Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Di acqua (privata) si muore

  • 25

New Twitter Gallery

salvatore_tafuro.jpg

immagine: Salvatore Tafuro, pensionato di Agrigento morto d'infarto mentre gli stavano staccando l'acqua perché non sarebbe riuscito a pagare l’ultima rata di ottobre pari a circa 150 euro

"L’altro giorno è successo che un pensionato sia morto d’infarto (Salvatore Tafuro, 68 anni, ndr) mentre gli stavano staccando l’acqua. La sua colpa era quella di non essere riuscito a pagare gli ultimi 150 euro di una rateizzazione per cui i monatti della Girgenti acqua Spa, si sono presentati a staccare il contatore e non hanno voluto sentire ragioni, nonostante le vivaci proteste dell’uomo. Non è colpa loro, ma della logica che fa di un bene pubblico e di un servizio universale di base un affare esclusivamente privato, a costi crescenti ed efficienza in calo per l’utente (la Girgenti garantisce l’erogazione solo per alcune ore e in determinati giorni), ma a profitti in crescendo per i gestori. Se non paghi è esattamente come se non avessi onorato la rata dell’auto. Non si tratta dunque di un episodio, ma di una realtà generale, peraltro divenuta concreta e attiva, alla faccia del referendum, prima con lo sblocca Italia e poi con la legge di stabilità che consente ai comuni di spendere le cifre ricavate dalla vendita delle quote nei servizi pubblici. Il partito di centro destra che risponde al nome di Piddì è pienamente implicato in questo processo di trasformare i servizi universali in affare privatistico con la concentrazione dei servizi idrici ed energetici ( così che se non pagate una bolletta qualsiasi vi staccano tutto) in quattro o cinque grandi società di mercato con un ambito territoriale minimo su base regionale, come ha sostenuto di recente Franco Bassanini, presidente di Federutility. Del resto che il partito fosse apertamente ostile al referendum sull’acqua non è un mistero, che fosse saltato sul carro all’ultimo momento temendo che la forza di trascinamento della consultazione sul nucleare lo portasse a una sconfitta in compagnia del Pdl è storia, che poi abbia fatto di tutto prima per sabotare la volontà degli italiani, anche in virtù del fatto che la "ditta" ha grossi affari nel settore, vedi Hera, e poi per renderla ufficialmente carta straccia con Renzi, è cronaca. La scusa ufficiale per questa operazione è che il pubblico non ha i soldi per gli investimenti necessari, ma è naturalmente una mascheratura e una bugia: da quando sono cominciate le privatizzazioni delle aziende che svolgono un servizio universale in questo campo e le quotazioni in Borsa gli investimenti sono calati a circa un quarto di quelli precedenti e le bollette aumentate di molto, in qualche caso raddoppiate o triplicate con incredibili guadagni di pochi. [...] il caso del pensionato morto per infarto nell’Agrigentino non è affatto un caso eccezionale, ma la semplice logica delle cose verso la quale veniamo trascinati. E l’acqua privata è solo l’inizio." ilsimplicissimus

13 Nov 2014, 10:32 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 25


Tags: acqua, acqua pubblica, pensionato, referendum

Commenti

 

Leggo i commenti e mi passano davanti agli occhi tutti gli atto del governo contrari al referendum 2011 che portano avanti la privatizzazione dell'acqua e dei servizi essenziali.
Chiedete consiglio ai comitati vicino a voi. Sono attivi sia sui distacchi che sulla cauzione appena inserita in bolletta.
Non state fermi! In caso, contattatemi.
Federica

Federica Daga 15.11.14 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Una sola parola: vergognatevi

umberto n., napoli Commentatore certificato 14.11.14 22:38| 
 |
Rispondi al commento

che dire... denuncia per omicidio colposo?

Forrest Gump Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.11.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Lunedì scorso l'Acea mi ha staccato l'acqua senza preavviso a
causa di una
bolletta di conguaglio Agosto 2013-Gennaio 2014 di oltre 2000 € da me non
pagata. Non sapevo nulla di tale bolletta, dei solleciti e perfino di una
raccomandata non pervenuta (come ammesso anche da Acea) per il fatto che le
Poste italiane, come risaputo, non funzionano. Recatomi il giorno
successivo all'Acea di Roma con la lettura attuale del contatore, hanno
dovuto annullare le ultime bollette (nessuna delle quali mi era pervenuta)
e per il periodo Aprile 2013-Giugno 2014 è stata emessa una nuova bolletta
di soli 83,54 €. Sono un pensionato di 66 anni che per un loro errore di
lettura del contatore sono stato male, non ho dormito tutta la notte e sono
stato privato dell'acqua. Penso che l'acqua sia un bene primario in
assoluto e che anche per motivi di igiene pubblica e di pubblica salute non
possa essere staccato. Ci sono altre vie per procedere al recupero di
eventuali crediti vantati dalle Amministrazioni e in questo senso dovrebbe
essere legiferato

Riccardo M., Sacrofano (RM) Commentatore certificato 14.11.14 03:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo che l' unica soluzione sia armarsi di caschi, mazze, molotov, pietre e cacciare questi bastardi. Non c'è più tempo, attrezziamoci!

Hi Tech Commentatore certificato 14.11.14 00:28| 
 |
Rispondi al commento

ma, invece di scrivere idiozie nei commenti, perché non ci organizziamo e non paghiamo più le bollette dell'acqua ?? Basta trovare un punto di riferimento e lì consegnare le bollette impagate. Ma farlo tutti o quasi.

aniello palomba 14.11.14 00:00| 
 |
Rispondi al commento

I GESTORI PRIVATA DI UN BENE PUBBLICO GESTISCONO UNA PARTE VITALE E FONDAMENTALE DI UN BENE ESISTENTE IN NATURA.I COSTI PER GLI UTENTI SONO QUELLI CHE QUESTE "MULTINAZIONALI"APPLICANO SENZA AVERE NESSUN OBBLIGO DI CONTROLLO SULLE TARIFFE CHE LIEVITANO A SECONDO DEI LORO FABBISOGNO DI INTROITO.RINGRAZIAMO ANCORA UNA VOLTA LA POLITICA DI QUESTI ULTIMI ANNI CHE, CON GRANDE BEFFA PER L'ESITO DEL REFERENDUM NAZIONALE,CI HANNO O CI CONTINUANO AD IMPORRE QUESTO TIPO DI SOPPRUSO POLITICO-AMMINISTRATIVO.

michelina chirichella 13.11.14 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Le condutture idriche sono un colabrodo, e s'era detto che le aziende private le avrebbero sanate. Campa cavallo!

Franco Mas 13.11.14 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno abbia il coraggio di suicidarsi con una cintura imbottita di tritolo.

biagio cristofaro 13.11.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Un attimo, detta così non è molto giusta:
se non si può staccare il servizio per paura di infarti allora non paga più nessuno.

Invece bisognerebbe puntare sulle tariffe che sono una fucilata nelle parti basse:
http://www.girgentiacque.com/index.php?option=com_content&view=article&id=335&Itemid=95
Ci sono tanti furboni che non pagano proprio perchè l'acqua non te la staccano subito, poi cambiano nome (va bene anche il nome di un clandestino espulso) e magari continuano a non pagare:
alla fine paga pantalone ovvero il cittadino onesto che si trova le tariffe linkate sopra.

Alle tariffe alte si aggiungono poi disservizi in comuni italiani che danno l'acqua solo per alcune ore al giorno (tubature vecchie e con molte perdite a cui si attaccano abusivamente ladroni la cui denuncia ha ritorni economici inesistenti).

Acqua pubblica per pagare meno, ma pagare tutti.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 13.11.14 15:50| 
 |
Rispondi al commento

E soprattutto su questo tipo di questioni che la voce dei 5 stelle si deve far sentire.. Vedrete ci sarà molto seguito

alberto M., Scisciano Commentatore certificato 13.11.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Queste sono le cose che fanno veramente indignare.
Chiudere l'acqua ad un povero cristo che non ha pagato 150 euro è una carognata vergognosa.

rodolfo z., cividale del friuli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.11.14 14:22| 
 |
Rispondi al commento

e dei cosidetti servizi sociali del comune ? vigili, sindaco, assessori ? forestali ? s'è visto nessuno ? a no , a quelli li vedi solo scioperare per avere gli aumenti , mentre ai lavoratori tocca scioperare per mantenere un lavoro ! fanculo i parassiti della P.A. che fanno pure i ponti spacciandoli per scioperi

ina ghigliot 13.11.14 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Pensate che a Belluno, dove piove sempre e l'acqua ci viene fuori dalle orecchie, la BIM GESTIONE SERVIZI PUBBLICI ha fatto un buco di 80 milioni di euro. Manco fossimo nel Nevada. Non è l'acqua in se stessa ad essere l'affare, ma i soldi delle bollette. C'è chi pesca nei fiumi e chi pesca nei conti correnti.

Gianluigi Mazzorana, Limana - Belluno Commentatore certificato 13.11.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO ALLA FOLLIA,PRIVATIZZARE L'ACQUA E' UN ASSURDITA',FERMATE QUESTI PROGETTI OSCENI DI PRIVATIZZAZIONE DELL'ACQUA

alvise fossa 13.11.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo arrivati all'assurdo. Il fatto di privare un cittadino, anche se moroso dell'acqua, dovrebbe far riflettere tutti che così non si puo' più andare avanti. L'acquedotto Pugliese dal mese di Ottobre 2014 ha inserito nelle bollette dell'acqua la voce Cauzione in base al consumo. Tale CAUZIONE è un ulteriore Tassa in quanto non verrà mai restituita agli utenti.

Luigi Orlando 13.11.14 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Prima o poi scoppierà quache rivolta sociale e i colpi di lupara saranno tanti.

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 13.11.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'acqua è un bene di tutti e non si tocca!
(In fin dei conti ,anche il nostro corpo è fatto per più del 90% di acqua.)
A questo punto,perché non tassare anche l'aria che respiriamo?


L'acqua va tassata perché è l'unico modo per convincere il popolo bue a non sprecare questo prezioso bene che verrà a mancare.
Siamo troppi e sempre più difficili da gestire.
Chi prende queste decisioni sa perfettamente ciò che fa, e il fatto che ci scappi qualche morto è considerato fisiologico, che vuoi che sia.
La verità è che il destino dell'umanità è l'estinzione per autodistruzione. Si tratta solo di ritardarla il più possibile.

Daniel S. 13.11.14 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per una cose del genere ..
varrebbe la pena di imbracciare un arma e tornare in montagna

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 13.11.14 10:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori