Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

EXPO: nutrire il pianeta, affamare i disoccupati

  • 18

New Twitter Gallery

verita_expo.jpg

"Siccome si tratta del nobile intento di "Nutrire il pianeta", guai ad attaccarsi al vil denaro. E così, i giovani che andranno a lavorare per l’EXPO sono stati arruolati a forza in veste di "volontari" e dovranno sovvenzionarsi da soli. Proprio così. Quell’EXPO costruita con i nostri soldi e che ha devastato mezza Milano, ci è stata fatta ingollare con la solita scusa dei "posti di lavoro" che la propaganda 24/7 ha strombazzato grazie ai media. Finora però si sono visti solo posti di lavoro per mafiosi, cementisti, mazzettari, politici corrotti e gente il cui curriculum è fondato sulla fedina penale, mentre i miracolosi posti per i disoccupati restavano lettera morta.
Finalmente sono arrivati: oltre 18 mila posti di "volontariato" a 400 euro per due settimane, con incluso un solo pasto e niente pernottamento né treno (moltissimi arriveranno dalle regioni limitrofe). In pratica, si paga per lavorare. Pensate che la definizione di "lavoratore volontario" è frutto di un accordo coi sindacati, per la prima volta nella storia del Paese. Una vergogna che ricade quindi sulle spalle di molti complici. Eppure, sei anni fa la propaganda ci sciorinava cifre mirabolistiche, 20 miliardi di investimento totale per ben 70 mila posti di lavoro. Se i risultati sono questi, devastazione, inquinamento, corruzione, affollamento di patrie galere e prese in giro ai disoccupati, a conti fatti sarebbe stato meglio distribuire i 20 miliardi ai 70 mila ipotetici lavoratori: fa 287 mila euro a testa. Li avremmo sistemati tutti a vita, e senza bisogno di sistemare Milano per le feste.

30 Ott 2014, 09:56 | Scrivi | Commenti (18) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 18


Tags: 50 milioni, disoccupati, EXPO, lavoro, Maroni, Renzi, Sala, Stefano Buffagni, volontari

Commenti

 

...e forse non sapete che i "volontari" vengono "intervistati" dai Centri di Servizio per il Volontariato, in cambio di un tot per intervista... Gli operatori del CSV quindi dovranno intervistare i volontari e dirgli che 1- lavoreranno 2 settimane gratis per 5,30 h giornaliere. 2- Hammo diritto ad 1 solo pasto al giorno. 3- che ci saranno abbonamenti per il trasporto pubblico. 4- che potranno girare liberamente tra i padiglioni. -5 che, udite udite, riceveranno alla fine delle 2 settimane 1 bellissimo tablet...

Giuseppe Manganaro, peppe78it@yahoo.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 02.11.14 11:08| 
 |
Rispondi al commento

L'Expo costerà 35 miliardi, in gran parte pubblici e probabilmente non centrerà l'obiettivo di attirare 20 milioni di turisti, visto che offriamo loro di visitare un carrozzone di cemento che sicuramente non sarà terminato in tempo e che non si sa di cosa parli. Se regalassimo un voucher da 1750 € a 20 milioni di stranieri, impiegheremmo la stessa cifra con la differenza che quei soldi finirebbero nell'economia reale, creando lavoro vero.
Con molta probabilità avremmo 20 milioni di visitatori soddisfatti che sarebbero felici di parlare bene di un paese così accogliente.

Sbrighiamoci a liberarci di questi geni (del male)

Giovanni Giordani, Mantova Commentatore certificato 31.10.14 17:06| 
 |
Rispondi al commento

SONO E RESTO CONVINTO CHE SE SI VUOLE UN PO' DI GIUSTIZIA, I DISOCCUPATI E QUELLI CHE STANNO DIVENTANDO "MISERABILI" DEBBONO OBBLIGATORIAMENTE RIVOLTARSI CON FEROCIA SINO ALLA COMPLETA PULIZIA DI TUTTI ( E DICO TUTTI) I POLITICI CHE FANNO LEGGI CHE AMMINISTRANO RISORSE, DI TUTTI I BUROCRATI DI STATO, DI TUTTI I PAPPONI DELL'EUROPA DELLA FAME E DELLA FINANZA. SOLO QUANDO AVRANNO SOTTERRATO QUALCHE MILIONE DI GAGLIOFFI (VEDI GALAN E COMPANY) FORSE SI VEDRA' UN PO' DI LUCE.

FRADIAVOLO 31.10.14 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Anche per questo, EXPO 2015 passerà alla storia (infame) di questo Paese!

ettore v., Maschito Commentatore certificato 30.10.14 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Se si confiscassero I beni a questi ladri e ai loro parenti Di primo grado e secondo( che si sono arricchiti con le loro ruberie) quanto si potrebbe fare per il bene d'Italia!

Eugenio Ciolli 30.10.14 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Io sarei dell'idea di distribuire ai Cittadini quasi tutto quel denaro che solitamente viene "investito" in opere (si fa per dire) pubbliche.
Lo si potrebbe fare sulla base di un impegno o un progetto che ogni singolo cittadino prenderebbe con la comunita` in cui vive.
Ad esempio un impegno ad assistere gli anziani in ogni loro necessita`o, per i paesini montani e collinari, tenere pulita e manutenuta la sentieristica o le strade del piccolo comune.
Altro esempio, un progetto di attivare una professione indipendente, artigianale o tecnica che sia.
Altro esempio ancora, creare un'organizzazione che manutenga seriamente le strade provinciali collinari e alpine italiane, come le manutengono in Svizzera, e non come NON le manutengono le province italiane (e non vengano a raccontare che mancavano i soldi perche` potrei scrivere per ore nel descrivere lo scempio el denaro pubblico nelle province, che dovevano scomparire ma si sono solo cambiate il nome e si autoeleggono per conto loro).
Sono certo che la maggior parte dei Cittadini interessati si impegnerebbero seriamente ad usare quei soldi pubblici e non ci sarebbero piu` tangenti, prezzi gonfiati, truffe e mafiosi. Creeremmo vero benessere per i Cittadini e renderemmo piu` efficiente il Paese, anche senza TAV, F35, denaro alle banche, ai media ed ai politici coi loro portaborse e non solo.

Italo Pelizzola Commentatore certificato 30.10.14 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Mio figlio fa l'universita a Milano (abitiamo all'Elba) e mi ha detto che dopo essersi informato..... col ca@@@io che va a lavorare gratis all'Expo. Piuttosto studia!!!!

Dario Franzin 30.10.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Ragionando cosi potremmo dare una pensione dignitosa a tutti , lavoro a tutti , equità e giustizia a tutti e non a chi le cose le ha scritte (leggi) e poi non le ha nemmeno divulgate , dividendosi la ricchezza del paese sempre e solo con i soliti noti .

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 30.10.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per avere un lavoro serio nell'expo e' pagare

Alvise fossa 30.10.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento

a quando una manifestazione a milano per denunciare queste cose(x ora le sappiamo solo noi ed i troll piddini!!!)

gigi 30.10.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Quando ci andiamo nei talk show a dirlo!!!!!

Fabrizio Centonze () Commentatore certificato 30.10.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I piddini faranno la fila per lavorare gratis per il loro leader maximo! W Renzie il bullo!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.10.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Questo discorso vale anche per chi si meraviglia che, pur essendoci aziende che fanno richiesta di personale, nessuno si presenta. Ma vi rendete conto che, se una persona arriva dal sud, per guadagnare 1000 euro al mese, ne deve pagare 700 di affitto, più le tasse, più luce e gas e altri balzelli vari, non gli resta niente per mangiare? Quindi che criticate a fare, facendo passare il messaggio che il lavoro c'è, volendo, ma poi nessuno si presenta. Cosa volete, che si lavori GRATIS, mentre voi vi INGOZZATE con i nostri sacrifici?

alfonsina p. Commentatore certificato 30.10.14 11:31| 
 |
Rispondi al commento

EXPO=ENNESIMA PAPPATA X OMINIDI...... SI BUTTANO NEL CESSO MILIONATE DI EURO E..... NON SI SONO TROVATI I SOLDI PER..... RISTRUTTURARE... PALAZZO CITTERIO..... CHE É VUOTO DA SOLI 40 ANNI....PER FARE DIVENTARE "BRERA" IL "LOUVRE" DI MILANO E..... CREARE MIGLIAIA DI POSTI VERI DI LAVORO PER SEMPRE ANZI PER L ETERNITÀ. VISITATORI ALLA PINACOTECA DI BRERA IN TUTTO IL 2012.... 364.000. PARI A 1000 AL GIORNO.... VISITATORI AL LOVRE DI PARIGI NEL 2012.... DIVERSI MILIONI PARI A 10000 AL GIORNO..... MA DIMENTICAVO.. MILANO DEV ESSERE SOLO E SOLTANTO E SOLAMENTE PER L ETERNITÀ LA CITTÀ DELLA MODA... AHAHAHAH.... W IL FUTURO CHE ATTENDE CHI COME UN FRESCONE CREDE AL BIMBOMINCHIA E I SUOI AMICI DI MERENDA.

Luigi P. Commentatore certificato 30.10.14 10:51| 
 |
Rispondi al commento

L'andazzo di richiedere prestazioni "volontarie" per necessità produttive, anche di una certa responsabilità, deve finire. Se può (e deve!) essere normale in un contesto di associazione esente da lucro, deve invece essere denunciata e bloccata, come "lavoro nero" o "indecente sfruttamento", in tutte le altre occasioni, soprattutto in un contesto produttivo di impresa economica. Va soprattutto combattuta la subdola estensione del termine "volontariato" a prestazioni che non lo sono affatto, vanno smascherati gli inviti melliflui, "carini" e falsamente amichevoli, che addirittura presentano l'offerta come un "privilegio" (di essere "protagonista - sic! - di un evento sfiorando altri, veri, protagonisti vip e star profumatamente pagati). Il GdL Cultura e Scuola del Meetup di Venezia sta tenendo sotto osservazione da tempo il fenomeno e vedrete che presto si farà vivo con un atto eclatante che, necessitando di una sorpresa, non possiamo qui anticipare. Chi vivrà, vedrà: in alto i cuori!

Domenico Cardone 30.10.14 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Io non andrò mai all'expo,sempre se riusciranno a finirlo, o quelli ch ci stanno mangiando sopra non daranno tutti in galera... Dicevo non andrò mai perché quello che mi serve per vivere lo trovo sotto casa senza aver bisogno delle multinazionali ne italiane ne straniere.. Compro solo prodotti Italiani .. Fatelo anche voi..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 30.10.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori