Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La caccia uccide anche chi la pratica

  • 67


cacciatore_ucciso.jpg

"Un colpo micidiale, calibro 12 che non lascia scampo ad un cinghiale e che, invece, per sbaglio, ha colpito alla testa, uccidendolo, un cacciatore di 56 anni, Luciano Sanelli, residente a Redavalle, in Oltrepò Pavese, sposato e padre di tre figli. A sparare, secondo i primi accertamenti dei carabinieri di Stradella, un altro cacciatore, 19anni appena compiuti, residente a Casanova Lonati ed ora denunciato per omicidio colposo. Il giovane faceva parte di un gruppo di 33 cacciatori del gruppo cinghialisti "Recoaro" di Broni, guidati dal caposquadra Sergio Maggi e da ieri alle 9, impegnato in una battuta nella zona collinare. Il tragico incidente è avvenuto poco dopo le 13,30 lungo una strada che conduce alla frazione Casa Carrettieri, sul crinale collinare che separa Canneto Pavese dal monte di San Contardo di Broni. Uno dei cacciatori, Giovanni Bianchi, fra i primi ad accorrere, ha raccontato: "Sono arrivato in questa area e c’erano alcuni cacciatori che si sbracciavano. Non avendo sentito colpi quando ho visto un uomo a terra, pensavo ad un malore. Invece... è stata una vista terribile". E’ stato lanciato l’allarme al 118 ed è stato chiesto anche l’intervento di un elicottero da Niguarda (Milano), atterrato poco distante. Ma è stato tutto inutile: Luciano Sanelli, in attesa di andare in pensione, descritto come uno dei più esperti in questo tipo di battute, è morto sul colpo. Lo sparo mortale (ma non si esclude che ce ne possano essere stati altri, andati a vuoto) sarebbe partito da un sottostante vigneto in pendenza che lambisce la strada campestre. Quattro i cacciatori subito interrogati dai carabinieri, compresi due giovani, con regolare porto d’armi, ma affiancati, come impongono le regole in queste battute, da altrettanti cacciatori esperti. E fra di loro è stato individuato chi ha ucciso, per un tragico errore, Luciano Sanelli. L’episodio ha sollevato anche polemiche. Il cacciatore ucciso è stato colpito lungo una strada dove passano, anche in periodi di caccia, auto e pedoni, perché la frazione Carrettieri è abitata, soprattutto di domenica. "Sono molto preoccupata oltre che scossa per l’accaduto" ha commentato il sindaco di Canneto, Francesca Panizzari." Il Giorno

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

14 Ott 2014, 10:04 | Scrivi | Commenti (67) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 67


Tags: caccia, cacciatore, Luciano Sanelli, uccisione

Commenti

 

Anche il Motociclismo uccide chi lo pratica, e non solo ! Anche l'alpinismo uccide chi lo pratica ! .. ecc.. ecc .. e allora ??!! .. Volete proibire caccia e pesca perchè siete animalisti ??? .. beh, potete anche farlo ! .. ma ricordatevi che la caccia è come la prostituzione, quindi, una volta che l'avrete abolita diventerà incontrollabile, come è successo con l'abolizione delle case chiuse, ed ora le prostitute sono ovunque, strade, appartamenti, senza controlli sanitari, lavorano in nero senza pagare le tasse, ecc ... !! che bel risultato .. eh ??!! .. non potete immaginare cosa succederebbe se venisse proibita un giorno la caccia ..
Al contrario, si potrebbe discutere su come rendere la caccia meno pericolosa per le persone, quindi, non proibirla, ma regolamentarla in modo differente da ora !! Proibirla è un errore !! credetemi !!

luigi P., Parma Commentatore certificato 09.10.16 22:16| 
 |
Rispondi al commento

la caccia è una porcheria, solo un orrendo, gigantesco massacro di una miriade di poveri animali indifesi perpetrato annualmente da personaggi vestiti come Rambo che non sanno come passare il tempo. la caccia è come le pellicce: fa schifo sotto ogni punto di vista, e oltre a milioni di animali muoiono persone innocenti che vanno a passeggiare nei boschi, e gli stessi cacciatori. mi piacciono molto Grillo e il M5S che sono sempre dalla parte degli animali, e spero che il M5S presenti quanto prima una proposta di legge per abolire la caccia in Italia definitivamente. ammazzare gli animali per divertimento è un crimine e non è opinabile; i cacciatori si arrampicano sugli specchi per difendere un'attività disprezzata dal 74% degli italiani.

Manuel Barone 16.10.14 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Paolo TV capisco quello che dici ed il messaggio che vuoi passare.
Non hai torto ma allora si potrebbe far sparare ai militari o alle guardie forestali non ad un pinco impallino qualsiasi.
Nel dopo guerra nel mio comune c'erano due persone incaricate di uccidere i cani randagi che a quel tempo rappresentavano un problema.
A me sinceramente i cani rompono i coglioni anche ora.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 15.10.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Beh, che dire, questi sono fuori di testa, oltre che arroganti...provate a passare nei pressi di una battuta. In definitiva, non posso dire che mi dispiaccia finchè si sparano tra di loro.

cristiano ceccucci 15.10.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Fuorilegge
Nel territorio del mio comune i vincoli di questa pratica "sportiva"(...spari non sotto i 100 m dalle abitazioni e 150 m non verso le abitazioni .. 50 m dalle strade..) comporterebbero sul 90% la messa al bando della stessa.
INvece?
Pim ..pum..pam.. dalla mattina alla sera nei giorni di domenica mec./ven.
Tutti se ne fregano e la lobby dei cacciatori con il ricatto del loro pacchetto di voti tiene al guinzaglio sindaco e assessori che nascondono il capino sotto la sabbia....
Dimenticavo : l'assessore alla caccia/ambiente della provincia di Treviso (30 anni di incarico...senza aver mai lavorato concretamente in altro settore ) è un incallito cacciatore presidente degli stessi e messo su dalla sua lobby.
WW l'ITALIA

francesco m. Commentatore certificato 15.10.14 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Anche i verdi mangiano su cose non naturali.
Anche un campo di grano non è naturale, primo perchè il grano che viene mangiato è stato selezionato e trattato (che adesso si chiama ingegneria genetica) con radiazioni. Ci si può informarsi su WIKIPEDIA sul grano http://it.wikipedia.org/wiki/Creso_%28agronomia%29.
E in natura NON esiste il campo, che si ara naturalmente e fa “suicidare” le erbe infestanti, si “suicidano” le talpe, gli insetti, ecc.
La gente vorrebbe la natura incontaminata e la bistecca, il broccolo, al supermercato.

La botte piena e la moglie ubriaca.

Io non sono cacciatore.
Ma sono nato in un bosco dell'alto trevigiano, e 50,40 anni fa c'erano tanti cacciatori e poca selvaggina. L'inverso di oggi.

Adesso ci sono caprioli, tassi, cinghiali che si spostano nelle colture e fanno danni.

Perchè i verdi, la gente che va passeggiare nei boschi di propietà, non risarciscono mio padre che ci rimette uva, patate, ortaggi?

Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 15.10.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Sta gente è fuori di testa. Ve lo assicuro, ve lo dico per esperienza!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 15.10.14 11:04| 
 |
Rispondi al commento

I cacciatori uccidono per divertimento.
Che altro si può dire ?

Armando Giampieri, Canale Monterano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 15.10.14 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Questi depressi non sanno rinunciare a sparare a qualche povero uccellino. Armatevi di macchina fotografica, invece, andate a caccia di immagini che resteranno per sempre. Col fucile rischiate di spararvi sui coglioni.

Giovanbattista da Monte Curbino di Noele 15.10.14 07:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi dispiace per la sua famiglia, ma non si va in giro armati sino ai denti per sparare a camosci cervi o lepri. La caccia cosiddetta "sportiva" (non per portare cibo ai figlioletti affamati) è una vergogna, una pratica incivile. E' una fortuna che ogni tanto questi si sparino tra loro, almeno il numero di costoro diminuisce.

Marisa Di Bartolo 15.10.14 06:47| 
 |
Rispondi al commento

La caccia è necessaria per non farci sommergere da cinghiali,orsi,lupi,lepri,ecc...ecc... e potere avere una produzione agricola.La caccia è necessaria agli animali stessi per non andare in soprannumero rispetto alle potenzialità del territorio

vincemzo arilotta 15.10.14 05:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma pensate l'assurdità! Ogni tanto i miei genitori ricevono la visita di un parente che gli porta in regalo gli uccelli che ha preso.
Questo pratica la caccia ma non gli piacciono le sue prede.
Un mio collega di lavoro mi ha raccontato di un conoscente che ha la cella piena di pesci presi e si sa che bisogna mangiarli entro breve altrimenti li butti.
Chissà quanti buttano le loro prede.
Poi abbiamo gli allevamenti intensivi ma questo è un altro discorso.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.10.14 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Anni fa facevo ogni tanto un giro per il bosco.
Un giorno mi è sembrato di essere in guerra, spari pallini che ti cadono in testa ed i cacciatori non li vedi sono tutti nascosti. Sinceramente ho avuto paura e da quella volta non ho più fatto quel giro. Sono cose assurde.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.10.14 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che come al solito si strumentalizzi la morte per quella che è una pratica profondamente legata all'animo umano che è quella della caccia. Senza contare che gli animali nei terreni coltivati e da pascolo vanno per forza selezionati con la caccia, altrimenti creano danni.

Il resto son belati ambientalisti fuori del mondo.

Francesco3 S., Bologna Commentatore certificato 14.10.14 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si fa a sbagliare? Questo coglione di 19 anni cosa guardava o pensava prima di far fuoco? Per quanto mi riguarda merita la massima pena un cerebro leso cosi.

Soluzioni computer Commentatore certificato 14.10.14 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Muoiono più italiani andando a comprare il giornale che non cacciatori di incidenti di caccia (i cacciatori sono centinaia di migliaia e mi pare che statisticamente gli incidenti mortali siano pochissimi)....
Però il fatto è certamente uno spunto per parlare dei problemi connessi alla pratica venatoria che richiede sempre grande attenzione e in questo caso mi par di capire che il giovanissimo cacciatore non era per nulla affiancato da un esperto (confondere un bersaglio umano con un animale equivale a confondere un burrone con un parcheggio.... roba da tso):
alzare l'età per il porto d'armi o renderlo più difficile ai giovanissimi credo sia auspicabile.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.10.14 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Cosa aspettano i rappresentanti parlamentari M5S a presentare questa legge: "Art. unico. E' proibita la caccia di qualsiasi tipo e sotto qualsiasi forma su tutto il territorio della Repubblica"?

antonello usai 14.10.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Volete rubarmi i voti, eh ?

M. V. Brambilla 14.10.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Blog la caccia e una stupidaggine, per il fatto che oltre ad essere dannosi per L’ambiente, con i pallini di piombo, sono anche CECHI IERI UN CACCIATORE HA INPALINNATO UN CICLISTA SCAMBIANDOLO PER UNA LEPRE.

Roberto Santi 14.10.14 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Quando si hanno posizioni ideologiche solo per poter denigrare certi settori è veramente una vergogna, il sindaco rimene perplessa su quanto avvenuto per un incidente di caccia. Ebbene senza voler fare il ben pensante a tutti i costi mi viene da chiedere alla sindacalessa, perchè non rimane perplessa su tutti i morti che ci sono a causa di incidenti stradali e magari pensare di far smettere la costruzione delle automo0bili, o magari far smettere i voli che ogni volta che cade un aereo di sono centinaia di morti, o far smettere le navi da crociera visti gli antefatti

giancarlo busso 14.10.14 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Il 19enne ha fatto caccia grossa.
Sarà fiero di se stesso, c'è chi non chiappa niente.
Solo vigliacchi armati contro esseri indifesi.

Susanna Sbragi, Arezzo Commentatore certificato 14.10.14 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ritengo che la caccia era giustificata quando, in tempi passati, era praticata per approvvigionarsi del cibo.
Non riuscirò mai a giustificare chi la pratica per il proprio divertimento. Cosa c'è di tanto divertente ad uccidere un essere vivente ? E la identificano pure come sport !!!! Assurdo.

Alessandro L. 14.10.14 14:34| 
 |
Rispondi al commento

DI ACCCIA ORAMAI SI MUORE FACILEMENTE,MA NON SOLO GLI ANIMALI,MA ANCHE GLI UOMINI

alvise fossa 14.10.14 14:31| 
 |
Rispondi al commento

chi uccide gli animali per sport non merita altro. io sono con gli animali. capirei se uno fosse morto di fame. quando si ha fame si fa qualsiasi cosa, ma divertirsi ad uccidere persone o animali non lascia spazio ad altre parole.

rosanna scarpa 14.10.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Non sono animalista ne' vegetariana, ma sono da sempre ferocemente contro la caccia.

Prima di me lo era mio padre, anche se suo padre, mio nonno, era cacciatore.

Le mie ragioni sono soprattutto contro l'arroganza e la prepotenza dei cacciatori, che pretendono di aver diritto di esercitare il loro "divertimento" contro tutto e tutti.
Gli escursionisti messi in pericolo, gli animali crudelmente uccisi, gli equilibri alterati.

Si', perche' se l'antropizzazione e l'inquinamento riducono gli habitat, non e' che immettendo selvaggina semidomestica e prolifica, alimentandoli d'inverno quando sono in difficolta' e trattandoli come un "bene" personale da proteggere, si migliorino le cose.
Se i coltivatori si vedono i terreni devastati, devono cominciare a pensare che i cacciatori siano parte integrante del problema, e una grossa parte, non certo la cura. Altrimenti perche' i cinghiali aumenterebbero di anno in anno, nonostante la strage, e provocherebbero sempre piu' danni?

Io vado a pescare, e qui gli tolgo un altro falso argomento. Mi piace, non lo nascondo, e continuo a farlo senza sentirmi in colpa perche' il mio contributo e' ininfluente. Ma mai e poi mai oserei sostenere di essere un difensore della natura, uno sportivo, e se si decidesse di proibire anche la pesca dei dilettanti, per l'impoverimento del mare, non protesterei di sicuro.

Per cui, cacciatori, meno ipocrisia innanzitutto: volete divertirvi uccidendo, volete fare i prepotenti, vi imponete come una lobby arrogante, arrivate a minacciare gli ambientalisti coi fucili qualche volta. Allora ammettete quel che siete, egoisti fuori dal mondo protetti da leggi assurde.

Se foste sportivi difensori della natura andreste in giro con le macchine fotografiche, e potreste lo stesso presidiare e tener puliti i boschi anche senza fucile.

Non avete alibi ne' scuse, appartenete al passato, quando la caccia poteva essere giustificata, e li' dovete restare.


milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.10.14 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi associo a chi dice uno in meno.... ma c'è ancora gente che va a caccia ?? oggi, nel terzo millennio.... solo frustrati repressi.... il massimo disprezzo da parte mia.

FILIPPO ZANOTTI 14.10.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


In tanti fanno la lotta ai cacciatori e in tanti ne hanno fatta una figura istituzionale ben retribuita.
In pochi hanno contrastato lo sversamento di rifiuti tossici, nocivi e nucleari che distruggono animali, cacciatori e uominipappagalli!

ferdinando palmers 14.10.14 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Pietà per gli animali no,vero?!?!?!?!?!
Sparatevi tutti!!!!!!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato 14.10.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Un cacciatore in meno
Mi auguro che la famiglia educhi i suoi figli a rispettare la vita degli animali
Mio padre, l'ho già raccontato in un precedente commento,
fu cacciatore nel tempo (1930) in cui una lepre era reale apporto di proteine nella mensa dei contadini poveri
Smise di esserlo quando vide morire una lepre di dolore
alla vista dei suoi tre leprotti uccisi


Rosa Anna 14.10.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fate schifo, ormai questo blog sta diventando il rifugio degli ambientalisti della domenica, di quelli che parlano di ambiente e non ne sanno una cippa.... e ancor peggio è che dovete strumentalizzare la morte di una persona. ripeto, fate schifo. siete pieni di bile.

giacomo s. Commentatore certificato 14.10.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Strumentalizzare un mortale incidente di caccia per denigrare il cacciatore e impedire l'attività venatoria è sciocco e scorretto. La caccia è una delle tante attività dell'uomo e come tale comporta dei rischi, anche mortali. In questo paese, come in tutti i paesi del mondo la caccia è prevista e regolata da leggi statali.Pensare di imporre il proprio pensiero nel tentativo di proibire la caccia è ingiusto e pericoloso. Limiterebbe libertà individuali e creerebbe enormi problemi di clandestinità, perchè sarebbe come andare contro natura.

sandra cappelli 14.10.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente certe specie animali non recano danno agli animalisti di città, se solo si avvicinassero un po' più alla vera natura invece di parlare dal parchetto sotto casa..

denis mussoni, riccione Commentatore certificato 14.10.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace che una persona sia morta ma purtroppo la caccia e uno sport che uccide... E non si dovrebbe praticare.. Anche un cinghiale o una lepre sono vivi finché non vengono assassinati da un cacciatore..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 14.10.14 12:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Non possiamo che gioire di tali notizie come associazioni animaliste. Come può non morire una persona che a sua volta toglie la vita? La giustizia divina a volte esiste. Perché il cuore di un animale deve smettere di battere per un altro animale che per ucciderlo usa l'inganno? Facile uccidere con un fucile....molto coraggioso...il M5S dovrebbe raccogliere le firme anche per il referendum per l'abolizione di questa pratica troglodita. LA CACCIA NON È UNO SPORT. UNO SPORT NON UCCIDE.

Eva Di Siena 14.10.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

?!?Non pensate anche ai cani dei cacciatori, sfruttati, maltrattati e messi in pericolo, costretti a vivere in gabbie anguste tutto l'anno e mandati a cacciare affamati da giorni!?!Quelli coinvolti nella caccia al cinghiale vengono spesso feriti gravemente dai poveri cinghiali terrorizzati, che li sbudellano per difendersi, e che ci mettono molto tempo a morire tra atroci sofferenze! Da noi in montagna causano spesso pericolosi incidenti automobilistici, e poi non si capisce perché una Riserva Naturale con decine di specie protette e in via di estinzione debba essere un territorio di caccia! I miei figli non possono passeggiare nei boschi in Autunno, la stagione più bella in assoluto. Molti dei miei gatti sono stati aggrediti e anche sbranati dalle mute di cani da caccia, magri e affamati che vengono sguinzagliati sui terreni delle famiglie che abitano in zona di caccia, anche al centro dei paesini montani!Per il cacciatore ucciso da un suo simile, non posso non provare dolore e pietà, soprattutto pensando ai suoi bambini; il cambiamento culturale che non c'è stato,ahimè, ma che avrebbe dovuto, invece, essere sostenuto in ogni modo dalle istituzioni locali e nazionali e dai media, quel residuo di mentalità che calpesta la vita con leggerezza e non rispetta la preziosa e fragile realtà dei pochi ambienti naturali rimasti quasi intatti nel nostro Paese, è questo il killer che ha spezzato questa vita,quella di un cacciatore ma anche di un marito e di un padre, una vita che come quella delle sue vittime doveva essere comunque preservata,proprio perché sono i cacciatori che devono, per primi, assumere la consapevolezza della necessità di proteggere la Natura e le sue creature selvagge. In tutto il mondo ogni giorno ci sono cacciatori che diventano animalisti ed ecologisti, diamo loro l'opportunità di vedere il Mondo con nuovi occhi, e di contagiare anche i propri parenti ed amici!

Shanti Di Lieto, Nespolo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.10.14 12:47| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Odio la violenza in tutte le sue forme, soprattutto contro gli indifesi e i più deboli, tra questi gli animali.
Mi dispiace quando sento che muoiono persino ragazzini durante le battute di caccia perché coinvolti dai loro padri. Devo dire però, sinceramente, che non provo nessuna pietà per i cacciatori che subiscono incidenti, sarò cattiva ma la cosa rende giustizia a quei poveri animali che vivono nel terrore di essere uccisi da questi assassini legalizzati detti anche cacciatori.

paoletta a. Commentatore certificato 14.10.14 12:46| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

anche qui da noi, nelle colline asolane ( treviso ) c'è il problema dei cinghiali, caprioli, tassi che mangiano l'uva, le patate, tutto.

Perchè i simpatici verdi non ci rimborsano?

O come alternativa portateli a casa vostra.
Paolo TV

Paoloq Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.10.14 12:45| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene!!continuate ad ammazzarvi tra di voi!!!! Di più,di più!!!

fra ., bologna Commentatore certificato 14.10.14 12:39| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Che gusto c'è ad ammazzare dei poveri animali indifesi, non l'ho mai capito. Questi cacciatori, prima di colpire una "preda", perché non pensano: e se mi trovassi io al loro posto? . "Qualcuno" diceva: non fare agli altri, quello che non vorresti fosse fatto a te. Con che coraggio si può ammazzare un essere vivente guardando il terrore nei loro occhi (penso anche agli animali da macello). Io ce l'ho anche con la natura che permette che alcuni animali si nutrano di altri animali, non era più semplice essere tutti vegetariani?.

alfonsina p. Commentatore certificato 14.10.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La scoperta dell'acqua calda! Non ci provocate con questi articoli! Qualcuno potrebbe esultare o provare soddisfazione per accadimenti del genere e poi per violenti passerebbero coloro che odiano la caccia e non un manipolo di imbecilli che, nella piena legalità, se ne va in giro armato a sparare a tutto ciò che si muove, che sia animale selvatico, randagio, domestico o umano. Mi rivolgo ai nostri parlamentari: a quando una legge che impedisca questa pratica da trogloditi?

Nella Napo, Roma Commentatore certificato 14.10.14 12:26| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Un arrogante armato, alticcio e pericoloso in meno!

vauro meliconi Commentatore certificato 14.10.14 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Ego te absolvo a peccatis tuis in nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. La natura avrà presto o tardi ragione di tutti noi.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.10.14 12:14| 
 |
Rispondi al commento

nessun dolore!

ugo papa (pocodebono), monteleone d'orvieto Commentatore certificato 14.10.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Fatevi curare!

marco ., roma Commentatore certificato 14.10.14 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Io l'ho sempre detto, che è ora di aprire la caccia al cacciatore ;-)

Daniel S. 14.10.14 11:13| 
 |
Rispondi al commento

la caccia uccide anche chi la pratica? Bene! Si eliminassero solo fra di loro sarebbe l'ideale! Il problema è che questa gentaglia con il passatempo di sparare agli animali, spesso fa fuori anche persone che non andrebbero mai a caccia!

Marcella Massidda 14.10.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Basta con la caccia. Eliminiamo la.

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.10.14 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Per non parlare del fatto che spesso e volentieri incontri squadre di cacciatori al bar che prima di partire per la battuta fanno colazione con lo stravecchio poi vanno sparando a qualsiasi cosa si muova.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 14.10.14 10:32| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Basta! E' ora di finirla; 19 milioni hanno detto no a suo tempo, ma inutilmente. Anche vicino a casa mia spesso ho litigato con i cacciatori, se ne fregano altamente dei limiti e proprietà altrui. Che si proverà ad ammazzare? Io penso ci sia lavoro per psicologi.

vittorio trevisan, siena Commentatore certificato 14.10.14 10:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori