Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il crollo

  • 22


crollo_pic.jpg

"Oggi mi sono imbattuto in questo grafico che racconta cosa è successo ai giovani (o meglio, alla loro occupazione) negli ultimi anni. Rispetto al 2008 ci sono in Italia oltre due milioni di under 35 in più senza impiego. Avanti così, fino in fondo..."
Leo

19 Ott 2014, 14:44 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 22


Tags: grafico, occupazione, renzi, under 35

Commenti

 

In qualsiasi circolo o associazione si viene ammessi dopo aver accettato,e per iscritto,il regolamento che contempla anche le sanzioni,fino all'espulsione,per gli inadempienti.Questi sono principi generali che dovrebbero valere anche per i partiti ed ancor più per un movimento come quello dei 5Stelle.E allora perchè tante storie?Chi non è contento è libero di andarsene,e,se non se ne va,viene invitato ad accomodarsi altrove.Dura lex sed lex.

gaetano giordano, fiumicino Commentatore certificato 24.10.14 04:26| 
 |
Rispondi al commento

Si tratta di un problema che non riguarda solo i giovani ormai e comunque la tendenza globale è preoccupante.

Grafico disoccupazione:
http://www.istat.it/it/charts/lavoro03/year/y/flashfc/width/800/height/640

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.10.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Le analisi dovrebbero servire a capire dove si è sbagliato e correggere il tiro. Per come ci siamo ridotti, mi sembra di capire che per fallire stiamo andando bene, anzi grazie a Renzi si è presa la strada giusta.

Vincenzo Caggiula, parabita Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 21.10.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Se gli italioti continueranno a votare pd, vedrete che crolli, ma non per loro!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 20.10.14 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Rendiamo il doppio lavoro illegale per i Pubblici Dipendenti(tanti politici lo hanno, magari prendendo pure il vitalizio); mandiamo in pensione la gente a 60 anni, come una volta...e vedrete quanti posti di lavoro si ritroveranno. Poi, però, se vogliamo mantenerlo il lavoro dobbiamo sforzarci a comprare italiano, solo così si può avere il lavoro...so che la merce italiana costa di più, ma è l'unico modo per mantenere le fabbriche aperte...Tanti auguri a tutti.

giorgio l., verona Commentatore certificato 20.10.14 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Gli under 29 sono 700 mila, gli over 30 sono 3,5 milioni. Quelli fra 30 e 35 sono 2 milioni.
Under 29 c'è il 40-45% di disoccupazione. Mettiamo anche che siano la metà, 350 mila disoccupati. Ciò significa che circa 1,650 milioni di persone fra i 30 ed i 35 sono disoccupati. Una generazione distrutta con la pensione contributiva, che non riesce a rientrare anche per gli aumenti dell'età pensionabile.
Under 29: sve, erasmus, progetti leonardo, incentivi stage e tirocini, apprendistato, e migliori incentivi per superminimi (in parte anche con la nuova riforma di Renzi).
Over 30: niente sve, niente erasmus, niente leonardo (impossibile rientrarci over 30), molti concorsi banditi per over 30, niente stage tirocini detraibili. C'è solo la possibilità di aprire 1 volta una partita iva con i superminimi, con regole particolari per versamento tasse, e spese per aprire partita iva.
E' anticostituzionare differenziare i disoccupati per età in una Repubblica fondata sul lavoro, che crede nell'uguaglianza fra individui. E' esattamente come distinguere per razza, religione, età, sesso. Vorrei denunciare i politici alla corte costituzionale per tutte le leggi sul lavoro emanate, in nome della responsabilità civile dei politici.

TheQ. 20.10.14 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Giusto sottolineare i problemi pero' non e' il caso di fare almeno un post giornaliero di speranza su come vediamo e vogliamo il futuro che proponiamo concretamente e praticabile in tempi rapidi,penso che raccontare solo la catascrofe/crolli/apocalissi non ci porti ne voti ne credibilita' per un futuro governo m5s sempre che ci poniamo questo obbiettivo

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 19.10.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

e non lo troveranno MAI in questo paese , questi, invece di incazzarsi sul serio , campano con i nonni e perdono tempo con i "passatempi" multimediali.
Continuate cosi , non fatevi sentire , fate cortei con la scritta DATECI IL LAVORO e le bandiere della pace, aspettate e sperate...
che il bimbo di firenze ve lo trova ..
italiani , ricordate cosa diceva mussolini riguardo al governo..
2 milioni di persone mi sembrerebbe un buon numero per iniziare a "bussare".
Ora lo capite perché hanno tolto la leva militare.

mario x. Commentatore certificato 19.10.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Avanti cosi. Presto tutti con il culo al terra ... anche voi politicanti e poi ... la fine. Già! Forza M5S

Soluzioni computer Commentatore certificato 19.10.14 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Draghi ha promesso misure non convenzionali per combattere la deflazione.
Tipo quelle passate, dove ha portato il tasso di interesse ai minimi storici, 0.15!!!!
Peccato che il tasso che le banche poi applicano ai cittadini o alle imprese è del 2.25!
Allora suggerisco io due misure non convenzionali:
1- il tasso rimanga questo,ma che venga dato direttamente alle imprese o alla gente. Sono certo che con un tasso dello 0.15 molta gente potrà comprarsi una prima casa, altri potranno ristrutturare casa, le aziende potranno investire, e magari molti altri avventurarsi in qualche start-up;
2- come in altri paesi (USA e Giappone per esempio), per abbassare il valore dell'Euro (per favorire l'esportazione), che si stampi moneta e che queste somme stampate contribuiscano a essere date in prestito (con tasso 0.15) a famiglie e imprese!

Caro Draghi, faccia una cosa non convenzionale: non aiute le banche, ma le famiglie e le imprese!

bulba p. Commentatore certificato 19.10.14 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tasso di disoccupazione giovanile di figli e nipoti
degli " politici " Italici sta allo 0 % !!!!!!!!!!

antonello c., pescara Commentatore certificato 19.10.14 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Molti giovani non hanno capito che non si puo avere ipad ed articolo 18 nello stesso paese . Ovviamente e' una metafora ma l idea che soggiace mi sembra corretta . La legge 300 del 1970 , figlia di un ideologismo sgangherato ha rovinato il mercato del lavoro per 50 anni .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 19.10.14 19:35| 
 |
Rispondi al commento

E' calata anche l'occupazione degli over 35, ma a quanto sembra loro li hanno relegati nel limbo.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 19.10.14 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Anche se verrò bannato o attaccato in maniera feroce e squadrista vi informo che:
1) Credere. ciecamente alle statistiche Istat é da bimbominchia. Sottolineo il ciecamente.
2) Da precario da "soli" 15 anni nella scuola pubblica in un Alberghiero posso PROVARE CHE IL 90% DEI MIEI STUDENTI LAVORA IN NEROOOOO.
4) AL SUD POI LAVORANO IN NERO ANCHE MOLTISSIMI ADULTI SPECIE SE DONNE.
3) SOLO I BOCCALONI CREDONO ALL' ISTAT E AL. BIMBOMINCHIA.

Luigi P. Commentatore certificato 19.10.14 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono 2 milioni di giovani disoccupati? E dove sono? Li trovi in coda a comprare l'iphone 6. Mi scuso con quelli che non sono in coda.

alfonsina p. Commentatore certificato 19.10.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono 2 milioni di giovani disoccupati in più rispetto al 2008??? e quanti NUBA (NU-ovi BA-rbari) ci sono in più dal 2008???....forse 2 milioni???Allora basta cacciare quest'ultimi ed il gioco è fatto...i nostri giovani avrebbero il lavoro...che ci vuole???...forse UNO con le palle???...appunto...siamo rovinati. Auguri a tutti.

giorgiolovato 19.10.14 16:00| 
 |
Rispondi al commento

ORAMAI GRAFICI COME QUESTI NON MI SORPRENDONO PIU',E' VERO DOBBIAMO CADERE IN BASSO PER CAPIRE FINO A CHE PUNTO POSSIAMO TENERCI I PARTITI,MA FINO A CHE PUNTO POTREMO PERMETTERCELO

alvise fossa 19.10.14 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Ci vuole il REDDITO MINIMO GARANTITO che, come documento in questo ebook http://www.lulu.com/shop/m-da/il-reddito-minimo-garantito/ebook/product-21847621.html è finanziabile con 600€ al mese fin da subito mettendo un tetto a 2400€ al mese alle pensioni dei 1,5 milioni di ricchi casta magistrati, poliziotti, politici, notai,ecc.
e poi chi lavora aumentare lo stipendio minimo a 1200€ al mese.

maurizio d., ao Commentatore certificato 19.10.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sto sito nn funziona più. Fra pubblicità e pagine che non si caricano mai ormai è inguardabile. Con tutto il rispetto per quello che fate almeno rendere leggibili i post sarebbe il minimo.

corrado z., bologna Commentatore certificato 19.10.14 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Beh, questo è quello che meritiamo per far comandare gente come Renzi & co.

maurizio persi 19.10.14 14:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori