Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fabbriche cimitero

  • 468


morti_lavoro14.jpg

Per eliminare il problema della disoccupazione e della mancanza di lavoro, il governo ce la sta mettendo tutta. La soluzione è semplice, è sufficiente eliminare i lavoratori. In questi giorni il bollettino delle morti sul lavoro (chiamiamole omicidi annunciati per mancanza di applicazione delle norme di sicurezza) è diventato un bollettino di guerra. E' uno dei pochi successi di Renzie, un bel +7.1% di morti rispetto all'analogo periodo del 2013. 489 morti ad oggi e lui pensa all'abolizione dell'articolo 18... Fabbriche trasformate in cimiteri, diritti in carta straccia. Evviva i salottini buoni e i consulenti alla Marchionne e alla sinistra che la trionferà.

Due operai morti nel Cremonese
Torino, otto morti sul lavoro in una sola settimana
Rovigo: quattro operai muoiono intossicati da sostanze chimiche
Crolla un capannone, due operai morti a Ravenna
Statistiche

28 settembre: sono 489 i morti per infortuni sui luoghi di lavoro dall'inizio dell'anno +7,1 % rispetto allo stesso giorno del 2013. Se si aggiungono i "diversamente assicurati" che non appaiono mai nelle statistiche delle morti sul lavoro, tra questi i morti sulle strade, in itinere e di categorie con assicurazioni proprie, diverse dall'INAIL, pensiamo si superano complessivamente i 1.000 morti (stima minima), ma per molte ragioni è impossibile avere un numero certo di vittime sulle strade, soprattutto di lavoratori con partita IVA individuale che muoiono sulle strade e che sono classificati come "morti per incidenti stradali", mentre invece stavano lavorando o erano in itinere. Ma le morti sui luoghi di lavoro che segnaliamo sono tutte documentate.

MORTI SUI LUOGHI DI LAVORO NELLE PROVINCE ITALIANE (vanno almeno raddoppiati se si aggiungono i morti sulle strade e in itinere)

Valle d'Aosta (1 morto) Aosta 1. Piemonte (40 morti) Torino 16, Alessandria 8, Asti 2, Biella 0, Cuneo 10, Novara 3, Verbano-Cusio-Ossola 1, Vercelli. Liguria (8 morti) Genova 5, Imperia 0, La Spezia 1, Savona 1. Lombardia (52 morti) Milano 6, Bergamo 5, Brescia 8, Como 0, Cremona 6, Lecco 0, Lodi 2, Mantova 8, Monza 2, Brianza 1, Pavia 8, Sondrio 2, Varese 4. Trentino-Alto Adige (16 morti) Trento 4, Bolzano 12. Veneto (46 morti) Venezia 9, Belluno 3, Padova‎ 3, Rovigo 4, Treviso 5, Verona 12, Vicenza 7. Friuli-Venezia Giulia (6 morti) Trieste 1, Gorizia 0, Pordenone 2, Udine 3. Emilia-Romagna (43 morti)Bologna 4. Forlì-Cesena 6, Ferrara 6, Modena 5, Parma 7, Piacenza 4, Ravenna 8, Reggio Emilia 2, Rimini 1.Toscana (21 morti) Firenze 2, Arezzo 6, Grosseto 1, Livorno 1, Lucca 2, Massa Carrara 1, Pisa 6, Pistoia 1, Prato 0, Siena 0. Umbria (13 morti) Perugia 8, Terni 5. Marche (15 morti)Ancona 1, Ascoli Piceno 5 (compresi i 4 piloti del Tornado), Fermo 3, Macerata 2, Pesaro-Urbino 3. Lazio (36 morti) Roma 15, Frosinone 3, Latina 4, Rieti 6, Viterbo 8. Abruzzo (22 morti) L'Aquila 7, Chieti 8, Pescara 1, Teramo 6. Molise (7 morti) Campobasso 3, Isernia 4. Campania (31 morti) Napoli 9, Avellino 5, Benevento 4, Caserta 4, Salerno 9. Puglia (30 morti) Bari 13, Brindisi 0, Foggia 3, Lecce 8, Taranto 4. Basilicata (5 morti) Potenza 4, Matera 1. Calabria (14 morti) Catanzaro 3, Cosenza 4, Crotone 1, Reggio Calabria 1, Vibo Valentia 5. Sicilia (36 morti) Palermo 11, Agrigento 4, Caltanissetta 5, Catania 3, Enna 2, Messina 3, Ragusa 1, Siracusa 4, Trapani 3. Sardegna (11 morti) Cagliari 2, Carbonia-Iglesias 2, Medio Campidano 1, Nuoro 2, Ogliastra 1, Olbia-Tempio 0, Oristano 3, Sassari 0.

Quando leggete questa terribile sequenza ricordatevi sempre che se si aggiungono anche i morti sulle strade e in itinere i morti sul lavoro sono almeno il doppio e tante vittime sulle strade muoiono per turni dove si dovrebbe dormire, per orari prolungati e stanchezza accumulata, per lunghi percorsi per andare e tornare dal lavoro. Non sono segnalati a carico delle province le morti di autotrasportatori sulle autostrade.

Categorie con più morti sul lavoro: Agricoltura 42% sul totale, con il 68% di queste morti causate dal trattore . Edilizia 23,6%. Industria 9,2. Autotrasporto 6,2%. Il 29% di tutti i morti sui luoghi di lavoro ha oltre 60 anni. l'11,25% sono stranieri. Il 50% di tutte le morti sui luoghi di lavoro sono concentrate in 5 regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio.

(fonte: http://cadutisullavoro.blogspot.it/)

28 Set 2014, 12:00 | Scrivi | Commenti (468) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 468


Tags: articolo 18, lavoro, marchionne, morti bianche, renzi

Commenti

 

http://www.rassegna.it/articoli/2014/10/03/114999/losservatorio-morti-sul-lavoro-chiude-per-indifferenza.
Mandiamo il PD all'opposizine in Emilia Romagna con una grande alleanza di chi ha ancora a cuore le sorti dei lavoratori e contro l'abolizione dell'articolo 18. carlo Soricelli

carlo soricelli 05.10.14 07:24| 
 |
Rispondi al commento

Se una ditta grossa ha difficoltà a fare valere le sue ragioni, come puoi chiedere a un artigiano, che adesso è solo, se viene esteso l'art.18 a tutti, che assuma dipendenti?


Anzichè preoccuparsi della crescente insicurezza sul posto di lavoro (489 lavoratori uccisi nel 2014, un trend in aumento rispetto al 2013, diversamente dal PIL) Renzi corre in America per rassicurare JP Morgan e Goldman Sachs che anche gli ultimi barlumi dei diritti dei lavoratori sono in via di soppressione grazie al JOB ACTS . Il neoducetto del PD è così ligio con le banche USA da farsi dettare perfino la formuletta inglese delle sue riforme del lavoro!

alessandro cimino 30.09.14 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Questo succede sia per mancanza di cultura, quella della sicurezza che è più trattata come una seccatura o come qualcosa di trascurabile, sia perché a lavorare oggi è aver concesso e ricevuto un privilegio anziché un diritto; quindi questo è un risultato che cade su entrambe le parti, datore e lavoratore, e di cui il governo dovrebbe prendersi carico come invece non fa, distolto da altro, distolto da troppo, niente di utile.
Sono morti bianche. Morti che non hanno ragione di essere in un Paese civile, preparato, capace di tenere testa alle esigenze che un posto di lavoro richiede e ai controlli che ogni singola situazione pretende; eppure ci sono e aumentano persino, una regressione che pesa e ingrandisce come una montagna da incubo che il tempo non riesce a smussare e che grava su chi perde dei cari a cui invece il tempo imputa un memento a cui non viene dato ascolto e che dovrebbe accollarsi qualcun altro, immagine di un'istituzione spesso abbastanza lontana da non lasciare l'impressione di quella presenza necessaria e dovuta, che avrebbe il compito di insegnare e di osservare. Sono morti bianche. In un'Italia dove il lavoro va scomparendo e le morti sul lavoro in aumento, mi chiedo quali sono quelle coscienze che, fatto tutto il possibile, possono dirsi bianche; soprattutto mi chiedo quali quelle coscienze che consapevoli, decidono finalmente di fare qualcosa.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 30.09.14 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Questa non e nuova....e non e ignoranza

savri 29.09.14 21:29| 
 |
Rispondi al commento

No,non posso credere che la situazione è molto preoccupante perché gli italiani sono i prediletti del vero Dio gestito dai padroni del mondo,abbiamo banche solidissime,la miglior Casta politica al mondo che tutela gli interessi dei padroni della ex Nazione Italia,le miglior aziende americanizzate con Mamma Fiat,Eni,Alitalia,ecc., le grandi opere e l'Expo che trainerà l'economia del Paradiso UE.Inoltre con le zanzioni contro la Russia e la guerra contro il Mostro nato e cresciuto per colpa delle guerre mascherate,non può andare male l'economia.Inoltre hanno i pozzi dell'Iraq-Libia,gli albanesi,Romeni e Zingari che protetti vengono usati dai gestori del denaro per incassare con le minacce e persecuzioni assegni e crediti dei prestasoldi e assegni di fatturazioni di comodo,infatti le denunce non servono a nulla,basta provare a chiamare i C.C. nel momento del bisogno.Gli unici che vanno male e stanno crepando nella disperazione sono i cretini come me che hanno creduto in un Dio immaginario o nei vari credo illusori.Infatti si è realizzato tutto quanto dettomi sul finire degli anni 80 e confermatomi da un magistrato che mi aveva dato del cretino nel 93."L'Italia è il Centro della Globalizzazione,indispensabile per tenere in piedi la suddita Guerrafondaia Burocratica UE e la Ex Potenza Russa messa in un angolo a ululare alla luna come un lupo disperato".Se l'Italia fosse stata in crisi,i politici non avrebbero fatto le guerre mascherate e avrebbero dimezzato i parlamentari-senatori-le Faraoniche Pensioni-gli Stipendi pagati a peso Doro,avrebbero soppresso le province senza miracolo,gli enti inutili e le miriadi di municipalizzate create per sistemare la famiglia,ecc.Comunque il popolo deve stare sereno perché le aziende avranno sbocco nel florido mercato Ucraino,visto che il FMI-BCE-ONU-UE hanno aperto i forzieri per sostenerla nella guerra contro la Russia sconfiggendola.

agostino nigretti 29.09.14 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente non bisogna guardare ne su certi canali, ne certi programmi.. Come ho fatto io. Certa monnezza non va guardata e se non si guarda non esiste.. I giornalisti della rai e Mediaset sono corrotti e collusi.. NON GUARDATELI E VIVRETE PIU'. SERENI. Attingete per le vostre notizie da altre fonti più sincere.. Semplice no....

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 29.09.14 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Prima di aboilire l' art.18 il Governo dovrebbe anche ricordarsi di mandare delle ispezioni severe e rigorose nelle aziende pubbliche,negli enti statali,nei comuni,nelle provincie,nelle regioni e via dicendo per controllare se veramente chi ha timbrato il cartellino è fisicamente sul posto di lavoro e licenziarlo in tronco con giusta causa oltre che la denuncia penale per furto se non è presente perchè ruba lo stipendio e crea danno alla società.
Prima di abolire l' art.18 il Governo dovrebbe anche ricordarsi di fissare i tetti minimi e massimi salariali garantiti per tutti sia per chi lavora sia per chi è in pensione con efficacia retroattiva altrimenti non ci saranno mai le risorse per far fronte alla crisi che ci attanaglia ormai da anni e in Europa andiamo solo a fare chiacchere alle quali non crede più nessuno con le conseguenze che questo comporta per la nostra economia.
Bisogna fare le riforme e bisogna farle in fretta senza guardare in faccia a nessuno ma vanno fatte con spirito di giustizia e equità che forse manca già da troppo tempo.

ANTONIO 29.09.14 17:51| 
 |
Rispondi al commento

cosa ne dite del comizio tenuto ieri sera su rai 3 da renzusconi con la connivenza del fazioso fazio?E' stata un'intervista o un monologo senza interruzioni di sorta se non per incensarlo. Bravo fazio ti sei garantito il posto di lavoro con o senza articolo 18.

renier giorgio 29.09.14 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando, continuate a sparare numeri a caso, tanto la ggente non ha tempo di andare a verificare.
I dati INAIL riferiti al periodo gennaio-luglio 2014 parlano di una diminuzione del 2,5% dei morti sul lavoro rispetto al 2013.
Vergognatevi.

Giacomo Dimaggio 29.09.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio tranquillizzare tutti coloro che hanno votato Renzi.
Vincenzo Sando No! Votando Renzi non hai preso un abbaglio è che forse non conoscevi il diciassettesimo canto dell'inferno,dove il sommo poeta anticipa i nostri tempi, per cui mi permetto di scriverlo: " ECCO LA FIERA CON LA CODA AGUZZA,---- CHE PASSA I MONTI E ROMPE I MURI E L'ARMI ! ECCO COLEI CHE TUTTO ' I MONDO APPUZZA! lA BESTIA ,CIOE' GERIONE SI PRESENTA CON LA FACCIA DI UOMO GIUSTO--" TANTO BENIGNA AVEA DI FUOR LA PELLE" SIGNIFICA CHE LA FRODE SI MANIFESTA CON SEMBIANZE NORMALI E INNOCUE. Quindi, stai sereno che non hai nessuna colpa.

vincenzo s., lamezia terme Commentatore certificato 29.09.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=ZromQvtZzk8

Aggiungerei…. Dove sono tutti quelli che ci hanno creduto, hanno dato tutto di sé stessi, per un lavoro, per un’impresa, per posti di lavoro, cancellati poi dal cinismo di politicanti, eredi del gatto e la volpe. Però Noi si muore con la convinzione di un’evoluzione in atto. Loro… sempre gatto e volpe resteranno.

Lone Wolf Commentatore certificato 29.09.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento

X LALLA AREZZO

paolobarnard.info

Cara Lalletta,
ti lamenti tanto per Paolo Barnard, ma come ha agito il blog con me e con quelli che come me esprimevano un PENSIERO LIBERO?
CENSURA!!!
Per poter comunicare con il blog ho dovuto creare nuovi account.
Bene, Lalletta, continua a vivere i tuoi giorni da PECORA, a me non importa visto che
DEMOCRATICAMENTE COMANDANO LORO!
Ros

PS- Non rispenderò a probabili commenti

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 29.09.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

premettendo che trovo assurdo non poter licenziare liberamente ( se tu operaio fai il tuo dovere io ho tutto l' interesse a tenerti )diciamo che i morti x lavoro, in mancanza di applicazione delle norme di sicurezza , vengono tutti dalla pressione fiscale folle .
se poi oltre alla pressione fiscale folle mi trovo a dover mantenere 10 fannulloni su 50 dipendenti perchè non posso licenziare come posso fare a mantenere un livello di sicurezza alto ( alta sicurezza=alti costi ) ?
o si abbassa la pressione fiscale o si licenziano i 10 fannulloni e con quei soldi salvo la vita agli altri 40 .
detto terra terra.....

italia senza speranza.

dario a., brescia Commentatore certificato 29.09.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

??

dove è finito
il nuovo post
sull'estinzione dei giornali??

misteri del blog :)

Path Walker Commentatore certificato 29.09.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mago Silvan è diventato collaboratore dei gestori?
Ci sono post che compaiono e scompaiono, come per magia!

maghi e magheggi 29.09.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

OGGI 29 SETTEMBRE E IL COMPLEANNO DI GARGAMELLA E DEL PREGIUDICATO GIORNO DI DISGRAZIA PER GLI ITALIANI ONESTI.....DEI NOSTRI POLITICI LADRONI NON MUORE MAI NESSUNO PERO! D'ALTRONDE C'E' IL DETTO : ERBA CATTIVA NON MUORE MAI !!!!!

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 29.09.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Per l’art. 18 c’è anche questo
sulla sostituzione di di falco

aah ?! ... il signor De falco, quel tale che stava seduto in ufficio e, sapendo che la sua telefonata era registrata, ordinava allo sfortunato capitano Schettino di tornare sulla nave a dirigere le operazioni di salvataggio ?
si ? proprio lui ? e voi lo conoscete ?
allora dite al sig. Di Falco che tra lui e lo sfortunato capitano della Concordia non c'è nessuna differenza: uno va a sbattere e l'altro ordina a chi ha appena commesso un simile errore di continuare a comandare la nave.
non lo sa il sig. Di falco che chi sbaglia lo fa perché non è più in grado di dirigere nulla, e che per coprire il proprio errore tende a commetterne altri più gravi e irreparabili ?

il suo dovere era di dire al cap. Schettino: "capitano , mi passi il suo secondo che lei è esautorato dal comando, e d'ora in poi si attenga a non eseguire più il comando della nave e ad ubbidire alle disposizioni che le darà il suo capitano in seconda al quale affido il commando della nave"

invece noi siamo tutti condotti dai signori della tv, con la quale fanno i soldi accalappiando i più fessi ascoltatori con notizie date ad arte, e con frasi fatte del tipo: "il capitano deve essere l'ultimo ad abbandonare la nave"

sì se la nave viene attaccata da pirati, ma se il capitano è andato a sbattere è da sostituire immediatamente

ma con questo, loro, quelli della tv, avrebbero finito di mangiare
l'Italia va male solo perché ci sono tanti fessi che ascoltano

Alberto Ragazzi 29.09.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei essere disumano..........ma mi piacerebbe sapere cosa hanno votato alle ultime elezioni quei morti.
Certo che se continuano a dare il 41% a Fonzie altro che morti....sarà una strage.

NOVECENTO SULL'OCEANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.09.14 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che l'esistenza stessa dei padroni spazzi via la possibilità della dignità del lavoro, eccezion fatta per brevi (storicamente) stagioni di espansione, in cui abbondano le briciole da gettare sotto il tavolo. Poi...ti riprendono le misure, come sta accadendo oggi.

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.14 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci resta che piangere.

Maurizio Geraci , Brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.14 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Chi dice che l'articolo 18 non serve a niente non ha mai lavorato come dipendente. L'articolo 18 protegge anche contro le morti sul lavor e lo dico io che sono sei anni che monitoro le morti sul lavoro. Dov'è presente il sindacato le morti sono quasi inesistenti, mentre in questi anni di liberismo selvaggio sono aumentati in modo esponenziale tra i precari, partite IVA e in nero. Tra questi lavoratori che non possono contestare niente altrimenti vengono licenziati. Poi hanno fatto gravi errori e sono il primo a dirlo. Eliminarlo in tutti i luoghi di lavoro e anche a tutti i neo assunti li poterà all'inferno quando lavorano e ci resteranno per tutta la vita lavoratoiva. I dati raccolti dove attestano quello che scrivo sono a dipsosizione con chiunque per un confronto. carlo Soricelli curatore dell'Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoroo

carlo soricelli 29.09.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo parlando di Vite. La vita umana ha bisogno di rispetto e dignità,
prima in vita e  poi nella morte. La dignità ed il rispetto sono elementi
fondamentali del/nel lavoro (per chi c'é l'ha).
La responsabilità della vita degli altri e personale nell'ambiente
lavorativo, sta a tutti, padroni, responsabili della sicurezza ed agli operai e
nessuno può voltarsi altrove per esprimersi a fatti accaduti. Per primo lo
stato, che si è dimostrato inconcludente nelle normative, “pesanti o
leggere” a seconda dell'umore-convenienza, se non compiacente per le singole
responsabilità di controllo, per altro demandate anche alle ditte (controllori-controllati). Un
fattore non secondario è il precariato: oggi muratore, domani altro.
Nessuna specificità acquisita “sul campo” per mancanza di tempo-lavoro-contratto e del
bisogno di vivere, da non imputare al lavoratore. Le formule
contrattuali aleatorie, abusate, anche come proseguo e integro dello studio, nella
piena coscienza di chi le ha emanate e le impiega, sono la summa, il cui apice è elaborato oggi in una segreteria politica, non dal parlamento, che ratifica e basta. Bene a
fatto il Parroco a citare nell'omelia come responsabili i politici, non la
politica, perché è l'uomo politico il consapevole di quel che fa, o fa finta a non
vedere. "

f.d. 29.09.14 12:00| 
 |
Rispondi al commento

paolobarnard.info

Cazzo, la schermata del mio Banconat Unicredit dice “carta priva di disponibilità”. La pagina di homebanking del mio conto registra 12 euro di attivo. Ho 56 anni, una madre di 90 con badante da mantenere, nessuno mi pagherà mai più per il mio giornalismo (sto sul cazzo a tutti), e per partecipare a La Gabbia spendo di tasca mia una media di 50 euro a puntata, il loro compenso è zero (0).


Dopo aver regalato in 8 anni quasi 200.000 euro di beneficienza, e dopo che la Gabanelli mi ha tolto il reddito per compiacere ai dirigenti RAI (stavo sul cazzo a tutti), ora sono messo così. E pensare che mi occupo di economia.

Oggi domenica 28 settembre mi avete visto in diretta a La Gabbia perché ho chiesto 50 euro in prestito a una persona.

Tutti i Giornalisti dovrebbero essere come me. Sono i giornalisti quelli che guadagnano.

(non mettetevi a fare raccolte fondi per me, ve le rispedisco indietro con un calcio in culo, il messaggio è un altro)

Paolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=948

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.09.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Blog, la sapete l’ultima sull’acqua del veneto ! alla faccia dei referendum, hanno creato una società con il nome veneto acque SPA e che cosa fanno, acquistano una valanga di auto tutte nuove della fiat, con in cambio una considerevole aumento della bolletta dell’acqua, e io pago.

Roberto Santi 29.09.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Ttip, la resa dell’Europa agli Usa
http://nblo.gs/10hlSa
Anna Lombroso per il Simplicissimus Mentre ne alzavano le sbarre, nessuno pudicamente ne parlava, adesso che la costruzione è quasi terminata viene propagandata con gran pompa tramite quelle vergognose “bugie progresso” delle quali ieri ha scritto il Simplicissimus a proposito dei fallaci benefici e

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.09.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Per rimettere in moto l' economia e quindi di conseguenza creare lavoro bisogna mettere i soldi in tasca agli italiani alla massa non hai pochi furbi che li portano fuori dall' Italia come quel delinquente di Marchionne.
Il Governo deve fissare subito tetti salariali mninimi e massimi sia per le pensioni sia per chi è nel mondo del lavoro non è più assolutamente possibile dare a manager,funzionari,impiegati i soldi che fino adesso hanno rubato.
Bisogna togliere vitalizi,gettoni,pensioni d' oro e puttanate varie e mandare la gente in pensione a 58 anni con una pensione minima che consenta di vivere degnamente a tutti e togliere le pensioni a chi non ha mai lavorato in vita sua.
Dopo fatto tutto questo si può parlare di abolire l' art.18 che nel caso tutela proprio le fasce di lavoaratori più deboli quelli che lavorano veramente e che hanno sudato il posto di lavoro perchè non sono andati a lavorare con spinte,spintarelle,raccomandazioni e tutte le puttanate possibili e immaginabili che la politica a creato.
I politici di qualunque colore hanno riempito di questi individui aziende,ministeri,parlamenti e uffici di qualunque settore per garantirsi la rielezione un serbatoio di voti da attingere in qualunque momento chi deve andare a casa sono proprio questi fannulloni che gli italiani che lavorano veramente non possono più permettersi di mantenere.

ANTONIO 29.09.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

......e quanti decessi di politici ci sono stati in piu' rispetto al 2013??

Simone M., Bologna Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 29.09.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

la precarizzazione del lavoro aumenterà ancora di più il fenomeno infortunistico , in un Paese come l'Italia , in cui evadere le Leggi è quasi la regola ,anche le Leggi sulla sicurezza, che già ora valgono appieno solo per le grandi aziende statali e parastatali e qualche azienda illuminata, saranno progressivamente ridotte ai minimi termini, anzi già la sono . Si respira già nell'aria la ventata di qualunquismo di sinistra menefreghista.

Mario t., milano Commentatore certificato 29.09.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ridono,
del potere, i volti,
le mani si stringono,
disinvolti.
Paradisi e inferni
Decidono, padreterni,
la stilo,
punta d’oro nel taschino.
Lo sanno,
quante vite in protocollo,
statistiche dell’anno,
al segretario il bollo.
E ridono,
su scale di marmo.
Uccidono,
per “il disarmo”.
Tomba e croce,
epitaffio senza voce.
Morte di protocollo…
Segretario? Il bollo.

Lone Wolf Commentatore certificato 29.09.14 11:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Coscienze in rete

Dice di non essere una marionetta. Oh, se lo dice lui, bisogna credergli, no? Bisogna proprio? Riguardiamoci un attimo chi c'è nel suo staff, che magari a qualcuno è passato di mente, in questi mesi....

Leggi: http://coscienzeinrete.net/politica/item/1795-ecco-chi-si-nasconde-nell-ombra-di-renzi

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.09.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Vado fuori tema.Ieri alle primarie del P.D in Emilia dove vivo l'affluenza è calata dell'85%.Ma la cosa che mi fà più rabbia che tutte le volte che il P.D è in difficoltà ,il M5Stelle non è da meno.Mi sono rotto i coglioni di queste lotte interne tra De Franceschi Bugani Ecc.Ecc.Una terra l'Emilia dove si può dire è nato il Movimento.Adesso basta ci sono delle regole punto.Chi è indagato non si candida,ciò non vuol dire che deve uscire dal Movimento.Se questo non avviene vuol dire che ci si comporta come tutti gli altri Partiti,Narcisismo e poltrone.E non vorrei mandarvi a fanculo in un momento dove per il M5Stelle si aprono praterie,che per colpa di questi mongoli mandano tutto all'aria. Un elettore e iscritto al M5Stelle

liuzzi.nicola 29.09.14 11:20| 
 |
Rispondi al commento

qui accanto si parla dei ritrovamenti di fosse comuni causate da truppe di Kiev: la propaganda filo occidentale, di quel Occidente che ha sostenuto il rovesciamento di un governo regolarmente eletto, come per altro in Libia, in Egitto, e presto in Siria, ma anche in Afganistan, in Iraq e vorrebbe anche in Iran, di quell'Occidente che con la Bibbia in mano e con le parole biforcute di democrazia e libertá sulle labbra, prevarica manipola, bombarda, ben si guarda dal diffondere questa notizia anzi ne gestisce la lenta soffocazione in modo discreto e soffuso; l'esatto contrario delle "atrocitá" commesse dai separatisti ucraini, che sono indicati come "terroristi" e non come giustamente dovrebbero essere chiamati e cioé difensori del loro diritto di non essere per forza asserviti al mondo occidentale ed al volere fazioso di Kiev al loro diritto cioé al mantenimento della situazione giuridica faticosamente raggiunta prima della rivoluzione ucraina sobillata da USA e co.
Veramente vergonoso, ma le menti libere sono sempre di piú e non verranno cancellate!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento

viviana vi mi hai risposto:
“quanto ci scommettiamo che la ragazza dell'edicola cercherà aiuto in un parente (100% dei casi) o che se proprio messa alle strette prenderà un precario?”
1 )Premesso che vorrei la risposta alla mio semplice quesito fatto alle 18:07, dove ti sei sbrigata dandomi del deficiente, ringraziandoti,

tu vuoi che sia eliminata la differenza tra ditte sopra/sotto 15 dipendenti, e sia esteso l'art.18 a tutti, compreso i dipendenti di sindacati, la chiesa e i partiti politici, dico io. Naturalmente il dipendente statale fisso è sopra a questa disputa, e impossibile in pratica da licenziare, anche perchè, spesso i dirigenti della PA sono scoglionati. Minimo.

2) Tornando alla tuo commento, chi dice che i parenti del datore di lavoro siano più cattivi dei parenti, degli amici del dipendente?
E poi nella tua realtà non ci sono i precari.

Secondo te i cattivi sono i datori di lavoro=padroni=capitalisti=ricchi e i buoni sono i dipendenti=sfruttati.

3) Perchè non fai una cosa; fa una ditta, diventa ricca, ricchissima, e assumi tantissimi dipendenti. O fai l'inverso, quello che vuoi.
E' tanto semplice.
4) Fammi sapere, perchè la faccio aprire anche a mia moglie una ditta come la fai tu. Io no perchè sono deficiente, e la mia ( piccolissima) ditta l'avevo aperta, e dopo 5 anni ho assunto persone...
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 29.09.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

collegare l'articolo 18 ai morti , non ha senso
questa è una dell prime volte che non mi trovi d'accordo
e l'articolo 18 va abolito secondo me , in contropartita devono sparire tutti qui contratti del cavolo co co co ,e tc. ,se si fa così non esisteranno i lavoratori di serie A e di serie B
si può divorziare , non capisco perché un imprenditore è per sempre , questo è una di quelle cose che vanno messe a votazione sul web -- saluti

spartacus 29.09.14 10:51| 
 |
Rispondi al commento

GNE..GNE..GNE..."MI VOGLIONO MANDARE VIA"
Piangi bello che la mamma ha fatto i gnocchi!
Vai dal Re e senti quello che ti ordina.
Suvvia cerca di stare dentro i parametri che ti ha dato giorgio!
E non rompere,tanto guarda che hanno già il sostituto!
Sbrigati vai perchè, se finisce la legislatura, non possono nominare il sostituto!
★★★★★ ^:^

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.09.14 10:38| 
 |
Rispondi al commento

faccio notare che chi resta senza lavoro, ed è costretto a fare lavori e lavoretti in nero per sopravvivere e mantenere la famiglia, di sicuro non ha nessuna tutela in merito alla sicurezza e se si fa male quando si reca al pronto soccorso deve pure raccontare delle fandonie, quindi queste percentuali in merito agli infortuni sul lavoro sono sicuramente da aumentare.
Come ha fatto renzi ad ottenere una percentuale del genere alle europee?? penso a brogli elettorali visto che sono i poteri forti ad averlo messo lì.

un'arrabbiata 29.09.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Taglia i pomeriggi d'inverno
una certa obliquità di luce
che grava con la stessa pesantezza
delle note in una cattedrale.

Celestialmente ci ferisce,
cicatrici non se ne trovano,
solo un interiore disappunto
dove risiedono i significati, c'è.

Nessuno può insegnarlo - quasi -
è un sigillo disperato,
una imperiale afflizione
che ci elargisce l'aria.

Quando viene il paesaggio sta in ascolto,
le ombre trattengono il respiro,
quando va via è come la lontananza
sul sembiante della morte.
---------------
Emily Dickinson

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.14 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I dati sono reali ma attribuire la colpa delle morti sul lavoro a Renzi è SURREALE. Andiamoci piano con certi Post illogici che si ritorcono contro il Movimento 5 Stelle.
Staff comunicazione inadeguato? Non credo, qui siamo davanti ad una strategia di comunicazione che abbraccia temi perdenti e già passati in giudicato da parte dell'opinone pubblica.

M. Mazzini 29.09.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RESET GLOBALE.
A questo serve il movimento.
Leggi e leggine non costruiscono una comunità.
ISTRUZIONE,conoscenza,informazione in poche parole CULTURA ti protegge da tutto o quasi.
Sempre valido il programma.
Occorre attuarlo.
Come???
Tanta pazienza,lungimiranza.
Lenta è l'EVOLUZIONE.
Buon fare a tutti.

salvatore castellano Commentatore certificato 29.09.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è fare leggi molto severe od aumentare la burocrazia, ma fare leggi e disposizioni applicabili poca "carta" ma più sostanza e fare molti controlli per far rispettare poche disposizioni, ma veramente utili ai fini della sicurezza, con la L.81/2008 non sono diminuite le morti bianche, ma sono aumentati i costi, costi inutili!!

Aldo Bianciotto 29.09.14 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Allora mister Draghi, mister Renzi e mister Napolitano chi ha sgraffignato l’oro italiano con

USA, INGHILTERRA, SVIZZERA E GERMANIA HANNO RUBATO L’ORO DELL’ITALIA

il beneplacito dei governanti tricolore?
Dopo la fregatura europea dell’euro c’è il furto della riserva aurifera italiana, di proprietà legale del popolo italiano. Dove sono effettivamente le 2451,1 tonnellate di oro italiano? In via Nazionale a Roma, oppure in Gran Bretagna, Svizzera, Germania e Stati Uniti d’America? Chi ha controllato? In che percentuale le nostre riserve sono conservate all’estero e perché? Esiste un registro? I lingotti sono segnati da numeri seriali?leggi ancora...
http://ununiverso.altervista.org/blog/usa-inghilterra-svizzera-e-germania-hanno-rubato-loro-dellitalia/

aurelio m. Commentatore certificato 29.09.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

:D

pronounce "megic saircl"
-

i'm an anarchist-buddhist
I am an influencer
I am an influencer ♫
i'm an anarchist-buddhist

magic circle is here to stay
magic circle is my way

living in the C.A.

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.14 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rilanciare la nostra economia? E come, secondo il pd? Prendendo a martellate i diritti dei lavoratori?
Ogni cosa è iniziata ad andare a rotoli quando la politica ha messo lo zampino in ogni settore. Il primario di un ospedale è più politico che medico, il dirigente scolastico è più politico che insegnante, i sindacalisti sono più politici che operai, gli imprenditori fanno più politica che dirigere l'azienda... La verità è che qui tutti vogliono comandare e più nessuno ha voglia di fare un c...
Rilanciare l'economia, semplice, farsi su le maniche come abbiamo sempre fatto in passato (il lavoro genera lavoro) e soprattutto proteggersi, tra di noi, piccoli e grossi, e fare muro contro l'intrusioni dall'esterno, politici inclusi, che a quanto pare di lavoro vero non ne capiscono proprio niente.
Questo è il mio pensiero... Buona giornata blog!

Monica R., PR Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.09.14 09:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Xò è bravo il parolaio

“Io non voglio che la scelta di chi devi assumere o licenziare sia in mano ad un giudice."
L’imprenditore, se deve fare a meno di alcune persone, siccome non è cattivo, deve avere il diritto di lasciarne a casa alcune. L’importante è che lo Stato non lasci a casa nessuno”.

Infatti il suo paparino "siccome non è cattivo" non lo ha mai licenziato.

Anche se è andato a far politica tanto i contributi li paga pantalone.

nessun copy 29.09.14 09:44| 
 |
Rispondi al commento

..Pure Beppe voleva abolire i sindacati,
basta ascoltare i suoi interventi pubblici.
Ma allora...come ci si muove ?
Tanto per capire.

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 29.09.14 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e comunque basta con questi spammatori di professione!
ora Renzi vuole abolire i sindacati e vuole imporre per le querele sul lavoro tra padrone e dipendente il patto tra due avvocati
Ce lo vedo il povero salariato che mette su a spese sue un avvocatone per esempio contro un Ghedini o un Poggi!!

viviana vi 29.09.14 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Lunedì, inizio settimana.
Per chi suonerà la campana(a morto)?
Non ti chiedere per chi suona la campana,tanto, si sa che la campana suona sempre per gli operai.

Francesco D., Carrara Commentatore certificato 29.09.14 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno blog

Scusate l'OT

qualcuno mi può spiegare che differenza c'è tra la condanna di Renzi e quella di De Magistris??

Sono tutte e due x danno erariale?

saluti da

▌│█║▌║▌║ ɲ€$$µɲ ȼ๏ρ¥ ║▌║▌║█│▌

nessun copy 29.09.14 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono diminuiti (perché ce ne vuole di faccia!) ma resistono ancora gli ultimi ultraliberisti di Renzi, quelli che spasimano per avere:
-la riduzione in schiavitù dei lavoratori
-la totale precarietà con libero licenziamento
-l'abolizione dei diritti del lavoro con azzeramento dell'art. 1 della Costituzione che sul lavoro poggia questo Stato
-l'abolizione delle tutele dei lavoratori
-salari al minimo
-aumento della disoccupazione (già la Troika ha pronto un diktat che ci chiede di aumentarla di 4 punti)
-distruzione dei sindacati
-progressiva eliminazione del voto popolare (con province e senato siamo già
a buon punto)
-e a questo ovviamente per dare la botta finale
l'abolizione dello stato sociale (Renzi ha già messo le privatizzazioni a 360° nel programma di ultradx che Gori gli ha fatto per la Leopolda)
-trasformazione dei servizi pubblici gratuiti in servizi accessibili solo per
assicurazione privata

in pratica un ritorno alla grande al Medioevo!

viviana vi 29.09.14 09:15| 
 |
Rispondi al commento

SERIE

Renzi vuole uniformare i diritti dei lavoratori di serie A e serie B.
Il numero delle serie dei lavoratori non sono certamente 2 e Renzi il sempliciotto,ha omesso di dire che lui e tutto il suo mondo politico e manageriale appartengono alla serie più privilegiata e protetta di tutti i lavoratori del mondo.
Infatti nella serie di Renzi il lavoro si tramanda per raccomandazione o per nomina ed a volte è un lascito di famiglia.
Una volta che sei entrato nella serie protetta il lauto stipendio ti arriva regolarmente a fine mese.
La pensione è assicurata,i privilegi sono un diritto acquisito e il mondo dei media ti scuda da qualsiasi attacco costruendo menzogne e dossier ad hoc contro i tuoi avversari.
Se proprio al limite hai fatto danni e non è più possibile nasconderlo alla collettività ti trovano sempre un posto nelle istituzioni dove potrai continuare a far danni.
Sarai liquidato con milioni di euro mentre voli tra un 'fiore' e l'altro fino a far perder le tracce della tua persona mentre accumuli pensioni insostenibili per la comunità.
L'abolizione dell'art. 18 può equiparare le serie dei lavoratori?
E quali tipi di lavoratori conosce Renzi?
Quelli che fanno più mestieri per arrotondare uno stipendio da fame,quelli che lavorano 16 ore al giorno senza alcuna protezione,quelli che sono precari a 60 anni,quelli che non sanno neanche cosa sia uno stipendio regolare?
Può l'abolizione dell'art. 18 far arrivare i crediti dello stato in tempo a un piccolo imprenditore prima che fallisca o si suicidi?
Può l'abolizione dell'art. 18 assicurare la serenità ad un qualsiasi lavoratore licenziato senza che commetta un atto scellerato verso se stesso e la sua famiglia?
Ma di cosa parliamo?
Renzi e i suoi non sanno neanche cosa sia il rischio del e sul lavoro.
Arrivare a 70 dopo aver lavorato una vita intera versando i contributi ed avere una pensione da fame,un terzo di quello che spetta a un parlamentare per aver lavorato un terzo meno di te.
Art 18?Fanculo!

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 29.09.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Se le fabbriche sono cimiteri, non credano altri lavoratori come quelli della PA di essere esenti da rischi
Ormai anche i dipendenti pubblici sono a rischio di licenziamento
Intanto Renzi ha bloccato loro lo stipendio anche per il 2015
poi ora possono essere trasferiti fino a 50 km di distanza
infine possono essere demansionati
Quanto passerà prima che lo Stato li licenzi a migliaia come in Grecia!
Ricordiamo ai dipendenti pubblici che la Troika (Fm, Bce e commissione europea) ha imposto alla Grecia 8.5000 licenziamenti, e che gli analisti dicono che la prossima a dover fare licenziamenti sarà l'Italia. Se l’Ue non dovesse ravvisare credibili (e certe) coperture di bilancio nella manovra di stabilità di Renzi (che sta andando malissimo e non li convincerà certo con battutine o slide) è già pronta a chiedere che la disoccupazione salga in Italia di almeno altri 4 punti percentuali: nel caso nostro potrebbero essere richiesti circa 10 volte più licenziamenti rispetto alla Grecia.
Cosa dirà Renzi se dovrà licenziare 100.000 persone? 'Che ce lo chiede l'Europa??'

viviana vi 29.09.14 08:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate: quanti sono i morti sul lavoro degli impiegati pubblici ? a parte le forze armate e di sicurezza, la PA a che numero si piazza nella classifica degli infortuni sul lavoro ? MANCO COMPARE !!!! a quelli è ora di fagli sentire la crisi !!!!!!

ina ghigliot 29.09.14 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma sì, questi morti sono pochi! Togliamogli anche quel che resta dei diritti del lavoro! Mettiamo il governo a lavorate sul peggioramento delle condizioni di lavoro! Come se non fossero già pessime!!

Antonio Palese

Dice Renzi: "Nel 2013 i lavoratori reintegrati sono stati meno di tremila." Costui non si rende conto che i lavoratori sono persone e che senza il reintegro avrebbero subito una grave ingiustizia che avrebbe coinvolto le loro famiglie. Mentre centinaia di migliaia di pubblici ufficiali incompetenti e corrotti, protetti dalle alte cariche dello Stato, costano ogni anno alla collettività centinaia di miliardi, egli si preoccupa di licenziare tremila lavoratori che non hanno violato né la legge, nè il contratto di lavoro. Mi domando come reagirebbe egli se fosse trasferito a svolgere mansioni esecutive nel palazzo da dove emette pensieri debolissimi."

Ho un'idea: prendiamo Renzi e demansioniamolo!
Come usciere ce lo vedo bene

viviana vi 29.09.14 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le statistiche ci dicono che in Italia s’investe poco sia nel manufatturiero sia nei servizi, ancor meno nella ricerca. Secondo le classifiche europee siamo il paese dove è più difficile creare lavoro, insieme alla Grecia e uno dei più ostici al mondo

Motivi per cui non si investe in Italia

-tasse del 45%, tra le più alte del mondo (19% in Polonia)
-tempi lunghissimi per avere permessi o licenze (ci sono paesi europei dove per aprire un esercizio ci vogliono 24 ore, da noi 8 mesi)
-troppe carte e troppa burocrazia, per di più la burocrazia è lenta, complessa e inefficiente
-processi interminabili e insicuri (una causa di lavoro può protrarsi per dieci anni)
-mancanza di infrastrutture
-servizi postali costosissimi
-mancanza di sicurezza: pizzo di tre criminalità organizzate
-mancanza di una rete informatica efficiente
-scuola che non dà una preparazione tecnica e scientifica (qui la spesa è la più bassa dell'Ue, la nostra università non è competitiva, è impossibile a privati di investire denaro in progetti di ricerca mirati)
-costo dell’energia tra i più alti del mondo industrializzato (manca energia verde)
-trasporto prevalente su gomma
-ritardo delle grandi infrastrutture, ferrovie, porti..
-procedure di controllo statale lentissime, non certe, non affidabili
-enormi lentezze nella concessione di permessi
-continue varianti dei piani regolatori
-per arrivare all’atto di approvazione di un piano di ricerca passano in media in Italia 260 giorni e quando passi questo primo esame ne aspetti altri 400 per vedere il primo anticipo del cofinanziamento pubblico. I disincentivi per il nostro possibile investitore sono troppi

Dice un imprenditore:
"Se ti rivolgi a un ente pubblico (per es. una regione) per arrivare all’atto di approvazione di un piano di ricerca passano in media in Italia 260 giorni e quando passi questo primo esame ne aspetti altri 400 per vedere il primo anticipo del cofinanziamento pubblico.

viviana vi 29.09.14 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 1° motivo per cui le imprese non investono in Italia non è l'art.18 ma le tasse esose
Il sistema fiscale italiano è costoso e inefficiente.La pressione fiscale è molto alta(45%),in più il sistema è farraginoso e complesso.L’Italia è prima in Europa per tasse sul lavoro e ai primi posti per tasse sulle imprese.Il cuneo fiscale è superiore di 11-13 punti alla media Ocse.Il sistema è anche estremamente macchinoso e chiede alle imprese un numero di adempimenti fiscali e ore-uomo impiegate molto sopra la media dei paesi sviluppati.Questi costi si sommano al già enorme carico fiscale per ridurre ulteriormente la competitività delle imprese e quindi la capacità del paese di attrarre investimenti e crescere.
Le tasse producono inefficienza perché riducono gli incentivi a lavorare e produrre. L’Italia ha una struttura fiscale particolarmente deleteria per la produttività e le tasse sono concentrate soprattutto su lavoro e imprese.Oltre a ciò il fisco è inefficiente e costringe le imprese e le famiglie ad investire notevoli risorse per espletare le formalità fiscali.
Tutto ciò determina uno svantaggio competitivo che deprime gli investimenti e quindi la crescita economica, l’occupazione e la produttività.
Le tasse tolgono risorse a chi produce e riducono gli incentivi a creare, produrre, investire, lavorare. Le imposte dirette sono peggiori di quelle indirette, quelle sulle transazioni più di quelle sui patrimoni.
L’Italia ha una tassazione sul capitale abbondantemente sopra la media europea. Per l’Eurostat è ai primi posti in Europa, per la Banca Mondiale si piazza al primo posto tra i paesi industrializzati.
Se si snellissero le pratiche burocratiche e si diminuissero le tasse sul lavoro, non solo gli investimenti esteri aumenterebbero ma tanti imprenditori italiani non delocalizzerebbero all'estero

viviana vi 29.09.14 08:29| 
 |
Rispondi al commento

O.T. MA NECESSARIO
renzusconi è nudo!
La sua partecipazione a nozze con i poteri forte lo ha reso nudo, ha scoperchiato il vaso di Pandora, ha evidenziato il risorgere della Fenice...
Piddini, indecisi e schedabianca leggete il fattoquotidiano.itdi oggi e scoprirete dove il renzusconiblablabla ci vuole portare

Ben Monaco 29.09.14 08:05| 
 |
Rispondi al commento

talia
Vogliono far passare l'idea che in Italia il problema per gli investimenti sia l'art. 18, e non osano nemmeno indicare gli ostacoli reali, quali, corruzione, burocrazia, tasse troppo alte e cosi via. Assistiamo ad una progressiva riduzione degli ultimi diritti rimasti. Ma nessuno ricorda che questo Paese insieme alla Grecia sono gli unici di tutti i Paesi UE a non avere un reddito minimo garantito, che fu invocato dalla UE fin dal 1992 . Gli esempi li fanno solo dove gli conviene ! Molto facile gestire un popolo volutamente disinformato!

(I dati delle morti sul lavoro avrebbero dovuto essere dati dai tg dopo le frasi di beffa di Renzi
sull'inutilità dell'articolo 18. Davvero si crede che eliminando gli ultimi diritti e le ultime tutele del lavoro il lavoro aumenterà e i lavoratori staranno meglio?)

viviana vi 29.09.14 07:50| 
 |
Rispondi al commento

La Germania stampa moneta segretamente
http://www.attivo.tv/notizie/item/111-la-germania-stampa-moneta-segretamente.html#

Questa è una di quelle notizie che non leggerete mai da nessuna parte. Nessun telegiornale, giornale e sito istituzionale italiano la riporterà e se mai dovesse farlo, non ne evidenzierà la reale portata.

La notizia è questa, pubblicata sul Wall Street Journal del 19 Agosto: Germany Set to Issue Bonds at 0% as Investors Seek Refuge.
“The German Finance Agency Tuesday set a 0% coupon–or fixed annual interest payment–on the two year Treasury notes, known as Schatz, of which it aims to sell an initial €5 billion ($6.69 billion)”.
La Germania ha emesso 5 miliardi di bond ( Schatz) al mirabile tasso dello 0%!!! In altri termini, emettere debito a tasso zero, equivale a “stampare moneta”!!!
Questa manovra consentirà alla Germania di ridurre il proprio debito e di conseguenza, l’importo degli interessi passivi sullo stesso. Il che significa lasciare nelle tasche dei cittadini tedeschi una maggior quota di reddito disponibile con cui stimolare la domanda interna.
Infatti, se la Germania proseguisse nell’emettere titoli al tasso dello 0%, si determinerebbe la seguente situazione:
Crescita PIL Germania > Tasso d’indebitamento Germania
1,65 > 0 , per cui il debito teutonico si ridurrebbe dell’1,65% ogni anno. Altro che storie! Da noi il debito continua inesorabilmente a salire del 3% l’anno e loro invece lo riducono! Questo spread, ben più importante di quello enfatizzato dai media, è di 465 punti base!!
Cerchiamo di spiegare perché la Germania emettendo debito su cui non paga interesse, è come se stampasse moneta ( per inciso, non erano i tedeschi i più grandi nemici della stampa di moneta per paura dell’inflazione??!,…avranno cambiato idea…mah..misteri del cosmo!)
Questa bella notizia dalla Germania, ci consente di tornare a spiegare da una differente prospettiva cosa sia in realtà il “debito pubblico”, cioè una passività dello Stato verso il settore p

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.09.14 07:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo questo governo sta facendo carta straccia dei piccoli residui dei diritti rimasti di tutti i lavoratori con la conseguente schiavizzazione degli stessi facendoci tornare indietro di quarant'anni.Impoverire chi lavora sotto l'aspetto economico e dei diritti e' vergognoso ed il M5S dovrebbe in parlamento non solo criticare ma fare proposte concrete affinche' si riescano a creare nuovi posti di lavoro.Inoltre mi rivolgo a tutti coloro che nei movimenti, partiti, associazioni ,sindacati eccc. hanno veramente a cuore la classe media del paese e prima che sia troppo tardi, cosa si aspetta a fare un grande sciopero generale di tutto il paese contro questa politica dei poteri forti europei?che ci finiscano di togliere anche la parte sottostante dei pantaloni!!!!!!

Stefano 29.09.14 06:57| 
 |
Rispondi al commento

Il Processo inverso dell'Evoluzione continua. Con le conseguenze disastrose per Migliaia di Persone. Poi in TV rappresentano L'Italia con il sorriso alle Labbra. Vanno all'Estero a dialogare con screzzio e Comicità. . Qui si è andati oltre. non mi stancherò mai di ripeterlo. Diminuisco gli interventi perche continuano ad èssere accumulati alle stesse specifiche. Il dissenso è totale. Milioni di sovvenzioni e nessuno organizza il Lavoro . Ho ascoltato ieri in TV le dichiarazioni di alcuni Politici. Però nella dottrina dell'eliminazione della vivibilità si corre subito al Provvedimento spicciolo. Siamo nella completa assurdità. Conosco alcuni impiegati del Comune di Roma. Vorrei che Renzi mi spiegasse come possono fare a Sopravvivere. Dato che il costo della vita è in Continuo Aumento e che ci sono i figli da mantenere, ed in alcuni casi anche la Moglie con 3 Laure. La Casa è una Composizione di Prima Necessita. Vitto e Alloggio. Quindi si faccia un Paio di Conti signor Renzi. Oltre ai Milioni di disoccupati. Ancora parlano di Lavoro in un Sorplus di Produzione e ovviamente una Minor necessita di Attività Private. Quindi non voglio èssere IO a mettere sempre i Puntini sulle IIIiiiiiiiii.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 29.09.14 06:18| 
 |
Rispondi al commento

Dati disastrosi....
Proposte per l'agricoltura:
1)inserire il concetto di sicurezza nell'impianto dei vigneti specie in collina da sottoporre alla Regione competente;
2)inserimento delle tare di coltivazione come aree di calcolo della produzione nei vigneti;
3) interdire l'uso della trattrice agli operatori con più di 70 anni in quanto macchina operatrice;
4) barra di sicurezza fissa, inamovibile nelle trattrici.

LORIS DELLA MORA 29.09.14 06:08| 
 |
Rispondi al commento

Ti ho votato per ben due volte perché facevi sì qualche cazzata,ma parlavi bene.
Adesso parli male e fai solo cazzate.
Tou diggu cun inna frase du bunannima du Vittorio*"Te anetu a merda au servellu"?????
*(Vittorio Rainuzzi,fondatore del ristorante "Ao Murtà")

mauro 29.09.14 03:59| 
 |
Rispondi al commento

ci sono anche altri morti non lo dimentichiamo

che ce lo teniamo a fare uno così che tra un po' arrischiamo di trovarlo Presidente della Repubblica ?

ci sono anche altri morti che hanno lottato per difendere lo Stato, non lo dimentichiamo ...

Alberto Ragazzi 29.09.14 03:18| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è il riconoscimento dell' "errore" che avrebbe commesso il De Magistris nelle vesti di magistrato, ma il modo di utilizzare una legge che prevede l'estromissione dei condannati dall'esercizio della politica

la seconda carica dello Stato, attuale presidente del Senato la vuole impugnare costringendo il sindaco di Napoli a cessare dalla carica

che l'uomo della strada lo possa pensare è lecito, ma che la richiesta di applicazione venga da chi ha fatto il magistrato a Palermo per una vita lascia perplessi
la legge per impedire che i condannati "in via definitiva" possano arrivare ad essere eletti è già di per sè ridicola, infatti la legge è costruita per impedire che vengano nominati, visto che gli elettori sono privati del diritto di scegliere i candidati: chi sceglierebbe un candidato condannato per truffa ?

ora la legge esiste per impedire che i truffatori arrivino in parlamento nominati dai loro capi bastone, ma il p del senato, ex magistrato in quel di Palermo, dove chi ha fatto il proprio dovere di magistrato è sicuramente morto, lui nominato dal suo capobastone è arrivato in diretta in senato e in diretta nonstop, è pure diventato presidente nel giro di qualche giorno

questo signore si spertica ad indicare il già magistrato De Magistris come un soggetto pericoloso contro il patrimonio dello Stato, e quindi indegno di rivestire la carica di sindaco di Napoli per il tempo a venire

mentre invece la condanna riguarda il fatto che il magistrato De Magistris ha indagato su, e contro, i deputati e i senatori di questo sporco Stato, senza chiedere il permesso ai suddetti capi bastone

domanda: che ce ne facciamo del signore accusatore che fa il Presidente del Senato e dimostra né di conoscere, né di capire le leggi di questo tribolato Stato, e fa di tutto per applicarle secondo l'uso restrittivo atto a penalizzare, non la parte dedita a delinquere, ma l'altra, quella parte che nella lotta contro il male ha perso i suoi figli migliori

Alberto Ragazzi 29.09.14 03:11| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Blok✰✰✰✰✰!!!

Eliminiamo l'articolo 18 perchè non ce l'hanno tutti,
eliminiamo gli alberi perchè intralciano nuove strade,
eliminiamo l'acqua perchè costa,
eliminiamo il sole perchè scotta,
eliminiamo la luce perchè acceca,
eliminiamo i monumenti per utili parcheggi,
eliminiamo l'umanità perchè inquina!

Esempio esagerato per dar un'idea:

https://www.youtube.com/watch?v=OcXCR1ID4uI

Buenas Noches!

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 29.09.14 02:25| 
 |
Rispondi al commento

Cosa potevamo aspettarci dal bamboccione Renzi,figlio di uno sfruttatore che non solo ha evaso e ha truffato, lo stato, ma si è macchiato del più disumano reato, Lavoro nero ricattabile per 30 anni, quindi dal figlio viziato cosa ci si può aspettare dopo che sta svendendo e impoverendo l'Italia, l'art. 18 per la famiglia Renzi e un alibi per giustificare il suo completo fallimento di creazione di posti di lavoro, che significa vera crescita.

Andrea Lombardo 29.09.14 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marchionne:
L'art.18 crea disuguaglianze e disagio sociale.

Mentre guadagnare 500 volte un operaio, crea giustizia e felicità.

(Antonio Pacifico)

kotiomkin.it

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.09.14 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=T60b3pyE4Wc&list=UUoHV0OxzLK30ruPbRWNyQcg

Discorso di Renzi in inglese (nuovo) - SOTTOTITOLI PER IDIOTI

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.14 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono lo straniero.
C’è il mio sigillo su queste parole.
A voi, a te: straniero.
Il mio sigillo su parole perdute.
Sono senza città, io.
Delle strade quanto del vento.
Neppure le ossa sono il mio confine.
Abito la vita.
E vado.
Comunque voi mi amiate,
comunque voi mi odiate,
io vi sono straniero.
E straniero sono a me stesso.
Non c’è malvagità in questo,
né solitudine, in questo, credete.
Solo misteriosa vita.
----------------

Davide Cortese

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...non seguo molto, ma se rimane l'art 18, gli statali si possono licenziare..come farebbe in italia la troika?

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Me faccio 'na risata!!!!!!!!!! Da tzètzè...

"NEW YORK — Sparatoria in un nightclub di Miami. Quindici persone, il più giovane di 11 anni,...".

Come dire:

"Miami - sparatoria a New York??!!

Saludos!

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 28.09.14 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luigi Di Maio
3 ore fa ·

“Articolo 18? I sindacati storici sono i principali responsabili dello smantellamento dei diritti dei lavoratori”. A parlare è Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera da Napoli, nell’ultimo dei tre giorni di dibattiti organizzati dal Movimento Cinque Stelle. “I sindacati hanno sostenuto e hanno taciuto di fronte alla legge Treu del centrosinistra e da allora è cominciato lo smantellamento dei diritti dei lavoratori – aggiunge Di Maio – Noi dobbiamo fare in modo di dare pari diritti a tutti e invece questi si sono messi in mente di togliere diritti a chi li ha. Chi oggi dice che dopo Renzi arriva la Troika a commissariarci, non ha capito che è Renzi il commissario liquidatore dell’Italia per mezzo della Troika”.

http://goo.gl/XseppG

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.14 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, riposto il mio commento precedente perché spero qualcuno mi risponda, mi illumini grazie.

I conti tornano, mentre sempre più persone cercano lavoro quelli che c'è l'hanno lavorano sempre più in condizioni peggiori e sotto pressione.
Io sono disposto a cedere del mio lavoro perché la busta paga da operaio me la faccio bastare e riesco ad avanzarne tranquillamente.
Quante persone come me sono disposte a lasciare ore di lavoro a qualcun'altro? Io ne conosco parecchie. Ma allora non si potrebbe fare in modo che i datori di lavoro possano concedere più facilmente il part-time?
Domanda a cui spero qualcuno mi risponda.
Una volta mio padre mi disse:
vedi figlio mio in un'azienda non è detto che al proprio interno tutto il personale debba lavorare.
Si può estendere questa affermazione all'intera nazione.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero di sbagliare ma la posizione sul lavoro non funziona.
La abolizione del 18 e la licenziabilità dei dipendenti pubblici parassiti, oltre alla drastica riduzione degli stipendi dei dirigenti pubblici anche se sarebbe meglio mandarli tutti a combattere per l'indipendenza del Donbass, o a zappare le terre, sono sacrosante e non diventano sbagliate se le dice Renzi.
Renzi dice un sacco di balle ma ne dice talmente tante che non possono essere tutte sbagliate.
Quella di togliere il 18 e che i sindacati sono mangioni lo si era sempre detto anche noi, e ora invece contrordine compagni per dar contro a Renzi.
Chissenefrega di Renzi, andiamo per la nostra strada. del 18 non ci frega nulla, se lo porteranno al voto noi si deve votare per toglierlo perchè si era sempre detto che voteremo le cose giuste non importa chi le dice, e questo è il caso.
Poi se mi sbaglio io farò ammenda ma voi che siete li a votare il vostro sbaglio ci può costare molto caro.

walter m., milano Commentatore certificato 28.09.14 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ernesto LoMartire!, La Habana.....BENE Infatti lITALIA e nei bassi fondi....Venite ora alla mostra d oltremare di Napoli...Bagni sporchissimi,orari di lavoro fino a tarda sera,operai in nero per 30 euro al giorno con la pala,ed uffici della fiera con il personale che marca e se ne va e che non ispeziona nulla...COME, gli 80 euro di RENZI,chi sta a posto con i documenti li ha avuti SOLO sulla busta paga,figurativi,,,,E LA GENTE SI AMMOCCA LE PALLE di questo qua....La fiera di NAPOLI e gestita dalla regione....CHE MAGNA MAGNA....ASSENTEISTI e Papponi mentre chi si spacca la schiena deve morire.E nessuno controlla nulla....CHE SCHIFO.....LAVORO ed ho lavorato per 12 anni di fila e non nella fiera e non ho mai avuto ispezioni......CHE PROVA VUOI????SE gli enti che dovrebbero controllare non controllano nulla.....VERAMENTE CREDI CHE DICO BASLLE???DICO IN ANNI MAI UN ISPEZIONE;MAI UN CONTROLLO;ALTRO CHE CHIACCHIERE DA BASSIFONDI:::PER PARLARE COSI TU SIGNIFICA CHE NON LAVORI IN ITALIA...VIENI ,vai nei bagni in incognito e te ne rendi conto...Se si sparge la voce del controllo si allertano...MA IN ANNI MAI VISTO NULLA...E CON LA CRISI ANCORA PEGGIO....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 28.09.14 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alla gabbia,parlano i vigili del fuoco.
unico corpo dello stato che merita rispetto.
ONORE AI VIGILI DEL FUOCO.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 28.09.14 23:02| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo 18 non è «un dogma di fede» e la sua eventuale abolizione serve solo se crea posti di lavoro «altrimenti non serve a niente». Lo ha affermato il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei

...

Monsignor Bagnasco...provo a dargliela io la risposta.

I posti di lavoro 'creati' dall'abolizione dell'articolo 18 equivalgono a ZERO.


Perchè dietro ogni posto di lavoro "creato" c'è un posto di lavoro PERSO...

A meno che Renzie non sia un semidio e crei posti di lavoro dal niente...

Quindi dove voleva arrivare con questa sua uscita monsignore?


Venite ora alla mostra d oltremare di Napoli...Bagni sporchissimi,orari di lavoro fino a tarda sera,operai in nero per 30 euro al giorno con la pala,ed uffici della fiera con il personale che marca e se ne va e che non ispeziona nulla...COME, gli 80 euro di RENZI,chi sta a posto con i documenti li ha avuti SOLO sulla busta paga,figurativi,,,,E LA GENTE SI AMMOCCA LE PALLE di questo qua....La fiera di NAPOLI e gestita dalla regione....CHE MAGNA MAGNA....ASSENTEISTI e Papponi mentre chi si spacca la schiena deve morire.E nessuno controlla nulla....CHE SCHIFO.....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 28.09.14 22:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

follia M5S non andare in tv.follia.buonsera blog e qui caffè a 5 stelke.il primo per ema :)

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un vero e proprio bollettino di guerra, quante vittime hanno sulla coscienza...ma ce l'avranno poi la coscienza???

buonasera blog


GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!^_^

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/09/28/primarie-pd-emilia-romagna-laffluenza-crolla-dell80-alle-12-hanno-votato-in-24mila/1136166/#disqus_thread

Primarie Pd Emilia Romagna, l’affluenza crolla dell’80%: “Mai così bassa”
Alle 12 hanno votato in 24mila. Solo il 15% dei cittadini è tornato al voto rispetto all'8 dicembre 2013, quando si sceglieva il segretario nazionale. "Mai vista partecipazione così bassa", dicono i volontari-scrutatori. Chiunque vincerà tra Stefano Bonaccini e Roberto Balzani dunque rischia di essere un candidato dimezzato

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.14 22:06| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra le categorie colpite non leggo "Politica", peccato. Non sarebbe ora di equilibrare le cose?

Marco Di Cesare 1972 Commentatore certificato 28.09.14 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Venghino signori venghino
Berlusconi tolse l'ICI sugli immobili ( prima casa non c'era già più ma tutti lo scordano )
Renzi ha dato in busta paga di una parte di salariati 80 euro
(ho sempre pensato che sia incostituzionale )
Entrambi hanno comprato il consenso di italiani poco avveduti
Poi però hanno sfarinato tasse su tutti i poveracci compreso non salariati e pensionati al minimo
Questa è l'indecenza decadente della repubblica
Non è più una democrazia. Punto
È come al tempo delle teste coronate. Una manciata di monete ai sudditi fedeli.

Rosa Anna 28.09.14 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma se Paragone invece di invitare Sgorbio a "la gabbia" invitasse un pazzo appena scappato da un manicomio...non otterrebbe lo stesso risultato?

Forse sarebbe anche migliore...


Sembra un bollettino di guerra.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe chiudere a chiave in una stanza il dentone di firenze con landini e il fabbro del reparto telai. Landini lo gonfia e poi il fabbro pure. Viscido, gordo, obeso.

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dall'euro Beppe o ora o mai più!

Davide Marini 28.09.14 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Venghino signori venghino
Più gente entra più bestie si vedono
Promesse a gogo peggio del peggiore
venditore di pentole
Che ? siamo già in una nuova campagna elettorale ?
.
mezz'ora che intontisce i raitreisti
fra un po' toglierà le mutande e facendole sventolare
le metterà all'asta a 80 euro !
Chi offre di più ?

Rosa Anna 28.09.14 21:29| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDA ?
Ma se tutti gli imprenditori in italia son così liberi di fare quel che vogliono a danno del prossimo,e son forti in tutto, ..evadono alla grande,....opprimono,...e guadagnano alle spalle di altri,...ma..ma...perchè scappano in nazioni anche evolute (zona carinzia)... o chiudono o si suicidano...perchè ????
E per contro gli imprenditori esteri non aprono in italia ???? Perchè mai????
Se quà ci fosse il bengodi dell'imprenditoria...tutti aprirebbero qua,...ma così non è.
Perche?

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 21:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

... i poveri morti sul lavoro italiani sono ben poca cosa, purtroppo se il progetto del New World Order è vero ...

prima che ci bombardino di ebola, haarp, freddo senza gas russo, isis ...

forse dovremmo iniziare a pensare ai nostri poveri fratelli greci, abbandonati allo stritolamento dell'euro-troika, e a come mai questa bella moneta che doveva salvarci dai mali della globalizzazione ci stia rendendo schiavi?

stefano l. Commentatore certificato 28.09.14 21:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I lavoratori sono spesso trattati alla stregua delle vespe operaie: la loro esistenza è tutta dedicata al nutrimento della regina – nel nostro caso un re e la sua corte, e uno Stato parassita –, non hanno un’esistenza dignitosa come individui, sono sfruttate all’inverosimile, ognuna di loro è sostituibile con un’altra, sono impiegate a tempo determinato e destinate a morire nel momento in cui non servono più alla regina. Eppure, realizzano delle costruzioni meravigliose, dei nidi che sembrano opere d’arte, ma anche queste creazioni vivono solo fino a quando vive la regina, dopo vengono abbandonate come fabbriche trasformatesi in cimiteri. Le vespe e i calabroni vivono così, ma i lavoratori umani, trattati da calabroni schiavi, un giorno potrebbero anche ricordarsi di avere un pungiglione.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Al dramma dei morti sul lavoro va aggiunto quello del lavoro che non c'è e quando c'è i salari sono tra i più bassi d'europa.
Così come è stata cinesizzata la Grecia, la stessa sorte tccherà a noi, la china mi sembra quella.
A chi giova questo? Ai grandi industriali che possono far produrre a costi sempre più bassi.
Spesso gli stessi industriali hanno interessi privati nelle banche.
Questo è il vero sistema che ci governa, Renzi è una comparsa che poco conta, quando non sarà più utile le faranno fuori.

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 21:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli interessi privati di certa gente portano ad interessarsi dei morti altrui, dei morti in altre nazioni, dei nostri morti non gliene puo'fregare di meno !

roberto l'apolitico 28.09.14 21:14| 
 |
Rispondi al commento

e lo ripeto come tutto e tutti del resto e si scrive così o si scrive cosà? quando si muore, si muore e basta, cosa importa usare termini terra terra o termini aulici? Nulla! Si nomina quello o non si nomina quell'altro? Si muore e basta. Cosa importa nominare quello o quell'altro? Si muore e basta.
E intanto la “strage degli innocenti” continua…
Che mondo infame, anzi molto di più: pecorone, esibizionista e stupido.
Il tremendo e tragico disfacimento della società odierna continua, continua senza sosta alcuna, sotto gli occhi di tutti e… “sott'all'uocchie 'e Dio!”-
Tantissime schifezze vengono pubblicizzate come prodotti assolutamente naturali ed intanto i “veleni”, gli inquinanti “tossici” ed altri prodotti nocivi continuano, in gran quantità, ad essere prodotti, commercializzati, reclamizzati, diventando, a volte, addirittura sponsor di grandi eventi e la gente, sottoposta a uno stillicidio continuo di chiacchiere propagandistiche, si fa abbabbuliare dalle menzogne.
Tutti, in questo mondo idiota, gridano: "Oh, anch'io, ci sono anch'io nella mischia, anch'io sparo, anch’io truffo, anch’io inquino, quindi sono "in", sono importante, sono FESSO dovrebbe gridare!"-
Italia, popolo di illusi con a capo ancora un’altra CICERENELLA senza capo né coda che si atteggia anche, a volte, a fare l’illusionista ILLUSO ED ILLUSORIO delle masse, ma che non sa fare né l’uno, né l’altro.
I contadini con sforzi erculei ponevano il maiale su un tavolaccio, incrociando le zampe dell’animale per non farlo muovere.
Il carnefice, dotato di un lungo ed affilato coltellaccio lo introduceva nella gola nei pressi dei bargigli della povera bestia.
Il boia gli tagliava con detto coltellaccio l’esofago e la trachea per far uscire tutto il sangue che veniva dalle donne raccolto in una bacinella e che serviva poi a preparare i sanguinacci e la polenta.
Lascio immaginare le urla del povero maiale e gli ultimi grugniti che si affievolivano fino all’ultimo respiro.
Oggi la sorte del popolo è peggio

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.14 21:01| 
 |
Rispondi al commento

a questi numeri vanno aggiunti quelli di coloro che
muoiono giorni-settimane-mesi dopo l'infortunio.. (sfuggono alle statistiche dei morti sul luogo del lavoro)

isaia g., udine Commentatore certificato 28.09.14 20:57| 
 |
Rispondi al commento

ci ho pensato tutto il giorno e ora lo scrivo anche se non è attinente al tema. Riguarda la richiesta di donazioni al m5s: Non tutti noi anche volendo possono permettersi di donare 10-50 100 euro. L'ultima volta e mi vergogno pure ho dato solo 5 euro, però tenete presente che io sono senza lavoro benchè laureato e svolga da anni (almeno 25) la libera professione di geologo.
Da almeno 4 anni non sto fatturando più di 5000 euro mensili e vivo grazie al lavoro di mia moglie. Come posso permettermi di finanziare il Movimento?
Pertanto chiedo che una parte dei soldi resi allo stato dai ns parlamentari vengano devoluti per le esigenze organizzative del movimento stesso e che le contribuzioni volontarie partano da un solo euro in su. Scusatemi se sbaglio

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio il Movimento per la grande opera Di informazione che porta avanti: questo non stava scritto nemmeno nel fatto quotidiano. Grazie 5 stelle!

Eugenio Ciolli 28.09.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

...rispondo a Beppe A. ... ok molliamo l'euro, ma allora dichiariamo il governo illegittimo, i trattati di Maastricht decaduti, il debito italiano inesigibile e ristampiamoci le lire (mi vanno bene anche i sesterzi) scrivendoci sopra (come diceva Grillo anni fa) proprietà del popolo italiano: lo facciamo? ok, subito dopo l'adunata al Circo Massimo? 60ml di italiani non sono indispensabili, ma la metà più uno, basta?

stefano l. Commentatore certificato 28.09.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ve lo dico con il cuore in mano:
Alle prossime elezioni,se ci saranno,il 60 per cento degli Italiani non andranno a votare,per lo schifo di cotanta merda.
Ma il risultato sarà ancora più disastroso: ci governerà una minoranza di ladri!
Si ma ladri con le palle!
Quindi beppe bisogna preavvisare gli Italiani di tali rischi!
Come faremo?
Pendiamo dalle tue labbra e dalla base del Blog:
Diccccciiiii,porca puttana,non c'è tempo da perdere!
★★★★★ ^:^

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,cominciamo a prepararci a nuove elezioni.facciamoci trovar pronti che poi governiamo noi!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PALLONE GONFIATO

Caterina 2011:
...a proposito delle grandissime balle di renzi e su renzi….
“il partito che ha appena preso consensi da record” MA DOVE?????
Balle, come al solito.
PD, europee 2014: 11.172.861 voti.
PD, politiche 2008: 12.095.306 voti (Camera).
L’Ulivo, politiche 2006: 11.930.983 voti (Camera).
(Dal sito del Ministero dell’Interno.)

viviana vi 28.09.14 20:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla lista dobbiamo aggiungere quei poveri cristi che, rimasti senza lavoro, presi dalla disperazione, si sono tolti la vita. Fra questi c'è anche qualche esodato, termine venuto alla luce dopo quella bella bravata ideata dalla Frignero per salvare l'Italia dal fallimento.
Quel che ha fatto il governo Monti è degno delle peggiori dittature stile America Latina, ha affamato le classi più deboli e rafforzato le Banche.
Se quelle riforme le avesse fatte Berlusconi sarebbe successa la guerra civile. Peccato.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.09.14 20:38| 
 |
Rispondi al commento

è sconvolgente come il Renzie
asserisca che i poteri forti nn riusciranno a farlo fuori
è sconvolgente che cerchi di mettere in gioco i fantasmi pur di apparire come l'highlander italiano

è sconvolgente che alla luce di questi numeri (noti a tutti) si continui a discutere sull'abolizione dell'art. 18
sono sconvolta
sempre di più dell'egoismo, dell'opportunismo degli elettori
e degli spazi riservati a Clooney nei TG
che schifo!

aria °, roma Commentatore certificato 28.09.14 20:37| 
 |
Rispondi al commento

oggi giornata dei "tesori trascurati", delle persone anziane, alias "nonni", ma intanto si muore, si muore, si continua a morire in ogni luogo, in ogni loculo, alto, medio o basso che sia, soprattutto nei bassi, nei bassi e non per ciclo natural durante, ma per cause illogiche e obbrobriose causate dalla bestialità perversa dell'essere umano, l'unca bestia più bestia che possa esistere nel creato.
Altro che festa dei..., i meriti, le esperienze di vita passate, le verità storiche, la saggezza, la dignità dei tanti giusti "anziani" esistenti nelle famiglia italiane (non tutti) (la famiglia? non esite più, non esistono più i fratelli (basta leggere e sentire tutte quelle fesserie, meglio non parlare), non esite più il ripetto per coloro che hanno dato il sangue, dopo una vita fatta di lungo lavoro e sacrifici, per far crescere i propri figli).
E intanto i "Signori delle Guerre", i "Signori del Caos" i "Signori del business" "I Signori del Cazzo"..., ma quanti cazzi di "Signori" dobbiamo mantenere con i nostri sacrifici? col nostro lavoro, col nostro sangue, con le nostre morti prima del tempo?
Certo, in ogni famiglia (umile e dignitosa) direi io, che ha presso di sè un anziano, ha presso di sè il più bello degli ornamenti e il più prezioso dei tesori.
E quelle famiglie dell'alta casta che ci succhiano fino all'osso? Tipo quelle dei nostri disonorevoli vecchi e decrepiti politicazzi non rieletti che, non solo escono dalla porta principale e poi entrano zitti zitti da un'altra porta principale e che, paradosso dei paradossi, dobbuamo pure mantenere con vitalizi, pensioni, privilegi, scorte, e quant'altro???
Per me questi non solo non meritano di essere considerati grandi valori, ma sono merda, solo merda ed hanno sulla loro coscienza il peso enorme di tantissimi poveri cristi morti, peso che porteranno nelle tombe con altri vermi voraci come loro. Si provocano conflitti mondiali con stragi, bombardamenti, genocidi, devastazioni e morti (odio e maledico i "raid aerei")

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.14 20:36| 
 |
Rispondi al commento

sionistra

Ma vi rendete conto?
Questi che si dichiarano “de sinistra” sono scesi in piazza per salvare la Costituzione dalla deriva autoritaria, e sono gli stessi che con un colpo di mano la vogliono cambiare senza dare la possibilità democratica del referendum abrogativo! Da metter mano alla pistola
Non so se rendo: sono gli stessi. Gli stessi stronxi.
Questi che si dichiarano “de sinistra” sono pure scesi in piazza contro Berlusconi e con Cofferati per salvare l’articolo 18, con grancassa dell’Espresso. E oggi inneggiano a Renzi che lo vuole abolire!!
Ma chi sentiamo oggi? geopolitica, Limes, gruppo l’Espresso???
Un liberista? Zingales?

viviana vi 28.09.14 20:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pensa, uccidere le persone, senza usare le armi e soprattutto senza poter essere ritenuto il colpevole, la panacea di Renziina e i suoi mafiosi, Amen!

pillolo 28.09.14 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Alla Casta dei morti per lavoro non glie ne frega niente.Ha stravinto la filosofia della 1'ma Repubblica e la terza ne è la conferma.Unica certezza,continua la protezione Istituzionale deviata per tutelare i fidati gestori sia di voti che di finanza,i quali si servono della manodopera spietata di albanesi-rumeni-zingari per minacciare chi non si sottomette al sistema e chi non accetta il sistema di fatture di comodo,incassi di assegni e imprestiti con minacce e persecuzioni.Il peggio è:"i politici dopo aver tutelato gli interessi dei padroni del mondo,spartito le Poltrone Istituzionali,sistemato i figli-parenti-amici e pubblicizzato l'adesione dell'Italia contro l'ISIS,cresciuto rafforzato dalle ceneri delle guerre mascherate che hanno distrutto l'Iraq-Libia-ecc,poi fanno le vittime.D'altronde,di che cosa si deve stupire,quando la 2'da repubblica è stata edificata sulla trucidazione dei magistrati che avevano osato indagare negli affari della famiglia politica con la Mafia,Opus Dei,Massoneria,Servizi,ecc.?Comunque questi avvenimenti,aggiunti alla creata paura ISIS sono manna per la Casta politica nostrana,rafforzano l'ammucchiata che tiene in piedi la Suddita Burocratica Guerrafondaia UE,aiutano a deviare l'informazione dalla grave crisi provocata dalla malapolitica che fa morire di stenti oltre la metà della popolazione,prima Greca,poi a catena Spagnola,Italiana seguita da quella Francese e ......Il peggio,cavalcano la guerra contro l'ISIS che non è altro di un mostro cresciuto per loro colpa,facendo leva sulle decapitazioni per impaurire e alimentare l'odio verso i mussulmani.Guarda caso,nessuno parla di come si sono comportati i colonizzatori Europei a cavallo fine 1800 al 1900,dove cacciavano nel deserto gli abitanti dei villaggi per sfruttare la manodopera sotto tortura con il taglio delle mani e violenza sulle donne,uccisioni dei bimbi.Nella vita non si deve credere a niente,Dio è solo uno strumento usato per imbonire i creduloni,i vari credo usati come droga.

agostino nigretti 28.09.14 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Desmond
Le menzogne di Renzi sono più plateali di quelle di Berlusconi. L’attacco alla costituzione è in corso dal 2013. L’accentramento dei poteri nelle mani dell’esecutivo è aperto e dichiarato. La neutralizzazione del parlamento e la sua riduzione ad un’aula sorda e vuota chiamata solo a ratificare le decisioni di un potere sempre più apertamente corrotto è una prassi pubblica. L’isolamento di chi non piega la testa e il dileggio fascista degli intellettuali che si oppongono trovano plaudenti solo i malnati. (Con Renzi sta nascendo un nuovo fascismo. Le pregiudiziali ci sono tutte e l’abolizione dell’articolo 18 è in linea)

viviana vi 28.09.14 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi (mister coerenza) e l'art 18 ad annozero nel 2012

https://www.youtube.com/watch?v=7q7X4atKL1Y

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Brancaccio, economista, ha recentemente affermato:
”I dati dell’OCSE mostrano una realtà ben diversa da quella che viene solitamente raccontata. Basti notare che tra il 1999 e il 2013 l’Italia ha già fatto registrare una delle più pesanti cadute degli indici di protezione dei lavoratori, addirittura tripla rispetto alla riduzione che si è registrata nello stesso periodo in Germania. Questo significa, per intenderci, che le riforme Biagi e Fornero hanno accresciuto la precarizzazione del lavoro molto più della famigerata riforma Hartz realizzata in Germania. Inoltre, oggi l’Italia si caratterizza per un livello generale di protezione dei lavoratori pressoché in linea con quello di molti paesi europei, come Germania e Belgio, e inferiore al livello generale di protezione dei lavoratori in Francia. Ed ancora, la protezione dei lavoratori a tempo indeterminato è già inferiore a quella che si registra in Germania. Riguardo poi al dualismo tra lavoratori a tempo indeterminato e lavoratori temporanei, questo in Germania è oltre tre volte maggiore che in Italia. Infine, come è noto, per la stessa ammissione dell’attuale capo economista del FMI, vent’anni di ricerche empiriche hanno negato l’esistenza di una relazione tra maggiore precarietà del lavoro e minore disoccupazione. Di fatto, l’unico effetto plausibile dei contratti precari è che essi riducono il potere rivendicativo dei lavoratori e quindi consentono di ridurre i salari.” L’art. 18 sembra essere più che uno scalpo per l’Europa (ce l’ha anche la Germania, tra l’altro) uno scalpo dovuto a ncd e a berlusconi, che la lotta di classe la conoscono bene.

viviana vi 28.09.14 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Pardon,ma i quattro piloti d'i tornado,p'a statistica,'ndove so' stati posizzionati??
Nun stavano li' pe' divertisse,o no??

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonrosso1
“Il “tafazismo” è sempre stata una caratteristica peculiare a sinistra…”,
infatti, ormai per farsi male la “sinistra” (ammesso che il PD ancora posa definirsi tale) non ha più bisogno della destra, ci pensano i suoi leader (uno più e meglio degli altri) a fare il lavoro sporco mentre i suoi elettori plaudono felici: viene solo da chiedersi perchè perdere 20 anni quando bastava lasciar fare a Silvio.

viviana vi 28.09.14 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Italia e PD stanno rovinando questo Paese.
Dove mettono mano rovinano tutto. Vi Prego andatevene a casa tutti non aspettate il prossimo voto degli Italiani che Vi cancelleranno per sempre.Non c'è la faccio più a vedere le stesse facce da 20 anni. Forza Beppe altro che BEN HUR ci vuole in questo Paese.Speriamo che gli Italiani ci facciano vedere un altro Telegiornale. FORZA M5S.

STEFANO G., roma Commentatore certificato 28.09.14 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Desmond
Quando c’è un sistema di potere fondato sul saccheggio, o questo viene rovesciato da chi ne è danneggiato allargando la sua base sociale e riducendo i margini di indipendenza del potere esecutivo, o chi ne conquista i vertici lo perpetua a proprio vantaggio aumentando i poteri dell’esecutivo e riducendo la rappresentanza della società, escludendo in particolare i settori meno ricchi di essa .
E’ esattamente il copione del renzismo.
I “giovani” renzisti, sostituitisi ai vecchi berlusconisti, ne perpetuano le stesse politiche di corruzione a proprio vantaggio riducendo il pluralismo e accentrando ancora di più il potere nelle mani del governo
(E' ovvio che a queste lotte per bande, dei lavoratori morti o in sofferenza non gliene frega niente a nessuno)

viviana vi 28.09.14 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se volessimo prenderci una bella rivincita, dovremmo far implodere le due camere quando sono al completo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.09.14 20:07| 
 |
Rispondi al commento

OT viviana vi
Scusami se sono un deficiente, ma non capisco.
Dato che tu vorresti ampliare l'art.18 della legge dei lavoratori a tutti i dipendenti,
io ho fatto una ipotesi, plausibile, perchè la gente può essere leale e anche no, nel mio commento alle 18:07.
Dove vorrei la risposta, perchè tu vuoi l'art.18 esteso a tutte le categorie.

Anche tra i dipendenti ci sono i delinquenti, o scansafatiche, o assenteisti.
E per licenziare queste persone, attualmente nelle ditte sopra i 15 dipendenti,
bisogna che si attivino investigatori, giudici.
Non so, dato che sono un allocco, se una ditta che ha solo un dipendente, riesce ad andare avanti con una sanguisuga e con i tempi biblici della giustizia civile.

Il buon oreste M, (:★★★★★), sp mi ha dato un sito interessante
http://www.licenziamentogiustacausa.it/

In pratica si fanno pubblicità degli investigatori che pizzicano dei dipendenti disonesti.
Com'è possibile?
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... che l'economia italiana sia precipitata è ormai noto a tutti, che il governo non governi niente, pure, che ci sia un progetto di sterminio globale ... forse non ne hanno preso coscienza tutti. Per invertire la rotta ci vuole gente che abbia chiare diverse cose, ma una è fondamentale,USCIRE DALL'EURO SUBITO! Visto che credo che il desiderio di adunanza al circo sia una necessità di mostrare i muscoli a qualcuno (forse a coloro che hanno fatto i brogli sull'effettiva dimensione del m5s) forse si potrebbe cogliere l'occasione per iniziare la sottoscrizione di un referendum popolare anti euro? Io ci ho provato ... fate un pò voi ...

stefano l. Commentatore certificato 28.09.14 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ivo Serenthà (ve lo ricordate il nostro amico Ivo?) Scrive:
Tutte le conquiste sociali e sindacali se ne stanno andando via,via a ramengo, è questo il disegno che hanno in mente,strappate nei decenni suon di vertenze e di scioperi,non è nient’altro che la vendetta del capitalismo tramite la globalizzazione, si sta andando sempre di più verso il lavoro per un tozzo di pane,con pochi ricchi e una forbice sociale insostenibile.
E si lamentano pure che i consumi vanno al ribasso,oltre la globalizzazione evidentemente è subentrata anche una vasta idiozia.

viviana vi 28.09.14 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Immagino che nel linguaggio orwelliano di Renzi questi 498 morti siano 'effetti collaterali' del magnifico mondo dell'iperliberismo. E Renzi passa pure per un innovatore!!! Chissà quanti morti in più costeranno le sue 'innovazioni'!
Desmond:
Innovazione non è ritorno al passato. Quella si chiama reazione. E reazione è la dittatura renzista, perché è appunto una dittatura, cioè l’accentramento dei poteri dello stato nelle mani dell’esecutivo con la subordinazione del parlamento e della magistratura all’esecutivo e la volontà del capo come fonte primaria del diritto. Il regime renziano riproduce in tutto i modelli antiparlamentari e autoritari degli anni ‘20 e ‘30, il linguaggio renziano riproduce il linguaggio irridente del fascismo verso lo stesso tipo di oppositori, il modello sociale del renzismo, come quelli del
berlusconismo, ripropongono il paradigma preliberale e fascista del privilegio in opposizione al paradigma democratico e liberale dei diritti. Si tratta di reazione, spietata e brutale. Questo è il termine che definisce correttamente il renzismo. Avete presente la perdita di significato delle parole, anzi l’orwelliano ribaltamento del loro significato? Il termine “innovazione” usato dai renzisti è appunto un esempio di ribaltamento orwelliano: “Guerra è Pace”, “Bene è male” e “Reazione è innovazione”. Per difendere la verità prima di tutto occorre difendere il significato delle parole: il renzismo, espressione più violenta del berlusconismo, è Reazione, il contrario dell’Innovazione

viviana vi 28.09.14 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CAMPANE A MARTELLO DA PIDDINIA (Emilia Romagna).

Paolo R. Commentatore certificato 28.09.14 19:45| 
 |
Rispondi al commento

"I poteri forni mi vogliono mandare viva,ma io non mollo"!
Azz...ma se ti ci hanno messo "loro".
E vuoi che non ti ci levano di lì?
Ma ti sei già dimenticato,Monti,Bersani;letta?
Ora caro Bomba tocca a Te!
Un pò per uno in braccio alla mamma!
Capisco che sei stato abituato a fare tutto di corsa,ma ti chiamavano anche il bomba,un motivo ci sarà pur stato, o no?
Datti na calmata,prendi la bici...e vai...vaiiiii a Rignanooooo!
★★★★★ ^:^

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I morti per lavoro non hanno mai interessato i governi. Figuriamoci se interessano questo pupazzo viziato che non ha mai lavorato un sol giorno in vita sua e ha smanie di dispotismo come se tutto gli fosse concesso.
Ma se il danno che costui ha portato all'Italia si chiuderà col prossimo successore, il male che il Pd ha fatto a questo Paese non cesserò finché quei rincoglioniti o venduti dei suoi elettori non avrnano un soprassalto di vergogna
Inutile fingere di non vedere che la macchina che sostiene Renzi ha cominciato a mollarlo: prima Scalfari con velate critiche, poi de Bortoli del Corriere che lo accusa di massoneria, infine parte della Cei che si dissocia. La cricca dei cento potenti che acclamarono e poi mollarono Monti e poi Letta e sta ripetendo la stessa solfa con Renzi, l’utile idiota perché, come dice Gilioli “da sempre i nocchieri dell’economia sanno che solo un governo “di sinistra” può fare riforme di destra senza scatenare la piazza.” Ecco perché la corsa dall’appoggio a Marchionne per cui il nostro va pure a Detroit, per riacchiappare il potere che gli viene gentilmente sfilato da sotto il sedere. Mi sa che anche la parabola di Renzi è alla fine. E ora? Ora, vista la scempiaggine degli Italiani, altra giostra e altro giro. Ma chi è a terra continuerà a restare a terra. E chi sul lavoro c'è morto non tornerà vivo mai più.

viviana vi 28.09.14 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Attribuire come subdolo "successo di Renzi" la responsabilità dei morti
sul lavoro, in itinere o per cause attinenti il lavoro, mi sembra
un'idea meschina e completamente estranea alla questione dell'art.18, oppure una miserevole mancanza di idee.
Sarebbe stato più costruttivo enumerare e indicare le regole da seguire per impedire che accadano tali tragici fatti. Le morti sul lavoro si sono verificate e si verificheranno con qualsiasi governo e premier, anche se esistono norme antinfortunistiche che a rispettale tutte le imprese dovrebbero bloccarsi e i lavoratori restare rintanati nelle proprie case. Per carità di patria non voglio credere che stiate coltivando l'illusione che simile decessi non si verificherebbero sotto le buone cinque stelle del Movimento al governo.
Sarebbe solamente un atto di vanesia ipocrisia.

mimi terlizzese, bari Commentatore certificato 28.09.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Questo è l'aspetto più apparente, ma se riuscissimo ad ampliare la ns capacità di percepire la vera politica di questi STATISTI evidenzieremmo come, alla base di tanti provvedimenti, ci sia come scopo finale, l'eliminazione dei più deboli .Parlo di eliminazione fisica,e non scherzo. Diminuire le pensioni ai più deboli, o congelarle, sommando a questo l'aumento delle spese quotidiane, delle tasse, il taglio costante della sanità, la chiusura di ospedali periferici e la diminuzione dei posti letto negli ospedali, non toccano altri se non i più deboli. Li possono uccidere per risanare l'INPS, i costi della sanità e liberare qualche alloggio a equo canone? No, ma se qualche centinaia di migliaia di vecchietti, malati, disabili lo stato li porta in gita premio nel deserto e ce li lascia, naturalmente con una bottiglietta d'acqua, con l'impegno di andarli a recuperare e 15gg dopo li trova, purtroppo, tutti morti, che colpa gli possiamo addebitare? Quando li ha lasciati non avevano problemi particolari, se non quelli quotidiani. Sarà stata l'emozione? la non abitudine a certi stravizi, per mancanza di disponibilità economica? Chissa'. Certo è che il governo Renzi gli ha regalato un bel sogno e li ha anche fatti contribuire al risanamento del paese. Prima il piacere, gita, poi il dovere...Votate Renzi, votate il futuro. Dei delinquenti! Perchè questo stanno facendo:intanto ai più deboli non danno più la possibilità di curarsi, poi stanno alla finestra a contare i giorni necessari a far morire la gente, per migliorarsi, s'intende.

roberto ferretti 28.09.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho lavorato per imprenditori che si sono intascati montagne di soldi con la ' promessa ' ( fatta allo stato...), che una volta ampliata la sede di lavoro avrebbero assunto TANTISSIMO personale...si si con contratti di 6 mesi in 6 mesi con cooperative con stipendi da fame. Cerchiamo di dirci la verita' e siamo seri....almeno qualche volta.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 28.09.14 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'art. 18 potrebbe rimanere per l'eternità, ad una condizione:
si stabiliscano ESATTAMENTE quali sono le situazioni che permettono il licenziamento "per giusta causa".

Per quanto riguarda le morti sul lavoro, vorrei (sommessamente) ricordare quante "casalinghe" si infortunano, anche gravemente, durante la loro meritoria attività lavorativa.
In questi casi chi è il responsabile: il coniuge?

controcorrente...ma non troppo 28.09.14 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai siamo diventati schiavi a tutti gli effetti,
io sono un piccolo artigiano e lavoro nel campo dell' edilizia. Ormai la competizione per aggiudicarsi un lavoro anche di pochi giorni e diventata estrema, con la conseguenza che i prezzi della manodopera si sono abbassati talmente tanto che i soldi guadagnati bastano a malapena per mangiare e pagare le tasse a questi dittatori che siedono in parlamento, ma in compenso le ore di lavoro si sono quasi raddoppiate. Questa è la vera ragione (ma non unica, chiaro) di tanti incidenti sull'lavoro, operai e lavoratori non c e la fanno più. Moralmente sono devastanti quando arrivano e ti rovinano con multe salatissime perché non hai le scarpe antifortunistica o perché hai chiesto aiuto ad un'altro artigiano per riuscire a concludere e consegnare un lavoro.

franco Monterosso 28.09.14 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Come datore di lavoro dovrei essere soddisfatto dal progetto Renzi di semplificare i licenziamenti. Ma come uomo non ci sto e provo una grande amarezza . E l'uomo, in questi casi,certamente prevale

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@oreste M, (:★★★★★), sp

Mi aspettavo una lavata di capo.
Ho copiato un po' di testo dal sito dove che mi hai indirizzato,
http://www.licenziamentogiustacausa.it/

sotto ASSENTEISMO >Provare Assenteismo del Dipendente
“L’assenteismo dal lavoro è un fenomeno sempre più diffuso ...”
“In particolare uno degli accertamenti più richiesti comunemente all’investigatore privato, in ambito aziendale, è quello di sorvegliare i dipendenti assenteisti. Capita infatti, specialmente nelle grandi aziende, che alcuni dipendenti, assenti per malattia, in realtà simulino lo stato di morbilità e vadano in realtà a svolgere un secondo lavoro.”

In pratica mi dai ragione, la mia opinione è che una azienda, un capo, non si toglie un collaboratore che fa il suo lavoro, e attualmente per licenziare un dipendente bisogna assumere un investigatore privato, e, alla fine si va dal giudice,

Per assurdo quando uno ha voglia di divorziare, scontento della moglie/marito, non lo ferma nessuno. Una ditta scontenta del dipendente non può separarsi dalla zecca.
Grazie.

Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ STAFF :
Grazie,

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 19:04| 
 |
Rispondi al commento

amarezza solo amarezza...leggendo questi dati da bollettino di guerra..la sicurezza è un costo...sul lavoro-sulle strade-sui rischi idrogeologici e criminalità...e tutto perchè qualcuno da Bruxells ci deve dire cosa fare e quanto spendere..
ritmi di lavoro sempre più intensi...maggior carichi di lavoro sui dipendenti...meno manutenzione e rinnovamento degli impianti e attrezzature..tutto per far quadrare i bilanci per rimanere aperti...
Pensano all'art.18...per ricattare meglio i lavoratori...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 28.09.14 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Immagina se cominciano a contare i caduti anche loro, se cominciano a perdere qualche occhio...come è successo a un pastore sardo, se occorressero 20 ambulanze per "loro", come sono occorse per noi alla "macelleria messicana" di Genova....
-
Immagina. Puoi!

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal 28 febbraio giorno che ho spedita questa mail qui sotto sono morti schiacciati dal trattore 120 agricoltori
Inviato: venerdì 28 febbraio 2014 18:42
A: matteo@governo.it; segrgabinetto@lavoro.gov.it; webmaster@politicheagricole.it
Oggetto: Morti sul lavoro a Gennaio e Febbraio 2014. All'attenzione di Matteo Renzi, Giuliano Poletti e Maurizio Martina,
http://cadutisullavoro.blogspot.com
Sig. Primo Ministro Matteo Renzi e Sig.ri Ministri del lavoro Giuliano Poletti e delle Politiche Agricole Maurizio Martina,
il nuovo governo sarà giudicato da quello che saprà mettere in campo concretamente.
L’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro è aperto dal 1° gennaio 2008, subito dopo la tragedia della ThyssenKrupp di Torino, e da quel giorno monitora in tempo reale i morti sul lavoro in Italia. Ogni anno si parla di favolose diminuzioni dei decessi, ma noi, che registriamo tutte le morti sui luoghi di lavoro non abbiamo riscontrato nessun calo. Sostanzialmente il numero dei morti sul lavoro non è variato nel corso di questi anni di monitoraggio. Purtroppo, nonostante il blog sia diventato punto di riferimento con centinaia di migliaia di visitatori in Italia e non solo (questa settimana oltre 600 accessi dagli Stati Uniti e 400 della Germania), per chi cerca notizie in tempo reale su queste tragedie, che portano il lutto in oltre 1000 famiglie ogni anno, non abbiamo mai avuto come interlocutori i vostri ministeri e questo nonostante le numerosissime mail inviate che illustravano la tragedia attraverso dati incontestabili, Ma si è continuato a prendere per buoni i dati ufficiali che sono sempre sottostimati a causa di un monitoraggio parziale.
Tutti gli anni assistiamo ad un’autentica carneficina di agricoltori schiacciati dai trattori che guidano, nella totale indifferenza della politica, e soprattutto da parte dei ministri che si sono succeduti in questi anni all’agricoltura e al lavoro. Gli agricoltori deceduti schiacciati dal trattore sono stat


Bersani: «Escludo rischio scissione nel Partito democratico, non esiste»
+++++++++++++++++++++++++++
TRANQUILLI NEL PD SONO TUTTI DELINQUENTI E TRA DELINQUENTI NON SI MORDONO !!!!
+++++++++++++++++++++++++++

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 28.09.14 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo questi morti sono dei normali lavoratori,non hanno una divisa ,non sono "servitori dello stato".
Immaginate che , invece, lo fossero stati. Immaginate che 2 erano appartenenti alle forze dell'ordine periti mentre erano a bordo della loro auto e gli altri 3 soldati saltati su una mina in Afghanistan. Le trasmissioni televisive interrotte per dare la notizia, le esequie solenni,il capo sello stato,il governo e ministri vari che ricevono le salme, il minuto di silenzio a Camera e Senato e negli stadi prima delle partite,immaginate.....

mauro cardoni, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sinistra la trionferà solo se la si continuerà a "santificare" nei suoi "eroi" presenti e passati, venduti per "moralizzatori".
Quanti stipendi sono stati rubati in questi decenni (pagati col debito pubblico) da gente che aveva solo esperienza di fetide sedi di partito? dalla manovalanza ai cosiddetti dirigenti? nel mentre i politici responsabili del consociativismo (che tutti ormai fanno finta di aver dimenticato) ingrassavano i loro conti all'estero, gli stessi che ogni governo fa finta di voler tassare? Ecco dove ci ha portato il consociativismo e i "moti" di piazza a regia! E ci insistiamo ancora!

loris cusano 28.09.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT Storia contemporanea

Assistendo al totale disorientamento delle classi meno agiate, causato da una guida politica scellerata, non posso non ricordare alcuni spunti storici del nostro recente passato.

Per recente passato, intendo l'ultimo tentativo fatto per recuperare dignità e libertà, che la classe politica insieme ai partitti e sindacati, avevano tolto sotto forma di diritti alla classe proletaria.
Ritorno con la memoria al “77, dove le frasi ricorrenti erano: “Rifondazione Rivoluzionaria della Politica, Stato Imperialista delle Multinazionali, Radicalizzare lo Scontro, Creare il Contropotere” e cosi via... Da allora, passando per il breve periodo di illusorio benessere degli anni 80/90, possiamo dire che le condizioni non sono molto cambiate, anzi sono peggiorate.
D'altronde cosa potremmo aspettarci se la classe politica viene rappresentata da trentanni dalle stesse persone, oppure, le stesse sostituite con altre più scaltre e incapaci.

Gli anni “70 hanno rappresentato uno spartiacque in termini di economia e cultura, passando da quella contadina degli anni sessanta a quella industriale robotizzata degli anni ottanta. Un decennio questo, pieno di rivendicazioni, quelle per il diritto salariale dei lavoratori (paga oraria, ore di lavoro), quelle per i diritti delle donne (divorzio, aborto), ma anche quelle forse più accese, per il diritto allo studio dei giovani(libero accesso a tutte le università). Le varie lotte di piazza di quel periodo, diedero i loro frutti.

Se io paragono, ritenendoli simili, quel periodo storico con il nostro attuale, non posso non chiedermi il perchè oggi, è cosi difficile far valere il nostro diritto al lavoro, allo studio, alla trasparenza del Potere, all'onestà dei politici.
Guardando indietro, mi viene in mente solo una risposta:

I NOSTRI DIRITTI VANNO FATTI VALERE CON MANIFESTAZIONI ECLATANTI NELLE PIAZZE E NON NEL CHIUSO DEI PROGRAMMI TV OPPURE SUL WEB.

OCCORRE RIPRENDERE CIO' CHE E' NOSTRO: LA PIAZZA!!


Ciao.

Max Weber, Roma Commentatore certificato 28.09.14 18:27| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piddini smettete di prendere il viagra.
È stato inventato per il cazzo non per i coglioni.

Dino L.. Commentatore certificato 28.09.14 18:27| 
 |
Rispondi al commento

I morti aumentano , quelli per incidenti sul lavoro , piu i suicidi piu i moti per rapina e furti, stupri si moltiplicano, etc...
Ma che Bella festa sui prati , che bella compagnia.
Per questi furfanti tutto va bene. Tera poco depenalizeranno
tutto , così risolveranno il problema delle statistiche.

Savio1 28.09.14 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Il tragico conto dei morti sul lavoro andrebbe effettuato anche in base alla enormemente diminuita occupazione nell'industria e nell'agricoltura rispetto agli anni passati.
Mi ricordo quando la media era di tre-quattro al giorno.
Nessun funerale di stato, nessun prete singhiozzante, solo la solita retorica di qualche politico ipocrita.
Vedo però che con il cambiamento che avanza siamo a buon punto.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 28.09.14 18:10| 
 |
Rispondi al commento

OT viviana vi
Si parla dell' Art.18. Hai fatto il commento alle 12:44
Tu vuoi che tutti gli operai, impiegati ne fossero tutelati, anche i dipendenti delle aziende con sotto i 15 lavoratori.
Rifondazione comunista, un 15 anni fa circa, ha fatto un referendum su questo argomento, aggiungo io.

Fai uno sforzo di fantasia inconsueta. Fai una cosa eccezionale.

Respira.

Tu sei una partita IVA, per esempio sei una pasticcera, avevi la mamma che ti dava l'aiuto, ma la mamma schiatta. Pazienza, e la vita.

Assumi una dipendente.
Questa dipendente non ha voglia di fare un cazzo, o ruba, ti fa perder clienti.
E non è assurdo, nelle ditte sopra i 15 dipendenti succede, anche fra gli statali. Fidati.

Non la puoi licenziare.
Le alternative: ucciderla, chiudere la ditta e riaprire come ha fatto Marchionne, chiudere la ditta e vai a lavorare come dipendente, ma hai un mutuo di €50.000 acceso per le attrezzature.
E se sei una artigiana, se fallisci le banche, i creditori, lo stato si rifà con i tuo capitale privato. Tradotto se hai un' auto, una casa, vanno all'asta.

Aspetto la tua risposta.

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e se ci uniamo anche i morti per la vicinanza delle discariche ai centri abitati?

pierangelo albertini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma se l'articolo 18 non protegge nessuno peche' abbolirlo? Peche' spendere tutte queste discussioni
e tempo che potrebbero essere usati per incentivare la occupazione. E' un simbolo, a me piace questo
simbolo siccome lo abbiano ereditato dal sangue dei partigiani , deve rimanere li e nessun maiale lo deve toccare. Renzi sembra che si sii prodicando a distruggere il Pd, come una forma di
Vendetta contro gli ex comunisti. Forse per vendicarsi contro coloro che forse tennero suo padre fuori dall' amministrazione comunale di Furenze. I democristiani mi erono antipatici allora come lo sono ora. Le stelle brillano ed illuminano il camino verso un futuro umano.


Savio1 28.09.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Blog, è ovvio che le morti sul lavoro sono in aumento, ci sono più stranieri che italiani, e questi stranieri non sanno ne leggerlo e ne semplicemente parlarlo l’italiano.
Vi racconto un fatto che succede in fabbrica di mio fratello l’unico della famiglia che lavora: c’è un straniero che è capo reparto uno dei tanti in pratica ci sono per turno tre italiani per tutti i turni e gli altri sono di tutto il mondo, figuratevi che casino nel capirsi, ma l’azienda è medi itali con il piffero, chiusa la parentesi che di sicuro non ve ne frega nulla, questo capo reparto straniero e davanti al quadro controllo del macchinario che borbotta, si avvicina un italiano e gli chiede del perché gesticola e la macchina è ferma, allora risponde, tu capisci un caz fa partire mac, e ovviamente si incazza e gli risponde, guarda che questi cosi neri sono numeri e queste linee sono lettere. In pratica non sapeva leggere nemmeno i numeri, che se non ricordo male sono numeri arabi, ma in tanto stava manomettendo il sistema di sicurezza del macchinario mettendo tutti in una situazione di pericolo. Opss ho lo so, ditelo, su via, non aspettate altro, RAZISTA.

Roberto Santi 28.09.14 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Se devi vivere tutta la vita strisciando come un verme, alzati e muori. (Jim Morrison)

Dino L.. Commentatore certificato 28.09.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzusconi: decide il gran maestro di un'arte mai praticata ...

il colmo della farsa: decide sulla legislazione del lavoro uno che il lavoro lo conosce per sentito dire.

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 28.09.14 17:55| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1575 28-9-2014 ATTACCO ALL’ARTICOLO 18

Il nemico allo specchio, di Ferruccio de Bortoli - Il padre di Renzi indagato per bancarotta fraudolenta - La legge con cui Renzino si è liberato dalle pendenze giudiziarie – Il referendum per l’indipendenza della Scozia - Multa alla Banca d’America per l’abuso dei subprime – Il terrorismo “utile” agli USA – Italia in guerra: 100 milioni al giorno in armi, Alex Zanotelli – Italia: un tragico bilancio

"Il metodo più efficace per prendere il controllo dei popoli e dominarli del tutto
è quello di sottrarre un pezzettino della loro libertà ogni volta, così da
erodere i diritti attraverso migliaia di piccole e quasi impercettibili
riduzioni. In questo modo, la gente non si accorgerà che diritti e libertà sono
stati rimossi fino a quando sarà oltrepassato il punto in cui tali cambiamenti
non possono essere invertiti." (Adolf Hitler, Mein Kampf)
.
Adam Smith (1700): "Tutte le volte che il legislatore tenta di regolare le differenze fra gli imprenditori e i loro operai, i suoi consiglieri sono sempre gli imprenditori»".
.
Viviana Vivarelli: “Chi attacca l'articolo 18 dicendo che ormai non tutela più nulla e quindi è un ammenicolo inutile è irritante e scandaloso come chi, dopo che ogni bene e valore di un Paese fosse distrutto, attaccasse la sua bandiera dicendo che 'ormai' non significa più nulla.
Chi difende l'articolo 18 difende un simbolo che non si riduce al mero ripristino al lavoro di chi viene arbitrariamente licenziato, ma intende riportare in alto i valori e la difesa dei lavoratori come la pietra base su cui si fonda una vera democrazia, perché se finiamo col togliere al lavoro ogni valore e ogni diritto e dopo aver eliminato l'articolo 18 eliminiamo anche l'art. 1 che sul lavoro fonda l'intera costituzione, non resta che la difesa del profitto e quella è così arida e sordida che non può che riportarci in un nuovo medioevo parificandoci a questi Paesi che...

per leggere tutti vai a
http://masadaweb.org

viviana vi 28.09.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai questa è una colonia
Basta guardare Venezia oggi
Che schifo
Quasi quasi preferisco gli sbarcati di Lampedusa

Rosa Anna 28.09.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dall'alba della civiltà a fare niente non si sbaglia nulla, quindi a fare un cazzo non si muore mai. Tutti questi discorsi sembrano fatti solo da chi non ha mai lavorato e che non si rende conto che tutti i lavori comportano dei rischi. Chi lavora in ufficio può spezzarsi un unghia o scivolare dalla sedia mentre cazzeggia su internet. Ovvio che chi lavora sul tetto di una casa rischia di più e che legato come un salame, come prescrive la norma, non riesce a lavorare come dovrebbe. La sicurezza sul lavoro è diventata un busines per chi organizza corsi la cui utilità è paragonabile ad un corso di taglio e cucito per ergastolani, per avvocati e per il carrozzone della giustizia del belpaese. Se un operatore di un muletto investe qualcuno è colpa del datore di lavoro, se un falegname si da una martellata sul dito è colpa del datore di lavoro, se un operaio non segue un protocollo assurdo quanto inpraticabile e si infortuna a causa della sua maldestria e sempre colpa del suo datore di lavoro. Qualsiasi datore di lavoro ha il terrore che si verifichi un infortunio nella sua azienda perchè sarà sempre lui ritenuto responsabile e costretto dall'INAIL a pagare in solido i danni.
Tutti i datori di lavoro attendono con impazienza il "reddito di cittadinanza" in modo da risolvere il problema del loro sostentamento e di potere finalmente fare un cazzo in modo da evitare sbagli.

Paolo Andrea 28.09.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Venerdì l'ennesimo edile è morto. Vicino a Conegliano, TV.
Ma questa morte è successa all' esterno di una chiesa. L'operaio edile era su una impalcatura.
Forse il muratore è scivolato, ha toccato il cavo sotto tensione, e i fedeli stavano facendo un funerale all' interno della chiesa e hanno visto che le lampadine smorzarsi.
Quando è tornato la luce il muratore era morto.

Mi domando se si parlerà di contro-santificazione.

Mi domando se qualcuno è miracolato ( si chiama effetto placebo...), si fa un santo, tipo S.PioX,
uno che crepa in una chiesa, perchè non si dà la colpa, che so io, al santo del giorno, e lo si retrocede?

Torna a essere semplicemente beato, che di santi ce ne abbiamo troppi.

Cavoli, dare la colpa a Renzi è come dare la colpa a Napo che i muratori veneti ringraziano sentitamente la Madonna, Gesù, e tutti i santi ogni tot di tempo.

Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avrei da raccontare un'interessante episodio, dove in occasione di un Lavoro Pubblico, la Stazione Appaltante ha creato le condizioni per il verificarsi di diversi incidenti sul lavoro.
La stessa Stazione Appaltante, quindi pubblica, ha omesso di segnalare i fatti alla magistratura, ed ha eluso i controlli sulla sicurezza del lavoro da parte della ASL.
I fatti citati sono stati denunciati a due diverse procure della repubblica.
Gli atti al momento sono in fase di "insabbiamento preliminare" in attesa di prescrizione.
Dispongo di atti, foto e documenti comprovanti quanto ho appena esposto.

Marco Argiolas 28.09.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

LA RAI del regime ha fatto quello che voleva il MOVIMENTO.
Citare una festa.
Si chiede per sta festa ci vogliono €500.000.
Il posto dove si fa la testa, lungo 621 metri e largo 118, http://it.wikipedia.org/wiki/Circo_Massimo
ha una superficie pari a 73 mila metri quadrati, può accogliere 300mila persone.

Bagordi per 3 giorni.
Basterebbe girare fra gli allegri auto invitati con la busta delle offerte, e basta che i presenti conferiscano alla festa meno di quello che si dà in chiesa.
Op-là 500.000 sono già arrivati. O è possibile che i romani siano così di braccino corto?
Spilorcio? Avari?

Vorrei conoscere una cosa.
I miei amici ( reali) romani, mi han detto che a Roma non si gira tra i fedeli in chiesa con il sacchetto delle offerte, che viene ostentato qui al nord nelle funzioni religiose, negli sposalizi, i funerali ecc.
Mi han raccontato una balla? E' possibile che ci siano anche nelle offerte alla chiesa differenze Roma-non Roma?
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Non solo un numero esorbitante di morti sul lavoro..

Sergio di Cori Modigliani

I dati reali sono impietosi:
1) Siamo l'unico paese d'Europa che va indietro. Non produce, non avanza, non evolve. In recessione perenne.
2) Siamo il paese d'occidente col più alto consumo di materiale pornografico. In ogni minuto della giornata 16 milioni di persone (il 24% degli Italiani uno su 4) sono sintonizzati su un sito porno o stanno acquistando materiale pornografico.
3) Siamo il paese occidentale con il più alto tasso di ludopatia ossessiva, 15 milioni di persone.
4) Siamo il paese col più alto consumo di droghe pesanti, cocaina, eroina, ecstasy. Roma è la città d'Europa con il più alto consumo di cocaina, seguita da Firenze e da Milano.
5) Siamo la nazione d'Europa col più basso numero di laureati.
6) La nazione europea col minor numero di lettori.
7) L’unica nazione d'Europa, tra 28, in cui l'indice di lettura diminuisce e il fatturato delle case editrici si assottiglia. L'editoria è in crisi solo in Italia, nel resto d'Europa è in grande ripresa.
8) Siamo la nazione più narcisista dell'intero occidente. Ogni utente facebook ha una media di tre avatar e due pagine su se stesso.
9) Siamo il paese più corrotto d’Europa, secondi soltanto alla Bulgaria.
10) Il paese col più basso indice di spiritualità e sentimento, dove i primi 5 valori dell'esistenza sono legati al possesso di beni materiali.
11) Il paese al mondo col più alto numero di talk show televisivi dedicati alla politica.
12) E quello (legato al precedente) col più basso indice di partecipazione democratica. La gente va su facebook a insultare qualcuno e con ciò crede di fare politica.

viviana vi 28.09.14 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una semplice citazione di William Shakespeare (1564 – 1616):
“Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi”.
William Shakespeare

umberto B., Innsbruck Commentatore certificato 28.09.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Suvvia...1 paio di selfie e tra 1000 giorni risolviamo...

Davide R 28.09.14 17:01| 
 |
Rispondi al commento

________________l'ironia e l'ipocrisia______________
correggo

De Magistris infrange la legge per ripulire l'Italia dalla corruzione impossessandosi di tabulati telefonici di Prodi e Mastella e viene condannato..!

siamo al top..!


[...]e Magistris era pm a Catanzaro e conduceva l’indagine «Why not» sull’uso di fondi pubblici per la formazione professionale in Calabria, delegando al poliziotto e consulente informatico Gioacchino Genchi (pure lui condannato) l’acquisizione di tabulati telefonici. Tra questi, i dati di otto utenze telefoniche riconducibili a parlamentari (tra cui Prodi, allora premier, e Mastella, allora ministro della Giustizia). Secondo la Procura di Roma che ha istruito il processo, De Magistris e Genchi violarono la legge che tutela la riservatezza dei parlamentari, acquisendo i loro dati telefonici (chi, quando e per quanto tempo ha chiamato ed è stato chiamato, non il contenuto delle conversazioni) senza la prescritta autorizzazione delle Camere. A conclusione del dibattimento, la Procura aveva chiesto l’assoluzione di De Magistris e la condanna di Genchi. Il tribunale ha condannato entrambi.

http://www.lastampa.it/2014/09/26/italia/cronache/dalla-condanna-alla-sospensione-il-caso-de-magistris-ai-raggi-x-ZErekc6ATxmoke8AY7OoHK/pagina.html

john buatti 28.09.14 16:57| 
 |
Rispondi al commento

_____________

e perché non è reato distruggere un'intercettazione su Napolitano?


un'intercettazione se la fai perché poi la distruggi?

era stato chiesto ad un magistrato l'autorizzazione per la sua distruzione ? se si...da chi?
se no ..chi l'ha distrutto ha infranto la legge?


oggi ho deciso di piazzarmi davanti alla tv.una settantina di canali che continuo a girare e rigirare e,cosa noto?una marea di idioti dietro lo schermo che mostrano idiozie a degli idioti davanti allo schermo.ma veramente la gente vive cosi?ma che speranze abbiamo?cosa siamo diventati?la tv ha grandi possibilità.possibile che non troviamo un modo per darle un senso?per farne qualcosa di positivo?cazzo.occupiamola.è nostra.ma che gente siamo?boh .io non sò più che dire.cosa scrivere.prima frequentare questo blog serviva a qualcosa ma,adesso,mi pare di parlare con gli oligofrenici.persone alle quali bisogna spiegare che,dopo aver fatto i bisognini bisogna pulirsi e lavarsi altrimenti si puzza.mah. mi sà che sparirò.volevo andare a roma ma,a fare che?va bene.mi limiterò a votare il movimento ma,solo perchè,per il resto c'è solo infamia.non credo,però possa servire a qualcosa.va be.buona continuazione a chi ci crede ancora.


________________l'ironia e l'ipocrisia____________


De Magistris infrange la legge per ripulire la l'Italia dalla corruzione impossessandosi di tabulati telefonici di Prodi e Mastella e viene condannato..!

siamo al top..!


[...]e Magistris era pm a Catanzaro e conduceva l’indagine «Why not» sull’uso di fondi pubblici per la formazione professionale in Calabria, delegando al poliziotto e consulente informatico Gioacchino Genchi (pure lui condannato) l’acquisizione di tabulati telefonici. Tra questi, i dati di otto utenze telefoniche riconducibili a parlamentari (tra cui Prodi, allora premier, e Mastella, allora ministro della Giustizia). Secondo la Procura di Roma che ha istruito il processo, De Magistris e Genchi violarono la legge che tutela la riservatezza dei parlamentari, acquisendo i loro dati telefonici (chi, quando e per quanto tempo ha chiamato ed è stato chiamato, non il contenuto delle conversazioni) senza la prescritta autorizzazione delle Camere. A conclusione del dibattimento, la Procura aveva chiesto l’assoluzione di De Magistris e la condanna di Genchi. Il tribunale ha condannato entrambi.

http://www.lastampa.it/2014/09/26/italia/cronache/dalla-condanna-alla-sospensione-il-caso-de-magistris-ai-raggi-x-ZErekc6ATxmoke8AY7OoHK/pagina.html


Ci sono anche dei dipendenti...con i loro sacrosanti diritti..(che io rispetto),però...coalizzandosi tra di loro...lo han mandato loro "in analisi"... un datore di lavoro che io conosco , e questo in preda a depressione..è tentato al suicidio?
L'azienda in parola che è sempre stata gestita al meglio...ha dovuto esser ceduta.
L'incidenza dei suicidi (per varie cause )...è molto elevata anche tra gli imprenditori ...come mai ? Se l'imprenditore è la parte forte, questo non dovrebbe avvenire..."ma guardaunpò avviene.." .
Perchè non lo fanno i sindacati..di rilevare un'azienda dato che la disponibilità finanziaria c'è l'hanno...ed assumono LORO dei dipendenti dando l'esempio ?...ma non lo fanno vero ?..perchè è una bella gatta da pelare...vero ???
E' giusto l'art 18 Sì,
Pero' voglio anche un art.18 BIS (DICIOTTONE ) a tutela dei datori di lavoro per i comportamenti antiaziendali, che ricevono da parte di certi dipendenti (non tutti) ma protetti .
Pure questo deve essere messo sul piatto della bilancia..altrimenti..è troppo comodo..troppo facile.....
Generalizzare senza i distinguo del caso...è un modo sleale per esprimere valutazioni e concetti.
Chi ha dubbi sul quel che dico..prima si apra una partita iva, poi assuma dipendenti, e poi parli,...se gli rimane fiato.

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN ITALIA :
SE HAI RAGIONE NON FARE CAUSA,
SE HAI TORTO FAI CAUSA.
Come si può organizzare un'impresa..in questo clima di giustizia ?
Poi non lamentiamoci se tutti i cervelli o imprenditori scappano .

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Smettiamola di meravigliarci, sappiamo benissimo che per i “padroni” la vita dei lavoratori non è mai contata un tubo, figuriamoci adesso che possono far lavorare in nero e per un piatto di minestra migliaia di disgraziati. Da sempre questi sciacalli hanno sognato di poter sfruttare fino alla morte quelli che non hanno mai voluto riconoscere come persone, li hanno sempre considerati servi se non schiavi. Mi dispiace ammetterlo ma è stato Mussolini a prendere i primi provvedimenti contro questi sfruttatori, realizzando tre meravigliosi enti: l’INAI, L’INPS e l’INAM che questi “democratici” hanno distrutto proprio perché proteggevano la classe lavoratrice contro gli infortuni, le malattie e la vecchiaia. Avevo in casa un vecchio Testo Unico che iniziava così: L’operaio ha sempre ragione! E al mio stupore mio nonno mi spiegava che spesso i datori di lavoro disattendevano l’obbligo delle misure di sicurezza, per cui i lavoratori erano esposti a rischio, oppure avevano lavoratori in nero e non assicurati, per cui il legislatore aveva tutelato il lavoratore da ogni e qualsiasi abuso essendo la parte più debole e indifesa. Questi Enti erano insieme allo statuto dei lavoratori, la dichiarazione d’indipendenza dei lavoratori, un diritto umano in una società di sfruttati e sfruttatori. Purtroppo nel mondo osceno e disumano che questa degenerata classe dirigente e questo feroce potere finanziario stanno creando, non c’è posto per la vita umana tranne la loro, non c’è posto per la coscienza, la giustizia e la logica ma solo per questo branco di lupi affamati. E se non impareremo a difenderci...

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 28.09.14 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro paese è allo sfacelo. Io faccio parte della lunga schiera di persone "scappate" dall'Italia. Avevo un lavoro ed una casa ma ciò che mi dava indietro il mio paese non era adeguato a quanto gli stavo ( gli stiamo ) dando con le mie tasse ed il mio rispettoso seguire le regole. Appena avuta l'occasione sono andato via. Anche negli altri paesi ci sono problemi come la morte sul luogo di lavoro ma non c'è l'indifferenza generale di media e tv. Quando succede qualcosa le istituzioni reagiscono per tempo. Brutto davvero constatare il nostro livello. Passate magari a trovarmi a "casa" su www.myautographworld.com cerco di scrivere a volte per non pensare al mio paese. Un saluto rassegnato.

Fabrizio Casu 28.09.14 16:06| 
 |
Rispondi al commento

..Fatto accaduto.
Impresa di costruzioni con tutte le attrezzature a norma, personale con abbigliamento a norma, personale tutti in regola, corsi effettuati, rispetto di tutto..ecc..ecc.
Un dipendente in una fase di lavoro tiene gli occhiali di protezione in testa e non indossati, proprio in alcuni momenti dove il responsabile di controllo si trova dalla parte opposta di cantiere, il dipendente toglie un chiodo da un cassero...la manovra non gli riesce..il chiodo di spacca sotto la pressione di chi lo stà togliendo e si conficca dritto nel suo occhio,...il dipendente perde un occhio.
Inizia subito un contenzioso innescato dalle associazioni di categoria....passa molto tempo..alla fine il giudice da ragione al dipendente (ma di chè ).
Multa all'impresa megagalattica a 6 cifre in euro.
Ipotetica spartizione di percentuali tra il beneficiario e chi lo ha convinto a far causa...nonostante l'imperizia fosse sua e non dell' 'impresa, che nulla poteva fare se non rispettare tutte le leggi come in realta' faceva da anni.
Ora l'impresa si stà ritirando anche grazie a questa mazzata.
Ma in questo caso...la parte che subisce l'ingiustizia..chi è ?

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 28.09.14 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡HOLA Blok✰✰✰✰✰!!!

Cheddite?
Il Post mi trova senza parole.
Spero non rimanga 'lettera morta'!

Aggiungo;
segnal-azione di servizio, post a fianco:

"5 giorni a 5 stelle/39: Torna il Tg del Movimento".

Ciao.

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 28.09.14 15:55| 
 |
Rispondi al commento

e i morti dovuti all'inquinamento fatto per cause di fabbriche ecc, dove li mettiamo,questi manco hanno il lavoro,cioè non hanno reddito dal lavoro che inquina, e oggi la situazione peggiora sempre più siccome non c'è lavoro si permette tutto,dai rumori che non fanno male subito,ma fanno danni irreparabili a lungo termine e che poi paghiamo noi con invalidità e cure e anche con la morte,all'aria che nessuno più osa dire che è irrespirabile e in tutto ciò che è lavoro,ma dobbiamo lavorare per vivere,per farci del bene non per distruggerci,questo dobbbiamo capire e spiegare a chi sopporta,tace e nasconde,si rende complice perchè ha paura che poi non c'è lavoro

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento

renzie l,altra faccia della medaglia dice i poteri forti vogliono bloccarmi cosa tutta opposta a quello che dice, se sono propio i poteri forti che hanno messo renzi afare il presidente del consiglio, renzi un grande cazzaro che fa passare i messaggi cattivi x quelli buoni ela gente ci crede pure

Ferdi Santoro (), santoro.ferdinando@yahoo.it Commentatore certificato 28.09.14 15:51| 
 |
Rispondi al commento

...i costi per la sicurezza sul lavoro sono troppi ecc ecc sostenevano gli attuali "amici"del buffone 2 ...le tv 1 passaggio leggero ...meglio parlare del matrimonio di george ...o art 18..1 vergogna ... ma a tanti pare vada bene cosi ..pare

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Leggo ora che Renzi non ' omaggia ' i poteri forti...ho studiato poco quindi non capisco cosa c' entrano gli omaggi con il mettersi a 90 gradi ! Boh !

Roberto C., Parma Commentatore certificato 28.09.14 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio un governo a 5 Stelle.punto.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Cosi' va l' INAIL...
Ho avuto un infortunio nel 2010, piuttosto serio, a dicembre 14 subiro' la quinta operazione ad un piede, mi e' stato assegnato un punteggio di invalidita' e corrisposto una somma in denaro per il danno subito.
Niente da dire, poi guardando le cosidette ' TABELLE ' dell' Inail scopro che un diciottenne con un giorno di contributi prende il triplo di quanto assegnato a me !!!
Mi sono chiesto se i miei trenta anni di contributi sono serviti solo ad aumentare il tesoretto inail di cui parlavo piu' sotto.
Chi meno ha versato , piu' prende ? Credevo fosse cosi solo per le pensioni dei politici...

Roberto C., Parma Commentatore certificato 28.09.14 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ad aver ospitato questo Blog dove le nude e crude cifre parlano più di mille sproloqui televisivi che continuamente ci propina mamma Raglia. Cifre da guerra, ma che passano inosservate grazie alla "spalmatura" che viene effettuata, mescolata a terrificanti ma lontane notizie e a locali cazzate gossipare, complice il mainstream disinformatore o silente. Il Governo, ma direi tutta la classe dirigente di questo Paese, negli ultimi sessanta anni ha provocato questo sfacelo, una miriade di morti sul lavoro, per ignoranza o speculazione, quando invece il lavoro dovrebbe "nobilitare" non annientare. Grazie, ai Padrù, allo Stato e già che ci siamo anche ai Sindacati... La de-crescita NON felice ringrazia.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse ha ragione il direttore feltri nel dire che siamo un paese di coglioni!,perché ci stanno facendo di tutto e noi?.....................a comprare l'iphone 6! o almeno chì ha i soldi per farlo!.Ora il mio più grande desiderio sarebbe dirlo sul palco dei 5stelle al circo massimo,ma soldi non ne hò e lavoro pure!.Salire sul palco e gridarlo a pieni polmoni che siamo dei coglioni!.

gianfranco r., castel rozzone Commentatore certificato 28.09.14 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono sempre carlo soricelli curatore dell'osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro. Vorrei aggiungere un'ultima nota al precedente post. Il Conduttore del TG3 della 19 di ieri sera ha parlato molto amareggiato di 8 morti sui luoghi di lavoro nell'ultima settimana, Vorrei ricordare e dire a FICO che è il presidente commissione della RAI che i morti sui luoghi di lavoro da lunedì a ieri sono stati ben 22 e tutti documentati e a diffondere se qualcuno me lo chiede, quasi il triplo di quelli che ha diffuso il TG3. Ed è anche per questo che non esiste la percezione del fenomeno che è molto più diffuso di quello che ci vogliono far credere.Con l'abolizione del 18, invece d'allargarlo anche ai precari vogliono farci tornare all'800. io non ci sto, ma posso fare poco mentre voi se il vostro interesse non è strumentale potete fare tantissimo. appoggio la minoranza PD se fa sul serio, se fa cascare questo governo retrivo e di destra e cerchi con 5stelle di costruire una vera alternativa. Nessun ha dato a Renzi il mandato di governare, semmai a Bersani con cui, se si vuole mandare a casa queste persone cercare di dialogare, ciascuno mantenendo la sua autonomia. Il Paese ha bisogno di voi se cominciate ad occuparvi veramente delle cose che possono interessare come queste, della vita di chi lavora


E' UNA STARGE OGNI ANNNO, BISOGNA FARE QUALCOSA

alvise fossa 28.09.14 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Beppe Grillo per aver ripreso i dati dell'Osservatorio Indipendente di cui sono il curatore, spero che i suoi parlamentari approfondiscono e chiedano spiegazioni a Renzi, Poletti e Martina per aver ignorato la mail dell'Osservatorio dove chiedevo loro di fare una campagna informativa sulla pericolosità del trattore. Dagli archivi dell'osservatorio risultava che ogni anno morivano così tragicamente tantissimi agricoltori tutti documentati. Da quel giorno UDITE BENE sono morti schiacciati dal trattore 120 agricoltori e 130 dall'inizio dell'anno. Non sono solo le fabbriche ad essere dei cimiteri,ma anche i campi. Renzi ha fatto quasi tutti i giorni selfi, cinguettii , ha mangiato gelati ma non ha trovato un minuto di tempo da dedicare un minuto a queste tragedie. Bastava dare incentivi agli agricoltori per la protezione delle cabine. Incalzatelo su questi fatti. Altro che abolizione dell'articolo 18 che posso provare protegge la vita di chi lavoro visto che a morire sono soprattutto partite iva, precari e agricoltori. carlo soricelli curatore dell'osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro. I dati raccolti sono a vostra disposizione, Io sono solo un volontario che si era reso conto, dopo la tragedia della ThyssenKrupp di Torino che in Internet non c'erano dati aggiornati su questa tragedie, poche settimane dopo il 1° gennaio 2008 ho cominciato a monitorare le vittime, con risultati che fanno accapponare la pelle. I morti in questi anni sono aumentati anche rispetto al 2008 del 5,8% i rispetto al 28 settembre del 2008 nonostante si siano persi milioni di posti di lavoro. L'INAIL scrive di registrare un calo di decine di punti ma non dice mai chiaramente che monitora sopo i propri assicurati e in tantissimi non lo sono, come per esempio quelle partite IVA individuali che questo istituto non monitore e quindi non esistono neppure come morti sul lavoro. E' anche questo l'articolo 18. Dove esiste le morti sono quasi inesistenti. battetevi per allargarlo

carlo soricelli 28.09.14 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Due cose :
1 andiamo a vedere dentro il " tesoretto " dell' INAIL... e allo stesso tempo si guardi che elemosina danno agli infortunati e ai famigliari dei defunti.
2 ho visto Landini in TV ( sky ) una forza della natura, zittisce la giornalista e senza giri di parole attacca Renzi e Marchionne.
Che ci vuole ? La voglia ? Il coraggio ?.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 28.09.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI rispondo da solo: vincere le elezioni e cambiare il sistema.
Non si eviterebbero tutti gli incidenti sul lavoro ma i controlli li faremmo fare.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Blok✰✰✰✰✰!!!

Mio microscopico saggio di cultura generale:

NON SI PUÒ DARE PER SCONTATO CHE STARE FERMI
POSSA SEMPRE DIMOSTRARE DI ESSERE VIVI!

Hasta pronto.

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 28.09.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Gli ispettorati del lavoro non hanno personale a sufficienza per i controlli,nonostante che aziende,sopratutto,edili chiudano.
Se ci sono i controlli,il datore del lavoro viene a saperlo prima.
Dimostrazione:
Un extracomunitario muore sul lavoro... ebbene le dichiarazioni del titolare della ditta sono:....: è il primo giorno che lavorava.
Vedi te quanta sfortuna,il primo giorno di lavoro ...e muori!
Oppure si presenta un ispettore in cantiere....e si vede un fuggi,fuggi di uomini.
Perchè?
Costa più adeguare le misure di sicurezza che il costo della manodopera!
La vita non ha prezzo,però siamo riusciti a dare ad essa un valore....nulla!
Infatti i funerali sono a carico delle famiglie!
Non sono eroi, vero?
Siamo la vergogna del mondo!
L'ottava potenza mondiale!
Siamo al g8!
Ma non contiamo un cazzo...siamo solo servi!
★★★★★ ^:^

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Che soluzione proponiamo per risolvere il problema?

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci aggiungerei qualche centinaia di suicidi per la mancanza del lavoro .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 28.09.14 13:54| 
 |
Rispondi al commento

E' scemo quello che ha fatto l'articolo?

Il titolo è “FABBRICHE CIMITERO”

Alla fine dell' articolo c'è una nota
“Categorie con più morti sul lavoro: Agricoltura 42% sul totale, con il 68% di queste morti causate dal trattore . Edilizia 23,6%. Industria 9,2. Autotrasporto 6,2%”
I contadini spesso sono coltivatori diretti.
L'edilizia nel 2011 aveva 1.600.000 dipendenti ,l'industria nel 2011 aveva 4.150.000 dipendenti, l'agricoltura aveva 64.500 dipendenti
Dati Istat
http://www.istat.it/it/files/2013/07/03-Scheda-Imprese_dati-strutturali-DEF.pdf

E' nei campi / edilizia che ci sono i cimiteri. Basta leggere i giornali nella cronaca, nei trafiletti.
E in questi lavori si accumulano le persone anziane che continuano a lavorare, e spesso da partita IVA.


Grullo quello che ha fatto l'articolo.
Renzi non ha mai lavorato, ma l'articolista non è mai andato fuori dall' ufficio, a guardare ( MAI A FARE!!) gli altri lavori.
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo sò,lo sò caro zampano.meglio vivere come una mosca alla spasmodica ricerca di una merda su cui posarsi,che rischiare una manganellata.ciao....don abbondio.p.s.non non è offesa.è normalità.

vito asaro 28.09.14 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe spiegare più spesso che lavorare principalmente vuol dire costruire qualcosa, muovere la mente e le mani.
Fermatevi un attimo a riflettere a quante cose una persona utilizza durante una giornata e confrontatele con quante ne costruisce.
A mio avviso i più devono farsi un'esame di coscienza perché i conti non tornano.
Ora lascio questo blog perché pur essendo domenica ho un lavoretto da fare.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Renzie dice che promuove la nuova fiat-chrysler...quindi promuove chi paga le tasse fuori dall'italia?complimentissimi

grazia 28.09.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

I Lavoratori molto spesso sono i primi ad ignorare volontariamente le piu basilari norme di sucurezza. Oltre al carcere per quelli che non le fanno rispettare dovrebbero esserci sanzioni pecuniarie per tutti i lavoratori negligenti.

alessandra pucci 28.09.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

I conti tornano, mentre sempre più persone cercano lavoro quelli che c'è l'hanno lavorano sempre più in condizioni peggiori e sotto pressione.
Io sono disposto a cedere del mio lavoro perché la busta paga da operaio me la faccio bastare e riesco ad avanzarne tranquillamente.
Quante persone come me sono disposte a lasciare ore di lavoro a qualcun'altro? Io ne conosco parecchie. Ma allora non si potrebbe fare in modo che i datori di lavoro possano concedere più facilmente il part-time?
Domanda a cui spero qualcuno mi risponda.
Una volta mio padre mi disse:
vedi figlio mio in un'azienda non è detto che al proprio interno tutto il personale debba lavorare.
Si può estendere questa affermazione all'intera nazione.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 13:35| 
 |
Rispondi al commento

La denuncia forte e decisa che il Movimento sta portando avanti con notevole decisione è sterile , non è seguita dall'azione di contrasto ed eliminazione dei problemi che attanagliano il Paese ! Un medico che fa una precisa e accurata diagnosi di una malattia non serve a niente se non prescrive e attua la giusta cura . Noi del blog siamo convintissimi che le cose vanno male e sappiamo bene a chi attribuirne le responsabilità , ma la cosa finisce qui ! Manca la cura ! L'atteggiamento attendista che abbiamo non porta da nessuna parte , tranne che sperare che il tempo lavori per noi . Qualche altro anno ancora e il popolo sarà cotto al punto giusto , i beneficiari degli 80 euro capiranno che è stata una pura mossa elettorale vanificata dagli aumenti delle tasse , la grave incapacità del PD a governare acuirà la povertà generalizzandola . Il saccheggio aumenterà provocando il crollo del Paese ! Allora la gente si rivolgerà a noi che dovremo faticare il quadruplo per rimettere le cose a posto . Si può evitare il prolungamento di questa agonia ? Si ! Dobbiamo agire diversamente , dobbiamo denunciare a tutti , non solo ai frequentatori del blog , quello che accade nei fatiscenti palazzi del potere . Lo possiamo fare solo con la tv . Al circo Massimo saremo trecentomila , rimangono 59milioniesettecentomila persone che non ne sapranno niente , o poco , pochissimo .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 28.09.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento

E DI GALAN E SCAJOLA AVETE QUALCHE NOTIZIA !? INSABBIATO TUTTO NON PIU LUOGO A PROCEDERE !? CHE PERSONAGGI QUANTA MERDA IN QUESTO PAESE DI MERDA !!!! solo rubare rubare ed ancora rubare il denaro degli ittagliani e' lo sport preferito dei nostri stramaledetti politici di merda !!!!!

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 28.09.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

5 stelle volete davvero avere dei soldi da investire nel lavoro , nella sicurezza dei lavoratori, nelle piccole imprese?
Bene: ABBIATE IL CORAGGIO DI INDIRE UN REFERENDUM PER TOGLIERE 4 MILIARDI DI € ALLA CHIESA CATTOLICA.
Le religioni si sostentino da se.
Siamo di fatto stati governati x 25 anni dal DC PRODI, DAL DC BERLUSCONI, DAL DC MONTI, DAL DC LETTA, DAL DC RENZI( Carrai docet .. che opera il libro contro Dan Brown, se ne sentiva la necessità BERTONE era plaudente)
Glie li vogliamo togliere i soldi e poi vediamo quanto contano ancora , per i banchieri esteri e internazionali??
Vogliamo vedere in quanto tempo l'Italia stato laico , comincia a liberarsi di sta zavorra che ci opprime E DI FATTO CI COMANDA e ci fa pure credere che lo fanno x noi?
TOGLIETEGLI LA CASSA E I DANARI, tanto la Chiesa deve essere povera vero cardinali o invece no....?

Lara 28.09.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i morti sul lavoro aumentano mentre gli ocupati e il lavoro diminuisce

walter fusini 28.09.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento

MA SCENDETE IN PIAZZA UNA PAROLA SOLA RIPETUTA CHISSA QUANTE VOLTE, SIAMO ALLA FINE MA NONOSTANTE TUTTO NON AVETE VISTO ANCORA NULLA.. E' QUESTO IL PROBLEMA, HANNO GIA VINTO LORO, COMPLIMENTI

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

'Mazza aho,che stragge;verrebbe da pensa'...caro pio bove...

http://youtu.be/Zz6OPaQ78eY

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la morte fa parte della vita, se pensate il contrario fatemi sapere; la gente muore sia esso sul lavoro che nelle circostanze diverse da esso. Non abbiate timore di morire, quello che fa più paura è la sofferenza della vita stessa, e a mio parere cosa mi incute maggior timore è la mancanza di libertà che ci viene regolarmente negata da coloro che muovono le fila di una vita spesa a lavorare per il benessere di pochi

claudio novello 28.09.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Comunicazione di servizio per la signora viviana vi:

per correttezza Le chiedo di scrivere pure
il link o l'indirizzo di riferimento
dei suoi prossimi commenti.

Motivo:
senza il link o l'indirizzo di riferimento
la veridicità di ogni commento del Blog
non è sufficientemente verificabile.

Grazie per l'attenzione.

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 28.09.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti questi dati cosa ci dicono?
Ci dicono che il lavoro E' UN PERICOLO!! ALLA LARGA DAL LAVORO!
E infatti gli Italiani mica son stupidi, l'han capita: milioni di giovani (che essendo giovani, son più svegli ovvio, e pure bene informati, dato che sanno usare bene Google e facebook per leggere la verità), il lavoro han finalmente smesso di cercarlo!
Quindi come potete vedere l'Italia sta cambiando: Quando nessuno lavorerà più, finalmente verrà raggiunto l'ambizioso obiettivo di portare a zero il numero di incidenti sul lavoro. Quando nessuno avrà più il privilegio di potersi comprare una macchina, porteremo pian piano a zero anche i morti sulle strade!
Italiani! State tranquilli e lasciateci governare, che i risultati si stanno già vedendo!

Daniel S. 28.09.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi attacca l'articolo 18 dicendo che ormai non tutela più nulla e quindi è un ammenicolo inutile è irritante e scandaloso come chi, dopo che ogni bene e valore di un Paese fosse distrutto, attaccasse la sua bandiera dicendo che 'ormai' non significa più nulla.
Chi difende l'articolo 18 difende un simbolo che non si riduce al mero ripristino al lavoro di chi viene arbitrariamente licenziato, ma intende riportare in alto i valori e la difesa dei lavoratori come la pietra base su cui si fonda una vera democrazia, perché se finiamo col togliere al lavoro ogni valore e ogni diritto e dopo aver eliminato l'articolo 18 eliminiamo anche l'articolo 1 che sul lavoro fonda l'intera costituzione, non resta che la difesa del profitto e quella è così arida e sordida che non può che riportarci in un nuovo medioevo parificandoci a quei Paesi che sono solo preda dei potenti come avviene nel terzo mondo.

viviana vi 28.09.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Matteo Renzi e Pregiudicato SIETE LE MERDE PIU MERDE DI QUESTA CLOACA CHE E' L'ITALIA DI OGGI INSIEME AL PDL E SOPRATTUTTO A TUTTO IL PD PARTITO DELINQUENTI......BUONI SOLO A RUBARE I SOLDI PUBBLICI E BASTA !!!!

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 28.09.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Gli incidenti sul la voro avvengono perche :
la catena della responsabilita e opaca
la catena degli appalti non e uguale alla catena della responsabilita
l ultimo anello della catena e una ditta troppo piccola per avere margini per rispettare le norme .
Volendo ipotizzare una soluzione :
-sub appalti zero: ogni azienda che vince un appalto deve assumere per la durata del lavoro il lavoratore o professionista che lo svolge . (lavori pubblici)
-Divieto di sub-appalto se l'azienda appaltante e' piu grande (fatturato) di quella che esegue il lavoro ( aggirabile , ma in caso di sinistro diventerebbe pesante) .
-privato libero di usare chi vuole
Non e' una grande idea ma tanto non la legge nessuno .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.09.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento

5.000.000. cinque milioni di ore lavoro impiegate per costruire il terminal container piu' grande d'Europa a Rotterdam con relative infrastrutture, dove prima c'era una strisci di sabbia e mare.
Ebbene nell'arco di questi lavori durati 5 anni incidenti ce ne sono stati certo ma nessun morto o invalido permanente.
Questa e' stata la prima cosa a cui ho pensato leggendo il blog oggi , una bella riflessione penso sia necessaria.
Buonadomenica..

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Che ci faceva Michael Ledeen, uno implicato in tutte le faccende sporche in Italia, da l'omiciodio Moro alla P2, al matrimonio di Marco Carrai, il finanziatore di Renzie? Che ci faceva il gotha della finanza "creativa" da Davide Serra (Algebris Investments), Chicco Testa (Banca Rothshild), Marco Morelli (Merril Lynch) fino a Lorenzo Bini Smaghi (Morgan Stanley). Insomma, tutti i rappresnetanti italiani delle banche d'affari che hanno disintegrato l'economia reale, i veri vampiri che dietro le quinte manovrano i politici facendoli arrivare al posti chiave per fare i loro sordidi interessi. Ecco chi ha dietro l'ebetino tramite il suo braccio destro Carrai, ecco perchè Renzie è una delle persone più pericolose d'Italia una persona senza moralità e che è capace di tutto pur di mantenere il potere. Deve essere chiaro che il movimento non combatte una persona, ma tutto quello che c'è dietro questo pupazzo dei poteri forti che vuole gettare l'Italia in bocca a questi squali

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.09.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni giorno il disgusto verso questi nemici dell'Italia cresce. Non riesco più a guardare un telegiornale. E i talkshow ormai mi creano una insopprimibile nausea, Lo sapete che siamo il Paese che trasmette più talk show in televisione tra i 27 Paesi europei? Ormai è un continuo e martellante lavaggio del cervello. Ci dicevano che in Cina per condizionare le masse cominciavano dall'asilo a trasmettere gli slogan del regime ma noi con gli slogan demenziali di Renzi ci dovremmo andare a pranzo e a cena. L'Italia non fa che echeggiare questo mantra ossessivo di piccole frasi a effetto, spot da negozio di periferia, battutine insulse, fanfaronate farlocche, facezie da bar dello sport. Sotto questa pioggia di meschinerie e di cialtronaggini, il nostro Paese muore, la cultura è a pezzi, l'economia fa a picco, l'immagine dell'Italia nel mondo è più offesa che sotto Berlusconi. E quando non parla il logorroico Renzi è anche peggio. Vedere di quali figure di arroganti e vacui cortigiani si è circondato fa cadere le braccia. Le sue donne sono anche peggio per vacua prosopopea e stolta aggressività della Santanchè o della Gelmini. Questo governo è persino peggio di quelli che lo hanno preceduto. Berlusconi aveva inaugurato il partito-azienda, ma Renzi ha messo su il partito-banda e tutti devono fare quello che al capo banda gli va.

viviana vi 28.09.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori