Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il gelataio #Renzicongelato

  • 186


renzi_congelato.jpg

"Solo pochi mesi fa, i leader della zona euro hanno creduto che, avendo calmato la tempesta, si fossero salvati giusto in tempo. Incoraggiati dalla promessa di Mario Draghi, il presidente della Banca centrale europea, di fare "tutto il possibile" per sostenere la moneta, la fiducia era penetrata di nuovo nel continente. La crescita sembrava tornata, anche se a un ritmo lento. I Paesi periferici più in difficoltà beneficiarono di una ripresa, dopo salvataggi e misure dolorose per ridurre i deficit di bilancio e migliorare la competitività. La disoccupazione, soprattutto tra i giovani, era ancora disperatamente alta, ma almeno nella maggior parte dei Paesi si stava calando. Lo spread si era ridotto drasticamente e i mercati finanziari avevano smesso di scommettere che l'euro sarebbe caduto a pezzi.
Era un'illusione. Nelle ultime settimane i Paesi della zona euro hanno cominciato a imbarcare acqua ancora una volta. Il loro PIL ristagna nel secondo trimestre: l'Italia è caduta in recessione vera e propria, il PIL francese è immobile e anche la potente Germania ha visto un inatteso calo della produzione. Il terzo trimestre sembra piuttosto malsano, in parte perché la zona euro subirà un peso inaspettato a causa delle sanzioni occidentali sulla Russia. Nel frattempo, l'inflazione è scesa a un livello pericolosamente basso, circa il 0,4%, ben al di sotto dell'obiettivo di quasi il 2% della Banca centrale europea, sollevando il timore che la zona nel suo insieme potrebbe cadere preda di una deflazione radicata. I rendimenti dei titoli tedeschi sono in bilico al di sotto dell'1%, un altro presagio di caduta dei prezzi. La zona euro vacilla in netto contrasto con l'America e la Gran Bretagna, le cui economie stanno godendo una crescita sostenuta.
Quello che era iniziato più di quattro anni fa come una crisi bancaria e del debito sovrano si è trasformata in una crisi di crescita che sta avvolgendo le tre maggiori economie. La Germania è in bilico sul bordo della recessione. La Francia è invischiata nella stagnazione. Il PIL in Italia è appena sopra il suo livello da quando la moneta unica è arrivata 15 anni fa. Dal momento che questi tre Paesi rappresentano i due terzi del PIL della zona euro, la crescita in posti come la Spagna e l'Olanda non riesce a compensare il loro torpore.
Le cause alla base dei nuovi mali europei sono tre problemi molto familiari e interconnessi. In primo luogo, vi è una carenza di leader politici con il coraggio e la convinzione di far passare le riforme strutturali per migliorare la competitività e, infine, riaccendere la crescita: i grandi Paesi hanno sprecato i due anni guadagnati da Draghi. In secondo luogo, l'opinione pubblica non è convinta della necessità urgente di cambiamenti profondi e radicali. E in terzo luogo, nonostante gli sforzi del signor Draghi, il quadro monetario e fiscale è troppo stretto, strozza la crescita, il che rende le riforme strutturali più difficili.
Le differenti manifestazioni di questi problemi possono essere viste in tutta la zona euro. Ma il paese che incarna più drammaticamente tutti e tre è la Francia. Questa settimana il suo presidente socialista , François Hollande, è stato costretto a rimescolare il suo governo per espellere Arnaud Montebourg, che, pur essendo ministro dell'economia, è stato il critico più accanito della sua parte da sinistra. Il signor Hollande, che è entrato in carica nel 2012 promettendo un futuro indolore, non è certo un riformatore thatcheriano. Ma poiché egli ha nominato Manuel Valls come primo ministro nel mese di marzo, ha almeno abbracciato il principio di tagli alla spesa pubblica, meno tasse e riforme strutturali.
In teoria un governo riformista potrebbe fare progressi, ma l'opinione pubblica non è neppure lontanamente preparata per questo. Il signor Hollande non è solo profondamente impopolare; a differenza di Matteo Renzi in Italia, che ha coraggiosamente intrapreso (ma non portato a termine) riforme difficili, il presidente francese non è riuscito a convincere gli elettori che il doloroso cambiamento, tra cui una riduzione delle dimensioni dello stato, sia inevitabile. Invece, il signor Montebourg e suoi sodali offrono l'idea accattivante che, se solo la zona euro ripudiasse le sue regole e permettesse maggiore flessibilità sui deficit di bilancio e una spesa pubblica sufficientemente generosa, non saranno necessarie riforme più dolorose, perché l'economia si risolleverebbe miracolosamente con le sue sole forze.
L'argomento del sig Montebourg è tanto più seducente perché è proprio il terzo problema dell'Europa: eccessiva austerità, in gran parte imposta al continente dalla Germania. Draghi ha implicitamente ammesso che la politica fiscale e monetaria nella zona euro è troppo restrittiva al raduno economico annuale di Jackson Hole. Ha fatto capire di essere a favore del quantitative easing, che sia l'America e la Gran Bretagna hanno usato, e ha richiesto una politica fiscale che possa incoraggiare la crescita, un messaggio chiaramente rivolto al cancelliere tedesco, Angela Merkel. Lei è il leader che più insiste fermamente sulla attenersi alle regole della zona euro in materia di disciplina di bilancio, così come lo è la Bundesbank tedesca che è fortemente contro il quantitative easing.
Nonostante il pessimismo, ci potrebbe essere la possibilità per un buon affare. Se il signor Hollande e il signor Renzi possono dimostrare la loro sincerità riguardo le riforme strutturali, la signora Merkel dovrebbe essere disposta a tollerare una politica di bilancio più semplice (compreso un aumento degli investimenti pubblici in Germania) e una politica monetaria più flessibile. Chiudete gli occhi, e immaginate i tre leader che lavorano con la Commissione europea per completare il mercato unico e che spingono a un accordo commerciale con gli Stati Uniti. Purtroppo, nel mondo reale, la signora Merkel ha pochi motivi per fidarsi della Francia o dell'Italia: ogni volta che la pressione esterna su di loro ha facilitato, hanno prontamente fatto marcia indietro sulle promesse di riforma. E lei ha appena installato Jean-Claude Juncker, il candidato del "non fare", come presidente della Commissione europea.
Così sarà difficile. Ma senza una nuova spinta da parte dei leader del continente, la crescita non tornerà e la deflazione potrebbe dilagare. Il Giappone ha subito un decennio di crescita perso nel 1990, e sta ancora lottando. Ma, a differenza del Giappone, l'Europa non è un paese coeso. Se l'unione monetaria non porta altro che stagnazione, disoccupazione e deflazione alcune persone finiranno per votare per abbandonare l'euro. Grazie alla promessa di Draghi di attutire il colpo della crisi del debito pubblico, il rischio di mercato che le pressioni finanziarie possano innescare un "break-up" è svanito. Ma il rischio politico che uno o più Paesi decidono di tirarsi fuori dalla moneta unica è in aumento. La crisi dell'euro non è passata; è solo in attesa oltre l'orizzonte." The Economist



29 Ago 2014, 11:07 | Scrivi | Commenti (186) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 186


Tags: Barroso, economist, euro, Europa, Hollande, Juncker, Merkel, Renzi, Renzie, The Economist, UE

Commenti

 

Scriveva l'Economist nel 2012, con affermazioni liberiste ,che " i governi non sono mai stati bravi a decidere chi vince e chi perde e lo saranno meno in futuro ,ora che legioni di imprenditori si scambiano prodotti on line...li commercializzano partendo da un garage.....i governi dovrebbero limitarsi all'essenziale : scuole migliori ....regole chiare e un campo da gioco uguale per tutte le imprese..."
Queste affermazioni non tengono conto dei decisivi investimenti dello Stato, nelle nanotecnologie, nelle innovazioni ,in internet senza le quali il garage di Apple ,soprattutto quello di questa azienda ,se si conoscesse la sua storia, rimasto tale.
E quanto a limitarsi all'essenziale ,che ci sia ognun lo sa ,cosa sia nessun lo sa.
Diceva ,un tempo,ma è indicativo, lo stesso Economist,nel 1858, dopo la cd "Grande Puzza " londinese,nata dal fetore che usciva dal Tamigi ,con le connesse malattie,che non si dovesse costruire ,con soldi pubblici ,un sistema fognario. L'Economist era contrario a un sistema fognario costruito dal governo,nonostante che nessun privato lo volesse costruire .
Affermava che " la sofferenza e il male sono moniti della natura: impossibile liberarsene". Rientrava nella naturalità del mercato ? Contro uno Stato colbertista che voleva investire ?
Comunque il Parlamento inglese non lo ascoltò. E il sistema fognario realizzato fece scomparire epidemie di colera e tifo. A parte il risultato sanitario ,fu anche un mezzo di sviluppo economico . Il Tamigi, sino allora, uno dei fiumi più inquinati, divenne tra i più puliti.
Sir Joseph Bazalgette ,l'ingegnere che fu il principale fautore del progetto ,fu lodato per aver salvato " più vite di qualunque poliziotto vittoriano ". Secondo stime dell'epoca il sistema fognario di Bazalgette aumentò di 20 anni l'aspettativa di vita del londinese medio. E tutto questo creò anche sviluppo economico . Diretto ed indiretto .
Renzi imiti Bazalgette e non regali gelati

Francesco Felis 04.09.14 06:25| 
 |
Rispondi al commento

Non credo sia il caso di pubblicare, dando risalto, ad un editoriale come l'Economist totalmente eurista e filogovernativo. Caro Grillo, sai bene quale è il nodo centrale del problema: se si vuole invertire la rotta e parlare di ripresa dobbiamo riprenderci la nostra Sovranità MONETARIA E POLITICA sottrattaci illegalmente con la firma dei trattati europei.(PUNTO) il resto è solo fuffa.

maurizio leonardi 01.09.14 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma veramente i - nostri Capoccioni - pensano davvero che la c.d. crescita possa essere infinita?...Nessuna cosa al mondo può crescere all'infinito, lo sappiamo bene. Per cui, non illudiamoci. Noi, come occidentali, siamo già arrivati in CIMA. Ora ci aspetta solo la discesa, che lo vogliamo o no. La gente invecchia ( e di conseguenza spende meno, tranne le spese sanitarie che fanno solo crescere il D.Pubb.), abbiamo gli armadi pieni e, se rinnoviamo qualche camicia o pantalone, li compriamo provenienti dall'Asia), case ce ne sono anche troppe( non parliamo poi dei capannoni), auto intasano tutte le nostre città, i figli ora li fanno solo gli immigrati i quali non spendono in Italia tutto il loro salario, ma lo mandano a casa (impoverendo le casse statali italiane), pochi, ormai riescono a pagare tutte le tasse ( ma vogliono avere tutti i servizi), tanti non le vogliono proprio pagare.Quanti non pagano il canaone TV, il bollo auto o, peggio, l'assicurazione, le spese condominiali o , peggio, il mutuo casa. Il governo che si fa prestare i soldi dalle banche, quando dovrebbe essere il contrario (risparmierebbe 80/90 miliardi l'anno e ci guadagnerebbe pure. La globalizzazione ci ha rovinati, ma , prima o poi, saremmo arrivati allo stesso punto. L'unica cosa che ci potrebbe salvare(sembra assurdo, ma si è sempre fatto così -sbagliando-) sarebbe un'altra guerra. Peccato che poi ci mandano a noi -pantaloni- a farla. Loro, i Capoccioni, se ne starebbero certamente lontani al sicuro, pronti poi ad approffittarne, come hanno sempre fatto. Se tutto va bene, siamo rovinati. Auguri a tutti.

giorgio l., verona Commentatore certificato 01.09.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Signori 5 Stelle, ma quando si deciderà di scendere un giorno si' e l'altro pure in piazza o nelle piazze d'Italia, per denunciare le nefandezze e lo squallore di questo bulletto di quartiere? A me sembra che la nostra popolarità e riconoscimento stia scemando, non tenendo in seria considerazione quanto richiedono gli Italiani e fuggendo dai mezzi di informazione. Meditate, meditate !

f.saverio schinzari 01.09.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Notiamo il pensiero del supporter renziano:
- La legge sul conflitto di interessi entro i primi 100 giorni di governo non c'è... anzi hanno rivotato contro.
- La grande ripresa col botto annunciata da Renzi non c'è... anzi il Paese è in deflazione e tutti i dati economici sono negativi.
- Il PIL a + 0,8% non c'è... anzi c'è la recessione tecnica.
- La grande riforma della scuola del 29 agosto non c'è... non è stata nemmeno presentata.
- L'estensione degli 80 euro a pensionati e partite IVA non c'è... era stata promessa 2 giorni prima del voto, ma adeso non si garantisce più.
- Le 100 mila assunzioni subito degli insegnanti precari non ci sono... rinviate insieme alla riforma.
- I 43 miliardi per i cantieri annunciati da Renzi nell'inaugurazione dell'autostrada Brebemi non ci sono... sono diventati 3.
- Il chi sbaglia paga non c'è... ai sindaci e ai consiglieri regionali, che saranno nominati dai loro colleghi per fare i senatori part time, verrà infatti lasciata l'immunità parlamentare.
Il renziano però pensa che gli altri stiano rosicando per la nomina della Mogherini... Follia pura.

Lorenzo M. Commentatore certificato 31.08.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi e Renzi, ed ovviamente anche Monti e Letta nel mezzo, seguono esattamente la stessa "politica": gestire immani quanto futili "grandi opere", fonti di arricchimento facile per amici degli amici e sponsores vari; finanziarli togliendo agli Italiani tutto quanto è possibile, sia in termini monetari (tasse) che di servizi; mantenendo un consenso adeguato grazie all'elargizione e/o al mantenimento di privilegi ingiustificabili (dagli 80 € "non per tutti", alle pensioni d'oro, d'argento e di bronzo a spese di quelle "di legno", agli stipendi di una pletora di funzionari e dirigenti pubblici incompetenti e perfettamente inutili).
L'Italia è sull'orlo del baratro? Beh abituiamoci: tenercela è esattamente il "loro" mestiere (tra l'altro giustifica la decretazione d'urgenza) ed una dimostrazione dell'abilità di chi tira i fili. Che NON SONO, sia ben chiaro, gli imbonitori ed i pagliacci le cui facce vediamo in TV.

Giorgio Carpi (.g.e.o.), Magliano in Toscana Commentatore certificato 31.08.14 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Secondo il mio parere l'euro e le istituzioni che lo sostengono(Troika),hanno peggiorato le condizioni economico-sociale delle nazioni più deboli,poichè è una moneta aliena privata,stampata appunto dai banchieri, e imposta ai popoli europei a suon di tasse,privazioni di diritti fondamentali,austerità criminale alimentata da un'altrettanto perverso debito(gravato da interessi)ormai soffocante per una economia in ginocchio.Di qui l'esigenza che il popolo si riappropri della sua sovranità e che si liberi una volta per tutte dall'oppressione della dittatura politico-finanziaria.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.08.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,tutti aspettavamo la riunione del Consiglio dei Ministri del 29 agosto per vedere quali decisioni drastiche avrebbe preso il governo per rilanciare l'economia.Anche questa volta il parolaio di turno ha fatto solo promesse ai posteri .mentre l'Italia affonda,facendo il buffone con il gelato in mano,
Arturo Archibusacci

Arturo ARCHIBUSACCI 30.08.14 17:57| 
 |
Rispondi al commento

La satira e un po' indigesta ai comunisti quando governano, gli imbratta giornali vanno in letargo) la lista mitrokin costo' a forattini una denuncia da D'Alema) la satira in Italia e fatta dai giornali stranieri, capito il perché del 57 posto per libertà ci stampa. Il gelato di Renzi direi che sono gli italiani che si stanno gelando con queste marionette.

Angelo B., Napoli Commentatore certificato 30.08.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

anni fa berlusconi silvio venne criminalizzato per aver dato di coglioni a chi votava PD . tutti i miei amici e parenti hanno votato alle ultime elezioni contro B. Adesso che FANNO LE rifFORME CON il PREGIUDICATO come si sentono? forse ba ragione B chi vota PD è un coglione .

francesco sorrentino, roma Commentatore certificato 30.08.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se continuate a mettere link pubblicitari che si possono chiudere solo dopo un certo tempo, non apriro' piu' la pagina

cesare 30.08.14 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Via dall'euro!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.08.14 09:23| 
 |
Rispondi al commento


teatrino in cortile

http://larep.it/1tKyHsA

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.08.14 07:21| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non si affronta mai il toro per le corna? Al di la di tutti gli incomprensibili arzigogolii finanziari, inventati per non farci capire nulla, non facciamo noi la nostra moneta da usare all'interno dell'Italia? Per l'estero useremo l'euro. Questo non è contemplato nei trattati, quindi non è proibito. Con tutti i cervelloni che abbiamo in rete, qualcuno può dirci se è fattibile? Non potremo chiedere l'elemosina per la vita a Draghi o a chi per esso. Diversamente l'Italia, nonostante le promesse, sarà svenduta alla banda bce. La mafia al confronto è uno scherzetto da terza elementare.

Pino de gennaro, rho Commentatore certificato 30.08.14 06:29| 
 |
Rispondi al commento

Draghi deve stampare moneta e darla ai governi, e il governo italiano deve spendere quella moneta per abbassare le tasse e spendere in maniera produttiva; se si rifiuta di farlo per qualsiasi motivo, andiamocene dall'Unione Europea!!

Christian Dalenz Buscemi, Roma Commentatore certificato 30.08.14 03:00| 
 |
Rispondi al commento

Gradite le copertine dell'economist... ma questa resta sempre la migliore:

http://goo.gl/G9MDk

j.k. 30.08.14 00:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’altro giorno in una gelateria ho visto un gelato orribile al gusto di chewing gum. Ora é tutto chiaro: deve essere stata una creazione renziana. Il suo colore azzurrino ricordava un po’ quello di Forza Italia e un po’ quello della muffa che si forma sui limoni marci; la sua consistenza gommosa, spacciata per flessibilitá, lo rendeva indigesto come le promesse piddine, e il suo gusto era ributtante come le bugie del gelataio congelato. Chiunque l’avesse assaggiato, prima o poi sentiva il bisogno di liberarsene come di una gomma da masticare appiccicatasi alla suola della scarpa.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.08.14 00:25| 
 |
Rispondi al commento

- Renzi il 23 maggio: "Dal 2015 gli 80 euro anche a pensionati e partite IVA"... adesso non garantisce più.
- Renzi il 23 luglio: "Metteremo in campo 43 miliardi per infrastrutture"... ce ne sono solo 3,8.
- Renzi nella presentazione del DEF: "Entro la fine dell'anno il PIL sarà a + 0,8% ma spero di essere smentito positivamente"... il PIL è a - 0,2% nel secondo trimestre e a - 0,3% si base annua.
- Renzi il 1° agosto. "Italiani andate pure in vacanza tranquillamente, a settembre ci sarà una grande ripresa col botto"... il Paese è in deflazione per la prima volta dopo 55 anni.
- Renzi il 24 agosto: "Il 29 agosto vi sorprenderemo con la riforma della scuola"... la riforma della scuola è stata rinviata.
Cosa parla ancora a fare questo cialtrone?

Lorenzo M. Commentatore certificato 30.08.14 00:02| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Avremo anche l'Europa ma non abbiamo un'Unione: le nazioni più potenti vanno avanti da sole, la Germania si trova in bilico quando sembrava essere quella più sviluppata di tutte (certo che è in bilico, noi lavoriamo praticamente per i tedeschi, solo che i PIIGS da un bel po' di tempo hanno iniziato a perdere i colpi e non ce la fanno più a stare al passo, dunque presto o tardi, il loro sostegno andrà a mancarle), la Francia si ritrova a girare su se stessa e l'Italia non solo non gira neanche più su se stessa ma viene eventualmente fatta a pezzettini e venduta ad investitori stranieri a mo' di colonia come non se ne vedeva una da secoli. Ma state sereni, il PIL grazie a prostituzione, droga e quella criminalità che invece dovrebbe essere combattuta, adesso potrà salire. Certo, noi qualcuno capace di guidare la nave ce l'avremmo, ci sarebbe Beppe Grillo che ne sa e ne distribuisce anche a chi fa finta di niente, ci sarebbe il M5S, ma in Italia queste cose vengono debitamente tenute in una refrigerante ombra e non perché è estate (ma tanto in UE ci siamo andati lo stesso): e comunque non so la maggior parte dei grillini, ma a me della tv non frega proprio niente a livello d'informazione. L'atteggiamento italiano nei confronti dell'euro è stato ovviamente approfittarsi della sua introduzione: i prezzi sono saliti e lo hanno fatto mentre qualcuno guardava da un'altra parte, e questo ha causato uno squilibrio che ancora paghiamo. E poi, "l'opinione pubblica rifiuta cambiamenti radicali" a me sembra un po'come se dopo aver fatto danno si rifiuti il rimedio. Tanto si sa che chi si rifiuta è chi dovrebbe farsi avanti e chi paga è chi finisce con l'essere schiacciato da pesi troppo grandi.
E Draghi sul quantitative easing può dire quello che vuole: se la Merkel scuote la testa finirà con l'essere accantonato, non importa se efficace o meno e noi che come Presidente del Consiglio abbiamo Renzie, ne sappiamo qualcosa...

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 29.08.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S

Notizie informatiche Commentatore certificato 29.08.14 21:54| 
 |
Rispondi al commento

..aridanghe con 'sta crescita! Ma non si sono accorti di quanti problemi derivino proprio dalla "crescita", feticcio di tutti i grandi tecnici responsabili del "crack" che stiamo vivendo? Le banche USA hanno fatto il botto (per colpa della "crescita") nel 2007, ma poichè erano troppo grandi per fallire (copyright Mr. Obama) hanno ribaltato il problema sugli Stati che oggi pagano i debiti (privati) delle grandi banche. Ma la storia non insegna proprio nulla e tutti di nuovo ad implorare la crescita!

claudio rossi 29.08.14 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luciano di Adria,condivido pienamente il tuo commento,il problema e' che ai nostri politici specialmente quelli di sinistra fanno finta che il problema non esista e si occupano di problemi più facili da risolvere e si pavoneggiano nelle varie Tv
Come avessero risolto tutti i problemi di questo mondo e la gente ci crede pure,bisogna che l'opposizione valida vada più spesso in TV e in mezzo alla gente come fa Grillo e Salvini e far capire alla gente la verità prima che tutto crolli sopra alla povera gente

Mauro del Favero 29.08.14 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Fino a che c'è re Giorgio da questa situazione non se ne esce
Ogni giorno di re Giorgio è un giorno di troppo
Pensava di riuscire a dominare una classe politica incivile dalla quale deriva ??
Fine al regno di re Giorgio

Riccardo Garofoli 29.08.14 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro dici a chi vota già 5s di Continuare a votare questa gente se volete ma non lamentatevi più. La solita strada porta al solito posto.Io ti rispondo che se continui a parlare solo su facebook sicuramente tutti continueranno a votare la solita gente. In TV eri un grande. Ricordi? Prima del 2013 nessuno ci temeva.25% voti Dopo il 2013 e prima delle europee siamo diventati da sfigati e inesperti fascisti ed oltre Hitler. 20% voti. Adesso siamo stupratori, parte politica inaffidabile, dialoghiamo con i terroristi. Dai metti tu la prossima % di votanti. La priorità è cambiare strategia comunicativa.

Fausto B., Prato Commentatore certificato 29.08.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento

bisogna stare con i piedi per terra e dire le cose come stanno...perchè la matematica non è un opinione...in italia ci sono 60 milioni di persone,18 milioni sono pensionati..altri 4 e passa sono impiegati della P.A..la disoccupazione reale sarà al 24% delle forza attiva e si oscilla tra i 4-6 milioni di persone.
26-28 milioni di persone che in qualche modo vivono grazie al lavoro primario di chi produce ricchezza reale nel paese, quindi dipendiamo "dall'export" che oggi sta collassando grazie alle sanzioni verso la Russia che fa "pendant" con un euro sopravvalutato e che quindi non aiuta.
Cosa fare?..ma se volete andare al circo massimo fate pure...ma la soluzione sta precipitando e molto velocemente.."quì ai voglia di fare decreti salva italia"...quì il decreto bisogna farlo noi..e va chiamato "DL si salvi chi può"....

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 29.08.14 19:16| 
 |
Rispondi al commento

E il ministro delle economia tedesco Scaeuble
virgolettato draghi ha finito le munizioni in Europa c'è anche troppa liquidità
L'euro 1314, su dollaro un valore troppo alto e pensare che alcuni giorni e andato fino a 1,39/1,40
La crisi la abbiamo pagata tutta noi
Ora e tardi è il cono c'è lo hanno infilato su per il C... O
Fuori da questa moneta e cacciamo via re Giorgio

Riccardo Garofoli 29.08.14 19:14| 
 |
Rispondi al commento

ASSALTIAMO I MEDIA CON LA NOSTRA PRESENZA. Tutti ci cercano perchè facciamo notizia.

Fausto B., Prato Commentatore certificato 29.08.14 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate quando Berlusconi aveva promesso un Milione di posti di lavoro in più?
Beh, Renzie sta facendo la stessa cosa!!!!!!!!
Purtroppo!!!!!!!!!! Grazie, Governi!!!!!!!!!!!

Maurizio De Tomasi, Alghero Commentatore certificato 29.08.14 18:33| 
 |
Rispondi al commento

"Speciale Nike Scarpe da Corsa,La spedizione gratuita!Esenzione fiscale!Free Run/Air Max/Roshe Run Solo $78/€59

freerun50v4.com"

Davis Swen Commentatore certificato 29.08.14 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito per radio 24 una risposta che è stata dato a un ascoltatore che chiedeva come ha risolto la Spagna il problema dell'immigrazione.
Tra parentesi la Spagna è più vicina all'Africa rispetto l'Italia, e ha degli Enclave in territorio africano, circondati dal Marocco.

La risposta è stata diplomatica, penso che il conduttore sia sinistro, ma ha detto che il governo spagnolo si è dato da fare con i governi africani, e ha usato le maniere dure; per esempio 18 (?) morti che hanno assaltato una enclave, fatti dai soldati della Spagna.

I pirla di italiani vanno a prenderli i migranti; quando la marina italiana ha affondato una barca di albanesi, 20 anni fa, circa, perchè il natante era marcio, hanno processato il comandante. Io lo avrei premiato, perchè ha fatto il suo dovere, e probabilmente avrà avuto crisi di coscienza.

E con il buonismo ogni tanto va in fondo al mare un tot di immigrati. Per me farei saltare le barche che ci sono in Libia.

Adesso chiediamo all'Europa un sostegno. Ma quando la Germania era invasa dal confine est, polacchi e altre etnie, noi abbiamo fatto gli gnorri.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato 29.08.14 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il risultato della proliferazione mondiale del modello capitalista, è stata la sottomissione dell'intero globo a un solo sistema, l'estensione su scala mondiale di un unico dogma; solo accidentalmente politico, o religioso, dato che tutti appoggiano lo stesso pregiudizio pseudo-illuministico della crescita e dello sviluppo, tutti confidano nello stesso paradigma economico, tutti vivono per produrre ciò che non avranno né il tempo né i soldi per comprare. Il mondo è, davvero, uno solo: da un estremo all’altro la felicità è quantità, è catalogare le cose possedute, i bisogni indotti, comprati, soddisfatti, placati fino a nuovo ordine. Forse non è nemmeno più un fatto economico, poiché tutto è intrecciato e i confini si confondono: il denaro, le religioni, le nazioni, la cultura corrono insieme e si scambiano le maschere. Il mondo intero è stato infettato da questo modello, dappertutto la moneta ha partorito debito. Il comunismo si è trasformato: ha conservato, del suo passato, corruzione e violenza, aggiungendovi le nefandezze del mercato, del capitale, del furto perpetuo e dell’incantesimo monetario. Le masse indottrinate, educate al mito, si fanno guidare dalla propria o dall’altrui idiozia. Il sogno della prosperità esponenziale e senza fine si è scontrata con un mondo finito. La miseria, rara fra i semplici poveri, ha fatto la sua comparsa su scala mondiale. Lo straccione, il clochard, è un prodotto moderno. Non possedendo altro che il denaro e dipendendo da esso, milioni di pezzenti al guinzaglio lavorano per quasi nulla, spendono quel quasi nulla per comprare quasi niente. E devono comprare, sono obbligati a farlo per sopravvivere, poiché non hanno nulla se non il denaro. Milioni di poveracci non hanno nulla perché non possono più procurarsi nulla; mangiano ciò che comprano, non ciò che producono e avendo rinunciato a tutto fuorché alla moneta rimarranno sui marciapiedi a divorare cartaccia. Ragazzi, non c’è più tempo. Dobbiamo cambiare. Non abbiamo scelta.


Sempre più convinto: è indispensabile uscire dalla moneta unica al più presto. La disoccupazione aumenta, le fabbriche chiudono, quelle che resitono vengono comprate dai tedeschi, tra mille giorni l'economia italiana non esisterà più.
PD e FI inciuciati assieme stanno facendo portando l'Italia al fallimento. Usciamo dall'Euro subito e ripristiniamo la nostra sovranità.

Claudio T., Verona Commentatore certificato 29.08.14 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Le rosee promesse del governo Renzi in prima pagina, le smentite del medesimo in piccoli trafiletti:

http://themadkurt.giovani.it/diari/3225027/annuncio_smentita.html

e poi ci lamentiamo che il paese va a fondo.

the madkurt 29.08.14 16:59| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI I SE-DICENTI BLOGGERS DEL BLOG DI BEPPE GRILLO


1 ora di autentico delirio permesso dai bloggers ad un tizio che si firma VirgilioMN, ovvero il Mantovano, che in realtà è un demente che abita a Cecina (Toscana), mantenuto dalla madre!

Non siete neppure in grado di "spazzare"casa vostra e vorreste spazzare l'Italia? Qualcuno addirittura ipotizza che togliere dal blog decine di farneticazioni sia scorretto.

Bene, l'armata Brancaleone è quasi pronta per la parata al Circo Massimo.

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 16:57| 
 |
Rispondi al commento

LO dico per chiarire una volta per tutte eventuali idee sballate del mantovano e tutti i troll che bazzicano su questo blog.
Voi credete che il sottoscritto e penso di parlare anche per i più fedeli al Blog,a seguito delle vostre cazzate o pseude critiche(fango) sul Movimento,mi convincano a non dare più il voto al Movimento?
Bene scordatevelo,anzi la vostra presenza,rafforza in me la convinzione che siamo dalla parte giusta.
Forza Movimento....sempre avanti nonostante i MASOCHISTI!

PS: d'altra parte è l'ultima spiaggia,finita questa è.....la dittatura e voi non fate che perdere tempo inutile!

oreste ★★★★★, sp Commentatore certificato 29.08.14 16:52| 
 |
Rispondi al commento

MA QUI STIAMO DORMENDO? QUESTI FANNO UNA RIFORMA SULLE INTERCETTAZIONI E VOI NON ANDATE IN TUTTE LE TV A SPUTTANARLI? QUI CI VUOLE UNA RIVOLTA MEDIATICA ALTRIMENTI VUOL DIRE CHE A VOI NON INTERESSA....

massimo vaccaro 29.08.14 16:50| 
 |
Rispondi al commento


"Miseria Italia, è deflazione: 1000 disoccupati in più al giorno"


..Mi sembra ieri......

https://www.youtube.com/watch?v=zQUR6bns1KE

..o avant'ieri....

https://www.youtube.com/watch?v=A51hhaQN4eU

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me ha ragione Tremonti. Gli euro bond sono l unica via per far ripartire le economie alla pari . Di mia proposta aggiungo che potrebbe essere fatto " una tantum" . Il resto c e gia, se la Germania accetta potremmo avere una Europa piu solidale, ancorche' nello schema attuale di funzionamento. Se non accettasse si tornerebbe indietro agli stati nazionali dei primi del novecento , in un mondo gia globalizzato , pero ' .
Le minchiate di Putin in Ucraina non sono una dimostrazione di forza ma di debolezza. E le richieste di nuove sanzioni contro la Russia da parte della Germania l ' ennesima prova di egoismo e doppiezza del governo Merkel.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 29.08.14 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Ogni due minuti posta una cazzata!
Belin....bisogna propriio essere fuori di testa,ma curati!

oreste ★★★★★, sp Commentatore certificato 29.08.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Mantovano di devi sputtanare tutti i soldi che hai in PC e materiale informatico!
Scommetto che ti si addrizza il belino solo a pigiare i tasti!

oreste ★★★★★, sp Commentatore certificato 29.08.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma a Mantova,non c'è il reparto psichiatrico?

oreste ★★★★★, sp Commentatore certificato 29.08.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

FANTASTICO!

"Una retromarcia inusuale in Matteo Renzi, sempre attentissimo a non contraddirsi.
Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio si era sovraesposto,
annunciando che nel Cdm sarebbero state adottate misure «stupefacenti» per la scuola".

http://www.lastampa.it/2014/08/29/italia/politi
ca/scuola-renzi-costretto-allo-stop-slitta-la-
riforma-Ey8q5zjNoRRAGXcC19MnQP/pagina.html

C'è da fidarsi.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Il buffone ha chiesto 1000 giorni!
Belin....vediamo non sono forte in matematica,ma le aziende ,i dosoccupati,i giovani,insomma gli Italiani in genere debbono aspettare più di tre anni(forse suona meglio)per vedere dei risultati?
Italianiiiii....questo continua a prendervi per il culo,ma non solo lui.
Infatti dietro e davanti ce ne sono altri che sono sadali a questa scellerata politica!
Vai bomba...raccontale più grosse tanto la gente onesta non ti crede!
Per la scuola c'è un altro scivolone?
Quindi se ne parla il prossimo anno,visto che a settembre le scuole riapriranno:sempre con gli stessi problemi che Monti e letta avevano promesso di risolvere...e son passati più di 1000 giorni.
Che figura di merda che facciamo con gli altri paesi europei!
Grazzie bimbominchia sarai ricordato per il più grande ballista che la storia ricordi.

oreste ★★★★★, sp Commentatore certificato 29.08.14 16:08| 
 |
Rispondi al commento

... quindi per ostacolare questi progetti di asservimento resta: uscire dall'euro subito, attraverso una BANCA DEL POPOLO ITALIANO, che stampi moneta... il debito causato dai politicanti lo si chiede a loro stessi espropriandoli di quanto hanno tolto agli italiani perseguendo politiche di sperpero del denaro pubblico, le esportazioni (basterebbe il turismo incentivato come industria) devono sempre bilanciare l'import, autonomia energetica tramite investimenti non in EXPO2015 ma in turbine marine (con tutta la costa che abbiamo...), eolico, solare... sganciamento da NATO, ONU, MES, allacciare rapporti economici con partners come la RUSSIA i quali non ci hanno mai reso danno (gli USA, si), infine chiedere al signor Grillo di esprimere il dissenso del movimento in forme adeguate ... raduni a parte, se non siamo coglioni, sappiamo fare vere proteste o siamo i soliti italiani chiacchieroni ...?

stefano l. Commentatore certificato 29.08.14 16:08| 
 |
Rispondi al commento

nun ho fatto in tempo a postallo de sotto.....


ce sarebbe sempre Tor Vergata, con quelle distese immense. L'unico incoveniente è che rimane "fuori" mano......................

Er Caciara, er mejo "tacco" de Torpignattara...... Commentatore certificato 29.08.14 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VEDENDO QUESTA IMMAGINE; MI VIENE IN MENTE UNA CANZONE DI LUCIO DALLA, "CARA" (1980)IL TESTO DICE COSI':

Almeno non ti avessi incontrato
io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato.

Renzie, Gufo Reale, hai battuto un record, dopo 50 anni si torna in deflazione, c'è da essere orgogliosi. Complimenti per l'ottimo tempismo nello scalzare il nipote di suo zio, mi sa che chi porta sfiga sei tu! L'Italia intera dice:
Almeno non ti avessi incontrato
io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato.


Gianni B. 29.08.14 16:00| 
 |
Rispondi al commento

In Europa l'italia ha un primato: quello di essere comandata in tutti i gangli della società dalla politica, dalla sporca politica.
Se date uno sguardo agli altri stati dell'Euro non trovate un paese in cui la politica è stata, è e sempre sarà la protagonista indiscussa dei nostri guai.
Tutto è politicizzato. Una mia collega ha classificato i prodotti dei generi alimentari di destra e di sinistra. Provate un po' a indovinare da che parte politica proviene?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 29.08.14 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Il primo problema italiano è la politica,corrotta,che fa gli affari propri,che deruba i cittadini in tutti i campi,che sperpera mentre le famiglie vanno in crisi,leggi sulla giustizia che tutela i ladri e i corrotti quando con un semplice articolo:CHI RUBA VA IN GALERA,SI RISOLVEREBBE BUONA PARTE DELLA CORRUZIONE.Ma come si può cambiare le cose con Renzi che dalla Leopolda si è rimangiato tutti i buoni propositi,dal 416 ter,dall'altro decreto x salvare i colletti bianchi,con Berlusconi e i suoi,Alfano,Casini,Scelta Civica.Tutti d'accordo,vediamo il Lazio che il consiglio Regionale ha votato il VITALIZIO a 50 anni x i consiglieri,tutti se lo sono votato.Corte dei conti con stipendi tripli rispetto a Germania più auto che ci costa 720€ al dì,Napolitano ci costa 230MLN annui,la lista è infinita.Renzi e Taddei che in TV ci dicono che le tasse sugli immobili non sono aumentate rispetto al 2012,CAZZATE,ci prendono pure x il culo,io non ho ricevuto gli 80€ma il 2014 mi ha tolto in imu varie e tasse nuove(26% sui risparmi,detrazione ass.ne vita) 800€,risultato disdettato due ass.ni dell'UNIPOL.Occorre togliere i parassiti e i previlegi,recuperare i furti e abbassare drasticamente le tasse alle imprese,le uniche che possono creare lavoro,eliminare i paradisi fiscali,scappatoia legale x far pagare le tasse solo a lavoratori e pensionati,IN SOSTANZA OCCORRONO POLITICI CHE TUTELINO I CITTADINI E L'ITALIA E NON QUELLI CHE CI TRADISCONO(PANFILO BRITANNIA 1992 OSTIA INIZIO SVENDITA ITALIA GRAZIE AL TRADIMENTO DI ITALIANI)Se gli italiani non decidono di ribellarsi non ci sono speranze,poco alla volta ci derubano di tutto mettendo tasse sempre più alte e riducendo il reddito in modo tale da confiscarlo,più o meno come fanno le banche,ti fanno fallire e con poco si prendono tutto,il lavoro di una VITA,a questo punto mi sorge un dilemma,mi ammazzo o......

luciano borghi 29.08.14 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... se l'euro era la carta monetaria verso l'unificazione monetaria globale (il progetto si chiama nuovo ordine mondiale ...) bisognerebbe capire "quanto stia a cuore a chi" e lo si vedrà da come si attueranno tutti i piani possibili per salvarlo ... Ovviamente, il progetto di asservimento degli stati attraverso il debito "inventato" come debito verso qualcuno che è in diritto di chiedercene il pagamento, è una strategia di asservimento delle genti che vengono piegate al nuovo schiavismo mondiale con riduzione dei salari verso il livello minimo di sussistenza sul modello di tutti gli altri popoli resi schiavi da banche private che ne detengono i "falsi debiti": sono FALSI perché le monete stampate dalle banche private sono falsi titoli di credito, in realtà sono cambiali che non costano quasi nulla a chi le produce, insomma un vecchio trucco: collanine di vetro in cambio di oro ... questo hanno fatto i vari FED FMI e via dicendo verso popoli sovrani che sono stati spogliati delle proprie ricchezze... la nostra (di europei) è il lavoro, ma adesso vogliono pagarcelo sempre meno ... e sempre in cambio di carte false ...

stefano l. Commentatore certificato 29.08.14 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Google recapiterà i pacchi con i droni.
Agli italiani i pacchi li tirano i ladroni (da decenni). Il governo Renzi rispetta il massimo riserbo per la nuova serie autunno inverno.

Paolo De_Sanctis Commentatore certificato 29.08.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Chi si illude che con una serie di riforme possa
modificare la caduta dell'economia mondiale
è incapace di misurare gli algoritmi che determinano
l'emissione delle monete da parte delle banche
Le banche stesse non sono più in grado di trovare
soluzioni logiche. In un sistema determinato non
si può andare oltre.
È una equazione matematica. Tutto il resto è
fantasia.
Ora le decisioni possibili sono: Guerre i e distruzioni per proseguire gli algoritmi senza rinunciare alla supremazia
del denaro.
Esiste però una altra possibilità, discussa da cento anni,
nessuno ne parla quasi fosse una eresia
Utilizzare il denaro senza lucrare ma unicamente come mediazione dandogli un tempo relativo
È l'unico tentativo per non elevare il rischio
di immani catastrofi irreversibili
Soffermarci su piccole quisquilie, anche se attualmente
necessarie per contingenze improrogabili, non deve
Interrompere il cammino per salvaguardare il futuro
della umanità.
Quindi, stipulare un patto morale fra generazioni per modificare Il declino, è responsabilità di ogni individuo
cosciente. Le azioni quotidiane ci conducono presso
supermercati, sportelli bancari, utilizzo di veicoli
Ogni azione divenga responsabile
Divenga una rivoluzione civile
Diventi l'arma con cui combattere gli aberranti
meccanismi di supremazie oligarchiche
Difendiamoci !
Per attuare meccanismi di difesa occorre riunirci
in nuove forme di associazioni e localizzare le soluzioni
i meetup potrebbero avviare un buon circuito virtuale
raccogliendo istanze sul territorio. Boicottando ciò
che non appare idoneo. Il non statuto è il nostro
algoritmo .
.


Rosa Anna 29.08.14 15:42| 
 |
Rispondi al commento

L' austerità potrebbe anche essere una buona cosa, SE riguardasse sprechi, privilegi e mangiatoie varie.
Il problema è che se "tu" dici austerità, quelli del partito unico capiscono "taglia servizi e diritti dei cittadini"...

Massimo Poretti, Arsago Seprio Commentatore certificato 29.08.14 15:42| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera a ‘In Onda’ (La7) la dimostrazione inequivocabile che chi partecipa ai TALK SHOW può dire quello che pensa. Mettendo a tacere chi è sbruffone e accusa in modo falso il proprio interlocutore. Protagonista Travaglio (accusato di fare businness contro berlusconi), dichiaratoto votante 5 stelle, che con quanto scrive e di ce in TV è il nostro più importante comunicatore, perchè raggiunge proprio tutti. Il calciofilo, la casalinga, l'edonista reganiano pigro nell' informarsi , l'indigente ... Gran parte di quelli che alle elezioni non votano 5 stelle. Guardate il video sul FQ, comi vs Travaglio. Ammirate e cambiate comunicazione. L'economist lo abbiamo letto in tutte le salse. Grazie.

Antonio Vannucchi 29.08.14 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡HOLA Blok & p.c.Mov✩✩✩✩✩ (Parte Ultima!)!!!

"Mi sembra di appartenere ad un'altra specie: ESCONO DAGLI UFFICI,
si sentono a casa loro, PENSANO AL DOMANI CIOÉ SEMPLICEMENTE
AD UN ALTRO OGGI, imbecilli!".

Cortometraggio ispirato da "La Nausea" di Sartre (Parte Ultima!):

http://www.youtube.com/watch?v=Tx9RBxErfX8

Hasta? Pronto!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Mentre Roma andava in fiamme Nerone suonava la cetra.
Mentre l'Italia va in bancarotta Renzi twitta.

I contenuti dei tweets renziani sono talmente mediocri e vacui che al confronto le cantate di Nerone erano opere di elevatissimo concetto.

Paolo De_Sanctis Commentatore certificato 29.08.14 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti a dire cose più o meno condivisibili, ma intanto il debito sale il debito sale il debito sale...
Mi annoto comunque che: chi se ne sta approfittando ha tutto il vantaggio a prendere tempo.
Ma quanto sono tristi o collusi quelli della pseudo sinistra?
WM5✩✩✩✩✩
PS meglio stare a guardare che unirsi a fare tutte le fesserie che ci stanno propinando quelli.

io sapientino, del Verbano Commentatore certificato 29.08.14 15:18| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Blok & p.c.Mov✩✩✩✩✩ (Seconda Parte!)!!!

"SONO SPOSATI IN FRETTA,
per impazienza,e HANNO MESSO AL MONDO FIGLI A CASO.
Tutto ciò che è accaduto intorno a loro É COMINCIATO ED É FINITO
senza che loro se ne avvedèssero... ".

Cortometraggio ispirato da "La Nausea" di Sartre (seconda Parte!):

http://www.youtube.com/watch?v=1iO305_vxMQ

Hasta? Pronto!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 15:16| 
 |
Rispondi al commento

azzo semo in crisi veramente!
E' finito pure il catrame, (a lato) nun se asfalta più.

Mimmo L. 29.08.14 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eccessiva austerità ma non per quanto riguarda gli stipendi riguardante la politica o tutto quello connesso ad essa!.

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 29.08.14 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡HOLA Blok & p.c.Mov✩✩✩✩✩!!!

"Bisogna scegliere nella vita; O VIVERE O RACCONTARE".

Cortometraggio ispirato da " La Nausea " di Sartre:

http://www.youtube.com/watch?v=_Z4ViflPN_0

Hasta? Pronto!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Ormai ne abbiamo abbastanza di festeggiare vittorie o piangere sconfitte sono tutti modi di produrre cadaveri, l'Italia deve uscire da questa logica mortifera non con una festa nè con un funerale, sono coazioni a ripetere che non producono altro.

Chi si affermerà alle prossime elezioni non dovrà festeggiare, anzi non farlo sarà il segno di una uscita da questa logica coattiva.

SERVIRA' UNA ECONOMIA DA DOPO GUERRA SENZA VINTI NE' VINCITORI. DARE SOLLIEVO ALL'ANGOSCIA, CURARE LE FERITE E TRARRE LEZIONE DA QUANTO ACCADE.

Ditribuire la povertà e concentrare la ricchezza ha come equazione un aumento dell'entropia, la formazione di buchi neri che ingoiano tutto e la morte per freddo.

RIACCENDIAMO LE STELLE, RESTITUIAMO IL SORRISO !

Kasap Aia, Cifre, borgo virtuale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.14 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Embè? Che dice di tanto autorevole The Economist rispetto a quello che bloggers,più o meno sconosciuti vanno scrivendo da anni? Che l'Euro, prima o poi imploderà lo sanno tutti.L'unica cosa passabile è la copertina a cui voglio attribuire un significato diverso da quello che intende 'sto giornalaccio globalista e conservatore.

Con il kulo protetto da nonno Draghi, nonché il davanti riparato da babbo Hollande e mamma Merkel, Renzi slurpa gelati senza preoccupazioni per il SUO futuro:quando ti ritrovi ad essere un vagoncino di coda andare a rimorchio dei potenti ha i suoi vantaggi.

C'è qualcun altro in Parlamento, oltre il padagno Salvini, che abbia il buon senso e il fegato di proporre per l'Italia: 1° l'uscita immediata dall'Euro, 2° l'uscita dalla Nato e, dulcis in fundo, 3° la revoca delle sanzioni alla Russia?

Per quanto mi riguarda voterò qualsiasi movimento, setta, partito o congrega che si impegnerà a realizzare i punti suddetti.In caso contrario non varrà neanche la pena di andare alle urne: lo capite, o no, che ci stanno trascinando in una guerra economica (e poi militare) contro i nostri interessi?

Critica Libera 29.08.14 15:03| 
 |
Rispondi al commento

PER SCUOLA,SANITÀ, GIUSTIZIA, PRECARI, DISOCCUPATI, ESODATI,CASSAINTEGRATI,SOTTOCCUPATI,INVALIDI,ECC
NON CI SONO PIU SOLDI, MENTRE PER BANDITI,POLITICI,(ESCLUSI M5S) PARTITI,FONDAZIONI,AMICI DEGLI AMICI (VEDI FRANCESCHINI)E SCASSACAZZI VARI I SOLDI NON FINISCONO MAI....
EBETINO CONTINUA AD ASCOLTARE IL NANO....FINIRAI IN GALERA COME TUTTI I SUOI AMICI

aniello r., milano Commentatore certificato 29.08.14 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel caso (sperato) che il mov. avesse il governo, chi sarebbe il ns. presidente del consiglio?
E non ditemi, per favore, che lo sceglierà la rete ehh
Al limite , alla rete potrà essere consentito un voto confermativo, ma le scelte di base devono essere proposte dal gruppo dirigente.

Stefano R. 29.08.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BELL'ARTICOLO SU THE ECONOMIST,CHE SPIEGA COME MAI L'EURO SIA A FINE CORSA,COMPRESA L'EUROPA

alvise fossa 29.08.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento

cavolo che articolo, chiaro, diretto, che fornisce nomi e cognomi e parla dei problemi senza girarci attorno. Quando ho iniziato a leggerlo e a scorrerlo pensavo fosse di Paolo Becchi, di sicuro non poteva essere di un periodico italiano. Rivedere la permanenza nell'euro ormai è una questione che definirei fisiologica, ne va della nostra sopravvivenza, la Merkel va avanti con i paraocchi e pensa solamente al rispetto delle regole per la tutela dell'economia tedesca. Il punto è che con un personaggio come Napolitano che sbarra la strada sistematicamente la partita è difficile, vediamo cosa succede quest'autunno ma ci sarà poco da star allegri.

giovanni 29.08.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è un problema di spesa pubblica!
La crisi è nata e scoppiata nel settore privato e ora,vogliono trasformare un fallimento di mercato in una sconfitta per la democrazia! Leggete qui:
http://lumiebarlumi.blogspot.it/2014/08/vogliono-trasformare-una-crisi-di.html

Luca 29.08.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti i dati economici (debito pubblico a parte ovviamente) sono tutti in discesa libera: PIL in decrescita, occupazione in continua decrescita, produzione industriale in decrescita reddito medio delle famiglie in decrescita pensioni in diminuzione come possibile che nessuno protesti? Che nessuno alzi un dito per ribellarsi a questa situazione pietosa in cui si trova il nostro paese possibile che nessuno si indigni o peggio rimanga indifferente di fronte alla disperazione e alla povertà a cui ci hanno costretto questa massa di gente incompetente?? E meno male che c'è almeno il Movimento 5 Stelle che nei limiti del possibile almeno li coglie con le mani nel sacco sennò chissà cosa avrebbero potuto combinare di peggio....

Però ragazzi dobbiamo fare di più se vogliamo svegliare questo paese darci una mossa risvegliare le coscienze di molti che si sono adeguati o peggio si sono abituati sono succubi di questo sistema dobbiamo rendere conto al popolo delle loro malefatte altrimenti questo paese non se lo riprenderanno mai più in mano gli italiani

Davide Z., Milano Commentatore certificato 29.08.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

...se gli italioni non capiscono neppure
col disegnino non c'è proprio più speranza!

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Io nella vignetta, abbasserei un po' renzi, lo abbasserei in maniera tale che la sua bocca fosse all'altezza del deretanone della merkel.

rorato arrio 29.08.14 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Visto che in questo paesucolo di m.... le grandi riforme non saranno mai fatte, possiamo almeno sopperire a certe assurdità? allora "... TERMINI DI FERMO AMMINISTRATIVO: devono essere indicati in calce al fermo stesso; sono – in ogni caso – sessanta giorni. Il problema è stabilire da quando decorrono. Come detto, infatti, secondo una circolare, il concessionario della riscossione deve preavvertire il contribuente del fatto che sta per disporre il fermo (che, in caso di mancato pagamento, verrà poi disposto). Il preavviso di fermo, però, non è il fermo, che viene eseguito mediante iscrizione al PRA. A rigore, i sessanta giorni decorrono dal fermo, non dal preavviso. Però può capitare che il contribuente non si avveda del fatto che il fermo, già preannunciato, è stato disposto. E quindi vi sia incertezza sul momento a partire dal quale decorrono i termini. ***IL PROBLEMA, DI DIFFICILE SOLUZIONE, È CAUSATO DAL FATTO CHE IL LEGISLATORE NON OBBLIGA IL CONCESSIONARIO AD AVVISARE IL CONTRIBUENTE CHE IL FERMO È STATO DISPOSTO, MA SOLO A PREAVVERTIRLO.*** "!

non sarebbe ora di inserire nella norma l'OBBLIGO per questi usurai di equitalia o comuni ladri (fanno multe per far cassa) che il fermo è stato disposto? Se un automobilista fa un incidente ignaro del fermo...sono cazzi amari (per l'ignaro automobilista con il fermo amm.vo in quanto l'assicurazione non corrisponde su veicoli sottoposti a fermo)!!!

Mario 29.08.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

2 gg fa
Valls (primi ministro francese) "La francia vive da 40 anni sopra le proprie possibilita')

oggi
Squinzi "l'italia vive da 20 sopra le proprie possibilita'"

chi avra copiato chi (nel copiare castronerie)?

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-------LE RIFORME E I SE-DICENTI RIFORMISTI-------

Ma come è possibile che milioni di individui credano alla bufala che chi detiene il potere sia disponibile a proporre riforme che, per cambiare l'andamento della situazione economica, dovrebbero rinunciare a ciò che conferisce loro il potere?

MA COME FATE A CREDERE A QUESTE COSE?

Ogni tipo di riforma proposta o fatta da chi gestisce il potere, non può che essere indirizzata a rafforzare quel potere, che chi preme per le riforme vuole togliere a chi lo gestisce per gestirlo in proprio, promettendo miglioramenti alla situazione; vi pare credibile?

Siete solo dei folli che sperano che i leoni diventino erbivori.

"Se spera che i sassi
deventa paneti
perché i povareti
li possa magnar.

Se spera che l’acqua
deventa sciampagna
perché no i se lagna
de sto giubilar

Se spera sperando
che vegnarà l’ora
de andar in malora
per più no sperar.

La vostra unica speranza è quella di andare definitivamente in malora, per smettere finalmente di sperare

Non riesco a provare alcuna considerazione per chi spera...

https://www.youtube.com/watch?v=h6peLCTcqd0


La guerra si avvicina ! Dall'Ucraina si estenderà all'Europa . L'Isis ci vuole fare il c....... ! Non ci resta che piangere !


O si parte con qualche metaprogetto (consolidamento del territorio per esempio con coinvolgimento di migliaia di lavoratori aime' stile ventennio però funzionale alla causa e no ponte sullo stretto) o non riusciremo mai a invertire questa tendenza

giuseppe vespa, ciampino (rm) Commentatore certificato 29.08.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Fallito il piano ‘sbloccaitalia’ di Renzi per mancanza di fondi
ididit4love • 4 ore fa
Quale sarà il nuovo piano di REnzie dopo quello fallito di oggi???
Sbocca Italia, sbrocca Italia, sbronza Italia, sbrodola Italia, sbruffa Italia, sbuccia Italia, sbuffa Italia, sbaffa Italia, sbadiglia Italia, sballa Italia, sbalestra Italia, sballotta Italia, sbanca Italia, sbanda Italia, sbaracca Italia, sbaraglia Italia, sbarca Italia, sbatti Italia, sbava Italia, scrocca Italia, scoccia Italia, ecc...............

viviana vi 29.08.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rinascita ungherese:taglio costo acqua, luce e gas del 20%,taglio IVA sugli alimenti dal 27 al 5% [ si avete letto bene],taglio ticket trasporti del 10%, aumento delle pensioni.L’Ungheria fa boom,caccia i massoni del FMI e banksters dalla nazione ed ora emette moneta senza debito, è SOVRANA DI SE STESSA, è padrona della sua Storia.
Dopo che è stato ordinato all’FMI di abbandonare il paese, la nazione adesso stampa moneta senza debito. L’Ungheria torna padrona della sua Storia.Tengo a precisare che l’ UE si permette ancora di calcolare il debito ungherese anche se ora la nazione è sovrana fuori dal FMI e da tutti i vincoli europei debito pubblico compreso,considerandolo il più alto d’Europa,semplicemente perchè l’ Ungheria non fa nulla per ridurlo,non da un soldo al FMI, banche e UE perchè pensa ai cittadini,e quindi il “debito fantasma” cresce,ma nulla possono contro una nazione che li ha rifiutati a priori,possono solo conquistarla militarmente violando i trattati internazionali. Secondo una relazione sui siti germanofoni del “National Journal”, Orbán si è accinto a scalzare gli usurai dal trono. Il popolare e nazionalista primo ministro ha detto all’FMI che l’Ungheria non vuole né richiede “assistenza” ulteriore dal delegato della Federal Reserve di proprietà dei Rothschild. Gli ungheresi non saranno più costretti a pagare esosi interessi a banche centrali private e irresponsabili.
Anzi, il governo ungherese ha assunto la sovranità sulla sua moneta e adesso emana moneta senza debito e tanta quanto ne ha bisogno. I risultati sono stati nientemeno che eccezionali. L’economia nazionale, che vacillava per via di un pesante debito, ha ricuperato rapidamente. SEMPLICE, NO? UN PAESE CHE PERDE LA SOVRANITA' MONETARIA PERDE LA SUA RAGION D'ESSERE. Il resto sono chiacchiere

alfredo g. 29.08.14 13:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

BASTA con questi dati economici drammatici, va tutto bene, state sereni, il gradimento per Renzie sale (sondaggio di oggi Ixe) poi sinceramente adesso inizia il campionato di serie A, chi vincerà lo scudetto, ma Balotelli che farà'....bla...bla...bla...questi sono i problemi che ci interessano Beppe! W L ITALIA.

Marco P., Ascoli Piceno Commentatore certificato 29.08.14 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Ormai il treno per la battaglia al ritorno della propria sovranita' politica legislativa ed economica da 20 anni gestita in salsa mercantilistica sovranazionale il movimento l'ha persa, e con essa la possibilita' di fare tabula rasa di tutto il decrepito circo barnum politico..era da fare prima delle europee, cosa che ha giustamente premiato le forze europee che l'hanno abbracciata (ukip e fn) e le sparute forze politiche italiane, tant'e' che addirittura salvini

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/29/sondaggio-ixe-sale-fiducia-in-renzi-salvini-secondo-leader-piu-apprezzato/1102278/

L'aspettativa piu' clamorosa sarebbe persino - come additato da certe teorie - che persino renzi, continuando la sua inflessibilita'e rigorosita' ai diktat imposti dalla ue e dalla mertkel, aspetti solo l'implosione della stessa area euro e della germania in primis, per rendersi comunque accettabile all'opinione pubblica al grido di "io ho svolto egregiamente i compiti che la ue ci ha imposto" e continuare a governare (nonostante sia il suo stesso partito ad aver abbracciato in toto questo sistema mercantilistico distruttore di costituzioni, diritti e salari).

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Leggo i commenti qui sul blog. c'è chi propone questo, chi quello, chi dice che ci vanno le riforme, ma non si parla mai della qualità delle riforme, basta che siano riforme e basta!
Ma cosa volete riformare! qui va tutto risostanzializzato.
Quindi cancellare tutto e rifare tutto " cum granu salis" non da avvocati azzeccagarbugli, ma da gente sana di mente e competente!!!!!

rorato arrio 29.08.14 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggio ixè: sale la fiducia in Renzi 52%, secondo leader più apprezzato, Salvini.
Ma dove vogliamo andare con un popolo così????..

Susanna Sbragi, Arezzo Commentatore certificato 29.08.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tagliare gli sprechi

suddividere le difficoltà tra tutti, sostenendo i piú bisognosi

investire nella scuola, nelle piccole imprese e nel turismo

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento


questi politici chi ci comandano a bacchetta vivono una loro realta',fatta di benefit stipendi molto sostanziosi,cene varie,ospiti nei talk,dove la loro piu grande fatica e' prolificare il diktak del loro partito,magari non sapendo neppure il significato della loro comunicazione,dovrebbero stare in mezzo alle persone,vivere con 1.000 euro al mese,affrontare gli stessi nostri problemi della quotidianita',affitto bollette,equitalia,caro prezzi,libri di scuola, ecc. ecc. solo cosi' potrebbero capire i problemi altrimenti è troppo facile dare gli imput giusti sapendo che comunque loro non vengono toccati da queste leggi/ regole veramente scandalose

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 29.08.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

la democrazia dal basso, il mantra dell' uno vale uno, generano solo cumuli di blabla.
Serve un progetto efficace, definito e chiaro nei tempi e nelle modalità di attuazione.
Mancando ciò, il movimento è e sarà sempre una grande occasione sprecata.
Se invece di commenti beceri e offensivi, tutti assieme chiedessimo di applicare questa strategia, forse i consensi potrebbero aumentare e, con questi, fare massa critica che sfocerebbe nel vero cambiamento.
La domanda è: il "vero" cambiamento, lo vuole anche il gruppo dirigente ?

Un potenziale aderente 29.08.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco,i giornali ci bombardano da anni sui dati economici: crisi, disoccupazione, deflazione, gente che non arriva a fine mese, aziende che chiudono. Poi oggi leggo che la fiducia in Renzie e compagnia bella aumenta. Allora penso che in Italia si sta ancora troppo bene. I ristoranti sono pieni, le autostrade pure, luoghi turistici idem. Purtroppo penso che l'Italia sia divisa in due ! C'è chi c'è la fa benissimo, ha trovato la sua posizione e se ne frega di chi sta peggio,e poi c'è chi ogni giorno lotta contro questo stato avvoltoio. Purtroppo chi tutti i giorni e' martoriato da mille problemi non riesce ad avere una visione chiara delle cose e allora perde ogni senso critico, si disinteressa della cosa pubblica e lascia che gente come Renzie possa andare avanti a forza di slogan e promesse...che tristezza

Marco P., Ascoli Piceno Commentatore certificato 29.08.14 13:34| 
 |
Rispondi al commento

da il fatto on line

Italia in deflazione per la prima volta dal 1959. E torna a salire la disoccupazione
In agosto l'indice dei prezzi al consumo è calato dello 0,1% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. E' la prima volta dal settembre del 1959, quando però l’economia era in forte crescita. La diminuzione dei prezzi rischia di innescare un circolo vizioso che non permette all'economia di uscire dalla stagnazione. Il tasso di disoccupazione arriva al 12,6%, in aumento dello 0,5% rispetto a un anno prima: persi oltre mille posti al giorno.

@ matteuccio, una domanda
sempre colpa di gufi e sciacalli vero?

Path Walker Commentatore certificato 29.08.14 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Con molta rabbia e amarezza da tempo faccio questa considerazione:gli italiani che subiscono e soffrono per questa grave crisi sono la stragrande maggioranza rispetto a quelli che vivono alla grande,senza nessun problema. Quindi, visto che "il popolo e' sovrano" o meglio dovrebbe esserlo,dobbiamo assolutamente riprenderci il nostro paese.
E' possibile che non esista altro modo per noi normali cittadini di fare sentire la nostra voce,visto che siamo la maggioranza ?.
Non si possono adottare forme democratiche e non violente di disobbedienza civile tipo sciopero fiscale o boicottaggio o blocchi della rete ecc.?
Se ci fosse qualcuno che organizza e da il via a qualcosa del genere non pensate che ci sarebbe un seguito vastissimo ?
Molti grandi personaggi storici hanno dimostrato la validita' di questo concetto come strumento giusto per combattere le ingiustizie di governanti
incapaci e corrotti.
Si tratta di studiare le modalita' piu' giuste per attuare questa giusta protesta.Ritengo che le capacita'e l'onesta'di tutti i sostenitori di questo grande movimento siano la fonte migliore
per studiare la forma di protesta piu' adatta.
Con tanta speranza un saluto a tutti i sostenitori del M5S e a tutti gli italiani che faticano a tirare avanti. Luca C. Bologna

Luca Castaldini 29.08.14 13:24| 
 |
Rispondi al commento

ma sulla criminalita' del basso,non ne parla nessuno? nella mia cittadina(adria) da circa un paio d'anni è aumentata del 300% furti rapine spaccio prostituzione accattonaggio..non sono mai stato ne razzista ne tanto meno sono contrario alla immigrazione,ma quando uno stato e' sull'orlo del baratro come l'italia ,credo che questo stato debba metter da parte il il bonismo e l'ipocrisia,..in qualsiasi famiglia del mondo ,prima si da,da mangiare alla propria famiglia,se avanza cibo allora si da ai parenti,se ancora ne avanza ne diamo ai bisognosi..mentre qui in italia con il fatto che ce lo chiede l'europa e falsi burocrati siamo sempre e comunque pronti ad aiutare il prossimo,senza accorgersi che questo prossima fa e disfa' a proprio piacimento sia delle leggi italiane che della religione,..immaginate solo se fossimo noi al giorno d'oggi ad andare in siria(o in altri stati islamici) a fare cio che vogliamo,imporre a tutti il cristianesimo ,e chi non accetta sarebbe sgozzato,immaginate che emigrassimo in qualunque altro stato e oltre ad ospitarci e darci un tetto ,iniziassimo a fare scempio delle leggi locali e criticare tutto e tutti,non credo accetterebbero passivamente,ma mentre qui si perdona tutto con la paura di essere tacciati come razzisti ,il nostro popolo muore,nel silenzio (assurdo) piu totale.pertanto ben vengano persone che chiedono ospitalita',con voglia di integrarsi,di lavorare,ma sopratutto non violente..e come ho sentito oggi in una intervista,la colpa e' degli stessi musulmani,che non hanno saputo reagire a questa escalation del terrore,.è come se la mafia non fosse colpa non di noi , o dello stato italiano,ma dei belgi o dei finlandesi..basta violenze,basta guerre in nome di una religione,basta vendere la propria anima per il gusto del potere.

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 29.08.14 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S si sta gioiosamente uccidendo. Gli italiani ormai si aspettano delle prese di posizione responsabili non il rinvio ad un ipotetico referendum. La strategia è uscire dall'euro. E questo il M5S deve dire per tornare a farsi strada tra gli italiani. Persino Salvini è stato più intelligente. Il che non è un complimento. Ma siete ancora in tempo. Muovetevi!!! Già la pubblicazione dell'articolo dell'economist è una cretinata. Cominciate a dare spazio ad articoli di esperti italiani anti euro. C'è Giannuli per la Costituzione, per esempio, che dite di fare la stessa cosa per l'economia?

Armando . Commentatore certificato 29.08.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In molti da molto tempo invocano la rivoluzione come unica soluzione. Viene anche a me l’idea di prendere un bastone e spaccare qualche testa ma poi mi faccio violenza e cerco di calmarmi anche se vedo tante cose che mi fanno schifo. Genitori che dopo una vita di sacrifici aspettano sei mesi per una tac dalla quale può dipendere la vita o la morte, sorelle che lavorano 12 ore al giorno per sei/sette giorni a settimana, figlie con bambini di due anni che girano per i discount del quartiere in cerca dell’offerta migliore sui pannolini e sul mangiare e non arrivano comunque alla fine del mese.
La rivoluzione che in molti invocano è solo una rivolta e le rivolte finiscono tutte nel sangue o con una dittatura. La VERA RIVOLUZIONE è quella che vuole mettere in atto il M5S, lenta ma inesorabile, che non può essere fermata con le leggi, con la prigione, con la repressione, con la corruzione. E' vero, ci voglio anni, ma il cambiamento sarà radicale, culturale e duraturo.
Questo insegna la storia e se ho capito qualcosa è per questo che noi siamo gandhiani ma non coglioni.

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 29.08.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italia in deflazione, 1000 disoccupati in più al giorno, Squinzi: "Situazione drammatica, serve svolta per il Paese". La svolta poteva essere data alle elezioni Europee, ma un popolo di ignoranti, asserviti e comprati dalla promessa degli 80 Euro, ha scelto l'eutanasia assistita. Il M5S era l'unica possibilità, sia dome ricette economiche e soprattutto per la coerenza e la onestà intellettuale. Ma l'Italiota medio ha scelto l'ennesimo pifferaio magico, che si diverte a twittare e a prenderci per il c.lo. Complimenti ottima scelta!

stefanodd 29.08.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

o.t. (ma anche no)

c'è chi vuole imbavagliare le intercettazioni
e c'è chi le distrugge direttamente.

che gran politici, che gran paese!!


buona giornata

Path Walker Commentatore certificato 29.08.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Solo dei dementi ( nel senso vero della parola) o cittadini ignari e male informati, sia in IItalia che in Europa, possono ancora credere ad una ripresa delle economie... La verità è che se non ci affrettiamo a tornare all' autonomia monetaria, anche se si chiamerà ancora euro, siamo destinati al fallimento reale e ad un impoverimento tragico dei nostri pesi... Si insiste con questa politica solo perchè siamo in mano a poteri sovranazionali che giocano allo sfacelo graduale. E noi, popolo bue, zitti e mosca!

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.08.14 12:57| 
 |
Rispondi al commento

VAI Schefrenziettino, vai, avanti tutta che ci siamo quasi, il saluto alla democrazia è cosa fatta, incagliati ci siamo già incagliati da un pezzo e per bene, inclinati siamo già inclinati da un po' e fra poco, pochissimo, tu ti avvicinerai all'unica scialuppa presenta sulla nave e a piè pari ci salterai dentro insieme ai tuoi due compari et voilà, a terra, con il culo al caldo, mentre la nave affonda, grazie per il viaggio, pezzi di merda, Amen!

pillolo 29.08.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

« Il debito pubblico nella sua forma attuale, controllata e dominata dall’imperialismo, è una riconquista dell’Africa sapientemente organizzata, in modo che la sua crescita e il suo sviluppo obbediscano a delle norme che ci sono completamente estranee. In modo che ognuno di noi diventi schiavo finanziario, cioè schiavo assoluto, di coloro i quali hanno avuto l’opportunità, l’intelligenza, la furbizia, di investire da noi con l’obbligo di rimborso. »
-------------

Thomas Sankara all’Organizzazione dell'Unità Africana. Per questo è stato ucciso il 15 ottobre 1987 insieme a dodici ufficiali, in un colpo di stato organizzato da un suo ex compagno d'armi (e poi suo braccio destro), l'attuale presidente del Burkina Faso, Blaise Compaoré con l'appoggio di Francia e Stati Uniti d'America.
-
Altro che "The Economist" o Amazon Eh!

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato 29.08.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Tutti sanno come andrà a finire fanno finta di non sapere i nostri politici sabotatori della realtà, diranno che è stato fatto tutto il possibile per contrastare la crisi e che per amore della patria bisognerà fare un prelievo forzoso dai conti correnti,per adesso.... poi verrà il bello....

antonio rubino 29.08.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Questo cesso di Europa e di Euro voluta dalle banche e dalla massoneria si autodistruggerà da se però chi deve pagare il conto di questo fallimento devono essere gli artefici di questo disastro non gli italiani come invece avviene.
Cerchiamo insieme alle altre forze politiche europee che vogliono l' immediata uscita da questo disegno criminale di farci valere e di liberare gli italiani e l' Italia da questo sfacelo totale prima che sia troppo tardi.
Il Governo come già sapevamo non ha fatto assolutamente un cazzo ostaggio di banche,massonerie,imprenditori e cricche varie che devono essere per sempre buttate fuori dalla politica.
Chi è eletto dal popolo e ricordiamoci che Renzi non lo è assolutamente ma imposto al popolo italiano dal Presidente della Repubblica ha il dovere di governare nell' interesse della Nazione e del popolo che rappresenta invece fà solo gli interessi delle cricche che lo hanno voluto.
E' uno scempio della nostra costituzione repubblicana che dovrebbe far rivoltare nella tomba i nostri padri costituenti altro che fare finta di nulla.
Per far ripartire l' Italia ci vuole persone elette dal popolo e con le palle e le competenze per farlo altro che questi cialtroni.
Bisogna subito agire sul sistema del lavoro e delle pensioni fissando subito tetti minimi e massimi di stipendi garantiti per tutti e pensioni con tetti minimi e massimi garantiti per tutti togliere pensioni d'oro,vitalizi e porcherie varie che sono uno spreco non più tollerabile per la crisi che stiamo vivendo.
Uscire dall' Euro e comprare solo made in Italy altro che stronzate estere per compiacere i burocrati europei.
Ci vuole gente onesta e autoritaria nelle istituzioni che mandi subito a fare in culo le cricche che ricattano da troppo tempo la nostra politica.
Se ce la facciamo bene altrimenti la fine che faremo è scontata.

ANTONIO 29.08.14 12:42| 
 |
Rispondi al commento

non capisco quando leggo di denunce che riguardano loro nè quando,qualcuno qui,sostiene che bisogna denunciare agli organi competenti.non ci sono organi competenti.ci sono loro o i loro servi messi li per salvadarsi.quando impareremo a chiamare ogni cosa col proprio nome?qualcuno ha idea di quali siano le REALI condizioni?


Buona la battuta "renzi con gelato - renzi congelato".
Chissà, forse l'Economist ha voluto proprio dirlo che è anche congelato attraverso una specie di rebus.
Di solito i rebus li risolvo ma questo non mi è nemmeno venuto in mente.
Certo che è congelato. Roba da freezer. Però parla.
L'ultima bufala quella dei 100.000 insegnanti precari che dovrebbero essere assunti.
Chissà come si scongelerà, e succederà, per la riforma della giustizia. Ieri, Travaglio, oltre a farmi ridere con la Comi, ha fatto una profezia fin troppo facile: non ci sarà il falso in bilancio, e mi sembra, che non ci sarà allungamento della prescrizione e qualcos'altro.
Vedrete che per qualche minuto uscirà dall'ibernazione.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.08.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Entrate Erario italiano:
81 % tasse pagate dal lavoro dipendente
19 % tasse varie e svariate compreso Irpef dei professionisti e titolari di impresa
Uscite Erario italiano:
10 % spese pubbliche comunali
90 % spesa del governo centrale per enti e ministri

"""Signor Presidente,
Ho percorso migliaia di chilometri. Sono venuto a chiedere a ciascuno di voi di voler mettere in comune i nostri sforzi affinche’ cessi l’espressione arrogante sulle facce di chi non ha ragione, si cancelli per sempre il triste spettacolo dei bambini che muoiono di fame, sparisca l’ignoranza, trionfi la ribellione legittima dei popoli, taccia il frastuono delle armi e che infine, con una sola ed unica volonta’, si lotti assieme per la sopravvivenza dell’Umanita’.. ...........""" (Piuttosto che dare risposte esaurienti 25 anni fa si preferì assassinarlo - Thomas Sankara )
Oggi piuttosto di rinunciare al potere le oligarchie internazionali preferiscono le guerre
E noi comuni cittadini restiamo a guardare e a patire fra chiacchiere e illazioni e a pagare l'81% di tasse
A no, qualcuno ha il bonus degli 80 euro, che cuccagna !
Come la carta moschicida di qualche anno fa per i pensionati il cui costo di emissione forse era superiore alla elargizione
Come prendere un bicchiere d'acqua pura dalla tazza
del cesso e dire che è ottima

Rosa Anna 29.08.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Il problema e´la credibilità . L´Italia non fa riforme, non riduce il debito ma lo aumenta. Come si puo´ pensare che la Germania possa concedere qualcosa ad un paese che si dimostra sempre indisciplinato nel bilancio?

La Germania concederà qualcosa se l´Italia dimostrerà di governare bene i conti, non sprecare i soldi etc.

E´quello che farebbe un padre con un figlio che spende senza controllo gli taglia i vivere per mettergli giudizio.

Gli italiani invece di avere giudizio vanno dietro al bimbominkia e a silvio che promettono l´opposto.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Se uscire dall'euro non ci è concesso, possiamo ottenere lo stesso effetto mettendo dei dazi sui prodotti importati.
In questo modo i beni prodotti in Italia saranno più competitivi, con una positiva ricaduta sull'occupazione in Italia.
Per non violare i trattati europei potremmo mettere dei dazi sulle merci di provenienza extraeuropea.
Cominciamo con i prodotti agricoli, tessili e simili, poi passiamo all'alta tecnologia. Importiamo componenti senza dazi, ma mettiamo dazi sui prodotti finiti. Facciamo come il Brasile che grazie ai dazi ha costretto le multinazionali, come ad esempio la Apple, a creare delle fabbriche in loco.

Tommaso Bargiacchi 29.08.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera al programma di la7 IN ONDA si parlava (e vi lascio immaginare quali castronerie venivano dette)della copertina dell'economist e non dell'articolo.
un po' come parlare della forma e non del contenuto.
i giornalisti sono FALSARI dell'informazione

Ferruccio Palermo Commentatore certificato 29.08.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Dappertutto ci si spacca la testa per capire come uscire dalla crisi che attanaglia da anni l'Europa . Le migliori menti studiano il problema ,apparentemente irrisolvibile , del declino economico di quasi tutto il continente . Ci vengono ammannite improbabili cause come l'aver vissuto troppo al di la delle nostre possibilità , essere poco produttivi e seri , misteriose congiunture finanziarie-economiche che ciclicamente si presentano come comete . Balle ! Questa grande crisi è stata voluta dagli Stati Uniti , o meglio da chi li comanda : l'alta finanza giudaico-massonica ! Oggi non è possibile che si formino spontaneamente crisi di tale portata , troppi sono i dispositivi di controllo che governano questo settore perchè possano crearsi le condizioni per crisi così distruttive . Questa crisi viene da lontano , dai tempi della Thatcher e Reagan nei primi anni 80 , quando si prospettava la concreta unificazione economico politica dell'Europa . I due si diedero molto da fare per instaurare una forma di liberalizzazione totale e selvaggia del mondo che avrebbe potuto permettere ai giudaico-massoni di Wallstreet e della City di manovrare al meglio le economie mondiali . Ovviamente , come era stato previsto , la Cina iniziò ad esportare prodotti di tutti i tipi e in quantità enormi a prezzi che erano di molto inferiori , data la inesistenza di qualsiasi forma di protezione sindacale dei lavoratori cinesi, a quelli che producevamo noi europei . E' evidente che tutto ciò avrebbe spostato il lavoro in oriente e che , sopratutto le economie meno forti , ne avrebbero risentito , come è avvenuto ! America e GranBretagna hanno ristretto notevolmente la cosiddetta liberalizzazione , mentre l'Europa , e sopratutto l'Italia , no . Siamo cretini ? No , i nostri governanti sono uomini al soldo della famosa congrega giudaico massonica che comanda il mondo . " Divide et impera " !


L' Economist il financial times il sole24ore etc
possono scrivere tutte le critiche che vogliono...
ma la verità è che la percentuale dei veramente POVERI è troppo bassa per scatenare forti movimenti popolari.
L'ITALIA è anche sorretta dai numerosi pensionati che regalano soldini ai figlioli.
Quei figlioli che non hanno voglia di faticare!
Quei figlioli che vanno all'UNIVERSITA'e che non hanno voglia di inventare prodotti brevettabili!
Quei figlioli vogliono tutto e subito, dopotutto è la società stessa che li (anzi ci) ha fatti crescere velocemente.

E' inutile parlare di Economia ad un popolo che vota in massa un soggetto che è solo la somma di D'Alema, Bersani, Prodi, Craxy, Berlusconi, Andreotti e tutta la combriccola di merende che ha incasinato l'ITALIA.

Luca S., Terni Commentatore certificato 29.08.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

ok e ste cose beppe le aveva gia dette due anni fa.

ma oggi non voglio parlare di soluzioni ma di metodi per avere le soluzioni.

mi sono avvicinato al M5S perché utilizzava la rete , la rete permette di utilizzare le reali potenzialità di tutti di chi ha una sola idea buona nella vita e di chi ne ha tante ma non ha voglia di passare il suo tempo a fare il ruffiano con questo o quello caposezione di partito.

invece qui la rete viene utilizzata da schifo ,

il 90 % si lamenta , a che serve ?

il 5 % prova a dare soluzioni , ma sono quelle sentite in televisione e ne viene a discutere qui sul blog , ma se le dicono in televisione siete sicuri che sono buone ?

l'1% prova a dare soluzioni strane mai sentite dall'apparenza anche un po stupide.
ma invece di trovare 10-100 persone che discutono e spiegono che sono irrealizzabili comunque instaurando una discussione comunque costrittiva , trova l'indifferenza generale anzi anche un appartenete al resto del 4% rimanente che viene messo qui affinché questo non succeda mai.


massimo x 29.08.14 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa salta subbio a gli occhi, il gelato che renzi tiene in mano, come si scioglie, gli rimarrà solo la buccia del cono. Disse il saggio: meglio andare a dormire con il sedere gelato che.... con il cono gelato nel sedere. Meditate gente meditate, quella vignetta dice la verità.
p.s. Prima ne usciamo dall'€ e meglio sarà per l'Italia e per l'europa. Renzi un'Idiozia messa al governo non ci meritavamo questo, re giorgio a fatto una carognata al popolo Italiano.

Guido G., Catania Commentatore certificato 29.08.14 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Lo schiavismo italiano condannato dall’ONU (Post del 6 novembre 2007)
Ciò che le banche danno è in realtà un debito, che si basa sul nulla. E' come se fossimo costretti ad assumere il debito di qualcun altro senza aver acquistato nulla e senza poter obiettare all'imposizione. Per questo motivo la realtà attuale non può essere né "democratica" né "libera", e tutti i popoli sono costretti a rimanere bloccati nel progresso morale e materiale, che potrebbero avere se non vi fosse l'attuale tirannia finanziaria.
Nel sistema attuale, un gruppo di banchieri ha il potere di controllare i flussi di denaro circolanti, e può creare crisi ogni volta che lo ritiene conveniente. Alla gente comune viene fatto credere che si tratti di un sistema complesso, con aspetti difficilmente prevedibili. Le crisi, la fame nel mondo, le guerre, la miseria, la disoccupazione ecc., non sono calamità naturali ma sono dovute a scelte economiche e finanziarie attuate non dai popoli ma da una ristretta cerchia di persone, che spadroneggia sul pianeta in virtù del fatto che soltanto poche persone sono in grado di capire qual'è l'attuale situazione di potere. Il meccanismo del debito serve a controllare lo stato economico di un paese, e per esercitare potere sulle sue istituzioni, in modo tale che il benessere per le classi popolari sia sempre di modesta entità, e che si possano scatenare crisi o guerre qualora l'assetto di potere venisse messo in discussione o fosse in pericolo.
Tale assetto condiziona la vita economica dell'intera società. Ad esempio, le piccole e medie imprese, per poter lavorare, hanno bisogno di prestiti dalle Banche, e quindi accettano di pagare i relativi interessi, che incideranno, insieme al livello fiscale (con le tasse pagano ancora in gran parte le Banche), sullo sviluppo dell'impresa stessa, potendo decretarne l'espansione o il fallimento.
nerio n. 09.11.07 20:49
La ripropongo perchè a me Nerio (Nesi?) mi ha illuminato.

M. Mazzini 29.08.14 12:24| 
 |
Rispondi al commento

- Deflazione;
- Crisi;
- Disoccupazione;
- Desertificazione industriale;
- Desertificazione commerciale;
- PIL negativo.

... prova a spiegare ai "Gufi", cosa cazzo succede.

... prova.

Cosimo, Crispiano 29.08.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Il gelato al gusto di Renzie provoca stitichezza

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 29.08.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Quelli di destra che per continuare a fare i BORGHESI altolocati...
chiedono i soldi alle finanziarie per comprarsi vestiti firmati?
Si può essere più scemi?
Io sono per la libertà ma sono anche libero di dirti scemo e ridicolo!!!
Gli Americani vi hanno dato anche un OSCAR per la vostra imbecillità, LA GRANDE BELLEZZA!

Luca S., Terni Commentatore certificato 29.08.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi aspettavo da parte di Grillo insulti di tale gravità!
Pretendo una class action!!

Chiedo formalmente che l'associazione dei gelatai si riunisca in riunione straordinaria per una querela di diffamazione nei confronti di grillo che ha osato associare una categoria di lavoratori onesti, nobili e modesti, con uno come renzi.
EKKEKRIBBIO!

Albelix B., Padova Commentatore certificato 29.08.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN PO' DI VERITA' NON FA MALE....PURTROPPO LA CRISI E' CONTINUA... QUALCUNO AVVERTA NAPOLITANO E SOCI. INTANTO I TG DELLA RAI MINIMIZZANO E SI AFFLOSCIANO DAVANTI AGLI ESPONENTI DEL PD CHE MILITARIZZANO LA RAI....BELLA DEMOCRAZIA|(NON FANNO DOMANDE SERIE!).

UNA INFORMAZIONE SERIA E' LA CONDIZIONE PER FAR RINASCERE IL PAESE. MA IN ITALIA NON E' COSI'.

GIUSEPPE POLIZZI 29.08.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli di destra hanno imparato il vizietto della sinistra!
Destroidi ITALIANI... non avete più le palle ve le ha tagliate Berlusconi!
Quando uno di destra si mette a parlare come un intellettualoide di sinistra è ridicolo due volte!

Luca S., Terni Commentatore certificato 29.08.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

quando,The Economist,lancia il suo attacco giornalistico mira a qualcosa ,famose le sue campagne a favore di tizio o caio,basta cercare su internet.Sarò breve e concisa come piace a loro, con una domanda secca :"ora la vostra campagna a favore di chi è?"Sa,noi italiani siamo molti confusi ,l'unico nostro desiderio è quello di essere governati da persone capaci e perbene.Soprattutto da persone che sappiano agire senza essere pilotati da qualche riccone proprietario di giornali e anche l'Inghilterra non scherza da questo punto di vista.

la solita 29.08.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Se mi promettete di non segnalarmi per il nobel dell'economia ve lo spiego io, ispirandomi alla cultura contadina:La crescita non è più possibile, almeno non più con le percentuali passate, perchè c'è una legge della compernazione, in uno spazio chiusto (la terra). E', in altri termini, il principio di Lavoiseur. Poichè i mercati non li puoi estendere all'infinito e oggi ci sono giganti come la Cina, l'India, il Brasile che sono diventati grandi produttori ed esportatori, alla vecchia Europa rimangono solo pochi spazi residuali. Per l'Italia, poi, c'è il grande macigno della spesa pubblica che assorbe circa il 70% delle risorse, per cui i cittadini possono spendere ben poco per il consumo! Come direbbe il presidente degli 80 euro agli 11 milioni di elettori del PD: >.

T, Russo 29.08.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

La razza più becera che risiede in Italia è quella di destra,
si sottomettono a qualsiasi nano-riccone che gli urla "evviva il fascismo, evviva il fascismo" e quando gli chiedi chi erano i FASCI LITTORI li vedi persi nei due mezzi neuroni che hanno in testa!

Quella destra, notoriamente e storicamente manesca che avrebbe dovuto scoraggiare l'invasione di IMMIGRATI, si è piegata a 90 gradi al nano-pedofilo ed hanno riempito di merda lItalia. Siete una destra senza PALLE!

Luca S., Terni Commentatore certificato 29.08.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bene, abbiamo letto il post, e ora?

proposte...zero 29.08.14 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la massa intellettualoide scanzafatiche succhiasangue tipo le pulci e zecche che risponde al nome partito democratico non si estingue mai?

Caspita è proprio vero che le UNIVERSITA'ITALIANE sfornano tanti (troppi) sinistroidi cretinetti che si fanno letteralmente fottere dai professori per avere voti alti!!!

Luca S., Terni Commentatore certificato 29.08.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solo un anno fa, lo stesso Economist, oggi portato come esempio da Grillo, aveva definito il leader del Movimento Cinque Stelle e quello di Forza Italia dei "clown". L'articolo, uscito poco dopo il risultato delle elezioni politiche del 2013 in Italia, fece molto scalpore.

Conte Max 29.08.14 11:41| 
 |
Rispondi al commento

L'Antropocrazia è un progetto sociale
Si forma con il
REDDITO DI CITTADINANZA

Rosa Anna 29.08.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento

è colpa mia,lo so.ma non capisco questi post adesso.non riesco a trovare attinenza con quanto succede da noi e il pubblicare un articolo estero.mi sembra manchi qualcosa.anzi,sento che manchiamo noi,che manca il M5S.che manca la rete.che manca Beppe.che manca un grido comune trattenuto dentro ognuno di noi.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.08.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANTROPOSOFIA
Sperimentarla no. Perché?
Piuttosto far morire milioni di uomini di fame
O fomentare venti di guerra ?
Noi abbiamo il coraggio di voltar pagina?

Rosa Anna 29.08.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

:-P

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato 29.08.14 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori