Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La UE rimedi ai danni dell'embargo russo

  • 48


embargo_russo_m5s.jpg

"Il M5S nei giorni scorsi ha deciso di sottoscrivere una dichiarazione congiunta con il deputato greco Marias Notis che fa parte del Movimento Independent Greeks in merito alla grave situazione economica causata dall'embargo russo sui prodotti agricoli dell'unione europea. Queste misure restrittive stanno generando delle pesanti conseguenze economiche nei paesi dell'Unione europea e in modo particolare in quei paesi del sud dell'Europa che sono maggiormente colpiti, tra i quali la Grecia e l’Italia. Il Movimento 5 stelle Europa ha quindi deciso di supportare l'iniziativa del deputato greco e di richiedere agli organi competenti dell'Unione europea e alla Commissione europea di procedere con una compensazione finanziaria immediata agli agricoltori e agli imprenditori del settore italiani e greci. Ad oggi, la Commissione europea ha mosso i primi passi. In una nota del 18 agosto si comunica l'attivazione di misure eccezionali nel settore con lo stanziamento di un fondo di 125 milioni di euro. Ed è dell'altro ieri invece notizia di un ulteriore stanziamento di 33 milioni di euro per il settore delle pesche nettarine. Attendiamo invece settimana prossima un documento ufficiale per la ripartizione di un ulteriore fondo per gli altri settori agricoli. Si tratta quindi di una prima iniziativa congiunta del Movimento 5 stelle Europa che guarda alle possibili sinergie con gli altri movimenti politici europei e in particolar modo con quelli della fascia mediterranea con i quali chiaramente l'Italia condivide molto, per poter dare un peso maggiore alla voce dei paesi del sud dell'Europa e dei loro cittadini." Eleonora Evi, portavoce M5S al Parlamento Europeo

25 Ago 2014, 10:03 | Scrivi | Commenti (48) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 48


Tags: Eleonora Evi, embargo russo, M5S, M5S europa, UE

Commenti

 

Ma se il venditore di pentole di cartone , anzichè far partecipare l"Italia alle sanzioni contro la Russsia, per volere americano per sostenere tre l"altro, il governo neonazista di Kiew, autore di stragi di anziani donne e bambini, si fosse fatto i cavoli suoi, oggi non avremmo questo problema. Quindi non sarebbe plù semplice ritirarsi dalle sanzioni?

Giovanni 28.08.14 01:43| 
 |
Rispondi al commento

avete letto che oggi Romano sul Corsera minaccia Erdogan e la Turchia perche' non sono piu' amici degli Americani e di Israele, 'prevedendo' che li' ci sara' presto il caos? Cio' significa che stanno per fare ad Ankara il giuochino gia' sperimentato al Cairo e a Kiev: rivolte 'spontanee', naturalmente ben prezzolate, che sboccano nel colpo di stato. Se il loro giuoco riesce, per Putin avere la Crimea diviene inutile perche' un governo servo dell'America controllerebbe gli stretti!!!

antonio corso 27.08.14 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, guardate che L europa non dara` niente a nessuno a livello di soldi.

L Italia non deve ASSOLUTAMENTE elemosinare all UE, piu` ci danno e piu` ci affondiamo ( semplice come concetto) quello che deve fare L Italia ( il governo ) e` andare a Bruxelles e dire;

"Grazie di tutto, ma non siamo interessati alle Vostre ideeologie di economia razzista e dittatoriale"- e poi continuare - "Non abbiamo bisogno del vostro aiuto xhe` si da quando si e` formata L UE ( e l arrivo dell`EURO) i paesi che ne fanno parte sono in lacrime" ...
Vi assicuro io, che appena l Italia esce dall UE i Russi ( nostri benefattori dopo la seconda Grande Guerra ) si rifaranno avanti e riapriranno le frontiere non solo ai nostri prodotti, ma forse si vedranno disponibili a comprare anche molto di piu`.
Li si vedra` la risalita, ma cio` significhera` probabilmente andare contro gli "USA" che comunque sono i rapido declino e presto perderanno credibilita` ancor di piu` nel suolo americano, basta vedere quello che sta succedendo da 2 settimane nella citta` di Ferguson , il popolo americano stesso dira` basta un giorno e uqesto giorno non e` molto lontano.

MR Fellas 26.08.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento

La Russia ed il Popolo russo sono parte integrante dell'Europa, che esiste solo se intesa nella sua integrità. La guerra e l'opposizione costante alla Russia sono un vero suicidio per il resto dei Paesi europei. Le guerre condotte da due massacratori di uomini, come Hitler e Napoleone, l'ingerenza intollerabile degli Usa , causa di una catena di guerre collaterali ,tuttora in corso e fuori controllo, hanno solo provocato la destabilizzazione di ogni programma di coordinamento fra i Paesi che potrebbero costituire il nucleo più attivo, civilmente, del mondo abitato. Nato, Usa, Onu sono i distruttori del nostro unico baluardo di sopravvivenza economica e culturale in proiezione asiatica e globale, americana compresa. La tragedia è che gli Italiani appoggiano e mantengono, senza nemmeno eleggerli, i servi più vergognosi della Cupola Internazionale, cui abbandonano i destini dei loro figli.

Giovanni Airola 26.08.14 10:32| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è il Regno del governo del vero Dio gestito dai padroni del mondo. Italia:ex Nazione diventata colonia americana governata dal Vaticano,usata come base strategica militare politica.Povera ex Grande Potenza Russa che non é libera di intervenire per aiutare i suoi fratelli filorussi per paura di essere invasa dall'esercito del vero Dio " Nato & Alleanza Atlantica".Putin dovrebbe richiedere aiuto al suo amico Messia,visto che lo aveva già salvato una volta dal Dio della guerra Bush.Il
peggio è l'umiliazione che il popolo Russo deve subire dall' Ucraina sostenuta dal vero Dio che tramite il suo potente esercito "Nato o& Alleanza Atlantica lo tiene sotto stretta sorveglianza e con la suddita UE lo costringe alla fame isolandolo dal mondo tenendolo sotto assedio con gli imbarchi.
Per pietà basta con questi spettacoli,rifacciano subito la Balena Bianca da prima Repubbliuca con dentro tutti gli eredi dell'ammucchiata,tanto
anche i cretini come me hanno capito che il vecchio Dio era solo un simbolo immaginario ed é solo questione di soldi,
potere e visto che la Russia non conta più nulla la smettano di
recitare.Ennesimo spettacolo voluto dal vero Dio per mantenere al potere i fedeli Discepoli che sostengono la Globalizzazione e la suddita burocratica-guerrafondaia UE,doppione dei vari governi nazionali che servono per tenere isolata l'ex grande potenza Russa.Questo Divino spettacolo è strategico come quello creato sulle armi di distruzione di massa che ha dato inizio alle guerre mascherate in missioni pace. “LA GIUSTIZIA NON É UGUALE PER TUTTI”!Solo chi ha denaro,fa parte della Casta,dei parenti e marionette politiche é tutelato e immune contro la vera giustizia.Preso atto che il vecchio Dio era solo immaginario e visto il trionfo della filosofia politica italiana “Ipocrita Clericale Cattocomunista”,dobbiamo sperare che finalmente scoppi subito una vera guerra.Solo in questo modo i cretini come me e chi ha creduto nei valori Etico Morale o altri credo avrà una spera

agostino nigretti 26.08.14 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza M5S

Notizie informatiche Commentatore certificato 26.08.14 02:11| 
 |
Rispondi al commento

ma e'possibile che dobbiamo noi farci i cazzi degli altri e sempre a spese degli italiani, che non solo vengono spennati dallo stato,ma adesso anche penalizzati dalle sansioni,da mare nostrum,ma facciamoci valere, se l'europa nn vuole partecipare, noi ci teniamo i soldi europei, e scontiamo,ma se ci facessimo i cazzi nostri sarebbe la cosa migliore.

nicolaprofiti 25.08.14 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Ve lo dico io, mangiamoceli noi quei prodotti ed evitiamo di importarne dall'estero.

Giorgio Fiandrino , Buriasco Commentatore certificato 25.08.14 19:39| 
 |
Rispondi al commento

pensa che ... la "piccola" Svizzera ha cordialmente
mandato affanculo quell'afroamericano alla casa bianca e non ha accettato l'embargo alla Russia !

ma quelli sono i "capi" ...e con il capo non se discute! eh eh eh !!

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 25.08.14 19:32| 
 |
Rispondi al commento

valida mosssa, ma essendo l'era del berlusconismo espanso con tutto il ciarpame ideologico fatto di imbrogli e malaffare ...(sai quanti approfitteranno
degli aiuti anche se non pertinenti)

sarebbe meglio proporre "L'USCITA DALLA NATO"
o RIGETTARE (almeno) L'EMBARGO ALLA RUSSIA
non colpevole ...di nulla !

MA CHE CASSO DI MANIERA è QUESTA ?
punire o autopunirsi ? ...

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 25.08.14 19:25| 
 |
Rispondi al commento

I fondi per le compensazioni agli agricoltori l'UE se li farà dare dagli USA ?

La disinformazione sui fatti d'Ucraina è stata gigantesca ma anche facile vista l'ignoranza profonda non solo fra la gente comune (che sarebbe ancora perdonabile) ma anche fra i massimi (ir)responsabili dei governi europei. Sempre che di ignoranza si sia trattato e non di corruzione: le lobby militaristiche delle due sponde dell'Atlantico sono notoriamente attivissime per influenzare decisioni politiche che favoriscono guerre. Alla Federazione Russa, dalla dissoluzione dell'Unione sovietica in poi, mai aveva interessato anche solo un pezzettino dell'Ucraina, ma si è trovata di fronte all'alternativa di perdere le basi militari (con tanto di armamenti nucleari) nella penisola della Crimea, per secoli russa e annessa all'Ucraina solo nel 1959 per un capriccio di Nikita Krusciov. Chi conosce la Crimea sa che mai la popolazione locale si è sentita parte dell'Ucraina, che ha sempre visto come forza d'occupazione. E prova ne è, che il referendum (affrettato o meno, non è stato certo meno valido di quello del Kosovo) ha mostrato la volontà di far cessare l'occupazione ucraina e di ritornare alla patria russa. L'obiettivo USA (che già era entrata nel Mar Nero con una flotta) era di sostenere militarmente il partito fascista di Kiev (che fin dal 2010 aveva in programma di cancellare il contratto d'affitto delle basi russe in Crimea entro il 2017). Una pazzia che Putin con accorta mossa ha prevenuto appunto con l'annessione da tempo desiderata dai cittadini della Crimea: se non l'avesse fatto i suoi generali l'avrebbero estromesso dal potere, poiché a quel punto senza le basi in Crimea sarebbe mancata alla Russia ogni possibilità di difesa su quel lato, minacciato dall'avanzata delle forze NATO già. Le sanzioni imposte contro la Russia in realtà dovrebbero essere applicate contro gli USA per la provocazione (e non da ora: pensiamo alle criminali e folli invasioni di Afganistan ed Irak).

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 25.08.14 17:44| 
 |
Rispondi al commento

E' stata l'Unione Europea a dare fuoco alle polveri di questa guerra economica in atto con la Russia. Prima di tutto schierandosi apertamente per i rivoltosi ucraini contro un Governo discutibilissimo ma democraticamente eletto.
Poi applicando pesanti ritorsioni economiche alla Russia per il suo appoggio agli ucraini filo-Russia. La Russia si è subito vendicata con l'embargo.
Dico questo per far capire che le scelte politiche dell'Unione Europea sono COME MINIMO discutibili, spesso soffiano sul fuoco di situazioni molto delicate per ottenere vantaggi economici per lobbies e multinazionali e non si curano minimamente dei danni fatti ad agricoltura o piccole imprese che da situazioni di conflitti e ritorsioni economiche hanno solo da perdere.

L'Unione Europea si conferma una volta di più fatta ad uso e consumo degli interessi dei grandi poteri e CONTRO i cittadini europei che da queste situazioni di instabilità hanno solo da perdere.

Qualcuno ha mai chiesto ai cittadini europei se sono d'accordo o meno con le scelte dell'UE rispetto al conflitto Ucraino?
Vi rendete conto che in Unione Europea decidono quello che gli pare e noi ne dobbiamo solo subire le conseguenze?

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.08.14 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piuttosto che stanziare soldi l'Unione Europea dovrebbe cambiare la sua politica demenziale di asservimento agli interessi americani. Se l'atteggiamento nei confronti del problema "Ucraina" fosse stato + intelligente non ci sarebbe stato alcun embargo russo. Sarebbe opportuno che i prodotti che non possono essere esportati in Russia vengano regalati a enti benefici o direttamente a persone con reddito scarso o nullo.

mauro maggini 25.08.14 17:30| 
 |
Rispondi al commento

ok per delle forme di compensazione a tutela di chi sta subendo un danno - la questione embargo riguarda però aspetti di diritto internazionale, ed onestamente mi trovo d'accordo sulla sua applicazione in questo caso

Loris Dal Poz 25.08.14 17:17| 
 |
Rispondi al commento

E' un tema complesso...io cmq alla Russia darei embargo totale visto che è una dittatura prepotente.
Bravi ragazzi 5 stelle a chiedere la compensazione. Su questo concordo. Ma alla larga dalla Putin e i suoi amici mafiosi

Andrea R., Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee 25.08.14 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non cambiera' un cazzo finche' la russia non applichera' l'embargo alle automobili allora vedrete quanto presto la germania ( porsche mercedes bmw ) cambiera' lo stato delle cose.

ales sandro 25.08.14 15:10| 
 |
Rispondi al commento

BEN FATTO MOVIMENTO 5 STELLE EUROPA,AVANTI COSI'

alvise fossa 25.08.14 14:43| 
 |
Rispondi al commento

beh è risaputo che questi "agganci monetari" ..vedi euro ,convengono solo alla parte cotraente piu' forte economicamente,solitamente finiscono molto male per la parte piu' economicamente debole...ce ne son moltissimi di esempi passati...

Marino Lejarreta 25.08.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Non appena Putin ha dichiarato di pensare ad un embargo sulle auto europee la merkel si è subito preoccupata è ha frenato la richiesta di sanzioni da parte di Kiev nei confronti di Mosca.
Sanzioni pretestuose e assurde ingiuste fatte nei confronti di un paese che se voleva invadeva l'ucraina come e quando voleva come hanno fatto tante volte gli usa in luoghi anche lontani dalle loro frontiere.
Le sanzioni vanno bene se colpiscono interessi come mozzarelle prosciutti e insalata ma se si tratta di mercedes no?
Meditate a chi servono queste sanzioni non impoveriscono la Russia ma l'Europa dell'agricoltura dell'alimentazione.
L'europa dovrebbe una volta per tutte capire che la Russia è un paese importante è un paese che storicamente nonostante sia sterminato e tocchi il mar della cina è europeo non c'è fatto storico che sleghi la russia dall'europa.
La Russia inoltre è un partner economico fondamentale e importante perché ricco di energia con tante possibilità di esportare a costi irrisori rispetto ad altri approvvigionamenti.
Gli embarghi le sanzioni i divieti sono cose senza senso ideologiche e piene di preconcetti.

Serguei S., s.sokolov@tin.it Commentatore certificato 25.08.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

L'integrità territoriale trova un senso quando il governo e il suo presidente sono eletti democraticamente.
Questo è avvenuto prima del colpo di stato di febbraio a Kiev, e la sua integrità non era mai stata messa in discussione, infatti la Crimea era una regione autonoma.

Con il colpo di stato, promosso e finaziato dagli yankees, quindi con un governo non riconosciuto e rappresentativo di una sola parte della popolazione che coincide anche con determinati parti del suo territorio, ciò viene messo in discussione, senza contare poi il fatto della caccia al filo-russo che si è scatenata, proprio perché non viene garantita tale autonomia a dette regioni, addirittura imponendo l'uso di una lingua che non gli appartiene (l'ukraino) e mai come era accaduto prima.

Quindi a tutti gli effetti ora a Kiev si è sotto un regime, nato con la violenza e che usa la violenza contro le sue minoranze russofone.
In un paese democratico si svolgerebbe un referendum per lasciare la scelta ai cittadini, unici titolare del loro territorio, come del resto è sancito persino nella Carta dei Diritti dell'ONU sull'auto-determinazione dei popoli.
Lo stato e il suo territorio, non appartengono ai dei golpisti nazi e neppure a dei burocrati, ma ai suoi cittadini.

Serguei S., s.sokolov@tin.it Commentatore certificato 25.08.14 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Le sanzioni le hanno promosse e iniziate per primi gli yankees e i loro lacche' europei.
Io penso che siano anni e anni che gli Stati Uniti non facciano altro che fomentare guerre e disordini che portano a guerre, che per anni gli Usa abbiano sostenuto dittatori e dittatorini, personaggi discutibili nonchè criminali (Bin Laden dopotutto... era uno di quelli, inizialmente) salvo disfarsene quando non facevano più così comodo, e che scientemente proprio gli Stati Uniti abbiano portato caos e destabilizzazioni in disparate aree del mondo.
Quello che è successo in Ucraina non è tanto diverso.
Ora fa bene la Russia a difendere le aree a lei più vicine.
Tranquilli, che i cosacchi non intendono certo abbeverare i loro cavalli in Piazza San Pietro. Anzi, per la verità è più interesse russo avere una Europa economicamente stabile, forte e danarosa con cui fare affari, mentre è sempre stato più interesse Usa avere un Europa divisa, debole e incasinata.

Serguei S., s.sokolov@tin.it Commentatore certificato 25.08.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

L'EUROPA CI TRATTA ANCHE TROPPO BENE
SIAMO UN POPOLINO DI MERDA.
DITELO AD UN TEDESCO SE GLI MUOIE FIGLI NIPOTI CUGINI ECC ECC PER UNA FABBRICA COME L' ILVA O PER LA VERDURA DELLA TERRA DEI FUOCHI AAAAAAAA
NON SIAMO IN GRADO NEMMENO DI FERMARE O FARE CASINO VERO DAVANTI ALLA MORTE DI BAMBINI INNOCENTI NONOSTANTE SAPPIAMO CHI SIANO I RESPONSABILI.
QUINDI NON CE NE FREGA UN CAZZO DI NULLA A NOI ITALIANI PERCHE DEVONO CONSIDERARCI ALLA PARI GLI ALTRI FACCIAMO SCHIFO
ALTRIMENTI SE NON È UN POPOLO DI MERDA COME FACEVA ALLE EUROPEE A VINCE RENZI
NON VI È FINE AL PEGGIO E NE SIAMO LA DIMOSTRAZIONE

nicola antonio guerrini, ponsacco Commentatore certificato 25.08.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo aiutare l'agricoltura, ma quella biológica, sostenibile, non aquella masiva que deteriora la terra con prodotti tossici!!!

Immacolata Costanzo 25.08.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Siamo grandi!!!
Riusciamo a fare l'embargho a noi stessi!!!

vincenzo de luca 25.08.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

riguardo ai greci siamo a livello degli albanesi solo che la UE gli ha dato i soldi per fare baldoria mentre gli albanesi per fare baldoria devono mettere le zoccole sulla strada.

differenza?

se da italiano vai ospite in albania gli albanesi ti trattano con i guanti mentre i greci in grecia ti trattano di merda.

non lo dico solo Io ma basta andrsi a leggere i diari di viaggio in grecia di moltissimi italiani che li pubblicano in rete.... sporco... cattivi servizi a prezzi alti...e maleducazione ai massimi livelli.

uno che gli piace dire le cose come stanno 25.08.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Eleonora, orgoglioso di averti dato il mio voto. M5S sempre dalla parte di coloro che sono in difficoltà ... nessuno deve rimanere indietro.

Alfredo Carnelli 25.08.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Voi dovevate opporvi alle sanzioni contro la Russia, invece di accodarvi a peso morto alle misure offensive decise dai nazisti della UE, simpatizzanti e sostenitori della giunta golpista e assassina di Kiev. Ma tant'è, siete omologati, lo sapevo e per questo non vi votai alle ultime elezioni Eu. Cmq auguri.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

proprio ieri stavo parlando con una vecchia signora che mi ha raccontato quano a9 anni gli hanno ammazzato il padre disarmato davanti agli occhi.

Poi la signora mi ha detto che hasepre votato P.C.I. per via dell'accaduto in quanto per lei P.C.I. significa votare per i partigiani e dunque per quelli che non voglioni quella gentaglia la tra i coglioni!

gli ho spiegato che è meglio lasci perdere con renzye e col napoletano perche non rappresentano quello che vuole lei.

Poi ho pensato se un popolo così, dopo 2000 anni che fa danni a italia e italiani... può cambiare in mezzo lustro?

dubito!

uno che gli piace dissentire 25.08.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si verifichera´(ipotesi?) che pagheremo piu´ tsasse per queste "generosita´pelose"?

Enrico Viola 25.08.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Da ricordare pero' le cause di questo embargo.
Aver appoggiato il colpo di stato nazifascista dei bandera a kiev.
Che ora la giunta bombarda e uccide i civili nell'est Ukraina, perche' non vogliono piu' stare con i nazi.

patriota europeo 25.08.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi metterete poi a piangere quando forze esterna ( come putin) si metteranno a finanziare (come sta finanziando tutti i euroscettici e estrema destra in tutta Europa allo scopo di indebolirla) o peggio armare i movimenti di estremisti! Piangerete quando moriranno italiani per cercare di tenere insieme il paese che amate con il Veneto, Trentino, Sicilia e Sardegna!
So cosa si prova!
Venepentirete di avervi svenduto per una percentuale di mercato!

Vasyl Havryliv, Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.08.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli Europei sono fuori di testa. Prima di prendere iniziative contro la Russia bisognerebbe guardare quanto grande è e se ci conviene. La Russia può vendere e portare con i gasdotti il suo gas anche alla Cina e farselo pagare nella moneta che desidera. Le mele e la carne le può importare dal Brasile a minor prezzo delle nostre...Imho sta finendo il monopolio del dollaro, finalmente! Non ditelo a nessuno ma a noi italiani converrebbe cambiare alleato....ciao a tutti

annibale 51 25.08.14 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Fatti non parole, come al solito!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.08.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento

... FINALMENTE! ... finalmente una proposta concreta di unirci al malessere degli altri europei (veri) che subiscono nell'ECONOMIA le ingerenze della FINANZA (troika) oppure le conseguenze di seguire acriticamente le scellerate scelte politiche USA ... noi italiani dovremmo cominciare a pensare seriamente a QUALE ALLEATO sceglierci: forse non sarebbe sbagliato guardare ad EST, alla Russia, oltre che ai paesi mediterranei. L'Italia avrebbe vantaggi economici immediati se uscisse da alcuni patti scellerati tipo FMI, MES, NATO, OCSE tutti ambiti dove perdiamo miliardi e miliardi senza alcuna contropartita. Inoltre le "sanzioni" europee sono la più evidente boiata di come la politica USA sia controproducente per la ns economia ... FORSE VA PRESO ATTO CHE LA LEADERSHIP AMERICANA STA INIZIANDO IL SUO DECLINO, FORSE CI CONVIENE ABBANDONARE LA "NAVE" PRIMA CHE AFFONDI: MOSTRIAMOCI ITALIANI, ANCORA UNA VOLTA, NELLA STORIA ... CAMBIAMO FRONTE, NON è UNA NOVITà PER NOI ABBANDONARE ALLEATI SCOMODI ...

stefano leo 25.08.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Saggia e previdenziale decisione.L'unione fà la forza, sono d'accordo, il sostennio e l'aggregazione mantiene i popoli uniti ed è di tornaconto vitale, per lo sviluppo in sintonia e sinergia per i Paesi come il nostro che altrimenti continuerebbe a stare in stallo, con le conseguenze gravi sulla economia e su molte famiglie. grande Beppe ed i vari movimenti europei che aderiscono e si uniscono al nostro M5S! GRAZIE!

rosy cossu 25.08.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento

L'8 agosto ho scritto sul Blog :
"I fatti. L'Europa ha deciso di fare delle sanzioni alla Russia, e noi avremo problemi con il parmigiano, ma l'Italia è abituata a soffrire.
Però la Finlandia, la sborrona Finlandia avrà più problemi: i finlandesi esportano il 40/50% in Russia.

Bisogna rammentare che i finlandesi dicevano che i PIGS ( Portogallo, Italia, Grecia, Spagna ) non avranno aiuti dalle casse della comunità.

Il primo ministro finlandese, Alexander Stubb, dichiara: 
«Non c'è dubbio che se le sanzioni colpiranno la Finlandia in modo
sproporzionato, cercheremo un sostegno dei partner europei. Ci appelleremo al
principio di solidarietà economica.»
Spero che gli eletti del M5* al parlamento europeo dicano ai finlandesi “affanculo”, tradotto in inglese e finlandese..
Paolo TV"

Se la CEE finanzia i paesi che sono colpiti dalle sanzioni, dove pensate che trovi i soldi?
Sveglia, nelle tasche dei cittadini.

Per quello i finlandesi tempo fa non volevano pagare i PIGS, perchè avrebbero pagato anche loro i nostri conti malandati.

I soldi non si generano dalla politica, ma dalle imprese. La politica ( anche la religione è politica ) fa solo danni, e chiede, dai soldi alle vite.

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato 25.08.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento

...che paura...rimborsi all' itaglia....già vedo duplicare il quantitativo di pesche nettarine che era destinato alla Russia

Nicco Nacco, Roma Commentatore certificato 25.08.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori