Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

In fuga dalla Sanità pubblica

  • 43


ospedali_fila.jpg

"Italiani in fuga dal Servizio sanitario nazionale. Ticket stellari e tempi di attesa troppo lunghi stanno spingendo sempre più persone - oltre 12 milioni - verso gli operatori della sanità privata. Secondo le stime che emergono da un'indagine conoscitiva sulla sostenibilità economica del Ssn, condotta dalle commissioni Bilancio e Affari Sociali della Camera, la spesa privata ha sfondato il muro dei 30 miliardi l'anno. Per l'esattezza 30,3 mld, tra farmaceutica, diagnostica e assistenza, che - come si legge nel documento - costituiscono "una percentuale rilevante della spesa sanitaria complessiva". Una spesa ingente che - osservano i deputati - "pur non collocandosi su un livello non dissimile da quella di altri Paesi europei, è nel nostro Paese quasi per intero 'out of pocket', mentre altrove è in buona parte intermediata da assicurazioni e fondi". Questa fotografia trova conferma nei dati elaborati dal Censis. Seconda un recente studio dell'istituto di ricerca sono infatti sempre di più gli italiani che pagano di tasca propria i servizi sanitari che il pubblico sembra non garantire sufficientemente: nel 2013 la spesa sanitaria privata è infatti aumentata del 3% rispetto al 2007. E nello stesso arco di tempo quella pubblica è rimasta quasi ferma (+0,6%). Aumentano gli italiani che pagano per intero gli esami del sangue (+74%) e gli accertamenti diagnostici (+19%). Ormai il 41,3% dei cittadini paga per intero le visite specialistiche. Cresce anche la spesa per i ticket, sfiorando i 3 miliardi di euro nel 2013: +10% in termini reali nel periodo 2011-2013. La fuga nel privato riguarda soprattutto l'odontoiatria (90%), le visite ginecologiche (57%) e le prestazioni di riabilitazione (36%). Ma il 69% delle persone che hanno effettuato prestazioni sanitarie private reputa alto il prezzo pagato e il 73% ritiene elevato il costo dell'intramoenia". (fonte)

24 Lug 2014, 10:53 | Scrivi | Commenti (43) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 43


Tags: privati, salute, sanità, servizio pubblico, tasse

Commenti

 

Da ex operatore sanitario e utente non posso che confermare,Emilia Romagna. Solo nel 2013 da fonte rai regione sono dai 300 ai 400.000 i cittadini della regione che si sono curati all'estero, particolarmente in Polonia,costi bassi competenza e assistenza eccellente.
In E.R. i medici di base (di famiglia)non sono più autorizzati a scrivere "l'urgenza" sulle richieste d'esame qual'ora lo ritenessero necessario,al paziente viene detto di rivolgersi al Pronto Soccorso più vicino,potete immaginarvi con quale congestione del servizio di P.S.
Per una banale Ecografia addominale 10 minuti circa (normalmente si fà a seguito di una colica per verificare la presenza di calcoli) a Imola ci vogliono più di due mesi dalla data della richiesta del medico,va da sè che un paziente preoccupato si rivolga a un privato o a un medico che pratica l'intramoenia usufruendo di spazi e attrezzature dell'Ospedale Pubblico.A tutti viene da pensare:se gli spazi nel pubblico venissero per intero utilizzati solo per le utenze Pubbliche e
non con alternanze all'utilizzo privato(ci lucrano solo medici e amministrazioni a discapito delle reali necessità dei cittadini, che cattive amm. hanno creato agli stessi)i tempi di attesa scenderebbero naturalmente.La Sanità Pubblica è sempre più depotenziata a favore dei privati che per altro vengono dal Pubblico e con convenzioni e intrallazzi vari fanno della stessa una grande mangiatoia a cui si rimpinguano politici e
amministratori corrotti,direttori generali poco professionali ma con buoni agganci politici,medici opportunisti...da anni siamo sul viale del tramonto.Fabio.

fabio malaguti Commentatore certificato 29.07.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO ORGANIZZATO E VOLUTO COSI - per quale motivo? Per esempio circa 6 BANCHE sono proprietarie del Istituto dei Tumori di Milano (quello di Veronese), le Banche sono azioniste forti dei Laboratori di medicinali, anche proprietarie di tante cliniche private, e caso strano nostro caro MONTI venica dal Mondo delle Banche, cosi ha potuto aiutare i suoi amici cn delle legge AD HOC, e sicuramente lo avràno fatto anche i suoi predecessori. Tu mio dai e IO ti do. Tutto rimane tra amici e paga il popolo Italiano.

Teresa J., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.07.14 01:13| 
 |
Rispondi al commento

Forza M5S

WOR COM Commentatore certificato 27.07.14 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe io sono molto anziano (dall'indirizzo Email vedi il mio anno di nascita);ti ammiro e ti seguo con simpatia ma, permettimi di esprimere alcune mie opinioni:1°-ritengo un errore non avere
sfruttato la possibilità di usare il mezzo televisivo (sono poche le persone anziane che usano la rete),2°-invece di rinunciare al rimborso
elettorale a favore dello Stato che lo usa anche per gli F35 (che fra l'altro tanti non ci credono)
lo avessi devoluto al fondo che hai istituito per
le piccole imprese;probabilmente sarebbe stato molto più redditizio in fatto di consensi elettorali, ed infine,per favore....perchè "out of pocket;perchè segui questa stupida mania.Dappertutto, insegne dei negozi in inglese,
Io abito in un paese di campagna,vedere sulla porta di un negozio la scritta "sorry we are
closed" mi fa venire il voltastomaco. Scusami per lo sfogo!. PS.Vi seguo tutti i giorni,e gli articoli più interessanti gli rendo visibili anche su facebook,twitter e altri. Spero non facciate ancora l'errore di lasciare i soldi allo
Stato. Siete l'ultima speranza; Noi vecchi abbiamo aspettato invano "il sol dell'avvenir";
abbiamo sperato per un pò anche a quelli che sparavano su "Roma Ladrona,...ora speriamo che
finalmente voi riusciate a estirpare questo marciume che esiste in Italia

Un saluto affettuoso.Angelo

Angelo Salviato 26.07.14 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Salve!
Mi permetto di indicare i link a tre miei video, con cui cerco di presentare un mio progetto di Iniziativa Imprenditoriale per una Attrezzatura di Riabilitazione dal Mal di Schiena.
Vorrei sapere che cosa ne pensate, e se possibile vi chiedo di sostenere il Progetto mediante adesione e condivisione o comunque riterrete meglio.
Ho già inviato email simili anche ad altre figure istituzionali, personaggi e Realtà più o meno noti.
Sono convinto che maggiore sarà la diffusione che verrà data a questa mia iniziativa, maggiori potranno essere le probabilità che si possa realizzare qualcosa di utile e di valido.
Sarebbe un peccato se, dopo aver messo a punto un'idea così importante, a seguito di tante sofferenze e fatiche, non se ne facesse nulla!
Sono a disposizione per ogni eventuale approfondimento.
Grazie!

Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ

email: alberto.costantini.std@gmail.com
Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8

PS - Nelle pagine Youtube di presentazione dei video è possibile trovare i link a ulteriori pagine di approfondimento!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 25.07.14 09:38| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATE CHE E' TUTTO VOLUTO ... NON C'E' NULLA DI CASUALE ...
L'OBIETTIVO E' DISTRUGGERE LO STATO SOCIALE PER CREARE ANCORA PIU' DISPARITA' E CONFUSIONE TRA I CITTADINI ONESTI E GLI AVVOLTOI
SALUTI
ALDO

Aldo Moro 25.07.14 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Il dramma è che le trattenute dalla busta paga vengono "magnate"!E chi è malato e non ha denaro a sufficienza son CAXXI SUOI!!!
Evviva l'itaglia

andrea o., loano Commentatore certificato 24.07.14 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Pochi eroi tanti fancazzisti ecco cose la sanità pubblica

alex64 24.07.14 20:49| 
 |
Rispondi al commento

RENZI TI ODIO

frank pit Commentatore certificato 24.07.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento

riflettete un attimo , la medicina ufficiale non a guarito mai nessuno, anzi il contrario loro ci vogliono brutti e malati perche per il loro intendo e basto sul consumo dei farmaci che mantiene la malattia stabile curando solo i sintomi ma non debella la causa che l'ha generata. In natura esiste tutto per sconfiggere i mali che affliggono l'uomo, ma e radicato in noi che la medicina chimica ci faccia stare meglio o addirittura guarisce. la risposta che mi viene in mente che la sanità in italia sia solo un grosso bancomat per le corporation produttori di farmaci
e vaccini che non servono a nulla

Francesco Battista 24.07.14 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Evviva l'itaglia di renzusconi!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.07.14 18:55| 
 |
Rispondi al commento

ma si , pagate il privato!
quelli che scrivono qua sopra sono sani! vorrei vederli con una cancro e uno stipendiuccio a pagare una fiala di antitumorale al mese da 5000 euro!
viva Il privato! gli italiani hanno bisogno di una cura d'urto! eliminiamo la sanitàè pubblica! eppoi dopo che siaqmo usciti da debito, abbiamo eidotto anche il numero di pensionati! coglioni!

Mario t., milano Commentatore certificato 24.07.14 18:14| 
 |
Rispondi al commento

moglie italiana di cittadino italiano residente in messico per lavoro che ha una malattia cronica ai reni (seguita da circa 2 anni dai medici italiani).... arriva in messico dal marito e miracolosamente la curano definitivamente in 2 settimane... si incazza e chiede perché ... gli rispondono che i medicinali prescritti in messico hanno effetti collaterarli pericolosi.... si però la è guarta e qui no.... hehehhehehehhe


anche questo fa pensare molto!

basselllo brunelllo 24.07.14 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Donna di 35 anni doppia cittadinanza

mal di testa inspiegabile per i medici italiani del pubblico ( tac e varie cose costose esegutite ) guarito in albania a tirana in 2 settimane.....


tutto ciò fa pensare male della sanità italiana.. non trovate?

basselllo brunelllo 24.07.14 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esame PSA in laboratorio privato 20€,nel pubblico 21€ e in più la trafila dal medico,prendi appuntamento e via.Ma se allo stato pago tasse x il servizio e malgrado questo mi costa di più vuol dire che io pago la sanità x ALTRI e in più vuol dire che il servizio NON FUNZIONA come del resto tutto in italia.Paese destinato al tracollo,forse giusto se si ricomincia nel modo GIUSTO facendo pagare ai responsabili.

luciano borghi 24.07.14 14:56| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE MA È UN DISEGNO CHE HA PIÙ DI 20 ANNI QUELLO DI SPINGERE GLI ITALIOTI VERSO LA SANITA "PRIVATA", E COME SEMPRE I GENIACCI ITALIOTI SI "SVEGLIANO" PER TEMPO?
ITALIOTI SIETE SOLO UNA CLOACA FECALE UMANOIDE D'EUROPA E PUZZATE DI MARCIO DALLA TESTA AI PIEDI, PER NON DIRE ALTRO...

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 24.07.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

AL NOSTRA SANITA' PUBBLICA SPIAZZZATA VIA PER SEMPRE DA QUESTA CLASSE DIRIGENTE DI "INCAPACI" DEI PARTITI

alvise fossa 24.07.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento

A parte magna magna e sprechi di mal gestione;Gli extracomunitari possono invitare parenti e affini per accedere al Servizio Sanitario Nazionale e senza residenza hanno lo stesso nostro trattamento. In poche parole nei Paesi dove è difficile "scappare" si ha la certezza di entrare in Italia con richiesta per malattia-cura. Altri hanno un permesso di lavoro in Italia vivono nei loro Paesi d'origine e all'occorrenza lo usano per tutta la famiglia per accedere ai "nostri" ospedali.In Africa per ricevere cure .....PAGHI!

Giulio Serafini 24.07.14 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Il ticket e i tempi di attesa secolari con visite vincolate ad orari da ufficio rendono il ssn non competitivo con i privati (che ringraziano).
E così i cittadini pagano la sanità due volte.
Soluzione?
Ticket ridotto per le analisi meno costose e sanzioni per i medici che allungano le code (viene il ragionevole dubbio che la cosa sia intenzionale poichè a parità di personale l'efficienza varia molto geograficamente).

"intramoenia" si riferisce alle prestazioni erogate dal medico al di fuori del normale orario di lavoro utilizzando le strutture ambulatoriali e diagnostiche dell'ospedale stesso: il medico dovrebbe rilasciare fattura (detraibile) e devolvere alla struttura ospedaliera il 6,5% del suo fatturato.

Cioè il medico meno efficiente potrebbe essere lo stesso che fornisce prestazioni privatistiche nell'ospedale stesso;
soluzione bastarda per i medici inefficienti?
Licenziamento in tronco (che quindi crea migliaia di posti di lavoro).
E i manager che tolgono apposta personale per rendere inefficiente il servizio?
sempre uguale: licenziamento.

p.s. se esistono medici inefficienti la soluzione non è mai ridurre le iscrizioni a medicina poichè questo implica un mercato privo di concorrenza.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.07.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma se per fare una visita con un dottore A si ha, per esempio, che occorre pagare un ticket di 34 euro e aspettare mesi e per fare la visita con lo stesso dottore, nello stesso ospedale in intra moenia (quindi come se il dottore fosse privato) pago pochi euro in più ma la visita si ha in tempo brevi, capite che il confronto non regge!
A quando la legge per applicare il programma M5S: i medici o lavorano solo nel privato o solo nel pubblico! Perchè se io ho interesse a fare le visite private, nel pubblico, diciamo così, me la posso prender comoda.
E' chiaro poi che a questo vanno agginte leggi contro la corruzione e il malaffare!

bulba p. Commentatore certificato 24.07.14 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Mica tutti pagano i ticket...
Io ho pagato per una visita dermatologica ad una bambina di 4 anni circa 20 euro ( potrei essere piu' preciso cercando il ticket...)sono stato l' ultimo ad entrare ed ero l' unico italiano e l' unico a pagare.
La macchinetta per pagare era nella stanza di attesa, la prestazione veloce e superficiale.
Quindi ?

Roberto C., Parma Commentatore certificato 24.07.14 13:15| 
 |
Rispondi al commento

la considerazione che negli altri paesi la spesa sanitaria privata è pagata dalle assicurazioni è una tautologia in termini: le assicurazioni le pagano gli assistiti e quindi in definitiva sempre loro, i cittadini.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.07.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero le prestazioni sono scadenti, i ticket sono costosi, i tempi lunghissimi(e uno fa in tempo a crepare)perciò nonostante le prestazioni private siano ancora più costose, almeno sono più veloci e si spera più accurate. Ciò non toglie che soldi non ce ne sono e spesso si rinuncia alle cure salvo non siano di assoluta emergenza. Uno schifo và! Se ne esce? No se continuiamo così!

Liliana D., Taranto Commentatore certificato 24.07.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Non sono pratico di percentuali so per certo però che pago il ssn in busta paga.Una ecografia alla mano mi è costata 35,00 euro in forma privata.Con impegnativa del medico curante mi sarebbe costata 55,00 euro.A me del 70 o del 90 o del 2000 non mi interessa so che adesso io pago tutto pur contribuendo mensilmente.

Gaetano Sgueglia 24.07.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho prenotato pochi giorni fa una serie di esami cardiologici. Ticket 85 euro per fare l'esame a 50 km da casa. Spesa da un laboratorio privato 75 euro.

Giacomo Di Giacomo 24.07.14 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Che lo Stato reagisca! Il servizio sanitario è dallo Stato stesso garantito, proviene direttamente dallo Stato, non può tollerare che le cose rimangano così. Lo Stato deve essere il soccorso dei cittadini, non può aggravarli di spese mediche insostenibili e sistemi disordinati, e che lo Stato sia la soluzione, la presenza e il soccorso.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 24.07.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

non mi meraviglierei se ora i nuovi investitori della sanità privata siano a maggioranza i nostri politici. Come la storia insegna sono dappertutto come una metastasi (con i soldi nostri ovviamente): assicurazioni ,bache e immobiliare e gioco d'azzardo legalizzato!!

gianluca carnevali (elianto72), roma Commentatore certificato 24.07.14 12:12| 
 |
Rispondi al commento

spero che la sanità venga privatizzata ma in un modo serio: basta intramenia, esternalizzazioni, subappalti, agevolazioni fiscali ( ad esclusione dei costi detraibili, di prestiti a tasso agevolato), basta conflitto d'interessi, aumento delle detrazioni fiscali al 50% senza limiti, per le spese sanitarie e ASSICURAZIONE PUBBLICA attraverso l'inail. Ovviamente il tutto unito a controlli serrati da parte dello stato, introduzione del modello sanitario informatico, ripensamento della selezione del personale e dei contratti per il personale.

Marcello C. 24.07.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

""Cari postatori di questo post (in seno al M5S),

siete falsissimi come una moneta d'oro trovata nelle patatine.

Dire che il 73% degli italiani si rivolge a strutture sanitarie private per
odontoiatria ed analisi del sangue, significa descrivere esattamente la
stessa situazione che c'era negli anni 2000, 90, 80 e persino 70 e 60. I
dentisti in Italia, sono sempre stati un ordine con molto potere
contrattuale nei confronti del legislatore. L'odontoiatria privata in
realtà esiste ed è sempre esistita, soprattutto annessa alle cliniche
universitarie. Purtroppo i tempi dell'odontoiatria, quale servizio pubblico
gratuito garantito dallo stato, sono sempre stati biblici ed i servizi
scadenti, ma questa non è una cosa nuova.

Quindi non venite a menarla con statistiche farlocche, mirate (credo) a
"spingere" l'utente verso le assicurazioni private sanitarie (tendenza
europea...purtroppo).

Perchè chi lavora nel mondo della comunicazione sa bene che dire" L'80%
degli italiani si rivolge strutture sanitarie private, equivale a spingere
i restii verso le strutture private stesse...proprio per meccanismi di
emulazione e di "rassicurazione di massa".

Siete peggio del partito radicale. Siete PESSIMI.

P.s. Adesso avanti tutti ad insultarmi. Mah""

Tyrone Set 24.07.14 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Cari postatori di questo post (in seno al M5S),

siete falsissimi come una moneta d'oro trovata nelle patatine.

Dire che il 73% degli italiani si rivolge a strutture sanitarie private per
odontoiatria ed analisi del sangue, significa descrivere esattamente la
stessa situazione che c'era negli anni 2000, 90, 80 e persino 70 e 60. I
dentisti in Italia, sono sempre stati un ordine con molto potere
contrattuale nei confronti del legislatore. L'odontoiatria privata in
realtà esiste ed è sempre esistita, soprattutto annessa alle cliniche
universitarie. Purtroppo i tempi dell'odontoiatria, quale servizio pubblico
gratuito garantito dallo stato, sono sempre stati biblici ed i servizi
scadenti, ma questa non è una cosa nuova.

Quindi non venite a menarla con statistiche farlocche, mirate (credo) a
"spingere" l'utente verso le assicurazioni private sanitarie (tendenza
europea...purtroppo).

Perchè chi lavora nel mondo della comunicazione sa bene che dire" L'80%
degli italiani si rivolge strutture sanitarie private, equivale a spingere
i restii verso le strutture private stesse...proprio per meccanismi di
emulazione e di "rassicurazione di massa".

Siete peggio del partito radicale. Siete PESSIMI.

P.s. Adesso avanti tutti ad insultarmi. Mah"

Tonino Totonno 24.07.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Cari postatori di questo post (in seno al M5S),

siete falsissimi come una moneta d'oro trovata nelle patatine.

Dire che il 73% degli italiani si rivolge a strutture sanitarie private per odontoiatria ed analisi del sangue, significa descrivere esattamente la stessa situazione che c'era negli anni 2000, 90, 80 e persino 70 e 60. I dentisti in Italia, sono sempre stati un ordine con molto potere contrattuale nei confronti del legislatore. L'odontoiatria privata in realtà esiste ed è sempre esistita, soprattutto annessa alle cliniche universitarie. Purtroppo i tempi dell'odontoiatria, quale servizio pubblico gratuito garantito dallo stato, sono sempre stati biblici ed i servizi scadenti, ma questa non è una cosa nuova.

Quindi non venite a menarla con statistiche farlocche, mirate (credo) a "spingere" l'utente verso le assicurazioni private sanitarie (tendenza europea...purtroppo).

Perchè chi lavora nel mondo della comunicazione sa bene che dire" L'80% degli italiani si rivolge strutture sanitarie private, equivale a spingere i restii verso le strutture private stesse...proprio per meccanismi di emulazione e di "rassicurazione di massa".

Siete peggio del partito radicale. Siete PESSIMI.

P.s. Adesso avanti tutti ad insultarmi. Mah

Tonino Totonno 24.07.14 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per esperienza vissuta mi consta che la sanita' pubblica e' andata in tilt.
Per una visita specialistica occorre attendere molti mesi e spesso il ticket da pagare e' piu' alto del costo di una visita privata.
Con il sistema dell' attivita' privata "intra moenia" inoltre si ottiene, pagando, una visita dello stesso medico che opera nell'ospedale, in pochi giorni contro i mesi di attesa.
E' una grave involuzione del sistema sanitario nazionale, grande conquista europea, per avvicinarci al sistema americano la cui filosofia e': chi ha i soldi si cura, chi non li ha puo' anche crepare.
E' un bel salto di civilta', ma all'indietro.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.07.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ,perche non ci termiamo tutti x 1 settimana.non si va a lavorare.stiamo chiusi in casa nostra.paralizziamo l'italia.si puo fare.non ci possono mica licenziare tutti.....

arturo d'alpaos, mestre(ve) Commentatore certificato 24.07.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori