Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

A scuola senza neppure la carta igienica

  • 40


carta_igienica_Scuola.jpg

"Ieri qualcuno ha criticato la presenza dei ministri nelle scuole. Qualcuno ci preferisce chiusi nei palazzi, asserragliati dentro una dimensione di casta.". Queste le parole pronunciate questa mattina da Matteo Renzi nel suo discorso alla Camera. Nella giornata di ieri, i ministri hanno inaugurato il nuovo anno scolastico visitando varie scuole elementari. Questa è la verità mediatica: l'abbraccio del Governo ai bambini. Purtroppo, la verità è un'altra. A Belluno, ad esempio, i bambini delle elementari hanno dovuto portarsi da casa la carta igienica. Mancano i soldi: "Le sforbiciate del ministero all'entrata da scuola. Emozioni e aspettative ieri, con la cartella in spalla e la carta igienica sotto il braccio. Il piccolo kit tenuto in braccio dai genitori stretti intorno all'ingresso della elementare Gabelli per la tradizionale cerimonia di inizio anno, si accompagnava ieri ai sorrisi delle maestre e delle famiglie, ricordando ancora una volta come i tagli all'istruzione non diano scampo."..." continua a leggere su Tzetze

PS: La scuola di tuo figlio in che condizioni è? Manda la tua video denuncia a lacosa.beppegrillo@gmail.com

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

16 Set 2014, 14:41 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 40


Tags: Belluno, carta igienica, Renzi, Renzie, scuola

Commenti

 

Purtroppo questi disagi li ho visti anche presso altre istituzioni pubbliche. Nella stessa Arma dei Carabinieri. Sono sicuramente pessimi esempi di educazione e civiltà.

Gioia Cartomante 15.12.14 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma che ci fate con la scuola? Con il sacro (e gratuito) blog di Grillo diventiamo tutti geni.

DANILO 19.09.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S

Notizie computer Commentatore certificato 17.09.14 22:43| 
 |
Rispondi al commento

I cattopitechi si meritano questo ed altro! Sono contenti dell'ora di religione (leggi indottrinamento cattolico) che costa oltre un miliardo di euro all'anno, per la precisione un miliardo e duecentocunquantamilioni di euro!
W Papa Francesco! W la chiesa cattolica! Pregate e pagate! Cattopitechi!!!!

Magda G 17.09.14 10:51| 
 |
Rispondi al commento

DA PRECARIO A VITA (15 ANNI) DELLA SCUOLA POSSO TRANQUILLAMENTE AFFERMARE CHE SE MANCA LA CARTA IGENICA O ALTRO NELLE SCUOLE VUOL DIRE CHE I SOLDI SONO STATI DIROTTATI ALTROVE IN QUELLA CHE IO DEFINISCO LA "CASSA DEL MAGIA-MANGIA" DEI LECCACUL. E RACCOMANDATI DEL PRESIDE DI TURNO... IN UNA SCUOLA DOVE HO LAVORATO SI SONO SPESI 40.000,00 EURO PER ACQUISTARE 33 COMPUTER (1.200,00 A COMPUTER) QUANDO GLI STESSI COMPUTER COSTAVANO IN UN IPERMERCATO DELLA ZONA 500,00!!!! SEMPRE NELLA STESSA SCUOLA PUBBLICA SI SONO SPESI 6.000,00 PER ACQUISTARE UNA MACCHINA PER PULIRE IL PAVIMENTO DELLA PALESTRA (AVETE LETTO BENE PULIRE IL PAVIMENTO DELLA PALESTRA) - POICHE' I BIDELLI PER CONTRATTO NON POSSONO PULIRLO - (AVETE LETTO BENE I BIDELLI PER CONTRATTO NON POSSONO PULIRLO)!!!!!!!! IN TUTTE LE SCUOLE IN CUI SONO STATO IL RISCALDAMENTO RAGGIUNGEVA TEMPERATURE TROPICALI (25°) TALI DA DOVER SPALANCARE LE FINESTRE IN PIENO INVERNO PER POTER RESPIRARE!!!!!!!! .. LA SCUOLA ITALIOTA E' ALLA FRUTTA POICHE' ... NON SI FA NESSUN CONTROLLO SUI DOCENTI DI RUOLO E LA LORO DIDATTICA (SEMPRE IN UNA SCUOLA DOVE HO LAVORATO LA MIA "COLLEGA" DI RUOLO OBBLIGAVA LE SUE VITTIME (ALUNNI) A FARE L' ANALISI METRICA DEL TESTO DELLA DIVINA COMMEDIA IN 3ZA!!!! (TANTO PER FAR CAPIRE "L' ANISI METRICA" E' UN COMPITO CHE VIENE SVOLTO ALL' UNIVERSITA' IN CORSI DI SPECIALIZZAZIONE )... OPPURE UN MIO COLLEGA DI MATEMATICA OBBLIGAVA A STUDIARE LA TRIGONOMETRIA E LE EQUAZIONI TRIGONOMETRICHE A FUTURI CUOCHI E ADDETTI ALLA RECEPTION CON LA CONSEGUENZA DI COSTRINGERE TUTTA LA CLASSE AD ANDARE A RIPETIZIONI PRIVATE TUTTO L' ANNO!!! OPPURE IL VICEPRESIDE CHE FA DA ANNI ISCRIVERE GLI ALUNNI AL SUO CORSO (POICHE' LUI E' UN "PERDENTE POSTO" E DOVREBBE LAVORARE IN UN' ALTRA SCUOLA A 30KM DI DISTANZA DA CASA SE IL SUO INDIRIZZO VIENE SOPPRESSO) INGANNANDO I GENITORI FACENDOLGLI CREDERE CHE GLI ALTRI CORSI-INDIRIZZI SON AL COMPLETO!!!! OPPURE IL "COSTO" IPERBOLICO (PIZZO) SULLE GITE SCOLASTICHE DI-DISTRUZIONE ETC.ETC.ETC

Luigi P. Commentatore certificato 17.09.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento

La scuola purtroppo versa in questa situazione da molto tempo. Anch'io, come tanti che hanno scritto prima di me, ho cominciato l'anno scolastico portando, per i miei gemelli che hanno cominciato la prima elementare, scottex, carta igienica, fazzoletti ecc. Ma non limitiamoci a questo, perchè se fosse solo un problema di carta igienica forse sarebbe gestibile. Il problema è più ampio. La scuola non ha i soldi per fare nulla, dai progetti didattico educativi alle uscite, non è in grado di pagare le supplenze o di coprire le emergenze del personale. Non si riesce a comprare il materiale per le pulizie. Si fatica (soprattutto nelle scuole di periferia delle grandi città) a trovare personale (ATA ed insegnanti) che accetti il trasferimento. Si ricorre sempre più spesso alle associazioni genitori per pagare pagare progetti educativi, per creare fondi e permettere ai bambini meno fortunati di partecipare a uscite e gite insieme ai propri compagni, per gestire progetti di integrazione. Oramai il pateriale informatico si compra con l'ausilio della grande distribuzione con le raccolte punti (sigh) o con le associazioni che propongono progetti didattico sportivi, dove ci sono premi finali in beni scolastici (anche qui dalla carta igienica al materiale informatico). Potremmo andare avanti all'infinito. Tutto questo mentre continuiamo a far confluire risorse economiche verso le scuole private, anche contro la nostra costituzione...

Guido Miraglia 17.09.14 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Io ho due figlie. Per la grande, già dalla prima elementare dovevo portare scottex, carta igienica, risme di fogli. La sua classe ha dovuto spostarsi di aula perchè ci pioveva dentro. Dei riscaldamenti non ne parliamo, la maestra portava una stufetta. Quando mancavano delle insegnanti, invece delle supplenti li dividevano; si sono ritrovati in 40 in un'aula. Sono passati 6 anni. Ora è in 2a media, in un altro Istituto comprensivo, dove mi sono trovata benissimo. Preside da 10 e lode, conosce i nomi di tutti i ragazzi. La piccolina, invece, va all'asilo nell'Ist. Compr. dove la grande andava alle elementari. Oltre al resto, ci tocca portare merendine, acqua, matite e colori. Un disastro. Inoltre hanno fatto (male) i lavori di bonifica dall'amianto, e ci siamo trovati a spostarci alle elementari perchè pioveva dal tetto. Dopo i lavori, e tornati a scuola, mia figlia usciva dalla classe impregnata di puzza di muffa. Si è ammalata + volte. E ora non riesco a spostarla nella scuola della grande perchè è piena (chissà come mai!). Io abito a Cagliari.

Eliana Gervasi, Cagliari Commentatore certificato 17.09.14 07:09| 
 |
Rispondi al commento

La carta igienica non c'è mai stata in nessun anno delle scuole pubbliche che ho frequentato. A dir la verità mancava anche gesso e cassino. Ma anche i docenti, banchi e sedie integre, attrezzature in palestra e chi più ne ha più ne metta. Se siete così sconvolti vi inviterei a girare le scuole del Sud Italia. NOI NON SIAMO CITTADINI DI SERIE B! La rivolta è vicina! SUD LIBERO DAI COLONIALISTI!!!!

Nadia MV Cristiano 17.09.14 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, da almeno 6 anni ricevo dalle maestre delle mie bambine (materna prima ed elementari ora) la "lista della spesa"! Ogni mamma deve portare carta igienica, carta per le mani (ovvero la carta cucina), sapone, fazzoletti, risme di carta A4, pennarelli e matite colorate (oltre a quelli contenuti nell'astuccio, ovviamente!). Poi dobbiamo versare 15 euro per ogni bambino per circa 3 volte l'anno per costituire un fondo cassa al quale attingere per le emergenze: appendini per i giubbetti dei bimbi, gessi, cartoncini colorati, ecc ecc. E questa è la scuola dell'obbligo!!

DANIELA L., Roma Commentatore certificato 17.09.14 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono la mamma di una bimba di seconda elementare di Carpi in provincia di Modena,che come l'anno scorso ha dovuto portare a scuola carta igienica,scottex e sapone per le mani. Per di più dovro' pagare il "contributo volontari", così viene solo chiamato perché se non lo paghi,ti chiamano dalla direzione del circolo di cui fa parte il plesso scolastico e ti sollecitano al pagamento con tanto di bollettino da restituire a scuola come ricevuta di pagamento!!!!!! Aggiungo poi che mia figlia da l'anno scorso va' a scuola con le salviettine igieniche in cartella....da sempre dice che nel bagno non c'è mai la carta igienica!!!!! Povera Italia!

Elena Ganassi 16.09.14 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Anche all"asilo comunale di Pietra Ligure (sv) dobbiamo portare tutto (carta igienica, sapone, fazzoletti etc...) ma si sa, qui siamo in Liguria... meno soldi ai partiti più soldi all'istruzione.... ah già se il popolo studia, impara e pensa, se pensa capisce e se capisce caccia i politici.

Andrea Parenti 16.09.14 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera, io sono un'insegnante di una scuola dell'infanzia di Roma. Io provo vergogna a dare ogni anno la lista della spesa ai genitori dei miei alunni, ma non abbiamo materiale, niente colori, niente fogli, niente cartoncini, niente di niente. Io come posso "fare scuola" in questo modo? Senza considerare tutte le cose che io e la mia collega compriamo con i nostri soldi per la scuola. Non abbiamo giochi e libri, i genitoti ci portano quelli che dismettono. Le mie figlie frequentano la scuola primaria e pure per loro acquisto scottex e carta igienica.

Emanuela Fianchini 16.09.14 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella scuola del mio paese Urgnano (bg) i genitori degli alunni hanno portato carta igienica e ridipinto le pareti delle classi e fatto anche qualche sistemazione tutto a titolo gratuito!!!

micheleg. 16.09.14 21:47| 
 |
Rispondi al commento

ASSICURAZIONE SENATORI

Capitolo di spesa 1.15

E 2.050.000 , 00

antonello c., pescara Commentatore certificato 16.09.14 21:17| 
 |
Rispondi al commento

RISTORAZIONE DI PERSONALE VARIO E SERVIZI DI CAFFETTERIA

Senato della Repubblica Italiana anno 2013 - 2014

Totale Capitolo 1.16

E 1.630.000,00

antonello c., pescara Commentatore certificato 16.09.14 21:15| 
 |
Rispondi al commento

siamo sull'orlo del baratro e questi si fan pubblicità andando alle scuole dei ragazzini, ma perpiacere sono dei patetici buffoni

laura p. Commentatore certificato 16.09.14 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Dalla serie i bambini sono già vittime di un sistema scolastico obsoleto,se poi hanno la spiacevole visita di un politico................lì traumatizzerebbe ancor di più ahahahhah,povera italia! ma poveri noi!.

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 16.09.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

cosa più importante...niente educazione fisica perchè non ci son soldi per fare attività extrascolastiche...quindi se la maestra di turno ha voglia li porta un pò in cortile per farli correre o in palestra quando piove...che vergogna...paghiamo paghiamo ...ma i nostri soldi dove vanno ??

carmine n. Commentatore certificato 16.09.14 19:56| 
 |
Rispondi al commento

"come al solito durante l' anno vi chiederemo di portare anche -. sapone liquido, carta igienica, scottex, fazzolettini di carta e risme per le fotocopie. .." oltretutto obbligano le famiglie a comprare il diario dalla scuola a 5 euro...questo vale sia per mio figlio in 4a che x mia figlia in 3a...e mettiamoci pure che è dall' asilo che compriamo tutto...tanto noi sempre testa giù e via a pagare...che coglioni che siamo...dimenticavo...l' aumento dell'assicurazione scolastica da 8 a 10 euro...a sputi in faccia ci dovremmo prendere

carmine n. Commentatore certificato 16.09.14 19:52| 
 |
Rispondi al commento

NELLA SCUOLA ELEMENTARE E ALLE MEDIE DOVE VANNO I NOSTRI FIGLI E'PRASSI CHIEDERE UN CONTRIBUTO DI 20 EURO AD ALUNNO PER IL MATERIALE SCOLASTICO,IO PER PRINCIPIO NON L'HO DATO.TUTTO A ROMA IN ALTO I CUORI.

Mario Pimazzoni 16.09.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sapete o no che siamo il terzo mondo.
Presto, crollate le scuole, si fara' lezione in capanne nei pochi giardinetti rimasti.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 16.09.14 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Cmque..anke a messina i bambini portano dacasa le carta igienica ...fino l anno scorso. .e pure acqua..xke l acqua a scuola nn sn potabile

peter paul maranon 16.09.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento

E noi alla scuola elementare Montarsiccio di Roma Ottavia sono ben 8 anni che portiamo da casa la carta igienica e ciò sembra anche normale oramai.....

Luigi Di Martino 16.09.14 18:21| 
 |
Rispondi al commento

FANNO TANTO LE COMMEDIE A SCUOLA,QUANDO MANCA L'ESSENZIALE,E' SEMPLICEMENTE "RIDICOLO" IL GOVERNO DI RENZI

alvise fossa 16.09.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia scuola in provincia di Salerno il problema della carta igienica non si registra. Sifa semplicemente finta che questi tipi di presidi non esistano!!!!!

Giovanni Antonio Silverio 16.09.14 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Anche a Bologna funziona così. .....addirittura non chiedono la carta igienica ma le salviette biodegradabili

Mirco Franchi 16.09.14 16:41| 
 |
Rispondi al commento

L'ABBRACCIO DEL GOVERNO AI BAMBINI DELLE SCUOLE ?

NON ERA MEGLIO PORTARE DELLA CARTA IGIENICA !!

Certo che era meno chic, ma più UTILE: soprattutto perché usandola, i ragazzi, si sarebbero ricordati del governo.

giordano 16.09.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche ad Aradeo(Lecce)ci hanno fatto la lista delle cose da comprare.tra cui carta igien CART assordente e varie cose..che vergogna.

arcadio tundo 16.09.14 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che paghiamo 5 euro al mese a bambino al plesso Baiocco 85 Roma per il fondo cassa che serve per la carta igienica sapone tornerà x le fotocopie che la scuola che si fa pagare 20 cent a copia che dire ci sta solo bene perché tanto blateriamo in mille discorsi ma non reagiamo .

Maria beatrice dedoni 16.09.14 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve non mi stupisce la notizia abito in Alessandria con las mia famiglia e mia figlia ecc.. hanno sempre dovuto portare carta igienica tovaglioli di carta e persino fare la colletta x pagare le fotocopie altrimenti dovevano pagare le maestre di tasca loro... Mia figlia quest'anno fa' la quarta elementare l'anno scorso il sottoscritto Vitale Francesco Paolo ed altri volontari genitori siamo dovuti andare ad imbiancare atrio e classi x fare andare i nostri figli a scuola xche' le classi facevano veramente diciamo al paragone (stalle) e voglio fermarmi x il momento qui.... Scuole dell'obbligo ma noi non abbiamo nessun Diritto siamo in Italia

Francesco Paolo Vitale 16.09.14 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Perché nel mio paese quando mia figlia andava alla scuola materna circa 8 anni fa, noi non portavano acqua carta e rotoli di carta? Ed ora alle medie chi ha bisogno di 1 fotocopia durante le lezioni deve portarsi la carta da casa!!!

Anna rita 16.09.14 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che a Roma portiamo carta igienica, sapone, risme di carta. Noi genitori ripariamo i danni nelle classi come banchi rotti, porte delle aule rotte, pittura delle pareti ecc. Abbiamo istituito un fondo cassa per sopperire alla mancanza di tutto ciò. Il governo preferisce daer i soldi alle scuole private....!!!!

Paola Inghirami 16.09.14 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Di queste cose in TV o nei giornali non se ne parla ma, io son di Forlì e succede la stessa cosa alle elementari, e addirittura nella materna che pur pagando rette alte, se si vuol far pulire il naso a tuo figlio i fazzoletti te li devi portare da casa!!!

daniele giorgini 16.09.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sembra una cosa nuova che si porti la carta igienica a scuola, per mio figlio ci pensavo io con la rappresentante di classe a comprarla come il sapone del resto è la carta per asciugarsi le mani...niente di nuovo mi sembra ,

Francesca Rampa 16.09.14 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
Io non mi stupisco di quanto scritto in questo bell'articolo, visto che fin dalla scuola materna io come gli altri genitori dobbiamo portare a scuola carta igienica e sapone.
Se non fosse abbastanza, abbiamo creato un fondo cassa per gli acquisti dei beni di prima necessità.
Scrivo da Monza, capoluogo della Brianza, ma mi sembra davvero di essere in un paese sottosviluppato.
Se non abbiamo un euro per l'istruzione, dove possiamo andare a finire?
Viva l'Italia!!!

Alberto Alberti 16.09.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori