Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

''Panorama'' in tribunale

  • 51


fondo_pmi_5stelle.jpg

"Da quando è stato lanciato il referendum sull’uscita dall’euro la macchina del discredito ha ripreso a girare a pieno ritmo vomitando spazzatura senza sosta su giornali e tg, e mettendo all’opera il Potere contro il Movimento in Italia, e da ieri anche in Europa. C’è un fondo in cui confluiscono anche i rimborsi a cui rinunciano i Parlamentari a 5 Stelle, il fondo è gestito dal Ministero dell’Economia. C’è ConfAPRI, un’associazione di piccole e medie imprese del Nord-Est che ha come interlocutori del M5S tre parlamentari 5 Stelle. Alcune società solide e sane che aderiscono all’associazione ConfAPRI hanno, insieme a molte altre che non vi appartengono, beneficiato delle garanzie di un fondo controllato dal Ministero di cui sopra. Fine dei fatti. Un articolo comparso su Panorama delinea in modo volutamente ambiguo il processo di assegnazione di tali garanzie lasciando intendere che il sottoscritto e Grillo prima, e Crimi, Bechis e Borrelli poi abbiano in qualche modo "pilotato" l’assegnazione delle garanzie offerte dal fondo verso imprese guarda caso appartenenti a ConfAPRI. Una forzatura offensiva che lede l’onestà e l’integrità delle persone coinvolte, di ConfAPRI e non ultimo di un Ministero della Repubblica. Di queste e di molte altre inesattezze il "giornalista" ed il responsabile editoriale di panorama Mulè, già avvezzo (toh!) a condanne per "omesso controllo", dovranno rispondere in tribunale." Gianroberto Casaleggio

17 Ott 2014, 16:15 | Scrivi | Commenti (51) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 51


Tags: Caris Vanghetti, confapri, fondo di garanzia, Mulè, Panorama, PMI

Commenti

 

Bisogna denunciare sempre, non lasciarne passare più nessuna, e chiedere risarcimenti milionari, perché così la smetteranno di delinquere convinti che intanto i vantaggi saranno comunque maggiori degli "eventuali" danni!!

Elisabetta d., Torino Commentatore certificato 21.10.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Fate bene a evidenziare la volontà di far pulizia e di rappresentare la parte"pulita" del Paese....siamo in tanti nonostante i cattivi esempi

maria affinito 20.10.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Bravi...siamo stanchi di tutta questa ingiustizia...grazie a tutti per quello che fate...

ANGELO NOVELLINO (anov), GRENOBLE Commentatore certificato 19.10.14 23:58| 
 |
Rispondi al commento

E che sia il primo di una LUNGA SERIE di denunce in cui, oltre che rettificare nelle PRIME PAGINE e scusarsi, dovranno pagare fior di milioni (e, in alcuni casi, finire in carcere). E che questi milioni vengano utilizzati per il bene comune. Investimenti in progetti ecosostenibili e energie alternative, ad esempio

adriano perrone 19.10.14 23:14| 
 |
Rispondi al commento

era da tempo che dovevate agire cosi, dai che cosi magari capiscono che la querela arriva anche a loro, e la smettono di infangare e coprire la verità!!!

chino 19.10.14 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gianroberto, Beppe e tutto il M5S. Fatevi rispettare. Punite questi inutili vermi e servi del potere. Chi dice menzogne deve pagare. SEMPRE!

Soluzioni computer Commentatore certificato 19.10.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

... e ci sono milioni di testimoni!

Pericle V., to Commentatore certificato 18.10.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma denunciate sti dilettanti venduti per 4 soldi al regime marcio! I giornalisti, che dovrebbero alzare la bandiera della libertà e della verità, non sono altro che dei servi di regime!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.10.14 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Bravi.

I giudici italici hanno anche questa volta l'opportunità di dimostrare la loro "equità", chissà se dopo le figuracce nei casi Tortora, Schettino, Bossetti, Amanda Nox, Franzoni, Ghiotto e altre migliaia di figure da cioccolatai ora si ravvederanno...

Son curioso.

alex 18.10.14 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta con le denunce e querele. Basta diffamazione.

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.10.14 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che sono favorevole a qualsiasi referendum dove il popolo sovrano ( in questo momento purtroppo popolo bue)possa esprimere la sua volontà chiedo che abbinato al referendum sull' euro, si faccia anche un referendum sulla separazione tra le banche commerciali e le banche d' affari e che venga inserito come reato la non separazione tra le attività di finanza e l' attività di risparmio. Nessun finanziere deve poter attingere al risparmio delle famiglie tramite banchieri delinquenti.

Liliana V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.10.14 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Un dubbio fondo per pmi del nord/est e il centro/sud/isole e le famiglie in difficolta'?? Non bisognerebbe rivedere le categorie e spalmarlo a tutto il territorio?? Mio modesto parere

Gabriele M., Aosta Commentatore certificato 18.10.14 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Intervista ad Antonio Rinaldi - PARTE 2

È convincente la strada del referendum consultivo?

Pur presentando impedimenti legislativi per la sua realizzazione, il referendum consultivo può rappresentare uno strumento efficace per mettere i cittadini italiani di fronte a un tema finora marginalizzato. Servirà a portare un confronto fino ad oggi negato in ogni piazza del nostro paese. Fattore essenziale, poiché esso potrebbe rivelarsi un boomerang in mancanza di un’informazione corretta e completa.

Cosa accadrà se l’opinione pubblica italiana optasse per la fuoriuscita dall’euro?

Mi auguro che il Movimento Cinque Stelle prepari una classe dirigente credibile e non compromessa, capace di governare in modo vantaggioso il probabile abbandono dalla valuta unica. Non possiamo attribuire tale compito cruciale a Matteo Renzi, né riesumare Enrico Letta, Mario Monti, Romano Prodi. Tantomeno è pensabile affidarci a Mario Draghi, magari eletto nel frattempo Presidente della Repubblica.

Chi dovrebbe gestire l’eventuale ritorno alla sovranità valutaria?

Spero che Grillo abbia in mente la formazione di una task-force di economisti e giuristi indipendenti in grado di fornire un contributo essenziale alla svolta dei penta-stellati. Altrimenti tutto rischia di ridursi a boutade politica per raccogliere voti di protesta.

Quali saranno gli ostacoli più insidiosi per il progetto penta-stellato?

Sono convinto che i veri nemici di Grillo non siano annidati nelle forze politiche interne al Palazzo e favorevoli al governo Renzi. A partire dal Partito democratico, che non si avvale di consulenti economici in grado di argomentare in modo persuasivo le ragioni della permanenza nell’area valutaria comune. Le autentiche insidie verranno dalle formazioni che si professano ostili all’Euro-zona. Penso soprattutto alla Lega Nord, che in materia può contare su un economista dello spessore di Claudio Borghi.

Simone90 P. Commentatore certificato 17.10.14 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Intervista ad Antonio Rinaldi - PARTE 1

Che cosa penso dell’idea anti euro di Beppe Grillo. Parla Antonio Rinaldi
Conversazione di Formiche.net con Antonio Maria Rinaldi, docente di Finanza Aziendale presso l’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara ed economista in trincea contro la costruzione monetaria europea.

Come giudica la proposta di abbandono italiano dell’Euro-zona avanzata da Beppe Grillo?

Finalmente, finalmente, finalmente! Non posso che gioire vedendo che Grillo, leader del secondo partito del nostro Paese, ha preso una decisione certa e limpida di fronte al proprio elettorato. Scelta che finora era rimasta velata e confusa. E che risponde alle aspettative dei meet-up e della base del Movimento Cinque Stelle, favorevole al recupero della sovranità valutaria contro una moneta unica rivelatasi altamente nociva per le sorti dell’Italia. Ma vi è un ulteriore elemento positivo.

Quale?

L’abbandonato, da parte del leader Cinque Stelle, dell’ipotesi di adottare gli Eurobond per condividere e gestire il debito sovrano degli Stati. Strumento che vincolerebbe l’Italia all’Unione monetaria in maniera coercitiva e irreversibile.

Cosa deve fare il M5S per portare al successo l’iniziativa?

Sta a Grillo e ai vertici penta-stellati tramutare in forma concreta tale volontà. Spiegando che la fuoriuscita dall’Euro-zona costituisce il male minore per l’Italia. Naturalmente la proposta dovrà ricevere una copertura informativa adeguata. Perché da oltre 25 anni le istituzioni e il panorama mediatico nazionale riproducono e amplificano senza spirito critico le direttive di Bruxelles e Francoforte. Rispondendo a un pensiero unico che ha fatto comodo solo all’oligarchia egemone nel Vecchio Continente.

Simone90 P. Commentatore certificato 17.10.14 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Fate bene, a casa tutti i giornalisti che non informano ma dicono ciò che le persone vogliono sentire

Emanuele C. Commentatore certificato 17.10.14 21:51| 
 |
Rispondi al commento

L'ex on. Antonio Di Pietro ha accumulato una fortuna querelando i giornalisti e il Sig. Feltri che era il direttore del quotidiano "il giornale";
ma i soldi, per tante le cause che perdevano, mica li tiravano dalle loro tasche, sia mai, li tirava fuori l'Editore e cioè, Berlusconi.
Quei soldi, non erano soldi buttati, era un investimento: screditare Di Pietro e il suo partito.
La stessa cosa sta succedendo con il M5S ( gran bella democrazia, in Italia ): buttano fango sul Movimento, il Movimento li querela, loro perderanno la causa, ma alle persone resterà il ricordo non delle sentenze avverse,ma del bruttume che i giornali hanno scritto contro il M5S (...questa la chiamano democrazia...mi dispiace che i giornali legati al clero, come Avvenire, non denuncino questo grave peccato, ma si sà, anche loro prendono contributi statali...).

FABRIZIO 17.10.14 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Gianroberto Casaleggio..SEI UN GRANDE!!GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE FAI..GUERRIERO!!

nando ., parma Commentatore certificato 17.10.14 21:20| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Siiiiiii....!!!Bene!

nando ., parma Commentatore certificato 17.10.14 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Amico mio è naturale che ti e ci diffamino a ogni piè sospinto , in ogni occasione e in ogni luogo . Anzi temevo peggio ! Hanno massacrato Berlusconi ( che detto fra noi non mi piace ) e potrebbero farlo anche con noi . Stiamo in campana ! Un abbraccio.

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 17.10.14 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, spero che serva da monito per altri furbetti che disinformato.

Paolo A., cesano maderno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.10.14 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Ottima mossa!

E dovranno scucire anche i soldi dei danni ;)

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.10.14 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma davvero sono arrivati a tanto ???

Che disgusto ... non sopporto più queste continue diffamazioni.

Bravo Gianroberto, a questo giro non potevi proprio farla passare !

Era Ora !!!

p.s.(riconosco che sei meritevole di aver pazientato anche troppo)

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.10.14 20:42| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ben fatto!
Spettabili,
io, come tutti voi, che ho votato felicemente il M5S, mi sento diffamato
dai tg e stampa, non è il caso di dare incarico a uno studio legale la
ricerca di notizie diffamatorie e denunciare di conseguenza? con i ricavati
si paga lo studio legale, si fanno i tour elettorali, si finanzia le
amministrazioni dove governa il M5S e altri VDay.
Distinti Saluti.

Potere Ai Cittadini 17.10.14 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Non meritano il nome di giornalisti! Anche il fatto quotidiano pubblica titoloni ad effetto ed articoli poco informati sui fatti del M5S.

annamaria n. Commentatore certificato 17.10.14 19:39| 
 |
Rispondi al commento

sono stanco come tanti altri siete l'ultima speranza

franco lo presti 17.10.14 19:18| 
 |
Rispondi al commento

uscire da''euro si può, lo dicono i igliori economisti del mondo e se saremo noi i primi..il resto dell'europa ci RINGRAZIERà. SANDRA

sandra vacca 17.10.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti con voi fantastici concittadini a 5 stelle!! Grazie e avanti così!!

Se stiamo uniti, possiamo cambiare tutto!!

Valerio D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.10.14 18:21| 
 |
Rispondi al commento

A certi giornalisti e alle loro famiglie bisogna farli male come loro fanno male agli altri......

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 17.10.14 18:06| 
 |
Rispondi al commento

andale andale avanti con le querele ...senza sconti per nessuno !!!!!!!!!!!!

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.10.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Ritenendomi offeso anche io vorrei accodarmi alla querela.
Perché non fare.una class action?
Cominciamo a prenderli per il portafogli...che è l'unico vero amore delle loro vite

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 17.10.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

siete dei buffoni, prima eravata contro le querele ora le fate.
SIETE SEMPRE PIù UGUALI ALLA CASTA

sara R. 17.10.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVANTI COSI'

alvise fossa 17.10.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Perdoni Dottò,

le azioni legali vanno fatte "collettive", secondo me.

L'immagine lesa è quella di milioni di persone che hanno votato per il Movimento 5 Stelle, è quella di migliaia e migliaia di attivisti che si fanno in quattro per il M5S.

Oltre alle testate giornalistiche, vanno denunciati reati ben più gravi, disastri ambientali, attentati alla salute pubblica, corruzione e sperpero di denaro pubblico.

La macchina del fango è sempre in moto, e noi siamo pronti a spalare, come facciamo da anni, però qualcosa bisogna correggerla.

Conosce il mio pensiero, manca Rete lì dentro, che poi la rete debba essere pesata bene è vero, ma così non ce sta proprio.

Buone cose.

Nando da Roma.

p.s.

Comunque sono d'accordo sul portare in tribunale Panorama, prepariamoci a altro fango da parte di tutta la stampa italiana.


Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 17.10.14 17:23| 
 |
Rispondi al commento

ho letto l'articolo e di denuncia penale querelate cosi il fondo se riempie di soldi di i penivendoli e del delinquete d'Acore quanti diffamazioni tipo il cognato i fondi neri e il costa rica che schifo

daniel cortes 17.10.14 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Si.. in tribunale.. ma quando ci sarà il giudizio e condanna saranno passati molti anni.. sappiamo come si muove la giustizia.. queste notizie vanno divulgate in televisione che è il mezzo più veloce per farlo sapere all'opinione pubblica...fatelo sapere ai TG..

Sergio D., Roma Commentatore certificato 17.10.14 17:10| 
 |
Rispondi al commento

si si ... però un’associazione di piccole e medie imprese del SUD, NO???? Alla fine è sempre la stessa storia italiana... i soldi vanno sempre dove ci sono i soldi in questo paese! Fin quando il sud rimane depresso (volontà politica, come si vede dagli aiuti a certe associazioni nord) e non ci sarà una migrazione dal nord verso sud non ci sarà MAI una vera rivoluzione!!!!

vax 17.10.14 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Vai così!!! Dobbiamo farlo sempre e sputtanarli in ogni modo a questi scribacchini di palazzo.

Stefano V., Formia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.10.14 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Bravi. Era ora. Anche se veder descrivere l' amico Vito come Crimi(nale) mi fa' molto ridere....FATELI NERI (IN SENSO SPILLATEGLI PIU' SOLDI CHE POTETE).

Eugenio Donati 17.10.14 16:44| 
 |
Rispondi al commento

ERA ORA!
chi mente, deve pagare.
Poi magari ci regaliamo un gommone ai genovesi (visto che tanto il gverno non sistema le alluvioni, almeno galleggiano), ma intanto gli dovete togliere le mutande ai bugiardi!

Luigi M. Commentatore certificato 17.10.14 16:41| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE !!!!ERA ORA !!!! DOBBIAMO DENUNCIARE PRESSO GLI ORGANI LEGALI TUTTA LA DISINFORMNAZIONE NAZIONALE CHE CI DANNEGGIA........NON DOBBIAMO DARGLI PIU? TREGUA SONO SCANDALOSI

Pino M., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.10.14 16:38| 
 |
Rispondi al commento

era ora, denunciate ogni inesattezza e magari inizieranno a diminuire le calunnie gratuite (bhè non proprio gratuite, ma pagate da qualche padrone)

antonio grillo 17.10.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

E' una vita che parlate di querele.Era ora!!!!!

liuzzi.nicola 17.10.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo parlando con colleghi a lavoro e famigliari continuo a sentire attacchi al m5s dettati dall'informazione menzognera soprattutto quella televisiva (ormai i giornali sono letti da pochissime persone..) secondo me bisogna prendere un canale televisivo non c‘è altra scelta e sottolineo l'iniziale vocabolo che uso in questo post: Purtroppo!!!!


Nicola spinea 17.10.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Renzi aumenta l’Iva e la benzina: http://bit.ly/1waIrNd

Renzi con la manovra approvata annuncia in pompa magna 18 mld di tasse tagliate, tagli che saranno però finanziati con altri aumenti di tasse...

Claudio 17.10.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMO! PANORAMA BUTTATI AL SECCHIO

TERESA 17.10.14 16:32| 
 |
Rispondi al commento

finalmente !!!!

Moreno B., Livorno Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.10.14 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Dai dai dai!!!

Maria L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.10.14 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Era ora !!!!!

Alessandro L. 17.10.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori