Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#CoeRenzie: quando Renzie difendeva l'articolo 18

  • 29


renzie_articolo18_santoro.jpg

Renzie da paladino dell'articolo 18 è diventato improvvisamente ultraberlusconiano, tanto da guadagnarsi il plauso nientepopodimeno che di Brunetta. Cosa è successo? Chi ha votato pd nel 2013 sapeva che l'unica misura per il lavoro proposta dal loro partito sarebbe stata la "rimodulazione" dell'articolo 18? E i precari? E l'IRAP? E la tassazione al 44%? Perché togliere una garanzia al lavoratore che pesa sulle aziende senza dare alla persona un sostegno (presente in tutta Europa a parte Italia e Grecia) come il reddito di cittadinanza? Quando è avvenuta la giravolta di Renzie? Al buio del Nazareno?

"Ospite di Michele Santoro nell'aprile del 2012, incalzato sulla necessità di riformare lo Statuto dei lavoratori, Renzi disse: "In questo momento nel mio territorio ci sono almeno 3 crisi aziendali di aziende di 150 persone che hanno deciso dalla mattina alla sera di chiudere e di andarsene. L'articolo 18 per loro non è un problema e per quel lavoratore non è una sicurezza. Ho detto sull'articolo 18 e lo ripeto qui che non ho trovato un solo imprenditore, in tre anni che faccio il sindaco, che mi abbia detto: "Caro Renzi, io non lavoro a Firenze o in Italia, non porto i soldi, perché c'è l'articolo 18" Nessuno me l'ha detto. Non c'è un imprenditore che ponga l'articolo 18 come un problema. Perché, mi dicono, c'è un problema di burocrazia, di tasse, di giustizia, non dell'articolo 18. E non ho mai trovato neanche un ragazzo, precario, che mi abbia detto: "sogno l'articolo 18". Per quello che mi riguarda l'articolo 18 è un problema mediatico. E' un problema che si è posto soltanto nel dibattito mediatico." Leggi tutto su Tzetze

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

TUTTE LE INFORMAZIONI SU ITALIA 5 STELLE:
italia5stelle_.jpg

22 Set 2014, 11:00 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 29


Tags: articolo 18, Berlusconi, imprenditori, pmi, Renzie, Santoro, Servizio pubblico

Commenti

 

Una sola parola per definire questo personaggio: giullare.
Una sola soluzione per liberarsene: rivoluzione, modello francese con il cesto che raccoglie le teste.

Rocco Iavicoli 30.09.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Non ho più voglia di scrivere ho sempre più paura e solo scrivere non mi soddisfa

Itala S., Palermo Commentatore certificato 23.09.14 16:17| 
 |
Rispondi al commento

è allucinante come tutti vogliano trovare una soluzione ad una crisi togliendo l ultimo baluardo a difesa della gente perbene (art 18) io lavoro in una struttura convenzionata e il mio"padrone"si é inventato un suo contratto,basandosi sulla legge Poletti(credo che si chiami cosi il comunista di turno?)fa contratti determinati,della durata di 3anni,ma Diabolik lo modifica inserendo la formula partime,12 ore settimanali ma al dipendente gli viene dato un carico di lavoro di circa 40 settimanali e la differenza gli viene retribuita come indennizzo-carburante.Meditate gente finche ci sono questi sciacalli,qualsiasi legge verrà stravolta.Occorre un riscatto morale,siamo di fronte ad una crisi che va ben oltre a quella economica....io direi esistenziale!

GIOPO 23.09.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Una sola parola.... Buffone.
Una sola soluzione.... rivoluzione violenta.

Ci stanno prendendo x i fondelli ancora una volta era tutto già pattuito con Berlusconi.
Basta chi tra gli italiani è ancora disposto a volere questa gente al governo vuol dire che è colluso col sistema e ha molto da guadagnare dalla disperazione altrui quindi dovrà pagare..
Fatti e nn più parole

emanuele g., ancona Commentatore certificato 23.09.14 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Se non fosse per l'art. 18 io sarei disoccupato da almeno tre anni, se alzi la testa sei finito.

Se parli di sicurezza poi!!!

Poi molte "aziende" dalle mie parti si guardano bene dal andare oltre i 15 dipendenti, e li sai quanti abusi.

Bè cera da aspettarselo da Renzi è comandato a stecchetto da Berlusca.

rollers 22.09.14 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Che renzie è un voltagabbana e bugiardo mi sta bene, ma quella merda di Santoro perché non si fa sentire e lo sputtana.
Sono i giornalisti il problema.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 22.09.14 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Sentite napolitone come sbraita di Europa e futuro, pare mussolini!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 22.09.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Prima di parlare di art.18 ( che comunque è già stato modificato) bisogna studiare la storia del perché in Italia si è arrivati a dover scrivere una legge come lo Statuto dei Lavoratori.
La storia insegna...

alberto M., Scisciano Commentatore certificato 22.09.14 16:01| 
 |
Rispondi al commento

L'ALTRO GIORNO RENZI HA RINGRAZIATO I SENATORI PER AVER VOTATO UNA LEGGE.
MA IL SIGNOR STATESERENI, NON DOVEVA ABOLIRE IL SENATO???.

ORA LA CASTA DEL PD VUOLE FAR FUORI PURE RENZI. QUANDO UNO IN ITALIA VUOLE FARE QUALCOSA DI BUONO VIENE SUBITO SILURATO DALLA CASTA MALEDETTA...E BASTARDA.

BRUNETTA DICE : PRONTI ALLA FIDUCIA, MA POI È CRISI.

MA COME !!!. VOTI UNA FIDUCIA, PENSANDO GIÀ. DI METTERLA IN CRISI.
MI VERREBBE VOGLIA DI DIRE : MA ALLORA NON VOTARLA.

MA A CHE GIOCHI STIAMO GIOCANDO.

GIRA E RIGIRA LORO SONO SEMPRE LI CON TUTTI I PRIVILEGI.
NON HANNO CAMBIATO NIENTE SE NON AUMENTARE LE TASSE.

CHE SCHIFO. SONO UN BRANCO DI BASTARDI.

vaffan.... 22.09.14 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sinceramente me lo aspettavo.. Dopo tutto pd e LDL sostengono il sistema piu marcio in assoluto: il liberismo!

Eugenio Ciolli 22.09.14 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Questo scritto l'ho postato, appunto, nel 2012. Oggi, 2014, si parla ancora dell'Art. 18 :Il tuo commento:
"Questo bombardamento che ci stanno facendo sull'art. 18 (scusate il
termine, ma quando ce vuò ce vuò) è soltanto una gran MINCHIATA per
distrarci dai veri problemi che ci stanno facendo cadere sulla testa,
aggravando ancora di più la preesistente precaria situazione economica dei
meno abbienti. Nulla stanno facendo questi TECNICI del c.... per dare un
avvio al motore economico/finanziario indispensabile per dare respiro alle
aziende, la ripresa delle quali comporterebbe la creazione di posti di
lavoro. Ormai è stato detto anche da grandi economisti che se il cittadino
non ha la possibilità di spendere per mancanza di denaro tutto il sistema
entra in sofferenza, Se il sistema entra in sofferenza ci saranno
licenziamenti e così via, fino al collasso totale. Come si dice dalle mie
parti "'u saziu 'un criri o' riunu", che tradotto letteralmente significa:
"il sazio non crede a colui che digiuna". Come vogliamo che questi
politici, da anni sulla cresta dell'onda e, quindi, ormai abituati a
"mangiare" (e a rubare) a quattro palmenti, ed ora questi tecnici, già
ricchi per conto loro, si rendano conto delle sofferenze, delle difficoltà
dei poveri lavoratori? "

Anna Cereto, Misilmeri Commentatore certificato 22.09.14 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Con questi post a vostro modo fate manipolazione non informazione.
La gente si fossilizza su questo o quel governo.

Ma la cosa più intelligente da fare sarebbe far pensare ogni persona con la propria testa.

Quindi aprire la mente al mondo che ci stà ingoiando e fra un pò sputa pure le ossa

mario macrì, la loggia (to) Commentatore certificato 22.09.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

SchizoFrenzia...

Luigi P 22.09.14 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustissimo mettere in luce le contraddizioni e le infinite balle che Renzi ha raccontato e racconta ma, per favore, evitiamo di essere associati ai Landini o le Camusso di turno, i media di regime aspettano solo quello per associarci ai rottami del sindacato e agli pseudo-comunisti

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.09.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Un camaleonte è meno camaleontico di renzie.Vergognoso all'ennesima potenza.

Roberto Astro Commentatore certificato 22.09.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Cacchio è arrivata la ripresa...poi ho visto che erano sempre le 5 e mi son girato di la e ho ripreso sonno...fiuu...

Gabriele B., Lucca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.09.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo mi meraviglio di te continui a pompare le malefatte di questo governo.
Ma se ce ne fosse un altro sarebbe uguale.
Il problema non è il governo fantoccio di turno ma le multinazionali, le banche e in primis L' AMERIKA
Caro Beppe Grillo io ti stimo ma non distogliere l' attenzione sui veri problemi, se no sei come gli altri nonostante ti sforzi di essere diverso. Quello che fai tu è non rubare... MA NON BASTA BISOGNA USCIRE DALL ' EUROPA

Mario macrì 22.09.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Agorà sentito Buttiglione art 18.Sentito pure Ichino la Gabbia alrt 18.Questi personaggi che sono una vita in politica.Allora hanno pure loro art 18 visto che se ne vanno solamente o per aver rubato, o per vecchiaia.Ichino parlava degli imprenditori artigiani che a fine carriera no c'è nessuno che prende in mano queste aziende.Intanto cominciamo a chiarire le cose come stanno veramente.Idraulici elettricisti muratori ecc..... oggi stanno per chiudere.MOTIVO:Ci sono extracomunitari e comunitari che lavorano con fattura a 12 euro l'ora.Un artigiano con 3 o 4 dipendendi di certo non può lavorare con quelle cifre caro Ichino.Cominciamo come propone il M5S due legislature e poi ve ne tornate a casa tutti.Deputati consiglieri regionali sindaci ecc....SE tolgono art 18 i primi saranno i sindacalisti in fabbrica ad essere mandati a casa, poi saranno quelli di una certa età nelle catene di montaggio,pensando che le nuove leve per arrivare a maturare 40 anni di lavoro dovranno lavorare almeno fino a 70 anni.Chi ti tiene a quella età?.Adesso circola la voce pensioni.Ricordiamoci la Fornero.
Fornero: nessun rischio pensioni, la sostenibilita' c'e'
Ministro dopo l'allarme del super-Inps
Nessun rischio pensioni: è la "rassicurazione" del ministro Fornero, dopo l'allarme sul Super-Inps. Il disavanzo dell'Inpdap "é conosciuto dallo Stato, sarebbe stato coperto e sarà comunque coperto adesso". Il governo "ha cambiato le regole" e "le istituzioni internazionali certificano la sostenibilità dei conti".
Vi ricordate quella operazione costata miliardi a carico INPS.

Paolo.T Commentatore certificato 22.09.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo stare Renzi, che è un povero burattino che (molto ben pagato) fa "solo" quello che gli dicono. È dall 'alto che comandano.

Se non usciamo dall'Europa non ne usciamo vivi.... VEDI. TTIP.....

Mario macrì 22.09.14 12:53| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATE QUESTO VIDEO SULL 'ART 18
Ex Agente Dei Servizi Segreti Svela i Piani Degli…: http://youtu.be/YqozRtYcvtY

mario macrì, la loggia (to) Commentatore certificato 22.09.14 12:42| 
 |
Rispondi al commento

L'ARTICOLO 18 NON LO VOGLIONO, PER TOGLIERE IL DIRITTO DI SCIOPERO.

Ma chi non lo vuole è sopra al governo nazionale che deve ubbidire e renderci schiavi

SE NON RIBALTIAMO QUALSIASI GOVERNO ANDREMO SEMPRE PEGGIO.

AH POVERO ITALIOTA....

Mario macrì 22.09.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento

È un pinocchio ma questo si sapeva già, degno compare del suo amico Berlusconi.

Baby F., Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 22.09.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

E' SEMPRE IL SOLITO

angelo b., torino Commentatore certificato 22.09.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Dov'è la novità?! #art18staisereno!

Ale 22.09.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

santoro dovrebbe richiamare il sostenitore del pd , lavoratore delle acciaierie di piombino per chiedergli come la pensa ora senza fare comizi come fece a maggio su l'art 18.santoro e tu cosa dici parlerai dell'art 18 se si applichera' agli statali , oppure come hai detto tu una volta ma cosi' aumenta la disoccupazione, certo funziona tanto bene la pubblica amministrazione perche' licenziare?

birimbi 22.09.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

L'ENNESIMA BALLA DI RENZI

alvise fossa 22.09.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Dove sarebbe la novità ? Di esempi che vedono il Renzie, dichiarare una cosa e poi, fare l'esatto contrario, ce ne sono a centinaia ! Nulla di cio' che diceva è rimasto tale !

Rudy Pontrandolfo 22.09.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori