Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'#articolo18 non si tocca

  • 379

New Twitter Gallery

vecchio_bambino.jpg

Qui, qualcuno deve ancora spiegare le ragioni per cui togliere diritti ai lavoratori come l'abolizione dell'articolo 18 possa far ripartire l'economia. Senza certezze un lavoratore investirà di meno, la banca gli negherà un prestito. Qualcuno ci prende per il culo parlando di "conservatorismi" dopo che è stato mantenuto dagli italiani a fare il "poitico" come deputato dal 1953 (Napolitano, ndr). Una riforma per ricattare i lavoratori che possono essere licenziati senza giusta causa. E perchè? Perchè ce lo chiede l'Europa... ma l'Europa, con rispetto parlando, può andarsene a fanculo. I lavoratori si sono guadagnati quei diritti minimi con decenni di lotte e non li cederanno alla massoneria o alle banche che hanno distrutto intere economie con la bancarotta della finanza del 2008. L'equazione che vogliono far passare questi pescecani è semplice: chiudere i buchi della finanza internazionale con la sottrazione dei diritti sociali. Trasformare i lavoratori in schiavi. E per farlo, da noi hanno messo lì un vecchio e un bambino. L'articolo 18 non si tocca.

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

TUTTE LE INFORMAZIONI SU ITALIA 5 STELLE:
italia5stelle_.jpg


25 Set 2014, 10:10 | Scrivi | Commenti (379) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 379


Tags: articolo 18, Berlusconi, CGIL, imprenditori, imprese, jobs act, lavoro, pmi, precari, Renzie, riforma lavoro, tutele

Commenti

 

IL PD HA RATIFICATO L'ABBATTIMENTO DELLO STATUTO DEI LAVORATORI .......GRANDISSIMI.......E COME HA DETTO IL LORO GURU MASSIMO IL VELISTE PURE SENZA SOLDI.........NESSUNO AVREBBE FATTO MEGLIO...,,,

Pietro c 29.09.14 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Renzo non ci ha ancora spiegato che benefici porta l'abolizione dell'art 18. Ai lavoratori solo un ulteriore peggioramento. A imprenditori poco illuminati grandi vantaggi. Immaginiamo di poter licenziare tutti quei lavoratori che hanno maturato negli anni uno stipendio che è aumentato nel corso degli anni e assumere altri con uno stipendio base miserevole come la riforma consente. Ebbene ai fini dell'occupazione la somma è zero ne licenziò uno e ne assumo un altro che mi costa meno. Risultato over 40/50 a spasso, giovani occupati a singhiozzo, professionalità a zero. Questi saranno i risultati della riforma che vuole REnzi.per riformare il lavoro bastano poche semplici regole, basta contratti cocco, apprendistato, voucher, interinali, Coop, ecco. Solo determinati e indeterminati, parità di diritti e doveri per tutti. Ma vedrete che anche i sindacati cederanno appena verrà detta la parola magica, fondi per la formazione, li si getteranno a capofitto, come hanno sempre fatto per mangiare a 4 paletti più fondi possibili.

mauro uberti 29.09.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo Sei l'ultima e unica nostra vera speranza di cambiamento!! per salvare quel poco di italiano che ce riamsto!!!

alessandro valastro 29.09.14 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Signor Grillo, io sono un signore sempre stato con idee politiche diverse dalle sue, ma quando ho visto e sentito che vogliono modificare l'articolo 18, ho perso il mio credo in quei politici complici e ruffiani delle opposizioni per ottenere tutti un unico sporco loro scopo, leggendo il suo dibattito al riguardo, la prego in nome di tutti i cittadini i taliani e lunica nostra ancora di salvataggio, e l'unico a non cedere a questa vecchia politica corrotta e a salvaguardare l articolo 18, faccia tutto il possibile per salvare la nostra briciola di dignità rimasta!!

alessandro valastro 29.09.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento

renzi fanculo

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 29.09.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento

MA NON CAPITE CHE TUTTO IL CAOS MEDIATICO SULL' ARTICOLO 18 E' UNA SUPERMEGAPRESAPERILCAVOLO?? LA VERITA' E' CHE L' ABOLIZIONE TOTALE DELL' ARTICOLO 18 SERVE ALLE BANCHE PER LICENZIARE PAGANDO UN FICO SECCO DAL 20 AL 30% DEI LORO 350.000 IM-PIEGATI... SERVE ALLA FIAT A LASCIARE A CASA I 36.000 OPERAI CHE ATTUALMENTE SONO IN CASSA INTEGRAZIONE E MOBILITA' LUNGA... SERVE ALLE MEDIO GRANDI IMPRESE PER ABBELLIRE I BILANCI E FAR CREDERE DI AVER FATTO TANTI BEI UTILI... SERVE ALL' EBETINO PER FARSI PUBBLICITA' VERSO CHI NON LO HA VOTATO .... L' EBETINO E' UN MEGABUGIARDO POICHE' IN CONFERENZA STAMPA DA ME VISTA E SENTITA DAVANTI A MARCHIO-NONNE HA DICHIARATO IL FALSO AFFERMANDO CHE L' ITALIA NON HA DATO NULLA ALLA FIAT... NULLA SONO I SOLDI CHE IL SOLITO CONTRI-BUENTE ITALIOTA PAGA PER LA CASSA INTEGRAZIONE E LA MOBILITA' LUNGA DEI 36.000 OPERAI SU 86.000 DELLA FIAT IN ITALIA.... FIAT CHE HA DELOCALIZZATO IN POLONIA E IN SERBIA CON QUALI SOLDI??? QUELLI DELLE CASSE INTEGRAZIONE E MOBILITA' LUNGA DEGLI ANNI SCORSI.... L' EBETINO ANDREBBE DENUNCIATO PER FALSO ( VISTO CHE RIPETO HA DICHIARATO CHE L' ITALIA NON HA DATO SOLDI ALLA FIAT QUANDO PAGHIAMO LA CASSA INTEGRAZIONE E LA MOBILITA' LUNGA A 36.000 OPERAI) E ABUSO DELLA CERDULITA' POLPOLARE... ANCHE IL CITTADINO SVIZZERO ING DE MALEDETTIS SI E' BECCATO DAI 150.000.000 DI EURINI IN SU PER LA SUA SOR-GENIA ( UN VERO GENIO)... ETC

Luigi P. Commentatore certificato 29.09.14 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo 18 non ha effetti negativi sull'economia quindi non serve a nulla abolirlo.
Al massimo si può pensare di modificarlo mettendo opzionalmente la possibilità di ricevere un anno di stipendio come indennizzo al licenziamento illecito (se entrambe le parti sono concordi).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.14 21:17| 
 |
Rispondi al commento

L'esame di coscienza dovrebberlo farlo tutte quelle associazioni sindacali che hanno consentito il via libera a tutti i contratti atipici da fame senza fare opposizioni. Si è creato quindi una concorrenza al ribasso del lavoro umano. Ora non possono tornare indietro e spingono affinchè diventiamo tutti una cooperativa di asini al servizio dei padroni.Forza M5S

STEFANO G., roma Commentatore certificato 28.09.14 20:39| 
 |
Rispondi al commento

secondo un recente sondaggio, il 43% degli italiani è favorevole all'abolizione dell' art. 18.E' davvero sconcertante che quasi un cittadino su due ritenga normale che un lavoratore sia trattato come una merce " usa e getta", in balia degli umori del datore di lavoro che lo può arbitrariamente licenziare. Provo, comunque, a spiegare: quando nei rapporti interpersonali, o tra i gruppi sociali, si verifica uno squilibrio, chi si trova in una condizione di svantaggio, di dipendenza o di sottomissione può ridurre la propria autostima e sviluppare un atteggiamento favorevole agli individui o ai gruppi sociali dominanti , fino ad interiorizzarne le ideologie e, nei casi estremi, ad identificarsi totalmente nell'aggressore ( sindrome di Stoccolma). Ad es., l'ideologia maschilista, che sostiene la superiorità dell'uomo sulla donna, è stata per secoli accettata acriticamente dalle stesse donne e ritenuta conforme all'ordine naturale delle cose. Così come gli schiavi di Roma e della Grecia antica consideravano normale e adeguato all'ordine delle cose lo sfruttamento del lavoro servile. "Gli uomini , per natura, nascono o liberi o schiavi", scriveva Aristotele, giustificando, così, con una ideologia, spacciata come verità universale, il dominio dei ceti superiori.Tale meccanismo psicologico perverso agisce anche oggi: " per uscire dalla crisi, per creare nuovi posti di lavoro e attirare gli investimenti, bisogna fare i sacrifici, tagliare la spesa pubblica, ridurre i diritti dei lavoratori. Lo chiedono l'Europa, la BCE, il FMI, le Agenzie di rating. Le solite balle spacciate per verità scientifiche.
E' confortante, però, il fatto che non tutti sono disposti a considerare l'assetto esistente come una cosa "naturale", anzi molti cittadini si stanno mobilitando per risvegliare le coscienze, sfidare il sistema attuale e difendere i diritti dei lavoratori. Il diritto esalta la dignità delle persone, la carità e la pietà, invece, l'umiliano e la mortificano.

Maurizio Burattini 28.09.14 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Dietro la modifica dell'art 18 c'è l'incapacità politica di trovare soluzioni senza togliere i diritti ai lavoratori.
Bastava abbassare le tasse per chi assume e per chi fà investimenti. Invece No pur di incassare le enormi tasse dalle imprese si spinge affinchè si licenzino i lavoratori in modo che le imprese possono tranquillamente pagare lo Stato.
Ci vediamo alle prossime Elezioni ma questa volta il PD prenderà 0 voti percentuali.Forza M5S.

STEFANO G., roma Commentatore certificato 28.09.14 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Finora la tutela art.18 - solo per aziende con più di 15 dip.ti - ha previsto il NO al licenziamento SENZA giusta causa. GIUSTA CAUSA è rubare all'azienda, picchiare il datore di lavoro...
Licenziare SENZA CAUSALE prevede REINTEGRO o INDENNIZZO a discrezione del giudice. In presenza di crisi economica spetta solo il REINTEGRO.
La riforma RENZI prevede il SI al licenziamento SENZA CAUSALE, e la tutela è crescente con l'anzianità di servizio. Gli attuali contratti da precario sono sostituiti e rinnovabili per più volte e tempo. La contrattazione collettiva è via via sostituita da quella diretta col datore di lavoro. Il costo del lavoro che l'azienda paga allo Stato con le tasse, diminuisce (INCENTIVO AD ASSUMERE) ma se licenzia, essa deve restituire allo Stato quel costo (DISINCENTIVO A LICENZIARE). Ciò per attrarre gli investitori agevolando FLESSIBILITA' di assunzioni e licenziamenti.
ACHTUNG: gli attuali adolescenti interessati dal renzianismo, riversatisi nel mondo del lavoro a basso costo per la concorrenza estera, produrranno una CONTRIBUZIONE PENSIONISTICA alternata e di scarsa entità, causando un'ulteriore aggravio del debito INPS, oggi stimato in 10 miliardi di €. Ciò condurrà a gravi problemi di gestione delle prossime pensioni - attuali cinquantenni - già limitate dal sistema contributivo che sostituì il retributivo, ma anche di quelle future dei nuovi lavoratori interessati dalla riforma di MATTEO il PICCOLO CHIMICO. La contribuzione variabile e di basso impatto, condurrà all' impoverimento finanziario del Paese.
RIMEDI: lotta a corruzione, evasione fiscale, sprechi istituzionali-militari, credit crunch. Dissuasioni legislative contro le delocalizzazioni. Rivoluzione culturale per far comprendere il gioco delle parti, ossia BERSANI che per la II volta rifiuta l'alleanza ideologica col M5S, giacchè egli è "persona seria". Dunque, Berlusconi:Alfano=Renzi:Bersani.
Infine scaricate http://www.youtube.com/watch?v=uy6AsMdO_4Q e fatelo vedere a chiunque!

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 28.09.14 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Sento una puzza incredibile....Marchionne fa il "filo a Renzi"...e Renzi compiaciuto si gongola vantando se stesso di essere un grande a fianco di un grande...()..tra non molto Marchionne in cambio vorra' qualcosa...ma dico , Renzi...hai un Italia una persona come DELLA VALLE perche' ti vai a infognare con Marchionne? Noi di soldi per sovvenzionare la FIAT non te ne vogliamo piu' dare.

MARINO F., bergamo Commentatore certificato 27.09.14 22:41| 
 |
Rispondi al commento

PROMEMORIA
Ho dato un occhiata a tutti i commenti e a parte i lamenti e gli OT tutta gente che sta a spasso e da parecchio direi...solo 2 o tre commenti dove viene menzionato Biagi
Ma st'art.18 sapete che cos'è? ne conoscete la provenienza?gli effetti??
Io si! a me l'art.18 mi è arrivato in fronte come la famosa lucina in fondo al tunnel...Quelli che sbraitano e difendono l'art.18 dovrebbero sapere che nel 2002 un tale Marco Biagi scrisse un decreto legge cosi buono e democraticamente a favore dei lavoratori tanto che venne ammazzato.
http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_Biagi
Casualmente c'era B al governo al suo secondo mandato che con un paio di sbianchettate al testo la fa votare e diventare legge.
Quello che il wiki non riporta è che il testo originale del decreto(quello sbianchettato da Maroni)prevedeva salari più alti in maniera direattamente proporzionale alla durata del famoso "contratto a progetto" che vuol dire che se vuoi assumermi per un breve periodo è lecito nella maniera e misura in cui mi retribuisci e i lavoratori da candidato professionista diventa uno "schiavo in bianco". Schiavo in bianco nel vero termine della parola.
I contratti a progetto,grazie all'attuale stesura dell'articolo, prevede che il lavoratore effettui prestazioni full time al minimo salariale con data di scadenza certa senza l'obbligo di rinnovo reterabile a oltranza. Quando c'era il contratto di apprendistato il datore di lavoro si impegnava a formare il lavoratore per un periodo di prova di 2 anni o 3 anni al termine dei quali doveva decidere se assumerlo a tempo INDETERMINATO o se licenziarlo.Dal momento che l'obbligo di licenziare solo per giusta causa non c'era il popoli italiano non ha avuto molto sentore degli effetti dell'art.18 in quanto ci siamo ritrovati da schiavi d'opportunità a schiavi per contratto.
L'art.18 cosi com'è è la più grande presa in culo per i lavoratori Italiani da parte dello Stato camuffata da brigatismi anarchici aka terroristi.#ilmurodelpianto

Luca Ianniello 27.09.14 15:26| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA DI MERDA - ITALIANI RINCOGLIONITI "E MI CI METTO ANCHE IO" - SOPPORTIAMO E NON CI RIVOLTIAMO A UNA CLASSE POLITICA CHE STA' PORTANDO L'ITALIA AL FALLIMENTO ECONOMICO E LE FAMIGLIE ALLA POVERTA'.
ABBIAMO L'ESEMPIO DI UN POLITICO PROTETTO DALLA CORPORAZIOE E CASTA DI PARASSITI POLITICI CHE STA'PORTANDO LE NUOVE GENERAZIONI ALLA DISPERAZIONE. IL CRETINO CHIRICHETTO RENZI, CHE PER GOVERNARE TRATTA CON IL PUTTANIERE DI MAROCCHINE BERLUSCA " CON DUE CONDANNE SUL SUO CAPO" CHE VUOLE ELIMINARE L'ARTICOLO 18 CHE RAPPRESENTA UN MINIMO DI TUTELA DEI LAVORATORI, PUR SAPENDO CHE IL DATORE DI LAVORO PUO' LICENZIARE IN PRESENZA DI DIFFICOLTA' ECONOMICHE OPPURE SE IL LAVORATORE HA UN COMPORTAMENTO INCIVILE E CONDANNABILE.
E LUI IL RENZI "RINCOGLIONITO" NON EVIDENZIA E NON RITIENE CHE LE GENERAZIONI ATTUALI POSSONO AVERE SOLO CONTRATTI DI LAVORO PRECARI QUALI INTERINALI,A PROGETTO,A TEMPO DETERMINATO,DI COLLABORAZIONE E CO.CO.CO. E CIOE' PRIVI DI QUALSIASI SICUREZZA PER IL FUTURO. IN PRATICA VUOLE AGGRAZIARSI GLI INDUSTRIALI DICENDOGLI: IL LAVORATORE HA 50 ANNI??, TI COSTA TROPPO?? , VUOI RISPARMIARE?? EBBENE LICENZIALO E ASSUMI UN GIOVANE A CONTRATTO PRECARIO. BEL CAZZO DI CAPOLAVORO.
IL RENZI??? MA NON E' COLUI CHE IERI HA INCONTRATO QUEL PARASSITA DI MARCHIONNE CHE HA SANATO LA CRAYSLER CON I SOLDI DELLA FIAT E HA CHIUSO TERMINI IMERESE, HA RIDOTTO LA PRODUZIONE AL LINGOTTO E POMIGLIANO, HA MESSO MIGLIAIA DI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE, HA SPOSTATO LA PRODUZIONE IN MESSICO,BRASILE,SERBIA E TRASFERITO LA SEDE SOCIALE IN OLANDA E QUELLA FISCALE IN INGHILTERRA. BEL CAZZO DI CAPOLAVORO. IL RENZI HA INCONTRATO QUEL PARASSITA DI MARCHIONNE CHE GUADAGNA IN ITALIA E PAGA LE TASSE ALL'ESTERO A DANNO DELLA POPOLAZIONE ITALIANA. IL MARCHIONNE CHE HA SMANTELLATO L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA ITALIANA. CHE SCHIFO DI DISONESTA' POLITICA. MA LORO I POLITICI TUTTO BENE:MOLTEPLICI INCARICHI,E MOLTEPLICI PENSIONI E PRIVILEGI VERGOGNOSI. CHE VERGOGNA ESSERE AMMINISTRATI DA DISONESTI.

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 27.09.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro sindacalista è venuto a dirci che l'art. 18 riguarda solo un centinaio di casi in italia e non è una cosa importante. L'ho mandato affanc..o ! Perché non votiamo noi cittadini per il licenziamento senza giusta causa di quei politici "vergognosi" che non fanno un emerito c...o e sono li da 30 anni a spese degli italiani ? Forse almeno diverrebbero più responsabili.

Marco, bergamo 27.09.14 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Difendere l'art 18 potrebbe anche starci ma non mi sembra una posizione particolarmente innovativa...io l'abolizione dell'art 18 la darei volentieri in cambio di un reddito di cittadinanza o indennizzo da parte dell'azienda in caso di licenziamento...Silvio

Silvio Costamagna, Torino Commentatore certificato 27.09.14 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Continuate cosi siete fantastici. Grazie M5S

Consigli computer Commentatore certificato 27.09.14 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Ieri a LA 7, ha presentato tutto il buon vecchio Travaglio.
Ha fatto vedere semplicemente il signor Renzi che criticava la Fornero sulle allora limitazioni all'articolo 18.

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/09/25/servizio-pubblico-travaglio-renzi-a-tutele-crescenti/298165/

Un pagliaccio. Un vero pagliaccio. Organizziamoci, seguiamo i suoi innumerevoli passaggi in giro per l'Italia a raccontar cazzate. E diciamogli in faccia quello che è. Un pagliaccio.

Massimiliano Princigalli, Roma Commentatore certificato 26.09.14 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Post che di post ideologico ha ben poco ... ma molto molto di pre-ideologico.

Cari strateghi del M5S (compreso Beppe, che di certo su una materia così delicata non fa passare sul suo blog idee su cui non sia d'accordo), state pestando un MERDA colossale. Proprio come con l'Euro (ultimamente vi siete calmati, ma l'errore è stato fatto e ora in giro il virus anti-euro c'è ...).
Siete ora a sinistra, più a sin della Camusso, che pare ora disposta a trattare sull'art 18 (ma quali sono i paesi civili che hanno 'sto cazzo di art. 18 o quel che ne rimane dopo la Fornero?), per prendere i voti della massa sindacalizzata che votava Pci e che ora è disorientata dalle acrobazie del Matteo salvifico (che farebbe bene a studiare un po' di più la pronuncia inglese ... anche studiare in generale ... ). Anche gli ultimi interventi in Parlamento sul liberismo selvaggio di chi vuole essere libero di tenere aperto il proprio negozio o centro commerciale ... per avere una legge che imponga le chiusure e altri (da non credere) adempimenti burocratici al settore del commercio ... non sono il massimo per l'elettore davvero post ideologico, che tendenzialmente non è mai stato, nè è, nè sarà mai comunista (puro o tendenzialmente non importa, il nocciolo è quello).
Che errore madornale!!!! Lasciate il campo libero, di nuovo, al delinquente che potrà di nuovo ammaliare o costringere questi elettori a rivotarlo (pur di non votare quella porcheria comunista che ha il nome M5S).
Che delusione.
Con vecchie idee di sinistra (ma stupide, più che di sinistra - io, liberale, mi sento molto più di sinistra di voi) le elezioni non le vincerete mai ... e guai a vincerle, passando per un partito di ultra sinistra: per il Paese sarebbe la fine.

Marco M. 26.09.14 23:03| 
 |
Rispondi al commento

fa benissimo il M5s a difendere l'art. 18, ha raccoglire la bandiera che il PD -ormai partito della restaurazione-ha lasciato cadere per terra, quella del diritto e dignità del lavoro, senza surrogare a nessuno.., chi stà abdicando su questo Tema cruciale,dovrà anche risponderne ,..E' UNA BATTAGLIA DI VALORI E PER LA COSTITUZIONE.!.mente Renzusconi e tutto preso con i suoi Compagni di Merende condannati e inquisiti,a mettere in atto il programma di Propaganda Due ..(P2).

Remo 26.09.14 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Dopo la UE, gli USA, il FMI, la BCE e Napolitano non poteva mancare l'adesione della rinomata azienda " Vatikano SPA " al Cartello degli sponsorizzatori della cancellazione dell'art.18, a dir meglio del residuo dello stesso, che è il diritto del lavoratore di mantenere il ruolo se lo svolge con dovizia e non vi siano restrizioni del personale dovute a difficoltà del bilancio aziendale. Non poteva mancare perchè i vaticanisti sono particolarmente esperti nel campo dell'economia e della giurisprudenza del lavoro e si trovano perciò costretti ad intervenire nel dibattito politico-sindacale dal noto motto evangelico: "Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio".
Che poi Cesare (detto inter nos) è Cesare Previti, amico di Berlusconi, amico di Verdini, amico di Renzie, cioè la punta di diamante contro l'art.18! Abolirlo, dunque, è conforme all'esortazione evangelica. Amen, art.18!

alessandro cimino 26.09.14 18:09| 
 |
Rispondi al commento

E C'E' ANCHE L' **ART. 13-TREDICI** !!!

Dal FattoQ.:"DEMANSIONAMENTO"

Ritrovarsi da un giorno all’altro a svolgere mansioni inferiori e con un salario più basso.

Per decisione dell’azienda e senza troppe discussioni. Nel Jobs Act di Matteo Renzi, non c’è solo il “superamento” dell’articolo __18__.

C’è anche questa novità, caldeggiata dall’Abi, la lobby bancaria, che va a riscrivere l’articolo __13__

dello Statuto dei lavoratori, quello che riguarda il divieto di assegnare il dipendente a mansioni inferiori e di ridurne la retribuzione.....!!

domenico v., brescia Commentatore certificato 26.09.14 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che l art. 18 possa essere applica solo in caso di discriminazioni o abusi del datore di lavoro.
In Italia bisogna che si cambi radicalmente i contratti e vanno introdotte tutte le tutele che ti consentano con il giusto preavviso licenziare quando non hai lavoro o i fannulloni cosa adesso impossibile.
Non si capisce la riforma che vuole fare Renzi se è uguale a quella delle provincie e un nulla di fatto, ma l art 18 va sicuramente riformato se si vogliono nuove assunzioni.

Emanuele Piumazzi Commentatore certificato 26.09.14 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo... fa davvero cascare i COGLIONI per terra...

Da ANNI FARFUGLIA GENERICAMENTE CONTRO LA "EUROPA"....
E MAI DIVENTA COERENTE CON AZIONI CONCERTATE E DECISE!

QUESTA è LA PROPOSTA PIU' VOTATA DAL BASSO DAGLI ISCRITTI DEL M5S, SUL FORUM NAZIONALE DEL M5S.

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/10/immediata-uscita-da-eurozona-moneta-sovrana-applicazione-mmt.html

UFFICIALE, SUL SITO BEPPEGRILLO. IT!!!!

PROPOSTA DEL TUTTO IGNORATA DA PARLAMENTARI, EUROPARLAMENTARI E DUE "SEMIDEI" DEL M5S!

DEL TUTTO IGNORATA!
LA PROPOSTA PIU' VOTATA DAL BASSO, DAGLI ISCRITTI!!!!

PERDIO!

GRILLO: SMETTILA DI CIANCIARE E PASSA AI FATTI:
APPOGGIA PUBBLICAMENTE QUESTA PROPOSTA!
PERDIO!

OPPURE SMETTILA DI CIARLARE A CAZZO DI CANE, FACENDO FINTA DI COMBATTERE LA EUROZONA CRIMINALE DI BANCHE E FINANZA INUMANA!!!!!

FRANCESCO COLACI, novellara (re) Commentatore certificato 26.09.14 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi si nasconde dietro farneticazioni di questa portata?
Con personaggi così il M5S muore!

Giambattista Perasso 26.09.14 08:40| 
 |
Rispondi al commento

l'articolo 18 è un morto che cammina da almeno 20 anni, solo questione di tempo e muore. Ormai tutela una minoranza di lavoratori.
Scala mobile, pensioni baby, art. 18, impossibilità di licenziamnto per i dipendenti pubblici.... tutti finti diritti (in realtà sbagli colossali) che hanno rovinato questo paese creando un debito pubblico pazzesco e invitando noi imprenditori a delocalizzare. Il risultato è sotto gli occhi di tutte le persone di buon senso. Per riformare il paese dobbiamo far leggi che garntiscono tutti allo stesso modo. Non si può pensare che io investo in un lavoratore, lo coccolo, gli do premi produzioni e lui se ne possa andare in un baleno, mentre un'altro dipendente mi possa anche insultare e io non possa licenziarlo. Qual'è il diritto tutelato dall'articolo 18? Un ingiustizia inacettabile.

Alberto Bernabini 26.09.14 08:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Post troppo generico, anonimo ed impersonale.

Una presa di posizione netta come questa, per avere peso, deve essere firmata dai portavoce di camera e senato e da Beppe (Casaleggio non lo cito perchè sono sicuro che lui è favorevole all'abolizione dell'art.18).

Il ritorno della casta, Bruxelles Commentatore certificato 26.09.14 03:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già siamo abbastanza sfruttati non possono toglierci pure art.18 fanno queste leggi solo per i loro sporchi interessi

Francesco campo 25.09.14 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA NON C'E' STATO UN REFERENDUM DOVE SI DICEVA CHE L'ART.18 NON ANDAVA ABOLITO VINCENDO ALLA GRANDE???? SE IN ITALIA DECIDE IL POPOLO, QUESTI QUI COME SI PERMETTONO DI TOCCARLO??? POSSIBILE CHE NON CI SIANO LEGGI CONTRO CHI ROVINA LA COSTITUZIONE E CI SONO PER VILIPENDIO ALLA BANDIERA??? GIUDICI E MAGISTRATI ESISTONO NORME OPPURE IL POPOLO DEVE SCENDERE CON I BASTONI???

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO CONTENTO DELLA PRESA DI POSIZIONE PER L'ATICOLO 18 E NEI CONFRONTI DI QUESTA EUROPA.DOBBIAMO BATTERCI CON PIU INTENSITA PER RIPRISTINARE L'ART 81 DELLA COSTITUZIONE CHE SANCISCE L'EQUILIBRIO DI BILANCIO(PAREGGIO DI BILANCIO),DOBBIAMO TENERE DA CONTO IL MOTTO FONDATIVO DELL'EUROPA INSIEME NELLA DIVERSITA,IL SOGNO DI CONDIVIDERE PERCORSI DI UNITA EUROPEA TRAMITE LA FINANZA STA DIVENTANDO UN'INCUBO.E LECITO MANDARE A FANCULO QUESTA EUROPA CHE DICE DI ESSERE DEMOCRATICA,SOCIALE,GIUSTA E UNITA?SI...
I VALORI FONDANTI SONO STATI SPAZZATI VIA DA CLASSI DIRIGENTI OTTUSE(FINTAMENTE)DEMOCRATICHE,CORROTTE E PLUTOCRATICHE(BANCHIERI E FINANZIERI)QUINDI VAFFANCULO ARCIGNA EUROPA,EURO E UNIONE RUROPEA.GRAZIE M5S E BLOG PER LO SPAZIO OFFERTO PER UN PO DI SANA CRITICA COSTRUTTIVA.PIU INFORMAZIONE CI RENDE UN PO PIU SANI DI CERVELLO.

cristia d'avola 25.09.14 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Ecco solo alcune delle BALLE di Renzi:
- Renzi il 25 febbraio: "Entro 25 giorni avremo pagato tutti i debiti della PA"
- Renzi il 26 febbraio: "Andrò dalla Merkel il 10 marzo col Job Act già pronto".
- Renzi il 26 febbraio: "Censimento sul patto di stabilità entro il 10 marzo".
- Renzi il 12 marzo: "Entro il 1° aprile stanzieremo 3,5 miliardi per l'edilizia scolastica e insedieremo una specifica unità di missione presso la Presidenza del Consiglio che si occupi della questione.
- Renzi il 14 marzo a Porta a Porta: "Se non abbiamo sbloccato tutti i debiti della PA, lei va in pellegrinaggio a piedi da Firenze a Monte Senario”.
- Renzi il 3 aprile: "abbiamo abolito le Provincie avanti come un rullo compressore".
- Renzi l'8 aprile: "Il PIL sarà a + 0,8% entro l'anno, queste sono stime estremamente previdenziali spero quindi di essere smentito positivamente".
- Renzi il 15 maggio: "Subito 15 mila assunzioni nella PA".
- Renzi il 23 maggio:" dal 2015 gli 80 euro anche a pensionati e partite IVA".
- Renzi il 7 giugno: "Legge anticorruzione la prossima settimana".
- Renzi il 23 luglio: "Dal 1° settembre stanzieremo 43 miliardi per i cantieri".
- Renzi il 1° agosto: "Italiani andate in vacanza sereni, a settembre ci sarà una grande ripresa col botto”.
- Renzi il 21 agosto: "Il blocco salariale è solo una chiacchiera estiva".
- Renzi il 23 agosto: "Il 29 agosto vi stupiremo con la riforma della scuola"...
Ormai sono così tante che non stanno neanche più tutte nello stesso commento!

Lorenzo M. Commentatore certificato 25.09.14 21:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi corre negli Stati Uniti per rassicurarli che procederà secondo il noto programma dettato dalla banca USA Goldmann Sachs e già tradotto in pratica dal suo amico ed ammiratore Marchionne (il brillante manager che ha scippato all'Italia la Fiat, trasferendone la direzione negli USA e la sede legale e fiscale nella UE Settentrionale): ossia purgare la Costituzione italiana e lo Statuto d'ogni minimo diritto dei lavoratori di fronte allo straripante Capitale Globalizzato.
Lo stesso fine di smantellamento dei diritti sociali nei paesi della UE Meridionale sta realizzando l'austerity della BCE e della UE Settentrionale (quella che vuole sfigurare il Salento).
Una volta già concesso il licenziamento del lavoratore a fronte di difficoltà economiche dell'impresa, che ragione c'è per toglierli la sicurezza del posto anche quando la stessa va a gonfie vele? Mettendo chi ricava col lavoro i propri mezzi di sussistenza alla mercè dell'imprenditore, si stimola l'economia e migliora la società? Secondo Renzie sì, come sempre in perfetta sintonia con il Berluska.
No TAV, No TAP, No USA, No UE, no PD-PDL

alessandro cimino 25.09.14 21:11| 
 |
Rispondi al commento

finalmente un pò di giustizia, l'art 18 è solo la più grande discriminazione che c'è in italia, va abolito, o esteso a tutti i lavoratori...

Vit Ferrar (uolverin) Commentatore certificato 25.09.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando. Quando è successo che abbiamo finito di essere un Paese per diventare un PIIGS, quando. Non è una domanda, è un fatto, forse una riflessione amara, che non si aspetta risposta perché se finora non ce ne sono state e non credo che la situazione italiana sia estranea all'Europa, così come quella di tutti quei Paesi che stanno annaspando per colpa di qualcun altro, è perché non vogliono darcene una. Quando abbiamo smesso di essere un Paese che guarda alla propria storia con orgoglio e da questa trae non solo quell'insegnamento che dovrebbe impedirle di compiere gli stessi errori, ma anche quella forza che è consapevolezza della propria identità, della propria italianità, di cui i lavoratori coi propri diritti sudati e pretesi fanno parte, quell'Italia che si dice fondata sul lavoro ma del lavoro non si preoccupa perché non può preoccuparsi sequestrata dal governo-sistema come si ritrova oggi. L'articolo 18 non si tocca. Non potete comportarvi come se foste i possessori degli altrui diritti, la sola vostra fortuna e la nostra grande sfortuna, è che sui diritti potete metterci le mani perché ne avete la posizione; ma se conosceste la Costituzione, se comprendeste gli sforzi storici che ci sono stati, capireste che voi questo diritto non ce l'avete.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 25.09.14 20:45| 
 |
Rispondi al commento

L'art.18 non si tocca!
Ok, ma per favore facciamo in modo che per licenziare un nulla facente, ci puó essere un nulla facente? Esiste un nulla facente? Non ci vogliano 5 cause 8 rinvii e 10 anni!
Adesso siamo in crisi e si parla d'altro, ma vi assicuro che un nulla facente è un problema!

Massimo Megna 25.09.14 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono stato licenziato per giusta causa da una potentissimo Gruppo Bancario e vorrei portare all'attenzione pubblica il modus operandi di questi Gruppi di Potere. Mi chiedono di difendermi dopo oltre sei mesi il fatto accaduto e Loro hanno tutto il diritto di prendersi il tempo che vogliono per crearsi gli indizi (tempestività). Ma quel che è grave che anche la Magistratura gli fa da sponda.
Vorrei approfondire l'argomento e portare all'attenzione pubblica tali sopprusi.
Sergio Veloci

SERGIO V., CAGLIARI Commentatore certificato 25.09.14 20:16| 
 |
Rispondi al commento

io dico solo che se non si stardandizzano i costi delle opere pubbliche, se non si tagliano i vitalizi e rimborsi vari e non si tolgono dalle palle concorsi e gare d'appalto siamo fottuti . Il resto e' argomento di conversazione.

giorgio ghilardi 25.09.14 20:01| 
 |
Rispondi al commento

L'ARTICOLO 18 NON SI TOCCA

alvise fossa 25.09.14 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono un dipendente di una grande azienda, vedo tutti i giorni uno stuolo di fancazzisti intorno a me, in compenso la mia compagna viene pagata 7 euro lordi per insegnare in una scuola paritaria...lottare x l'art18 é strumentale sarebbe molto più intelligente chiedere in cambio diritti per tutti i lavoratori...salario minimo, salario pagato puntualmente, ammortizzatori sociali x chi perde il posto, semplificazione dei contratti,meno tasse sul lavoro dipendente, etc

marco 25.09.14 18:44| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sottoscrivo in toto il post!!

Avanti così ragazzi a 5 stelle!!

Valerio D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 17:51| 
 |
Rispondi al commento

L’ennesima bufala: Abolito l’art. 18 l’Italia si popolerà di investitori stranieri, e si darà finalmente la possibilità ai poveri imprenditori di togliersi dalle scatole i nullafacenti. Non esiste già questa opportunità? Si: Il licenziamento per giusta causa, chi non svolge le mansioni lavorative (il nullafacente) può essere licenziato per giusta causa: “Rifiuto ingiustificato e reiterato ad eseguire la prestazione lavorativa”.
Per gli assunti in questi ultimi anni poi il problema si pone ancora meno grazie ai tanti tipi di contratti che si possono applicare, si può assumere personale e disporre del lavoratore come meglio si crede; per il licenziamento dei vecchi dipendenti che usufruiscono di questa forma di tutela, state tranquilli non si porrà il problema, mi chiedo quante saranno le imprese che si salveranno dal fallimento.
Ormai tutti sanno che si può assumere e sfruttare mano d’pera nelle forme più disparate, questo offre l’Italia: si può confermare per anni e anni un contratto a tempo determinato (basterà cambiare l’oggetto delle attività) o si può ricorrere al classico “stop and go”, insomma si può gestire una risorsa UMANA con la serenità di potersene disfare senza nessun problema. La verità è che con la morte dell’art. 18, si potrà uniformare tutti al precariato: mal comune mezzo gaudio….
Inoltre: come mai negli altri Paesi europei funzionato a meraviglia le agenzie di lavoro interinale, mentre da noi servono solo a fare risparmiare le imprese ed a schiavizzare una marea di giovani e non? In Italia di fronte ad una qualsiasi novità c’è da tremare perché sistematicamente la novità viene strumentalizzata sempre e solo a discapito dei più deboli.
A parte l’art. 18, quando abolirete i vostri esagerati privilegi? Quando lascerete in pace un popolo già dissanguato dal vostro vampirismo? Quando smetterete di fare i ciarlatani e inizierete a fare vera politica?Quand’è che ritroverete un po’ di dignità e di fronte a tanto disprezzo da parte del popolo che gove

natacha z., roma Commentatore certificato 25.09.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Gli unici investimenti che vedo in giro sono i bazar cinesi e marocchini, non danno lavoro agli italiani, non pagano tasse , non spendono denaro in italia e mandano i guadagni a casa...

Gina D., gina.dal@libero.it Commentatore certificato 25.09.14 17:13| 
 |
Rispondi al commento

L'Art 18 deve tutelare i lavoratori ed ANCHE i datori di lavoro ! Nessuno investe non solo per le tasse esagerate, non solo per la burocrazia asfissiante, non solo perché te ne vai a New York e paghi ZERO imposte per i primi dieci anni di attività.. ma anche perché quando non si vende, quando le cose vanno male, non puoi trasferire l'assunto altrove, non lo puoi cambiare di mansioni, non lo puoi mandare via pur con lauta liquidazione. Resta solo il fallimento. Che infatti puntualmente avviene al ritmo di migliaia di imprese al mese. L'art. 18 và semplicemente modificato a garanzia anche del datore di lavoro, di colui che lavora tutto l'anno per pagare uno Stato ladrone che si fotte ben sei mesi di guadagno su dodici del suo lavoro, e che chiede le imposte sui profitti futuri già un anno prima che avvengano.
E che quando lavori per lui non ti paga ma l'IVA la vuole lo stesso. E che ti considera, comunque in prima battuta, un evasore fiscale. Perché i migliaia di disoccupati non si mettono in proprio, in coperativa, a fare impresa, ad innovare, ad assumere ? Paura dell'Art. 18? E poi si pensa al reddito di cittadinanza ? Ma via ! Mai chi mai lo pagherà il "reddito di cittadinanza" ? Draghi ? Malta é molto vicina alla Sicilia, non ha petrolio e non ha niente di speciale. Ma le imposte sono il 10% sui profitti e pure con numerose deroghe. Non esiste l'Art. 18 ma nessun Maltese scappa a lavorare in Italia.
In compenso molti imprenditori Italiani scappano ad intraprendere a Malta. Provate a fare due chiaccherate con un Maltese. Quasi tutti capiscono bene l'Italiano. Vi illuminerete d'immenso.. www.giorgiocomerio.com

giorgio c., milano Commentatore certificato 25.09.14 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanti bei trollini ci sono stasera...
tutti a ripetere le stesse stronzate "Beppe fai un passo indietro, I palamentari 5S non fanno niente, era meglio allearsi col PD..., etc. etc."
Stavolta il loro canaro gli ha detto "scrivi sul blog di Grillo che l'art.18 va abolito perchè ... perchè ... scrivi qualsiasi stronzata tanti gli italioti bevono tutte le cazzate di renzi..."
Ed ecco che il post del trollino è servito!

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se nn puoi svalutare la moneta,svaluti salari e diritti...

Davide R 25.09.14 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma ancora a perder tempo sull'art.18? Macchissenefrega dell'art.18, c'è o non c'è non fa differenza anzi, sinceramente, se al mio datore di lavoro sto sulle palle, sono io ad andarmene altro che art.18!
Ma il punto è che questa diatriba NON E' ASSOLUTAMENTE LA PRIORITA' E NON BISOGNA PERDERCI SOPRA NEANCHE 1 SECONDO! Se il lavoro non c'è, che differenza fa con o senza art. 18?
Fantastico come in Ialia si perdano anni a parlare del NULLA!

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa si vuole da due personaggi conservatori di destra che con i voti della sinistra conducono controriforme all'insegna di che cosa rinnovare. Ma la gente italica percepisce bene la rappresentazione pirandelliana che può diventare sceneggiata napoletana.

giorgio.macaddino 25.09.14 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma in Italia il problema è il lavoro o l'art. 18?
Un giovane senza un lavoro o con un lavoro precario, che se ne fà dell'art. 18?

Ci vogliono far credere che l'abolizione dell'art. 18 sia la panacea a tutti i mali del mondo del lavoro.

Penso al contrario che é il dazio che il governo paga alla lobby di confindustria in parlamento.

Alla faccia di tutti i lavoratori!

Pier P., roma Commentatore certificato 25.09.14 15:31| 
 |
Rispondi al commento

@oreste M, (:★★★★★), sp
Mi chiedi se sono stato imprenditore.
Piccolissimo, da quando avevo 31 anni, nel 1993. Ma stavo benissimo, come dipendente, nella ditta con più di 15 dipendenti.

Adesso, essendo fuori gioco,
ma avendo fatto molte esperienze di lavoro ( anche lo “statale”; per 1 anno ho fatto il CC ausiliario durante la naja ) da scaricatore di camion a metalmeccanico, da dipendente, e ripetendo, partita IVA,
posso guardare il mondo del lavoro dall' alto, e sperare, sognare per i miei figli.

Vorrei che quando si affacciano sul mondo del lavoro, non ci siano disparità.
Non è giusto che una persona che ha vinto (o regalato) un posto statale sia trattato, per i diritti, pensioni, ferie, meglio di un dipendente privato.
Non è giusto che il dipendente sotto l'art18 possa sbattersi i coglioni della ditta dove lavora.

Hai mai letto l'art. 18? E' un casino.
http://www.altalex.com/index.php?idnot=39728

Wikipedia lo descrive, http://it.wikipedia.org/wiki/Articolo_18_dello_statuto_dei_lavoratori
mentre gli altri articoli dello statuto dei lavoratori sono una manciata di parole.

Questo cosa vuol dire?

Casino, e dove c'è casino banchettano gli avvocati e le ditte se ne stanno a distanza. E privilegi.

Vorrei eliminare l'articolo 18, anche per i miei figli.
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 15:15| 
 |
Rispondi al commento

L'unica cosa da fare è una derattizzazione delle istituzioni.

luciano ruffaldi, Lugano Commentatore certificato 25.09.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Riformare questo quello non vuol dire certamente migliorare le cose, invece di ciurlare nel manico per perdere tempo ( il famoso duo pd e pdl ha melinato 20 anni !)la vera e unica cosa da fare che da sicuramente al 1000 per 1000 migliorie per tutti é una SERIA lotta all'evasione e alla corruzione, solo che i volponi se ne guardano bene di tagliarsi i co....ni.

L'Oracolo 25.09.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

L'Art 18 non verrà mai abolito, è solo un'altra chimera di renzi.
Il copione è già scritto e lo stesso film è andato in onda da 20 anni su queste reti.E' la stessa tattica che in natura utilizza la zebra durante l'attacco del branco dei leoni: mi muovo e li disoriento.
Il renzino è in ENORME difficoltà perchè i nodi stanno venendo al pettine.Tutti i dati economici sono enormemente peggiorati e le promesse fatte dal "rottamatore" sono rimaste tali.

NON CADETE NELLA TRAPPOLA

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 15:03| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

http://www.youtube.com/watch?v=Td4LVUdRv0M

questo è quello che succede se si lascia il mezzo di informazione + diffuso, completamente in mano ad altri. Con queste persone, l'unico modo per "parlarci" è la tv; abbiamo bisogno anche dei loro voti.... i nostri non bastano.

Saverio L., Italy Commentatore certificato 25.09.14 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mantenere i lavoratori in uno stato catatonico per farli credere che nel mercato globale di oggi uno possa avere ancora un lavoro "stabile", facendo quello che ha fatto negli ultimi 40 anni mentre tutto il resto del mondo è in continua guerra e competizione è pazzia. certo sono meglio controllabili - come i pecoroni - ma non gli si fa certo del bene perchè poi, come sta accadendo adesso, rimangono con il sedere per terra ed una famiglia da portare avanti senza una soluzione se non andare in piazza e sentire le scemate dei sindacati che comunque uno stipendio lo trovano sempre.

il MS5 stelle, come ho già scritto qui in passato e lo ripeto qui, sta affogando nella demagogia e populismo mentre inizialmente pensavo avesse idee e concetti di base molto più nobili. ma chissà forse è perchè i voti li raccogli con questo - mantenere la gente nell'ignoranza ed incolpare il politico di turno. Non mettendo la popolazione di fronte ai problemi reali della vita.

ivo 25.09.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'art. 18 non si tocca!!!! Oggi lavoro non ce nè, togliendo l'art. 18 produrrà SOLO un aumento considerevole di disoccupati quarantenni e cinquantenni che saranno sostituiti da giovani non tutelati e con salari da fame, questo vuol fare Renzi dato che glielo chiede l'Europa, non dimentichiamo che(quì a Verona lo stannno già facendo)dato che l'euro è una moneta bloccata e non si può svalutare i datori di lavoro svalutano i salari, molti imprenditori stanno abbassando gli stipendi anche di 4/500 euro al mese dagli iniziali 1.600. VERGOGNA RENZI!!!!! Mi rendo conto che l'Italia è fallita da tempo, anzi ci danno per morti. Questi pazzi non si rendono conto che in questa europa ci hanno portati Prodi, Ciampi, Amato e compagnia piddina, oggi questi signori stanno facendo marcia indietro (vogliono tornare vergini) ma è troppo tardi, loro già sapevano che ci avrebbero messo nella merda ma hanno proseguito ugualmente raccontandoci solo balle, bene io spero che presto questi signori paghino LA GIUSTA PENA per tutti i danni provocati e sopratutto per i suicidi che si sono susseguiti.

Gianni Zuliani 25.09.14 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I servi e i complici che hanno votato alle europee per il PDmenoELLE, avallando di fatto questo fantoccio che vende piu' promesse di Cetto La Qualunque, quando finalmente si sveglieranno, si ritroveranno in una realta' non solo senza l' art.18, ma senza piu'un contratto nazionale del lavoro, una costituzione, uno straccio di stato di diritto, e con Equitalia che bussa alla porta, e come Nerone magari suoneranno la lira mentre Roma brucia per l'incendio che loro stessi hanno appiccato: che meraviglia! Vorrei ringraziarli tutti quanti uno per uno ed esprimere la mia gratitudine per tutto questo e la mia raccomandazione per il futuro: la prossima volta, date fiducia ad un serial killer, e' meglio un assassino di professione ed una morte veloce, piuttosto che agonizzare sotto i tagli maldestri di questi pagliacci che si improvvisano samurai! Ma non sia mai che diate fiducia ad un incensurato che si taglia lo stipendio, che lotta per i diritti dei lavoratori, che difende le PMI, che denuncia gli sprechi ed il malaffare, che studia giorno e notte tra le pieghe delle proposte di legge per scovare i trucchetti e i favori concessi alla casta, che vorrebbe davvero ridurre il numero dei parlamentari, che denuncia con nomi e cognomi i parassiti dello stato, che si schiera apertamente e urla a squarciagola contro la mafia e che sta' dalla parte dei cittadini e cammina senza scorta in mezzo a loro: uno cosi' non offre sufficienti garanzie...Meglio optare per gli avvisi di garanzia!!!

Davide M., Modena Commentatore certificato 25.09.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Gino Giugni dopo l approvazione del "suo" statuto dei lavoratori pare abbia detto " Speriamo che non si trasformi nello statuto dei fannulloni " .
Non solo l art 18 e da cancellare , ma l intero impianto della legge 300 del 1970 si e dimostrato sbagliato .
Uno degli errori di fondo e' l ' etica di base del nostro "reale" mercato del lavoro: etica cristiana , la legge 300 fu pensata in una ottica di etica social-marxista .
Il contratto e' il fondamento del rapporto di lavoro nella nostra etica , non la legge .
Ovviamente della legge approfittano gli scaltri .
Le leggi da paese del socialismo reale in una economia aperta non sono possibili.
Traduco per i piu giovani: NON PUOI AVERE IPAD E ART 18 NELLO STESSO PAESE

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 25.09.14 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AI RAPPRESENTANTI PRESSO IL PARLAMENTO DEL MS5

Il governo dovrebbe diminuire le tasse per un importo pari a 126 MILIARDI, per poter aumentare la compettività delle merci prodotte all'interno dei confini nazionali. In caso contrario assisteremo alla chiusura o alla delocalizzazione delle imprese (dal 2007 al 2014 l'Italia ha perso il 25% del suo sistema produttivo e il 20% delle imprese che ancora opera ha grosse difficoltà di poter rimanere in attività).

Costi
BUROCRAZIA 25-30 MLD Anno
EVASIONE 130 MLD Anno
CORRUZIONE 60 MLD Anno
Fondi Europei
non utilizzati 15 MLD 2014
Operando su queste 4 voci, uscirebbero i denari per abbassare le tasse.

O Masiero 25.09.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

=
---FINITA LA MESSA?---

Tanto poi... ci pensa la Mafia in colletto bianco
a riscuotere il pizzo passando casa per casa, sul territorio!
L'esempio del Comandante Gregorio De Falco. è lampante!
ALTRO CHE TELEVISIONE!

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 25.09.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


c.a. Presidente del Consiglio
Matteo RENZI
c.a. Ministro del Tesoro
Pier Carlo PADOAN
p.c. Presidente della Repubblica
p.c. Presidente del Senato
p.c. Presidente della Camera
p.c. Presidente Consob
Banca D'Italia

Oggetto : DIMINUZIONE DELLE TASSE DEL 10%, con CONTRASTO all’EVASIONE, alla CORRUZIONE , UTILIZZANDO I FONDI EUROPEI e RISPARMIANDO.

L'economia reale nel mondo sta pagando le conseguenze di una finanza sfrenata, lasciata a briglie sciolte. Finanza che ha perso il ruolo legato all'economia , ormai fine a se stessa. Basta ricordare il caso dei mutui sub- prime americani: che non sono stati l'UNICA causa della crisi. La radice del problema è da ravvisare, anche, in tutte quelle operazioni di breve termine e movimenti speculativi che hanno distrutto il capitale sociale, che continuano a inoculare veleno all'interno del sistema, annullando la fiducia ovunque. Le dimensioni sono drammatiche e la situazione peggiorerà , se verrà lasciato che dette operazioni speculative proseguano al ritmo di 3.000 miliardi $ giorno.

L'Italia deve agire sulle cause della crisi mediante :

REGOLAMENTAZIONE della FINANZA:
Non consentire più le vendite allo scoperto dei titoli di stato e delle azioni, come avviene nei grandi paesi europei (v.Germania). Oggi questa libertà di azione avvantaggia solamente la speculazione creando forti scossoni alla stabilità economica . E’ necessario in un mercato degno di questo nome prevedere l’eliminazione dei derivati, dei toxic bond , dei cds ecc. La finanza creativa non ci lascerà scampo se non si attuano scelte appropriate. L'Italia ha uno spread di circa 160 p.b. rispetto ai bund. Questa differenza porta ad esborsi non compatibili rispetto alla situazione finanziaria reale. Lasciando gli scommettitori liberi, il governo rincorrerà sempre i problemi con soluzioni che peggiorano solo le condizioni delle persone a reddito fisso.

O Masiero 25.09.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Che beneficio arreca ad un’impresa risparmiare mezz’ora fra Orte e Venezia se poi deve attendere dieci anni per la risoluzione di una causa civile, più di un anno per essere pagata da un’amministrazione pubblica . Un dipendente deve aspettare due anni per sapere se potrà essere reintegrato nell’azienda in cui è stato licenziato. Ad un paese post industriale come l’Italia non servono autostrade, ma misure per la protezione del territorio , la manutenzione ordinaria e straordinaria di quelle esistenti. Le priorità sono altre , servono infrastrutture di altro tipo : una giustizia veloce, certezza del diritto, regolamenti snelli, un’amministrazione pubblica che faccia il suo dovere senza imporre enormi costi ai cittadini e alle imprese, un’università che formi capitale umano e buona ricerca e una lotta efficace alla criminalità organizzata. Certo, più strade non dovrebbero impedire di fare queste riforme, ma quando si progettano infrastrutture lo si fa perché bloccati da mille “vincoli” non si riesce ad attuare le vere riforme. Più facile costruire strade . Purtroppo non è ubriacandoci di asfalto e traverse ferroviarie (17000 Km di cui 7000 inutilizzati-trasporto merci quasi azzerato e quello viaggiatori scadentissimo) che il paese ricomincerà a crescere. Senza contare che con tassi sul debito pubblico al 3,2 % non ci si può indebitare ulteriormente per non incorrere in un default sul medio periodo (5 anni). Per crescere servono istituti che veicolano il risparmio nell’economia e non nella speculazione, tagli fino al 70% sugli stipendi dei manager pubblici, immettere nel mercato immobili e terreni dello stato, non utilizzati, senza svenderli.

O Masiero 25.09.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Conferiti i beni ad una società il valore complessivo di questi beni diviso in quote che tutti possono acquisire immediatamente : diversamente dai titoli di stato esse avrebbero una garanzia reale. La liquidità generata potrebbe essere girata al 50% per la diminuzione del debito . Non servono complesse manovre, aste ecc che alla fine arrivano solo a svendere il patrimonio senza renderlo immediatamente disponibile . Detto fondo deve essere trasparente, disponibile, liquido e alla portata di tutti; prevedendo che le quote sia possibile concambiarle anche con titoli di Stato.
Si congelino le nuove infrastrutture, come deciso per il ponte di Messina e si provveda alla diminuzione delle tasse. Alle imprese costruttrici si riservino, durante questo periodo, l’ultimazione delle infrastrutture iniziate , le attività di manutenzione ordinaria dell’ esistente e attività minori quali marciapiedi, acquedotti, piste ciclabili, parchi pubblici, difesa del territorio; con costi standardizzati alla media europea.
Siano rivisti tutti i piani di programmazione di edilizia abnormi ( rammento quelli veneti, tipo Veneto City –Tessera City, Padova CiTy) che danneggiando la società civile economicamente, sottraggono beni non riproducibili quali la terra fertile e il paesaggio. La mancanza di liquidità (quella disponibile delle banche è indirizzata per l’acquisto di titoli di Stato e pochissimo per l’attività produttiva e di consumo ritenute troppo rischiose) , la depressione in atto, l’immenso patrimonio disponibile che non trova acquirenti, hanno creato una bolla immobiliare. Questa esploderà con conseguenze gravi, per i territori che vogliono immolarsi a tali monumenti di finanza speculativa ; con un’unica certezza quale la sparizione di aree agricole e di paesaggi incontaminati

O Masiero 25.09.14 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Donando ai comuni rivieraschi smog, difficoltà agli spostamenti, rischio idraulico e tante altre negatività ampiamente conosciute. La liquidità deve essere destinata per accelerare i motori dell’industria che si stanno spegnendo, dedicata alla ricerca e alle produzioni ad alto valore aggiunto (gli incentivi per gli autoveicoli siano solo per mezzi che utilizzano gpl-metano-idrogeno o a trazione elettrica, aumentando le accise su gasolio e benzina) E NON UTILIZZATI PER IL MERCATO FITTIZIO DELLE AZIONI . Benissimo le premesse per il recupero dell’area di Porto-Marghera. Ma se gli investimenti si concentrano su questa area, ben difficile poter pensare di esercitare duplicazioni a Dolo , Tessera o altrove.

TAGLI ALLE SPESE:
Il rientro del debito deve, concentrarsi su CONSISTENTI tagli di spesa; auto blu, spese per la politica ,contributi ai partiti, contributi ai giornali, spese per l’esercito , detrazioni fiscali, aiuti in c/c alle imprese : troppo onerose per le condizioni del paese. Le risorse umane, in eccedenza nell’esercito e nei ministeri ecc , siano utilizzate per ricalibrare le necessità di personale in altre strutture con carenze (polizia, finanza, tribunali), e se non reimpiegabili vengano gestiti con le stesse regole utilizzate per il settore privato. Sarebbe ingiusto, a pochi mesi da una manovra sulla previdenza (per niente equa) dover vedere migliaia di persone lasciare il posto con prepensionamenti o incentivi .

O Masiero 25.09.14 14:10| 
 |
Rispondi al commento


EVASIONE FISCALE E CORRUZIONE :
La maggior parte delle operazioni oggi avvengono al di sotto dei mille euro, limite deciso dal governo per la tracciabilità . Quindi non ci potranno essere risultati rilevanti nella lotta all’evasione . Le misure in atto non fanno altro che controllare, ricontrollare chi le tasse è già obbligato a pagarle in cerca di errori che portano solo a multe salate per errori formali di lieve entità e a spese per i pensionati che sono stati obbligati a aprire un c/c.
Serve una tracciabilità corta al di sotto dei 250 euro e un sistema tecnologico efficace della struttura di controllo, affinché l’evasione venga contrastata . Utile prevedere che le persone fisiche detengano gli scontrini fiscali e le fatture per un paio d’anni e l ‘ ammontare indicato sulla denuncia dei redditi. Consentendo delle detrazioni fiscali del 3% alla consegna di tale documentazione. Eradicare l'evasione fiscale è una priorità , quanto tagliare privilegi, sprechi, spese , per questioni di equità e visto il momento in cui si chiedono sacrifici ai cittadini: senza dimenticare di contrastare la corruzione, che, spiega la Corte dei Conti , costa allo Stato decine di MLD. La corruzione è l’agente della peste : il parassita che divora le risorse economiche e morali di una democrazia. Prevedere l’autodenuncia e il pagamento di tutti gli arretrati con gli interessi per chi ha evaso retrocedendo negli ultimi dieci anni. L’ emersione potrà esserci se vi è certezza della pena e di controlli incrociati efficaci .

O Masiero 25.09.14 14:09| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa non ci chiede di abolire l'articolo 18, l'Europa ci chiede di diminuire il DEBITO pubblico ed deficit pubblico, cioe' la spesa pubblica. Per fare questo sono necessarie riforme della Pubblica Amministrazione cioe' dell'amministrazione dei Ministeri, delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni. Ridurre la spesa pubblica significa abolire le grandi spese inutili, come F 35, MOSÈ, TV, Ponte sullo stretto, ecc. L'Europa dovrebbe dire a Draghi che per rilanciare l'economia deve smetterla aumentare i tassi e non diminuire i per remunerato il risparmio Dei Cittadini Nelle Banche. Draghi puo' fare solo il banchiere non il politico e suggerire politiche per rilanciare l'economia. Per fare cio ' dovrebbe innanzitutto imporre un margine del 2% per l'intermediario ne del denaro depositato dai clienti alle banche per l'investimento nella economia e non speculazione.

Franco, padova 25.09.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

personalmente non mi riguarda perche io faccio un lovoro che chiamarlo tale e' una bestemmia, perche' e' una merda , tutele zero anzi vessazioni CONTINUE, cio' pero' non mi fa capire per quale cazzo di motivo si dovrebbe cacciare la gente senza una causa giusta, cosa potrebbe migliorare sta scemenza ?

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

La maestra in aula: “Vi pongo un problema: sul ramo di un albero ci sono otto uccellini; arriva un cacciatore, spara e ne abbatte tre; quanti uccellini rimangono? Prova tu, Giuseppe”.
E Giuseppe: “Mah, secondo me ne rimangono cinque!”.
“E tu, Pierino? Secondo te, quanti uccellini rimangono?”.
E Pierino: “Secondo me, non rimane nessun uccellino!”.
E la maestra: “Nessuno? E perche’?”.
“Perche’ se il cacciatore spara e uccide tre uccellini, gli altri volano via, e non ne rimane nessuno”.
La maestra: “No, Pierino, la risposta e’ sbagliata.
Pero’ il tuo ragionamento mi piace!”.
Allora Pierino chiede di poter fare lui una domanda alla maestra e chiede: “Sedute su di una panchina ci sono tre donne che stanno mangiando tre coni gelato. La prima lo sta mordicchiando, la seconda lo sta leccando e la terza lo sta succhiando.
Quale delle tre donne e’ sposata?”.
La maestra e’ scandalizzata, ma dopo insistenza di Pierino risponde: “Mah., vediamo… qual e’ quella sposata… forse…. quella che succhia il gelato?”.
E Pierino: “Sbagliato! E’ quella che ha la fede al dito. Pero’ il suo ragionamento mi piace!”.
★★★★★ ^:^

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT: L'ARIA E' CAMBIATA

Molti pensano che il M5S stia facendo niente o poco per cambiare la situazione politica del paese.
Per chi non l'avesse capito la battaglia che stanno facendo i parlamentari del M5S è proprio indirizzata a cambiare il pensiero della politica e realizzare una rappresentanza nelle istituzioni quanto più vicina all'elettore.
Tramite la loro presenza nelle istituzioni il sistema sta partorendo le azioni più orribili di tutta la storia della nostra Repubblica.
Il sistema si è chiuso a riccio ed ha continuato a mantenere i suoi privilegi ma è ormai nudo.
Le destre e le sinistre che si sono sempre schifate ed hanno sempre dato la colpa all'altro o al governo precedente,oggi sono meravigliosamente unite e tutto per un 'gran' senso di responsabilità.
Se non esisteva il M5S avremmo continuato ad avere un governo di un unico colore ed uno schieramento di un altro che fingeva di fare opposizione.
L'aria è cambiata.
Il cittadino deve essere davvero spaventato a morte se non riconosce che questa poltiglia politica in Parlamento e al Governo è solo una alleanza di comodo per continuare a derubare la collettività.
Anche i media prima o poi riconosceranno la loro partecipazione nella distruzione totale dell'informazione e forse rinsaniranno.
L'Italia si sveglierà prima o poi dal torpore politico e dalla paralisi occupazionale e capirà da che razza di gente è stata governata.
Il merito, purtroppo per alcuni ma un toccasana per la nazione,è tutto del M5S,delle sue denunce,delle sue rinunce,della sua coerenza,del suo senso di giustizia sociale,dal suo spirito di civiltà e sopratutto della sua onestà.
Gufi un caxxo,l'Italia esiste ancora grazie a qualcuno che ancora ci crede.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


PREVIDENZA
Provvedere al ricalcolo degli assegni previdenziali in erogazione, che superano i 4000 Euro. Applicando il calcolo contributivo retroattivo e garantendo per il 2014 sino al max. di cui sopra. Prevedendo un aumento di 30 Euro mensili per le pensioni al minimo, quando la pensione è l’unico reddito della persona. Unificare il sistema previdenziale, concentrando la gestione in un unico ENTE .

BANCHE
Nei mercati l’accumulazione del valore monetario dipendeva dalla produzione industriale di beni e servizi (secondo la formula Denaro-Merce-Denaro). Oggi gli speculatori (con l’utilizzo di algoritmi e una finanza creativa-virtuale) gestiscono un sistema di accumulazione particolare in cui il Denaro produce Denaro senza dover passare attraverso la produzione di alcunché; creazione fittizia di denaro. Ma ricordando che nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma. Il risparmio fonte di sudore, di lavoro, di sacrifici , il risparmio reale con i meccanismi matematici viene spostato nelle caselle virtuali e piano piano , talvolta anche molto velocemente esso cambia di tasca. Lasciando ai risparmiatori tasche vuote e futuro incerto. Il risparmio quale ammontare per i periodi di crisi , per la vecchiaia o per mandare a scuola un figlio sparisce come le puntate fatte sul gioco delle tre carte.
Le banche tornino a fare da supporto all’economia reale utilizzando la liquidità nei settori di produzione e di consumo, prendendo le distanze dai prodotti derivati-mutui sub-prime ecc.
Alla Banca Centrale Europea deve essere chiesto di far scendere il tasso di sconto allo 0,10% e di riallineare l’Euro in rapporto ai parametri

O Masiero 25.09.14 14:07| 
 |
Rispondi al commento

economici dei paesi che compongono l'Unione Monetaria; la maggior parte dei quali si trova in difficoltà estrema per l'incapacità di sostenere i debiti in essere e per la difficoltà a produrre in un mercato depresso . Il valore dell'Euro dovrebbe attestarsi leggermente al di sotto del dollaro.

AUMENTO DEL PIL

Lo stato e le amministrazioni provvedano al pagamento, dopo sessanta giorni, dei debiti contratti con le imprese per forniture, servizi e costruzioni infrastrutturali resi per dare loro ossigeno, provvedendo immediatamente per gli arretrati.

I prodotti dei paesi asiatici stanno invadendo i nostri mercati con prodotti iper - competitivi . E’ una partita persa pensare di poter aumentare il PIL se non si attuano idonee misure per diminuire i prezzi dei nostri prodotti e aumentarne la qualità. *Ci si può arrivare con l’aumento della produttività, la sburocratizzazione, la diminuzione delle tasse, la diminuzione del prezzo dell’energia e la diminuzione del costo del lavoro (eliminando gli scatti di anzianità e il TFR ).

LIBERALIZZAZIONI : l’utilizzo delle autostrade deve essere libero , togliendo pedaggi e caselli come contropartita alle enormi tasse pagate e delle accise sui carburanti. Prevedendo solo per i mezzi stranieri un ticket in rapporto ai giorni di permanenza in Italia.

IMPOSTA SUL PATRIMONIO
Con un debito che supera i 2050 miliardi di euro non sarebbe controproducente introdurre un’imposta sui patrimoni che superano 1.500.000 euro (l’1% darebbe un gettito di 10 miliardi, vista la concentrazione della ricchezza ).

CAPITALI ESPORTATI
Si arrivi a definire norme per la tassazione dei capitali, illegalmente esportati, con paesi come la Svizzera. Tassazione che deve essere consistente vista la dubbia provenienza di questi patrimoni .

GIOCHI D’AZZARDO
Il gioco per tante persone è diventata una cronica dipendenza. Una malattia sociale che sta rovinando parecchie famiglie . In un paese che vuole ritenersi civile essi vanno vietati.

O Masiero 25.09.14 14:05| 
 |
Rispondi al commento

LAVORO ( i salari italiani sono tra i più bassi d’Europa e da parecchio tempo congelati ).
Serve l’unificazione dei contributi previdenziali , pagamento posto completamente a carico dei lavoratori. Ottimo un contratto unico per l’accesso al lavoro con durata triennale (stesse regole da adottare per il settore pubblico). Ma dopo questo periodo di prova e apprendistato vi deve essere conferma dell’assunzione . Si provveda a stracciare tutte le leggi che agevolano solo il lavoro precario. CASSA INTEGRAZIONE E MOBILITA’ dovrebbero gestire periodi corti ( max. di 3 mesi), questa misura deve essere posta a carico del datore di lavoro che non potrà avvalersi durante questi periodi di prestazioni in straordinario o di collaborazioni esterne.
Dal 19 83 ad oggi tutte le aziende si sono liberate del personale in eccesso con le regole attualmente in vigore, ma spesso sono state solo delle scremature per togliere dal ciclo produttivo persone che per vari motivi anzianità o malattia ecc perdevano una quota di energia giovanile ed erano meno produttive.
Il costo medio dei lavoratori nel 2011 è stato di 31049 euro al lordo di imposte e contributi. I lavoratori sotto forma di retribuzione netta ne hanno percepiti poco più della metà , per un importo medio di 16.666 euro (rapporto Istat sul carico tributario e contributivo dei lavoratori e delle famiglie nel 2011) .
Ed è CON IL 53,7% DEL SALARIO/STIPENDIO RIMASTO che ESSI COMINCIANO A PAGARE IL RESTO DELLE TASSE :
IMU-TASI-TARES;
IVA;
BOLLO AUTO;
TASSE TV;
IMPOSTE DI BOLLO;
ACCISE SUI CARBURANTI , SPESE COMPLEMENTARI SANITARIE, diritti di segreteria e decine di balzelli che rovinano la salute e l'economia.
Alla fine da CHI LAVORA LO STATO e i vari Enti si prendono 9 MESI di salario-stipendio, mentre QUINDICI GIORNI il dipendente li spende PER ADEMPIMENTI BUROCRATICI E PER PAGARE LE TASSE.

SIAMO ALL'ESPROPRIO per pagare privilegi , gli sperperi e corruzione ? Se al posto degli ottanta euro ai dipendenti con

O Masiero 25.09.14 14:04| 
 |
Rispondi al commento

con Utilizzo dei fondi europei, il taglio delle pensioni d'oro e d'argento non suffragate da effettiva contribuzione, non tollerando un'evasione da 130 Mld e una spesa per corruzione di 60 Mld. ( pagamenti tracciabili e la detenzione per consegna di scontrini e fatture da parte delle persone fisiche ), elidendo le deduzioni e le detrazioni sulle denunce dei redditi . Le tasse in un paese moderno non dovrebbero superare i 35% punti di PIL e dovrebbero arrivare da tre o quattro cespiti ( Irfef dal reddito, Iva dai consumi, accise sui carburanti ecc ) . Purtroppo il peso delle tasse sommato a quello della burocrazia e di una giustizia civile che arriva a sentenza dopo anni e anni fa fuggire le imprese dall'Italia e non attrae investitori stranieri. Veicolando il consistentissimo risparmio italiano verso l’estero, privando della necessaria liquidità le imprese e i consumatori. Non è sperando nello stellone che si creano i posti di lavoro, ma agendo sui fattori della produzione e comprimendo quei costi (tasse e burocrazia ) che rendono non competitive le nostre merci. Chi si sta giocando il futuro di una generazione che sta arrivando ai quarant’anni senza aver mai lavorato?


Il governo deve attuare tutte le misure per diminuire il debito , smettere di erogare aiuti alle imprese, o mettere a cantiere delle infrastrutture dal valore strategico inesistente: in un momento i cui la domanda generale di traffico merci sta scendendo e quello trasportato in treno si avvicina allo 0 . Molte aziende stanno chiudendo per carenza di domanda, di liquidità e per problemi di concorrenza ( siderurgia-chimica di base ecc sono settori decotti, le nostre produzioni devono essere ad alto valore aggiunto; idrogeno,farmaceutica, fibra carbonio ecc ). Quelle sane hanno già acquistato un biglietto di sola andata per spostarsi all’estero o ci stanno pensando. Se non cambiano le regole e le condizioni * non potranno restare.

Orlando M 25.09.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

da ansa 19 settembre u.s.
"L'entrata in vigore della legge numero 300 del 20 maggio del 1970, segnò all'epoca uno spartiacque nelle relazioni industriali contribuendo all'evoluzione civile del Paese. Lo Statuto riformò i rapporti di lavoro in azienda, mettendo in primo piano la dignita' della 'persona-lavoratore', rafforzando la posizione del sindacato nell'impresa, capovolgendo il modello imperante fino a quel momento nella fabbrica: autoritario e paternalistico."


Renzi,
DIGNITA'!!!!!!

ehhh, quando si dice il peggio non è mai morto

aria** ,, Roma Commentatore certificato 25.09.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo presidente NAPOLITANO E' SOLO UN FALLITO CHE DOVREBBE VERGOGNARSI NEL RIDURRE GLI ITALIANI ALLA DISTRUZIONE PERMETTENDO AI SUOI SIMILI PORCHERIE VIGLIACCHE. VERGOGNATI PRESIDENTE !VERGOGNATI PRESIDENTE !DOVRAI ESSERE MALEDETTO ANCHE NELLA TOMBA!

Giancarlo Ciccolini, Porto Sant'Elpidio Commentatore certificato 25.09.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento

..ma nelle nazioni più evolute della nostra , cioè quelle del nord europa....l'articolo 18 esiste?
O il tutto si esprime con maggior buonsenso ..sia per i dipendenti che per i datori di lavoro ?

*****

Eposmail,.. ,., , Commentatore certificato 25.09.14 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao staff del blog, so che ci sono problemi piu' grandi, ma avendo eseguito la donazione una paio di settimane fa quand' e' che mi date il simbolino?

Simone M., Bologna Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'abolizione dell'art.18 in apparenza
non riguarda l'impresa con meno di 15 dipendenti, i politici, gli
economisti, sono d'accordo nel dire che non è poi cosi determinante
la sua eliminazione,

allora mi domando, perché si vuole
togliere in gran fretta.

Ormai mi è chiaro, l'abolizione
dell'art. 18 serve soltanto ad un gioco sporco che sta preparando la
parte più forte del mondo. Le banche le multinazionali, veri padroni
di tutto il mercato, stanno cercando di far fuori tutti i piccoli
artigiani, commercianti e piccole imprese, per poter agire
indisturbati con la grande distribuzione in tutti i paesi del mondo.
Togliendo l'art. 18 avranno libertà di trattare tutti i lavoratori
come polli messi in gabbia con la testa tra le sbarre a produrre uova
e a questo punto non avranno più paura di chi li può accusare di
abusi e schiavismo. Come successe con i supermercati che in quattro e
quattro otto riuscirono a far chiudere tutti i piccoli commercianti,
ora tocca ad artigiani e piccole imprese, che saranno strangolati
dalla arroganza imperiale delle banche e delle multinazionali, le
uniche, a loro dire, che potranno dare un posto di lavoro, ma tolto
l'art. 18 sarà mal retribuito e dubito che sia a tempo indeterminato.

marco z., scansano Commentatore certificato 25.09.14 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Protestiamo ma si può fare ben poco. C'è un'armata di partiti alleati contro di noi.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

@ Arjuna. Bene, bene, vedo che hai fatto la donazione Avrei tanto da dire, ma preferisco stare zitta

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo è da eliminare.
Ho 50 anni, ho lavorato sotto copertura dell' art.18 per soli 2 anni. Dopo, la ditta che aveva più di 15 dipendenti, ha chiuso, e con l' art.18 mi sono fatto la birra. Anche se chiudeva un reparto, mi facevo la birra con stò cazzo di art.18.

Mi son fatto la casa e la banca, dove sono andato a fare il mutuo non mi ha chiesto se lavoravo in una ditta sopra i 15 dipendenti,
Quando ho chiesto i mutui per i mezzi di locomozione, la finanziaria forse avrà chiesto se son serio, se pago sempre.

Ci sono lavoratori di serie A1; statali che c'è illicenziabilità
serie A2: dipendenti di ditte sopra i 15 dipendenti
serie B: dipendenti di ditte sotto i 15 dipendenti
serie C: i precari
serie D/E: le false partite IVA che sono persone che sono”costrette” ad aprire una ditta per lavorare per un unico committente, senza tutele, per es numero di ore, sicurezza, pagati dopo 3,5 mesi dal lavoro.
I lavoratori di serie A devono avvicinarsi alle altre serie.
Caro articolo 18, muori, e anche l'illicenziabilità degli statali/comunali ecc.
Ah ripeto sempre che l'art.18 NON si applica ai dipendenti di: sindacati, partiti, chiesa.

Mi stan sempre sulle palle i sindacati, la chiesa e un po' i partiti politici.
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...
La fame in Italia nel 2014 è un'epidemia non vista, ma non invisibile. È una piaga evitabile, ma non evitata: a Roma, a Bruxelles e a Berlino ha radici e omissioni che vanno aldilà del disastro che sta rendendo l'economia italiana oggi di 230 miliardi di euro più piccola di come sarebbe se tutto fosse continuato al ritmo, lento, tenuto dal Paese fino al 2007. Nella richiesta di aiuti che il governo ha spedito a Bruxelles questo mese si legge: "La quota di individui in famiglie che non possono permettersi un pasto proteico adeguato ogni due giorni è cresciuta dal 12,4% del 2011 al 16,8% del 2013".
...
Dal 1987 l'aiuto alimentare nell'Unione europea era assicurato dalla Politica agricola comune...Questo sistema si è interrotto per una sentenza della Corte di giustizia europea nel 2011 prodotta da un ricorso contro gli aiuti presentato dalla Germania e sostenuto da Svezia, Austria, Olanda, Gran Bretagna, Danimarca, Repubblica Ceca. Come si nota dalle dichiarazioni alla Corte, rese nel momento più drammatico della crisi del debito, questi governi hanno sostenuto che l'aiuto alimentare agli indigenti non spetta all'Europa ma ai singoli governi e agli enti locali con i propri cittadini: ciascuno faccia da sé...
Il programma contro la fame è stato cancellato dalla sentenza di Lussemburgo ma, nella distrazione generale, lo scontro è proseguito. Riducendo altri piani, a parità di spesa totale, la Commissione europea ha ricavato spazio per gli aiuti alimentari nei fondi strutturali. Anche questa proposta è stata bloccata dalla coalizione dei Paesi nordici, Germania in testa...
Il blocco dei sussidi era talmente prevedibile che il governo di Enrico Letta aveva persino creato un fondo per garantire gli approvvigionamenti di quest'anno, ma non è servito: la Legge di stabilità lo finanzia con appena 10 milioni, un decimo delle somme necessarie.
...
http://www.repubblica.it/economia/2014/09/21/news/stop_fondi_ue_per_lotta_alla_fame-96292692/


Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cuperlo definisce il contenuto di questo post e la possibilità di mandar Renzie a casa una stupida provocazione: un bel va fanculo anche a lui!!!!!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 13:38| 
 |
Rispondi al commento

sa ben chiaro che la battaglia da farsi è le municipalizzate e i dirigenti che percepiscono 350 mila euro anno è una vergogna di politici privilegiati da combattere su posti dirigenziali che renzi non vuole toccare i suoi compagni di merende quali verdini e tutto coloro che mangiano con municipalizzate in tutta italia sono tanti milioni derubati alla collettività dei cittadini sempre ciulati da costoro sindacalisti di parte lobby...comunali

antony gentile (antonelli), pavona Commentatore certificato 25.09.14 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Per me l'art18 deve restare solo per grandi aziende e multinazionali perché li il dipendente è un numero e quindi va tutelato perché non ha contatto diretto con proprietà.
Per le piccole e medie imprese, dove il lavoratore lavora fianco a fianco con il proprietario è totalmente inutile e dannoso per i giovani che entrano con contratti a termine che subiscono atti di vero e proprio nonnismo da parte dei protetti.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 25.09.14 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡HOLA Blok✰✰✰✰✰!!!

VI RIPETO CHE L'ARTICOLO 18 É GIA MORTO & SEPOLTO
DALLA DITTATURA TIZIANO TREU (governo prodi) & DALLA DITTATURA BIAGI!!!

Poi... possiamo darci il contentino di salvare il salvabbbbbile
ma "il Sistema" aveva già previsto tutto questo
(dati causa e pretesto)
le attuali conclusioni!
Credete che per questi quattro soldi questa gloria da stronzi
avrei scritto canzoni?!!!

---FINITA LA MESSA?---

Tanto poi... ci pensa la Mafia in colletto bianco
a riscuotere il pizzo passando casa per casa, sul territorio!
L'esempio del comandante Falco è lampante!
Altro che televisione!

Non c'è scampo! Unica possibilità, per ora:
Italia Cinque Stelle 10-11-12 ottobre 2014.

Hasta Pronto.

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 25.09.14 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se mai ce ne fosse ancora bisogno. Volete l'ultimo quadrettino dell'italia al rovescio? Vi ricordate del comandante Falco, quello che disse a schettino:"Salga a bordo, glielo ordino" Bene, sta lasciando il lavoro per la terra bruciata che è stata fatta intorno a lui."Lascio", cosi ha detto. La notizia è in rete

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quel gran figlio di una buona donna di Renzi PRIMA delle elezioni prometteva soldi facili agli italiani (i famosi 80 euro elettorali),

DOPO le elezioni colpisce le classi medio-basse con l'attacco ai lavoratori tramite la soppressione dell'art.18.
Se non ci fossero le televisioni a sostenerlo al livello di una campagna pubblicitaria ingannevole,
Renzi si sarebbe già sgonfiato come un palloncino bucato.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe , mi meraviglio nel vedere come anche tu sia caduto ella trappola della disinformazione . IN ITALIA quando si parla di queste cose di sinistra( bada bene di sinistra) è perche gli stessi stanno tramando per fare altro .
La domanda è cosa il governo sta attualmente facendo per voler ad ogni costo far parlare di questo all'intero paese'?

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 25.09.14 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un solo modo per risolvere il problema del mondo del lavoro: un contratto indeterminato per tutti, salario minimo orario per tutti (cittadini o immigrati) in modo da evitare la guerra al ribasso, paletti di salvaguardia (maternità, ferie, malattia, infortuni, preavviso) e infine possibilità di licenziare chiunque, anche senza motivazione. Se un'impresa funziona terra i lavoratori, se un'impresa è finta non li terrà, ma l'impresa finta può chiudere anche domani dato che serve solo a fregare il prossimo, dal cliente al fornitore al lavoratore...

Robert Dragon Commentatore certificato 25.09.14 13:23| 
 |
Rispondi al commento

o.t. oggi al tg di italia uno,ho sentito una notizia a mio parere sconcertante,dopo le tante e purtroppo solite notizie che fanno solo che rabbia isis,pedofilia,femminicidio,malasanita' ecc.( e possiamo fare tutte le leggi del mondo ,ma non cambia nulla se non insegniamo sin da piccoli i valori ormai persi,onesta',rispetto, sincerita'..dunque dicevo della notizia, un albanese in carcere x vari reati ha fatto causa x essere tenuto in detenzione in una cella angustia e piccola,l'europa quella dei diritti civili ha condannato l'italia ad un risarcimento di circa 5.000 euro,aprendo cosi' una voragine di ricorsi e di multe,ma la domanda che mi pongo e' questa: diritti civili? una persona che uccide,violenta,stupra vende droga,un pedofilo ,uno che ammazza i propri figli..che diritti ha? e allora le vittime che diritti hanno?sin che vi saranno delle leggi ha favore di chi è colpevole e non di chi e' vittima ,andremo male,il buonismo l'ipocrisia,ha portato il mondo ha proteggere piu caino che abele..chiamatemi razzista ,ma i miei genitori mi hanno insegnato a dare in base a quanto ricevi..il porgi l'altra guancia ci portera' alla rovina

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 25.09.14 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Vado fuori tema.Cerchiamo di fare donazioni per il Circo Massimo.Io ho mandato 50 euro su 800 che prendo al mese di stipendio,purtroppo non posso venire perche economicamente non posso permettermelo.sù uno sforzo in più,sono con voi!

liuzzi.nicola 25.09.14 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti al Circo Massimo!!!! M5S unica speranza!!!

Samuele S., San Benedetto del Tronto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le parole non corrispondono ai fatti,mandare a cagare qualcuno non e' fare politica,ci sono 160 parlamentari imbalsamati dal nulla,basterebbe leggere il fondo del corriere di fer.de bortoli per capire che non state facendo niente per nessuno state tenendo ferma una massa di esseri umani pronti alla disobbedienza civile ma non rappresentati.alle prossime elezioni se mai ci saranno farete flop,le feste il circo massimo,quelli che raccolgono i pezzetti di carta per non sporcare l'ultimo portatile da 800 euro.se ci sara' un movimento politico nazionale e non subalterno quello che doveva essere il m5s,radunera' i superstiti di questo naufragio tra comici che stanno sul britagna e vecchi presidenti sempre devoti al fratello di turno.sarebbe interessante se vi dimetteste in massa,ma questo e' un altro discorso.ciao ciao

swami ., terni Commentatore certificato 25.09.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivido in toto!

giuseppe Amato, Palma di montechiaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA Blok & p.c. Mov✩✩✩✩✩!!!

Hablando de delincuencia!

In televisione, da decenni ed in ogni canale,
sono stati fatti programmi eccellenti
con argomenti su:
ARTICOLO 18,
mafia,
criminalità,
stato contro i cittadini,
Gabanelli,
assassinìi,
misteri,
p2-3-4-5,
se qualcuno non ha ancora capito di trovarsi in un Belin-Paese
ritenete innovativo spiegarlo di nuovo in televisione?

Hai poster l'ardua sentenza!

Hasta pronto!

Ernesto LoMartire!, La Habana Commentatore certificato 25.09.14 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene, ma questi comunque vanno avanti come Caterpillar a distruggere tutto: diritti, beni pubblici, ambiente, economia, situazione sociale e tutto quello che può produrre lucro per loro AVVOLTOI.......
E NOI
STIAMO A GUARDARE
E SCRIVIAMO QUALCHE MINCHIATA su FB, su TWITTER o su QUESTO BLOG?

kikka Jolie 25.09.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

soprattutto non si tocca lo Statuto dei Lavoratori di cui l'art 18 fa parte

Enzo C., Moliterno Commentatore certificato 25.09.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento

La studiammo da bambini,
Esopo e Pascoli ne scrissero,
una poesia di contadini:
la vanga dalla punta d’oro.

C’insegnarono che il lavoro
non è soltanto una virtù,
che può essere un tesoro
che ci affranca dalla schiavitù.

Imparammo che il sudore,
che si asciuga, quando il sole muore,
non è una biblica condanna,
come l’amore, non t’inganna.

E la tempesta e la carestia,
possono essere più pietose,
paragonate alla perfidia
di chi vuol cambiar le cose.

Di chi vuole cambiar le scene,
vanga, solchi e sette camicie,
blasfemi della peggiore specie,
e riportar tutti in catene.

Userò le mani in terra,
per cavarne ogni germoglio,
senza vanga sarà guerra,
io posso, io devo, io voglio.

Lone Wolf Commentatore certificato 25.09.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero che l'articolo 18 lo si sta massacrando,

MA!!!

finché un popolo di stronzoni come una bella percentuale degli italiani faranno a botte per comprare l'iphone 6 appena uscito (da 729 euro in poi), faranno la fila dai tabaccai per buttar via i soldi in gratta e vinci e seguiteranno a rintanarsi nel'utero a 4 ruote succhia-petrolio, di cosa vogliamo parlare??

di cosa vogliamo parlare, se ci stiamo dando le martellate sulle palle con le nostre mani??

di cosa vogliamo parlare, se tanto ci sta tutto bene così com'è.

Neanche ci siamo accorti che la Telecom ha RADDOPPIATO la tariffa delle chiamate urbane:

da 5 cent alla risposta + 5 cent al minuto
a 10 cent al minuto senza scatto alla risposta

che significa che, se passi più di DUE minuti al telefono, paghi il DOPPIO!

Ci facciamo prendere infinitamente per il sedere dall'ultimo imbecille che si alza la mattina con l'umore storto e stiamo buttando ai cani la dignità, la socialità, l'intelligenza, il pensiero, la lingua, le città, la libertà.

L'articolo 18 massacrato a cui NON STIAMO OPPONENDO ALCUNA RESISTENZA, dimostra purtroppo in che abisso di menefreghismo ci stiamo lasciando scivolare.

Ieri sera, per i gol delle partite di serie A sentivo i miei coinquilini urlare come lupi, gridare a squarciagola, piangere, gemere. L'animalità SANA dell'essere umano è stata interamente sublimata in qualcos'altro, che è un palliativo fasullo ed ingannevole. le partite sono violente, fasulle e truccate.

il lavoro che ci negano e ci tolgono invece è così terribilmente reale!

Peccato che sarà qualcun altro a mangiarci e a rubarci le spoglie, giacché noi, essendo già morti, non ci accorgeremo della morte definitiva che ci avrà avvolti come una coltre di ghiaccio.

Orlando Furioso 25.09.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate,
c'è qualcuno in questo blog che non sia marxista e quindi consideri ANCHE l'imprenditore un LAVORATORE ? o gli imprenditori sono: sfruttatori, parassiti, borghesi, etc...
se uno di voi avesse un'azienda di 20 dipendenti e uno facesse male il suo lavoro, svogliato, fancazzista, impreciso, ignorante, e voi lo dovreste mandar via perchè il vostro profitto (SISSIGNORE, PROFITTO) sarebbe a forte rischio, ma non poteste farlo perchè c'è un articolo scritto negli anni '70 del 900 che dice che quel signorino E' UN LAVORATORE, cosa fareste ? prendereste anche voi, come fanno oggi tutte le aziende sopra i 15 dipendenti, quelle importanti che fanno il bello e il cattivo tempo, che erogano mutui ad esempio (tutte le banche, assicurazioni, etc) uno sfigato co.pro rivenduto tra 3 aziende pescecane che prendono margini su di lui e lo pagano a 60 giorni con contratti trimestrali, mentre il signorino, quello illicenziabile, va in giro a manifestare contro l'articolo 18.
VE LO VOLETE FICCARE IN QUELLA TESTA IDEALISTA-MARXISTA-HEGELIANA CHE AVETE CHE LO SFRUTTAMENTO C'E' GIA' e alla stragrande ADESSO e che ci sono migliaia di lavoratori sfruttati PER MANTENERE I PROTETTI ?? CHE MENTRE STATE DICENDO l'ARTICOLO 18 NON SI TOCCA C'è WALTER V. CHE SI STA FACENDO IL CULO PER LAVORARE AL POSTO DI GIUSEPPE P. INTOCCABILE ??? LO VOLETE CAPIRE CHE IN ITALIA CI SONO LE CASTE COME IN INDIA ????

mike mike 25.09.14 12:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non è l'art. 18. Il problema vero e lo stretto legame che esiste fra sindacati e giudici del tribunale del lavoro.
Vi racconto una mia esperienza.
Avevo un pub ed avevo assunto un ragazzo come cuoco.
Volendomi fidare di questo ragazzo che durante il primo mese di prova era stato perfetto ho assumto nell'agosto del 2010 con contratto a tempo indeterminato.
Esattamente due giorni dopo il ragazzo si è messo sotto mutua per febbre in pieno agosto.
Si è fatto i primi 15 giorni di mutua poi se ne è presi altri 15.
Insospettito da una febbre che perdurava per 1 mese, in pieno agosto, ho mandato la visita fiscale che non ha trovato a casa il dipendente e per di più un mio cliente mi riferiva che lo aveva visto lavorare in un ristorante in una città vicina alla mia.
A quel punto ho licenziato il giovanotto che aveva intenzione di prendermi in giro e di prendere lo stipendio più fare un'altro lavoro in nero quindi derubando la comunità.
Lui ha fatto ricorso al tribunale del lavoro e, all'udienza, io non ho avuto neanche la possibilità di spiegare e portare le mie motivazioni.
Sono stato ricattato e obbligato a riassumerlo mentre i giudici e i sindacalisti venuti a "proteggere" il grande lavoratore se la ridevano insieme e si mettevano d'accordo per la prossima partita a tennis.
Purtroppo in Italia, come per tutto il resto, c'è una perfetta collusione fa forze politiche e rami della magistratura che fanno si che il sistema sia bloccato e atto solo a far guadagnare sempre i soliti.
Per poter mandar via quel ragazzo ho dovuto minacciarlo fisicamente

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 25.09.14 12:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

diciamo che abbiamo 10 mln di disoccupati e sottoccupati anche volendogli dare 800 euro al per 12 mesi siamo a 96 mld cioè intorno al 10% della spesa compessiva (800mld) ,quindi non è vero che i soldi non ci sono ma si tratta solo di rimodularla.

nome cognome 25.09.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

PAROLA D'ORDINE:CEDERE SOVRANITA'

L'Italia è sempre stata nelle mire espansionistiche di vecchi e nuovi colonizzatori.
La Germania, insieme alle lobby finanziarie dell'Europa del nord, gioca a fare la voce grossa con il sud del continente che è costretto ad aderire ad una serie di regole pur di restare in quel meccanismo contorto dell'euro e dell'UE.
Draghi per poter attuare una politica espansionistica a carico della BCE ha detto chiaramente a Renzi che bisogna dare qualcosa in cambio,non importa cosa,basta che indebolisca la sovranità nazionale dell'Italia.
Può essere l'art. 18,la fine del bicamerilasmo perfetto,una legge elettorale che tolga potere agli elettori,il Fiscal Compact la parola d'ordine è arrendersi e consegnare le armi.
La storia però ci insegna che certi popoli,anche se ti arrendi,ti fucilano alle spalle.
A Renzi è stato ordinato di preparare le istituzioni Italiane affinchè si attui un travaso economico dei soldi che la BCE elargirà per comprare titoli di stato, dall'Europa del sud a quella del Nord.
Da quando è nata questa sedicente Europa Unita i soldi di milioni di cittadini sono andati a finire nei pozzi della finanza speculativa degli USA della Germania e dell'Inghilterra.
Le differenze sociali sono cresciute a dismisura e la distribuzione della povertà si sta stratificando nei ceti medio alti mentre il vertice della piramide diviene sempre più ricco.
Questo vuol dire che al di la dei discorsi retorici e demagogici dei vari premier che si susseguono e di un Presidente della Repubblica garante di un'Europa mai nata,l'Italia è nella merda fino al collo ed è già sotto il controllo della Troika.
Italiani non arrendiamoci al nemico e ricordate che i nostri politici sono dei traditori.
Stanno svendendo i nostri diritti per assicurarsi la loro vecchiaia e i partiti sono il cavallo di troia dei nostri invasori.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

le aziende non possono licenziare. si deve garantire l'art 18 a tutti altro che toglierlo. estenderlo a tutte le imprese anche agli artigiani. inserire salario minimo e salari e stipendi imposti per legge con scatti fissi in base agli anni di anzianità determinati in modo che si possa entrare in un'azienda e rimanere nel medesimo posto a vita sapendo esattamente cosa accadrà. in caso di fallimento lo stato dovrebbe garantire il medesimo salario stipendio e nel caso di sovraproduzioni acquistare dalle aziende il surpus.

Andrea Paglia 25.09.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=KUVlrdfKowk

carlo c., ar Commentatore certificato 25.09.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

http://webtv.camera.it/home

immensi i nostri in aula ora!!!e il nostro Tripiedi ha appena dato una lezione di dignità al pd!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi ha votato questo novello Thatcher fiorentino dovrebbe vergognarsi. Stanno distruggendo tutto con la compiacenza del comunista al Colle che appoggiava l'Urss nel soffocare nel sangue la rivolta d'Ungheria. Non scordiamoci chi è costui. Per capirlo andatevi a vedere un reportage della Tv tedesca di qualche anno fa, quando il Re era al Parlamento europeo e usava trucchetti per fare la cresta sui voli. In Italia questo servizio non l'ho mai vito. Se la cosiddetta sinistra Pd tira fuori le p... (a patto che le abbia) deve uscire da questo governo e così vedrete Renzi correre dal suo amico Silvio. A quel punto non ci restano che le barricate e li buttemo giù

Mario T., Monaco di Baviera Germania Commentatore certificato 25.09.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....Stivaletto.....

Stefano S., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAGAZZI E ORA DI LOTTARE CACCIAMO STI LADRI DALL'ITALIA

pasquale carli, barletta Commentatore certificato 25.09.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'ot.
La barzelletta che Berlusconi non potrebbe mai raccontare

Primo giorno di scuola, in una scuola Americana, la maestra presenta alla classe un nuovo compagno arrivato in USA da pochi giorni: Sakiro Suzuki (figlio di un alto dirigente della Sony).
Inizia la lezione e la maestra dice alla classe: "Adesso facciamo una prova di cultura. Vediamo se conoscete bene la storia americana. Chi disse: "Datemi la liberta o datemi la morte"? La classe tace, ma Suzuki alza la mano. "Davvero lo sai, Suzuki? Allora dillo tu ai tuoi compagni!"
"Fu Patrick Henry nel 1775 a Philadelphia!"
"Molto bene, bravo Suzuki!"
"E chi disse: Il governo è il popolo, il popolo non deve scomparire nel nulla ?"
Di nuovo Suzuki in piedi: "Abraham Lincoln nel 1863 a Washington!"
La maestra stupita allora si rivolge alla classe: "Ragazzi, vergognatevi, Suzuki è giapponese, è appena arrivato nel nostro paese e conosce meglio la nostra storia di voi che ci siete nati!"
Si sente una voce bassa bassa: "Vaffanculo a 'sti bastardi giapponesi!!!"
"Chi l'ha detto?" chiede indispettita la maestra.
Suzuki alza la mano e, senza attendere, risponde: "Il generale Mac Arthur nel 1942 presso il Canale di Panama e Lee Iacocca nel 1982 alla riunione del Consiglio di Amministrazione della General Motors a Detroit."
La classe ammutolisce, ma si sente una voce dal fondo dire: "Mi viene da vomitare!"
"Voglio sapere chi è stato a dire questo!!" urla la maestra.
Suzuki risponde al volo: "George Bush Senior rivolgendosi al Primo ministro Giapponese Tanaka durante il pranzo in suo onore nella residenza imperiale a Tokyo nel 1991."
Uno dei ragazzi allora si alza ed esclama scazzato: "Succhiamelo!"
"Adesso basta! Chi è stato a dire questo?" urla inviperita la maestra.
Suzuki risponde impeterrito: "Bill Clinton a Monica Lewinsky nel 1997, a Washington, nello studio ovale della Casa Bianca."
Un altro ragazzo si alza e urla: "Suzuki del cazzo!"
./.

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Matteo Renzi.
L’uomo che ha spalancato le porte alla Troika.

angelo ., roma Commentatore certificato 25.09.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo sia utile e democratico continuare a perseguire la strada del taglio completo dei vitalizi.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/lombardia-via-libera-a-legge-regionale-che-taglia-i-vitalizi-20140924_095605.shtml

&

http://www.affaritaliani.it/milano/lombardia-230914.html

Il 10% o 20% è una forma di insulto alla popolazione e alla Costituzione.
Come si permettono di arrogarsi falsi diritti?
Perché non raccogliamo 1 mln di firme per far cadere completamente quei privilegi arrogati e messi in atto senza parere del popolo sovrano?
Sono o no dipendenti statali?

3mendo 25.09.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2014/09/i-partiti-votano-no-alla-sospensione-del-vitalizio-per-i-senatori-in-carcere---leggi-i-nomi.html

tra gli astenuti leggere i nomi di Bignami e Romani,nostri ex portavoce.i traditori!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

art 18 o no, il punto è che la modifica della
costituzione non la dovrebbe fare 'sta gentaglia
incompetente,condannata,indagata, mafiocollusa,
lobbycollusa, massocollusa.....dimentico qualcosa?

.....e, sempre con rispetto parlando
son d'accordo su dove dovrebbe andare
questa europa, ripeto questa e sottolineo questa

buona giornata

Path Walker Commentatore certificato 25.09.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

abolire l´art 18 farà subito aumentare la disoccupazione, secondo effetto meraviglioso spalancherà ancora di più le porte al ricatto e alla diminuzione del salario.

Tutti i lavoratori dovrebbero avere un minimo di protezione in modo di avere un vero mercato del lavoro competitivo, altrimenti qualcuno sara´ sotto ricatto piu´di altri. Abolendolo tutti possono essere ricattati.

Marchionne quello che chiacchiera a sproposito e sta per disintegrare la Ferrare tramutandola in Fiat, dovrebbe solo tacere.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.14 12:21| 
 |
Rispondi al commento

OT
postare su youtube un video della Taverna per fare la questua non mi sembra molto dignitoso.
Consiglierei di rimuoverlo, grazie.

portavoce & dignità 25.09.14 12:18| 
 |
Rispondi al commento

PD = PARTITO DELINQUENTI

ANCORA PIU LADRI DEL PDL CHE SONO LADRONI ISO 9001 CERTIFICATI........ED E' IMPEGNATIVO SUPERARLI MA I DELINQUENTI DEL PD CI RIESCONO BENISSIMO SENZA NESSUNO SFORZO....E' NEL LORO DNA !!!!

MARCHIONNE VAI ALL'INFERNO CON LA TUA FIAT DI MERDA E SMETTILA DI DARE ORDINI A QUEL CRETINO DI RENZI A CASA HO UNA PUNTO 2002 CHE E' UN DISATRO DI PROBLEMI CHE MI HA DATO ...IMPARA A FARE LE MACCHINE DI QUALITA E VATTENE DALL'ITALIA CHE DELLE TUE MACCHINE DI MERDA NE ABBIAMO PIENI I KOIONI !!!!!

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 25.09.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Abolire l'art 18 porterà disoccupazione e il diritto indiscriminato dei padroni di licenziare per una scicchezza chiunque. Ti metteranno davanti alla domanda: vuoi calare lo stipendio di 500 euro o ti licenzio. per non parlare delle donne che diventeranno vittime dei ricatti sessuali dei padroni. in piazza a difesa dell'art 18 conquistato con lotte proletarie! viva il m5s

Andrea Paglia 25.09.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento

FA BENE IL M5S - UNICA FORZA DI OPPOSIZIONE-A DIFENDERE L'RT. 18 E CON ESSO I LAVORATORI TUTTI., ORMAI IL PD A ABDICATO DA MOLTO TEMPO AI SUOI DOVERI...!E' UN PARTITO DI DESTRA A TUTTI GLI EFFETTI.!!.E RENZI NE E' IL COMPARE DI MERENDE ASSIEME A BERLUSCONI VERDINI & C.!!APERAI..CITTADINI..STUDENTI...CASALIGHE..DISOCCUPATI E' SUONATA LA SVEGLIA..!!!!!!QUESTO GOVERNO VADA A CASA!

Remo 25.09.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

obiettivo sbagliato.
L'articolo 18 non difende i lavoratori ma i fancazzisti.
Nesuna impresa nuova supera i 15 dipendenti, se perdo lavoro e devo ridurre il personale meglio fallire e tutti a casa.
Inutile dire che nessuno ha ancora spiegato, è chiarissimo, ci vuole paga minima, reddito cittadinanza, uffici del lavoro, sistema danese.
Licenziare gli statali, questo conta.

walter m., milano Commentatore certificato 25.09.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe , ciao blog.
Leggo con profonda preoccupazione i commenti contro Beppe ed altri...
Sto assistendo alla deformazione della realtà a favore di pochi per il malessere di molti!!
E' allucinante che il popolino italiano se ne freghi ma è altrettanto allucinante condannare chi tenta di aprirci gli occhi e le mente da anni , cioè Beppe.

Attenzione ciechi, non copritevi gli occhi e le orecchie , ascoltate.....la verità!

Sempre e solo M5S!!

Walter C., Lecco Commentatore certificato 25.09.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Tutti in coro diciamo
L'UE VADA A FARE IN CULO!!!!!!!!

VINCENZO SCALIA 25.09.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Non saranno i "tira e molla" sull'Art.18 un modo per tenere impegnata l'opinione pubblica mentre si tirano altri "bidoni" al popolo "sovrano"?

loris cusano 25.09.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se sono fuori tema ma ho appena assistito ad una scena inquietante: In una trasmissione su La7 si parlava dei vitalizi e privilegi vari della casta Politica, orbene...alla richiesta di un commento da parte del Politico di turno ospite della trasmissione, costui ha esordito con un sorriso tra l'ironico ed il sarcastico, tipico dell'Italiano medio che, davanti ad una realtà fatta di furberie varie, si mette a sorridere come per dire: "Beh...funziona così...così fan tutti!" A cui faceva eco la risatina del pubblico, come se confermasse! E' questo il vero ed unico drammatico problema di questo paese. COSì FAN TUTTI! Questo paese ha bisogno di essere RIEDUCATO, e ci vorranno decenni!

Vittorio Mantovani, Castel maggiore (BO) Commentatore certificato 25.09.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

@ X Mariuccia
Una volta era la scuola che portava i bambini nelle fattorie per avvicinarli alla conoscenza del lavoro contadino e al mondo degli animali, questi campionati sono un'ostentazione della supponenza dell'uomo altamente diseducativa

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo 18 non si tocca...e neanche gli altri.

luca m. Commentatore certificato 25.09.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Dormito bene ?
Riprovo, fare le comparse televisive i nostri
parlamentari ?
Vincere o non vincere le elezioni
in Italia o in Europa ?
Chi decide non è presente nei parlamenti
I nostri: due legislature e poi ritornano
comuni cittadini
Però quello che è stato scritto in parlamento
rimane. Altri prenderanno dai cassetti anche
le nostre prime proposte
Le nostre idee seminano il futuro perché
se la democrazia è stata comprata dalle
banche e oligarchie; occorre farne una diversa.
E quella diversa la facciamo noi
Logica però vuole che le istituzioni
e la costituzione rimangano insostituibili
come abbiamo sempre fatto dai tempi
di Stagira.
Come Aristotele fu discepolo di Platone
e se lo capisco io ignorante come sono
lo capiscono anche quelli rincitrulliti
Chi non vuol capire lo fa per tornaconto
pensando di cavarsela in un modo o in
un altro. Fate i conti dei milioni di persone
che sono in un modo od in un altro scarafaggi
stercorari esaminate fra i vostri conoscenti
e già potete fare una statistica.
""Servi la serva che ti serve. Servo.""
Prolissa asfissiante, scusate,racconto
Abbiamo fatto una battaglia per preservare
da speculazione edilizia il poco rimasto della collina .
Tutti gli abitanti assolutamente concordi
(Profondo nord) Alla raccolta delle firme:
quelli che avevano un tornaconto, non hanno
firmato, fra loro un contadino affittuario
di un prato del comune; ha avuto paura che firmando
non avrebbe potuto falciare l'erba che non falcerà se
verrà edificato.
Ieri sera l'ho detto e lo ripeto non dobbiamo nuotare
nella merda
Neanche aver uno schizzetto per sbaglio.
La puzza si sente da lontano e tutti stanno attenti ad annusare.
Lavarsi con gelsomino Le mie rose sono sfiorite In vaso solo umili margherite gialle di topinambur gradevoli rustiche prestito dei tuberi per la bagna cauda
p.s.
Il gelsomino è una pianta conosciuta fin dai tempi più antichi simboleggia l'Amore universale .

Rosa Anna 25.09.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Adesso tolgono l'art 18 dopo arriveranno a privatizzare la sanità, l'acqua e altre cose che spettono a noi cittadini per far guadagnare i vari potenti.

Marco Morosi 25.09.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma io credo che se si vuol far partire l'economia ed il lavoro non bisogna togliere le tutele sul licenziamento, ma abbassare il costo del lavoro e la tassazione alle imprese. Non è che ci vuole il premio nobel dell'economia per dire ste cose, lo sappiamo tutti che è così. Allora la domanda è: perchè non lo si fa?

Vincenzo Caggiula, parabita Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beati voi, tutelati..Io è un pezzo che non lo sono più..
Vorrei portare a conoscenza dei lettori di questo Blog la mia ultima personale esperienza su questo tema.
Sono disoccupato da lungo tempo non per mia scelta, ovviamente. Un paio di settimane fa, tramite annuncio sul giornalino trova lavoro locale, vengo chiamato dal titolare di una azienda agricola operante nel campo della vinificazione. Dieci-undici ore di lavoro duro nel vigneto, a cinque virgola cinque € all'ora, intruppato con una numerosa marmaglia di stranieri, in particolare Moldavi e Rumeni. Ritmi di lavoro pazzeschi, una sola pausa di mezz'ora giornaliera nel campo per bere acqua e mangiare un panino, con il padrone contadino sempre a pungolare e minacciare di lasciarti a casa se non vai svelto, io che ho 58 anni. Ogni giorno ne cacciava qualcuno sui due piedi, subito rimpiazzati da altri schiavi che evidentemente il "padrone" non ha difficoltà a reperire, stante l'enorme serbatoio di mano d'opera di cui dispongono i padroncini, fino a ieri oscuri mezzi morti di debiti e ora grazie a questo nuovo potere che sconfina nello schiavismo, elevati al ruolo di "Kapò". Orbene, Domenica mattina ho un pesante alterco con un energumeno Moldavo che ambisce a fare il capetto, mi accusa cdi essere troppo lento e mi minaccia fisicamente...Dopo essere arrivato sulla linea rossa, quella che poteva portarmi a piantargli le forbici nella pancia, mi calmo e me ne vado sui due piedi, contento tutto sommato di non essere stato colpito dal Moldavo pazzo pericoloso, immaginate se mi avesse buttato fuori i denti malfermi quale danno anche economico avrei subito. Naturalmente il padrone, e me lo ha detto in faccia, teneva al Moldavo perchè sennò avrebbe perso gli altri schiavetti, solidali con il loro capetto. Morale della favola, io Italiano locale sono stato cacciato da un Moldavo con la complicità di un padrone leghista, avido e approfittatore. Siamo arrivati a questo punto. Altro che art. 18. Grazie PD e sindacati.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.14 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo dopo la notizia di De Bortoli sul Corsera di ieri, renzusconi ha colpito ancora. Nonostante il CDA avesse concordato l'uscita di De Bortoli ad aprile 2015 a renzusconi non è andato giù l'editoriale di ieri e don marchionne (uno dei "Titolari" dell'Art. 18 e 1° azionista RCS) ha "invitato il direttore ad uscire di scena" prima del tempo. Si scoprono quindi parte dei cosiddetti "poteri forti" che stanno accompagnando il renzusconi nel suo "Viale...". "Poteri Forti"? Banche, Alta Finanza, Massoneria, FCA... (altri?) che hanno assoldato i sanguisuga (politici) del popolo.

Ben Monaco 25.09.14 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Vi spiego io perchè vogliono olire I diritti dei lavoratori.
In italia l'economia no riparte per mancanza di investimenti.
Chi investirebbe in un paese che ha una tassazione come quella italiana, una burocrazia soffocante, regole incerte, un sistema giudiziario da terzo mondo e tangeti da pagare quì e lì !

Ma certo non possono abbassare la tassazione.... ne và dei loro diritti (leggasi stipend e privilege) acqusiti.
Non possono migliorare la burocrazia, ci vorrebbe troppa intelligenza e lavoro per farlo e loro sono occupati a far altro.
Non possono migliorare la giustizia, (realmente) altrimenti andrebbero tutti in galera.
Non possono chiarire le regole e abolire le tagenti perchè regole opache favoriscono il sistema tangenti......

L'unica cosa che possono fare per attirare gli investimenti è abbassare gli stipendi e annullare I diritti dei lavoratori.

Non è una ragione sufficiente per abolire l'art 18 ?

Carlo C., Milano Commentatore certificato 25.09.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il paese è in vendita. Abolire l'art. 18 serve solo a tranquillizzare gli "indecisi" investitori esteri e a dare la possibilità agli imprenditori di abbassare il costo del lavoro (nostri stipendi in primis).
Guarda caso il boom economico in Italia è avvenuto proprio quando i lavoratori hanno acquisito diritti e sicurezza del lavoro.
Quello che vogliono fare è distruggere l'economia, non salvarla, a vantaggio di qualcun'altro.

Monica R., PR Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 11:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

che brutto usare l'espressione " il vecchio ed il bambino " per quei due.

anche perché quello e' il titolo di una bellissima canzone di Guccini a cui noi del Movimento sicuramente ci ispiriamo.

per favore cambiatela immediatamente.

massimo x 25.09.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Servono i soldi per i vitalizi della casta!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Populismo di bassa lega.
Chi vuole salvare la compressione dei diritti del lavoro e non combatte cio' che lo determina (moneta unica e vincoli esterni) prende solo per i fondelli.
Io non ho ancora visto nulla qui al riguardo purtroppo.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' evidente ormai che lo "scontro" è tra i poteri economici di Lobbies, Banche, Grandi industrie e "la povera gente". Il problema è che questa povera gente non se ne rende per nulla conto e applaude il LADRO-MAFIOSO-CORROTTO di turno che appare in TV.
Mi chiedo quanti soprusi siano in grado di sopportare.
Maledetta ignoranza !!!

Stefano Chincarini, Cesano Maderno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE COSA STATE ASPETTANDO A COMMISSIONARE LA CONSOB O A FARE UN INTERROGAZIONE PARLAMENTARE?
Se continuate ad aspettare ci svendono tutte le società sane dopo che le hanno affossate con speculazioni di borsa.

Marcello P. 25.09.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

schizofrenìa...

in un commento si schiera con la LAV
in un altro inneggia alla rivolta armata

come si può definire tale comportamento?

fatte curà 25.09.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

va difeso l articolo 18.punto.va difesa ogni minima tutela dei lavoratori.va difeso questo Paese da questa casta miserabile.chi fa un passo indietro trascina tutti nel fango.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"...qualcuno deve ancora spiegare le ragioni..."
Spiegare le ragioni? Che ingenuità! Le prepotenze si commettono e basta. Senza spiegarle.

Oreste Martinelli 25.09.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

l'art.18 non si tocca?e chi glielo impedisce?noi attraverso il computer?


Ciao Blog, la sapete l’ultima, di sicuro no, ieri con gli autobus provenienza Lampedusa hanno trasferito i clandestini siriani nel hotel di vicenza, sono circa un centinaio, questa mattina hanno fatto collazione, con estrema normalità si sono diretti alla stazione senza essere identificati, la polizia gli ha bloccati ed hanno eseguito la procedura di identificazione. Punto.
Embe che è successo dopo, gli hanno lasciati liberi di fare quel cazzo che vogliono, non hanno pagato ne l’hotel ne il treno tutto gratis. Lo stesso è successo con verona, che pacchia, hanno più vantaggi loro che un italiano, tutto gratis. Veneto paga e tasi.

Roberto Santi 25.09.14 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Circo Massimo è la stazione, una delle tante stazioni ove il treno del m5s sta passando.
Il 10 11 12 ottobre è fondamentale che ognuno di noi partecipi attivamente al grande evento. Anche se non avete contribuito con donazioni on line, come me, li ci potremo riscattare! Ci saranno molti stand come al solito per la raccolta dei fondi della grande festa che stanno organizzando.
E' importante che il movimento sia vivo sia nelle istituzioni che nella mente e nel cuore di tutti noi. Partecipiamo con idee, partecipiamo per incoraggiare i nostri eletti e per dare qualche rimprovero ad altri, l'importante sempre con l'educazione che ci contraddistingue. Segnamo e chiediamo certezze sulla road map che vogliamo dare al gruppo affinchè il nostro paese riesca ad uscire dal pantano economico in cui si trova. Io ci saro e spero che quei tre giorni non riesca a trovare un briciolo di posto dove potermi sedere! Un bell'augurio a tutti noi e anche a chi è ancora scettico. Sempre al tuo fianco m5s! Avanti tutta!

Maurizio Ciottilli, Roma Commentatore certificato 25.09.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo 18 non si tocca perché è un diritto che i lavoratori anni fa hanno ottenuto con sacrificio e lunghe lotte sindacali.

Perché prima di licenziare qualsiasi lavoratore ,deve esserci una giusta motivazione.

Perché "il vecchio" e "il bambino" non hanno nessun diritto di calpestare questa conquista ottenuta da mio padre (operaio rimasto senza una mano sul lavoro) e da migliaia di altri lavoratori che hanno sudato per ottenerla.

Rispondiamo all'Europa e a chi qui in Italia la rappresenta con un secco No e perché no anche con un bel vaffa!

Abbracci.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento

per quelli che "ci sono cose più importanti a cui pensare"

forse non è chiaro che ce lo stanno mettendo in c**o passo dopo passo (si è un doppio senso).

sono tutte importanti nello stesso modo se riesci a cogliere il progetto complessivo.

si può pensare anche a più cose contemporaneamente, anzi, sarebbe importante cominciare a farlo.

tutti i diritti vanno difesi in quanto tali e pensare che qualcuno non valga la pena perché non copre i nostri specifici interessi equivale a continuare sulla strada che ci ha portati sin qui.

Carla Capponi 25.09.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo: negli anni 70 per molto meno nacquero gruppi estremisti tipo BR che portarono il terrore soprattutto fra i politici. Attentati rapine ecc. Oggi che per noi cittadini praticamente non esiste più nessun diritto non si fanno più neanche le manifestazioni di piazza...
Cosa c'è di diverso?

Eriberto Genovese () Commentatore certificato 25.09.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo un brevissimo commento, non serve aggiungere altro.
Grandissimo Beppe e forza M5S, sempre!

Antonio S. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Ci concentriamo in un problema che è sicuramente importante, ma la regola delle priorità ci dice che al momento, esso non è il problema da affrontare.
L'Italia al momento nonostante tutto, è ancora abbastanza ricca (si può credere o no) e per questo che una delle priorità implicita è la riforma del titolo V.
http://www.youtube.com/watch?v=o0M1P1ma16c#t=87

Benny S., Catania Commentatore certificato 25.09.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma Renzi cosa ci sta a fare con la sinistra, ma la smetta e vada con la destra.

L'Oracolo 25.09.14 11:08| 
 |
Rispondi al commento

visto che questo post serve per avere il consenso di qualche elettore di sx, sono curioso di leggere quello di domani, che dovrà convincere qualche elettore di dx!

Siete oltre, o solamente un "melting pot" ?

'ndo cojo cojo 25.09.14 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'altra nuvola per distrarci mentre fanno i cazzi loro !Non abbocchiamo e mandiamoli in galera !Buttiamoli giù ! Diamoli una bella spallata e guardiamoli rotolare nel fango !

Ferrara G., Fano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Auguro a questo vecchio e a questo bambino di crepare presto

fra ., bologna Commentatore certificato 25.09.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VAFFANCULO EUROPA!!!

vauro meliconi Commentatore certificato 25.09.14 11:01| 
 |
Rispondi al commento

finalmente, grazie blog!!!

Daniele F. Commentatore certificato 25.09.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo 18 non si tocca!

Francesco Cesarone

Francesco Cesarone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Forze speciali assediano la caserma ghisa di vicenza. Che bravi si addestrano per picchiarci meglio le forze speciali, pagati da noi nella caserma di Vicenza super protetta da vincoli alienabili del Europa. Non è un mistero che sono intoccabili da vincoli internazionali sotto scritti dai nostri politici corrotti, per fare cosa? Semplice soffocare le rivolte popolari dei vari stati membri europei che si ribellano alle ingiustizie. E loro sono li nel far sfoggio dei muscoli che paghiamo noi con le nostre tasse. Paga e tasi veneto.

Roberto Santi 25.09.14 10:56| 
 |
Rispondi al commento

il più bel fanculo degli ultimi mesi. Ci voleva proprio!

Alfio Lo Castro, Carlentini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Tutti gli "addetti ai lavori" hanno la piena consapevolezza che all'atto pratico sui grandi numeri l'articolo 18 non sposta quasi nulla, sia per la limitata incidenza dei contratti a tempo indeterminato sul totale degli avviamenti al lavoro (15% nel II trimestre del 2014) sia perché il 89% delle imprese è sotto la soglia dei 15 addetti.
Il punto è di principio e di visione della società, non si può costruire il futuro sulla pelle dei lavoratori!
In tutte le economie che funzionano i salari ed i diritti dei lavoratori crescono, perché il vero capitale è quello umano!

Livio Lo Verso, liviolov@tiscali.it Commentatore certificato 25.09.14 10:49| 
 |
Rispondi al commento

oltre la fornero
ricordo a tutti :
che esiste un articolo 8 del decreto brunetta 2011 ( quello di ferragosto ) che fa diventare erga omnies ( quindi erga art.18 ) gli accordi tra le aziende ed un sindacato ( magari giallo)anche solo locale.

ma c'e ' di più .
la legge sulla sicurezza sul lavoro e' diventata un vero coltello a doppio taglio , in quanto responsabilizza di molto il lavoratore , essendo essa una legge italiana e' una legge impossibile da rispettare a pieno e quindi puo essere usata come motivo di licenziamento per giusta causa.

massimo x 25.09.14 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo molti precari e partite IVA sono cascati in pieno nella trappola del livore e della lotta fra poveri, abilmente messa su dai veri responsabili, su questo come su altre questioni (immigrati, pensionati non d'oro...)
Come se i poveracci che ancora hanno mantenuto qualche minimo diritto dopo anni di lotte dei loro padri, fossero i colpevoli.

Usciamo da questo tunnel, rendiamoci conto che il diritto sacrosanto tolto a un altro sara' un domani il diritto che io non conquistero' mai, percio' significa togliere simbolicamente ogni speranza. A tutti.

Rendere possibile licenziare senza problemi significa, di fatto, abolire il contratto a tempo indeterminato, abolire qualsiasi diritto sindacale (chi rompe le scatole sara' il primo a essere fatto fuori)

Se i sindacati sono colpevoli e collusi, non e' un buon motivo per pensare che non serva essere uniti e protestare, magari in un sindacato nuovo e migliore. Non buttiamo il bambino con l'acqua sporca.

Al tempo stesso, individuare un bersaglio, l'art. 18, e scatenarci su la canea mediatica serve abilmente a questi peracottari per distrarre l'attenzione, far si' che ci si azzuffi su quello e non fare vedere che intanto o fanno porcate peggiori, o continuano con la peggior politica dell'annuncio fine a se stesso.

Svegliamoci, e smettiamola di cascarci tutti. Ci hanno imbambolati e divisi. Troviamo i punti di unione, invece.
Faccio una domanda ai polli in lotta: credete di avere piu' punti in comune fra precari, pensionati, piccoli imprenditori salassati, disoccupati, lavoratori sfruttati e sottopagati, oppure di averne con Ichino, Marchionne, Draghi, Lagarde... tutta gente che senz'altro vuole il nostro bene.

Riflettiamo.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.14 10:46| 
 |
Rispondi al commento

La LAV (Lega Anti VIVISEZIONE) dice che è diseducativo, soprattutto per i bambini, assistere alla mungitura di una mucca e per questo motivo hanno proibito il Primo Campionato della mungitura a mano delle mucche. Già per i bambini invece è molto educativo pensare che il latte provenga dal supermercato. Con questa idiota uscita, La LAV che pure è meritevole pei il suo operato, fa sembrare vero il detto che dice:Ogni eccesso diventa poi un difetto Spero che gli allevatori sappiano difendere a dovere la loro manifestazione

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A s-proposito, che ne è dell'idea di indire un referendum per uscire dall'Euro? Abbiamo capito che Renzi o chiunque altro sia al governo non conta una cippa, il governo lo decide la UE o chi per essa, pertanto che aspettiamo? almeno scegliamoci la morte di cui vogliamo morire, il boia è svelato, scegliamo almeno l'iniezione o la sedia elettrica.

Nadia V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raga, faccio le veci di Davlak per un momento, qui non ci vuole Ghandi, qui ci vogliono sampietrini e bulloni. Come antipasto...

Arjuna , U r a n o Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 10:41| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Michele Santoro
Si potrebbe condividere la tua opinione sui talk show
se tu stesso ti fossi - GIA' ritirato....da questa pratica....
E invece sei ancora LI'! a pubblicizzarti.

Mauro Mag Commentatore certificato 25.09.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

apertura alla sinistra del pd??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

ricordatevi che basta un morso e diventiamo zombi pure noi!!!!!!

Are you going backwards
Or are you going forwards?

White Riot

The Clash


carlo c., ar Commentatore certificato 25.09.14 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non è la facilità di licenziare, il problema è che dopo lo Stato non esiste.

Abbiamo vissuto decenni di un paradosso ingiusto che obbliga alcuni cittadini (gli imprenditori) a prendersi in carico per sempre altri cittadini (i lavoratori), anche quando economicamente non se lo possono permettere.

Se lo Stato ritiene (giustamente) che il lavoro e un'esistenza dignitosa siano diritti, perché non li mette in pratica esso stesso ma si aspetta che siano alcuni cittadini a farlo?

Ho visto troppe volte lavoratori pigri o incapaci fare il loro comodo con la certezza che non gli sarebbe successo niente, tanto ci sono i precari che lavorano al posto loro, non ho nessuna pietà per gente come questa.

Il problema non è il licenziamento, ma il fatto che dopo non hai niente. Se fosse come nei paesi del nord dove licenziare è facile ma dopo lo Stato ti aiuta a vivere e a trovare un altro lavoro, non ci sarebbe alcun problema.

Inoltre la baruffa sull'art.18 è vuota di significato, ormai grazie alla Fornero è diventato praticamente inapplicabile. Trattasi di fumo negli occhi per non discutere di cose serie (tipo che stiamo fallendo), non facciamoci ingannare da cose che interessano solo la CGIL per difendere il suo potere sugli operai.

Pietro B. Commentatore certificato 25.09.14 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, so che non c'entra nulla con l'argomento, ma ciò che scrivo mi sta molto a cuore. La LAV ha proibito che si realizzi il Primo Campionato della mungitura a mano delle mucche. La manifestazione la stava organizzando ,per il 28 settembre prossimo, il paesino del bergamasco, Lenna. Io avevo pure intenzione di parteciparvi in quanto tale manifestazione altro non è che la valorizzazione di una antica tradizione che ormai va scomparendo sostituita dalla mungitura con mezzi meccanici.E sapete qual'è la motivazione addotta dalla LAV?""Si rischia di assistere ad uno spettacolo fortemente diseducativo che umilia ancor di più un animale già privato di ogni connotazione esistenziale" Ma costoro sono matti?

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che sta succedendo è il trionfo della follia sulla ragione, una contro-evoluzione del neoliberismo, con l’idea di trasformare i lavoratori in merce usa e getta.
Da sempre gli uomini si sono adoperati per una crescita culturale e sociale e le scoperte venivano utilizzate per migliorare la qualità di vita degli esseri umani e fino al secolo scorso il tenore di vita dei figli è sempre stato migliore di quello che avevano avuto i loro padri. Si guardava avanti e si progettava il futuro con la certezza di un domani migliore e la certezza di questo rendeva serena e tranquilla la vita delle persone. Tutto questo fino a quando un’anomala e immorale entità, senza volto e senza patria ma in preda a delirio d’onnipotenza, si è impossessata delle nostre città, con la pretesa di riportarci indietro di secoli e su imitazione di Circe, (che trasformava gli uomini in porci) essi ci vogliono trasformare in macchine da lavoro low cost.
Questi personaggi, che per davvero sembrano usciti dalla fantasia di Omero, si credono proprietari del pianeta tanto da inventarsi un incubo chiamato “Nuovo Ordine Mondiale” e con questo sistema stanno realizzando lo sterminio della più intelligente creatura e del suo habitat.
Queste entità F.M.I. - B.C.E. - Commissione Europea altro non sono che strutture illegali, prive di legittimazione e andrebbero denunciate per crimini contro l’umanità.
E’ mai possibile che possa essere il mercato a dettare leggi ai popoli? E’ mai possibile che si è costretti a gettare via gli splenditi prodotti nostrani per comprare a caro prezzo le schifezze provenienti da paesi lontani? E’ mai possibile buttare la roba buona per mangiare quella piena di pesticidi e veleni? Allora se questa la chiamano economia, se la guerra è diventata missione di pace, se la distruzione del lavoro lo chiamano riforme, se la povertà diventa progresso, se la cancellazione dei diritti diventa giustizia sociale, qualcosa di terribile deve essere accaduto al cervello degli uomini


L'articolo 18 va mantenuto, e va esteso a tutti i lavoratori, non si devono equiparare togliendo e retrogredendo, sarebbe indice di inciviltà e imbarbarimento. Senza l'articolo 18 saremmo ridotti al silenzio e alla schiavitù, nessuno più si azzarderebbe a far valere i propri diritti, si verrebbe licenziati in tronco, e come dice l'art. qui accanto anche in merito alla sicurezza e alla salubrità negli ambienti di lavoro non si potrebbe rivendicare più nulla, proprio come agli albori dell'epoca industriale, lavorare senza nessun diritto. Ma chi è questo mentecatto che vuole imporre una cosa del genere e chi i mentecatti pronti a dargli ragione??

un'arrabbiata 25.09.14 10:26| 
 |
Rispondi al commento

non sei carina con me?
beh, mi dispiace ma dovrò licenziarti.....
ufficialmente, però, è perchè non produci
ahahahah

aria** ,, Roma Commentatore certificato 25.09.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi hanno i giorni contati, se pensano che il conto delle loro ruberie lo paghiamo di nuovo noi si sbagliano di grosso, STAVOLTA FINISCE MALE.
VAFFANCULO Alla Merkel e a tutti i suoi amici banchieri e finanzieri.
FESTA FINITA !!

Marcello P. 25.09.14 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, qui bisogna essere chiari e onesti. Non si può mandare a fanculo l'art. 18 - come laqualunque - senza mandare a fare in culo anche l'euro. Perché non si può pretendere "la botte piena e la moglie ubriaca". Non lo sai che gli squilibri competitivi, i quali portano a squilibri della bilancia dei pagamenti(e se non conosci tale variabile ti invito a leggere un libro di macroeconomia), si colmano o svalutando la propria valuta, in regimi di cambi flessibili (e se non sai di cosa sto parlando ti invito nuovamente a studiare un libro di macroeconomia), o svalutando il lavoro, in regimi di cambi fissi. Ora, tutti sappiamo che l'euro rappresenta il non plus ultra dei regimi di cambio fissi, per cui va da se che l'unica variabile economica su cui è possibile intervenire è il lavoro, cioè la svalutazione dei salari.
Per cui delle due l'una o ci stai prendendo per il culo con i tuoi post sparati a salve o sei un mega ignorante nelle materie economiche. E non immagino cosa sia peggio.

giovanni c., crotone Commentatore certificato 25.09.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Blog, lo sai una cosa, dovremmo licenziare tutti i politici, perché usano il 18 per far paura hai operai quei pochi che lavorano.

Roberto Santi 25.09.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo montagne verdi... e il comunista sulla collina che diceva dei nostri Padri morti in gloria per i diritti. Mi ricordo montagne Verdi... ed i figli sti sciagurati che abbagliati da luci al neon stanno svendendo il sangue della memoria....Mi ricordo montagne verdi e i coglioni che hanno potere che si svendono pure la mamma in fondo solo per rifarsi il sedere....RESISTI ITALIA E CAMBIA LA X SE VUOI PARLARE

Gabriele B., Lucca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nostro presidente del consiglio non va a trovare il babbo.
E' troppo impegnato ad andare a trovare...'Vili
affaristi' ..pregiudicati, e finanzieri d'assalto.
Al babbo prima o poi gli manderà in twit........BABBO STAI SERENO.

angelo 25.09.14 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe stavolta sbagli, se pensi che i sindacati si uniranno ad un grande moto di protesta contro il governo sei proprio fuori strada. Landini, Camusso e compagnia hanno già capito la mal parata e tenteranno di ottenere qualche briciola in cambio del loro silenzio assenzo, la stessa cosa che faranno quelli della minoranza Pd che chineranno il capo e si terranno stretta la poltrona quando sarà posta la fiducia. Difendere l'art. 18, oltre ad essere una battaglia senza senso visto che è già stato svuotato dalla Fornero, serve solo ai media di regime per attaccarci. Il copione degli slogan contro il movimento è già scritto, poi non lamentiamoci se finiremo all'1% come la nuova Rifondazione Comunista

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 10:13| 
 |
Rispondi al commento

leggo dei commenti a sfavore dell'art. 18 che mi lasciano basita...
piuttosto che cercare di risolvere i problemi seri dell'Italia, si considera l'unica tutela del latoratore come un nemico da combattere
siamo alla frutta, Beppe
anzi, forse, neppure più a quella

aria** ,, Roma Commentatore certificato 25.09.14 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solo il reddito di cittadinanza può giustificare maggiore flessibilità nel lavoro. se vogliono abolire l'art.18 chiediamo a gran voce il reddito di cittadinanza. portiamo a casa un risultato importante targato M5S, altrimenti la gente ci vedrà sempre come quelli che dicono no a tutto. dobbiamo fare politica.

il guscio Commentatore certificato 25.09.14 10:07| 
 |
Rispondi al commento

- Renzi il 25 febbraio: "Entro 25 giorni avremo pagato tutti i debiti della PA"
- Renzi il 26 febbraio: "Andrò dalla Merkel il 10 marzo col Job Act già pronto".
- Renzi il 26 febbraio: "Censimento sul patto di stabilità entro il 10 marzo".
- Renzi il 3 aprile: "Abbiamo abolito le Provincie avanti come un rullo compressore".
- Renzi l'8 aprile: "Il PIL sarà a + 0,8% entro l'anno, queste sono stime estremamente previdenziali spero quindi di essere smentito positivamente".
- Renzi il 15 aprile: "Entro il 21 settembre pagherò tutti i debiti della PA".
- Renzi il 15 maggio: "Subito 15 mila assunzioni nella PA".
- Renzi il 23 maggio:" dal 2015 gli 80 euro anche a pensionati e partite IVA".
- Renzi il 7 giugno: "Legge anticorruzione la prossima settimana".
- Renzi il 23 luglio: "Dal 1° settembre stanzieremo 43 miliardi per i cantieri".
- Renzi il 1° agosto: "Italiani andate in vacanza sereni, a settembre ci sarà una grande ripresa col botto”.
- Renzi il 21 agosto: "Il blocco salariale è solo una chiacchiera estiva dei gufi".
- Renzi il 23 agosto: "Il 29 agosto vi stupiremo con la riforma della scuola"...
LASCIATELO MENTIRE IN PACE!

Lorenzo M. Commentatore certificato 25.09.14 10:06| 
 |
Rispondi al commento

tra quanto tocca a noi di vincere? ;-))

antonio zennari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che l'art.18 ormai non serve più a niente e sia superato. Ora difficilmente si fanno i contratti a tempo indeterminato, ci sono altre forme contrattuali, perchè il lavoro in Italia è diventato stagionale e frammentario. Pertanto si assume solo per il periodo che un'azienda ha bisogno. Credo che oggi l'Art. 18 crei ancora più precarietà. Del resto un'azienda, per ben funzionare, deve inserire personale capace e che faccia in maniera perfetta il proprio lavoro, se qualcuno non è in grado è giusto che lasci il posto ad altri. Non siamo mica tutti uguali, ognuno ha le sua capacità e può essere utile in altri settori. La flessibilità del lavoro. Del resto nessun datore di lavoro si sognerebbe mai di licenziare un lavoratore che funziona bene e fa il proprio dovere, GIUSTO!!!!

Maurizio Minucci 25.09.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento

redistribuzione delle ricchezze!!!!!! STOP!

CON L'ABOLIZIONE DELL'ART. 18, SI ARRIVA ALLO SCHIAVISMO LEGALIZZATO

aria** ,, Roma Commentatore certificato 25.09.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Ben tornato proletariato! Cominciate a dire ai vostri figli che devono andare a lavorare già all´eta di 10 anni perché il loro padre ricattato deve lavorare a 300 euro a mese. Inoltre spiegategli che se fiata perche´ lavora non in sicurezza viene mandato via a calci nel sedere. Tutto questo grazie al PD.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"INVITO TUTTI A VEDERE IL VIDEO DELLE IENE A QUESTO LINK:
http://www.iene.mediaset.it/puntate/2014/09/17/toffa-in-pensione-con-un-mes
e-di-contributi_8683.shtml

E PROPONGO AL MOVIMENTO 5 STELLE DI FARSI PROMOTORE DEL REFERENDUM
ABROGATIVO RELATIVAMENTE ALLA L. 564/1996. MENTRE NOI MISERI LAVORATORI
PAGHIAMO I CONTRIBUTI PER ANDARE A MENDICARE DA VECCHI, SEMPRE CHE
ARRIVIAMO ALLA VECCHIAIA..., E GLI ANCOR PIU' MISERI GIOVANI DISOCCUPATI
NON SI POSSONO NEANCHE LONTANAMENTE SOGNARE IL LAVORO, FIGURARSI LA
TRANQUILLITA' DELLA PENSIONE... C'E' CHI SI PRENDE UNA PENSIONE
INTEGRATIVA, ALLA STREGUA DEI VITALIZI DEI PARLAMENTARI... CON UN SOLO MESE
DI CONTRIBUTI VERSATI DA UN SINDACATO... E IN PIU' COMMISURATA ALL'ULTIMA
RETRIBUZIONE PERCEPITA... UN VERO LUSSO CHE I GOVERNI HANNO CONCESSO AI
SINDACALISTI QUANDO SI RIUNISCONO A PORTE CHIUSE PER FARE FINTA DI
DIFENDERE I DIRITTI DEI LAVORATORI.....
GRAZIE ALLA LEGGE 564/96 !!!!! DA ABROGARE.... SVEGLIAMOCI....... GUARDATE
IL VIDEO E VEDETE CHE FIGURA HA FATTO IL SEGRETARIO NAZIONALE DELLO
SNALS...... RIPETO IL LINK
http://www.iene.mediaset.it/puntate/2014/09/17/toffa-in-pensione-con-un-mes
e-di-contributi_8683.shtml

lucia rinaldi 25.09.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Quando si dice leggere nel pensiero delle persone oneste ....
grande Beppe !

Dada 25.09.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento

e' bastato solo parlare di abolizione art. 18 ed i morti su lavoro sono aumentati negli ultimi tempi. Se dovesse avvenire l'abolizione prepariamoci il pallotoliere per portare i conti e speriamo di non essere tra questi.
eppure da operaio tutelato dall'art. 18 vi dico che ne farei a meno se l'abolizione fosse strettamente vincolata all'introduzione di un reddito di cittadinanza 1000 euro al mese.
le risorse ? nessuno mi leva dalla testa che togliendo TUTTI i contributi ai sindacati e loro derivati ( inutili ma anche dannosi) le risorse sarebbero sufficienti.

massimo x 25.09.14 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Non sarebbe il caso di prendere le difese di Luigi de Magistris, eccellente sindaco di Napoli, apartitico, condannato ieri ingiustamente, dopo le mille angherie subite da pm, per aver osato, quando era ancora magistrato, indagare sulla casta politica di Mastella & Co.?

Chiunque creda nella legalità e nella giustizia non può rimanere in silenzio di fronte a quanto subito da de Magistris che, nonostante i mille ostacoli che sta incontrando sulla sua strada, riuscì a conquistare Napoli senza poteri forti alle spalle, ma solo contando sulla voglia di riscatto di un popolo stanco ormai di essere sfruttato dalla Casta e dal loro esercito (le Mafie).

Se, come ho sempre creduto, il MoVimento va aldilà delle prese di posizione e di difesa solo dei propri iscritti e attivisti, io credo che due parole per de Magistris vadano spese!


Lo scrivevo ieri sull'altro post:

"È evidente che il vero obiettivo non è il cosiddetto sviluppo, al quale si perviene incrementando la spesa pro capite e non tagliando stipendi, pensioni e posti di lavoro ma la demolizione dello stato sociale, il mantenimento di privilegi esclusivi di casta del potere.

Si è anche detto che in un Paese dove sopravvivono diritti dei lavoratori, non arriveranno mai imprese straniere ad investire denaro.
Quindi, l’unico sviluppo del quale il potere tiene conto, è solo quello del capitale, e del capitale/squalo, quello che divora le possibilità di imprese di una nazione “X” a vantaggio di altre “Y”, purché queste non appartengano ad uno stato potenzialmente pericoloso come poteva essere, vagamente, quello nostro, qualche decennio fa, che dava molto fastidio alla Germania unificata, perché l’Italia aveva imprese invidiabili anche oltreoceano.

Si vuole introdurre nel PIL il volume di affari dell’illecito sommerso, della malavita, della mafia…. legittimando cause di beatificazione a loschi individui che risulterebbero anche come “salvatori della patria”."

Lone Wolf Commentatore certificato 25.09.14 09:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL SINDACATO?????
cos'è il sindacato?
qualcuno sa dirmi dove posso trovarne uno?
si mangia, per caso?

aria** ,, Roma Commentatore certificato 25.09.14 09:47| 
 |
Rispondi al commento

SARO' SEMPRE CON IL MOVIMENTO, FINO A QUEL GIORNO ALLA FINE DEI MIEI GIORNI! CI RIBELLEREMO A QUESTO SISTEMA INFAME MARCIO ARROGANTE PREPOTENTE BASTA ESSERE FUCILATI OGNI GIORNO ORA DAVVERO BASTA! PAOLO CON LA STAMPELLA! CIO MERAVIGLIOSI! LUCE FANTASTICA L'UNICA CHE CI RIESCE A FAR SORRIDERE ANCORA GRAZIE AMICO MIO BEPPE! E A TUTO IL MOVIMENTO! SAREMO A ROMA IN TANTISSIMI INVADEREMO IN MODO ESEMPLRE COME NON SI ERA VISTO MAI!!!!

PAOLO CARBONI 25.09.14 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Art.18, Renzi: “Riforma subito”. Camusso: “Sì ad allungare anni assunzione in prova".
MAVVANCULO CAMUSSO, ma chi ti ha autorizzato a cedere in quel modo??
MA GLI ITALIANI QUANDO SI SVEGLIERANNO? QUANDO SMETTERANNO DI CREDERE ALLA TRIPLICE DEI SINDACATI, CHE FANNO IL GIOCO DEI GRANDI POTERI E DI CONFINDUSTRIA, INVECE CHE DEGLI OPERAI??

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 25.09.14 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Nonno, nonno, ma io avrò la pensione?
Sì, l'avrai se mi seppellirai in giardino e dirai all'INPS che sono vivo

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'abolizione dell'ART.18 si applica ai lavoratori della pubblica amministrazione? E il possibile demansionamento..?

Perchè, se come dicono quelli che sanno.. questi provvedimenti riguardano solo poche persone lavoratrici qualcosa non torna nei conti!

La diseguaglianza proletaria esiste da tempo immemore, solo che oggi siamo alle strette e ci possiamo scommettere che nella guerra fratricida proletaria, con l'aiuto della Triade sindacale già disponibile all'ennesimo inciucio e l'altra Triade europea già alla finestra, ci sarà da combattere per non soccombere come gli insetti in inverno..

Parole sulla pelle di milioni di persone. Soldi e tanti, nelle tasche di poche unità.

Ci stanno rubando il presente, il futuro è già stato preso a suo tempo mentre aravamo intenti a guardare il "panorama".

Stefano Gremmo 25.09.14 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Oh bene!GRANDE BEPPE MANIFESTIAMO CONTRO QUESTI COGLIONI! O noi o loro!RIVOLUZIONE!!!!BLOCCHIAMO TUTTO

Marini Davide 25.09.14 09:35| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia è sempre più vicina !!

rodolfo z., cividale del friuli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Sia er vecchio che er regazzio nun so' incostituzzionali??
Manco 'n'articolo dovrebbero tocca'...

https://www.youtube.com/watch?v=TQS3G8_LKEg

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.09.14 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Levare i diritti ai lavoratori non mi sembra sinonimo di maggiore occuopazione.

Vuol dire solo permettere un mobbing di stato, nel senso che se non hai la reintegra per giusta causa allora chiunque ti può licenziare adducendo qualsiasi motivazione, come pure nessuna, e ricattarti per farti subire qualsiasi demansionamento/umiliazione/maltrattamento tanto nessuno può porre rimedio o può punire il datore di lavoro.

Lavorare senza diritti mi sa un po' di inc..ata, più che di progresso.

Glielo dica qualcuno, magari, a Renzi.

Tails70 25.09.14 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo la Bindi che esultava in TV: 1 milione di lavoratori in piazza contro l'articolo 18, 1 milione !!!!. A quel tempo fu Berlusconi che tentò
di togliere/modificare l'articolo 18, l'Italia si ribellò.
Oggi, che il PD vuole togliere/modificare l'art. 18 ne voglio vedere 5, 10 di milioni di lavoratori in piazza. Se non sarà così, sapete che vi dico:
andate a fanculo tutti, avrete quello che vi meritate: diventare schiavi

Alessandro L. 25.09.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Sollevazione.

angelo ., roma Commentatore certificato 25.09.14 09:24| 
 |
Rispondi al commento

“La Germania sta applicando le stesse regole dei due principali economisti tedeschi in epoca nazista, ma non per il suo popolo ma per il resto dell’Unione Europea” dice il giornalista a La Gabbia

http://memmt.info/site/bce-ridurre-i-salari-minimi-questo-e-leuro-signori-e-non-si-cambia-altro-che-articolo-18/

Davide chirico 25.09.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento

15. Infiltrare la massoneria per sfruttare le logge del Grande Oriente come mantello alla vera natura del loro lavoro nella filantropia. Diffondere la loro ideologia ateo-materialista tra i "goyim" (gentili).
16. Quando batte l'ora dell'incoronamento per il nostro signore sovrano del Mondo intero, la loro influenza bandirà tutto ciò che potrebbe ostacolare la sua strada.
17. Uso sistematico di inganno, frasi altisonanti e slogan popolari. "Il contrario di quanto è stato promesso si può fare sempre dopo...Questo è senza conseguenze".
18. Un Regno del Terrore è il modo più economico per portare rapidamente sottomissione.
19. Mascherarsi da politici, consulenti finanziari ed economici per svolgere il nostro mandato con la diplomazia e senza timore di esporre "il potere segreto dietro gli affari nazionali e internazionali."
20. L'obiettivo è il supremo governo mondiale. Sarà necessario stabilire grandi monopoli, quindi, anche la più grande fortuna dei Goyim dipenderà da noi a tal punto che essi andranno a fondo insieme al credito dei dei loro governi il giorno dopo la grande bancarotta politica.
21. Usa la guerra economica. Deruba i "Goyim" delle loro proprietà terriere e delle industrie con una combinazione di alte tasse e concorrenza sleale.
22. Fai si che il "Goyim" distrugga ognuno degli altri; così nel mondo sarà lasciato solo il proletariato, con pochi milionari devoti alla nostra causa e polizia e soldati sufficienti per proteggere i loro interessi.
23. Chiamatelo il Nuovo Ordine. Nominate un Dittatore.
24. Istupidire, confondere e corrompere i membri più giovani della società, insegnando loro teorie e principi che sappiamo essere falsi.
25. Piegare le leggi nazionali e internazionali all'interno di una contraddizione che innanzi tutto maschera la legge e dopo la nasconde del tutto. Sostituire l'arbitrato alla legge

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 25.09.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono uomini e donne che vivono da precari da molti anni, e ora, coloro i quali magari intravedono la possibilità di un'assunzione, dovranno subire l'ennesima umiliazione del contratto a tutele progressive?!

Dobbiamo impedirlo!

Luca 25.09.14 09:21| 
 |
Rispondi al commento

ci stanno riuscendo

Nel 1773 Mayer convocò dodici uomini ricchi di Francoforte e chiese loro di mettere in comune le loro risorse; poi presentò un piano in 25 punti che avrebbe consentito loro di ottenere il controllo delle ricchezza, delle risorse naturali e della manodopera di tutto il mondo. [5]
Questi 25 punti sono:
1. Usare la violenza e il terrorismo, piuttosto che le discussioni accademiche.
2. Predicare il "Liberalismo" per usurpare il potere politico.
3. Avviare la lotta di classe.
4. I politici devono essere astuti e ingannevoli - qualsiasi codice morale lascia un politico vulnerabile.
5. Smantellare "le esistenti forze dell'ordine e i regolamenti. Ricostruzione di tutte le istituzioni esistenti."
6. Rimanere invisibili fino al momento in cui si è acquisita una forza tale che nessun'altra forza o astuzia può più minarla.
7. Usare la Psicologia di massa per controllare le folle. "Senza il dispotismo assoluto non si può governare in modo efficiente."
8. Sostenere l'uso di liquori, droga, corruzione morale e ogni forma di vizio, utilizzati sistematicamente da "agenti" per corrompere la gioventù.
9. Impadronirsi delle proprietà con ogni mezzo per assicurarsi sottomissione e sovranità.
10. Fomentare le guerre e controllare le conferenze di pace in modo che nessuno dei combattenti guadagni territorio, mettendo loro in uno stato di debito ulteriore e quindi in nostro potere.
11. Scegliere i candidati alle cariche pubbliche tra chi sarà "servile e obbediente ai nostri comandi, in modo da poter essere facilmente utilizzabile come pedina nel nostro gioco".
12. Utilizzare la stampa per la propaganda al fine di controllare tutti i punti di uscita di informazioni al pubblico, pur rimanendo nell'ombra, liberi da colpa.
13. Far si che le masse credano di essere state preda di criminali. Quindi ripristinare l'ordine e apparire come salvatori.
14. Creare panico finanziario. La fame viene usata per controllare e soggiogare le masse.

armando di napoli, arzano napoli Commentatore certificato 25.09.14 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Diciamoci la verità! L'art.18 ha contribuito a rovinare l'Italia industriale dagli anni '70 al 2000. Ha difeso solo i lavativi, i lazzaroni, i supersindacalizzati ideologici. Da Dirigente di grande azienda ho conosciuto direttamente le aberrazioni dell'applicazione dell'art.18. Mai invocato dai lavoratori normali, sempre e solo per quelli lazzaroni. Oggi conta veramente poco, il danno è già stato fatto! La giungla dei 46 contratti atipici a termine è stata l'inevitabile risposta alla mancata revisione dell'art.18!

Il campagnolo 25.09.14 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo correggere i dati di un post precedente

CONDANNATO DE MAGISTRIS
ASSOLTI O ARCHIVIATI I CORROTTI

La Germania ha 85.000 corrotti in carcere, la Francia 6.500. L’Italia che è la nazione più corrotta d’Europa (60 miliardi di danno l’anno, quanto metà di tutta la corruzione europea) ha in carcere solo 11 responsabili di questo reato e condanna i propri cittadini a situazioni di sofferenza morale, economica e politica
In questa Italia dove rubare e frodare costituiscono la prima dote di chi governa e che ha 3 delle peggiori organizzazioni criminali del mondo, mafia, camorra e 'ndrangheta, che inquinano ogni attività e colludono con lo Stato, i carcerati per il reato gravissimo di corruzione sono 11 (UNDICI!)
In questo Paese ormai allo sfascio si assolvono i ladri e si condannano i giudici
Si fanno leggi e di distorce la Costituzione contro il cittadino e a favore dei delinquenti
In Italia la corruzione non è un reato, è un potere.

viviana vi 25.09.14 09:17| 
 |
Rispondi al commento

una sola cosa è chiara:mandare a casa questo governo in fretta e chiedere il conto a chi dovrà pagare!!dobbiamo avere in fretta un governo a 5 Stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.09.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento

l'abolizione dell'art.18 siglificherebbe, tra l'altro, dare un'altra arma micidiale ai politicanti di turno che, conoscendoli, farebbero licenziare chi lavora onestamente per far entrare il proprio figlioccio,raccomandato,votante ma mentalmente assente e sicuramente incapace....e questo ci si sà!

manuela f., Cagliari Commentatore certificato 25.09.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Allora il post e' molto bello e molto chiaro ma dal mio punto di vista la parte migliore molto molto bella e che condivido a pieno e che

L'EUROPA PUO ANDARSENE A FANCULO!

Simone M., Bologna Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.09.14 09:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori