Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Francia non vuole droga e prostituzione nel PIL

  • 12


droga_prostituzione_pil.jpg

"No alla prostituzione e al traffico di droga nel Pil. Un nuovo, curioso fronte di battaglia tra Parigi e Bruxelles. L'Insee, l'istituto di statistica nazionale, non vuole adeguarsi alle nuove norme di Eurostat. Mentre tutti i paesi si sono adeguati (Italia compresa), gli esperti statistici francesi sono scettici, in particolare sulla prostituzione che non è un'attività economica "consenziente" ma sotto forma di schiavitù. Dal 1 settembre tutte le nazioni europee dovevano aggiornare il loro Pil, tenendo conto di queste attività illegali ma molto lucrative, che contribuiscono, nel bene o nel male, a creare la ricchezza nazionale. La Francia avrebbe dovuto fornire il suo nuovo conteggio entro il 22 settembre ma è stata l'unica a opporsi con argomenti morali ed etici a questa riforma. Sulla droga alla fine ha deciso di contabilizzare un numero inferiore alle stime e solo per il calcolo del Reddito nazionale lordo, in base al quale viene calcolato il contributo di ogni paese all'Ue. Il traffico di eroina, cocaina e cannabis equivale, secondo gli esperti, a un giro d'affari di 3 miliardi di euro. L'Insee ha decurtato però un parte che proviene dall'estero, arrivando alla cifra di 2 miliardi. "Abbiamo tentato di difendere l'idea che l'attività di spaccio non è tra adulti o minorenni consenzienti" ha spiegato Eric Dubois, direttore dell'Insee. Molti dei clienti, aggiunge, sono infatti persone tossicodipendenti. Un argomento che non ha convinto le autorità europee e neppure gli altri paesi: la Gran Bretagna ha inserito nel suo Pil un valore di 6,5 miliardi di euro per il traffico di droga e di 5,4 miliardi per la prostituzione. Il nuovo calcolo del Pil, che comprende anche il lavoro nero e in alcuni casi altre attività illegali come il contrabbando, è ormai adottato anche dagli Stati Uniti. La Francia, evidentemente, è in controtendenza. Il commercio di sesso - stimato ad altri 3 miliardi di euro - non solo è illegale ma, secondo i dirigenti dell'Istituto statistico, corrisponde nella maggior parte dei casi a uno sfruttamento delle donne. Se fosse contabilizzata anche la prostituzione, il Pil transalpino salirebbe dello 0,25%, un dato non da poco in un momento in cui la crescita della ricchezza è debole se non proprio nulla." fonte

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

TUTTE LE INFORMAZIONI SU ITALIA 5 STELLE:

italia5stelle_.jpg

6 Ott 2014, 09:12 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: crimine, droga, Francia, pil, prostituzione, spaccio

Commenti

 

A prescindere da considerazioni economiche/fiscali che non sono al portata di tutti, sarebbe stato più logico che silvio mettesse in bilancio prostituzione e frode, non i soliti "migliori" del partito delinquente.
Sono proprio certi di un elettorato bue che più bue non si può, oppure sono sicuri che la camorra falserà tutte le prossime elezioni.
Del resto paghiamo il canone rai solo per vedere film di merola e nino d'angelo da che governa il pd-l.

carla2 g., Padova Commentatore certificato 09.10.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna spendere gli 80+il TFR in busta a puttane e rubarci i soldi, facendo denuncia. Così le prime incrementeranno le rimesse e noi i conti e, rubandoci i stessi denari uno con l'altro, incrementiamo il PIL all'italiana, falsificando anche questa porcheria europea. Propongo l'apertura delle case chiuse a tariffe concordate con i sindacati per un maggiore controllo economico e il calcolo economico dei furti, su quelli commessi dai politici. Basta questo per farlo schizzare in alto.

f.d. 08.10.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento

"cambiare verso" è riuscito benissimo con il pil che ora è negativo.
Che fare?
Si truccano i conti tanto per dimostrare che l'europa va benissimo.
Ci sono poche mele?
Si trucca la bilancia per dire che sono tante.
E poi ci sono i fessi che credono che i tedeschi non fregano....

Tecnicamente il prodotto interno lordo è un prodotto quindi si suppone che misuri la produzione di qualcosa.
Nel caso della droga non vi è produzione ma solo commercio in regime di monopolio e con dipendenza fisica dei drogati:
in pratica è un FURTO!
tutta la parte di costo superiore al valore reale della droga è un furto che per sua natura NON è possibile inserire nel pil.
Questo non lo sanno solo gli economisti francesi:
furti, ricatti ed estorsioni (che producono solo trasferimenti di utilità) NON rientrano nel pil.
Il costo della droga è in larga parte un furto (o un'estorzione quando vi è grave dipendenza) e la prostituzione ha costi alterati dallo sfruttamento quindi inserire tali attività tecnicamente snatura la definizione originale.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.10.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate in pieno governo berlusconi quali erano le preoccupazioni dei falsi bigotti del pd?
Lo scandalo erano le veline, peccato che con la scusa hanno mascherato il passaggio per quest'anno di miss italia 2014 a la7.
La7 che si ritiene la rete dell'intellighezia, trasmette ore e ore di trsmissioni im prontate solo sui provini di miss italia 2014.
Le giornaliste di "se non ira quando" dove sono finite? a busta paga di un'evasore fiscale con capitali e cittadinanza svizzera.

carla2 g., Padova Commentatore certificato 06.10.14 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Pensiero n.2
Abbiamo veramente la camorra al qu-i-r.....?
Direi che è la conferma.Più degli sbarchi impuniti di disperati da più di 20 anni che fruttano danaro alla camorra.
E dove sono le donnine allegre del pd frequentatrici delle manifestazioni "se non ora quando"?
In prima linea le presentatrici de la7 e le giornaliste dei settimanali femminili allineati al partito dei finanziamenti?

carla2 g., Padova Commentatore certificato 06.10.14 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Sapete cosa ho pensato a questa notizia?
Agli stupidi che non si sono alleati con il gruppo euroeparlamentare della Le Pen.
Ma siamo veramente convinti di essere i migliori?
E' il classico comportamento ipocrita e bigotto dei piddini cattocomunisti doc.

carla2 g., Padova Commentatore certificato 06.10.14 19:20| 
 |
Rispondi al commento

siamo un paese di mafiosi..cosa vi aspettavate?

Marco P. Commentatore certificato 06.10.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

LA FRANCIA E' DAVVERO AVANTI

alvise fossa 06.10.14 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.10.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Un Europa di puttane non può che basarsi sul lavoro delle colleghe.

vauro meliconi Commentatore certificato 06.10.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Lo scandalo e' di chi si e' adeguato a queste norme io sto con la francia...

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 06.10.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Molti. politicanti drogati vanno a puttane ,quindi cosa vuoi che ne sappiano Dell orrore che si nasconde dietro ad un loro passatempo!!?!!Chapeau alla Francia,abbiamo sempre da ridire sui francesi,ma questa volta in controtendenza sono tutti gli altri stupidi paesi (volevi che proprio l italia zerbino d europa non si adeguasse!!!)

fra ., bologna Commentatore certificato 06.10.14 11:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori