Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Grazie cittadini #NoMuos!

  • 24


santangelo_nomuos.jpg

"Per impedire la realizzazione del MUOS migliaia di cittadini hanno manifestato più volte in maniera pacifica, in tutti i modi e le sedi competenti. E’ chiaro e palese che i cittadini non vogliono il MUOS! Lo stanno dicendo utilizzando tutti i mezzi possibili! Ma per l'Italia, chiediamoci: tutto questo è fondamentale? Chi vuole che la Sicilia diventi un obiettivo strategico militare? Chi pensa che in Sicilia non si possa vivere con l'agricoltura, con la pesca e soprattutto con il turismo? Ma quale alto prezzo dovrà pagare la salute dell'ambiente e dei cittadini. In Sicilia non ci meritiamo di piangere altre vittime tra l’altro per un sistema di telecomunicazioni il cui obiettivo peraltro non è promuovere la pace ma la guerra!" Vincenzo Maurizio Santangelo, M5S Senato

19 Giu 2014, 15:57 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 24


Tags: grandi opere, M5S, M5S Senato, M5S Sicilia, Muos, Santangelo, Sicilia, USA

Commenti

 

Salve!
Mi permetto di indicare i link a tre miei video, con cui cerco di presentare un mio progetto di Iniziativa Imprenditoriale per una Attrezzatura di Riabilitazione dal Mal di Schiena.
Vorrei sapere che cosa ne pensate, e se possibile vi chiedo di sostenere il Progetto mediante adesione e condivisione o comunque riterrete meglio.
Ho già inviato email simili anche ad altre figure istituzionali, personaggi e Realtà più o meno noti.
Sono convinto che maggiore sarà la diffusione che verrà data a questa mia iniziativa, maggiori potranno essere le probabilità che si possa realizzare qualcosa di utile e di valido.
Sarebbe un peccato se, dopo aver messo a punto un'idea così importante, a seguito di tante sofferenze e fatiche, non se ne facesse nulla!
Sono a disposizione per ogni eventuale approfondimento.
Grazie!

Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ

email: alberto.costantini.std@gmail.com
Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8

PS - Nelle pagine Youtube di presentazione dei video è possibile trovare i link a ulteriori pagine di approfondimento!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 22.06.14 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma la volontà popolare che fine ha fatto? E hanno paura di Farage? Ma và....

Alfina Sanfilippo 20.06.14 23:27| 
 |
Rispondi al commento

l'italia ripudia la guerra, lo dice la nostra costituzione!
quindi non puoi dire: GUERRA,devi dire:MISSIONE!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 20.06.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Contro gli abusi militari e di stato serve solo una risposta armata civile.
Vale per la tav, vale per il muos e per tutto ciò che i cittadini NON hanno scelto e che devono subire.
In alcune nazioni hanno capito che la democrazia non è sempre il modo migliore, che a volte fallisce e i cittadini si sono armati da soli.
Noi pecore invece crediamo che con il voto qualcuno verrà a tirarci fuori dalla situazione in cui siamo, così, senza colpo ferire.

Mario S. Commentatore certificato 20.06.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I cento veleni della base Usa di Niscemi

Si è dovuto attendere quasi vent’anni perché le autorità regionali eseguissero le prime analisi sul livello d’inquinamento elettromagnetico prodotto dalla grande base della Marina militare Usa di contrada Ulmo a Niscemi dove sono in corso i lavori d’installazione del MUOStro per le guerre globali del XXI secolo. E verificare che anche senza il terminale terrestre del nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari, le emissioni della stazione radio NRTF hanno raggiunto livelli insostenibili per la salute della popolazione.

Nel loro studio sui pericoli delle antenne del MUOS, i ricercatori del Politecnico di Torino Massimo Zucchetti e Massimo Coraddu evidenziano come le misurazioni dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (ARPA Sicilia) abbiano provato in particolare «la presenza di un campo elettrico intenso e costante in prossimità delle abitazioni, mostrando un sicuro raggiungimento dei limiti di sicurezza per la popolazione e, anzi, un loro probabile superamento». Sempre più spesso i valori rilevati sono risultati prossimi ai limiti di attenzione stabiliti dalla normativa (6 V/m). Per Zucchetti e Coraddu la situazione reale è però, con ogni probabilità, ancora peggiore. Le emissioni della stazione di telecomunicazioni pongono, infatti, problemi di misurazione particolarmente gravosi specie per la presenza di decine di sorgenti che trasmettono simultaneamente a frequenze molto diverse tra loro e che possono facilmente produrre malfunzionamenti e risposte imprevedibili negli stessi strumenti di misura.

Non di rado i tecnici dell’ARPA si sono trovati di fronte a risultati completamente diversi e incompatibili. Nelle rilevazioni non si è poi tenuto conto che una delle caratteristiche delle trasmissioni militari è la non continuità delle emissioni e che la potenza con cui esse sono irradiate è variabile. Secondo i ricercatori del Politecnico, le procedure di misurazione sono state dunque superficiali, incomplete

SALVATORE SCIASCIA, paceco Commentatore certificato 20.06.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono passati 7 mesi ma ancora nessuna risposta all'interrogazione presentata da Daga e altri alla Commissione ambiente della Camera. http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=9247&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27MUOS%27+|+%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IN+COMMISSIONE%27+|+%27CAMERA%27

FRANCO MOSTACCI 20.06.14 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Quando andrà in funzione tutti i cittadini della Sicilia saranno a rischio, eccezion fatta per piccole zone della provincia di Palermo e Messina. Mi stupisco del fatto che se migliaia di cittadini hanno protestato giustamente preoccupati per la loro salute e per quella dei loro piccoli, i media sono stati assenti, asserviti agli americani come i nostri politici farlocchi. Il Muos è uno strumento di guerra, ma quello che fa più paura è la guerra ambientale che è in grado di provocare, bombe d'acqua, terremoti superficiali, tempeste ed uragani, con il cielo preparato a dovere con le scie chimiche. Del Muos e degli effetti che provocherà sulla salute, non ne parlerà mai nessuno, bravo Santangelo, ma martellate di più, ogni giorno tutti i mesi, fate interrogazioni parlamentari, chiedete di più insomma, ma soprattutto è la gente siciliana e tutto il popolo italiano che dobbiamo prendere coscienza. Siamo una nazione senza sovranità, e mi sorprende che si sprecano commenti su questo blog di troll ed iscritti veri, e per un argomento cosi importante, finalmente sollevato dal nostro Santangelo ci siano solo questi pochissimi miseri commenti. La salute è di tutti cari troll..........ed anche la vostra.

Tempesta solare 20.06.14 09:48| 
 |
Rispondi al commento

bravo.... purtroppo se ne fregheranno e faranno quello che gli pare in nome dei giochi di potere nei quali l'interesse dei popoli è solamente una variabile poco degna di essere considerata...

capitan spaventa Commentatore certificato 20.06.14 08:32| 
 |
Rispondi al commento

l'agricoltura non è un optional ma una attività indispensabile... semmai viene da chiedersci come mai per esempio costa meno una noce dell'a california che quella dell'albero sotto casa.... è evidente che il sistema è tarokkato al punto che decidono loro (organizzazione mondiale del commercio ) cosa conviene e cosa non conviene e non lo fanno in base a regole di buon senso ( ora si direbbe ecologiche o sostenibili ma la sola è identica ) ma in base alle regole più convenienti ai soliti noti.

che poi ci siano tecniche di produzione moderne senza terra (idroponiche) e sistemi per minimizzare i danni del maltempo quello è un fatto da considerare .... non mi pare però che gli italiani siano indietro da quel punto di vista tecnologico... semmai il problema è che riscaldare le serre in italia costa molto perché costa molto l'energia.

brunell bassell 19.06.14 23:58| 
 |
Rispondi al commento

bravissimo Santangelo...purtroppo da quell'orecchio i politicanti non ci sentono, sentono solo il rumore dei soldi...in mano a sta gente l'Italia sta cadendo sempre piu in basso e con l'Italia gli italiani...una vergogna infinita...

lea f., krefeld Commentatore certificato 19.06.14 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo vivendo all'interno di una rifrazione temporale nella quale vi sono gli stessi accadimenti sociali che portarono alla seconda guerra mondiale. In quegli anni la volontà popolare fu incanalata da alcuni esseri dei quali conosciamo i loro nomi. Oggi la volontà popolare è alla disperata ricerca di colui che la potrà re incanalare e rappresentare come fu in quegli anni drammatici. I cicli delle reazioni umane sono governate da regole che si rifanno sempre all'abominio oggettivo che gli umani provano nell'animo verso la corruzione.
In questo nuovo ciclo temporale quali saranno gli strumenti popolari che rigenereranno il loro rappresentante?
Però questo attuale turbinio di pensiero collettivo è inarrestabile ed è già oltre la iniziale ricerca di chi sarà colui che guiderà il popolo nelle prossime azioni?
Oggi tutto è in movimento e l’energia del pensiero di una significativa parte della collettività italiana e di altri popoli di molti altri stati europei si unisce in una sorta d’inconscio collettivo come avvenne agli albori del secondo conflitto mondiale. Nel tempo prossimo a venire, l’esito di questo fermento europeo sarà specularmente in direzione opposta rispetto a quella voluta dai potentati finanziari europei.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 19.06.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti a Santangelo !! Mi chiedo come sia possibile che l'italia non è a conoscenza di questi discorsi .

Il 60% della nostra popolazione non sa utilizzare internet ed è malinformata , M5S !! Vogliamo iniziare ad acquisire una testata giornalistica ?
Una televisione privata ?

Iniziare ad arrivare nelle case degli italiani ?
O ci vogliamo far sovrastare dall'ignoranza che dilaga ?

Luca Acker 19.06.14 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Meraviglioso, accorato intervento che non può non toccare le corde più profonde di ogni Essere Umano.La paura è che il grido di dolore del Senatore Santangelo per lo scempio NoMous non venga raccolto dai soggetti ai quali è rivolto in quanto essi stessi cinici e disumani responsabili.

Grazie Senatore Santangelo, Stima Totale.

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.06.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento

E' la Matrix che ha deciso, non da oggi, che la Sicilia (e l'Italia...) sia la base militare per i prossimi scenari di guerra. Prossimi. Molto prossimi... A questa politica subalterna, va chiesta una risposta su questo diritto di autonomia dell'Italia. Se c'è ancora dignità. Ne dubito totalmente...Se l'obiettivo è il progresso del vitello d'oro, non ci potranno essere alternative.

luxveniente 19.06.14 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Yankee Go Home!!! Che se la facciano a casa loro la guerra dei droni!!! Grandissimo Santangelo!!!

Francesco Manetti 19.06.14 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO LI MANDEREMO TUTTI A CASA, LA LORO CASA POTREBBE ESSERE A NISCEMI. I CITTADINI DI NISCEMI POTREBBERO ANDARE NELLE CASE DI QUESTI CRIMINALI. LO SCAMBIO SAREBBE CONVEGNENTE.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.06.14 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Eh, il MUOS. Lì si vede il nocciolo duro del nemico subdolo che abbiamo in casa, fa finta di essere ospite ma invece è il Padrone e che padrone!
Non esiterebbe un attimo a bombardare la folla dei manifestanti con gli A-10. Il Muos sarà quasi impossibile toglierlo, infatti assieme ad altri quattro "fratelli" sparsi nel mondo va a sostituire Haarp, che per stessa ammissione del comando Usa va in pensione, lasciando il posto a questi nuovi mostri di morte. Siciliani circondate con una catena umana il sito del Muos per giorni e mesi in modo che nessuno entri e nessuno esca, come hanno fatto i banditi del Midan contro il potere Ucraino. Solo così potrete farcela, non certo con le firme, le petizioni e i piagnistei buonisti. Abbiamo a che fare con incalliti criminali, i militari Usa e non solo.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.06.14 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Schiavi dell'America!!!!

Flavia Mandrè 19.06.14 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Il problema del muos è che si tratta di una struttura militare attivamente usata per le operazioni militari anche qualora l'italia non partecipi e serve a guidare i droni che per chi non lo sapesse sono aerei telecomandati che uccidono.
Le misurazioni della potenza risultano più o meno nei limiti se misurate ad alcuni metri di distanza tranne che per le basse frequenze (che io non trascurerei visto che a frequenza zero le molecole inorganiche si polarizzano e quelle organiche si deformano).
Fermarsi al solo inquinamento elettromagnetico è riduttivo, il problema è se vogliamo appoggiare da oggi e per sempre tutte le azioni militari future degli Usa perchè alla fine si tratta di questo.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 19.06.14 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Questa strategia comunicativa purtroppo è arrivata tardi. Se si fosse usata dall'inizio Renzi sarebbe stato messo molto più alle strette!
Speriamo che si riesca a incidere se non sulle riforme (dubito che facciano un passo indietro rispesto al "non"-accordo del Nazareno) almeno sull'opinione pubblica!

Gianluigi C. Commentatore certificato 19.06.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Nei telegiornali tutto tace ,si parla di mondiali di calcio,di fatti di cronaca,di qualche guerra all'estero......delle piaghe della nostra Italia non si deve sapere nulla.
A parte i nostri eletti in parlamento ,va tutto il mio sdegno e il mio disprezzo ai politici che siedono in parlamento perché incapaci o collusi.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.06.14 17:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

E chissene.... dei cittadini? Muos, Tav, e altre simpatiche iniziative DEVONO andare avanti. In ogni caso e ad ogni costo. Sulla testa e oltre la volontà dei cittadini. Come rulli compressori che non si riescono a fermare. Sono molto, molto depressa.

Maurizia V., Biella Commentatore certificato 19.06.14 16:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori