Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Giornalista del giorno: Gianluca De Martino, Wired

  • 83


demartino.jpg

Il M5S ha rinunciato a 42 milioni di euro di rimborsi elettorali come promesso durante la campagna elettorale delle politiche del 2013. Il giornalista del giorno invece afferma che il M5S non ha percepito finanziamenti per l'assenza di requisiti.

"Il 24 luglio il presidente della Camera Laura Boldrini e il 29 luglio il suo omologo al Senato Piero Grasso hanno firmato i due decreti che attribuiscono i rimborsi elettorali [...] Lo Stato ha risparmiato quasi 7 milioni di euro dalla "rinuncia" del Movimento 5 stelle. Rinuncia tra virgolette perché agli atti parlamentari risulta che il movimento di Grillo e Casaleggio sia decaduto per l’assenza di requisiti, tra cui trasparenza e statuto." Gianluca De Martino

27 Ago 2014, 13:33 | Scrivi | Commenti (83) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 83


Tags: De Martino, finanziamenti pubblici, giornalista del giorno, M5S, rimborsi elettorali, Wired

Commenti

 

Denunciatelo, ma non alla magistratura. Denunciatelo al CIM (centro igiene mentale), anche se la situazione credo sia sine ulla spe

Federico T., roma Commentatore certificato 30.08.14 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Certo che tal Gianluca De Martino tanta pubblicità gratuita non se la sarebbe mai aspettata da uno dei blog più seguiti in Italia. Qualcuno dovrebbe emettere fattura e mandargliela... ;-)

Massimo S., Bastia Mondovì Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.08.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invece di cavillare sulle parole basterebbe dire che quei milioni NON sono stati presi dal movimento cinquestelle che, se avesse voluto, avrebbe potuto prenderli. Tanto di cappello!

Daniel S. 28.08.14 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Ne tirano fuori sempre delle nuove, questa l'ultima dei pidioti:

"E siccome il vostro movimento lo statuto NON LO HA, automaticamente NON HA DIRITTO ai rimborsi che, in ogni caso, SAREBBERO 7 MILIONI DI EURO e non 42."

Peccato che quella di non essere un Partito è una scelta, che ai rimborsi rinunciavamo già prima della legge per milioni di euro all'anno, e che non sono mai state le formalità a farci paura

http://www.huffingtonpost.it/2013/03/12/ecco-statuto-movimento-5stelle_n_2860351.html


Ecco un altro soggetto che scrive senza capirci una mazza. Giornalaio prima di scrivere qualsiasi cosa che riguardi il M5* fai due cose molto importanti : la prima è documentarsi bene; la seconda è quella di sciacquarsi, con molto dentifricio, la bocca. Non è necessario aggiungere altro.

mauro ., milano Commentatore certificato 28.08.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

È una leggenda metropolitana piddina. Bugiardi e falsi, come renzusconi!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.08.14 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Trovo puerile incazzarsi con questi poveri cristi della disinformazione... Hanno da rendersi noti dal momento che vivono nel buio sotto le scrivanie delle redazioni... La colpa è anche nostra che gli diamo visibilità rispondendo alle stronzate che scrivono....

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.08.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fà a dichiarare il falso pur sapendo di mentire?

Luigi A., Bari Commentatore certificato 28.08.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento

signor Matteo, la pianti di arrampicarsi sugli specchi o dovrò tapparmi le orecchie per l'eccessivo stridore: è un bell'escamotage quello di dire che il movimento non ha presentato questo, non ha presentato quello (come invece impone la LEGGE) perché non vuole essere assimilato ai partiti. E allora che ci fa in parlamento? Se non voleva essere assimilato ai partiti, sarebbe dovuto rimanere fuori dal parlamento. Ricordo che i "cittadini parlamentari" cinquestelle percepiscono uno stipendio, come tutti gli altri parlamentari appartenenti ai partiti, a carico delle finanze pubbliche.

rimborsopoli 28.08.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S non ha presentato la documentazione per ottenere i 42 milioni di rimborsi elettorali entro i termini e quindi il suo " diritto" è DECADUTO.
Questo significa e non che non avesse diritto a riceverli...chiaro?

Gli altri partiti (compreso il Partito Democratico che tanto piace agli editori di Wired) invece si sobo beccati tutto il malloppo nonostante il POPOLO avesse deciso con un Referendum do abolire questo finanziamento.

E adesso andateaffanculovirgolettato...

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.08.14 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ultima trovata dei fenomeni:
"Non raccontiamoci palle: il movimento, in omaggio alla trasparenza, predicata ma non applicata, avrebbe dovuto presentare tutti i documenti, come da legge Monti"

E' una balla colossale: la legge dice di presentare Statuto, atto costitutivo ed indicare il tesoriere, non c'entra nulla con la trasparenza, ad esempio, sui conti e sul bilancio, che NON viene chiesta dalla legge.
Siccome lo sanni anche i muri che M5S non è un Partito, semplicemente non è sceso a patti uniformandosi alle richieste di una legge fatta DA e PER i Partiti.

Matteo Olivieri Reggio 5 Stelle, reggio emilia Commentatore certificato 28.08.14 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Da Wired:
"L’articolo 3 stabiliva che i partiti che non facessero esplicita richiesta entro il termine di 30 giorni dalle elezioni erano dichiarati decaduti sia dal rimborso che dal cofinanziamento (quest’ultimo importo è stabilito in proporzione alle quote raccolte dai privati, impossibile da quantificare per il M5s che non ha presentato documentazione).

L’articolo 5, invece, stabiliva che senza il deposito di atto costitutivo e statuto, il partito o movimento politico perdeva ogni diritto al rimborso elettorale. Grillo e il Movimento 5 stelle hanno avuto un anno e più di tempo per chiarire questo aspetto, ma non l’hanno fatto. La nuova legge fa un passo avanti ulteriore rispetto alla trasparenza dei partiti, prevedendo l’obbligo di pubblicazione online di bilanci e spese elettorali".

Non raccontiamoci palle: il movimento, in omaggio alla trasparenza, predicata ma non applicata, avrebbe dovuto presentare tutti i documenti, come da legge Monti, poi avrebbe potuto benissimo fare il bel gesto di rifiutare i rimbrosi. Che comunque, non ammonterebbero a 42 milioni, ma 7 (sette) milioni.
Aggiungo che la legge del governo Letta prevede in più la pubblicazione on line dei bilanci...
Ahi, ahi, signora longari.

rimborsopoli 28.08.14 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Eccone un altro...MA GUARDA GUARDA GUARDA
M5S rinuncia ai rimborsi ma visto che non è in regola non può rinunciare ? Bisogna essere proprio un giornalista ben schierato per camuffare così la verità. Eh già caro il mio bel giornalista pd meno elle Se il movimento cinque stelle ha partecipato alle elezioni sin dall’inizio senza avere quella struttura abbuffante di partito con tesoriere, statuto, già dimostrava sin dall’inizio di RINUNCIARE AI RIIMBORSI. Quindi mio bel giornalista pd meno elle non girare la frittata per far piacere al tuo editore e al tuo partito. M5S ha rinunciato ai rimborsi partecipando con una struttura che non era conforme alle “regole” studiate per l’abbuffata contributiva. M5S QUINDI DI FATTO RINUNCIA, ANZI HA RINUNCIATO SIN DALL’INIZIO, AI RIMBORSI. Non incanti nessuno caro giornalista da quattro soldi falsi.

loredana vangelisti, Marino Commentatore certificato 28.08.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Ai pagliacci che dicono "c'è il pdf, c'è il pdf", bene, il pdf conferma che Wired ha torto marcio. Cioè, neanche leggendolo capiscono cosa c'è scritto. C'è scritto che M5S non ha presentato i documenti, e non che non aveva diritto perchè sprovvisto di atto costitutivo e Statuto.

Quindi, si occupino di tech che è il loro mestiere, perchè con le leggi è meglio che lasciano perdere.


A parte che metà buona dei commentatori di questo blog ha dimostrato di non saper scrivere Wired.

Comunque: il M5S ha deliberatamente scelto di non mettersi nelle condizioni per avere quei rimborsi. Questa è stata una scelta imposta dalla dirigenza che ha trovato tutti d'accordo, ed è stata motivata dicendo che i rimborsi vanno contro al referendum del 1993.

Le critiche a questa scelta riguardano il fatto che così facendo il M5S ha anche potuto evitare di dotarsi di una struttura simile agli altri partiti, cosa che è divenuta vincolante con la legge Monti. Questo comporta un'assenza di tutele formali che fanno sentire tranquilli molti elettori degli altri partiti.

Inoltre, 42 milioni di euro fanno certamente la differenza in quanto ad autonomia e capacità di organizzare iniziative, e dunque altre critiche riguardano il fatto che non avere questi contributi ha limitato le possibilità di azione e autoorganizzazione dei parlamentari.

In realtà il grosso vantaggio organizzativo del non avere i rimborsi è stato che non si sono formate frange interne disposte ad accoltellarsi per poter disporre di parte del malloppo. Al di là di ogni considerazione di trasparenza o di opportunità politica, questo è un punto strategico che ha permesso al M5S di rimanere un gruppo per lo più compatto nonostante qualche defezione.

In ogni caso, visto che questa polemica continuerà per anni, suggerisco di sostituire

"il M5S ha rinunciato ai rimborsi"

con

"il garante e titolare del simbolo del M5S non ha permesso di trasformare il movimento in partito, e l'ha fatto presente prima delle elezioni. Ciò ha comportato automaticamente la non erogazione dei rimborsi, dichiaratamente indesiderati dal M5S in linea con il referendum del 1993".

Davide 8arbieri Commentatore certificato 28.08.14 08:38| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Perche' non cambiamo strategia ?
Prendiamo i soldi e regaliamoli alla gente pro quota: in italia ci sono 15 - 20 milioni di famiglie, se sono 42 milioni di euro fanno 2 euro a testa . Offriamo un gelato ad ogni bambino e faremo piu' bella figura che rinunciare per poi essere derisi da leggi fatte DOPO la nostra rinuncia e fatte in modo tale solo per fregare il movimento.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.08.14 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Su Wired c'è il pdf della gazzetta ufficiala.
Il resto sono chiacchiere.

rimborsopoli 28.08.14 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio notare che Wired.it, testata edita dalla Condé Nast S.p.A., non accoglie commenti ai suoi articoli.

Laura Torgano 28.08.14 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Che questo signore parli in malfede o buonafede (cioè per dabbenaggine e incompetenza), poco importa. Lo si quereli, così impara che non si debbono scrivere fandonie. Oppure, come previsto dall'articolo 8 della Legge sulla stampa (n. 47/1948), gli si imponga una pubblica rettifica, in assenza della quale, s'inoltra causa per danni. E così si faccia con tutti i suoi simili. Le liste di proscrizione fanno più danni che altro.

Laura Torgano 27.08.14 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Allora, calma e gesso.
Wired non solo ha pestato una merda, ma l'ha ripestata malamente, facendo la figura di chi anche di fronte alle carte non riesce a capire cosa c'è scritto. Che ci sta, visto che si occupa di tech e nuove tendenze, a me tra l'altro piace molto. Ma che decidano di avventurarsi nelle questioni legali è stata una loro scelta, maldestra.
Veniamo al dunque. Gli articoli della legge che Wired porta come prova sono il 3 e il 5 della Legge Monti. L'articolo 5 dice che se non depositi i documenti non hai diritto. Volendo rinunciare, ovviamente il M5S non l'ha depositato. Quindi manca il presupposto: loro affermano che non esiste atto costitutivo e Statuto, falso, perché esistono entrambi sotto forma di Non Statuto addirittura dal 2009, ma dimenticano soprattutto che il M5S aveva rinunciato ai rimborsi anche prima di questa legge, cioè a partire dal 2011 nelle regioni Piemonte ed Emilia Romagna, dove infatti la Gazzetta Ufficiale riporta "hanno rinunciato". La formula dell'ultima erogazione è diversa semplicemente perché risponde al nuovo dettato normativo, che prevede la presentazione dei documenti, se non li hai sei fuori. E i tecnici hanno giustamente riportato la dicitura corretta. Se poi vogliamo spaccare il pelo, immaginiamo che M5S avesse adottato un'altra formula. Avrebbe cioè presentato i documenti , ma non avrebbe fornito l'IBAN, come è stato fatto per le Regioni. In quel caso poniamo che la risposta fosse stata "voi non avete diritto perché il vostro statuto non rispetta la forma". A quel punto M5S avrebbe sfondato una porta aperta, e avrebbe detto: senti ciccio, a me dei tuoi rimborsi non può fregar di meno, ma adesso ci andiamo a vedere dentro agli statuti e alle loro applicazioni, perché secondo noi PD e Berlusconi non le rispettano! E cadevano i requisiti per tonnellate di soldi. Ecco perché i Partiti zitti zitti non dicono nulla, perché hanno paura. Wired , grazie!


finiamola di restituire soldi allo stato, vanno nel calderone comune e quindi sprecati. Utilizziamoli per qualcosa di utile per qualcuno o qualcosa. Per esempio,utilizziamo i soldi risparmiati per acquisto di attrezzature di laboratorio per le regioni del sud o per fare interventi di ristrutturazione scolastica ma pubblicizzando al massimo l'operazione. Fatevi venire idee semplici ma efficaci ma che colpiscono la fantasia della gente altrimenti renzi, che detiene la borsa, farà una strage di voti la prossima volta

giuseppe leucata 27.08.14 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma piantala...lo sanno anche i sassi ormai che è una cazzata...neanche le cazzate sai scrivere in tempo utile...

mark rossi, gorizia Commentatore certificato 27.08.14 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che quello del MoVimento 5 Stelle sia stato un avvento. L'Italia ha trovato la sua alternativa alle schifezze solite che l'assillano. E il M5S, essendo diverso da tutto questo deve essere roso e fatto sloggiare laddove può creargli fastidi. E la durata di queste campagne anti-M5S dipenderà tutta dalla lucidità degli italiani: quando decideranno di svegliarsi, il che sarà sempre troppo tardi, contro i loro vari castelli di sabbia si schianterà quell'onda di opposizione e diniego che in realtà hanno sempre temuto.
Io sono orgogliosa di essere rappresentata dal M5S in quel governo che altrimenti sarebbe stato di altri e per altri. E non mi arrendo al presente per arrivare al futuro.
Italiani, ricordate; se non c'è domanda, non c'è l'offerta. Il loro è un sistema a fine d'interesse: ma non è il vostro.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 27.08.14 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Non ti vergogni per niente????

Alessandro D'Orazio (axldorazio ), Pescara Commentatore certificato 27.08.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento

L'ATTACCAMENTO ALLA PAGNOTTA FA BRUTTI SCHERZI !!!

Franco Della Rosa 27.08.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S

Notizie informatiche Commentatore certificato 27.08.14 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Word ha pubblicato dei documenti per confermare la notizia. Date una spiegazione o siete solo dei peracottari... comprese le tante pecore che commentano solo per sentito dire.

Lorenzo Devoti 27.08.14 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DE MARTINO, ........ SI VERGOGNI !!!

C'è POCO DA FARE: O SEI IGNORANTE O SEI IN MALAFEDE, QUINDI SI VERGOGNI.....in ogni caso.


PS: che bella figura anche in famiglia ahahahaha

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.08.14 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Comunque Wird ha gia' replicato con tanto di documento della Gazzetta ufficiale... Prego controbattere velocemente se hanno torto...

Davide DAngelo (), Roreto di Cherasco Commentatore certificato 27.08.14 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Ha preso un abbaglio oppure ha altri problemi che non si sposano con il giornalismo.
Poveraccio.

walter p. Commentatore certificato 27.08.14 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Gianluca, ma quali atti hai letto? anche un dislessico avrebbe interpretato giusto. Prima di scrivere caz...e sui 5 stelle informati alla fonte. Ma tu immagina solo per un attimo che se fosse vero cio' che affermi, sarebbe stata un'arma micidiale in mano al PD-PDL.Fai una correzione che te ne esci da signore. Cordialità.

Angelo D'Ambrosio 27.08.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Moggi for ever

Riccardo Garofoli 27.08.14 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Che spettacolo inverecondo
Si sono spolpati tre miliardi di euro dal 93 ad oggi e c'è pure chi li difende
Per carità non fate la conversione euro lire c'è da sentirsi male
Per non parlare dei risultati economici e politico ottenuti dal Italia
Che vergogna
Neanche la madre di questi cialtroni li difende più
Spero che domani mattina non abbia più un lavoro , la stessa sorte toccata a tanti di noi
Meglio le redazioni sportive hanno più dignità ed autorevolezza

Riccardo Garofoli 27.08.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Moggi lo hanno messo alla porta , anche il giornalismo sportivo a saputo redimersi
Questi sono solo dei cialtroni
Le redazioni sportive , che ogni giorno inventano trasferimenti , uno vero e mille falsi sono più oneste di quelle politiche
Hanno un padrone al quale portare l'osso spre e comunque, anche se non richiesto

Riccardo Garofoli 27.08.14 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Un'altro giornalaio.

dal col claudio 27.08.14 18:11| 
 |
Rispondi al commento

cortesemente potete pubblicare copia del mandato o bonifico di pagamento dei 42 milioni di euro. Grazie

salvatore santo spedalieri 27.08.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ de martino

perchè non scrivere invece che i tuoi Xadroni (scegli tu se metterci una pi o una elle)
i rimborsi se li son presi e, dal '93, stanno andando contro un referendum popolare......

stai sereno e cambia mestiere!!!

Path Walker Commentatore certificato 27.08.14 17:32| 
 |
Rispondi al commento

la Costituzione, all'art. 49, non dice che i partiti debbano possedere requisiti, ma che l'organizzazione di ogni partito è libera, altrimenti non sarebbe una democrazia

quelli che vivono di propaganda e distorcono i fatti a loro piacimento per mestiere, non chiamiamoli giornalisti

giovanni 27.08.14 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Un caso lampante di informazione parziale e chiaramente faziosa. Un caso da manuale per mostrare la mancanza di buona fede. Il ragazzo è un poco di buono.

Ada Martinelli, Vicchio Commentatore certificato 27.08.14 17:28| 
 |
Rispondi al commento

beh! giornalista? andiamoci piano con i titoli! sterco solo sterco e basta!

floriana 27.08.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Il solito discorso per fare di tutta un'erba un fascio e anche qui ci sono polli che ci cascano figuriamoci altrove, sic.

Giovanni Paolucci Commentatore certificato 27.08.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento

il m5s ha un statuto fatto da grillo perche per presentarsi a l'elezioni ne hai bisogno.. fato dal notaio,,, potete cercarlo quindi... dato che avere rinunciato a i rimborsi elettorali "di quale avevano diritto come tutti gli altri" serve per dimostrare che si puo fare politica senza soldi e questo agli delinquenti PD PD-l gli toglie l'alibi che la democrazia costa e che si vogliono tanti soldi e allora attacco dei media braccio armato dei partiti

daniel cortes 27.08.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono grillino convinto e ho paura che questo post sia un clamoroso autogol... il documento che viene allegato, con la foto del file allegato al post alla Moretti, in basso cita appunto che, alcuni partiti fra cui il M5S, secondo alcuni articoli sono decaduti dal diritto di averli... Se è così che accidenti stiamo a criticare se poi noi stessi gli diamo il documento che conferma questa tesi ? Ma ci piace tanto fare i tafazzi della politica ? Spero di essermi sbagliato e di aver interpretato male il post....

Stefano C., Roma Commentatore certificato 27.08.14 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono sicuro che e' un RENZIANO !!!

remo catelotti 27.08.14 15:53| 
 |
Rispondi al commento

se questo "fantomatico" giornalista ,ha detto il vero,bisogna solo che tacere..se invece afferma il falso,si deve obbligare a fare una smentita e gli viene data una diffida nel comunicare notizie false ..se dovesse continuare ,una super querela..basta lamentarci proviamo a reagire..

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 27.08.14 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dite di provare a inserire nella rubrica più giornalisti che facciano domande, il loro lavoro e non alimentino la macchina del fango?
Io preferirei leggere qualcosa di positivo piuttosto che gli stormi di gufi, secondo me non se lo meritano proprio uno spazio sul blog: cercano visibilità e gli viene data, ma se la meritano?

DD 27.08.14 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Amici del blog scusate, ma oramai ho una gran confusione con la storia di questi rimborsi elettorali: qualcuno di voi sa rispondermi in maniere esauriente sul fatto che il MoVimento 5 Stelle abbia VERAMENTE rinunciato ai 42 milioni di euro??

C'è che dice di sì, di no, decaduti, non hanno uno statuto, non sono un partito.
Chi è in possesso di un documento o di un ragionamento che chiarisca questo fatto, mi e ci farebbe una grande gentilezza.

Grazie a tutti!


scusate ... forse è fuori tema , ma daltronde nn so dove scrivere . volevo solo sapere quando catturate mattia messina denaro . ammesso che sapete chi sia .

emiliano castano 27.08.14 14:52| 
 |
Rispondi al commento

girnalisti fatevi le analisi due volte all anno come ci e stato imposto a noi edili dalle leggi di questo diciamo.... governo

benedetto seghetti 27.08.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma su Twitter c'è una diatriba sul fatto che il m5s sia decaduto e quindi non in possesso dei requisiti per ricevere i soldi. Questo non aiuta a far chiarezza. Prendeteli e fate un altro Restitution Day. Sarebbe una buona forma di pubblicità e sarebbe coerente con il fatto che j soldi sono dei cittadini e ritornano a loro.

Alessandro N. Commentatore certificato 27.08.14 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Se io ho diritto a ritirare un premio/vincita ho l'obbligo di presentare a norma di regolamento
il tagliando del biglietto e con questo dimostro che ho diritto al ritiro.

Se quel biglietto lo strappo posso dire di aver rinunciato alla vincita????
Io ritengo di sì

ora il M***** sapeva che x ritirare i soldi dei finanziamenti avrebbe dovuto sottostare a certe regole.

Non avendo (di proposito)ottemperato a quelle regole si può dire che il M***** ha rinunciato ai finanziamenti/rimborsi elettorali????

Credo proprio di sì caro giornalista che vuoi convincerci del contrario

stai sereno

nessun copy 27.08.14 14:36| 
 |
Rispondi al commento

E' PROPIO "VENDUTO"

alvise fossa 27.08.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento

La proprietà di Wired è Condè Nast Publications...

La stessa di Vanity Fair...

Casualmente...

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.08.14 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Imho il problema dell' Italia è che se questo giornalista vuole avanzare di carriera o lavorare deve piegarsi al sistema. Se si piega va avanti, se rimane un uomo resta fermo lì. A chi detiene il potere servono pecorelle non uomini. Ciao a tutti

annibale 51 27.08.14 14:29| 
 |
Rispondi al commento

LA QUESTIONE VA CAPOVOLTA, COME SEMPRE, SONO I PARTITI CHE HANNO PERCEPITO RIMBORSI, VIOLANDO UN PRECISO REFERENDUM, CHE LI ABROGAVA, MOSTRANDOCI, DENUNCIANDOSI SVELANDOCI, CHE NON SIAMO IN UNA DEMOCRAZIA, SE LA VOLONTÀ POPOLARE VIENE TRUFFATA E DISATTESA GRAZIE AD IMPROPRI ARTIFIZI, DA SUBDOLI, MESCHINI AZZECCAGARBUGLI!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 27.08.14 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma vaffanculo va De Martino.che ti venisse un bel cagotto brutto str.....

Vittoria (PC) 27.08.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di ascoltare la famosa canzone di MAsini

Roberto Buccolini Commentatore certificato 27.08.14 14:17| 
 |
Rispondi al commento

in dicembre 2012, si è depositato lo statuto ..

ricordiamo la legge di casini :
"Camera all'emendamento dell'Udc alla legge sulla riforma dei partiti che potrebbe complicare la vita al 'Movimento 5 stelle' di Grillo. L'Assemblea di Montecitorio ha approvato con 342 si', 54 no e 104 astenuti l'emendamento in base al quale l'erogazione dei rimborsi sia condizionata all'esistenza di uno Statuto nel partito che richiedera' i finanziamenti."
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache_e_politica/Camera-emendamento-Udc-anti-Grillo/23-05-2012/1-A_001599535.shtml

e la risposta del M5S:
http://www.beppegrillo.it/2012/05/il_qi_di_casini.html

in questo modo si è dimostrato che il M5S HA DIRITTO ai finanziamenti pubblici, ma li rifiuta !

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.08.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

LO SCRIBACCHINO Gianluca De Martino DEVE PRENDERE UNA ZAPPA IN MANO, FORSE LA USA MEGLIO DELLA PENNA

LEONARDO FALLUCCA 27.08.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista:informatore.
Giornalista italiano:disinformatore.(quasi tutti)

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 27.08.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Il punto come al solito è un altro. Il punto è che gli altri PARTITI hanno PRESO i rimborsi elettorali. O sarebbe meglio dire RUBATO visto che il popolo italiano aveva votalo la loro abolizione con regolare Referendum.

Stefano Chincarini, CESANO MADERNO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.08.14 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire allo pseudo-giornalista Gianluca De Martino di informarsi meglio,prima di diffondere notizie :è il minimo che possa fare!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato 27.08.14 13:54| 
 |
Rispondi al commento

ma perche dare spazio a questi spalatori di fango...quando una manifestazione del movimento?..non se ne puo' piu'.

vittorio barrale, palermo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.08.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il solito perfetto idiota e incompetente. Meglio scrivere sulla carta igienica e poi pulircisi il culo!

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 27.08.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori