Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le famiglie italiane schiacciate da 50 miliardi di debiti

  • 24


debiti_famiglie.jpg

"Peggiora in Italia la situazione economica delle famiglie, i cui debiti sfiorano i 50 miliardi di euro. Volano a livelli record i mancati pagamenti, relativi a rate di prestiti, di mutui, di acquisto di beni di largo consumo, leasing, scoperti di conti bancari, carte di credito revolving, ma anche di bollette per le utenze domestiche non saldate, cui si aggiungono debiti commerciali di vario tipo, per i quali sono state avviate le procedure di recupero. In due anni il totale di questi mancati pagamenti e' salito del 16%, passando dai 43 miliardi del 2012 agli attuali 50 miliardi. Lo denuncia il Codacons, che fornisce le stime del fenomeno, sulla base di sue elaborazioni. "Praticamente - spiega il Codacons - ogni singolo italiano, neonati compresi, appare debitore nel 2014 per un importo medio di 833 euro". Solo per le bollette, secondo l'associazione dei consumatori, 19,1 milioni di italiani risultano oggi morosi almeno su una utenza relativa alla fornitura di elettricita', gas, acqua o telefonia. Tra le regioni che registrano i piu' alti livelli di insolvenza in testa c'e' la Sicilia con 7,4 miliardi di euro, seguita dalla Lombaria con 6,7 miliardi, dalla Campania, con 5,7 miliardi e dal Lazio, con 4,5 miliardi. "La causa di tale drammatica situazione e' da ricercarsi nel progressivo impoverimento delle famiglie, colpite da una drastica riduzione del potere d'acquisto, dalla crescita della disoccupazione e da una pressione fiscale insostenibile" fonte

Clicca sul banner per fare la tua donazione!

banner_it5s.jpg

TUTTE LE INFORMAZIONI SU ITALIA 5 STELLE:

italia5stelle_.jpg

6 Ott 2014, 09:27 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 24


Tags: 50 miliardi, bollette, conto bancario, dati, debiti, famiglie italiane, leasing, mutui, prestiti, scoperti

Commenti

 

Una volta c'erano i "valori" e le diverse ideologie si scontravano tra loro in nome della salvaguardia del popolo. Adesso c'è una destra neoliberista e una sinistra europeista, le due facce della stessa medaglia farlocca, inciuciati, dannosi, pericolosi, contano solo per sè e vivono per conservare i privilegi accumulati in una democrazia allo sbando. Stanno portando alla morte l'Italia intera, qualcuno li sostituisca!

Franco Mas 11.10.14 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma si sa che il problema quello che vero non e' l'art.18 o altro...il problema e' il reddito medio non basta piu'...fra affitto,bollette carissime,benzina,assicurazione,spesa,ecc...come cazzo devono aumentare i consumi interni,per questo la gente me compreso siamo indebitati incredibilmente...c'e' qualcosa che non va con l'euro,i conti non tornano fra quello che si guadagna e quello che si spende...dovete fare un interrogazione parlamentare,dovete farlo subito altrimeni sara' il fallimento economico certo...

Salvatore D'agostino 07.10.14 18:09| 
 |
Rispondi al commento

salve mi chiamo Dolores mio marito é un lavoratore autonomo,costretto a farsi la partitaiva nel 2008 per lavorare presso una ditta di metalmeccanica, ora da più di un anno lavora poco e niente e anche se non lavora dobbiamo pagare un sacco di tasse per la partitaiva abbiamo un sacco di debiti e non riusciamo ad andare avanti ,in più io sono malata sono in fase di guarigione da un tumore.Ora mio marito ha 58 anni è ad un passo dalla pensione possibile che nessuno ci aiuti cosa possiamo fare non riusciamo più neanche a pagare l'affitto sono una mamma disperata aiutooooo

dolores tundo 07.10.14 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che almeno finisca subito questa italia cosi poi vi veniamo a prendere cari politici

Info PC Commentatore certificato 06.10.14 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Sempre più impressionante!!! I politici italiani invece di indebitarsi loro con le loro ruberie, sono riusciti a farla franca e ad far indebitare sempre di più la povera e onesta gente che lavora. Ma lo capite che è una strategia per rendere nuovamente il popolo schiavo? Esattamente come secoli fa....e gente che ha lottato e sputato sangue per salvare questa nazione! Vergognosi, arriverà anche per voi il giorno del giudizio, parassiti!!!

Barbara Lofoco, Moncalieri Commentatore certificato 06.10.14 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Ecco l'articolo in partita doppia:
data delle prossime elezioni
in dare "debito Italiano"
in avere "conti, fondi e immobili di italiani situati nei paradisi fiscali"

€ 2.000 mld

Paola F. Commentatore certificato 06.10.14 19:53| 
 |
Rispondi al commento

http://www.vicenzapiu.com/leggi/il-m5s-a-sostegno-della-rivoluzione-degli-ombrelli-dei-cittadini-di-hong-kong

Enzo Caneva, Vicenza Commentatore certificato 06.10.14 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Che strano il popolo italiano, ha subìto per più di 50 anni e, adesso, con chi se la prende? con GRILLO. Grillo non risponde alla mia mail, GRILLO non mi caga neanche di striscio, GRILLO non ha fatto quello che ho detto io, Grillo di qua, Grillo di là. Ma vi rendete conto che siamo milioni e BEPPE non può, UMANAMENTE, fare tutto quello che chiedete? Un'altra delusione l'ho avuta da Pizzarotti, perché sembra che abbia detto che "Grillo non ha idee". Che significa Pizza? Mi sembra che le idee siano le stesse che ti hanno fatto eleggere sindaco, non ti vanno bene più? Be', allora cambia partito , perché noi abbiamo votato le idee di BEPPE, non le tue. Mi dispiace , credimi, perché mi piaci molto, ma i nemici di Beppe sono miei nemici. Ci tengo a sottolineare che non sono un tipo facilmente condizionabile, sono agnostica, una s.Tommaso della ma*onna e quando Beppe fa qualcosa che danneggia il m5*****, lo dico (es.incontro con renzi ). Quindi chi pensa che io sia "una talebana", si sbaglia, perché mi ritengo, semplicemente, coerente. NON RISCHIAMO DI FINIRE IN UN' ANARCHIA.

alfonsina p. Commentatore certificato 06.10.14 14:56| 
 |
Rispondi al commento

SEMPRE PEGGIO,PER LE FAMIGLIE ITALIANE

alvise fossa 06.10.14 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Il giusto indennizzo economico x i licenziamenti di Matteo Renzi :

Jobs act in quattro punti, dagli ammortizzatori all’art. 18


http://www.businesspeople.it/Societa/Mondo-del-lavoro/Jobs-act-in-quattro-punti-dagli-ammortizzatori-all-art.-18_68961

Licenziamenti economici che permette alle imprese di poter lasciare a casa un dipendente – con un giusto indennizzo economico – senza l’obbligo di reintegro disposto dall’autorità giudiziaria. Sono questi i principali punti approvati dalla Direzione del Pd, che con una larga maggioranza ha approvato le linee proposte dal segretario del partito e presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

SÌ AI LICENZIAMENTI. Una disciplina per i licenziamenti economici che sostituisca l’incertezza e la discrezionalità di un procedimento giudiziario con la chiarezza di un indennizzo economico certo e crescente con l’anzianità, abolendo la possibilità del reintegro. Il diritto al reintegro viene mantenuto per i licenziamenti discriminatori e per quelli ingiustificati di natura disciplinare, previa qualificazione specifica della fattispecie.

---------------------------------------

Cari addetti al mondo sindacale.

Vi prego di prendere in considerazione gli avvenimenti che stanno per stravolgere il mondo del lavoro.
Vi prego di fare chiarezza su cosa significhino questi: 4 punti della Jobs Act che il governo sta preparando.

Soprattutto di prendere coscienza che una volta approvati questi provvedimenti, il datore di lavoro ha la facoltà unilaterale di licenziare un dipendente in cambio di un giusto indennizzo , di cui parla Renzi, quantificato per legge, ed al quale non ci i può opporre con procedimenti giudiziari.


Sinceramene spero che si possa dare coscienza a e voce a questo problema che interessa tutti gli Italiani.

Quindi : NO al giusto indennizzo economico x i licenziamenti di Matteo Renzi !!

ciao
Claudio

claudio de simone 06.10.14 14:17| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO IL REFERENDUM PER L'USCITA DALL'EURO GRILLO, HA ROMA ANDIAMO TUTTI E DICIAMOLO IN FACCIA A BEPPE GRILLO

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.10.14 12:26| 
 |
Rispondi al commento

mentre qui si muore di fame... Il pd d urgenza ha convocato Padoan per discutere di Juve-roma !!!!! Questo skifo lo vedi solo in Italia .... mi fate skifo davvero

ciro bologna 06.10.14 12:12| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE PER DIO!!!!! ABBIAMO IL DIRITTO DI POTER ESPRIMERE TRAMITE VOTAZIONE SUL BLOG IL NOSTRO PARERE SULL' USCITA DALL' EURO COME É STATO FATTO PER ALTRI TEMI E LO DICO DA NON ISCRITTO! PERCHÉ VORREI ARRIVARE AL CIRCO MASSIMO CON UNA POSIZIONE NETTA DA PORTARE AVANTI NEL FUTURO!POI POSSIAMO ANCHE PENSARE AL REFERENDUM PER TUTTI GLI ITALIOTI!VOTIAMO SUL BLOG L ' USCITA DALL' EURO È LA COSA PIÙ IMPORTANTE E DEMOCRATICA DA FARE ORA E PER IL FUTURO! Chiedo agli utenti del blog di darmi una mano a richiedere una votazioneEURO SI EURO NO SUL BLOG!!!GRAZIE

Davde Marini 06.10.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E ALLORA CHE SI FA??????? BEPPE CAZZO LA VUOI PROPORRE SI O NO L' USCITA DALL' EURO!!! GUARDATE CHE CI STIAMO ROMPENDO LE SCATOLE E CHE VOGLIAMO USCIRE DALL' EURO VE LO URLEREMO PER TRE GIORNI DI FILA AL CIRCO MASSIMO! Anzi salgo sul PALCO TI PRENDO IL MICROFONO E CHIEDO AI MIGLIAIA DI PRESENTI COSA NE PENSANO! FUORI DALL' EURO SARÀ L URLO CHE ARRIVERÀ FINO ALLA BCE!!!!! Ma cosa stai aspettando a mettere l ' uscita dall' euro vuoi che il 25% ALLE PROSSIME POLITICHE LO PRENDA LA LEGA! Va bene a questo punto l ' importante è arrivare all' obbiettivo!!!!!A COSTO DI VOTARE ANCHE SATANA!!!!

Davde Marini 06.10.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

L'Ipone. Qualcuno si accorge dell'errore ortografico?

Buona giornata

Elia . 06.10.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Con l'ipone 6 in tasca, la fila per comprarlo, il gusto? di tenerlo e il fallimento alle porte. Vuoi mettere?

Elia . 06.10.14 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Coraggio...

Davide R 06.10.14 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Strano 19miloni un terzo della popolazione.
Sono numeri da rivoluzione.
Invece nulla.

Giorgio p. 06.10.14 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono milioni gli italiani in queste condizioni ma nessuno pensa a loro. Lo Stato potrebbe far da garante per prestiti finanziari "familiari" a tasso zero per almeno 48 mesi per tutti i cittadini che hanno queste difficoltà. E' una proposta che il M5S potrebbe fare e ........sperare.

GIUSEPPE C., ROMA Commentatore certificato 06.10.14 10:36| 
 |
Rispondi al commento

altra cosa vedo tutte pubblicita del solare , ma se produce effettivamente 4 ore al giorno ha pieno regime perche non l'ho dite?? perche l'ho so', mahhh forse perche lavoro nel settore in maniera alternativa?...

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.10.14 10:32| 
 |
Rispondi al commento

no comment, avete aspettato troppo, in topic fb sempre diche in tutte le discussioni si dice: quando quando ci muoviamo, sempre la stessa cosa in tutti i trehd, tutti bla bla bla, volete capire che arrivano fra poco gli eurogenfor e non andrete piu neppure in piazza???? non possono essere perseguiti per legge perche sono sotto giuristizione non itaaliana ma ue... vi ammazzano di botte e anche senza motivo... adesso un appello ha grillo, che tanto con tutte le email, che ho mandato non mi ha mai cagato di striscio, maiiiii, grillo uscire dall'euro, nazionalizzare le banche, e fine speculazioni bancarie e tasse doganali. ho ti metti in testa sta cazzo di cosa ho fai cone cavolo vuoi.

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.10.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo è composto da cellule cancerogene e se non le estirpiamo la popolazione italiana non potrà che impoverire sempre più,, renzie deve tornare in qualche mercatino a vendere pentole usate,, non rimane più tempo,, mandiamo a casa renzie e le sue concubine,,,

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 06.10.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Si aprono scenari da rivolta.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.10.14 09:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori