Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

E tu cosa ne sai del Patto del Nazareno

  • 12


pattonaza_did.jpg

“Quali sono stati gli argomenti trattati da Renzi e Berlusconi durante l’incontro di gennaio 2014 negli uffici del partito democratico di Largo del Nazareno a Roma? Nessuno streaming per l’occasione, nessun documento ufficiale... E’ lecito dunque chiedersi il motivo di tanto mistero. In realtà, la linea politica intrapresa da quell’incontro in poi dal Governo con l’appoggio di Forza Italia palesa quella profonda sintonia e condivisione di vedute tra i due leader (i gruppi parlamentari dei due partiti hanno votato insieme più del 95% delle volte!). Ha visto così la luce prima la “riforma della legge elettorale” (Italicum) e poi quella del Senato, due esempi di nefasto risultato che quest’alleanza è in grado di elaborare: la difesa del potere della casta che si ricicla rinominandosi. Sappiamo bene che a breve verrà il turno della “riforma della giustizia” (persuasi che per i due “statisti” si tradurrà unicamente in responsabilità civile dei magistrati e altrettanto convinti che purtroppo non verranno affrontate le autentiche criticità che attanagliano il settore, numero e lentezza dei processi su tutto il resto), tanto cara al pregiudicato Berlusconi. Siamo anche costretti ad assistere giusto in questi giorni alla vergognosa spartizione delle poltrone del CSM e della Corte Costituzionale (gli organi supremi di garanzia a difesa della Costituzione che dovranno pronunciarsi prossimamente proprio sulle leggi di riforma elettorale e del senato), con la candidatura dell’ex magistrato Luciano Violante del partito democratico, uno dei principali fautori del sodalizio (o se preferite inciucio) tra destra e sinistra fin dalla nascita del partito fondato nel ’94 nell’interesse della mafia, Forza Italia. Questa votazione ha paralizzato da settimane l’attività parlamentare perché la posta in gioco è altissima: il controllo della magistratura attraverso la prossima nomina dei nuovi vertici delle procure più importanti del Paese. Tutto ciò avviene naturalmente col supporto e la benedizione di Napolitano, attraverso lucidi moniti e ripetuti inviti a fare presto, violando in tal modo le sue prerogative costituzionali di presidente della Repubblica e chissà che il furbettino di Firenze e il frodatore fiscale non si siano già accordati anche sul nome del successore di “Re Giorgio”. L’unica certezza è che l’alleanza, l’accordo siglato e corroborato negli incontri successivi, definito giornalisticamente “patto”, si stia trasformando in un vero e proprio partito, quello del Nazareno appunto. Alla luce di questi fatti, dopo la definitiva bocciatura dell’impresentabile Violante (che peraltro non aveva neppure i requisiti per poter essere eletto alla Corte), avvenuta dopo settimane di stallo e la bellezza di 20 fumate nere, anche la recentissima apertura da parte di Renzi al MoVimento 5 Stelle per una condivisione sul nome da eleggere alla consulta risulta essere poco credibile (i pentastellati i nomi li hanno già votati in rete e proposti al Parlamento da mesi). Abbiamo così voluto interpellare i cittadini e abbiamo chiesto loro cosa s’immaginano si siano detti durante quel fatidico incontro. Ascoltate le loro risposte.”
La Cosa

25 Ott 2014, 11:36 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: domanda in duomo, patto del nazareno

Commenti

 

è vergognoso che le notizie di ciò che succede in Parlamento siano riferite da giornalisti...ma da quando sono stati eletti Direttori del personale?? I Parlamentari li paghiamo tutti noi e devono rendere conto a noi. Se ci piacciono li teniamo se no li cambiamo, come tutti i mortali lavoratori! TELECAMERE SEMPRE ACCESE ALLE CAMERE giorno e notte!

lazzari milvana 26.10.14 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Non so cosa sia il patto del nazareno,non so chi sia questo nazareno,a naso mi sa tanto di giuda,non lo voglio neanche sapere,una cosa però la so per certo,è un "patto"scritto sotto forma segreta da un condannato e da un pregiudicato,questo mi basta e avanza per invocare elezioni subito per liberarci da questa DITTATURA!!!

giovacchino m. Commentatore certificato 26.10.14 15:29| 
 |
Rispondi al commento

La cosa incredibile è che tutti i media parlano del patto del nazareno ma nessuno ha la più pallida idea di cosa sia poichè è segreto.
Come se i giornali cominciassero a descrivere i rettiliani senza averli mai visti:
stupidità totale.
E incredibile superficialità di chi ascolta.
ARIA FRITTA!
Ma è possibile dare notizie sul "sentito dire?".
Vale qualcosa un'indiscrezione su un accordo occulto o è creata ad arte per sviare l'informazione?

Quando uno è onesto fa le cose alla luce del sole, i delinquenti preferiscono complottare di nascosto le truffe e i raggiri

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 26.10.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo in Democrazia.... in una democrazia vera, NON ci dovrebbero essere - Patti Segreti - Tutto dovrebbe avvenire alla luce del sole...Gli - Inciuci - lasciamoli alla criminalità... Ci dovrebbe essere un canale TV sempre aperto, giorno e notte, per vedere e sentire quello che si dice in Parlamento, poichè IO CITTADINO VOTANTE, voglio sapere cosa fa e cosa propone a mio nome (visto che l'ho votato )il DEPUTATO (si chiama così non per caso). Se fa come la penso io , lo voterò ancora...altrimenti: CICCIA. Ecco perchè non ci dovrebbero essere inciuci e si dovrebbe votare la persona, e non il Partito...Il Voto in aula, poi, dovrebbe essere PALESE...solo così saprei cosa si vota...Poi non parliamo degli ultrasettanttenni che non ci dovrebbero neanche essere in Parlamento...vadano ai giardinetti e lascino il posto ai giovani...

giorgio l., verona Commentatore certificato 26.10.14 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Italioti di merda

Suggerimenti Windows Commentatore certificato 26.10.14 01:36| 
 |
Rispondi al commento

siccome il regista trattasi di re giorgio il patto del nazzareno somiglia paro paro al patto stato mafia . e finirà quando potremo analizzare la scatola nera e la scatola rossa .

andrea a44, genova Commentatore certificato 25.10.14 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, beppe.... Ma che ti succede?! Ci son più regole nel poter comentare sul tuo blog che comuni in Italia..... Che ti sta succedendo?!

Camilla Zeta 25.10.14 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Hanno parlato di come spartirsi le fette di torta rimaste in tavola!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.10.14 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Complici i sindacati che hanno venduto i lavoratori già da maggio... Ora fanno un po di teatro per far vedere che sono i buoni, ma figuriamoci se il toscano fa marcia indietro dopo che ha preso il 41% di consensi... Un consenso da dc anni 70 grazie italioti ahahahah

roberto01 m. Commentatore certificato 25.10.14 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi, se avessero voluto che si conoscessero i contenuti di questo "patto" l'avrebbero fatto con le modalità che conosciamo? (senza nessun "testimone" e in una sede non istituzionale)

Laura Giacomelli 25.10.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento

FINIRA' PRIMA O POI IL PATTO TRA RENZI E BERLUSCONI?

alvise fossa 25.10.14 12:07| 
 |
Rispondi al commento

E come può essere il patto fra due satanelli ???

terenzio eleuteri 25.10.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori