi beni (o servizi)
non cambia, ci stanno poco a dire

NO ALL'EURO.

Aloha!


se usciamo dallì'euro diventiamo poveri,firmato:un privilegiato.....ma và a cagare,firmato:un disoccupato.ma di che parliamo?stiamo morendo e disquisiamo sulle terapie?FUORI DALL'EURO.SUBITO.l'euro è morte.cosa può esserci di peggio?

vito asaro 02.04.14 22:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Siamo forse entrati in una nuova Era planetaria che coinvolge inesorabilmente tutto il Mondo.
I fermenti disumani e caotici espressi dai detentori del potere delle varie ..."chiese"... sparse per tutto il Pianeta non sono forse la chiara dimostrazione che tutto sta precipitando nell’oblio. Le nuove energie popolari seppur prive di strumenti sanguinari non stanno forse accorpandosi nel grande fiume del nuovo ..."moto"... in questa nuova Era?
Il pensiero umano è la prima vera energia nell’Universo e coloro che siedono negli scranni del potere stanno percependo che la loro torre si sta trasformando in quella di Babele e sta crollando su di loro.
Gli insegnamenti impartiti per secoli ai popoli furono pervertiti e non rispondenti alle Parole dell'Origine? Ciò che si sta verificando a livello planetario non sta forse dimostrando che gli insegnamenti impartiti dai pulpiti deviarono il pensiero del popolo verso subdoli obiettivi? Parrebbe proprio di sì visto che la corruzione e la menzogna imperano ovunque.
Anche il Parlamento italiano non è forse simile ad uno specchio che sta riflettendo in ogni direzione questo malcostume che è quotidianamente diffuso al pubblico ludibrio? Ma ora c’è del nuovo e pare che tutto ciò che era assuefatto al malaffare si stia frantumando travolgendo anche tutti coloro che si vorrebbero ancora frapporre per ostacolarne la sua inevitabile decomposizione.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 02.04.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Claudio Borghi, docente di economia: “Se l’Italia uscisse dall’Euro tornerebbe un paese con sovranità monetaria, come lo è l’Inghilterra, la Norvegia, la Svezia, ma anche la Turchia. Non cambierebbe nulla dal punto di vista della vita normale di tutti i giorni. Cambierebbe molto, invece, dal punto di vista delle prospettive economiche perché ritorneremmo ad avere una moneta correttamente valutata secondo il livello della nostra economia, consentendo a tutto il nostro sistema economico e produttivo di ricominciare a funzionare. In questo momento è in shock totale perché non è possibile pensare di poter essere minimamente competitivi nei mercati internazionali con una moneta come l’euro, che ha una valutazione superiore del 25-30%. A questo problema, inoltre, si sommano i noti difetti del sistema economico italiano. Uscendo dall’euro, la stagnazione e la distruzione di tutto il nostro sistema economico si fermerebbe e comincerebbe a diminuire la disoccupazione, ricominceremmo a esportare e a importare di meno, le imprese attualmente in crisi ricomincerebbero ad avere degli ordini, si fermerebbero i licenziamenti e, di conseguenza, aumenterebbe la domanda interna. Tutto ricomincerebbe.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francamente non capisco come mai i nemici dell'euro che trovano deleteria una eventuale iniziale svalutazione non riconoscono che la volatilità dei prezzi delle materie prime per es, è molto maggiore senza affetti abnormi sul mercato

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Il M5* ha VOTATO CONTRO all' abolizione del reato di clandestinità.
Ed il sondaggio del Blog?

Matteo V., Carrara Commentatore certificato 02.04.14 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA NApolitano, perchè non l'ha Esodato la Fornero?

Spiegatelo, con parole semplici.

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizie delo Studio fatto il 29.10.2013

Donati Migliardi alle Banche per presumibili falsi crediti non pagati dai clienti ?…
Il motivo per cui le banche Italiane hanno ricevuto 7 Migliardi di Euro ,soldi dei contribuenti italiani,donati dal governo alle banche che prima hanno speculato , e poi li chiamano crediti fasulli non riscuotabili cioè ,hanno fatto credere al governo di politici incompetenti, lo spauracchio del fallimento delle Banche, mai cosí tanti crediti fasulli si erano avuti in italia,addirittura il 11,5% di falsi crediti e chiaro lo si apprende dalle statistiche delle società di consulenza.leggete cosa ha scritto i giornale FAZ di Francoforte.

In Europa ,sulle banche pesano molti prestiti o crediti fasulli non verranno mai pagati .. La montagna di crediti inesigibili è in crescita , secondo uno studio ad un livello record di € 1.000.000.000

Le banche tedesche vanno meglio, secondo lo studio .
sui bilanci delle banche della zona euro , lo studio condotto dalla società di consulenza Ernst & Young quasi un trilione di euro di crediti il 7,8 % di tutti i prestiti probabilmente non saranno tempestivamente rimborsati quest'anno , Ernst & Young hanno riferito Martedì nel suo "Euro Zone Financial Services Forecast" . Ciò corrisponde a 940.000.000.000 € - 120 miliardi in più rispetto al 2012 e q.

La maggior parte delle banche hanno crediti inesigibili in Spagna ( 12,0 %) e Italia ( 11,5 % ), nei libri . La Germania è stato del 3,2 %
I nostri governanti si fanno ricattare dalle Banche perché ignoranti,in materia finanziaria, chi controlla i controllori e manipolatori sui libri dei bilanci, delle Banche.?
.

corecora corecora 02.04.14 22:10| 
 |
Rispondi al commento

La moneta è come un paio di scarpe, un Cazzo.

Misura Unica per Tutte?

FAtemi il Piacere...

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

già lo sme si era rivelato un fiasco....perchè andare sulla moneta unica ?

marco zaggia, santena Commentatore certificato 02.04.14 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

referendum refrattari ritornano risolutivi richiamando responsabilità ritrovate..
Re...regine, rimangono ribelli rivoluzioni repubblicane, resuscitate ritrovando regole rinate
residui rantoli rimangono repressi riducendo rapidamente respirazioni reali

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 02.04.14 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA cosa volete ciclabilizzare, asfaltare, allargare.
Meglio tornare ai Viottoli, ai Sentieri LAstricati, acciotolati.
Molto Ecologici, Artistici e Naives.
A poco costo, le Pietre le spaccan i Responsabili del Default, i politici le Posano e ne trainan carretti pieni.
Infine, con gli stessi CArretti, posson far scuolabus, camion, vetture a trazione Bestiale...
:)

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo è sovrano sempre. Anche quando si decise di negare il finanziamento pubblico ai partiti. E pseudo giornali...

Alessandro 02.04.14 22:04| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=KoCcQQidPfE

gilbertogismondi 02.04.14 22:04| 
 |
Rispondi al commento

ULTIMA cosiderazione sull'€
le menti brillanti (premi NOBEL o altri)...(che molti di voi seguono)
dove erano prima di questo disastro...
perché nessuna parlava esplicitamente di questa CRISI.
quando vi sarete posti seriamete questa domanda...
la vostra inconsapevole mente non condizionata vi darà tale risposta... sta a voi ascoltarla o meno...
JOYKEY

JOYKEY 02.04.14 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Nessuno ci ha spiegato i pro e i contro, i rischi e le opportunità e un eventuale piano B di uscita in caso di fallimento [e il fallimento dell'Euro lo stiamo vedendo e lo sentiamo sulla nostra pelle, ndr]."

Per questo motivo sono CERTO che con un adeguato, onesto ed equilibrato DIBATTITO PUBBLICO l'esito di questo referendum sarebbe scontato: USCITA DALLA MONETA UNICA, RITORNO ALLA VALUTA NAZIONALE E ALLA SOVRANITÀ MONETARIA (che si può fare, a meno di non ammettere che ormai non possediamo nemmeno più uno straccio di sovranità nazionale).

Questo perché alla FORZA DEGLI ARGOMENTI NO-EURO, i fautori della Moneta Unica (esattamente come i pro-TAV con cui perlopiù coincidono) sanno contrapporre unicamente slogan logori, luoghi comuni e terrorismo psicologico.

Ora però, ammesso che questo REFERENDUM POPOLARE DI INDIRIZZO in materia di Trattati internazionali si possa fare (lo spero vivamente ma ammetto che non ne sono del tutto convinto; quantomeno la materia è controversa: il 18/06/1989 venne operata una forzatura istituzionale), IL PROBLEMA È: *come* e, soprattutto, *QUANDO* SAREMO IN GRADO DI VOTARE DAVVERO PER QUESTO REFERENDUM DI INDIRIZZO?

Il tempo stringe, l'economia reale muore portandosi via anche le nostre vite. Non c'è tempo da perdere ma, in attesa di questo benedetto Referendum il M5S non ha una propria linea ultimativamente pro oppure (come auspico) contro la Moneta Unica, pur se la maggioranza degli attivisti e simpatizzanti (e lo stesso Beppe, vedi anche ultimo spettacolo a Catania) si direbbero *contro*.
E il fatto stesso che il M5S sollevi il problema-Euro sostenendo la necessità di un Referendum è un implicito avallo all'idea (giusta) che l'Euro sia un grave ostacolo al Paese e ai cittadini.
Mi chiedo (e vi chiedo) se, con queste premesse, è accettabile che il M5S vada verso le Europee senza una propria posizione sull'Euro.

La SOVRANITÀ (politica e monetaria) è un tema ben più urgente e più importante delle "macroregioni".

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 02.04.14 22:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno compra ancora Fiat?
Con quel che han Succhiato?
Con quel che costano, detratto prezzo beneficio?
Per andare dove?
A far cosa?
Dove ci trovate , se non un senso, almeno una Ragione?
Follia ed Ignoranza.

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 22:01| 
 |
Rispondi al commento

fare un referendum sul euro per uscire o rimanere in europa e'giustissimo visto che nella costituzzione italiana dice che il popolo e'sovrano mi meraviglio perche a suo tempo non e' stato chiesto al popolo italiano cosa ne pensava di adottare la moneta unica e entrare in europa,e poi nel modo in cui l'anno fatto anno messo l'euro il soldo ma si sono scordati di fare l'europa sociale che sarebbe stata la cosa piu'normale del mondo ma da questa classe politica i che cera da aspettarsi che facessero le cose normali un penso se no poerini si sforzano troppo il cervello se pensano troppo...

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 02.04.14 21:58| 
 |
Rispondi al commento

castelvetrano:ruba un carrello pieno di spesa e scappa.è successo alla conad.una signora aveva già pagato e sistemato la spesa nel carrello quando un "ladro" ha afferrato la spesa e,via.la sua corsa è durata poco perchè fermato da alcuni passanti accorsi alle grida della signora.un tempo si diceva:o la borsa o la vita.adesso aspettiamoci:o la spesa o la vita.

vito asaro 02.04.14 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Se nessuno di noi fornisse Importanza al Denaro, non disponendone che in ninima quantita', al Tracollo finirebbero i Possessori di Fortune.
Sfortunatissimi...

Io la dispenso Gratis.
Se fossero così tutte le Donne...
LA LIberta' inizia così.

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Come sembrano felici gli operai della Fiat che ballano, video grottesco

http://www.lastampa.it/2014/03/24/multimedia/italia/fiat-melfi-gli-operai-ballano-con-we-are-happy-40avDmUJbk5bcfZ8xYcCdN/pagina.html

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un consiglio da un ignorante.
Di teorie più o meno condivisibili sull'uscita o meno dall'euro se ne possono reperire ormai in quantità industriale, sponsorizzate anche da illustri economisti. Sulla materia, al momento, è possibile dire tutto e il contrario di tutto e spesso più si cerca di informarsi, più campane si ascoltano e più si rimane confusi. Credo che sarà il tipico caso in cui, il voto per un eventuale referendum sarà dato più "di pancia" che "di testa" dalla maggior parte degli elettori. Il regime, ormai è più che noto, farà di tutto per disinformare le persone utilizzando il solito terrorismo psicologico da talk show ricostruendo soltanto scenari apocalittici collegati ad un'eventuale uscita dall'euro del nostro paese. A mio parere, ritengo che la sola uscita dall'euro non possa essere condizione sufficiente per mettere in piedi un credibile scenario di ripresa economica e di recupero di una certa equità sociale. L'uscita dall'euro va imprescindibilmente legata ad altre azioni di politica interna e soprattutto internazionale volte a ridiscutere completamente il ruolo, i diritti e i doveri che l'Italia potrebbe avere in futuro permanendo all'interno dell'Unione Europea, così come hanno fatto altri paesi che, pur avendo ratificato certi accordi, ne hanno rifiutati altri. In primis penso al fiscal compact ed al pareggio di bilancio inserito nella Carta Costituzionale e potrei citarne altri. Occorrerebbe presentare una proposta a 5 Stelle chiara ed accessibile a tutti che non si limiti soltanto al referendum sull'euro, altrimenti si corre il rischio di porgere il fianco ai soliti professionisti della critica strumentale che portano a pascolare l'opinione pubblica dove più conviene ai loro padroni. Purtroppo, al momento, il tutto sembra risolversi nella solita lotta di classe che vede da una parte chi ha già perso tutto voler uscire dall'euro e dall'altra chi ancora crede che il proprio orticello sia perennemente al sicuro difendere la moneta unica.

Marco T. Commentatore certificato 02.04.14 21:52| 
 |
Rispondi al commento

cambiamo la testa ragazzi, usciamo dalla nebbia,
http://youtu.be/p-HYgFZAh5s

miki d 02.04.14 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo i matti, un po' quel che ci pare.
Come i Governi e Presidenti, BAnche...
Tanto, Perso per Perso...

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Un commento che vale per tutti: LA CAUSA POTREBBE ANCHE NON ESSERE L'EURO, MA COME L'EURO VIENE USATO DALL'EUROPA (INTESO COME BANCA ED INTERESSI PRIVATI)LEGGETE E DIFFONDETE QUESTI LINK;
http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=100064&typeb=0
http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=100143&typeb=0

Giampaolo R., Bologna Commentatore certificato 02.04.14 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Se ci fosse nel mondo un numero più cospicuo di persone che desiderano la propria felicità più di quanto desiderino l'infelicità altrui, potremmo avere il paradiso nel giro di qualche anno.

Bertrand Russell

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.04.14 21:49| 
 |
Rispondi al commento

A Ottobre scadra la tassa prepariamoci a sborsare 50 miliardi di euro per 20 anni arrivederci futuro!

francesco gionti, marcianise Commentatore certificato 02.04.14 21:49| 
 |
Rispondi al commento

A me sta cosa che da mesi lo spread scende mi puzza di manovra fatta apposta per scongiurare alle prossime elezioni europee che l'euro salti. Dopo le elezioni europee si vedranno le vere facce e le vere intenzioni di chi al momento ha il potere in mano. Dopo le elezioni sarà un macello sia che l'euro rimanga sia che salti. Vedremo.

Renato M 02.04.14 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Chissa' se son reperibili i ragazzi che buttaron in Arno i Falsi Modigliani.
C'è da buttar in Arno un FAlso Mediceo...

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 21:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma si, usciamo da sto cacchio di euro che ci ha rovinati raddoppiando tutti i prezzi. Mandiamo a quel paese la Merkel, l'europa, la banca centrale europea, il parlamento europeo, lo spread e tutte quelle cose artificiali che ci spingono ogni giorno di più ad essere la fotocopia della Grecia.

Pippo.1 02.04.14 21:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

sul ffatto stanno massacrando giovgio
...
evvabbè...

ma anche sul corriere!!!

la gente si est svegliata, perciò non si vota!

ciao a tutti! buona serata!

paoloest21 02.04.14 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, ma l'Euro è Illegale.
E' una Valuta Truffa.
Lo hanno Pensato, insieme, Sciacalli speculatori, Usurai e politici Abusivi.
La Consulta ne ha infatti Invalidati gli Atti, la Sostanza ed i Derivati.
Cosa paghiamo a fare un Governo FAsullo?

Scemi, Italians..!
Gli Euro son come le collanine di Vetro rifilate agli Indigeni in cambio di Beni Sostanziali.

Gonzi.

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.04.14 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe essere abbastanza evidente che restando nell’euro andiamo incontro a una morte sicura. E’ assolutamente impossibile che l’Italia si faccia tanti tagli e metta tante tasse da poter pagare 50 miliardi l’anno per 50 anni.
Per cui i casi sono due: O decidiamo noi di uscire o ci buttano fuori loro dopo averci spremuti come un limone
Nel secondo caso non ci riprenderemmo mai più
Nel primo caso, invece, se usciamo dall’Euro per una precisa scelta del governo (non certo di un Renzi) servo della Merkel, l’Italia riacquisterebbe la sua sovranità monetaria e il diritto di disporre delle proprie leggi e di decidere la propria economia
Il ritorno alla lira sarebbe un aspetto molto importante di una mossa politica più ampia: ridefinire l’intero ruolo dell’Italia in Europa e nel mondo e gestire il processo coi massimi vantaggi (ripresa economica, benessere diffuso, ritorno della coesione sociale) e il minimo dei costi (ritorsioni da parte degli altri paesi)
Il problema dei mutui sarebbe secondario: basterebbe una legge di buon senso per negoziare nuove condizioni per tutti in modo da mediare tra interessi dei mutuatari e delle banche. Se alle banche non vanno bene, si nazionalizzano
Se dall’euro ci buttano fuori loro dopo averci tolto tutto, faremo una fine peggio della Grecia: miseria e disperazione
Rendiamoci conto che l’Italia è già uscita dall’Euro per una buona parte, nel momento stesso che ha fatto cadere governi per i diktat europei e ha avuto governi che ci hanno messi nelle condizioni di servi che subiscono di tutto e accettano di tutto
Di fatto non abbiamo più rappresentatività in Europa. Noi oggi grazie a questi governi di esecutori del Fm (Monti-Bersani-Letta-Renzi) non siamo nessuno e ci possono fare di tutto
Per come ci trattano, noi stiamo già uscendo dall’Europa un pezzo per volta, ci stanno togliendo tutto, e col massimo del disonore

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 02.04.14 21:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO, HAI GETTATO IL SASSO-MACIGNO.BENE.ADESSO
PER FAVORE UNA SANA NFORMAZIONE URGE !!
ALTRIMENTI CONTNUERANNO A PRENDERE PER MATTO !
E NON NE ABBIAMO BISOGNO.ANCHE PERCHE' CREDO
CHE QUALSIASI COSA SI VOGLIA FARE SE NON ARRIVIAMO A SOSITUIRE I MAFIOSI E LOBBISTI IN
PARLAMENTO CON GENTE PULITA COME I RAGAZZI 5 STELLE, QUALSIASI ACCROCCO E' PERFETTAMENTE
INUTILE:QUINDI VOTIAMO TUTTI I CANDIDATI 5 STELLE E MOSTREREMO A QUESTI VENDITORI DI PENTOLE E CONDANNATI COME SI GOVERNA UN PAESE-.
GRAZIE.

cres 02.04.14 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Riforme serie non chiacchiere becere e continui espropri di sovranità del volere popolare, questa non è democrazia ma soltanto confusione istituzionale al servizio dei poteri forti che ne approfittano del caos e dell'inconcludenza totale, dove non viene fatta nessuna riforma di sistema appropriata.

noi siamo noi 02.04.14 21:41| 
 |