Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cristo si è fermato a Lazzaro, i centri commerciali invece no

  • 326


lazzaro_chiude.jpg

"Il declino dell'economia italiana, sopratutto nel Sud, ha avuto luogo da 15 anni a questa parte, con l'avvento dei Super e Ipermercati. La miopia della politica che ha permesso l'insediamento di queste piovre economiche e finanziarie, ha distrutto la micro impresa e lo'artigianato: colonna portante dello sviluppo del Paese.
Nel mio piccolo paesino di 4.000 abitanti, Lazzaro, c'erano 23 alimentari, 7 macellerie, 3 officine meccaniche, 5 falegnamerie, 3 sartorie, 2 calzolai e 2 negozi di elettrodomestici. Nell'arco di 20 anni sono rimasti: 1 alimentare, 1 macelleria,1 officina meccanica, 2 serramentisti e 1 sartoria gestita da una immigrata.
Facendo il calcolo delle persone espulse dalle attività, dirette (70) e indirette (70), siamo a 140.
I due supermercati che operano occupano circa 30 persone più i titolari. Mentre le persone occupate percepiscono attorno a 5-600 € al mese, i 70 esercizi scomparsi davano da mangiare ai titolari ed ai loro figli e nipoti. Si sono costruite chi 4 chi 5 appartamenti ciascuno, facendo da volano all'economia. Dando lavoro a muratori, carpentieri, ferraioli, alle tre fabbriche di laterizi, ai falegnami, agli elettricisti e idraulici.
Il paesino si è spopolato. Sono rimasti anziani e i pochi impiegati pubblici, sopravvissuti alle ristrutturazioni, seguite alle privatizzazioni di Poste, Ferrovie, telefonia ecc. ecc.
I supermercati hanno distrutto l'economia locale e i produttori di generi alimentari. Questi ultimi costretti a vendere a prezzi stracciati e incassi a 90,120, 150 gg.
Tutti i prodotti vengono da fuori Calabria così, per completare l'opera è morta, anche, l'agricoltura.
La politica ha pensato bene di fare bandi per i finanziamenti studiati per agevolare gli speculatori che, normalmente, arrivano da fuori. lasciando le briciole agli operatori locali. L'opera di distruzione è compiuta con l'avvento delle cineserie! E Renzi porta in Cina stuoli di imprenditori-prenditori. Ma Vaff..." pietro denisi, reggio cal.

30 Giu 2014, 09:51 | Scrivi | Commenti (326) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 326


Tags: agricoltura, artigiani, Calabria, centri commerciali, ipermercati, Lazzaro, negozianti, pmi, supermercati

Commenti

 

buongiorno,
vorrei parlare con beppe cosa devo fare?
grazie

lorenzo de gaetano 06.07.14 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro è un mestiere che va a sparire in tutti i campi non solo nel commercio. Sono secoli che diminuisce, indietro non si torna.

massimo raffaelli, lucca Commentatore certificato 02.07.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Per arrivare a tutti i negozietti e arrivata la pubblicità via cavo...a braccetto delle multinazionali.I NOSTRI PRODOTTI NON ESISTONO PIÙ DA 30 anni....INFORMATEVI SU COSA SI COMPRA AL SUPERMERCATO e non solo per gli ingredienti.pure su chi stai finanziando per bere e mangiare.

savi s. Commentatore certificato 01.07.14 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco.
Salvare un'impresa decotta non va bene (acciaio, ecc.), salvare i piccoli negozianti sì (impedendo l'apertura dei centri commerciali - il che impedirebbe ai cittadini di usufruire dei prezzi più competitivi grazie alle economie di scala)?

A fare post del genere non si fa un gran servizio ai cittadini. Ma il m5s non dovrebbe essere non-ideologico? Il post è invece ideologico (comunista e fascista insieme).
La gente sceglie liberamente se andare a far la spesa in un centro o in un negozietto. Il problema è semmai capire se tutti hanno le stesse opportunità di aprire negozio, negozietto o centro che sia, o se invece le autorizzazioni sono date in base alla tessera o se in Italia centro commerciale significa sempre e soltanto coop ...

Marco M. Commentatore certificato 01.07.14 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

w

antonino lanza, Catania Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.07.14 18:11| 
 |
Rispondi al commento

La notizia che nel Parlamento Europeo gli eletti del Movimento 5 stelle non hanno voltato le spalle al momento dell'inno alla gioia suonato in aula, come invece hanno fatto tutti i parlamentari euroscettici è preoccupante.
Non aderire a questa forma di protesta VUOL DIRE ESSERE DALLA PARTE DELL'EUROPA E DI TUTTE LE NEFANDE FORZE CHE CI STANNO MASSACRANDO.
Il movimento sembra NON voler ascoltare nessuno su questo discorso e si sta comportando da europeista senza il consenso degli elettori e nonostante avesse più volte simulato posizione antieuropeiste.
Alla luce:
-del voto sull'immigrazione cui M5S ha partecipato a gennaio
-della scarsissima opposizione alle politiche europee
-del cambio di impostazione sull'europa, che è ben più subdolo di quanto si da a vedere
io credo che il movimento debba dare delle spiegazioni e non continuare a prendere in giro gli elettori.
Invito quanti la pensano come me sul blog a sollevare una protesta. Non potete continuare a dirci che ci sono i fallimenti, che siamo dipendenti dalla merkel e poi andare in europa al primo appuntamento ad applaudire in piedi tranquilli come se nulla fosse.
I fessi, se ci sono, sono liberi di restare con voi. Gli altri hanno tempo per organizzarsi diversamente. Di farci prendere in giro tra collaborazionismo e altri cambi di rotta ne abbiamo abbastanza.
PREGASI NON CENSURARE. GRAZIE.

guglielmo t. Commentatore certificato 01.07.14 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Trovo vergognoso che lo stato brucia con la spesa pubblica che raggiunge ogni anno gli 800 miliardi di euro in cattiva gestione e mala efficienza.
Facciamo un esempio della politica,la Bindi che dalla sanità va all'antimafia, sta come l'artigiano che da idraulico diventa falegname , vi fareste fare l'armadio dall'idraulico ? Adesso domando ma l'incompetente del politico o del burocrate di stato ci costa di più o di meno dell'evasore ? Costa di più l'ortolano che si alza alle 4,30 per fare il mercato e manca di fare lo scontrino o il dipendente pubblico che entra alle 8.30 in ufficio per andare a fare la spesa al mercato ? Se ci sono tanto nero come dicono perchè non facciamo una bella patrimoniale all'americana ? invece di tassare il reddito alla fonte come si fa in italia sul lavoro dipendente privato o sulle partite IVA ? lo sapevate che dal privato sia dipendete che imprenditoriale si paga gli 800 miliardi di euro per la spesa pubblica ?
Cari statali, rimarrete soli ed li che Vi renderete voi state a noi, come noi stiamo a voi !!!!
Comunque vorrei ringraziare quei pochi dipendenti pubblici che fanno il suo dovere, chiedendo di denunciare i vostri colleghi inefficienti e marioli , che sono il primo tumore della funzione pubblica pesando alla comunità, perchè una tassazione giusta renderebbe l'evasione una sorta di crimine che nessuno giustifica, se i nostri soldi sono spese bene..come dire chi di esempio è di esempio vince (come fa un buon padre di famiglia se vuole un futuro per i suoi figli).
Chi ruba allo stato dovrebbe essere giudicato come traditore della patria. Vota movimento 5 stelle reset per ripartire !!! Mi firmo Imprenditore stanco.

Raffaello 01.07.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento

NO E' MIOPE LA POLITICA PERMETTENDO L'INSEDIAMENTO DI QUESTE PIOVRE ECONOMICHE, LA POLITICA NE RICEVE UNA FETTA, OPPURE SONO PARTE DI QUESTE AZIENDE, COME PURE FANNO PARTE DELLE "MUNICIPALIZZATE" E ANCHE DEI CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE DI ALCUNE GROSSE BANCHE, SONO TUTTI DELLA STESSA COMBRICCOLA. Beppe ci tocca remare tanto!!! WWW M5S

Teresa J., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 01.07.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

L'agricoltura viene strozzata dai prezzi imposti dalla mafia e dai supermercati.
La coop è il super più caro in assoluto, non fa nulla per i contadini ma la gente ci va perchè pensa che sia di sinistra.
Anche i negozianti hanno le loro colpe: dovevano consorziarsi prima per ottenere sconti dai grossisti, chi lo ha fatto resiste.
Le leggi del mercato distruggono tutti i piccoli liberi imprenditori.
é la fine di un'epoca.

walter m., milano Commentatore certificato 01.07.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento

c'e' da aggiungere che la domenica.ormai. e' giorno lavorativo, eppure siamo un paese cattolico apostolico romano che, ottemperando alla dottrina, la domenica e' il giorno del Signore....si dell'euro...e povere famiglie che.... ma andiamo tutti adff....o

aldo abbazia 01.07.14 08:07| 
 |
Rispondi al commento

..e che c'è da commentare.In ogni Città, Paese, Contrada Tutti abbiamo visto i Politici Locali Arricchirsi con disinvoltura attorno a noi.Tutti Abbiamo visti gli scempi e le Assurdità Pensate e Messe in Opera. Tutti ne stiamo pagando le conseguenze. Nessuno si è mai mosso con Determinazione per Contestare e Ostacolare e Mai Nessuno si Muoverà con Determinazione e Convinzione. SOLO QUANDO L'ITALIA NON SEGNA IN OGNI DOVE, iniziando dalle centinaia di media del piccolo schermo, SI ACCENDONO DIBATTITI A NON FINIRE...
.. .. e allora di che parliamo, che stiamo a rivangare sempre le solite argomentazioni.

Meli Rosario 01.07.14 07:21| 
 |
Rispondi al commento

Nessun commento leggete e diffondere affinché tutti comincino a ragionare con la propria testa!

paco 2005 01.07.14 06:44| 
 |
Rispondi al commento

Continua così Beppe....

chiacchiere, lacrimucce di Dibba e....vasellina.

Passeranno gli anni ma l'Italia rimarrà sempre la stessa....nelle mani degli stessi poteri....che tu, sotterranemante, difendi e supporti.

Abbiate Pazienza e...vasellina 01.07.14 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il padre di Cechov aveva una piccola bottega che era insieme una drogheria, un’erboristeria e una merceria. Lo scrittore, che da bambino aveva passato un sacco di tempo lì dentro, si divertiva a osservare i clienti, il loro linguaggio, i loro gesti di cui successivamente si sarebbero appropriati molti suoi personaggi.
E se il piccolo Anton vivesse oggi e dovesse stare ore e ore col padre che lavora in un franchising presso un centro commerciale illuminato col neon e riempito di aria artificiale? Il ragazzino, anziché diventare uno scrittore, finirebbe dritto dritto al reparto numero 6!

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Proponete delle leggi. Fate qualcosa.
Va bene la fase di denuncia, ma cercate il più possibile di intervenire.
Il problema è grave, c'è lo sciacallaggio sugli affitti, ci sono le tasse e c'è la concorrenza spietata dei centri commerciali.Il commercio sta morendo, non c'è più tempo. Bisogna intervenire ma subito.

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.-Alcuni giorni fa ho postato qui un commento che (bontà vostra) ha preso qualche voto...

E riguardava le "BARUFFE CHIOZZOTTE" tra le due fazioni di cui si sa.

Era un invito a risolversele in privato le proprie diatribe personali.

E invece no...Avanti imperterriti fino alla morte.

A sto punto mi sono detto...

Aspe...se non posso vedere quello che mi piace...
almeno mi faccio piacere quello che vedo...

E allora mi sono organizzato come Fantozzi davanti alla TV alla partita della Nazionale:

-Enorme frittata con patate

-Birra Gigante

-ed Erutto Libero!

Sono quindi risalito alle 'origini' della Baruffa Chiozzotta gentilmente offertaci da uno dei contendenti e mi sono convinto che esclusa l'italia dai mondiali valeva la pena seguire il derby nostrano.

Quindi Cari Stirner, Tinazzi e il resto delle due 'squadre' vi prego di CONTINUARE...

Siete troppo divertenti...

Ormai mi sono appassionato alla 'partita'
(gli scazzi tra troll's e 'tesserati' mi avevano già ampiamente sfrugugliato i coglioni...) e QUINDI VOGLIO VEDERE LE PROSSIME PUNTATE!

Continuate vi prego...farete contenti tanti aficionados del blog e 'i curiosi' dello scazzo.

Non aspettatevi di essere pure pagati per questo però neh!?...;)))

Con profonda stima per entrambi gli 'schieramenti' e in attesa delle prossime puntate...:))

Un caro saluto.

Dino Colombo.

Dino Colombo. Commentatore certificato 30.06.14 22:08| 
 |
Rispondi al commento

-L'EUROPA VA A CATAFASCIO PER COLPA DELL'EURO?

Già...insieme agli europei...

LA CAUSA?...

Semplice...basta chiedersi il solito "Qui Prodest"
per provare a darsene 'una' risposta.

Leggiamo:

"Si parla molto in questi giorni della "borsa iraniana del petrolio" che il governo iraniano avrebbe in programma di aprire per commerciare il petrolio iraniano IN EURO piuttosto che IN DOLLARI. Si dice che l'apertura di questa borsa potrebbe essere un "casus belli" sufficiente per gli Stati Uniti per attaccare l'Iran".
UGO BARDI 26 marzo 2014.

Ok...

Quindi visto che attaccare l'Iran di sti tempi potrebbe costare a 'oltreatlantico' un esborso attualmente troppo ONEROSO visto che hanno già altre GUERRE IN CORSO...

Meglio allora distruggere L'EURO no?...

E con esso GLI EUROPEI...

"à la guerre comme à la guerre" si dice no?

E in una GUERRA...non si va molto per il sottile.

Chi vince vince e chi MUORE MUORE...NO?

E siamo sicuri che il Juncker sia 'al servizio dell'Europa' e NON di QUALCHE ALTRO CONTINENTE???

JUNCKER HA MAI PARTECIPATO AL BILDERBERG?

E la Germania così economicamente forte a differenza delle altre nazioni europee...siamo sicuri che non segua il detto "MORS VOSTRA VITA MEA" daccordo con 'oltreatlantico' sottobanco???

Distruggere l'euro renderebbe il dollaro di nuovo l'unica moneta di scambio...

Meditiamo gente...meditiamo...

Dino Colombo. Commentatore certificato 30.06.14 22:02| 
 |
Rispondi al commento

La colpa è anche nostra, poiché per ignoranza, negli anni ottanta e novanta abbiamo preso d'assalto questi centri commerciali e supermercati, attratti dai prezzi favorevoli, per comprare tante cose inutili, senza domandarci se in realtà quelle cose ci servissero oppure no.
Adesso che non ci sono più soldi, molti centri commarciali lavorano molto di meno con molte casse vuote; negozi che avevano aperto all'interno dei centri commerciali sono ormai chiusi. Da qualche anno io personalmente ho ripreso a frequentare i piccoli negozi, perché lì si trovano prodotti particolari, che non trovi nella grande distribuzione. Adesso va di moda andare dai parrucchieri cinesi, perché costa meno. A queste persone io rispondo: "Andate pure dai cinesi, perché vi fanno pagare di meno, ma a lungo andare, i nostri chiuderanno perchè non riusciranno a reggere la concorrenza e allora ci saranno ancora più miseria e disoccupazione. Poi i cinesi alzeranno i prezzi". Per salvare il salvabile, occorrono si delle politiche adeguate, ma occorre pure che noi consumatori, che abbiamo un potere enorme di spostare l'ago della bilancia, ci mettiamo in testa di fare un consumo più critico e responsabile. Io personalmente, preferisco i tortellini del pastificio sotto casa mia. Magari mangio solo quelli, ma preferisco mangiare una cosa buona, senza riempire il carrello di cose inutili.

Cinzia Conforzi 30.06.14 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Come presidente della Confesercenti locale, San Severo (fg), sin dal 1999 e come presidente di Agorà, dal 2004, queste cose le ho scritte sin da allora, ma senza che nulla sia cambiato, anzi...
Se la classe politica, locale in primis, non si adopera per porre un argine a questo fenomeno, rischiamo di fare la fine di..Lazzaro...se non la stiamo già facendo...
E' in discussione al Parlamento la modifica per ridurre le aperture delle attività commerciali di tutte le domeniche e di molte festività, civili e religiose.
Spero che i nostri rappresentanti politici e di categoria, specie meridionali, si facciano carico di questa necessità

claudio cozzoli 30.06.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Agorà, dal 2004, queste cose le ho scritte sin da allora, ma senza che nulla sia cambiato, anzi...
Se la classe politica, locale in primis, non si adopera per porre un argine a questo fenomeno, rischiamo di fare la fine di..Lazzaro...se non la stiamo già facendo...
E' in discussione al Parlamento la modifica per ridurre le aperture delle attività commerciali di tutte le domeniche e di molte festività, civili e religiose.
Spero che i nostri rappresentanti politici e di categoria, specie meridionali, si facciano carico di questa necessità

claudio cozzoli 30.06.14 19:59| 
 |
Rispondi al commento

-Alcuni giorni fa ho postato qui un commento che (bontà vostra) ha preso qualche voto...

E riguardava le "BARUFFE CHIOZZOTTE" tra le due fazioni di cui si sa.

Era un invito a risolversele in privato le proprie diatribe personali.

E invece no...Avanti imperterriti fino alla morte.

A sto punto mi sono detto...

Aspe...se non posso vedere quello che mi piace...
mi faccio piacere quello che vedo...

E allora mi sono organizzato come Fantozzi davanti alla TV alla partita della Nazionale:

-Enorme frittata con patate

-Birra Gigante

-ed Erutto Libero!

Sono quindi risalito alle 'origini' della Baruffa Chiozzotta gentilmente offertaci da uno dei contendenti e mi sono convinto che esclusa l'italia dai mondiali valeva la pena di seguire il derby nostrano.

Quindi Cari Stirner, Silvanetta, Tinazzi e il resto delle due 'squadre' vi prego di CONTINUARE...

Siete troppo divertenti...

Ormai mi sono appassionato alla 'partita'
(gli scazzi tra troll's e 'tesserati' mi aveva già ampiamente sfrugugliato i coglioni...) e QUINDI VOGLIO VEDERE LE PROSSIME PUNTATE!

Continuate vi prego...farete contenti tanti aficionados del blog e 'incuriosi' dallo 'scazzo'.

Non aspettatevi di essere pure pagati per questo però eh!?...;)))

Con profonda stima per entrambi gli 'schieramenti' e in attesa delle prossime puntate...:))

Un caro saluto.

Dino Colombo.


Il processo descritto in questo post nella città di L'Aquila, a seguito del terremoto del 6.4.2009, ha subìto una accelerazione brutale, selvaggia, delinquenziale: un manipolo di spregiudicati imprenditori o ha fatto chiudere, o ha messo il cappio il collo a coloro che hanno avuto il coraggio ( o la pazzia) di proseguire le proprie attività in altra dislocazione ( centri commerciali). A questo si aggiunge via via un altro fenomeno: quei pochi privilegiati che sono riusciti a farsi riparare gli immobili in centro storico (che magari prima erano fatiscenti ed ora sono stati rimessi perfettamente a nuovo a spese dello stato) pretendono, per concederli in locazione ad uso commerciale o abitativo, cifre da capogiro. A fronte di questo sciacallaggio pluriaggravato e continuato, Governo, Comune, Regione, Provincia, Presidente della Repubblica e Magistratura non fanno altro che...un bel nulla. Evviva l'Italia! Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 30.06.14 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Pensate alla legge elettorale.......e le aziende chiudono!!!!....vai...vai.. vai da Renzi Di Maio, auguri!!....

victor 30.06.14 18:35| 
 |
Rispondi al commento

COME SI FA.
Invece di combattere i centri commerciali bisogna fare il contrario e farne aprire ancora di piu' creando una concorrenza talmente elevata che dovranno per forza rassegnarsi e chiudere per le troppe spese fisse elevate. Impossibile combatterle per il piccolo commerciante troppe ore , prezzi imbattibili, offerte , parcheggi gratuiti ecc...
Un ringraziamento vivissimo alla confcommercio che in tutti questi anni ha aiutato unicamente i commercianti a chiudere i battenti opponendosi in maniera blanda all'apertura di questi mostri commerciali.

alberto martini, noale Commentatore certificato 30.06.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Il modo di costruire e commerciare e` cambiato lentamente ma inesorabilmente, cambiando anche l'organizzazione sociale dei paesi.
I supermercati sono l'effetto non la causa.
Questa e` stata attivata dalla cecita` progettuale degli amministratori e della politica con la totale assenza di pianificazione finanziaria, economica e sociale dei paesi e in tal modo ha favorito e permesso il dilagare della globalizzazione.
L'effetto di appiattimento verso il basso, favorito dalla globalizzazione, ha soffocato tutti i piccoli produttori e commercianti e distrutto quel tessuto sociale che conoscevamo.

Italo Pelizzola Commentatore certificato 30.06.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Durante lo sviluppo economico ed industriale che seguì la seconda guerra mondiale, si ebbe, in tutta Europa una crescita numerica e sociale della "classe operaia" e quindi del suo peso politico specifico.
Per controbilanciare questo "peso" nulla fu trascurato per far crescere numericamente la piccola e media borghesia.
E quindi , tra le tante cose, si ebbe l'accortezza di limitare l'apertura dei Super-mercati ed Iper-mercati, che si sapeva benissimo, avrebbe rovinato tanti piccoli commercianti.
Collassato l'Impero Sovietico, dopo aver fatto macelleria sociale a danno della classe operaia, la "grande" borghesia ha deciso di sbarazzarsi anche dei suoi vecchi alleati piccolo borghesi, che in anni difficili hanno garantito "la tenuta democratica" del paese.
E quindi via a tutta forza con l'apertura dei Super-mercati ed Iper-mercati, che altrimenti si sarebbero aperti trenta anni prima.
E quindi lavoratori, piccola e media borghesia possono pure dissolversi in un "volgo che nome non ha" governato da una ristretta oligarchia di "illuminati" il che poi è sempre stata la filosofia politica della massoneria.

Torquato Apreda 30.06.14 17:17| 
 |
Rispondi al commento

All'amico di Lazzaro....si certo la sua descrizione è lo specchio di una realtà Nazionale...ma sovviene spontaneo chiederci...MA I PICCOLI COMMERCIANTI del Suo PAESE QUANTI DI LORO AVRAN PAGATO LE TASSE DOVUE SINO ALL'ULTIMA LIRA...? Opero nel commercio, e continuo a domandarmi il perchè alcune cose accadano...e chi ne sia il colpevole? Si certo lo sappiamo in primis la Politica, ma di fatto siamo noi che ce li abbiamo messi sino a pochi anni fa...Ma per ilr esto potrei affermare:>!Alla lunga, con le PARTITE IVA non dico i giovani costrettici per guadagnare uno straccio di stipendio, ma chi con lavori artigiani di case ce ne ha comprate 4 o 5 intestandole ai figli...un inervento di rubinetto fatto pagare 100 euro senza ricevuta come tanti servizi pubblicati dalle note Iene....Non cadiamo dal pero....Schierarsi con i Commercianti (ma se pagano parlando di Roma dai 5000 ai 15000 euro al mese di affitto......presumo che qualcosa gli entri...anche se spesso pagando il personale in ritardo o non pagandolo affatto il personale; costringendolo a vertenze, e ad attendere anni....!Su io mi schiererei con chi le paga le tasse...spesso a chiudere sono gli sprovveduti che pensando fosse un lavoro renumerativo e facile vita la enorme possibilità di vendere evadendo.....!Non facendo i conti con la realtà delle cose...oramai, nell'abbigliamento, e togliendo i nomi di prestigio il 70% del commercio è in mano ai Grossisti che acquistano a loro volta da produzioni oramai dal nome italico ma in salde mani cinesi....A differenza di produzioni Italiane con produzioni in Cina dedicate eslusivamente....Poi ci si meraviglia delle cineserie...Ma su per l'amor del cielo.La crescita abonerme della tassazione è salita di pari passo all'aumento del nero e noi lavoratori dipendenti a pagarne lo scotto...tanto chi evadeva prima lo fa anche poi POS O NON POS....Capisci a me


http://www.borghiautenticiditalia.it/assobai/files/eventi_bai/assemblea2009/rapporto-integrale.pdf


Caro Denisi, fa piacere leggerLa, ma non credo che la colpa sia solo dei supermercati. Legga questo rapporto e vedrà...cosa si diceva già nel 2009 del ns Comune
Mimmo Cilione

Mimmo Cilione 30.06.14 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la coop sei tu
chi può darti ....
chi può darti di più ?

marco r. Commentatore certificato 30.06.14 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Due uomini si scontrano frontalmente in un centro commerciale.

- “Mi scusi!” dice uno.

- “Scusi lei”, fa l’altro.

- “Ma dove sta andando in modo così affannato?”

- “Guardi, sto cercando mia moglie…”

- “Non mi dica! Anch’io sto cercando la mia”.

- “Ma pensi, e com’è sua moglie?”

- “Beh, mia moglie è alta 1 metro e 75, capelli rossi a caschetto con le punte rivolte verso il viso, due gambe perfette, un seno florido e alto, un sedere sodo. Ma, mi dica, e la sua com’è?”

- “Lasci stare… andiamo a cercare sua moglie!”

Saverio L., Italy Commentatore certificato 30.06.14 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La questione non è se i centri commerciali ci debbano essere o meno, è il criterio di come vengono aperti (nelle periferie delle città ne troviamo a iosa) e soprattutto senza vincoli: cioè se una catena di super vuole aprire un centro va bene ma alle condizioni di far entrare a canoni calmierati i negozi dei dintorni che rischiano la chiusura ed assumere personale locale a condizioni di mercato e non a tempo determinato.

roberto gabellini 30.06.14 15:20| 
 |
Rispondi al commento

GLI IPERMECATI SONO LA PEGGIORE CALAMITA' PIOMBATA SULLE TESTE DEGLI ITALIANI DALLA NASCITA DELL'ITALIA - VANNO CHIUSI - IN UN MODO O NELL'ALTRO , OPPURE NON SI SALVERA' NESSUNO

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 15:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fate come me : non andateci nei centri commerciali. Mai. Non entrateci proprio in quei postacci orridi. E non portateci i bambini! È diseducativo.

Rita L. Commentatore certificato 30.06.14 15:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

mò esco...ci si rilegge più tardi...:))


Oggi la politica è divenuta una RELIGIONE di stato. Non dobbiamo dimenticarci che la nostra democrazia è nata nell'antica Grecia, dove i ministri e il capo di stato si riunivano nell'agorà (al centro della piazza e sotto la luce del sole VERO) prendendo decisioni per la gente e affianco alla gente. No in totale semi-buio (come sono ora i parlamenti) e a porte chiuse celati agli occhi dei molti come fossero divinità dentro un tempio apollineo. Che poi tutto sono tranne che apollinei e raggianti! Lobbi quasi da venerare...Che solo a parlar di questo scempio politico per la strada, queste considerazioni pure e sincere passano quasi per bestemmia. Allora tutti ti invitano al silenzio, con bocche racchiuse e raccolte come sacchi di sabbia posti davanti al portone prima di una battaglia. Ma questo silenzio a chi serve VERAMENTE? A chi serve continuare a farci pilotare come marionette in mano a questa elitè (gladio) mistificatrice? Che manipola la Massa come il demiurgo con la sua argilla.L'unione tra terrorismo nero,mafia e massoneria ha creato questa sorta di nuova religione nascosta. Che guai a parlar male! Che ti ritrovi solo, senza lavoro. Essendo manipolatori, ti emarginano dalla società etichettandoti magari come matto!!! poichè troppo SCOMODO per i loro loschi affari. Purtroppo non ci accorgiamo di ciò, o meglio, non riusciamo a cogliere questa spregevole situazione perchè abbiamo l'idea più volte espressa di una democrazia vera. Guardiamo al'di là della siepe, non ci fermiamo di fronte all'apparenze, la democrazia che noi stiamo oggi vivendo non è niente altro che la maschera di una dittatura-oligarchica celata che quando apre il sipario entra in scena professando uguglianza e pace. Allora mi dico perchè abbiamo barattato l'essenza pura e vera delle cose, i campi di fieno in Luglio,i tramonti su lago in dicembre, la pasta fatta in casa della nonna, per un teatrino o circo mascherato che si fa chiamare sole che trama nel buio. Viviamo una regressione culturale

Alessandro morigi, Bracciano Commentatore certificato 30.06.14 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Com'è che se si risparmia così bene nei ipermercati siamo tutti più poveri ?
Andate a vedere le statistiche degli anni settanta e quelle di oggi sul commercio e l'artigianato e capirete perché
Cavolacci schiavizzati
Bello il liberalismo capitale !
I poveri sempre più affamati i ricchi ingozzati
E dulcis infundo la tassa occulta: LA PUBBLICITÀ
Un po' fa bene; si dice: è l'anima del commercio.
Però il troppo stroppia e lo paghiamo noi
Leggi calmierative? Non restrittive, perché dopo tutto è un servizio informativo, solo un po' più di controllo.

Rosa Anna. 30.06.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento

UN MESSAGGIO IMPORTANTE,, SPEGNETE LA TELEVISIONE,, RAI E MEDIASET VI BRUCIANO LE CELLULE CELEBRALI, SONO VENDITORI DI PESCE MARCIO,,

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 30.06.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento

L'EUROPA VA A CATAFASCIO PER COLPA DELL'EURO?

LA CAUSA?...

Semplice...basta chiedersi il solito "Qui Prodest"
per provare a darsene 'una' risposta.

Leggiamo:

"Si parla molto in questi giorni della "borsa iraniana del petrolio" che il governo iraniano avrebbe in programma di aprire per commerciare il petrolio iraniano IN EURO piuttosto che IN DOLLARI. Si dice che l'apertura di questa borsa potrebbe essere un "casus belli" sufficiente per gli Stati Uniti per attaccare l'Iran".
UGO BARDI 26 marzo 2014.

Ok...

Quindi visto che attaccare l'Iran potrebbe costare a 'oltreatlantico' un esborso attualmente ONEROSO visto che hanno già altre GUERRE IN ATTO...

Meglio distruggere L'EURO no?...

E con esso GLI EUROPEI...

"à la guerre comme à la guerre" si dice no?

E in una GUERRA...non si va molto per il sottile no?

Chi vince vince e chi MUORE MUORE...NO?

E siamo sicuri che il Juncker sia 'al servizio dell'Europa' e NON di QUALCHE ALTRO CONTINENTE???

JUNCKER HA MAI PARTECIPATO AL BILDERBERG?

E la Germania così economicamente forte...sicuri che non segua il detto "MORS VOSTRA VITA MEA" daccordo con 'oltreatlantico'???

Dino Colombo


Il problema e che a questi ultimi governi, specie quello in carica, del popolo e degli italiani , non gli interessa minimamente di come va a finire il suo presente e meno ancora del suo futuro, il solo obbiettivo è rubare il più possibile e assicurarsi per loro e per chi le sta attorno benessere e ricchezza per i prossimi trent'anni,,, nel frattempo lavoratori onesti si suicidano e altri vanno a rovistare nei cassonetti.. LA VECCHIA CASTA POLITICA LA DOBBIAMO MANDARE A CASA O CON LE BUONE O IN ALTRO MODO,,, SONO TUTTI COLLUSI E LADRI PROFESSIONISTI ,,

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 30.06.14 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda a chi è dentro al problema:
Perché negli scontrini rilasciati dai super mercati c'è la dicitura " scontrino non fiscale"?

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo parla di centri commerciali che fagocitano il piccolo commercio locale, ma sapete che in altri settori da 20 anni ormai il Nuovo Ordine Mondiale ha deciso di far chiudere aziende italiane in attivo o svenderle ai capitali stranieri senza che alcun politico battesse ciglio?
Le banche e i loro AD decidono se la metallurgia deve essere in mano ai tedeschi anzichè francesi e italiani o spagnoli. Le biciclette non devono più essere prodotte in italia ma solo assemblate dopo che la produzione è stata delocalizzata altrove.
Sono sempre state le banche e i loro vertici trattare queste compravendite, i centri commerciali sono solo l'ultimo anello della catena, forse il più visibile a tutti, ma chi ha lavorato negli ultimi 35 anni ha visto come sono cambiate in tutti i settori le politiche aziendali.
Questo a prescindere da crisi o meno , da produttività o meno.

carla g., Padova Commentatore certificato 30.06.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento

L'EUROPA COME UN GIOCATTOLO

La BCE continua a giocare con le economie dei popoli Europei ma soltanto un cieco non vede quello che sta accadendo.
I segnali di una deflazione galoppante ci sono tutti ma l'Europa si basa solo sui dati aggregati della media deflazionistica senza tener conto di quello che accade nei singoli paesi.
Grecia,Cipro,Slovenia e Portogallo sono in zona di inflazione negativa e per molte altre l'economia è completamente ferma.
L'Italia registra una inflazione al 3% ed i prezzi continuano a calare senza alcuna possibilità di invertire la tendenza.
L'FMI prevede l'affermazione della deflazione in tutto il continente Europeo ai primi di ottobre e si parla del 2017 come possibile anno per una ripresa inflazionistica.
Questo post è proprio la testimonianza della globalizzazione selvaggia che le politiche Europee hanno prodotto a danno di alcuni paesi avvantaggiandone altri.
Le economie locali,le più ricche,quelle con più contenuti culturali e più idonee al territorio sono state sostituite da diseconomie globalizzate che hanno distrutto l'intero tessuto sociale ed occupazionale del posto favorendo le multinazionali del cibo e dell'energia capitanate dalle banche e dai governi dell'Europa dei forti.
Alla faccia degli Stati Uniti d'Europa che Renzi in questi giorni va sbandierando,si è ormai creato un solco invalicabile tra il Nord e il Sud dell'Europa.
L'Italia con il fantomatico governo di Renzi,paradossalmente contribuisce alla distruzione dell'Europa del sud,sottoscrivendo tutte le politiche e le norme Europee che ci hanno trasformato nella Cenerentola del continente.
Dopo i danni che il Partito Democratico ha fatto alla nazione avallando le leggi più indecenti insieme alla destra, ora si appresta a guidare il semestre Europeo con un manipolo di fedelissimi ad un presidente non eletto da nessuno.
I danni che Mussolini fece all'Italia per le sue campagne sono tutt'ora incalcolabili e
gli Italiani per assecondarlo donarono allo stato tonnellate d'oro.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

grazie a chi pensa che Renzi sia il nuovo messia della politica italiana.


ecco la nuova tassa di renzi che colpisce noi commercianti ....introduzione del canone speciale della rai se hai un pc connesso ad internet!
ma siamo pazzi.....io lavoro mika guardo la tv

407 euro di canone rai!!!

solo in italia si ragiona al contrario...
perche' non mettono la scheda per vedere la rai, come fanno mediaset e sky.

carmine a., napoli Commentatore certificato 30.06.14 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi aggancio alla notizia Orsoni/magistratura riportata sul blog da un veneziano, chiedendomi se la magistratura aveva interesse incarcerare solo silvio come politico disonesto, oppure ha fatto in modo di far guadagnare ai suoi avvocati un ingente patrimonio?
Perchè l'unico effetto lampante sembra essere questo, 20 anni di laute fatture in spese legali a chi se le poteva permettere, mentre ad altri ladri e disonesti si lascia il trattamento di favore normalmente riservato alla casta sorella.

carla g., Padova Commentatore certificato 30.06.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alcuni giorni fa ho postato qui un commento che (bontà vostra) ha preso qualche voto...

E riguardava le "BARUFFE CHIOZZOTTE" tra le due fazioni di cui si sa.

Era un invito a risolversele in privato le proprie diatribe personali.

E invece no...Avanti imperterriti fino alla morte.

A sto punto mi sono detto...

Aspe...se non posso vedere quello che mi piace...
mi faccio piacere quello che vedo...

E allora mi sono organizzato come Fantozzi davanti alla TV alla partita della Nazionale:

-Enorme frittata con patate

-Birra Gigante

-Erutto Libero!

Sono quindi risalito alle 'origini' della Baruffa Chiozzotta gentilmente offertaci da uno dei contendenti e mi sono convinto che esclusa l'italia dai mondiali valeva la pena di seguire il derby nostrano.

Quindi Cari Stirner, Silvanetta, Tinazzi e il resto delle due 'squadre' vi prego di CONTINUARE...

Siete troppo divertenti...

Ormai mi sono appassionato alla 'partita'
( gli scazzi tra troll's e 'tesserati' mi aveva già ampiamente sfrugugliato i coglioni...) e QUINDI VOGLIO VEDERE LE PROSSIME PUNTATE!

Continuate vi prego...farete contenti tanti aficionados del blog e 'incuriosi' dallo 'scazzo'.

Non aspettatevi di essere pure pagati per questo però eh!?...;)))

Con profonda stima di entrambi gli 'schieramenti' e in attesa delle prossime puntate...

Un caro saluto da me.

Dino Colombo.

Ps: (continuate...non scherzo...;))....)


CHI NON COMPRENDE CHE L'EURO E' IL MALE CHE STA UCCIDENDO LA NOSTRA ECONOMIA E' COMPLICE DEGLI ASSASSINI!

L'ITALIA E' DESTINATA A DIVENIRE UN DESERTO ECONOMICO, COME LO DIVENNE IL MERIDIONE DOPO L'UNIFICAZIONE

BAGNAI E' L'UNICA VOCE DA ASCOLTARE E NOI L'ABBIAMO LASCIATO SOLO

marco ., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma,poi,in 'sti centri commerciali che radio c'hanno??

http://youtu.be/8CTmNfzUXQM

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON C'E' LIMITE ALLA MIOPIA DEI PARTITI E DI RENZI

alvise fossa 30.06.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

niente contro i cinesi salvo ad es i diritti umani, ma possibile che noi italiani abbiamo una classe politica di deficienti che riesce a comandare un intero popolo di pecore? non me lo so spiegare

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ed a compire l'opera,la notizia dei pagamenti con pos oltre le 30€... Un ulteriore aiuto alle banche che prenderanno le commissioni e gli affitti degli apparecchi-un incremento della produzione delle macchine pos da parte delle aziende controllate dalle lobby...I piccoli esercizi saranno costretti a sobbarcarsi anche queste spese (W gli 80€!!)ed il controllo sarà piu' capillare.Così si combatterà l'evasione dei poveracci che tentano di sopravvivere,mentre le evasioni da milioni di euro viaggiano sicure,come le banche che scompaiono!E mentre il popolo italico pensava a sventolare bandiere e suonare trombette ai mondiali,il cetriolo era bello che pronto ad essere inviato!!!Io (dopo 20 anni di lavoro)sono disoccupato e non ho il bancomat...e mai lo faro',visto che non potrei nemmeno.O si torna al baratto,oppure alle botte!Un saluto ai Compagni!!!!!Grazie!!!Ma tanto,finirà per tutti...Poi non potro' fare altro che darvi il Benvenuto nel MIO MONDO,con le sue regole...

bruno f. Commentatore certificato 30.06.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

...e queste macerie, questa macelleria sociale lo chiamano progresso

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 30.06.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento

nn è facile nn andare a comprare nei centri commerciali. La passeggiata, i prezzi migliori, i bimbi che sgambettano tra i carrelli, gli inciuci, le offerte vantaggiose, ecc ecc; stessa gente stessa infamia, come ovunque.
La vita continua ma nn per tutti.


Hedda Cacchioni 30.06.14 13:54| 
 |
Rispondi al commento

L’uomo moderno, esaltato dal progredire dei suoi poteri scientifici e tecnici,
ha costruito un sistema di produzione che rovina la natura e un tipo di società che mutila l’uomo

da “Piccolo è bello” di Ernst Friedrich Schumacher

http://dpsantateresadiriva.blogspot.it/p/piccolo-e-bello-epilogo.html

*__^

Daniela M. Commentatore certificato 30.06.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il principio su cui si basa il governo renzi è detto in poche parole, mandare l'italia a puttane, possibvilmente brutte come la finocchiaro o anche attraenti come la boschi nei boschetti, dimenticavo rosy bindi oops.

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

anche l'altro intelligentone di prodi mortadella aveva in passato portato in cina molti imprenditori,col risultato che oggi ci ritroviamo ,la imbecillità italiana trova il massimo fra le nostre piu' alte cariche dello stato. andate a fare in culo dementi.

stefano b., Castelfidardo Commentatore certificato 30.06.14 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che soltanto oggi abbiate scoperto l'acqua calda, l'agonia dei piccoli negozi ed artigiani è iniziata almeno un quarto di secolo fa. Ma siccome solo alla morte non c'è rimedio, perchè non iniziare col presentare qualche proposta di legge ad hoc da parte dei nostri eletti del M5S?

Giuseppe Paradiso 30.06.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo proprio sicuri che sia stata la grande distribuzione???
O è stata la miopia del popolo Italiano che non ha saputo guardare al di la del suo naso?
Tutta quella concentrazione di esercizi commerciali per 4000 abitanti non c'era nemmeno a Milano 20 anni fa!

Donato Tobi () Commentatore certificato 30.06.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

I centri commerciali sono il diavolo
I centri commerciali fanno concorrenza sleale
I centri commerciali sono quelli che corrompono
I centri commerciali hanno rovinato l'economia locale
I centri commerciali hanno fatto perdere posti di lavoro


Poi tutti in fila per l'ultimo I-Phone

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 30.06.14 13:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

la grande distribuzione ha portato via una grandissima quantità di posti di lavoro autonomi.

la soluzione sarebbe semplice, senza bisogno di leggi e alla portata di tutti: NON COMPRARE DALLA GRANDE DISTRUBUZIONE.
comprare di meno, eliminando tutte le futilità (che sono la maggior parte) e spendere il giusto nei negozi locali.
i vantaggi sono molteplici: più lavoro, meno consumismo, meno rifiuti, prodotti più genuini.

ma ovviamente il popolo ovino non è capace neanche di cose così semplici. come vede un volantino con uno sconticino o una novità inizia a belare e inizia la transumanza in massa al centro commerciale. non capiscono che quello sconticino lo ripaghiamo altrove con gli interessi (meno lavoro e a condizioni peggiori).

lignorante 30.06.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Parlando della Calabria il primo problema è la mafia, la chiusura delle attività economiche e l'apertura di centri commerciali (collusi?) sono gli effetti.
A una gravissima situazione di criminalità organizzata (organizzatissima anche ad alti livelli politici) si è aggiunta la situazione macroeconomica della globalizzazione con il libero mercato europeo che ha accentuato lo sbilanciamento commerciale che già avevano le regioni meridionali.

I centri commerciali in altre regioni non sono una cosa malvagia ma è evidente che la distribuzione va ripensata anche perchè non è vero che tali centri facciano prezzi più bassi dei vecchi negozi che vanno a sostituire:
il centro commerciale accentra le attività commerciali puntando sul fatto che chi si trova ad acquistare ad esempio alimentari sia invogliato ad acquistare anche altro grazie alla vicinanza (da questo non deriva direttamente alcuna modifica sui prezzi che dipendono sempre dalla domanda e dall'offerta).

Anche su scala nazionale l'occupazione sta continuando a peggiorare:
http://www.istat.it/it/charts/occupati/year/y/flashfc/width/800/height/640

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 13:36| 
 |
Rispondi al commento

ERA TROPPO BELLO PER ESSERE VERO! un magistrato ha rifiutato il patteggiamento al sindaco di Venezia che avrebbe consentito una pena ridotta ma certa ed immediata decidendo di rinviarlo a processo, ovvero, la quasi certa prescrizione perché sono trascorsi 5 anni da quando è stato commesso il reato

luciano p., mestre Commentatore certificato 30.06.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A s.francisco u.s.a stanno tornando indietro ( vedi commenti precedenti) dobbiamo bloccare le licenze per g.d.o e aiutare i piccoli negozi che pero' si devono specializzare anche con prodotti km.zero,riqualificare i mercati fissi,calmierare gli affitti agendo in cambio sulla fiscalita' e controllare fiscalmente tutti i grandi gruppi( e rivolto a chi dice che g.d.o vuol dire prezzi bassi,guardate che catturano tutte le entrate e pompano le uscite capisci a me,te credo che hanno prezzi bassi che poi e' pure confutabile perché per risparmiare su tutto ne devi girare tre,ha gia' ma la benzina magari e' gratis ,l'inquinamento di sicuro, ma comunque continuate a votare. Pd.f.italia,lega ops gia' loro non c'erano in questi anni vero tutto a loro insaputa,va be' vado a mettere in tavola un po' di riforme perché se no la Merkel non molla contenti piddini e berlusconini,....a per quelli che a ridatemi il voto che siete solo all'opposizione ma tenetevelo e va..fan..culoooooo

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 30.06.14 13:21| 
 |
Rispondi al commento

L’ondata di clandestini e profughi non si arresta. Dall’inizio del 2014 sono già oltre 60mila gli uomini.

E così, mentre il governo non prende provvedimenti seri e si bea delle misure tampone offerte da Bruxelles, un'altra tragedia annunciata torna a macchiare le acque del Mar Mediterraneo. Stipati in una parte angusta del barcone, una trentina di immigrati sono morti molto probabilmente per asfissia.

Quanto ai vivi...ci resteranno sul groppone mantenuti a vita. Così ha stabilito mammma Europa, che evidentemente, di clandestini non ne vuole più sapere.
Alla faccia della favoletta secondo la quale l'Italia sarebbe soltanto territorio di transito. Solo noi smaniamo dal desiderio di riempire strade e piazze di pusher, accattoni molesti e prostitute di colore.

mi dispiace per coloro che sono morti... ma anche per questa volta e' una tragedia che non ci riguarda... quello che ci riguarda e' il salasso continuo e che aumentera' per mantenere a vita tutta questa gente che non trovera' mai lavoro... quello che mi riguarda e' la mia gente che si suicida, quella che rimane senza lavoro e che sta precipitando nella miseria e che e' obbligata a fuggire dal suo paese per trovare lavoro per sopravvivere, quello che mi riguarda e' la delinquenza che aumentera' proporzionalmente, come l'aumento dello spaccio di droga, quello che mi riguarda sono la violenza e l'arroganza di questi clandestini che sono anche protetti da ipocriti sordidi al governo come la boldrini, kyenge ANTI ITALIANe in compagnia di renzi , sinistroidi e dei grillini ormai dichiaratamente ANTI ITALIANI

dei centri di accoglienza non me ne frega.. tanto sono solo "soldifici" delle coop e degli amici degli amici... inoltre stanno tentando di piazzare in casa degli anziani soli ... questi clandestini, con la scusa dell'aiuto in casa.
Non ci rendiamo conto dell'orrenda deriva che sta imboccando l'italia? questa non e' piu' solidarieta' da dare a chi e' in fuga, ma e' una vera e propria invasione pianificata

Gianmarco Paterno' Commentatore certificato 30.06.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che i centri commerciali siano l'occasione per il riciclaggio di denaro poco lecito e che servano per foraggiare certi politicanti locali è pur vero.
Molto spesso vengono rilasciate licenze in luoghi insalubri lontani dai centri,così ti obbligano ad andare con un mezzo,mentre prima avevi il negozietto sottocasa.
Prima nel negozietto avevi due collaboratori(familiari) e con il guadagno coprivi le spese e te ne avanzava.
Ricordo che nella mia città con la crisi politica(licenziamento dei Comunisti)molte famiglie si trovarono nell'impossibilità di far fronte alle spese di sostentamento.
Ebbene se non fosse stato per moltissimi commercianti che vendevano a credito,molte famiglie si sarebbero trovate in estrema difficoltà.
Andate adesso nei centri commerciale a vedere se vi fanno credito,anzi dovete pagare in contanti o con carta.
Infine gli addetti nei centri commerciali,con contratti capestro,sono inferiori agli addetti dei negozi che hanno chiuso.
Infine dietro questi centri ci sono.... si loro i politici con i loro partiti!

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nelle nazioni nordeuropee quelle più virtuose per intenderci , il rapporto numerico tra i centri commerciali ed i piccoli negozianti nelle cittadine qual'è ? ...funzionano ?..o no ?
E se si..... come mai ?..dov'è che si differenziano da noi ?
Copiare ..è così difficile ?

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 30.06.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Luxuria scatena la rissa coi maghrebini
Parolacce, insulti e minacce al Pigneto. Scoppia la rissa sotto casa dell'ex parlamentare che inveisce contro i pusher. Quindici maghrebini dispersi dalla polizia

Luxuria è perfettamente coerente col pensiero comunista. Non devono spacciare sotto casa sua. Ma più in la sì.
Stupenda questa polizia, invece di arrestarli, li ha costretti ad andare a spacciare altrove.

Gianmarco Paterno' Commentatore certificato 30.06.14 13:10| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è miopia , è combutta ! I politici guadagnano anche su questo : permessi e concessioni vengono rilasciati a chi paga profumatamente , le multinazionali, mentre i bottegai sono schiantati dalle tasse e chi si costruisce una casetta viene condannato penalmente ! A chi ci governa interessa solo intascare mazzettone di banconote da mandare nei paradisi fiscali , scandali a ripetizione escono giornalmente alla ribalta per cadere presto nell'oblio deciso da chi comanda , avete sentito o visto notizie del mose , dell'expo , del md paschi e di tanto altro ? Giornali e tv sono piene solo del mostro di Mapello e dei mondiali . Il popolo continua ad aver fiducia in Renzi o a subire i grandi brogli con noncuranza , compra prodotti cinesi aumentando la già enorme disoccupazione . I clandestini , ormai milioni , vengono scaricati a migliaia nei nostri porti e soccorsi premurosamente prima di scappare dai centri e andare a ingrossare le fila dell'esercito dei vu cumprà , dei piccoli delinquenti , degli spacciatori e lenoni . Questo è quello che vogliamo ?! Perchè gli spagnoli li accolgono con pallottole di gomma e i greci con nodosi bastoni , per non parlare degli australiani che li prendono a cannonate! In tutto il mondo i clandestini vengono contrastati , da noi no ! Questo maledetto buonismo ha causato la morte dei 20.000 - 30.000 morti annegati che costellano i fondali del mare tra noi e il nordafrica , che se ci fossimo comportati secondo la legge , come tutti gli altri Paesi , ora sarebbero vivi ! Altra cosa sono i rifugiati politici che vanno accolti dopo i necessari accertamenti . Tante , troppe , tutte le cose non vanno ! Non è difficile pronosticare tempi molto bui ! A noi non resta che aspettare il crollo del Paese che , purtroppo , avverrà in tempi rapidi ! Che ne dite di organizzare il giorno dei marò ? La data della loro cattura dovrebbe essere il giorno in cui , ogni anno , si manifesti per la loro liberazione .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 30.06.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI E TUTTI I SUOI AMICI LADRI, LADRONI, CORROTTI, CORRUTTORI, EVASORI FISCALI E MAFIOSI HANNO RUBATO A QUATTRO MANI ED HANNO LETTERALMENTE DISTRUTTO L’ITALIA!!!
ORA DEVONO RESTITUIRE TUTTO I MALLOPPO CON GLI INTERESSI E POI DEVONO PAGARE TUTTI I DANNI CHE HANNO CAUSATO!!!
POI DEVONO ESSERE PROCESSATI PER DIRETTISSIMA E BUTTATI IN GALERA PER TUTTA LA VITA COME SI MERITANO.
INFINE SE VOGLIAMO TOGLIERCELI D’ATTORNO IN MODO DEFINITIVO FACCIAMO UNA LEGGE AD PERSONAM E LI CONDANNIAMO TUTTI A MORTE MEDIANTE IMPICCAGIONE!!!
SOLO COSI’ POSSIAMO SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE!!!
GRAZIE E CORDIALI SALUTI.

Franco Rinaldin 30.06.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non concordo
quelli che oggi sono i "centri commerciali" non sono altro che i grandi mercati che dall'antica roma ci sono sempre stati (e che erano all'aperto o con tende)
il problema è che oggi questi iper mercati invece che contenere produttori italiani negozi italiani contengono ormai solo multinazionali olandesi svizzere americane che spacciano pomodori di plastica carne industriale burri di arachidi idrogenati e schifezze analoghe...

cosa è parmalat oggi?
cosa è sperlari oggi?

multinazionali francesi svedesi che controllano ed inseriscono a suon di milioni di euro il loro marchio negli spazi che dovrebbero invece essere destinati ai produttori italiani...

emilio v., ekaterinburg Commentatore certificato 30.06.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Una sola cosa da fare: I S C R I V E R S I A L M O V I M E N T O e votare on-line.
Un abbraccio gente meravigliosa.

daniele 30.06.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento

@Rosa Anna

Mi sembra che io ho usato toni pacati e civili, e argomenti validi. Ma se devo essere offeso e mandato a quel paese da chi è contro i centri commerciali perchè aveva una piccola attività, va bene, ma anche io guardo al mio orticello. La mia compagna lavora in un centro commerciale, e non viene per nulla sfruttata o sottopagata anche se deve lavorare qualche domenica(e meno male), e comunque insieme riusciamo a mandare avanti con sacrifici la famiglia. Ma se questa è anche la linea del M5S e dei suoi attivisti,cosa devo dirvi, beh auguri, avete un elettore in meno, anzi due.

MaxP 30.06.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CESSATA ATTIVITÀ?! si prega rivolgersi al glorioso 41% votante pidduino e ai restanti votanti il pedonanomafioso, Amen!

pillolo 30.06.14 12:57| 
 |
Rispondi al commento

O.T. ma non troppo.

I 3 setacci di Socrate


Nell’antica Grecia Socrate aveva una grande reputazione di saggezza.

Un giorno venne qualcuno a trovare il grande filosofo, e gli disse:
“Sai cosa ho appena sentito sul tuo amico?”

“Un momento“, rispose Socrate, “Prima che me lo racconti, vorrei farti un test, quello dei tre setacci.”
“I tre setacci?”

“Sì“, continuò Socrate. “Prima di raccontare ogni cosa sugli altri, è bene prendere il tempo di filtrare ciò che si vorrebbe dire. Io lo chiamo il test dei tre setacci. Il primo setaccio è la verità. Hai verificato se quello che mi dirai è VERO?”
“No… ne ho solo sentito parlare.”

“Molto bene. Quindi non sai se è la verità. Continuiamo col secondo setaccio, quello della bontà. Quello che vuoi dirmi sul mio amico, è qualcosa di BUONO?”
“Ah no, al contrario!”

“Dunque“, continuò Socrate, “vuoi raccontarmi brutte cose su di lui e non sei nemmeno certo che siano vere. Forse puoi ancora passare il test, rimane il terzo setaccio, quello dell’utilità. È UTILE che io sappia cosa avrebbe fatto questo amico?”
“No, davvero.”

“Allora“, concluse Socrate, “se ciò che volevi raccontarmi non è né vero, né buono, né utile, io preferisco non saperlo; e consiglio a te di dimenticarlo.“

Lucio Lupo 30.06.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non e' prevista alcuna manovra correttiva ma entro autunno bisogna trovare i soldi per coprire le casse ingrazioni.
queste le parole del ministro .

bene e se invece incominciate ad evitare di concedere cassa integrazione a multinazionali che hanno utili altissimi e mandano in cassa i dipendenti solo per poter aumentare ancora i profitti? Potrebbe essere una prima soluzione, tenendo conto che spesso questi colossi pagano pure le tasse nei paesi d'origine e non in Italia!

che ci sta dietro queste cose?

ema dell (ema dell) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Va fan ..... C.....
MaxP
Mia madre aveva un negozietto di generi alimentari
L'utile era fra 0,0 del pane e il 1% o il 2% fra salumi e formaggi. Qualcosina in più su caffè ed altro
E i prodotti erano acquistati o direttamente dal produttore
Vedi Galbani, Ferrero ed altri o da un grossista ed il rapporto ai costi odierni erano inferiori al 30%
Vai a controllare ! In media c'era un negozio ogni 100 abitanti e non c'erano imballaggi. Niente sprechi, niente veniva buttato nella spazzatura. Queste cose già dette dozzine di volte. E sopratutto non c'era la cresta delle banche. Va fa ...c.....
Si c'erano già la rinascente. La caudano. L'upim la standa
Erano però un altra cosa. Produzioni italiane di qualità
E a prezzi inferiori delle porcherie di oggi
E chissà perché allora eravamo quinti nel mondo.

Va fa .......c.....

Rosa Anna. 30.06.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande distribuzione:
1. sfruttamento dei produttori;
2. sfruttamento dei dipendenti;
3. maggior margine di lucro;
4. più "magna-magna" per i soliti noti;
5. maggiori possibilità di riciclaggio;
6. distruzione dell'economia locale;
7. più merda sulle nostre tavole!

Roberto Russo 30.06.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

E c'e gente che ha il coraggio di chiamare tutto questo progresso.
Rivoglio la società pre-capitalistica.

Alberto B., Roma Commentatore certificato 30.06.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Da leggere per chiarisi le idee:

"La rete è un megafono che amplifica tanto il meglio quanto il peggio degli individui. Può essere poesia e feccia al contempo, informazione e disinformazione, solidarietà e cinismo.
“Uscite da questo blog”
“Gomblotto! Kasta! W Krillo! Aiuto, le scie chimiche!” (n.d.a. tipica parodia del pentastellato che gira in rete)
“Grillo e Casaleggio massoni che guadagnano dal M5S”
“Il vostro leader è un assassino”
“Non avete fatto un cazzo sino ad ora”
"Siete come tutti, la scelta migliore è l'astensione"

Da un anno uno tsunami si è abbattuto sugli Italiani, scompaginando migliaia di rapporti umani. Inedite trincee sono state innalzate, battaglie un tempo impensabili sono deflagrate per tutta l’Italia: figli contro padri, mezze mele contro mezze mele, amici contro altri amici. Il merito fondamentale del M5S è stato quello di costringere tutti, ma proprio tutti, a gettare la maschera ed a rivelarsi per quello che sono. Il colpo più grande l'hanno subìto gli elettori di centro-sinistra (me in primis), i quali si sono sempre opposti agli oltraggi berlusconiani dando il proprio voto a forze di opposizione che in realtà non hanno mai fatto opposizione. Il M5S ha costretto a schierarsi, non contro un partito, ma contro un sistema partitico perverso. Chi non ha voluto prendere atto della complicità della sinistra alle malefatte della destra ha dovuto gettare la maschera e mostrarsi per quello che è: uno di destra che si dice di sinistra. "

Post non mio, continua su:

http://hybris-joshua.blogspot.it/2014/05/chi-e-contro-il-m5s-i-tipi-umani-degli.html#sthash.Qm72oBsX.dpbs

Lucio Lupo 30.06.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si [ri]discute di cose concrete e importanti.
Il pensiero unico dominante non mettera’ mai in discussione la grande distribuzione, asse portante dello sviluppo (?!) economico dell’ultimo ventennio.
Il consumismo si fonda sui centri commerciali e sul libero scambio di merci, senza regole ovviamente e quindi senza possibilita’ di competere salvaguadando diritti fondamentali come sanita’ pubblica, pensioni, cassa malattia, etc.
Alcune idee:
- ricostruiamo un rapporto diretto fra chi produce e chi compra attraverso i GAS,
- lottiamo contro i privilegi fiscali delle Corporations che si sono fatte fare le leggi a loro uso e consumo e contro le quali e’ impossibile competere,
- imponiamo regole di welfare nei trattati commerciali per poter competere ad armi pari,
- battiamoci per la limitazione della libera circolazione dei capitali che dettano legge piu’ dei parlamenti nazionali e per lo smantellamento delle grandi banche (still too big to fail…),
- lasciamo l’euro al piu’ presto e rifiutiamo di sottostare a leggi demenziali come quella del pareggio di bilancio.
Riprendiamoci il nostro futuro!

Alberto G., London Commentatore certificato 30.06.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fa piacere che qualcuno ne parli e lo ponga come un cancro che sta necrotizzando il territorio italiano: aspirano liquidita' che va verso altri impieghi; uccidono le vecchie aree urbane; impoveriscono progressivamente ampi settori immobiliari.

terenzio eleuteri 30.06.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Urge istituire la fiscalità monetaria con il prelievo percentuale sui valori monetari posseduti da ciascuno. Di conseguenza l'eliminazione dell'attuale sistema di tassazione che si scarica sui prezzi a svantaggio dei poveri. Con la fiscalità monetaria è possibile istituire il reddito di cittadinanza universale e realizzare concretamente la redistribuzione delle ricchezze come mai si è potuto immaginare di fare.

Giusy Romano Commentatore certificato 30.06.14 12:26| 
 |
Rispondi al commento

pijeno piede si i supermercati....nella zona de roma per esempio, i mercati rionali sò distrutti. Ma è un disegno de vecchia data....

luis p., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boh Bah‎Blog
34 min ·

Qualcuno di voi che segue Salvo Mandarà ha visto per caso di questa faccenda gravissima che sta accadendo in questi giorni...

Liberate Sandro! Storia di un abuso. TSO immotivato = violenza
Facebook: https://www.facebook.com/salvatore.mandara Twitter: https://twitter.com/SalvoMandara Google +: https://plus.google.com/u/0/111146936947002443221/po...

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 30.06.14 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo modello di sviluppo derivante dalle metropoli americane, Sta distruggendo l'economia e la bellezza delle nostre città. Si nota sopratutto nei piccoli centri del sud ma è un problema in tutte le città.Non c'è un progetto urbanistico a misura d'uomo e aumentano il degrado urbanistico e sociale. Sono le "cattedrali" del dio denaro e della speculazione.Non avrei mai immaginato che sarebbe accaduto questo. Tuttavia, credo che sia la strada più semplice e veloce per consentire il necessario sviluppo dell'economia e del commercio.Tra qualche hanno cadranno a pezzi, speriamo che per quella data i nostri governanti progetteranno un piano di sviluppo e di dismissione e di valorizzazione delle città in cui la "misura umana" sia al primo posto.

Daniela x. Commentatore certificato 30.06.14 12:25| 
 |
Rispondi al commento

"Renzi non c'è tempo da perdere e tanto da fare. Noi siamo pronti. Incontriamoci giovedì per la legge elettorale."


(appena pubblicato su facebook da Di Maio)

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa vuoi restituire milioni di euro a uno stato pre-fallimentare, avrei fatto atti immanentemente politici consorzi, cooperative, un voto una testa cose di un altro mondo

P.S. 30.06.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

pietro denisi, semplicemente fantastico

francesco sommavilla 30.06.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Lo Schettino del ns governo punta dritto sugli scogli distratto dalla Moldava europea che lo circuisce.
E talmente corta la visione politica di questo individuo, pari a quella che lo hanno votato, che anche un bambino potrebbe prevedere il tragico naufragio che ci aspetta.
Chi puo' si munisca di salvagente o paraculo.

spuseta 30.06.14 12:21| 
 |
Rispondi al commento

dalla padella alla brace, prima i negozietti ti spellavano e adesso i supermercati,invece uno stato che sia dei cittadini i prezzi li controlla,poi io non capisco,ma le botteghe perchè non fanno cooperative,ossia comperano tutte assieme, cioè invece del supermercato resta la bottega,ma viene gestita come un supermercato,insomma siamo cretini e basta

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E ve ne siete accorti solamente ora !
Sono trent'anni che si fa così
Sono trent'anni che lo dico e tutti mi deridono
Va fan... C........

Rosa Anna. 30.06.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.....tt ció e successo ovunque.....in tt Italia......noi ne avevamo due di negozietti....mio suocero uno.....mio papà un agenzia di pratiche automobilistiche....tt chiuso...VORREI SAPERE IN TT ITALIA QUANTI SIAMO.......tt persone che lavoravano e basta senza chiedere nulla a nessuno......ovviamente dopo trenta anni di lavoro lavoro lavoro nn abbiamo più nulla.. grazie ai nostri governi che nn hanno mai pensato...hanno solo mangiato!!!! L'impatto psicologico di tt questo......sulla mia grande famiglia....ve lo racconteró un'altra volta

Rossana Simone 30.06.14 12:13| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Base✩✩✩✩✩!!!

@ Saverio...
Ma se prendi canale "Fine Living" (canale 49 mia zona)
c'è una passerella di 'street foods' da mattina a sera
per ogni angolo degli Stati Uniti & del mondo.
Perchè qui siamo costretti a finire sempre
con la solita catastrofe?
Ah sì, siamo divisi in partiti, regioni, province,
territori, CAMPANILI!!! Ecc., ecc...

Saludos.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo con i politici che abbiamo e finchè non li fermiamo e dovremmo farlo velocemente!,al sud ove le potenzialità ci sono e anche molte! si deve lavorare su strade per i collegamenti commerciali così da incentivare gli investitori italiani o stranieri.

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 30.06.14 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Smettetela e state sereni.

I problemi di questo paese si risolvono tutti con l'Italicum ed il nuovo senato.

NESSUN GIORNALISTA DEL CAZZO CHE ABBIA IL CORAGGIO DI DIRE: CHE CAZZO CE NE FACCIAMO SE LA GENTE MUORE DI FAME DI QUESTE RIFORME??????

Ale 69 Commentatore certificato 30.06.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

C'è da averne timore e rabbia a pensare che personaggi squallidi e ambigui per non DIRE CRIMINALI COME JUNCKER
possano avere poteri sull' Italia e su l'europa , CHI È INVISCHIATO E COMPROMESSO COME LUI CON LE BANCHE CENTRALI E I PARADISI FISCALI È UN DESPOTA E DITTATORE CHE UTILIZZA LA FINANZA PER DOMINARE NAZIONI INTERE. È un mio timore che costoro non potremmo fermarli solo attravarso la via politica , queste sono persone CHE STANNO ORGANIZZANDO ESERCITI SOVRANNAZIONALI COME IL CORPO DI POLIZIA EUROPEO, CHE AVRÀ POTERE ILLIMITATO.
VORREI CHE DA QUESTO BLOG PARTISSERO INIZIATIVE ATTE AD ORGANIZZARE A LIVELLO EUROPEO MANIFESTAZIONI DI PIAZZA CONTRO LO STRAPOTERE DI QUESTA TIRANNIDE BANCARIA .
IO NON DIMENTICO E HO SEMPRE IN MENTE COSA HANNO PERMESSO CONTRO IL POPOLO GRECO , NOI SIAMO SULLA VIA GRECA......A ME NON STA BENE E A VOI ?

frank pit Commentatore certificato 30.06.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Altri migranti morti, sembra per asfissia.

marina s. 30.06.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io avendo a disposizione tutti quei milioni di euro di rimborso, mi sarei messo in proprio, magari in forma cooperativa, dato lavoro in settori high tech, creato marchi nuovi, fatto concorrenza ai più forti, la libertà passa attraverso l'indipendenza economica e finanziaria

P.S. 30.06.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Smettetela con questa lotta contro i centri commerciali, e per le chiusure imposte di Domenica con la presunta convinzione di poter ri-equilibrare il mercato con i piccoli rivenditori e piccoli commercianti. E' una stupidata perchè oggi è tutto basato sui volumi di merce in entrata ed in uscita, sulle offerte e sulla convenienza grazie alla grande distribuzione,cosa che dal dopo guerra fino agli anni novanta con i negozi che applicavano il 300% di guadagno non esisteva,e ti credo che ci campavano 2 o 3 famiglie su una sola attività.Ma se si pensa che il male assoluto è il centro commerciale che vende la mortadella ad 1 € all'etto mentre la piccola salumeria la stessa la vende a 2,50, beh vi sbagliate perchè nessuno andrà a comprarla a quel prezzo, visto anche la crisi ed è naturale che prima o poi chiuderà.Forse dimenticate che c'è gente che porta avanti famiglie lavorando da dipendente nei centri commerciali ed i turni sono pensati ed incastrati perfettamente per far lavorare tutti i dipendenti con l'orario previsto da legge compresa la domenica e se ad esempio viene imposta la chiusura di domenica qualcuno o perde il lavoro o lavora 6 ore in meno e percepisce minor stipendio, ed i negozi nei centri commerciali come pizzerie,pub,rosticcerie,pasticcerie etc che fanno il maggior volume di incasso durante il sabato e soprattuto la domenica cosa fanno chiudono durante il giorno di maggior incasso? Siete impazziti.Se qualcuno viene sottopagato o sfruttato oltre il dovuto orario di lavoro, mi dispiace ma è colpa dei titolari e proprietari che non sono onesti. Ma ci sono per certo centri commerciali con dipendenti pagati secondo i contratti ed orari previsti dalla legge. Mi dispiace continuate con questa lotta contro i centri commerciali e perderete voti come M5S nonostante la profonda sintonia di valori ed intenti.Ma se uno deve scegliere tra il mandare avanti la famiglia e sputare nel piatto dove mangia, sicuramente sceglie la prima opzione.

MaxP 30.06.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo e' vero , San Francisco e' l'unica grande citta' degli USA dove non hanno fatto aprire un wallmart , e questo e' quanto dire
wallmart e' la piu' grande catena di distribuzione degli USA con 1.200.000 impiegati , e avete letto bene 1Milione e 200Mila, praticamente e' presente ovunque , tranne che a San Francisco

BASTA ACCORDI CON IL PD DI MATTEORENZI E VERDINI , RIDATEMI IL MIO VOTO, NON DOVEVATE MAI SEDERVI AD UN TAVOLO CON IL PCI PDS DS PD PARTITO DI DELINQUENTI E DI MIGNOTTE

RIDATEMI IL MIO VOTO

antonio amitrano (tonyamitrano), roma Commentatore certificato 30.06.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendo spunto da un commento di Giuseppe d. ad una mia considerazione che comunque i supermercati sono gli unici che adesso danno lavoro.
Secondo uno studio, Giuseppe dice, che i supermercati dovrebbero assumere il triplo e pagare il triplo i lavoratori per tutti gli sgravi fiscali che hanno.
Il problema è che se è assodato che viviamo in una giungla, vige e vale la legge del più forte e quindi per diventare più forti ed essere più competitivi i piccoli commercianti dovrebbero imparare a consorziarsi.
Anto b.

antonella g., cremona Commentatore certificato 30.06.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei sbagliare, ma ricordo un documentario in cui si diceva che a S.Francisco(mi pare) per risolvere il problema, hanno fatto una legge che permette, a chi vuole aprire un attività, di aprire solo piccoli negozi.
Non riesco a trovare niente in rete, qualcuno ne sa qualcosa?

Saverio L., Italy Commentatore certificato 30.06.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Semplicemente: le realtà di 15 anni fa non sono quelle di oggi. Il capitale è sempre più concentrato e marginalizza sempre di più fino all'esclusione. Concorrenza? No, oligarchia economica.

marina s. 30.06.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Musica?

http://www.youtube.com/watch?v=sCQpycvSF24

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

ANATOCISMO:Vedete che ha combinato il boyscout di Licio Gelli????
Il ritorno dell'anatocismo è una seria minaccia per il credito delle aziende: perché aumenterebbe gioco-forza il costo del denaro chiesto in banca e già concesso con il contagocce. Gli interessi sugli interessi, inseriti a sorpresa in un provvedimento del governo, appesantirebbero un comparto, quello della liquidità per le imprese, dove i tassi arrivano già oggi al 24%. Forse non basta alle banche??".

Per quanto riguarda le imprese, l'anatocismo agisce principalmente su due tipi di finanziamenti bancari: le aperture di credito in conto corrente e gli scoperti senza affidamento. Secondo le rilevazioni del Centro studi di Unimpresa, realizzate su dati della Banca d'Italia, si interviene in un settore dove gli interessi sfiorano il 24% e già gravano pesantemente sui conti delle aziende. Per le aperture di credito in conto corrente, i tassi di interesse applicati dagli istituti sono, in media, dell'11,61% (arrivano al 18,51%) per importi fino a 5mila euro e del 10,20% (arrivano al 16,75%) per importi superiori a 5mila euro. Per quanto riguarda gli scoperti senza affidamento, i tassi medi sono del 15,88% (arrivano al 23,85%) per importi fino a 1.500 euro e del 15,09% (arrivano al 23,86%) per importi oltre 1.500 euro.

Che dire???A voi largo sentenza.

Salvatore 30.06.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Per salvare il Popolo Italiano.Chi ha governato il paese negli ultimi decenni merita di morire politicamente.

V L. Commentatore certificato 30.06.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog

il problema descritto ne post e' comune ormai a tutte le zone d'italia. Anche le grandi citta' ne sono toccate e non solo i piccoli centri. Da me i negozi chiudono alla velocita' della luce, non si riesce piu' a stare dentro nei costi, tra affitto del locale, tasse, spese varie e clienti che mancano non si riesce a continuare. Sopravvivono magari i negozi di alta moda, le firme, che possono ocntare magari su una clientela straniera ma sono eccezioni. I piccoli artigiani, i piccoli commercianti chiudono bottega e non e' giusto, non hanno alcuna tutela. L'acquirente medio cerca il prodotto ad un prezzo inferiore e questo e' offerto dai centri commerciali che hanno vantaggi fiscali per permettere di vendere quasi a prezzo di costo, quiandi ancora una volta e' lo stato che non tutela il piccolo commerciante ma i colossi. Per non parlare dei cinesi che ci hanno letteralmente invaso e che fa Renzi? Va in Cina per sbocchi commerciali. Se un'azienda va all'estero ad investire e' perche' ha convenienze che qui in italia non ha, ma se un'azienda chiude qui per trasferirsi lascia a piedi un sacco di dipendenti e allora? Puoi produrre tutto quello che vuoi all'estero a basso costo, riportarlo in italia ma se qui non girano piu' soldi perche' sono tutti disoccupati mi spiegate a chi cavololo vendete? Abbassare i costi in Italia e far lavorare tutti e' cosi complicato?


Dove, come e quando scoccherà la scintilla che illuminerà la via???

Il perchè lo sappiamo già.

Temp Esta , venexia Commentatore certificato 30.06.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento

10 FULGIDE STELLE PER IL M5S

Per salvare questa Italia litigiosa e in se divisa, dispersa su troppe costose e disorganiche Istituzioni, impostata su una sterile e fallimentare COSTITUZIONE nata da compromessi post bellici, sono essenziali queste riforme strutturali (Su YOUTUBE => http://youtu.be/wgwphzfgus8)

1. Sospendere la “Costituzione”, per poi riformarla adeguatamente in senso europeo.

2. Istituire la «Repubblica Presidenziale», bilanciando organicamente i poteri dello Stato.
Concedere al parlamento, che ha una visione particolare dello Stato, solo il potere di Veto, che consente di respingere le leggi governative, ma non di approvarle.

3. Ripristinare la pena di morte per omicidio premeditato, quale atto di massima giustizia.

4. Rivalutare la Monarchia permanente invece della Presidenza politica temporale, per consolidare così l’unità dello Stato, stabilizzare la politica interna e internazionale, richiamare i capitali e gli investimenti, favorire sensibilmente il turismo:
- Montecarlo è lo Stato più avanzato del mondo, con la migliore economia, perché ha un Principe governatore permanente, e non un Presidente a termine.
- Il Regno Unito richiama i capitali e il turismo perché ha la Monarchia permanente, e non un Presidente che dura qualche anno, altrimenti sarebbe solo una insignificante isola, interessante solo per la lingua.

5. Modernizzare lo Stato, accorpando le Regioni su 3 sole macro Regioni, senza le amministrazioni locali: gli attuali sistemi informatici consentono di eliminare le amministrazioni pubbliche, con notevoli risparmi per la spesa statale.

6. Trattenere il 70% della tassazione in ognuna delle 3 Macro Regioni.

7. Limitare sensibilmente i costi improduttivi dello Stato.

8. Razionalizzare i livelli retributivi di tutti i pubblici dipendenti.

9. Allineare la tassazione italiana a quella degli Stati dell’Unione Europea.

10. Sostenere solidamente le aziende sane che producono lavoro con le relative scuole professionali e tecniche.

Gianfranco S., Reggio Emilia Commentatore certificato 30.06.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER VICERE UN GUERRA SI DEVE COMBATTERE NOI INVECE MORIAMO NEL SILENZIO PIU' TOTALE DOVE NON BASTANO PIU' LE PAROLE CI VUOLE UNA SANA RIVOLUZIONE CISARANNO VITTIME SI' MA CERTAMENTE CHI AVRA' LA FORTUNA DI RIMANERE POTRA' VIVERE DEGNAMENTE...POPOLO ITALIANA SAPPIATE "QUI O SI FA L'ITALIA O SI MUORE"...DECIDETE MA IN FRETTA TEMPO NON NE ABBIAMO PIU'.....

MARIO DI MAURO 30.06.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

E'IL SISTEMA CHE SI STA APPLICANDO SU TUTTO

La grande distribuzione è solo lo specchio di quello che sta accadendo ad ogni livello.
Interi distretti demoliti a scapito di 2/3 grosse aziende che producono per tutti, pagando miseri stipendi a eserciti di interinali.Operai specializzati costretti a mendicare uno stipendio inferiore a quello percepito in precedenza, per poter comprare il pane alla famiglia. Zone industriali ridotte a spettrali cimiteri, così come succede per i centri storici, con serrande abbassate o con attività rilevate dai Cinesi.
Grandi società controllano e si spartiscono il mercato, così come si vuol fare con i cittadini, grandi partiti controllano tutto e detengono il potere, le "riforme" che si sta tentando di imporre condurranno a questo, una Supercasta che avrà in mano il paese per i prossimi decenni!
Non c'è alternativa,o si accetta il tutto, come sembra dalle ultime elezioni, o si fugge, o ci si ribella!

Gianni B. 30.06.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Base✩✩✩✩✩!!!

Desidero gettare due sassi nello stagno
(sperando non arrivi uno stagno-nami).

1) il negozietto artigianale di sartoria cinese sotto casa
non chiude e i prezzi praticati sono la metà
della sarta italiana lì vicina!

2) nel mondo ci sono grandi città dove una corsa di taxì
costa come il biglietto di un autobus; il tutto
perfettamente legale & sfruttato dai cittadini!

Così, tanto per ricordare.

Saludos.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

guarda o' Macs quant'e bello
spira tanto pentimentooooooo

http://www.youtube.com/watch?v=ls7iNWTlAEs


fammeeeeeeeeeeeeee campaaaaa!

gigi solinas (geppetto2) Commentatore certificato 30.06.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICAZIONE

_ interna: Prtavoce - base
_ esterna: M5S - cittadinanza

Vi pare adeguata?

La mia opinione, che vale quel che vale, è che con il Blog non stiamo interagendo in maniera adeguata,
sia a livello interno che a livello esterno.

Un Post-monologo, meramente commentato, senza possibilità di un efficace e costruttivo interscambio,
- serve forse da indirizzo per i Portavoce ?
- serve forse ad informare adeguatamente i cittadini?

Ho visto sul Blog diversi sondaggi, troverei utile farne
- uno su l’utilizzo di una Piattaforma Liquida
- e uno su l’utilizzo (come/dove/quando) del mezzo Televisivo

Mi fate sapere ?

Buongiorno bloggaroli!

^__^

Daniela M. Commentatore certificato 30.06.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici !pienamente d'accordo su quello che dite. Ma cosa possiamo fare ? Niente ! Una gran parte di questo popolo idiota ha votato per queste menti incompetenti ... e allora che se li tengano !

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 30.06.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


o.t.3

per tutti e per nessuno!!

ma son gli altri ad essere cialtroni o tu a non saper leggere?

""Ti chiedo, ma non solo a te, se puoi favorirmi per leggere le offese di MAX STIRNER a Silvanetta(in quale post a quale ora)Poiché queste non l'ho lette e, visto che sembra siano importanti, vorrei comprendere.""

questo, ha chiesto il folchi!

non altro!

!

chetelochiedoafaredivergognarti?dovrestiavereunacoscienza! 30.06.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo analizza una parte delle cause dello sfascio del Sud ed, in particolare, di Calabria e parte della Campania, ove le responsabilità, a mio avviso, sono in buona parte riconducibili agli atteggiamenti delle popolazioni locali.

Alcuni anni fa sono stato in Calabria per una vacanza all'insegna del mare e della Bici da corsa, di cui sono appasionato.

Primo Giorno: Vado in macchina a fare Pesca subacquea nei pressi del porto di Schiavonea, ritorno: vetro sfasciato dell'auto e furto di tutto cio' che c'era all'interno.

Secondo Giorno: Esco in bici in direzione della Sila e lungo il percorso nei pressi di Corigliano Calabro vengo accerchiato da un branco di cani randagi che mi costringono a fuggire precipitosamente e rinunciare al mio giro verso la Sila, Evidente segnaledi assenza di un minimo di controllo da parte delle istituzioni comunali preposte al randagismo.

Terzo Giorno: Riprovo a prendere la Bici e stavolta non incontro i cani ma mi fermo ad un bar per un caffè, entro, al bancone non c'è nessuno, c'è solo quello che ritengo un avventore, seduto al tavolo a leggere un quotidiano. Aspetto pazientemente convinto che il titolare sia impegnato nel retrobottega. Dopo 5 minuti (reali!!!) il tipo che era intendo a leggere, avendo forse finito l'articolo, mi chiede, anche un po infastidito, cosa volevo... Allucinante.

4 giorno: Non c'è stato ho caricato fidanzata bici nell'auto con il vetro rotto e sono andato in Emilia Romagna.

Sono passati un po di anni e da allora non sono tornato piu' in Calabria e credo che non ci tornero se rimango in Italia vado ino Salento, Sicilia, sardegna, Romagna, Trentino.

Ora amici Calabresi credete veramente che sia solo colpa delle istituzioni e dei supermercati?

NICOLA 30.06.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Adesso si lamentano che ristoranti ed alberghi in Italia siano più cari del10% in media, al solito considerali sfruttatori, avidi ed evasori!
Avviene che, semplicemente, gli esercenti sono costretti a scaricare sui clienti le enormi tasse dirette, indirette, costi del lavoro, burocratici, di questo sciagurato paese, e ciò vale per ogni settore produttivo.
Direi che, al netto delle tasse, i nostri esercenti sono più virtuosi dei loro fortunati concorrenti!
Secondo le mafie politiche, sindacali e giornalistiche e religiose, l'unico lavoro virtuoso è quello pubblico, in pratica, non sentire il costo della crisi tanto c'è qualcun'altro che lo sente due volte, restando spesso schiacciato.
Ecco l'Italia!

ettore a. 30.06.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza dazi e senza regole non ci salviamo.
Qui se non si torna e in fretta alla moneta e alla sovranità legislativa dobbiamo dire addio alla costituzione, al diritto al lavoro, alla libertà d'impresa, alla sanità e alla scuola, che non si potranno reggere più.

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento

"Chi è contro il M5S? I tipi umani degli anti-grillini"

http://hybris-joshua.blogspot.it/2014/05/chi-e-contro-il-m5s-i-tipi-umani-degli.html#sthash.4OGRLjbl.dpbs

Angela S. Commentatore certificato 30.06.14 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i settori dei commercianti sono in sofferenza. Vedi i benzinai. Mio padre benzianaio per tutta la vita di una stazione di servizi piuttosto grande riusciva a dare lavoro a dieci persone, si coprò due case, poi passata l'attività a mio fratello cambiato la società e la direzione passata ai figli dei vecchi capi, cambiate le politiche e inziato uno strozzinaggio selvaggio del settore, che ha visto tutti i piccoli chioschetti di erogazine sparire, perchè non si può sopravvivere con una percentuale sulla vendita di sola benzina ridicola e agendo come una banca per la società che lavora con i soldi del benzinaio che anticipa tutto e la società risarcisce con moooolta calma (un anno e mezzo due anni dopo) soprattutto gli sconti sulla benzina e gli extra. Risultato,i profitti azzerati. Così, dopo 57 anni di gestione, la mia famiglia è stata tagliata fuori e rimpiazzata da un' altro che non si rende ancora conto del guaio nel quale si è andato ad infilare e che solo e senza dipendenti gestisce quello che una volta dava da mangiare a dieci famiglie. Ora mio fatello padre di famiglia di tre figli una volta dirigente, è disoccupato e sarà fortunato se trova lavoro saltuario, come muratore o cameriere.

Patrizia P., Roma Commentatore certificato 30.06.14 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Lavorando nella zona di cui trattasi, non posso che essere d'accordo con il post., ma credo che, "volutamente" si è tralasciato il fatto che la predetta zona, "il melitese", di cui Lazzaro (RC) fa parte, è intrisa di 'ndrangheta... Credo che ogni altra parola sia superflua per spiegare cosa succeda qui....

Antonello Romanella 30.06.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissà perché questo fenomeno delle cineserie nessuno l'ha analizzato in profondità..il perché^^chi ci guadagna^^^chi ci rimette???se pensiamo che i cinesi finanziano i crediti degli studenti americani per svariati zeri ma almeno gli states gli fanno pagare dazi doganali salatissimi..invece da noi?? come per qualsiasi cosa, tutti sono i benvenuti a spese di Pantalone...che sarebbe io e voi!!! siamo rovinati...nemmeno tra 50 anni ne vedremo la luce in fondo al tunnel...dobbiamo dire grazie al 40% di fessi che hanno seguito il pifferaio magico...io non l'ho mai votato ne lui ne il pd, ma mi ritrovo a pagare la crisi e gli errori di quei fessi nonostante che non abbi colpa...e ancora ce la cantano e ce la suonano??? povero popolo illuso e infinocchiato per benino...vi sta bene e ora zitti senza lamentarvi...meritate la miseria + nera!!!

susy b., Forte dei Marmi Commentatore certificato 30.06.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento

La cosa grave è che non solo i politici rubano (quello lo hanno fatto sempre), ma oramai da vent'anni quando sono arrivati i governi tecnici, stanno massacrando il sistema produttivo italiano.
E' sparita prima la grande industria, la meccanica, la chimica ec. Poi sempre più la media industria (ad esempio chi operava nell'edilizia, produzione di mattoni etc...via tutto), ora il cerchio sta attanagliando con tasse e concorrenza sleale i piccoli artigiani, le piccole imprese e il commercio.
Qui se non ci ribellimao tempo dieci anni avremo sanità e scuola privatizzate (perchè il debito senza sistema produttivo schizza verso l'alto) e nessuna possibilità concreta di impeigo se non dalle multinazionali.
Qua bisogna inziare ad impiccare tutti, da Amato ,a Ciampi, a prodi ect.
Lo dobbiamo fare per i nostri figli, come dice qualcuno...

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento

La solidarietà è totale e incondizionata! Xche' è il paese intero che continua ad annegare nel mare della politica....una politica avida, marcia e sprovvista di scrupoli! Che tristezza!

diana scapin, dianathebest@libero.it Commentatore certificato 30.06.14 11:05| 
 |
Rispondi al commento

caro amico hai tutta la mia solidarietà e comprensione...
io stesso spero di vendere casa prima possibile, dopo chiudo tutto e me ne vado in qualche altro paese. qui al massimo puoi fare lo schiavo ed io non ho più la voglia di mantenere milioni di fannulloni (quando non corrotti, mafiosi, pezzi di merda in genere).

Forrest Gump Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me si mischiano insieme concetti diversi e alla fine si fa confusione. Qui al nord la piccola distribuzione è piena di difetti: poco fornita, poco professionale, poco competente, e spesso fanno pure i furbi e non di rado sono maleducati e pigri.
Se non c'è valore aggiunto è ovvio che si sparisce.
Chi è professionale qui a Torino tiene botta.
Certamente rimepirsi di roba cinese è un danno ma qui da noi i venditori ambulanti e il piccolo dettaglio sono pieni di cineserie anche di più dei centri commerciali. Anche perché la merce artigianale italiana ha prezzi fuori dalla portata (vedi il caso delle scarpe).
Infine diversamente dai piccoli commercianti i supermercati versano tutta l'IVA e pagano tutte le tasse.
Un vantaggio non da poco per uno stato affamato di soldi.
Ancora una volta non si capisce chi sia Pietro Denisi (niente di personale ci mancherebbe) e come ha fatto a farsi pubblicare davanti milioni di lettori un post. Piacerebbe anche a me poterci provare ogni tanto.

Enrico Tronville (bighenry), Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella mia zona da qualche anno ha aperto un outlet grandissimo,un investimento immane per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e per i moltissimi locali,tutti di grandissimo metraggio,e rifiniti nei minimi particolari.La cosa strana è che durante la settimana tutte queste attività sono pressoché deserte e si animano nel fine settimana e continuano ad essere aperte.I vantaggi per il territorio sono molto pochi in quanto la forza lavoro proviene da altre parti(fornita direttamente dai proprietari delle attività commerciali)gli utili della struttura non vengono reinvestiti nella zona ma non si sa dove.Di certo il risultato è stato quello di far chiudere o danneggiare seriamente le attività commerciali che tradizionalmente ed in gestione familiare erano sul territorio,privando i nostri paesini dei pochi servizi che erano sopravvissuti.Si assiste al fiorire di super o ipermercati,spesso di dubbia gestione, che puntualmente ogni due o tre anni falliscono e riaprono con altri nomi.Ora io mi chiedo :da dove vengono questi capitali così cospicui,dove vengono reinvestiti gli utili,perché vengono stravolti i piani regolatori consentendo la realizzazione di costruzioni mostruose,come possono sopravvivere tutte quelle famiglie che vivevano del piccolo commercio e che ridistribuivano i loro proventi sul territorio?Penso che il Movimento deve intervenire al più presto !!!!

Fabio Del Bufalo, Montopoli Di Sabina Commentatore certificato 30.06.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Quando si costruisce una casa , si parte dalle fondamenta ; la moneta unica è uno strumento accessorio , di cui si poteva ,e si può benissimo , farne a meno....e già questo , la dice lunga sulla motivazione di questa scelta scellerata !....non vi è cooperazione tra i paesi aderenti "vedi problema immigrazione " , e non ultimo , il gravoso problema della disoccupazione, "dagli idioti ,definita giovanile ", mentre,è notorio , che questa realtà , colpisce tutti a 360° . Noi Italiani , abbiamo eletto ben 73 deputati, che aggiunti a quelli degli altri paesi,....si raggiunge quota 751 "deputati "....un vero esercito!!...ognuno dei quali, con lingua ,usi e costumi tra loro diversi ; fino ad oggi, tutto ciò, si è chiamato Europa !....ma la vera definizione è ,e rimane....BABILONIA!!!!!!!

roberto gentile 30.06.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma chist'è Diabbolik-nick: spruzzer, solchi, gretto, madia s., che è di Beri (Puglia), infatti è vakent (di scervell) yuhuhuhuh (*|*)

gigi solinas (geppetto2) Commentatore certificato 30.06.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

b.giorno!,
anch'io scrivo da un Paese della Toscana, comune di Cerreto Guidi. Fino a 20 anni fa ricco di imprese medio-piccole, artigiani, piccoli industriali, commercianti. Benessere diffuso, tutti con la propria casa più o meno bella, basso tasso di disoccupazione. La situazione oggi è totalmente cambiata. Dalle decine di calzifici e calzaturifici, solo 2 o 3 sopravvissuti. La popolazione è cambiata, le case ormai invase da cinesi in modo prevalente, che fregandosene delle norme che impediscono di produrre calzature o tessile, in ambienti sicuri ed a norma, e senza alcuna tutela del lavoro e dei diritti dei lavoratori continuano ad invadere il nostro territorio sotto gli occhi delle autorità che permettono tutto questo. Non posso pensare che sotto non ci sia una volontà politica affinché tutto questo accada e non riesco a comprendere fino in fondo quale sia il disegno. Confido solo in gente come quella del M5, perché l'attuale governo sta gettando ogni giorno che passa il nostro popolo, quello che ha costruito l'italia col sudore della fronte, sempre più in basso. Beppe aiutateci voi!!

Maura C. 30.06.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Staff, evitate di pubblicare post stupidi come questo. La grande distribuzione è una realtà sempre più presente nel panorama italiano e sarà sempre più presente. Ci vanno di mezzo i piccoli negozi? cambino mestiere. Non siamo più agli anni 50 dove si comperava quello che necessitava per il giorno. La GD ha portato vantaggi e svantaggi ma sono più i vantaggi checchè qualque ottuso amministratore non concede i permessi per aprire supermercati. Girate l'Europa e vedrete che di bottegucce non nè esistono più. Pensiamo in grande, invece di rimanere arrocati ad un tempo che fu.

Roland Eagle () Commentatore certificato 30.06.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi può dovrebbe tornare ad acquistare dai piccoli commercianti o andare direttamente dagli agricoltori.
Nelle grandi città bisognerebbe creare delle reti solidali, tipo i gas.
Non c'è altra soluzione.
Il movimento però potrebbe proporre qualcosa per fermare questo cancro del sistema.
Chi lo ha voluto? chi lo ha appoggiato?
Una volta c'erano delle leggi regionali contro l'insediamento di ipermercati e catene. Ora sono in ogni piccola provincia oltre che nelle metropoli da vent'anni. Chi ha fatto saltare le leggi e quanto è stato pagato per farlo?
Bisognerebbe indagare.

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Tutto era già noto a chi sapeva:

https://www.youtube.com/watch?v=mofHP1laOvc

guardatelo tutto fino alla fine.

Saverio L., Italy Commentatore certificato 30.06.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento

renzi dice che il debito pubblico si può sostenere tanto l'italia ha un gran patrimonio immobiliare pubblico da svendere e privato da massacrare di tasse. Stanno distruggendo i risparmi degli italiani ed il patrimonio dell'italia per continuare a rubare, a gustarsi i loro privilegi mai messi in discussione, a godersi le tangenti mai recuperate come mai è stato recuperato il maggior profitto derivante alle imprese corruttrici dalle migliori condizioni ricevute grazie alla corruzione. Se pure in primo grado arriva una condanna, dopo in appello si risolve tutto oppure grazie ad amnistie, condoni ed indulti ( vedi i 90 miliardi di euro di evasione delle slot machine dove molti politici erano invischiati anche per ripulire le tangenti ridotti poi a 500 milioni di euro, la duecentesima parte, senza alcun motivo, una prepotenza contro i cittadini, un provvedimento secondo me incostituzionale nella ragione, nella logica e nel merito che ruba ai poveri per dare ai ricchi grazie anche al PD oltre che al PDL ). Questo stato è debole e generoso con i ricchi e potenti e forte e tirannico con i poveri ed i deboli.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 30.06.14 10:49| 
 |
Rispondi al commento

CHI E' CHE SPECIALMENTE NEI GIORNI DI PIOGGIA RIEMPIE I CENTRI COMMERCIALI COME GREGGI DI PECORE AL PASCOLO? NOI CHE SIAMO SEMPRE LA CAUSA DEI NOSTRI MALI!

nives b. Commentatore certificato 30.06.14 10:48| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno.
la denuncia è collettiva, stessa cosa da me: piccolo centro in provincia di roma , stesse percentuali in proporzione, due negozi su tre hanno chiuso. Uno sta per chiudere.... purtroppo va avanti il lavoro in nero degli immigrati, sottopagati, sfruttati e poi il NULLA!!!!!!!!!
mi sembra una situazione quasi scontata, quasi non ci sarebbe bisogno di dirlo. ed è questa la cosa brutta, che siamo abituati a guardare questa situazione e a non scandalizzarci ..... brutta situazione, triste.

alessandra c., roma Commentatore certificato 30.06.14 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Piccola rivoluzione pacifica contro la grande distribuzione:

1. Compra il latte crudo (costa di meno, ha una migliore qualità)
2. Compra le uova fresche in macelleria o direttamente dal contadino.
3. Frutta e verdura al mercato. Ancora meglio se potete farvi un piccolo orto. I funghi possono essere anche coltivati in casa.
4. Compra la carne locale in macelleria, attenzione alla provenienza.
5. Compra il pesce locale in pescheria o meglio al mercato del pesce (attenzione alla provenienza)
6. Compra l'olio extra vergine direttamente in frantoio.
7. Compra il vino direttamente in cantina.
8. Detersivi: vanno comprati quelli alla spina portando il vuoto.
9. Formaggi: meglio al piccolo caseificio locale.

A che serve andare al supermercato?

Uno dei vantaggi di vivere in un paese del sud è proprio di avere tutta questa ricchezza a portata di mano.
Gli italiani sono diventati pigri…vanno la domenica all'ipermercato.
E' tempo di cambiare. Se lo facessero tutti sarebbe una grande rivoluzione.

Carlo C. 30.06.14 10:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, voglio parlarti del caso di Marcello Di Finizio (La Voce della Luna su fb)
https://www.facebook.com/lavoce.dellaluna.14?fref=ts

Ha bisogno immediato di sostegno, del nostro sostegno! Da decine di giorni sta rischiando ora dopo ora la vita appollaiato sulla cima della gru "URSUS" a Trieste. E' disperato perchè sta perdendo tutto, ma non vuole perdere la dignità, ed è disposto a morire per questo. Ti prego di fare qualcosa per lui, visto che politici e media lo stanno completamente ignorando! Dimostriamo a lui, alla sua famiglia, ai suoi amici che non è solo,che il Movimento è al suo fianco in questa lotta per la vita, la giustizia e la dignità! Grazie!

MANUELA S., ROMA Commentatore certificato 30.06.14 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Pietro,l'Italia oramai è tutta uno schifo.
La sua distuzione è stata programmata sistematicamente da una classe politica corrotta e dal menefreghismo di tanti cittadini!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato 30.06.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNO CONTROLLA GLI IPERMERCATI, gli stipendi e le condizioni dei loro impiegati, se sono in regola o no e se i loro stipendi sono regolari. Le verifiche le fanno ai piccoli esercizi, quelli che ancora comprano italiano e vendono italiano, che sono territoriali e favoriscono l'economia del territorio, che pagano tasse e contributi. Gli ipermercati spesso sono in mano a lobbies o peggio associazioni criminali con prestanomi che fanno da parafulmini e se vanno male saltano e non pagano nessuno tanto i bancarottieri in italia la fanno sempre franca. I politici li hanno favoriti consentendogli di costruire ovunque i loro centri e regalandogli licenze e cambiamenti di destinazione dei terreni spesso comprati come terreni agricoli e grazie a tangenti ritrasformati distruggendo il territorio e la produzione artigianale locale visto che comprano quasi tutto fuori dall'italia. Questo anche ad una normativa che ha favorito le lobbies che importavano od addirittura aprivano stabilimenti in cina, india ecc. ecc. dove la parola sindacato non esiste e nemmeno i diritti dei lavoratori. Poi hanno tartassato di tasse ed adempimenti i piccoli imprenditori mentre alle grandi imprese ed alle imprese criminali come quelle campane e cinesi di prato dove i lavoratori erano schiavi nessun controllo, nessuna verifica. PERCHE' ? Minacce o tangenti ? La gente onesta deve riprendersi l'Italia e liberarsi delle lobbies, dei politici corrotti e degli alti funzionari e cariche dello stato corrotti. Il paese deve essere ripulito o non ce la faremo. Le tasse aumentano ed il debito pubblico sale lo stesso come la disoccupazione. Vogliono un paese dove pochissimi indisturbati lobbisti criminali hanno potere e denaro ed il resto fa la fame.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 30.06.14 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui siamo a Lodi. I negozi non dico che fanno fatica, ma che si stanno facendo il mazzo vero per sopravvivere e tutto ricade poi sulla massa che finisce col rivolgersi ai supermercati Dopo l'avvento tanti anni fa dei supermercati, ad oggi la situazione è un po' cambiata. Così oltre alla chiusura di tanti negozi ora tocca anche ai supermercati che nonostante si facciano fasulla pubblicità, si nota ad occhio come lavorino molto meno, e al contempo i prezzi ai consumatori crescono. Si finisce così nei Discount, che da un po' hanno iniziato ad immettere prodotti validi addirittura di concorrenza alle grandi marche (se non a volte meglio) sia nel costo che nella qualità. E quando anche quelli dovessero chiudere per troppe tasse-pizzo, cosa accadrebbe?

Che dire? E' un'escalation sociale mal guidata che non permette uno sviluppo positivo, ma anzi lo deteriora per lucro di pochi, quei soliti pochi.

3mendo 30.06.14 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Lo sostengo da anni.

I centri commerciali sono la rovina di questo paese.

Ma soprattutto, i coglioni che ci vanno!

Buon Lunedì!

Ale 69 Commentatore certificato 30.06.14 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo vivendo tutti di soli risparmi, quando saranno finiti ( presto! ), saremo costretti a non pagare piu' alcuna tassa, le tasse la pagheranno solo i dipendenti statali con le quali pagheranno i loro stipendi, fino a quando?

spuseta 30.06.14 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Far parte di un G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) è oggi l'alternativa a questo sistema, per tornare ad un'economia più giusta e a una ridistribuzione della ricchezza oggi sempre più concentrata nelle mani di pochissime persone.
In Italia 2.5000.000 di persone, numero in forte crescita, acquistano oggi abitualmente con i G.A.S.
Il link per chi non conoscesse questa realtà: http://www.retegas.org
Noi al supermercato non ci andiamo quasi più. Ognuno faccia la sua parte!


E' una sofferenza leggere certe cose, però non ce la si può prendere con i Supermercati che sono gli unici al momento che danno del lavoro.
Il commercio in una situazione di crisi così drammatica è purtroppo il primo a soccombere per mancanza di liquidità perchè non sono solo i negozi che chiudono, sono fermi i lavori dell'edilizia pubblica, e quando l'edilizia si ferma è un guaio, tanti lavori socialmente utili sono praticamente spariti; in una situazione di simile stagnazione è lo Stato che dovrebbe sopperire ma al momento sono solo interessati all'immunità del senato...
Se non ci convinciamo che bisogna ritornare in piazza non caveremo ragno dal buco.
saluti
Anto b.

antonella g., cremona Commentatore certificato 30.06.14 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso il nostro compito è di cacciare via questi miserabili politici da strapazzo con le buone o le cattive devono andarsene via.

raoul romano Commentatore certificato 30.06.14 10:26| 
 |
Rispondi al commento

La verità che c'è nelle parole di questo articolo non vale solo per il paesino di Lazzaro ma, per ogni paese della gran parte delle regioni del sud Italia, spopolate, impoverite, dissanguate; costrette a vivere a traino (senza più un loro modello economico sostenibile)e per anni, secondo uno stile economico dettato da una "politica sopra le righe". L'Italia è una e non si deve dividere, giusto! Ora il Sud, da 150 anni a rimosrchio dell'Italia, passerà ad area regionale periferica di un'Europa, che non sogna nemmeno (se non altro a livello d'istruzione) che cosa sia. Ha perso l'identità, completamente, sin da quando il Mediterraneo, da centro del mondo è diventato centro di miseria e di sofferenze da immigrazione.

cricetoit 30.06.14 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non era uscita la notizia che qualche gruppo proprietario di catene di supermercati è controllato dalla comorra?

Eugenia B. Commentatore certificato 30.06.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo riposto perche' mi sembra che sia stato fatto sparire:

"ma allora sei mona!
il 75% degli italioti ha votato dei lazzaroni a cui TU ora dovresti
rivolgere tali richieste:
l'opposizione può solo opporsi."

----------------------

e tu sei mona a voler insistere a fare l'opposizione.

gia' il solo fatto che il m5s non si fa vedere nei programmi televisivi e'
male, perche' in questo modo si nega un altro tipo di informazione alla
gente, informazione ch deovebbe essere concentata (dal m5s) sul proporrre
le soluzioni, non ululati logorroici.

invece si sta sempre li' col naso infilato nella merda, a contarla e a pesarla.

soluzioni, non cazzeggi.

la gente non e' idiota e capisce quello che e' bene e quello che e' male.
solo che gli mancano le alternative, cosi' si isolano in una sorta di lotta
per la sopravvivenza che gli fa fare delle scelte egoistiche.

il m5s non vuole rappresentare l'alternativa e continua il cazzeggio del
tanto meglio tanto peggio, del 51% o niente, dei ragli marinettiani e anarcoidi alla farage?

si taccia di trollismo chi "pretende" che il m5s si interessi "concretamente" (senza cioe' limitarsi a un'inutile "indigna") dei dati riportati dalla corte dei conti?

se e' cosi', il m5s ha perso se stesso e sarebbe meglio che esaurisca il suo ciclo per permettere che le energie che ha inglobato trovino un
movimento che possa rappresentarle veramente.

a meno che non abbia completamente cambiato pelle, mettendo i reali problemi italiani in fondo alla lista delle priorita', allora ok, stiamo
parlando di altro e casomai sono io che non avevo capito cosa il m5s e' realmente.

e se e' cosi', me ne vado con tanto piacere.

naturalmente e' beppe che deve fare chiarezza, esporre le sue priorita'. lo deve a me e ai tanti che lo apprezzano perche' pensano che e' li'
non per fare lingua in bocca con farage o cazzeggiare sulla "triplice", ma per portare la voce e le pretes edelle persone oneste in parlamento.

le soluzioni sono semplici e fattibili

carlo 30.06.14 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La grande distribuzione ha ammazzato la concorrenza e ci hanno fatto credere che fosse il bene, quelli che consentivano prezzi più bassi!!!!! Sì, peccato che siamo tutti quando va bene magazzinieri a due soldi e i guadagni vanno ai vertici, quattro gatti delle multinazionali.
Per ogni grande ipermercato che vende mobili fatti chissà dove chiudono una miriade di artigiani e rivenditori, una volta c'erano rivenditori di legname e falegnami con piccole industrie. Decimati in quindici anni.Italiani! Gente che pagava le tasse e dava lavoro vero!
E poi ci dicono che bisogna puntare sul lusso, sulla "nicchia di mercato"!!!! Ma come si fa a darci a bere queste cretinate?
la verità è che i colossi impongono prezzi che distruggono tutto, dall'agricoltura all'industria, è un ricatto dovuto alla posizione.
La legge dovrebbe tutelare la libera concorrenza, che non significa piantare su centri commerciali ogni venti metri con le stesse insegne, tutte catene dalle profumerie, agli ipermercati, alle gioiellerie, all'ottico che ti desertificano artigiani e commercianti.
Così non si può più andare avanti, dietro a queste fioriture c'è la volontà poliica di distruggere il tessuto produttivo italiano!
Capisco che c'è gente che ci lavora, ma forse dovremmo tutti ricominciare a tornare al negozio di quartiere, al contadino che produce o saremo parte di questo sistema infernale che detta legge e impone prezzi da schiavitù per esempio agli agricoltori. Non va bene, non c'è etica!!

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dicevo giorni fà?? Ah, ora ricordo:

"ARRIVERANNO CINÉSI CON BASTONI INFUOCATI".

Auguri.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stessa situazione a La Spezia...stesso andazzo.
Questi stanno suicidando l'Italia,faremo ancora a tempo a rimediare o è troppo tardi?
Confermo situazione riferita sotto da calogero!
Ma qua il Sindaco pensa a rifare(pardon a rovinare) piazza Verdi,che gliene frega,dopo tutto è all'ultimo mandato!

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

capisco che tanti chiudono ma io che ho chiesto il microcredito mi stanno chiedendo tanti di quei documenti che non vedo la differenza con le banche anche perchè credevo ci fosse un tasso favorevole ed invece mi chiedono il 6% e l'agevolazione dove stà

Maurizio Di Fiore 30.06.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento

io sono carrozziere mia moglie a un negozio di alimentari tutti e due viviamo in un paesino di la spezia precisamente val graveglia io 10 anni fa ero il cosidetto ceto medio mi potevo permettere di vivere bene ora faccio la fame grazie italia

calogero b., la spezia Commentatore certificato 30.06.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di Gianni Lannes


Dal 1943 (esattamente dallo sbarco in Sicilia concordato dagli invasori con la mafia italo-americana) l'Italia è una colonia a stelle e strisce. Ecco l'ultima grave prevaricazione. Il governo nordamericano, da tempo ha ufficialmente ammesso che il MUOS è un'arma di guerra. Eppure il governicchio Renzi continua a mentire spudoratamente, come nel caso del ministro Alfano.

Sul sito dell'ambasciata USA in Italia si legge espressamente che il Muos è uno strumento bellico:

“14 febbraio 2013 -- Il MUOS è il programma di comunicazione satellitare a banda stretta di nuova generazione del Dipartimento della Difesa creato per sostenere le operazioni militari USA e NATO in tutto il mondo”.

http://italian.italy.usembassy.gov/eventi/documento-informativo-installazione-muos.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=MUOS

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 30.06.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento

per le imprese un pò di cianuro, scusate, anatocismo:
leggiamo e riflettiamo.
http://clericetti.blogautore.repubblica.it/2014/06/29/renzi-cambia-verso-allanatocismo-lo-reintroduce/?ref=HREC1-16

francesco mangiameli, pedara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento

I Centri Commerciali e i grandi Stores non sono realtà casuali: sono stati anch'essi gli strumenti che Germania e USA hanno utilizzato - insieme all'EURO - per allineare i mercati.

Un tempo sarebbe stato impensabile che i prodotti tedeschi e americani potessero aggredire i mercati dell'Europa Latina e questo a causa dei prezzi incomparabilmente più alti dei loro prodotti rispetto a quelli autoctoni, per cui le loro esportazioni erano pesantemente limitate.
La combinazione della moneta unica con l'invasione dei nuovi mercati da parte dei colossi dell'economia di scala, ha fatto sì che venisse prima cancellata la microconcorrenza locale, lasciando poi a questi centri il compito di 'fare il prezzo'. Difatti nelle filiali di tutto il mondo dei maggiori brand per la vendita al pubblico di prodotti vari, i prezzi sono trasversalmente uguali, che il Centro Commerciale si trovi a Berlino piuttosto che a Cracowia.

Mark Fresca 30.06.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Per non parlare della Lombardia ....peggio di una bomba atomica. ......i centri commerciali sono il diavolo. .....

roberto ., milano Commentatore certificato 30.06.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento

E' la descrizione di quello che è avvenuto un po' dappertutto, con la novità, dalle mie parti, che ora stanno fallendo anche i centri commerciali medio/grandi, perchè ormai la gente è costretta a comprare solo il minimo indispensabile.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 10:04| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' ANCHE IL M5S CONTINUA A TACERE?

Da oltre 40 anni, le Coop Rosse sono la più grande associazione a delinquere, che opera sul territorio nazionale.
In tutti gli appalti concessi nel centro/nord, ed in quelli più importanti del centro/sud, le Coop. Rosse hanno sempre avuto la fetta più grossa.

Il sistema di corruzione che ha permesso la loro egemonia, è stato creato dal PCI/PDS/DS/PD, ma si è potuto sviluppare indisturbato, grazie alle coperture che la magistratura (la più corrotta e potente delle caste) gli ha garantito.

Visto quanto emerso recentemente, perché i Parlamentari del M5S non chiedono per loro il DASPO a vita , accompagnato dalla revoca di tutti i benefici fiscali, che da sempre lo Stato gli ha riconosciuto.

p. s.

Se le Procure competenti per la TAV, facessero seriamente il loro dovere, emergerebbe lo stesso sistema di corruzione, che è stato scoperto per l'EXPO e per il MOSE.
Provate ad indovinare chi ha la fetta più grossa di quell'appalto?

Bravi! sono proprio le Coop. Rosse.

gianfranco chiarello 30.06.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che il M5S non ha la maggioranza per far approvare le Riforme in Parlamento, infatti di questo nessuno può darne colpa al Movimento, ma il suo compito dovrebbe essere quello di ribadire in tutte le sedi istituzionali (quindi anche negli incontri con Renzi), le proposte cardine avanzate da Beppe Grillo, nella campagna elettorale del 2013:

1) Reddito di Cittadinanza;
2) Democrazia Diretta;
3) lotta alla corruzione ed al malaffare.

Su questi tre punti, quasi nove milioni di elettori avevano deciso di votare per il M5S, ma passata la "festa", gli eletti in Parlamento hanno ben presto dimenticato di seguire quella stella cometa, probabilmente perchè accecati dalle loro anacronistiche ideologie.

Per arrivare al Reddito di Cittadinanza, era indispensabile passare per una critica alle politiche della triplice sindacale, ed era indispensabile passare per una critica dura alla cassa integrazione (che garantisce lo stipendio a lavoratori improduttivi, e garantisce le tessere al sindacato), che incide enormemente sulle casse dello Stato.
Invece, gli eletti in Parlamento, hanno combattuto solo per difendere i privilegi della CGIL.

Per arrivare alla Democrazia Diretta, era indispensabile passare per una radicale proposta di Riforma della Costituzione.
Invece gli eletti hanno concentrato tutti i loro sforzi, per rappresentarsi davanti agli occhi dei cittadini italiani, come i veri e puri "custodi" della Costituzione.

Per arrivare ad una concreta lotta alla corruzione ed al malaffare, era indispensabile passare per una radicale proposta di Riforma della Giustizia, basata su :
-poche Leggi/Norme da lasciare in vigore, ma tutte scritte in maniera talmente chiare, da non essere più lasciate alla libera interpretazione del giudicante;
-un sistema giudiziario rapido ed efficiente, come esiste in Francia, Germania, Inghilterra.

Invece tutti gli sforzi degli eletti, si sono concentrati per combattere solo berlusconi, quasi come se lui fosse stato peggiore di tanti altri.

gianfranco chiarello 30.06.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nomina di Juncker potrebbe essere la tomba per una Comunità Europea mai diventata Stati Uniti d'Europa.
L'opposizione a Juncker di Cameron, potrebbe portare gli inglesi a ricorrere al Referendum, se restare o no nella Comunità.
La probabile uscita degli inglesi, potrebbe essere seguita dai francesi, se anch'essi ricorreranno al Referendum.

Peccato che il M5S non abbia mai preso una posizione netta contro l'Euro e contro questa irrealizzata ed irrealizzabile Comunità.

gianfranco chiarello 30.06.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1?

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori