Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La legge ammazza foreste approvata in Lombardia

  • 34


meno_boschi.jpg

"Il Consiglio regionale ha approvato il progetto di legge numero 124, fortemente voluto da Lega, Forza Italia e NCD, che consente l’uso dei boschi per gare motociclistiche e permette il taglio, di fatto, di boschi in pianura senza obbligo di compensazioni ambientali. Questa è la sensibilità ambientale della Lega, di Forza Italia e di NCD. Sono partiti con il pollice nero e questo provvedimento assurdo consentirà manifestazioni che danneggeranno i boschi con il passaggio delle moto respingendo il turismo responsabile degli escursionisti che ogni estate frequentano i sentieri di montagna. E’ una legge che favorisce pochi motociclisti, contro l’interesse di migliaia di lombardi, e che incentiva il consumo di suolo. Mentre un tavolo regionale di lavoro discute di contenere il consumo di suolo si permette, con un articolo scritto ad hoc nella legge, di deforestare la pianura dove si sono create oasi di verde. Quella approvata è una legge orribile per l’ambiente e non consentirà un reale recupero agronomico perché non offre strumenti reali agli agricoltori e che respingerà il turismo in montagna. Il pollice nero della maggioranza ci porta indietro di anni nelle politiche di tutela dell’ambiente e del territorio." Giampietro Maccabiani, consigliere regionale M5S Lombardia

10 Lug 2014, 10:33 | Scrivi | Commenti (34) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 34


Tags: ambiente, foreste, Giampietro Maccabiani, legge ammazza foreste, M5S Lombardia

Commenti

 

Purtroppo l'ignoranza (non conoscenza) regna, lo si capisce dall'articolo tendenzioso e dai commenti che rispecchiano mentalita' bovine...
Deforestazione.... cementificazione... ridicoli, sono i fuoristradisti che costruiscono palazzi in cima alle montagne vero? sempre loro che palificano per seggiovie e skilift, pitturano a destra e a manca per segnalare vie.... conficcano chiodi etc etc, certo, una gomma su un sentiero fa danni incalcolabili, le montagne frequentate da tali mezzi sono ormai piatte, macchiate di petrolio e radioattive... RIDICOLI!
Meglio far passare delle persone che praticano comunque uno SPORT, per vandali, delinquenti etc..
Per usare la retorica che tanto vi piace, i ragazzini e' meglio che vadano a drogarsi o a bere o a giocare con macchinette (o videogiochi) a oltranza invece di prender su la motoretta (o la bici che comunque ora che puo' andare fuoristrada comincia a venir demonizzata) e divertirsi in modo innocuo... bah....

Mauro Stefani 12.07.14 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono attivista da anni e fin da piccolo pratico enduro. Paragonare la moto al taglio del bosco senza regole domostra solo che stai dicendo una cazzata....se ce l'hai con i moticiclisti è un problema tuo.... poi ben venfa un ravolo di confronto ma attento a puntare il dito. ..

luca puccianti 11.07.14 20:35| 
 |
Rispondi al commento

toh ci voleva proprio una sana legge che permetta la deforestazione nella regione più cementificata d'Italia.... Io sono di Milano e vivo vicino al parco nord un bel polmone verde che ogni anno viene piano piano cementificato il tutto per costruire centri commerciali a bizzeffe (l'ultimo al confine tra Milano e Bresso... che porcheria.). e non ci bastano mai sti mostri che consumano e inquinano una cifra, ma va per loro creano nuovi posti di lavoro (naturalmente sottopagati e lavoratori sfruttati dal lunedì alla domenica), posti che con la contrazione dei consumi si andranno a perdere. La Lombardia sta diventando una Regione che non ha vergogna ormai più di nulla... facciamo sempre la morale alle altre regioni ma noi siamo tutta apparenza e basta (sotto la maschera abbiamo il cuore nero peggio degli altri)

MARCO FIORELLI 11.07.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti!
Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta.
Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta!
In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari.
Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari.
E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte.
Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte.
Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere.
Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta.
Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!?

Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8
Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ
email: alberto.costantini.std@gmail.com
sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio
Per eventuale supporto:
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita
Grazie!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 11.07.14 08:49| 
 |
Rispondi al commento

La inveterata insensibilita' verso i beni ambientali e culturali del nostro paese e' la causa prima non solo del dissesto di questi beni ma anche della incapacita' italica di poter fare di questi beni un patrimonio per il turismo. Dai commenti pro enduro e pro fuori-strada si vede chiaramente quale sia la mentalita' corrente per cui un motore e' piu' importante di un bosco. Ho visto personalmente luoghi incantevoli devastati dal passaggio di questi mezzi senza considerare il disturbo alla fauna e a quelli, e sono tanti, che hanno pure diritto di fare escursioni senza subire puzzolenti e rumorose presenze. Forse ai lombardi piace ammalarsi di tumori e di inquinamento. Meglio espatriare verso paesi piu' civili .

Diego F., Torino Commentatore certificato 11.07.14 01:48| 
 |
Rispondi al commento

Pur seguendo il M5s da prima delle elezioni, dissento profondamente dal contenuto di quest'articolo.
Facevo parte della schiera dei "scellerati" e ho assistito ad una continua levata di scudi riguardo questo settore.
I danni all'ambiente se paragonati agli sforzi di ostacolare la pratica, sono stati irrilevanti.
Parlo con cognizione di causa, avendo come esempio la regione Liguria, dove ogni pratica di fuoristrada (enduro, trial,)è stata sempre ostacolata per decenni.
Risultato? Moto fuoristrada ridotte a quasi zero, ambiente danneggiato sempre di più da incendi ed incuria del territorio.
Se con la stessa forza con cui si ostacola il fuoristrada si fosse controllato il territorio da incendi ed opere ben più devastanti, forse si starebbe molto meglio.
Oltretutto questo atteggiamento ha danneggiato molte aziende di media e piccola dimensione, che costituivano un'eccellenza nella costruzione di moto fuoristrada

luciano locatelli, mogliano veneto Commentatore certificato 10.07.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da fanatico di Beppe, mi sento chiamato in causa, scusate se i permetto,ma la regolamentazione per le gare di enduro la conosco bene,la federazione erano anni che chiedeva qualcosa nero su bianco per poter praticare in regola.Da qui partirei per quello che si è definito uno sport per pochi,che in realtà viene praticato da tantissimi,compreso il campione MONDIALE in carica. Se si dà per scontato invece di aver a che fare con dei criminali ambientali, beh anche qui si rischia di informare come si informa in italia per il M5S ,perchè lo sport in questione potrebbe essere praticato con mezzi a impatto zero(elettriche) ,meglio accette anche da i non addetti ai lavori .Il problema quindi lo crea il costruttore che non si evolve e continua con il termico, più difficile da integrare. Lo stesso concetto potrebbe vale per gli impianti fissi detti crossodromi dove anche qui vantiamo il SETTE volte campione DEL MONDO Antonio Cairoli , un esempio di giovane aggiungo! Quindi se possiamo, prima di puntare il dito su "Pochi scellerati" che in realta sono centinaia di migliaia ,informiamoci bene.Perchè a far perdere "centinaia di migliaia" di voti non è l'ospitata in tv o il linguaggio di Beppe Grillo , ma piuttosto la superficialitá con la quale si affrontano certi argomenti che minano la fiducia di un "integralista" a cinque stelle come sono io.
Consigliere del comune di mele (ge) per lista civica ....a mezz'ora da St Ilario;-)!!

fabrizio pastorino 10.07.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie per l'impegno di tutti Voi persone del movimento. Non ne possiamo più di abusi e soprusi. Ci stanno togliendo anche l'aria.

caterina matera 10.07.14 16:35| 
 |
Rispondi al commento

sono un motociclista amante della natura trovo giusto mantenere incontaminati i boschi dal rumore e dall'inquinamento (modesto) delle moto, tuttavia sarei per dei parchi dedicati a questo bellissimo sport magari prevedere aree ex novo gestite dagli stessi enti che salvaguardano le aree boschive.
Comunque sono con voi a contrastare queste forze politiche che con i loro legami con le lobby pensano a noi cittadini coma massa da orientare e non come persone pensanti e responsabili, degne di scegliere il loro futuro, FORZA MOVIMENTO COMBATTETE !!!

Roberto U. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.07.14 16:33| 
 |
Rispondi al commento

"Quando avrà tagliato l'ultimo albero, inquinato l'ultimo fiume e ucciso l'ultimo animale, allora l'uomo bianco comprenderà che di soldi non si vive...." - parole sagge di un famoso capo indiano nordamericano.

Martin Bruno Fazi Gies 10.07.14 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma se possono mettere in croce con le loro decisioni stolte:
aziende, lavoratori, esodati, pensionati, disoccupati e cassintegrati, sapete cosa gli pare mettersi a distruggere i boschi? Almeno quelli quando li stroncano stanno muti.

Pino Frontera 10.07.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Sarei d'accordo... se con boschi si intende la " " "ministra" " "

sei 10 Commentatore certificato 10.07.14 15:32| 
 |
Rispondi al commento

**V***

Matteo (6,26-29):

"Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora sola alla sua vita?
E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro".

Aldebrando Fitozzi Commentatore certificato 10.07.14 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi basta ricordare il monte Noveis ( Biella )
Prima degli anni settanta e dopo
Ricoperto di distese sterminate di narcisi poi spelacchiato
senza più un filo d'erba solo polvere sollevata dalle ruote delle moto
Per il taglio dei boschi andate a copiare le leggi ucraine
ve le consiglio sono veramente ottime

Rosa Anna . 10.07.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE LEGGGE ASSURDA, FERMATELI FIN CHE' SIETE IN TEMPO

alvise fossa 10.07.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento


Nella legge mi pare che si parli di consentire in aree non protette da vincoli ambientali tipo i parchi, la pratica dell'enduro.
Io pratico enduro è sono rispettoso della natura e delle altre persone che percorrono i sentieri e le strade agricole, sono altresì favorevole a una regolamentazione tipo quella dei cacciatori che consenta di ricavare risorse per la manutenzione della rete dei sentieri e per la salvaguaridia del territorio, e che nel contempo definisca con chiarezza i limiti di tempo e di luogo dove poter esercitare questo magnifico sport.
considerate inoltre quali opportunità di lavoro e di turismo sono legate al mondo dell'enduro, io ad ess. quando faccio uno dei miei lunghi giri mangio e dormo in agriturismi uso benzina e meccanici che trovo sul posto, scopro localita che poi torno a frequentare a piedi con la famiglia.

Alessandro Damato 10.07.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO VAFFANCULO!!!!!!
Hai rotto il cazzo con sto moralismo...adesso non si puo piu fare motociclismmo o ciclismo nei boschi???
GRILLO VAFFANCULO e lo ripeto io e miglioni di italiani(quelli che non hanno votato l ultima volta) siamo sempre piu vicini a Salvini!!!!
Sono con ste puttanate che perdi dei voti e ne hai persi ancora nell ultimo mese!!!
Avanti cosi!!
Basterebbe che tu stessi ZITTO per riconquistare la gente!!!ZITTO!!!!

Robertino Venturi, faenza Commentatore certificato 10.07.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non se ne può piu di notizie che vanno in controtendenza mondiale , prima l'affossamento delle rinnovabili a favore del fossile ( De Benedetti) adesso deforestiamo tranquillamente quel poco che resta , ma questi vogliono proprio accelerare la rivolta del paese .
DAL CAOS NASCE L'ORDINE , un concetto che noi Italiani abbiamo dimenticato , fidandoci di gente inetta , corrotta , mediocre e senza visione del futuro .

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 10.07.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il taglio dei boschi in pianura è da fermare assolutamente!
Hanno già consumato tutto il suolo possibile.
Sulle moto nei sentieri, pur rendendomi conto che sembra un controsenso per un ambientalista, sono favorevole a una fruizione disciplinata tipo caccia in aree non protette da vincoli ambientali, che consenta la sopravvivenza di uno sport nobile quale è l'enduro.
Le piste da cross non centrano niente con questa legge, si parla di rendere percorribili ai motociclisti alcune strade e sentieri di collina e montagna.

Alessandro Damato 10.07.14 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Ca**o, però come siamo attivi, noi italioti, ci inca**iamo,sul blog, però nessuno organizza una marcia su Roma (pacifica), per dimostrare il nostro dissenso.Releghiamo tutto ai nostri parlamentari, che, stando all 'opposizione, non possono fare altro che denunciare, perché, tanto, le loro proposte, per il bene dei cittadini, le bocciano tutte.Mi rivolgo, soprattutto, ai giovani: organizzate, che gli anziani vi seguiranno. Ah, dimenticavo, è estate e,quindi, c'è l'abbronzatura da difendere. Cari giovani, quando non ci saranno più "mammina, papino e nonnini", saranno cazxi vostri,perché, noi, la nostra vita l'abbiamo già vissuta e se aspettate l'eredità, hai voglia,qua ci stanno togliendo una penna alla volta,così alla fine ci troviamo tutti spennati e non ce ne siamo neppure accorti. CHE POPOLO SENZA PALLE CHE SIAMO.

alfonsina p. Commentatore certificato 10.07.14 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono partiti col pollice nero? No, sono partiti col pollice nel culo che poi se lo rimettono in bocca per leccare

GIANCARLO SARTORETTO, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.07.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

"Danneggeranno i boschi con il passaggio delle moto?" Ammazza ci dai dentro con le pippe eh?...Ho sostituito l'enduro perchè troppo massacrante con l'MTB è già dalle mie parti c'è chi punta il dito anche su quelle. Vivo la montagna in tutte le sue stagioni, ho un abilitazione di primo soc. e opero, d'inverno nel turismo. I meno rispettosi sono i passeggiatori domenicali con i loro packaging, i collassati che si fanno venire a prendere con la jeep che li porti in rifugio, quelli che pretendono uno scavatore che allarghi il sentiero perchè il figlio grasso si è slogato la caviglia o quelli che impiegherebbero gli elicotteri per contrastare il fenomeno. E' una questione di profilo, chi non ha niente non vede niente, un pò di facebook, pippette, una trascinata al parco e via..

Come per i campi da calcio, che si delimitino i posti dove praticare questo sport perchè oggi, questo sport, complice anche la crisi e l'insulsaggine generale, sta scomparendo, altro che invasione.

daniele 10.07.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Finchè il 41% di umanoidi gli da il voto, non puoi fermarli, si deve protestare energicamente.

john f. 10.07.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma alla fine cosa dice sto decreto?
Egr. Maccabiani un pò di trasparenza..prima si parla di taglio di boschi in pianura, poi di motociclisti in montagna..
se è per una pista da cross non sarà poi cosi grave, al contrario se il decreto permette di disboscare senza controlli..in montagna o pianura non si capisce..

Moreno Ghelfi (pelvio), milano Commentatore certificato 10.07.14 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Come dire che ci vogliono i cacciatori perchè difendono flora & fauna!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.07.14 11:15| 
 |
Rispondi al commento

faccio un appello affinché questa legge non passi,il perché ve lo spiego,io sono una persona che piace andare nei boschi per correre,e vi posso assicurare che se nei dintorni ce' una pista per motocros e' la fine ,,,si forma subbito un giro vizzioso dove ci sono gare e' non ce nessun rispetto per la natura e' quando sono nelle vicinaze dove gareggiono ce' una puzza terribile di gas discarico,,,vi prego non autorizzate questo scempio....vi prego....

raffaele santopaolo 10.07.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento

1 ! Mi piace vincere facile!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.07.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori