Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Per ogni negozio che apre, ne chiudono due

  • 129


crisi_negozi.jpg

"Non si ferma la drammatica escalation, se escludiamo i sabati e le domeniche in questi primi 5 mesi del 2014 hanno chiuso più di 1000 negozi al giorno! Ridicolo poi dire che il fenomeno è numericamente in rallentamento, certo, negozi aperti ce ne son sempre di meno! Ormai le attività "marginali" hanno chiuso da tempo, ora stanno abbassando la saracinesca anche negozi “storici” che avevano resistito ai tanti momenti di crisi che la nostra economia ha vissuto nel dopoguerra, non alla soffocante pressione fiscale che oggi opprime chi vuol fare attività in proprio.
Continuano a chiudere bar, negozi e ristoranti. È quanto rivela l’Osservatorio Confcommercio, secondo cui per ogni nuovo esercizio ne chiudono due. Nei primi cinque mesi dell’anno il numero di imprese del terziario di mercato che cessano l’attività continua a essere superiore a quello delle nuove iscrizioni. La situazione più grave si registra nelle regioni meridionali, dove si concentra quasi un terzo delle chiusure complessive." Finanzainchiaro.it

29 Giu 2014, 10:07 | Scrivi | Commenti (129) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 129


Tags: artigiani, attività, chiusura, Confcommercio, crisi, disoccupazione, finanzainchiaro.it, negozi, pmi

Commenti

 

Grazie per tutto quello che state facendo.

Marco Manichini, Brescia Commentatore certificato 02.07.15 21:04| 
 |
Rispondi al commento

La notizia che nel Parlamento Europeo gli eletti del Movimento 5 stelle non hanno voltato le spalle al momento dell'inno alla gioia suonato in aula, come invece hanno fatto tutti i parlamentari euroscettici è preoccupante.
Non aderire a questa forma di protesta VUOL DIRE ESSERE DALLA PARTE DELL'EUROPA E DI TUTTE LE NEFANDE FORZE CHE CI STANNO MASSACRANDO.
Il movimento sembra NON voler ascoltare nessuno su questo discorso e si sta comportando da europeista senza il consenso degli elettori e nonostante avesse più volte simulato posizione antieuropeiste.
Alla luce:
-del voto sull'immigrazione cui M5S ha partecipato a gennaio
-della scarsissima opposizione alle politiche europee
-del cambio di impostazione sull'europa, che è ben più subdolo di quanto si da a vedere
io credo che il movimento debba dare delle spiegazioni e non continuare a prendere in giro gli elettori.
Invito quanti la pensano come me sul blog a sollevare una protesta. Non potete continuare a dirci che ci sono i fallimenti, che siamo dipendenti dalla merkel e poi andare in europa al primo appuntamento ad applaudire in piedi tranquilli come se nulla fosse.
I fessi, se ci sono, sono liberi di restare con voi. Gli altri hanno tempo per organizzarsi diversamente. Di farci prendere in giro tra collaborazionismo e altri cambi di rotta ne abbiamo abbastanza.
PREGASI NON CENSURARE. GRAZIE.

guglielmo t. Commentatore certificato 01.07.14 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Però oltre a soppesare il guano in cui ci troviamo qualche proposta di legge non guasterebbe...
Un esempio? Sgravi fiscali importanti per i piccoli commercianti e tassazione invece più alta per ipermercati e catene, in modo da vanificare l'eccessivo vantaggio concorrenziale.
Divieto di costruzione di nuovi ipermercati.
Controlli a tappeto nei negozi degli extra-comunitari, non perchè sono stranieri ma perchè esiste il diritto del lavoro e il fisco e vanno rispettati.
Sarebbe già un piccolo passo avanti.

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 22:24| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che due attività chiudono e un apre;ma va precisato che le attività che chiudono sono quasi tutte di italiani,mentre quelle che aprono sono quasi sempre di estracomunitari.Perchè?
Perchè i colti e furbi agenti italiani impiegherebbero troppo tempo e fiato per spiegare al marocchino che le casse di frutta sui marciapiedi non vanno bene.Consegnare un verbale sanzionatorio a un italiano è molto più semplice....ma poi?Dopo di me il diluvio.

gaetano giordano, fiumicino Commentatore certificato 30.06.14 17:52| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE TUTTI DOVREBBERO CAPIRE E' CHE I NEGOZI DEI CENTRI STORICI , QUELLI PICCOLI , QUELLI FAMILIARI ---DEBBONO ESSERE SOVVENZIONATI E SALVAGUARDATI DALLA COLLETTIVITA' E PER LA COLLETIVITA'-- E NON VESSATI PERCHE' VESSARLI PORTA ALLA MORTE DI TUTTI , ANCHE DEGLI OPERAI

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 14:31| 
 |
Rispondi al commento

...ma secondo voi è normale che invece alle grandi multinazionali che operano in Italia e fatturano "miliardidieuro" sia permesso di pagare le tasse su quel fatturato presso giurisdizioni fiscali più convenienti ?? il piccolo artigiano/negoziante italiano costretto a sopravvivere con una tassazione che oramai si aggira sul 50% (e che quindi ognuno prova almeno ad eludere...) e la grande multinazionale che paga a Ginevra o in Lussemburgo solo il 12,5% su miliardi di euro di fatturato... è un mondo oramai inverosimile.

enzo c. 30.06.14 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Non tutti i negozi chiudono,perchè quelli controllati direttamente o nò dai politici vanno a gonfie vele perché?.....................per forza!,gli unici ad essere più ricchi sono loro!.Non vi sembra ora di finirla con stipendi d'oro è?.

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 30.06.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Tra l'altro la disinformazione impera( ci sono o ci fanno) compresi i politici, non e' obbligatorio pagare con pos. Dai 30€ dove c"e' il pos.il libero professionista magg.negozi non puo' rifiutarsi di accettare il pag.con carta,e' da qui'che chiaramente non può" scattare la sanzione,in poche parole vogliono spingere le persone a usare la carta e i negozianti e p.iva a prendere il pos.e le banche ringraziano.io personalmente a ieri accettavo pos.da 10€ in su da domani se lo scordano si parte x legge da 30€ e vaffa

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 30.06.14 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Spese morte in Italia :
315 Senatori con uno stipendio minimo di 25mila euro X 14 mensilita' =
25000 X 14 = 350000 X 315= 110.250.000 ( 110 milioni 250 mila euro annuali)
630 Deputati con uno stipendio minimo di 20 mila euro X 14 mensilita' =
20000 X 14 = 280000 X 630 = 176.400.000 ( 176 milioni 400 mila euro annuali)
1117 Consiglieri Regionali con uno stipendio minimo di 10 mila euro X 14 mensilita = 10000 X 14 = 140000 X 1117 = 156.380.000 ( 156 milioni 380 mila euro annuali.

Poi c'e' il capo dello stato ed il premier che rispettivamente guadagnano
250 mila euro l'anno per Napolitano e Renzi invece " SOLO " 175 mila euro l'anno

Ora contando che le spese di gestione per questi superpagati ammontano a 228.000.000 ( 228 milioni ) per il presidente della repubblica o la dotazione della casa reale, 992,8 milioni per la camera dei deputati e 526.,97 milioni per il senato ( non ho messo in conto Auto blu e il fatto che non paghino benzina ecc ecc)
Le spese complessive per la politica in Italia ammontano a :
110.250.000 +
176.400.000 +
156.380.000 +
228.000.000 +
992.800.000 +
526.970.000 +
250.000 +
175.000 =
-------------------
2.366.050.000 ( 2 miliardi 366 milioni e 50 mila euro) CHE PAGANO I CITTADINI ONESTI

Antonio Trevisan 30.06.14 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io però dico la verità....oltre che a segnalare il disastro il movimento lo sento lontano.
E' come se fossimo abbandonati a noi stessi, alla fine è da anni che aspettiamo qualche sconvolgimento serio ma non arriva.
Cosa cambia nelle piccole vite di ognuno di noi?
Dobbiamo davvero confidare nei rivoluzionari che tra un po' si organizzeranno?

giuseppe d. Commentatore certificato 30.06.14 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fisco amico? Aiuto alle partite IVA? (slogan pre-elezioni).
Attualmente stanno arrivando alle partite IVA i bollettini per il pagamento del canone Rai 'speciale': da 200 a 6000€!!!!
Per favore, Beppe, puoi dirci qualcosa? Grazie

piero56 30.06.14 09:42| 
 |
Rispondi al commento

niente da dire, lo sfascio del lavoro italiano, sia dipendente che autonomo è irreversibile, fra dieci anni saremo tutti disoccupati.

angelo frungillo, portici Commentatore certificato 30.06.14 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Chiudono gli italiani e aprono bangladesh etc, etc.
Bella nazione...

angelo ., roma Commentatore certificato 30.06.14 08:50| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO MI PUO' FINALMENTE SPIEGARE PERCHE' I NEGOZI ITALIANI CHIUDONO E SONO SUBITO SOSTITUITI DA CINESI, ARABI, INDIANI E CINGALESI? COME FANNO QUESTE PERSONE A PAGARE AFFITTO E TASSE VENDENDO CHINCAGLIERIA DA 1 EURO?

nives b. Commentatore certificato 30.06.14 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va tutto bene signora la marchesa.
Non ce ne eravamo accorti che le attività commerciali, come quelle artigianali, dopo la chiusura di quasi tutte le piccole e medie imprese fallite o chiuse, stanno ach'esse morendo tutte, e alla fine dell'anno batteremo il record di tutti i tempi. Noi italiani siamo i più bravi a battere i record( naturalmente quelli negativi), come si sono accaniti con gabelle e balzelli sono di una pervicacia e cattiveria senza freni. Si sono avventati contro gli ultimi irriducibili piccoli commercianti ed artigiani, e loro adesso saranno costretti ad arrendersi obtorto collo. Naturalmente stanno cercando di salvare gli amici degli amici della GDO, ma non sono convinto che riusciranno a salvarli. Poi leggiamo, su un articolo delle "GRANDISSIME ISSIMISSIME INFRASTRUTTURE tanto CARE ai nostri politici, che con il fatto pone la seguente constatazione "dubitativa": "Ma se per molti attori non fosse esattamente l’economicità e l’utilità dell’opera l’obiettivo principale, si potrebbe leggere un nesso tra i fenomeni di corruzione e lo scarso interesse per valutazioni indipendenti". Ma và, non ci avevamo proprio pensato minimamente. Non si vuole uscire dalla crisi economica, perchè basterebbe poco per invertire la rotta della nave che sta letteralmente affondando, solo che il capitano va all'estero per chiedere un obolo all'UE. Basterebbe investire piccoli importi nella riparazione delle scuole di ogni ordine grado fino ai fabbricati universitari, carceri, uffici regionali, caserme carabinieri e polizia, cimiteri, ripristino di marciapiedi e strade comunali, acquesdotti e fognature, pulizia di canali scolmatori e fiumi , verde pubblico ecc , per non parlare dei lavori per contrastare il dissesto idrogeologico ecc. Lavori che non si faranno naturalmente "MAI", solo perchè in queste opere c'è poca ciccia. Non è che non c'è il lavoro da fare... ce ne sarebbe.. ah se ce n'è.. ma "meglio le GRANDISSIMISSIME ISSIMISSIME E ANCORA ISSIME INFRASTRUTTURE.

Vincent C. 30.06.14 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Mia madre ha dovuto chiudere il negozio di abbigliamento che amava, il suo lavoro, la sua vita, dopo 30 anni perché questo stato la stava ammazzando di tasse! Ha fatto tanti sacrifici per acquistare l'immobile in modo da non pagare l'affitto e ora sta ancora pagando le tasse arretrate con la magra pensione di mio padre (800 euro. ha 68 anni e paga i contributi da quando ne aveva 18!!!) Cioè si può???? Io avrei voluto aprire una piccola attività in quello stesso magazzino ma ho paura! Troppe tasse! Io ho due figli piccoli che dovrei lasciare x poter lavorare... cioè devo perdere i migliori anni dei miei bambini solo per far mangiare quei maiali che stanno in parlamento? Piuttosto me ne vado all'estero! Lì si che tutelano le mamme!

Valeria ursini 30.06.14 07:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Artigiani e imprese individuali o piccole non chiudete, tenete la partita Iva aperta per fare le fatture, come sempre avete fatto, ma SMETTETE DI PAGARE LE TASSE, pensate solo a Voi stessi e a chi volete bene, armatevi di un bel bacchio e vivete la vita che ci è stata donata in pace, non vi fate rovinare da questi delinquenti mangiapane a tradimento, SMETTETE DI PAGARE TUTTO e spaccate la faccia a chi ha il coraggio di venirveli chiedere a casa. VIVETE LA VOSTRA VITA CON CHI VOLETE BENE ed il resto è carne morta.

Andrea Cerbioni, Stabbia - Cerreto Guidi Commentatore certificato 30.06.14 04:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando chiudono i negozi storici, con il nome e fatiche di nonni padri e figli.. l'offesa è troppo alta... Certo cosa dire? che dovevano digitalizzarsi? "si qualcosa arriva dal web", "certi lavorano solo con il web".. Cmq per me è insulto alla professionalità dei Grandi Artigiani Italiani. io piuttosto che farmi insultare il nome, prendo un cavallo una mazza ferrata e aspettami in un incubo "braveheart ha sempre ragione!

Morris Moratti 30.06.14 02:19| 
 |
Rispondi al commento

questo andazzo è già successo senza rumore almeno 30 anni fa, la gente che aveva un mulino per macinare il grano di una piccola comunità montana ha dovuto chiudere in seguito alla introduzione del registratore di cassa obbligatorio che a quei tempi costava da 800,000 lire a un milione, poco dopo hanno incentivato l'estirpazione delle vigne che in sardegna assolvevano a bisogni familiari oltre a un piccolissimo commercio di sussistenza. Poi è venuta la volta dei pastori che dapprima essendo stati aiutati anche con somme di 600-900 mila lire per combattere la maggioranza dei coltivatori, che a quei tempi erano la maggioranza degli occupati nel territorio. Successivamente, trombati anche i pastori, sono iniziati i cantieri di rimboschimento, e attualmente si lavora (per modo di dire) sei mesi o meno all'anno.
Risultato: sparizione delle piccole attività artigianali, sparizione dei prodotti alimentari del luog, (carne, latte uova, pollame, olio, vino e grano)
Attualmente disoccupazione diffusa, prodotti agropastorali pressochè scomparsi incuria delle campagne e gravissimi danni alla biodiversità, crisi anche nel settore apiario e nell'allevamento del pollame e dei conigli, massiccio abbandono delterritorio e crisi idrogeologica, progressivo impigrimento di moltissimi giovani con la speranza del "posto" alla forestale, schiavitù in realtà anche se a volte comoda per i pigri di natura. non continuo, sputatemi addosso

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.06.14 00:45| 
 |
Rispondi al commento

4 anni fa... Grecia... Florina... Città vicino il lago di Prespa.... tutti i negozio chiusi... nessuno aperto tranne quelli che vendono beni di 1 necessità... nessuna macchina che gira tranne quelle della polizia.... in 4 anni sitamo andando nella stessa direzione ... qui le macchine ancora girano ma non so per quanto tempo ancora.

bassibrunosenzaleenne 30.06.14 00:11| 
 |
Rispondi al commento

i ristoranti si sono visti cambiare gli estintori con un nuovo tipo anche se quelli vecchi erano perfettamente funzionanti ( 100 euro ogniuno) e poi vai nelle caserme militari e negli uffici pubblici ci sono ancora quelli vecchi alla faccia del buon esempio.

Si cercano stronzate su stronzate ma le ditte non ne hanno più di soldi da spendere nelle follie dei politici.

deviato mentale 30.06.14 00:03| 
 |
Rispondi al commento

non capisco perchP dovrei leccare il culo a grillo e company per fare lo schiavetto aggratis e dopo accomodarmi alla porta.

grillo vaffanculo tu!

mica sono fesso 29.06.14 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci sono quelli che fanno le cose e quelli che invece trovano le scuse per non avers saputo fare le cose.


quelli che fanno non trovano scuse perché non hanno bisogno di scuse.

bassibrunosenzaleenne 29.06.14 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando la finirete di far finta di essere i salvatori dei piccoli artigiani e commercianti mentre non fate nè farete mai nulla nè contro la tassazione nè contro la grande distribuzione organizzata, il vero flagello dell'economia?
Quando spiegherete agli elettori che in realtà voi la auspicate, la gdo che impone prezzi e tiene in mano tutto, dall'industria al commercio, con concorrenza sleale e guadagni piramidali?
Facile fare solo il discorso generico...eh, che peccato, i negozi chiudono...Andiamo a vedere le cause: FISCO, DAZI DOGANALI, ESPULSIONE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE...ECCO COSA DICE UN LEADER DI PARTITO VERO, CHE LOTTA VERAMENTE...Della cronaca delle chiusure fate i resoconti da anni, delle cretinate sulla "competitività" ce ne parlano già gli spot idioti di rai 3 su quant'è bello il commercio mondiale e l'europa e quanto sono inetti evidentemente il 98% dei nostri industriali e commercianti. La gente è capace da sola, di contare i morti. E' DALLA POLITICA, CHE SI ASPETTA SOLUZIONI. Che voi vi guardate bene dal fornire.
Perchè non le volete fornire. E la gente lo ha capito.

inn t. Commentatore certificato 29.06.14 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un numero incalcolabile di piccole medie aziende italiane sono sul filo del tracollo. Solo l'attaccamento al lavoro stimolato principalmente dall'esigenza di sopravvivenza spinge una moltitudine di lavoratori a risparmiare in ogni dove per riuscire a mantenere i figli come stanno facendo molti zingari o immigrati.
Molte aziende hanno macchinari vetusti che non sono più in uso neanche in India da almeno 30 anni e non hanno possibilità di rinnovarli perché i margini di guadagno del lavoro sono ridotti all'osso quando non in rosso.
La ripresa è una pura chimera ed anche se la Cina sta andando verso lo stallo produttivo a causa della saturazione di inquinanti nell'atmosfera, l'Italia non avrà comunque i mezzi per reagire. Alla base del disastro nazionale è la corruzione intimamente connessa con la burocrazia che unite tra loro occludono il passo verso il rinnovamento del lavoro e quindi della redditività connessa.
In questo spregevole scenario anche i...benestanti... respirano un'atmosfera sgradevole e pur se fuggiranno in altri Paesi non troveranno più risorse per saziare la loro voracità di denari e potere come fu in passato.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 29.06.14 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Basta avere voglia di guardare il conto economico di una qualsiasi partita IVA che opera nel commercio...da brivido..guardate utile netto e il reddito ante imposte...sembra un film di Dario argento..senza parlare poi del fatturato comparato allo scorso esercizio..ma gli italiani lo capiscono il grado di criticità di questa situazione??? A me sembra che pensino più al mare...ovvio gli 80 euri sono da spendere..sono nauseato da questo popolo ormai, questa classe politica e da rimuovere al più presto. Stanno sfasciando tutto come dei Black block! Tutto con l avvallo dei servi vestiti da paggi di reggime, che tutti i giorni infestano tv e giornali.
Il movimento reggerà, sarà davvero difficile affrontare il lavoro che c aspetta...ovvero rimettere insieme cocci di un paese alla frutta.
Avanti m *****

Mattia 29.06.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

è strano 'sto fatto
eppure oggi hanno messo un altro adempimento in più (il certificato energetico) proprio per snellire i tempi e rendere più economici gli affitti
Come mai, come mai?
Eppure cor certificato energetico praticamente te arriscalli aggratis proprio bruciando tutte le pagine che ti vengono fornite da apposito certificatore certificato che magna su de te senza aver mai lavorato.
Qui so' in troppi a magnà senza fa un catzo spero che renzije ce arrivi a capillo cor su cervello che invece de aggiunge norme e certificati, ogni giorno doverebbe da abrogarne uno

Fracatz 29.06.14 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 29.06.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

tranquilli presto renzi farà una delle sue accellerate , vedrete che le attività riapriranno come funghi !!

paolo b., ancona Commentatore certificato 29.06.14 20:57| 
 |
Rispondi al commento

I negozi sono aperti da chi pensa che cambiando lavoro, aprendo una attività commerciale, possa cambiare la sua situazione economica. ILLUSIONE!
L'economia italiana è allo sbando e senza soldi che non creano debito, siamo perduti e ci avviciniamo sempre più ad una rivoluzione civile.

Francesco P. Commentatore certificato 29.06.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

CHISSENEFREGA

Hanno pure votato PD adesso chiudono e gli sta solo bene!!!!

Grillo è QUATTRO anni che lo dice ma quando si va alle votazioni votano sempre gli stessi!!!!

Ora basta sempre ste istigazioni Beppe,tanto non ce nulla da fare con sta gente...lasciali morire!!!

Robertino Venturi, faenza Commentatore certificato 29.06.14 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gia' ma la maggior parte delle persone pensa che l'evasione dipende dal mancato scontrino,quando non ci saranno piu' negozi vedremo vero !!!!! Poi se li scorderanno prezzi bassi non parliamo poi della qialita' sia di merce che del lavoro dei loro figli e ricordatevi chi avete votato in questi vent'anni e chi continuate a votare,intanto la grande vittoria del vs.renzi (Pd.f.italia) portera' probabilmente a una manovra da 25 milioni di euro,grazie italiani votanti inconsapevoli

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 29.06.14 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Salve!
Mi permetto di indicare i link a tre miei video, con cui cerco di presentare un mio progetto di Iniziativa Imprenditoriale per una Attrezzatura di Riabilitazione dal Mal di Schiena.
Vorrei sapere che cosa ne pensate, e se possibile vi chiedo di sostenere il Progetto mediante adesione e condivisione o comunque riterrete meglio.
Ho già inviato email simili anche ad altre figure istituzionali, personaggi e Realtà più o meno noti.
Sono convinto che maggiore sarà la diffusione che verrà data a questa mia iniziativa, maggiori potranno essere le probabilità che si possa realizzare qualcosa di utile e di valido.
Sarebbe un peccato se, dopo aver messo a punto un'idea così importante, a seguito di tante sofferenze e fatiche, non se ne facesse nulla!
Sono a disposizione per ogni eventuale approfondimento.
Grazie!

Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ

email: alberto.costantini.std@gmail.com
Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8

PS - Nelle pagine Youtube di presentazione dei video è possibile trovare i link a ulteriori pagine di approfondimento!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 29.06.14 19:47| 
 |
Rispondi al commento

da domani obbligo del pagamento con il POS...per partite iva e professionisti...altro guadagno per le banche..e basta..!se vogliono combattere l'evasione bastano due righe di legge...e cioè prevedere la detrazione dal reddito delle spese sostenute per sanità-riparazioni auto-lavori edili-lavori di manutenzione,ecc..si paga le tasse sul reddito residuo..e non come ora che bisogna fare i salti mortali con le pratiche burocratiche..
dato reddito 100 se spendo 50 pago le tasse sul il resto...invece continuano con i "film" e i provvedimenti spot..

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 29.06.14 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma che pessimismo!!!PRIMA era così..ma siamo alla svolta...al giro di boa d'ora in poi meraviglie magie questioni di ore giorni al max settimane..nn disperiamo..torneranno a riempirsi i ristoranti,riapriranno gli esercizi commerciali,sale lo spread,meraviglie,banconote pioveranno dai cieli..poi con 80 euro in più porca miseria..avete già pensato a come investirli?Se ancora nn si sono viste i miracoli la colpa sarà di qualche dissidente rompiballe all'interno del democraticissimo e per niente dittatoriale PD e poi di questi menagramo del M5S..All'indomani del voto all'Europee (e alle regionali e comunali dalle mie parti) visti gli esiti sconvolta,delusa e avvilita andavo in giro inveendo:"guai a chi si lamenta,alla larga,questi volete questi tenetevi..il primo che sento paga per tutti..",poi l'ho superata e ora ricomincio a provare angoscia,tristezza e abbattimento per le tristi condizioni in cui versa questo paese e la più parte della sua popolazione

emanuela f 29.06.14 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SO DI SCATENARE UN PUTIFERIO MA SONO VERAMENTE STUFO DI QUESTE NOTIZIE..... SECONDO QUANTO PUBBLICATO DAL MINISTERO DELLE FINANZE I REDDITI MEDI ANNUI DICHIARATI NEL 2012 PER IL 2011 DA CHI E' STATO SOGGETTO A STUDI DI SETTORE SONO QUESTI:

6500,00 EURO PER NEGOZI ABBIGLIAMENTO E SCARPE (550 EURO AL MESE)
7200,00 EURO PER GLI ISTITUTI DI BELLEZZA
9100,00 TINTORIE E LAVANDERIE
13200,00 PARRUCCHIERI
16700,00 MACELLERIE
17800,00 BAR E GELATERIE
18300,00 ALBERGHI (50 EURO AL GIORNO)

OGNI COMMENTO E' SUPERFLUO.
IL DEBITO PUBBLICO E' FRUTTO PER ALMENO IL 70% DI UN' IMMENSA E SISTEMATICA E TOLLERATA EVASIONE FISCALE, PER IL 30% PER CORRUZIONE E SPRECHI.
IN GERMANIA SIMILI DICHIARAZIONI DEI REDDITI FAREBBERO SCATTARE IN AUTOMATICO MULTE SALATISSIME.


Luigi P. Commentatore certificato 29.06.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

venite a vedere Torino e provincia quante serrande chiuse ma non sono solo le tasse che fanno chiudere i negozi, e che nessuno ne parla seriamente troppi interessi di tutti incominciando dagli affitti troppo alti,fino a qualche anno fa con un negozio ti mantenevi la famiglia ora con un negozio contribuisci a mantenere la famiglia di qualcun altro.

Carlo Garofalo 29.06.14 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 27 anni, da un anno ho aperto un'attività commerciale di abbigliamento e borse, tutto made in Italy e fatto a mano...Che faccio ora a distanza di un anno? chiudo! Chiudo perchè nn ce la faccio a pagare tutto e vanno tutti da quella di fianco a me che ha tutto a 10 euro (made in china)..Cambiate l'Italia per favore...

lorella D., Coriano Commentatore certificato 29.06.14 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo una cosa invertiamo la tassazione attuale tra la piccola media impresa e la grande distribuzione: facciamo pagare il 20% alla piccola impresa e il 70% alla grande distribuzione. VEDIAMO COSA SUCCEDE: succede che i grandi Centri commerciali stranieri se ne tornano a casa loro lasciando i capitali in Italia e che la piccola media impresa commerciale risorge come i funghi , lasciando in Italia i soldi dei proventi.

Giancarlo Tronci, Cagliari Commentatore certificato 29.06.14 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROGRAMMA MONTI, IL "CRESCI ITALIA" NON DOVEVA DARE I SUOI FRUTTI NEL 2014?
ANDREI CHIEDERE INDIETRO I SOLDI DI QUEL CHE CI è COSTATO IL GOVERNO MONTI SAGGI COMPRESI E DANNI DI IMMAGINE DEL PAESE A REGIORGIO.

carla g., Padova Commentatore certificato 29.06.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

E quest'anno chiudo pure io grazie alle tasse e all'austerity

rosario c. Commentatore certificato 29.06.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento

capirete la novità...bastava dare un okkio all'indice dei fallimenti...1200 al mese da gennaio..siamo in "bancarotta"...e "l'italiota" si merita questo e altro..tra il popolo del 41%- il popolo degli "astenuti" e quelli che credano ancora nel "mago silvio"..è il caso di dire che la maggioranza del paese ha preferito il "suicidio assistito"...
Chi può fugga da questo paese che sta piegandosi su se stesso.."Uno stato può mettere tutte le tasse che vuole...ma non può obbligare la gente ad "impegnarsi" ad investire denari e fatica per lavorare come uno schiavo!..
Il resto cerchi di "difendersi"...perchè la greek way ormai è segnata..

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 29.06.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto ma VI PREGO:RENDETE PIU'FACILMENTE LEGGIBILI I VOSTRI ARTICOLI,AUMENTATE LA GRANDEZZA DEI CARATTERI DI STAMPA.LE PERSONE DI UNA CERTA ETA'CHE RIESCONO A SEGUIRE IL M5S SUL WEB SI POTREBBERO SPAZIENTIRE E LASCIAR PERDERE!!
Ciao,grazie e tanti auguri.

Salvatore Attardo 29.06.14 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il dl "disposizioni urgenti per il rilancio e lo sviluppo delle imprese ha reintrodotto l'anatocismo. Altra causa di morte per le aziende visto che rende legale l'usura delle banche. Il movimento ha fatto o farà qualcosa per fermare questa nefandezza? Come lo spalma incentivi che di fatto apre la porta a ogni modifica retroattiva che rende il paese non affidabile per fare investimenti?

Alessandro B. Commentatore certificato 29.06.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

E allora ? voi del m5s cosa volete fare a parte denunciare sul vostro blog? e' ora che vi diate una mossa e la facciate dare ai vostri elettori!

gabriele.motteran 29.06.14 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno si chiede perché di 6 milioni di statali non ne licenzino nemmeno uno che sia uno nonostante le sanzioni della Germania/ UE?
Perché gli servono x distruggere i piccoli privati succhiargli i quarto risparmi di una vita e se crepano pure meglio , io lavoro e'facilitato.
E' normale ricevere redditometro 2 volte da due agenze delle entrate diverse sugli stessi anni già controllati e regolarmente archiachiaviato perché basato su risparmi regolari di una vita e sentirsi dire SPREZZANTI " LO FACCIAMO LO STESSO?????"
Chi li controlla a questi coi loro abusi di potere nessuno e nessuno si sogna di licenziarli questi che se lavorano o no e' uguale.
Sapete che chi lavora x agenzia delle entrate sia che trovi davvero un " evasore" sia che LA VERIFICA SIA STATA INUTILE PERCEPISCE UNA PROVVIGIONE DEL 6% sull'ammontare della verifica stessa ANCHE SE NON HA RISCONTRATO NULLA, in più sul suo stipendio?!???
Capito xche ci provano e ci riprovano comunque facendoti il terzo grado come se fossi un criminale a zero diritti???
State bene in campana perché non e'capitato solo a me e quando ti pagano per fare schifezze simili alla gente normale e giammai ai veri evasori ( che conoscono benissimo ma sono intoccabili xche dentro il sistema stesso vedi banchieri) allora anche il più irreprensibile controllore si trasforma in uno che da il suo interesse personale a spese tue .. Chiaro?
Solo che a lui lo stipendiano e lo provvigionano a te ti stritolano come uno strofinaccio di scarto.

Lorenzo 29.06.14 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I commenti sono piuttosto omogenei , chi osserva l'espansione della grande distribuzione a discapito delle piccole attività , chi osserva l'alta tassazione a carico dei piccoli (68% su gli utili), chi lamenta la chiusura di attività storiche. Si tratta delle conseguenze dello stesso disegno strategico, la politica liberista dei grandi speculatori mondiali. Un aspetto inquietante di questa distruzione della piccola e media impresa è il supporto dei media a questo progetto criminale e autolesionista. Oggi rai news 24 diffondeva la notizia che i ristoranti e le pizzerie italiane sono mediamente 10% piu care rispetto agli altri Paesi Europei. Ma brutte teste di cazzo ( giusto per essere chiari) se lo Stato porta via 68 euro ogni 100 di utile è chiaro che non c'è competizione. Allora sigri giornalai di Rai news24 , la notizia doveva essere un altra : LA TASSAZIONE UCCIDE ITALIANA LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

Giancarlo Tronci, Cagliari Commentatore certificato 29.06.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE EURO.
L'euro serve solo ai banchieri ai loro buchi in bilancio e ai grandi industriali che se non hanno delocalizzato fanno fortuna sfruttando la gente con salari che fino a pochi anni fa erano impensabili, e per i sindacati va tutto bene anzi bisognerebbe anche rimgraziarli magari.
Qui siamo tutti DEFICIENTI .
La volete capire o no che i grandi industriali gli statali le varie curie finte no profit e i banchieri a loro servizio spingono raccontando la balla colossale che l'euro e'sacrosanto e necessario e ci ha salvati , solo perché loro non sono mai stati meglio di oggi??
E'un nuovo feudalesimo sociale chi non fa parte di queste categorie e' trippa x gli sciacalli e quello che è folle e'che li ringraziamo pure !!!!
FESSI FESSI FESSI FESSI FESSI FESSI FESSI !

Luca 29.06.14 14:52| 
 |
Rispondi al commento

chissà a cosa si riferiva Fassina quando esclamò: "lavoriamo giorno e notte" qualcuno ha mai visto il colore del palmo delle sue mani?

francesco cossu 29.06.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

polizia e carabinieri fanno la ronda come in una citta' occupata

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bologna e' diventata una cloaca, e' vomitevole a qualsiasi ora h.24, se continua sta china ,spariranno anche i monumenti ed i musei, coperti di grafiti schifosi, a tarda notte l'unica compagnia la fanno le macchine dei carabinieri

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

si e quelli che aprono o sono cinesi o cingalesi, o chiudono entro 6 mesi

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E basta co sta crisi !!! Senza denaro si vive liberiiii e bene si è felici e si gode, le giornate sono lunghe e non finiscono mai e poi quando arriva sera la testa sul cuscino è leggera . viva la libertà la società deve esser fatta per uomini liberi.

raoul romano Commentatore certificato 29.06.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringraziamo anche i sindacati e i finti Catto-comunisti, che hanno sempre insegnato che i piccoli imprenditori sono ladri patentati. Ora che chiudono tutti, vedremo chi pagherà i contributi e le marchette per le loro pensioni e associazioni. Oltre a questo aspettatevi dei corposi raddoppi o tripli aumenti su quelle quattro robe impacchettate che Vi vendono supermercati & Co., ovviamente tutte d'importazione, alla faccia del made in Italy, massacrato dalle regole della "Magnifica Comunità dei Banchieri Europei".
A quando il botto Finale??
Fra poco arriva, non preoccupatevi!
Solamente allora si arriverà a qualche atto di vera giustizia.

lucapaolino 29.06.14 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Con 4.000.000 e più di Statali che contrallano circa 12.000.0000 di lavoratori e titolari (praticamente un controllore ogni 3 che lavorano). Solo i fessi possono ancora credere di aprire e sopravvivere. RICORDATE che quei 4 MILIONI di Statali devono far vedere che lavorano. Ben vengano controlli a tappeto su tutto, anche sulle viti dei Water nei locali. Ma guai a toccare i colossi (supermercati, Autogrill, e altri "ALTARI MAGGIORI". Durante il 6° controllo della USL qui in provincia di Padova su un Fornaio, questi gli ha chiesto: " Perchè ce l'avete tanto con noi piccoli??" La risposta del DEMENTE CONTROLLORE, breve ma coincisa è stata:"VOI PICCOLI DOVETE SPARIRE TUTTI QUANTI, ALLA FINE DEVONO RESTARE SOLO I GROSSI, E FINO A CHE NON SPARIRETE VI VERRREMO A VISITARE". Nell'ultimo controllo gli avevano ispezionato anche le fughe delle mattonelle per vedere se c'era della Farina... A questo punto che cavolo stiamo lavorando tutti a fare??? Per pensioni da fame ed esodati a nastro? Per dover pagare gli esami in ospedali fatiscenti?? CONTINUATE A VOTARE IL VECCHIO REGIME CHISSA' CHE PRIMA O POI VI FACCIANO SPARIRE ANCHE VOI ASSIEME ALLE VOSTRE CASE E FAMIGLIE.

lucapaolino 29.06.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

I negozi chiudono,ma ha loro non interessa, e quello che vogliono,cosi'aprono i centri commerciali attingi tutto li cosi'anno la possibilita' di avvelenarti, gia' lo fanno, vedi tumori, vino,pasta,pane,carne marcia rigenerata,mozzarelle di plastica,frutta da dubbia provenienza, ecc.

Bruno Nibionno LC 29.06.14 14:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

**V***

Giovanni (11,43-44):

E detto questo, gridò a gran voce. " Lazzaro, vieni fuori!" Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti in bende e il volto coperto da un sudario.

Aldebrando Fitozzi Commentatore certificato 29.06.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

PENSAVO CHE GLI ITALIANI FOSSERO PIU' FURBI MA,

MI SBAGLIAVO..... SI SONO VENDUTI PER 80,00 FALSI EURO!!!!

ROBERTO MASIA 29.06.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Le persone che non producono niente ....qui sono le piu avvantaggiate ....e incassano. Oltre il lecito fintanto non ci sara' questa inversione di tendenza ....peggioreremo sempre di piu

Andrea Stella 29.06.14 13:19| 
 |
Rispondi al commento

...e magari, larga parte di quelli che hanno chiuso hanno votato piddì, con aspettative messianiche dal cog|ione di firenzie.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.06.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

a furia di cessare attività, l'Italia sta diventando un cesso

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 29.06.14 13:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

e I DIFENSIORI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE CHI SARESTE, VOI FORSE?
MONDIALISTI, PRO-IMMIGRAZIONE ANCHE SE DICEVATE IL CONTRARIO, PRIMA CONTRO L'EURO, L'EUROPA POI PERO' DI FATTO SI FA IL CONTRARIO....

VOI PAGHERETE FINO ALL'ULTIMO DI CIO' CHE AVETE FALSAMENTE PROMESSO.

inn t. Commentatore certificato 29.06.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il lavoro è diventato un lusso ! In questa Italietta sgangherata si chiude di tutto , dai negozi alle imprese è un continuo serrare le attività per evitare la persecuzione del fisco che taglieggia a tutto spiano . Incurante della grande crisi che attanaglia il Paese da troppo tempo e che aumenta giorno dopo giorno , equitalia imperversa senza alcuna forma di equilibrio e discernimento facendo fallire tante attività che , al contrario , dovrebbero ricevere aiuto dallo Stato ! Cattiva politica fatta da uomini cattivi e incapaci ! Ma , d'altronde cosa ci si può aspettare da gente che si butta in politica solo ed esclusivamente per il potere e quello di più retrivo che esso rappresenta : denaro e onori ! Il Paese sta attraversando il periodo più buio della sua esistenza , preda per avventurieri senza scrupoli che fanno e disfano a proprio piacimento e interesse . Leggi e regole vengono disattese e stravolte ogni giorno , ingiustizie e rapine fanno parte del vivere quotidiano , sindaci di grandi città , rei confessi di ladrocini , vengono condannati a pene risibili e lasciati al loro posto liberi di continuare a ladroneggiare ! Ma che schifo di società è questa ? Non ci si preoccupa neanche di salvare le apparenze ! Un tale che non ne ha legittimità è stato messo a fare il presidente del consiglio da un altro presidente esautorato pure lui ! Con tronfia sicumera dichiara che ha bisogno di mille giorni per aggiustare il Paese ! Ecco perchè la gente si mimetizza o fugge in altri Paesi , chi rimane è perduto ! Chi rimane sarà bastonato a morte da tasse e bollette spropositate che , per la maggior parte servono a saziare gli enormi appetiti dei politici e affini .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 29.06.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Battetevi per demolire le tasse che ci strangolano! Capannoni, negozi, uffici, laboratori, case sono massacrati. Renzi peggio di Monti!

È la prima cosa che dovreste fare.

Grazie per quello che avete fatto e farete.

Basta Tasse 29.06.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Non e' che nel resto del sud europa sia meglio

http://www.lemonde.fr/economie/article/2014/02/12/les-defaillances-d-entreprises-au-plus-haut_4364714_3234.html

"L'anno scorso (2013), 63.452 imprese sono state messe in amministrazione controllata o fallite in Francia, una cifra in crescita del 5,3% rispetto al 2012.
...
Questa cifra è leggermente superiore rispetto al 2009, che era già un picco quando sono stati registrati 63.204 fallimenti di imprese."

non credo che nel resto del sud europa vada diversamente..chiedetevi perche'

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

1) C'è la crisi e le tante tasse e vabbè.
2) La crescita esponenziale di grandi e medi centri commerciali ha ucciso o sta uccidendo le piccole attività commerciali.
3) Quelli che aprono stanno spendendo gli ultimi risparmi di famiglia e o i TFR percepiti dalle aziende da dove sono usciti.
4) Gli extracomunitari non intenzionati a restare in Italia, avviano qualsiasi attività, tanto semmai dovesse arrivare equitalia, loro ritornano a casa e addio recupero a meno che non venga loro negato l'espatrio ma mi sembra non sia una prassi italiana.
5) Le liberalizzazioni non sono servite a nulla se non a deprezzare le attività.
6) Tutta questa deregulation non sta facendo altro che produrre nuovi debiti verso l'erario con le derivanti conseguenze.

Vittorio M., Caserta Commentatore certificato 29.06.14 12:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ecco andatelo a dire a Pamparana e compani giornalisti dei miei stivali,lottizzati e figli di Berlusconi che osano dire la domenica mattina per radio che gli Italiani stanno bene e sono i piu ricchi al mondo dopo un paese che ora non ricordo .pero non dicono mai chi la detiene questa ricchezza certo perche colpisce chi li paga.Bugiardi e bastardi tutti quanti peccato che avete le armi della informazione per dire bugie e che il popolo non ha altrimenti fareste una fine che meritaste.

Francesco grossi 29.06.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Fatevi nullatenenti e lavorate in NERO.
Se vi beccano,potete tranquillamente ridergli in faccia (senza offese però...)
Mi raccomamdo,evasione di sopravvivenza,niente case,macchine ect....!

Avete Rotto 29.06.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento

vai al mercato e il maggior numero di bancarelle è gestito da extracomunitari. Gli unici che comprano attività, negozi, ristoranti ecc. sono i cinesi.

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.06.14 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Basta licenze alla grande distribuzione,calmierare gli affitti sopratutto nei centri paese

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 29.06.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Si sono svuotati i centri delle città per far posto alle banche ed agli avvocati ai negozi che vendono lavoro !!!!
Anzi si stanno costruendo grattacieli infarciti di uffici , enormi mostri che alla sera si svuotano e nelle piazze sottostanti solo asfalto e catene e pilastri e telecamere .
Blade runner docet.
Si e' voluto togliere le macchine dal centro per andare tutti a piedi con il risultato che i centri delle città in genere si stanno spogliando della vita di relazione.
Hanno installato negozi di abbigliamento , gioellerie,negozi hifi ,scarperie ,ma nessun fruttivendolo salumieri ciabattini panifici sartorie fioristi in pratica le attivita' che possono far fiorire i centri delle città.
Una volta si andava in piazza per chiaccherare andare a figa incontrare gli amici i pittori gli scultori gli scrittori ci si incontrava in bellissimi bar come il pedrocca di padova il balzer di bergamo l'harris bar di venezia e via discorrendo . tanti hanno chiuso purtroppo.
E se invece tornassimo allo stile medioevale dove i mercati erano in centro e radunavano fornitori e clienti in una meraviglia di suoni e colori ?
I negozi detti anche giuridici cosi' come li abbiamo conosciuti non ci saranno piu' per sempre .Una potente azione di contrasto al degrado sociale , potrebbe essere quella di sviluppare i quartieri come si faceva con le contrade e quindi creare molti centri nelle città facendo si che non esiste un unico centro di riferimento .
Capisco che per i poteri forti avere 10\15 centri da controllare e' scomodo ma sono problemi sopportabili . Forse potrebbero anche servire per una migliore integrazione oltre che ad un controllo assoluto della delinquenza .
Quindi caro beppe chi se ne frega se chiudono i negozi e le attività cittadine che loro stessi hanno voluto per andare a rifugiarsi nei centri commerciali anonimi e fuori città .
Se poi vogliono andare in centro a bere qualcosa e' meglio che se lo portino da casa.........
ciao ci vediamo in centro ........

giò b., bergamo Commentatore certificato 29.06.14 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Il declino dell'economia italiana, sopratutto nel Sud, ha avuto luogo da 15 anni a questa parte, con l'avvento dei Super e Ipermercati.
La miopia della politica che ha permesso l'insediamento di queste piovre economiche e finanziarie, ha distrutto la micro impresa e lo'artigianato: colonna portante dello sviluppo del Paese.
Nel mio piccolo paesino di 4.000 abitanti - LAZZARO - c'erano 23 alimentari, 7 macellerie, 3 officine meccaniche, 5 falegnamerie, 3 sartorie, 2 calzolai e 2 negozi di elettrodomestici. Nell'arco di 20 anni sono rimasti: 1 alimentare, 1 macelleria,1 officina meccanica, 2 serramentisti e 1 sartoria gestita da una immigrata.
Facendo il calcolo delle persone espulse dalle attività, dirette (70) e indirette (70), siamo a 140.
I due supermercati che operano occupano circa 30 persone più i titolari.
Mentre le persone occupate percepiscono attorno a 5-600 € al mese, i 70 esercizi scomparsi davano da mangiare ai titolari ed ai loro figli e nipoti.
Si sono costruite chi 4 chi 5 appartamenti ciascuno, facendo da volano all'economia.
Dando lavoro a muratori, carpentieri, ferraioli, alle tre fabbriche di laterizi, ai falegnami, agli elettricisti e idraulici.
Il paesino si è spopolato. Sono rimasti anziani e i pochi impiegati pubblici, sopravvissuti alle ristrutturazioni, seguite alle privatizzazioni di Poste, Ferrovie, telefonia ecc. ecc.
I supermercati hanno distrutto l'economia locale e i produttori di generi alimentari. Questi ultimi costretti a vendere a prezzi stracciati e incassi a 90,120, 150 gg.
Tutti i prodotti vengono da fuori Calabria così, per completare l'opera è morta, anche, l'agricoltura.
La politica ha pensato bene di fare bandi per i finanziamenti studiati per agevolare gli speculatori che, normalmente, arrivano da fuori. lasciando le briciole agli operatori locali. L'opera di distruzione è compiuta con l'avvento delle cineserie! E Renzi porta in Cina stuoli di imprenditori-prenditori. Ma Vaff.....

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

i nuovi esercizi che aprono,probabilmente non sanno cosa gli aspetta e almeno la metà chiuderà l'anno successivo quando arriverranno le tasse da pagare.

rudy franco 29.06.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento

IL "SISTEMA" E' ORAMAI LIQUIDO E QUESTE NE' SONO LE CONSEGUENZE

alvise fossa 29.06.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Certo che la riduzione della spesa tanto decantata da Renzi per abbattere le tasse non si farà mai visto che la politica è coinvolta negli sprechi,la riduzione della burocrazia nemmeno perche' sono posti politici e serbatoio di voti per la maggioranza si va avanti con spot e coperture dei media di regime nascondendo la reale situazione del paese,l'uomo dei miracoli è un illusionista ci inganna notte e giorno mentre aumentano solo le tasse e le attività produttive chiudono per mantenere in vita i carrozzoni di regime.

antonio rubino 29.06.14 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Qui trovate un buon resoconto.. tra negozi attività artigiane e piccola media impresa, un deserto che avanza...
http://www.crisitaly.org/cat/attivita-in-crisi/

Bruno C., Cagli Commentatore certificato 29.06.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento

In una economia capitalistica, qual'e' quella italiana, e' del tutto normale, nella logica del sistema, che le imprese nascano e muoiano come qualsiasi cosa terrena.
In un periodo di crisi pesante e prolungata e' logico che le imprese che chiudono siano piu' di quelle che aprono.
Colpa della eccessiva pressione fiscale? Sicuramente.
Ma non possiamo nasconderci una verita' storica, che in Italia molte imprese hanno vissuto e spesso prosperato grazie alla svalutazione della moneta, all'evasione fiscale e alla corruzione.
Oggi che il primo di quei fattori e' venuto meno e sugli altri due c'e' una stretta grazie soprattutto alla magistratura, e' evidente che per molte imprese la vita e' diventata difficile se non impossibile.
Le imprese sane, quelle che innovano e investono, difficilmente falliscono, quelle che esportano fanno addirittura utili. Chiudono le imprese marginali o disoneste. Ma questo non e' un male dal punto di vista generale. D'altronde non e' mica obbligatorio fare impresa.
Piu' che una difesa impossibile delle imprese marginali occorre creare nuovi posti di lavoro anche in settori oggi trascurati, come quelli culturale, e questo e' il compito primo di un governo serio.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.06.14 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Beppe cosa dici? A sentire loro,i geni dei POLITICANTI, non e così grave, l'Italia ce la sta facendo ed uscirà dalla crisi.
Allora carissimi burattinai di negozio o di strada prima di aprire quella maledetta bocca e dire cazzate almeno collegatelo se ve ne rimasta un po di materia grigia, Ma cosa si vuole da gente che per professione hanno fatto i ladri, i magnacci, sono condannati eppure stanno li, a ma viene da ridere appena li vedo in tv gente bugiarda pinocchio al loro confronto non era nessuno loro si sono aggrappati a questa caxxo di EU perchè prendono soldi e mannaggia a san soldino d'italia sempre e solo quello il resto non conta. Avremo epidemie, questo non conta anzi si arrabbiano perchè non si doveva divulgare come sempre le notizie date lo fanno loro il resto e censura, ma tanto quale democrazia esiste più in questo paese ora ce la DITTATURA TOTALITARIA, AMMINISTRATA DAL RE IN PERSONA. Una cosa voglio dire la CORDA SI E SPEZZATA DA MOLTO TEMPO, ma non approfittatene perchè prima o poi si sveglieranno i dormienti.
Forza Beppe, iniziate a far fuori gli europarlamentari e per poi passare direttamente qui e mandarli tutti a casaaaaaaaaaaa.

giovanni pranzo (giovanni47), martina franca Commentatore certificato 29.06.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe qui a Genova è la stessa storia...io ho una attività storica e riesco a stare a galla, in questi giorni hanno chiuso attività e chissà cosa e quando riapriranno queste saracinesche. Mentre il NS vicesindaco si occupa di aprire o rendere possibile la costruzione di un centro commerciale alla Foce nella fiera....questo per coprire i buchi delle partecipate del comune e piazzarcelo nel c. .. a noi piccoli desertificando in centro ....fino a quando e quanto possiamo resistere. Siamo stufi di stile politici miopi.....e un complimento. Affaristi.....e meglio. Manon sufficiente.

angelillo 29.06.14 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento qualche amico che vuole aprire una attività mi sorprendo: io non lo farei. Veramente ci vuole coraggio e inconsapevolezza. Investimenti considerevoli, rischi alti: notaio, commercialista, consulente del lavoro, imposte, affitto locali, partita iva, f24, banca, bancomat/pos, camera di commercio, fisco & equitalia, probabile guardianie & pizzi, avvocato per qualche probabile causa di lavoro e recupero crediti, esposizione con le banche e interessi, nettezza urbana, eventualmente rifiuti speciali, bollette carissime anche se non consumi. e veramente io mi chiedo ma chi te lo fa fare??? Io se non fossi già in ballo non aprirei una attività: fai tutto tranne quello che avevi in mente... Nei ritagli di tempo lavori...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.06.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È il segno che la recessione continua e che ci stanno raccontando bugie su una economia che mostrerebbe segnali di ripresa. Non solo non è vero ma probabilmente una ripresa avverrà nel lunghissimo termine.
Più di dieci anni.
Allora ci si chiede se valga la pena impoverirsi in dieci anni o abbandonare l'euro e impoverirsi in un anno per poi riprendersi negli anni successivi.

vincenzo salvi 29.06.14 10:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori