Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La corruzione va combattuta come la mafia

  • 64


dimaio_corruzione.jpg

"Che la corruzione sia un fenomeno da combattere almeno quanto la mafia ormai è retorica, è una cosa scontata. Il vero problema è che la corruzione è il frutto di politiche burocratiche di questi anni che non hanno fatto altro che rallentare l'esecuzione dei diritti dei cittadini. In questo anno ho avuto a che fare con molte persone che hanno denunciato sul loro posto di lavoro fenomeni di corruzione, ma anche fenomeni di non applicazione delle norme all'interno della loro struttura ospedaliera, nella loro struttura di azienda pubblica e sono state licenziate. Questa legge nasce da questo obbiettivo: cominciare a dare delle tutele e soprattutto lanciare un messaggio culturale alla cittadinanza: chi non è omertoso va tutelato. In questo momento il sistema normativo è così debole che fa sì che chi è omertoso viene privilegiato, chi non lo è non viene per niente incentivato e diventa un bersaglio mobile dei propri dirigenti e anche di una parte della cittadinanza che lo reputa un povero fesso. Io credo che in questo momento tutte le norme che si possono fare in contrasto alla corruzione servono a innescare un processo culturale. Bisogna premiare chi denuncia e innescare un meccaniscmo culturale. La corruzione non è solo un problema giuridico o politico, è un problema culturale di questo Paese e lo dobbiamo combattere su tutti i fronti" Luigi Di Maio intervistato da "Riparte il futuro"

18 Lug 2014, 12:45 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 64


Tags: anti corruzione, anti corruzione m5s, burocrazia, cittadini, corruzione, Luigi Di Maio, mafia, partiti, politica, riparte il futuro, whistleblower

Commenti

 

La corruzione, assieme alla prostituzione politica, è la causa primaria e fondamentale del disastro economico-amministrativo dell'Italia.
Le migliaia di demenziali disposizioni legislativo-regolamentari, che vediamo da decine di anni, sia a livello nazionale che regionale, non hanno nessun'altra spiegazione logica all'infuori della spudorata corruzione della classe politico-amministrativa del nostro Paese.
Ogni mazzetta causa alla collettività danni enormemente superiori al puro importo della mazzetta stessa, ma qualsiasi episodica norma anticorruzione servirà a poco, se non si ribalta completamente il vigente sistema legislativo, che sembra studiato apposta per generare corruzione.

Santo Mazzotti, Remedello (Bs) Commentatore certificato 29.07.14 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti!
Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta.
Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta!
In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari.
Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari.
E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte.
Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte.
Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere.
Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta.
Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!?

Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8
Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ
email: alberto.costantini.std@gmail.com
sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio
Per eventuale supporto:
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita
Grazie!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 21.07.14 10:03| 
 |
Rispondi al commento

"ci ho scritto un libro sulla corruzione e la malversazione dei politici e
dei colletti bianchi. Nessuno ha potuto querelarmi o denunciarmi il libro è
corredato di tutti i documenti.
Per chi ha tempo e voglia qui il libro per intero
http://lafontanadelpapa.wordpress.com/

e qui un articolo, uno dei pochi che se ne sono interessati. (Certi fatti non si devono sapere ...)
http://www.baraondanews.com/joomlaorg/bracciano/648-signorotti,-che-brutta-
fine.html"

assuntina antonacci, Tolfa Commentatore certificato 20.07.14 16:39| 
 |
Rispondi al commento

ci ho scritto un libro sulla corruzione e la malversazione dei politici e dei colletti bianchi. Nessuno ha potuto querelarmi o denunciarmi il libro è corredato di tutti i documenti.
Per chi ha tempo e voglia qui il libro per intero http://lafontanadelpapa.wordpress.com/

e qui un articolo, uno dei pochi che se ne sono interessati. http://www.baraondanews.com/joomlaorg/bracciano/648-signorotti,-che-brutta-fine.html

Assuntina Antonacci 20.07.14 16:15| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo: è 1 fatto culturale e prima si comincia, meglio è!
Con ciò il lavoro è e sarà lento, di RESISTENZA, x sostituire una mentalità di pensare e fare. Ancora oggi possiamo definire che esiste una organizzazione feudale che si auto-amministra per amministrare in maniera che i conti tornino solo a chi devono tornare x mantenere le posizioni.
Siamo stati x troppo tempo a guardare, delegando e a lamentarci nello stesso tempo, disabituati a chiamare le cose col loro vero nome, ipnotizzati dalle apparenti belle maniere…e cattive pratiche.
quando la vita si riduce all'osso non c'è posto x eufemismi e minuetti politici.

Nori ., Pero di Breda di Piave Commentatore certificato 20.07.14 16:02| 
 |
Rispondi al commento

OMERTA'????

Per aver rilasciato una banale testimonianza su disturbo alla quiete pubblica ci siamo ritrovati a distanza di un anno una denuncia per ingiurie e minacce, mai commesse!!!
Ovvero una bella CALUNNIA!!!
Ebbene dopo 3 anni di tribunale, con evidenti intimidazioni per indurci a patteggiare ....
ci ritroviamo con una relata della denuncia motivata da scambio di persona, come dire scusate ci siamo confusi, vi abbiamo scambiato con altri ... altri che non esistono perchè il tutto è una invenzione, una vendetta alla nostra testimonianza, al nostro non essere omertosi!!!
Un imbroglio che è costato alla cittadinanza intera visto che i denuncianti/calunniatori dichiarano meno di 10 mila euro anno, con una attività commerciale!!!, e quindi le spese processuali e degli avvocati saranno pagate dallo STATO!!!
Educazione civica????
Non pervenuta!!!

roberta mevi 19.07.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento

ho visto l'incontro per ben tre volte e sono rimasto scandalizzato dal comportamento strafottente, provocatorio e arrogante dei componenti del PD.
Perchè la televisione pubblica non manda in onda questi incontri ? La gente capirebbe tante cose e si renderebbe conto che siamo ancora nelle mani del pregiudicato. Ascoltando il grande di maio confesso che mi emoziono, perchè percepisco la bontà di ciò che dice, perchè è convinto e ci crede. E' un vero statista che pensa e parla e combatte nell'interesse del popolo e non per interesse personale.

GIUSEPPE CARPENTIERI 19.07.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perche' vi dimenticate sempre dell'evasione fiscale, che non e' meno grave della corruzione e anzi ci costa molto di piu'.
Se tutti o quasi pagassimo il dovuto allo Stato, cioe' alla collettivita' che siamo noi stessi, non avremmo il debito pubblico e saremmo piu' ricchi della Germania.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.07.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento

DI MAIO SEI UN GRANDE. COME TANTI TI batti x un ITALIA migliore. impresa titanica.in un paese dove sei scoraggiato a denunciare(perche'poi quasi sempre paghi come se il "reato"lo hai commesso tu^).sperimo che l,onestà torni di moda. questa settimana a roma fuori al senato avevate annunciato ( dai principali media sicuramente)una protesta 5ms. IO CI Hò VISTO SOLO "TRISPASS" PERDONATE SE SBAGLIO LA SIGLA .COMUNQUE X CAPIRCI IL MOV.EUROPEISTA CON UN CENTINAIO DI MANIFESTANTI CON LE BANDIERE ROSSE. GRILLO sbaglio o giustamente ha detto che non basta x cambiare l,ITALIA solo mettere una crocetta sulla scheda? allora noi vi si vuole sostenere visivamente fuori il palazzo istituzionale.io vorrei qualche volta anche parlare e guardare in faccia chi voterò. w the moving five stars.

riccardo . Commentatore certificato 19.07.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Io non mi sento italiano........ma per fortuna o purtroppo lo sono. .......

emilio ricciardi 19.07.14 03:20| 
 |
Rispondi al commento

La corruzione non è altro che la compravendita dell'anima.

Forza M5S.

Luciano R., Abbiategrasso Commentatore certificato 18.07.14 23:27| 
 |
Rispondi al commento

La corruzione è un cancro inestirpabile!

Osvaldo Giovanni 18.07.14 23:14| 
 |
Rispondi al commento


Legalizziamo la corruzione e facciamo pagare le
tasse ai corrotti e ai corruttori. Altri modi non esistono. In alcuni Paesi, civili, quale noi non siamo, hanno legalizzato droga e prostituzione, ma qui in Italia non sarebbe sufficiente.Considerare i pagamenti e mazzette illeciti come un'attività consentita sulla quale pagare delle tasse proporzionali alle somme percepite permetterebbe allo Stato di rientrare del denaro trafugato.Poi se la cosa funziona legalizziamo pure Mafia, Camorra e N'Drangheta.

Che sPalle (che spalle), roma Commentatore certificato 18.07.14 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo perché la corruzione in Italia sia così diffusa, soffocante, una presenza incombente che stritola il Paese come le spire di un serpente, impedendogli di crescere, impedendogli di diventare la meravigliosa Italia che è; e non posso non pensare all'italiano in quanto persona, non posso non considerare tutte le volte che ho sentito dire che l'italiano pensa solo a se stesso e non trovo risposta. Cultura. Mentalità. E allora non siamo diversi dagli estremisti che uccidono per un credo che non vale più del mio, non siamo diversi da tutti coloro che condanniamo con un altro dei nostri celebri stereotipi: l'ipocrisia. Se l'italiano non decide per primo, di farla finita con la non-cultura della corruzione, con l'ipocrisia, non può lamentarsi perché non ne ha il diritto. Cambiamo. In meglio, sbagliamo, rimettiamoci in piedi, ma cambiamo. E combattiamo. Senza scuse di sorta, perché ogni scusa trovata significherebbe mentire a se stessi; non dico che non sbaglieremo, non ci stuferemo, o non ci faremo male.
Lamentarsi e non sforzarsi...è stupido.
Tutto qui.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 18.07.14 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Su tutti i fronti, quali fronti?
perché non hai esternato questo commento nell'ultimo incontro con Renzi?
fatti da parte che è meglio........

victor 18.07.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORRUZIONE. Non c'è niente da fare l'Italia è il paese principe della corruzione. Tutti, specie i più corrotti, si riempiono la bocca con questa parola. Non c'è persona che gestisce soldi pubblici che non sia corrotto! E' una regola ferrea, non la si può trasgredire. Memmeno con un ricambio generazionale, nemmeno ora che sono arrivati i 5stelle. E' una maledizione con la quale dobbiamo convivere. La realtà è che siamo tutti corrotti ed additare come corrotto Tizio o Caio resta perfettamente trasparente! FigurateVi che il processo Ruby si è concluso con una piena assoluzione = Ruby è veramente la nipote di Mubarak. Non ci credete, avete ragione non ci crede nessuno ma la corruzione ha deciso così. Se un premier puttaniere fa scarcerare le sua escort minorenne per ragion di stato ciò non costituisce reato! Questi ci insegna che se vuoi farla franca, sempre, il mezzo c'è: fai il lecchino politico, così fai carriera e per te la gegge non esisterà più. Sarai un semidio, potrai fare qualsiasi cosa, anche dire che Riina è il vero pontefice e Francesco è solo la sua controfigura. Meditate!

Guido S., Tortona Commentatore certificato 18.07.14 20:07| 
 |
Rispondi al commento

bastano due gradi di giudizio e assolutamente va abolita la prescrizione dei termini
magari una legge onesta sul conflitto di interessi
ma questo in una repubblica delle banane non si fa
mi vergogno di essere italiano

emilio p., bovezzo bs Commentatore certificato 18.07.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Non si sa più cosa fare per sperare di vivere in un Paese normale. Vorrei credere che ci sia una giustizia. Vorrei che un cittadino, magari anche Berlusconi, fosse giudicato per quello che ha commesso o no. Faccio una fatica enorme a capire chi abbia ragione fra chi ha accusato e riconosciuto colpevole una persona e poi altre persone, altri giudici abbiano sentenziato che no era tutto sbagliato e l'accusato era assolutamente innocente di tutte le accuse. Chi delle due giustizie è giusta.
Vorrei credere che in generale ci siano i giusti.
Ma non vorrei dovermi ricredere e scoprire che gli unici che delinquono sono i ladri di mele che lo fanno per sfamare loro e le loro famiglie.

robertino galvani 18.07.14 16:47| 
 |
Rispondi al commento

A proposito, cosa sappiamo del signore che ha denunciato Renzi per le spese fatte quando era a capo della provincia? ?

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 16:39| 
 |
Rispondi al commento

è proprio qui che casca l asino ....il sistema è marcio ...si è sostenuto sulla corruzzione .....chi lavora ancora paga per tutti ..sradicarlo credo sia se non impossibile ..direi quasi ...considerato che chi ha vissuto di intrallazzi sono praticamente al loro posto e non hanno nessuna intenzione di mollare in 1 modo o nell altro ..la corruzzione resta 1 tabu per stampa e tv salvo rare eccezzioni .....ovviamente 5s a parte

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato 18.07.14 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'approccio culturale alla lotta contro la corruzione. L'onestà è oggi l'eccezione vista come debolezza e fesseria, è come dire che sono gufi coloro che la pensano diversamente. È dura essere onesti ma la mattina ci si può guardare tranquillamente allo specchio.
Forza Luigi !!!

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

c'è anche da dire che i suap (sportelli unici delle attività produttive) che erano nati per semplificare la burocrazia alle aziende sono diventati un ingorgo insuperabile, perché spesso sono gestiti da persone demotivate ed incompetenti che rallentano e bloccano sul nascere l'avvio di ogni pratica di autorizzazione alle aziende. Gli enti preposti alle autorizzazioni hanno personale insufficiente che spesso non sanno nemmeno gestire la posta elettronica in arrivo. I laureati da 110 li mandiamo all'estero e nei posti chiave ci mettiamo quelli che hanno la licenza media .

michele visone 18.07.14 16:30| 
 |
Rispondi al commento

ha ragione di maio , la sub-cultura italiana ha portato l'italia al disastro , il vero problema della corruzione sono gli italiani .....un bel lanciafiamme e via .....pezzi di merda

the1fabio 18.07.14 16:29| 
 |
Rispondi al commento

E così abbiamo una sentenza che mutila la verità. Un miliardario assolto non fa notizia in un paese corrotto, in cui nessuno pensa che si possa impedire ad un potente di realizzare i propri vizi, siano essi leciti o perversi. Con i soldi si corrompe tutto, anche il confessionale.
"Ma verrà un giorno.." dice Fra Cristoforo a Don Rodrigo che risponde "Bada come parli, frate!"
La corruzione è la negazione della parola di verità. Quando le cose non si chiamano più con il loro nome.

M. Mazzini 18.07.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

ovviamente concordo. A tal proposito vorrei segnalare la vicenda della signora Ornella Piredda, ex funzionaria del Consiglio della Regione Sardegna, che ha coraggiosamente segnalato le ruberie poste in essere dai consiglieri regionali. Per questo motivo ha subito un mobbing serrato che l'ha costretta al pensionamento. Questo non dovrebbe più succedere, quindi, per rimediare e dare un forte segnale di cambiamento, sarebbe bello che lo Stato premi la signora Ornella

gianfranco sardara, capoterra Commentatore certificato 18.07.14 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Luigi.
Ho una figlia di 22 anni di cui sono felice...ed abitiamo nel nord est.
E se avessi un figlio.... vorrei fosse come te.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 18.07.14 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Bravo, Luigi. E' proprio vero. la corruzione deve essere combattuta come la mafia. E bisogna tutelare chi non è omertoso. Non è facile in Italia "denunciare" ogni cosa. E non vi è una distinzione di comportamento tra Nord e Sud. Il malcostume regna in ogni attività. Il semplice "richiamo" al rispetto di "divieti" (zone non fumatore, zone di passaggio, ecc.....) viene nella stragrande maggioranza dei casi come una "rottura" di scatole e che è rispettoso: un semplice fesso. E noi stiamo ancora qui a parlare se è giusto o no che leggi elettorale, giustizia e roba simile si facciano con "pregidicati" ? Ma l'hai vista la faccia di Renzi quando gli "ricordi" questo "senso" civile della democrazia ? Ti guarda come se tu sei il fesso e lui è il furbo. Come tanti (milioni) di italiani che sostengono questi politici. I fessi oggi sono elettori ed eletti del M5S. Questo è l'amara verità che vi è in Italia. Speranze ? Forse. E tu sei tra quelli che consente a noi tutti di avere queste speranze. Coraggio. In alto i cuori.

GIUSEPPE C., ROMA Commentatore certificato 18.07.14 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Cerchiamo di CREARE VISIBILITA' (con elogi pubblici) ...per l'ONORE, per chi si comporta correttamente (anche se dovrebbe essere la norma ).
Premiamo MORALMENTE le persone da prendere come esempio.
Facciamo EMERGERE i VALORI di una condotta ONESTA.
DI MAIO sono d'accordo con TE.
DIAMO VALORE AI VALORI.
La corruzione è il LASCIAPASSARE, per tutti quei comportamenti illegali e disonesti che affliggono la nostra SOCIETA'...combattiamola ed estirpiamola.

Paolo B. Commentatore certificato 18.07.14 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi come non mai la politica e corruzzione sono la stessa identica cosa,dunque se vogliamo eliminare una si deve farlo pure con l'altra!.Sarà il movimento 5stelle a cominciare la pulizia o nò?.................solo il tempo può dirlo ma forse questo paese non ne ha molto di tempo e quindi?................

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 18.07.14 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Non c'entra con il post, però vorrei consigliarvi la visione, su you tube, del'intervista fatta ad una ragazza nera (adottata) di Pescopagano, sentite cosa dice degli immigrati che arrivano in Italia, poi sarete meno buonisti. Io non so dare il link, però basta digitare su google le parole: intervista a cittadina nera di Pescopagano. Spero che ci riusciate, perché io non sono molto brava con il computer.

alfonsina p. Commentatore certificato 18.07.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Luigi, combattere la corruzione: in un paese come L'italia è e deve essere un obbiettivo, prioritari di qualsiese governo, a qualsiese latitudine. Di sicuro non sarà questo governo, capitanato da due individui come B&R che sta per Berlusconi Renzi.Berlusconi Renzi non lavoreranno mai per aiutare chi denuncia, La corruzione, la burocrazia continueranno a mietere vittime. Noi del m5s NON dobbiamo mollare. Cittadini rappresentativi in parlamento continuate a denunciare. I cittadini devono capire,che Renzi & Silvio B che è stato assolto sul caso Ruby I media NON DARANNO ALTRE NOTIZIE. Si focallizzano B & R.

Francesco Pata 18.07.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Dopo quest'ultima senteza dell'appelo del 'caso Ruby' comprendo che l'Italia è messa proprio male. Avevano ragione i giornalisti e gli intellettuali che per anni ci hanno ripetuto che:la Casta politica è controllata da Berlusconi e dietro di lui c'è soltanto la mafia. Spesso mi chiedo che cosa c'è dietro la figura di questo pregiudicato che è altamente pericoloso e capace ancora di dettare legge a tutti. Chissà se in Europa potranno trovare modo di aiutarci. Del resto la mafia,che è uguale a corruzione, è capace di entrare anche nelle loro case.

alex papa 18.07.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Bisogne che ci sia una legge a favore di chi denuncia , e tutela anche se gli dovesse assegnare loro uno stipendio . Sarebbe certo meno , di quanto ruba la corruzione .

Rosa Strati , Reggio calabria Commentatore certificato 18.07.14 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Tutto giusto Presidente Di Maio. Solo che la corruzione va ancora fatta risalire alle coscienze. E le coscienze non si modificano per decreto. Certo, la troppa burocrazia e le leggi che la generano creano le migliori condizioni acchè essa alligni. Ma c'è da credere che è proprio questo che si vuole. Nei partiti, e fuori, c'è troppa gente che si scanna per..."passione"! E non è certo una passione di servizio! ma dei propri interessi, da difendere con qualsiasi mezzo; corruzione compresa !

loris cusano 18.07.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento

"La corruzione va combattuta come la mafia" è una frase sbagliata perchè presuppone che la mafia sia combattuta (e a me non risulta sia così).

Pur essendo strettamente legati i due fenomeni (la mafia è spesso corruttrice) mi pare che l'importanza della lotta alla criminalità organizzata sia di gran lunga più importante di quella alla corruzione perchè la mafia schiavizza e uccide.
E che senso ha la democrazia se le leggi le decide comunque la mafia?
E che senso hanno le elezioni se la mafia sposta illegalmente un milione di voti?

Si tratta di una questione di principio, non solo economica.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.07.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento

si dovrebbe incominciare a far studiare seriamente educazione civica. In Italia è di questa educazione che siamo totalmente carenti.

laura p. Commentatore certificato 18.07.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La CORRUZIONE distrugge le FONDAMENTA della Società CIVILE.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 18.07.14 14:24| 
 |
Rispondi al commento

berluscone assolto in appello, tutto si spiega.

john f. 18.07.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento

La corruzione è una costante della vita , ne è parte integrante a vari livelli a seconda del grado di civiltà del Paese . In una Svezia è quasi assente in quanto quel popolo ha insito nell'animo il rispetto per se stessi e per gli altri come prima caratteristica comportamentale a cui si aggiungono laboriosità e istruzione generalizzata . Se saliamo nella scala , all'apice , troviamo popoli ignoranti con scarso o nullo senso di rispetto verso chicchessia , il cui livello di istruzione è pari allo zero ma il livello di religiosità e superstizione è altissimo ! In linea generale più a nord si vive , più c'è onestà , più a sud l'opposto . Noi siamo nel mezzo , in un Paese allungato con un nord un po più evoluto del sud . Ques'ultimo preda per tanto tempo del papato e dei Borboni che lo hanno tenuto nella palude della ignoranza e religione a tutto spiano . Un Paese diviso in due : da Firenze in su europeo , in giù nordafricano . Ha prevalso il sud infettando il nord con l'influenza negativa di chiesa e mafia che , con l'aggiunta del PCI agli inizi degli anni novanta , hanno fatto pendere la bilancia dalla parte dell'ingiustizia e della corruzione facendo dell'Italia un Paese quasi nordafricano in cui pochi hanno tanto e tanti hanno poco o niente ! Sono stati fatti partiti politici mafiosi e religiosi che hanno sfruttato il Paese . E' arrivato poi l'uragano PCI ha distruggerlo completamente e a ridurlo nello stao comatoso attuale ! Come uscirne ? Ripulirlo sarà molto difficile , si dovrà rivoltarlo come un calzino , operando contro forze potentissime , anche esterne , che hanno interesse che l'Italia e L'Europa non siano sane e forti . I MAR0' ?!

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 18.07.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMO DISCORSO,VAI AVANTI COSI' DI MAIO E NON MOLLLARE

alvise fossa 18.07.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento

BRAVISSIMO...

E SE CI SONO LE "INTELLIGENZE" E LA BUONA VOLONTÀ TUTTO SI

PUO FARE, NON DIA RETTA AI "GUFI" VICE PRESIDENTE!

VADA AVANTI COSI!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 18.07.14 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, come si fa a denunciare certe anomalie che avvengono in "tutte" le aziende, se gli stessi tuoi colleghi ti tradiscono, per accattivarsi la " simpatia" del capo e la legge non ti tutela? Se denunci, anche con le prove, basta che "il denunciato" abbia a disposizione fior di avvocati e sei "fo**uto". Un "capo d'azienda"(sostenuta da soldi pubblici), ad un suo dipendente disse: io mi posso permettere degli avvocati, tu no!. La stessa persona, non paga i fornitori, però sovvenziona una squadra di calcio.(voci di corridoio). A questo punto pensi che convenga ad un normale cittadino, denunciare, se tutte le istituzioni sono colluse ? Alla fine chi ci perde è solamente il povero cittadino, che non è tutelato da nessuno.

alfonsina p. Commentatore certificato 18.07.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO DI MAIO IL RAPPORTO COTARELLI È UN PUNTO ESSENZIALE SUL QUALE IL MOVIMENTO AL DI LÀ DEL RIVENDICARNE O MENO IL MERITO DI AVER DENUNCIATO PER PRIMI GLI SPERPERI STATALI DI UN SISTEMA INIQUO DEVE PRESENTARE IN PARLAMENTO UNA SOLUZIONE LEGISLATIVA A NOME dei CITTADINI Non possono fare delle nostre proposte dei cavalli di battaglia solo per discuterne e prendere tempo facendo finta di occuparsene quando vogliono i decreti legge li fanno in una notte

luigi milie 18.07.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

...si premiare chi si muove contro la corruzione, ma anche a scuola l'educazione civica...dov'è?

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 18.07.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo ed esorto a leggere "corruzione la tassa piu' iniqua"
di Luciano Hinna
La corruzione non e' l'unica causa dei nostri problemi ma contribuisce in maniera rilevante alla loro creazione

luciano locatelli, mogliano veneto Commentatore certificato 18.07.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato ha corrotto la mafia, parafrasando come grillo tempo fa. Ma lo stato esiste ancora? Perché se esiste non dovrebbero esserci pregiudicati in parlamento seduti a legiferare. La legge sulla responsabilità civile dei giudici si trasformerà in un boumerang x i cittadini. Moralità ecco cosa bisogna pretendere. Altri stati europei questo problema non se lo pongono perché va da se che senza moralità non ti fanno andare da nessuna parte.

Antonio 18.07.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre grande Di Maio!
Tu saresti un grande presidente del consiglio !
invece dobbiamo sopportare l'arroganza del l'ebetino che non si assume nessuna responsabilità senza passare dal pregiudicato e da Napolitano.
Povera Italia!

lucio leonardi 18.07.14 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Anche se fondamentalmente giusto, non capisco tutto questo accanimento contro la corruzione che ruba briciole rispetto a ciò che ci fa perdere la UE e l'euro...

Anti E., Roma Commentatore certificato 18.07.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Macchè regole nuove.Ce ne sono già così tante che non servono a nulla.
Una sola:ripristinare la legge apuleia.Chi viene beccato a sottrarre,distogliere(e,aggiungo,male utilizzare come riporta da ANNI "striscia la notizia")viene privato di tutti i suoi beni e pure di quelli dei famigliari,ovviamente tolta pure la pensione presente o futura visto che la diamo agli onorevoli carcerati,e non deve avvicinarsi,allora a 1000 miglia da Roma,oggi risiedere solo dall'altra parte dell'emisfero.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 18.07.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

caro luigi di maio. lei dice sempre cose sensatissime. ringrazio il cielo che esista ancora gente come lei. purtroppo siamo in pochi o, forse, non in pochi, ma pochi che si interessano di queste cose. troppo occupati tutti a pensare a se stessi ed a nascondersi dietro a quei pochi che marciano avanti anche per gli altri. e' sempre stato cosi', non so se ora le cose sono peggiorate o se cosi' le vedo io. speriamo che riusciate perche' l'esempio e' sempre stata la cosa principale in ogni campo insieme alle leggi giuste. grazie

rosanna scarpa 18.07.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento

solo con questa legge si può ripartire

albert bibo corti 18.07.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo siamo pieni di politici corrotti,I soldi facili costituiscono una tentazione cui, ai più, è difficile resistere. Anche il potere lo si acquisisce col denaro, più che con la competenza.Spero in un futuro migliore per i nostri figli e spero che il movimento 5 stelle non cada in questa tradizione Italiana.Confido in voi.

sergio esposito 18.07.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Renzi muoviti solo con questa legge possiamo ripartire e no con le cazzate che vai dicendo!

Mario Fonisto, San Giorgio a Cremano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Ineccepibile! Fino a quando i ladri saranno considerati furbi e non ladri, saremo senza scampo.
E ora di tornare ad insegnare Educazione Civica nelle scuole in supporto ai tanti ragazzi che non ne ricevono in famiglia, ma anzi hanno come pessimi esempi proprio i genitori stessi!

massimo f., milanosudest Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.07.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento

@ Tutti:

mai sentito parlare di MOBBING?

"Il termine mobbing, nell'accezione più comune del termine, identifica un insieme di comportamenti violenti, sia di natura fisica e verbale, verso una persona e/o un gruppo di persone (il cosiddetto cannibalismo sociale). Esempi tipici potrebbero essere angherie, vessazioni, demansionamento lavorativo, emarginazione, umiliazioni, insulti, maldicenze, aggressioni fisiche e verbali, ostracizzazione.
Più in generale, il termine indica i comportamenti violenti che un gruppo (sociale, familiare, animale) rivolge ad un suo membro. Il termine viene spesso utilizzato nel mondo del lavoro".

http://it.wikipedia.org/wiki/Mobbing

Egregio Di Maio, Post azzeccato!

Hasta pronto.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.07.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Luigi Di Maio, la lotta alla corruzione è un presupposto indispensabile per cambiare l'Italia e uscire dalla crisi, e cambiare la mentalità degli italiani è la prima cosa da fare.




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori