Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ha vinto Juncker e l'Europa dell'austerity

  • 40


junker_austerity.jpg

"Con l'elezione di Juncker alla Presidenza della Commissione Europea, ha vinto l'Europa dell'austerity. Ha vinto l'Europa dei sacrifici che non bastano mai; quell'Europa che ha già spezzato migliaia di vite sotto il peso insostenibile del debito, della disoccupazione e della povertà dilagante. Ha vinto l'Europa del Fiscal Compact, partorito dall'Eurogruppo proprio quando lo stesso Juncker ne era a capo. Il M5S condanna senza mezzi termini la linea di continuità politica che si realizza all'interno della Commissione Europea con l'elezione del nuovo presidente, ribadendo il proprio impegno per la trasparenza e la democrazia. Non potranno più agire indiscriminatamente. La maggioranza del Parlamento Europeo ha votato per la vecchia politica, gestita in segreto; ha votato per garantire ancora una volta il potere esercitato da banche e multinazionali. Ma oggi in Parlamento siede il Movimento 5 Stelle, determinato a vigilare e ad agire perché in futuro a vincere non sia più l'Europa dell'austerity di Juncker, ma sia finalmente l'Europa dei cittadini." M5S Europa

17 Lug 2014, 18:02 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 40


Tags: austerity, Borrelli, Bruxelles, Corrao, eurodeputati, Farage, Juncker, M5S Europa, Strasburgo

Commenti

 

Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti!
Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta.
Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta!
In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari.
Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari.
E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte.
Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte.
Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere.
Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta.
Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!?

Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8
Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ
email: alberto.costantini.std@gmail.com
sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio
Per eventuale supporto:
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita
Grazie!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 21.07.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

I problemi occupazionali sembrano essere molto distanti dalle logiche dei politici.
Da cosa parte in fondo la crisi? Oltre che dalla moneta unica in europa la causa è anche un afflusso di merci straniere che ha invaso il mercato e distrutto la concorrenza. Come vengono vendute? Attraverso centri commerciali, aperti come funghi. La libera concorrenza, molti produttori molti acquirenti non esiste più. Mobilifici, piccole attività artigianali, rivenditori di qualunque cosa stanno subendo in modo aggressivo questa assurda situazione, che si chiama concorrenza sleale legalizzata. Unita alla tassazione sta portando alla perdita di centinai, migliaia di posti di lavoro e alla chiusura di molte attività. Non c'è specializzazione che possa reggere.Noi siamo i consumatori. L'unica arma che abbiamo per lottare nel silenzio più totale della politica è la protesta consapevole.
1) boicottare tutti i centri commerciali e i monopolisti dei vari settori. Non è vero che danno lavoro alle persone, in vent'anni gli occupati sono dimezzati e gli stipendi anche
2) per i prodotti agricoli bisogna tornare dai produttori, vessati da tasse e alla mercè dei grandi distributori che pattuiscono un prezzo imposto a discapito della qualità
3) esistono decine di piccoli artigiani nel settore del vestiario e calzaturiero. Andateci, e lasciate perdere gli stracci costosi che ci propinano in tutte le catene di abbigliamento. Una volta esistevano i piccoli negozianti, sono stati schiacciati da tutte le catene.
Ricordiamoci che il mercato siamo noi. Non possiamo lamentarci di avere l'amico o il parente cassintegrato quando chi alimenta il circuito siamo noi stessi. Non possiamo andare fisicamente nei porti e fermare le merci o opporci se la politica è sorda a tutto questo sistema o ne è complice. Sappiamo però che ci sta portano alla fine. Ghandi nel 1930 fece evaporare dell'acqua marina su un fuoco e ne raccolse il sale. Altre migliaia di indiani fecero lo stesso. L'Inghilterra abbandonò il monopolio

michele a. Commentatore certificato 20.07.14 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Quello che sta per succedere è solo l'inizio della fine. Tanti auguri a tutti

giorgiolovato 19.07.14 17:37| 
 |
Rispondi al commento

La storia è una ripetizione di errori e avidità umana sempre uguali adattati alle varie epoche, dagli egizi ai romani agli americani ai francesi e cosi via, mi auguro che se ne accorgano prima del disastro totale.

Forza M5S

Luciano R., Abbiategrasso Commentatore certificato 19.07.14 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro presidente o meglio il presidente del 40% che lo ha sostenuto dice ai grandi dell'UE che l'italia manterra i patti cioe: gli italiani saranno sempre più poveri, pagheranno sempre più tasse,ci sarà sempre più disoccupazione,svenderemo tutto.Costi quel che costi.l'importanza è mantenere gli stipendi ai parlamentari,che avranno sempre le auto blù,che quanti hanno rubato anche se pensionati continueranno a percepirla,che la spesa pubblica continuerà a crescere.Ma noi manterremo i patti.Noi siamo una nazione seria costi quel che costi

luigi damiani 18.07.14 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando lo diciamo noi da queste pagine, e lo abbiamo detto all'indomani delle non-decisioni (e anche poche decisioni) di questo e precedenti governi/maggioranza, passiamo per chi scommette sul fallimento dell'Italia, dei disfattisti, negativi ecc.

Titolo: 'Margini più stretti, niente manovra'

II Sole 24 Ore pag: 4

I più recenti dati macroeconomici dicono che l'attività produttiva rallenta e ritarda il meccanismo di crescita sostenuta in Europa e nel nostro Paese. Si restringono di conseguenza i margini a disposizione del Governo. E' improntato alla prudenza l'intervento alla Camera del Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che ha illustrato le linee d'azione del Governo relativamente alle otto raccomandazioni di Bruxelles rivolte all'Italia. L'esposizione del Ministro, improntata al realismo, è una presa d'atto che ben difficilmente il target di crescita stimato per quest'anno (0,8%) potrà essere realizzato. Il primo trimestre dell'anno si è chiuso con un -0,1% e le stime per il secondo semestre si attestano intorno a una forchetta tra -0,1% e +0,3%. Ne consegue che il deficit 2014, indicato ad aprile a quota 2,6% del Pil, scivolerà verso il 3%. Il Ministro ha escluso l'arrivo di una manovra correttiva. (Ved. anche Italia Oggi: 'Padoan, non tornano i conti' - pag. 4)

Gian A Commentatore certificato 18.07.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento

L'ENNESIMO BUROCRATE DA AFFRONTARE

alvise fossa 18.07.14 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Si ma intanto se vi vantate per distinguervi dai partiti tradizionali come selezionate gli assistenti parlamentari? Io ho scritto ad alcuni di loro pensando che ragionassero non per affiliazioni politiche ma evidentemente mi sbagliavo perché non ho avuto alcuna risposta. Neppure per dire che so: abbiamo già individuato i professionisti del settore o cosa.

nanachan 18.07.14 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Ora con i poveri innocenti 154 olandesi, morti dall'abbattimento di russi o ucraini vediamo di che pasta di m. è fatta l'europa dei buroscroti. Ste m. non sono capaci di fare niente...pensano solo a fo....soldi e non hanno i co... per adottare nessun embargo. Ahhh, che ipocriti i PDidioti, non prendono più per il c.. Berlusconi amicone di Putin, ora che c'è la Mogherini filo-Putin tutto va bene.

genni acarogna (g_ac) Commentatore certificato 18.07.14 08:15| 
 |
Rispondi al commento

guardate che ci state facendo uscire il fiele dalle orecchie

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 06:19| 
 |
Rispondi al commento

PREMESSA : NESSUNO DEL PD----- CIO' DETTO , COME SI PERMETTE "LA EUROPA" DI DISCUTERE LE DECISIONI DEL GOVERNO ITALIANO ? OCCHIO RENZI , OCCHIO QUESTA SE PASSA LA PAGHI , MA LA PAGHI CARA , C'HANNO GIA' PROVATO A METTERCI SOTTO I TACCHI -- ALTRO CHE SPOT DI PROPAGANDA FILONAZISTA--- OCCHIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ITALIANO--- O C C H I O

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 05:56| 
 |
Rispondi al commento

PREMESSA:
NESSUNO DEL PD --- CIO' DETTO COME SI PERMETTE "LA" EUROPA DI DISCUTERE LE DECISIONI DEL GOVERNO ITALIANO ?
R E N Z I --PER DIO ----gli piace ai tedeschi di avere sotto i tacchi l'italia e...--- gli piace-- ma se VOI LO LASCERETE FARE -- IN UN UN MODO O NELL'ALTRO STATE SICURI CHE LA PAGARETE VOI AL GOVERNO -- CARA , MOLTO CARA, questa non e' cessione di parte di sovranita' -- questa e' SUPINA SOTTOMISSIONE- occhio perche' ci hanno gia' provato

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 05:49| 
 |
Rispondi al commento

c'è ancora da capire con quali soldi le compranto i rumeni tutte quelle auto di grossa cilindrata che vediamo continuamente passare sulle nostre strade italiche anche perché mi ricordo i gatti di timisoara di 15 anni fa che gli si vedevano le costole senza fargli la radiografia... possibile che in 15 anni siano riusciti a mettere insieme tutta quella ricchezza da venire a fare i signoroni a casa nostra?
Mi sa tanto che se le stanno comprando coi nostri soldi!

basselo brunelo 18.07.14 01:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei tanto che il nostro blog desse il massimo risalto alle proposte del Fondo Monet.Internazionale, per il quale dovremmo subire un prelievo forzoso di almeno il 10% sui nostri c.c.bancari per salvare dal crack il sistema bancario e stroncare i debiti pubblici nei paesi del sud-Europa... Magari anche retroattivo, come fu fatto a Cipro, che fu usata come banco di prova per vedere se la gente fosse scesa in strada con spranghe e forconi, invece non successe niente, quindi si può impunemente replicare la rapina anche qui da noi.
Invece devo dire che su beppegrillo.it non c'è traccia di questa porcata, che verrà sicuramente realizzata nell'umiliante acquiescenza dei governi, sicuramente a cominciare dal nostro, che altro non è che la controfigura del Governo Monti e di quello Letta. Altrimenti Renzi non sarebbe durato neanche un giorno! Mi dispiace molto.
Se non siamo noi a dare queste notizie, chi ci aspettiamo che le dia? Il TG delle ore 20 ?
Grazie per l'ospitalità comunque
alessandro schiaffino (genova)

alessandromag 17.07.14 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Quello che mi preoccupa di più in questo momento è che stò perdendo pian piano la speranza, veramente..renzi è stato chiaro, il sistema è quello di far contenti tutti, qualsiasi sia l'argomento trattato.mah

nicola crosato, treviso Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.07.14 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Oggettivamente parlando, 10 milioni di voti non sono, alla prova dei fatti, niente.

Questo "niente" deve alzare la voce, deve urlare per farsi sentire, deve voltare le spalle a quella cosa - oggettivamente - oscena che è l'inno alla gioia. Oscena come "marcia trionfale" per una unione di Stati.

Di fronte a questo niente di 10 milioni di voti su una media di 250 milioni di voti, stravince l'astensionismo. E di fronte a questo astensionismo che magari è pure di protesta, la risposta è un sentirsi legittimati a continuare con la solita politica: decidere in pochi il destino di tutti.
Anche se alla fine anche i governi e i "governanti" sono in balia del destino e di come va l'economia.

Comincio a perdere fiducia nello strumento del voto, anche se non nel m5s. Ma di fronte al fatto compiuto che, tutto sommato, anche in Europa ci schiacciano come e quando vogliono, diventa indifferente il votare/non votare.

Andrea F. Commentatore certificato 17.07.14 22:20| 
 |
Rispondi al commento

E come, se il Parlamento non decide una mazza, ma è la commissione europea di non eletti a prendere tutte le decisioni??

Anti E., Roma Commentatore certificato 17.07.14 22:08| 
 |
Rispondi al commento

anche un cavallo che parte con la gamba sbagliata al falso galoppo se continua si azzoppa e deve essere abbattuto

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.14 21:34| 
 |
Rispondi al commento

altro che MELENSI E LAGNOSI spot propagandistici del cazzo

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.14 21:27| 
 |
Rispondi al commento

siamo diventati tutti poveracci, l'Italia si sta spegnendo alla velocita' della luce-- so di non dire nulla di nuovo ovviamente, ma la partecipazione mi e' indispensabile

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

basta -fuori dall'euro-- come faranno presto la francia e l'inghilterra, il problema da noi e' la lega che si e' messan a cavallo di sta storia per continuare a fottere

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.14 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' stato eletto Junker perchè gradito agli USA.
Mi viene un dubbio: se i politici italiani si possono comperare, non sarà mica lo stesso per quelli europei? Se poi penso che gli USA dispongono di più soldi di una multinazionale, il dubbio si rafforza.

giorgio peruffo Commentatore certificato 17.07.14 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'opinione dei 17 eletti sul tema vincoli esterni, cambio fisso, squilibri della bilancia dei pagamenti e commerciale, privatizzazione dei sistemi sociali ecc..e' dato sapere, o si segue rigidamente i 7 punti inutili del programma?

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 17.07.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Bravi, e non lo dico per scherno. Sapete che non vi ho votati, non ho votato per nessuno a dire il vero, ma ora che siete lì, nella tana del Serpente, ammiro il vostro coraggio nel mettervi risolutamente contro i Poteri forti dei quali per ora intravedete solo l'ombra sinistra. Comunque mi piace questo vostro impegno a battervi contro il Mostro.Fino a prova contraria. Auguri e Stima. Clausneghe

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.07.14 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sarei d'accordo con Juncker. bisogna attuare una politica di austerity! non ci sono altre soluzioni. Ovvero, l'europa deve smettere di spendere soldi facendo finta di darli , sotto varie forme, agli stati. E noi dobbiamo smettere di spendere soldi dandoli all'europa o finanziando opere inutili. questa è l'austerity, non quella che intende l'europa. dal vocabolario."In politica economica il termine austerità definisce la politica di bilancio dello Stato fatta di tagli alle spese pubbliche al fine di ridurre il deficit pubblico, attraverso la riduzione delle spese e l'ottimizzazione dei servizi." tra le spese pubbliche non ci sono solo le pensioni e la sanità, c'e anche il mose, gli F35, le pensioni d'oro, le banche multilaterali di sviluppo ecc.ecc.. ottimizzazione dei servizi non significa aumento indiscriminato di ogni tipo di tassa.

paolo col, modena Commentatore certificato 17.07.14 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sfugge qualcosa.

Lo Stato italiano spende troppo.
Lo Stato italiano non vuole ridurre la propria spesa (anche il governo attuale, che M5S osteggia in molti modi e riguardo varie materie - e meno male, aggiungo).
Dunque, questo nostro Stato aumenta le tasse ai cittadini, i quali naturalmente soffrono, falliscono e alcuni si uccidono anche.
Potrebbe, questo ns disgraziato Stato, aumentare il debito invece delle tasse oggi ... ma ciò significa dover aumentare le tasse domani o diminuire la spesa domani (per le pensioni, ad es.. e quel domani per me è già arrivato ieri, visto che domani andrò in pensione a 70 se va bene con un calcio in c**o).
Ora, dato che questo Stato, che definire di m***a sarebbe un offesa per quest'ultima, usa maluccio i ns soldi (Mose, Expo e centinaia di altre opere pubbliche di cui non sapremo mai nulla, dato il livello dell'informazione televisiva e giornalistica), non vedo che male ci sia nel introdurre più austerity riguardo alle spese dello Stato.
Naturalmente un giochino a disposizione dei galantuomini che reggono il ns Stato, se più austerity dovesse essere introdotta, sarebbe quello di ridurre i servizi essenziali - tipo sanità - per poter poi dire 'colpa dell'austerity', ecc. e tornare, quanto prima, a spendere come prima (in expo, mose e altre opere pubbliche molto molto utili - solo a loro e agli amici degli amici).

È proprio utile, politicamente, dico, che il Movimento continui a dare questa connotazione così negativa alla parola 'austerity'?

Io mi sento molto 5 stelle anche se sono favorevole all'austerity dello Stato. È così sbagliato?
Secondo me no, dato che il governo attuale non vede l'ora di spendere e spandere, alla faccia dell'austerity ... e del governo attuale io non mi fido ...

Marco M. Commentatore certificato 17.07.14 20:09| 
 |
Rispondi al commento

ma andate a fare in culo voi e l'euro che non avete messo in discussione, stronzi!!!

ALBERTO BAGNAI L'AVETE LASCIATO SOLO E COME IN ITALIA ANCHE IN EUROPA E' PASSATA LA GRANDE PAURA DEI COGLIONI A 5 STELLE

marco ., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.07.14 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi scritta così sembra una favoletta.
Non riusciamo a farci appovare una legge elettorale in Italia cosa vogliamo modificare nell'ordinamento Europeo??

A me non basta la parola vigilare.

Iniziate a cercare consenso in Spagna, in Portogallo, in Grecia , in Francia e iniziamo a cambiare i pesi in parlamento.

Qusti ci distruggono, non basta vigilare.

aa 17.07.14 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E speriamo di riuscire a seppellirli sotto dieci milioni di mail... per cominciare e poi si potrebbero immaginare altre iniziative per sostenere i nostri europarlamentari :))!
Forza M5S*****

Bruna A., Carrè Commentatore certificato 17.07.14 18:47| 
 |
Rispondi al commento

JUNCKER VAFFANCULO TI ROMPERO' IL CULO

frank pit Commentatore certificato 17.07.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Giusto non ha vinto la democrazia dei popoli europei,che qualcuno bolla come populismo,ma la dittatura bancaria e le lobbies,alle cui dipendenze sono i politicanti maggiordomi,lautamente pagati dai cittadini per andare contro i diritti e gli interessi di questi ultimi.Complimenti agli italioti che hanno convintamente Renzi,e i PDocchi di palazzo.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.07.14 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Tenetevi un po di soldi per pagare un bel sito senza le pubblicità cominciano a diventare troppe,poi ci lamentiamo che la gente non si informa? Pic my skin dura 30 secondi ogni volta e bastaaaaaaaa

ADRIANO C., bologna Commentatore certificato 17.07.14 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ha l'espressione di uno che pensa: non vi preoccupate, vi "acconcero' io per le feste". Si salvi chi può.

alfonsina p. Commentatore certificato 17.07.14 18:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori