Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il Guardian annuncia: ''L'Italia pronta a tornare alla Lira'' #fuoridalleuro

  • 237

New Twitter Gallery

euro_guardian.jpg

La notizia del mattino da TzeTze

Negli ultimi giorni si parla molto all'estero della proposta del MoVimento 5 Stelle di un referendum popolare per uscire dall'Euro. Secondo quanto scritto ieri dal Guardian, questa è l'unica via d'uscita per l'economia italiana. Di seguito la traduzione dell'articolo pubblicato dal quotidiano inglese:

"L'Italia si prepara ad imboccare l'uscita. Anche se l'ipotesi di uscire dall'Euro può sembrare fantasiosa per uno dei membri fondatori, c'è una crescente sensazione che fra non più di 2 anni da oggi, Roma sarà nuovamente amministrata dalla propria moneta. I dati della scorsa settimana hanno fotografato un Paese in profonda crisi. Con un PIL inferiore del 10% rispetto a prima della crisi finanziaria, l'Italia è bloccata da una profonda depressione. Tutti gli sforzi per rilanciare l'economia hanno fallito, tale è la natura sclerotica delle norme fiscali, del mercato del lavoro e delle sue regole. Tutto questo ha impedito il progresso verso un'economia più efficace libera da sussidi e benefici tradizionali.
C'è stato un tempo in cui la classe media italiana non voleva sentir parlare di un'uscita dell'euro. Grazie all'Euro hanno mantenuto i loro risparmi e tutte le altre attività, in particolare le loro proprietà, hanno goduto di un valore sicuro con la moneta unica. L'uscita dell'Euro avrebbe portato ad un'enorme calo della ricchezza. Questa paura sembra essere evaporata oggi. Il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo si è schierato a favore dell'uscita dall'Euro. Il comico diventato politico sta promuovendo un referendum per uscirne. Più in generale, le mancate promesse di crescita hanno fatto mancare sostegno di Bruxelles e della Banca centrale europea all'Italia.
Gli italiani hanno aspettato tre anni che il capo della Bce Mario Draghi iniziasse a stampare moneta coma la Banca d'Inghilterra e la Federal Reserve. Draghi parla all'infinito di immettere liquidità nelle economie in difficoltà della zona euro, per poi tirarsi indietro. La settimana scorsa è successo di nuovo.
Ma anche quando una spinta di Draghi viene messa in pratica, è improbabile che sia efficace. Gli italiani stessi lo sanno. Hanno bisogno di una svalutazione della moneta. E' l'unica via di salvezza. I giapponesi lo hanno fatto. Questo può essere un buon modello di riferimento, a differenza di quanto stanno facendo gli altri Paesi più importanti creando un enorme debito nel settore pubblico.
Non si possono commettere errori, un ritorno alla lira sarà doloroso. Eppure sembra che gli elettori siano disposti a contemplare questa possibilità per fermare la deriva dell'economia italiana."

18 Nov 2014, 08:00 | Scrivi | Commenti (237) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 237


Tags: euro, fuoridalleuro, Guardian, lira, M5S, MoVimento 5 Stelle, Referendum, referendum euro, The Guardian

Commenti

 

Non si dice: "tutti gli sforzi per rilanciare l'economia hanno fallito" ma:"tutti gli sforzi....sono falliti".
Almeno la lingua italiana!!!

Luigi 26.11.14 18:16| 
 |
Rispondi al commento

quando ogni temporale legge, in meglio, non si sfiora. Cerchiamo bene dietro quelle rugose colline che c’è uno straniero e arrugginito sole sorretto sulla schiena da penitenti vite, che ieri me l’ hanno prestato per guardare meglio in faccia la superbia e il suo non dolce fine e ora la coltiviamo rigogliosa all’ombra dei fiori del prepotente glicine. Questo straniero sole basta soltanto scartavetrarlo e porlo fisso giorno e notte, perfino quando le stelle dallo spreco di luce son sconvolte, per illuminare dell’esistenza il suo amaro confine e del momento opportuno le sue spine.

Alessandro morigi, Bracciano Commentatore certificato 24.11.14 18:37| 
 |
Rispondi al commento

L’ACCATTONE DI TRANQUILLITA’ D’ANIMO:
Cerchiamo bene che sotto i portici del teatro mi hanno detto che c’è una non troppo recente sedia di legno intrecciata con il filo spinato e ambigue bugie, basta soltanto strapparli e porci la paglia che abbiamo scartato dall’ovile, per seder più comodi già dalle prime file. L’accattone di tranquillità d’animo passa di la quando non è ancora troppo tardi. Cerchiamo bene che in quel desolato campo di spinosi cardi tira sempre un leggero maestrale di perdono per colmare tutti gli sbagli, basta soltanto raccoglierli con i guanti in compagnia di una brigata di spiriti erranti che non hanno più tempo per tramare vendetta poiché troppo impegnati a camminare e innamorarsi in fretta dietro gli sguardi. L’accattone di tranquillità d’animo passa di la e non dirle che ormai è troppo tardi. Cerchiamo bene che nella casa del vicino ci sono ancora le corse in bici di quando ero bambino e le buche di caduta conservate tra i funghi e gli aghi pino con le risate di gioia sfumate dalla cappa del cammino, tracciano una traiettoria che sembra frode ma in realtà sono solo le reminiscenze tiepide e pacifiche del mio cuore. L’accattone di tranquillità d’animo passa di la quando non è ancora troppo tardi. Cerchiamo bene che nella nostra intelligente e super evoluta persona, c’è ancora quel profumo di primordiale sesso che ci riconduce indietro di qualche secolo e fa più rumore della corretta campanella della scuola, quando ogni temporale legge, in

Alessandro morigi, Bracciano Commentatore certificato 24.11.14 18:36| 
 |
Rispondi al commento

MAGARI ! !!

NO EURO SUBITO !!!

daniele magggi Commentatore certificato 24.11.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l'ora.
Non voglio più essere un cittadino della periferia del 4º reich, e di essere sfruttato e massacrato dalla Germania e da oscuri burocrati appartenenti a staterelli insignificanti.

giuseppe incardona 22.11.14 16:28| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO (IV PARTE )


L'AGGIUSTAMENTO CLASSICO DELLA ECONOMIA IN GOLD STANDARD ( C FISSI )DETTO FLUSSI DI ORO-PREZZI INDICA CHE L'ECONOMIA SENZA DOMANDA( PER PERDITA DI DOMANDA O PER RISPARMIO ) TROVA LA SUA SOLUZIONE NEL CALO DEI PREZZI --CHE E' AUMENTO DI REDDITO REALE .PUNTO.

E NON SI DICA CHE SI VOGLIONO RIDURRE I SALARI REALI , PERCHE' CON PREZZI BASSI I SALARI REALI SALGONO . PUNTO.

CHI INSTILLA LA IDEA CHE I TEDESCHI VOGLIONO RIDURRE I SALARI REALI ITALIANI CHE GIA' SONO LA META' DI QUELLI TEDESCHI INVECE VUOLE DIFENDERE I PROPRI MARGINI DI PROFITTO E DI RICARICO AL 1000 - 2000% OGGI INCORPORATI NEI PREZZI ITALIANI , COME GIA' DETTO NEL SITO DA CHI DICE CHE IN GERMANIA I PREZZI DEI SUERMERCATI SONO 3 VOLTE PIU' BASSI CHE IN ITALIA , E QUINDI SI DIFENDONO I SUPERPROFITTI DI QUESTO COMMERCIO IMMONDO IN ITALIA STIMOLATO DA BRODI COL SUO CAMBIO DA PAESE AFRICANO CHE HA PORTATO INFLAZIONE DA PAESE AFRICANO .E CHI VUOLE RILANCIARE LA LIRA VUOLE RILANCIARE QUESTO SFRUTTAMENTO DI COMMERCIO AL LIMITE DELLA FRODE O DELL'ANTITRUST , VISTO CHI I PREZZI SONO CARTELLIZZATI , E IN GERMANIA NO , E + CON QUESTA MACCHINETTA TASSIAMO E DIAMO SUSSIDI E COMBATTIAMO LA DEFLAZIONE ? I MOVIMENTISTI SONO MOSSI DALLE LOBBY DI SOSTEGNO A STRENZI , CON STRUMENTI DELL'INGANNO-VIA INTERVENTI DOMENICALI DEI BRODI E COSE INDICIBILI COME IL SOSTEGNO DELLA INFLAZIONE !( PER 30 ANNI CI HANNO SPACCATO LE BALLE COL FATTO CHE PER FERMARE L'INFLAZIONE BISOGNAVA ALZARE I TASSI DI INTERESSE !!! SIC , PAROLA DI MESTATORI ECONOMICI E CONSULENTI DI BANCHE EBRAICO- AMERICANE ALLA FRIEDMANN ONORATO DALLE BANCHE ITALIANE ) E SI VEDE CHE VOGLIONO FARE IL DANNO + TASSE E + PREZZI A CHI POI I P LI PAGA. I MANIPOLATORI DEL VOTO FANNO VEDERE VANTAGGI ( NUOVA MONETA ?) PRE ELETTORALI , E DOPO-DOMANI E' FINITO TUTTO, ECCETTO LE TASSE E I PREZZI ALTI.

GLI ANTICAPITALISTI DOPO AVERE PRODOTTO CHIUSURA DEL LAVORO VENGONO USATI PER TENERE ALTI I PREZZI E PIU' ALTE TASSE ? MA CH C

PROF MARCELLO PILI 21.11.14 22:02| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO ( III PARTE )


VEDO ANCORA CHE SE SI IRONIZZA SULLE INFORMAZIONI DALL'ESTERO E DELLE UNIVERSITA' ESTERE A VOLTE A MISURA DI PROF DI LICEO PER ECONOMIZZARE - NON PASSANO I "COMMENTI" E NEANCHE RIRTORNA PER LA CONFERMA IL COMMENTO ,E CIO' E'-- SBAGLIATISSIMO !

SI VUOLE FARE COME IL PCI ? CHE QUANDO C'E' UNA MAGGIORANZA OPPOSTA SI STACCA LA CORRENTE ???

SULLE COSE SBAGLIATE C'E' PRESSIONE ESAGERATA , E SEMPRE SBAGLIATE !----------

VEDO SOLO CON PIACERE CHE --DEAN BAKER --INCOMICIA A USARE LE MIE CATEGORIE :
1 °) IL CALO DEI PREZZI NON E' NEGATIVO , COME DICO IO DA UN PO' DI VOLTE -- RICORDANDO CHE IL CALO DEI PREZZI E' REDDITO REALE SALITO, E VOGLIAMO TRASCURARE ??? L'INCREMENTO DEL REDDITO REALE ? PER AUMENTARE LA SPESA ASSISTENZIALE DA COPRIRE CON TASSE CHE PAGHERANNO GLI STESSI CHE PAGANO I PREZZI ALTI CHE SI VOGLIONO SOSTENERE USCENDO DALL'EURO A CHIACCHIERE E IN REALTA' NO , PER CUI E' SOLO PROPAGANDA ELETTORALE , EFFICACE SOLO PER IL GOVERNO CHE RINGRAZIA ! UN'IDEA COSI' NON GLI ERA VENUTA MA RINGRAZIA , A MENO CHE NON L'ABBIA INVIATA TRAMITE UNIVERSITINE STRANIERE O GUARDIAN ! MAMMA M ?!

CONTINUANDO CON --DEAN BAKER--VEDO CHE PARLA DI PROCESSO DI AGGIUSTAMENTO COME DICO IO , CHE VA QUALIFICATO DAL 3 % DEFICIT E 60% DEBITO CHE E' SOLO LA POLITICA DI CAMBIO ALTO CHE CONSENTE DI AVERE PETROLIO A PREZZO SCONTATO DALL'ALTO LIVELLO DELL'EURO : ALTRO CHE SVALUTAZIONE CON RILANCIO DEL CAVOLO, PERCHE' SOLO I PREZZI SALGONO E SI RILANCIA UN CAVOLO , E CHI LO DICE VUOLE FREGARE SUI PREZZI ALTI CON RICARICHI DEL 1000% E 2000% SULL'ABBIGLIAMENTO .I VOTANTI DEL GOVERNO CITRULLO SPECIALE -COSI' SI SA CHI E' .

2°)L CALO DEI VALORI DELLE CASE ? IN ITALIA E' GIA' AUMENTO DI REDDITO REALE ( COSTANO LA META' DI PRIMA ) E GLI AFFITTI SCENDONO PER QUELLA LEGGE NATURALE CHE SI CHIAMA AGGIUSTAMENTO FLUSSI DI ORO -PREZZI DEL GOLD STANDARD , CHE DEAN BAKER ALMENO CAPISCE -MA NON GLI ALTRI .

3°) I SALARI REALI SALGONO! NO PCI!

PROF MARCELLO PILI 20.11.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo molto questo passo. Questa è l'unica via d'uscita per l'economia italiana. Uscire dall' euro sarà doloroso ma restarci lo sarà ancora di più. Fuori dall' euro. Fuck you Euro

Notizie informatica Commentatore certificato 20.11.14 04:43| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO --

SI RIPETE 2 VOLTE CHE SE IL TESTO E' PIU' ARTICOLATO NON TORNA NEANCHE IL COMMENTO PER LA CONFERMA .

LA IRONIA SULLA ECONOMIA DELLE UNIVERTA' STRANIERE E' ASSOLUTAMNETE POSSIBILE .

UNA BUONA SCUOLA ITALIANA E' PAREGGIATA SOLO DAI MINISTRI DELL'ESTERO.

QUESTA PROPOSTA FUORI DALL'EURO NON HA NESSUN FONDAMENTO , MA E' ENTRATA IN ITALIA DA PARTE DEGLI UTILIZZATORI FINALI CHE SONO IL GOVERNO E I DC ( AL BRODO ) PER FARSI TUTTE LE COMPAGNE ELETTORALI , DALLE PRESIDENZIALI ALLE REGIONALI CON POCA SPESA ED EFFICACIA CHE HANNO COLTO IN QUELLA DI GRILLO , CHE INVECE GLI HANNO MANDATO NEL BLOG LORO STESSI , VIA " ECONOMISTI DELL'ESTERO DICONO CHE --" O IL GUARDIAN ( NIENTEMENO ! ) HA DETTO --- SIC !NIENTE!!!

MA L'AFRICA HA TUTTI I PAESI FUORI DALL'EURO E CON SOVRANITA' MONETARIA E L'AMERICA DEL SUD IDEM ..

BASTA STORIE !!!

PROF MARCELLO PILI 19.11.14 23:51| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO


SI CONFERMA CHE SE SI MANDA UN COMMENTO SEMPLICE PASSA E SE SI MANDA UN COMMENTO ARTICOLATO

-NEANCHE RITORNA IL COMMENTO PER LA CONFERMA !

LO SANNO TUTTI CHE NON SERVE A NIENTE CHIEDERE DI USCIRE DALL'EURO , PERCHE' GLI ITALIANI DEVONO ESSERE IMPOVERITI PER LO STATO VESCOVILE IN COSTRUZIONE CON NUOVE TASSE A VANTAGGIO DI PRETI E PEDOFILIZZATI , FACENDOLO FARE AGLI STESSI CHE SUBISCONO LE IMPOSTE .

COSI' SONO TUTTI FAVOREVOLI !
QUELLI CHE SI DICE ? COSA CI VUOLE A CONVINCERLI ???

COSA ABBIAMO SCRITTO ? DA TOGLIERE ?

DOBBIAMO SAPERE COSA SI FA' ? DOPO ANNI ?
NIENTE ?

PROF MARCELLO PILI 19.11.14 23:07| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO


SE SONO TUTTI D'ACCORDO , COME CONFERMA BRODI , BERLUSCAVOLO E IL GUARDIAN E ADERENZE DI FRONZI ? PERCHE' NON SI ESCE DALL'EURO E BASTA ?

SENZA ASPETTARE ANNI ???

PROF MARCELLO PILI 19.11.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO


PERCHE' ? APPENA SI PASSA DA UN COMMENTO SEMPLICE AD UNO PIU'ARTICOLATO
GIA' NON RITORNA IL COMMENTO PER LA CONFERMA ?

PROF MARCELLO PILI 19.11.14 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Ottima mossa di M5S . Praticamente il referendum sull'euro diventa una spada di Damocle sui paesi rigoristi . Saranno costretti ad allentare l'austerità ed a svalutare l'euro , per non perdere il referendum e affondare

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 19.11.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me uscire dall 'euro non risolve la crisi italiana . Per risolvere la crisi è abbassare del 5o% oppure 60% le tasse e togliere tutti i ladri nel nostro governo !!!! Questa è l'unica via !!! Finchè ci sono loro andremo sempre in fondo !!! REVOLUTION ! RIVOLUZIONE!! REVOLUTION !!!

Vincent Pergola, Ariccia Commentatore certificato 19.11.14 07:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

deLIRAre o si va alla nEURO!

claudio masiello 18.11.14 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo tutti alla nEURO perché stiamo proprio deLIRAndo!

claudio masiello 18.11.14 23:43| 
 |
Rispondi al commento

W LA LIRA ITALIANA

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 18.11.14 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo l'Italia è forse pronta ma i politici al governo proprio no.
Come dire che l'Italia è pronta a tagliare gli sprechi e finanziamenti ai partiti ma i politici no.
L'Italia è pronta a combattere la mafia ma i politici no.
.....

Finirà a torce e forconi e molto prima delle prossime elezioni del 2018.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto : c'e' un 99,999% di probabilita che non ci sara' nessun referendum sull' euro, almeno in questa legislatura (presumibilmente, fino al 2018)

Anche ammesso che vengano raccolti 3-4 milioni di firme, bisogna che una legge costituzionale in Parlamento indica un referendum (che sara' comunque solo orientativo). Ma non c' e' la maggioranza in Parlamento per farlo.

Se anche una maggioranza (per miracolo) si trovasse, la legge costituzionale dovrebbe essere approvata due volte da ogni ramo del Parlamento (a sei mesi di distanza). Se l' approvazione (la seconda volta) avvenisse con meno dei due terzi dei voti, la legge sul referendum dovrebbe essa stessa venir sottoposta a referendum confirmativo. Un referendum se tenere il referendum: surreale.

A quel punto, se tutte queste condizioni irrealistiche si realizzassero, si potrebbe effettivamente procedere ad un referendum (ma puramente orientativo, non legalmente vincolante) sull' euro.

Campa cavallo ... nel frattempo, chiunque ha un minimo di cervello avrebbe mollato le sue attivita' finanziarie in Italia e acquistato titoli tedeschi o Americani, e il corso dei BTP e CCT eccetera sarebbe totalmente crollato, con gli interessi alle stelle.

Ci sarebbe il default prima ancora di arrivare ad ul referendum ... ma, per fortuna, non si arrivera' mai al referendum, per i motivi suesposti.

Si tratta di una battaglia totalmente sbagliata, che distrae pero' dalle battaglie veramente utili in questo momento (corruzione/salario di cittadinanza ecc ecc)

gerbert g. Commentatore certificato 18.11.14 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete dimenticato questo pezzo nella traduzione!

Meanwhile, Spain and Ireland have contrived to push through reforms, bolster their banks, and move ahead. Even Greece’s economy is growing, according to the most recent official figures.

Non è una frase secondaria!

Alfonso Faelli 18.11.14 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente in sintonia la necessità di avere una moneta nostra come inghilterra, ungheria, ecc, ma insieme deve cambiare la banca d'italia, cioè essere pubblica altrimenti privati e bce comanderanno sempre sulla nostra economia e sottolineo nostra.

carlo nicolini, genova Commentatore certificato 18.11.14 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi ripeto. La sovranità monetaria non l'avevamo neanche prima di entrare nell'Unione Europea, in quanto l'aveva la Banca d'Italia che è una banca privata. E così (si legge in "Euroschiavi" ): il sistema bancario attraverso il signoraggio e gli interessi sul credito, sottrae alla collettività e all'economia somme enormi, stimate da alcuni in oltre 700 miliardi di euro all'anno per la sola Italia.
Pertanto, se contemporaneamente non si interpella la Corte Costituzionale chiedendo il rispetto dell'art. 1 della Costituzione, uscire dall'euro servirà a poco. Del resto, siamo in migliaia iscritti al blog e sia per i costi legali (basta 1 euro a testa e già potrebbe essere sufficiente) sia, anzi soprattutto per il fatto che una richiesta fatta da migliaia di cittadini ha senz'altro più valore, la cosa credo sia senz'altro concretizzabile.

franco casadidio 18.11.14 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo di nuovo dopo aver riflettuto sulla reazione provocata dal mio precedente post.

PI ME, al di là della sua opinione, vorrei dirle che non mi ritengo ingenua ma piuttosto un’utopista. Insieme al movimento anarchico di Carrara ho partecipato alle lotte studentesche fino dal ‘68 e credo di essemi fatta una esperienza di contestazione sul campo, pagata a caro prezzo.

Ai suoi albori avevo visto un’opportunità nel M5S
e le assicuro che non intendo assolutamente prendere in giro nessuno rilevando che la sua attuale deriva verticistica mi pare, quella si, una presa in giro, o quantomeno non mi trova più in sintonia.

In conclusione PI ME, cerco di rispettare le opinioni di tutti ma probabilmente la mia anima contestatrice non mi fa amare l’omologazione nè
l’asservimento, fosse anche al Grillo-Casaleggio pensiero.

Se mi è permesso, la saluto ora con una citazione che mi è venuta in mente pensando ai contestatori di occupypalco

"Per scoprire chi vi soggioga, basta scoprire chi non vi è permesso criticare."

http://www.infinitafollia.it/strane-storie/592-4-cose-sull-anarchia-da-non-sapere

:)

Loramari P., Pietrasanta Commentatore certificato 18.11.14 13:25| 
 
  • Currently 3.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'alluvionata ha detto di essersi salvata grazie a un miracolo divino.
E' una prediletta di Dio? E quelli che sono morti? Non ci saranno mica preferenze lassù?

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi piace questa presa di posizione. Infatti prima dicevamo che chiedevamo il referendum per far scegliere gli italiani.
Ora solo il referendum per uscire. Non va...

bulba p. Commentatore certificato 18.11.14 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Unità monetaria Latina
Una strada già percorsa è fattibile
Proponibile anche ad altre nazioni
Troppo farraginoso è troppo lontano nel tempo
Causa procedure costituzionali pensare di arrivare in tempo
per fermare la deflazione con la vecchia lira e ritornare al passato e assai rischioso
Un passato in cui bankitalia era comunque sempre in mano privata E a sovranità limitata fin dalla sua fondazione a fine ottocento
Si al referendum
Per responsabilizzare quei cittadini distratti

Ma chiedo a ciascuno di voi la franchezza di ammettere che se vi fosse stato nel 2001 avrebbe ottenuto un plebiscito per l'euro

E con tutta franchezza prima che le redini della comunità europea cadessero in mano a questi burocrati e alle potenti lobby bancarie la governabilità dell'Italia condotta dai politici nostrani sarebbe stata nei limiti del possibile ancora peggiore di quanto non sia. Le pochr regole erano quelle derivanti
dalle indicazioni di Bruxelles
Non buttiamo via il bimbo con l'acqua
Adottiamolo e facciamolo crescere insieme all''unione degli altri popoli, oggi disastrati quanto noi
Un esempio soltanto, il reddito di cittadinanza che l'Unione europea ci invita a perseguire da tempo
Solamente italia e Grecia non lo ha attuato.

Rosa Anna 18.11.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Bene che bella notizia.
Ha fatto bene ad andare con l'Euro e adesso torna e sai torna alla lira: è proprio l’Italia.
Le risposte altrove.

annamaria villa 18.11.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

IL GUARDIAN ANNUNCIA: ''L'ITALIA PRONTA A TORNARE ALLA LIRA''

Si, e chi la stampa la nuova Lira, la Banka d'Italia SpA?

Mi sarei aspettato di trovare tra i quesiti referendari anche la voce:

Deve tornare pubblica, come da suo statuto, la Banca d'Italia?

SI-NO.

Sarà duro un ritorno alla Lira, ma se a "battere" moneta sarà una banca privata, a noi non ci rimarrà che "battere" la testa contro il muro, sarebbe meno doloroso.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ritornare alla lira e alla vecchia cara evasione fiscale: e gli italiani ritorneranno a volare come negli anni 80 quando diventarono la 4° potenza economica del mondo!
Per i non esperti è bene chiarire che all'epoca l'evasione fiscale era solo una illusione giacchè il fisco non ci rimetteva mai.
Ma il fatto di illudersi di essere uomini liberi scatenava la fantasia creativa ed imprenditoriale degli italiani che faceva venire i sorci verdi alle altre economie estere: ad es. l'economia del nord-est in quel periodo (cresciuta a dismisura grazie proprio all'illusione dell'evasione fiscale) impressionava e stupiva il mondo intero.
Non posso spiegare qui per ragioni di tempo perchè si trattava di illusione ... ma chi mastica di scienze delle finanze sa di cosa parlo

romeo c. Commentatore certificato 18.11.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento

C'è qualche troll mascherato. Nemmeno troppo.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

divide et impera
italiani contro italiani
italiani contro stranieri
stranieri contro italiani
GUERRA CIVILE
è quello che vuoi, vero Renzie?
beh, complimenti, nella miseria è un vincere facile....ma stai andando alla grande!

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Non e' un caso che tutti i commenti favorevoli e gli incoraggiamenti ad uscire dall'euro vengano dalla Gran Bretagna, che e' fuori dalla moneta unica europea, ragiona ed agisce in simbiosi con gli Stati Uniti d'America.
La distruzione dell'euro e, in prospettiva, della stessa Unione Europea sono infatti gli obiettivi palesi anche se non esplicitamente dichiarati dell'alleanza atlantica anglo-americana, vista come alternativa all'Europa.
Nella visione imperialistica del loro ruolo nel mondo, che neppure Obama ha rinnegato, gli amaricani e la loro mosca cocchiera britannica preferiscono infatti avere tanti stati europei divisi e magari in competizione tra loro per poterli meglio "guidare" e manipolare a loro piacimento.
E' la vecchia posizione storica dell'Inghilterra che gli USA hanno ereditato e fatta propria. Ancor prima "divide et impera" era la politica dell'impero romano, di cui gli USA bonta' loro pretendono di essere gli eredi ultimi.
Avere a che fare con una Europa che pretende di federarsi o quantomeno confederarsi, di avere una moneta unica e in prospettiva politiche economiche, fiscali, estere, energetiche comuni; persino (che orrore) forze armate unificate. Tutto cio' non rientra nei piani stategici americani, anzi proprio non lo possono sopportare.
Sara' per questo che l'attacco all'euro e' arrivato proprio quando era al massimo del successo, cominciava ad essere considerato valuta di riserva, di quotazione delle merci e del petrolio; cominciava cioe' a far concorrenza al dollaro.
L'occasione buona e' arrivata con la crisi finanziaria delle banche americane, il fallimento intenzionale della Leman Brothers, l'intervanto decisivo del governo USA tramite la Federal Reserve per salvare il mercio sistema finanziario americano e far pagare ad altri il costo della crisi, in particolare agli europei.
Anche se non si dice ufficialmente, i nostri guai vengono dagli USA e i nostri soldi vanno negli USA a salvare le banche USA.
Agli inglesi va bene cosi', a noi no.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.11.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA DALL'EURO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI,ED ANCHE IL GUARDIAN CI DA' RAGIONE

alvise fossa 18.11.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento

da un commento su tze tze:

Cuoreinfranto • 13 minuti fa

Ormai è in atto la strategia della finta contestazione; è cominciata con la finta attivista a Italia a 5 stelle (quella che non sapeva che i rimborsi elettorali sarebbero toccati al M5S), e proseguita con i finti attivisti di occupypalco, i finti contestatori di Genova (tra cui un ex candidato a una lista vicina alla lega)
e adesso questi 20 leccapiedi. Credo che ne arriveranno anche altri.
P.S. Mi chiedo quale sia la mente dietro tutto questo, credo uno del PD..MA CHI !!?? RIMARRÀ UN MISTERO.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 18.11.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

la cosa interessante e' che molti pensano che ci sara' davvero il referendum e che l 'Italia uscira' dal'' euro. Nulla di tutto questo accadra'.

Anche ammesso che vengano raccolti 3-4 milioni di firme, bisogna che una legge costituzionale in Parlamento indica un referendum (che sara' comunque solo orientativo). Ma non c' e' la maggioranza in Parlamento per farlo.

Se anche la maggioranza ci fosse, la legge costituzionale dovrebbe essere approvata due volte da ogni ramo del Parlamento (a sei mesi di distanza). Se l' approvazione (la seconda volta) avvenisse con meno dei due terzi, la legge sul referendum dovrebbe essa stessa venir sottoposta a referendum confirmativo. Un referendum se tenere il referendum: surreale.

A quel punto, si potrebbe effettivamente procedere ad un referendum (puramente orientativo) sull' euro.

Campa cavallo ... nel frattempo, chiunque ha un minimo di cervello avrebbe mollato le sue attivita' finanziarie in Italia e acquistato titoli tedeschi o Americani, e il corso dei BTP e CCT eccetera sarebbe totalmente crollato, con gli interessi alle stelle.

Ci sarebbe il default prima ancora di arrivare ad un referendum ... ma, per fortuna, non si arrivera' mai al referendum, per i motivi suesposti.

E' una battaglia totalmente sbagliata, che distrae dalle vere battaglie (corruzione/salario di cittadinanza ecc ecc)

gerbert g. Commentatore certificato 18.11.14 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Spero che la Cittadina Taverna abbia finalmente capito, che gli italiani sono stufi di politici, che mettono sempre le ideologie davanti ai loro interessi.
Mentre Beppe Grillo cercava di riportarli sulla giusta strada, gli eletti in Parlamento hanno votato insieme all'estrema sinistra, per l'abolizione del reato di clandestinità.

Adesso che avete regalato alla Lega alcuni milioni di voti, mettetevi davanti allo specchio, e fate quello che, chi vi ha votato nel 2013, vorrebbe fare.

gianfranco chiarello 18.11.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sapete cos'hanno fatto i venti cittadini che ieri hanno contestato Paola Taverna (unica ad averci messo la faccia, senza scorta né auto blu)? Quegli stessi che urlavano: "Noi i politici non li vogliamo". Lo sapete? Ve lo diciamo noi.

Si sono riuniti in gran segreto col PD, con il presidente del Municipio per l'esattezza. Eh sì, la verità viene sempre a galla, grazie alle rete. Vi riportiamo di seguito la testimonianza di un utente. Buona lettura:

VI PREGO DI DIFFONDERE QUESTO POST. Sicuramente starete vedendo video di quando oggi Paola Taverna viene contestata a Tor Sapienza dai manifestanti. Vi racconto io come sono andate le cose.

I manifestanti erano poco meno di 20 persone che sostenevano di non volere i politici nella loro riunione, poi però si sono chiusi CON IL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO (Partito Democratico). Detto questo vi chiedo, ma questi che ceravano: risposte e soluzioni dalla politica o posti di lavoro? (Io non sto sostenendo nulla, ogni vostra interpretazione a questo post non è responsabilità mia.) (Segnalazione da Facebook)

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 18.11.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

1 Avete non tradotto parti essenziali dell'articolo originale
2 Avete travisato il senso con una traduzione approssimativa e non attinente al testo

La vostra non sembra una gran opera di informazione

Alfonso Faelli 18.11.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

non lo so,ho paura,ma avanti così non si può andare

francesco c., sturno Commentatore certificato 18.11.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

..guccini alle regionali emiliane ha dichiarato che voterà sel....che orrore vedere cadere così uno che stimavo tanto ai tempi...che tristezza!!!addio gucc....

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LORO, si arricchiscono con Terremoti, Alluvioni, Epidemie etc. Credete che, dopo essersi arricchiti con l'entrata nell'euro ( ci fu il boom dei suv), non se ne arricchirebbero con l'uscita?
LORO lo sapranno in anticipo, porteranno all'estero gli euro che ancora non hanno portato, poi, chiuderanno i conti correnti(per che cosa credete che abbiano obbligati tutti ad avere un conto corrente?), li riapriranno u mese dopo, cambiando 1000 euro con 1 milione di lire.
PRIMA, BISOGNA ENTRARE NELLA STANZA DEI BOTTONI.

Francesco D., Carrara Commentatore certificato 18.11.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una SME interegionale antingresso della futura nuova moneta Nazionale a salvaguardia dei diritti elementari dei cittadini, si possono usare insieme e pian piano anche più monete. l'euro nell'Italia che lo vuole, per le sole MACROfinanze internaz/ come le Borse, titoli pubblici tra Stati, forniture tra Aziende multinazionali. Poi, monete interregionali scelte da cittadini ed imprese residenti, per le MICROeconomie locali all'interno di ogni regione o tra regioni che, possono adottare in competizione Euro anche monete correnti e condivise di altre nazioni se consensienti, poiché le loro svalutazioni o recessioni sono storicamente identificate, conosciute, stabili, e gestibili. Poi si deve riflettere sulle MACROdimensioni dei problemi e delle soluzioni finanziarie ora ingestibili e fatti prima a cascata con stessi metodi, da soggetti e partiti che li hanno creati. Loro alterano poi in politica regole democratiche per decisioni più stringenti e privanti ai suoi elettori distratti che, sono stati allontanati pianpiano così, dal potere partecipativo e decisionale della sua diretta e semplificata democrazia. Sono privati così delle vitali conoscenze, deteriora la sua esistenza pacifica, crescita economica locale in contrasto con il potere energivoro e ambientale della malaricchezza internazionale dei poteri forti! ricattatori delle sovranità nazionali con i loro debiti pubblici tra le mani.I nostri poteri politici, ora tutto nelle mani dei partiti intermediari, producono incessanti ritmi di ansiose soluzioni con mali minori dei precedenti, ma per identici problemi con incessanti effetti negativi successivi che, hanno creato con leggi precedenti. Sapendo di non risolverli, quali intermediatori, tengono a bada e lontano dai poteri decisionali i suoi elettori, con nuove leggi elettorali nel nome di poteri iunsufficienti alla malagestio. Intanto educa (grazie al potere giornalistico) che decisioni politiche hanno qualcosa di sporco e difficile che sanno solo i partiti.

pino 18.11.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Bildberg , Rotschild , Goldman , Trilateral e chi più ne ha più ne metta , stanno drenando risorse e prosciugando le ricchezze italiane con la compiacenza e la complicità del PD e soci : Prodi , Ciampi , Visco ecc... ! L'euro è il mezzo principale ma non l'unico che le lobbies hanno a disposizione per la bisogna . I giochi infernali che i geni malefici dell'economia mettono in campo sono portati avanti dai loro dipendenti grandi economisti quali Monti , Draghi , Padoa Schioppa ecc... i quali , proni all'alta finanza mondiale sopratutto americana . Sono riusciti a distruggere la nostra Nazione in pochi anni anche grazie alla favola del debito pubblico che è un vero e proprio gioco di prestigio finanziario che i famosi geni fanno passare per verità , addossando a ogni nuovo nato cinquantamila euro di debito , oltre che già ai viventi ! Noi continuiamo a dar retta a questi ladroni che profetizzano sciagure tremende nel caso uscissimo dall'euro , non è vero ! A dodici anni dall'adozione di questa moneta , sopratutto ai suoi vincoli , siamo rovinati , un altro passo e ci affiancheremo alla Grecia , peggio di così ! Se non ci liberiamo del PD non potremo fare niente essendo questo partito complice dei gentiluomini di cui sopra e pronto a osteggiarci in tutti i modi per compiacere i loro padroni ! E dire che avevamo proposto Prodi come presidente della repubblica ! Un cenno alla Cina che va fermata con la sua invasione di prodotti a basso prezzo che chiudono il mercato ai nostri prodotti ,creando disoccupazione tra i nostri lavoratori . Ripristino dei dazi e stop all'acquisto di attività da parte dei cinesi , o di chiunque altro ci faccia concorrenza sleale . Tantissime piccole attività stanno chiudendo per questo ! Il momento è critico , dobbiamo allearci con la Lega e la Meloni che la pensano come noi e che come noi si rendono conto che si deve fermare l'invasione dei clandestini , pena la rivoluzione !


Buongiorno

anche stamani ce la cantiamo e ce la suoniamo tra di noi!

ps invece della lira un euro italico?..

Bacia Mano, Bon Ton Commentatore certificato 18.11.14 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno blog!!se non usiamo anche noi tutti i mezzi di comunicazione possibile siamo fritti...lo dico sapendo di non esser mai ascoltato ma non si può tacere.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il commento delle ore 11,41 dell'amico A r j mi ha fatto riflettere su una cosa importante a compendio del mio commento delle ore 10,44

assodato che siamo schiavi
viviamo in una gabbia moderna ma angusta
una prigione senza sbarre apparentemente visibili
ma non per questo meno costrittiva ed aberrante


le vere sbarre che ci tengono imprigionati
sono dentro di noi
loro le hanno costruite
ce le hanno impiantate
la propaganda le fortifica
l'assuefazione le consolida
ma noi non facciamo nulla per
spezzare queste catene

il segreto del loro successo ???
che i carcerieri siamo noi stessi

... e non si tratta di un film

Cla'

luci da Alcyone () Commentatore certificato 18.11.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Il ritorno alla Lira ( o nuova moneta sovrana ) Non e' affatto doloroso. Pura propaganda stampata? Quando l'euro entro' tutti gli organi di stampa e oggi siete un organo che strimpella, affermavano il contrario, sempre il contrario della realta'. Arrivava ricchezza, benessere, crescita dei paesi membri, un'unione di fatto e di buon diritto. Pure ILLAZIONI. Oggi abbiamo di nuovo ILLAZIONI. La prima firma sul referendum sull'uscita dall'euro e' la MIA. Subito!

Elia . Commentatore certificato 18.11.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Itaslian è sempre stata un paese che grazie all'agricoltura, alla pastorizia, all'artigianato e al turismo ha sempre sopravvisuto dignitosamente.
Il folle progetto, mussoliniano, di renderlo un paese industrializzato dove le persone non sono più tali ma semplici spingi bottone di bord macchina, dove credevate ci avrebbe portato.
Nel dna italiano non è previsto l'essere servo.
In Italia tutti si sentono più bravi del proprio capo settore e anche del capo dell'azienda. Tutti si sentono più bravi del presidente del consiglio, chiunque esso sia, tutti si sentono più bravi del commissario tecnico di turno, tutti si sentono più bravi dell'elettricista che ti sta facendo l'impianto a casa.
Era ovvio che ci sarebbe stato malessere trasformando un paese di inventori in un paese di servi.
Il problema che 60 anni di inculcamento hanno tarpato le ali dell'Italiano medio e lo hanno reso un babbeo mammone che corre dalla mammina a piangere non appena succede qualcosa.
Punto

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 18.11.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benissimo, si torna alla lira. Io faccio ancora uno sforzo mentale a pensare in euro e mi andrebbe benissimo. Per capire quanto spendo la traduzione mi aiuta molto.
Però non è certo per questo che si ritorna indietro, vero?
Allora chiedo. Se non è per questo, perchè?
Con questi governanti credete che riusciremmo a migliorare?
Io sono convinto che peggioreremmo la situazione.
Ora bene o male sono vincolati con le spese.
Con la lira si torna al rutto libero di Fantozziana memoria.
Loro dicono di non voler abbandonare l'euro ma io sono convinto che non aspettano altro.
O cambiamo i politici o qualsiasi cosa sarà peggiorativa della condizione attuale.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Blog, dobbiamo uscire dall'euro perchè la bce ci sta riccatando e perdiamo sovranita nazionale fra un pò ci impediranno di chiamarci italiani ed aboliranno la lingua italiana perchè noi siamo la zavorra della bce, ormai l'iatalia e stata depredata da ogni risorsa faremo la fine della grecia e di cipro, l'europa deve essere smantellata e un obrorio di satanismo globale.
nel parlamento europeo c'è il tempio della meditazione dei satanisti, se non mi credete andate ha vedere voi stessi che cosa nasconde l'europa. guardate questo video.
http://vimeo.com/31762541"

Roberto Santi 18.11.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Salve. Io sono un ferreo sostenitore del movimento, ma a vedere tutto questo entusiasmo per un'uscita dall'euro da parte dell'Italia mi fa rendere conto di quanta ignoranza regni. Capiamoci, in caso di un ritorno alla lira, questa finirebbe per svalutarsi ed in pratica chi ora non ha niente continuerà a non avere niente, chi invece ora ha qualcosa finirà per non avere niente. I ricchi, invece, quelli subirebbero un ridimensionamento del loro capitale, tranne quelli furbi, però, che porterebbero i loro soldi al sicuro da qualche altra parte.

Con questo cosa voglio dire? Voglio dire che sono a sfavore di un'immediata uscita dall'euro. L'Italia non si salva con l'uscita dall'euro ma con la lotta alla corruzione, alla criminalità e alla disonestà. Per citare l'articolo 1 della costituzione, in termini attuali, "L'Italia è un'oligarchia fondata sulla disonestà". Non sono totalmente contrario ad una uscita dall'euro, ma lo sono in questo momento. Impoverire ulteriormente i cittadini senza che vi sia di base uno stato onesto che possa assicurare giustizia sociale sarebbe una sciagura. L'italia si potrebbe salvare solo con la lotta alla disonestà. Una classe politica onesta è la chiave di volta per salvare questa nazione e solo dopo un assestamento si potrebbe optare con sicurezza per un ritorno alla lira.

Vi lamentate per delle tassazioni sempre più alte, ma non vi rendete conto che in caso di ritorno alla lira la tassazione rimarrebbe comunque invariata, con il plus di vedere dimezzato il valore di tutto quello che avete di almeno il 50%.

Lotta alla disonestà, alla corruzione, agli sprechi e alla criminalità, unica possibile salvezza.

Giovanni I., Orta di Atella Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

test

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 18.11.14 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma, referendum significa chiedere al popolo cosa ha intenzione di fare. Siete tutti già belli lanciati al momento in cui ci sarà da dire "Il popolo ha deciso. Queste sono le firme."
Ma se non sbaglio un referendum che anche può raccogliere 2, 3, 4 milioni di firme non è mica la rappresentazione della volontà del popolo italiano. Se su 25 milioni di aventi diritto al voto firmano in 3 o 4 milioni non è che state dando voce al popolo italiano state dando voce ai vostri elettori.
L' altro giorno Grillo era a Bruxelles a dire "è finita". Ma in nome di chi stava parlando?
Occhio che vi state tirando la zappa sui piedi e non ve ne rendete conto. Che tra l' altro è il motivo per cui ho smesso di seguirvi

adriano 18.11.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordo con il ritorno alla Lira, ma vediamo di non fare come quando siamo entrati nell'Euro, quando ad 1 € hanno fatto corrispondere circa 2.000 Lire, raddoppiando di fatto il costo di ogni cosa TRANNE degli stipendi. Chi prendeva 1.800.000 Lire di stipendio si è - correttamente - ritrovato in busta 900 Euro; ma un Kg di pane che prima costava 2.600 Lire è passato direttamente a 2,60 €, e così per tutto il resto. Non lo dice nessuno, ma ritengo che sia una cosa da sottolineare bene, altrimenti ci ritroveremo soltanto a cambiare il nome alle cose senza di fatto intaccarne la sostanza.

Annalisa 18.11.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo articolo è fuorviante. Per prima cosa, non c'è stato nessuno sforzo, da parte dei governi, per far crescere l'economia. Infatti, si presuppone che l'austerità la faccia decrescere.
Poi, la presunta ricchezza accumulata durante l'euro è puramente nominale. Infatti, a nessuno importa di vivere in una casa che in euro vale di più di una in lire. La cosa importante è che si riesca a trovare un lavoro che permetta di pagare il mutuo. Cosa che con la disoccupazione al 13% non risulta molto facile agli italiani.

Vi consiglio di leggere questo post:
http://lumiebarlumi.blogspot.it/2014/07/perche-il-governo-non-fa-niente-contro.html

Luca 18.11.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Resto sempre dell'idea che sarebbe meglio fare un euro come sarebbe dovuto essere.

Maurizio Colellaa (gaiaoverall), Campomarino (CB) Commentatore certificato 18.11.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per draghi l'euro è irreversibile, posto che solo la morte è irreversibile ha già detto tutto.

carla2 g., Padova Commentatore certificato 18.11.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento

CAPORETTO 2008+6
Tramonti a Nordest

(Bomba! E la riforma elettorale?) 171
(Bomba! E la riforma del lavoro?) 116
(Bomba! E la riforma della PA?) 089
(Bomba! E la riforma del fisco?) 071
(Bomba! E il sito?) 002 - FATTO

QUALE COOP RUBBA DI PIÙ ?

UDINE - Congelati 30 milioni di prestito sociale.

Chi nell’ultimo periodo ha voluto riavere i propri soldi non è stato accontentato.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2014/11/18/news/chiesto-il-concordato-stop-ai-depositi-1.10333349

L’esigenza dei soci con ogni probabilità ha fondamenta anche emotive. Nasce dal crac di Cooperative operaie, che ha un “buco” di 103 milioni, 600 dipendenti in bilico e 17 mila soci con il cerino in mano.

TRIESTE - Coop operaie, buco di 37 milioni

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2014/10/19/news/coop-operaie-buco-di-37-milioni-1.10144967?ref=search

------------------------------------

Se li votano, un motivo ci sarà.

.


epe pepe 18.11.14 11:15| 
 |
Rispondi al commento

perche' mai svalutare ? le nostre esportazioni stanno andando benissimo, e sono gia' il settore piu' dinamico della nostra economia. La nostra bilancia commerciale e' in attivo (il piu' forte attivo dell' UE dopo Germanis e Paesi Bassi)

La svalutazione implica un effetto sulla bilancia commerciale che non e' necessariamente positivo. Le esportazioni aumentano, ma il valore per unita' si riduce. Le importazioni si riducono, ma il valore per unita' aumenta. Qual e' l ' effetto finale ?

Non e' necessariamente positivo : in sostanza, dipende dall' elasticita' di domanda e offerta dei beni importati ed esportati. Le nostre importazioni sono particolarmente incomprimibili : materie prime e soprattutto energia. Con una svalutazione, costeranno piu' care. Le nostre esportazioni sono invece soprattutto beni intermedi e di consumo, piu' facilmente comprimibili.

In altre parole, sarebbe tutto da dimostrare che, dopo una svalutazione, la nostra economia sarebbe rilanciata.

Per chi si interessa al problema, gli effetti di una svalutazione sulla bilancia commerciale sono valutabili secondo la cosiddetta condizione di Marshall-Lerner http://it.wikipedia.org/wiki/Condizione_di_Marshall-Lerner

gerbert g. Commentatore certificato 18.11.14 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Guardian ci dice che dobbiamo uscire dall'€ perchè abbiamo, noi stato italiano, noi italiani,
“..tale è la natura sclerotica delle norme fiscali, del mercato del lavoro e delle sue regole. Tutto questo ha impedito il progresso verso un'economia più efficace libera da sussidi e benefici tradizionali.”

Ci dice che “Gli italiani stessi lo sanno. Hanno bisogno di una svalutazione della moneta...” “un ritorno alla lira sarà doloroso”.

Giusto, si svaluti. Se un chilo di pane costa €3/4 al kg, quando ci sarà l'inflazione al 20% costerà l'equivalente di €3,60/4,80 il primo anno il secondo €4,32/5,76, e essendoci crisi, non aumenteranno gli stipendi.

E le cose importate dall'estero costeranno di più. Gli arabi ci venderanno il petrolio pagando lire?
I cileni ci venderanno il rame pagando lire? I cinesi la tecnologia? Tutto il mondo è scemo, se si fida della lira. Ma non credo..
Paolo TV (TV non sta per televisione, ma Treviso, Veneto )

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O sol che sani ogne vista turbata,
tu mi contenti sì quando tu solvi,
che, non men che saver, dubbiar m’aggrada
Dante Alighieri

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

E poi, dopo usciti dall'euro, bisognerebbe mettere mano ai problemi italiani in modo serio, altrimenti l'uscita, che sarà stata dolorosa comunque, non sarà servita a niente.
E questo è l'altro dubbio che ho: comincio a credere che l'unico modo per dare una svegliata al popolo italiano sia di bastonarlo per bene, rendendolo indigente e impoverito, solo in questo modo forse si deciderà a "imbracciare i forconi" e a ripulire la sua politica. E sarebbe troppo tardi, perché il tessuto industriale italiano sarà stato fatto a pezzi definitivamente. E devo dire che l'euro e l'Europa sono proprio su questa strada. E comincio a pensare che forse l'euro e la UE siano l'unico modo per convincere gli italiani a disfarsi dei privilegi e delle oligarchie che li guidano. Temo che il groviglio di decreti e leggine e provvedimenti e circolari attuative vigenti siano state ideate proprio dalla classe politica affinché per via democratica non si possano debellare tali privilegi. La FAME costringerà gli italiani a muoversi. E credo che dall'euro - alla fine della fiera - non usciremo.

Giorgio 18.11.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Si dice, se vai all'estero evita gli italiani, per vari motivi, principalmente per non prendere fregature all'italiana. Il Sig. Cottarelli dopo aver rovistato, studiato, analizzato tutta l'economia italiana viene arruolato a servizio del Fondo Monetario Europeo. In pratica è come dare un passepartout a speculatori finanziari e spie economiche su come e dove puntare per vincere facile. Il Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi si appresta a lanciare un OPA sull' economia italiana. Se gli riesce, l'Italia, lo stato italiano, cioè noi tutti siamo economicamente sequestrati e obbligati ad essere debitori per l'eternità. Il Presidente Draghi ha letteralmente regalato a banche private centinaia di miliardi di euro, dimenticandosi dell'economia reale. Lo stato italiano continua ad indebitarsi come un commerciante con i suoi usurai. Questo modello di economia che obbliga gli stati a prendere prestiti, da ripagare nel tempo, ha raggiunto tutti gli stati del mondo. La matrice è americana, gli usurai sono la BCE. La finanziaria JPMorgan americana da diversi anni opera sul mercato Africano e persino la Nigeria una delle economie più ricche, grazie al suo petrolio, oggi è costretta ad importare beni che fino a qualche anno indietro era produttrice ed esportava in tutto il mondo. Il suo debito aumenta in modo esponenziale ed anche qui accade la stessa cosa. Più che uscire dall' Euro in modo controllato dobbiamo scappare subito e lasciare che i debiti italiani vengano annullati dopo un solo minuto. Non chiamiamola più economia dobbiamo chiamarla con il suo vero nome: criminalità finanziaria organizzata. Il termine economia non ha più nessun senso in questo contesto.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.11.14 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E pensare che molti di noi hanno votato Prodi, padre fondatore dell'euro, come candidato alla Pdr.
Ehmm, ancora mi chiedo come è stato possibile

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piero Nissim

Il primo a mio ricordo
fu Franco Serantini
figlio che non conosco
picchiato lungo il bordo dell’Arno
e abbandonato poi dagli aguzzini
a morire nel carcere, a Don Bosco.

Di tempi più recenti
son gli altri massacrati
da Cucchi ad Aldrovandi
Rasman, Mastrogiovanni, Pino Uva,
coi poliziotti assolti dai reati
non c’è da noi quello della tortura

Vite spezzate, ognuna rivendica un storia
soprusi, violenze, patimenti
Ed un corteo di anime dolenti
chiede giustizia, dignità, memoria
Non li dimenticate!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.14 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Quando vedo draghi blaterare alle megariunioni sembra un gran sacerdote massone che illumina i suoi adepti sulla situazione che i gradi alti della massoneria vogliono mantenere e su quello che si deve dire e non fare per mantenere lo status quo.
Il Guardian deve avere qualche idea in proposito.

carla2 g., Padova Commentatore certificato 18.11.14 10:56| 
 |
Rispondi al commento

ot
il Saggio dubita spesso
e sa cambiare idea
:)

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se torneremo alla lira, non avremo 1 euro= 2000 lire, ma considerando una svalutazione di circa il 30% (recupero della forbice svalutativa fra Italia e Germania per 15 anni di moneta unica) avremo 1 euro = circa 1,30-1,40 lire.
Questo lo deciderà lo Stato Italiano (lex monetae, è legge italiana).
Non è detto che avremo una inflazione folle: di certo aumenterà, gli esperti sostengono che la svalutazione si scaricherà per circa un terzo sull'inflazione (10%) e circa un anno e mezzo dopo.
Certo i beni esteri costeranno di più, così acquisteremo quelli italiani alimentando il mercato interno, mentre i ns. beni saranno più a buon mercato.
Il vero problema però è questo: QUALE POLITICO avrebbe la capacità di guidarci fuori dall'euro, e poi andare a casa subito dopo (perché succederebbe così)?

Giorgio 18.11.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BOMBE D’ARIA
Marco Travaglio
Dopo un mese di latitanza, s’è visto finalmente un membro del governo sui luoghi di un’alluvione a caso. È il sottosegr. Delrio, avvistato a Genova. In politica da 15 anni, prima nel Ppi, poi nella Margherita, ora nel Pd, Delrio ha subito dato aria alla bocca incolpando i “governi precedenti”. Tesi originale: peccato che fra i governi precedenti ci siano quelli di csx che ha sostenuto anche lui e quello di Letta in cui era ministro degli Affari Regionali. Ma la moda furbastra dei renziani di spacciarsi per marziani è troppo comoda per rinunciarvi, specie in tempi di sondaggi in calo e piazze in subbuglio. Renzi invece, tra un koala e un give-me-five al vertice australiano, ha fatto sapere che è tutta colpa delle regioni. Che però, contando quelle alluvionate ed escludendo la Lombardia, sono governate da pidini: la Liguria dal renziano Burlando, il Piemonte dal renziano Chiamparino, la Toscana dal bersaniano Rossi appena ricandidato dal premier. Quindi con chi si lamenta? La classe dirigente delle regioni è la più malfamata del Paese, persino peggio di quella parlamentare, comunale e provinciale: anche perché l’ha scritta lui la “riforma del Senato” che riempirà il Senato di consiglieri regionali da sé medesimi nominati. Quindi che va cianciando? Delrio, non sapendo con chi prendersela per non accusare Burlando, 1°responsabile della cementificazione della Liguria, se la prende con i magistrati: “Uno Stato serio dev’essere al fianco di coloro che ripristinano la sicurezza dei cittadini senza il timore di essere inquisiti o di non avere risorse.Le leggi esistono,ma prima viene la sicurezza delle persone.Il patto di stabilità non sarà un problema per chi ha subito eventi catastrofici come il terremoto o eventi drammatici come le alluvioni”.Quanto al timore di non avere risorse, dipende esclusivamente dalla promessa mai finora mantenuta di rivedere il patto di stabilità interno per i comuni virtuosi e dagli stitici stanziamenti

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Che il sig draghi stampi moneta per darla alle banche per poi queste prestare allo stato non me ne frega una mazza.
L'Italia deve emettere la PROPRIA MONETA e non interessa come si chiama.
Restare nella CEE e con l'euro e' un suicidio certo.
Quelli che hanno ideato il progetto Europa, ma sopratutto chi ha ideato l'euro, moneta unica, va processato per crimine contro il popolo.

Paolo Lo Iacono 18.11.14 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT - PROGRESSO E MODERNITA' - parte PRIMA

*

E' diventato veramente insopportabile ascoltare le vacue parole che in continuazione riecheggiano fuoriuscendo dalla TV, bla bla bla sulla crescita, sulla politica, sull'Europa, sul mondo;
insopportabile per l'assoluta mancanza di logica,
insopportabile per la lontananza dalla realtà,
insopportabile per l'abbandono dell'uso del buon senso,
insopportabile perchè vengono dalle bocche di coloro che propongono le soluzioni (assurde ed improbabili) ai problemi da loro stessi creati,
insopportabile perchè in tutto ciò c'è la complicità dei media che dovrebbero invece ricercare deontologicamente solo la "verità";

insopportabile poi è pensare che tutto questo è accettato passivamente da milioni di persone disinformate, manipolate, circuite, inebetite che non si rendono conto di quello che effettivamente sta succedendo loro,
insopportabile è constatare che nessuno reagisca a tutto ciò, con la protesta, con la mobilitazione delle coscienze e dell'informazione;

segue ...

luci da Alcyone () Commentatore certificato 18.11.14 10:44| 
 |
Rispondi al commento


OT - PROGRESSO E MODERNITA' - parte SECONDA

*

Quello su cui nessuno pare riflettere mai è proprio il concetto stesso di progresso, cosa dovrebbe essere e cosa invece è in realtà,
il futuro, cosa dovrebbe essere e cosa invece è in realtà,
e la vita, cosa dovrebbe essere e cosa invece è in realtà;

E' innegabile che le condizioni di vita del genere umano siano cambiate nel corso di millenni, spesso in meglio, ma sarebbe troppo lungo disquisirne qui ora,
certo è che lo sforzo dell'uomo è stato sempre indirizzato verso un miglioramento delle proprie condizioni di vita, anche se ostacolato dalle avversità naturali e da altri uomini che avevano interessi diversi, a volte opposti, quindi, in fondo, si è sempre trattato di una lotta tra uomini dove ognuno ha sempre cercato di prevalere per migliorare se stesso,
la conclusione è che sono l'interesse e l'egoismo le cose che dividono gli uomini, che li mettono gli uni contro gli altri, che creano le differenze;
l'ignoranza di molti e la cultura di pochi hanno sempre acuito e favorito tali differenze nel passato ma oggi non dovrebbe più essere così, oggi la cultura è più diffusa, più alla portata, invece ...


segue ...

luci da Alcyone () Commentatore certificato 18.11.14 10:43| 
 |
Rispondi al commento


OT - PROGRESSO E MODERNITA' - parte TERZA

*

Allora è forse il "metro di giudizio" che è sbagliato:
se si riflettesse su cosa sia davvero il "progesso" da ricercare forse ci si renderebbe conto che non è quella intrapresa la strada giusta per raggiungere tale obiettivo,
il vero progresso dovrebbe ricercare di avvicinare gli uomini, invece il mondo moderno sta aumentando la forbice tra ricchezza e povertà,
i pochi ricchi son sempre più ricchi ed i moltissimi poveri sempre più poveri,
e quelli che si trovavano nel mezzo vengono vieppiù trascinati verso la povertà,
e tanti saluti a termini come uguaglianza, equità, sostenibilità, compartecipazione, solidarietà, fratellanza, termini ormai vuoti e senza più senso ...

il mondo è composto da pochi "Caino" e tantissimi "Abele",
Caino è sempre più perfido, astuto, vorace ed assassino
Abele è sempre più succube e remissivo (grazie alla DISinformazione) e vittima,
ma tale sua remissività è comunque un grave concorso di colpa ...


segue ...

luci da Alcyone () Commentatore certificato 18.11.14 10:42| 
 |
Rispondi al commento


OT - PROGRESSO E MODERNITA' - parte QUARTA

*

In conclusione penso che dovremmo tutti riflettere un attimo sul futuro che vogliamo,
non si socializza più, l'egoismo aumenta, l'altro è ormai solo un nemico,
abbiamo perso di vista una cosa fondamentale che credo sia il reale significato della "qualità della vita",
certo oggi ci hanno riempito di "comodità", abbiamo un sacco di diavolerie tecnologiche, siamo in grado di fare tante cose (spesso inutili)

ma la distanza sempre maggiore tra mondo reale e mondo virtuale ci dovrebe far porre una semplice domanda:

ma siamo davvero "felici" ???

siamo davvero felici mentre giochiamo , soli, con il nostro telefonino ???

Questo tipo di FALSO PROGRESSO in realtà ci ha maggiormente isolati, ci ha allontanati gli uni dagli altri
in realtà ci ha resi solo più schiavi
e l'importante oggi è che gli schiavi moderni CONSUMINO sempre più ...


e lo sconforto non può non assalirti vedendo che il mondo accetta tuto ciò supinamente ...


Cla'


luci da Alcyone () Commentatore certificato 18.11.14 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o i giornali sono il verbo, o sono in attesa di morire, massimo 10 anni.
Decidetevi.
Paolo TV

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento

svegliaaaaaaaaa

altrimenti, buonanotte! :(

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche questo è un sogno che non si avvererà, come quello di mandarli tutti a casa.

In dei momenti mi sento talmente arresa che non riesco più a prendermela ne con i politici, né con i giornalisti.

Sento un grande risentimento verso chi continua a votarli, chi continua a scegliere questo schifo giornaliero.

L'Italia era la culla della cultura, ora è la culla della demenza, senile e non.

Susanna Sbragi, Arezzo Commentatore certificato 18.11.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASE CHIAMA BEPPE......RISPONDI BEPPEEEEE.... NON POSSIAMO PIÙ TERGIVERSARE : ORMAI SIAMO TANTISSIMI A CHIEDERE IL REFERENDUM ON LINE TV SI, TV NO.... SI FACCIA AL PIÙ PRESTO, NON POSSIAMO PIÙ PERMETTERCI DI ASPETTARE O SALVINI SI ACCAPARRERA' I NOSTRI, SPECIE QUI AL NORD!!!!!!!!!! VI PREGO SALVIAMOCIIIIIIII!!!!!!

Cincia Allegra c'è Commentatore certificato 18.11.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot
mettiamo pure che i contestatori della senatrice Paola Taverna, fossero, come scritto, sostenitori PD
e mettiamoci anche che sarannao stati inebriati da futili promesse che poi si risolveranno, inevitabilmente, in fumo negli occhi...
80 euro docet

ecco, quindi?
forse, dico "forse", non è il caso di cambiare strategia?
ormai siamo tutti (più o meno) consapevoli dell'inevitabilità del ritorno alla lira....
vogliamo guardare al sociale e, PERDONATEMI, imparare anche dalla strategia comunicativa della lega?
occorre fare immediatamente un'analisi situazionale.....
o vogliamo restare ligi alla nostra "infruttuosa" coerenza????........

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ovvio che "tante teste, tante idee".

Per me, se non si risolve la corruzione, non si fa tanta strada.
Se Expo registra 1,5 mln di euro in tangenti, domani saranno 3 mld di lire in tangenti.
Se non andiamo, e qui siamo sempre più in numero crescente in accordo, se non andiamo a chiarire pubblicamente il catastrofico danno che fa una singola mazzetta, gli italiani continueranno a battere lo stesso chiodo.
Avevamo expo e il suo scandalo tangenti alle ultime elezioni come campagna elettorale e non siamo stati in grado di sfruttarla. A parti invertite, gli altri avrebbero fatto fuochi e fiamme, con accuse vere e non vere da sbadilare in faccia all'avversario.
Noi... linea morbida.

Gian A Commentatore certificato 18.11.14 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Io continuo da cocciuto come un mulo a tentare di farvi capire che il M5S sta facendo degli errori imperdonabili rispetto ad un governo che ci sta rovinando l'economia ed è la solita storia della TV . Non chiedo a voi, componenti del M5S di partecipare a SAREMO FAMOSI , ma non tanto di molto diverso, dato che nel nostro modo della vita moderna bello e brutto quel che sia è pilotato (anche se a noi non piace) dagli schermi televisivi . Dal popolo italiano non riceverete mai una totale approvazione , partecipazione, giudizi positivi , fino a quando restate sempre in rete a seguito di ideologie del fondatore Beppe. Avete voglia di emergere, invece di inoltrare migliaia di temi e notizie in rete andate a partecitare in qualunque trasmissione televisiva compresi i talk senza far tante storie , se rimanete invece sempre in rete andate invece dal papa a farvi benedire se aspettate ad un miracolo; non bastano solo le mosse di Beppe ci vuole di più per smuovere una mentalità retrograda ipnotizzata dalla tv.

Giovanni P., vicenza Commentatore certificato 18.11.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si dice che Draghi dovrebbe - stampare - un po' di moneta...si, giusto, ma se poi i soldi non li dà agli Stati che ne hanno bisogno ( accreditandoli in base al numero degli abitanti ed alla ricchezza prodotta, come dovrebbe essere), ma li - presta - alle banche private che, a loro volta li prestano ai Governi (con gli interessi)...non serve proprio a nulla! Se si facesse come si dovrebbe, si risparmierebbero un sacco di soldi d'interessi (ora circa 70/80 miliardi l'anno) e il Debito Pubblico non esisterebbe proprio. Si creerebbe solo un po' di inflazione che, tutto sommato, sarebbe la - spinta - giusta per rimettere in marcia l'Europa tutta! Questo sarebbe - Sovranità Monetaria Europea... ma non credo che la Troika sarebbe molto d'accordo...L'unica soluzione, a questo punto, è: Fuori dall'Euro e dall'Europa (chi non è d'accordo è soltanto perchè in questo -sistema - c'ha solo da guadagnarci)!!! Daltra parte, se ci sono i - Ricchi - è soltanto perchè si sono - tanti poveri -, altrimenti...ciccia!

giorgio l., verona Commentatore certificato 18.11.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tornare alla lira significa lasciare che la Banca d'Italia (banca privata) torni a riprendersi la sovranità monetaria (reddito da signoraggio monetario e creditizio, circa 700 miliardi l'anno, da quello che ho letto). Quindi se contemporaneamente non si interviene interpellando la Corte Costituzionale sul fatto che cedere l'esercizio della sovranità monetaria alla BCE, alla Banca d'Italia o a qualsiasi soggetto diverso dallo Stato, viola l'art. 1 della Costituzione e non si giustifica con l'art. 11 della stessa. Se non si fa questo, temo servirà poco uscire dall'euro.

franco casadidio 18.11.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso proprio che bisogna dileguarci dall'euro e dall'europa come politica, ma in modo particolare riprenderci l'Italia in tutti i sensi, in 13 anni il risultato è ben visibile, adesso che abbiamo preso la praticità ad usarla, siamo consapevoli di ciò che abbiamo tra le mani. L'unica cosa ha favore con l'euro ho imparato il valore del dollaro. Ma sono frivolezze. Bisogna riprenderci l'autonomia monetaria. Ricordo che i politici tutti all'epoca ci convinsero che con l'entrata nella zona euro avremmo avuto notevoli vantaggi. Dovrebbero dircelo adesso dove sono i vantaggi. Non ce ne nemmeno uno, se non cacchiate. Ci hanno tolto tutto e siamo solo all'inizio. Dobbiamo fare vincere il M5S e mandare a quel paese ma a calci nel di dietro tutti quelli che hanno contribuito, e nessuno escluso. Si dovrebbe mandare alla fame loro adesso, per fargli capire come si sta oppressi e schiavizzati dal potere. Capisco chi ogni tanto perde la testa e reagisce al sistema bastardo, ma si fa solo del male. E le chiamano istituzioni...anche gli istituti penitenziari sono delle istituzioni dove stanno i delinquenti...io li metterei li. Mi dispiace ma non sono più disponibile ad essere comprensivo con chi si permette di fare del male alle persone indifese.. e nel contempo raggirate da un informazione brigante...che affossa il M5S ad ogni occasione ed esalta l'imbecille di turno...adesso è in australia a fare la fava!!!...ha detto che gli italiani devono far la finita di piangersi addosso e che è il momento che ci si rimbocchino le maniche...grande imbecille...gli italiani le maniche se le rimboccano ogni giorno...pure le mutande finchè l'avranno. Ha parlato il grande lavoratore.. son convinto che un capisce una sega...bei mi calci nel culo.

Federico G. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La svalutazione della moneta non risolve in nessun modo i problemi della crisi. Semplicemente li nasconde. Sì all'uscita dall'euro ma soluzioni intelligenti e strutturali per risolvere davvero la crisi. Bisogna incoraggiare le aziende a tornare a investire in Italia. Bisogna BOICOTTARE i prodotti cinesi e tedeschi e comunque inportati extra europa. Bisogna finanziare la ricerca per le energie alternative ecc. ecc...

ROBYC 18.11.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Il sito, è un sito di aste e/o vendita online, che utilizza i Bitcoin come sistema di pagamento, ha il sistema escrow integrato per la protezione acquirenti e venditori, ha un sistema di affiliazione, permette di vendere anche cd-key, file digitali, direttamente collegati all asta e molto altro.

Queste sono solo alcune funzionalità che abbiamo implementato.

Inoltre, è possibile mettere un numero illimitato di aste, senza spendere niente, con auto-relist, commissioni molto basse, ci sono solo quando un asta viene completata.

nessuna vendita, nessuna spesa.

Il sito è online da poco, e stiamo avviando campagne pubblicitarie, e siamo sicuri che presto sarà un punto di riferimento importante, per la vendita online e i Bitcoin.

Registrazione Gratis!
https://www.bitcoinbay.co


* solo per 15 giorni, usando questo codice: d243c7ed98e4 , per quante volte volete, avrete una riduzione del 80% sulle commissioni.

Cosa stai aspettando?

Giacomo Bugini, Martinengo Commentatore certificato 18.11.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Titolo del fatto quotidiano di ieri:
Giappone torna in recessione nel terzo trimestre. Borsa di Tokyo a picco

PI ME, Milano Commentatore certificato 18.11.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento

LA LIRA ITALIANA ERA COME LA STERLINA INGLESE, IN INGHILTTERRA SONO RIMASTI CON LA STERLINA NOI CI SIAMO VENDUTI ALL'EURO DI MERDA DEI TEDESCHI E FRANCESI

FANCULO EURO

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 18.11.14 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Magari i giapponesi se lo possono permettere, semplicemente perché hanno ancora le industrie.
Noi abbiamo perso più della metà degli impianti produttivi. Con che cosa dovremmo affrontare la ripresa? Mi rendo conto che è una domanda retorica, ma realistica.
In ogni caso L'euro va abbandonato e, ripeto, andrebbero condannati tutti i personaggi politici che, in malafede, ci hanno portati a tutto questo.

Royalty 18.11.14 10:04| 
 |
Rispondi al commento

l'articolo dice che l'economia greca è in ripresa.
Certo, ma si è dimenticata di dire che per riuscire a riprendersi ha dovuto distruggere lo stato sociale dei cittadini e ha dovuto generare una generazione 300euro.
Grazie al c....
Lo sappiamo tutti che dopo il saccheggio poi le multinazionali che si sono preso tutto in grecia si fanno aiutare dalle società di rating per cominciare a guadagnare.

MA C'E' ANCORA QUALCUNO CHE PENSA CHE SIA TUTTO CASUALE?
IL DISEGNO E' STUDIATO A TAVOLINO:
ITALIA E GRACIA UNICI 2 PAESI DI RISPARMIATORI E DI INVESTIMENTI SUL MATTONE, BENE, STANNO ATTACCANDO LE PROPRIETA'.
ALLA FINANZA MONDIALE SPECULATIVA NON PIACE AFFATTO IL RISPARMIO IMMOBILE.
DEVONO METTERE LE MANI SU TUTTO E SI FANNO AIUTARE DAI POLITICI COMPRATI

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 18.11.14 10:03| 
 |
Rispondi al commento

La verità e che nessuno può prevedere cosa succederà se l'Italia da sola esce dall'euro.
Con questa classe politica ci si può aspettare solo il peggio.
" La cura ha funzionato ma il paziente è morto"....

rodolfo z., cividale del friuli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIA' .... i giapponesi l'hanno fatto .... ed in effetti crescono che è una bellezza! VERO?

Aldo 18.11.14 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stampiamo moneta .

marco ., roma Commentatore certificato 18.11.14 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Isis è nato in Afganistan, aiutato ed armato dagli USA per combattere il governo afgano filo russo.
Al comando dell' Isis, c'era l'allora alleato e socio degli USA Binladen.
Do you remember the Talebans?
E noi, dietro come servi sciocchi.
Poi, gli USA, per combattere i Fondamentalisti Islamici, hanno messo al potere in Iraq, il loro agente Saddam Ussein,in qualità di " ultimo baluardo contro il fondamentalismo islamico" (vi risparmio la traduzione dall'inglese).Costui,come primo provvedimento, ammazzò tutti i Comunisti irakeni.
Poi, tutti sappiamo come è finito Saddam.
E noi, dietro come servi sciocchi.
Pochi mesi fa, gli USA, volevano bombardare il Siriano Assad, perché a sua volta, bombardava gli ISIS, ora, gli USA, vogliono bombardare gli ISIS perché bombardano Assad, però prima, attendono che cavino dal mondo tutti i Curdi, unico popolo islamico ove le donne hanno gli stessi diritti degli uomini,(eredità del Comunismo che li aveva governati) quindi, scomodo per Turkia e USA.
E noi, dietro come servi sciocchi.

Francesco D., Carrara Commentatore certificato 18.11.14 09:35| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI GRULLI IN TV.

QUESTA NOTTE SULLA RAI A "L'INTERVISTA"

UN CERTO RIZZETTO O RIZZETTI DEL M5S.

BASTA ASCOLTARE IL SUO INTERVENTO PER

RABBRIVIDIRE!


I 5 STELLE STANNO LAVORANDO PER "MIGLIORARE"

IL JOB ACT!

sgjhsfjsjs 18.11.14 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito, manca un pezzo all'articolo.

marina s. 18.11.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non pensiate che se torna la lira i prezzi ritornino quelli di una volta...perche vi sbagliate di grosso.....un caffé 1euro dopo un caffé 2000lire raddoppierá tutto e come al solito gli stipendi resteranno quello che sono oggi uguali,in più secondo un sito numero 1che parla di economia FOREX.COM dice che se ci sarà un ritorno alla propria moneta sovrana il conto corrente potrà essere svalutato del 30% ,fate voi....é meglio restare Nell euro e i politici che comincino a tahliarsi le pensioni d'oro e company!!!

luca 18.11.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Roma sarà nuovamente amministrata dalla propria moneta"

c'è un "errore" di "sbaglio"? ahahahah

venutalmondo *, Roma Commentatore certificato 18.11.14 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono un "monetarista", ma credo che tornare alla Lira non sia un buon affare. In genere tornare sui propri passi nè mai un buon affare.
Ma ben venga l'uscita da questa UE e dal suo €uro ma soprattutto via dai Banksters che la dirigono.
Bisognerebbe introdurre una moneta del tutto nuova, magari non cartacea, basata sul contro valore in lavoro e opere.Trovare vie nuove, questa è la Sfida.
p.s. Io non ho nulla da perdere, sono nulla tenente disoccupato e al verde... Ahhahh..(rido)

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.11.14 09:15| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Dopo la caduta di Sant'Oro, il povero Vermigli si appresti a percorrere la stessa strada, senza se e senza ma.
Farebbero un bene all'Italia se questi personaggi prendessero atto della loro azione dannosa verso un popolo facilmente suscettibile, come i BACONI della borgata di Roma aizati contro la Cittadina Taverna.

speed king 18.11.14 09:07| 
 |
Rispondi al commento

La Rai manda in Australia 5 inviati per seguire Matteo Renzi (e consorte) al G20 in Australia, l'ennesimo spreco di denaro pubblico, ennesima presa in giro.

++++++++++++++++


LA RAI CON DENARO PUBBLICO HA SEGUITO, DOCUMENTATO

E TRASMESSO TUTTA LA TRANSIZIONE DI UN PRIVATO

CITTADINO (NON DEL PREMIER DELL'ESECUTIVO)

SINO AL SUO INGRESSO DEFINITIVO IN POLITICA?

DALLA SUA RICHIESTA DI TESSERAMENTO AL PD

AL RIFIUTO DEL PD DI TESSERARLO

AL CONSIGLIO DEL PD DI FARSI UN PARTITO


ECC..............


CON QUALE ALTRO ONESTO MA POVERO CITTADINO

POTEVA ACCADERE QUESTO TRATTAMENTO?

Ebetinistellati 18.11.14 09:06| 
 |
Rispondi al commento

...quel signore che se la prendeva con la Taverna (nel filmato),...doveva dire che non voleva "IL PARTITICO" che la taverna non è, e non il "politico"...che così dicendo negava se stesso.
Vorrei dire a quel signore..che qualsiasi azione che lui fà tutti i giorni...è un'azione politica.
Che se ne stia zitto...grazie.

*****
Commentatore in marcia al V 3 day.
Commentatore che partecipa alle Europee.
Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 18.11.14 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Isis, due francesi e un britannico fra i “boia”
La Stampa - ‎1 ora fa‎

Almeno tre occidentali nel video in cui viene giustiziato un gruppo di soldati siriani. Il gallese riconosciuto dal padre. La magistratura transalpina indaga per omicidio. Un'immagine del video in cui vengono uccisi 18 soldati siriani. Leggi anche ...
--------------------------------------------------
Bene per par condicio aspettiamo in europa i siriani che ci ricambino la cortesia.
I diritti sono diritti che ne pensate Anonymous?

Bepi da Ciosa (Moecaro) Commentatore certificato 18.11.14 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Oggi potrò commentare?

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 18.11.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PORTIAMO QUANTE PIÙ PERSONE A FIRMARE MA SE DOVESSIMO ESSERE AL GOVERNO PRIMA DI DICEMBRE DEL 2015 USCIAMO IN UN FINE SETTIMANA SENZA IL REFERENDUM!!!! Se no non voterò più per il movimento!

Davide Marini 18.11.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Luciano Scanzi
14 min · Modificato ·

Un anno fa, la Croce Rossa raccolse 5 milioni di euro per gli alluvionati della Sardegna. Erano il frutto di donazioni fatte attraverso gli sms gestiti dal cartello dei telefonici.
Gli interessati non hanno ancora visto un soldo. Sembra che i gestori debbano attentamente controllare che le cifre siano state effettivamente raccolte e che i clienti siano in regola con i propri abbonamenti.
Ora, io lo so, voi siete malvagi e state pensando che il ritardo sia dovuto a ignobili speculazioni.
Ma vi sbagliate: è che, per la contabilità, usano ancora gli abachi.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 18.11.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo & c. lo sanno benissimo :

I Referendum li vince Chi ha in mano l'informazione!!! (dico meglio : La Disinformazione ) .
Ormai i Mass-Media sono tutti in mano ai Partiti ed indirettamente al Potere Bankario .
Oltre tutto i programmi del Ministero dell'Interno che Ci comunica i risultati sono taroccati !!! (come hanno già fatto per le Elezioni Europee e per il Referendum in Scozia )
.
Il Referendum sull'Acqua ed il Nucleare è stato vinto perchè la forbice contro le privatizzazioni era troppo ampia e nonostante i brogli e i programmi taroccati non sono riusciti a vincere ,
ma questa volta Si "prepareranno " molto meglio la posta in gioco è ancora più alta :
La "reputazione " nei confronti del Potere Bankario , degli USA , della Germania , della Troika , da parte dei Loro camerieri Che governano in modo mafioso l'Italia e hanno reso schiavi gli Italiani .


Lino Viotti Commentatore certificato 18.11.14 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Quando saremo tornati alla lira, vorrebbe dire che un governo reale sarebbe alla guida. Mi aspetterei da quel governo un'azione penale contro tutti quelli che si sono avvicendati precedentemente, e una totale confisca di ogni loro bene, accumulato sulla pelle di tanti sacrifici altrui, estremi. Condanna. Senza appello. Come senza appello hanno affrontato la morte centinaia di suicidi. Senza appello.

Royalty 18.11.14 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Renzi indossa l’elmo di Scipio (e gli italiani pagano)
Di ilsimplicissimus

http://nblo.gs/11qCme

Mentre l’Italia è sommersa dall’acqua e in cassa non c’è un soldo per mettere riparo ai danni, per alleviare i disagi e tanto meno per mettere mano alla messa in sicurezza dei territori, si spende e si spande per fare la guerra all’Isis a totale insaputa dei cittadini e del Parlamento stesso. Infatti l’invio di 4 Tornado, ufficialmente per operazioni di ricognizione, è stato appreso solo grazie alla rivista specializzata statunitense Defensenews, senza che nessuno si degnasse di anticiparlo agli italiani.

Ma questo è solo il portato di un governo di dilettanti e marpioni che lanciano il sasso e nascondono la mano, mentono senza vergogna e in testa hanno più muffa del gorgonzola, al punto che per riparare ai guasti del cemento selvaggio non trovano altra risposta che liberalizzare il cemento. Il “bel tacere” sui 4 caccia non è infatti che un piccolo capitolo di un assurdo e costosissimo interventismo in Iraq che assume i caratteri della beffa per gli italiani e del servilismo senza limiti e senza ragioni nei confronti di Obama ai quali poteva semmai andare un semplice e gratuito appoggio politico. Insomma renzismo allo stato puro.

Assieme ai 4 caccia e ai relativi 135 uomini della logistica si affiancano altri 280 uomini in funzione – sempre e solo ufficialmente – di addestramento e guida militare, due droni, un velivolo da rifornimento in volo per i caccia Usa, armi leggere e munizioni per un valore di quasi due milioni di euro, oltre a un numero non precisato di cannoni leggeri prodotti dalla Breda, ordinati dalle Forze armate in 800 esemplari, ma rivelatisi così scadenti e inutili da essere praticamente lasciate in magazzino. Meglio farli sparire il più in fretta possibile.
Una cosa è certa, al di là di qualsiasi altra considerazione: l’intervento è assolutamente sproporzionato visto che gli Usa stessi attualmente non hanno più 2000 uomini sul campo contro i nost

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 18.11.14 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma che il referendum per uscire dall'euro avrà successo non c'è alcun dubbio oramai ci siamo il paese è maturo per uscire dall'euro siamo sull'orlo del fallimento.Ma vorrei che il movimento prendesse atto di una situazione che si sta creando in italia.Nel nostro paese i cittadini non hanno la minima idea di quelli che è stato fatto dal movimento sino ad oggi.La brutta figura della senatrice taverna ieri a tor sapienza la dice lunga.Nelle ultime elezioni non ha ottenuto nessun risultato utile si parla di percentuali ridicole 2% 3% 5%.Io non ho nessun titolo per parlare a nome del movimento ma ho alcuni suggerimenti da darvi.Il movimento deve fare rumore non basta il web occorre scendere in piazza.Fare rumore veramente cosi solo i giornali si potranno interessare di noi altrimenti questi ci faranno scendere ancora e il pDL - PD meno L vogliono solo questo.Beppe svegliamoci.!!!

Salvatore 18.11.14 08:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA VERITA' FA MALE

Ogni buco nello scudo dell'informazione di regime provoca una reazione di difesa non adeguata,come un fiume che rompe gli argini e poi straripa.
Cosa ne sarà della civiltà senza la disinformazione?
Come si guideranno le masse senza il pifferaio della menzogna per obbedire all'ordine mondiale?
Quante guerre potevano essere evitate,quanti innocenti hanno pagato con la tortura e con la morte per affermare le ragioni di uno stato canaglia o di organizzazioni come l'onu,la nato o di tutte quelle che professano pace solo per drenare petrolio e risorse dalla terra?
La verità è pericolosa.
La verità può disorientare interi popoli che di colpo vedono le cose come sono ma molti non sono pronti a prendersene le responsabilità.
Sentirsi una pedina di un meccanismo opaco a volte fa comodo perchè ci si nasconde dietro l'alibi dell'impotenza,al contrario sentirsi parte del meccanismo e sopratutto protagonisti di ciò che accade è fastidioso perchè comporta un impegno e la presa di coscienza di essere uno di una catena che può sovvertire la storia.
Il mondo è ormai nudo.Tutte le barriere sono cadute dai muri alle ipocrisie.Gli statisti,i politici,i banchieri sono solo uomini,con i loro vizi,le loro virtù,i loro errori e la loro bramosia insostenibile di potere.
Le forme di democrazia sono tutte imperfette proprio perchè umane ma le democrazie senza il rispetto della legge e senza le regole che essa stessa si è dettata è solo un altra forma di regime e forse la peggiore.
Dubitiamo di ciò che vomitano giornali e tv e oggi dubitiamone ancora di più perchè i media tradizionali ormai sono in agonia e i giornalisti di regime scriveranno menzogne ancor più grandi pur di restare aggrappati al sistema che li allatta.
Abbiamo la possibilità di far circolare l'informazione,quella vera,ma dobbiamo riconoscere di essere parte di questa informazione.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.14 08:32| 
 |
Rispondi al commento

GLI UNICI CHE VOGLIONO L'EURO E CHE SPUDORATAMENTE RACCONTANO LA MENZOGNA CHE TUTTO PEGGIORERA', O CHE LA COLPA DEL DEGRADO DEL PAESE E' DELLA MAFIA, DELLA MALAPOLITICA E QUANT'ALTRO (COSE CHE CI SONO SEMPRE STATE, MA ALMENO CON LA LIRA GLI ITALIANI CAMPAVANO! DA QUANDO C'E' L'EURO SONO AUMENTATI I SUICIDI, I LICENZIAMENTI, I FALLIMENTI DELLE AZIENDE ECC), LO FA PERCHE' GUADAGNA SULLA POVERTA' DEGLI ALTRI E PERCHE' FACENTE PARTE DELLA MASSONERIA, DELLE LOBBY E DELLE MULTINAZIONALI. USCIRE DALL'EURO E' L'UNICA SALVEZZA PER L'ITALIA DI OGGI. FUORI DALL'EURO SUBITO! FORZA M5S!

Zampano . Commentatore certificato 18.11.14 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Boh? Forse non ho capito bene io, però..non mi sembra lusinghiero come articolo. Dipinge uno scenario fosco legato all'uscita dall'euro, con perdita della ricchezza etc. e fa sembrare gli italiani degi poveri pezzenti che hanno cambiato idea sull'euro solo perchè non hanno più nulla da perdere.
...

Rita L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.14 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER RILANCIARE IL PAESE CI VUOLE SOVRANITA' MONETARIA! FARANNO DI TUTTO PER OSTACOLARCI, MA NOI VINCEREMO! FORZA M5S!!!

Zampano . Commentatore certificato 18.11.14 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Quando si firma per il referendum?? Sono pronto, ho già la penna al caldo!! L'euro è stata una disgrazia, abbiamo toccato il fondo o quasi, il passaggio alla lira non potrà essere certamente peggio.

Marco Carletti 18.11.14 08:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori