Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Italia verso il baratro

  • 110


italia_baratro.jpg

"Nuovo record assoluto per il debito pubblico che a maggio aumenta di 20 miliardi sul mese precedente e tocca quota 2.166,3 miliardi. E' quanto emerge dal Supplemento conti pubblici al bollettino statistico di Bankitalia. Dall'inizio dell'anno il debito e' aumentato di 96 miliardi con una crescita del 4,7%. L'aumento percentuale dall'inizio dell'anno, a fronte di una crescita dell'economia che sicuramente sarà di minore entità, lascia prevedere un aumento anche del rapporto Debito-Pil." Ansa

14 Lug 2014, 11:41 | Scrivi | Commenti (110) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 110


Tags: debito pubblico, economia, euro, Europa, futuro, UE, Unione Europea

Commenti

 

O.T.
Ho letto su "l'altro consumo" le regole da sfatare sulle lavatrici e il buon lavaggio.
Sono vecchia ho alle spalle molte lavatrici usate e acquistate ed è tutto vero.
Aggiungo che la biancheria a bassa temp. e non al primo lavaggio può essere tutta mischiata senza danni importanti, siamo immersi nel sintetico, le fibre naturali non esistono più, basta avere lenzuola della nonna per verfifcare la differenza.
Grazie a questo è lmitato anche l'uso dello stiro, basta in gran parte stendere bene il bucato e piegarlo bene lasciandolo asciugare ancora un po', l'asciugatura piegato bene è quasi una stiratura per capi escluse camice delicate e importanti, anzi le camice estive uomo/donna in tessuto stropicciato vengono molto meglio così.
Con questo mi associo ai commenti femminili molto interessanti su come risparmiare tempo, soldi e fatica.

carla g., Padova Commentatore certificato 16.07.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Michele hai ragione non credo sia solo la mancanza di sovranità come stampare moneta,che ci ha affossato, oltre a Prodi con l'euro ci hanno rovinato i prezzi incontrollati che hanno reso vana anche l'esportazione.
Tutte le monetine da 1 2 cent. erano per permettere il cambio esatto in lire, ma i commercianti più o meno grossi li hanno azzerati portando tutto a prezzo minimo 1 euro.
Ecco che servono solo 50-20-10 cent. per piccole spese, ma certamente affitti,case,terreni (ora bloccati come mercato) hanno avuto una impennata con l'euro del 100%: 100 milioni di lire = 100.000 euro che sono ben 200 milioni di lire.

carla g., Padova Commentatore certificato 16.07.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Alfonsina, Bruna, Loredana, Angela ho letto i vostri commenti e li ho votati assieme ad altri validi.
In spiaggia ieri persone normal sotto l'ombrellone si chiedevano se i nostri politicanti si sono resi conto che siamo alla bancarotta o se vogliono che i profughi con molto meno aplomb di noi ci massacrino perchè non compriamo più niente da loro, passano ogni dieci secondi, non avevo ancora steso il telo sulla spiaggia libera ed ero ancora vestita che già due vucumprà pretendevano attenzione per la merce esposta, alla mia nsofferenza si sono quasi offesi, ma non è che li obblighiamo a stare qui.
Oggi a Padova si è impiccato un 66enne pensionato sfrattato dalla sua abitazione perchè non più in grado di pagare l'affitto.
Per le generazioni future che non hanno ammortizzatori sociali e pensioni decorose è questo il futuro che li aspetta.

carla g., Padova Commentatore certificato 16.07.14 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che alla base dei problemi, di tutto ci sia davvero la perdita di sovranità e questa globalizzazione. Se la cina mette i dazi sul vino europeo e però produce ed esporta per mezzo mondo come si fa a non sprofondare?
Io ricordo che il movimento parlava di sovranità nazionale, di dazi per salvaguardare l'impresa, di uscita dall'europa. Io non credo che fossero discorsi campati per aria e anzi mi spiace non sentirli più, non ho capito perchè.
Oggi il primo problema è la mancanza di concorrenza, perchè è tutto in mano alle multinazionali e ai centri commerciali. Come ci risolleveremo? Competere senza leggi è impossibile. E senza produzione il debito aumenterà e le tasse anche. Certo un giorno questi criminali pagheranno per tutto perchè è evidente che si arriverà ad un cortocircuito e il sistema salterà, però mi piacerebbe che qualcuno queste battaglie le portasse avanti. Invece si sente solo parlare di flessibilità...e di riforme. Ma quali riforme...qui bisogna ribaltare il sistema.

michele a. Commentatore certificato 16.07.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti!
Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta.
Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta!
In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari.
Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari.
E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte.
Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte.
Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere.
Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta.
Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!?

Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8
Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s
Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA
Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ
email: alberto.costantini.std@gmail.com
sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio
Per eventuale supporto:
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore
https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita
Grazie!

Ing_Alberto Costantini, Erto e Casso (PN) Commentatore certificato 16.07.14 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che questa è un economia basata sul debito.
Il debito publico, con questo tipo di economia, è destinato ad aumentare in maniera esponenziale.
La soluzione?????
SOVRANITA' MONETARIA

valter carro 15.07.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Contea di Nottingam: lo sceriffo alza così tanto le tasse da far diventare banditi gli onesti cittadini che si recano nella contea di shervood come fuorilegge assieme a Robin Hood. Storia antica e moderna. Luigi P. tu da che parte stai? Dalla parte di chi ruba nei supermercati o di chi li ha costruiti rubando? F. De Gregori

Massimo Rosina, Casorate Primo Commentatore certificato 15.07.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La litigiosità fra piccoli cittadini ( ci metto dentro anche Hotel, negozianti etc di mia diretta conoscenza che si indebitano per mantenere le maestranze e si rifiutano di investire in New Economy che vorrebbe dire chiudere tutto e far fruttare i soldi senza lavorare e quasi senza tasse)è la dimostrazione che, con i media a loro disposizione, i Grandi Poteri, Evasori Totali, hanno fatto e stanno facendo un ottimo lavoro di DIVIDE ET IMPERA. Finché non alzeremo la testa da dentro il pozzo nel quale stiamo sguazzando tutti accapigliandoci fra di noi come ratti di fogna per vedere chi ci sta osservando distruggerci da noi stessi, continueremo a rimanere così e a fare il LORO gioco. Smettiamo di ascoltarli ed ascoltiamo il nostro buon senso per una volta nella vita e per la salvezza nostra e dei nostri figli, futuri schiavi anche loro!

Alfredo Sacco, Venezia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 15.07.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per poter far fronte al grosso problema è quello di smettere di pagare le tasse tutti e dico proprio tutti

Santambrogio Sergio 15.07.14 07:56| 
 |
Rispondi al commento

E sai che scoperta. Non è che bisognasse essere "Marconi" per capire dove ci avrebbe portato Renzi. Più tasse, più spese per l'apparato pubblico nel senso più ampio del termine. D'altronde a fronte di minori entrate erariali ( molti cittadini che prima stavano bene si stanno velocemente impoverendo ma di questo non gliene frega niente a nessuno) ci sono da pagare gli stipendi, le pensioni, la cassa integrazione, la sanità, ecc.. In compenso i cittadini che hanno ricevuto gli ottanta euro se li vedranno ripresi tutti, grazie alla tassazione che è aumentata invece di diminuire. Interessante sarebbe conoscere quanti dipendenti "fissi e non" ci sono in Italia in rapporto alla popolazione attiva. E per dipendenti intendo tutti coloro che ricevono lo stipendio/paga da un datore di lavoro, Stato, Regione, Provincia, Comune, Aziende pubbliche e private, Imprese pubbliche e private, compartecipate, ecc.. E quanti di questi svolgono il doppio o triplo lavoro (in nero?). A tutto ciò c'è una soluzione? Nessuna, purtroppo, se non quella di default della nostra bella Nazione, l'Italia. Buona giornata.

Pietro Armando Angelini 15.07.14 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Le bestie ignoranti come Luigi P. sono manna dal cielo e carburante sempre acceso per la casta italica che ci ha piombato nel baratro, scommetto che sarebbe anche favorevole all'eliminazione del contante gestito poi dai più grossi evasori del pianeta che sono le banche.
Inutile spiegare che con gli studi di settore non solo non puoi evadere più un centesimo, ma sei anche costretto ad alzare i prezzi se non vuoi dichiarare più di quello che incassi.

Paolo Cicerone, ★★★★★ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.07.14 02:49| 
 |
Rispondi al commento


Luigi P. se è cosi facile diventare ricchi con un albergo aprilo e vedrai quanti "soldi" che farai. Dal 2007 oltre 700.000 imprese e partite iva hanno chiuso i battenti (per un totale di oltre 1.200.000 di nuovi disoccupati!!) ma di statali ancora non è stato licenziato nessuno.

Marco De Carlo 14.07.14 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

guardo i telegiornali che perlano di crisi e miseria ,di percentuali di numeri in cresita causa la crisi.ma la situazone è molto più grave stanno esaurandosi le risorse del paese in italia le fabbriche non servono quasi più la produzione che arriva nelle nostre case è per il 99% estera e il prossimo passo sono le risorse individuali la casa i risparmi in primis i fondi pensionistici l'IMPS è sotto il mirino da anni non stanno svendeno solo l'Italia stanno svendendo anche il futuro di tutti gli italiani l'assurdo è che il popolo ci crede ancora alla ripresa economica alla cresita dell'occupazione alla globalizzazione ..............

hug w., padova Commentatore certificato 14.07.14 22:43| 
 |
Rispondi al commento

QUINDI SE APRI UN ALBERGO PUOI DICHIARARE CHE GUADAGNI 50 EURO AL GIORNO, MENTRE SE APRI UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO PUOI DICHIARARE CHE GUADAGNI 550/26=25 EURO AL GIORNO,.. POI CI SONO I TASSISTI, LE ESTETISTE SONO ANCORA PIU' IN MISERIA ETC....

Luigi P. Commentatore certificato 14.07.14 21:46| 
 |
Rispondi al commento

NUOVO RECORD DEL DEBITO DOVUTO .... ALL' IMMENSA E SISTEMATICA E CONTINUA E IMPUNITA... EVASIONE FISCALE CHE (DATI MINISTERO DELLE FINANZE DEL 2012 PER 2011).... GLI ALBERGHI GUADAGNANO MEDIAMENTE 18.000,00 EURO L' ANNO PARI A 50,00 EURINI AL GIORNO SE APERTI 360 GIORNI O 100,00 EURINI L' ANNO SE APERTI 6 MESI.... CHE IL REDDITO MEDIO DEI NEGOZI DI ABBIGLIAMENTO E' - RIPETO PER IL 2011 - 6000,00 EURINI L' ANNO PARI A 500,00 EURINI L' ANNO CON CUI QUESTI POVERI DEVONO MANGIARE, VESTIRSI, LAVARSI DORMIRE.... CHE....NON SI VUOLE FARE NULLA PER RECUPERARE 40 ANNI DI EVASIONE CHE HANNO PRODOTTO IL MEGA DEBITO.... CHE NON SI FANULLA PER COMBATTERE IL LAVORO NERO ...

Luigi P. Commentatore certificato 14.07.14 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è tanto la nostra situazione che mi fa vergognare di essere italiano ma il fatto che da parte di tutti noi non ci sia alcuna reazione di fronte a politici corrotti mafie e compagnia bella..penso che la situazione in cui siamo non sia colpa dei politici ma di noi popolo che è sempre stato bravo a dire tante belle parole, tanti bei discorsi ma sempre incapace di agire per provare a cambiare una direzione che si stà sempre più ben definendo..lo ho sempre detto e lo ripeto siamo una nazione di fannulloni e corrotti e inadatti a questa idtituzione politica.

Gianmarco Ghelardi 14.07.14 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Falliti, ma quando si tirerà una riga?

marco d., busto arsizio Commentatore certificato 14.07.14 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è nessuno che vorrebbe la pena di morte? Per i traditori del popolo italiano sarebbe una pena che non basterebbe a placare il sentimento di vendetta che cova sotto la cenere. Basterà che un movimento politico come il M5s fallisca, che il vento dell'odio verso la casta infiammerà la violenza sopita dei giusti.

Ivan Pagliarani, Rimini Commentatore certificato 14.07.14 21:25| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Possiamo scrivere tutto cio Che vogliamo. I politici continuano a fregarsene ,a rubare e a danneggiare la nostra italia.le soluzioni x me sono 2 in una! Non pagare più a nessuno e poi tutti insieme fare una Vera rivoluzione .
Questo è quello Che purtroppo non accadrà Mai e poi Mai. Perdonate le mie parole ma la realtà è Che siamo abituati a credere belle bugie e a sperare nelle loro belle parole.
Risultato?? Siamo l unico paese di pecore.. Sappiamo solo lamentarci e nel frattempo altre nazioni ribellandosi sono riuscite a salvarsi.
L italia la stiamo distruggendo anche noi vittime di quei rott.....o Che rubano tutto cio Che paghiamo

Francesco Siano 14.07.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito pubblico dell'Italia continuerà sempre ad aumentare se si continueranno a fare sempre le solite azioni di Spending Review e politica finanziaria, comportando impoverimento della popolazione e carenza di sviluppo economico. Oggi il M5S rappresenta il popolo italiano all'interno dell'Unione Europea. E' in quel contesto che si deve intervenire attuando interventi forti su BCE e le sue decisioni. Se si vuole abbassare davvero i debiti sovrano dei paesi in crisi come l'Italia si devono adottare misure non convenzionali (odiate da Merkel e company che sono per il rigore e la rigidità dei parametri). La BCE dovrebbe fare massicci acquisti di titoli di Stato direttamente dagli Stati emittenti con tassi pari al TUS (0,15%), e non lasciarli alla libera quotazione del mercato, solo così si potrebberero liberare capitali per abbassare le tasse e per gli investimenti.

SALVATORE ROSARIO LONGO, Acireale Commentatore certificato 14.07.14 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non ho conti pago contanti,,non verso iva non pago inps no netezza urbana no aqua,,devo soldi alla banca ,,che mai riavranno,,affamiamo il maiale,che dimagrisce

ferdinando z., sassari Commentatore certificato 14.07.14 20:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non possiamo ammazzare " il gattopardo", perché non lo affamiamo? Come? Io sono mesi che non compro più né carne, né pesce.Mangio molta verdura, legumi, ortaggi, frutta di stagione, uova di galline allevate a terra e, ogni tanto un po' di formaggio. In inverno riscaldo un po' l'ambiente con una stufetta, poi, ognuno di noi si copre con un plaid,tenendo tra le mani una specie di "borsa d'acqua calda", che ho comprato al mercato, la quale si riscalda (a corrente) in cinque minuti e dura per parecchie ore. Io la uso anche per riscaldare il letto (dura fino al mattino) e costa solo 5 euro. Non ho più il telefono fisso, fra poco manderò affanc*lo anche la televisione, tanto dicono tutti le stesse cazxate, non compro quelle stron*ate di "gratta e vinci", prendo la macchina solo quando è necessario e tante altre cose che adesso non ricordo. A rileggere il mio commento mi sembra di stare agli arresti domiciliari. Scusatemi se ogni tanto infilo qualche parolina "forte", ma mi fa sentire meglio.

alfonsina p. Commentatore certificato 14.07.14 19:19| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, Lei mi piaceva moltissimo quando faceva il comico (ho visto 10 suoi spettacoli), ma, come politico, mi perdoni, Lei lascia molto a desiderare. tanta gente l'ha votata, non perchè Lei è il migliore, ma in quanto stanchi del vecchiume e dello sporco che c'era prima (e c'è) dentro il parlamento, una massa di buffoni, che ci succhiano il sangue. invece di pensare solo a criticare e a sputtanare ciò che fanno gli altri (che peraltro sono ladri, burattini e non fanno certo il bene dell'italia, perchè non comincia a proporre Lei (a parte la legge elettorale e il pos) qualcosa di più concreto, un vero e proprio programma di governo su tutti gli "argomenti"? di maio mi sembra una brava persona e anche di battista. ma, invece di fare versi in pubblico contro gli altri e proclami alla Mussolini (mi creda, Lei e tutti coloro che sono a montecitorio adesso, non avete neanche la "puzza" del Duce d'italia, il più grande statista italiano di tutti i tempi!!!!) perchè non "agisce"? sono capaci tutti di criticare gli altri, ma poi vorrei vedere se andasse al governo Grillo cosa cambierebbe!!! a parole sono capaci tutti, ma sono i fatti che contano!!!

alejandro rela 14.07.14 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia va sempre peggio e il debito non s'arresta, inoltre ci stanno tassando come animali....di chi è la colpa di tutto questo??? Di Grillo che urla troppo??? No signori, la colpa è di quei COGLIONI che hanno votato ancora questi ladri e mafiosi....AVETE ROTTO, NON VI DO' PIU' NIENTE E ADESSO CERCHERO' DI AVVALERMI DELL' Articolo 53 della Costituzione della Repubblica Italiana: Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro CAPACITA' CONTRIBUTIVA. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività. QUINDI CARI POLITICI DA ADESSO IN POI VI ASPETTO CON IL BASTONE!!!

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.07.14 18:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Dedicato ai 41 per cento !!!!
Grazie a dio voto 5stelle ,!!!

angelo scanniffio, GENOVA Commentatore certificato 14.07.14 17:40| 
 |
Rispondi al commento

ai signori deputati e senatori opresifente della repubblica ministro delle finanze ecc ecc
1)a chi dobbiamo questo debito?
2)per cosa ci saremmo indebitati?
3)ci e stato detto che dobbiamo abbattere questo debito :M.E.S/E.R.F/ FISCAL COMPACT ecc ecc
3) per ipotesi che abbiamo questo debito :se il creatore, possessore e spacciatore in regime di monopolio della carta colorata(fiat money nessuna copertura in cambio e scambio) = moneta è la stessa organizzazione (BCE/UE/FMI/)che chiede il rientro dal debito; non la mette in circolo come si fa a reperirla?

4)vorrei vedere un piano di rientro e/o ammortamento della truffa del debito,come faccio a sapere quanto ho pagato di debito? quanto me ne resta da pagare? e con che modalita e in quanto tempo lo ripaghero, ?ecc ecc.
c'e' da qualche parte?

elio pispia 14.07.14 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E poi l'importante e l'immunità parlamentare e equitalia sono le banche in poche parole gli strozzini che ci vogliono vedere tutti impiccati o suicidi ma impiccatevi voi suicidatevi voi che ci avete portato a questo io posso stare male quando arriva ina cartella ma non fa niente dopo mi passa e voi che marcirete dentro bastardi ladri ce chi dice IO NON PAGO PIU invece io dico IO NLN POSSO PAGARE PIU venite e fatevi in mese nella mia piccola attività e se voi ci riuscite ve la regalo e in piu lavorerò gratis per voi per tutta la vita però se non ci riuscite che si fa politici di merda che avete rovinato l'Italia vi auguro la una diarrea a vita eterna

Giuseppe ., Mondragone Commentatore certificato 14.07.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ITALIA MUORE MA I VERI RESPONSABILI DEVONO PAGARE TUTTO CON GLI INTERESSI !!!

salvo 14.07.14 17:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Purtroppo nessuno dice la verità che è semplice quanto banale.

Tutti si lamentano dell'Euro e di chi sta a Roma (hanno le loro belle responsabilità questo non lo nega nessuno), ma nessuno dice che non è stato l'Euro o quelli a Roma ha imporre il tasso di cambio 1000 lire = 1 euro.

Non è stato l'Euro o quelli a Roma ha pensare di poter lucrare sul prossimo con uno sfruttamento senza precedenti del mercato immobiliare facendo aumentare i pigioni delle case fino all'inverosimile e costringendo un'economia come quella Italiana, specialmente del Sud Italia, verso mutui che non erano sostenibili dalla realtà socio-economica italiana.

Un esempio: ho chisto a mio padre quanto pagasse di pigione nel 1984, quando ancora c'era l'equocanone, ve lo ricordate quanto era bello l'equocanone, di cui mio padre non usufruiva comunque. Orbene lui ricorda che gudagnava circa 1000000 di lire e pagava di affitto circa 150000 lire. Facendo un semplcie rapporto la percentuale ci dice che del suo stipendio spendeva il 15% per avere un tetto sulla testa.

Oggi guadagna 1300 euro ma il tetto gli costa 450 euro ovvero circa il 35%. E come la casa anche altre spese seno aumentate indiscriminatamente, ma non perchè è stato l'Euro la causa, o comunque non predominante, visto che in Germania dove anni fa qua al Sud si diceva che il costo della vita era alto, è rimasto più o meno uguale, mentr ein Italia oramai le cose costano più o uguali che in Germania, ma come ben saprete gli stipendi sono nettamente differenti.

La crisi di questa nazione è l'infrazione generata da soggetti che con economie passive vogliono avere un profitto indiscriminato, cosa che lo stato gli consente solo perchè può trarne giovamento dalle tasse.

Abbiamo detto che con 500 euro mio padre nel 1984 ci faceva vivere, non nel lusso ma si viveva. Oggi con uno stipendio medio di 800 non riuscirebbe nemmeno a farci mangiare.

Ergo chi ha un'attività aumenta i prezzi, altri aumentano ed ecco una Nazione con poveri e nel baratro.

Salvatore Esposito 14.07.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono un cittadino che ha cercato di pagare ma ora non se ne puo più purtroppo per le piccole attività bisogna scegliere se mangiare oppure pagare le tasse purtroppo siamo in un paese dove lo stato e ladro e un nemico anzi il peggior nemico e qualsiasi persona sensata sceglie di SOPRAVVIVERE e di mandare a quel paese tutti coloro che ci hanno portato a questo oramai siamo un paese senza futuro senza speranza senza nessuno che veramente rappresenti la massa solo porci che aiutano il sistema bancario........ E a noi chi ci pensa come vorrei far girare un po la ruota con la differenza che noi siamo abituati a soffrire voi no. Politici italiani andate a ffanculoooooooooooooooooooooooo e svuotate le vs tasche perche o noi non avete piu niente da chiedere

Giuseppe ., Mondragone Commentatore certificato 14.07.14 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Come indica il prof premio Nobel per l'economia Steve Keen nella lettera aperta all'Europa www.oikonomianalysis.com
la politica corretta da seguire è quella dove lo Stato fa un deficit (Tasse < Spesa pubblica) per contrastare il surplus del settore bancario che è l’esatto opposto di quanto predicato dalla Unione Europea ogni giorno e pedissequamente applicato dai nostri Governi fino ai giorni attuali e probabilmente futuri, pena il portare i paesi in una situazione di grande depressione. Nel lungo periodo la situazione ideale di crescita sostenibile è rappresentata da: settore bancario e governo in deficit, famiglie ed imprese in surplus e settore estero in pareggio.

La differenza che c'è tra Usa e Grecia
in Usa hanno scelto di fare un deficit di bilancio ampio fino al momento in cui il settore privato ha iniziato di nuovo a contrarre dei prestiti e nell’area €, più nello specifico in Grecia (dove si è fatta una politica di austerity di bilancio al fine di non incrementare, anzi, potenzialmente di ridurre il debito pubblico).
Risulta sotto gli occhi di tutti il completo fallimento delle politiche attuate: variazioni debito privato + variazione debito pubblico + surplus bilancia dei pagamenti < gap salariale + interessi. Ciò ha determinato una depressione senza precedenti.

Ce lo dice Steve Keen se proseguite in questo massacro ci sarà una depressione senza precedenti.

eleonora . Commentatore certificato 14.07.14 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero l' ITALIA FALLISCA! Almeno si può ricominciare e ricostruire tutto da capo. Processare i politici che l'hanno governata negli ultimi 35 anni e che siano condannati al LASTRICO cedendo alla collettività tutte le loro proprietà e beni e che il mandato sia internazionale!

Massimo Momento, Treviso Commentatore certificato 14.07.14 16:29| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ma com'è possibile? Ci hanno spolpato di tasse fino all' osso, le accise sulla benzina e c'è traffico continuo e sempre 24h su 24, le sigarette, tutto quello che acquisti è tassato scontrini supermegamercati ecc ecc, gratta e vinci e giochi ex d'azzardo sempre più giocati, MA DOVE VANNO A FINIRE TUTTI QUESTI MILIARDI DI MILIARDI DI EURO??? Dov'è il pozzo senza fondo? LA RABBIA, LA RABBIA, LA RABBIA È ORMAI INCOMMENSURABILE! ORA BASTA, DEVONO ANDARE TUTTI A ZAPPARE L' ORTO QUESTI POLITICANTI INCOMPETENTI. MALEDETTI!

Massimo Momento, Treviso Commentatore certificato 14.07.14 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Solo una rivoluzione,l'annientamento di tutti coloro che ci hanno rovinato e il pignoramento di tutti i loro beni,materiali e della loro vita mettendoli in un campo di lavoro e costringendoli a lavorare gratuitamente x il resto della loro vita x lo stato, NUOVO, fatto di onesti,detassare le imprese che se competitive sono le uniche che possono creare lavoro il tutto finanziato con il ricavato dei pigmoramenti e l'annullamento dei previlegi e degli alti stipendi pagati e non meritati I nostri padri hanno dato la vita x il nostro paese e questi lo hanno distrutto con il beneplacido di quelli che li votano.Arriverà il modello Grecia e forse il popolo si muoverà,lavoro distrutto,le pensioni non sostenibili e loro continuano a mangiare,possibile che non pensino che non può durare?che potrebbe arrivare una resa dei conti come dopo la liberazione con giustizie e ingiustizie.Mi fanno schifo sia i politici che buona parte degli italiani,mi spiace che ho lavorato una vita x poi vedere distrutto tutto.Mi chiedo,sarò passivo?,cosa succederà?presto lo vedremo.Salute a tutti.

luciano borghi 14.07.14 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa si deve fare allora? il nostro potere di fronte a questo bastardi e' pari a zero continuano a sodomizzare l'Italia incuranti di tutto , la vita e' diventata un continuo pagamento di tasse bollette balzelli e cazzate di ogni genere , ma chi ha deciso di ridurci in questo stato? basta basta mi viene voglia di...... mah e' meglio che non aggiungo altro che in questo stato di polizia rischio di trovarmi i servizi segreti a casa......italiaseifottuta machetelodicoafare.

massimiliano zafaro 14.07.14 15:57| 
 |
Rispondi al commento

io non ce l'ho più con i politici ...sappiamo tutti quanto marci e poco credibili siano..ce l'ho col popolo italiano che li ha votati..la causa dei nostri mali siamo noi stessi..avevamo la possibilità di cambiare le cose utilizzando al meglio il diritto di voto..tutto sprecato...popolo italiano svegliatevi dal torpore mentale!!!!

loredana ardito 14.07.14 15:43| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

QUAL E LA SOLUZIONE ?ANDARE COL CAPELLO IN MANO DA RENZI PER FARGLI FARE 4 RISATE ALLE NOSTRE SPALLE??? MA COSA VI E' SALTAYO IN TESTA DI
CERCARE IL DIALOGO CON QUEI CRIMINALI.

amsicora shardana 14.07.14 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I veri complici di questa situazione drammatica dell'Italia sono soprattutto gli elettori del PD, naturalmente a loro insaputa...

Claudio ., Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.07.14 15:25| 
 |
Rispondi al commento

manco la "tuta alare" con annesso gruppo jet,paracadute ci salverà dal botto fragoroso...
..la via greca e sempre più vicina...ora a chi daranno la colpa? se lo spreadeee è basso..le tasse sono aumentate..chi s'ingoia i soldi?...
Ormai siamo un caso perso...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 14.07.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli!!!!

Con il POS obbligatorio e le riforme istituzionali, si risolve tutto!!! Ce lo chiede l'Europa.... eh!

Gian A Commentatore certificato 14.07.14 14:19| 
 |
Rispondi al commento

ma qualcuno si meraviglia ancora di questi risultati? e' la normale conseguenza dall'aver ucciso le galline che facevano le uova d'oro e cioe' aver fatto chiudere tanti negozi per magari la mancanza di uno scontrino, oppure non aver rimesso il falso in bilancio, l'antiriciclaggio che fa scappare tutte le aziende, per aver aumentato le tasse fino all'impossibile pur di non diminuire sprechi, stipendi e pensioni assurde, per mantenere i privilegi di tanti, ecc. ora che tutto e' morto intorno a noi, il debito pubblico non potra' che aumentare ogni mese.

scarpa rosanna 14.07.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento

era plausibile...ma il 40,8% nn se ne era reso conto?

comunque se ne rendono conto PSE e PPE con la merkel...vedranno, insieme, quali altri castighi ci dovranno propinare...li ringrazieremo di cuore

ops...già, quei signori li ha votati il 40,8% del 50% dei votanti, dobbiamo ringraziare di cuore anche loro...!

dovrebbero dichiarare l'italia sito protetto dal WWF difendendo dall'estinzione i pochi milioni di cittadini onesti ed oppressi

mille grazie renzusconi, mille grazie 40,8%!

angela b., collegno - torino Commentatore certificato 14.07.14 14:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

ma che fine fanno questi soldi, visto che non sembra vengano immessi nel circuito economico attraverso la spesa corrente, né sembra vengano usati per pagare i debiti della P.A: ?

giovanni 14.07.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL RECORD ASSOLUTO DEL DEBITO LO FAREI PAGARE DI TASCA PROPRIA A MONTI.
ESATTAMENTE LA DIFFERENZA TRA IL DEBITO TROVATO A NOVEMBRE 2011 E QUELLO ODIERNO.
ANZI RIMETTEREI LE PENSIONI AL 2010 E , VISTI I RISULTATI NULLI DI TANTI SACRIFICI, AGGIUNGEREI IL COSTO COME BONUS PER NOI SUL TOTALE DA ADDEBITARE A CAPITAN MONTI, I DANNI DI ALTRI MISERI GOVERNI ELETTI SI POTREBBE ANCHE DIRE "CHI è CAUSA DEL SUO MALGA PIANGA SE STESSO", MA PER DITTATURE IMPOSTE SAREBBE UNA SOLUZIONE PIù CIVILE DELLA GHIGLIOTTINA.

carla g., Padova Commentatore certificato 14.07.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

CON CHI CI INDEBITIAMO? CON L' EUROPA DEI MERCATI - - - potremo mai saldare i debiti? E' praticamente impossibile a meno che scopriamo una cosa che tutti vogliono - - - cosa possiamo decidere di fare? parlare chiaro, accettare i rischi, sbugiardare i potenti che non si mostrano ma determinano gli equilibri - - - trovare compagni di cammino che stanno come noi e creare una massa di gente solidale e determinata sebbene pacifica!!!!!

mario casettari 14.07.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

considerando un pil praticamente fermo abbiamo superato il limite 3% di 1,7% ovvero se i dati economici continueranno così servirà una manovra di almeno 30 miliardi entro fine anno.
Piddini state sereni che è arrivata l'ora di restituire gli 80 euro con gli interessi anche se non li avete presi.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.07.14 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai, che i bambini italioti si spaventano, state buoni che tanto poi pagano quegli stupidi che gli va bene così! Buon divertimento beoti! L'itaglia si merita i suoi politici e di morir di fame!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.07.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

è dal 2010 che sul blog si dice che siamo sull'orlo del baratro , intanto le pensioni e i stipendi pubblici li hanno sempre pagati , addirittura adesso con 80 € in più !!!

paolo b., ancona Commentatore certificato 14.07.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inutile fare disinformazione allarmistica senza motivo, e poi non eravamo gia' sull'orlo del baratro nel 2010 e non c'erano piu' soldi per pagare i dipendenti pubblici? (ed eravamo al 112%?)
Finche' il mondo sara' immerso di liquidita' a buon mercato non esistono pericoli imminenti, semmai il problema e' l'aver demandato (molti anni fa)al mercato (invece della banca centrale) il compito di armonizzare gli interessi sul debito.

A controprova rispetto agli altri paesi in nostro debito pubblico e' quello che e' aumentato di meno negli ultimi anni

https://pagellapolitica.it/static/style/sandbox/51f50ef383f2f_Aumentostockdebito2008-2013.png

perche' continuate a pensare che il problema sia interno (italiano) mentre e' esterno (vincoli, rigidita' del cambio,squilibri macroeconomici, dumping sociale, decostituzionalizzazione ecc..).
Pessima disinformazione del movimento..(probabilmente voluta)

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 14.07.14 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi???'
quale è la soluzione???
Parlate sempre di come stanno le cose,che ormai lo sa anche l erba secca,ma non dite soluzione!!
Io l avrei,ma sono le persone che gli va bene cosi!!!!
Allora cosa serve sgolarsi!!!!

Robertino Venturi, faenza Commentatore certificato 14.07.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SEMPRE PEGGIO, STIAMO AFFONDANDO E NON SI RIESCE NEMMENO A CHIUDERE EQUITALIA

alvise fossa 14.07.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Il debito è fuori controllo PUNTARE IL FUOCO SUL DEBITO, ribaditelo tutti i giorni ci stanno rubando il futuro !

bruno a., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.07.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna che c'è chi parla ancora di sforare i vincoli sul deficit e afferma che voler raggiungere il pareggio di bilancio sia il male assoluto.
Non venitemi a raccontare che i risparmi non esisterebbero senza deficit, che date prova, oltre che di scarsa conoscenza dei fenomeni economici, anche di carente logica cognitiva.

Al Cos 14.07.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Nel baratro ci siamo già.Presto arriverà anche la troika.Dobbiamo ribellarci a questa scabrosa vicenda delle larghe intese ed andare al più presto al voto!10.000.000 a ROMA!!!

Osvaldo Giovanni 14.07.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento

E dove sarebbe la novità? Il debito è stato concepito mica per diminuire, ma proprio per aumentare esponenzialmente sempre di più. Sarebbe una novità, se invece di essere completamente scomparsi dalla televisione ( mezzo di informazione utilizzato dalla stramaggioranza degli italiani ) vi faceste vedere come avete fatto sotto le europee, credevo aveste imparato la lezione, ma continuate a ostinarvi a scrivere solo sul blog, o su Facebook... Che scrivo a fare, tanto non ascoltate.

Daniele T., Bologna Commentatore certificato 14.07.14 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://youtu.be/U1N4aP3J0Bc

Emiliano C., Trento Commentatore certificato 14.07.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si dice"noi italiani sembra sempre che abbiamo toccato il fondo e invece continuiamo a scavare"........
M5S ultima speranza, dopo..........

emilio ricciardi 14.07.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

siamo in caduta libera, lo schianto si sentirà fino alla luna!!!!!!

salvatore andreetti 14.07.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a chiedermi come fanno gli italioti a fare fiducia ad un governo che in questo momento storico perda più di un giorno per l'immunità parlamentare.
Questo fatto è una dichiarazione palese, immediata, e spudorata per capire 2 cose: la prima è l'evidente collusione del governo di maggioranza ( e non solo) con il malaffare, con gli inciuci ed il clientelismo.
La seconda ( che rende possibile la prima ) è che viene costantemente alzata l'asticella del valore assoluto di rincoglionimento del popolo.
I valori di ideologie politiche vanno in secondo piano!
Io posso pensare politicamente ( e giustamente) in maniera differente da mio fratello, laddove il minimo e più semplice basamento su cui costruire un'ideologia sia l'onestà.
Qui adesso siamo al paradosso all'inganno alla cecità, e purtroppo siamo alla stanchezza, una stanchezza mentale generata consapevolmente, che sfianca, che ti fa pensare: "maffatequelcazzochevvolete"

Costantino Di Claudio 14.07.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento

ma che volete.. non siete mai contenti.. loro sono così occupati ad occuparsi della riforma del Senato e della nostra (povera!) Costituzione...

silvia f. Commentatore certificato 14.07.14 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Non sarebbe ora che i politici di turno mettessero mano al portafoglio incominciando da Napolitano dando un chiaro esempio ad una Nazione allo sfascio ?. Solo il M5S riesce a governare senza abusare dei soldi dei cittadini risparmiando ogni giorno.

Renzo Grillo 14.07.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo diventati degli schiavi che lavorano per il benessere e lusso della casta e pochi altri, ti dicono che tu sei fortunato perché hai un lavoro, ma poi con quei 1000 Euro una volta che hai pagato le tasse, le bollette, le multe (impossibili da evitare la cui sola colpa è quella di esistere e muoverti), le more da strozzinaggio che ti applicano come degli aguzzini, la spesa per magiare, per sopravvivere, non ti rimane neanche più qualcosa per comprare un gelato ai tuoi figli, e continui ad indebitarti. E questo lo chiamano vivere? Non stavano meglio i schiavi che costruivano le piramidi in Egitto? Continuano in TV a mandare statistiche allarmanti, ma non si fa mai niente di concreto contro chi sta determinando questo stato di cose. Io sono un pacifista che si arrabbia spesso per i soprusi che tutti i giorni subisce, ma non tutti hanno la pazienza e la mia ragionevolezza e mi aspetto che prima poi succeda e scoppi qualcosa di veramente terribile. Se ancora non è successo è solo perché esiste M5S ma quando anche loro non potranno più fare nulla, quando non si potrà più credere neanche in loro, quando anche da questi dovessimo venire delusi o traditi, allora credo che qualcosa di molto simile alla guerra civile potrebbe accadere.

pino 14.07.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Il vero dramma è che viviamo in una società dove l'unica valvola di sfogo sono 4 pirla che corrono dietro un pallone..il vero dramma è che non solo l'Italia sta crollando e tutti ci comportiamo come se niente fosse.. abbiamo messo il nostro paese in vendita piuttosto che prenderci la responsabilità di sistemarlo e valorizzarlo come meriterebbe.. io per colpa del governo (e dei cittadini pantofolai e piagnoni) sono dovuta scappare e nessuno può capire il dramma di dover lasciare la propria casa solo per motivi economici... tutti a lamentarsi degli immigrati ma sebbene le ragioni siano completamente diverse ci poniamo di fronte a queste persone con arroganza e odio senza sapere che una volta usciti dai confini riceviamo lo stesso trattamento.. che schifo di mondo, senza valori e senza cultura ma con un sacco di soldi che nn fanno altro che aumentare i problemi.. fosse per me darei una bella serrata ai confini a chi vuole speculare sul paese.. meglio 200 immigrati che hanno.voglia di lavorare, studiare e vivere bene piuttosto che 4 ricconi che tutto vogliono tranne il benessere dei paesi che sfruttano..

Rusconi Veronica 14.07.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Basta con i debiti!,dobbiamo essere come una famiglia,bisogna prima togliere tutti i debiti che abbiamo e poi si potrà parlare d'investire,altrimenti si andrà a finire molto male!

rosalba Disimino 14.07.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

La vera notizia dovrebbe essere che il 10% degli italiani è on poverta assoluta.. .il 10% porcaputtana e nessuno frega nientemeno di questi italiani...fanculo i mondiali il debito e sta politica che non è in grado di fare niente se non i propri interessi

massimo moda 14.07.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

vorrei capire perche' si da una notizia e non si dice il perche' il come e di chi sia la colpa.Vi prego chiaritemi le idei del perche' aumenta il debito, la benzina e tutto il resto in un momento dove le cose dovrebbero diminuire.Cordiali saluti

luigi buono 14.07.14 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Pero non spaventiamo il popolo italiota, ditelo sottovoce senza urlare altrimenti il popolo telecomandato diventa triste.Invece ora c'è tanta gioia con gli 80 euro elargiti dal grande statista renziex, ristoranti pieni, aperitivi a go-go, macchine nuove, italiani pronti a partire per le vacanze in terre esotiche, le banche che fanno nuovamente prestiti per acquisto delle case, tasse scese del 10%, ma cosa dico, del m35/40%, nuovi posti di lavoro, insomma gente felice e tanto tanto fiduciosa per il futuro. E invece voi grillini ci dite che l'Itaglia è nel baratro, io proprio non vi capisco.

angelo c., roma Commentatore certificato 14.07.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo è solo un problema per gli Italiani,, per chi ci sta governando dicono che ca tutto bene e risolveremo tranquillamente i loro problemi ,, d'altra parte tra ladri e delinquenti che ci governano cosa ci dobbiamo aspettare,,. Ricordo che il Pd e altri partiti ,,meno M5S ,, anno votato per l'immunità parlamentare ,, bello schifo,,

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 14.07.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è finita qui..

ROMA: ISTAT, OLTRE 10MLN POVERI NEL 2013, AUMENTANO INDIGENTI, AL SUD DA 9.8% AL 12,6%

http://www.crisitaly.org/notizie/roma-istat-oltre-10mln-poveri-nel-2013-aumentano-indigenti-al-sud-da-9-8-al-126/

Bruno C., Cagli Commentatore certificato 14.07.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori