Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Grillo non si deve dimettere

  • 3504


grillo_megafono.jpg

"Si stanno levando molte voci che chiedono le “dimissioni” di Beppe Grillo (ho visto una dichiarazione in questo senso anche di parlamentari del M5s o ex del movimento), anche in questo blog ci sono interventi che vanno in questo senso e qualche autorevole amico me lo ha scritto in una mail privata. Tutti, più o meno, ricordano la frase con cui Grillo diceva che si sarebbe ritirato se non avesse “vinto”. Bene, allora discutiamone.
In primo luogo: dimettersi da cosa? Grillo non ha cariche formali nel M5s, non ne è il segretario. Per cui la richiesta di dimissioni può significare solo che deve smettere di parlare e magari chiudere il suo sito. Mi sembra una richiesta eccessiva, che non si può fare neanche al leader più sconfitto del sistema solare: ma, allora, fatte le dovute proporzioni, uno come Veltroni cosa avrebbe dovuto fare? Per non dire di Paolo Ferrero.
Allora, come prima cosa mi pare sia il caso di “prendere le misure” di questo risultato elettorale. Una sconfitta, l’abbiamo definita dal primo momento e senza giri di parole, ma c’è sconfitta e sconfitta e non tutte le battaglie perse sono Waterloo. Nel nostro caso il bicchiere non è mezzo pieno e mezzo vuoto, ma neppure del tutto vuoto. Diciamo così: è vuoto per i due terzi, ma c’è pur sempre un terzo pieno.
Certamente nessuno degli obiettivi è stato raggiunto (affiancamento o superamento del Pd, conquista di almeno una regione) e non solo non c’è stata alcuna avanzata del M5s oltre il 25%, ma si sono persi circa un milione di voti, scendendo al 21%. E questa è la parte “reale” della sconfitta. Poi c’è un “effetto ottico” che la ingigantisce: l’inaspettata e fortissima avanzata del Pd. Non c’è dubbio che questo sia una “vittoria del sistema” che si è compattato intorno ad un partito, ma è una vittoria che va un po’ relativizzata.
In primo luogo perché quel 40% avviene in elezioni dove l’astensionismo è cresciuto di 17 punti in un anno, ma è del tutto presumibile che, come nel passato, la gran parte degli astenuti poi torneranno a votare nelle politiche ed i conti occorrerà rifarli. E mi sembra molto difficile che il Pd mantenga il 40% anche con il rientro degli astenuti delle europee.
In secondo luogo, Renzi ha potuto giovarsi di una straordinaria rendita di posizione: la destra frazionatissima e in forte calo (è passata dai 10 milioni di voti della coalizione dello scorso anno, ai poco più di 8 milioni e mezzo di oggi), il centro montiano e la lista Giannino (che sommavano quasi il 12%) si è polverizzato ed è privo di qualsiasi espressione politica credibile, l’estrema sinistra è in difficoltà (che, infatti, ha ceduto un buon 1,3% della sommatoria di 5,45% di Sel e Rc). Il Pd, di fatto, aveva un unico avversario nel M5s che aveva contro tutti gli altri partiti. E, come abbiamo detto dall’inizio, Renzi ha vinto perché ha limitato al minimo le sue perdite verso l’astensione e gli altri partiti ed ha ingoiato sano sano il centro montiano, aggiungendo qualcosa da Forza Italia e dal M5s. In qualche modo si è ripetuto quanto accadde nel 1976, quando il Pci sembrava dover sorpassare una Dc in crisi: la cosa terrorizzò i moderati che fecero quadrato intorno alla Dc che si riprese e tenne a bada il Pci.
In Italia questo genere di sfide premiano sempre i moderati e conservatori al potere ed il M5s è caduto nella trappola. Quindi, più che vittoria del Pd dovremmo parlare di confluenza del centro montiano nelle sue fila.
Veniamo, invece, al terzo di bicchiere pieno del M5s: in primo luogo, è un movimento giovane che conferma un notevole grado di radicamento elettorale mantenendo i 4/5 della sua originaria percentuale. In secondo luogo, se ha subito la perdita dei circa 3/8 dei suoi elettori, è vero che, nella maggior parte, essi non si sono indirizzati verso altri partiti (direi circa 5-600.000 al Pd e 150-200.00 alla Lega), ma verso l’astensione. Abbiamo detto che l’incremento delle astensioni in questo tipo di elezioni dipende, più che da una disaffezione verso il partito precedentemente votato, da una disaffezione verso le istituzioni europee, per le quali serve poco votare. Questo vale per tutti, anche per il M5s. Il che non annulla certamente la flessione, ma la attenua nel suo significato potenziale.
In terzo luogo, il Movimento mantiene un forte peso nell’elettorato più giovane, il che è sempre un elemento di vantaggio sugli altri, non fosse altro che per ragioni demografiche.
Ma, soprattutto, il trionfo odierno di Renzi non è affatto definitivo ed irreversibile –come si è detto- e la “rendita di posizione” che oggi ha premiato lui, in prospettiva premia il M5s, restato unica opposizione consistente. Il centro (intendendo per esso quello montiano o di Casini) è dissolto, la destra, allo stato dei fatti, è in calo e soprattutto disunita, collocata parecchi punti sotto il Pd, la Lista Tsipras ha avuto un successo di cui ci rallegriamo, ma non ha dimensioni che possano impensierire il Pd ed, in caso di elezioni con l’Italicum, si troverebbe nella situazione di scegliere fra entrare in coalizione con il Pd o il M5s o sparire (per ora mi pare che la soglia dell’8% sia ampiamente fuori della sua portata).
Di fatto il M5s resta l’unico contraltare numericamente credibile al Pd. Tutto questo considerato, mi pare che si possa parlare di una battaglia persa, ma non di una guerra persa. La guerra continua e il M5s resta l’unica forza capace di aprire la strada ad un cambiamento del sistema politico. Che poi ci riesca o no dipenderà dalla sua capacità politica, ma oggi è l’unico ad avere le carte sufficienti per provarci.
Questo, però, implica un immediato cambio di passo: il M5s ha sbagliato soprattutto nel sottovalutare le resistenze ambientali e la reazione del sistema. Insomma: non penserete che le classi dominanti stiano ferme ad aspettare di essere rovesciate? Chiedetevi perché Ferrara festeggia a cocaina o il “Giornale” dedichi il titolo di apertura ai grillini asfaltati, mentre non avrebbero nulla di cui gioire per i propri risultati elettorali. E’ evidente che battere il M5s era l’obbiettivo di tutti, prima ancora che superarsi fra di loro. Il potere non permette di essere sfidato senza reagire.
Il che significa che battere il sistema non è una gita fuori porta o una scaramuccia: è una guerra di lunga durata, nella quale bisogna mettere in conto anche le sconfitte parziali, alle quali occorre reagire serrando le fila e rivedendo tattica e strategia. E qui si vede di che pasta è fatto un movimento e la gente che lo compone.
Il M5s deve tenersi lontano dalle opposte derive della chiusura settaria e del “rompere le righe”. Gli serve una riflessione profonda, senza pregiudizi ma senza autolesionismi, una impennata di orgoglio, ma senza arroccamenti autocelebrativi o giustificazionismi.
In questo quadro, va posta la questione di Grillo e delle sue “dimissioni” (chiamiamole così): servono al M5s? Io credo di no. Se Grillo si ritirasse oggi il M5s non reggerebbe e sarebbe, appunto, il rompete le righe. La coda suonerebbe alle orecchie dei suoi elettori come un “ammainabandiera” ed il riconoscimento pieno di una sconfitta definitiva. Trasformerebbe una battaglia persa in una guerra persa.
Capisco che molti aspettano esattamente questo, ma faccio presente qualche inconveniente di questa scelta. Le strade che si aprirebbero sarebbero solo due: o la ripresa della destra come alternativa al Pd o (se la destra non si riprendesse) oppure l’assenza di qualunque alternativa al Pd che correrebbe da solo. La seconda sarebbe una “democrazia popolare” dell’est Europa di cui nessuno (spero) senta la nostalgia, la prima sarebbe esattamente il contrario di quello che vorremmo per toglierci definitivamente il Caimano dalle scatole, sarebbe la sua ennesima resurrezione. Capisco che questo possa risultare allettante per i berlusconiani, ma per gli altri? In secondo luogo, faccio notare che, nell’ondata eurocritica attuale, il M5s è l’unico che si collochi a sinistra del blocco europeista, anche se ha rapporti con l’Ukip (che, peraltro, non è un gruppo fascistoide come il Fn, Obbik, ecc.). E sinora è proprio il M5s ad aver evitato che la protesta si canalizzasse a destra in Italia. Quanti auspicano la scomparsa del M5s, sono in grado di garantire che questo non finisca per alimentare cose assai meno accettabili?
Dunque, è bene che il M5s resti e riprenda la sua lotta, pur se con aggiustamenti e rettifiche necessari. E se vogliamo che il M5s resti, occorre che Grillo e Casaleggio restino dove sono e continuino ad avere il loro ruolo. E che Grillo continui ad essere il “frontman” del movimento con le sue caratteristiche espressive. A proposito: c’è chi si fa beffe di questa mia frase, chiedendomi se debba continuare ad esprimersi “come uno scaricatore di porto”. Io intendevo dire che essendo un comico abituato alla satira politica continui a far questo, quanto poi agli “scaricatori di porto”, cosa abbiamo contro i portuali? Io ricordo che quelli di Genova, i leggendari camalli, ebbero un ruolo determinante nella caduta di Tambroni, cosa di cui, credo, gli si debba esser grati. Ma capisco che nei salotti e nelle terrazze di un certo livello il bon ton faccia premio sulla militanza democratica.
Tornando al discorso precedente: Grillo e Casaleggio restino dove sono, ma facciano spazio anche ad altri, che il movimento abbia una immagine più ricca e collegiale, dimostri di non essere più solo i suoi due fondatori. E che i grillini mettano da parte gli ottimismi eccessivi: il sistema c’è, è forte e si difende, non ci si facciano illusioni e non si pensi di vivere solo di rendita degli errori degli avversari.
Il M5s deve rafforzare la sua immagine di forza politica propositiva capace di tradurre la sua spinta antisistema in obiettivi parziali, concreti e perseguibili. La strada è ancora lunga e il M5s ha preso una battuta d’arresto, ma non una sconfitta definitiva." Aldo Giannuli

29 Mag 2014, 16:41 | Scrivi | Commenti (3504) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 3504


Tags: Aldo Giannuli, Beppe Grillo, dimissioni, dimissioni Grillo, M5S, pd, Renzie, sistema

Commenti

 

ATUTTI FATE ATTENZIONE CHI PARLA DI DIMISSIONI E INFILTRATO ALLONTANALO

SALVATORE STASSI 10.06.14 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2009 il blog aveva lanciato la campagna 'no canone rai'. Ho seguito fedelmente le istruzioni con la richiesta alla rai di piombatura dei suoi canali sul mio televisore e da allora non ho più pagato il canone. Mi sono arrivate regolarmente lettere di sollecito, che ho cestinato. La settimana scorsa mi è arrivata da EQUITALIA una cartella di pagamento, relativa al canone rai del 2009, che ho pagato.
Mi era stata data una informazione sbagliata oppure sono cambiate le normative? Grazie di esistere.

Luigi Cravero 07.06.14 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non deve assolutamente dimettersi. Ma dopo questa piccola sconfitta deve dimostrare che davvero tutti nel movimento hanno lo stesso "valore politico". Poi con serietà e l aiuto della TV si può vincere!

Marco Franzese, Roma Commentatore certificato 06.06.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono perfettamente d'accordo sulle conclusioni dell'articolo: "Il sistema c'è e si difende", le lobby del potere non si fanno certo sopraffare tanto facilmente. Purtroppo coloro che sono incavolati con il sistema hanno preferito, in molti, andare al mare piuttosto che votare 5 stelle, sicuramente alle prossime politiche la musica sarà diversa. Io ho 52 anni ma la speranza è nel vedere molti giovani preparati emergere nelle nostre fila, ricordo una famosa canzone dei miei tempi che recitava: "compagno di scuola ti sei salvato dal fumo delle barricate o sei entrato in banca pure te...." Continuate a fare barricate (chiaramente in senso metaforico, nel rispetto della legge) e fate emergere il marcio, come state facendo da tempo nelle dovute sedi e alla lunga questo popolo di vecchi sarà messo in disparte......

carlo aicardi 06.06.14 13:34| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO NON SOLO NON DEVE DIMETTERSI MA CHIUNQUE LA PENSI A QUESTO MODO RITENGO SIA UN'INGRATO.
Anch'io ho posto in passato una serie di riflessioni critiche nei confronti di certi atteggiamenti di Beppe,e per qualche verso mi sono allontanato dal blog. Ma ciò non mi ha impedito di rivotare la fiducia al M5S, dal quale mi aspetto molto, in prospettiva. Dopo lunga analisi e riflessione ho valorizzato ancor meglio L'ESSENZA di questo movimento, basata essenzialmente su una radice di sana onestà, cosa che tutti gli altri partiti non possono vantare! La pazienza è la virtù dei FORTI, con il tempo questa radice crescerà forte e robusta, sempre chè riuscirà a conservare questa specificità. Considerare d'aver perso perchè si è al 22% è un grossolano errore di valutazione. Questo 22% rappresenta oramai lo zoccolo duro del movimento e rappresenta ben oltre il 50% dei giovani italiani. Questa è di fatto la Vittoria del M5S. Non Sappiate aspettare ( Ha ragione Beppe )LA VITTORIA COMPLETA SARA' VOSTRA!
quando un generazione di anziani ineluttabilmente dovrà congedarsi! e lasciatevelo dire da uno che ormai è molto avanti negli anni. Pertanto sono totalmente a fianco di Beppe, l'unico uomo in Italia che ha saputo coagulare intorno a sè le migliori forze di questo Paese e senza di lui questo Movimento non esisterebbe. Riflettete su questo e non siate BANDIERUOLE al vento, quando arriva la tempesta i marinai fanno quadrato a fianco del loro Capitano, magari ammainano le vele, ma quando il sereno torna (perchè torna sempre)potranno dispiegarle nuovamente al vento e ripartire. E chissà mai che nel viaggio di ripartenza non si trovino a raccogliere tutti quei naufraghi (astenuti ) che nel frattempo si siano trovati senza nave (partito) e capitano (magari lo hanno arrestato per violazione del codice navale).
FEDE PERTANTO FEDE E PAZIENZA!!!!!!!!!!

ottavio scaffaro 05.06.14 16:30| 
 |
Rispondi al commento

solo gli ignoranti politicamente e gli avversari possono dire a Grillo di dimettersi. Anzi più che dimettersi si dovrebbe moltiplicare, è l'anima dei cittadini onesti e furiosi per le angherie dei politici corrotti

giuseppe ianniello 04.06.14 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo non deve dimettersi per nessuno dei motivi da lei efficacemente smentiti, ma per il semplice fatto che lo aveva detto lui stesso, a Repubblica, il 3 aprile 2014: "Stavolta bisogna che la gente capisca che dobbiamo fare un culo così a tutti. Perché su una cosa non ho dubbi: o vinciamo, o stavolta davvero me ne vado a casa. E non scherzo". link: http://www.repubblica.it/politica/2014/04/03/news/beppe_grillo_o_vinciamo_alle_europee_e_li_mandiamo_a_casa_oppure_mi_ritiro-82629901/

Sarebbe bello da parte sua, se non agire coerentemente, perlomeno giustificarsi coerentemente (e in prima persona!)

Stefano Ciri 04.06.14 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro aldo la tua analisi la condivido pienamente,se posso aggiungere solo una piccola riflessione sulla possibile alleanza con l'UKip.IO credo che si dovrebbe essere certi dell'itegrità morale ed etica
di qesto possibile alleato,perchè di commenti ne sentiamo tutti i giorni e non sono per niente rassicuranti.E come ben sai le nostre radici si fondano sull'onestà ed il rispetto.A tutti gli amici
5stelle dico, non lasciamoci trasportare dall'onda
deloo sconforto le scelte per il futuro le faremo tutti assieme sempre .Luciano fenzi

luciano fenzi 03.06.14 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Io farei una proposta:
Chiediamo alla Picierno, a Giovanardi ed a Casini SE GRILLO SI DEVE DIMETTERE...
e, NATURALMENTE, facciamo esattamente il contrario di quello che ci diranno loro!

Hivon T., Spinea Commentatore certificato 03.06.14 02:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ha alcuno senso che Grillo si dimetta, indipendentemente da ciò che aveva detto in merito. E poi, scusate, queste elezioni sono state tutte un broglio COLOSSALE, incredibile, fantascientifico, ma vi pare che se ne vada proprio adesso??

Fabio A., Firenze Commentatore certificato 02.06.14 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo è stato battuto alle elezioni europee soprattutto perché non è stato all'altezza della situazione presentandosi male barbone e capellone, dicendo cose sballate e facendo paura agli elettori. Certo Grillo ha fatto un po' di spettacolo ed ha fatto il provocatore ma questo non è stato capito o non è piaciuto agli elettori. Ora ha fatto un altro errore alleandosi con i nazionalisti inglesi!!!
A questo punto o Grillo cambia tutto oppure è meglio che si dimetta e sarebbe bello ed utile le redini del M5S fossero prese dal bravo e composto DI MAIO!!!

Franco Rinaldin 02.06.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO DEVE RIMANERE AL SUO POSTO E DEVE ESSERE IL LEADER DEL MOVIMENTO. E' BENE NON LASCIARSI PRENDERE DAL PESSIMISMO. L'ULTIMA TORNATA ELETTORALE HA DETERMINATO UNA PICCOLA BATTUTA DI ARRESTO...E ALLORA? IL TEMPO E' GALANTUOMO E PREMURA NON NE ABBIAMO. IL NUOVO DEL VECCHIO FARA'LE COSE CHE GLI DETTERANNO I BANCHIERI, LA CONFINDUSTRIA, GLI ASSICURATORI, I PETROLIERI, I POTERI FORTI CHE HANNO STRAPAZZATO L'ITALIA A PROPRIO VANTAGGIO. ITALIA SVEGLIA E TIENITI PRONTA. TEMPO DA PERDERE CON I CIARLATANI NON NE ABBIAMO. BEPPE GRILLO VAI AVANTI , SIAMO CON TE UNITI IN UN UNICO SCOPO : MANDARLI A CASA.

ANTONIO SCHICCHI 02.06.14 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Commenti che nella stragrande maggioranza dei casi denotano una paura immane nell'affrontare in modo diretto e coraggioso l'argomento della presunta coerenza di Grillo. Quella coerenza e' caduta portandosi dietro tutti i suoi sproloqui ( che all'inizio avevano il potere dei discorsi rivoluzionari e fieri) sulla mancata coerenza altrui.Chi oggi lo vede, non riesce a sopportarne la vista e cerca disperatamente di cancellare dalla mente cio' che ha visto.Ossia la prova evidente che grillo dice una cosa e poi non la fa. Esattamente quello che rimproverava a gli altri. Punta tutto sul tavolo da poker e quando l'altro giocatore tira fuori un poker d'assi, Grillo fa finta di niente e si rifiuta di pagare. Accampa scuse patetiche del tipo"che devo pagare? io non giocavo neanche,non ero neanche al tavolo". In che altro modo si puo' definire la giustificazione "dimissione da cosa"?Penosa, triste, miserevole. Il massimo dell'infantilismo ( paradossalmente lo stesso infantilismo di cui tacciate coloro che ne chiedono giustamente le dimissioni).A cosa si riferiva lui stesso, quando diceva "se perdiamo ,lascio"? LASCIAVA COSA?A questa domanda NESSUNO e' capace di rispondere. E' una domanda che va sviata sistematicamente.E la risposta la sapete tutti. Si riferiva alla gestione di questo blog, alla rinuncia totale della figura primaria come oratore principale nelle piazze a nome del m5s.
Ma quando abbiamo perso non ha avuto quel coraggio che malamente tutti gli attribuivamo.E' un uomo straordinario, unico, avra' sempre la mia stima ed il mio affetto.Posso perdonargli tutto. Ma mi dispiace,questo no,non e' piu' credibile. Esattamente come non lo e' renzi o il pd che lui critica.Ammetterlo e' dura. La maggior parte di voi semplicemente non ci riesce. Questo e' comprensibile. Cio' che invece non e'comprensibile ed e' intollerabile e' che vi avventiate contro chi ha ragione( e voi lo sapete) cercando in qualunque modo(veramente qualunque) di accusarlo di essere un traditore.

andrea 02.06.14 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppegrillo.ot non .it
Io credo che sia il momento di lasciare spazio ad altri. In fin dei conti se si deve seguire una linea io credo che Beppe abbia fatto già due mandati di elezioni, le politiche e le europee. Anche se non è candidato a me sembra uguale no? Non pensate anche voi? O avremo Beppe Grillo fino all'ospizio? Direi che il movimento 5 stelle ha portavoce più bravi di lui come ha deputati più in gamba di altri partiti. O lui è l'unico? Sono sicuro della buona fede, della passione e della lealtà della persona… ma ormai é OT. Non è in grado di far fare quel salto di qualità che occorre e che si può fare solo attraverso altre persone. Ha fatto moltissimo e grazie, ma il movimento non è Beppe Grillo... E poi basta con questo BeppeGrillo. it per entrare nel sito web del movimento cinque stelle! Non so forse sbaglio io con il link e ce n'è uno a parte… http://www.beppegrillo.it/movimento/ ma è normale secondo voi 'sta cosa?

davide favaro, roma Commentatore certificato 02.06.14 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Grillo deve dimettersi se vogliamo rinunciare a proseguire la battaglia contro le oligarchie finanziarie e burocratiche che ci governano.
Senza di lui il movimento si disgregherebbe all'istante

Luca Foldes 02.06.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

No non deve dimettersi Beppe Grillo, ma una domanda mi nasce spontanea, noi attivisti siamo andati a fare un corso di comunicazione, seguito anche dai nostri parlamentari,
Beppe, al contrario, ha parlato nelle piazze e in televisione, in un modo che ha creato problemi a noi attivisti ai banchetti e a tutto il nostro movimento, perché la gente ci diceva che era troppo aggressivo e Pd e Pdl hanno utilizzato questo suo comportamento per dire addirittura che Grillo era un Dittatore ....e altre cazzate. Loro si che hanno sfruttato al meglio un gioco psicologico, per spaventare la gente, già depressa ansiosa e scontenta .Grillo, credo, sapesse dell' effetto che avrebbe avuto sulla gente, sopratutto parlando in tv dove a Porta a Porta ha raggiunto il punto più basso della sua comunicazione elettorale, raccogliendo una sonora sconfitta nel confronto con Vespa, ma sopratutto nei confronti dell'elettorato (bisognoso di certezze, non di proclami urlati di " mandiamo Tutti a casa")

Frncesca Caselli, Acqui terme Commentatore certificato 02.06.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto...se non l'avessi detta quella frase. Coerenza..i parlamentari e gli attivisti devono fare rete. Sono stati aiutati da Grillo e Casaleggio, ma questi ultimi, hanno fatto sì che molte persone non votassero il movimento per loro figura di "guru", e quindi di sistema a piramide. Beppe, candidati anche tu, o lascia spazio a chi è stato democraticamente eletto...non fare come Renzi, che governa senza essere eletto.

Stefano TortoretoMerita, Tortoreto Commentatore certificato 02.06.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento

con le mosse delle ultime ore dopo la disfatta elettorale io titolerei GRILLO FUORI !!!

Gianni C. Commentatore certificato 02.06.14 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Grillo dovrebbe restare per fungere da guida, da interprete dei valori e degli obiettivi del Movimento; ma dovrebbe anche cambiare il linguaggio verbale perchè gli insulti urlati sono un'altra forma di violenza che il Movimento 5 Stelle rifiuta.Vanno bene i toni energici, la verve, l'aperta denuncia del malaffare a danno del popolo italiano e non solo (il Pianeta intero è interconnesso come in una enorme rete) ma le parole devono essere bilanciate, non offensive, non evocatrici di sentimenti di rabbia crescente che potrebbero diventare incontenibili e sfociare in atti deplorevoli o sterili rispetto agli ideali che hanno portato alla nascita del Movimento.

maria rita nucci Commentatore certificato 02.06.14 10:49| 
 |
Rispondi al commento

... La stragrande parte della gente non sa nemmeno che cosa sia il Movimento 5 Stelle e, attraverso l'informazione delle tv serve, lo reputa alla stregua degli altri partiti !!! Non sa minimamente che il M5S è il "popolo sovrano" ... non sa di aver votato contro se stessa !!! OCCORRE UNA TV LIBERA, UNA TV A 5 STELLE.. Non c'è alternativa !!!! I soldi non sono un problema, anzi potrebbe essere un investimento molto interessante: Basterebbe una sottoscrizione di tutti noi per l'apertura della nuova TV partecipandovi come soci in modo da poter poi incassarne i dividendi: non dimentichiamo che tutte le tv hanno grossi proventi dalle pubblicità e, se una tv è molto seguita, i proventi sono altissimi !!! Sicuramente ci sarebbe il fior fiore del giornalismo libero che sarebbe ben felice di dare il proprio contributo disinteressato, ci sarebbero persone di culura, come Dario Fo, artisti come Fiorella Mannoia, Mina, Pelù etc etc che concederebbero la propria generosa partecipazione creando così grandi spazi culturali e di svago... spazi e persone che renderebbero una TV a 5 Stelle la più seguita dagli italiani !!! ....e se si vuol partire con minime pretese, basta affittare spazi su di un canale tv già esistente per poi prepararsi al grande salto.... Non sono un conoscitore delle problematiche inerenti la fondazione di una nuova tv, ma gli esperti in materia è bene che s'interessino e che diano consigli e proposte: UNA TV A 5 STELLE E' UNA NECESSITA' !!!

CALVINO FAUSTO 02.06.14 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molto sono delusi del risultato elettorale. Dovranno abituarsi alla realtà. La nostra è una lotta per alzare il livello di civiltà del paese e del popolo. Questo si ottiene con informazione, formazione, lotta in prima persona, senza deleghe ai partiti. Non è necessario quindi arrivare primi in classifica come le canzonette ma perseverare nel convincere gli italiani a non correre dietro alle offerte da supermarket, (prendi 3 paghi 2, 1 milione di posti di lavoro, 80 euro ma solo per la mia base elettorale, ecc.)
Tuttavia il movimento ha preso il 27% nelle isole dove non c'è la lega che promette l'uscita dall'euro, e non ci sono le grandi fabbriche. Nel Veneto si evidenzia che la Lega si è ripresa i suoi voti ( piccole aziende , commercianti, e imprenditori in difficoltà o che hanno chiuso) Il PD non ha preso il 40%. In Friuli dove la Serracchiani ha ottenuto la non chiusura della Elettrolux il PD si è ripreso una parte dei voti che aveva perso con Bersani. In generale il movimento ha perso tutti i voti che non erano suoi e sui quali non era da fare affidamento.
In conclusione Renzi ha rimesso insieme gli ex DC, gli ex PCI, gli ex socialisti ottenendo un 40%, ma questi tre partiti , in totale avevano il 70%, quindi un 30 % non ha votato PD. Il futuro per Renzi è tragico: Il debito cresce, il bilancio non è in pareggio, per gli 80 euro del 2015 manovra da 13 miliardi (e dove li trova?) Se non compra gli aerei lo spread va alle stelle. La politica italiana la decidono gli usurai europei e americani che hanno assegnato all'italia il ruolo di paese consumatore ma non produttore e che deve aumentare il numero dei consumatori con immigrazioni massicce extra UE.

LUIGI VERARDO, VENEZIA-MESTRE Commentatore certificato 01.06.14 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Grillo deve smettere di fare il dittatore e fare sì che le decisioni importanti vengano prese da chi ha votato e ha eletto i rappresentati dei M5S.

Paolo Palazzi, Roma Commentatore certificato 01.06.14 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S diventerà un partito simile agli altri e rimarrà (come Bartali e il PCI) vale a dire l'eterno secondo. Il popolo italiano è democristiano quindi molto falso; ne consegue che pur ritenendo le posizioni del movimento condivisibili per gli indiscutibili valori morali non lo voterebbe mai per paura che l'onestà trionfasse veramente una volta per tutte. In virtù di un famoso detto clericale che recita "fate ciò che dico ma non fate ciò che faccio", l'italiano medio ti da lo schiaffo e poi nasconde la mano e soprattutto crede che siano gli altri a dover essere onesti mentre lui ha sempre ragione (anche quando ha torto). Siamo il popolo dell'"armiamoci e partite"! Meditate...

Stefano Antili 01.06.14 19:23| 
 |
Rispondi al commento

I PARTIGIANI DELLA LIBERAZIONE,di diversi partiti, e non solo del PCI, ai quali l'odierno PD vorrebbe indegnamente collegarsi in esclusiva, non si arresero ma combatterono eroicamente, nonostante il nemico fosse ben armato e più forte, fino alla vittoria ed alla LIBERAZIONE. Questo è ciò che ha dato loro giustamente onore e gloria. Noi dobbiamo ispirarci ad essi se vogliamo davvero LIBERARE L'ITALIA da quanti la stanno distruggendo. I codardi non devono aver posto nel Nostro Movimento come non lo ebbero nelle brigate partigiane. I veri stellati continueranno a combattere a fianco da chi li ha portati in BATTAGLIA PER LA LIBERAZIONE. Nessun altro ci ha spronato a ribellarci ai soprusi che stiamo subendo. L'ingratitudine è una cosa della quale dovremmo davvero vergognarci.

King Tut Commentatore certificato 01.06.14 18:59| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE SEI FIGO

cris c. como 01.06.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Immaginate che vera vittoria sarebbe per il PD se ci facessimo convincere, dai tanti troll Pidioti infiltrati in questo blog, a spaccarci e ad eliminare l'unica seria opposizione alla politica dei balordi, dei suoi lecchini giornalisti, e dei conduttori di programmi TV servi del sistema, rinunciando a cambiare questo paese distrutto dai partiti parassiti che ci hanno governato negli ultimi 40 anni.
Un serio stellato, e chi ha scelto il M5S dovrebbe esserlo, non sarà mai così pusillanime al punto da tirarsi indietro alla prima piccola difficoltà, ed arrendersi al nemico. Sarebbe davvero un disonore totale gettare le armi davanti ad un BUFFONE come l'EBETE FIORENTINO, e chi lo fa non ha dignità ed è un codardo, senza se e senza ma.

King Tut Commentatore certificato 01.06.14 17:38| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO SI DEVE DIMETTERE??? PERCHE'?? PERCHE' COSI SI ELIMINA IL MOVIMENTO 5 STELLE???? MAI E POI MAI SI DEVE DISTRUGGERE IL MOVILENTO CHE IN POCO TEMPO HA RACCOLTO, UNITO MILIONI DI CITTADINI NAUSEATI DALLA DELINQUENZA POLITICA.
A NAPOLITANO!!!!! DOMANI - EVVIVA LA REPUBBLICA ITALIANA.
REPUBBLICA ITALIANA GOVERNATA DA MAFIOSI: BERLUSCONI,DELL'UTRI, CUFFARO, PREVITI, ANEMONE,ECC.ECC.
TANGENTISTI: DEL TURCO,BOSSI,FIORITO,LUSI,BELSITO,ECC.ECC.
DI ASSATANATI DI DENARO PUBBLICO: MASTROPASQUA DELL'INPS STIPENDIO ANNUO 1.200.000,00 EURO " CENTO MILA EURO AL MESE"
IL QUIRINALE CI COSTA IL DOPPIO DELL'ELISEO,E SEI VOLTE LA CORONA INGLESE. - CAPO DELLA POLIZIA DI STATO 620.000,00 EURO L'ANNO, ANTONIO MALASCHI CON PENSIONE + COMPENSI 709.000,00 L'ANNO - GIANCARLO CIMOLI CHE HA PORTATO L'ALIATALIA AL FALLIMENTO LIQUIDATO CON 37 MILIONI DI EURO " TANTO FRA POCO SE LA COMPRANO GLI ARABI" -
LA REPUBBLICA ITALIANA ???' FACCIAMO UN CONFRONTO:
STATI UNITI D'AMERICA 300 MILIONI DI ABITANTI - DIMENSIONE 50 VOLTE L'ITALIA, DEPUTATI 435 SENATORI 100.
LA REPUBBLICA ITALIANA 60 MUILIONI DI ABITANTI 630 DEPUTATI 315 SENATORI. ( BEL CAZZO DI CAPOLAVORO )
TASSAZIONE MASSIMA PER GLI U.S.A. 27%
TASSAZIONE PE LA REPUBBLICA ITALIANA 63%
COME DIRE CHEGLI ITALIANI LAVORANO AL 63% PER I PAPPONI CHE CI GOVERNANO E IL 37% PER LA PROPRIA FAMIGLIA.
POI SE HA DIFFICOLTA' HO PAGHI O TI SUICIDI. RISULTATO NEL 2013 DAVANTI ALLE CARTELLE EQUITALIA SI SONO SUICIDATI 130 CITTADINI " CHI SONO DISPERATI O EVASORI???) IN COMPENSO PER IL PROPRIO OPERATO "ASSASSINIO DI STATO" BEFERA EX AMMINISTRATORE DI EQUITALIA E UFFICIO DELLE ENTRATE E' STATO TRASFERITO" PROMOSSO" ALL'ENI.
BE COSA SI PUO FARE CONTRO LA DISONESTA' POLITICA CHE STA' DISSANGUANDO IL POPOLIO??? DARE PIU' FORZA E POTERE AL MOVIMENTO 5 STELLE AFFINCHE SI POSSA IMPORRE ONESTA' AL PROSSIMIO GOVERNO E OTTENERE IL RISPETTO DELLA DIGNITA' DEI CITTADINI CHE LAVORANO E VIVONO ONESTAMENTE. FORZA 5 STELLE LE FAMIGLIE ONESTE VI SOSTENGONO E CREDONO IN VOI.


ANCHE QUESTA MATTINA ABBIAMO VISTO ALLA TV IL BABBIONE DI NAPOLITANO CHE RICORDAVA AI CITTADINI DI FESTEGGIARE LA REPUBBLICA ITALIANA.
CHI CE LO RICORDA??? UN POLITICO 90 ENNE, DA 60 ANNI IN POLITICA SENZA MAI AVER FATTO NULLA DI POSITIVO PER LA POPOLAZIONE CHE CON LE TASSE HA PAGATO I SUOI STIPEDI E PRIVILEGI.
LUI E' PRESIDENTE DELL'ITALIA?? MA CHE COSA E' L'ITALIA???? UNA NAZIONE " CHE SALVANDO DE NICOLA,DE GASPERI, MORO,E BERLINGUER E STATA GOVERNATA PER DECINE E DECINE DI ANNI DA MAFIOSI, TANGENTISTI, DELINQUENTI, PUTTANIERI DI MAROCCHINE. E RICORDIAMOGLI CHE LUI IL NAPOLITANO E' STATO ELETTO DAL GOVERNO BERLUSCONI NOTO ASSATANATO DI MAROCCHINE MINORENNI CON COLLABORATORI MAFIOSI ED INOLTRE CON DUE CONDANNE DEFINITIVE CHE NON SCONTA IN GALERA.
LUI IL NALOLITANO CHE INVECE DI INDIRE LE ELEZIONI PER INGOVERNABILITA' NOMINA 4 PRESIDENTI DEL CONSIGLIO MONTI,BERSANI,LETTA E RENZI. MI DONMANDO : MA IL SUO COMPORTAMENTO NON E' ANTICOSTITUZIONALE???? PERCHE LA COSTITUZIONE INDICA CHE I DOVERI DEL PRESIDENTE SONO DI VERIFICARE SE IL GOVERNO E' IN GRADO DI GOVERNARE E SE NON LO E' DEVE SOLO DARE AL POPOLO LA POSSIBILITA'DI ELEGGERE I GOVERNANTI.
DOBBIAMO FESTEGGIARE???' EVVIVA EVVIVA IL DISSANGUAMENTO CHE SUBBIAMO PER SODDISFARE IL MALCOSTUME, LA DELINQUENZA,LA DISONESTA, E I MAFIOSI CHE GOVERNANO QUESTA REPUBBLICA DOVE I CITTADINI SONO DISSANGUATI. IN COMPENSO INVECE DI PENSARE ALLA POVERTA' DEGLI ITALIANI I NOSTRI GOVERNANTI CON LE NAVI MILITARI VANNO A PRENDERE AL LIMITA DELLE ACQUE TERRITORIALI MIGLIAIA DI IMMIGRATI PER FARCI CAPIRE CHE LORO STANNO PEGGIO DI NOI. MA QUANTO COSTANO A NOI??? 50 EURO AL GIORNO PER OGLNI IMMIGRATO. E CHEI PAGA?? MA GLI ITALIANI E' SICURO. E GLI ITALIANI COSA POSSONO FARE??? MA POSSWONO ANDARE A CHIEDERE UN PIATTO DI MINESTRA ALLA CARITAS DOPO AVER PAGATO LA TARES,TASI,IVA,IRPEF,TARSI,UIC, IRAP,ADDIZIONALE COMUNALE E REGIONALE.INSOMMA GLI ITALIANI??? CHE MUOIANO DI FAME" MA DOPO AVER PAGATO LE TASSE. CHE VERGOGNA, CHE SCHIFO DI DISONESTA'

GIAN GUTTI 01.06.14 16:26| 
 |
Rispondi al commento

mollare?!? non abbassatevi, non traditeci, siamo pur sempre 5600000
Posto questo, se non è lo spazio apposito vi prego di scusarmi
http://www.youtube.com/watch?v=9fqki7ppSXM

giorgio f., vicenza Commentatore certificato 01.06.14 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Smettere di parlare e chiudere il sito? E chi mai potrebbe chiedere una cosa del genere?
Qui siamo in democrazia e chiunque può esprimere la propria opinione. Qui si parla di dimissioni...
Grillo è CAPO POLITICO del Movimento con un atto depositato presso un notaio. Ce ne dimentichiamo?
Quindi ha una carica da cui dovrebbe dimettersi.
Naturalmente questo non gli impedisce di esprimere la propria opinione e di avere un blog.
LA COERENZA PRIMA DI TUTTO.

Pierpaolo 01.06.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più volte non sono stato d'accordo con Beppe e con Casaleggio ( le sue visioni del futuro ) ma 5.600.000 voti sono una ottima base per costruire il futuro di questa Italia. Una battaglia persa ? ( 17 europarlamentari ) un'utile lezione per vincere la guerra. Il figlio subentrerà al padre quando sarà cresciuto altrimenti rimarrà orfano ed affidato. Beppe deve restare. Vorrei più trasparenza, questo sì. Mi piacerebbe , p.e. che nell'Associazione M5S,oltre Beppe ci siano solo eletti del movimento, che il m5s abbia una piattaforma indipendente da Casaleggio che fino a oggi l'ha supportata e finanziata ( se gli attivisti mettono mano al portafoglio ).

Pie 01.06.14 13:38| 
 |
Rispondi al commento

in una nazione dove e' un fiore all'occhiello essere dei delinquenti,corrotti e corruttori si dovrebbe dimettere chi li accusa? l'unica cosa che ci rimane da fare e' il ridicolo, vai avanti sig.beppe grillo, quando tutti si coalizzano contro e' perche' hanno paura,e poi adesso sai su quanta gente puoi contare gli altri erano soltanto elemanti che pensavano di potersi intrufolare.

bruno valentini, Monteroni di Lecce Commentatore certificato 01.06.14 13:31| 
 |
Rispondi al commento

ho votato beppe grillo la prima volta e non ho votato nessuno la seconda perché ho visto i traditori che si tenevano il malloppo quando avevano promesso di prendersi solo 5 mila euro lordi... il resto non mi interessa tutte chiacchiere

roberto garzeni 01.06.14 12:25| 
 |
Rispondi al commento

il m5s senza grillo ora?

1) 5 mln di voti in meno
2) il probabile scatafascio di un meccanismo che per rimettersi in moto avrebbe bisogno di anni

alessio dandria Commentatore certificato 01.06.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Non scherziamo! Beppe sei l'anima del Movimento! chi dice che te ne devi andare ci vuole distruggere. E' un insano e subdolo tentativo che vuole fare presa sulle logiche dell'italia del pallone per cui il Tecnico della Nazionale che perde una partita se ne deve andare. Non ci caschiamo, questo non è un gioco. ciao a tutti M5S sempre!!!

Mauro R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 01.06.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe vorrei terminare di enunciare il mio pensiero su ciò che ha portato a questa sconfitta, questo è il quart’ultimo post che pubblico sull’argomento che verte soprattutto sulla mentalità dell’italiota, su come desidera che siano le cose e sull’opportunità di apportare qualche variazione sul modo di apparire e comunicare del M5S, concludendo penso che la dobbiamo smettere di fornire assist, di prestare il fianco a qualsiasi attacco contro il Movimento, NON POSSIAMO PERMETTERCI IL LUSSO DI FARE ERRORI GRATUITI PERCHE’ POI LI PAGHIAMO CARI, MOLTO CARI!!! IL MOVIMENTO DEVE INIZIARE A FARE SOLO CHE VERA POLITICA IN TUTTI I CAMPI E IN TUTTI I SETTORI. Per quanto riguarda coloro che chiedono le dimissioni di Grillo io dico di mandarli a cagare tutti perché è proprio quello che vogliono! Grillo è stato ed è tuttora una gravissima minaccia per il “sistema” e non si fermeranno finchè non lo avranno “fatto fuori”, a quel punto dilagheranno da tutte le parti distruggendo il Movimento e riportando tutto lo scenario politico indietro di alcuni anni come se non fosse mai successo niente. Dobbiamo resistere compatti e respingere gli attacchi anche contrattaccando, Grillo è il Movimento e il Movimento è Grillo, sono due cose indissolubili e l’una non può esistere senza l’altra. Non dimentichiamoci mai che chi ha portato il Paese a questi livelli catastrofici sono proprio quelle persone che ora chiedono le dimissioni a Beppe, tutta gente sporca, collusa, marcia, impicciata in mille zozzerie dove la magistratura solo ora sta iniziando pian piano a sollevare il velo. A contrastare questa gentaglia c’è solo il M5S, se fanno fuori il Movimento è finita perché non ci sarà più nessuno a difenderci e a difendere i nostri interessi!!!!!
M5S forever!

Maurys Roma 01.06.14 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente NO. M5S è Grillo e viceversa. Piacerebbe agli " avversari" se questi avversari si intendessero leali, ma non lo sono. Costoro hanno usato e stanno usando tutto quello che hanno e non hanno in modo sleale propinando messaggi falsi alla gente.

Gianfranco C., Siracusa Commentatore certificato 01.06.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento

assolutamente no !!!
piacerebbe a lor signori .... i quali hanno dentro i loro circhi equestri fior di lordumi !
rivedere solo i ruoli che a mio modesto avviso per quanto riguarda i talk o ospitate varie dovrebbe vedere la presenza di Di Maio e Di Battista ormai assolutamente all'altezza !!!
teniamo duro gente

gianni.v 01.06.14 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Ok ragazzi parliamo di tecnologia. hai nostri tempi non esistevano pc o cellulari che ci permettevano di navigare via internet oppure sistemi avanzati come la lettura digitale della mano ( che si usa in cina per prelevare contanti nei bancomat che leggono il sistema mappatura delle vene della mano che sono uniche per persona) oppure la lettura dell'iride dell'occhio per riconoscere una persona, oggi prendiamo ad esempio le elezioni amministrative; come sappiamo vengono guidate a nostra insaputa da gente che cambia il voto a seconda dell'interesse personale regionale quindi quando ci troviamo difronte alla tv per vedere se il nostro partito vince ci ritroviamo lo stesso terzo o quarto nonostante la sua campagna con le sue idee sia stata seguita da milioni di persone in piazza, ora mi chiedo; se usassimo sistemi come quelli elencati il nostro voto avrebbe un valore più sicuro mentre un pezzo di carta e una matita non ci danno certo alcuna sicurezza inoltre gli scrutinanti potrebbero facilmente annullare la scheda alterandola con un semplice segno sia uno scarabocchio oppure segnando una x su tutti i partiti............

Giuseppe nastasi, como Commentatore certificato 01.06.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
spero vorrai accettare questa mia critica ( più che critica è un consiglio)come si accetta la critica di un amico, un amico fraterno come io mi sento di essere nei tuoi confronti. Tu sei un grande uomo, un rivoluzionario, uno che ha capito dov'è che la macchina si è inceppata e sai perfettamente come rimetterla in sesto e poi in moto. Sai anche comunicare ed arrivi meglio di altri a toccare le coscienze e il cuore della gente senza eccessivi sforzi comunicativi; ma , purtroppo, io penso, forse senza rendertene conto, ti porti dietro, nella comunicazione politica, l'arte del comico, la capacità di sdrammatizzare con una involontaria battuta tutto ciò che di buono eri riuscito a costruire in un'ora di serio e ponderato discorso. Tutto ciò non gioco a nostro favore ed è anche un prestare il fianco agli avversari che, come avvoltoi, aspettano un tuo passo falso per spellare la tua carcassa. D'oggi poi quando sei nelle vesti di politico, fai il politico, ne sei capace e lo fai meglio degli altri, perché la tua è passione e amore per la gente,e dimentica di essere un comico. Il comico potrai farlo dopo, dopo che abbiamo mandato tutti a casa e gettato le basi su cui costruire una Italia migliore. Con affetto immutato

Luigi D'Alessandro 01.06.14 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,prima che rinasca uno come GRILLO che ha rischiato tutto per buttarsi a capofitto in una battaglia di civilta' unica nelle democrazie occidentali, potrebbe passare ancora molto tempo...
Teniamoci stretto Beppe,abbiamo tutti ancora moltissimo da imparare da lui.

roberto coppi (robycop), abbadia san salvatore Commentatore certificato 01.06.14 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi lo ha detto che i voti in meno sono dovuti alla campagna di Grillo?
Date tutti per scontato che sia stato Grillo a far scendere il consenso.
Se invece Grillo abbia umentato il consenso, altrimenti il movimento avrebbe preso il 9% quest'anno?
Se fosse stato il comportamento dei parlamentari M5S a far scendere il consenso?
E se fosse stato Renzi?
Non diamo tutto per scontato!!!!
Inoltre quando si vince si vince tutti, quando si perde, si perde uno?
E no, non sono d'accordo!

Mauro B. Commentatore certificato 01.06.14 02:37| 
 |
Rispondi al commento

Per far si che il m5s non faccia una brutta fine è necessario che Beppe Grillo si limiti a fare il garante del movimento evitando ogni incontro istituzionale. Oggi dopo 1 anno abbiamo fior fior di parlamentari "Eletti" capaci di adempiere a questo incarico. Riconosco a Grillo la grande importanza che ha avuto nelle fondazione del movimento ma adesso non ha alcun senso che lui vada a parlare con Falange, Napolitano o Renzi. Nessuno vuole impedire a Grillo di esporre la propria opinione, ma sarebbe carino che non lo facesse nella stessa pagina dove ti viene chiesto di votare un argomento!!!

francesco bruschi 01.06.14 01:15| 
 |
Rispondi al commento

Grillo e Casaleggio NON SI DISCUTONO!
Senza loro tutto questo non sarebbe mai stato possibile!

nic 01.06.14 00:47| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI I PEZZI DI MERDA CHE VOGLIONO LE DIMISSIONI DI GRILLO E CASALEGGIO VI DICO:
ANDATE A FARE IN CULO E ANDATE NEL PDL E PD TANTO SIETE SOLO DEI PEZZENTI CHE REMATE CONTRO IL M5S E I SUOI FEDELI SOSTENITORI PER FARE I VOSTRI LOSCHI INTERESSI.
NON SIETE DEGNI DI STARE NEL M5S DIMETTETEVI SE AVETE INCARICHI OPPURE DOVETE ESSERE ESPULSI IMMEDIATAMENTE.
IL M5S HA UNA MISSIONE BEN PRECISA DA COMPIERE E UNA GUERRA IN TRINCEA PER RIPULIRE DEMOCRATICAMENTE IL MARCIO SISTEMA POLITICO CHE STA ASSASSINANDO IL POPOLO ITALIANO INSIEME A QUESTO CESSO DI EUROPA E DI EURO DA CUI DOBBIAMO USCIRE SUBITO.
GLI ITALIANI ONESTI TRIONFERANNO E VI MANDERANNO A FARE IN CULO INSIEME A QUEI BUROCRATI E BANCHIERI ELETTI DA NESSUNO CHE STANNO NEL PARLAMENTO EUROPEO OGNI GIORNO A DISTRUGGERE IL NOSTRO PAESE.

ANTONIO 01.06.14 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma davvero Beppe, mago della comunicazione, negli ultimi giorni ha sbagliato a comunicare? E se invece avesse VOLUTO sbagliare o perché non si sente forza di governo ma di mera opposizione o perché minacciato da quei poteri forti che osteggia?
Se così, addio cambiamento...

Toni Z. Commentatore certificato 01.06.14 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi fanno male gli occhi a leggere tutti i post contro Beppe o a favore.
Basta , basta ,basta.
Sono tutti innocenti :
PRENDI ME,
PRENDI ME ,
PRENDI ME ,
io sono il vero colpevole di tutto e credetemi veramente : "me fà mal la capa".

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 01.06.14 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Grillo non deve dimettersi,ma continuare perchè non è finita qui,dimettersi sarebbe dare soddisfazione a chi si aspettava che il m5s avesse perso le elezioni.

Pietro T., Napoli Commentatore certificato 01.06.14 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma Grillo non è il "capo politico del movimento 5 stelle" con atto depositato presso un notaio?

Lectern House 01.06.14 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Giannuli si arrampica un poco. Grillo non ha mai detto che si sarebbe dimesso, e' vero. E nesuno gli puo' chiedere di dimettersi dal nulla. Ma Grillo aveva detto altro. Domanda :
"E intanto si avvicina la sfida elettorale per l'Europarlamento. Una battaglia decisiva per il Movimento. Risposta di Grillo:
"Stavolta bisogna che la gente capisca che dobbiamo fare un culo così a tutti. Perché su una cosa non ho dubbi: o vinciamo, o stavolta davvero me ne vado a casa. E non scherzo" - Cosi' aveva detto, davvero me ne vado a casa, e non scherzo. Quindi nessuna minaccia di dimissioni, solo e unicamente me ne vado a casa. Pero' mi sa che stava scherzando allora, e intendesse dire vado a casa in cucina a fare gli gnocchi, mica via dalla politica !!

Lazzaro Di Betania 31.05.14 23:58| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE - NON TI DEVI DIMETTERE ASSOLUTAMENTE! TU SEI IL NOSTRO DETONATORE DELLA NOSTRA UNICA SPERANZA- PERCIO' NON MOLLEREMO MAI CON TE !! RICORDATI TUTTE LE BATTAGLIE CHE AHI FATTO - FINO AD ORA- E' VERO IL POPOLO HA ANCORA IL LAVAGGIO DI CERVELLO DEGLI ULITIMI 20 ANNI DI UNA POLITICA MARCIA!!. MA CREDO CHE CAMBEIERANNO ANCHE LORO- TI VOGLIO BENE BEPPE SEI UN GRANDE -E RIGUARDO FARAGE - PER ME HAI FATTO UN OTTIMA -SCELTA!! SALUTI- GIOVANNI

ARDITO GIOVANNI 31.05.14 23:31| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO NON SI DEVE DIMETTERE, DEVE CAMBIARE IL MODO DI COMUNICARE, DEVE CAMBIARE METODO DI FARE POLITICA.
ALLA GENTE NON INTERESSA RENZI,NON INTERESSA BERLUSCONI; AL POPOLO INTERESSA COME RISOLVERE I PROBLEMI: DEL LAVORO , DELLA DISOCCUPAZIONE, DEL DEBITO PUBBLICO, DELLA SCUOLA, .
CARI DEPUTATI GRILLINI, SIA DEL PARLAMENTO EUROPEO, CHE ITALIANO, NON FATE IL GIOCO DI CHI VUOLE LA DISFATTA DEL MOVIMENTO.
STATE ATTENTI AI GIORNALISTI , ALLA RAI,AI FURBI CHE VOGLIONO LA DISFATTA DEL MOVIMENTO.
TENETE FORTE, STATI UNITI E DIFENDETE IL CREATORE DEL MOVIMENTO,E CHI NON LO FA' PUO' BENISSIMO PASSARE AD UN ALTRO PARTITO.
LA VITTORIA DI RENZI E QUELLA DEL PD, E' LA VITTORIA DI PIRRO.
ASPETTARE E E STATE CALMI E SERENI, IL TEMPO VI DARA' RAGIONE.I POTERI FORTI NON VOGLIONO NEL PARLAMENTO IL MOVIMENTO, MA POI IL POPOLO VI DARA' RAGIONE.
VOGLIO VEDERE, COSA NE PENSA IL POPOLO , DOPO CHE I COMUNI AVRANNO APPLICATO LA TASI, DOPO CHE SARA' FATTA LA MANOVRA PER IL RIENTRO DEL DEBITO PUBBLICO DOPO CHE SARANNO AUMEMNTATE ANCORA LE TASSE.
I SIGNORI CHE SONO AL POTERE SPERANO IN UNA RIPRESA DEL PIL, PURA' FOLLIA , DURANTE IL PERIODO ESTIVO, MAGGIO ,GIUGNO, LUGLIO, IL PIL SALIRA' UN POCHINO,E LA DISOCCUPAZIONE DIMINUIRA', MA E' UN FATTORE TRANSITORIO DOVUTO AL SETTORE AGRICOLO STAGIONE, NELL'ESPORTAZIONE DI PRODOTTI, AGRICOLI ESTEVI.
STATE SERENI,STATE CALMI, NON STARNAZZATE, E PARLATE CON IL POPOLO DEI PROBLEMI REALI,VEDRE CHE IL TEMPO VI DAR' RAGIONE.


FRANCO DE FRANCO, brunifernanda1918@gmail.com Commentatore certificato 31.05.14 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei la nostra unica speranza vai giù duro come sempre e non molleremo mai fino alla fine io e la mia famiglia sosterremo il movimento sempre! un forte abbraccio.

gabriele baratta 31.05.14 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


BEPPE GRILLO, NON SI TOCCA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Leggo da diverse parti che v’è una voce infida, sibillina, che vuole silurare, Beppe Grillo!

J’ACCUSE!

J’accuse… i disfattisti!
J’accuse… i cani di magonza!
J’accuse… gli infiltrati!
J’accuse… chi si crede di essere chi!
J’accuse… i traditori!
J’accuse… i doppia faccia!
J’accuse… chi non ha faccia!
J’accuse… chi scrive mandato da altri, perché gli altri non hanno il coraggio di scrivere!
J’accuse… tutti quelli che non scrivono….
BEPPE GRILLO, NON SI TOCCA!!!!!!!!!!!!!!!

VITO MANNINO Commentatore certificato 31.05.14 22:00| 
 |
Rispondi al commento

A me se rimane non fa mica male: ovviamente, ora a volere la sua estromissione sono "gli altri"... Io credo invece che Beppe debba rimanere e cercare di pensare di più prima d'aprire bocca, per il futuro...

Biagio C. Commentatore certificato 31.05.14 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Che cosa è la coerenza? per me la coerenza è fare ciò che si è detto e pretendere dagli altri "di fare ciò che hanno detto". Grillo e Casaleggio hanno detto che se vincevate voi, gli altri dovevano andare a casa ora che avete perso avete il coraggio di parlare ,ma vi rendete conto che Grillo fa come gli pare adesso sta consultando farange ,ma non è che prima vi ha chiesto il permesso di poterlo fare dite sempre che voi siete democratici che sottoponete le proposte con i voti on -line ,ma questo vale per la massa per Grillo e Casaleggio no prima fanno e poi chiedono.Pietro B.

PIETRO B., CARINI Commentatore certificato 31.05.14 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Grillo deve restare senza dubbio alcuno, anche se la fiducia datagli non potrà essere per sempre totale ed incondizionata. Data la sua giovane età, il movimento è ancora acerbo e non del tutto ben radicato sul territorio. L'esperienza in Parlamento è ancora limitata e quella europea deve ancora iniziare. Quindi, per il momento si dovrebbe continuare come per il recente passato. Visto l'esito delle europee e visto che tra i più votati ci sono stati personaggi con condanne e procedimenti giudizari a carico, se ne deduce che la strada da percorrere sarà ancora tanta. La percezione che forse si potesse fare lo sgambetto al PD ha portato ad alzare i toni dello scontro, sperando nella spallata definitiva al sistema politico ed affaristico marcio, grazie all'aiuto di un elettorato finalmente responsabile. Il risultato finale, invece, ha dimostrato che non è così e che pertanto occorrerà cambiare strategia impostandola sul medio-lungo termine. Nel frattempo occorrerà difendersi dagli attacchi dei poteri forti (politica, media, finanza) che dopo l'esito delle europee stanno continuando a sparare ad alzo zero sul movimento. Quindi, massima coesione, unità e compattezza soprattutto da parte dei parlamentari. Nessun cedimento o tentennamento proprio ora, in un momento davvero molto delicato per il futuro del movimento. A quanti, poi, dicono di "abbassare i toni", personalmente rispondo che i toni non solo non vanno abbassati, ma vanno alzati, se necessario, evitando inutili però polemiche (soprattutto interne) fuori luogo ed esternazioni di dubbio gusto. Per il resto, barra a dritta ed avanti dtutta. Semper ad maiora.

Vincenzo del Gaudio 31.05.14 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi,riflettiamo bene prima di stringere alleanze per il Parlamento Europeo!!!!!!!!
Teresa

Teresa Bilotta 31.05.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

I sostenitori del movimento devono aumentare, non diminuire, quindi bisognerebbe coinvolgere anche altre persone, meglio se autorevoli e famose (come Dario Fo, ...) per dare il loro contributo.
Grillo e Casaleggio devono continuare a sostenerci, ma i PROTAGONISTI principali devono essere I PARLAMENTARI ELETTI nel movimento, su questo non c'è dubbio.
Solo questi ultimi devono rappresentare il movimento, consultarsi con la base, discutere con i politici (come sarebbe dovuto avvenire in passato con Bersani, Letta, Renzi) riportando le idee della base.
Non ci sarebbe DEMOCRAZIA DIRETTA se Grillo e Casaleggio prendessero decisioni autonomamente.
La democrazia diretta ha bisogno di sostenitori, non di capi.

---------------------------------------------

Gli italiani vogliono persone AUTOREVOLI e CONCRETE a rappresentarli.
L'obiettivo del Movimento 5 Stelle è RISOLVERE I PROBLEMI degli italiani:
1) analizzandoli attraverso la DEMOCRAZIA DIRETTA e proponendo le soluzioni;
2) facendo di tutto per realizzare le soluzioni trovate nelle opportune sedi istituzionali.
Il tempo sta scadendo: se non ci muoviamo il Fiscal Compact ci distruggerà!

Forza M5S!

Forza Movimento5stelle Commentatore certificato 31.05.14 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d'accordo: Grillo deve mantenere e rafforzare il suo ruolo di garante della linea politica del movimento. Dopo che il fiorentino professionista della dissimulazione ha vinto le elezioni, l'unica via possibile è quella di procedere con intransigenza contro la nomenklatura, rimanendo ben saldi sul percorso da seguire. I dissidenti e i critici vanno espulsi. Questi non sono tempi normali. E' tempo di guerra, politicamente condotta contro tutti gli opportunisti, grassatori, corrotti, concussi, e accumulatori di ricchezze personali in quantità tale da costituire un insulto a chi non ha niente. Ci vuole giustizia sociale, quella che predica a parole, indefessamente Bergoglio, ma che non pratica, nonostante le centinaia di documenti ufficiali della chiesa [ sì, con la minuscola! ] di Roma sulla giustizia sociale, dalla Rerum Novarum del 15 maggio 1891 a oggi.

ALVISE PAZZAGLIA, PERUGIA Commentatore certificato 31.05.14 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi dovrebbero vergognarsi,o altro, sono quelle persone che hanno gridato giustizia per 20 anni nei confronti dei governi avuti in precedenza non andando a votare. Grazie a Grillo, e rappresentanti M5S, che sono uscite a galla anomalie e disfunsioni di interesse privato a danno dei cittadini. Grillo non dovrebbe avere paura morale del suo comportamento poichè la sua "rabbia" non fa altro che rispecchiare la nostra. Maggiormente a differenza di altri politici che hanno rubato e condannati per motivi più gravi e stanno ancora in parlamento. Secondo me se non coglieremo questa occasione di cambiamento saremo sempre punto e a capo, perchè non credo uscirà un'altro Grillo di turno. Certamente il voto europeo dimostrato a Grillo non è negativo ma stabile quando sarà il momento di voto amministrativo si vedrà.

DIEGO QUARATO 31.05.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

anche se con un po' di ritardo il mio commento alla riflessione di aldo giannuli mi trova pienamente consenziente in quanto lucida efficace e molto equilibrata rispetto alle baggianate che purtroppo leggo ad opera di molti "grillini ". I miei piu' fervidi saluti a giannuli e naturalmente un abbraccio al nostro beppe nazionale. Germano Orefici iscritto certificato e militante del meetup di Oderzo (Treviso)

germano orefici 31.05.14 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Senza Beppe oggi non staremo a parlare di M5S. Assodato questo bisogna ora capire ascoltando anche la gente per farne tesoro. E di gente ne ascolto tutti i giorno come se ogni mattina facessi un gazebo. Ebbene si sono tutti lamentati della serata da Vespa. Quasi niente di Europa e molto su stampanti 3D e cose simili. A questo si aggiunge il Berlusca che ha terrorizzato vecchiette e rincoglioniti dicendo che se vincevamo ci sarebbero tasti gravi disordini(e non capisco perchè la magistratura non sia intervenuta)e per finire alcune parole più volte ripetute che ricordavano i tempi del fascismo e la torta è servita. Hai voglia a dire che a Beppe piace esagerare, che noi siamo contro la guerra ma siamo per le rivoluzioni pacifiche, etc, etc. Quello che alla fine proprio non mi va giù è che la maggior parte dei giovani non è andata a votare, proprio quei giovani che dovrebbero essere il cuore pulsante del Movimento! Beppe gli italiani non hanno mai fatto una rivoluzione, basta poco per spaventarli, siamo un pò più pacati e facciamoci capire meglio.

Alfredo Maiolino, Torre Annunziata Commentatore certificato 31.05.14 19:27| 
 |
Rispondi al commento

tutto giusto. Era anche da aspettarsi un colpo di coda del sistema, soprattutto adesso che si è stretto attorno all'unico volto spendibile che gli era rimasto, come c'era da aspettarsi che dopo l'exploit del debuttante m5s pagasse in termini di esperienza politica. Cmq sia credo che se il PD avesse candidato Renzi un anno fa avrebbe ottenuto più o meno questo risultato, sfruttando la paura dei moderati di fare quello che si ritiene "un salto nel vuoto". Non ci vorrà molto tempo però perché si accorgano che il vero vuoto pneumatico è quello della politica di Renzi e allora sarà il momento di m5s. In politica bisogna sempre cercare di seguire una propria rotta invece di cambiarla affannosamente a seconda del vento che tira. Resta il fatto che oggi come oggi questo 21% certifica che m5s ormai non è più soltanto un voto di protesta, ma un voto che si è stabilizzato da cui ripartire. Forse si può chiedere a Grillo e al suo entourage più stretto di cercare toni meno aspri che non spaventino i moderati. Forse. Ma solo perché è l'unica scusa che hanno i nostri avversari, parlando per pregiudizi e frasi fatte. Ma quando la gente la fai ragionare parlando delle cose concrete del movimento non possono darci torto. Ma al di là di tutto questo per me è un non problema, x me l'unico vero errore è stato quello di sottovalutare Renzi, perché era chiaro che il sistema si sarebbe compattato attorno a lui. Per me toni o non toni, non servirà molto tempo agl'italiani di capire la cavolata fatta a dare fiducia a Renzi e allora avranno solo il movimento per liberarsi da questo sistema ed è allora che ci dovremo essere. Chiedere a Grillo di farsi da parte ora per me è assurdo, perché Beppe resta l'unico vero artefice di questo miracolo. Senza di lui finisce tutto e quando sento di un deputato che "rivendica la sua autonomia" a me vien da ridere due volte. Primo perché in nessun partito un deputato fa quello che vuole e vota come vuole. Secodno perché se sta dove sta è solo grazie a Beppe

Guglielmo T., Brennero Commentatore certificato 31.05.14 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Grillo e Casaleggio NON si toccano. Il Movimento esiste grazie a loro.

Gianna E., San Lazzaro (Bologna) Commentatore certificato 31.05.14 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Dimettersi..Da cosa?Da dare dell'informazione reale e da ottenere in poco tempo un posto di rilievo nello Stato (non nel governicchio...Dove il M5S non si è venduto) e in Europa?Chissà chi glielo ha suggerito...E comunque se lo facesse solo perchè il popolino confonde il ventriloquo con il pupazzo indemoniato, saremmo veramente soli.Ma pensateci:chi gliel'ha fatto fare? Noi.Quelli che credono nel blog dal 2005,per cui se Grillo e Casaleggio vanno via, i 5.804.810 che hanno creduto e credono in questo M5S, andrebbero a fare parte della larga schiera degli "Astenuti".Ma avete letto l'intervista di Renzi su la Stampa?Io non ho parole, solo parolacce.Continuo a sostenere che anche il M5S debba usufruire della TV, avevano sbattuto nei "canaletti" il grande Funari che faceva il pieno, andateci anche voi perchè non tutti vi riescono a conoscere.Ma come si fa, a cambiare i modi, come si possono utilizzare le "buone maniere", quando un tizio diventato premier per 3.000.000di voti a pagamento, che ora sta ridando sotto forma di elemosina ai ciechi, perchè di ciechi si tratta, non si rende conto di come ha votato l'Europa?Ama la signora Merkel, ma Grillo è Pol Pot e Casaleggio un "faccendiere" e il suo Papi chi è???Utilizza dei latinismi, mi viene da ridere, fa telefonate strappa lacrime a Berlusconi, si passare per un comunista, doveva rottamare e ha messo lì un signore come Padoan, qualcuno ricorda cosa fece fare nel 1991?Ho sentito dire con le mie orecchie:"Se Renzi va alle politiche vince con un plebiscito".Io da queste Europee ed Amministrative (considerando quello che realmente ha fatto il M5S per le Piccole Imprese, come la mia)mi aspettavo un risveglio, ma se questi sono dei bradipi, io mi dissocio.A pensarci bene, se ad Ottobre ci fossero le Politiche, il M5S avrebbe comunque il 21,15%, e non sarebbe un risultato da sottovalutare."Grillo dice solo cosa devono fare e se pensano li caccia via".Un mostro.Come al solito in quest'Italia vige il motto:Disonora il Giusto!

Una Biondi 31.05.14 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in pieno quanto scritto da Giannuli.

Vice 31.05.14 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quello che ha scritto Aldo Giannuli
il Pd ha assorbito tutti i voti di scelta civica però era prevedibile che si sarebbero spostati
verso il Pd. eppure a pochi giorni dalle elezioni era grande la sensazione che il Pd e M5S
fossero vicini, forse quelli che avrebbero votato il M5S hanno preferito astenersi.
Lunedì sera Grillo è da Vespa (grande ascolto)
Martedì sera a 8 e mezzo Vespa parla bene (incredibile) di Barbara Lezzi e Freccero elogia come si era comportato Grillo (la Gruber poco ci manca e sviene)
a questo punto anche Renzi ha paura al punto che arriva a dire che in caso di sconfitta il governo
andrà avanti lo stesso.
Cosa è successo mercoledì-giovedì-venerdì ?
Dicono che gli italiani hanno avuto paura di uno che vuole processare politici,giornalisti,imprese
non sono d'accordo penso che gli Italiani hanno più paura del Rettitometro che del Politometro,
ma condivido una cosa, gli italiani hano avuto un certo timore o imbarazzo a dare il voto a Grillo.

Ecco che lo spread comincia a salire e i media di sinistra di destra riportano con una
coincidenza-sincronia incredibile lo stesso titolo 'Grillo è un assassino' 'Grillo ammazza e scappa' penso che dare dell'assasino sia qualcosa di terribile e poco umano visto il dramma
che ha passato Grillo però penso che questo ha avuto una influenza devastante nell'elettorato
e che ha raggiunto lo scopo (cosa ha di politico questo messaggio?)

Non ho visto la reazione che meritava una simile PORCATA.(sopratutto di quelli che oggi chiedono le dimissioni di Grillo)

Ai parlamentari 5 stelle dico grazie per quello che avete fatto e fate e continuate a portarci a conoscenza di leggi che non sarebbero state riportate in nessun media , avete aperto il parlamento come una scatoletta di tonno.
Ha ragione Dario Fo ha vinto ,per ora, la menzogna io aggiungo principalmente ha vinto
ancora la presa per il culo.

Fabrizio O., Palermo Commentatore certificato 31.05.14 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Penso che da questo risultato verrà fuori il livello di maturità del movimento.
Chiedere le dimissioni di Grillo dal M5S mi sembra quasi infantile, mi sembra di vedere chi ha perso e che si mette a piangere e cerca disperatamente un colpevole ,chiedere le dimissioni è ridicolo e ripeto infantile (non ti vogliamo più ci hai fatto perdere sig! sig!)
Chiedere le dimissioni di Grillo dal M5S mi sembra come essere invitati a casa e poi sbattere fuori il padrone di casa.
Chiedere le dimissioni di Grillo dal M5S mi sembra come salire a bordo della sua barca e poco dopo volere sostituirsi al timone.
Chiedere le dimissioni di Grillo dal M5S significa andare oltre qualsiasi critica siamo veramente fuori di testa.
Grillo ha usato gli stessi toni delle politiche anzi forse sono stati leggermente più bassi (non ho sentito parole come Zombi,cloaca,fogna etc etc)
Pertanto penso che stiamo ripartendo male senza analizzare minimamente quanto è successo.
Condivido pienamente quello che ha scritto Aldo Giannuli

Fabrizio O., Palermo Commentatore certificato 31.05.14 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Prof. Gianulli, da semplice semplice osservatore, dico che manca un minimo di lettura critica del risultato elettorale.

Un dibattito solo sui numeri, tabelle e flussi è comunque sterile, stucchevole e triste.

Si rischia di sopravvivere come gli altri partiti.

L'onestà intellettuale impone un po’ di sana autocritica, un minimo di obiettività e realismo.

Penso (pur considerando di avere tutti i media contro e asserviti , tranne in parte Il Fatto) che tanti la mettano sul piano di dare la colpa agli altri : “la gente non ha capito, ci sono troppi pensionati, la gente è poco incline al cambiamento, chi non fa, non sbaglia, ecc..

Nessuno si mette in discussione....“Tout va trés bien madame la Marquise!!”

stefano rollero, turin Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.05.14 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Per favore smettiamola di dire abbiamo perso…….perso un c…..zzo. L’unico partito ad avere la maggioranza è l’astensione. Il PDmenoelle fa il gallo sulla mondezza. Risparmiamo le forze perché la battaglia incomincia ora. Con questa farsa di consenso (ripeto non lo è) tenteranno di cambiare la costituzione, legge elettorale e tutte le porcate che hanno in mente da soli o assieme ai partitini SVEGLIATEVI

gianni g., sassari Commentatore certificato 31.05.14 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna andare in TV. Perché gli anziani non vanno sul web. Perché altrimenti la voce dei vescovi (non votate per chi vuole il caos) rimane l'unica. Perché esiste in Italia un controllo sull'informazione che non aveva neanche Mussolini con il Minculpop. A questo si aggiunge il fatto (grave) che l'italiano è in vendita: 80 euro sono bastati, se alle prossime Berlusconi offre di più voteranno lui. Ci sono poi i pensionati d'oro o meno che credono di essere ricchi e temono gli portino via il soldino. Contro l'ignoranza purtroppo non c'è nulla da fare, è una battaglia persa.

Antonio Cicchella 31.05.14 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si cede di un passo. Perché io so che il 41 e rotti dei percentuali votanti, ha fatto un errore, l'ennesimo errore di credere in quello che non c'è, in una politica che ha trovato il nuovo strombettatore che promette e non fa.

Fermo restando che ahimè ci accorgeremo anche presto della verità ("La Merkel non è una nemica, noi dobbiamo prendere esempio dalla Germania, ha dichiarato il nostro Presidente del Consiglio"), dobbiamo tutti a Grillo l'argume e la forza di aver spinto milioni di italiani a guardare i fatti ed ha rivolgere lo sguardo su cosa e chi ha deturpato il Paese.

Lo sapevamo tutti ma c'è chi ancora preferisce lo "speriamo che io me la cavo".

Quindi altro che dimissioni, una sana autocritica e si riparte, convinti dell'essere nel giusto che ahimè, dovremo ancora inghiottire bocconi amari, altro che 80 euro...

Quindi, ricordando agli italiani che cosa mai vi devono fare per non votarli più....(nemmeno la flagranza di reato di gente che andava in Senato ogni settimana e poi gestiva tangenti all'Expo), io personalmente ringrazierò sempre Grillo.

Perché lui la pensa come me, non il contrario :)

Massimiliano Princigalli, Roma Commentatore certificato 31.05.14 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un politologo ne un sociologo, ma credo che il messaggio di Beppe (a cui va tutta la mia stima e riconoscenza per aver creato questo movimento meraviglioso) sia arrivato a tutti quelli a cui poteva arrivare. Se vogliamo governare da soli senza nessuna alleanza (cosa fondamentale), dobbiamo però convincere, anche quelle persone a cui il messaggio di Grillo non arriva, vuoi perché i media distorcono le sue dichiarazioni, vuoi perché sono spaventati dai suoi toni, o perché si formano un opinione solo guardando la tv.
Per far questo dobbiamo pensare di andare oltre Grillo altrimenti ci fermiamo qui e dobbiamo rassegnarci a fare un opposizione eterna.

Grillo non si può dimettere perché non ha nessun ruolo all'interno del movimento? .... Però è lui che va a colloquiare con i capi di stato e i leader degli altri partiti; quindi penso che sarebbe meglio regolarizzare la sua posizione di leader con una bella votazione tra gli iscritti (magari candidando anche i ragazzi del parlamento come Di Maio, Di Battista , la Taverna, Morra ecc. ecc.). In questo modo rassicureremo quelli che ci credono dei piccoli dittatori in erba ed avvicineremo anche quell'elettorato.

Ovviamente questa è solo la mia opinione e conta solo per 1.

Daniele Cavallaro 31.05.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

che a dire Grillo deve dimettersi siano coloro che sono stati sbattuti fuori dal M5S potrebbe anche andare tanto non sono nessuno ma che lo direbbero qualche parlamentare del M5S ho i miei dubbi sicuramente la solita cattiva informazione che fomenta, ma se ciò fosse vero non rimarrebbe che cacciarli a calci nel s............ per il barbaro coraggio di criticare, ricordiamoci che in una squadra si vince e si perde tutti assieme e noi realmente abbiamo vinto perché con centinaia di consiglieri sia comunali che regionali andremo a radicarci sul territorio nazionale quello che prima non avevamo pertanto ci vedremo alle prossime e la vinceremo sicuramente rimbocchiamoci le maniche VIVA M5S

adolfo scordia 31.05.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe sono contrario alle tue dimissioni,però,scusa
se insisto,ma in politica occorre furbizia,ma una
furbizia fatta di tanti particolari,altrimenti non
si chiamerebbe l' "ARTE DELLA POLITICA".
Hai forse dimenticato ANDREOTTI(anche se lo ricordo più per i danni che per il poco bene che ha fatto all'ITALIA),maestro della furbizia(che a te non manca),ma d'altronte la furbizia e cugina dell'intelligenza,ma attenzione gli avVersari sono tosti.
Faccio un esempio di certi modi di ANDREOTTI,che
non mi sono dispiaciuti,tu ricorderai la porcata
di ospitare a ROMA,GHEFFAFI,ma guarda fu tanto una
stronzata del berlusca che ANDREOTTI,mai permise
eppure,in certi momenti ci sarebbe stato necessario.
Ma farci calpestare da un dittatore,che vergogna,ah berlusca,che hai fatto,ci hai tolto
la dignità di ITALIANI.
Quanti ricordano la tragedia dei nostri,scappati
dalla LIBIA,nessuno,forse neanche il berlusca.
Ora per il voto europeo,una piccola analisi,a mio
avviso,vedi,senza un giornale,un canale televisivo,si comunica male.
Per cui se provvedessimo a questi problemi,non
saremmo incorsi nei numerosi errori di campagna,elettorale,BEPPE conviciti di ciò,altrimenti andremo incontro ad altre sconfitte.
Dall'altronte lo hai visto,guarda che l'attacco del berlusca in TV verso di te,ha avuto molto effetto per diffamarti,scusa,ma la tua risposta
mi ha deluso,sarebbe bastato citare la quantità
delle indagini a suo carico,che avresti vinto
il braccio di ferro.
Saluti,da un tuo sostenitore.

Giuseppe Battagliese 31.05.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento

DIMETTERSI da che cosa lo saprà Beppe dato che lo diceva lui!
Non vorrei mai che anche lui diventasse uno dei tanti Qua Quaraqua che
dice, dice, dice... e NON mantiene. Perciò dovrà prestare molta più attenzione a ciò che dice … e dirà.
La campagna elettorale è stata troppo aggressiva, si doveva puntare di più su giustizia, equità, onestà. Lo slogan: “L'onestà andrà di moda” era molto meglio del "Vinciamo noi".
La troppa sicumera è stata punita.
VIA i corrotti, VIA i corruttori... puntare sull'ambiente sulle
rinnovabili, con proposte vere, precise. "Un pannello sul tetto di ogni casa italiana" puntare su questo con decisione e perseveranza.
Unirsi ai verdi europei sarebbe un bel segnale… invece di "accusare" i pensionati ..... far leva sul loro essere NONNI per poter lasciare in eredità ai nipoti, un continente più pulito…
in tutti i sensi! Beppe deve restare o il movimento
si disintegra ma deve cambiare strategia perché i suoi sproloqui non sono capiti fuori dal blog. In fede.

valeria tasselli 31.05.14 17:38| 
 |
Rispondi al commento

L'unica critica (spero costruttiva) che posso fare a Beppe é sulla troppa irruenza e poca chiarezza nel convogliare le informazioni. Io che ho 37 anni e che giá conosco le cose che di cui parla lo capisco, ma mi metto nei panni di chi non le conosce, a maggior ragione se sono persone anziane. Servono chiarezza, calma e luciditá nello spiegare le cose, come ad esempio avviene nella comunicazione di Di Maio (ma anche di praticamente tutti gli altri parlamentari che si vedono piú di tutti in TV). Inoltre aggiungerei, basta con slogan un pó troppo stile "training autogeno" come #vinciamonoi, che oltretutto tendeva a far sentire escluso chiunque non era giá del M5S.

Ivan Bentivegna, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.05.14 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
sono un ammiratore e sostenitore del movimento, cooptato dalla tua coerenza e dal tuo modo di fare.Sono un uomo ultra sessantenne,professionista affermato,agiato!,non arrabbiato ma deluso e a tratti schifato dai nostri cari politici. Al di là, (e soddisfatto perché no),dei risultati delle ultime votazioni, io ti esorto con il cuore in mano a continuare questa titanica impresa : rappresenti un faro di vera speranza (di manzoniana memoria e non di renziana attualità) per milioni (veri)di persone oneste intellettualmente.
Continua così con la stessa rabbia e la stessa grinta che sono salutari per la nostra igiene mentale ormai inquinata dai nostri "governanti" a partire dal grande vecchio presidenziale. Personalmente (ed in buona compagnia)ritengo che questo ampolloso "successo" dell'imbonitore - truffatore non sia dovuto al tuo modo di estremizzare toni e concetti durante la campagna elettorale ma che in realtà sia stato tutto organizzato: il fatto che il Movimento 5 stelle potesse vincere o tallonare il pd era reale e con le conseguenze (pardon, i benefici) che tutti conosciamo. E allora quel manipolo di "complottisti" che ti organizzano: un travaso di voti in massa da fi e zone vicine (comprese scelta civica ed europeisti interessati economicamente)verso renzi. Pensiamoci! fi ormai era già spacciata gli altri idem, quindi hanno puntato su renzi in modo da permettere al governo di continuare il perverso cammino già avviato e, con più vigore, continuare a fare i ...cazzi loro.
Tu ed il Movimento rappresentate l'ultimo nostro baluardo. CONTINUATE così!! L'onestà deve riappropriarsi della politica italiana.

ciro g., Salerno Commentatore certificato 31.05.14 17:35| 
 |
Rispondi al commento

FI è del nano,
il M5* è di Beppe e Gianroberto? se è così smetto subito di scrivere.
Scrivo perché in due soli farebbero ben poco movimento. Scrivo perché in democrazia i consensi intelligenti sono importanti, scrivo per ricordare che la politica è cosa serissima che puoò presentarsi in tanti modi, il nostro mi pare gradevole e produttivo di effetti positivi anche sulle forze piddine. Qs è cosa preziosa come preziosa è la diffusione di notizie che altrimenti resterebbeero nascoste nei palazzi e non coinvolgerebbero attivisti e cittadini.
Morale sono per la lenta crescita del movimento e per rendere migliore la fauna politica.
Qss commenti andrebbero statisticamente grigliati e pesati per offrire risultati interessanti.

saluti

alberto micarelli 31.05.14 17:35| 
 |
Rispondi al commento

I motivi per cui i risultati elettorali non sono stati all'altezza delle aspettative sono molteplici e di sicuro non imputabili ad errori del suo leader. Ora qualcuno suggerisce o pretende che Beppe Grillo faccia un passo indietro e poi? Chi continuerà a dare voce agli Italiani perbene? Il m5s rappresenta la svolta per questo paese e proprio in un momento difficile come questo (con tanti avvoltoi, traditori ed infiltrati che tentano ognuno per qualche squallido motivo di sfasciare ciò che di buono è stato fatto) c'è bisogno di unità e del suo leader! Il m5s è voglia di Italia pulita, di vera democrazia (cosa che al momento in questo paese non esiste dal momento che ne hanno fatto solo un'illusione, una parola falsa e vuota) che per il bene della collettività deve essere garantita da regole ferree. Il m5s siamo noi ovvero gli italiani che ci credono e che lo hanno dimostrato sostenendolo con il voto, i parlamentari che ci rappresentano e che non hanno tradito il loro mandato ed è Beppe Grillo che ci ha riunito tutti.
Caro Beppe ti prego non mollare e non arrenderti!

Antonella madonna 31.05.14 17:34| 
 |
Rispondi al commento

alcune sparate tipo BERLINGUER BERLINGUER BERLINGUER sono state elettoralmente disastrose e certi cerchio magico non mi piacciono ma senza beppe non si va da nessuna parte...e mi pare cmq che beppe abbia capitogli errori e sta correndo ai ripari con l'accordo con farange per cui forza beppe!

marco giulio ragusa () Commentatore certificato 31.05.14 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Discorso aspettato, generoso di attenuanti e "giustificazionismi" per una sconfitta subita, ma tanto avaro di analisi di una vittoria mancata.. a cosa servono le sconfitte se non per ammettere e DISCUTERE degli errori commessi? Mi sarebbe piaciuto, almeno in questa occasione, sentire meno le solite leve sui sentimenti di "rivalsa" e più coraggio di apertura verso chi non comprende o non condivide i nostri ideali..DIFFONDERE non IMPORRE!
Gli ultimi giorni di campagna, mancava poco che ci affibiassero "il movimento degli spioni e degli inquisitori"... ci siamo fatti rubare il vero messaggio di speranza senza accorgercene

Gianni Incatasciato 31.05.14 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Dimissioni?????
e quando mai è stato assunto?

Viva Beppe Grillo per sempre!

enzo noseda, COMO Commentatore certificato 31.05.14 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Dimissioni? ... e quando è stato assunto?
Viva Beppe Grillo per sempre!

enzo noseda, COMO Commentatore certificato 31.05.14 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!!!
Grazie di darci un sogno.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 31.05.14 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Che Rimanga pure allora.
Ma d'ora in poi deve cancellare la parola coerenza dal suo dizionario. Ha fatto l'intera campagna elettorale accusando gli altri politici di dire una cosa e di fare l'esatto opposto, con quale immane coraggio potrebbe dire la stessa cosa adesso che dimostra lo stesso identico atteggiamento? E' cosi' che si perde di credibilita'. La patetica domanda su "da che cosa deve dimettersi?" e' quasi un insulto all'intelligenza ed una presa in giro immane. Perche' quella domanda va chiaramente rivolta a lui e non ai suoi critici. Caro Giannulli, allora cosa voleva "lasciare" grillo quando ha dichiarato "se perdiamo lascio"? Glielo chieda a lui. A cosa si riferiva? Chiaramente alla gestione del blog, chiaramente alla sua figura primaria di oratore nelle piazze a nome del m5s. Non si puo' perdonare tutto in nome della sua simpatia follia passionale. Se questa perdita di controllo emozionale lo porta ad affermare cose su cui successivamente non riesce piu' a prendersi la responsabilita' allora non e' una persona seria, e' un comico e basta. Non adatto alle responsabilita' che questa posizione comporta necessariamente. Se la sconfitta ( mostruosa, inaccettabile) e' tale da cancellare qualunque attenuante e va riconosciuta in pieno E BASTA, allora perche' tenta un disperato tentativo di difesa? veramente disperato in quanto, oltre alle altre cose, si giustifica la vittoria pd anche col fatto che ha preso "tutti" i voti dei montiani. Oh mon Dieu! lo 0,7 %!! Sarebbe questo che ha fatto la differenza? Invece di vincere con il 41% avrebbe vinto con il 40.3%. Eh beh...notevole come argomentazione.
L'astenzionismo alle europee e' del 40% e "le sembra difficile che sia cosi' alto anche alle politiche e che si confermino gli stessi risultati di renzi?" Guardi, questa sembra veramente detta in malafede...Lei sa benissimo che l'astenzionismo alle ultime politiche e' stato identic

andrea 31.05.14 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sono grillino (anche se lo stimo), ma solo uno stupido non capirebbe che le varie sparate o addirittura le petizioni contro Grillo sono orchestrate da un personaggio di nostra conoscenza che spera di lucrare dallo smottamento del M5S. Purtroppo per costui il M5S è Grillo e viceversa.

Paolomagnus 31.05.14 16:13| 
 |
Rispondi al commento

L'M5S e' sicuramente l'unico antagonista del PD, che pero' sta diventando un partito di moderati dove moltissimi giovani trovano la loro casa. Grillo ha sempre dato , date le sue caratteristiche, un'immagine rivoluzionaria e scassona del suo partito! Grillo andrebbe calmato, se il Movimento vuole fare progressi! E Casaleggio? Sembra un'eminenza grigia alla maniera di un Richelieu o Mazzarino! Non si puo' dar fiducia a tale persona.

Lorenzo Buldrini, Ferrara Commentatore certificato 31.05.14 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Proseguo ... i simpatizzanti si sono chiesti ma staniamo votando per la nuova versione del PCI.
Casaleggio è bravissimo a lavorare su internet ma non fatelo parlare nei comizi o in televisione perché fa perdere voti.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 31.05.14 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma continuo a non capire da che cosa Grillo si dovrebbe dimettere visto che non occupa nessuna carica nel movimento.
Grillo e' solo un ideologo.
In televisione, alla radio sui giornali continuano a ripetere che il Movimento ha perso le elezioni. Perso che cosa?
Le elezioni erano europee e i 5 Stelle vi partecipavano per la prima volta: hanno preso il 21% !!!
Direte ma rispetto alle precedenti elezioni politiche c'è stata una flessione del 4%. Per l'appunto una flessione non una disfatta come i prezzolati giornalisti televisivi vogliono far credere al popolo beota. Se fossimo passati dal 25% al 7% potremmo parlare di disfatta ma non così. Ora a mio modo di vedere il calo potrebbe essere stato causato da fattori multipli .
A pochi giorni dal voto i bookmakers pagano la vittoria del movimento 1,90 quella del PD 1,95. E' difficile che i bookmakers sbaglino. Eppure succede qualcosa. Casaleggio viene intervistato dalla Annunziata. Domande normali niente di che ma Casaleggio fa una figura pessima. Difficile ricordare un'intervista più tetra di quella, gli occhi bassi, un cappellino in testa con la visiera che copre gli occhi, la voce monocorde triste, l'immagine di una figura angosciante. Dopo questo, Grillo nei due ultimi comizi parla di processo su internet di tutta la classe dirigente, dei giornalisti, degli industriali e ovviamente dei politici con un linguaggio particolarmente violento che stride in maniera drammatica con le interviste perfette, pacate, ragionate avvenute nei giorni precedenti dai vari Di Maio e Di Battista. Ma non contento Grillo nell'ultimo comizio invita a parlare ancora Casaleggio che come un fantasma con il solito cappellino in testa invoca Berlinguer. Gli spettatori televisivi hanno l'impressione di trovarsi davanti al capo di una setta non di un movimento politico. I simpatizzanti si chiedono " ma il Movimento non è mica trasversale? " e allora cosa c'entrava evocare Berlinguer che era comunista sino all'osso?

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 31.05.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe deve restare. Lui è il leader e deve continuare a parlare nelle piazze come vuole.

Lucia C., Brescia Commentatore certificato 31.05.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Grillo rimani

antonio cordoglio 31.05.14 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono Mirko Iaquinta attivista del M5S iscritto al Meetup di Cosenza. Vado al dunque....Qualcuno chiede le dimissioni di Beppe Grillo. Bene, finché siano i "Nostri Nemici" a volerle ci può stare, dai,tutto da guadagnare per loro, no? Ma quando leggo e sento che queste dimissioni sono espressamente richieste da Parlamentari, iscritti, o candidati del M5S, rimango pietrificato, impaurito, senza parole. Noi siamo i diversi, siamo una comunità, siamo quelli che mettono in discussione tutto, ma non possiamo mettere in discussione l'onestà e la nostra memoria. Si è vero Beppe disse " Me ne vado se non vinciamo" in quella Conferenza Stampa, ma vogliamo pensare oggi cosa sarebbe il M5S senza Beppe Grillo? Chi fa da garante, Tommaso Currò? Chi ci mette la faccia? Chi fa da Megafono? Beppe Grillo non può dimettersi, a meno che non sia lui a volerlo ed anche in quel caso, dovremmo pregargli di rimanere. Il M5S nasce grazie a Beppe Grillo, e Casaleggio, si sviluppa grazie a Grillo e alla sua popolarità ed ancor di più alla sua credibilità, il 20% del 25% dei voti delle Politiche sono di Beppe Grillo,siamo onesti, per l'Europee molti con i quali parlavo dicevano "io Voto Grillo". Il movimento non è ancora pronto a camminare da solo, ha bisogno del suo genitore e noi dobbiamo essere maturi, ma non autolesionisti, se c'è qualcosa che non va, facciamo analisi prima al nostro interno, c'è chi vuole il nostro fallimento, il potere che combattiamo è troppo forte ed organizzato. Per essere sconfitto c'è bisogno di intelligenza ed unità,forza e pazienza. Facciamo autocritica ma non chiediamo la nostra tomba! Per concludere, ribadisco la mia assoluta fiducia in Beppe Grillo senza il quale, io lascerei il Movimento 5 Stelle, perché non mi fido dei vari Currò, paragonabile all' Orellana di turno che fondano nuovi gruppi appoggiando chi ci ha messi in questa fottutissima crisi! Con affetto Mirko Iaquinta! #vinciamopoi.

Mirko Iaquinta 31.05.14 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Pensare che Grillo si debba allontanare dal Movimento è pura follia o disfattismo, in questa campagna elettorale ci siamo battuti come leoni con banchetti, su internet, con il passaparola e lui era sempre davanti a tutti noi con il tour elettorale. Chi credeva che sarebbe stato facile vincere era un'illuso, avevamo tutti contro, i partiti e gli organi di informazione. Possiamo dire che ha sbagliato qualche intervento ma chi di noi non lo ha fatto, certo, quello che dice lui ha una risonanza amplificata ed è per questo deve rimanere il nostro portavoce n° uno. Piuttosto che criticare dopo cerchiamo di fare interventi propositivi prima, anche nei suoi confronti, usando il blog.

Dario Giovanni Giussani Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.05.14 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Per me Beppe rimane l'unico garante.
Se Beppe non fosse qui ora probabilmente saremmo guidati da un branco di furbacchioni (orellana bocchino campanella e scissionisti vari).
Saremmo la stampella del pd.
Se il m5s esiste ancora, se molti lo hanno ancora votato è perchè Beppe si è battuto per esso.
Il voto del 2013 era un voto di protesta che ora si sta trasformando in vera e propria fiducia.
Stanno cercando di distruggerci.
Ma non ci riusciranno.
Non hanno idee, pensano solo ai loro interessi e l'anno prossimo dopo che anche renzie avrà collaborato alla distruzione dello stato e dell'economia avremo di nuovo la nostra possibilità.
Non buttiamola.
Forza M5S
Grazie Beppe.
A riveder le stelle!

Paolo P., Mondovì Commentatore certificato 31.05.14 14:59| 
 |
Rispondi al commento

chi condivide l'ideologia M5S senza interessi personali aderisce alla linea di Grillo e amici ,chi invece si vuol servire del M5S come trampolino di lancio verso le ruberie fa i capricci.

enrico 31.05.14 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre saputo che il M5S non era nemmeno lontanamente una democrazia diretta (basti vedere il sistemaoperativo 5 stelle...penoso!! Proposte calate dall'alto su cui nessuno può votare ufficialmente, praticamente ci si rimette alla buona fede dei nostri "onorevoli"...)...ma mi son sempre detto: "va bè, male che vada vuol dire che ha la struttura simile a quella di un partito tradizionale, dove il leader (Grillo in questo caso), ha potere su tutto. MI STO RICREDENDO....questa è dittatura, almeno quanto quella di FORZA ITALIA con Berlusconi!!! Qui c'è una monocrazia!!! Le idee vengono tutte dall'alto e non c'è nemmeno un briciolo di umiltà nel mettersi in dubbio...la verità di grillo è la verità assoluta.....PAZZESCO!!! Non voterà più il M5S finché Grillo e Casaleggio non ne saranno fuori e smetteranno di accaparrarsi i diritti del sito!!!! Vogliamo il sistema operativo di DEMOCRAZIA LIQUIDA VERA!!! Proposta da Barillari!!!!

Andrea Z. Commentatore certificato 31.05.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

grande Beppe..io penso che tu sia una persona onesta reale genuina che dice le cose che realmente stanno succedendo nel nostro paese.ma se tutto ciò spaventa alcune persone di certo non è colpa tua. rimani sempre con noi e mandiamoli tutti a casa..

angeli gianluca 31.05.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che chiedere dimissioni di Grillo è "na strunzata"! però sarebbe anche giusto che un pò di umiltà la metta sul piatto, riconoscendo l'errore di strategia commesso (("Vinciamo noi-O noi o loro-tutti a Roma davanti al quirinale-Berlinguer Berlinguer+carezza del movimento(di Roncalliana memoria) di Casaleggio-rispondere a B su Hitler in quel modo-un voto + del Pd ... e menate varie)). Grillo è il Movimento; ma, un momento, fermiamoci a riflettere tutti insieme e non continuiamo, a testa bassa, senza guardare avanti e vedere dove si va a sbattere. Per esempio, secondo voi è corretto che sia andato da Farage senza dire niente a nessuno? La tanto democrazia partecipata dov'è? Almeno per il rispetto del lavoro che i ragazzi in parlamento hanno finora fatto. Sia chiaro non ho nulla contro Farage e le sue idee non mi fanno alcuna paura se noi siamo convinti delle nostre.

Luigi Vertucci, Teggiano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.05.14 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
Tu non hai sbagliato niente,hai solo detto la verità agli italiani e come sai la verità fa paura e la maggior parte degli italiani che anno votato della verità anno paura e quindi preferiscono credere alle balle di Renzi il quale anche se per ipotesi fosse sincero non riuscirebbe mai a fare con il suo partito le cose che ha promesso quindi calma e sangue freddo avanti così anno vinto una battaglia ma la guerra e' lunga e si sa vincerà
La verità

Mauro del Favero 31.05.14 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Grillo e Casaleggio hanno sempre detto che loro sarebbero stati solo l'incipit del movimento, e che poi questo avrebbe dovuto "camminare con le sue gambe"....Ringraziamo Grillo e Casaleggio per i loro sforzi fin qui, adesso è arrivato quel momento. VOGLIAMO CHE IL SITO DI RIFERIMENTO NON SIA PIU' beppegrillo.it, ma uno gestito dalla comunità. QUINDI CHIEDIAMO che beppe grillo e casaleggio non abbiano più introiti dovuti alla pubblicità M5S. Se amano questo movimento si accontenteranno di fare dei semplici attivisti, con interventi sporadici. Spero che vengano prese in considerazione queste richieste, altrimenti il M5S imploderà!!! E sarebbe davvero un peccato!!!!

Andrea Z. Commentatore certificato 31.05.14 13:24| 
 |
Rispondi al commento

È la prima volta che scrivo sul blog, lo faccio dopo quella che agli occhi di tutti è stata una dura sconfitta.
Spero il mio intervento possa costituire una piccola iniezione di ottimismo: alle scorse elezioni politiche non avevo votato per il movimento ma per la lista Ingroia. Lo avevo fatto perché condividevo ciò che diceva e non credevo di potermi fidare di un movimento come il 5 stelle che affacciandosi per la prima volta nell'agone politico nazionale mi dava poche certezze circa la linea politica che avrebbe tenuto.
Ebbene dopo poco più di un anno a queste elezioni europee ho votato convintamente per il M5S, l'ho fatto perché ho condiviso le battaglie che avete portato avanti in parlamento (grazie a voi Berlusconi è stato buttato fuori dal senato, avete proposto una legge elettorale creata dal basso e profondamente democratica, avete rinunciato ad un mucchio di soldi di rimborsi elettorali e di "stipendi di parlamentari", avete svolto, cosa che non avveniva da molti anni, in maniera egregia il ruolo dell'opposizione parlamentare, avete assunto sull'abolizione del reato di clandestinità una posizione che condivido assolutamente, preferendo la scelta moralmente più corretta anteponendo la scelta giusta all'interesse, in termini elettorali, del movimento stesso, dimostrando così di avere intenzione di svolgere una funzione educativa nei confronti del vostro elettorato. Avete condotto una campagna elettorale entusiasmante e generosa battendovi contro un sistema mediatico asservito ad un sistema politico corrotto ed irriformabile)
Vi ho visto diventare la classe dirigente che vorrei vedere alla guida di questo paese! Per questo penso che si debba continuare sulla linea politica fin qui perseguita e credo di dover ringraziare tutti voi, Beppe, Casaleggio, Di Battista, Di Maio, Taverna, Sarti ed ogni singolo parlamentare che si è speso nelle agorà pubbliche. Sono un 39enne laureato e precario e per la prima volta da oltre 15 anni ho chi mi rappresenta! G

Federico Taula 31.05.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDE BEPPE,NON C'è NIENTE DI SBGLIATO IN TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO FINORA,E SPERO CHE TU LO FACCIA A L'INFINITO..RIMANI BEPPE..E MANDIAMOLI TUTTI A CASA..

angeli gianluca 31.05.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Con tutta la buona volontà e la comprensione del mondo proprio non riesco a capire perché mai Grillo dovrebbe dimettersi. Grillo è il movimento cinque stelle, perché dimettersi ? Siete matti. Mauro

Mauro a. Commentatore certificato 31.05.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Grillo deve restare senza alcun dubbio alcuno, anche se la fiducia datagli non potrà essere per sempre incondizionata e sulla fiducia. Per il momento il movimento è ancora acerbo, poco (e male) radicato sul territorio. L'esperienza in Parlamento è ancora troppo breve e quella europea deve ancora iniziare. Quindi, per il momento si dovrebbe continuare in passato. A chi poi dice di "abbassare i toni", personalmente rispondo che i toni non solo non vanno abbassati, ma alzati, se necessario, evitando inutili polemiche, parallelismi e esternazioni fuori luogo. Ciò che non va assolutamente abbassata è la guardia, che al contrario dovra essere tenuta sempre alta, per parare i colpi provenienti da tutte le direzioni. Per il resto, avanti tutta come un tir. Ad maiora.

Vincenzo del Gaudio 31.05.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Coraggio ragazzi, e' solo l' inizio!!!
Bisogna pensare positivo.
Rispetto alle ultime elezioni europee il M5S ha guadagnato il 21%, non perso il 5%.

Ricordatevi sempre che questa non e' una vittoria del PD, ma del PD + PDL, perche' buona parte degli elettori di Berlusconi ha votato per il suo nuovo mentore, cioe' Renzi. Ricordatevi che c'e' sempre un 60-70% di italiani a cui le cose vanno benissimo come stanno.

Il ruolo del M5S e' di fare un' opposizione seria nel parlamento italiano e in quello europeo, e lo stanno gia' facendo, con il 21 o il 25% non cambia molto.

ORMAI IL TARLO DELL' ONESTA' E' STATO INSINUATO IN ENTRAMBI I PARLAMENTI!!!

E COME DICEVANO I RAGAZZINI NELLA SCENA FINALE DI "CHE BOTTE SE INCONTRI GLI ORSI":

"LA VEDREMO L' ANNO PROSSIMO!!!!"

Cl. C. Commentatore certificato 31.05.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Scusate... ma dimettersi da che cosa?
Non ricopre nessuna carica pubblica...

John Johnson 5s (johnjohnson5s) Commentatore certificato 31.05.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento

giù le mani dal piccolo gesù pezzi di merda .TANTO chi lo chiede non è dei nostri WM5S

maurizio b., roma Commentatore certificato 31.05.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

3 punti importanti.
1) autostrade come in austria con la vignetta,e uscite libere ogni 3/4 km.
2)cambiare passo e consentire a chi vorrebbe conoscere meglio le nostre idee di potersi avvicinare al movimento anche con metodi meno tecnologici.tv,radio,stampa,e congrsso nazionale come si faceva una volta.
3)la prima casa non può essere pignorata per nessun motivo ,un tetto sulle spalle non un lusso ma una necessita .

valentino liberatori 31.05.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

A mente fredda direi che il risultato del M5S sia stato un successo, un bel 21,16% con 17 seggi, sapendo che il futuro è nostro, in quanto 1 giovane su 2 vota 5 stelle e che quel 41,32% che non è andato a votare è scontento della politica!

MAURO BISELLO, lozzo atestino Commentatore certificato 31.05.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Grillo non si tocca... chi non è d'accordo cambiasse partito!!!! il movimento è nato grazie a lui ed i suoi toni accesi... se è bastata solo una sconfitta è una grande disinformazione di seguito per far ricadere la colpa tutta su Beppe... ma come quando si votavano gli altri partiti in passato e si perdeva non si chiedeva la testa del leader... ma si continuava a votarli sempre è comunque anche quando non rispettassero le promesse fatte... fino alla morte come con la bandiera di una squadra di calcio... ora invece con il movimento 5 stelle perché c'è il Beppe quindi fuori lui…. ma con lui fuori poi abbiamo risolto tutti i problemi!!?? la gente non sarà più spaventata e non voteranno più gli altri partiti... ma per favore... e poi ci vantiamo di una presunta capacità intellettuale... ma smettiamola.. ma andate a votare i partiti vostri simili…
Avanti tutta Beppe i grillini veri sono con tè….

Pedicini Roberto 31.05.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

LE SOLITE STORIE A FAVORE DEL "BUFFONE".
LA VERITA' E' DAVANTI AGLI OCCHI DI TUTTI I SANI DI MENTE, E SI RIASUME IN POCHE PAROLE: IL PALLONE GONFIATO EX COMICO, E' RIUSCITO NEL SUO INTENTO, ALIAS "MO VI MENTO 5 SCEMI".
SE GRILLO AMASSE VERAMENTE GLI ITALIANI ALLORA DOVREBBE FARE UN PASSO INDIETRO, E LASCIARE SPAZIO A MENTI FRESCHE CHE OPERINO PER IL BENE COMUNE SENZA INCUTERE PAURA A CHI VOLESSE IN FUTURO INTERESSARSI AL M5S.
IO CHE SONO INVALIDO CIVILE AL 100°/°, PER CUI NN POSSO LAVORARE, SECONDO LO SLOGAN DEL "PANCIONE" NN VALGO NULLA, LO SLOGAN "VINCIAMO NOI" MANIFESTA PALESE PRESUNZIONE E MANCANZA DI TATTO VERSO GLI ANIMI PIU' SENSIBILI.
CARO BEPPE LA REALTA' CHE NN DICI E' CHE SEI SCOPPIATO A CAUSA DEI SOPPRUSI CHE AVVENGONO IN IRAN DA CUI PROVIENE L'ALTRA META' DELLA TUA FAMIGLIA, PER CUI VISTO CHE SEI PALESEMENTE MALATO NEI NEURONI PER CURARTI DOVRESTI ANDARE A CASA DEGLI AIATOLLAH E CANTAGLIERLE PER I LORO ABUSI, MA DUBITO CHE TU NE ABBIA IL CORAGGIO, PERCHE' A PARER MIO CHI GRIDA SEMPRE IN FONDO IN FONDO E' UN "CAGASOTTO". LA TUA TECNICA DI CREARE STUPIDI TIFOSI FARA' CADERE ANCHE IL BUON MOTIVO POPOLARE CHE TI HA SOSTENUTO. AD OGNI BUON MODO, FINTANTO CHE TE, STUPIDO PALLONE GONFIATO STARAI IN CIMA AL M5S NN AVRAI PIU' IL MIO VOTO E QUELLO DEI MIEI AMICI CHE MI STIMANO PER LA MIA RICONOSCIUTA CAPACITA' INTELLETTUALE.
TI SALUTO ,E VA,A FARTI UNA CURA PSICHIATRICA
ANDREA COTZA

andrea cotza, bologna Commentatore certificato 31.05.14 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
pur non essendo un attivista, sono un sostenitore del tuo movimento da circa un anno. Ti seguo da 30 anni...da quando eri un normale comico, un satirico, un lanciatore di frecciate.
Ho visto il tuo esilio, il tuo rientro, le tue pubblicità yogurtifere etc.
Conosco il tuo modus operandi, ma non tutti sono come me. Molti vedono in te il nuovo dittatore, il Mussolini redivivo, colui che urla "italiani" alle piazze...e credo che questo sia il bastone tra le ruote del M5S.
Encomiabile l'inizio della tua battaglia a sostegno della legalità, ma se non riusciamo a scrollarci di dosso la tua imperante figura, il M5S verrà sempre riconosciuto come un movimento "grillino". Non saranno i Di Maio o i Di Battista a fare politica, ma sarà sempre lo spauracchio di Beppe che, nelle retrovie, manovra i burattini. Boskov diceva "rigore è se arbitro fischia"...alla stessa stregua il M5S sarà indipendente solo quando il popolo crederà che lo sia. I media qui giocano un ruolo fondamentale. Se urlano allo spauracchio Grillo, ecco che Grillo è lo spauracchio...
A mio modesto parere, un'ottima mossa sarebbe il prendere, da parte tua, le distanze dal movimento. Una dichiarazione del tipo:"Questi eccezionali ragazzi ora sono cresciuti, ora sono in grado di camminare da soli..io sono storia..io li ho fatti partire, ma è giusto che ora siano loro a tirare le fila del movimento", gioverebbe notevolmente alla causa.
Seconda cosa...non essendo un attivista, vivo il vostro movimento in maniera "asessuata"... Credo che stiate facendo il medesimo giochino che hanno sempre fatto destra e sinistra, accusando l'altro di fare schifezze e senza dare l'idea di essere propositivi, piuttosto che critici. Ho ennemila post su FB con "guardate che hanno fatto questi", "non ci crederete, ma lo hanno fatto davvero", "indovina cos'hanno fatto", etc.
USCITE dalla politica del "lui è peggio di me". USCITE dalla critica distruttiva dell'avversario...fate informazione su cosa succede, ma entrate

Yurivigo Vigo, Fiesole Commentatore certificato 31.05.14 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me questa volta Grillo è incoerente prima dice che si decide tutto in rete (vedi legge elettorale che per me personalmente sarebbe stato meglio farla in parlamento con renzi anziché dare l'opportunità a renzi di farla con berlusconi) e poi una cosa così importante come l'alleanza europea non la fa decidere dalla rete????????
MA VOGLIAMO FARCI PROPRIO DEL MALE??????

Rossana P., Genova Commentatore certificato 31.05.14 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Si sapeva da prima che il M5S non poteva stare da solo. Perchè prima di andare alle elezioni, non si è concordato? Si dicevano tutte altre cose come xes d provare a fare un gruppo misto: vedi Di Maio a Otto e Mezzo dal minuto 9:40. Lascio il link http://www.youtube.com/watch?v=1XpWLUH9zB8
Sono un fedele alla e dalla prima linea, appunto per qst non accetto che non sia stato comunicato prima.
Se ci si unisce all'Uki io me ne vado.

Pier Paolo Piscopo (mehiel free), mehiel.free@gmail.com Commentatore certificato 31.05.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento

in tutto questo bla bla bla auto consolatorio manca una sola semplicissima riflessioe: il movimento contiene due tre anime inconciliabili extr dx extr sx centro. ognI decisione che dovrà prendere porTerà alla perdita di altri pezzi FINO ALLA FINE DEL MOVIMENTO BY BY

luciano cungi 31.05.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Vai Peppe , sei sempre il nr. 1, per adesso salgono tutti sul carro dell'ebetino, voglio vedere con i giorni che verranno se' questa cozzaglia di falsi ipocriti continuera' a farlo ...!?!?!? Hai pienamente ragione quando dici che la maggior parte degli italiani e' gente paurosa!! Da circa settant'anni ci prendono per i fondelli ed a loro va' ancora bene cosi !! Ancora questi pecoroni non vogliono capire che i comunisti approfittano del popolo ignorante e stupido, infatti a suo tempo quando hanno incominciato a propagandare la loro politica del ca.... hanno incominciato dalle campagne dove si poteva approfittare del malessere dei contadini e questo inculcamento di finti valori ancora adesso fa' presa sugli ignorantoni che fino ad ora non hanno capito un tubo !! Sono curioso di dove arriveremo, ragazzi e ragazze che manteniamo a scuola per poi farli bivaccare a casa senza nessun futuro mentre sta' cozzaglia di massoni e corrotti arraffa e raccomanda amici e amici degli amici !! Chissa' quando gli italianuzzi capiranno ....??? Ciao Peppe

Piero Zagarella 31.05.14 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli non se ne va. Tanto già nessuno ci credeva quando l'ha dichiarato.

Luca 31.05.14 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Una delle regole madre è uscire il prima possibile dalla veste del perdente. Questo è fondamentale perché, alle prossime elezioni, il ricordo negativo lasciato oggi potrebbe far scendere dal carro altra gente e questo sarebbe fatale. Quindi va benissimo un po' di critica costruttiva ma No alla FLAGELLAZIONE !

Stefano Fanteria 31.05.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ti vogliamo un sacco bene.
Devi rimanere a fare quello che stai facendo, sei un grande, sei il padre del M5S.
L'unica cosa che puoi migliorare è il fatto di essere un po meno impulsivo in certe dichiarazioni e in certi incontri.

Loro non molleranno mai, noi neppure.
Grazie Beppe

Andrea R., Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee 31.05.14 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, ma non sottovalutiamo le cazzate commesse in occasione delle espulsioni, dimissioni, e polemiche varie, che hanno dato un'immagine di inconsistenza del nostro interno.
Grillo deve assolutamente restare, guai a mollarci ora, ma più spazio ai parlamentari che stanno distinguendosi per coerenza e credibilità e attenzione alle liti interne, vedo in quello il motivo principale delle defezioni subite.

Damiano Reani 31.05.14 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Grillo non si deve assolutamente dimettere! Senza di lui M5S non sarebbe mai nato! In quanto al risulato elettorale, non è male il 21%! E' lo zoccolo duro. Poi abbiamo tutti i mass media contro! I partiti si taglieranno le gambe da soli, ieri ho provato a twittare con alcuni del PD, non mi hanno mai risposto!! Dobbiamo diffondere questo fatto! Loro non hanno risposte, proprio all'opposto di quello che raccontano, non hanno nemmeno un programma, non hanno nulla di concreto da proporre solo fumo negli occhi! Avete visto che pubblicità hanno fatto a M.E.Boschi per aver portato in Italia 31 bambini!? Sembrava avesse salvato l'Africa! Non parlano però del degrado che provoca l'eni in Nigeria o le fabbriche di armi. In quanto ai dossier su Ilaria Alpi, non mi hanno dato notizie!!!

Ercole Verdirosi 31.05.14 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe deve assolutamente rimanere il leader. Forse c: e` qualcuno che e` "cieco". Ma cosa sarebbe il m5s senza Beppe e Gian Roberto? Nulla! Ma qualcuno ha difficoltà a capirlo. Così come senza Renzo il PD non avrebbe preso tutti questi voti Riflettente. E ricordatevi che grazie a Beppe il m5s e` il secondo partito d' Italia sopra Forza Italia!

Antonella D'Agata, Catania Commentatore certificato 31.05.14 07:19| 
 |
Rispondi al commento

il recente risultato elettorale è sicuramente un motivo di forte riflessione ma non è stato il risultato di una espressione totale degli italiani che oramai annoiati e offesi dalle false promesse, hanno preferito di non andare alle urne.
GRILLO deve continuare a battersi per diffondere il nostro grido, il nostro desiderio di una politica pulita che non sia un business. lo deve fare, non ci può lasciare in balia di queste persone che ci hanno ridotto ad essere i nuovi poveri. grillo, ascoltami, guardami!!! non ci abbandonare, continua a crederci come noi crediamo in te. forse per far capire i tuoi messaggi a tutti, ci può essere bisogno di trasmetterli anche con termini differenti, con modi più tranquilli, quei modi che persone più anziane, prediligono. dicendo le stesse cose ma con toni diversi. non siamo tutti uguali e soprattutto non abbiamo il potere dei mass media. anzi, le tv mandano in onda stralci di discussione che vengono percepiti con significato opposto a quello vero. ci sono persone che preferiscono i toni imbonitori di alcuni leader alle urla di grillo e noi dobbiamo coinvolgere anche queste persone e per farlo bisogna usare i toni a loro più favorevoli.
beppe, non mollare mai. se vai via tu, ci rimane solo alba dorata.

MASSIMILIANO MILAZZO 31.05.14 06:49| 
 |
Rispondi al commento

Si dovrebbero dimettere tutti quelli che attaccano Grillo
Ci sono tanti partiti dove loro starebbero bene
vafanculo ai traditori

Massimo A., Pescara Commentatore certificato 31.05.14 06:00| 
 |
Rispondi al commento

NIENTE PAURA POPOLO IN GUERRA SI PUO PERDERE UNA BATTAGLIA NOI CONTINUEREMO A LOTTARE PER VINCERE LA GUERRA.
1 GRILLO SEI SEMPRE GRANDE
2 NON CADERE NEL TRANELLO CHE VORREBBERO I .... E CIOE DI METTERCI TUTTI CONTRO TUTTI COME FIORE ALLOCCHIELLO
3 LA RETE NON BASTA ALLA CAUSA CI SI DEVE MOVIMENTARE PER ACQUISIRE FONTI DI INFORMAZIONE
4 NON ANDARE CONTRO IL LAVORATORE COME LA PROVINCIA DA DIMETTERE
5 DOBBIAMO TENERE PRESENTE CHE SIAMO DAVIDE CONTRO GOLIA
6 OGGI CON QUESTO SISTEMA CONTROLLATO AL 100% DA CORROTTI DOBBIAMO FAR VALERE LA NOSTRA ONESTA'
7 CONVINCERE GLI SCETTICI CHE NON SI SCHERZA PIU' MA SI FA SUL SERIO
8 AVANZARE LA PROPOSTA DI INSERIRE NELLA DENUNCIA DEI REDDITI LO SCONTRINO FISCALE
9 NON LO ANNO FATTO AD OGGI PERCHE TOCCHEREBBERO UNA CLASSE DI EVASORI CHE FA MOLTO COMODO TENERSI STRETTA VEDI DOTT, ORI AVV, CATI .......
10 ALLA FINE L'ONESTA' VINCE SEMPRE........

sito turi 31.05.14 05:00| 
 |
Rispondi al commento

Si è detto che queste elezioni sono state perse perché Grillo nelle ultime settimane avrebbe spaventato l'elettorato "moderato" (diciamo: delusi dal PD che consideravano il voto al M5S) con delle posizioni estremiste. Secondo me, a parte la figura (mi spiace dirlo) non decifrabile di Casaleggio, penso che molto più di Grillo abbiano spaventato i "Grillini" - cioè l'idea di mandare sconosciuti - a occhio - di scarsa o nulla qualità all'europarlamento, sui quali c'è il dubbio che siano entrati in politica solo perché disoccupati, e in più di ultrasinistra pronti a boicottare posizioni sensate di Grillo come quella sullo Ius Soli e ora a stracciarsi le vesti per Farage... Se c'è stata una cosa innovativa in Grillo, è stata nello smettere di accettare come immutabili certi tabù - ad es. nascondere la testa sotto la sabbia, come fanno Pd e Ggil (per comodo, per non alienarsi voti, e magari per raccattarne altri) sul fatto che in Sicilia sbarchino 1000 disperati al giorno, non ponendosi nessuna questione pratica e affidandosi (mica si chiamavano cattocomunisti per caso) alla Caritas o alla divina provvidenza (tanto gli episodi di microcriminalità li vede chi viaggia in tram, non in autoblu...). E io dovrei votare Grillo per mandare gente che manco ne condivide le idee in parlamento? Basta vedere i SN o questo stesso blog per vedere la qualità dei commenti che fanno maggioranza, immagino lo stesso nei meeting point.. In questo senso la fiducia nel meccanismi di autoselezione della rete è stato il più grande errore strategico di Grillo & C. Altro che partito antidemocratico, forse è il caso di selezionare la "ruling class" meglio prima, che espellere dopo..

Walter R. Commentatore certificato 31.05.14 04:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra che si stia esagerando. Il M5S senza Grillo è una nave senza il capitano. Beppe deve restare al suo posto. Beppe è la vita del MoVimento. Gli italiani hanno bisogno di lui e del suo MoVimento. Quello che fa grande Grillo è che non è un mestierante della politica. Grillo è un potenziale comunicatore. Le sue parole arrivano a tutti. Il suo modo di parlare gli fa onore. Beppe è la voce degli italiani. Grillo e Casaleggio sono gli unici fondatori del MoVimento e devono restare tali. Il bello di questo MoVimento è che non è formato da poltici professionisti. Beppe deve continuare a stare nel MoVimento. Gli italiani devono sentire la sua voce. Senza di lui questa realtà non ci sarebbe mai esistita. Grillo ha dato vita a questo MoVimento. Gettare la spugna significherebbe abbandonare tutto e darla vinta agli avversari che non aspettano altro. Nessuno potrebbe sostituire Grillo. Non vedo personaggi in grado di poter sostituire un personaggio carismatico e dinamico come Grillo. Grillo è una persona che ti coinvolge. Parla il linguaggio di tutti, perchè è la persona che è più vicina a tutti. Un figlio non rinnegherebbe mai suo padre. Anche se ha commesso qualche errore, ma resta il fatto che è sempre un padre, e un genitore va accettato con tutti i pregi e i difetti. Con questo esempio voglio soltanto far capire che Grillo non è certamente lui il responsabile di questo risultato elettorale. Gli avversari hanno una grande patata bollente tra le mani: prima o poi si ustioneranno le dita. Grillo deve restare alla guida del MoVimento, perchè dovrà ancora raccontarne delle belle. Se il MoVimento perde Beppe è finita. Non ci sono più speranze per continuare ad esistere. Beppe sa quello che deve fare. Gli altri farebbero bene a non dare consigli. Lasciamo decidere lui. Ma è da escludere la decisione di mettere Grillo fuori dal MoVimento. Sarebbe una follia, un suicidio per i Cinquestelle.

Renato Romano (giornalista) Scafati (SA)

Renato Romano 31.05.14 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Ammesso che Beppe potesse dimettersi (ma da che?)gli italiani che hanno votato M5S non glielo consentirebbero MAI! Se il movimento esiste e ha fatto tanti proseliti (specialmente fra i giovani) lo si deve all'azione martellante di quest'uomo che da DECENNI sputtana i malaffaristi della politica e che, per questo motivo, è stato esiliato dalla tv. Il PD ha avuto il 40% dei consensi? Renzi si è giocato la carta degli 80€, specchietto per le allodole, e i soliti creduloni hanno abboccato. Si renderanno conto fra breve di avere fatto l'ennesimo errore di credere a promesse che non saranno mantenute. Basta fare come dicono i cinesi: stare sulla riva del fiume perché prima o poi si vedrà passare il cadavere (in questo caso politico) del proprio nemico.

Anna Cereto, Misilmeri Commentatore certificato 31.05.14 02:21| 
 |
Rispondi al commento

La butto lì. Non sarebbe un buon punto di partenza smettere di usare il termine "grillini"?

Stefano Nicotra 31.05.14 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non deve dimettersi, anzi continuare in maniera coerente il suo atteggiamento più che adatto all'interlocutore che ha di fronte. In breve, i farabutti vanno trattati a pesci in faccia e mai transigere con loro o venirne a patti (o ne sarai anche tu impregnato di puzza di pesce). Con tutto il rispetto per i pescatori che non c'entrano.
Pino

Peppe P., Napoli Commentatore certificato 31.05.14 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono d'accordo che Grillo si debba dimettere.
1° perché non sono certo della genuinità di queste elezioni-
2° perché se fossero così evidenti e scontati i presunti errori fatti in campagna elettorale i suoi detrattori se ne sarebbero accorti anche prima. Per esempio, secondo me, Grillo è stato pure troppo morbido!
3* Il movimento è nato, si è costituito, formato, progredito e consolidato sulla base delle proteste, delle denunce e del carisma di Grillo e di nessun altro!
Quanti, fra quelli che hanno votato M5S, hanno votato perché conoscevano qualche candidato ???
Praticamente tutti hanno votato proprio per chi è stato delegato da Grillo o dalla sua creatura (il M5S). QUINDI ESTROMETTERE GRILLO, OLTRE CHE MORALMENTE RIPROVEVOLE, SIGNIFICHEREBBE VOTARE PER DEGLI SCONOSCIUTI CHE SI SAREBBERO APPROPRIATI DI UN NOME E DI UN SIMBOLO GUADAGNATO COL SUDORE E CON L'USURA DELLE TONSILLE DI QUALCUN ALTRO! VOGLIAMO TAGLIARCI IL RAMO SUL QUALE SIAMO SEDUTI ?
CHIEDIAMOLO A RENZIE, ALLA BOSCHI O ALLA PICIERNO... NE SARANNO CERTAMENTE ENTUSIASTI!

Hivon T., Spinea Commentatore certificato 31.05.14 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Professore, il suo intervento è bellissimo e completamente condivisibile, come tutte le cose che lei dice. Però mi permetto di aggiungere che le "dimissioni" alle quali forse inopinatamente ha fatto in qualche caso riferimento Beppe Grillo, sono state ipotizzate a fronte di una sconfitta elettorale, mentre questi risultati delle elezioni europee, come lei argutamente osserva, non sono state affatto una sconfitta. E comunque permane in molti elettori il sospetto che la classe dirigente, per ottenere questi numeri, possa aver utilizzato metodologie non esattamente ortodosse. Del resto, come Lei sa, i risultati elettorali sono al momento ufficiosi e dovranno ancora passare al vaglio di molti controlli (temo non tutti imparziali) prima della proclamazione ufficiale degli eletti. Quindi io aspetterei ancora prima di dare per scontato l' arretramento elettorale del M5S. Comunque ancora grazie per i suoi bellissimi interventi che sempre ci aiutano a schiarirci le idee.

donatella savasta fiore, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.05.14 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ha un ruolo all'interno del movimento, ne fa parte ed è un portavoce di esso... quindi x me DEVE continuare. ...

stefano m., Bari Commentatore certificato 31.05.14 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in gran parte.Ma per gli "AGGIUSTAMENTI" e le "RETTIFICHE",consiglio che il M5S dovrebbe:
- eliminare la PRATICA dlle ESPULSIONI della DISSIDENZA,che va ASCOLTATA e RISPETTATA,come MINORANZA,nel DIRITTO di CRITICA.SEMPRE!Dunque,PRIMA,DURANTE,e dopo le DECISIONI prese dalla MAGGIORANZA;
-APRIRSI TRASVERSALMENTE,senza PREGIUDIZI,al CONTRIBUTO e alla VALUTAZIONE dei GIUDIZI,IDEE,VALORI di TUTTI i MOVIMENTI e PARTITI di OPPOSIZIONE,adoperandosi per la costituzione di una FEDERAZIONE UNITARIA,di NOME e d FATTO:
D E M O C R A Z I A P A R T E CI P A T I V A!
SALUTI E...ADELANTE!
Giuseppe

Giuseppe Santoro 31.05.14 00:06| 
 |
Rispondi al commento

niente dimissioni di grillo lui ha creato questo movimento di persone oneste se va via sarà la fine di un sogno.per me è diventato un esempio da seguire ha creato dal nulla qualcosa di straordinario che pochi sarebbero capaci di fare.deve restare per poter proseguire nella crescita di ideali meravigliosi per il popolo italiano.

anna m., Celano (aq) Commentatore certificato 30.05.14 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Prof. Aldo,
una domanda mi sorge spontanea.
Premesso che:
- il pd-l da oltre quattro lustri inciuciao col partito dei corrotti e dei mafiosi;
- sono tre anni che il pd governa con le destre e, in particolare, col cainano;
che in questi tre anni ha massacrato i diritti democratici dei lavoratori, dei pensionati e dei giovani - compreso i "capelli grigi" - precari (legge fornero su tutto);
- hanno finanziato le ricche banche;
- hanno consentito il blocco dei contratti ai lavoratori;
- durante la campagna elettorale le pizze di renzusconi erano vuote e quelli del M5S erano piene;
- se si considera che il popolo dei lavoratori e dei pensionati, visto quanto hanno fatto, non avrebbero dovuto votare pd-l;
- tenuto conto che al massimo avrebbero potuto prendere i voti della destra che non ama pagare le tasse, ama corrompere e "mafiare";
Premesso tutto quanto sopra si chiede:
com'è possibile che il pd-l abbia avuto il consenso del 40% dei votanti?
E' forse da ritenere che si siano stati brogli a larga scala?
ancora saluti a 5 stelle e... bakuniniani.
tonino basile - roma

antonio basile 30.05.14 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Beppe e i suoi non hanno sbagliato di nulla!
sbaglia chi dice che BEPPE si deve dimettere LUI è il movimento 5 stelle ha una vita che combatte per sensibilizzare le persone e la loro coscienza. La sua cultura e sacrifico non ha eguali in politica e tra inetti,masochisti,ladri etc che sono solo capaci a criticare. BEPPE non mollare ,il tempo ci darà la gioia di vedere che in ITALIA le persone hanno smosso la coscienza.

antonino DAVI' 30.05.14 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia uno degli articoli meno oggettivi e più di parte che abbia mai letto.. un adattamento dei dati a propria convenienza da risultare addirittura imbarazzante. Non che la cosa mi stupisca in quanto attuata sistematicamente.. solo che, davvero, non si può proprio leggere senza sorridere.
Inutile cercare giustificazioni campate per aria, complotti, vittismi etc etc, la verità pura e smeplice è che il m5s ha perso credibilità agli occhi a molti dei suoi stessi elettori, credibilità che invece ha guadagnato il PD "rubandola" ad altri partiti divenuti meno credibili. Tutto il resto son solo chiacchiere per nascondersi dietro un dito.

Vale Raciti 30.05.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Prof. Aldo,
grazie.
Analisi impeccabile (e come poteva essere diversamente..)!
Spero che il Movimento, dinanzi alla, immeritata, sconfitta elettorale, si (ri)compatti e riprenda la lotta più forte di prima.
L'onestà potrà tornare di moda solo, e solo se, il M5S non perderà di vista l'obbiettivo principale, cioè quello di ripulire il parlamento e, più in generale, la "casa degli italiani" dalla corruzione e dalla mafia.
E' questa la guerra che bisogna vincere. Questa guerra la potranno vincere solo le persone oneste come i meravigliosi ragazzi M5S eletti in parlamento.
saluti a 5stelle
tonino basile - roma

antonio basile 30.05.14 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima requisitoria del Prof. Giannuli, campagna elettorale sbagliata e zoccolo duro che si consolida con quasi 6 milioni di voti. Utilizzati toni troppo alti, estrapolati ad arte dalle Tv per dipingere Grillo come un terrorista nazifascista e purtroppo lui c'ha messo del suo rincarando la dose comizio dopo comizio.
Serve più visibilità mediatica ad onorevoli/senatori e candidati, troppe poche le preferenze rispetto ai voti di lista che hanno rappresentato un grande successo sotto forma del voto di opinione che può pagare fino a un certo punto. Il quid plus che ti consente di passare da un buon risultato all'eccellente risultato lo fa la persona e il PD ha venduto bene i volti dei loro capolista nei vari collegi... certo le disponibilità economiche tra i 2 apparati sono sensibili (basti pensare che un incapace come Sassoli ha preso + di 200.000 preferenze, segno di una campagna elettorale faraonica x battere a tappeto il collegio...) però margini di miglioramento ci sono.

A titolo di esempio, anche se non sarebbe stato coerente con la linea del movimento, presentare i big parlamentari come capolista nelle varie circoscrizioni avrebbe ridotto il gap di almeno 6-8 punti, che nn sono pochi...

E Grillo, come impatto mediatico, si rivela fondamentale nel raccoglimento delle masse. Oggi come oggi un comizio di Di Maio con altri 6-7 parlamentari in qualsiasi piazza nn raggiungerà mai i numeri che fa Grillo e alla lunga vedere piazze che gridano "onestà" in televisione pagherà....speriamo nn sia troppo lontano....

Saverio B., L'Aquila Commentatore certificato 30.05.14 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Siamo forse entrati in una nuova Era planetaria che coinvolge inesorabilmente tutto il Mondo.
I fermenti disumani e caotici espressi dai detentori del potere delle varie ..."chiese"... sparse per tutto il Pianeta non sono forse la chiara dimostrazione che tutto sta precipitando nell’oblio. Le nuove energie popolari seppur prive di strumenti sanguinari non stanno forse accorpandosi nel grande fiume del nuovo ..."moto"... in questa nuova Era?
Il pensiero umano è la prima vera energia nell’Universo e coloro che siedono negli scranni del potere stanno percependo che la loro torre si sta trasformando in quella di Babele e sta crollando su di loro.
Gli insegnamenti impartiti per secoli ai popoli furono pervertiti e non rispondenti alle Parole dell'Origine? Ciò che si sta verificando a livello planetario non sta forse dimostrando che gli insegnamenti impartiti dai pulpiti deviarono il pensiero del popolo verso subdoli obiettivi? Parrebbe proprio di sì visto che la corruzione e la menzogna imperano ovunque.
Anche il Parlamento italiano non è forse simile ad uno specchio che sta riflettendo in ogni direzione questo malcostume che è quotidianamente diffuso al pubblico ludibrio? Ma ora c’è del nuovo e pare che tutto ciò che era assuefatto al malaffare si stia frantumando travolgendo anche tutti coloro che si vorrebbero ancora frapporre per ostacolarne la sua inevitabile decomposizione.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 30.05.14 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, Beppe, semplicemente , chiama casaleggio, raccontaci una barzelletta, dacci una delle tue battute, sii tragicomico come sempre e sorridiamo , ti prego, continuiamo a ridere , un abbraccio!

Claudio D'Arienzo, CITTA' DELLa PIEVE Commentatore certificato 30.05.14 23:15| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo su tutto,avanti cosi!
francesca

francesca santoni 30.05.14 23:11| 
 |
Rispondi al commento

bello il riferimento ai camalli, complimenti al Professore.
Venendo al merito, c'è davvero qualcuno convinto che senza il "megafono-Grillo" il Movimento abbia un futuro? Smettiamo di far uso di allucinogeni e torniamo alla realtà: questo movimento è figlio di Grillo. Anzi, direi che non è stato ancora partorito.
Chi si spaventa alla prima battuta d'arresto è bene che faccia tesoro di quanto è capitato perchè potrebbe ricapitare e non è igienico rischiare un collasso ad ogni tornata elettorale.
Detto questo, io credo che non si sia trattato affatto di una sconfitta ma che forse la prima volta (2013) il Movimento sia andato un po' oltre il "dovuto". Una sorta di rincorsa, una spinta fino ad allora repressa l'ha investito e ha dato il via ad un'aspettativa che forse era sovradimensionata: quando mai si è visto un movimento (non un partito) andare oltre percentuali da prefisso telefonico? Anche partiti strutturati come il Partito radicale degli anni 70/80 erano fermi al 3%.
Questo però non impedì ai radicali di condizionare la politica italiana così come, ed a maggior ragione, non deve impedire al M5s di portare avanti i propri progetti: i parlamentari nazionali mi sembra che siano sempre quelli, non sono stati "decurtati"; i parlamentari europei sono 17, se vogliono mettere a nudo gli intrallazzi di Bruxelles bastano e avanzano.
Grillo, a mio avviso, inizialmente era visto come un fenomeno folkloristico, mai e poi mai avrebbero immaginato che sarebbe riuscito a coalizzare il consenso del 2013. Il "Sistema" si è trovato smarcato e così, laddove i media trattavano Grillo come qualcosa da mostrare perchè innocuo, hanno "dovuto" trattarlo come il nemico pubblico N° 1. Tutto e di tutto gli è stato scagliato contro: mi meraviglio piuttosto che si stia ancora in piedi dopo una simile sventagliata di mitra. Persino Dudù è stato tirato in ballo!
Che poi chi non ha votato M5s per paura della vivisezione di Dudù Vorrei conoscerlo. Mi piacerebbe aggiungerlo alla mia collezione.

mario michele d'onofrio, consulfin@inwind.it Commentatore certificato 30.05.14 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Oggi mi sono trovato a parlare casualmente con due imprenditori Veneti. Eta' 65-70 anni. Dicevano di aver dato le loro aziende quasi totalmente in mano ai loro figli e che fortunatamente riescono ancora ad evadere abbastanza il fisco. Poi hanno parlato delle votazioni ed entrambe hanno affermato di essersi attappati il naso e aver votato pd. Almeno, dicevano, riusciamo ancora a farci i nostri comodi. Poi hanno aggiunto che la migliore situazione era quando regnava la dc, perche' con la dc facevano come volevano, nessuno li controllava. E con il pd che e' diventato quasi una dc moderna, sperano di continuare a fare come vogliono, fregandosene del paese e pensando al proprio orto. Ecco ho voluto raccontare questo, perche' qui c'e' l' italiano mediocre che non vuole cambiare il paese perche' ci sguazza bene, con inciuci ed evasione. Ecco chi vota pd+c

Giovanni Paris 30.05.14 22:59| 
 |
Rispondi al commento

A tutti gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle

Le elezioni sono finite da 5 giorni e mentalmente questo è il classico periodo in cui si iniziano a pianificare i famosi “buoni propositi” per il futuro. Com'è andata?
Maggio è stato un mese pieno di sfide, di nuovi progetti, di persone di valore incontrate sul cammino. Gli ostacoli, le difficoltà, le delusioni… sono andate. Per ognuno di noi, c’è un tempo per fare e un tempo per capire, a prescindere dai risultati. Quindi se penso a quanto ho imparato, allora dico che forse è stato il periodo migliore della mia vita!
Il periodo in cui ho imparato che non sto vivendo una continua ed estenuante gara e quindi non ci sono vittorie o sconfitte… ma solo risultati; che quello che ci accade è frutto del nostro sistema di pensieri ricorrenti, di quello che mettiamo nella vita ogni giorno; che il cambiamento è un processo importante e non sempre immediato; che non si può giudicare il percorso da un solo risultato; che bisogna perseverare, imparare dal passato e guardare con fiducia al futuro.
Ho sempre creduto che in una difficoltà, in una cosa andata male, c’è il seme dell’opportunità, che le cose possono essere osservate sempre da un altro punto di vista, che non tutto il male viene per nuocere e anzi che tutto quello che ci accade ci insegna qualcosa.
Sono certo che quando troveremo la strada giusta i risultati arriveranno, ci accorgeremo che si può imparare molto di più dalle sconfitte, che dalle vittorie. Ci accorgeremo inoltre che tutto ciò ci ha resi più forti e che non tutti hanno la fortuna di imparare, un po’ per volta, cosa vuol dire affrontare nuove sfide!
I risultati che otterremo saranno la diretta conseguenza delle nostre azioni… perciò rimbocchiamoci le maniche, perché ci aspettano tanti mesi pieni di nuove iniziative da creare. Sarà il periodo della Fiducia e dell’Eccellenza, facciamoci trovare pronti a sfruttare tutte le opportunità.

In alto i cuori
Cosimo Adelizzi

cosimo adelizzi, EBOLI Commentatore certificato 30.05.14 22:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe via...? Ma siamo matti? Resisti Beppe!

Marcello M., Venezia Commentatore certificato 30.05.14 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe quello che vuoi fare tu e quello che voglio io è difficile da realizzare la prova sono state queste elezioni ,cambiare il sistema è un compito arduo ,la gente sembra incazzata ma poi ha paura di cambiare ,perchè convive con il voto di scambio,con la corruzione, con la burocrazia ,ma non bisogna abbattersi perchè i soliti mediocri sono sempre pronti a fare accuse gratuite.Beppe io ti seguo da 25 anni e tu le cose che oggi sono di attualità le dicevi allora, il M5S deve vivere e continuare su questa strada con coerenza e dignità.

guglielmo PISANO, calatafimi segesta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.05.14 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera a tutti.
Sarò breve e spero di ottenere qualche risposta.
Giusto per capire dove si vuole andare...
Io sospettavo che il M5s, noi, non potessimo salire oltre il 25%, ma siccome già il 25% è un risultato straordinario ho atteso di vedere cosa sarebbe successo. Sono arrivato alla conclusione che oltre non si possa andare. Il M5s, così com'è composto, non può, in poco tempo, salire ulteriormente, e di sicuro il 51% è un'utopia....
Cambiare Grillo e Casaleggio non significa mettere alla porta chi ha contribuito più di tutti, significa riprovarci con Di Battista e Di Maio e tentare di smuovere tutti quegli elettori attirati dal M5s ma che si bloccano davanti alla comunicazione di Grillo e Casaleggio. Ma possibile che si possa tenere di più ai fondatori che al paese intero? Questo movimento porta avanti la gloria dei fondatori (la meritano anche, per carità) oppure si propone di andare ai ministeri e di governare il paese? Come fate ad impuntarvi così sui due leader? Questo dovrebbe essere un movimento per l'Italia, non per i fondatori. Anche se hanno tutti i meriti.

paolo t., milano Commentatore certificato 30.05.14 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vinciamonoi, perdebeppe. Questo siamo noi? Mai e poi mai. Noi vinciamo tutti insieme e perdiamo tutti insieme, e lasciate stare Beppe, italioti pronti al w il re, abbasso il re. Senza Beppe nessuno di noi esisterebbe come identità nel m5s, ma arrancherebbe in un partito cercando di dire qualcosa ma senza essere filato da nessuno, contano solo i voti che porti, lì. Beppe è il fondatore, ideatore, 1° portavoce assoluto della sua creatura M5S. Noi possiamo consigliarlo, accompagnarlo, lavorare con lui per il Paese, possiamo costruire ma non destituire. Forza M5S al lavoro, per le denunce, le proposte ed il controllo di questa marcia classe politica che ha trovato il modo di sopravvivere ancora qualche mese, dopodiché sarà spazzata via.

mario ottavio di rienzo, mad1rosso@yahoo.it Commentatore certificato 30.05.14 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Evitate le provocazioni dei troll del PD.
Basta cliccare sulla loro icona per capire che sono tali.
Piena fiducia
Ma chi è che scherza con queste assurde affermazioni (dimissioni)?
C'è forse qualcuno... in giro nel Movimento che ama fare da sponda ..a Renzie ed a quanto c'è dietro costui ?
Che ci siano cose da correggere, ..per migliorare, sono daccordo, e ritengo che l'intero Movimento si attiverà presto in tal senso. Per il resto : di Comandante Beppe ne conosco uno ed uno solo, e ce lo teniamo stretto.

Se poi c'è qualcuno che è rimasto ammaliato di quel 40 % del PD, pensando e credendo che sia tutta farina di quel sacco, (renziano&PD), allora, non deve aver capito "molto" (e neanche tanto) di quanto accaduto in questo frangente.

È il Sistema (con quanti vivono all'ombra dello stesso) che proprio perchè la "caratura" del Renzi era di poco peso specifico ...a reggere la portata di una sfida elettorale radicalizzata, il "privilegiato" dal sistema ha deciso al momento di convergere (perchè il Movimento e la sua operativa ONESTÀ incute in questi soggetti un timore maledetto) ..in suo soccorso.

Qualcuno dimentica che l'area elettorale dei "gattopardi" è composta da "portabastone", capetti locali, padroni di "pacchetti di voti", che stornano e collocano per propri esclusivi interessi anche agli opposti od agli antipodi. Da qui si potrebbe anche dedurne il perchè di tanto assenteismo dalle cabine elettorali, od il perchè le schede "nulle" siano risultate essere oltre il milione come numero.
Chi, come me, ha avuto modo di assistere al Seggio, sà bene come in tutte le 'schede nulle' sia cantato un solo ritornello: il quanto sia grande la merda del "sistema" e dei componenti che lo determinano ! Si potessero fotografare, ne verrebbe fuori un da grido per YouTube.
Personalmente, ne rilevo che l'opinione del politicamente " frastornato" (sballottato, indeciso, ormai scettico del proprio ambiente tradizionale) è in continua ebollizione, ma ha preso le

Tullio M., Floridia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.05.14 21:57| 
 |
Rispondi al commento

grillo devi restare con noi,tu sei l'unica speranza per gli italiani onesti. grazie.

paola di natale 30.05.14 21:50| 
 |
Rispondi al commento

"In questi giorni la stima che per Grillo mi sta calando.

A parole dice di essere solo un garante, ma nei fatti da solo l'immagine di
essere/è il burattinaio.

Non mi interessa che lui si dimetta( ok non corep cariche, ecc...) ma ho la
sensazione che non accenna a lasciare che il movimento cammini da solo.

grillo può rimanere come uomo immagine e fare i suoi interventi dal BLOG e
partecipareagli eventi, se gli Eletti del M5S lo ritengono opportuno.

Ma da sostenitore del movimento del 5 Stelle,

"Voglio più M5S e meno Grillo"

nel senso che voglio che invece di vedere Beppe grillo a porta a porta ci
voglio il di maio o di battista o chi per esso che sia stato votato dagli
ITALIANI.

Anche per l'incontro con Farage... perchè è andato grillo e non un
rappresentante del MOVIMENTO? Magari uno dei 17 che si prende la briga di
fare da porta voce del M5S in EUROPA.

Spero che il movimento diventi meno "grillo" dipendente e più INDIPENDENTE

senza nulla a togliere che riconosco che il movimento esiste grazie a
GRILLO.

la mia non vuole essere una critica ma uno spunto per migliorare il
movimento.

Sperando in un ITALIA Diversa

Roberto carrozza 30.05.14 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo si deve dimettere?: Non gettiamo le perle ai porci!

Osvaldo Giovanni 30.05.14 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO NON SI DEVE DIMETTERE!!!!!
Come nessun'altro che crede nelle idee del movimento!!! E lui in particolare.
Poi se vogliam parlare di come gestire alcune espressioni, ci può stare e come organizzare meglio il movimento, anche questo ci sta. Ma si sta lavorando bene e siamo sul l'ottima strada!

TizioBarca 30.05.14 21:28| 
 |
Rispondi al commento

non bisogna essere laureati in comunicazione o marketing per capire che ora non c'e' nessuno in grado di sostituire Grillo!una figura costruita in 20 anni di spettacolo e gli ultimi di politica fatta mettendoci la propia faccia in centinaia in decine di piazze. un'analisi dell'ultima campagna elettorale? sicuramente ma fatta con l'aiuto di persone qualificate e non di "commissari tecnici" del lunedi.

marco campagnoli 30.05.14 21:24| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE GRILLO, AVANTI TUTTA, SENZA DI SIAMO NESSUNO. GRAZIE BEPPE

Francesco De Marco 30.05.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Grillo capocomico che non mantiene le promesse? E chi sarebbe il suo antagonista, quel mentecatto a capo del PD e del governo che ha fatto mille promesse e non ne ha mantenuta nemmeno una ed ha pugnalato alla schiena il suo compagno di partito Letta ? Proprio un bel comportamento, tipico del PD che lo usò anche con Prodi, non c'è che dire. Siete, anzi siamo, poichè sono stato col PCI e suoi surrogati anch'io per 50 anni, stati presi in giro da un partito che dopo Berlinguer si è spostato con gli anni tutto a destra spacciandosi per democratico. Un consiglio: lei si faccia vedere in un CIM; ne ha bisogno davvero.

King Tut Commentatore certificato 30.05.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe guarda che sei stato te a dire che te ne andavi se perdevi.. non se lo sono inventato i giornali.
Ma la soluzione c'è! Fai decidere la rete XD

Matteo 30.05.14 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON BISOGNA CEDERE ALLA VOLONTA' DEL PD E DELL'ALLEATO BERLUSCA DI CREARE SCOMPIGLIO E MALESSERE NE MOVIMENTO 5 STELLE. IL LORO DESIDERIO E' QUELLO DI ALLONTANARE GRILLO QUALE IDEATORE DI UN MOVIMENTO CHE HA SAPUTO UNIRE E RACCOGLIERE TANTISSIMI CITTADINI STANCHI ESAUSTI E NAUSEATI DI UNA POLITICA DISONESTA CHE HA PORTATO LE FAMIGLIE ITALIANE ALLA POVERTA'.
CREDO COMUNQUE CHE GRILLO DOVREBBE DARE INCARICHI E RESPONSABILITA' ANCHE AD ALCUNI APPARTENENTI AL MOVIMENTO CHE HANNO SAPUTO INTERPRETARE E RENDERE NOTI I PROGRAMMI E I RISULTATI OTTENUTI CON IMPEGNO IN UN PARLAMENTO CHE LI HA SEMPRE CONTESTATI, PER PRIMA LA BALDRACCA BOLDRINI CHE OCCUPA LA POLTRONA DI PRESIDENTE DELLA CAMERA SENZA ESSERE MAI STATA ELETTA DAI CITTADINI.
QUALI DEVONO ESSERE GLI IMPEGNI CHE IL MOVIMENTO DEVE INTRAPRENDERE???
1) DEVE IMPEGNARSI NELLO SMANTELLAEMNTO DELLA DISONESTA' POLITICA PORTANDO ALL'ANTANAMENTO DEI POLITICI COINDANNATI, INQUISITI, E PRESUNTI
2) DEVE IMPORRE AL GOVERNO DECISIONI E DECRETI CHE POSSONO PRODURRE LAVORO, SMANTELLAMENTO DELLA PRECARIETA',DISOCCUOPAZIONE, E FUTURO PER LE GIOVANI GENERAZIONI.
3) IMPORRE RIDUZIONE DEI COMMPENSI DEI POLITICI, DEGLI AMMINISTRATORI DI AZUIENDE PUBBLICHE,E SMANTELLAMENTO DEI DUPLICI, E MOLTEPLICI INCARICHI DEI POLITICI BABBIONI E ASSATANATI DI DENARO PUBBLICO.
4) IMPORRE LA RIDUZIONE DELLE TASSE - BASTA CON L'IRAP,TASI.TARSI.TARES,IVA,UIC,ADDIZIONALE COMUNALE E REGIONALE, INSOMMA BASTA CON IL DISSANGUAMENTO DELLE FAMIGLIE ITALIANE. " OGGI UN LAVORATORE LAVORA PER IL 60% PER LO STATO E IL 40% PER LA PROPRIA FAMIGLIA.
CREDO CHE IL MOVIMENTO HA DEI RAPPRESENTANTI VERAMENTE VALIDI E ONESTI COME DI BATTISTI , DI MAIO, E LA SIGNORA TARANTA, E COMUNQUE TANTI ALTRI DI CUI NON RICORDO IL NOME.
BISOGNA SFRUTTARE L'ONESTA'DEI NOSTRI RAPPRESENTANTI E LA LORO CAPACITA' ALL'IMPEGNO NELLA TUTELA DEGLI INTERESSI DELLA POPOLAZIONE CHE PER DECENNI HA SUBITO LA DISONESTA' POLITICA DI MAFIOSI, TANGENTISTI,LADRI E ASSATANATI DI DENARO PUBBLICO. FORZA GRILLO

GIAN GUTTI 30.05.14 21:11| 
 |
Rispondi al commento

LO SANNO ANCHE I RAGAZZINI... E I PRETI

Così come - se vuoi avere un vantaggio - devi far credere di
avere già vinto, anche se vuoi perdere (le prossime elezioni )
devi far credere di avere sbagliato tutto e sentirti sconfitto.

Ammetti di avere sbagliato e la gente ti sbranerà.
Quando mai i nostri "competitori" lo hanno fatto?

E se volete confessarvi, almeno rispettate il sacrosanto vincolo
del segreto nel confessionale.

Ai contestatori vorrei dire che se Grillo fa un passo indietro,
ci rimane... il loro carisma.

Io, per ora, preferisco lo "smandrappato".

Gianna Torbero, Roma Commentatore certificato 30.05.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo che non possiamo più sbagliare
Diciamo che sarebbe coerente che si "dimettesse" visto che l'aveva promesso ma va anche detto che senza grillo cade il palco e il sistema si mangia tutto...
Diciamo che va corretto il tiro e oltre a continuare ad essere propositivi bisogna anche essere ottimisti costruttivi
Diciamo che Vinciamopoi ma che sia poi però

piovesan marco (spaccolasfalto), padernello Commentatore certificato 30.05.14 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco questo attaccare e prendersela con Grillo ,abbiamo tutti contro dovete essere più rivoluzionari nell'animo e nelle gesta e forse dovremmo pensare a farci una tv tutta nostra ,non è accettabile che un tv di regime tutta compatta rigurgiti su di Grillo il suo veleno per difendere e portare avanti il sistema. Chi fa petizioni per cacciare il suo leader ,che ha dimostrato coerenza e amore verso il movimento ,non può essere ascoltato perchè sono fandonie quelle che racconta. Attenzione ai non rivoluzionari dentro il movimento a quelli che guardano il compagno sempre con aria sospettosa chissà cosa hanno in mente ma non sono sinceri e mentono sapendo di mentire.

Pino P. Commentatore certificato 30.05.14 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Grillo non si deve dimettere

Carlo Maiello Commentatore certificato 30.05.14 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io credo che se fosse una persona coerente e dignitosa GRILLO non avrebbe altra possibilita' che dimettersi. Non si possono fare proclami ai 4 venti e poi nascondersi dietro un dito.
A parte l'atto di coerenza Grillo farebbe un grande favore al M5S. Ma si rende conto che il suo movimento e' come e peggio di Forza Italia? nessuno legittimato a parlare ad esprimersi ...a pensare. Tutti schiavi della volonta' ferrea del padre padrone e del Guru capellone. ma in quale Paese Civile si sono mai viste simili espressioni di sudditanza ideologica. "ragazzi onesti e preparati " ,come vi chiama Grillo, spezzate le vs catene e cominciate a PENSAR...non e' un reato neppure in questa borbonica Repubblica. Smettete di vivere di slogan e di battute da capocomico teatrale

enzo c. Commentatore certificato 30.05.14 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Smettetela di farvi del male e di farci del male. Grillo è il leader indiscusso del movimento. La stagione di Renzie ha già superato il proprio culmine: da oggi sta incominciando il declino e vedrete sarà rapido e rovinoso. Tutti coloro che vorrebbero veder scomparire il movimento non si rendono conto che esso è stato e continua a essere l'unico argine contro l'esplodere della violenza, una violenza che potrebbe, oltre che spazzare via la casta, disseminare di cadaveri le strade d'Italia.

sandro bilei 30.05.14 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa ha pensare ad un Movimento senza Grillo senza collegarlo ad un completo disfacimento del M5S ? Solo i troll infiltrati nel blog possono chiedere un distacco così traumatico per noi pentastellati. Si può eventualmente argomentare sul linguaggio un pò "incauto" di Grillo ma non sul suo allontanamento. Coloro che chiedono questa separazione, se non sono troll, andrebbero considerati "incapaci di intendere e volere". Se invece sono troll andrebbero mandati, con educazione, ma senza mezzi termini, affanculo.

King Tut Commentatore certificato 30.05.14 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, tu non hai sbagliato nulla, hai fatto una buona campagna elettorale come sempre. Hai avanzato l'idea che il voto per le europee dovesse essere in qualche modo l'occasione per farne un voto politico per lItalia e contro la politica del governo italiano.E invece per la gente comune era ed è stato un voto per i parlamento europeo. Lo dimostra l'affluenza alle urne, come sempre intorno al 50%. Poi il PD per il momento si colloca nel parlamento europeo con i socialisti europei. Penso io ancora per poco. Abbraccerà a breve il gruppo della Merkel.
Fin qui poco male, piuttosto che collocarsi a destra, va bene così. Tu invece avresti dovuto chiarire dove si sarebbe collcato il 5*. Poi una piccola osservazione il Fonzie sarà un ebetino ma è un perfido, una faccia d'angelo lurida. Non hai pensato neanche per un momento che per un gioco strano parte dei voti dei 5* siano confluti per un gioco strano di trasmissione ed elaborazione dati del ministero degli interni nel PD ?
In fondo un tempo c'erano i rappresentanti di lista che controllavano la rolarità delle operazioni di voto mentre oggi ci sono dei ragazzini sprovveduti ed ignoranti in materia.
Non ultimo lascia fuori dalla politica gente come Casaleggio, poco trasparente ed ambiguo. Lascialo a gestire la rete ma tienilo d'occhio.
Quale migliore occasione le Europee per dimostrare agli Italiani che è arrivato il salvatore dell'Italia ? Non vi pare ? E' forse come Obama che ha preso il premio Nobel per la pace prima ancora di dimostrare di averne titolo? Per Napolitano rappresenta l'ultima spiaggia ! Se avesse fallito ancora una volta, cosa ne sarebbe stato di lui, di Renzi, del governo ? Meditate ...

Franco, Padova 30.05.14 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo non deve dimettersi ma chiedere di essere riconfermato o meno dalla base. Dimostri di non avere paura, sarà un plebiscito per lui e troverà legittimazione come mai...

Elena R., Carate Brianza Commentatore certificato 30.05.14 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se Grillo si dimette il movimento perde pure il mio voto

Fabrizio L., Udine Commentatore certificato 30.05.14 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Amici 5 stelle dubbiosi, per favore, chiaritevi le idee e smettetela di rompere i coglioni! questo è uno scontro politico senza precedenti da 30 anni, e loro non ci faranno sconti, non ci daranno tregua, faranno, come stanno facendo, del tutto per distruggerci. Quindi, per favore, decidete una volta per tutte: o con Il Movimento e con Grillo o con il PD. Quando saremo sopravvissuti ed avremo vinto potremo fare bei dibattiti e dividerci ma ora, che siamo in trincea, o si combatte contro il nemico o ci si arrende. Il fuoco amico è solo un crimine, oltre che essere un errore! Forza ragazzi, andiamo avanti tranquillamente, ma sempre indignati. Massimo

massimo a., macerata Commentatore certificato 30.05.14 20:07| 
 |
Rispondi al commento

"Prima che il gallo canti mi avrai rinnegato x 3 volte"
Ultima cena, Gesù rivolge a Pietro queste parole.
NON ATTACATEVI A GRILLO BELLI MIEI!!
SE AVETE ANCORA UN SOGNO DI ONESTÀ , EFFICIENZA ED EQUITÀ E' SOLO GRAZIE A DUE MATTI CHE HANNO DECISO DI CAMBIARE LE COSE.
GRAZIE INFINITE BEPPE GRILLO E GRAZIE INFINITE A TE CARO GIANROBERTO.

Fabio ., Ferrara Commentatore certificato 30.05.14 20:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

GRillo che si dimette è una sciocchezza mostruosa.E' quello che vogliono gli avversari del M5s perchè questo imploda.Grillo ha commesso degli errori? è umano, con il senno di poi si vince a tutte le lotterie.Se ci saranno da fare degli aggiustamenti della comunicazione, si faranno ,teniamoci stretti il nostro leader storico e andiamo avanti.piuttosto non sarebbe il caso di diventare visibili con qualche televesione sul digitale?la gente che non conosce il Movimento perchè non frequenta il canale della rete, ha il diritto di essere informata sulle iniziative M5s.
Di Casaleggio avevo un'altra idea,mi destarono dubbie le sue affermazioni alla rubrica 1/2 ora della Nunziata, si sentiva troppo sicuro di quello che diceva su Renzi che definì molto debole già per se stesso.Ha sbagliato grosso,la manifestata sicurezza si è trasformata in una grossa boutade.E' lì che si perde la faccia, e non quando invece Grillo grida....sottovalutare o non valutare adeguatamente l'avversario è stato un grandissimo errore, la prossima volta rifletta bene su cosa dichiarare.

nik54 30.05.14 20:02| 
 |
Rispondi al commento

una delle poche cose buone di questi giorni è che si vedono spuntare vecchi o novelli traditori...quaquaraquà currò in primis. DIMETTETEVI VOI, falsi, indegni e bugiardi...il carro del vincitore vi aspetta (è pieno di merdacce come voi...vi troverete benissimo).
Forza M5S...vinciamo poi ma vinceremo più lieti senza banderuole. Grazie beppe, gianroberto, diba, di maio e tutti gli altri eroici cittadini in parlamento.

Marcello A., Palermo Commentatore certificato 30.05.14 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che pena.. Non fa' che prendersela contro i massoni e poi, il giorno dopo la disfatta alle europee pubblica e fa sua la poesia piu' massonica di uno dei piu' illustri massoni di ogni tempo.. "IF" di R. Kiplyng.. quantomeno confuso...

maurizio congiu 30.05.14 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è gente che ha fatto una propaganda del piffero aspettando voti per amor di simbolo, cioè grazie ai discorsi di Grillo, e adesso va chiedendo le sue dimissioni!

Giampaolo ., avezzano Commentatore certificato 30.05.14 19:48| 
 |
Rispondi al commento

né destra né sinistra sia italiana che anglosassone, il movimento è oltre

daniele f. Commentatore certificato 30.05.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo siamo al ballottaggio in diversi comuni ed è lì che dovremo concentrarci ora con Beppe.

Andrea Bottai, Pisa Commentatore certificato 30.05.14 19:45| 
 |
Rispondi al commento

In generale, è indubbio che in qualunque situazione della vita, di fronte ad un metodo applicato, se non si ottiene il risultato prefissato,si è costretti a chiedersi: dove ho sbagliato? Nel nostro caso, cosa è cambiato sulla linea di condotta utilizzata dalle scorse elezioni politiche a quelle europee? Nulla. Quindi siamo coerenti.Quindi nulla è cambiato? NO! È cambiato che nel frattempo abbiamo creato anche i fatti, in termini di restituzioni di milioni di € dei rimborsi elettorali, di taglio degli stipendi, di una opposizione reale che ha dato modo di rendere pubblici misfatti governativi di leggi ad hoc della casta e delle lobby. Ed allora? Come mai che nonostante il nostro comportamento politically correct, gli elettori ci hanno penalizzato? Forse dobbiamo andare a cercare la soluzione nella comunicazione, si, ma più specificatamente nella DIVULGAZIONE della comunicazione con l'elettorato. È scontato il fatto che non tutti gli elettori M5S, sono in grado di interagire con il web, (ma noi abbiamo puntato tutto sul web). E gli altri che non interagiscono? Prendono per buono quello che esce dai TG e dalla carta stampata (ma noi abbiamo dichiarato guerra spietata ai giornalisti, alle TV ed abbiamo colpito al cuore le testate in merito ai finanziamenti pubblici che le fanno sopravvivere). Ed allora domandiamoci come mai, Renzie nonostante le disattese promesse riformiste, l'alleanza di governo con la Destra di Alfano, i mal di pancia interni con la vecchia nomencklatura PD, gli arresti e le condanne dei suoi esponenti; ha vinto? Semplice, ha saputo "vendersi" meglio, ha usato sia i mezzi di comunicazione tradizionali, come tutte le TV possibili,partecipando oltre che ai talk politici anche su programmi non temetici. Ma al tempo stesso fatto anche Twitt, coinvolgendo anche il popolo del web. Forse noi pecchiamo di diplomazia, e di presenza in TV, una delle ricette per prendere l'elettorato che non segue il MoVimento sul web (i pensionati per esempio).

Laura Ferri, Penna in Teverina (TR) Commentatore certificato 30.05.14 19:45| 
 |
Rispondi al commento

C'è gente che ha fatto una campagna elettorale del piffero aspettando voti per amor di simbolo, cioè grazie alla campagna di Grillo, e adesso va chiedendo le sue dimissioni! Ora lo si sta stigmatizzando per i suoi rapporti con Farage. Ma come funziona? In paradossale contrasto con sua fama di "dittatore" a me sembra che Grillo appena si esprime con una manovra politica concreta trovi tutti, anche nel M5S, a dargli addosso.

Giampaolo ., avezzano Commentatore certificato 30.05.14 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma si scherza per davvero, lasciarci ora sarebbe un disastro, come togliere l'acqua a un alberello appena piantato.
Beppe è nutrimento, forza e linfa vitale per questo movimento allo stato attuale, dimenticavo né è anche padre così come Gianroberto Casaleggio.
Se c'è qualcuno che sente il bisogno di ragionare su qualche aggiustamento da farsi, una sorta di revisione tecnica, lo proponga e che si faccia tutti insieme. Beppe per primo

Andrea Bottai, Pisa Commentatore certificato 30.05.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non si deve dimettere!
Adesso deve stare ZITTO e lasciare fare a Di Battista,Di maio,La Taverna!
Beppe deve solo controllarli!!! PUNTO
Perche?
Perche i punti che NON doveva MAI toccare sono paragonare il M5S al PCI di Berlinguer,Favoreggiare gli extracomunitari(guardiamoci negli occhi ci stanno invadendo),e la lega ha preso piu voti!
Il M5S non si deve paragonare a nessun passato,ma di gente onesta che vengono da tanti poli politici!

Lasciate parlare i nostri politici!!Sono fantastici!

Robertino Venturi, faenza Commentatore certificato 30.05.14 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Se Beppe se ne vá, me ne vado anch'io!

Walter Schiumarini 30.05.14 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi, indipendentemente dal risultato elettorale(che reputo una vittoria storica visto che un vero progressismo italiano ha raggiunto il 17 seggi in europa!!), vorrei che la prossima volta le campagne elettorali, gli interventi televisivi, siano condotti dai nostri rappresentanti politici. Reputo BEPPE GRILLO l'ideatore, promotore e garante. Beppe è un cittadino speciale, ma il M5S è un movimento politico e i nostri cittadini nelle istituzioni sono i soli che possono affrontare il dibattito perchè solo loro conoscono i dettagli, le dinamiche e le possibilità della nostra azione politica. Beppe non può più fare teatro politico, c'è bisogno di restituire la politica ai politici: i nostri rappresentanti in parlamento e in europa!!!!

enzo saponara 30.05.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo non si puo' dimettere...

se lo facesse crollerebbe il movimento....perche è ovvio che chi vuole le sue dimissioni è un trol

beppe grillo non si puo' dimettere anche perche non ha nessuna carica ....a cosa si dovrebbe dimettere?

clemente crisci (tinogbr75), imperia Commentatore certificato 30.05.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,non ti devi assolutamente dimettere.L'unica posizione che devi cambiare è la tua strategia comunicativa;cioè devi evitare le sparate tipo quelle di oggi,"oltre hitler", e così via.I moderati( cioè gli anziani)22mln della popolazione italiana non riescono a comprendere il contenuto che c'è nei tuoi messaggi,perchè lobotomizzati dal sistema televisivo.Devi essere quindi più diretto nel contenuto,evitando questo tipo di metafore.
In alto i cuori!

bruno d'artibale Commentatore certificato 30.05.14 18:58| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posto che SECONDO ME aggiudicarsi una cariolata di voti quanti quelli che sono finiti al M5* non è una sconfitta; posto che SECONDO ME quello che si dice in campagna elettorale spesso è più uno slogan che una promessa, se qualcuno ci ha abituato a misurare ogni parola e promessa dei propri avversari poi deve misurarsi con le proprie di parole e promesse.
Se in tanti post vengono criticati Renzi, B. e gli altri per aver detto cose non mantenute, poi non si può sperare che le promesse e le parole di qualcun altro volino via nel vento senza lasciare traccia no?
E' vero Beppe Grillo non ricopre nessuna carica da cui dimettersi, ma l'ha detto lui che si sarebbe ritirato se non avesse preso più voti del PD no?
Sono perfettamente d'accordo che sarebbe uno scempio, ma chi di etica ed onestà ferisce ...
Quindi se il "se non vinco me ne vado" era solo uno spot perchè criticare chi dice " mai al governo senza elezioni"?
Che differenza c'è tra una promessa non mantenuta e l'altra?
Vorrei, se qualcuno volesse, una risposta in una manciata di parole, senza proclami o altro.
La domanda è semplice, se gli esponenti vari sono criticabili per le promesse non mantenute, perchè Beppe Grillo dovrebbe essere esente da richieste di correttezza nei confronti delle sue promesse?

Fabrizio Guarinoni 30.05.14 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Off Topic

Mi chiedevo del senso di responsabilità.
Il rendere conto di cosa facciamo, delle nostre azioni; impegno, obblighi che derivano dalla posizione che si occupa, dai compiti, dagli incarichi che si sono assunti. Ecc.
Mi chiedevo se il senso di responsabilità può viaggiare con l’inconsapevolezza.

Penso di no.

Dovreste essere consapevoli che una democrazia priva di opposizione non è una democrazia; che, in questo paese l’unica opposizione – che stia al 25 o al 21 % - è il M5S.

Consapevoli di questo, di questa enorme responsabilità, i comportamenti e le azioni dovrebbero essere conseguenza di questa consapevolezza e responsabilità.

Riunirsi per valutare il voto, buttar due righe, fare una sintesi della discussione è sicuramente un comportamento responsabile.
Passare alla stampa queste due righe non lo è.
E’ tutt’altro: è essere irresponsabili.
Solitamente gli irresponsabili sono pure immaturi.

A voi trarre le conclusioni

Lupo

Lupo 30.05.14 18:48| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO NON SI DEVE DIMETTERE. E' GRAZIE A LUI SE ABBIAMO OTTENUTO QUESTI RISULTATI. Firmato MATTEO RENZI

massimo t., gabicce mare Commentatore certificato 30.05.14 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma infatti non si deve dimettere. Se si dimette da solo non vale. Lo dovete cacciare a pedate voi! E anche alla svelta!

Cippa T., Esporiatu Commentatore certificato 30.05.14 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA APERTA AD ALDO GIANNULI. Parte terza
Concordo con lei che la politica del M5S “ implica un immediato cambio di passo”ma non mi piace il suo frasario fatto di “guerra di lunga durata”, “sconfitte parziali”, “tattica e strategia”.Per carità di Dio non siamo in guerra né mai lo vorremmo. Si tratta di soddisfare le aspettative degli elettori proponendo una visione della gestione amministrativa alternativa pur nel contesto di istituzioni democratiche già esistenti.
Come non sono d’accordo sul fatto che un passo indietro di Grillo non sarebbe salutare per il movimento.
Troppi, in questi anni, ne abbiamo visti di movimenti/partiti leaderistici che, complessivamente, non hanno portato particolare giovamento alla nostra realtà.Ma soprattutto mai vorrei che il M5S diventasse la copia sbiadita di un patetico movimento con un patetico quasi ottantenne abbarbicato alla propria rendita di posizione e sempre sul filo di una deriva assolutistica alla Luigi XIV dove “l’etat c’est moi” diventa “il M5S sono io”. Quindi, concludere, è bene che i nostri Grillo e Casaleggio lascino che le ali della loro creatura diventino sempre più robuste affinchè un giorno possa definitivamente e compiutamente spiccare il volo.
Cordiali Saluti.

vito p., gagliano del capo Commentatore certificato 30.05.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA APERTA AD ALDO GIANNULI. parte seconda
Chi lo aveva sostenuto quasi fosse la sua estrema ragione di vita? Chi si era, in maniera prestante, fatto beffa di ciò? Chi aveva reso quasi sostanza nelle menti dei suoi sostenitori tale probabilità? Sappia che chi le scrive aveva scommesso su un asfittico 15 %.
Di poi lei afferma:” ma si sono persi circa un milione di voti, scendendo al 21%”.Ebbene non si sono persi solo 1 milione di voti bensi quasi e milioni di voti. Si ben 3 milioni di voti nel giro di un anno in una competizione politica. Mi lasci confutare la leggerezza della sua teoria giacchè non si relativizzano i numeri perchè la storia non si fa né con i “se tutti fossimo andati a votare” né con i ma. Più semplicemente la democrazia è fatta di numeri. Ed i numeri sono inconfutabili! E se “l’astensionismo è cresciuto di 17 punti in un anno” può essere stata colpa del M5S che non è riuscito a convincere anche coloro che nei seggi non volevano recarsi a prescindere.
A questo si aggiunga che, dopo l’exploit in Sicilia, il M5S alle elezioni amministrative, salvo rare eccezioni, di alcune delle quali si farebbe bene a vergognarsi, come nel caso di Pomezia (per una triste vicenda assurta agli onori della cronaca, che ha asfaltato un altro slogan della campagna elettorale 2014, quel “nessuno deve rimanere indietro” che Lei sicuramente ricorderà) non riesce mai a raggiungere le posizioni apicali nel consenso dei cittadini aggirandosi, mediamente, in Italia intorno al 6-7%. Ciò significa che nella testa dell’elettore non si caratterizza come una convincente alternativa di governo locale. Ove, nei casi più estremi, come in Sardegna, lo stesso non sia riuscito a condurre una sua candidatura.Né ci deve calere che “il centro montiano e la lista Giannino (che sommavano quasi il 12%) si è polverizzato” e che i loro voti siano andati a Renzi perché, in uscita, molti voti dal M5S sono tornati all’origine.

vito p., gagliano del capo Commentatore certificato 30.05.14 18:26| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA APERTA AD ALDO GIANNULI. parte 1
EGR. SIG. ALDO GIANNULI,
innanzitutto mi permetta di esprimere con forza la mia riserva sulla pubblicazione di questo post che mi lascia molto perplesso. Perchè può assomigliare alla ricerca di un alibi per la resa nelle urne e può portare a credere che all’interno del M5S non vi sia il bisogno di una necessaria quanto vitale autocritica. Sarebbe stato intellettualmente onesto dichiarare, in principio, chi le ha chiesto di scrivere queste righe.
In secondo luogo lei dice: “dimettersi da cosa? Grillo non ha cariche formali nel M5s”. Giusto dire che non ha cariche formali, ma è davanti agli occhi di tutti che è, come vogliamo chiamarlo, il leader(?) incontrastato. Non fosse altro perché decide su vita, morte ed espulsioni di militanti, liste e quant’altro giri intorno al M5S, compreso questo blog, organo ufficiale del movimento. Se fossimo ancora nella Prima Repubblica un segretario di partito, fatte le dovute proporzioni giacchè le segreterie di partito sono estinte, sarebbe già stato dimissionato. A nessuno che abbia un po’ di sale in zucca, giammai, verrebbe in mente di proibire ad alcunaltro di parlare e di esprimere il proprio parere. Mi sembra pleonastico ricordare il tratto distintivo del pensiero di Voltaire “non sono d’accordo con te ma darei la vita per consentirti di esprimere le tue idee”.Ma non si debba neanche avere timore di biasimare certi discorsi, certe espressioni, certi toni e certe argomentazioni che il medesimo ha usato in campagna elettorale. Che fanno della tempra di uno statista il tratto distintivo e che hanno distratto l’attenzione dalle reali motivazioni dell’opportunità della presenza del M5S nel parlamento di Bruxelles. Con annessa debolezza argomentativa.
Era stato forse il medesimo Grillo a porre, per le passate elezioni, l’asticella così alta o chi? Chi aveva sbandierato, per l’etere, l’importanza di raggiungere un voto in più del Pd.

vito p., gagliano del capo Commentatore certificato 30.05.14 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno si è mai impegnato nelle piazze come ha fatto Grillo per noi, per informarci.
M5S è per il popolo. Grazie

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato 30.05.14 18:19| 
 |
Rispondi al commento

G

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato 30.05.14 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma che dimettersi SENZA GRILLO staremo ancora a credere alle favole dei politici......

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato 30.05.14 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Il grande Beppe Grillo deve continuare a guidarci perchè non andrà a lungo che l'ebetino pagherà tutto e, per quanto riguarda l'Europa, deve fare alleanza con Farage

mimmo corato 30.05.14 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Per tutto il M5S Beppe è FONDAMENTALE, è il motore di avviamento, il carburante, l'energia.....che insieme a tutti noi cittadini 5 stelle da vita a una macchina potentissima e inarrestabile!! Secondo me dobbiamo trovare una soluzione comunicativa diversa (magari pagare una quota e creare una nostra televisione e un nostro programma come aveva fatto Santoro..... ma senza invitare nessuno, avere uno spazio quotidiano dove spiegare e DOCUMENTARE ciò che abbiamo fatto e che faremo, senza contraddittorio, un programma informativo puro) in modo da comunicare con tutte le persone che purtroppo, volenti o nolenti, non usano la rete.. ovviamente il lavoro in rete dovrà continuare sempre più forte!!! Dobbiamo solo trovare un nuovo metodo comunicativo! A riveder le Stelle!! ;)

Davide P. Commentatore certificato 30.05.14 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Grillo è assolutamente indispensabile durante la campagna elettorale e per ravvivare o lanciare temi da dibattere prima di tutto internamente. Ci vorrebbero altri 7 - 8 "frontman" disponibili ad accollarsi quello che è pur sempre un "lavoro sporco" perché Beppe è uomo dalle forti passioni ma non è Mr. Invincibile.
Io che lo seguo da vent'anni nei suoi spettacoli mi sono fatto l'idea di una persona molto umana, anche fragile, che soffre parecchio la guerra che gli organi di informazione gli muovono.
Non credo nemmeno che trovi piacevole farsi un mazzo così in campagna elettorale o che trovi divertente sentirsi apostrofato come dittatore.
Vorrei dirgli, semplicemente: "Giuseppe Piero, tu non sei pazzo e non sei un dittatore. sei soltanto una persona onesta, indignata, incazzata, ma soprattutto di buon senso".
Vorrei dirgli semplicemente "Grazie di cuore" da parte mia e dei miei figli.
Siamo in tanti a pensarla così, credo. Siamo in tanti che non molleremo mai. Utopisti? Sognatori? Ingenui? Può darsi.
Sempre meglio che cinici.
Sempre meglio che ladri.
Sempre meglio che quelli che si credono assolti.
Pierangelo.

pierangelo barale 30.05.14 18:04| 
 |
Rispondi al commento

UN CARO CONSIGLIO AI DEPUTATI DEL M5S.

PRIMA DI FARE CRITICHE ALL'OPERATO DI GRILLO (ACCORDO CON FARAGE E CAMPAGNA ELETTORALE EUROPEA) FARESTE COSA BUONA DI RIFLETTERE E PENSARE PRIMA DI PARLARE POICHE' I GIORNALISTI SOLONI ITALIANI NON ASPETTANO ALTRO. CHIEDETEVI PIUTTOSTO PERCHE' GLI ITALIANI SI FANNO ABBINDOLARE DALLE PROMESSE DA MARINAIO DI RENZI E POI IMPEGNATIVE A EVIDENZIARE LE MALEFATTE DEL GOVERNO RENZI CHE AD OGGI HA DISATTESO TUTTE LE PROMESSE FATTE.

STA A VOI EVIDENZIARE TUTTO CIO'.

NON CADETE NELLA TRAPPLOA MEDIATICA DI UNA INFORMAZIONE SCADENTE E A FAVORE DEL BLA BLA BLA DI RENZI.

GIUSEPPE POLIZZI 30.05.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Perchè dimettersi? Non ha stravinto ma nemmeno ha straperso.
Deve restare al suo posto, prendere il malox, rielaborare sulle motivazioni che hanno spaventato l'elettorato medio e ritentare usando dei toni più alla portata dell'elettore medio.

Ciao a tutti

Guido Silvestri 30.05.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Invece di queste stronzate su dimissioni si e dimissioni no che non servono proprio a nessuno tantomeno al paese, perchè non incalzate Renzi su reddito di disoccupazione copiato palesemente a M5s tanto sbandierato in campagna elettorale, e di cui ora preferisce fare orecchie da mercante?
La gente muore di fame e non stiamo qui a farci le pippe mentali!

Pino Lambrecchia, Roma Commentatore certificato 30.05.14 17:54| 
 |
Rispondi al commento

So che è fin troppo semplice parlare col senno di poi, però penso che per il futuro sia bene ricordare che questo movimento non nasce solo in reazione alle inutili, stupide, dannose e ipocrite decisioni di un sistema corrotto e vecchio. Il movimento a 5 stelle nasce ( ed è per questo che a me personalmente è piaciuto subito ) spiegando a tutti gli italiani che per cambiare realmente non basta mettere una firma, su un simbolo, in una cabina elettorale. Così deleghiamo ad altri la responsabilità di scegliere il nostro futuro. Per cambiare anzi, migliorare l'Italia dobbiamo mettere la faccia noi stessi: proponendo referendum su argomenti che ci toccano in prima persona, per le votazioni amministrative, per le provinciali ( ci saranno ancora? Bo! ), per le regionali e le politiche e pure le europee. In questo modo e solo in questo riusciremo a sostituire definitivamente una classe politica, inutile e dannosa che di fatto si sta già disgregando anche se ancora non ce ne accorgiamo. Una volta sostituita possiamo sederci ad un tavolo e pensare a come cambiare realmente le cose scambiandoci idee ed opinioni e appoggiati da un elettorato più o meno vicino a noi. Così si costituisce una democrazia, così possiamo attuare finalmente quell'utopico sistema che permette ad popolo di governare sul proprio territorio. Sarà un percorso lungo, irto di ostacoli e cazzo, dannatamente duro. Però sono sicuro che sia la strada migliore da percorrere.

michele rancati 30.05.14 17:51| 
 |
Rispondi al commento

dimettersi da cosa e da che....ma non diciamo cavolate perfavore

roberto caiani 30.05.14 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre votato il movimento, ma da ora finchè grillo non si leverà dai coglioni non lo votero piu. ci vuole coerenza

sergioJ 30.05.14 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori