Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il partito dell'astensione

  • 926

New Twitter Gallery

partito_astensione.jpg

In Emilia Romagna ha vinto l'astensionismo, il rigetto del cittadino per la politica. In una regione in cui chi compra con i soldi pubblici un vibratore (o si fa spesare lo scontrino per andare a pisciare in un Autogrill e non se ne vergogna) dove si torna a votare non per scadenza elettorale, ma perchè il presidente di Regione Errani è stato condannato, votare, anche turandosi il naso, è dura. La puzza è troppa, in particolare quella piddina. Ora c'è il solito gioco di chi ha vinto e di chi ha perso. Si può dire tranquillamente che con questo livello di astensionismo ha perso la democrazia. I cittadini non hanno più fiducia nei partiti, tanto, comunque fanno quello che vogliono: dall'abolizione del voto popolare al Senato che diventerà affollato (più dell'ora d'aria del carcere di Opera) di inquisiti e condannati regionali mai eletti da nessuno all'abolizione dell'articolo 18. Il voto è una delega in bianco che l'elettore non vuole più dare. Questa è l'analisi della consultazione di ieri. Neppure il bombardamento mediatico di Renzie puo' nulla contro la realtà quotidiana che è sotto gli occhi degli italiani. E ora compariamo i dati delle regionali 2010 con quelli delle regionali 2014. Un dato per tutti: l'astensionismo non ha colpito il M5S.
Quattro anni fa votò il 68,06%, ieri il 37,67% degli elettori (a proposito Renzie e Berlusconi vogliono un Senato di nominati dalle Regioni eletti da così pochi cittadini?)
Il MoVimento 5 Stelle nel 2010 raccolse il 6% pari a 126.619 voti eleggendo due consiglieri, ieri ha aumentato i consensi in termini assoluti con 159.456 voti (13,2%) pari a cinque consiglieri con una campagna elettorale costata poche migliaia di euro a fronte delle centinaia di migliaia di euro degli altri partiti e senza l'aiutino dei media.
Decimata Forza Italia che da 518.108 voti (24,5%) passa a 100.478 voti (8,36%) con due soli consiglieri.
La Lega perde 55.162 voti: in termini assoluti è passata da 288.601 voti del 2010 (13,6%) a 233.439 voti (19%).
Il Partito Democratico perde 322.504 voti: è passato da 857.613 voti del 2010 (40,64%) a 535.109 (44,52%). I numeri non sono opinioni tranne che per il Giornale .

santilaici_prenotaora.png

24 Nov 2014, 14:38 | Scrivi | Commenti (926) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 926


Tags: elezioni regionali, elezioni regionali Emilia Romagna, Giulia Gibertoni, M5S, M5S Emilia Romagna

Commenti

 

Ho preso la decisione di non andare più a votare. Nella mia regione il numero degli elettori è falso e gestito a tavolino a seconda di chi ha le carte in mano. Lo sto scrivendo e denunciando da giorni. Chiunque fa i conti concorda con me, ma non si capisce perchè ancora nessuna forza politica ha inoltrato ricorso e chiesto l'annullamento delle elezioni. Anzi il perchè lo so. Conviene a tutti, tutti disonesti e indegni del mio voto. Pregherei avvocati, magistrati e chiunque abbia un minimo di competenza in materia di informarsi e agire.E' un sistema, evidentemente collaudato da sempre e non ce ne siamo mai accorti. E credo che non ci sarà nessun politico onesto capace di fare un'interrogazione parlamentare.Basterebbe che i vari presidenti e segretari di seggio,che di solito vivono nei comuni dove hanno operato,si interrogassero sulla corrispondenza delle schede e degli elenchi che hanno ricevuto, con la popolazione residente.Ed è possibile anche fare delle ricerche incrociate con gli elenchi, ad esempio, dei residenti con obbligo scolastico ( quindi fino ai 16 anni). Vi assicuro che i risultati sono sorprendenti! Ma tanto il mio appello cadrà nel silenzio e per la Calabria non c'è speranza.
Elezioni regionali Calabria
Nel 2010: 1.887.074 su una popolazione di 2.011.395
Nel 2014: 1.897.729 su una popolazione di 1.980.533
Poi la popolazione in 4 anni è diminuita, ma gli aventi diritto al voto sono aumentati...
Cosenza 668.000 su una popolazione di 719.345
Reggio Calabria 483.000 su 559.759
Catanzaro 332.000 su 363.979
Crotone 160.000 su 174.068
Vibo Valentia 148.000 su 163.382
— disgustata.

Marina Giancotti 05.12.14 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Voto da sempre i 5*, ho 80 anni e da giovane ho fatto politica a sinistra. Credo però che i deputati ed i senatori del Movimento stiano dando al paese l'immagine di un'Armata Brancaleone. Allora o sono in maggioranza cretini o è stata piena di difetti la scelta della Rete di candidarli o vogliono dimostrare che la gestione del Movimento può essere fatta solo dal duo Grillo&Casaleggio (che poco o molto stanchi sono anche per tutta questa litigiosità individualmente protagonista che caratterizza il comportamento dei parlamentari stellati). Se come si è dimostrato la conquista del 51% dei voti elettorali non è stata possibile è altrettanto vero che l'esasperazione dell'assemblearismo non ha nessuna incidenza politica sul voto degli italiani. Quindi OK al Direttorio, cum granu salis però, inventandosi regole sulla durata e sulla revoca della nomina e smettendo di ritenersi ciascuno il primo della classe. Prima o poi (forse prima di quanto si pensi) ci saranno le elezioni. Se ci sarà una sconfitta del Movimento ci rimetteranno più i cittadini italiani che gli.....onorevoli del Movimento5*!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Enrico De Reggi 01.12.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Troppi "parassiti" in lista ex piddini trombati, dipendenti comunali, asl regionali ecc ecc
non si potevano votare costoro

tiziano gironi 29.11.14 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ma pero bisogna ammettere che almeno hanno fatto una spesa coerente ed utile, senza fare le solite cattedrali nel deserto.
Per me è più che giustificata tale spesa.

roberto 27.11.14 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me dovremmo prendere spunto dalla Svizzera: http://thinktimeblog.com/2014/11/25/urne-vuote-2/

Cerino Bello 27.11.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa significa depenalizzare l'evasione fiscale mentre si aumentano le tasse :
chi intende evadere non sarà perseguito;
chi deve o vuole essere onesto pagherà ancora di più;
l'erario non incasserà e si dovranno imporre (sempre agli stessi) nuove tasse.

OCCORRE UNIONE DI INTENTI TRA LE COMPONENTI ETICHE DEL PARLAMENTO

gippo santeli 27.11.14 07:13| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto il PD ed è stato aiutato dall'astensionismo (che comunque lo ha colpito).
Renzi fa bene a gioire perchè se ne frega dell'astensionismo, l'importante è che lui abbia vinto e a parti inverse gioirebbe anche Grillo.

È ora che il Movimento si inventi qualcosa per riguadagnare consensi, perchè checchè se ne dica non sta andando benissimo e rischi di diventare ininfluente.
Cambiate strategia comunicativa, dovete ritornare in tv e più spesso, dovete occupare anche i talk show (evitando magari Mediaset e i programmi spazzatura sul genere di Barbara D'Urso), purtroppo anche se internet è alla portata di tutti la maggior parte per quel minimo che si informa, se lo fa, lo fa per mezzo della televisione.

Magari il signor Grillo e il signor Casaleggio potrebbero anche valutare l'acquisto di un emittente televisiva se proprio osteggiano così tanto l'idea di frequentare gli spazi di regime, io la butto lì, ci guadagnerebbero pure.


E un consiglio, smettetela con le uscite idiote e smettetela di scrivere cazzate sul blog (mi sono letto il post revisionista sull'omicidio Matteotti e mi sono messo le mani nei capelli), sembra che lo facciate a posta, ve ne uscite con delle cazzate immani che vi fanno solo perdere consensi.

Valerio Litta, Merano Commentatore certificato 27.11.14 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Non facciamo come Renzi, che inneggia alla vittoria anche se ha più che dimezzato i voti.
Nel 2010 il M5S era appena nato, mentre oggi dovrebbe essere su livelli del tutto diversi.
Se si continua a non andare in TV i voti continueranno a scendere.

Lorenzo M. Commentatore certificato 27.11.14 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Siamo come dopo la prima guerra mondiale...
Altra marcia su Roma!!!

rosolino peressini 26.11.14 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che rappresenti la volontà mia e forse della maggior parte degli aderenti al movimento 5 stelle.. WALTER RIZZUTI. Vai così alla grande! Ma perchè non possiamo fare una votazione anche sulla presenza o no in TV? Qui Grillo dimostrerà se tiene o meno al parere degli attivisti del suo movimento oppure se decide lui e basta. Sarà il nodo cruciale. E se non si farà un votazione trarrò le mie finali considerazioni. ciao a tutti.

FrancescoFKM Falanga (frankmaster), BARI Commentatore certificato 26.11.14 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Saluto e abbraccio i nostri cittadini che andranno in consiglio regionale dell'Emilia Romagna.
Abbiamo una nutrita pattuglia che potranno ben fare. Io risiedo a Salsomaggiore Terme, provincia di Parma, volevo evidenziare il fatto che non ho avuto modo di vedere spesso per strada i "militanti" del Meetup locale. Ho partecipato alle attività fino alle passate elezioni comunali in cui è stato candidato un ex-PD, contrariamente alla opinione di chi proponeva per la carica di sindaco il consigliere M5S uscente. La lista ha fatto naufragio. Il M5S locale è letteralmente scomparso. Come diceva qualche giorno fa un nostro Cittadino Nicola Morra eletto al Senato occorre "resettare" i Meetup.
Propongo alcune idee:
-lasciare spazio ai giovani;
-quelli che hanno "gestito" i Meetup con risultati di perdere consensi, persone e contatto con il territorio, lascino spazio ai giovani;
-presenza continua sui territori dei Meetup attraverso Agorà, Gazebo, Volantinaggi e uso del Megafono, in stretta collaborazione con i Cittadini di Camera e Senato della zona;
-organizzare assemblee all'aperto in cui illustrare l'attività svolta in Parlamento dai Cittadini Deputati o Senatori, possibilmente con la presenza degli stessi;
-abbandonare quell'aria di superiorità e distacco dai cittadini, soprattutto quelli che votano gli altri, che caratterizza gran parte dei "militanti" emiliano-romagnoli da Favia a Pizzarotti, tanto per non fare nomi;
-torniamo a sporcarci le mani, nelle piazze, nelle strade, nei quartieri, a diretto contatto con le persone.
I Mezzi elettronici sono utili per chi li sa usare e per collegare i vari gruppi, ma non sono l'inizio e la fine di tutto.
Recuperiamo il contatto con le persone, a chattare c'è sempre tempo.
Un abbraccio ai Nostri 5 che andranno a difendere i Nostri Diritti nella seconda regione più corrotta, essendo la Lombardia ben salda al primo posto.
P.S.= Ho cominciato ad interessarmi di politica a 14 anni, oggi ne ho 53 e l'interesse continua.

Giovanni Pizzi 26.11.14 14:41| 
 |
Rispondi al commento

SVEGLIA FACCIMO QUALCOSA DI MOSTRUOSO O SAREMO SEMPRE UN CONTENITORE PER PLACARE GLI ANIMI , MI APPELLO AGLI ALIENI AIUTATECI DISTRUGETECI SIAMO SOLO AVIDI E CORROTI INDIVIDUALISTI .SALUTI BACI MASSIMO TORINO

massimo c., torino Commentatore certificato 26.11.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

IO NON RIESCO A CAPIRE COME IL MOV. 5 STELLE NON SI ATTIVI CON DECISIONE PER TUTELARE GLI INTERESSI DELLA POPOLAZIONE DELUSA DALLA DISONESTA' POLITICA.
ANCHE OGGI I GIORNALI RIPORTANO LO SQUALLORE DELLE PERIFERIE ROMANE DOVE LA POPOLAZIONE "GENERALMENTE FAMIGLIE CON ESTREME DIFFICOLTA' ECONOMICHE" SUBISCONO QUOTIDIANAMENTE PREPOTENZE, OFFESE E AGGRESSIONI DA PARTE DEGLI IMMIGRATI DISONESTI COME I ZIANGARI E DELINQUENTI STRANIERI.
BASTA ANDARE IN QUESTE PERIFERIE PER VEDERE MIGNOTTE,ZINGARI CHE RUBANO E RIVENDONO IL FRUTTO DELLA LORO DISONESTA',IMMIGRATIM E ANCORA ZINGARI CHE OCCUPANO LE CASE POPOLARI.
E ALLORA??? NON BISOGNA PERMETTERE AL SALVINI DI CAVALCARE LA PROTESTA DEGLI EMARGINATI ITALIANI.
IL MOVIMENTO 5 STELLE SI DEVE FARE CARICO DELLA DISCRIMINAZIONE DEI NOSTRI CONNAZIONALI E TUTELARLI. COME?? IMPORRE IL RESPINGIMENTO DEGLI STRANIERI CHE NON HANNO LAVORO, UNA CASA E NON SONO IN GRADO DI MANTENERSI ECONOMIOCAMENTE.
CI BASTANO I NOSTRI DISPERATI AI QUALI L'ETTUALE GOVERNO DI PARASSITI E LADRONI STA' TOGLIENDO ANCHE IL SANGUE.
FRA POCHI GIORNI VEDREMO COME LA DISONESTA' POLITICA SI PAPPERA LE TREDICESIME DI LAVORATORI CHE IN PASSATO POTEVANO PENSARE DI FAR FRONTE A SPESE PER LA FAMIGLIA. CON LA TASI, L'IMU , LA TARI CI DERUBERANNO DI QUEI POCHI DENARI DI CUI ABBIAMO BISOGNO PER SOPRAVVIVERE QUALCHE MESE.
MOV. 5 STELLE DOVETE ATTACCARE LA DISONESTA' POLITICA, QUEL PROTETTORE DI MIGNOTTE MAROCCHINE, DI QUEGLI ASSATANATI DI DENARO PUBBLICO CHE SI AUTOATTRIBUISCONO STIPENDI MILIONARI, VITALIZI, E PRIVILEGI. DOVETE ATTACCARE GLI STROZZINI DEL POPOLO E PORTARE PIU' GIUSTIZIA A FAVORE SOPRATTUTTO DEI GIOVANI SENZA LAVORO. DEI DISOCCUPATI,CASSINTEGRATI,ESODATI, INSOMMA DELLA POPOLAZIONE ITALIANA IN ESTREMA DIFFICOLTA' ECONOMICA.
NON BISOGNA LASCIARE E PERMETTERE A SALVINI E LA LEGA NORD DI ESTERNARE LA VOLONTA'DI TUTELARE GLI ITALIANI. LA LEGA NORD HA IN PASSATO COLLABORATO CON FORZA ITALIA E IL PROTETTORE DI MAROCCHINE PORTANDO LA DISONESTA' NEL GOVERNO.

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 26.11.14 13:23| 
 |
Rispondi al commento

il Movimento deve emanciparsi da Grillo e dal suo blog. Altrimenti sarà la fine.

alberto c 26.11.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento

La strategia autoprotezionista della "casta" è sempre la stessa: scegliere un partito tra loro e portarlo alla ribalta facendo leva sul malcontento della popolazione. Finte scaramucce vengono inscenate con l'intento di far credere che c'è, sempre tra loro, l'antitesi alla politica attuale, qlla che nn è stata capace, qlla che ha peggiorato le cose..., con il solo intento di far dimenticare agli elettori che sono SEMPRE STATI INSIEME e che qsto stato di cose l'hanno provocato sempre loro che hanno governato fin ora e che proteggono solo i loro interessi e qlli dei loro amici.
Il risultato è evidente: la gente continua a crederci... Qundi, ha creduto prima al "rottamatore" e adesso al padano.
Come mai? Ovvio! Hanno tv e giornali dalla loro parte, oltre che agire anche in internet. Sui media parlano solo loro e in internet contrastano il m5s.
A loro nn serve andare nelle piazze. Manovrano tutto dai salotti delle tv e tramite la carta.
"Pochi elettori? Ma che peccato...Bisogna riflettere... Intanto governiamo".
L'abbiamo sempre detto: non andare a votare per protesta, non serve a niente perché i voti che servono a loro comunque ce l'hanno.
Tutta la questione è incentrata sull'informazione. Se nn ampliamo modo di arrivare meglio alla gente, nn si va da nessuna parte!


Giovanni D., Nettuno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.11.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno speso del loro tempo per queste
elezioni per puro senso civico,

Anche se il risultato può essere stato per alcuni deludente (non per me),
preferisco di gran lunga che il M5S resti all'opposizione mantenendo fede
ai propri ideali e rispettando il programma presentato alle ultime
politiche (se l'alternativa è quella di difendere gli interessi delle
banche o delle società delle slot pur di andare al governo).

Ricordo QUANO C'ERA BERLINGUER che democristiani e socialisti accusavano il
PC di saper fare solo ostruzionismo (facile dire sempre di no, noi
facciamo leggi per il bene del paese e voi sapete solo mettere i bastoni
fra le ruote).

Da allora fino alle ultime elezioni politiche non abbiamo più avuto una
opposizione in parlamento ed ora sento tanti ex comunisti (ora nel PD) fare
gli stessi discorsi riguardo i grillini : facile dire sempre di no,
provassero loro( a proposito senza nulla togliere a Bebbe Grillo che ha
tutta la mia stima, io sono de M5S non grillino, io quelli del PD mica li
chiamo ebetini.

A questo punto sento molti dire che il M5S deve cambiare strategia
comunicativa, deve avere più dialogo con le altre forze politiche.

Se per strategia comunicativa si intende aggraziarsi qualche editore (poi
i favori sono da restituire) o investire milioni in campagne elettorali
(chi investe lo fa per averne un ritorno) allora NO GRAZIE.

Di nuovo grazie a tutti gli attivisti del M5S SONO ORGOGLIOSO DI VOI

roberto felletti, ravenna Commentatore certificato 26.11.14 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo assistere ad un'Italia che si consegna a Salvini? alla Lega? conosco persone di destra che hanno votato per im M5S e ora voterebbero per Salvini..E questo perché i rappresentanti del M5S non si vedono, non si sentono e quando lo fanno ci sono pure le polemiche da parte del Movimento o meglio dei suoi Capi.. Se non volete sparire voi che rappresentate l'unico fronte pulito, onesto che sia mai entrato nel Parlamento Italiano DOVETE FARVI SENTIRE E VEDERE. Siete preparati,onesti e lavorate, ora fate sapere a tutti gli italiani cosa fate e che idea di Italia avete. C'è bisogno di un RAPPRESENTANTE, un PORTAVOCE.. che sia nel Parlamento. Il sistema lo potete anche combattere, ma fatelo usando le sue stesse armi , e poi se ne avete altre e di migliori usatele... ALTRIMENTI MORIRA' L'UNICA SPERANZA DI CAMBIAMENTO. Pensateci e vi prego agite.

MARIROSA RIZZI 26.11.14 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Io sono sempre stato con Grillo ma dal web oramai abbiamo preso tutti i voti possibili, purtroppo e rimarco il purtroppo la maggioranza degli italiani si informa dalle tv, vedi Salvini nei talk tutti lo criticavano ma la lega ha avuto un successo insperato, dobbiamo riempire i talk e spiagare il lavoro dei parlamentari solo cosi potremmo raggiungere l'utopico 51%.
Beppe non aver paura a tornare sui tuoi passi sbagliando si impara

marino boscaro 26.11.14 09:32| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace dirlo ma il M5S a perso per il semplice motivo essere buonisti senza ragionare, la legge bossi e fini e stato un grosso sbaglio. E adesso ne paga le conseguenze. (mi dispice ci credevo)

Giuseppe Chinnici, Villafranca Piemonte Commentatore certificato 26.11.14 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Ormai Berlusconi e i suoi manutengoli sono un tutt'uno con il PD, ogni giorno la casta dimostra che il suo vero nemico è Beppe e il M5S.
Il giochino di litigare fra di loro è finito, adesso il nemico comune è Grillo.

Massimo Candotti 26.11.14 04:45| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S è ridotto con le pezze al culo. Il motivo principale è tutto qui, su questo blog. Da qui passa il pensiero di Grillo e Company (una company molto ristretta direi visto che non si sa ancora da chi diavolo è composta esattamente). In fondo vogliamo mettere come è più appetibile economicamente un blog che è il crocevia del M5S-pensiero? Ogni messaggio deve passare da qui in fondo, e allora meglio fare la guerra alla stampa indistintamente facendola passare per venduta ed indegna a mediare. Se ho votato il movimento è stato perchè ho creduto nella sua forza di rinnovamento, ma la rivoluzione (pacifica) senza il coraggio dei singoli non si fa; e coraggio può voler dire anche mandare a fare in culo Grillo e il suo fottuto Blog.

Ale Bard 25.11.14 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo quanto vogliamo, poi i risultati sono questi. Cinque consiglieri invece di due? Se non vado sul sito dei cinque stelle di qlle regioni, non si sa niente di cosa fanno. E cosí in campo nazionale, per qllo che fanno i depurati e i senatori del m5s. Anzi, succede proprio il contrario. Non vedendo e sentendo alcuna notizia, le persone sono convinte che non serve a nulla dare voti al movimento PERCHÉ COMUNQUE NON FA NIENTE, adesso che è dentro.
È una vita che scrivo dicendo che nn si può restare solo sulla rete se si vuole raggiungere una percentuale di voti che possa portare al governo il m5s e cambiare il sistema. La maggior parte degli italiani pende dalle labbra dei media!

Giovanni D., Nettuno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.11.14 22:05| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ci possiamo anche girare intorno e far dire ai numeri quello che vogliamo. Per parte mia ritorno alla proposta di far valere il non voto nel senso che ho già chiarito nella proposta. Se fate qualche calcolo, nel merito della proposta, e l'applicate al risultato elettorale dell'Emilia forse si può verificare che funziona.
SAluti a tutti

Enzo Posa, Fabriano Commentatore certificato 25.11.14 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto del fatto che il partito dell'astensionismo ha stravinto. A me sembra l'anticamera del dissolvimento sociale, e i partiti sottovalutano il "non voto",credendo erroneamente che il popolo possa poter subire qualsiasi "cosa". Il partito democratico continua a negare l'evidenza, e tra l'altro non si rende conto che laddove era concentrato il suo elettorato storico è venuta meno la fiducia e la speranza di cambiamento. Cosa che se analizzata confrontando la miseria che avevamo nel dopoguerra spaventa ancora di più, perchè di fatto i partiti costituitosi all'indomani della fine della guerra erano rappresentati da uomini che certo non avevano la statura morale di quelli attuali. Proprio questa considerazione riguardante la distribuzione dei sacrifici richiesti all'indomani della guerra costituì il collante storico sociale, affinchè si creasse quel clima di fiducia tra cittadini e rappresentanza politica che nessun partito oggi interpreta. Spero che i capi storici del m***** comprendano che questo collante potrebbe essere rappresentato dai nostri eletti, soltano se ci sarà un cambio di passo,e questo lo si potrà conquistare con la possibilità di una maggiore "visibilità mediatica", che oggi ancora non abbiamo. Le idee del movimento non possono essere elitarie ed appartenere ad una minoranza che va sul blog e comunica con la parola.I politici e non, che presidiano la televisione continueranno a diffondere la loro locorroica inconcludenza, e noi non possiamo rimanere nel silenzio della scrittura di un post. Occcorre spiegare ai cittadini chi siamo e quali sono le nostre prospettive di cambiamento della società, altrimenti avremo fallito, e per di più dobbiamo far comprendere a chi continua a definirci il movimento del "no", le ragioni che ci portano ad escludere alleanze con i partiti che hanno portato coscientemente al collasso socioeconomico del nostro paese. Ora se la speranza continuerà a venir meno tra i cittadini, sarà impossibile il cambiamento.

Vincent C. 25.11.14 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un simpatizzante del M5S della prima ora; continuo ad esserlo.
Il mio modesto parere parte dalla seguente premessa:
conta poco quello che si dice ma CHI lo dice... e il rilievo sui media dato alle parole pronunciate.
Poche parole, molto chiare e comprensibili dette al momento giusto, convincono; poi i fatti sono determinanti per confermare tali parole ma soltanto nel tempo, più o meno lungo.
Prima che tali fatti avvengano e deludano può passare troppo tempo.
Ce ne vuole per fare cambiare l'idea di convinzione che è scaturita, quasi esclusivamente, dalle parole.
Il Papa, per esempio, ha convinto quando ha pronunciato le prime parole, dopo la sua elezione; invece di dire le solite banalità tipo la pace sia con voi ha augurato buon pranzo dando ad intendere che, finalmente, la chiesa sarebbe cambiata profondamente.
Chi può oggi sapere se ciò avverrà?
Intanto, ed è quello che in politica importa, la gente continua a credere a questo cambiamento.
Berlusconi nel 1994 ha puntato sulla parola amore, tu Beppe sul "Vaffanculo" che racchiudeva in se un pensiero collettivo molto sentito Renzi ha usato "Rottamazione" che esprime un concetto non molto diverso dal tuo.
Adesso c'è chi vuole puntare sul "partito della nazione"
Uno dei cavalli di battaglia di Salvini è quello di "a casa i clandestini"
Tutto ciò ha bisogno anche, a mio parere, di una sistematica, capillare diffusione delle parole e quindi bisogna utilizzare un mezzo come la televisione.
Perché non fare un canale televisivo dove ascoltare le idee che il movimento sostiene?
Credo anche che ci si può confrontare.
Vero è che è facile essere travisati e anche massacrati da alcuni giornali.
Vero anche che ci sono tanti imbecilli che possono essere plagiati.
Ma credo che una buona parte degli elettori potenziali del M5S sia in grado di capire e di apprezzare.
A patto che non ci si perda in tanti rivoli, ci si concentri su poche idee e proposte e non si voglia, a tutti i costi, salvare il mondo, diventando utopici.

vito pallotti 25.11.14 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna andare in TV.Non tutti hanno un computer
che possono ricevere le Mail di quello che fanno alla Camera e al Senato.Molti sono pendolari che quando arrivano a casa vogliono stare con la famiglia.Altri tornano stanchi dal lavoro e non se la sentono di andare ai raduni ecccc.Bisogna far conoscere alle persone che quando dicono siete tutti uguali, questa non è la verità.Il M5S non ha scheletri nell'armadio possono andare in TV a testa alta.

Paolo.T Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 19:25| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci vedo niente di cui gioire.
Se teniamo conto che il M5S dovrebbe per sua natura raccogliere i voti di chi è stufo dei soliti politici, avrebbe dovuto ricevere una valanga di voti da chi, invece, si è astenuto.
PERCHE' TANTA GENTE HA PREFERITO ASTENERSI PIUTTOSTO CHE VOTARE 5 STELLE?
EVIDENTEMENTE C'E' QUALCOSA CHE NON FUNZIONA!
Purtroppo Beppe non ha saputo gestire il successo iniziale del movimento, e la gente ha una soglia di attenzione piuttosto bassa.
Continuando così non si arriverà mai da nessuna parte.

Manuel Mura, Cagliari Commentatore certificato 25.11.14 19:08| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

la Lega Nord con Salvini ha vinto le elezioni di cui parliamo perché é stato l'unico politico che ha chiaramente preso posizione su omosessuali, figli di famiglie omosessuali, ecc. ecc. :
La mafia omosessuale si annoti il fatto e metta in conto che questo é solo l'inizio. Ad ogni azione corrisponde una reazione eguale e contraria.
L'omosessualitá non diventerá mai un valore di riferimento per la Societá.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.11.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che la "rete" sia la nuova "agorà" virtuale ed universale del confronto "democratico", in cui far circolare idee e contributi e attraverso cui intercettare il consenso delle masse, è una mera utopia. Prima di tutto perché, a monte, lo stesso concetto di "democrazia" è assolutamente incongruo, in un contesto globale in cui le dinamiche politiche ed economiche sono determinate da decisioni prese dall'élite plutocratica nelle riunioni private dei suoi circoli più o meno occulti, come il Bilderberg (di cui i Governi nazionali sono solo squallidi esecutori). Per non parlare delle realtà locali, dove la "democrazia" muore ogni giorno nelle prassi quotidiane dominate dai soliti circoli e dalle solite logge private che decidono di tutto e di più, dall'appalto al posto di primario in ospedale, alla faccia di ogni illusione di trasparenza e partecipazione. In secondo luogo, la visibilità che offre la tv la rete non può garantirla neppure lontanamente. Del resto, chi va in rete più spesso, ossia i ventenni-trentenni, nella maggior parte dei casi va a cazzeggiare su facebook, e i blog grillini li ignora. Rinunciare a presentarsi in tv, da parte del M5S, è una follia autolesionista, frutto di una lettura falsata della realtà. Proprio la tv, invece, può e deve essere il luogo in cui presentarsi e denunciare di fronte a milioni di spettatori, ogni santo giorno, l'erosione della democrazia e della sovranità nazionale e la dittatura dell'élite finanziaria, spiegando alla gente quali sono le Istituzioni che essa usa contro i popoli europei (BCE, Commissione Europea) e quali sono le "armi di distruzione di massa" che essa impiega (l'euro, il MES, il trattato di Lisnbona,il patto di stabilità, l'austerity imposta ai Governi nazionali ecc. ecc.) O il M5S andrà in TV e saprà usarla come strumento di denuncia quotidiana, o il suo fallimento è alle porte.

Giovanni Potente, Cosenza Commentatore certificato 25.11.14 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Non condivido.
Con i partiti al minimo storico, con delle elezioni per malapolitica, visti i risultati non c'è da essere contenti.
Il 2010 era il 2010 e il m5s non se lo cagava nessuno.
Se oggi la considerazione è poco più di quella del 2010, non è poi questo gran successo.

fulvio di pietro, padova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 18:19| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

La scarsa partecipazione alle elezioni locali non mi sorprende: il parlamento e' stato eletto con una legge elettorale che non rispetta la Costituzione, il presidente del consiglio non ha ricevuto alcun mandato dal popolo e sta per di
piu' prendendo decisioni spesso molto pesanti nonche' discutibili. In queste
condizioni la loro stessa autorita' comincia a vacillare...
In un momento di difficolta' andrebbero prese decisioni equilibrate e di buonsenso, non mi sembra che prendendo provvedimenti come quelli di indebolire ulteriormente i lavoratori, depenalizzare il reato di evasione fiscale,
aumentare le tasse ed altri del genere siano una priorita'...
Al contrario anche pensare che ci siano soluzioni uniche che risolvono tutto e' poco verosimile: uscita dall'euro, espulsione degli stranieri, eliminazione delle tasse, ecc...
La Germania in passato si e' rimboccata le maniche ed in qualche modo pretende
che anche gli altri facciano altrettanto, ma molti ignorano che alla Germania
per ben 2 volte, nel 1953 e nel 1990 e' stato cancellato il debito anche con parere favorevole di Italia e Grecia ed altri paesi...
Uno dei problemi dell'Italia e' la non applicazione delle leggi, ad esempio
il rispetto delle regole tutela sia gli italiani che gli immigrati regolari,
mentre invece si preferisce tenere il caos e poi succedono rivolte che magari la fanno pagare a persone che non c'entrano niente.
Anche pensare di abbassare le tasse in modo demagogico e' solo propaganda.
Vanno prese decisione verso una direzione giusta.
A mio parere gli esponenti che attualmente hanno idee approssimativamente piu' costruttive e con obbiettivi che hanno punti in comune sono il M5S, la Lega e Landini. C'e' sempre il rischio di cavalcare il malcontento e perdere il punto di arrivo. Il M5S sta scontando forse un po' l'aspetto a volte "rumoroso" ma anche la "terra bruciata" fatta dagli organi di informazione
oltre il fatto di essere composto da politici non di professione, SEGUE...

Stefano 25.11.14 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Andare o non andare in TV è ininfluente. Il problema è che si sono generate, o sono state create ad arte, delle ondate emotive col le quali vestire il personaggio adatto ad indossarle. Il personaggio scelto è stato Matteo Salvini il quale facendo parte del circuito mediatico è andato benissimo nel ruolo dell'antagonista al potere. Il M5S non può rivestire quel ruolo per due motivi, il primo dei quali nasce dal fatto che il sistema informativo delle TV mai lo consentirebbe,il secondo deriva invece dalla circostanza che il M5S ha contribuito ad abolire il reato di clandestinità. L'ondata emotiva si è formata proprio sulla mancanza di sicurezza e quindi sulla minaccia che gli stranieri clandestini rappresentano agli occhi di una gran parte dell'elettorato.

Stefano Di Giammarco, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.11.14 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè anche i telegiornali non danno più lo spazio che spetta per legge al M5S?
Se non sbaglio ho sentito tempo fa Fico, vigilanza Rai che diceva che ci spetta il 15% di partecipazione, se servono le firme chiedetecele...

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato 25.11.14 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma come si può fare una disamina di questo tipo. Mi sembra di leggere i commenti politici di una volta, in cui nessuno aveva perso !
Da te poi, che li hai sempre giustamente criticati,
mi sembra assurdo. Stiamo pian piano disgregando quel patrimonio che con tanta fatica hai/abbiamo costruito, e questo è INNEGABILE. E' giunta l'ora di fare autocritica e a cominciare da te capire dove si è sbagliato. Sbrigati prima che sia troppo tardi.
Un pensionato

Fulvio Bernardini 25.11.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, scusa se mi permetto di darti del tu, in parte sono contento come sono andate le votazioni in Emilia Romagna ma vedo un certo calo nelle affluenze nelle urne tanto da pensare che molte persone non hanno votato e che forse sarebbero stati molto di più i voti al Movimento.
Questo mi dà a pensare che sarebbe opportuno una maggiore presenza del Movimento nei programmi televisivi perchè molte persone non hanno i computer, in particolare persone anziane, che sono molto più attaccate alle televisioni e quindi non hanno la possibilità di avere idee più ampie dei programmi del Movimento, visto che il Movimento è poco illustrato nelle TV
Io sono anziano e seguo il Tuo Blog perchè ho imparato a convivere con il computer, ma non tutti interessa questo strumento.

Alberto G. 25.11.14 14:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO CREDO CHE SE IL MOV. 5 STELLE E, CON LUI GRILLO, NON SI DA' UNA SVEGLIATA PERDERA' MOLTI VOTI ALLE PROSSIME ELEZIONI.
VI STATE FACENDO RUBARE I VOTI DA SALVINI PERBCHE' NON PRENDETE POSIZIONE SUI PROBLEMI CHE LA POPOLAZIONE OGGI SUBISCE E CIOE' LA DISOCCUPAZIONE, LE TASSE STROZZINE, L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E DISONESTA COME QUELLA DEI ZINGARI E RUMENI+BULGARI, INSOMMA UNA IMMIGRAZIONE DI STRANIERI CLANDESTINI DISONESTI CHE OLTRE CHE A RUBARE E DELINQUERE TOLGONO DIRITTI AI CITTADINI ITALIANI SOPRATUTTO QUELLI CHE ATTUALMENTE HANNO DIFFICOLTA' AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE E CIOE' DISOCCUPATI, CASSINTEGRATI, ESODATI,E PENSIONATI CON PRNSIONI MISERE.
INSOMMA MOV. 5 STELLE DOVETE INTERESSARVI DI PIU' ALLA POPOLAZIONE CHE PER COLPA DELLA DISONESTA' POLITICA NON RIESCE AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE.
BISOGNA IMPEDIRE, E IL MOVIMENTO 5 STELLE E' IN GRADO DI FARLO, LA SVENDITA DELL'INDUSTRIA ITALIANA AGLI STRANIERI E SOPRATTUTTO AI TEDESCKI E AI CINESI. I PRIMI PERCHE'"COME STA' FACENDO LA TYSSEN KRUP" TRASFERISCONO LE PRODUZIONI IN GERMANIA, I CINESI PERCHE'IMPORTANO LO SCHIAVISMO IN ITALIA " VEDI L'OCCUPAZIONE DI PRATO".
E POI IL MOV. 5 STELLE SI DEVE BATTERE CON PIU' FORZA CONTRO LA DISONESTA' POLITICA " TANGENTISTI, ACCAPARATORI DI DENARO PUBBLICO,CLIELENTELISMO POLITICO,CONNIVENTI CON LA MAFIA,ECC. ECC."
INSOMMA QUESTO E' IL MOMENTO PER INCREMENTARE I CONSENSI AFFINCHE ALLE PROSSIME ELEZIONI IL MOV. 5 STELLE POSSA OTTENERE I VOTI NECESSARI PER GOVERNARE. RICORDATEVI QUESTE SONO LE PROBLEMATICHE CHE BISOGNA RISOLVERE:
1) DISOCCUPAZIONE, ESODATI, CASSINTEGRATI,PRECARI.
2) TASSE ELEVATISSIME CHE DISSANGUANO IL POPOLO
3) IMMIGRAZIONE DISONESTA CHE CONDIZIONA E ESPROPRIA I CITTADINI ITALIANI DI SERVIZI E ASSISTENZA .
4) OCCUPAZIONE DELLE CASE PUBBLICHE DA PARTE DEGLI IMMIGRATI" PERCHE' NON NE HANNO DIRITTO" SOPRATTUTTO DEGLI ZINGARI " POPOLAZIONE CHE HA NEL DNA SOLO LA CAPACITA' DI DERUBARE IL PROSSIMO E MENDICARE"
INSOMMA MV. 5 STELLE SVEGLIATEVI. DIFENDI IL POPOLO

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 25.11.14 14:04| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non basta essere onesti, ci vogliono delle capacità! E tanta coerenza. Se non si è trasformato il mandato in una gita, bisogna amministrare nell'interesse generale del paese, cosa ben rara di questi tempi. I cittadini hanno creduto nel cambiamento e hanno votato il movimento, ma dopo le defezioni, le espulsioni, le varie discussioni non produttive si sono spoliticizzati.

Orlando 25.11.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Di certo ha vinto l'astensionismo, ma per un confronto coerente, andrebbero presi i dati delle europee, non quelli delle regionali 2010, altrimenti fate lo stesso gioco del PD.
L'emorragia di voti c'è stata anche per il M5S, è innegabile, per non parlare della Calabria.
Voti europee Emilia Romagana 443.936, la differenza è di 276.914 voti in meno.
Voti Europee Calabria 160.182, la differenza è di 129.951 voti in meno.

Al 25.11.14 13:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Grillo, all'indomani delle politiche '13 ti scongiurammo di trovare l'intesa con Bersani. Questo avrebbe consentito di asfaltare definitivamente Berlusconi con 1 anno e mezzo di anticipo. E poi mica te lo dovevi sposare il Bersani. Sappiamo che al di là del buonismo è un uomo di un partito marcio che dichiarò dopo il noto streaming "Sono mica matto!" a far entrare uomini del M5S nel governo. Ma dovevi provarci con quei due o tre provvedimenti condivisi che ci avrebbero dato visibilità politica e poi, alla prima occasione, avresti fatto decadere il governo e saremmo andati a nuove elezioni dove sicuramente avremmo fatto il pieno. Invece no: ora con i 48 milioni di euro rinunciati siamo puliti dentro ma cimiti fuori.
Io credo che la prima regola politica quando si riceve il mandato dagli elettori sia quella di contendere, ripeto, contendere il potere. Va da se che se devi lottare con qualcuno sporco di fango, ti sporchi le mani, ma almeno dai il segnale al paese che comprendi la sua sofferenza e ti dai da fare per alleviarla. Subito. Invece con la politica del tanto peggio tanto meglio non siamo andati da nessuna parte. Traine le conseguenze!

ALESSANDRO DI VENTURA 25.11.14 13:07| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sì sì, gli ultimi post sono molto chiari, hanno il senso di un dito ficcato nell'occhio. Ragazzi, sono cazzi!

Franco Mas 25.11.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante il tempo trascorso ed il grande successo alle scorse politiche, ancora non riesco a capire cosa voglia fare da grande il Movimento.
Davvero pensate di vincere le elezioni utilizzando solo l'insopportabile click-baiting? (a proposito, io ho smesso di cliccare sui vostri link perché avete superato la soglia di sopportazione)
Noi siamo pronti a sostenervi per cambiare questo paese, ma sembra che voi stiate facendo di tutto per restare un misero partito d'opposizione prossimo all'estensione.
Con il M5S avevamo visto uno spiraglio di luce in fondo al tunnel, non fate che sia la luce di una tremolante candela.

Luca L. Commentatore certificato 25.11.14 12:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

La ragione per la quale il movimento 5 stelle sta subendo una debacle dopo l'altra è che veramente pochi hanno capito le politiche che vogliono supportare. Prima non si voleva uscire dall'euro ora sembra di si, sull'immigrazione non si comprende se il movimento abbia idee sinistroidi del tipo concediamo a tutti ospitalità, diamo la cittadinanza e altre cose di questo genere o destroidi del tipo chiusura delle frontiere, no alla cittadinanza ect., in economia non si sa se è per la patrimoniale o per una riduzione delle tasse e potrei continuare ancora. Manca un quadro chiaro su cosa sia il movimento e aggiungo che c'è una chiusura ad avvicinare personalità preparate in grado di impostare dei discorsi in maniera organica. Così come è, sarà sempre più difficile votarlo. Un consiglio per Grillo e Casaleggio: guardate cosa ha fatto e cosa sta facendo Salvini con la Lega (è riuscito ha far entrare nel suo partito gente lontanissima come Borghi, che ora è addirittura responsabile economico della lega, e sta cercando di spostare il partito dall'essere un movimento localista ad uno nazionale).

Giorgio C., Roma Commentatore certificato 25.11.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto possa
il Movimento 5 Stelle,
nella sua intrinseca forma di Onestà,
errare....sul piano strategico,"riorganizzabile"..
non ci sono comunque alibi e scusanti
per optare per la disonestà di Governanti Ladri...!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che si era partiti bene con un progetto rivoluzionario ed inclusivo e si è finiti a prendersi a bastonate a vicenda.
E quando escono i bastoni, si sà, vincono i più stronzi.

E fu così che chi alzava la mano per dire che non era convinto veniva buttato fuori, il clima di sospetto si è alimentato e la gente per bene, quella che non voleva stare a litigare con i decerebrati (e fidatevi, il movimento è pieno di gentaglia con la bava alla bocca), si è allontanata a poco a poco oppure è stata buttata fuori.

Sono rimasti solo i singornsì ed i cani da guardia sempre pronti ad abbagliare e azzannare chi criticava.

Ma le critiche avevano un senso ed i dati odierni ne sono la dimostrazione.
Se si fosse cercato un accordo con Bersani, avremmo cambiato l'Italia, ma adesso cosa rimane dalle macerie?

Guardate che gli elettori si conquistano (e si perdono) a poco a poco, lungo la strada.
Un'espulsione ne fa perdere un tot, una salita sul tetto ne fa perdere un altro tot, un'alleanza con la destra estrema ne fa perdere altri.

Qui ci vuole un ritorno al passato.
1) Uno vale uno. Ovvero se uno alza la mano per dire "Non sono d'accordo", si fa la conta e si vede se la posizione è maggioritaria o meno.
2) Meritocrazia. Ma davvero il massimo che l'italia riesce ad esprimere è Vito Crimi e la Lombardi?
3) Attenzione ai territori. L'italia è una casa ed i suoi mattoni sono i territori. Non si può pensare di avere una casa sana se poi ogni singolo mattone è marcio. E' dai territori che bisogna ripartire.
4) Grillo deve tornare a valere uno. Così come Casaleggio. In questi mesi hanno manipolato l'opinione delle persone tramite messaggi retorici sparati dal blog. Ma la gente mica è cretina. Se Farage è nazionalista, rimane nazionalista, per quanto lo si voglia fare passare per Suor Albina.
5) Non si deve dire sempre no. SI dovevano valutare ogni singolo provvedimento, ricordate? Invece si dice sempre e solo no. E dire sempre No è inutile come dire sempre SI.

Luca S. 25.11.14 11:23| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Si, va bene. Però nel 2010 il M5S non aveva ancora fatto il famoso BOOM. La sostanza di questo post la condivido ma credo che sia necessario fare anche un'analisi meno benevola.
La spiegazione di tutto la diede Landini qualche giorno fa: Renzi non ha il consenso della gente onesta. Aggiungerei, come tutti gli altri, o quasi. La maggior parte di quelli che vanno a votare lo fanno per tornaconto personale di vario genere. Oggi è più conveniente votare Renzi anche per quelli di destra, perché è lui che ha il pallino in mano; ieri era Berlusconi, domani potrebbe essere Salvini o un altro tribuno qualsiasi. Certo è che, nell'ambito del cosiddetto centro-sinistra, agiscono figuri che farebbero vergognare la banda bassotti; proprio come nel centro-destra. Volendo semplificare credo che per trovare gente onesta occorre andare a cercare fra gli elettori dei 5*, fra gli astenuti e pochi altri, molti di loro sono esasperati. Non sono numeri trascurabili. Come non andrebbe trascurata l'esasperazione.
Pizzarotti e compagnia parlano di programmi, confronti, candidati, di far capire alla gente. E con questo somigliano sempre più ai politicanti, oltretutto con un atteggiamento didascalico che mal si concilia con l'uno vale uno. Secondo me, invece, il connubio in Europa con Farage è risultato indigesto a molti che prima votavano convintamente M5S; così come la campagna che ha individuato negli immigrati la responsabilità nella presunta trasmissione della TBC ai poveri agenti di polizia, che sono gli stessi che quando chiedi aiuto per uno scippo o una rapina si girano dall'altra parte, quelli che pensano che un questore a cui venga rimossa la macchina per un divieto di sosta è un'autorità e quindi può fregarsene delle regole che sono tenuti a rispettare i comuni mortali, quelli che fraternizzavano con i dimostranti fin quando non hanno ottenuto soldi; dopodichè giù bastonate alla povera gente come e più di prima. Insomma, motivi politici, squisitamente politici alla base del calo.

claudio d., Benevento Commentatore certificato 25.11.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma ne vale la pena di continuare? Davvero? Agli italioti va benissimo così, ci piacciono i ladri e le troiette rincretinite, ne vale la pena? Mi ha risposto già il grande Di Battista, perchè non si ricandiderà, non ne vale la pena.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, in milioni ti abbiamo detto di non mandare affanculo Bersani ma di mettere il Movimento subito al lavoro, sia pure in alleanza.
Ma tu hai davvero una gran testa dura, di cazzo, si direbbe dalle mie parti.
Affanculasti Bersani? Ora lui affanculò te e il Movimento, DIMEZZATO!
Ritirati in convento e piangi lacrime amare sui tuoi peccati, la tua superbia, la tua spocchia, la tua arroganza.
Bel progetto FU, ora però è morto!

Gherardo Tescari 25.11.14 11:09| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, abbiamo perso. Punto. Dobbiamo imparare la lezione se vogliamo vincere la prossima volta. Maurizio

Maurizio Panfilo, Padova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 11:05| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Mah! E' brutto leggere che qualcuno manda tutti afanculo sbattendo la porta. Sì, dispiace. E' il segno che qualcosa non funziona. E chi sbatte la porta non è detto che sia un imbecille.

Franco Mas 25.11.14 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Se continuiamo a non andare in tv, senza far sapere le cose giuste che facciamo e le battaglie che portiamo avanti, come farà la gente (specialmente chi non va su internet)
a votare M5S ?
La maggior parte degli ultracinquantenni, (cioè la stragrande maggioranza del paese) per farsi una idea di voto, non va in internet, ma si basa su tv e giornali . Purtroppo per come la vedo io, se i 5stelle non ritorneranno a sfruttare questa (seppur schifosa e colpevole) tv, NON GOVERNERANNO MAI!

PATRIZIO CONOCCHIA, pointbreak2@inwind.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 10:57| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Dico la mia opinione dopo l'analisi dei dati nelle due regioni: paragonato alle ultime regionali il movimento ha fatto progresso, rispetto alle politiche 2013 ha perso voti verso 1) l'astensione 2) lega.
Non so quanto l'astinenza dalla TV abbia influito, penso che alcuni voti di PROTESTA siano andati alla Lega, mentre gli astenuti non si raggiungono con la TV ma solo con una campagna sul territorio. Penso che il movimento 5 Stelle debbe intensificare il lavoro sul territorio (porta a porta) e convincere chi oggi ritiene il voto inutile che il M5S sia l'unica vera forza che possa trasformare le istanze ed i bisogni dei cittadini in leggi e soluzioni.
Perciò mi piacerebbe vedere il M5S insieme a chi protesta perché perde il lavoro (Terni, dove Landini ed il sindacato possono mettersi il luce, ma il movimento non è presente). Anche dove si muore per l'inquinamento (Terra dei fuochi ecc.).
Lo stesso vale per la giustizia: Mi piacerebbe vedere il M5S vicino a Di Matteo.
Anche nelle perferie ci dovrebbe essere una presenta capillare dei 5S per non sgomberare il campo a Casapound.
Infine la questione meridionale sarebbe anche un tema che i 5S potrebbere prendere.
Insomma, ci vuole un lavoro sul territorio vicino ai problemi dei cittadini ai quali deve arrivare il messaggio attraverso la rete, la TV, volantini, campagne porta a porta (a seconda dell'esigenza) che il M5S ha buone proposte per risolvere i problemi concreti.

Carlo S., Basel (Svizzera) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Ah, come siete abili, voi maneggioni del blog. Invece di parlare del dimezzamento dei voti del Movimento, avete messo un post su Matteotti, defunto e stradefunto, di cui non interessa più un cacchio a nessuno. Sapete buttare fumo negli occhi, altro che Movimento aperto, democratico e bla bla bla... Il mio voto, la prossima volta, ve lo mettete in quel posto... "Vanne Marchi" del 2000!

Gherardo Tescari 25.11.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Da emiliano astenuto il mio unico commento è che questo post contiene un solo grosso errore. Non è vero che ha perso la democrazia e non lo è per 2 motivi, il primo è che la democrazia non poteva perdere, la democrazia è morta da quel pezzo e lo testimoniano 3 presidenti del consiglio consecutivi non eletti, il secondo motivo è che se sulla scheda elettorale ci fosse stata la casella NESSUNO DI QUESTI CANDIDATI l'affluenza sarebbe stata come minimo il doppio e questa opzione avrebbe vinto con maggioranza assoluta.
Ormai in Emilia chi vota PD sono solo i vecchi che credono ancora che si tratti dei comunisti o comunque di un partito di sinistra, l'emiliano non prende in considerazione partiti che si schierano a destra e Berlusconi non si è mai candidato. Il "successo" della Lega è da attribuirsi invece al fatto che nella cultura emiliana è profondamente radicato il rispetto per le persone, i luoghi e la cultura locale e chi viene da fuori non può e non deve essere considerato o avere più agevolazioni di chi appartiene a questa terra. Il messaggio a mio avviso è chiaro, o si fanno le cose come si deve o non vogliamo nessuno a governarci tant'è vero che sappiamo benissimo cavarcela da soli come sempre è stato dimostrato e come sempre più questo pensiero è radicato. Questa è la vera disamina.

Andrea Righi 25.11.14 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Noi italioti ci dimostriamo sempre per quello che siamo. "Votare? e chi se ne frega, tanto non cambia niente. Sono tutti uguali" e si dissipa l' unico talento che resta con l' astensione al voto. (ogni occasione è irrimediabilmente persa) I POLITICI SONO LO SPECCHIO DI QUELLO CHE NOI SIAMO. I POLITICI SONO LO SPECCHIO DI QUELLO CHE NOI SIAMO,impossibile non costatarlo. Che vogliamo di più? Sarebbe anche il caso che alcuni nostri rappresentanti Mov.5***** "incontrando i cittadini evitino le piazzate teatrali per argomentare, giustamente, le realtà quotidiane come se fossimo in un mercato delle erbe del 1800!Arroganza, litigiosità e tracotanza ci allineano con gli altri esponenti politici. E questo invita a confermare: "Sono tutti uguali. Solo parole e basta"!Ma si sa, non tutti possono essere dei Voltaire e tener testa in punta di penna e... di lingua per far passare i giusti messaggi!
Sibilla12

Bruna Chiesa 25.11.14 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io credevo in te Grillo e credevo che tu operassi per il bene del paese. I fatti dimostrano che hai operato come tutti i politici per il tuo profitto personale. Gli italiani volevano portarti al governo ma tu ti sei rifiutato di sporcarti le mani astenendoti su tutto e dicendo contemporaneamente che volevi prima più del 50% dei voti perchè non era possibile collaborare con nessun partito: che idea politica folle ed antidemocratica. Purtroppo hai perso il treno Grillo e forse non tornerà più: credimi che a me dispiace molto anche se i fatti dimostrano che predichi a volte bene ma razzoli molto male

claudio molinari 25.11.14 10:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

io mi sono fatto una convinzione
a 4/5 milioni di Italiani questo stato di cose sta bene , ne trae profitto , non ha bisogno di gareggiare , vince il raccomandato
divisi al 50 % destra/sinistra - il popolo che vota a prescindere- incapace di capire - di ragionare , vota per partito preso come si dice
il resto astensionismo - stando così le cose , se mai la vittoria verrà dovrebbero passare 20 anni , che i vecchi vadano , e che i giovani aprano la mente , quindi .. ci vorrà molto tempo , e a quel punto dovrete ( non io ) ricostruire l'italia come nel dopo guerra, sperando che come nel dopoguerra avranno imparato la lezione - buon lavoro a tutti Spartacus

SPARTACUS 25.11.14 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto i vari commenti che reputo,comunque, legittimi, dico la mia.
Se non ci fosse stato Beppe ad iniziare questa "battaglia" di Democrazia,il Movimento non avrebbe ottenuto certi risultati (Politiche 2013 Europee 2014). Quando un Movimento che ha iniziato ad avere qualche Sindaco e qualche consigliere comunale e regionale in alcune zone d'Italia(a macchia di leopardo), improvvisamente si ritrova 150 Parlamentari e 17 Europarlamentari, il discorso cambia. Quando si cresce tutto diviene piu' difficile. Si creano le "correnti" di pensiero, si dimentica che "UNO VALE UNO",che il "fiato sul collo" si deve continuare ad usarlo. Passiamo ai risultati dell'Emilia e della Calabria. In Emilia vince il PD, con una percentuale di votanti pari al 37%, la Lega è seconda con quasi il 20% (Salvini era sempre in TV su tutti i canali - RAI MEDIASET SKY e LA7)Forza Italia perde alla "grande". La nostra "portavoce" Gilbertoni prende il 13% circa. Vanno in Consiglio Regionale 5 consiglieri, a fronte dei 2 del 2010.In Calabria con i meetup in "contrapposizione" si è raggiunto un risultato da "decimali", nonostante la presenza dei vari portavoce (Morra Lezzi etc.). Ergo forse bisognerebbe, oltre la "rete", utilizzare i mezzi di comunicazione (TV giornali etc.)???? Visto che chi aveva votato alle Politiche ed Europee, questa volta è rimasto a casa. Qualcuno si è chiesto che oltre agli "Agorà" in Piazza, oltre ai Comizi di Grillo, bisognerebbe "informare" la gente comune (pensionati, lavoratori, casalinghe etc.) dell'attività che i nostri "potavoce", sia in Parlamento che in Europa, svolgono, visto che lavorano e producono tanto???? Io da "attivista" la penso cosi'. In Puglia che è la mia Regione, fra qualche mese si andrà a votare. Mi rivolgo ai "portavoce" pugliesi: facciamo tornare un pò di "entusiasmo" nella gente? Ad iniziare dagli "attivisti" di Puglia. Buon Movimento a tutti. A riveder le Stelle.

Cosimo Cannalire 25.11.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento

LA SETTIMANA SCORSA AD UN MIO POST CHE DICEVA SE NON ANDATE IN TV A COMBATTERE FINIREMO MALE..... ALCUNI ISCRITTI AL MOV.5S MI ATTACCARONO DICENDO vacci tu in tv visto che conosci la ricetta" E POI SEGUIRONO ALCUNE OFFESE PERSONALI.... ADESSO DICO A VOI TUTTI.... fanculo grillo fanculo casaleggio fanculo tutti... IO E QUALCHE MILIONATA DI ITALIANI. CREDEVAMO IN VOI.

Giovanni P., Palagiano Commentatore certificato 25.11.14 10:17| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non sei tu ad occuparti di politica sarà comunque la politica ad occuparsi di te...
La cosa peggiore che si può fare è non esercitare il diritto di voto.


rodolfo z., cividale del friuli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 10:10| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Fino alle politiche si è fatto bene anche se la scelta di non parteccipare alle trasmissioni televisive e la non costituzione di sedi territoriali,cosa determinante per il radicamento politico e sociale,sicuramente ha penalizzato in termini di ulteriore consenso il movimento.Si è fatto bene anche nell'epurazione d'ambigui soggetti come nella scelta di non fare alcuna alleanza visto la qualità delle forze politiche in campo.Perché allora è iniziata una fase di declino del movimento stesso a partire dalle elezioni europee?Perché non è stato più percepito come diverso e la diversità non era tanto la protesta e la denuncia del malaffare ma la prospettiva d'essere in grado di dare risposte alla gente sommersa da gravi problemi.Poi è iniziato il cretinismo parlamentare da una parte:la mozione,l'interrogazione,la sceneggiata ecc.. ecc..e la mancanza di proposte che facessero sognare il possibile cambiamento da attuare solo con la presa del potere e non certamente cose impossibili d'attuare stando all'opposizione come la proposta di referendum sull'uscita dall'euro.Va bene l'opposizione agli attacchi ai diritti e alle tutele della gente ma maggiormente occorre la proposta che non sia una mediazione condominiale ma che abbia il senso di una maggiore giustizia sociale.La democrazia in Italia è morta da più di un ventennio e non è stata l'astensione a decretarla,essa è stata solo la risposta alla percezione che nulla cambia e se cambia è sempre nel modo peggiore per le condizioni di vita di milioni e milioni di persone.Che fare?Meno tempo da perdere nel parlamento riducendo all'osso la permanenza visto che questa su nessuna scelta della maggioranza influisce.Utilizzare il parlamento unicamente come cassa di risonanza delle proposte rivoluzionarie pensate dal movimento.Meno tempo ai compiuter e più presenza organizzata sul territorio per vincere le elezioni locali.Stare sempre dalla parte dei più deboli,immigrati compresi,e non solo in determinati momenti ove è sciacallaggio.

carlo 1., torre annunziata Commentatore certificato 25.11.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pochi giri di parole, Grillo, il M5S è dimezzato, non stravolgere anche tu i dati in stile "vecchia politica".
Hai solo abbaiato alla luna, Grillo, e la gente si è stancata di nuovi parolai come te.
Stai pagando a durissimo prezzo il no a Bersani, "genio"!
Fine di un bel progetto.
"De profundis clamabo ad te, Domine...."

Gherardo Tescari 25.11.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviana dove sei ?

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao. nominare ministri m5s via web anche se non si è al governo. fare subito la squadra di ministri, renderla visibile in tv. il ministro con un curriculum indiscutibile nel suo settore, va a parlare in tv a nome del m5s, esclusivamente per la sua area di pertinenza. Se il ministro della pubblica istruzione m5s va in tv, parla solo di scuola ed università e fra le tante trasmissioni generaliste su tv pubblica e privata prima o poi uscirà una trasmissione a carattere tematico e non generalista che affronta una questione alla volta, per esempio la scuola e l'università. la nomina di un ministro m5s curriculato nel settore di interesse, indurrebbe anche gli altri partiti a fare lo stesso, in modo da avere un dibattito e futuri ministri di governo "first class". basta con il politico ed i talk show improvvisati e generalisti. se il nominato ministro dell'istruzione m5s va in tv e sollecitato dal giornalista a parlare di evasione fiscale, corruzione, euro o f35, lo fa, necessariamente sproloquiando, va espulso dal movimento. manifestazioni tematiche in piazza con i ministri m5s ognuno esperto del suo settore ed email del ministro resa disponibile per invio di proposte.

edoardo spirito, maenza Commentatore certificato 25.11.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta dirlo "IL MOVIMENTO NON HA PERSO VOTI" e questo si avvera. Beppe l' hai imparata da renzi la tecnica?
Mi rivolgo ai bravi " POLITICI" dei 5S cambiate andate in TV dite a tutti quello che fate e staccatevi dal gatto e la volpe che mi sa che hanno mangiato l'uva, VOI siete rimasti la nostra ultima speranza. Se no c'è di nuovo il buio assoluto del fascismo che ritornerà in Italia con i due MATTEO.

Rossana P. 25.11.14 09:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Si va bene l'astensionismo non ha colpito il M5 *****,
però non è stato neanche un successo strepitoso.
Forse bisogna cambiare tattica o propaganda, non è possibile fare della filosofia, bisogna attaccare ed essere martellanti, cari signori l'unico mezzo per fare questo è la TV, che vi piaccia o no.
Ci sono milioni di voti in sospeso che aspettano di essere trascinati , che aspettano un messia, mandiamo in TV questi ragazzi che sono bravissimi e preparati che usino le loro doti anche fuori dal parlamento, è l'uomo della strada che bisogna trascinare alle urne, il politico di professione se ne infischia di quello che dice il Movimento dentro l'aula.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le elezioni regionali di domenica in Emilia Romagna e Calabria hanno dimostrato quanto la gente sia ormai nauseata da questa politica incomprensibile.
Quando nel feudo storico della sinistra, i due terzi degli elettori non va a votare, significa che abbiamo davvero raggiunto il limite estremo.
Ma i palazzi romani, ancora una volta, non sanno cogliere questo grido silenzioso.
I proclami mai mantenuti, un regime fiscale che continua ad aumentare, la mancata riduzione dello spreco pubblico e la perdurante crisi economica, sono solo alcune delle cause conclamate di questo non voto.
Infatti non siamo in presenza di una disaffezione alle urne, ma di una vera e propria protesta silenziosa della maggioranza del popolo sovrano.
Il non saper cogliere l'urlo popolare, dimostra il degrado irreversibile della nostra classe dirigente.

WWW.FUOCHIDIPAGLIA.IT

Giorgio Paglia 25.11.14 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Un candidato vero in E.R. c'era, Andrea Defranceschi, e lo hanno espulso nel pieno della campagna elettorale. Grazie di tutto e se il movimento sta morendo in questa regione i motivi ci sono e sono tutti interni e squallidi.

Andrea Berselli 25.11.14 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Serve un gruppo di lavoro che studi le riforme importanti da proporre subito, le battaglie da portare avanti e che dovranno essere condivise da tutti, il modo in cui agire, quali media utilizzare per diffondere il messaggio, insomma, serve un tavolo di lavoro stabile che programmi e diriga le fasi della politica attiva. Non è possibile affidare al caso, e alla buona volontà di giovani attivisti inesperti, la scelta delle armi con cui combattere. E' necessario assicurare un supporto qualificato a tutti coloro che si adoperano con abnegazione, ognuno deve sapere a chi rivolgersi per avere un consiglio. Sarebbe l'inizio per costruire una minima organizzazione di base che infonda fiducia al simpatizzante. Oggi il volontariato non basta perchè del Movimento offre un'immagine estemporanea, spesso sembriamo gruppi di boyscout in missione (proprio come quello lì!) e questo nonostante gli attivisti siano splendidi. Gentile "Staff", strutturatevi meglio, ascoltate i consigli del blog, in politica o si vince o si perde e noi dobbiamo VINCERE. I "craxi" tra di noi ce li vediamo POI.

Franco Mas 25.11.14 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Da una politica che si astiene di parlare dei problemi di fondo (globalizzazione dei mercati incontrollati, UE, inquinamento, distruzione di territori, ecc, ecc,) Io mi astengo e voto una Lega oscura ma che è contro... almeno apparentemente dico io. La politica non può più concedersi di non parlare dei problemi di fondo, che hanno scatenato, fame, iniquità nel mondo intero...

alma gemme 25.11.14 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Siete l'unico partito nella storia d'Italia che sta mantenendo le promesse elettorali, e se non più allineati con il programma si viene espulsi (vedi parlamentari allontanati, Parma).
Le recenti elezioni in Emilia Romagna hanno visto diminuire i votanti per il m5s rispetto alle europee. Ora vorrei sapere da voi:a credevate davvero che la gente si rivoltasse di fronte ad un politico che si faceva rimborsare i giochi erotici???? Loro, come molti di noi, hanno votato per Berlusconi molte volte!!!
Ci vuole tempo per fare tutto. Ci vuole tempo per costruire un movimento. Ci vuole tempo per accettare a pieno l'ideale del movimento ed in ultimo ci vuole tempo per acquisire l'esperienza necessaria per destreggiarsi al meglio in quello che si fa. Per cui, per favore non siate i soliti Italiani, che si lamentano, si straziano e pensano solo ad avere un tornaconto personale oggi.
Per una volta proviamo ad essere una nazione diversa ed offriamo il nostro sostegno a questi ragazzi che sono li e ce la mettono tutta per portare avanti un PROGETTO nel quale tutti crediamo.

Giacomo Alberti 25.11.14 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe le conclusioni dopo il voto in Emilia Romagna che il movimento ha migliorato in percentuale di voti, ma è proprio in conseguenza di queste conclusioni io ti domando quanti voti avrebbe preso il movimento se tu non ti fossi intestardito ad evitare che i rappresentanti del movimento facessero un'ampia campagna dentro le due regioni salvo piccole concessioni, io ti dico che non è giusto quello che stai facendo per impedire che il movimento sia rappresentato in video anche DAI TANTI personaggi bravissimi del movimento.

giancarlo busso 25.11.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Però a forza di vaffanculo a Bersani e a altri alla fine sono gli elettori che hanno mandato affanculo Grillo.

Salvatore Scano 25.11.14 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Continuare a credere nel M5S questo e l'unica ragione per non annullarsi.
"Il sogno di ogni oligarca: Riuscire a ridurre talmente tanto la percentuale dei votanti avere la possibilità di poter effettuare dei veri e propri colpi di stato senza sparare neppure un colpo e ciò che più conta senza che neppure la gente se ne renda conto. E quando lo capirà, sarà ormai troppo tardi."

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ohh, e MENOMALE adesso si torna in TV !!

W M5S

Emma G., Bari Commentatore certificato 25.11.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento

alle regionali del 2010 il movimento ha preso il 6% l'affluenza alle urne è stata il 68%.....2014 l'affluenza è stata il 37%...e il mov. ha preso il 13%...quindi possiamo dire che a fronte di un calo del 30% dei votanti rispetto al 2010, proporzionalmente la platea del movimento è rimasta integra.
Allo stato dell'arte non siamo cresciuti come numero elettori e l'abbassamento dell'affluenza ha consentito di ottenere un riparto dei seggi più vantaggioso, anche per noi.
Detto questo si dovrebbe aprire una riflessione vera e chiederci come intercettare una platea di potenziali elettori...questa dovrebbe essere la vera discussione che dovremmo affrontare.
Oggi e per i prossimi 5 anni le cose non miglioreranno, quindi partendo da questo dato dobbiamo dire le cose come stanno...e lavorare su un informazione che aiuti l'elettore a capire che ci troviamo in questo "vicolo cieco".
E' bene però capire che le future mosse dovranno basarsi sulla "realpolitik", in questo momento i numeri ci stanno dicendo che c'è un vuoto politico, tale da poter essere "intercettato" ma per far questo serve una strategia diversa...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 25.11.14 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, passare dal 6% al 13% in 4 anni non è una vittoria.
In realtà siamo passati dal 25 al 13.
La gente ha scelto di non votare (anche) piuttosto che votare M5S.
Ritengo che l'avventura sia terminata. Con un fallimento.
Auguri

Omar G. Commentatore certificato 25.11.14 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si e' vero:rispetto alle europee in emilia abbiamo perso voti.. Ma ora abbiamo piu consiglieri rispetto alle regionali 2010..cercate Di sfruttare bene tale risultato.✌🌟🌟🌟🌟🌟!

Eugenio Ciolli 25.11.14 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per te beppe, ti stai fidando di persone sbagliate... la base non è quella che scrive che in emilia romagna si comincia ora.. la base è quella che hai conosciuto tu nei viaggi città per città che fatica..
Di lecchini, cerchi magici e scilipoti è pieno in giro e tu ti stai fidando di loro! addio movimento

Andrea Gerardi 25.11.14 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro unico vero successo elettorale è avvenuto nel febbraio del 2013 quando la TV parlava in continuazione di noi! Perché attraverso Facebook era nata la protesta e in tutti i comizi di Grillo le piazze erano strapiene! Cosa è rimasto di quella protesta? Li vedete i post di Grillo quanti "mi piace" e condivisioni in meno hanno adesso? Perché? Perché le decisioni successive al voto hanno pian piano allontanato la gente dal movimento! Non credono più che possiamo risolvere i loro problemi! E ci credo bene! Abbiamo fatto di tutto per non contare niente in parlamento!
Se si vuole tornare al risultato del 2013, non c'è altra via che mandare i migliori che abbiamo in TV e cambiare strategia politica!
Quando Renzi ha proposto 80€, noi dovevamo andare in TV a proporne 160€ specificando tutte le coperture! Dicendo di essere pronti a votare immediatamente un provvedimento del genere! Quando Bersani ci ha proposto di fare il governo dovevamo dire di sì! Così dopo 2 giorni si vedeva chiaramente che erano loro che non volevano fare niente!
La nostra strategia politica è stata un disastro!
Io da attivista ed iscritto, le decisioni di Grillo non le accetto più! Dobbiamo decidere noi iscritti! Le regole del movimento sono queste! Quindi mi aspetto da subito una serie di votazioni sulla prossima strategia politica e di comunicazione del movimento! Fino a che non vedo niente il mio attivismo è sospeso. Che ci vada Grillo a informare casa per casa le persone sull'operato del M5S. A noi inizia a diventare impossibile farlo dopo tutti gli errori politici commessi!

Luigi Nicastri, Falerna Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 08:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Il comunismo è come una religione, viene insegnato prima in famiglia, poi tanto a scuola quanto al lavoro. A 25 anni dalla caduta del "vaticano" (URSS) del partito comunista nonchè degli ultimi barlumi cubani e coreani, il popolo che aveva creduto ciecamente nella religione marxista/leninista, ulteriormente acciacato dal "tradimento" dei loro sacerdoti rivelatisi gli opportunisti quali erano, si sono trovati soli nel deserto d'idee che precedentemente solo il loro credo riempiva di paradisiache illusioni. Il popolo senza il suo Mosè si diperderà nel deserto o cadrà schiavo sotto il faraone, aspetta passivo il nuovo DUX. Purtroppo tutti durano almeno un ventennio.

Paolo Andrea 25.11.14 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciascuno e' libero di interpretare il risultato come meglio crede, anche estremamente positivo.
Io che vivo tra la gente, tra i colleghi, che ho amici che hanno votato per M5S, raccolgo le sensazioni della gente. La stessa gente che vota o non vota.
Le sensazioni sono di estrema delusione per la politica e di estrema delusione per M5S.
Ho amici che un anno o due fa votavano per M5S ed ora o non voterebbero piu' oppure voterebbero per Salvini. Come mai? Ha vinto il movimento? Direi proprio di no.
Secondo me il movimento era nato benissimo, aveva dato un chiaro messaggio di pulizia, di gente che lavora. Il movimento era il cittadino che finalmente poteva contare qualcosa. Ha contato qualcosa? M5S non ne ha azzeccata una. Poteva appoggiare Prodi che avrebbe preso il posto dell'attuale presidente ma non l'ha fatto. Sul blog c'era tantissima gente a favore di Prodi ma anche tantissima gente contro Prodi, quindi si e' consentito a che tornasse questa situazione.
Alle europee sono stati fatti proclami di vittoria, ma senza un chiaro programma e senza decidere prima con chi allearsi.
Ultimamente sembra che i problemi non siano piu' la Casta, chi non paga le tasse, gli evasori totali, la corruzione ma improvvisamente sono diventati l'euro, l'Europa, l'immigrazione, la colpa di tutti i nostri mali. In TV non si va piu' perche' si e' superiori e verginelli. Si cerca di copiare (male) la Lega, si cercano voti nell'elettorato populista della Lega. Non si cerca di proporre un'alternativa seria e costruttiva pubblicizzandola in rete. Cisi e' alleati con l'estrema destra populista inglese e non si accettano critiche. La gente che era delusa della Lega (ed ha votato M5S) ed ha fatto spam sul blog ora e' tornata all'ovile. Salvini e' l'originale. La gente di sinistra che non ha mai amato Renzi sul blog viene chiamata 'piddini' e non vota ne' il Renzi di PD ma nemmeno vota piu' M5S preferendo stare a casa.
Questo e' il risultato, piaccia o non piaccia. E sara' sempre peggio.

af 25.11.14 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace ma dissento totalmente da quest'interpretazione, caro Beppe: non è cercando di cambiare i nomi alle cose che si cambia la natura di quest'ultime, scriveva "un certo" Friedrich Engels! La realtà è che in Emilia il Mov si situa al 13 % scarso, mentre la Lega è al 19. Si vada a verificare quanti voti avevamo localmente preso durante le politiche del 2013 e si faccia il raffronto con gli ultimi risultati! La realtà ancora ci dice che il Mov, nella terra in cui è nato, si situa al terzo posto, dietro lega ed ad un PD che, pur pieno di indagati, continua ad essere votato. Ti va bene questo stato di cose???? A ME NO! Ogni tanto bisognerebbe cercare di trovare la modestia di fare autocritica e chiedersi il perchè certe cose accadono. Il motivo è la assurda, fallimentare ed autolesionistica strategia "comunicativa", fondata sull'invisibilità televisiva che avete scelto o ritenuto di imporre! Non ci voleva molto acume per prevederne i risultati: che se in Emilia sono i sopracitati, in Calabria hanno determinato la nostra esclusione! VI VA BENE TUTTO CIO'???? Lo volete capire si o no che LA GENTE NON SA UN TUBO DI QUELLO CHE FA IL M5S??? Se non quello che "apprende" dalle televisioni?? Lo volete capire che la gente comune non verrà MAI a controverificare sul blog quanto i media dicono sul M5S??? LO VOLETE CAPIRE SI' O NO!!!??? E non prendiamoci in giro col discorso del "passa parola", in sostituzione al mezzo televisivo, che purtroppo la fa da padrone in italia! Questo bisogna tener presente.Pertanto, la si finisca con questo assurdo atteggiamento sinora portato avanti: a meno chè non si voglia finire al prossimo giro come l'IdV! Fate vobis...La stragrande maggioranza degli iscritti la pensa così..

gianfranco d. Commentatore certificato 25.11.14 08:37| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Sono contento del fatto che siamo stati gli unici a incrementare il numero di voti assoluti.
Anche io comunque penso che un minimo di presenza in tv sia doverosa. Andare in tv anche solo per comunicare le fantastiche proposte che stiamo facendo.
Beppe internet è fondamentale, è la vera democrazia, ma purtroppo sappiamo che oggi la tv è l'unico canale di informazione per milioni di italiani.
Andare in tv con piccole interviste stringate e piccoli interventi dove comunichiamo le nostre bellissime proposte basterebbe!

Grazie mitico Beppe!

Andrea R., Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni cosa si può vedere da angolazioni diverse ed apparire in modo diverso pur essendo la stessa. Secondo questo articolo, in Emilia, avremmo vinto: sono aumentati i voti. Questa angolazione non mi piace nemmeno come comunicazione esterna. La realtà è che avremmo potuto intercettare il non voto e farlo nostro. Perchè non è successo? Non una risposta, sono calabrese, qui durante la cmapagna elettorale mi è capitato di parlare con nostri elettori delle politiche, quasi tutti non sono andati a votare perchè da noi si aspettavano qualche risultato in più. Qualcuno (pochissimi) sono riuscito a convincerlo ed ha votato. Il confronto onesto, pur tenendo conto che sono elezioni locali, va fatto con le politiche.

Ginetto Mancuso, luimanc@libero.it Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.11.14 07:59| 
 |
Rispondi al commento

giunti a questo punto penso che sia meglio mettere dietro le linee il nostro beppe grillo e ricominciare con di maio....

e' ora di cambiare volto,grazie beppe

avanti m5s

argentina 2001

JEEP 25.11.14 05:27| 
 |
Rispondi al commento

Raccogliamo oggi ciò che siamo stati capaci di seminare.
Bene le agorà, bene i passaparola, bene lo spontaneismo attivo.
Ma è come coltivare un nostro privato orticello, se non sappiamo vedere che esistono le vaste praterie dei programmi televisivi e delle pagine di giornale.
Abbiamo saputo fare cose eccezionali, diventare alle politiche il primo partito o quasi, essere esempio indiscutibile di onestà e pulizia.
E perché dovremmo continuare a farci insultare da tutti gli schermi e da tutti i giornali senza nemmeno poter rispondere con i nostri argomenti, come se fossimo ciechi, sordi e muti?
Questa tattica è palesemente sterile, snobistica, controproducente, suicida.
Dobbiamo prenderne atto e cambiare. Presenziare a tutti i dibattiti in tv e saper controbattere da pari a pari. Abbiamo portavoce che hanno dimostrato abbondantemente di saperlo fare.
Si potranno scegliere le modalità, decidere i criteri, evitare personalismi esasperati, MA la televisione e i giornali vanno usati fino in fondo per mostrare la coerenza del nostro pensiero e divulgare la bellezza della nostra onestà.
Nelle case degli italiani devono diventare familiari i volti puliti di Di Battista, Di Maio, Lezzi, Morra, Bonafede, Giarrusso, Gibertoni, e dei molti altri che hanno ormai maturato la capacità di sostenere un confronto diretto in televisione.
Interviste, talk show, dibattiti, inchieste, ogni occasione deve essere sfruttata per diffondere la nostra voce pulita e innovativa.
La nostra presenza deve essere assicurata, senza se e senza ma, ogni mattina e ogni sera. Su internet, ma anche sui giornali, nelle televisioni, e in ogni altro mezzo di comunicazione.
Saremo meglio compresi e impareremo a farci meglio comprendere.

Re Lik 25.11.14 02:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE; PERCHE' CI HAI ILLUSI? COSA E' CAMBIATO IN TE E CASALEGGIO? AVETE PRESO DEI SOLDI SOTTO BANCO? PERCHE' STAI DISTRUGGENDO IL MOVIMENTO? PENSACI, IO INIZIO A NON CREDERCI PIU'. SE NON VOTAVO PER LA COSCA PRIMA NON LO FARO' NEANCHE ADESSO, MA SI DA IL CASO CHE NON HO MAI VOTATO PER UNA SETTA. QUINDI TE LO DICO SINCERAMENTE O LASCI LIBERI I TUOI PARLAMENTARI DI ANDARE IN TELEVISIONE OPPURE PENSO SERIAMENTE CHE TU E CASALEGGIO SE NON PRENDETE I SOLDI PUBBLICI, ACCETTATE I SOLDI DI QUALCUN'ALTRO PER DISTRUGGERE IL MOVIMENTO. NON E' COSI'? E ALLORA SIETE DUE PAZZI, MA IO NON FARO' PARTE DEL VOSTRO GIOCO. APRISCATOLE CI STA' MA DEVONO SAPERLO TUTTI QUINDI CI VUOLE LA TELEVISIONE. GRILLO SE FAI MORIRE IL MOVIMENTO SEI IL PEGGIORE POLITICO DELLA STORIA. AVEVI QUASI IL 25% PENSACI. VIVA IL MOVIMENTO, VIVA L'ONESTA' IN POLITICA.


oggi il premier Matteo Renzi, da Vienna, ha chiosato: “La non grande affluenza è un elemento che deve preoccupare ma che è secondario. Checché se ne dica oggi non tutti hanno perso: chi ha contestato le riforme può valutare il suo risultato. Il mio interesse non è mettere le bandierine ma affrontare i problemi degli italiani”. Il punto, sottolinea il leader del Pd, è che “negli ultimi 8 mesi abbiamo avuto 5 elezioni regionali e il Pd ha vinto 5 a zero. Oggi una persona normale dovrebbe esserne felice”.
In realtà i numeri scaturiti da queste elezioni non dovrebbero facilitare l’ ottimismo dei vertici del PD. Infatti il PD non ha affatto totalizzato in Emilia il 44,52% secco che sembrerebbe scaturire dai dati del Viminale, ma ha totalizzato il 44,52% del 37,70% dei votanti, cioè circa il 20% degli aventi diritto al voto. Lo stesso vale per la Calabria. Il PD non ha totalizzato il 23,72%, ma il 23,72% del 44,08% dei votanti cioè circa il 10,64% degli aventi diritto al voto. In Emilia Romagna alle ultime europee circa un anno e mezzo fa, il PD aveva totalizzato il 52,52% sul 70% di votanti, cioè il 36,75% degli aventi diritto al voto, mentre in Calabria, nelle medesime consultazioni europee, aveva totalizzato il 35,80% sul 45,77% di votanti cioè il 16,38% degli aventi diritto al voto. In sostanza nel giro di un anno in Emilia il PD è passato dal 36,75% degli aventi diritto al voto al 20% degli aventi diritto al voto, perdendo pertanto ben il 16,75%, in una regione tradizionalmente a lui fedelissima. Mentre in Calabria, nello stesso anno, il PD è passato dal 16,38% degli aventi diritto al voto, al 10,64% perdendo il 5,74%. Con questi numeri affermare che hanno perso coloro che sono contrari alle riforme e che il PD ne esce rafforzato al punto da poter imporre la propria egemonia neo capitalista su tutto il paese mi sembra un po’ azzardato.

donatella savasta fiore, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.14 01:28| 
 |
Rispondi al commento

Cosa manca al M5S per farsi capire ?
M5S non è in TV perché non ha niente da dire ?
Dove sta quel mondo nuovo che paventava M5S, l'intelligenza collettiva a disposizione della rete ?
Se ci sono questi scienziati in M5S, chi li conosce, dove sono ?
Possibile che non si arrivi mai prima del PD o non lasciare che questo venga percepito ?
I partiti non erano morti ?
La gente non vota, ma se ne infischiano, anzi meglio per loro che si scelgono da soli e tranquilli governano e ci spennano.
Il PD & soci hanno occupato posti chiave mentre M5S è lungi dal poter inserire i suoi, pesare nelle decisioni. Se non si ammettono gli errori poco male, ma l'assenza di reazione è disarmante. L'unica risposta alla deriva renzista per la TV è Salvini, è questo che viene percepito ed è questo che è comodo a chi governa, per sapere di M5S serve un medium, un intermediario per l'aldilà esperto del paranormale. La relazione M5S e blog è fallita, i numeri non crescono e perché mai dovrebbero se non riesce a far intravedere un Italia diversa meno cinica, meno disperata.
Il salto nel buio gli italiani non lo faranno mai, fate vedere non solo onestà, ma anche le capacità, fate ancora sognare.

Luciano Monti 25.11.14 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi pare che tu abbia bisogno di cambiare la gradazione delle tue lenti perché la tua miopia pare decisamente peggiorata!! Il risultato qui in Emilia per i 5 Stelle, con un deciso calo dei voti rispetto al 2013 sconta una mancanza di chiarezza su ciò che il Movimento vorrebbe fare per il lavoro, le imprese, l'immigrazione e la mancanza di illegalità imperante. Invece di invocare il rispetto delle regole che dovrebbero tutelare i più deboli vi arroccate dietro a battaglie ideologiche da "veterocomunisti".. Alcuni dei nostri rappresentanti poi hanno lavorato ben poco nella loro vita e sembra che non capiscano veramente un cazzo!! Invece di arrivare con tanta prosopopea in mezzo alla gente con l'aureola dei deputati, senatori o consiglieri comunali dovrebbero in maniera anonima girare per le strade, botteghe, scuole e fabbriche delle cità e "ascoltare"!!! Saluti e riflessioni!!

sandro giatti 25.11.14 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il risultato di una totale assenza del M5S sul mezzo di comunicazione televisivo.. bella prova.. così non cambierà mai nulla.. mah! Probabilmente a questo punto l'oblio dell'astensionismo sarà l'unica forza che mi vedrà partecipe. Una delusione non vedervi combattere anche nel campo dei consensi.. se non cambiate idea tutto quello cche avete costruito non avrà di che alimentarsi.

FrancescoFKM Falanga (frankmaster), BARI Commentatore certificato 25.11.14 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Forse e' stato confuso il "TUTTI A CASA"??
Che gli elettori abbiano pensato che tale frase era rivolta a loro, cioe', "CARI ELETTORI STATEVENE TUTTI CASA QUANDO CI SONO LE ELEZIONI".
Siamo sulla buona strada allora, ci avviciniamo al 70%.
Avanti tutta che va bene cosi'

mario 25.11.14 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma vogliamo nasconderci dietro un dito? Vogliamo essere come il pd e l'altro? Ma ci rendiamo conto che il Movimento si sta sgretolando? Forse è arrivato il momento di mettere fine alle ragliate di alcuni esponenti, molto in vista, del M5S e se ancora sarà possibile riconquistare la fiducia degli elettori 5S. Basta con le lotte interne, basta con le espulsioni, basta con proclami da illusionisti. Abbiamo la fortuna di avere ottimi Parlamentari, ottimi Sindaci ottimi Consiglieri sia Regionali che Comunali: lasciamoli lavorare e sosteniamoli. È ora di diventare grandi!

ROBERTO D., Asti Commentatore certificato 25.11.14 00:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La menzogna brutale, reiterata senza soluzione di continuità dai media servi, ha provocato un danno rilevante al M5S.
Con opportune argomentazioni, documenti filmati e articoli di gionale, si può portare in tribunale questi venduti della penna e della parola.
Il disegno di screditare il M5S subisce una forte impennata dopo lo strepitoso 25,6% delle politiche. Non è possibile che la prima forza politica di un paese democratico venga ignorata e danneggiata in questo modo. Il teorema da dimostrare è che c'è stato un disegno pianificato da partiti e giornalisti asserviti ai primi, che ha avuto come obiettivo il nocumento al M5S.
Mi offro volontario per lavorare su un dossier che possa dimostrare l'esistenza di tale disegno.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.11.14 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Forse non ci si è accorti che il M5S è screditato con le menzogne 24 ore al giorno dai media di regime... che bistrattano il movimento al fine di bistrattare l'ELETTORE, l'attivista il simpatizzante il sostenitore Cittadino (5 stelle) umiliando quotidianamente.

Mauro B. 25.11.14 00:12| 
 |
Rispondi al commento

questo commento è il peggiore post di Grillo mai letto sul blog.
PATETICO
INFANTILE
OFFENSIVO DELL'INTELLIGENZA DEI LETTORI

gianni de biasi 24.11.14 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto ascoltando il leader di podemos, forse dovremmo cercarlo, dialogarci e ospitarlo sul blog!
... Ragazzo straordinario!

Rita L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento

_____________________________

Il candidato Pd arriva al 49%, il leghista Fabbri sfiora il 30.

Solo l'M5s guadagna consensi in assoluto rispetto a quattro anni fa. Crolla la partecipazione: solo il 38% alle urne. I voti e i seggi coalizione per coalizione

Quattro anni fa Vasco Errani aveva vinto col 52% e 1.197.000 voti (e una partecipazione del 68% degli aventi diritto al voto).

Il Pd perde ___300mila voti____ rispetto a quattro anni fa.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2014/11/24/news/regione_bonaccini_il_nuovo_presidente_ma_vota_solo_un_emiliano_su_tre-101266019/

-------
Elezioni regionali: Renzi meno 769 mila voti ma a livello nazionale potrebbe andare peggio

Il pessimo risultato è dato dalla perdita del Pd tra Calabria ed Emilia Romagna di 769.336 voti tra Europee e Regionali.

http://it.blastingnews.com/politica/2014/11/elezioni-regionali-renzi-meno-769-mila-voti-ma-a-livello-nazionale-potrebbe-andare-peggio-00181179.html
______________________________

john buatti 24.11.14 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che per la gente che non ha votato ieri il movimento sia visto come una specie di corpo estraneo alla politica, forse troppo integralista (nel senso buono del termine, troppa onestà, troppo idealismo....) e forse ne è quasi spaventato di quello che potrebbe fare se prendesse più potere, e quindi preferisce guardare verso la lega che cavalca sicuramente pulsioni sociali direi quasi animalesche nella loro semplicità, però sanno molto bene che sono perfettamente integrati nella dinamica politica di questo paese e quindi nel caso farebbero come hanno sempre fatto...gli opportunisti, d'altra parte sono vent'anni che sono li anche loro e la cosa migliore che hanno fatto è spalmarsi e adagiarsi sulle comode poltrone che hanno conquistato.....altro che padania

paolo bortoletto, conselve (PD) Commentatore certificato 24.11.14 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Il partito dell'astensione è intorno al 67% . Significa che a due italiani su la politica fa schifo . Possibile che nessuno sia in grado di dare una risposta e fiducia a questi concittadini ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 23:24| 
 |
Rispondi al commento

No grillo, non ci siamo. Se renzi "non ha vinto" perché ha ricevuto solo il 16% dei voti possibili, allora M5S ha straperso! Ed è ancora più grave, perché contro dei partiti così impresentabili, vincere dovrebbe essere più facile!
Bisogna convincere la gente a votare M5s! Come? Anche ANDANDO IN TV, e facendolo spesso, e presentando soprattutto 3-4 PROPOSTE davvero CONVINCENTI E MONETIZZABILI. Una è il reddito di cittadinanza, un'altra può essere la lotta alla criminalità con leggi più severe e l'eliminazione dei benefici di pena, e così via. Un messaggio chiaro e ben diffuso, oltre a una presenza più capillare sul territorio almeno un mese prima delle elezioni. Questo ci vuole, altrimenti non se ne esce!

Alberto Bin 24.11.14 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi glieli scrive i post a beppe Grillo? Lo staff? Usato staff che non riesce nemmeno a mettere d'accordo i numerosi meetup che nelle varie città' d'Italia sono in lotta fra loro? Ma come si fa a dire che l'astensionismo non ha colpito il 5 stelle? ... Dalle ultime elezioni abbiamo perso 400.000 voti

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 24.11.14 23:00| 
 |
Rispondi al commento

La risposta politica in Emilia, ma anche in Calabria, al malcostume e alla politica del malaffare è stata ridicola. Con l'astensione hanno riconsegnato l'amministrazione agli stessi personaggi, al partito unico, guidato da Matteo Renzi,che riesce così a raggiungere anche percentuali da capogiro. In effetti, meno persone vanno a votare e "loro" sono più contenti. Ancora meglio se andassero a votare solo tre persone: in caso di vincita del PD, a Matteo Renzi andrebbe più del 66% dei consensi. Veramente un successo stellare.
A nessuno passa per la testa (emiliani compresi) che in questo modo, un'esigua o striminzita minoranza si prende il potere a scapito di una grande maggioranza che viene così esclusa da tutto, per l'estrema gioia dei politici. A nessuno passa per la testa che in questo modo finisce la democrazia (a dire il vero, forse questo processo è già iniziato). Non possono essere valide le elezioni se non si presenta almeno il 51% degli aventi diritto al voto.
Faccio gli auguri ai cittadini emiliani e calabresi, perché ne avranno veramente bisogno.

Aristide Bresciani 24.11.14 22:58| 
 |
Rispondi al commento

IL FIGURO, DEL 5STELLE DEPUTATO (purtroppo) colluso col PD MASSIMO ARTINI, ha gettato la maschera,, ORA STA' SEMINANDO ZIZZANIA PER FARE CASINO DENTRO IL MOVIMENTO, E MAGARI FAR PROVOCARE UNA SCISSIONE:: VEDI INTERVISTA AL FATTO QUOTIDIANO, E FA' ANCHE IL FURBETTO: dice che GRILLO NON C'ENTRA NULLA, MA METTE ZIZZANIA COME HANNO SEMPRE FATTO I CULI GIALLI, SPECIALISTI NELL'ACCOLTELLARE ALLE SPALLE:: LEGGETE PREGO L'INTERVISTA E VE NE RENDETE CONTO.....

ANDATE ANCHE SU: www.ildeputatodelgiorno.it NE VEDRETE DELLE BELLE!!!! TUTTI DEVONO SAPERE!!!!!

andrea martellini 24.11.14 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Le elezioni servono, come scopo primario, ad individuare qualcuno a cui conferire un mandato di "potere". Chi conquista tale mandato, ha dunque vinto. Non mi sembra che il post voglia smentire un dato incontrovertibile: il "potere" è stato (nuovamente e nonostante tutto) attribuito al PD. Ma l'analisi del voto non serve solo, seguendo arzigogolati esercizi logico-verbali, a poter dire "tu hai vinto ma io non ho perso": serve a capire in che modo tu hai vinto ed io ho perso (la possibilità di accaparrarmi io il !"potere"!). Allora, nasce spontanea la domanda: ma se tu hai effettivamente conquistato il diritto di esercitare il potere che ti viene conferito, in un sistema democratico quanto vale tale conferimento, se ti deriva dal 18% degli aventi diritto??? Se poi vogliamo dire che il vero scopo perseguito dalle congreghe di potere (ove siedono a pieno diritto e con voce forte ed autorevole, i mass media)è quello di superare silenziosamente ed a fari spenti un sistema demoocratico effettivo per giungere ad una sorta di sistema oligarchico ed autoreferenziale che si autoalimenta anche grazie all'astensionismo, allora il loro risultato è stato ottimo (per loro) e pessimo, molto pessimo per la democrazia e per il futuro del popolo italiano.

ettore v., Maschito Commentatore certificato 24.11.14 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono incazzatissimo, Grillo, fai i discorsi dei numeri come tutti gli altri. O non ti rendi conto dello sfacelo o menti sapendo di mentire. Stiamo scivolando nell'anonimato, diventeremo una nicchia di sognatori. Se non abbiamo raccolto il grande dissenso creatosi in Emilia Romagna al punto che la gente trova più utile non andare a votare che votare il Movimento, vuol dire che ABBIAMO FALLITO.
Dobbiamo cambiare sistema di comunicazione perchè dobbiamo arrivare a tutti e non ai fedeli del web. Vi accorgete che questo sta logorando anche i milioni di simpatizzanti? Datevi una smossa altrimenti il sogno finisce.

antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 22:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Propongo una votazione on line per decidere di un ritorno in massa in tv dei nostri parlamentari per far conoscere ai cittadini che non vanno su internet il nostro programma e le nostre battaglie in parlamento.Decide la maggioranza 50%+1,non un singolo.Questa è democrazia.

Nino Esposito (lorddarkar), Napoli Commentatore certificato 24.11.14 22:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli insegnanti hanno sottovalutato l`educazione civica. il popolo italiota della civica se ne sbatte, meglio essere non-civici.
Avanti cosi che si va a sbattere contro il muro!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi qui vedo solo gente che si divide tra quelli che rivogliono il Movimento di nuovo in TV cosa assolutamente sbagliata e che ha contribuito in maniera inequivocabile alla debacle alle europee e alla affermazione di Renzie e quelli che invece vorrebbero la testa di Beppe Grillo cosa altrettanto sbagliata perchè basta guardare i dati delle elezioni successive alla sua "scomparsa" dalla scena politica per accorgersi che il nostro è un andamento di consensi sempre più bassi NON AVETE ANCORA CENTRATO IL PROBLEMA IL NOSTRO NON E' UN PROBLEMA DI IMMAGINE MA DI CREDIBILITA' NEL PROGRAMMA cioè l'italiano medio non si fida del M5S semplicemente perchè non crede che le nostre proposte siano effettivamente realizzabili perchè ci siamo soffermati e continuiamo solo a parlare del referendum contro l'Euro quando i problemi per l'Italia e gli italiani sono altri come il posto di lavoro e come arrivare a fine mese poco gli importa se ha in tasca lire dollari o euro perchè non battiamo invece il tasto su un programma alternativo economico per rilanciare l'Italia invece di lanciarci in mirabolanti slogan contro l'Euro battaglia legittima ma marginale??

Poi permettetemi una piccola critica finale sulle elezioni regionali... se uno vuole sfondare a livello locale visto che noi deficitiamo a livello di immagine non può pretendere di presentarsi una settimana prima delle elezioni dovrebbe essere sul territorio ogni giorno e svegliare la cittadinanza...

David Z., Milano Commentatore certificato 24.11.14 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo sa fare spettacolo e campagna elettorale, gli altri non tanto. Senza la campagna di Grillo si raccimola voti solo fra i già convinti, che sono stati anche tanti in Emilia. Quello che manca è che la gente non capisce cosa facciano i consiglieri regionali e quindi non sanno neppure per che cosa o per quali proposte vanno a votare. Salvo le discussioni sui risparmi anche i M5S non hanno grandi argomenti su cui combattere. Edilizia consumo del suolo? Ambiente situazioni di disastro senza tregua? Nonostante gli argomenti non si capisce quale sia l'intervento su questi del Consiglio Regionale e della Giunta Regionale. Sappiamo che esistono, ma non c'è sufficiente informazione su quello che fanno, solo su scandali e magna magna di danaro pubblico c'è stato un gran martellamento di informazione. Sul resto nulla. Allora come posso sapere se un consigliere sta facendo le cose che giudico giuste. Ma , mi ripeto, non sappiamo neppure di quali competenze la regione si deve far carico. Bè non è priprio vero, so che si occupa della gestione amministrativa della sanità pubblica e delle convenzioni. Ma ad esempio, vorrei sapere chi è che mantiene i tempi infiniti per fare un esame per cui devo andare spesso a pagamento. Se so chi è e come funziona il meccanismo allora voto per un'altro , ma se è tutto in un calderone pieno di fumo come faccio a scegliere i miei rappresentanti?

kevin altieri 24.11.14 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Come volevasi dimostrare la scelta di non andare in tv porterà il movimento nel l'anonimato.quello che Grillo crea Grillo distrugge.Salvini arriverà ad essere il secondo partito e noi torneremo allo 0,.....Diamoci una mossa....il re è al capolinea....che i vari Di Maio,Di Battista,Morra,Taverna ecc....si assumano la responsabilità di portare il movimento a governare questo paese.L'apprendistato ormai è finito.Le ossa c'è le siamo fatte.Non possiamo dipendere dalla battaglia personale di Grillo contro media e tv.Il movimento va oltre gli interessi e le battaglie personali.Credo che lo stesso Grillo non aspetti altro che cedere la leadership ad altri.Forza ragazzi,tirate fuori le palle......

Nino Esposito (lorddarkar), Napoli Commentatore certificato 24.11.14 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Non votare e'dare il mandato in bianco per la dittatura.

Giorgio p. 24.11.14 22:23| 
 |
Rispondi al commento

se abbiamo le palle le dobbiamo tirare fuori ora.
Niente piagnistei. Serve unità e onestà intellettuale, senza particolarismi personali.
Ritornare a chiarirci gli Obiettivi da perseguire e la Politica da intraprendere per perseguirli.
Cominciamo a smettere di autoconvincerci che uno vale uno. Perché è impossibile che sia così. Se io valgo 5 e tu che mi leggi vali 10, io valgo la metà tua. Punto.
Il Movimento deve trasformarsi in Partito, con proprie regole chiare e ferree, con un direttivo di persone oneste e qualificate che si riuniscano e prendano decisioni da sottoporre ai propri iscritti.
Ed i rappresentanti eletti devono ESISTERE ed avere un rapporto ben visibile con tutti i Media.
Non possiamo rimanere Carbonari per una vita, dobbiamo partecipare alla vita del mondo CON REGOLE SEMPLICI E CHIARE SU COMPORTAMENTO ED ETICA. Auguri a tutti
RIMANIAMO UNITI E NIENTE POLEMICHE IMPRODUTTIVE.
Chi ha dia, chi può fare faccia.

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 24.11.14 22:22| 
 |
Rispondi al commento

...Secondo me rischiamo di essere confusi con la restante classe politica...Il consiglio che do' a tutti i rappresentanti pentastellati, di uscire dalle Istituzioni e tornare tra la gente...Troppi ormai si sono incaponiti di fare la guerra alle leggi sulle virgole. Bisogna rassegnarsi a ritornare nelle piazze, a formare agora', a parlare semplice alla gente ed evitare di trasformarci in una classe politica dotta, snob e autoreferenziata...Smettiamola di raccontarci come siamo bravi e come siamo intelligenti...L'ITALIA sara' presto in un'emergenza economica spaventosa, bisogna secondo me serrare le file, tornare all'avanguardia popolare e organizzare le retrovie perche' di vittime ne avremo tante...Il serpente ha la testa a 1500 km di distanza...

Alessandro Balloni (alexviareggio), Viareggio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Dopo le elezioni politiche del 2013, quandi con il Movimento 5 Stelle abbiamo trionfato contro tutte le previsioni e le aspettative, i cittadini si aspettavano che andassimo nelle Istituzioni e le cambiassimo, così come avevamo promesso. Invece no, siamo rimasti all'angolo a fare i duri e puri mentre l'Italia continuava verso il baratro. E adesso ci auto prendiamo per il culo fingendo di ignorare che in Emilia Romagna abbiamo preso una batosta??
E' vero, dobbiamo continuare con il "TUTTI A CASA!", ma il primo ad andarsene a casa devi essere proprio tu Beppe e lasciare spazio a quelli, come Di Maio, Di Battista, Morra, la Taverna, ecc.. che, forse, senza di te e la tua cricca di snob, riusciranno a fare cose buone per questo Paese.

Fabrizio M., Brindisi Commentatore certificato 24.11.14 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spegnetela questa cazzo di tv, siete lobotomizzati, disintossicatevi basta! È l'arma più potente del potere e ce l'avete in casa, vi lamentate della mancata presenzadel m5s in quella immondizia di programmi. Liberatevi! Mettetela in cantina, vendetela, buttatela dal balcone.
Questa è la vera e sola rivoluzione culturale possibile.

Christian C. Commentatore certificato 24.11.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

La cosa piu' inquietante e' che quando in un paese il 30/40% soltanto si reca alle urne, oltre al significato clientelare residuo, si ha la percezione di assenza di rappresentanza. Significa che la classe politica e' in cenere, adesso la cosa piu' pericolosa e' scovare cosa si nasconde sotto di essa. Sotto la cenere si ha l'impressione che stia covando qualcosa di insano, si avverte un silenzio frastornante, un'instabile calma. Occhio ragazzi, questa astenzione e' troppo massiccia per non capire che c'e' qualcosa che bolle in pentola in questo paese!

Alessandro Balloni (alexviareggio), Viareggio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Il movimento 5 stelle è un movimento politico che in Calabria,la mia Regione,ha racimolato un misero 5%.Il M5s avrebbe dovuto raccogliere il malcontento di chi non è andato a votare in base all'analisi fatta nel post.Evidentemente sono stati fatti alcuni errori. Ad esempio ,nella mia circoscrizione non si è visto nemmeno un deputato del M5S venire ad interessarsi dei problemi del nostro comprensorio, non è stato organizzato nemmeno un comizio. Per non parlare poi del video di Grillo di un minuto in cui se ne lavava le mani dicendo che se non avessimo votato m5s saremmo rimasti con "mancu li cani". La Calabria è una terra in mano alla ndrangheta,in cui l'emigrazione dei giovani è una emorragia inarestabile e che ha bisogno di dell'aiuto di istituzioni sane. Quello del M5S non si è visto.

ANTONIO 24.11.14 22:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Cazzo ma volete svegliarvi!!!!Con queste scelta masochista di rinunciare alla presenza nei media televisivi state dilapidando il bellissimo risultato delle elezioni politiche. Mi fa ridere il raffronto con le elezioni regionali del 2010 quando il movimento era pressoché sconosciuto ai più. Purtroppo devo dare ragione alla stampa di regime che fa il raffronto con il dato più significativo delle politiche.Ne consegue che l'analisi dell'ultimo voto è desolante e deprimente.Di questo passo veramente il movimento rischia di ridursi a percentuali dello zero virgola.
Mi è incomprensibile questa ultima strategia comunicativa.Avevo visto crescere e tenere banco e vincere i duelli dialettici, dei nostri eletti, nelle varie trasmissioni televisive e poi improvvisamente sparire.Parlando con molte persone che, so per certo, avevano votato e simpatizzato per i 5stelle mi arrivano a chiedere se si sono ritirati i nostri deputati perchè non si sente parlarne più di loro.Non si può snobbare una ancora grossa fetta di cittadini che pur sapendo usare un pc , non fequentano i social e i blog e ancor di meno i siti di camera e senato , che diciamocelo pure sono come approccio normalmente noiosetti.Non si può ostentare questo duropurismo cieco e a tutti i costi.Non si può santificare sempre e comunque le potenzialità del web come se fosse la panacea per tutti i mali. La parabola discendente è sotto gli occhi di tutti. E basta con questo fustigarsi le palle: perchè non siamo stati bravi , perchè dobbiamo calarci nel territorio, perchè non siamo stati sufficentemente convincenti. Diamine!!! Come fai ad essere convincente se ti tagli la possibilità di raggiungere il più grande numero di elettori possibile.Se aspettiamo che tutti gli italiani prendano consapevolmente coscienza e che diventino tutti attivisti del movimento ci vorranno 100 anni.Ma non ce ne sarà bisogno perchè questa bellissima "solitudine" ci porterà a contare come il due di picche , la prossima legislatura.Meditate gente.

claudio f., ponte san nicolò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 21:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Che tristezza. Non mi sento sconfortato dal risultato elettorale ma dai commenti che circolano. É mai possibile che tutte le argomentazioni politiche vertano sul fatto di andare o meno in televisione, come se la televisione fosse il centro dell'universo mentre non é altro che una scatola vuota. Dobbiamo toglierci dalla testa questa stramaledetta televisione e cominciate a pensare ad un mondo diverso!

Lorenzo C., Parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Date rappresentanza all'astensionismo: oltre uno zoccolo minimo seggi in proporzione ai votanti.

marco 24.11.14 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Lasciando stare l'astensionismo che dovrebbe essere un male congenito degli altri partiti, non capisco i risultati! Dovendo per lavoro girare molto e chiaccerare abbastanza, ovunque vado molte persone tifano per i Grillini , o meglio i ragazzi del M5S, e fra un impreco e l'altro , in una apparenza sincera, dicono che voteranno, a questa o alla prossima elezione, per questo movimento. E' pure vero che vado presso piccole medie imprese o artigiani e gli statali, i pensionati, e vari liberi professionisti non so nemmeno che faccia hanno, ma nelle mie piccole statistiche conosco anche gente fuori dal mio lavoro tra conoscenti, amici e altro , come un semplicemente il barista che ti porta il panino o il caffé, ed anche questi esternano la loro rabbia e il voler non votare o votare per i M5S.
Io personalmente non sono un attivista e non credo di tifare questo movimento o altro partito ma sono sbalordito e alla domanda che mi pongo mi do tre soluzioni: 1°) non ho capito niente e chi vota i soliti simboli probabilmente ha una conscente ragione per il bene del paese che IO non sò comprendere; 2°) Che forse chi vota i soliti simboli ha un suo interesse o timore forse perché abituato, come un vecchio pensionato, forse perché uno dei dipendenti statali che teme di dover dimostrare che il posto che occupa non gli appartiene, forse perché il maneggione che vive tra burocrazie e finanze, o magari un povero uomo a cui hanno promesso almeno un pasto sicuro; 3°) più fantapoliticamente , sperando di dire una cavolata, che tutto sia come un gioco d'azzardo controllato nel quale qualunque numero scegli esce sbagliato. Comunque per quel poco che conosco della storia umana , poche volte la gente si è liberata dalle catene e ha sempre aspettato un uomo solo che li incitasse che fosse un tiranno o un pensatore !

Ottaviano Bottini, Paderno Dugnano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Adesso basta, dopo i risultati deludenti delle Europee, dopo i risultati deludenti delle comunali a Reggio Calabria, dopo i risultati deludenti delle regionali in Emilia-Romagna e Calabria è ora di cambiare profondamente.
Con gli strumenti che adottiamo, con le ideologie che portiamo avanti (giustissime), con la metodologia politica adottata ci siamo fumati in 18 mesi quel favoloso risultato alle ultime politiche.
Era in gran parte un voto di protesta? Anche, ma in questo periodo non esiste forse la protesta? E quindi perchè i risultati del 2013 non si sono riconfermati?
Ve lo dico io.
Prima di tutto Grillo e Casaleggio si devono dare una svegliata oppure farsi da parte (con tutto il mio dispiacere se avvenisse ciò).
Abbiamo dei deputati e senatori forti e bravi a cui dobbiamo dare la possibilità di esprimere tutte le loro capacità.
Soprattutto manca l'informazione costante, martellante a volte nauseante che gli altri leader fanno nelle varie televisioni vedi Salvini e Renzi.
Bisogna costantemente mandare i nostri eletti del M5S nei talk show, la gente vuole vedere, sentire rendersi conto, informarsi visivamente.
Il tutto è successo per un pò poi ci siamo di nuovo incriccatti in questo cazzo di Blog che non tutti usano, soprattutto gli anziani che con questi strumenti ci masticano poco.
Ma vi rendete conto che il cavaliere è completamente KO, il fenomeno Renzi è (anche se prende voti) alla canna del gas e dobbiamo riesumare con Salvini il partito dei Belsito dei Bossi e del trota?
Tutti si sino fatti padroni dei programmi del M5S, il reddito di cittadinanza pensato da noi è ora sulla bocca degli altri partiti e se ne fanno vanto come se lo avessero inventato loro e così dicendo tante altre nostre ideee passate al nemico.
Ci interessiamo se la ministra Pinotti ha preso l'aereo di stato o meno, facciamo interpellanze parlamentari su questo denunciamo il tutto presso le procure come se questi fossero i grossi problemi del paese.
Svegliamoci, svegliatevi.

Roberto B., Carignano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 21:49| 
 |
Rispondi al commento

E' brutto dirlo ma la maggior parte degli italiani non ha un buon livello culturale e di conseguenza si informa poco e male usando internet per il solo accesso ai social network. In quanti usano internet nel tempo libero come strumento di formazione, approfondimento e informazione? Se Grillo e M5S fossero svedesi avrebbero già stravinto, idem se danesi o norvegesi, dove anche gli 80enni sono abituati ad usare il pc quotidianamente e parlano inglese molto meglio di Renzi. Ma siamo in Italia, un defciente come Salvini va in tv e prende il 18%, perchè? M5S è una rivoluzione sociale e culturale, ma non possiamo aspettarci che in un paese come l'Italia questo avvenga nell'arco di qualche anno, ci vuole almeno una generazione, a meno che nn si sfruttano tutti i mezzi a disposizione, anche talk show. Se vogliamo battere il sistema dobbiamo affrontarlo anche in casa sua, bisogna andare in televisione per vincere, mio malgrado è così.

Pierfrancesco 24.11.14 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi paicerebbe che venissero sempre analizzate le conseguenze delle nostre scelte; ad esempio, sul reato di immigrazione, quale era la situazione prima e dopo l'abolizione? E' migliorata o è peggiorata?

Andrea P. Commentatore certificato 24.11.14 21:36| 
 |
Rispondi al commento

SUL SITO CI VENGONO DUE TIPI DI PERSONAGGI: CHI E' GIA' A FAVORE E CHI CI PIGLIA PER I FONDELLI. GLI ALTRI, LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI, NON VIENE A LEGGERE COSA PENSA 'BEPPE GRILLO', UN COMICO URLATORE SPARGISFIGA. INOLTRE QUESTO STESSO SITO STA PRENDENDO UNA DERIVA DRAMMATICA, PIENO COM'E' DI PUBBLICITA', IMPESTATO SUL LATO DESTRO DI TITOLI INUTILMENTE E INGANNEVOLMENTE ROBOANTI, 'IL GIORNALISTA CREA SCOMPIGLIO IN STUDIO DICENDO LA VERITA' SU...', SI', SE TIRAVA UNA SCORREGGIA DI SCOMPIGLIO NE CREAVA CERTAMENTE DI PIU', OPPURE 'DI BATTISTA DISTRUGGE RENZI...' CON UN POST SUL PROPRIO PROFILO FACEBOOK? MA DAI, BASTA, BASTA! TUTTO QUESTO E' PATETICO E PENOSO. I DESTINI DI UN MOVIMENTO COSI' CARICO DI POTENZIALITA' NON POSSONO ESSERE AFFIDATI ALLE STRATEGIE DI UN FANTOCCIO IMPROVVISATO RESPONSABILE DELLE PUBLIC RELATIONS E A UN PERSONAGGIO UN PO' STRAMBO CHE SOTTO IL CAPPELLINO TIENE LA TESTA AVVOLTA NELL'ALLUMINIO PER IMPEDIRE CHE GLI ALIENI GLI LEGGANO NEL PENSIERO... CAMBIARE, EVOLVERE, MUTARE, ANDARE DOVE GLI IPOPENSANTI HANNO BISOGNO DI VEDERCI: IN TELEVISIONE. LA GENTE HA BISOGNO DI VEDERE CHE I PROPRI EROI CHE PESTANO I CATTIVI.

Mark Fresca 24.11.14 21:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

VISIBILITA' SUL TERRITORIO
Se non c'è visibilità nel territorio, non c'è nècambiamento nè crescita consapevole, ma solo teledipendenti raggirati

Gianfranco Cunsolo 24.11.14 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile. Se non venivo a leggere questo articolo mi sarei perso che il M5S ha vinto le regionali in Emilia. Fortuna che sono gli altri giornali e le tv a dare informazioni sbagliate!

Nazzareno Agostinelli 24.11.14 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre in italia ha vinto il voto pilotato dalla propaganda della disinformazione, quando dico che ha vinto la propaganda della disinformazione, dico che ha vinto la minoranza degli italiani che da sempre ha deciso la sorte della maggioranza di tutti gli italiani.
Il vero partito politico da battere è la disinformazione, quando la maggioranza degli italiani sapranno che i loro veri nemici sono quelli che ogni giorno li manipola, quel giorno ci sarà un vero governo a 5stelle.

claudio a., verona Commentatore certificato 24.11.14 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma state ancora a portare avanti il dibattito "TV sì o TV no"? Ma cambia qualcosa? Il M5S ha trionfato alle politiche non avendo presenza in TV; se si eccettuano gli interventi di Grillo che venivano presi e mostrati così come li faceva in piazza (senza contraddittorio, bisognerebbe aggiungere).

Dopo le elezioni politiche qualche ragazzo capace nelle trasmissioni lo si è visto, come i Di Battista o i DiMaio, ma ci sono state pure figure meno convincenti. A mio modo di vedere non è qui, però, che il M5S ha perso voti.

Credo che il problema sia, invece, in uno staff della comunicazione incapace di gestire la complessità del momento e la bravura di certi avversari (Renzi su tutti) coi social media, prima terreno sgombro da rivali.

Inoltre non penso che siano state edificanti, a volte, le sceneggiate dei parlamentari pentastellati in parlamento. Va bene aprire il palazzo come una scatoletta di tonno, ma non buttare sempre tutto all'aria.

Parliamo, poi, dei veri e propri autogol come alcuni post sconclusionati dello stesso Beppe o le sparate dei vari Crimi (epocale il farsi beccare a sonnecchiare dopo appena una o due settimane in parlamento, dopo tutte le accuse sull'incapacità degli altri!) o Sibilia? Gli interventi "plastici" come quelli della Lombardi (noi siamo le parti sociali)? Ma un po' di sana autocritica mai, tra le fila di chi è stato eletto?

Per finire il blog, questo blog che si è riempito fino all'inverosimile di banner pubblicitari, poi le due fonti di news create apposta per il click baiting, pare. Capisco che si debbano coprire dei costi, ma pare proprio che si sia esagerato, anche se le stime di alcuni giornalisti maldicenti sono campate in aria.

Non basta gridare di essere onesti più degli altri per essere buoni politici, questo ormai bisognerebbe averlo capito...e mi rivolgo ai soliti invasati che continuano a professare che: "Va tutto bene madama la marchesa". Se non si cambia in fretta, questa sarà solo l'ennesima sconfitta. Movimento avvis...

Igor I. 24.11.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Io non so come permettiate a quel cialtrone di Bonaccini (per non citare che l'ultimo) di offendere pubblicamente il vostro elettorato. E voi non siete mai da nessuna parte a prenderne le difese. D'ora in poi smetto anche io di andare a votare, tanto non serve a niente e almeno se mi insultano me la sono cercata

Barbara Rabitti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto alcuni (non tutti) commenti. Il "Life motive" è sempre lo stesso: bisognava andare in TV, bisogna migliorare la comunicazione, ci sono stati degli errori, ecc.
Mi chiedo: ma dobbiamo sempre a discutere degli stessi argomenti triti e ritriti ?!?
Andare in una televisione organizzata per demonizzare il M5S equivale ad un suicidio mediatico, vuol dire prestarsi al gioco dei media con gli annessi e connessi del caso.
Cosa fare? Continuare così. C'è uno generazionale. Il M5S è il primo partito (e/o movimento che dir si voglia) negli elettori 18/40enni. Gli altri (ed anche gli stessi) preferiscono l'astensionismo per conclamata delusione.
Ripeto: Cosa fare? Chiedere aiuto principalmente ai genitori ed ai nonni, spiegando loro che - se con il loro voto di paura cercano di conservare quanto acquisito (es.: pensione) così facendo inibiscono ogni futuro ai loro figli/nipoti.
Un inciso: ho 58 anni, quindi dovrei rientrare nella categoria dei conservatori, ma per onestà intellettuale sono più propenso a pensare al futuro dei miei figli, posto che il mio futuro è stato inevitabilmente compromesso.

Fabio B., Trieste Commentatore certificato 24.11.14 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo aggiungere una sola riflessione:

ma vi rendete conto dove siamo caduti?
il 50% del 37% vuol dire che il 18,5% (di pensionati, dipendenti pubblici, i garantiti che votano Renzi e che hanno tutto l'interesse di andare a votare per mantenere lo status quo) DECIDE PER TUTTI???

Ma vi rendete conto???

La nostra colpa è non riuscire a convincere quel 60% che prova schifo per Renzi e tutto il sistema che gli sta dietro!
Questa è una colpa gravissima... e non capirlo è delittuoso.

Ragazzi, sveglia.
Ora bisogna intervenire. ORA!!!
Prima che questo Paese imploda...

O. A. (oa), Firenze Commentatore certificato 24.11.14 21:08| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha analizzato il voto ? secondo me , bisogna abbolire le coalizioni . non puo essere che 4/5 liste portano un candidato presidente con 200 porta voti . un candidato una lista . max 50 / 100
persone in lista , e si va al voto .

adolfo mele 24.11.14 21:07| 
 |
Rispondi al commento

hanno perso TUTTI.... anche noi del M5S ... CHE NON ABBIAMO SAPUTO TRASMETTERE QUELL'ENTUSIASMO DI ENTRARE IN CABINA ELETTORALE... SIAMO SERI E PRENDIAMONE ATTO...

marco campagnoli 24.11.14 21:06| 
 |
Rispondi al commento

dire che quasi il 70% di astensione "è un problema secondario".....è un discorso da cerebroleso

giorgio m. Commentatore certificato 24.11.14 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace, ma questa volta non sono d'accordo con Beppe e con il suo Staff.
La realtà (e non accettarlo è come mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi) e che stiamo facendo la corsa del gambero.
Analizziamo i nostri errori: ragionare sui dati del 2010 vuol dire prendersi in giro e ingannare chi nelle ultime politiche ci ha dato fiducia.

Cosa fare.
Ecco alcune idee:
1) accettare che ci siamo fermati e stiamo retrocedendo verso una nullità politica, se non reagiamo e cambiamo il nostro modo di ragionare
2) cambiare le regole di selezione dei candidati (che sinceramente sono astruse e poco giuste, che riducono a poche persone la scelta) e mettere in gioco i visi popolari e che più piacciono alla gente (come Di Battista e Di Maio)
3) ad esempio, per il punto 3), fare votare (anche online, ma anche nelle piazze) candidati selezionati dalla società civile
4) tornare in TV (il blog non basta)
5) non basta denunciare tramite il blog: è come urlare alla luna... non arriviamo a tutti

Siamo onesti, siamo i migliori... ma ci stanno omologando.
Spezziamo questa catena.

o CI ACCONTENTIAMO DI NAVIGARE INTORNO AL 15-20%???

O. A. (oa), Firenze Commentatore certificato 24.11.14 21:03| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo gli unici che abbiano spaventato i politicanti, sono state le BR....non certo il M5S

giorgio m. Commentatore certificato 24.11.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Oddio quanti discorsi, sto esplodendo, devo scrivere qualcosa per rilassarmi. Qualcosa di breve. Dell'astensionismo non rimproveriamo gli emiliani, si sono vergognati di riconfermare il voto al loro partito ed era logico che non votassero nessun altro, l'avrei fatto anch'io. Invece Renzi esulta, siamo all'agonia della politica.
Riflessione. Io ho abbracciato la causa del movimento rinunciando alle idee che avevo (ho aderito con la gioia di poter parlare finalmente con tutti), quelli dello "staff" hanno fatto la stessa operazione o si portano nella gobba le loro remore ideologiche? Sì, perchè c'è un po' troppo oltranzismo nell'aria...

Franco Mas 24.11.14 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Salvini e la sua dichiarazione post-elezioni a La7

Se avesse detto: "Buonasera, sono "il vostro agente all'Avana" per conto di renzusconi system", avrebbe risparmiato uno sforzo immane agli italiani che lo hanno votato e che adesso stanno interrogando un piatto di spaghetti sul significato del suo "strano" discorso da vincitore.


http://www.librimondadori.it/libri/il-nostro-agente-all-avana-graham-greene

"ll nostro agente all'Avana narra la vicenda di Jim Wormold, un mite rappresentante di aspirapolveri che, travolto dalle circostanze e dalla propria timida inesperienza, entra a far parte del Servizio segreto britannico e comincia a "inventare" non soltanto esplosive informazioni, ma addirittura l'esistenza di una vasta rete di solerti collaboratori. Il macchinoso intreccio non è solo il pretesto per una satira sottile e caustica, ma fornisce a Graham Greene, l'autore, anche lo spunto per un'affettuosa difesa dei diritti dei più deboli, costantemente soverchiati dagli incomprensibili intrighi dei potenti e dalle loro false ideologie..."

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Se gli italiani non votano il movimento non é colpa del movimento ma degli italiani. D'altra parte se l'Italia é ridotta cosi forse un motivo c'è...non é il movimento che deve andare in televisione va le persone che devono alzarsi dalle poltrone ed uscire a partecipare alla vita politica del paese. Se gli italiani non capiscono questo non c'è nessun Beppe Grillo che li possa salvare dal declino.

Lorenzo C., Parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come è possibile che il M5S, in questi ultimi anni, nelle elezioni amministrative del sud, dove non vince (a Ragusa o a Bagheria il sindaco è del M5S), è per un pelo che non riesce a raggiungere la soglia del 5% e a piazzare almeno un consigliere che farebbe la differenza
a beneficio della trasparenza e dell'informazione
(il caso del consigliere del M5S in Trentino che
ha smascherato le porcherie della regione
è esemplare);
Conoscendo la storia della nostra terra è legittimo avere il sospetto di brogli elettorali?

Giuseppe Grasso02, Catania Commentatore certificato 24.11.14 20:49| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE IO SON CON TE IN TUTTO MA IL POPOLO IL CITTADINO ITALIANO E' MOLTO DIFFICILE E TU LO SAI BENE QUINDI DA ATTIVISTA DA UOMO CHE HA NEL MOVIMENTO CINQUE STELLE L'ULTIMA SPERANZA PER QUESTO PAESE PRIMA DI LASCIARE L'ITALIA ED ANDARMENE TI CHIEDO COL CUORE CON AFFETTO DI DECIDERE INSIEME A TUTTI I PARLAMENTARI E INSIEME A NOI ATTIVISTI CERTIFICATI QUI SUL BLOG DI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LA PARTECIPAZIONE ALLE TRASMISSIONI TELEVISIVE CHE ANCHE IO NON GUARDO MA PURTROPPO DEVO PRENDERE ATTO CHE MOLTI CITTADINI GUARDANO E DA LI SI INFORMANO IN MODO NON CORRETTO QUINDI PER QUESTO NON DOBBIAMO LASCIARE CAMPO LIBERO A QUESTI DELINQUENTI CHE CI HANNO ROVINATO E DOBBIAMO NOI DEL MOVIMENTO ANDARCI E PORTARE SOLUZIONI CONTENUTI CHE NOI DEL MOVIMENTO ABBIAMO PER SALVARE IL NOSTRO PAESE NOI CREDO CHE DOBBIAMO ANDARCI PER INFORMARE QUEI CITTADINI CHE NON HANNO IL PC NON POSSONO USUFRUIRE DELLA RETE,TI DICO QUESTO PERCHE' DA ATTIVISTA VEDO CHE QUESTE PERSONE ANZIANE CON CUI HO A CHE FARE FACENDO ATTIVISMO PER IL NOSTRO MOVIMENTO QUANDO VENGONO INFORMATI DA ME FACENDO STAMPE CARTACEI DI NOSTRE PROPOSTE DI LEGGI E CIO' CHE I NOSTRI RAGAZZI FANNO E PRESENTANO IN PARLAMENTO MOLTI DI LORO MI DICONO CHE LORO GUARDANDO QUESTE TRASMISSIONI(OK DEMENZIALI)DI TUTTO IL BENE DEL QUALE IO LI HO INFORMATO LORO NON NE SANNO NULLA QUINDI PER AGEVOLARE ANCHE IL COMPITO DI NOI ATTIVISTI SPERO CHE PRENDIAMO QUESTA DECISIONE IMPORTANTE PER NON LASCIARE CONTINUARE A DIRE FREGNACCE E LASCIARE CAMPO LIBERO A QUESTI DELINQUENTI CHE CI HANNO MALGOVERNATO IN QUESTI ULTIMI 30 ANNI.TI RINGRAZIO BEPPE BUONA SERATA E BUONA SERATA A TUTTI GLI ATTIVISTI E A TUTTI QUELLI CHE COMBATTONO PER SALVARE E CAMBIARE QUESTO PAESE .

giuseppe looz, monte di procida Commentatore certificato 24.11.14 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre creduto in voi e a tutt'oggi la mia idea è sempre la stessa vi seguo da tempo e so' che state facendo un bel lavoro con tanta fatica per noi......appunto io lo so' perché vi seguo sul blog ma non tutti lo fanno e di voi non sentono parlare non sanno quali battaglie state combattendo. Non toglieteci questo sogno di un vero cambiamento ,andate in tv e fateli a pezzi comportandovi così state facendo solo il loro gioco.

Natylory 24.11.14 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna a mio avviso andare in TV almeno quando ci sono avvenimenti importanti.Non tutti hanno un computer ecc........La maggioranza guarda ancora la TV.Quindi mandare anche noi in certi programmi
le persone piu adatte.

Paolo.T Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non fregherà a nessuno ma se in tempi ragionevoli non si farà il referendum che "pretendo" e che ho spiegato intorno alle 19.20 mi cancellerò ben presto dal M5S ! Alea iacta est !

Clark R., Palermo Commentatore certificato 24.11.14 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti popolo dell'astensionismo. Schettino non vi ha insegnato proprio nulla: la Nave sta affondando, ma con voi sopra...

Stefano Bellan Commentatore certificato 24.11.14 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo e Casaleggio rassegnatevi, il sogno di creare il regime di fantsilandia sta' svanendo, siete riusciti a illudere milioni di italiani e soprattutto centinaia di migliaia di attivisti, che adesso si stanno riducendo alla spicciolata. Avete detto che aprivate il parlamento come una scatoletta di tonno, ma non avete detto che cio' sarebbe avvenuto solo VINCENDO le elezioni del 2013. Infatti NON AVETE VINTO ne' nel 2013, ne' mai. Allora prendeste quasi un terzo dei voti totali, OTTIMO. Come potevate credere che tutti quei voti venissero da attivisti come voi con ideologismi sfrenati per cui non si doveva scendere a patti con nessuno? Non ci voleva tuttavia la palla di cristallo per predire quello che poi e' avvenuto, cioe' che il PD, forte del rifiuto del M5S, crea una cloaca di governo con i Berluscones, coalizione sulla CARTA paradossale. Era altresi' prevedibile di conseguenza, che si sarebbero chiusi a catenaccio rendendo la presenza dei deputati pentastellati pressoche' inefficace. Cosa credavate? che un parlamento di corrotti e condannati, vi facesse partecipare alla vita politica in modo corretto e leale? Avete fatto tanto male agli italiani, avete giocato con le loro speranze, mi riferisco a voi due Grillo e Casaleggio! Avete invece fatto spaventare la casta all'inizio, facendola poi sbellicare dalle risate poi e forse adesso fanno anche il tifo per voi, per tenervi in vita, perche' questa megacoalizione in fin dei conti e' tenuta in vita da questo governo e dal M5S. M5S Andate via tutti! avete fallito, Dimettetevi tutti, fate cadere Renzi e soprattutto questa megacoalizione. Fatelo per gli italiani!

Gennaro Chieppa 24.11.14 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S è l'unica RAGION DI VOTO SENSATA di qualsiasi SANO DI MENTE in Italia.
Poco mi importa delle vincite,delle perdite,dei sondaggi,di andare in TV di NON andare in TV.
Votare per delle brave persone,oneste,pulite e avere la consapevolezza di non aver buttato via il mio tempo(seguendovi e appoggiandovi sempre e comunque) e la mia scelta politica per me è l'unica cosa che importa.
Le "VITTORIE" le lascio alle squadre di calcio.
Se il M5S NON riuscirà MAI ad andare a governare questo paese di tifosi di calcio non me ne frega proprio niente.Pazienza!
Io so di essere nel giusto e consapevole di appoggiare comunque le persone giuste!

In alto i cuori e W il M5S!!!!
Ciao a tutti.

Arma Gekko (arma2.0), Torino Commentatore certificato 24.11.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vabbè Beppe. La regione è quella che è, un feudo rosso (mi viene da piangere), ma in fondo non acchiappiamo quei voti orfani pd e questo è un problema. Dobbiamo scavare la nostra miniera e raggiungere tutte quelle persone che, invece di decidersi a votare 5 stelle, si sono messe in stand by. Il silenzio complice
dei tg regionali, l'assenza pressoché totale delle piazze 5 stelle ci ha punito. Tu dici che abbiamo raddoppiato, e aritmeticamente è innegabile, ma, obbiettivamente, c'era una prateria libera e noi non avevamo nemmeno un ciuco da far trottare.

giancarlo matarazzo (ginko), castenaso Commentatore certificato 24.11.14 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Se non c'è più visibilità del M5S nel territorio, non ci può essere alcun cambiamento.
Gli iscritti ai vari meet-up locali aspettano per lo più solo iniziative nazionali come i V-Day per farsi vedere.

Gianfranco Cunsolo 24.11.14 19:57| 
 |
Rispondi al commento

la statistica non è il tuo forte, di la verità

Mario t., milano Commentatore certificato 24.11.14 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questa strategia stupida del non andare in TV. Diteloa a Salvini una cosa così e si scompiscia dalle risate.
Non si può votare un movimento se manco si sa che esiste.
Grillo e Casaleggio per favore ora BASTA con questa stupidaggine.
E' vero che i talk show sono in calo, ma guarda caso anche i votanti sono i calo e logica vuole che quelli che votano (decidono) sono gli stessi che guardano i talk show. Quindi preparatevi e andate nei talk a esporre le vostre idee e a contraddire le falsità renziane. Se non ci andate, come vedete, nessuno sentirà la vostra mancanza.

Lorenzo D., TERAMO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 19:50| 
 |
Rispondi al commento

sembra che si voglia ricostruire un partito fascista
si continua ad assistere a scoop mediatici ed talk show che volontariamente/ involontariamente inneggiano al fascismo
con il solo risultato di portare il dissenso in un vicolo cieco, quello dell'estremismo di destra
e vedo che anche questo blog ha abboccato...auguri

Mario t., milano Commentatore certificato 24.11.14 19:49| 
 |
Rispondi al commento

VOTO ONLINE SUL BLOG PER DECIDERE DI ANDARE IN TV!
LA BASE HA IL DIRITTO DI DIRE COME LA PENSA!

DARIO P., CARSOLI (AQ) Commentatore certificato 24.11.14 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Anziché ridare tutti i soldi compratevi un canale televisivo sul digitale terrestre

Steve 24.11.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

A leggere i commenti mi cascano le p...e. Basta con sto andare in tv. Ma possibile che ancora non è chiaro che cosa sia il M5S e più lontano sta dai programmi televisivi vari meglio è. Non è il consenso non informato che si cerca. Se gli italiani non prendono coscienza non ci sarà M5S. I media sono determinanti nel condizionamento e in molti commenti si leggono i segni che lasciano. Fino a quando l'informazione sarà nelle mani odierne andare in tv sarà negativo ma se i giornalisti facessero il loro mestiere di notizie su i 5S tv e giornali ne sarebbero pieni.
Buona fortuna

Maurizio F., Legnano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo
Renzi è un infiltrato DC, che ha il compito di distruggere il PD e ci sta riuscendo alla grande, Come Hollande in Francia sta facendo con il partito socialista francese.
Se Grillo si fosse alleato con la Le Pen come ha fatto Salvini invece che con L'UKIP, tanto le accuse che ha ricevuto sono state dello stesso tenore.
Avanzo le seguenti proposte da mettere in programma:
1. Dare al popolo la SOVRANITA' MONETARIA e toglierla ai Bankster.
2. Come seconda ipotesi far pagare le tasse ai bankster sui soldi creati dal NULLA.
Giuseppe Siano

Giuseppe Siano 24.11.14 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Il dibattito se andare o no in tv sta diventando una lamentela pubblica. Ma i risultati delle politiche il movimento li ha ottenuti perchè era danato in Tv? No. Sono anch'io dell'avviso che la rete non basta ma oggi è cambiato il quadro politico. I voti di centro centro-destra sono andati alla lega (almeno in ER), quelli di centro sinistra li ha presi il candidato del Pd, anche se il Pd perde in consensi rispetto alla regionali del 2010. Ma della perdita dei voti al ragazzotto di Firenze non interessa nulla, come non interessa nulla della crescita dell'astensionismo. A lui interessa aver vinto. Lui è il discendente del principe del Machiavelli, lo volete capire o no? La politica è più complessa di quel che sembra a prima vista e il consenso non si costruisce semplicemente andando o non andando in Tv. La lega ha preso il doppio dei voti di Forza Italia oerchè giustappunto i voti del "cavaliere" sono passati a Salvini e non è certo dipeso dalle apparizioni di Salvini in Tv ma dal fatto che ha girato in lungo e in largo per giorni e giorni per l'ER. Ma attenzione che il pericolo vero è il ragazzotto di Firenze: la deriva autoritaria e reazionaria, se ci sarà, dipenderà da lui. Quello che invece mi ha più sopreso è stato il risultato deludente della Calabria. Si vede che Morra e compagni è stato poco presente o non gode del consenso necessario in una regione, a dir poco, difficile. Comunque nulla è perduto. C'è semplicemente da lavorare sodo

Giuseppe 24.11.14 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate a questo punto bisogna chiarire una cosa.E' possibile che possa valere una votazione del 37% rispetto al 100% delle persone che potrebbero votare e non votano cioè il 63% , ma che cazzo di legge elettorale è questa uno vince con il 61% del 37% dei votanti, non è nemmeno il terzo degli aventi diritto al voto,ma mica si può considerare vittoria una cosa cosi', ma quando la fanno una legge elettorale che non sia anticostituzionale? Bisogna anche tenere conto della percentuale di chi non vota anche quella dovrebbe valere come volontà del popolo.Quindi i risultati di questo VOTO dovrebbe essere NULLO PERCHè LA MAGGIORANZA DEL POPOLO avente diritto al voto che non ha votato è del 63% , non come decanta il Renzie che ha vinto nettamente un corno e non gli importa degli astenuti, ma allora è sempre tutto a loro vantaggio ma cos'altro vogliono a loro favore??? una dittatura peggio di Hitler...e noi qui a sopportare sempre...fino a quando? e il M5S di più non può? allora è tutto finito?...non ci credo voglio ancora sperare che si può fare ancora qualcosa per risorgere e spazzare via questo marciume di casta vergognosa !!!.

Francesco Ferraro 24.11.14 19:40| 
 |
Rispondi al commento

ABBIAMO STRAVINTO IL VAFFA HA FUNZIONATO.
ALTRO CHE ANDARE IN TELEVISIONE:Grillo scavalcato oltre il vaffa.

IL 60% degli italiani hanno dato il VAFFA ai politici. Non siamo stati noi a dire "TUTTI A CASA"? Il nostro grande Beppe è stato scavalcato a sinistra del palco: gli astenuti sono coloro che sono stati dalla nostra parte e ci hanno dato ragione. Abbiamo avuto il 60% dei non votanti + un 10% di votanti.

In tutto abbiamo il 70%. È giunta l'ora di prendere la politica nelle mani del popolo. In quale paese del mondo si può governare con una partecipazione al voto del 40% deivotanti iscritti?

Nelle dittature c'è sempre il nocciolo dei criminali e dei farabutti del ceto medio che si aggira intorno al 40%. Mma noi siamo al 70%; questa è la reale situazione dopo il vooto di domenica scorsa.

TUTTI A CASA! NON È LEGITTIMO GOVERNARE IN UN PAESE CHE AL 60% NON VUOLE NESSUN GOVERNO.

LA PARTE DEGLI ITALIANI CHE VUOLE UN GOVERNO È MINORITARIA: TUTTI A CASA, APRIAMO LE PORTE ALL'AUTOGOVERNO.La Costituzione è decaduta.

Gente delle frazioni, dei comuni, delle province, delle regioni prendete il controllo del vostro destino: il governo siete voi.

luigi francia, luigi@francia.dk Commentatore certificato 24.11.14 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si fa un'analisi seria bisogna osservare il comportamento di tutti gli aventi diritto al voto.
Ed ecco un'analisi seria ma di getto, leggendo il post
I cittadini dell'Emilia romagna hanno detto " A fan culo tutti compreso il M5S"
I cittadini non hanno fiducia in tutti i partiti compreso il M5S
Se compariamo i dati delle regionali 2010 con quelli delle regionali 2014, un dato per tutti: il M5S non ha colpito gli astenuti
Il M5S ha incrementato i voti, ma perdere vincendo è peggio che vincere ma perdere?
Ora metto del mio.
Il M5S, quando nacque attrasse di colpo il 25% grazie al suo messaggio di onestà contro tutti i partiti, messaggio arrivato a tutti gli Italiani grazie all TV degli avversari.
Ora, anche se non vi sono paragoni con le politiche, è chiaro che ha smesso di attrarre, nonostante il suo potenziale di idee sane e giuste, perchè:
- ha trovato un gruppo avversario furbissimo con grande capacità di comunicazione anche falsa;
- ha un organo ufficiale di comunicazione non all'altezza del compito;
- non comunica spiegando in positivo le sue ragioni, ma gridandole in negativo;
- non affronta la battaglia in tutti i campi anche avversi
- resta prigioniero nella rete, vien da dire come un pesce;
- prende posizioni impopolari, mentre la strategia politica consiglierebbe di restare in silenzio ed in osservazione.
- non ha l'umilta di collegarsi, non coalizzarsi, ad altri come ha fatto in Europa
I limiti di un post, mi diconodi fernmarmi

Mau 24.11.14 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo gli italiani sono in buona parte italioti, quindi bisogna andare in TV e radio a spiegare le battaglie di legalità che fa il M5S alle camere e fuori, vi ricordate che negli anni 60 e 70 vi erano delle trasmissioni per acculturare il popolo senza licenza elementare? In Italia anche se la licenzia media ce l'hanno quasi tutti, non tutti quelli che l'hanno presa se la meritavano, ma gli è stata concessa perchè gli insegnanti e presidi non vogliono avere ripetenti per tre anni consecutivi nella stessa classe. Quindi l'ignoranza è profonda solo che ora è anche arrogante (una buona parte sa usare i mezzi informatici e quindi si sentono professori).

Rosario R., Genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 19:37| 
 |
Rispondi al commento

I dati sono paragonabili con le precedenti regionali? Si ma in maniera disastrosa. Eravamo appena nati e nessuno ci conosceva.

4 anni sul territorio, 25% alle politiche, tutti ci conoscono. 20% alle europee...
E conquistiamo 32 MILA voti in 4 anni? Uno strazio.

Il 60% delle persone ha scelto di NON votarci.
Questa è la verità. Questi sono i numeri.

COMUNICAZIONE M5S DISASTROSA. Partendo dal Blog, a tzetze, al non usare le tv.

E la democrazia diretta? Io non sono iscritto al portale per ratificare decisioni già prese.

Giovanni Ceccarelli 24.11.14 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il lasciare campo libero a tutti , nelle vicinanze delle elezioni non si può fare
Si scelgano persone preparate e devono presidiare i mezzi di informazione televisivi
Le masse si informano li ,anzi si abbeverano a quel pozzo , quindi serve un presidio televisivo
Che non è una vittoria è chiaro , ma neanche una debacle totale

Riccardo Garofoli 24.11.14 19:32| 
 |
Rispondi al commento

RESISTERE RESISTERE RESISTERE

luciano p., mestre Commentatore certificato 24.11.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se continuate a non frequentare i programmi Tv dedicati alla politica (faziosi sicuramente ma ancora seguiti dalla massa )non crescerete mai ... mettetevelo in testa !
I soliti partiti raccontano balle e gli italiani le bevono specialmente gli anziani perchè sentono soltanto quelle e non sanno cosa sia la rete !

Conti Cristiano 24.11.14 19:29| 
 |
Rispondi al commento


Mi ha fatto riflettere questo scambio tra
@DANIELE P. 24/11/14 12:18|
"I cittadini non hanno più fiducia nei partiti. Ma neanche nel Movimento 5 Stelle.
C'è poco da esultare!
C'è qualcosa che agli italiani non piace del Movimento 5 Stelle."
e @ Registered User 12:23 nel sottocommento di DANIELE P.
"Sicuro e non è certo irrilevante, forse qualcosa di bambinesco che non si comprende."

oltre ad un comm di ieri che riportava la risposta di una commerciante di Bologna alla domanda perché non votasse M5S: "Cos'è, devo votare dei ragazzini?" e altri comm di coloro che non hanno votato M5S perché aspettano che mostri le pa@@e.

********************************

Del M5S tutti sanno che annuncia la necessità di un cambiamento radicale, vuole che l'onestà torni di moda e che la trasparenza sia la base di un buon governo; denuncia gli abusi, i privilegi, la svendita dell'Italia allo straniero e al mercato; tutti sanno che i pentastellati si dimezzano lo stipendio, rifiutano il finanziamento pubblico, fanno opposizione in parlamento fino all'espulsione, si battono per la sovranità
sancita dalla Costituzione, confliggono con gli interessi dei poteri forti che agiscono nella UE contro lo stato nazionale e i cittadini. Sono ragazzini? Non credibili? Perché?

Cosa sono i ragazzini? Innocenti, inconsapevoli, immaturi, incapaci di affrontare il mondo, bisognosi della guida di un adulto? Così si dice. E chi sarebbe questo adulto per la signora di Bologna? Colui che ha acquisito gli attributi per la conquista dello status personale CON TUTTI I MEZZI? Da come sono andate le elezioni parrebbe di si perché questo è il modello rappresentato dalla classe dirigente e gli italiani, che lo hanno fatto proprio, solo adesso, alla resa dei conti di una crisi imponente su tutti i fronti, anziché acquistare consapevolezza dell'impossibilità della sua ADULTA EFFICACIA valida per i più e per sempre VANNO IN TILT, non hanno il modello alternativo che GARANTISCA LORO LO STATUS QUO,

↓&#

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PIU'CHE DECIMATO IL MOVIMENTO, CHE ALTRO DOVRA' SUCCEDERE PER FARCI USCIRE DALLO STRETTO GUSCIO DI INTERNET ED INVADERE TUTTE LE STRUTTURE DELLA COMUNICAZIONE: I TALK SHOW, I TELEGIORNALI, TUTTI GLI SPAZI DEI QUALI AVETE SNOBBATO L'EFFICACIA.
lA GENTE CHE CI HA DATO FIDUCIA NON CI VEDE, NON CI SENTE, Né L'AVENTINO NE' UN CLUB ESCLUSIVO CI PERMETTERA' DI SALVARE QUESTO PAESE DALLA DEMAGOGIA.
AVEVO DETTO CHE NON AVREI PIU' SCRITTO SUL BLOG, SICURAMENTE NON INTERESSERA' A NESSUNO DI VOI SE NON SCRIVERO' PIU'.
e' NECESSARIO PARLARE ALLA GENTE CON I MEZZI CON CUI PARLANO TUTTI.
nON VI CAPISCO PIU'
BUON LAVORO

Raniero B., Lausanne Svizzera Commentatore certificato 24.11.14 19:26| 
 |
Rispondi al commento

svegliaaaaaa........gli italiani non si informano ne su internet ne sui giornali ...che ci piaccia o no' dobbiamo permettere alla "gente" di riconoscersi nei ns candidati ........ quando li vedono in TV si la TV andiamo a dare battaglia ... siamo spariti la "gente" immagina in ns parlamentari al calduccio a bere caffe' ... ne sanno una mazza di quello che fanno.... se volete fare una vita "monastica" avete sbagliato luogo per quello ci sono i monasteri

paolo f. Commentatore certificato 24.11.14 19:25| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che sui punti esposti ci possono essere dei punti di vista differenti, ma bisognerebbe quantomeno discuterne, confrontarsi, senza porsi barriere ideologiche. Un’organizzazione ha bisogno di adattarsi al mutare degli eventi, e direi che dallo strepitoso risultato di Febbraio 2013 sono cambiate tante cose. Renzi, da abile mestierante, si è adattato benissimo ai cambiamenti intervenuti. Il M5S, al contrario, è rimasto a guardare, quasi smarrito. Anzi, è addirittura tornato indietro, ricominciando a disertare lo strumento televisivo, diventato terreno di conquista dei partiti che hanno avuto gioco facile senza un vero contraddittorio che solo il Movimento poteva opporre (il risultato della Lega in Emilia Romagna palesa in modo incontrovertibile la potenza rappresentata, ancora oggi, dal sistema mediatico tradizionale in Italia, e questo Salvini lo ha capito benissimo).Quando si comincerà a prendere atto realmente di tutti gli errori commessi sulla comunicazione sarà sempre troppo tardi. Più si aspetta e più sarà difficile riprendere la rotta giusta.

Vendetta Vendetta (vvvvv) Commentatore certificato 24.11.14 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARTE 3°
Beppe sarà stato ed è sempre un grandissimo e dobbiamo a lui tutto ma su questo argomento ha preso, assieme a a tutti quelli che ragionano come te, un grandissimo abbaglio che ci porterà molto presto alla definitiva scomparsa dal panorama politico italiano. Dando così ragione a tutti quegli sporchi tromboni e zerbini che lo vanno vaticinando da tempo. Avrete così fatto il gioco di tutti coloro che ormai da anni e a cominciare da Napolitano vogliono distruggere la nostra Costituzione e la nostra Democrazia. Ma forse è proprio questo il fine ultimo (o il primo ?) del M5S !!! A me, come alle persone di buon senso, non interessano le massime alla De Coubertin come ... "l'importante non è vincere, ma partecipare", perchè è questo che state facendo.
Io NON voglio partecipare ..... IO VOGLIO VINCERE !!!
E poi perchè la politica comunicativa e mediatica la devono stabilire Beppe, Casaleggio, tu e pochi altri ?
Dov'è finita la Democrazia diretta ?
Io voglio e pretendo un referendum tra gli iscritti sulla vostra partecipazione o meno ai talk e a tutte le schifezze simili !

Clark R., Palermo Commentatore certificato 24.11.14 19:21| 
 |
Rispondi al commento

PARTE 2°
Vogliamo renderci conto che se avessimo dato un'immagine un pò diversa di noi stessi, facendoci vedere moltissimo in TV (come hanno fatto sempre Berlusconi, Renzi e ora anche Salvini) denunciando come siamo stati sempre boicottati (in Parlamento e non) e ribattendo con argomenti molto validi e veri a tutte le stronzate dette e stradette dai soliti "soloni sparacazzate", avremmo potuto convincere gran parte di questi "astenzionisti" ad alzarsi dalla poltrona ed andare a mettere una bella croce nel simbolo del M5S, nella sede elettorale di competenza ?
C'è circa un 60% di elettorato da convincere ad andare a votare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Continuando con questa politica mediatica sciagurata e megalomane alle prossime Politiche prenderemo percentuali da prefisso telefonico davvero !!! E la cosa mi fa incazzare moltissimo perchè state lasciando il campo libero a gentaglia come Renzi e sopratutto a Salvini che sicuramente ha raccolto adesso e raccoglierà in futuro moltissimi dei voti che alle scorse politiche erano stati del M5S !!! Questa vostra strategia suicida mi ricorda la barzelletta del marito cornuto che si taglia le palle per fare dispetto alla moglie !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! State facendo la stessa cosa con le TV e i Talk.

Clark R., Palermo Commentatore certificato 24.11.14 19:20| 
 |
Rispondi al commento

LA MIA RISPOSTA A DI BATTISTA e anche a Beppe :

PARTE 1°
Io stento a credere a quello che hai scritto.
Quindi Beppe in passato vi aveva già suggerito di uscire da quel postribolo e andare nelle piazze ? Vi aveva suggerito di lasciare nelle "sacre stanze" solo qualcuno, per controllare le porcherie e denunciarle ?
Bellissime parole e stupendi intenti ma farcite di un idealismo surreale che non ci porterà mai da nessuna parte.
Fare e soprattutto “ottenere” quello che tu dici implicherebbe un coinvolgimento totale dei cittadini con disponibilità e sacrifici senza soluzione di continuità.
Questo non sarà mai sufficiente a fare cambiare opinione al resto degli italiani che invece si fanno i fatti propri.
Non sarà mai sufficiente perchè questi interventi esterni, oltre ad essere sporadici e limitati nel territorio, non crederai che anche chi vota 5 Stelle non ha una famiglia a cui pensare e figli da mantenere ?
Quindi capiterebbe che a volte potrebbe esserci una grande partecipazione e molto più spesso una manifestazione ridicola o quasi.
In pratica secondo te, Beppe e non so quanti altri voi vorreste che tutto il popolo italiano diventasse un attivista 5 Stelle !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Allora siete fusi !!! State vaneggiando !!! Quante canne vi fate ogni giorno ???
Invece chiedetevi perchè il M5S non riesce a spiccicare dalle poltrone ALMENO una parte delle persone che preferiscono restarsene a casa e non andare a votare !!!

Clark R., Palermo Commentatore certificato 24.11.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, ma noi dovevamo puntare proprio sugli indecisi con argomenti convincenti, e farli andare a votare!!

PINO FRACCALVIERI, CASSANO DELLE MURGE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Argomentazioni da partito politico tradizionale!
La verità è che M5S perde consensi; nella più rosea delle ipotesi NON cresce.

M5S è ormai visto come gli altri partiti; anzi, peggio, è visto simile alla Lega (!): protesta di gente inczt.

Il sogno sta per dissolversi; manca poco.

Io insisto: occorre la "visibilità politica" che solo un accordo di qualche tipo con il PD può dare.
Abbiamo tantissimo in comune e insieme (SOLO INSIEME) si può incidere CONCRETAMENTE SUI TEMI IMPORTANTI.

Renzi & PD sarebbero stati MOLTO più contenti di accordarsi con M5S e non con b.
FORSE (considerando il modo in cui ci siamo comportati) c'è ancora la possibilità di farlo.
Occorre che i "non falchi", più forbi, più concreti, più lungimiranti, Di Maio in testa, possano essere liberi di trovare modo di partecipare al Governo con Renzi.

E smettiamola con questa boiata di non volere leaders ma solo "portavoce": i leader politici servono e non può essere Beppe Grillo il leader politico!

Basta fare la guerra al PD, altrimenti b. & accoliti riprendono consensi o, peggio ancora, ci facciamo affossare dalla Lega!

Franco Schettino, Bergamo Commentatore certificato 24.11.14 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se fossimo un movimento democratico ci sarebbe la votazione online per andare o no in TV. Paura? Che vinca la TV?

buahahahahha 24.11.14 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa che mi lascia allibito e e gli italiani abbiano votato ancora questi ladroni dopo tutto quello che han combinato in Emilia e in Calabria.Pazzesco o son tutti rincoglioniti o collusi non c'è altra verità

germano m. Commentatore certificato 24.11.14 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non trasformare il diritto di voto in dovere di voto da esprimere, come per le tasse, attraverso il 730? Sapete quanti soldi pubblici risparmiati?

Lore 24.11.14 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato uno dei primi a votare il movimento ma le scorse elezioni regionali abbiamo votato 2 persone che sono state espulse , chi le ha espulse non ha capito che si è trattato di un abuso perchè il mio ( ed il vostro) voto è sovrano quindi addio M5S , cerchiamo qualcuno un pò più serio di cui poterci fidare e, Grillo, vai f....

e vignoli 24.11.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON ANDARE A VOTARE E' UNA VERGOGNA, E' CONSEGNARE LA VITTORIA ALL'AVVERSARIO. VOTARE ANCORA PD E'UNA VERGOGNA CHI HA VOTATO PD MERITA ANCHE DI PEGGIO.

L'ONESTA' ANDRA' DI MODA FORZA M5S

MARY S., PENNE Commentatore certificato 24.11.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Leggo un rinnovato sconforto per i risultati del M5S da parte di molti sostenitori.
Ma invito a fare un analisi più pragmatica della situazione.

Il vero risultato, quello importante e forse più preoccupante è che la maggioranza reale del popolo, normalmente anestetizzato, e in buona parte masochista, adesso si rifiuta di andare a votare.
Questo significa che chi sta attualmente governando è sempre più solo e si sta trasformando da "speranza" a "capro espiatorio". Se fossi nel premier eviterei certe esternazioni entusiastiche di queste ultime ore...

Il risultato della Lega Nord appare prodigioso, ma ritengo che sia fittizzio, frutto di voti per lo più di protesta, di un elettorato impulsivo, svogliato e disinformato (quello di cui ha goduto inizialmente il M5S). Tuttavia Salvini ha ora una grande responsabilità che, in caso di tradizionale gestione all'insegna dei soliti slogan, potrebbe rivelarsi una tremenda arma a doppio taglio.

Il M5S in realtà sta pian piano rivelando le sue vere percentuali, ossia quelle degli elettori che hanno compreso e sono convinti di votarlo, e considerata la natura del Movimento stesso, le regioni in questione, tutto l'apparato di potere e media contro, direi che contiene bene.
Abbiamo deciso la politica degli scranni, bene, dobbiamo accettarne i ritmi e le conseguenze.

Vorrei far notare che i propositi realmente rivoluzionari del M5S non rientrano ancora, nonostante tutto, nella cultura popolare del Paese e quindi, nel caso di vittorie elettorali a breve termine, perciò di governi a 5 stelle, se non supportati da una maturata consapevolezza su larga scala, durerebbero poche settimane e, per effetto di rimbalzo, sentenzierebbero probabilmente la fine reale del Movimento.

Lavorare sul territorio direttamente, con vero spirito attivista, promuovendo reali forme di politica sociale alternative che facciano scoprire concretamente ai cittadini la convenienza dei principi del cambiamento auspicato, è davvero la soluzione migliore ai pro

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 24.11.14 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel disinteresse di oltre la metà del popolo italiano si fonda e resiste il potere della casta dei mantenuti dalla politica. Questi ultimi godono, si abbuffano e ruttano alla faccia nostra e noi che facciamo? Non andiamo a votare ... Che popolo indegno ...

Alessandro D., Genova Commentatore certificato 24.11.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Io ci tengo a dire a tutti perché ieri per la prima volta non ho votato volontariamente il M5S da quando è nato. Io sono la prova che l'astensionismo ha colpito il M5S.
Non l'ho votato perché sono stanco che questo movimento se la faccia sotto.
Sono stanco che si dica che è diverso. Siete là dentro, vi ci abbiamo messi noi, l'avete chiesto voi, o fate qualcosa o siete uguali a loro.
Sono stanco della mancanza di umiltà che questo movimento ha, stanco delle promesse fatte e non mantenute.
Sì perché se si dice che si fa passare il Natale in Parlamento a questa gente lo si fa, se si dice che i Parlamentari andranno a spalare il fango a Genova si organizza il pullman e ci vanno.
Non vi ho più votato perché non avete le palle.
Non andate fino in fondo. Non affondate mai il colpo. Fate una squadra, la mandate in campo con un gran attacco ma una difesa colabrodo e poi vi lamentate se perdete 6-3.
Perché se salite sul tetto per difendere la Costituzione fate quello per cui vi abbiamo votato, se litigate con Pizzarotti fate piangere.
Ho votato Pizzarotti e lo rivoterei, perché sapevo non poteva fermare un inceneritore quasi completo, ma sta facendo tutto il possibile per fare bene, e sta facendo bene. Urlatelo quello che sta facendo.
Continuate ad aspettare che passi un cadavere del nemico che non passerà mai, perché i politici si difendono, perché i Talk Show non chiuderanno, e neppure i giornali.
Continuate a lasciarli parlare e spandere il loro verbo senza controbatterli.
Pensate a tutte le critiche che sono state mosse al M5S finora, poi ditevi: sono tutte giuste, per tutti questi motivi non ci votano più. Cosa facciamo per controbatterle?
Io vi rivoto quando tirerete fuori i coglioni. I talk show? Andateci! In Parlamento? Teneteli lì a Natale. In piazza? Andateci. Con gli altri partiti? Parlateci se ci sono proposte buone.
Vi nascondete e vi lamentate che nessuno sa quello che fate??? Demenziale.
Va bene essere casti e puri, ma vi abbiamo mandati lì dentro per FARE

Roberto F., Parma Commentatore certificato 24.11.14 18:51| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora se avete paura di governare Grillo e Casaleggio beh, grazie di tutto ma non abbiamo più bisogno di voi. Tutti nel movimento sanno che abbiamo perso. Ed abbiamo perso per colpa vostra. Bisogna andare per strada certo, per primi gli eletti. Li voglio vedere seduti dietro i banchetti a rispondere a chiunque chieda qualcosa. E poi DEVONO andare in TV a difendersi e difenderci semplicemente raccontando la verità. Beppe te lo ricordi che non abbiamo più tempo.
Un saluto a tutti e non scoraggiamoci!!!

Antonio F. Malavenda Commentatore certificato 24.11.14 18:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ma quale TV e non TV, il problema è che in Italia , Popolo di evasori fiscali, vota chi gli permette di rubare.
Il Movimento vincerà se compra diamanti con i €42milioni di rimborsi rifiutati, se i Parlamentari ed eletti tutti si mantenessero lo stipendio intero e incassassero in più qualche tangente per dare appalti agli amici.
ALLORA SI CHE IN UN PAESE DOVE IL POPOLO E' LADRO VINCERA' M5S.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 24.11.14 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Hurra!!! Abbiamo vinto!.... kakkio non l'avevo capito.... Siamo diventati come gli altri nel leggere tra le righe del voto che: "in fin dei conti abbiamo vinto anche noi! Insieme al PD alla LEGA e perchè no se giriamo e rigiriamo il foglio da altre parti scopriremo che anche forza italia ha vinto perchè si presentava con un altro simbolo! Dai avanti così raggiungeremo sempre più prestigiosi traguardi....

fausto 24.11.14 18:43| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Che cos'è l'ASTENSIONE?

Un cittadino rinuncia al suo voto per protesta o disillusione nei confronti della politica e quindi si astiene dal votare.

Ebbene, se l'ASTENSIONE colpisce anche il Movimento 5 Stelle significa che anche noi abbiamo le nostre colpe.

Se l'elettore non capisce chi siamo e non ci percepisce come strumento di cambiamento, possiamo anche smettere di impegnarci, anzi diventiamo pedine del gioco politico dei partiti.

A questo punto bisogna chiederci perché i cittadini non apprezzano quello che abbiamo fatto e prodotto di buono (tanto) in questi anni.

Direi che i casi sono tre:

1) Siamo come gli altri partiti politici;

2) Non riusciamo a far comprendere agli elettori chi siamo e cosa vogliamo.

3) Non siamo credibili come forza di governo.

La prima se non si è in malafede la escluderei.

Rimangono le ultime due.

Sappiamo presidiare la rete come nessuno, ma siamo molto carenti in tutto il resto.

Gli elettori valgono tutti un voto, sia che usino internet sia che guardino la tv o leggano i giornali e se il sistema disinforma peggio per noi che non lo sappiamo contrastare a dovere.

Una masnada di politici ladri hanno saccheggiato le Regioni, rubando pure sui rimborsi spese e gli elettori non ci votano, ritenendoci anche noi responsabili come gli altri?

E' evidente che siamo sulla cattiva strada, e aggiungerei neanche SOTTO IL LAMPIONE.

SEMPLICEMENTE per una parte degli elettori non esistiamo e l'Italia è irrecuperabile.

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 18:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NOI 5STELLE NON SAPPIAMO PARLARE A CHI NON CREDE PIù NELLA POLITICA!
CI FACCIAMO I DISCORSI SU 2 CANALI DI YOUTUBE E SUL SITO DI BEPPE E CE LI LEGGIAMO DA SOLI.
Complimenti, continuiamo così.
E' da mò che lo dico: votano SOLO gli interessati, i dirigenti paraculati e famiglia, i mafiosi che gestiscono il gioco d'azzardo "legalmente" &fam, i politicanti a vita o wannabe &fam, i bancarottieri che dirigono altre banche ancora in piedi &fam, i clericanti evasori &fam, le Cooperative "agevolate fiscalmente".. blabla.
Quelli votano sempre e se capiscono che devono spostare i voti da dx a sx per tenere in piedi il baraccone lo fanno!
I rinco che votano dx e sx per ignoranza sono sempre meno. Non che siano più svegli, ora, è che si sono rotti di votare che tanto Napolitano e chissachì fanno i governi come cavolo gli pare.

Nico D. Commentatore certificato 24.11.14 18:42| 
 |
Rispondi al commento


http://www.youtube.com/watch?v=Ajgd2FJZ4zc

*****

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 24.11.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Sosteniamo sul forum Proposte di legge la prima tra quelle mensili, circa la votazione on line TV SI/NO (ora 187 voti); forse lì qualcuno legge anche la base, forse uno vale uno

MARCO DI PIETRO6, canino Commentatore certificato 24.11.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Non so chi abbia scritto il post ma, vorrei ricordare che il Movimento è altra cosa rispetto ai partiti tradizionali. Non possiamo adesso nascondere la delusione anche se ne conosciamo le cause. Abbiamo vinto o abbiamo perso sono solo chiacchiere di bottega.
Si sperava che la gente capisse la grande occasione che i 5 stelle potevano rappresentare per questo paese ma non è così. gli altri, la loro merce la sanno vendere meglio. Noi al contrario ci autocastriamo impedendoci di comparire in TV. Quando capiremo che facendo così si fa il gioco del ragazzino fiorentino che nel frattempo gira tutti i programmi per raccontarci quanto è bello a mamma soia. Cominciamo a comportarci come fanno loro: andiamo in TV, in tutte le trasmissioni anche alle previsioni meteo come fa lo strullo altrimenti, vi dico la verità, è meglio lasciare perdere. Questo paese merita tutta la merda che gli sta cascando addosso. Scusate lo sfogo ma sono molto incazzato.

Gaetano Campisi, Martina Franca Commentatore certificato 24.11.14 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti hanno perso: il PD ha vinto, il PD ha perso, la Lega ha vinto, il M5S ha guadagnato. Si guarda oltre: con le modifiche, il Senato espressione della maggioranza delle regioni, diventa per forza sinistro, probabilmente alle provincie, in considerazione della maggioranza di forza dei comuni che le elegge. La camera con il premio è la ciliegina per l'attuale politica-PD, che non ha bilanciamenti. Le poche regioni che sono o rimangono non PD-sinistra, non avranno la forza di contrastare in sede di conferenza. Neppure la Lombardia e il Veneto, se Lega, potranno essere un nocciolo forte, per non uniformare l'unica volontà. L'astensione attende migliori lidi, non avendone trovati sul M5S o sfociare nella piazza nel perdurare della crisi. A nulla può servire, l'unificazione dei partiti di DX perché condotti da attuali Don Chisciotte della Mancia che hanno fatto il loro tempo e sono stati tardivi per ingordigia di potere nel creare una nuova classe politica. Non ascoltano Sancho Panza - l'anima degli elettori, che chiede l'uscita dal governo e dal patto “d'acciaio”. Se il PD tiene “botta” fa bingo, capace storicamente a “farsi processare” pur di salvare l'dea-causa. Ma l'idealista ha questa volta la consapevolezza che la causa è già sacrificata negli intenti del “capo”, che guarda all'unicità della nuova espressione politica. L'incognita è il/del popolo astensionista che chiede ricostruzione, senza la borsa nera dell'immediato, con la previsione futura di fame economica e politica. Binomio infausto.

f.d. 24.11.14 18:21| 
 |
Rispondi al commento

senza andare in tv e' come darsi il martello sui coglioni,evidentemente a qualcuno piace....salvini ringrazia commosso....

marco c., grosseto Commentatore certificato 24.11.14 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se c'è un popolo a maggioranza di pecore , o parli in pecorese o queste non ti capiscono e se ti ostini a parlare in onestese , e allora poi , sarai costretto a fare delle analisi politiche "sulle ragioni dell'astensione al voto e sul cazzetto di percentuale che ...dai ci rassicura

ferdinando c., Beinasco Commentatore certificato 24.11.14 18:14| 
 |
Rispondi al commento

TV e non TV

http://www.youtube.com/watch?v=Ajgd2FJZ4zc

*****

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 24.11.14 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Conxcordo su quello che dici , ma pensiamo unpo al M5S . A fare la bella laboriosa , ma SILENZIOSA non si va molto lontano gli Italiani dimenticano presto e si vede!!! Una volta che le leggi per quanto contestate passano ,per ricambiarle ci vogliono venti anni e non credo che li abbiamo.
La linea della FUMOSA DIREZIONE del M5S ( ma chi sono? Uno del Grande Fratello , Casaleggio e poi????) non la capisco ammesso che ci sia una line .La linea o è vincente oppure va cambiata.Ti seguo da sempre !

domenico matarese 24.11.14 18:10| 
 |
Rispondi al commento

se uno come salvini fa il botto in emilia romagna mentre beppe si consola con il confronto delle elezioni del 2010,qualcosa di sbagliato c'e'... noi siamo piu' della lega,piu' dei ladri del pd,ma con l'onesta' degli intenti e dei principi non siamo andati avanti neanche un po',per cui ANDARE IN TELEVISIONE era ed e' l'unica mossa vincente, altrimenti scadiamo nel patetico.DAL MOMENTO CHE NESSUNO CHIEDE ALLA RETE COSA NE PENSIAMO FACCIAMOGLIELO CAPIRE NOI... IO VOTO PER TORNARE IN TV...VOI CHE FATE???

valter toti 24.11.14 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Comunicatori ufficiali Tv 24 ore al giorno privi di cariche elettive per evitare problemi di assenteismo.
[Gli strumenti non sono il problema, il problema è come essi siano usati... La Tv è usata male perchè i lestofanti ne hanno preso possesso.]

Mauro 24.11.14 18:09| 
 |
Rispondi al commento

perdere consenso e dire che tutto va bene è come quando si comincia ad avere un tumore , prendere dei calmanti , per non affrontare la bestia, con il risultato che presto si sarà costretti a provvedimenti più difficili . Ma tutte queste critiche smuoveranno mai il Sultano?

ferdinando c., Beinasco Commentatore certificato 24.11.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

La situazione in Emilia con il dopo Favia e de Franceschi, non poteva far presagire di vincere. Inoltre, in Emilia e ancor piu' in Calabria c'e' un sistema di voti decennale che *solidifica* diversi punti percentuali per votazioni locali e regionali, su partiti tradizionali. C'e' anche un altro aspetto, su chi non vota: molto spesso o votano il loro partito di riferimento, o non votano. Bisogna poi dire che Beppe ha provato a vedere come va senza doversi fare in camper Emilia e Calabria. :) Detto tutto questo, ci si aspettava di piu'. Forse si dovrebbe davvero pensare di essere piu' presenti in tv, magari con un modo innovativo, non so. La mia personale opinione e' che alle europee il movimento non ha sfondato perche' ha parlato di Berlinguer e della questione morale..... li' secondo me ci siamo giocati 2-3 milioni di voti a destra, che adesso raccoglie SSalvini. Detto questo bisogna scegliere la strategia migliore, tenendo conto che non siamo in Svezia ma in Italia...

Marco P., Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 17:58| 
 |
Rispondi al commento

VOTO ONLINE SUL BLOG PER DECIDERE DI ANDARE IN TV!
LA BASE HA IL DIRITTO DI DIRE COME LA PENSA!

DARIO P., CARSOLI (AQ) Commentatore certificato 24.11.14 17:53| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero che hanno perso tutti ma noi non abbiamo di certo vinto! E' inutile negarlo o nascondersi dietro ad un dito: la gente che si è astenuta ha deciso veramente di non essere rappresentata neppure dal M5S (sbagliando, in questo caso, poiché sarà, per l'ennesima volta, rappresentata da "politicanti" appartenenti alle solite lobby affaristiche). Il nostro messaggio non è stato recepito più di tanto (per nulla in Calabria); domandiamoci il perché e proviamo a reagire di conseguenza. Prima che sia troppo tardi!

Mauro Q. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Per Fraccaro, portavoce che ha scritto l'articolo qui a destra, sulla striscia Tze:

il TUO pensiero vale come il MIO
se 1 vale 1.

Vediamo allora di votare democraticamente online.

Se poi il tuo pensiero vale PIU' del mio, allora il M5S NON E' POSTO PER TE

MARCO DI PIETRO6, canino Commentatore certificato 24.11.14 17:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono perso qualcosa ?
Fino a poco tempo fa beppe era un populista pericoloso
Oggi salvini parla alla pancia
Che merde
Chi va in tv e contribuisce allo SHARE è un politico
Chi non ci va è un pericoloso demagogo populista
La lega è sistema
Il m5s no
Ma lasciare il palco senza difendersi non si può più permettere , i gruppi del senato e camera eleggano dei volti telegenici
C'è da andare in tv per far capire ai stolti
Che la lega e sistema 40 milioni di euro lo testimoniano

Riccardo Garofoli 24.11.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna trovare una strategia efficiente per ricevere i consensi da coloro che ormai si astengono, specialmente se il M5S si considera essere l'alternativa al sistema partitocratico basato sulla corruzione e la spartizione di soldi pubblici. In Italia la politica si fa tramite la TV, purtroppo. Una ampia fetta di elettori non sa usare l'internet (soprattutto le persone più anziane). Secondo me i nostri parlamentari dovrebbero essere molto più presenti nelle trasmissioni televisive e nei dibattiti pubblici, confrontandosi a tu per tu con gli esponenti degli altri partiti.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 24.11.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra chiaro che il governo Renzi, in questa fase di impopolarità, stia facendo il gioco delle finte opposizioni (Landini-Salvini che sono sempre in tv, poi tanto, quelli rientrano nei ranghi)per controllare meglio l'opinione pubblica e portare via i voti al M5S. Quello che forse non prevedevano è tutto questo astensionismo, che prima ti distacca dal partito in cui credevi o votavi e in seconda battuta ti fa scegliere per qualcos'altro, come è successo a me.

Pippo 24.11.14 17:40| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/notes/vincenzo-rizzi/quando-le-stelle-si-spengono/10152450271633730

Vincenzo Rizzi 24.11.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

TV, NON TV....

Quasi stancante.

La soluzione è semplice,
VOTIAMO COME DA NON STATUTO:

ONLINE,
DEMOCRATICAMENTE,
UNO VALE UNO.

Se però non si applica all'interno la democrazia liquida che vogliamo esportare...allora CIAO.

MARCO DI PIETRO6, canino Commentatore certificato 24.11.14 17:33| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

"L'astensionismo non ha colpito il M5S"???? Per favore ammettete gli errori, perchè M5S ha perso punto e basta, non iniziate a fare pure voi analisi politichesi. Si ha vinto l'astenzione, ma ha vinto anche la tv e perso chi attacca i media. Chi va in tv come Renzi e Salvini vince, perchè gli italiani credono a tutto ciò che viene raccontato in tv e sui giornali. Continuate a non andare in tv, a criticare i giornalisti, a non rispondere alle domande in conferenza stampa, a fare espulsioni senza voto degli iscritti per non si sa quale regola non rispettata, a non fare chiarezza su quanto chiesto da #Occupypalco, ad attaccare gli eletti del M5S, continuate, ma questi sono errori che si pagano e soprattutto lo paghiamo noi ci ritroviamo dei disonesti al governo che continuano a fare le solite porcate.

Emanuela D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.14 17:32| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E intanto abbiamo un nuovo post sui misteri del delitto Matteotti.

Piero M., Milano Commentatore certificato 24.11.14 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Coraggio M5 e BEPPE, il nuovo fa paura al "potere" centrale. Basta guardare la "ebola fever's", che salta sempre fuori sui media q il M cerca di inviare scosse al sistema centrale >>>
<<<<<<<<<<SIETE TOSTI e BRAVISSIMI!!!!!
CORAGGIO CORAGGIO (TvbM.)
ciaooo Euge
ps vi risparmio l'atmosfera di delusione decomposta, palpabile ! che c'era tra i fondamentalisti pd in città a BO....

Euge Barbanti 24.11.14 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dice che si perdono voti perchè nel m5S comanda uno solo. E' vero l'esatto contrario invece. Pd Lega FI e pure sel hanno un solo uomo al comando. Magari, aggiungo io, avessimo un solo uomo al comando ( B.G.)con l'unico obbligo di rispetto del programma.
Avremmo evitato di fare quella caxxata del voto contro il reato di clandestinità ( io avevo votato a favore del mantenimento del reato)che ha trasportato un mucchio voti da M5S alla Lega.Ed ha coinciso con l'inizio del declino.
E questo grazie all'ala sinistra del MoVimento, che ancora non ha capito che il MoVimento stesso non è destra nè sinistra, ma vallo a spiegare a chi non è abituato a vincere. Continuiamo a parlare dell'art. 18 e non di abolire equitalia, continuiamo a parlare dell'euro e non della malasanità, continuiamo a preoccuparci di Corona e non deelle pensioni, continuiamo a parlare del reddito di cittadinanza e non di ridurre le tasse. Continuiamo solo a sfiorare l'impignorabilità della casa e non affondare con la lama il problema così, come vuole l'ala sinistra. I risultati, vedete, son certi!

Mauro T., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 17:22| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

AIUTO,SUL FATTO TV DI OGGI C'E' L'INTERVISTA A CORRADINO MINEO SU AGORA' CHE DICHIARA DI AVER PROVATO PER 20 MESI DI CREARE UN'ALTERNATIVA,E NORMALE ADERIRE A UN PARTITO CHE FIN DA SUBITO VUOLE DISFARE?BHO CURIOSO.POI L'ILLUMINATO CORRADINO CONTINUA E DICE CHE IL GOVERNO ODORA DI REGIME,MA!!!!!LUI NON HA PAURA DEL SUO SEGRETARIO DI PARTITO O DEL SUO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO(RENZI)CHE GESTISCE IL REGIME,MA GUARDA CASO SI SCAGLIA CONTRO GRILLO E L'ALTRA OPPOSIZIONE.STRANO?MI CHIEDO SE SIA POSSIBILE CHE QUESTA PERSONA SIA STRESSATA,CONFUSA,PREOCCUPATA E DELUSA PER COLPA DI GRILLO?MA DAI?MICA SOFFRE DI METADESIOFOBIA?ORA CAPITE COSA PASSA IN TV?ANCHE SE PENSO CHE ANDARCI UN PO DI PIU SAREBBE MEGLIO.QUELLE RARE VOLTE ANDAVANO I CITTADINI DEL M5S IL DIBATTITO VENIVA ELEVATO NEI CONTENUTI DIVENTANDO INFORMAZIONE COSTRUTTIVA, CON TUTTE LA DIFFICOLTA DEL CASO.L'INTERRUZIONE DEL PRESENTATORE,LA PUBBLICITA'ECC.ECC.L'INFORMAZIONE IN ITALIA E UNA BRUTTA BESTIA.

CRISTIAN D'AVOLA 24.11.14 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il tentativo di distrarre l'attenzione su un nuovo post mi sembra vile e poco intelligente

Lo sciocco Renzi cerca di minimizzare quanto è successo ma c'è invece da stare molto seri

Un governo e un popolo sono una testa e un corpo

Quando il corpo si sgancia dalla testa, truci cose poco piacevoli possono accadere ad entrambi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:19| 
 |
Rispondi al commento


... L'esempio è l'unico consenso duraturo ed è di questo che abbiamo bisogno.

Ovviamente non dobbiamo scadere nell'utopia inconcludente, ma essere preparati e pragmatici.

Il risultato della Lega non può quindi essere semplicemente letto come il frutto di una capacità mediatica del suo nuovo leader. Sarebbe ingenuo pensarlo. Credo piuttosto che sia tollerata e voluta dal sistema Renzi-Berlusconi.

Il PD ha toccato l'apice del consenso ed ora è in forte calo, mentre FI è del tutto inconsistente. È chiaro che, laddove non puoi recuperare voti, la cosa migliore è toglierli all'avversario ossia al M5S.

Il sistema sta dando spazio alla Lega (amica di mille scorribande) per indebolire l'unica forza che realmente temono, che non sono riusciti a piegare ed inglobare. Quindi strategia comunicativa sì, ma mai come la vogliono loro.

Questo è il mio grido oggi: non saremo mai come volete voi!" - Riccardo Fraccaro

Anarcho Liberal (m5supporter), Bo Commentatore certificato 24.11.14 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una lunga riflessione, scritta dal deputato 5 Stelle Riccardo Fraccaro:

Nell'Italia cupa di oggi dove se non fosse per Samantha, la nostra connazionale tra le stelle, sembrerebbero essere ben pochi i motivi di orgoglio patriottico, un dato sembra imporsi su tutti: la connessione tra il presenzialismo televisivo di Salvini e la crescita (percentuale, non del numero reale di voti) della Lega.

La conseguenza da trarre appare scontata: il M5S deve andare in TV altrimenti non esiste. Il M5S deve andare a sbugiardare questi falsi manipolatori!

Ok, forse è necessario farlo, forse no. Io vorrei semplicemente segnalare che la televisione è forma e non sostanza, immagine e non contenuto. Per questo basta un volto nuovo, una felpa nuova e il partito di turno sembra rinnovato, rinfrescato. Per questo ti vien voglia di dare di nuovo la tua vita nelle mani di chi fino a ieri è stato il tuo aguzzino. La TV ti incanta, ha la proprietà di ipnotizzarti.

Allora mi chiedo: se il M5S riuscisse a vincere le elezioni semplicemente andando in televisione che popolo avrebbe dietro di sé a supportarlo? Un popolo consapevole, forte della sua libertà mentale e culturale, o un popolo raggirabile, perennemente in vendita?

Io voglio andare al Governo per fare quella rivoluzione che ho nel cuore e nella testa.

Voglio riprendermi la sovranità monetaria, voglio introdurre la democrazia diretta, voglio il reddito di cittadinanza, voglio uno sviluppo sostenibile. E per farlo ho bisogno di concittadini consapevoli, non teledipendenti.

La strada allora è sempre la stessa: spegnere la TV, incontrarsi e parlare di idee e non di persone, di azioni concrete da portare avanti e non di strategie del consenso...

Anarcho Liberal (m5supporter), Bo Commentatore certificato 24.11.14 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è una non-sconfitta
o una non-vittoria!?
-
su questo il non-capo
non ha chiarito


Caro Beppe, se vuoi consolarti, raccontati pore la favoletta che l'astensionismo non ha colpito il M5S, ma la realtà è un'altra. é vero che non abbiamo perso voti e magari qualcuno lo abbiamo recuperato, ma non prendiamo i voti che stiamo cercando, quelli di chi si astiene che prima magari votava PD o Forza italia e che ora , pur di non dare il voto al M5S , si astiene!!!! Questa è la realtà e ciò vuol dire che qualcosa a livello comunicativo stiamo sbagliando. vogliamo continuare così? avremo un sicuro 10 % alle regionali e 20 alle politiche ma saremo per sempre marginali nel panorama italiano. Dobbiamo e possiamo fare di più, comunicare meglio e intercettare il mal cntento che non vota più pd e fi ma che magari non si fida ancora di noi.

Matteo Parnigoni, Como Commentatore certificato 24.11.14 17:10| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di dissentire. La vittima prima dell'astenzionismo è stato il movimento!
Perchè abbiamo sbagliato tutto e tutti; a partire da Beppe Grillo, per passare dai parlamentari, per finire ai candidati presidenti, ai candidati consiglieri ed ai MeetUp (cosa che potremo approfondire nei dettagli). Comunque, gli errori maggiori sono stati: la comunicazione errata e la mancanza assoluta di organizzazione. Qualora qualcuno non fosse convinto che il successo delle politiche 2013 è stato il frutto del malcontento generale, oggi se ne deve fare una ragione e, qualora alle prossime politiche non si vuol scomparire, occorre ricorrere immediatamente ai ripari. Comunque, con l'impegno di tutti (dopo attento e partecipato) confronto possiamo ancora farcela, non dimenticando i principi del movimento, tenendo conto con chi ci si va a confrontare, superando l'idea preconcetta che tutti sono nostri potenziali nemici. Confrontiamoci!!

Carmelo Molino 24.11.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Renzi minimizza ma quel che accade è molto serio
Benetazzo dice che a questo punto ci si può aspettare di tutto, da un commissariamento europeo a una rivolta

"Proprio come nel 2001 a Buenos Aires in Argentina, quando la popolazione improvvisamente occupò le piazze e vie principali della capitale al grido di “el pueblo no se va” per cacciare il governo disastroso di Carlos Menem e Ferdinando de La Rua, rei di aver condotto il paese nel baratro finanziario. Alti esponenti della polizia italiana me lo hanno confidato che 300/500 dimostranti li riescono a contenere e disperdere senza difficoltà. Ma se arrivassero a sorpresa in 10.000 a Piazza Colonna a Roma,con la stessa rabbia e tensione di quelli di Tor Sapienza, allora i primi che non si schierano e battono in ritirata sarebbero proprio i poliziotti. Potete immaginare a quel punto che quelli dentro a Montecitorio avranno con grande presunzione spiacevoli conseguenze. Allora ti devi chiedere che tipo di Italia erediteremo. In questi ultimi 6 mesi ho visto la parte migliore dell’Italia che si è organizzata per andarsene:piccoli imprenditori, professionisti, artigiani, pensionati, laureati con lode accademica, lavoratori autonomi. Un fiume di italiani che vuole sopravvivere e cerca rifugio in Spagna, Svizzera, Germania, Inghilterra, Australia, Malta, Dubai, Brasile, Bulgaria, Canada ecc
I prossimi 5 anni saranno ben peggiori di quelli appena trascorsi. Tanto peggiori.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

L'astensionismo non è altro che la sfiducia del cittadino nella politica, nei partiti e nei sindacati.

Enzo Giordano 24.11.14 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Italiani popolo di pecoroni!!!!!

Maria E 24.11.14 17:06| 
 |
Rispondi al commento

5
Ma non è detto che la soluzione debba venire dall’interno del quadro esistente. Un 50% di astenuti è un invito ad entrare nell’arena a chi sinora ne è rimasto fuori: c’è lo spazio per una nuova offerta politica. E questa è l’eventualità da cui Renzi deve guardarsi più le spalle. Potrebbe trattarsi di una nuova offerta di centro destra che metta definitivamente da parte l’inservibile Berlusconi e che trovi un leader più giovane e spendibile. O forse di un forte movimento di protesta (da vedere se di sinistra o di destra), o forse di qualcosa di cui ancora non scorgiamo i tratti e rispetto alla quale il M5s, contro le sue intenzioni ed i nostri auspici, potrebbe essere stato il semplice battistrada. Ne riparleremo.

Aldo Giannuli

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento

in una cosa ha rgione renzi nell'analisi del voto: non mi interessa l'astensione, intanto noi governiamo.
È ora che all'astensione venga data l'importanza politica che merita, non deve essere possibile che questa espressione di volontá politica, venga dimenticata e favorisca in ultima analisi le lobby e gli amici degli amici che in modo chiuso e strutturato , pur essendo una minoranza, possano essere eletti e possano governare alla faccia dei cittadini astenuti; Renzi" non mi interessano gli astenuti, intanto noi governiamo!"
L'astensione deve trovare la sua allocazione percentuale in seggi non assegnati. E se l'astensione supera il 50% , i partiti non possono formare un governo perché non hanno la maggioranza. Cosí, semplicemente e basta!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.11.14 17:03| 
 |
Rispondi al commento

nel tempo si comprende chi partecipa per il progetto e chi esce fuori solo per tentare di apparire
tale .

antonello c., pescara Commentatore certificato 24.11.14 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Mappa del Mondo
Uno scienziato molto preoccupato per i problemi del mondo,decise di cercare il modo di risolverli. Passò giorni in cerca di risposte ma senza risultati. Un giorno suo figlio di sette anni entrò nel suo studio;il piccolo avrebbe tanto voluto aiutare il padre. Lo scienziato, agitato per l’interruzione causata dal figlio, lo invitò ad andare fuori ma siccome il bimbo non voleva andare via, pensò di dargli qualcosa da fare per tenerlo occupato. Vedendo un giornale in cui c’era una cartina del mondo, ebbe una brillante idea! Con delle forbici tagliò in diversi pezzi la cartina, prese del nastro adesivo e diede il tutto a suo figlio dicendo: «So che ti piace tanto comporre i puzzle, ti affido il compito di mettere insieme tutti pezzi dell’immagine del mondo, sono sicuro che sarai bravissimo nel ricomporlo.»
Lo scienziato pensava che gli sarebbero occorsi giorni per ricomporre la cartina ma non andò così. Dopo sole poche ore, sentì la voce entusiasta del bambino: «Papà,ho finito di aggiustare la cartina del mondo!» Il padre non credette a quello che stava sentendo. Era impossibile che il bambino potesse aver ricomposto il disegno senza peraltro averlo mai visto prima. Scettico, decise di tralasciare per un attimo i suoi studi e andò a vedere la cartina sicuro di trovarsi di fronte il tipico lavoro fatto da un bambino. Sorprendentemente, invece, notò che la cartina era stata messa insieme molto bene, con tutti i pezzi messi al punto giusto. Come era stato capace il piccolo di fare un così buon lavoro in così breve tempo? Meravigliato il padre chiese: «Figlio mio,non sapevi come era fatta la mappa del mondo, come hai fatto a sistemarlo?»
Il bimbo rispose: «Non so com’era il mondo, ma quando hai tagliato la cartina dal giornale ho notato che dall’altra parte c’era la figura di un uomo così ho girato tutti i piccoli pezzi ed ho iniziato a riparare l'uomo. Finito di riparare l’uomo l’ho girata dall’altra parte e mi sono accorto che avevo riparato anche il mondo.

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.11.14 17:02| 
 |
Rispondi al commento

5
Ma il rischio maggiore è un altro: quando oltre la metà dell’elettorato non va a votare, vuol dire che si è aperta una crisi di sistema ed ha poco senso fare a gara per il grado di capitano della barca che sta affondando (segnalo un mio pezzo di un po’ di tempo fa dedicato al “punto di confusione“).

In quali forme possiamo pensare ad un collasso del sistema: non mi sembrano probabili le ipotesi estreme di un colpo di stato militare e, meno ancora, di una insurrezione popolare (anche se: “mai dire mai”). Si aprono altre ipotesi meno traumatiche (almeno all’apparenza). In primo luogo, un sostanziale commissariamento del paese da parte della Ue, con procedure più o meno straordinarie. Ad esempio l’ennesimo governo tecnico, magari accompagnato da uno slittamento delle elezioni (qui saremmo in pieno colpo di stato, ma con qualche parvenza di legalità, magari grazie ad un Capo dello Stato disponibile ed una Corte Costituzionale compiacente). Intanto il governo “tecnico” potrebbe arrivare al 2018 grazie al voto di una maggioranza raccogliticcia e basata sul desiderio dei parlamentari di restare in carica il più possibile. Magari una complessa riforma costituzionale potrebbe giustificare uno slittamento delle elezioni per qualche tempo. Poi seguirebbe una rottura costituzionale in forme da individuare. Soluzione probabile sino ad un certo punto, in particolare per quel che attiene alla lesione dei limiti costituzionali, ma da tener presente

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Si sta andando a passo di formica o di lumaca, come si preferisce,mentre intorno a noi le cavallette stanno divorando tutto.

No, così non può funzionare, cambiamo strategia, qualunque essa sia, ma facciamolo in fretta.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.11.14 17:02| 
 |
Rispondi al commento

4
Questo non vuol dire che sia arrivato il momento di cantare il requiem per il M5s che, anche se seriamente ferito, resta un organo vitale e capace di riprendersi, a patto di saper approfittare della lezione di realismo politico che viene da questi risultati. Il M5s deve ripensare il suo modello organizzativo, la sua prassi politica, la sua proposta complessiva. Ma ne riparleremo in un’occasione specifica.

E veniamo all’unico vincitore di questa tornata: la Lega di Salvini che ormai pone seriamente la sua candidatura alla testa della coalizione di destra. Vero è che al Sud è ancora ben lontana dallo sfondare e che, per ora, il suo sorpasso su Fi è certo solo in Emilia, Lombardia e Veneto (forse Triveneto), mentre lo si può ipotizzare in Piemonte, Liguria e (forse) Toscana, ma da Roma in giù farcela non è semplice. In ogni caso, la partita è aperta, anche perché è prevedibile che le sue fila si ingrosseranno ancora di transfughi in fuga da Forza Italia (quando la nave affonda….)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Rifiuto una protesta che si incarna con l'astensione dall'esercizio del diritto (fondamentale) di voto. Ma le percentuali di astensione sono davvero da paura.

marco b., campi Commentatore certificato 24.11.14 17:00| 
 |
Rispondi al commento

..accidenti a chi ha cambiato il tema!!!!

Giannuli 3
FI scompare, riducendosi ad un partitino sotto il 10% nazionale.Qui vista, il risultato più significativo è quello calabrese, dove non c’è la Lega ed il partito di B perde 3 elettori su 4

Se consideriamo la somma Fi+Pd (ed il magrissimo risultato del Ncd) si capisce che questo risultato boccia clamorosamente la politica del Nazareno e su tutti due i versanti

Va malissimo anche al M5s: vero è che alle amministrative il M5s raccoglie sempre meno della metà dei voti delle politiche, però il calo calabrese è catastrofico e quello emiliano è molto pesante.Non si può spiegare solo con il divario fra politiche ed amministrative.Il punto è che il M5s ha raccolto alle politiche molto di più del suo reale consenso, perché premiato dal voto di protesta;ma poi non ha saputo dimostrarsi credibile in positivo.L’elettorato giudica in base ai risultati ed,in un anno e mezzo di permanenza in Parlamento i risultati sono pochi. Il punto è che il M5s si è cullato nell’illusione di una vittoria piena, da solo ed in un paio di mosse.E per questo ha scelto una linea di assoluto isolamento politico, di denuncia gridata, ha cavalcato l’ondata populista assecondandone anche gli aspetti più ingenui e controproducenti, si è attardato in una visione semplicistica della politica, ha travolto ogni dissenso (anche quello che avrebbe meritato qualche attenzione). Ora arriva il conto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 17:00| 
 |
Rispondi al commento

2 Giannuli
Dunque: Il Pd resta il primo partito, ma il 41% delle europee, è lontano anni luce. Fatte le dovute proiezioni, se si votasse per le politiche sarebbe sotto il 35% ed, in cifre assolute, perderebbe quasi il 40% dei suoi elettori. Se percentualmente non è lo stesso tracollo dei risultati in cifra reale è solo perché anche gli altri partiti perdono verso l’astensione. Vero è che in Emilia la flessione è più severa per le ben note vicende giudiziarie, ma la flessione (in voti reali) della Calabria conferma la tendenza al calo generalizzato che va ben al di la delle cause locali.

Non mi pare che Renzi possa consolarsi considerando che la tendenza all’astensione è un “problema di tutti”. Al suo posto sarei molto allarmato, anche perché, per ora lui è quello che perde più di tutti i voti reali. Di fatto, sin qui, Renzi ha goduto di una fortuna sfacciata che ha gonfiato le sue vele, ma è solo una meteora destinata a schiantarsi molto presto. I risultati ancora non del tutto disastrosi si spiegano più con la debolezza delle altre offerte politiche che con la forza del suo consenso.

E qui non hanno da cantar vittoria anche quelli dell’asse Sel-Rifondazione, che non beccano un voto di quelli in uscita da Pd e M5s, prendono i voti dei soliti aficionados (e neanche tutti) e si fermano lì: segno della totale mancanza di vitalità del progetto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 16:57| 
 |
Rispondi al commento

1 ALDO GIANNULI
Aldo Giannuli.
-il Pd: in cifra assoluta, perde nelle due regioni circa mezzo milione di voti sulle precedenti regionali e poco meno di un milione sulle europee di 5 mesi fa (-700.000 nella sola Emilia). In percentuale perde il 12% in Emilia sulle europee, recupera qualcosa rispetto alle regionali, ma solo per effetto del brutale calo dei votanti
-il M5s: va anche peggio al M5s che perde poco meno di 300.000 voti in Emilia rispetto alle europee, tornando ad assestarsi intorno al 6% delle regionali precedenti (ma, nelle politiche aveva superato il 24%). In Calabria si riduce al 4,82%, dal 24,9% delle politiche e, in cifra assoluta, perde quasi 9 elettori su 10
-Forza Italia: letteralmente si polverizza (8,37% in Emilia contro il 24,55% delle regionali precedenti ed 11,8% delle europee; in Calabria 11,91% contro il 26,91% delle regionali precedenti)
-Lista Tsipras: arretra sulle europee in Emilia e sostanzialmente tiene in Calabria. Rispetto alle regionali precedenti, dove Sel e Rifondazione si presentavano separate, perde complessivamente oltre un terzo dei voti. Dunque, non solo non recupera nulla delle perdite del Pd e del M5s, ma perde di suo.
-Lega: Presente solo in Emilia dove ottiene un clamoroso successo come prima lista della coalizione, superando il 19% che si somma al quasi 2% degli alleati FdI.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.11.14 16:55| 
 |
Rispondi al commento

tanta astensione e non cosí tanti elettori per ilMovimento: perché é dura essere coerenti nei comportamenti, é dura essere trasparenti nelle decisioni ed é dura essere onesti nelle motivazioni, giorno per giorno in tutti i nostri comportamenti.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.11.14 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Oh yeah, this one too needs to be reposted right away, here it follows:

"Stanno scrivendo di tutto su questo nostro risultato – il MoVimento perde voti, il MoVimento è finito – invece il MoVimento 5 Stelle in Emilia-Romagna nasce proprio adesso!

Questo è un nuovo inizio, se vogliamo forzare un attimo, anche una liberazione.

Ci sono grandissimi problemi in Emilia-Romagna, una grande dissidenza interna, due consiglieri regionali che ci hanno creato problemi e che sono stati espulsi dal MoVimento perchè sono finiti nelle indagini delle spese pazze, togliendoci un argomento fortissimo per la nostra campagna elettorale.

Abbiamo ricevuto boicottaggi da diversi eletti. Mi dispiace dirlo ma bisogna sottolinearlo: alcuni parlamentari e un sindaco hanno dichiarato pubblicamente che avrebbero boicottato la campagna elettorale in Emilia-Romagna e così hanno fatto.

Ottenere questo 13,3% è davvero un ottimo risultato. Vuol dire partire con un piglio diverso.

Con cinque consiglieri che ci renderanno fieri e ci consentiranno fra cinque anni di puntare a qualcosa di più importante.

Influenza bassissima, questo dato è molto triste per la democrazia, ma con un’affluenza così bassa il M5S ha preso 30mila voti in più che nelle scorse regionali del 2010″ - Max Bugani consigliere comunale M5S Bologna

Anarcho Liberal (m5supporter), Bo Commentatore certificato 24.11.14 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boh..!
Un sacco di bei discorsi, anche giusti. Ma intanto potevamo dargli una bella spallata. Avevamo candidati intelligente e onesti e un popolo stanco e schifato.
Forse sarebbe bastato farsi conoscere meglio da tutti gli elettori, per la miseria. Farsi conoscere meglio ANCHE grazie alla tv, mica andarci a letto con vespa o formigli.. ma farsi vedere almeno un paio di volte, soprattutto per dare agli italiani una scelta! Cavolo! L'astensione è, soprattutto in questo momento, un segno di disperazione profonda, di scoraggiamento, il movimento ha il dovere di dare speranza e sostegno ai cittadini in ogni luogo e in ogni modo, comparendo ovunque, a difesa di chi protesta e di chi soffre. Ascoltando TUTTI. Accorrendo SEMPRE, nelle piazze ma anche in trasmissioni tv dove è spesso necessario difendere i cittadini dalle menzogne di imbonitori senza scrupoli.
L'unica cosa da non fare in questo momento è arroccarsi in atteggiamenti sdegnosi della serie "Noi siamo il popolo del web" "La tv è morta" o, peggio ancora, credere che "i telespettatori, come zombie decerebrati, alla fine si rivelerebbero elettori non consapevoli".
A me tutte 'ste storie sembrano frutto di elucubrazioni, la verità è molto più semplice. Un bel 60% della popolazione italiana ha ANCORA bisogno di essere informata ANCHE tramite la televisione, che a qualcuno piaccia o meno.
Ah , e poi..non mi consola il fatto che come numeri di voti "siamo cresciuti". La gente emiliana e calabrese aveva bisogno di una alternativa come dell'aria. Bastava dargliela.
Punto.
E scusate lo sfogo.

Rita L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 24.11.14 16:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

In Italia esistono tre partiti: uno di destra, uno di sinistra, ed uno che si sposta a seconda della convenienza, ed è quest'ultimo che decide ogni volta chi vince.
Ha votato meno del 50%, ovvero il partito della convenienza si è totalmente astenuto.
Andare a caccia di questo partito, è tempo perso, lui decide in base a logiche totalmente proprie, che possono andare dal "come mi sono svegliato stamattina", a "il mio vicino mi sta sul c. e non voto".
Quello che per me conta da questo risultato è che il movimento ha basi solide e si sta radicando.
In Calabria sopratutto sono veramente contento, in quei luoghi la difficoltà è estrema.

Il mio consiglio è di proseguire con questa diffusione di consapevolezza chiamata Movimento, e non scoraggiarsi se è una rivoluzione lenta, l'importante è che sia cominciata.

Ital Rolando, Nizza Monferrato Commentatore certificato 24.11.14 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna riconoscere che un astensionismo così clamoroso dimostra con certezza almeno una cosa: che la grande maggioranza degli elettori non crede più né ai partiti che governano né alle formazioni politiche (partiti o qualunque altra cosa) all'opposizione. Chi riuscirà a capirne la ragione (o le ragioni) forse avrà in mano l'arma vincente per il futuro.

Oreste Martinelli 24.11.14 16:45| 
 |
Rispondi al commento

in termini assoluti??? ma che analisi è?!

primo: l'astensione altissima significa solo che ormai i cittadini ci equiparano a tutti gli altri politici, GRAVE.
secondo: le faide interne che creano dispersione di tempo e di risorse a scapito di progetti seri da portare nel programma, INFANTILE.
terzo: una regione commissariata per gravi illeciti che torna a votare la stessa forza politica significa solo che evidentemente se ne sbatte dei ladroni, MOLTO ITALIANISH.
quarto: l'arroganza di qualche eletto che ha pensato di poter trainare la baracca scanzando il propulsore di questo movimento e ora dovrebbe tuffarsi in una piscina di umiltà, MIRACOLATO INCONSAPEVOLE.
quinto: la lega che ottiene questi risultati in una regione tradizionalmente all'opposto solo perchè Salvini, personaggio pompato ad hoc per togliere voti al 5 stelle, ci ha esautorati tra twitter post e presenze nei salotti tv facendo presa sull'esasperazione delle persone, MEDIATICO.
sesto: in Emilia, nonostante tutto è stato eletto anche qualcuno di molto valido che incarna lo spirito originale e vincente del 5 stelle, BRAVA SILVIA!

-----

smettiamola con le solite pippe da analisi post voto e torniamo con i piedi sulla terra, solo così si va avanti.

manuela capitanio, cepagatti Commentatore certificato 24.11.14 16:44| 
 |
Rispondi al commento

mah! vedo un M5S senza energia, senza slancio ideale ... avrebbe dovuto "mangiarsi" gli avversari corrotti e corruttori, incapaci e devastatori, invece ...
Grillo datti una mossa: stai bruciando una opportunità per il popolo italiano che (per onestà va sempre ricordato) invero hai tu stesso costruito.
Guardati intorno: c'è un sacco di gente qualificata che fa la lotta al "sistema". Ma non si avvicina al M5S perché non siete voi capaci di essere accoglienti. Espulsioni, cordate, litigi, proclami sul nulla, attacchi a Gabanelli, Rodotà, De Magistris ... invece c'è gente che quotidianamente fa la lotta alla Casta e alle mafie, con sacrificio e con molta intelligenza. Non sarebbe il caso di avvicinarli e di fare un tratto di strada insieme, in modo darafforzarsi a vicenda???! ma queste cose il tuo staff le capisce o no?!


Ma signori ragioniamo, ed usciamo anche noi dalla logica dei partiti. La gente non va a votare, è un'ottima cosa, almeno non votano più i vecchi partiti, che poi il m5s non sia riuscito ad intercettare i voti degli scontenti è un altro discorso, ma già un risultato lo si è ottenuto: la gente, a questo punto il 68%, ha capito che il sistema non funziona più. D'altra parte anche noi abbiamo definito la politica una cloaca (ed è vero), dunque perchè ora ci lamentiamo se la gente non crede più al cambiamento da dentro le istituzioni? Il cambiamento può avvenire - anzi deve - attraverso altre logiche che non quelle del compromesso, del voto di scambio, del clientelismo, proprie di un sistema parlamentare che tende a riproporre se stesso con meno cambiamenti possibili. Il cambiamento deve partire dalle piazze, dal cittadino, poi la politica si muoverà (anzi si sta già muovendo). Non abbiamo paura della bassa affluenza, i regimi sono nati con i plebisciti, non quando la gente non è andata a vptare

Andrea P. Commentatore certificato 24.11.14 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Se non vinciamo in queste condizioni, a livello regionale, non vinceremo mai.

Se non ora, quando? Dipende solo da noi.

Sempre e comunque M5S.

Pier P., roma Commentatore certificato 24.11.14 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'analisi pero' BISOGNA ANDARE IN TV !! NON SI POSSONO LASCIARE LIBERI DI RACCONTARE QUELLO CHE CAZZO VOGLIONO !
BISOGNA ORGANIZZARE MANIFESTAZIONI CON I NO TAV E ALTRI.....

MANUELA ., ROMA Commentatore certificato 24.11.14 16:40| 
 |
Rispondi al commento

EDUCARCI AL VOTO - Innanzitutto bisogna sottolineare che il voto è un diritto, ma anche un dovere.

E’ un dovere verso quelle persone che hanno dato la propria vita per consegnarci un Paese dove vivere, lavorare, avere una casa, una famiglia e crescere dei figli, possa essere una realtà, non un sogno.

Lo dobbiamo a quelli che hanno dato la loro vita a vent’anni, a quelli che l’hanno persa per non aver abbassato mai la testa di fronte al sopruso, alla mafia, ai poteri forti, alle ingiustizie. Lo dobbiamo a questi eroi che non ci sono più, ma non per questo ci hanno abbandonato. Lo dobbiamo alla loro memoria e mostreremo loro rispetto solo tramite le nostre scelte, oneste e quando occorre altrettanto coraggiose.

Dobbiamo anche ricordare ai giovani che non si devono lamentare se non trovano lavoro; se tanti anni di studio non aprono le porte che alle liste di disoccupazione. Ed i nonni, i genitori, non si devono lamentare se il futuro è diventata una incognita ed il presente risulta ogni giorno più complicato ed insopportabile. E’ colpa nostra. Non siamo andati a votare! Oppure abbiamo votato male.

Non si scappa: se il Paese è in questo stato è colpa dei Politici, ma i Politici che ci hanno governato li abbiamo votati noi e continuiamo a votarli noi. Per cui dovremmo fare un grandissimo mea culpa.

Bisognerebbe responsabilizzarci maggiormente verso l’esercizio del voto. Essere meno creduloni. Non dare fiducia a chi ci fa promesse elettorali e non le mantiene mai. Essere informati sui fatti. Sugli obiettivi ottenuti, su quelli proposti. Essere informati e memorizzare bene chi ha affossato buone proposte e chi ci ha costretto a una vita da schiavi. Chi ha difeso ingiusti privilegi e chi li voleva togliere.

Le persone competenti, oneste e capaci di creare sviluppo e rilanciare il Paese ci sono. Ma e’ colpa nostra. Non li abbiamo votati o non siamo andati a votare!

guido guidotti 24.11.14 16:39| 
 |
Rispondi al commento

http://youtu.be/upKWYBZ6rPU

Er Caciara, prima mira e poi spara.... Commentatore certificato 24.11.14 16:38| 
 |
Rispondi al commento

nel pd ,a cominciare dal presidente,ministri,ecc.,sono tutti : DISONESTI e FARABBUTTI.

rocco zotti 24.11.14 16:38| 
 |
Rispondi al commento


Questi i 5 nuovi consiglieri a 5 stelle eletti nell'assemblea legislativa dell'ER:

Giulia Gibertoni (Modena)
Silvia Piccinini (Bologna)
Gian Luca Sassi (Reggio Emilia)
Andrea Bertani (Forli'-Cesena)
Raffaella Sensoli (Rimini)


Anarcho Liberal (m5supporter), Bo Commentatore certificato 24.11.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Una colpa del movimento 5 stelle è di non essersi chiarito politicamente e non definirsi ne di destra, ne di sinistra. e visto che il loro programma è di sinistra, quelli di destra votano per Renzi e Berlusconi perché i loro programmi sono di destra. Inoltre molte persone di sinistra non si fidano di Grillo perché in europa si è alleato con Farage che è di destra. Se Grillo e il movimento 5 stelle aprissero a Landini e alla vera sinistra l'altra europa di tsipras le cose andrebbero diversamente,altrimenti purtroppo, saranno destinati a fare la fine dei radicali che una volta avevano grandi possibilità,(programma di sinistra: "aborto,divorzio, liberalizzazioni droghe leggere "etc) ma poi si sono alleati con la destra di Berlusconi e sono andati allo 0,1 . Non è vero che non esistono più la destra e la sinistra, Il popolo di sinistra medio povero è stato tradito dal Pd che fa leggi di destra per i ricchi e governa con Alfano, che a sua volta governerà con Berlusconi che un giorno si rimetterà con la lega.. Gli unici che sono rimasti orfani del loro partito di referenza sono le persone di sinistra, i partiti vanno tutti a destra e loro giustamente non vanno a votare.

Luciano. L. 24.11.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento

vinto..........perso.........ma vi siete esi conto o no che ieri abbiamo perso tutti ?

il 60% degli aventi diritto si rifiuta di dare il voto .

chi vota lo fa scegliendo lo stesso partito che ha commesso i reati a causa dei quali era stato sciolto il governo regionale precedente .

i mezzi di informazione osannano un capo del governo NON ELETTO DAI CITTADINI !!

e i costituzionalisti tacciono su questa gravissima usurpazione del potere popolare .

siamo un popolo ignorante che merita la fine che stà facendo .

italia senza speranza .

dario a., brescia Commentatore certificato 24.11.14 16:37| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

NON andiamo in TV, NON convochiamo conferenze stampa, NON organizziamo manifestazioni a livello regionale, la gente NON sa come contattarci, NON abbiamo neppure un indirizzo di e-mail a cui si possano inviare domande e ricevere risposte, siamo evanescenti. E poi ci meravigliamo, se tanti elettori che avevano sperato in noi alle ultime politiche sono rimasti delusi? Se poi siamo anche contenti del risultato, la catastrofe è dietro l'angolo.

Renato O., Venezia Commentatore certificato 24.11.14 16:36| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Trovo l'articolo abbastanza fazioso visto che prende come riferimento i dati del M5S delle regionali 2010. Non mi sembra il riferimento giusto da prendere per fare una analisi seria o quantomeno non l'unico.
Articolo degno del miglior Sallusti!!!

Giovanni Guarino 24.11.14 16:35| 
 |
Rispondi al commento