Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#Italia5Stelle: Italia per le PMI

  • 23

New Twitter Gallery

dinca_pmi.jpg

"Uno straordinario risultato ottenuto dal M5S per le piccole medie imprese: la compensazione dei crediti delle piccole medie imprese con le pubbliche amministrazioni, con i debiti che queste hanno nei confronti delle stesse aziende. Cosa significa? Vuol dire che abbiamo sospeso per il 2014 le cartelle esattoriali che arrivano alle nostre PMI quando queste hanno dei crediti nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Alla Camera siamo riusciti a depositare una proposta di legge per il taglio dell’IRAP per le imprese con meno di dieci dipendenti. Nel nostro paese queste aziende sono il 94%! Vi rendete conto? Con questa proposta chiara, precisa, con basi solide, potremmo togliere una tassa che è iniqua e ingiusta. Abbiamo proposto che il regime per le imprese familiari sia esteso anche ai non familiari conviventi. E’ il caso, per esempio, in cui uno dei due è separato ma già convive con un’altra persona e ha anche dei figli. Per questo abbiamo proposto anche un’agevolazione: che si possa costituire direttamente da qualsiasi professionista e non soltanto da un notaio. Vi aspettiamo il 10, 11 e 12 ottobre al Circo Massimo, qui a Roma, per #Italia5stelle dovre potremo approfondire questi e altri temi con le vostre domande . E se potete, fate anche una piccola donazione. Non prendiamo nessun rimborso elettorale particolare e grazie al vostro contributo renderemo grande questa manifestazione, questa Italia a 5 stelle. Vi aspettiamo!" Federico D’Incà e Barbara Lezzi, M5S Parlamento

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

TUTTE LE INFORMAZIONI SU ITALIA 5 STELLE:

italia5stelle_.jpg

2 Ott 2014, 09:54 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 23


Tags: Barbara Lezzi, D'Incà, imprenditori, imprese, irap, M5S, pmi

Commenti

 

Buoni segnali.Comincia a circolare bene l'idea della necessità di aumentare la capacità del M5S di pubblicizzare le cose buone che propone e le cose buone che fa.La rete va benissimo,ma arriva ad un pubblico troppo ristretto.
Così ci vorranno gli anni per raggiungere i risultati e se poi consideriamo il contrappeso esercitato da chi cerca di frenare,allora ci vorranno secoli o,addirittura non si raggiungerà mai l'obiettivo.I RADICALI con la sola radio restano in gioco,la LEGA con giornale e televisione riesce a restare a galla nonostante i siluri degli incidenti di mala amministrazione da cui è stata ripetutamente colpita.Ora ai nostri responsabili dico di fare attenzione:forse mi sbaglio,ma comincio a notare tra i commentatori del Blog interventi un pò provocatori,come se fossero prodotti da doppiogiochisti.E così il M5S perderebbe anche l'esclusiva della rete.Oltretutto non ci voleva molto a pensarci,io avrei fatto altrettanto.Come si suol dire a Napoli"Ca nisciuno è fesso"

gaetano giordano, fiumicino Commentatore certificato 08.10.14 04:10| 
 |
Rispondi al commento

Grande iniziativa, ma se politicamente non raccogli consensi tra parlamentari, se non raccogli consensi tra la gente, tutte le buone intenzioni, le ottime iniziative, le saprete e conoscerete voi e una parte di quelli che sulla rete leggeranno queste notizie. L'opposizione così fatta produce poco. Se non si vuole finire nel dimenticatoio o nel ricordo di pochi, svegliatevi, tirete fuori gli attributi, un esempio "Della Valle", e poi, possibile che quei giovani di Hong Kong non vi suggeriscono nulla?...ci vuole più scaltrezza, più incisività, più grinta. e ricordate..fuori della rete siete degli sconosciuti. Ve lo dico perchè ogni giorno ho le medesime discussioni con i colleghi, e sono tanti, che sanno di voi ciò che il regime gli propone...Meditate gente...Meditate...

gabriele 05.10.14 16:30| 
 |
Rispondi al commento

DRAGHI:"capisco i motivi della protesta, data la debole situazione economica del Paese, ma devo correggere l'idea che la Bce sia all'origine della crisi...."

riflessione: leggendo un paio di libri sulla leadership, uno americano e l'altro italiano, dicono entrambi la stessa cosa, ho scoperto che una della caratteristiche fondamentali di un leader è quella di prendersi addosso la responsabilità degli errori suoi (ovviamente) ma anche degli artri....

La spiegazione dei 2 libri è sia psicologica e sia pratica... cioè se un leader scarica la responsabilità su altri soggetti, si mette nella condizione psicologica di non agire perché aspetta che siano gli altri ad agire.... e di fatto non agisce perché al pensiero corrisponde poi una non azione....
Azione che non avverrà perché anche se la colpa non è propria ma di altri, è scontato che se il problema c'è significa che gli altri non sono stati capaci di risolverlo....

succede così che gli altri non risolvono il problema.... il leader che da la colpa agli altri non risolve il problema perché è colpa degli altri... e il problema rimane!

Il leader ( secondo i libri ) non deve fare il giudice e punire chi ha creato il problema... quello è compito di altri.... il leader dever risolvere i problemi e poco importa se sono causati da lui o da altri o sono frutto degli errori del passato...

Altrimenti non è un leader!

Ora mi domando Io come può un tizio così aver fatto una carriera così importante senza conoscere l'ABC della leadership?

Io non lo so...... lo chiedo a voi.

Se qualcuno di voi che è esperto di leadership lo sa spiegare che me lo spieghi.

brun o bass i 03.10.14 04:30| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non riesco a capire è cosa ci facciano lì persone che non sono capaci, che non vogliono, fare il bene di questo Paese. E quello che non riesco a capire è perché il M5S non sia alla maggioranza quando riesce di questi risultati, quando fa di quelle vittorie che un'Italia tanto stanca e appesantita da una regressione e una crisi devastanti, ha un estremo bisogno; no, non capisco. E quello che è l'ovvio risultato di questa situazione è che la pmi finisce con l'essere calpestata, appesantita, quando è già duramente provata dalle difficoltà economiche, le viene data quella pedata che l'affosserà in definitiva insieme alla benché minima ipotesi di sviluppo che poteva essere. E si chiude, e chiudono, e sembra non esserci fine ad una vera e propria desolazione economica che sa di leggi torturate per il bene di chi del bene non ha fatto, di senso dello Stato che s'è ritirato come un panno lavato nel modo sbagliato fino a diventare il fazzoletto per le vergogne di chi vergogna non ha per il modo col quale ha ricoperto un ruolo che ha sfruttato per sé stesso. E l'Italia rimpicciolisce con questo: se non si ha cognizione della regressione a cui la si è condannata con anni di condotte oscure e personali, ma si rimane ai propri posti con una fedeltà che se ben indirizzata sarebbe disarmante, ci ritroveremo a camminare per un Paese economicamente colonizzato e personalmente cancellato.

Viola Banin (grillottina), Nettuno Commentatore certificato 03.10.14 03:17| 
 |
Rispondi al commento

L’INCONSAPEVOLEZZA DI SAPERE.
Quanto è divenuto essenziale distruggere l’arma più nobile e pura dell’uomo: la dialettica. Ponderate gocce di LSD nascoste sul far della Mattina o in qualche sporca tazzina per sabotare i sensi, prendere in ostaggio i consensi e giustificare la sterilità della loro matita. Grazie alla viltà presentata nelle vesti di irrazionalità riescono ancora a guadagnarsi la partita. Una voce nel silenzio grida ferita ma ormai è preda di una corsa esaurita a metà salita, ma c’è ancora abbastanza tempo per spandere stabbio sulla verità della tua malinconica gioia progredita. Allora soltanto i pochi (olos-oligarchia) sanno tutto ma si fingono inconsapevoli ai tanti per condurre in modo spietato e lentamente la ragione alle sponde di un dirupo e scagionarsi dall’avvenire d un destino cupo. Qualcuno prova addirittura ad innalzare un solido muro per non guardare in faccia le poesie di un passante innamorato della semplicità del tempo, ma non va bene poiché per loro troppo crudo, e le chiudono furtivamente le sinapsi manipolando chiacchiere e calce per vederlo un giorno criticare muto. Poi magari gli sovvenzionano, con quella meschinità che le bacia i piedi al buio, anche un tutor per cercare di capire perché il cuore a mezzogiorno di odio è ormai trasudo.

Alessandro morigi, Bracciano Commentatore certificato 03.10.14 00:25| 
 |
Rispondi al commento

grandi. Solo voi. Solo noi. Racimolo 2 spicci e ve li mando. E' dura. E' difficile. Ma ne vale la pena

giorgio ghilardi 02.10.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Mah, ormai sono scettico circa le proposte per alleggerire i carichi fiscali e semplificare la burocrazia. Negli ultimi decenni ci sono state tante belle iniziative che, alla fine, hanno solo peggiorato la situazione. Mi vengono in mente l'eliminazione del sovrabollo sulle vetture diesel tramite l'aumento di 200 lire al litro del gasolio. Allora il gasolio costava 7-800 lire al litro e la benzina sulle 1500 quindi sembrava un cambio quasi indolore. Ora hanno quasi lo stesso prezzo, chi usa il gasolio per i mezzi pesanti (e che allora non pagava il sporabollo) fatica a vedersi riconosciuto il rimborso di tale quota del prezzo del carburante. Che dire della recente vicenda IMU - TASI/TARSU? Tanto clamore per togliere la tassazione sulla prima casa e ora paghiamo ancora di più.... E in mezzo a questi esempi c'è di tutto e di più.
Forse stavamo meglio quando stavamo peggio.

Damiano T 02.10.14 21:56| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI COSI' 5 STELLE

alvise fossa 02.10.14 18:06| 
 |
Rispondi al commento

se non erro è bloccato ...ovviamente dal pd-l

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 02.10.14 17:22| 
 |
Rispondi al commento

http://www.imolaoggi.it/2014/10/01/il-mostro-clearstream-la-scatola-nera-delle-banche/

grazie ai complessi meccanismi legislativi dell'euro, 50mila miliardi dei elusione fiscale non controllabile da parte delle banche.
E si mettono in croce le pmi!
Mah

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 02.10.14 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Blog, siete un mito, almeno avete dato la possibilità di sopravivere senza nel dover arrivare ad gesti estremi, dato che ieri un altro imprenditore si è suicidato come un altro cittadino si è dato fuoco. ma la tv non ne parla mai.
Una sfrecciatina per obama, e cattivello, lo sai che ormai il cliscè che usi e ormai stantio e logoro. Non capisci vero! Ti rinfresco la memoria Iugoslavia, ucraina egitto ecc lo stesso sistema lo usi su hong kong con quei studenti arruolati dalla cia.
Un commento su Napoli per la riunione dei vertici bce di draghi. Lo sapete che le forze armate che stanno picchiando i napoletani sono gli stessi che giorni a dietro si allenavano alla caserma ghisa di Vicenza con tanto di incappucciati che imitavano i manifestanti per rendere più veritiera la scazzottata, in pratica ci sono i picchiatori della caserma di vicenza un squadrone sovranazzionale e dei infiltrati sempre della stessa parrocchia per causare tutto sto casino, lo scopo e di screditare la legittimità della manifestazione che è contro al ladro di draghi banchiere privato, e sottolineo privato, al vertice di un euro in affitto una moneta privata. Vale meno delle banconote del monopoli.

Roberto Santi 02.10.14 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Straordinario risultato ?
Chi oggi festeggia per la riduzione dell'irap non ha + pallida idea di come funziona questo tributo dal calcolo mostruoso e molto probabilmente ignora almeno altre quattro cose
1) irap è un tributo a gettito regionale e ogni minor euro di gettito, causato principalmente dalla crisi economica, è stato compensato aumentando l'addizionale regionale irpef
2) l'irap finanzia parzialmente il servizio sanitario nazionale e ogni minor gettito dovrà essere compensato con altri entrate tributarie visto e considerato che non possiamo stampare moneta e fare nuovi debiti ( non pagare i fornitori non è la soluzione )
3) la base imponibile irap beneficia già di riduzioni introdotte dai precedenti governi e nelle imprese con meno di 10 dipendenti il risparmio sarà molto vicino allo 0%
4) il minor gettito irap quasi sempre compensato dalle regioni con l'addizionale regionale ha di fatto trasferito l'onere dalle imprese che andranno a pagare meno irap ai lavoratori dipendenti che notoriamente sono quelli che versano le tasse sino all'ultimo centesimo di euro, in quanto gli vengono trattenute in busta paga.
Relativamente alle imprese familiari "estese" ma siete realmente convinti che siano cosi convenienti ? ( leggetevi la normativa vigente su studi di settore e contribuzione obbligatoria )
Ma come li avete selezionati gli esperti che vi suggeriscono questi provvedimenti ?

CLAUDIO 02.10.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Nel secondo trimestre dell'anno i fallimenti sono stati 4.241, in aumento del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2013. I dati arrivano dalla società di analisi Cerved, che spiega come nell'intero primo semestre i default hanno raggiunto quota 8.120 (+10,5%), record assoluto dall'inizio della serie storica, che risale al 2001.

L’analisi mostra come i fallimenti riguardano indistintamente tutta la penisola: i tassi di crescita sono ovunque a doppia cifra ad eccezione del Nord Est, in cui si registra un incremento del 5,5%, il livello più basso di tutto il territorio. In crescita del 14% rispetto al primo semestre 2013 sono invece i fallimenti nel Mezzogiorno e nelle Isole, del 10,7% nel Nord Ovest e del 10,4% nel Centro. I recenti correttivi legislativi hanno fatto crollare le domande di concordato in bianco (-52%) e diminuire i concordati comprensivi di piano (-12,3%). In riduzione anche le liquidazioni che, con un calo del 10,3% tra gennaio e giugno, segnano un’inversione di tendenza a livello semestrale dopo un lungo periodo di incremento.

http://www.ilgiornale.it/news/economia/imprese-collasso-boom-fallimenti-1053924.html?mobile_detect=false

Con tutto il rispetto - lodevole l'iniziativa ma e' una goccia nel mare che non invertira' il trend ribassista che ha cause ben piu' profonde (ed esogene) che il mov mi pare non abbia ancora ben compreso

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 02.10.14 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Bravi! E non preoccupatevi: presto quando la gente stringera ancora Di piu la cinghia si renderanno conto di che razza Di infame e' renzi ! Voi intanto continuate ad agire sul territorio: cio' che ora fate, sebbene spesso passi in silenzio, presto verra alla Luce e tutti ve ne saranno grati. Ps: ottima mossa pure quella con la polizia:). ora occupatevi anche dell'atac;)

Eugenio Ciolli 02.10.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Ci vedremo il 10 11 e 12 a roma. Siete favolosi. Questa è una delle tante vittorie del M5S. Uno straordinario risultato Grazie Federico D’Incà e Barbara Lezzi del M5S Parlamento

Avvenimenti informatici Commentatore certificato 02.10.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo interesse per le PMI è stucchevole.
Vi rendete conto che la grandissima parte dell'evasione e dell'elusione fiscale deriva da loro?
E se l'IRAP viene abolita da dove prenderanno le Regioni i fondi per finanziare la sanità pubblica?
E lo sapete che l'IRAP è stata istituita per accorpare sotto un'unica voce una miriade di altre imposte prevalentemente locali?
Sarebbe bene prima di parlare collegare il cervello.
Non ho votato M5S per fare regali a "padroni" e "padroncini".

Carlo D., Bologna Commentatore certificato 02.10.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mancano soltanto dieci giorni all'Italia 5 stelle di roma e non vi siete ancora convinti che la raccolta fondi a mala pena arriverà ai 200.000 euro. Questo significa che il numero dei donatori si è assottigliato e che le prossime richieste di donare finiranno col cadere nel vuoto. Perciò smettiamola con questa lagna delle offerte alla parrocchiale e col ritornello stantio della rinunzia ai 42 milioni dei rimborsi che è stata una grossa stupidaggine, considerato che il movimento ha sempre bisogno di soldi.
E allora come trovarli? Dai cittadini 5stelle eletti al parlamento italiano ed europeo: tremila euro ognuno e la cifra è presto raggiunta! Tanto a loro i soldi arrivano ogni mese, fanno un bell'assegno e lo sbandierano in piazza. Non è una bella idea?

mimi terlizzese, bari Commentatore certificato 02.10.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Ok, ma c'è una cosa ancora più grave da sistemare e ve lo sto chiedendo da 2 anni quasi: perchè uno deve pagare tasse ed iva su soldi che non ha mai incassato? E mi riferisco soptrattutto al rapporto tra privati, perchè i debiti dell'amministrazione pubblica prima o poi verranno saldati ma da un privato .... TE LI SCORDI... e ci devi fare pure le spese di tribunale che inutilmente ti porterà a 20 anni di tribolazioni!!!
QUANDO VI SVEGLIATE???
Queste cose fanno chiudere le aziende, licenziare persone e suicidare i titolari!!!!!
SVEGLIAAAAA!!!

Enzo Altieri, Potenza Commentatore certificato 02.10.14 11:00| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE!!!!! Federico e Barbara visto che gli ultimi tre governi non gli ha votati nessuno noi dal 10 ottobre siamo pronti a fare come gli studenti di honk Kong e voi? Noi non abbiamo più niente da. Perdere e voi?quando ogni diritto viene calpestato è nostro dovere riprendercelo ad ogni costo!!!che ci arrestino tutti la misura è stracolma!

Davide Marini 02.10.14 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo risultato!! Peccato che Renzi farà questa vittoria sua, e l'italiota medio lobotomizzato dai talk show spazzatura ci crederà...

Daniele T., Bologna Commentatore certificato 02.10.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Queste sono cose concrete, bravi. Non le battaglie per l'articolo 18.

Una volta si diceva a casa i fannulloni sovra pagati della pubblica amministrazione, e liberta' d'impresa. Oggi mi sembra che il movimento mimica in brutto il partito comunista con battaglie vecchie.

Altro cruccio, non esiste un programma vero da proporre ai cittadini alle prossime elezioni.

Volete andare al governo, diteci quello che farete. I 5 punti del programma di due anni fa non sono sufficienti. Adesso che siete nei palazzi dovete creare un programma articolato, con idee che permettano di fare il salto in tutti gli indicatori internazionali, es liberta di stampa, corruzzione, impiego, giustizia, etc etc

Senza un programma non riuscite a differenziarvi

Guest 02.10.14 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che le cose fatta dal M5s non vengono pubblicizzate in TV Purtroppo la gente guarda la TV e i grillini dovrebbero staci di più

Luigi Matide 02.10.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori