Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Peste Rossa a Padova

  • 23


beppe_padovaa.jpg

Ieri sono stato a Padova al pala Geox insieme ai ragazzi del M5S e a migliaia di cittadini per denunciare gli untori della peste Rossa nel padovano

"Nel gennaio 2013 è diventata attiva la fusione tra la municipalizzata di Padova e Trieste Acegas Aps (i due Comuni ne detenevano il 62,691% del capitale), ed Hera, multi utility dei comuni dell’Emilia Romagna. Acegas Aps era stata valutata, ai fini di determinarne il valore relativo nella fusione con Hera, in ottica "stand alone", circa 394 milioni di euro. Significa valutarla come entità a se stante, senza i benefici economici aggiuntivi (sinergie) che la fusione comporta. Eppure le sinergie, dichiarate pubblicamente nei bilanci già prima della fusione, non hanno un valore trascurabile: valgono circa tra i 400 ed i 700 milioni di euro. In una operazione di questo tipo, il valore di chiusura è frutto di una trattativa, per cui non si può obbligare la controparte a tenere conto delle sinergie. Invece in questa trattativa si fissa il valore di riferimento a circa 394 milioni di euro, azzerando completamente il valore delle sinergie. A questo punto, i consiglieri comunali di Padova e Trieste hanno votato sul progetto di fusione per incorporazione di ACEGAS-APS HOLDING S.R.L. IN HERA S.P.A., dando il via libera di fatto alla fusione della loro municipalizzata con Hera. Ma se la valutazione complessiva di Acegas Aps era di circa 394 milioni di euro, quanto è costato effettivamente ad Hera acquisire il 100% delle azioni della società?
Lo dichiarano nel bilancio 2013 a pagina 171: circa 289 milioni di euro. [...] continua a leggere

Tale valore è ottenuto con un calcolo matematico che non tiene conto di una banale, semplice, elementare legge del commercio: in uno scambio tra due parti, la parte che cede un oggetto il cui valore viene fissato da entrambi i soggetti in X, riceve in cambio denaro, beni o servizi per un valore totale esattamente pari ad X.
Se nella fase di trattativa per fissare il valore dell’azienda che veniva conferita in Hera possono essersi dimenticati di mettere sul piatto della bilancia tra i 400 ed i 700 milioni di euro, nella fase di pagamento si sono dimenticati di farsi dare l’equivalente di circa 105 milioni di euro?
In ogni caso, se qualcuno si ostinasse a sostenere che il prezzo pagato da Hera per l’acquisizione di Acegas Aps sia congruo, ci pensa la stessa Hera a sgombrare il campo da ogni dubbio: a pag 170 del bilancio consolidato al 31/12/2013 dichiara:
“Nella tabella seguente sono riportate le attività e passività acquisite valutate al loro fair value. Come di seguito illustrato, dal confronto di tali valori con il valore totale dell’aggregazione si determina un goodwill negativo che, in accordo ai principi di riferimento, è stato proventizzato nell’esercizio alla voce “Altri ricavi non operativi”, di 43.540 migliaia di euro.”
Quindi, in parole povere il valore pagato per l’aggregazione è inferiore anche solo al valore dei singoli asset acquisiti, per cui è come se si fosse considerato un “avviamento” negativo, che invece di essere riconosciuto al venditore ha l’effetto di uno sconto sul prezzo di più di 43 milioni di euro.
L’effetto di tutto ciò è stato che i Padovani ed i Triestini hanno perso il controllo della loro municipalizzata, che oggi è saldamente nelle mani della segreteria del PD, che controlla con maggioranza bulgara i comuni dell’Emilia, principali azionisti di Hera.
Gli inceneritori di Padova e Trieste bruciano a ciclo continuo; e, dato che il comportamento virtuoso dei cittadini che fanno la raccolta differenziata affama la bestia, essi procedono a raccattare (a pagamento) rifiuti da altre parti d’Italia e dall’estero, fino alla saturazione degli impianti.
Ed il sindaco di Padova o di Trieste, ormai non può farci nulla. O almeno lorsignori così dicono.
Il Movimento 5 Stelle di Padova ha presentato stamattina, lunedì 12 maggio, un esposto alla Corte dei Conti di Venezia per chiedere di accertare se in questa trattativa non sia stato prodotto un danno erariale per imperizia, negligenza ed inefficienza, a danno dei cittadini di Padova e di Trieste.
Perché non esistono soldi pubblici, ma solo soldi dei cittadini." M5S Padova

12 Mag 2014, 15:20 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 23


Tags: Acegas, APS, Beppe Grillo, Hera, M5S Padova, Padova, partecipate, peste rossa, vinciamonoi, vinciamonoi tour

Commenti

 

Sai che novità...c'è chi combatte il sistema legato alle cooperative "rosse" da tanti anni. Ad esempio c'è il famoso caso "commerciale" dell'Esselunga denunciato in un interessante libro "Falce e carello". (http://it.wikipedia.org/wiki/Falce_e_carrello)

Qualche anno fa era uscito anche un libro dossier di cui non ricordo il nome, che spiegava il funzionamento dell'economia legato alle cooperative.

E' un sistema molto simile a quello siciliano. Se sei un piccolo imprenditore e le tue attività possono essere riconducibili ai "lavori pubblici", se vuoi lavorare devi aderire al sistema cooperativo. Es: cooperativa muratori e cementisiti (http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/30/ravenna/761376/)

Ovviamente i vantaggi, anche fiscali sono molteplici, i lavori in subappalto non mancano e il sistema creditizio cooperativo ti apre le porte.

In Emilia Romagna, e non solo, si chiama appunto "Cooperazione", in Sicilia, "Mafia", con l'unica differenza che la Mafia è illegale, ovviamente, mente la "cooperazione" è agevolata.

Ma se la Mafia un giorno dovesse rinunciare al fattore "violenza", intendo quella fisica, ed investire solo su l'economia legale, come si potrebbe trovare la differenza tra i due sistemi?

Tipico esempio la DESPAR...dopo "solo" 20 anni si è accertato che l'impero legato alla grande distribuzione siciliana era legata alla Mafia...

Giuseppe Manganaro, peppe78it@yahoo.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.05.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE, ANDATE AD ANALIZZARE ATTENTAMENTE ANCHE I SINDACATI PER CORTESIA!!!!
FATE QUALCOSA ANCHE LI', LA GENTE DEVE SAPERE!!!
Cosa hanno fatto i sindacati al di là dei proclami per tutelare il lavoro e impedire seriamente il precariato? DIFENDONO SOLO CHI IL POSTO CE L'HA GIA', PER GLI ALTRI ZERO. Conta il numero di tessere, non l'ideale del lavoro. E' vergognoso.
E poi concretamente, ma ci siete mai stati al sindacato? Ma lo sapete quanta gente a non fare nulla paghiamo, perchè si finanziano principalmente con soldi pubblici???
Abbiamo dei sindacati che non sono altro che posti dove imbucare la gente, gente che oltretutto NON FA ASSOLUTAMENTE NULLA. Guardate, è scandaloso. I sindacati sono molto peggio dei centri per l'impiego, altro raccomandificio inutile. Questi rubano soldi pubblici, i bilanci non sono trasparenti, ci ha provato anche report ad indagare...
Dovrebbe essere centri di assistenza e consulenza, cosa che NON C'E'!!!!!!! Mandano la gente via, dicono alla gente di cercarsi le informazioni su internet, non sanno manco loro le normative e non ci perdono tempo...niente!!è una vergogna, dovreste inviare una cavia con una telecamera per poter capire.
Quanti soldi...quanti stipendi...e fa ancora più male perchè questi dovrebbero essere quelli di sinistra, capito? Questi sono quelli che dovrebbero aiutare...e sono più corrotti di tutti gli altri.
Qui la pulizia va fatta non solo a livelli alti, ma proprio bisogna derattizzare tutti questi ambienti: la peste si combatte con una pulizia totale e radicale! Mandateci gente giovane, mandate i vostri ragazzi, ai sindacati, che possano essere di aiuto ai nostri, di giovani, perchè hanno la motivazione! MANDATE VIA ANCHE DA LI' LE CARIATIDI STIPENDIATE CHE SUCCHIANO IL SANGUE!!! VE LO CHIEDIAMO TUTTI!!!!POLITICA E BUROCRAZIA VANNO SMANTELLATE, DALLA BASE!!!!PORTATE VENTO NUOVO ANCHE LI'!!

carlo b. Commentatore certificato 13.05.14 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Che strano... Il pd rischia di perdere padova ed in extremis svende ad hera acegas-aps....

sha.d 13.05.14 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Beppe perchè non sai cosa hanno fatto durante il precedente mandato quelli del pd-l.
Spero che non vinca ivo rossi,vice di zanomato, ma è quasi impossibile a padova sono lobotomizzati, sono come a venezia si credono radical chic perchè votan a sx, mentre chi è sempre stato di sx sa bene che il pd-l è più dx della dx ormai.

carla g., Padova Commentatore certificato 12.05.14 19:44| 
 |
Rispondi al commento

ultima notizia expo 2015, la gelmini "fi" è d'accordo con pinocchietto.renzie,i lavori debbono proseguire , ti pareva che non erano d'accordo quando c'è il magna magna sono sempre uniti.

vittorio c., frosinone Commentatore certificato 12.05.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPPE,
HAI FATTO BENE A DENUNCIARE GLI "UNTORI" DI PADOVA

alvise fossa 12.05.14 18:10| 
 |
Rispondi al commento

arrivano le lettere per gli accertamenti del "redditometro"...mentre l'expo ci costerà 1,3 mld secondo SALA non costerà niente ai contribuenti...sono impazziti...una cifra folle...non è un "investimento".... bastaaaa!!dopo l'elezioni dovremo lanciare una "contro offensiva" a livello nazionale..devono andare tutti a casaaa!!
non ci sono i soldi per disabili, disoccupati, esodati, sfrattati- ma per l'EXPO-TAV-F35-e missioni di pace si..!!!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 12.05.14 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi perché non fondiamo una banca nostra con nome Banca del Movimento 5 stelle 🌟 🌟 🌟 🌟 🌟 siamo più di Dieci milioni di persone fatevi 4 conti Togliamo 10 milioni di cc a ste Banche di merda ditemi cosa ne pensate magari dico 1 cazzata na chissà! !!

Massimo Rotella 12.05.14 16:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per carità, non sono esperto di valutazioni societarie, ma la metafora dell'affitto della rimessa tra david, giorgio e l'altro di cui non ricordo il nome per spiegare il concetto di sinergie non mi convince affatto, e ho il sospetto sia errata.
Inoltre parlando di società (SPA) pseudo private, con trattative tra privati (+ o -), dubito si possano porre ulteriori vincoli rispetto alle normali regole del libero mercato.
Semmai possiamo prendecela col fatto che Zanonato abbia venduto a 70, qualcosa che vale 100, ma mi pare rientri nell'esercizio delle sue funzioni.
Mi sembra giustificata l'obiezione che hera abbia pagato 289 invece di 394, ma non trovo specificato se il resto dei soldi non li ha dati, ma li dovrà dare, se hera non li vuole dare, se l'accordo è che non li dia.. boh..
Nutro grossi dubbi sulla possibilità che la corte dei conti possa dare ragione al M5s, se è vero che oggi presenta un esposto in tal senso come promesso. Staremo a vedere.

Invece avrei preferito sentire un'obiezione "più a monte" che non c'è assolutamente stata da parte del M5S:
trovo ASSURDO che società di pubblici servizi come APS, HERA, ETRA, possano fare utili. Svolgono servizi di pubblico ed essenziale interesse: trasporto pubblico, gestione dei rifiuti, trasporto pubblico (bus, tram). I soldi devono restare li, controllati. Non voglio che i soldi che pago per i rifiuti vadano a finire nello stipendio del sindaco di trieste o di padova.
E' assurdo che società di servizi di monopolio che non richiedono nessuna particolare capacità imprenditoriale, paghino i loro amministratori centinaia di migliaia di euro/anno come fossero manager di società ad alta produttività.
Ripeto: queste società NON DEVONO SPECULARE in regime di monopolio sulla popolazione, gli utili DEVONO essere riutilizzati per la gestione successiva e non devono andare in utili azionari.

Albelix B., Padova Commentatore certificato 12.05.14 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.
ho letto che ieri sera Nicola Morra è intervenuto in un programma o un intervista su rai 1 sapete darmi informazioni più precise? e/o dove trovare il video ?
grazie

gabriele 12.05.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A parte che pietro ancona è andato "fuori tema", non dice invece che ilm5s ha fatto bene a denunciare queste (solite) nefandezze del PD !

pier p., acqui terme Commentatore certificato 12.05.14 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Sbaglia ad usare una locuzione con la quale i nazisti designavano i comunisti o i socialisti da uccidere. Locuzione che continua ad essere usata dai nazisti di Odessa. Pensavo di votare Cinque Stelle ma forse farò meglio a non andare a votare.

Pietro Ancona 12.05.14 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori