Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#Grecia - Italia: stessa faccia, stessa razza, stessa sovranità monetaria

  • 160

New Twitter Gallery

italia_grecia_sovranita_mon.jpg

Dopo il terzo tentativo fallito di eleggere il nuovo presidente delle repubblica, la Grecia e’ ora chiamata ad elezioni politiche il 25 gennaio. Il mercato azionario greco ha reagito con un -20% nelle ultime due settimane con il rendimento sui titoli pubblici decennali schizzato al 10%, il livello piu’ alto degli ultimi due anni.

Terrorismo mediatico
Quale occasione migliore per i media di regime nostrani per alimentare il terrorismo ‘a la matriciana’ contro una uscita dell’Italia dall’Euro. In fondo anche da noi bisogna eleggere un nuovo Presidente della Repubblica in una partita tutt’altro che facile. Ed anche da noi lo spauracchio delle elezioni viene spesso sventolato con opportunismo evidenziando il rischio di aumento dello spread in caso di successo dei movimenti anti Euro. In sostanza lo stesso schema con cui Re Giorgio ci ha imposto l’austerity del governo tecnico di Monti nel 2011 senza passare dalle elezioni. Resta incredibile come in Italia i media mainstream siano passati da ignorare completamente il tema Euro come causa principale dei problemi Italiani di oggi ad ammonirci sulla impossibilita’ e i costi di una uscita. E quello che c’e’ nel mezzo? I problemi e i costi di una permanenza ne vogliamo parlare? A questo piano B ci vogliamo cominciare a pensare dopo sette anni di crisi? Gli stessi giornalai televisivi al soldo dell’establishment che hanno ignorato il tema Euro nei loro salotti dall’alto della loro ignoranza sul tema ora prendono spunto da qualsiasi vicenda geo politica Europea per ammonirci sui costi di una uscita. Per questo prima hanno ignorato in toto una analisi dettagliata del referendum scozzese. Poi hanno cavalcato l’onda della crisi russa per intimorire gli italiani (ben presto prenderanno atto che proprio l’autonomia della banca centrale consentira’ alla Russia di uscirne fuori piu’ forte di prima)
Ora tocca alla Grecia fare da spaventa passeri secondo la seguente tesi: se la probabile vittoria di Syriza con la sua richiesta di ristrutturazione del debito ha gia’ portato forte instabilita’ in Grecia figuriamoci cosa succederebbe nello scenario Euro exit perseguito dal M5S attraverso la richiesta di referendum.

Italia e Grecia fuori dall'euro!
La realta’ e’ che proprio la vicenda greca conferma l’opportunita’ di una uscita dall’Euro da parte dell’Italia. Come puo’ Tsipras pensare di risollevare il suo paese rimanendo nell’Euro? Come pensa di fare gli interessi del suo paese senza ridargli la sovranita’ monetaria? La Grecia deve rimborsare agli investitori privati (per lo piu’ banche estere) 15 miliardi di euro di debito nel 2015. Tsipras si avvia a vincere le elezioni sulla promessa di ripudiare il debito e l’austerity ma senza uscire dall’Euro. Un controsenso, anzi un suicidio. Ripudiare il debito non risolvera’ i problemi della Grecia che invece solo con un ritorno alla sovranita’ monetaria potrebbero essere gestiti. Per questo il mercato ha reagito male, perche’ la ricetta ‘Euro confusa’ di Tsipras, tanto elogiato dalla sinistra italiana durante la campagna per le europee, e’ quanto di peggio il paese possa auspicare. Ripudiare il debito senza uscire vuol dire inasprire le relazioni con i partner europei senza avere voce in capitolo e soprattutto senza acquisire strumenti monetari di gestione attiva della crisi.
L’uscita dall’Euro non e’ fine a se stessa ma ad un riacquisto di sovranita’ monetaria essenziale per rilanciare l’economia. Per questo i timori di fuga di capitali o la mancata liquidita’ da parte della BCE alle nostre banche in caso di uscita sono mal posti. L’uscita dell’Italia dall’Euro dovra’ essere accompagnata da tre misure essenziali a prevenire un eventuale disordine sui mercati:
1. Abolizione del ‘divorzio’ tra Banca d’Italia e Tesoro.
2. Introduzione di vincoli di portafoglio che definiscano un ammontare minimo di titoli di stato detenuti dalle nostre banche.
3. Restrizioni all’uscita di capitali dal paese.

Sovranità monetaria unica via
Con buona pace di Andreatta che concepi’ l’inizio del suicidio dell’Italia nel 1980 con l’introduzione del divorzio, l’uscita dall’Euro dovra’ prima di tutto mettere in discussione il dogma neo liberista della indipendenza della Banca centrale. Abolire il divorzio significhera’ monetizzare il deficit ossia consentire alla Banca d’Italia non piu’ indipendente ma al servizio delle politiche economiche del governo di stampare moneta e sostenere investimenti pubblici che supportino la domanda. Una uscita piu’ o meno coordinata che sia supportata dalle tre misure citate renderebbe l’Italia del tutto impermeabile alle vicende esterne. La liquidita’ ora fornita dalla BCE arriverebbe dalla Banca d’Italia e soprattutto quest’ultima si farebbe carico di monetizzare il deficit. La BCE e’ attesa al varco del quantitative easing dalla Germania ostile come tutti i paesi creditori a che la BCE acquisti debito pubblico periferico visto che il 30% del capitale della BCE e’ appunto tedesco. E allora le ultime voci di un possibile compromesso vedono il QE fatto via banche centrali nazionali con i rispettivi governi che garantiscano l’eventuale insolvenza. Ma che senso ha? Ancora una volta si vuole far rientrare dalla finestra cio’ che si e’ cacciato fuori dalla porta. Nel 2012 nel bel mezzo della crisi del debito sovrano con il nostro spread quasi a 700 la BCE si e’ inventata il LTRO, finanziamenti a bassissimo costo alle nostre banche affinche’ con quei soldi le banche comprassero i BTP che la BCE o la Banca d’Italia non potevano comprare per Statuto. Adesso si vuole concepire un QE che di fatto non e’ un QE perche’ da realizzare mantenendo i rischi di insolvenza a carico di ciascun paese senza condivisione del rischio. Di nuovo che senso ha? Ridateci la nostra banca centrale, il nostro signoraggio, la nostra moneta e sapremo noi come farla arrivare alle nostre famiglie e come rendere sostenibile il nostro debito pubblico. Svalutare la nostra nuova lira uscendo dall’Euro equivale ad una ristrutturazione del nostro debito per i creditori esteri, quello che Tsipras si ostina a non voler capire.
Uscita dall’Euro E ristrutturazione del debito, non c’e’ altra strada.

31 Dic 2014, 09:00 | Scrivi | Commenti (160) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 160


Tags: euro, fuoridalleuro, grecia, italia

Commenti

 

FINALMENTE!

Genny G., LECCE Commentatore certificato 04.01.15 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Solo il peggio prevedo per l'Italia e non è necessario essere un vegente per capirlo

Notizie informatica Commentatore certificato 03.01.15 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti. Io sono un militante socialista, iscritto al Psi, ho scritto una lettera al direttore dell'Avanti!, il nostro giornale di partito, per chiedere di aprire un confronto con il M5S e con tutti coloro che chiedono un approfondimento sul rapporto tra l'Italia e l'Europa. Se volete lasciate un vostro gradito commento. Saluti e buon anno a tutti i lettori.
http://www.avantionline.it/2015/01/scrive-sandro-dagostino-un-confronto-con-grillo-per-leuropa-e-per-litalia/#.VKgF4410zIU

Sandro D'Agostino 03.01.15 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Stessa corruzione
Stesso clientelismo
Stesso menefreghismo
Stesso opportunismo
Stessa classe dirigente mediocre e ottusa

Si la colpa è dell'euro per lo 0,2 %
il resto è TUTTA farina del nostro sacco

VOGLIO ESSERE GOVERNATO DAGLI SVEDESI !!!
tutto IMHO

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 02.01.15 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la riposta io ce l'ho

anche tszitszipr-ass fa (occultamente) parte del complotto demo pluto massonico della bce, anzi della germania, anzi della troika, anzi degli usa, anzi del neoliberismo, anzi dello stato imperialista delle multinazionali

è evidente caxxo!

paranoid 01.01.15 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il punto secondo me , è questo. di prototipi dell'italiano ce ne sono tanti. quelli che si avvicinano all'onesto son molto meno dell'opposto.
se dovessimo uscire dall'euro sicuramente ci allontaneremmo ancor più dal calvinismo nordico e ci faremmo fagocitare dal ns bizantinismo. le miglia marine che ci separano dalla libia si annullerebbero;e la libia, a sua volta, non sta certo facendo un percorso degno di stima.

domenico santacroce, napoli Commentatore certificato 01.01.15 17:26| 
 |
Rispondi al commento

secondo me il commento più chiarificatore dell'intera faccenda; dovrebbe essere studiato e compreso da tutti, senza la presunzione di avere una ricetta migliore (cioè più Europa)

michele f., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.01.15 05:19| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo sta tirando per la giacchetta tsipras per cercare di protarla nella lotta contro l'euro.

ma tsipras ha sempre dichairato (al netto che e' giousto riconcordare il rientro del debito) di non essere antieuro.

quello di spostare l'attenzione su nemici fuori confine (in questo caso la cosiddetta troika, bce etceetc.) e' una strategia usata sempre dai nemici (della gente) interni.

non capisco come beppe grillo si ostini a perseguire certe strade. mi ricorda pannella,che al dunque, faceva sempre delle scelte scellerate che compromettevano le sue giuste battaglie.

carlo 31.12.14 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concentriamoci su:
1. Abolizione del ‘divorzio’ tra Banca d’Italia e Tesoro.
Si puo' fare, ma come evitare i problemi per i quali tale divorzio fu fatto ? Nessuno se li ricorda ? Nino Andreatta non era un incapace se fu fatto delle ragioni c'erano (io le so: me le ricordo , ma voi giovani le sapete ? )

2. Introduzione di vincoli di portafoglio che definiscano un ammontare minimo di titoli di stato detenuti dalle nostre banche.
Il vincolo deve intendersi "obbligatorio" o "limitativo" ?
I risultati sono diversi ma negativi in entrambi i casi qualora fossero limiti elevati .
Chi ha scritto la frase sembra non conoscere i meccanismi degli accordi di Basilea .


3. Restrizioni all’uscita di capitali dal paese.
Ancora piu difficile : non serve solo l'uscita dall'euro ma anche l'uscita dalla Comunita' Europea .
Inoltre e' argomento cornuto:
E' bello dire: tu ricco non ti compri piu' la casa in costa azzurra !!!
Ma e' altrettanto bello dire: tu la tua liquidazione la DEVI mettere in BOT che si svalutano di sicuro e NON puoi comprare fondi pensione USA che rendono bene ?

Ho 60 anni e dovro' andare in pensione a 67 .
Secondo voi da che parte staro' al momento di decidere se non chiarite questi argomenti ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 31.12.14 19:47| 
 |
Rispondi al commento

E ALLORA CHIEDERò l'esilio ? SI FORSE è PROPRIO QUESTA LA PENA CHE VOI VORRESTE PER ME MA IO IN VERITà O CITTADINI DOVREI ESSERE PRESO DA UNA BEN PAZZA VOGLIA DI VIVERE SE FOSSI COSì IRRAGIONEVOLE DA NON POTER FARE QUESTO RAGIONAMENTO CHE SIETE PURE CONCITTADINI MIEI NON FOSTE CAPACI DI SOPPORTARE LA MIA COMPAGNIA I MIEI DISCORSI E ANZI LA MIA COMPAGNIA VI Fù TANTA FASTIDIOSA E ODIOSA CHE CERCATE ORA STESSO DI LIBERARVENE

napoli 1799 31.12.14 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A.M.Rinaldi

http://scenarieconomici.it/2015-resa-dei-conti-per-gli-euroforici/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 31.12.14 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Cari ROMANI, cari GRECI, ma cosa vi è successo? 2000 anni fa eravate padroni del mondo e adesso siete schiavi dei barbari nordici? Avete esportato: cultura, arte, conoscenza, strategie militari e tanto altro. I vostri antenati si stanno rivoltando nelle tombe.Un po' di orgoglio patriottico no eh? Solo l'ODORE DEI SOLDI vi piace eh? Bravi, continuate così, che i vostri posteri ve ne saranno molto grati.

alfonsina p. Commentatore certificato 31.12.14 18:00| 
 |
Rispondi al commento

"lo so che avete problemi più seri
ma da domani la lituania adotta l'euro"
__________________________________

la lituania ha il cambio fissato con l'euro dal 2002 quindi cambia poco se non in peggio

http://it.tradingeconomics.com/lithuania/unemployment-rate

nel 2008 avevano disoccupazione al 5% ora sono al 12..tanti auguri

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 31.12.14 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so se i greci sono una razza unica. Ho conosciuto un po' di greci per lavoro. 15 anni fa, e non erano affidabili pagatori, innanzitutto.
Però gli italiani sono mischiati.
Non lo dico io, lo dice l'università di Roma, La Sapienza.
Su Le Scienze” (edizione italiana di Scientific American ) di settembre 2014, l'editoriale a pag.7 dicva quello che “LA SAPIENZA” ha certificato, con il lavoro degli ESPERTI o SCIENZIATI.

L'università ha certificato che siamo diversi. Le popolazioni italiane sono diverse.
Dopo a pag. 40 c'è un articolo di 8 pagine dettagliate.
Riporto un po' dell' editoriale:
“...si è scoperto che la diversità genetica delle popolazioni italiane è cosi estesa da essere paragonabile, se non superiore, a quella osservata in tutta Europa.” “.....alla luce di queste scoperte certe dichiarazioni di italianità appaiono ancora più pompose e vuote. Perchè l' Italia, come si vede, è un PRODIGIOSO incontro di POPOLI e di colture.”
Io, ripeto, anche mentalità.
Paolo TV

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tsipras non è stupido e sa benissimo che la ristrutturazione del debito non serve proprio a nulla poichè il problema greco è l'euro.... lo sanno tutti ma dovendo scegliere fra bene del popolo e bene della finanza creativa il politico cialtrone sceglie le proprie tasche.
L'euro è un muro inesistente che la propaganda descrive come invalicabile eppure nella storia recente ci sono stati molti divorzi monetari (incluso quello italiano uscendo dal cambio fisso).
In Grecia il futuro è nerissimo:
prima si fanno strapagare alti interssi e poi si appoggia un partito che ridiscuterà parte del debito ma alla fine il bilancio rimarrà negativo.
Ristrutturare il debito è come ricevere aiuti di stato, una cassa del mezzogiorno che non ferma emigrazione e acquisizioni straniere

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho perso la fidanzata a Natale, sono disoccupati a quasi 40 anni, vivo in un paese di stronzi MA UN PEZZO COME QUESTO CHE PARLA DI UNA USCITA DALL'EURO che pone però il controllo dei capitali, la banca centrale "keynesiana" E' QUANTO DI PIU'SALUTARE POTESSI LEGGERE!!!!
METTETE LIDIA UNDIEMI E NINO GALLONI NELLO STAFF ECONOMICO!!!!!
GRANDIOSI


Gran bel post
Condividiamo sui social!!!!!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.12.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Il punto 3) della lista non mi trova concorde .
Una cosa e un tasso di cambio fluttuante , l altra il divieto di esportazione dei capitali che premierebbe la mala gestione in danno dei risparmiatori .

Inoltre sarebbe impraticabile in un mondo globalizzato .

E un punto che se non risolto porta al fallimento del progetto .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 31.12.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'altro anno passato a fare chiacchiere.
Un'altro anno passato a parlare di riforme.
Un'altro anno passato a parlare di presidenza della repubblica.
Un'altro anno passato a parlare di legge elettorale.
Nulla è cambiato tranne per la miriade di partite iva, di piccoli artigiani, di commercianti lasciati come sempre soli a lottare con equitalia, con cartelle assurde, con tribunali che ti buttano fuori casa, con famiglie senza luce, senza riscaldamento e anche senza acqua.

Se non ancora lo avete capito il nostro impegno in parlamento, nonostante l'ottimo lavoro fatto dai nostri ragazzi, non è servito a nulla.
Nulla di nulla è cambiato e gli ufficiali giudiziari oggi lavorano più di un'anno fa continuando a pignorare e a sbattere le famiglie in strada.
I pensionati continuano a raccogliere immondizia per poter mangiare.
La disoccupazione aumenta giorno dopo giorno.
I suicidi non fanno più notizia.
Ma tanto fra poco arriverà Prodi.
Lui si che risolverà i problemi.
Dopo queste considerazioni fatte aspetto solo un'ultima notizia; quella che il movimento voterà si a Prodi. Dopo di che tutto è perso.
Buon anno a tutti e per il nuovo anno auguro a tutti la possibilità di poter fuggire da questo paese che assomiglia sempre più a una rumorosa latrina.
Questo è il mio discorso di fine anno.
Auguri

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 31.12.14 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tsipras è il più bieco e subdolo pupazzo messo lì dai potentati finanziari a fare il gatekeeper dello status quo.
un personaggio repellente per un ruolo repellente, che non solo non cambierà una virgola negli equilibri tra grecia e troika, ma spianerà la strada a quest'ultima per portare a termine la carneficina che stanno facendo del popolo greco...ma tutto sembrerà più bello e democratico e ispirato da buone intenzioni.
falsi come poco al mondo.
paradossalmente la grecia avrebbe avuto più speranze con alba dorata.


Discorso di Capodanno da un Italiano qualsiasi a tutti i miei connazionali:

Noi italiani siamo un popolo rovinato, pieno d odio, rancore, frustrazione, infelicità, insoddisfazione. Basta un automobilista che ci fa prendere un semaforo rosso, e noi vorremmo scendere ed ammazzarlo con le nostre mani. E' successo tantisime volte.

Tranquillizziamoci, però.

Tutto questo odio, infelicità, rabbia, veleno, NON SONO NOSTRI.
Non ci appartengono.
Nel profondo noi non siamo così.
E' il sistema politico-catto-mafioso italiano ad averci distrutti dentro fin nel DNA.
Ci hanno rovinato e ci rovineranno sempre di più, se noi non daremo un ALT

Per dare un ALT bisogna iniziare a RESTITUIRE il male a chi ce l'ha buttato addosso.
Dobbiamo smettercela di incularci fra di noi. Di fregarci e tradirci a vicenda.
Dobbiamo inculare invece chi finora si è permesso di trattarci così.

In parole povere:
1) stasera non accendiamo la TV. Non abbiamo assolutamente bisogno di un vecchio verme incancrenito che dal quirinale ci butti addosso un quintale di ipocrisia, chiacchiere e falsità, proprio nella notte in cui si cambia anno.

Stanotte, piuttosto, impariamo ad avere rispetto e dignità verso noi stessi.

2) non possiamo lamentarci per la crisi, l'evasione fiscale, le tasse, l'ingiustizia e il degrado sociale, SE SIAMO NOI PER PRIMI a buttar via miliardi di euro in fumo, gratta e vinci, iPhone, partite violente allo stadio, auto a benzina.

Un italiano che fuma e gioca abitualmente il gratta e vinci settimanale, butta via 150 - 300 euro mensili. Equivale a 1800 - 3600 euro annui. Una ricca tredicesima.

La differenza fra chi si fa fregare e chi no, è proprio questa. La guerra vincente si fa con piccoli gesti quotidiani, ricchi di benefici per tutti.

Non vi auguro un buon anno, perché siete voi a dover scoprire la chiave della vita e della felicità che è per forza dentro di voi. Con intelligenza e amore.

Firmato umilmente: un cittadino anonimo qualsiasi e senza potere.

orlando furioso 31.12.14 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa sera durante il discorso di fine anno di re giorgio in segno di protesta spengo la tv e fuori dalla finestra un lumino in segno di protesta!!!!!
fanculo

marco p., brescia Commentatore certificato 31.12.14 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Quale è stata la miglior BALLA di Renzi dell'anno?
- "Mai al governo senza elezioni"
- "L’articolo 18 è un totem ideologico, inutile discuterne"
- "Il PIL sarà a + 0,8% entro l'anno"
- "Nessuna preoccupazione sui conti pubblici"
- "Mai più larghe intese e chi vince governa cinque anni"
- "Antimafia? Porterò questo tema anche sui tavoli del semestre europeo"
- "Il bonus sarà allargato"
- "Lavoriamo per una ripresa col botto a settembre"
- "I consumi aumenteranno del 15% con gli 80 euro".
- "Nel Jobs Act ci sarà il salario minimo"
- "3,5 miliardi per l'edilizia scolastica entro aprile"
- "Pagamento di tutti i debiti della PA entro il 21 settembre"
- "La spending review la faremo lo stesso anche senza Cottarelli"
- "Sulle unioni civili ci sarà una proposta ad hoc del governo sul modello tedesco"
- Legge sul conflitto di interessi entro i primi 100 giorni di governo"
- "DASPO per i politici corrotti entro giugno"
- "2 miliardi subito per gli alluvionati di Genova"...

Lorenzo M. Commentatore certificato 31.12.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è modo più vigliacco di credere di avere la verità in pugno, dire solo la propria versione dei fatti, senza esporre ed analizzare, punto per punto, cosa significano concretamente le proposte di Tsipras, che sono l'altra faccia del discorso euro e UE e dire che il suo modo di procedere è sbagliato senza sapere cosa fa in Grecia.
Vergognati, Grillo.
Posto questa roba perché:
1. Tsipras ti ha risposto brevemente.
2. Se è vero, come qualche presuntuoso ha scritto, che Tsipras dice bugie, vorrei capire quale bugiardo farebbe questo (2° link) per vincere le elezioni. Ci sono vie più facili, e Renzi ne è l'esempio.
http://matteoderrico.blogspot.it/2014/12/grillo-italia-e-grecia-via-dalleuro.html
http://ilmanifesto.info/mense-e-cliniche-le-trincee-di-syriza/

Eduardo Danzet 31.12.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IPOTESI PUTIN: PRODI AL QUIRINALE CON LA GRAZIA PER BERLUSCONI
LIBREIDEE.ORG

Prepariamoci al peggio: si chiama Romano Prodi e sarebbe il più inflessibile esattore dell’Ue, il massimo custode delle tasse e supremo garante dei creditori internazionali che stanno letteralmente spremendo l’Italia. Lo sostiene Aldo Giannuli, scrutando tra le manovre per la successione a Napolitano. Tutti i nomi finora circolati, dice il politologo dell’università di Milano, servono solo a "coprire il nome del vero candidato da tirare fuori dopo aver fatto cadere gli altri, e qui il nodo ha un solo nome: Prodi"


Prepariamoci al peggio: si chiama Romano Prodi e sarebbe il più inflessibile esattore dell’Ue, il massimo custode delle tasse e supremo garante dei creditori internazionali che stanno letteralmente spremendo l’Italia. Lo sostiene Aldo Giannuli, scrutando tra le manovre per la successione a Napolitano. Tutti i nomi finora circolati, dice il politologo dell’università di Milano, servono solo a «coprire il nome del vero candidato da tirare fuori dopo aver fatto cadere gli altri, e qui il nodo ha un solo nome: Prodi». Sulla carta è il candidato ideale del fronte anti-Nazareno, che però non avrebbe i numeri necessari a farlo eleggere. Due ipotesi, allora: «O Renzi sta pensando di sbarazzare il campo dal suo più pericoloso sfidante, per aprire la strada a un Gentiloni o a una Pinotti, oppure si sta veramente valutando di eleggere “la mortadella dal volto umano” al Quirinale». Bruciare Prodi sulla via del Colle per candidarlo all’Onu? Possibile, ma Renzi non può garantirgli il Palazzo di Vetro. Sicuramente qualcosa è stato deciso durante lo “strano” viaggio che il professore ha appena condotto a Mosca.
«Prodi è sempre stato tanto amico dei tedeschi, poi dei cinesi, ma anche dei russi», scrive Giannuli nel suo blog. «In fondo, l’affare Gazprom partì quando lui era presidente del Consiglio e molti ricordano la sede moscovita della Nomisma (d’accordo, pagata dal Sismi, ma questo conta

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.12.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un augurio di buon anno a tutti gli elettori del M5S, ma un augurio speciale va al sig. Napolitano che tra mega pensione, ,buone uscite e vitalizi per una onorata carriera di oltre 60 anni di politica, può finalmente riposarsi e cedere lo scettro ad altri. Un uomo che con la sua presenza nelle istituzioni per oltre mezzo secolo, ha garantito vita felice e comoda agli italiani, si quelli appartenenti alla sua famiglia

riccardo t., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Xin nian yu kuai ovvero felice anno nuovo
Di ilsimplicissimus
http://nblo.gs/12n03R
Se dovessi dire qual è stato l’avvenimento più importante del 2014, non avrei dubbi: il superamento degli Usa da parte della Cina. Nell’ultimo decennio questo evento, peraltro certo visto che il neo liberismo ha delocalizzato pazzamente in Asia e il “Paese di mezzo” ha più abitanti di tutto il Nord America e l’Europa messi assieme, era stato preconizzato prima per il 2050, poi per il 2030, 2025, 2020 ed è arrivato infine all’improvviso.

La consapevolezza di questa accelerazione degli eventi ormai incombente da qualche anno, ha indotto Washington, sia alla manipolazione manu militari delle statistiche interne come un ciclista che si dopa per tener dietro all’avversario, sia a dar vita alla vicenda Ucraina e prima ancora a quella siriana, entrambe collegate al deprezzamento improvviso del petrolio, nella speranza che l’accerchiamento dell’avversario e il caos, portino a un qualche vantaggio. Se non altro a ritardare quella perdita di centralità e di eccezionalità che è nelle cose. La riduzione dell’Europa a strumento della Nato negli anni della cattività liberista non è che una conseguenza di tutto questo.

Mi rendo conto che per mentalità formatesi ormai da molte generazioni nell’eurocentrismo e/o nella mitizzazione americana, l’avvenimento del 2014 possa suscitare sorpresa, sconcerto o incredulità. In realtà ci si dovrebbe chiedere non tanto come mai la Cina abbia ripreso il suo posto nel mondo, ma come mai l’abbia perso per quasi tre secoli. Fatto sta che il superamento avvenuto quest’anno segnala un cambiamento di epoca verso il multi polarismo. Sarebbe un vantaggio per tutti, ma certo non per economie che sono cresciute anche grazie alla centralità imposta di una moneta e alle posizioni di vantaggio acquisite, cosa che alla fine ha marginalizzato l’economia reale per una fatta di carta. La posizione di preminenza sarà difesa con le unghie e con i denti ed è probabile che ci to

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.12.14 13:34| 
 |
Rispondi al commento

A tutti un buon 2015 di VITTORIA!

La Grecia ha comunque un vantaggio su di noi, quello di non avere tra i piedi regiorgio e di non aver intenzione di eleggerne un altro.

Ai nostri parlamentari chiedo di proporre nomi seri antitroika per il quirinale, altrimenti l'eliminazione totale di una spesa che finora ha solo danneggiato la democrazia a favore delle mafie.

Renè1 b., padova Commentatore certificato 31.12.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

BUON 2015!

Oggi é l'ultimo giorno del 2014, io ho rivisto un pó di video - commenti di talkshow. In molti di questi video, c'é una domanda fatta da molti PDokki & company, ai parlamentari del M5S.
...Voi siete stati votati da milioni di Italiani... e cosa avete fatto fino ad oggi?... Niente!!... Dite sempre che il governo fa delle cose sbagliate... voi cosa fate per evitare queste cose sbagliate? E siete capaci a dire solo NO. Tutte domande che mi fanno diventare cosi nervoso... e mi sono sempre chiesto... ma perché il parlamentare M5S in studio TV, non risponde a queste accuse? Dicendo...cosa puó fare un movimento che sta all'opposizione se non fare opposizione...chi comanda é chi sta al governo, alla fine opposizione o no, fanno sempre come dicono loro. E se non ci sono i voti... non fa niente... mettiamo la fiducia, caso mai anche in bianco, cosi dopo ci scriviamo quello che vogliamo noi.

Auguro a tutti voi un 2015 a cinque stelle.

Federico Dario 31.12.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Bruxelles, la BCE e i giornalisi venduti europei cercheranno in tutti i modi di evitare un cambiamento in Grecia. Se ristrutturando il debito o uscendo dall'Euro la Grecia ripartisse, come potrebbero spiegare il fatto al popolo credulone?
E come potrebbero sostenere ancora le loro rendite caricate sulle delle tasse del solito Popolo Bue?

giorgio peruffo Commentatore certificato 31.12.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

E' incredibile che tutto il mondo dipenda dal denaro, che non e' altro che dei foglietti di carta filigranata con un valore indotto. Suicidi, miserie, acquisto e vendita della dignita', prostituzione, omicidi, furti, attentati terroristici, litigi, discussioni, fallimenti... Tutto per quattro pezzi di merdosa carta che qualcuno ha deciso che possa essere la chiave del controllo totale. Ma chi e' questo qualcuno? Che Iddio lo stramaledica.

Mauro Piconi 31.12.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#GRECIA - ITALIA: STESSA FACCIA, STESSA RAZZA, STESSA SOVRANITÀ MONETARIA.

E meno male che il Blog comincia a parlare di Banca Centrale Italiana, è così che si dovrebbe chiamare!

DA SUO STATUTO LA BANCA D'ITALIA DOVREBBE ESSERE PUBBLICA, MA:

AL 94,33% È PRIVATA!

Partecipante Quote Voti

Intesa Sanpaolo S.p.A. 30,3% 50
UniCredito Italiano S.p.A. 22,1% 50
Assicurazioni Generali S.p.A. 6,3% 42
Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. 6,2% 41
INPS 5,0% 34
Banca Carige S.p.A. 4,0% 27
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. 2,8% 21
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. 2,5% 19
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. 2,1% 16
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. 2,0% 16

http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_d'Italia

Se il Tesoro sarà in grado di rendere pubblica la Banca d'Italia bene, altrimenti deve essere lo Stato, e nessun altro, a battere la nuova moneta!

Diamo ai cittadini delle azioni della nostra banca centrale con un valore massimo di azioni fissato, altro che Bot e carta varia, ciccia vera è proprietà della propria moneta che potrà tornare a essere stampata con su scritto "Repubblica Italiana", no BCE!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 12:59| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Io non capisco un accidente di economia...ma mi chiedo.......perché c.....o la Grecia non esce dalla zona euro??????????? qualcuno mi risponda!

Rocco De Palo 31.12.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2015. I frutti dell'Italia, prima per gli Italiani, poi al mondo intero. Gli imprenditori Italiani si affannano con genialità a produrre il meglio in ogni settore per poi venderlo in tutto il mondo, ma gli italiani comprano prodotti cinesi di bassissima manifattura, su tutto. Abbiamo un patrimonio artistico invidiabile nel mondo e la maggior parte degli italiani, non sappiamo nulla delle città in cui viviamo, dei monumenti, dell'arte, della musica, alcuni non conoscono neanche tutta l'Italia e ci emozioniamo a vedere Trafalgar Square a Londra. Il nostro territorio è immenso, diversificato, bellissimo ma senza le persone che lo abitano e lo valorizzano non serve a nulla, bisogna riconquistare il territorio con le persone. La sovranità monetaria è più importante di quello che sembra, non solo per l'economia. La politica che ci governa ci obbliga a dimenticare, per impedirci di pensare, pretende una massificazione globale, impotente. Gli italiani sono i migliori analisti di marketing al mondo, non solo nei beni di consumo, nel valutare i nostri stessi prodotti, lo stile della vita, l'arte, la bellezza, la laboriosità, l'allegria e la genialità. Se piacciono a noi, se li sentiamo Italiani, per l'estero sarà una festa. Adesso, ora, Il M5S, per l'Italia delle nuove generazioni.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.12.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Uscire dall'Euro significa rovinare definitivamente l'economia già vacillante. Una lira che ogni mese perde valore significa veramente una situazione " all'argentina di Peron". La soluzione é restare nell'euro ma adottare anche il dollaro USA. Leggi: http://www.ogginotizie.it/309741-l-euro-dollaro-nel-prossimo-futuro/#.VKPhMYzwvIU E' un modo elegante per salvare sia la Capra canterina di Roma che i Cavolini di Bruxells www.giorgiocomerio.com

giorgio c., milano Commentatore certificato 31.12.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel movimento CI DEVE ESSERE un grossissimo problema con la comunicazione. Perchè non si va davanti ai licei, alle università o alle metropolitane a DIFFONDERE LE NOTIZIE????
Finchè la COMUNICAZIONE verrà FATTA SOLO ALL'INTERNO non ci sarà futuro.

Sbino D 31.12.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI ma quale faccia .?? Quella dei furbacchioni che pensano che il loro debito (e i loro errori)se lo devono pagare sempre gli altri(i tedeschi imdistintamente...magari anche gli slovacchi che hanno il torto di una gestione migliore della loro finanza pubblica pur essendo molto piu poveri!).oppure quella degli onesti e dei ragionevoli che chiedono che il debito sia pagato dai super ricchi senza distinzione di nazionalita. Ce ne sono tanti(super ricchi) sia greci che italiani e relativamente pochi tedeschi!
tra l altro i super ricchi (indipendentemente dalla nazionalita) sono residenti per lo piu del Regno Unito ..dei paradisi fiscali!!! e soprattutto sono i finanziatori di alba dorata e dei suoi cugini primi del nord europa (li conoscerete per caso?)
La sovranita nazionale della moneta (e non solo)che vuole tutta la destra radicale nazionalista non significa affatto sovranita popolare che e la posta in gioco (spero ancora) per il movimento.
Insomma con syriza e podemos o con alba dorata e i suoi cugini nord europei?.
svegliatevi prima che sia troppo tardi!!

Tassos Batas, Perugia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Beh come va ragazzi ? Eccoci qui , pure a capodanno , a dire la nostra per cercare di aiutare la baracca (il Movimento ) a andare avanti , a fare scelte giuste nella battaglia contro i corrotti e i venduti che impestano il Paese . Dobbiamo convincerci che è in atto una guerra vera e propria non combattuta con navi e cannoni ma con le bugie . I danni sono chiari a tutti : siamo assediati dalle forze del male , i feroci rastrellatori di soldi a tutti i costi non guardano in faccia nessuno , la miseria e l'infelicità che ci infliggono a loro non interessa per niente , l'unico loro scopo è drenare soldi a tutto spiano per poter aumentare i loro conti , la loro potenza ! Il parassitismo elevato a religione , la rapina messa su un piedistallo e adorata con fervida convinzione . Possono farlo liberamente perchè fanno leva sulla ignoranza del popolo , a cui prefigurano scenari apocalittici se non seguono i loro consigli , se si dovessero ribellare alle difficili attuali condizioni di vita . Uscire dall'euro ? Una disgrazia immane , non ci sarebbe più niente da mangiare , da riscaldarsi , da curarsi ! La povertà assoluta dilagherebbe per il Paese intero con l'aggiunta di terremoti e inondazioni ! Queste sono le armi che usano : le bugie in quantità industriali ! Ma chi sono questi nemici che ci vogliono dominare ? I soliti noti : le grandi lobbies finanziarie che comandano dietro le quinte , i grandi trust che hanno i loro covi a Wallstreet in primis , e nelle principali sedi finanziarie europee e mondiali . Sono malati cronici , ninfomani del denaro , mai sazi qualsiasi sia la loro ricchezza ! Si divertono solo se possono accumulare montagne di denaro , non hanno altra soddisfazione nella vita . Dobbiamo compatirli ma non giustificarli , non hanno scuse , sono altamente pericolosi e noi dobbiamo avversarli con tutti i mezzi , sopratutto smascherandoli e additandoli al popolo ignaro !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 31.12.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

EMBLEMATICO SOTTO AL POST:
Prestiti INPDAP,fino a 60.000 euri...
Tanto, se non paga l'INPDAP (la previdenza degli statali, confluita nell'INPS, con 12 miliardi di debito) paga l'INPS (la PROVVIDENZA dei privati).
Come gli EUROBOND, se non paghiamo noi paga la Germania.

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 31.12.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“In sostanza lo stesso schema con cui Re Giorgio ci ha imposto l’austerity del governo tecnico di Monti nel 2011 senza passare dalle elezioni”
Bisognerebbe fare un ringraziamento a nap, per non aver fatto le elezioni nel 2011, consentendo al M5* di acchiappare voti di cittadini delusi perchè la bubbana è finita.
Paolo TV

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Auguri di Buon Anno a tutti quelli che seguono il blog!

lorenza m., lorenza m. Commentatore certificato 31.12.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento

La stampa nostrana,nonchè i traditori al governo,sono complici nel terrorizzare l'opinione pubblica,che l'Italia,perennemente in crisi, se uscisse dalla moneta unica abusivamente stampata dai banchieri usurai.Adesso gli eurofanatici come spiegano il fatto che l'economia italiana andava a gonfie vele,era tra le prime economie al mondo,con la Banca d'Italia pubblica,uno Stato dotato di sovranità monetaria(sancita dalla Costituzione),che impediva allo Stato stesso di inbebitarsi con le Banche,e di avere un rapporto del 60% tra debito pubblico e P.I.L.?Quindi per gli euristi a senso unico,conviene allo Stato indebitarsi per 2200 miliardi di euro,pagarci altri 80 miliardi di interesse,e soprattutto subire un sistema impositivo di tassazione criminale,per massacrare i cittadini ed ingrassare i porci banchieri e i Crucchi.Ma per favore,riprendiamoci la nostra libertà e sovranità a casa nostra,dove nessuno deve permettersi di impoverirci e schiavizzarci.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma come ci siamo entrati, in questa Eurotruffa???? Chi sono i politici che hanno svenduto l'Italia e, soprattutto, gli Italiani??? Ora si potrebbe rimediare agli errori fatti, ma, chi ha sbagliato, dovrebbe pagare di persona e, qualcuno, sà bene i nomi di questi....perchè nessun magistrato li inquiscisce????? " La sovranità aspetta al Popolo ", dice la Costituzione , anche quella monetaria....per cui riprendiamoci la Nostra Sovranità....e che la TRIKA vada a farsi friggere (per non dire le parolacce)....Auguri a Tutti...tranne i politici!!!

giorgio l., verona Commentatore certificato 31.12.14 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori dall'euro prima che sia troppo tardi

alvise fossa 31.12.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

“L’articolo 18 è un totem ideologico, inutile discuterne” (Matteo Renzi, 12-8). “Non serve abolire l’articolo 18. Basta il contratto di inserimento” (Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, Corriere, 17-8). “Il problema non è l’articolo 18, che riguarda 3 mila persone” (Renzi, 1-9).

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:29| 
 |
Rispondi al commento

“La spending review la faremo lo stesso anche senza Cottarelli. Dai tagli di spesa avremo 16 miliardi e porteremo il deficit al 2,3%” (Renzi, 30-7).

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento

“Nel Jobs Act ci sarà il salario minimo” (Renzi, 12-3)

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:27| 
 |
Rispondi al commento

“Ho preso un impegno con partite Iva, incapienti e pensionati nel proseguire il lavoro di abbassamento delle tasse iniziato con i lavoratori dipendenti e lo manterrò” (Renzi, Twitter, 23-4). “Dal 2015 i pensionati saranno dentro la stessa misura prevista nel decreto Irpef degli 80 euro” (Renzi, 23-5). “Il bonus sarà allargato” (Renzi, 3-6)

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento

“Nonostante i gufi, la legge elettorale è passata alla Camera ed entro settembre sarà approvata: mai più larghe intese e chi vince governa cinque anni. È una rivoluzione impressionante, chi vince governa. Politica 1 – Disfattismo 0”

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Sta per finire l'anno di grazia 2014 e, dando una occhiata veloce ai parametri italiani è indubbio che sia stato peggio del 2013, il quale fu peggio del 2012 il quale fu peggiore del 2011 il quale fu peggiore del 2010.
Al di la dei sorrisi e delle pacche sulle spalle date con "ritmo" da parte dello statista di rignano il 2015 purtroppo si prospetta peggiore del 2014 (prego per conferma leggere la stampa esterofila, non italica indottrinatam).
La crisi sta mangiando tessuto economico e sociale, è come un cancro che partendo dai piedi arriva fino alla testa.
La prima a rimetterci è stata l'abbondante classe media italica di una volta, ora decimata.
Ma tu,si dico a te che leggi e che finora credi e speri che la crisi non arrivi mai per te ma sempre per gli altri, ti dico che è il momento di muoversi, di prendere il toro per le corna, di affrontare la situazione, che QUANDO SUONA UNA CAMPANA, NON IMPORTA PER CHI SUONA. SUONA ANCHE PER TE.

Ad maiora.

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Posso?

Augusto B., Pomezia Commentatore certificato 31.12.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras, se dovesse vincere, durerà uno o tre mesi, poi arriverà la troica.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luoghi comuni da sfatare.
Tizio porta i suoi risparmi in banca.
Caio va dalla banca chiede un prestito e la banca gli da´i soldi di tizo lucrando sulla differenza di interesse.
SBAGLIATO.
Tizio porta i suoi risparmi.
La banca li investe in titoli ad alto rischio che dichiara come "collaterali".
Caio chiede soldi a prestito.
la banca, grazie alla riserva frazionaria dichiara 10 come collaterale e concede un prestito di 100 creando 90 dal nulla e chiedendo interessi sul 90 inesistente.
Se poi gli "investimenti" sono sbagliati tizio e caio saranno tenuti con le tasse a rifondere la banca.

Ma non finisce qui.
Lo stato emette bond.
Se nessun privato li compera la BCE da´i soldi alle banche a tasso negativo e queste li comprano aumentando di dieci volte il denaro creato dal nulla (Draghi crea 10 e le banche imprestano 100) chiedendo tassi al 5 o %...

Quando il debito diventa troppo grosso lo stato fallisce e le banche si rifanno sui beni pubblici (acqua, aeroporti, monumenti etc etc.)

Se la moneta e´SOVRANA lo stato vende i bond alla banca d´Italia che li compera creando denaro dal nulla (come la BCE)
Se lo stato fallisce la Banca d´Italia, che e´di proprieta´degli Italiani fallisce.
Danno zero.
Tutte le infrastrutture restano nelle mani degli italiani.
Io non dico che sarebbe una grossa sciagura, ma la differenza tra le due situazioni e´SOSTANZIALE.

Patrizia B. 31.12.14 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Non ci vuole un genio a capire che Syriza è il classico partito costruito ad arte per fare da opposizione controllata, Tsipras racconta favole ai greci (che purtroppo gli credono) senza però mai dire come farà ad evitare il default greco senza uscire dall'euro, cosa su cui ha tenuto ad informare preventivamente gli americani già un anno fa (non voglio uscire dall'euro).

Chi ha finanziato il tour propagandistico di Tripras per ottenere il consenso degli americani? Il signor George Soros, noto criminale dell'alta finanza che con le sue fondazioni e la sua influenza incarna la politica estera a stelle e strisce in molti paesi, infatti è stato proprio l'Institute For New Economic Thinking (INET) del magnate americano a finanziare e promuovere il nuovo giocattolo Tsipras durante il Tour negli States dove ha incontrato pezzi da novanta del governo.

Syriza è una finta opposizione come può essere Sel, eterodiretta è messa lì apposta per captare il malcontento, Tsipras studia da nuovo Samaras il quale è massone di alto livello, è in buona sostanza un Vendola di successo che è in realtà il cavallo di Troia dei soliti poteri occulti mondialisti che si vogliono assicurare che la Grecia continui ad indebitarsi e soprattutto a pagare, fino a quando non avranno succhiato l'ultima goccia di sangue al popolo greco

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.12.14 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Contro L'Inciucio
4 ore fa ·

CHI SONO I VENDUTI?
Purtroppo quelli veri sono nella coalizione di governo.
Molti di loro sono simboli e rappresentano delle istanze che i cittadini vorrebero vedere difese.
Vedere la Vezzali che vota contro l'educazione fisica è uno schifo.
Povera Patria.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.12.14 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io, vorrei che fossimo come la Germania, voi, pensatela come volete.
La Germania ha 82 milioni di abitanti.
L'Italia ha 60 milioni di abitanti.
In Germania ci sono 691 parlamentari (0,8 ogni 100.000 abitanti)
In Italia ci sono 945 parlamentari (1,6 ogni 100.000 abitanti)
In Germania, un parlamentare, percepisce 12.000 euri/mese
In Italia, un parlamentare, percepisce 17.000 euri/mese
In Germania ci sono 289 poliziotti ogni 100.000 abitanti.
In Italia ci sono 467 poliziotti ogni 100.000 abitanti.
In Germania, il capo della polizia, guadagna 130.000 euri/anno.
In Italia, il capo della polizia guadagna 621.257 euri/anno.
In Germania ci sono 54.000 auto blu. Tutte di marca tedesca.
In Italia ci sono 600.000 auto blu. Tutte di marca tedesca.
IN GERMANIA, UN OPERAIO GUADAGNA 32.000 EURI/ANNO.
IN ITALIA, UN OPERAIO, GUADAGNA 22.000 EURI/ANNO.
IN GERMANIA, UNA PENSIONE DA 22.000EURI NE PAGA 39 DI TASSE.
IN ITALIA, UNA PENSIONE DA 22.000 EURI, NE PAGA 4.700 DI TASSE.
Il parlamento tedesco, ha espulso uno che aveva copiato parte della TESI DI LAUREA.
Il parlamento Italiano, ha votato che Ruby è la nipote di Mubarak.
Buon Anno quasi a tutti.

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 31.12.14 10:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono anch'io dell'idea che così non si va avanti, non ci possiamo permettere ne l'euro ne uno stato senza una banca propria, cosa alquanto anomala tralaltro, ma da noi...
Se a questo aggiungiamo una classe dirigente corrotta a livelli da 3°mondo il senso del post acquista un carattere d'urgenza !
Oppure volete credere che "... il 2015 sarà l'anno della ripresa... " ? Non fatelo, non si può essere tanto stupidi, è demenziale il solo pensarlo.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 10:56| 
 |
Rispondi al commento

A Tsipras interessa il potere nulla di più. Non cambierà nulla in Grecia, e greci saranno nelle medesimi condizioni. Tsipras è solo una farsa, come lo è Renzi, poggiato il sedere sulla poltrona farà il cagnolino ne più e ne meno degli altri. I greci subiranno ancora i danni di queste persone false.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Immaginiamo che l´euro rimanga.
Immaginiamo che Draghi convinca la Germania e cominci a stampare euro.
Immaginiamo che la finanza riesca a mantenere i tassi di interesse ad un basso livello permettendo alla BCE di comperare titoli di stato italiani e greci (francesi e altri anche).
Immaginiamo che il governo Renzi (come Prodi, berlusconi e co.) approfitti della situazione economica favorevole e dei bassi tassi di interesse e ricominci ad emettere bond.
Immaginiamo che si arrivi a 3 trilioni di debito.
Immaginiamo che Draghi e la Troika si tolgano la maschera e che i tassi "improvvisamente" crescano, come nel 2009 e seguenti.

COSA SUCCEDERA´?

Se nel 2008 la situazione e´stata arginata CERTAMENTE non sara´possibile farlo con un debito pubblico (e privato) sicuramente molto piu´alto.
Quello che la maggioranza non capisce e´che il "boom" economico dal 1992 al 2008 e´stato GRAZIE al boom del debito pubblico, di bassi tassi di interesse, della possibilita´di fare debiti.
Quando e´arrivato il momento della verita´(2008 e seguenti) tutto e´crollato.
Perche´non dovrebbe succedere DI NUOVO? e ANCHE PEGGIO?

Patrizia B. 31.12.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Credo che, al di là delle teorie economiche che ci differenziano, una cosa debba essere chiara: il M5S deve augurarsi in Grecia una vittoria di Tsipras a larga maggioranza e iniziare a pensare la possibilità di fare nuove alleanze in Europa, con tutte le forze che contrastano le attuali politiche economiche europee.

BUON ANNO A TUTTI

roberto d. 31.12.14 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Con Renzi non c'è nessuna riforma!
Se poi gli aumenti delle tasse su rendite, fondi pensione, casse di previdenza, rivalutazione TFR, fondi INPS, assicurazioni sulla vita, passaporti, il blocco salariale fino al 2020... e il licenziamento facile li volgiamo chiamare riforme...

Lorenzo M. Commentatore certificato 31.12.14 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Non sono convinta. Non abbiamo materie prime. Siamo un paese trasformatore. Il valore della nostra moneta verrà stabilita non da noi ma dal mercato che vorrà essere pagato in euro o dollaro. Mi convince di più la minaccia dell'uscita o la ristrutturazione del debito a tutele decrescenti. Pochi titoli personali riconosciuto al 100% fino a decrescere al 30% per gli speculatori.

maria c., roma Commentatore certificato 31.12.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi VINCI
(Mohandas Karmchand Gandhi)

Giovanni Valota 31.12.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.beppegrillo.it/2008/09/colpetto_di_stato.html

Un blogger mi ha segnalato una modifica del Codice Penale che abolisce il reato di colpo di Stato. E’ successo due anni fa, con il penultimo governo dello psiconano. Ma
nessuno se ne è accorto. Lo ammetto, neppure io. Giornali e televisioni
ripieni di giornalisti e direttori piduisti neanche. Si sono voltati
dall’altra parte di fronte allo stravolgimento dell’articolo 283.
Dal
2006 partiti, massonerie coperte e organizzazioni criminali possono
fare un colpo di Stato senza conseguenze. Purchè non usino 'atti
violenti'. Lo possono fare con la corruzione, con l’informazione
deviata, con i criminali in Parlamento sottratti alla scelta elettorale
per l’abolizione della preferenza.
Questi, sia i PDL che i
PDmenoelle, si sono cautelati per il futuro. Metti che le cose cambino.
Che in Italia si affermi la democrazia. E che qualcuno chieda conto a
questi impuniti delle loro azioni, anche del colpetto di Stato che hanno già fatto. In quel caso si appelleranno al nuovo Codice Penale, il Codice P2, in nome della giustizia.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.12.14 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Renzi vuole fare da sponsor per l'entrata in Europa a un Paese senza sindacatati e con una tassazione al 15%?
Nel DEF del governo Renzi la pressione fiscale per il 2015 è stimata al 44,2%!
Renzi quindi AUMENTA le tasse in Italia e poi incita di fatto gli imprenditori ad andare ad investire in Albania!
Ma chi lo può ancora votare? E' palese che questo non eletto non lavora per l'interesse dell'Italia.

Lorenzo M. Commentatore certificato 31.12.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Immaginiamo che l'Euro si disfi. Ogni nazione torna alla valuta sovrana. Ciascun paese si ritrova esattamente con gli stessi problemi, la stessa politica interna, gli stessi uomini politici, gli stessi cittadini elettori che aveva prima dell'Euro, ma soprattutto, durante l'Euro.
Noi ci teniamo i nostri 2.200 mld di euro di debiti, ma rinominati in lire, ci teniamo la nostra politica fiscale, ci teniamo il ricordo di tutte le aziende fallite, le partite iva chiuse, le tasse mostruose che chi non è ancora andato a gambe all'aria deve pagare, ci teniamo la RAI col suo deficit, Benigni a quattro milioni (quanti sarebbero in lire?), ci teniamo i le migliaia di partecipate che non hanno dipendenti ma solo consigli di amministrazione che ciucciano i quattrini del gettone di presenza.
Tutto lo schifo che siamo diventati, che ha ucciso il buono che c'era, verrà rinominato in nuova valuta.
Ora qualcuno mi risponda, che diavolo cambia? Perchè non ha funzionato legarci con i paesi civili (dovunque vai in Europa, ti sembra di essere in un posto più civile della Milano di Pisapia o della Roma di Marino/Alemanno) per evitare di finire come stiamo finendo, e dovrebbe funzionare adesso, col ripudio della moneta unica?
Sarebbe quindi sufficiente cambiare il conio e lo stato italiano risolverebbe i problemi che ci avrebbe creato l'unione europea? Ma ci credete veramente a queste sciocchezze o lo fate solo per ridere?

Gino Vicolo (ginovicolo), Milano Commentatore certificato 31.12.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FRANCESCO AMODEO
http://www.iconicon.it/blog/2014/12/leuropa-voluta-dalla-cia/
L'Europa è un piano segreto della CIA; ecco le prove.
Secondo il mio modesto parere bisogna imbracciare i fucili o altrimenti non se ne esce. L'elitè massonica-finanziaria è troppo avanti a noi povera plebe che, come dice il Papa nero e tutti i suoi precedessori "siamo pecorelle guidate dal buon pastore".
Il M5S è fortemente in ritardo; uno strano ritardo, un ritardo che sa di massoneria e dio non me ne voglia se a pensar male non si fa peccato.
Partecipare alle europee equivale a partecipare alle provinciali. Se non si riconosce il ruolo istituzionale delle provincie dato dalla Costituzione per quale motivo bisogna riconoscere quello del parlamento europeo che come sappiamo tutti non ha nessun potere ligislativo in un Europa che nessuno vuole?
Bisogna cambiare l'art. 137 della costituzione, subito, vergognosamente modificato dalla sinistra venduta al potere, e poi combattere, combattere, combattere!
M5S sveglia!!!!!!!!

Mauro M. 31.12.14 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo avesse capito Tsipras sta facendo il doppio gioco, è stato messo lì dalla UE per raccogliere i voti dei greci anti-UE ma se dovesse vincere le elezioni non farà assolutamente niente che possa andare contro il progetto EURONAZISTA di questa UE.

FUORI DALL'EURO SUBITO!

Stefano Ghisalberti, Bergamo Commentatore certificato 31.12.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento

ristrutturazione del debito per un italiano significa mandare a fanculo tutti i creditori (incluso tutti i pensionati che vivono con i BOTS dopo una vita di lavoro) ed iniziare ad accumularlo di nuovo il giorno dopo. se non cambia la testa non cambierà nulla. e per cambiare ci vuole ancora un po' di fame perchè mentre noi siamo qui a vedere gente che si toglie la vita per debiti insostenibili, c'è ancora una marea di gente che munge la vacca Italia e se ne sbatte, dietro un organizzazione mafiosa che va ben oltre quello che pensiamo. se non iniziamo ad appendere in piazza quella gente non cambierà mai nulla. Renzi ha perfino tolto la metà dei reati punibili figuriamoci se cambierà qualcosa. continueranno a rubare con i complici eletti da noi coglioni.

bill 31.12.14 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo so che avete problemi più seri
ma da domani la lituania adotta l'euro

jean paul marat 31.12.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci vuole un esperto di comunicazione per capire che il messaggio di uscita dall'Euro è un messaggio perdente.

Il messaggio vincente, quello positivo, sarebbe quello di proporre un'alternativa, non un semplice torniamo alla Lira (debole), ma un piano condiviso con altre nazioni europee per una nuova Europa, con sovranità monetaria e solidale, con una politica fiscale condivisa, per non fare concorrenza interna.

Se poi tutto questo per semplicità vogliamo metterlo sotto il nome di una moneta, che in fondo è solo un mezzo di pagamento, troviamogli un nome accattivante.

Lasciamo perdere Lira o Dracma, pensiamo piuttosto a qualcosa come Bitcoin.

Tom Ba Commentatore certificato 31.12.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non direi che Italia e Grecia hanno la stessa faccia. Possibile che nessuno abbia denunciato il comportamento dei Greci nel caso della nave Blue Sky, con mille migranti a bordo? L'sos è stato lanciato quando la nave era in zona greca. Le autorità greche hanno finto di controllare, hanno detto che tutto era a posto, e l'allarme è rientrato. Falso! Solo grazie al successivo intervento italiano è stata evitata una tragedia. "La nave - ha spiegato all'Adnkronos il portavoce della Guardia Costiera Filippo Marini - era stata abbandonata, con il motore bloccato a velocità di 6 nodi diretta verso le coste italiane. Si è rischiata la collisione della nave sulla costa, determinando la morte tra le persone a bordo e un grave danno ambientale".

PERCHE' IL GOVERNO ITALIANO NON HA PROTESTATO CONTRO IL COMPORTAMENTO SLEALE DELLE AUTORITA' GRECHE, FINALIZZATO A SCARICARE SULL'ITALIA IL CARICO DEI DISPERATI???

Quindi, stiamo attenti: i Greci non vogliono affatto uscire dell'euro, vogliono solo rinegoziare, ottenere più aiuti. C'è da scommettere che a Bruxelles, di fronte al muso duro greco, si caleranno le braghe. E gli Italiani continueranno a pagare anche per la Grecia. In nome dei più nobili ideali europei.

Renato O., Venezia Commentatore certificato 31.12.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Concordo in pieno, anche dal fatto che il modo che ha portato al voto la Grecia lascia abbastanza perplessi, cioè con troppa facilita', quasi ci fosse un percorso "condiviso"...io Tsripas non ne sono sicuro,ma lo percepisco come un trappolone per i greci, e non solo.....

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.14 10:07| 
 |
Rispondi al commento

"Uscita dall’Euro E ristrutturazione del debito, non c’e’ altra strada."?!...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Sicuramente questa è l'unica strada da percorrere per salvarci!... ma siamo ancora in tempo?!... abbiamo davvero ancora la forza di percorrere l'unica strada per la salvezza?!... e questo dipende proprio soltanto da noi?!... nessuno potrà sbarrarci questa strada qualora volessimo percorrerla?!... dobbiamo aspettarci che la nostra decisione non comporti per i nostri avversari perdite così ingenti da lasciarli indifferenti e passivi ovvero da non scatenare contro di noi una guerra economica che si concluda con la nostra disfatta?!...
C'è qualcuno di noi che può offrire un'analisi più approfondita ovvero lungimirante su questo tema... in modo da prospettare un piano strategico così convincente da tranquillizzare e accrescere la nostra forza?! .-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli in Grecia "NON SUCCEDERA' NULLA", al Popolo Greco verranno distribuiti "80 DENARI" e gli appecorati voteranno in massa per i loro carnefici.

Paolo R. Commentatore certificato 31.12.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Ricominciare dalla Grecia
Di ilsimplicissimus

http://nblo.gs/12mb1a
Il lugubre Samaras ha scritto la sua ultima mail, mezzo che il leader greco preferisce ai tweet anche se la sostanza è la stessa di certi messaggi nostrani da 140 battute e zero pensieri: non si è riusciti a eleggere il presidente e ora in Grecia la parola è alle elezioni. Si tratta di un momento storico perché per la prima volta da parecchi anni a questa parte c’è la possibilità concreta che in Europa venga finalmente eletto un governo di opposizione alla troika, per di più di sinistra, dando origine a un effetto domino non facilmente controllabile, destinato a smuovere l’immobilismo impaurito di intere masse rassegnate e probabilmente a riavviare processi politici finora congelati e umiliati dal trasformismo.

Proprio per questo l’Europa conservatrice della Merkel e i poteri finanziari che comandano a Bruxelles tenteranno qualsiasi cosa perché Syriza e Tsipras non ce la facciano: dal ricatto sulle borse, alla compra dei voti e dei candidati, allo scontro di piazza, servendosi magari dei neonazisti come in Ucraina: su questo non c’è da farsi illusioni. Ma visto che il tempo è scarso, manca poco all’appuntamento delle urne, visto che il degrado delle condizioni della Grecia è ormai tragico e la rabbia incontenibile, non è questo il maggior pericolo. Il vero rischio è che dopo un’eventuale vittoria di Syriza, le pressioni di ogni genere su Tsipras si facciano così forti da tramortire la spinta al cambiamento e trascinare il governo nelle sabbia mobili dove sono scomparsi i socialisti francesi o spagnoli e il centro sinistra sia italiano che tedesco.

Tsipras ha sempre detto di volere un’altra Europa e il mantenimento dell’euro, due cose la cui totale contraddizione appare sempre più chiara, essendo impossibile pensare a un programma sociale avanzato quando la leva monetaria è in mano ad altri. Dunque per salvare la Grecia dal disastro umanitario non potrà limitarsi a chiedere e contrattare con Bru

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.12.14 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras vuol vincere le Elezioni ,

per vincere le Elezioni DEVE promettere delle BUGIE e come tutti i politici di professione che non hanno vincolo di mandato , per avere consensi , deve promettere fumo e truffare gli elettori (meglio ancora se appoggiato dalle TV ).
Una volta eletto proverà a trattare ma gli Usurai (BCE , GERMANIA , ecc. ) si comporteranno come Usurai : Gli sbatteranno la porta in faccia !!!

Lino Viotti Commentatore certificato 31.12.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento

BUON 2015-BUON 2015-BUON 2015-BUON 2015:
^^^^
slot machine: dal prossimo 1° gennaio viene incrementato il prelievo fiscale sulle vincite dal 13 al 17% per le slot e dal 5 al 9% sulle Vlt, le Videolottery.
fondi pensione, dal 1° gennaio 2015 l'imposta sostitutiva sui risultati netti passa dall'11 al 17%
previdenza dei professionisti, la stessa imposta sugli utili netti sarà incrementata dal 20 al 26%.
Nel 2015 non dovrebbero esserci aumenti delle aliquote Iva del 22 e del 10%: tuttavia l'incremento è solo posticipato al 1° gennaio 2016 e sarà un salasso. Si ipotizza un'aliquota massima del 26%. Non potevano mancare gli aumenti delle accise su benzina con e senza piombo e sul gasolio: anche per queste gli aumenti dovrebbero scattare dal 2016.
Gli enti non commerciali subiranno una mazzata colossale: la loro quota di utili non soggetta ad imposta si ridurrà drasticamente dal 95 al 22,26% già a partire dal 1° gennaio 2015, data a partire dalla quale la non tassazione dei capitali percepiti dai beneficiari della polizza in caso di morte dell'assicurato, sarà sostituita da un regime parzialmente imponibile e verrà raddoppiata dal 4 all'8% l'aliquota delle ritenute fiscali sui bonifici per le ristrutturazioni
Altre misure riguarderanno il lavoro: il Tfr in busta paga a partire dal 1° marzo 2015 sarà soggetto a tassazione Irpef ordinaria, anziché a tassazione separata prevista per il versamento in un'unica soluzione al termine dell'attività lavorativa.
Infine, il regime agevolato dell'imprenditoria giovanile subirà un aumento per effetto dell'applicazione dell'aliquota forfettaria del 15%, mentre l'aliquota Irap sulla componente del lavoro vedrà l'abrogazione del taglio del 10% voluto dal Dl 66 del 2014.
^^^^^^
GRAZIE TOSCO-GRAZIE TOSCO-GRAZIE TOSCO
FAREMO COSE DI SINISTRA-FAREMO COSE SINISTRE

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 09:56| 
 |
Rispondi al commento


@Beppe Grillo
@Gianroberto Casaleggio
@ Movimento 5 Stelle
@ amici e conoscenti :) sul blog

auguri!

pabblos 31.12.14 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Essere italiani e sentirsi italiani differenza non da poco.
Oggi come 150 anni fa vale una strofa dell'Inno d'Italia : calpesti e derisi perche' non siam popolo perche' siam divisi.
Spero che questo porti il 2015 all'Italia che ogni cittadino si senti stato e si occupi dello stato perche lo stato siamo noi!
Auguri e un grazie a voi tutti.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Loro non hanno ignorato,hanno volutamente ignorato:è ben diverso.
Sanno di mentire spudoratamente solo per i loro interessi.

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 31.12.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno dei motivi da sfatare e´che la Germania sia contro la BCE perche´non vuole che si stampino euro, che non vuole la rottura dell´eurozona perche´l´euro debole favorisce i suoi export.
Sono due motivi che si contraddicono perche´se un euro debole favorisce la Germania un euro debolissimo la favorirebbe ancora di piu´.
Uno dei motivi per cui la Germania ha digerito meglio la crisi internazionale e´che le sue industrie puntano piu´sulla qualita´che sul prezzo e cosi´diventano concorrenziali alle cinesi o quelle dell´europa est.
Un altro motivo e´che sono tecnologicamente avanzate e questo e´dovuto al fatto che la scuola e´gratuita (al contrario di USA e UK) e gli insegnanti sono ben pagati e ben selezionati, ergo gli studenti sono piu´preparati.

L´Italia non deve uscire dall´euro per avere una moneta piu´debole ed esportare di piu´, ma per avere la sovranita´monetaria che la renderebbe indipendente dai giochetti (ricatti) della troika.

La Germania non vuole ne´l´uscita dall´eurozona del sud europa ne´un Draghi che stampi denaro e alletti i paesi del sud ad aumentare ulteriormente il debito.
Perche´ha capito che gia´ora e´un debito insostenibile e non onorabile, FIGURIAMOCI SE RADDOPPIA.
Ma neanche Grecia e Italia dovrebbero volerlo.
Pensate che se il debito insostenibile raddoppiasse i creditori si accontenterebbero di "tante scuse" e "bancarotta".?
La Troika (e questo e´l´unico motivo per chi ha permesso a i paesi del sud di indebitarsi) acquisirebbe TUTTO a prezzi FALLIMENTARI e i greci e gli italiani si ritroverebbero come i popoli del terzo mondo a dover lavorare come schiavi.
Se dobbiamo fallire, facciamolo ora e non quando ce lo permetteranno LORO.
Chi vede in Draghi il messia buono e´un illuso.
I tedeschi perlomeno giocano a carte scoperte.

Patrizia B. 31.12.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè voler proporre un ragionamento così complesso all'Italiota medio che con gli ultimi due neuroni rimasti sani deve spremersi per i festeggiamenti dell'ultimo dell'anno? La massoneria che ci governa e che governa tutto il mondo occidentale non può permettersi e non ci permetterà mai di spezzarci le catene del debito, dell'usura e della schiavitù. Le rivoluzioni senza sangue, come insegna la storia non esistono!

stefanodd 31.12.14 09:16| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=795304313875203&set=gm.393670247467223&type=1

Er famoso Covelli de 'a curva sudde Commentatore certificato 31.12.14 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori