Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#Jobsact Le fregature crescenti

  • 276

New Twitter Gallery

marchio_sordi.jpg

"Tra qualche giorno iniziano i saldi, e il Governo quest'anno propone la svendita del diritto al lavoro. Sei stato licenziato senza giusta causa? Non ti preoccupare, ti verrà dato un piccolo indennizzo, e così potremo fare finta di nulla. Nessuna tutela reale, ma solo un ristoro economico, vero ricatto morale che fa leva sulla fragilità di chi oggi non si può permettere di perdere il lavoro, di chi è costretto ad adeguarsi, per sopravvivere, al detto "pochi, maledetti e subito". Sarai costretto a chiudere più di un occhio, per non vedere che stanno calpestando i tuoi diritti fondamentali. Il tuo capo ti potrà offrire un assegno circolare (di un importo compreso tra i 2 e i 18 mesi). L'accettazione dell'assegno comporterà l'estinzione del rapporto di lavoro e la rinuncia a impugnare il licenziamento. I giornalai oggi si congratulano con Governo per il loro tentativo di incentivare la "conciliazione", invece che il contenzioso a seguito di un licenziamento. Così il datore di lavoro potrà sempre tentare di comprarti per 4 denari.
Da oggi si nasce senza diritto al lavoro, si acquista giorno per giorno e in alcuni casi lo perdi strada facendo. Loro le chiamano "tutele crescenti", noi sappiamo che è violazione dei diritti.
Grande novità per le nuove assunzioni che portando a oltre 15 dipendenti l'organico complessivo: i neo assunti vedranno applicato il regime a "fregature crescenti", e la stessa sorte subiranno i veterani (i vecchi assunti) che ancora credevano nelle tutele acquisite.
Le riforme dovrebbero nascere per dare maggiori opportunità alle persone, per crescere e migliorare la propria esistenza, invece la realtà che crea questa riforma è una maggiore instabilità sociale, precarietà di vita e impossibilità di costruire il futuro. Con questa riforma non si sostieni la famiglia, non si paga l'affitto, non si contrae un mutuo per l'acquisto di una casa, dunque non si consente una vita dignitosa. E' oggi, rileggendo il discorso di Calamadrei sulla Costituzione, ci si rende conto di quanto, negli anni, gli uomini che ne hanno avuto gli strumenti abbiano fallito. La politica non ha tradotto in fatti, gesti, buoni esempi, ciò che sessant'anni fa Calamadrei ci spronava a raggiungere, dopo averci consegnato la Costituzione più bella del mondo. "...E allora voi capite da questo che la nostra costituzione è in parte una realtà, ma soltanto in parte è
una realtà. In parte è ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno di lavoro da compiere. Quanto lavoro avete da compiere! Quanto lavoro vi sta dinanzi!"
".
Laura Castelli, portavoce deputata M5S


Cerca il banchetto per firmare contro l'euro più vicino a te cliccando su questa mappa:
banchettieuro_d.jpg

PS: Il tuo contributo per il referendum sull'uscita dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

prezzo_libero.png


28 Dic 2014, 16:45 | Scrivi | Commenti (276) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 276


Tags: articolo 18, calamandrei, diritti, Job's act, laura castelli, lavoro, marchionne, renzi

Commenti

 

Ecco la trilogia: tasse, politica, mafie!
I lavoratori dipendenti e pensionati pagano le tasse parte di esse girano dalla politica alle mafie. Purtroppo l'amministrazione pubblica e' una mafia occulta, fatte le dovute, si spera molte, eccezzioni.

Ezio Veronese 31.12.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Per chi si lamenta degli statali non licenziabili basta informarsi cosa è sempre successo da più di 40 anni nella scuola. Assunti e poi licenziati e poi ancora assunti e poi licenziati per 20 o 30 anni con lo stesso stipendio iniziale. Con il contratto fermo da 5 anni. Quindi consolatevi!

silvio.r 30.12.14 21:25| 
 |
Rispondi al commento


FINALMENTE REALIZZARE TUTTI I VOSTRI PROGETTI
Bisogno di prestiti, contattaci subito la tua richiesta di prestito, perché noi concedere prestiti a qualsiasi persona onesto e veramente nel bisogno. Attribuiamo nostri prestiti nel margine di 1000 € a 5000000 € con un tasso
di interesse che vanno dal 2 al 3% a seconda della quantità desiderata. Per una buona informazione è possibile scrivere a noi a questo Indirizzo: anselmorodolpho@hotmail.it

anselmo rodolpho Commentatore certificato 30.12.14 20:56| 
 |
Rispondi al commento

JOBSACT ???? MA PARLIAMO DELLA DELINQUENZA E PARASSITISMO POLITICO ITALIANO. E' QUESTO CHE STA ROVINANDO LE FAMIGLIE ITALIANE.
SONO FIGLIO DI SICILIANI. EBBENE RECENTEMENTE I DIRIGENTI DELLA REGIONE SICILIA SI SONO RIDOTTI LO STIPENDIO ANNUO A 240.000,00 EURO " BEL CAZZO DI CAPOLAVORO". MA NON E SOLO L'AMMISTRAZIONE PUBBLICA SICILIANA, LA DISONESTA' C'E' IN TUTTE LE REGIONI E DI PIU' NEL NOSTRO GOVERNO.
GLI ALTI DIRIGENTI POLITICI" DEL GOVERNO E AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE " E NE SONO MIGLIAIA, GUADAGNANO " E QUESTO LO HA EVIDENZIATO ALCHE IL PROGRAMMA LA GABBIA" GUADAGNANO OLTRE 450.000,00 EURO L'ANNO."TUTTI SOLDI RAPINATI AL POPOLO CON TASSE STROZZINE".
PERCHE' DICO QUESTO?? RECENTEMENTE IN UN QUOTIDIANO HANNO EVIDENZIATO CHE IL PRESIDENTE DEGLI U.S.A. OBAMA VIENE RETRIBUITI ANNUALMENTE CON 300.000,00 DOLLARI. EBBENE OBAMA GUADAGNA MENO DEI NOSTRI STROZZINI E PARASSITI POLITICI.
MA NON SOLO, VIENE EVIDENZIATO CONTINUAMENTE CHE L'ITALIA HA I POLITICI PIU' DISONESTI E PAGATI D'EUROPA. IL PRPOGRAMMA TV LA GABBIA HA FATTO UN CONFRONTO EVIDENZIANDO CHE I NOSTRI DIRIGENTI POLITICI, PER PARI MANSIONI, GUADAGNANO IL DOPPIO DEI TEDESCHI. CHE VERGOGNA.
E I LAVORATORI?? MA CHE CLE NE FRAGA AI NOSTRI POLITICI STROZZINI, L'IMPORTANTE CHE PAGHINO LE TASSE PER ACCAPARRARSI I LORO STIPENDI VERGOGNOSI.
MA L'INDUSTRIA ITALIANA PERCHE' FALLISCE O DELOCALIZZA OPPURE SVENDE AGKLI STRANIERI?? PER COLPAQ DELLE TASSE DISSANGUANTI.
VOGLIAMO PRENDERE COME ESEMPIO IL RECENTE?? IL PROF. MONTI ?? IL FIGLIO GIOVANNI MONTI E' STOTO LICENZIATO DALLA PARMALAT ACQUISTATA DAI FRANCESI. EBBENE IL PAPA" DISSANGUATORE DEL POPOLO" LO HA FATTO ASSUMERE COME VICE PRESIDENTE ALLA MORGANS TANLEY DONANDOGLI 2 MILIARDI E MEZZO DI TITOLI DERIVATI DELLE NOSTRE BANCHE. CHE PARASSITA IL NOSTRO PROF. MONTI CHE HA DISSANGUATO IL POPOLO AUMENTANDO IVA IMPONENDO L'IMU E ALTRE TASSE ASSASSINE. E RENZI ?? VIENE DA VOMITARE SOLO A SENTIRLO. MI DOMANDO A QUANDO UNA RIVOLUZIONE PER SMANTELLARE LA DISONESTA POLITICA??

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 30.12.14 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DA DECENNI SI SONO ALTERNATI AI VARI GOVERNI POLITICI DELLA MASSIMA DISONESTA' E LA POPOLAZIONE NE STA PAGANDO LE CONSEGUENZE.
ANDIAMO AL PASSATO POSITIVO PER IL NOSTRO PAESE AMMINISTRATO DA POLITICI AI QUALI GLI ATTUALI NON SONO DEGNI NEANCHE DI PULIRE LEM SCARPE, E CIOE' GLI ONESTI DE GASPERI,EINAUDI,MORO, BELLINGUER. E CI FERMIAMO QUI PERNCHE' I SUCCESSORI, COMPRESO LA VOLPE ANDREOTTI SONO STITI LA ROVINA DELL'ITALIA.
ANDIAMO AL PIU' RECENTE??? AMATO IL DISSANGUATORE DEL POPOLO " OGGI PERCEPISCE UNA PENSIONE MENSILE DI 32.000,00 EURO OLTRE ALLO STIPENDIO DI ALTO DIRIGENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE" CI DISSAGUO' CON L'I.C.I. ORA DIVENTATA TYASI+IMU, E ALLORA AFFERANDO CHE GLI ITALIANI VIVONO AL DI SOPRA LE LORO POSSIBILITA' CI TOLSE IL DENARO ANCHE DAI CONTI CORRENTI POSTALI. CHE VERGOGNA.
POI IL PRODI"DETTO IL MORTADELLA" CHE HA CHIUSO DIVERSE INDUSTRIE CREANDO DISOCCUPAZIONE, L'ITALIASIDER, L'I.R.R., LA SME, E POI HA REGALATO AGLI AGNELLI L'ALFA ROMEO. CHE PARASSITA.
E POI IL PUTTANIERE DI MAROCCHINE BERLUSCA CON COLLABORATORI E COLLUSI MAFIOSI E DISONESTI " VEDI DELL'UTRI, PREVITI,MANGANO ECC. ECC.
ADESSO ABBIAMO UN ALTRO PARASSITA CHE CONSIDERA GLI ITALIANI DEFICENTI.
E VIA CON LA JOBSACT - COME DIRE: INDUSTRIALI POTETE USARE E GETTARE I LAVORATORI A VOSTRO PAICIMENTO. E IL RENZI CI PRENDE PER IL CULO DICENDO CHE COSI SI CREANO POSTI DI LAVORO.
FORSE ELIMINERANNO I CONTRATTI A PROGETTO?? QUELLI A TEMPO DETERMINATO?? I CO.CO. CO.??
IO IN FAMIGLIA HO UNA ESPERIENZA: UNA FIGLIA LAUREATA 110 E LODE IL TERZO LAVORO IMPIEGATA COLLABORATRICE" CHE COLLABORAZIONE LAVORA ANCHE LA DOMENICA" SENZA CONTRIBUTI, FERIE,13SIMA ,NIENTE SOLO 60O,00 EURO AL MESE. EBBENE QUESTI CONTRATTI "IMPIEGATI COLLABORATORI" NON RIENTRANO NELLE MODIFICHE DEL JOBSACT. PERCIO' MIA FIGLIA E ALTRI GIOVANI SARANNO SEMPRE SFRUTTATI. QUESTA E' LA POLITICA DI RENZI&CO.
INOLTRE QUESTI PARASSITI POLITICI CI MASSACRANO DI TASSE. MI VIENE VOGLIA DI ANDARE DAVANTI IL PARLAMENTO E SPARARE. CI PENSO SPESS

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 30.12.14 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Hai un problema di lavoro? diglielo a Fassina, Hai un problema con la tua barca ha vela dillo a Dalema, hai un problema con il lavoro precario dillo a Renzi, hai un problema con la tua casa dillo a Civati, hai un problema sociale dillo a Poletti, hai un problema con la tua banca dillo a Padòan, hai un problema con le tue emorroidi dillo a Cuperlo, ma se non risolvono i tuoi problemi caxxo! Alza il tuo culo da quella tua sedia mentale e ribellati, non essere schiavo di un partito che ha perso completamente la propria identità. Svegliati ! Altrimenti perdi anche la tua dignità,non ti vendere per soli 80 euro, che poi nei fatti sono molti di meno, mettici anche le nuove tasse e vedrai che non ti hanno dato un caxxo. Anzi sei tu che ci hai rimesso.

Luciano. L. 30.12.14 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo applicheremo le stesse regole in parlamento. In caso di un solo giorno di assenza ingiustificata dal lavoro, nel parlamento italiano, Renzi sarà licenziato da presidente del consiglio ( il problema è che nessuno la mai assunto) come facciamo?????? non si è mai presentato difronte agli elettori per farsi eleggere come presidente del consiglio? Rincorriamolo con qualsiasi aggeggio senza farle tanto male per carità, sono vietate le scope, quando lo prenderemo lo metteremo a ramazzare per togliere tutte le sue leggi vergogna Incostituzionali, (visto che è incostituzionale,anche lui) a lui la ramazza a Berlusconi la paletta e a Napolitano je famo porta er camion per potasse via tutta sta monnezza.

Luciano. L. 30.12.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per uscire dalla crisi economica il Governo-non-eletto-da-nessuno del sig. Renzi propone la schiavizzazione dei lavoratori e la scomparsa dei loro diritti attraverso la licenziabilità SENZA UNA GIUSTA CAUSA (riforma art.18 della legge 300/72).

Evviva l'ingiustizia!

Immagino che gli industriali italiani - padroni delle nuove ferriere - siano contentissimi.

Peccato che la loro gioia sia destinata a durare poco, poiché il Governo Renzi è destinato a colare a picco in breve tempo, insieme alle velleità dei nuovi padroni-schiavisti.

Basterà attendere che gli assonnati cittadini escano dal loro decennale letargo e si accorgano che il prezzo della crisi è stato scaricato completamente su di loro.

Dopo questo auspicabile risveglio popolare, il PD riceverà solo il voto degli industriali (oltre a quello di qualche masochista) e sarà cestinato nella pattumiera, insieme al PDL ed all'NCD di quell'antipatico di Sacconi (quest'ultimo si è dimostrato il principale nemico dei lavoratori).

Rocco D'Errico 30.12.14 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Le leggi le fa il Parlamento. Il Governo le esegue. Le riforme di cui si riempie la bocca quell'ignorante di Renzi non sono di "sua" competenza. Questo è ovvio.Eppure anche i telegiornali et similia amplificano quelle battute.Sembrano sciocchezze,parole al vento, che non lasciano tracce.Ma non è così. Con la disoccupazione milionaria, con le retribuzioni e pensioni di fame, le tasse altissime,la magistratura ferma, l'informazione mendace, il parlamento illegittimo che fa leggi illegittime,la moneta che scarseggia,i terreni incolti, le fabbriche chiuse,gli interessi per il debito pubblico in continuo aumento,non è chi non veda che questo straparlare quotidiano sul lavoro colpisce al cuore lo Stato e lo fa vacillare. In una parola lo destabilizza e lo porta al livello di quegli altri Stati che hanno subito le cure del Fondo monetario internazionale e degli altri enti e organismi preposti al disossamento degli Stati in difficoltà, come la Grecia in Europa.

STEFANO A. Commentatore certificato 30.12.14 03:42| 
 |
Rispondi al commento

Le chiacchiere, non fanno danni!..... Meglio oggi che domani!

Luigi De Rosa 29.12.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

IL RENZI"PARASSITA" CON LA JOBSCT MI RICORDA UN ALTRO PARASSITA "CHE CHIAMAQNO PROFESSORE" IL MONTI CHE CI PRESE PER IL CULO CON LA SPNDIG REVIEV . UN ALTO LADRONE CHE CONSIDERA IL POPOLO ITALIANO STUPIDO E ANALFABETA. IL PARASSITA MONTI CHE IN INGLESE CI DISSE CHE AVREBBE RIDOTTO LE SPESE " NOI SPERAVAMO CHE SI TRATTASSE DI RIDUZIONE DELLA SPESA DEI POLITICI" INVECE MASSARO' DI TASSE LE FAMIGLIE ITALIANE CON AUMENTI DELL'IVA,IMPOSIZIONE DELL'IMU, INSOMMA CI HA MASSACRATO DI TASSE ASSASSINE.
E IL RENZI?? COME UNO STUDENTE HA ASSIMILATO DAL MONTI E DA ALTRI POLITICI DISONESTI E ADESSO PERMETTERA' ALLE INDUSTRIE DI TRATTARE I LAVORATORI COME MACCHINARI " OGGI MI SERVONO E DOMANI QUANDO SARANNO POCO UTILIZZABILI LI ROTTAMO"
MA NON E' SOLO IL RENZI, E' TUTTA LA CLASSE POLITICA CHE STA' PORTANDO L'ITALIA AL FALLIMENTO ECONOMICO. UNA CLASSE POLITICA CHE HA COME PRINCIPALE INTERESSE DI MANTENERE LA LUCROSA POLTRONA E DISSANGUARE IL POPOLO E I NOSTRI FIGLI IMPONENDOGLI LAVORI PRECARI,STIPENDI DA MORTI DI FAME E TASSE DISSANGUANTI.
E' BELLA L'IMMAGINE DI MARCHIONNE, UN ALTRO PARASSITA CHE CON I SOLDI CHE LA FIAT HA DA DECENNI OTTENUTO DAI VARI GOVERNI HA COMPRATO LA CRAISLER I FALLIMENTO, HA PORTATO LA SEDE SOCIALE DELLA FIAT IN OLANDA, QUELLA FISCALE IN INGHILTERRA, E QUELLA AMMINISTRATIVA A DETROIT. LUI IL PARASSITA MARCHIONNE HA LA RESIDENZA IN SVIZZERA COSI SIA LA FIAT CHE LUI PAGANO LE TASSE ALL'ESTERO. CHIUDONO TERMINI IMERESE, RIDUCONO LA PRODUZIONE A POMIGLIANO ECC. ECC. BEL CAZZO DI CAPOLAVORO. QUESTI DISONESTI POLITICI PARASSITI STANNO DISTRUGENDO L'INDUSTRIA ITALIANA, CHE VERGOGNA.
E ADESSO SI STANNO ORGANIZZANDO PER SOSTITUIRE IL BABBIONE DI NAPOLITANO CON ALTRI PARASSITI TIPO AMATO "UN ALTRO MASSACRATORE DEL POPOLO, OPPURE PRODI LO SMANTELLATORE DELL'ITALSIDER, L'I.R.I., LA SME E ATRE INDUSTRIE.
CAZZO ITALIOTI, NON AVETE ANCORA CAPITO CHE SIAMO SOTTO DITTATURA?? NON VEDETE CHE QUANDO MOSTRAZIONI GLI MANDANO LA POLIZIA ANTISOMMOSSA? CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE.

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 29.12.14 21:44| 
 |
Rispondi al commento

che schifooooo. adesso ho capito perché la CISL x non ha mai aderito ad 1 sciopero contro l'abolizione dell'art.18. Gli era stato promesso che non avrebbe toccato la P.A , ALTRIMENTI non si capirebbe come mai adesso la furlan è l'unica ad agitarsi.Forse xchè è li che hanno il maggior numero di iscritti? o forse xchè è proprio nella P.A OVE VENISSE APPLICATO che si avrebbe il maggior numero di licenziamenti? E non mi vengano a dire che loro sono diversi da noi privati. Se mi scoprono a rubare 1 bullone il giorno dopo sono licenziato x giusta causa. Quanti di loro invece ripresi dalle telecamere a passare svariati badge di colleghi assenti sono stati licenziati???? LA LEGGE è UGUALE X TUTTi???

vito 29.12.14 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole per esprimere un'indignazione crescente...
lavoratori di serie A e B...una discriminazione che dovrebbe esser gia' solo a pensarla..illegale...
oltre al danno del lavoro senza diritto..la beffa del..."il pubblico no"..
come madre di famiglia...mi vergogno di essere governata da gente cosi'..
io che vedo ogni giorno..la crisi e' gia' oltre..
si dica a gran voce che:gli italiani sono alla fame.
senza se e senza ma.
non voglio offendere nessuna intelligenza facendo retorica che non riempie un frigorifero ne' la prendono in banca come contante ma...
siamo all'assurdo..
che vadano in miniera a lavorare a pane e acqua chi mangia la dignita' della gente.
hanno incarato pure le uova...cosi' quando li vedo non posso neanche sprecarle per loro..
dio preghi per il futuro che hanno mangiato ai ns figli,costretti all'estero come i loro bisnonni.
si alzi una voce di madre con questa,non scambiatela per rabbiosa,non lo e',e' solo sana,pura,doverosa Indignazione...e come persona in primis come madre,come lavoratrice frelance,come italiana.
grazie a LuigiDimaio e Dibattista che porto come esempio di onesta',moralita' ai miei figli...in questa valle di lacrime e ladri di dignita' e amor di patria.


ma insomma, se lo applica agli statali non va bene,
se gli statali non si possono licenziare non va bene uguale

l'importante è esacerbare e manipolare la frustrazione dei poveracci, come sempre hanno fatto tutti gli arruffapopolo dei partiti demagogici

nel blog non si discute più, tanto non serve

l'80% dei commenti sono ormai fatti da una ventina di die hard, sempre pronti all'insulto, che forse sperano di essere messi in qualche lista, prima o poi

non ha senso aspettare il 51%; sappiamo già che alemno il 15-20% degli eletti tradirà o verrà comprato; quindi abbiamo bisogno almeno del 70%

paranoid 29.12.14 14:49| 
 |
Rispondi al commento

...e allora si deve appoggiare la protesta della FIOM in toto... non si può sempre "non schierarsi" e dire che tutti sono uguali...

Gabriele Gurini, PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 29.12.14 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA I NOMINATI POLITICI A VITA DAI PARTITI

ANCHE PER VOI DUE MANDATI E POI A CASA

Nonno felice da Bologna 29.12.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa continuiamo a lamentarci?
E' quello che ci meritiamo!
Non risolviamo niente con i commenti...


Paolo P. 29.12.14 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Io appoggerò la protesta sindacale e se necessario sciopererò ancora come già fatto contro il jobs act! Credo che il movimento si debba schierare decisamente e chiaramente a favore della protesta sindacale.

Michele P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.12.14 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Non è solo un passo verso la completa libertà di licenziamento, ma un cumulo di libertà!
La destra insoddisfatta ne voleva di più e subito, questi di sinistra ne anno fatte di meno in attesa di fare entrare le altre con i decreti attuativi.
Il pacchetto comunque lo faranno passare completo!
Alla faccia di chi è lavoratore privato o pubblico che sia!
Poi se è sufficiente qualche mensilità per liquidare il poveretto di turno mi dite che tipo di tassazione avrà?? Mi pare una emerita carognata (Io mi libero di questo lavoratore, in più ti do a Te Stato una bella parte)

Pietro Mantelli 29.12.14 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che il job act sia un ottimo strumento e stimo Renzi e i suoi discepoli per quello che hanno fatto. Grazie a lui e ai suoi discepoli aumenteranno le fila dei poveri, degli oppressi e degli schiavi del lavoro che si prostituiscono per un salario. ' Io devo pensare alla mia famiglia, e al mio cucchiaio di semolino giornaliero condito con olio di ricino nella speranza che un giorno qualcuno cambi qualcosa, caso mai mio figlio... perché io non ne sono capace e non voglio prendermi responsabilità'.
Chi ragiona così è libero di scegliersi la sua vita, i suoi figli faranno perché lui non ha fatto. I suoi figli dovranno combattere e se non avranno una guida responsabile moriranno per quello che non hanno fatto i padri. Allora almeno abbiate un briciolo d'amore per i vostri figli e metteteci un altro a fare quello che voi avete paura a fare, almeno se deve morire muore un altro e non tuo figlio. Ogni uno pensa alla sua famiglia, ma Nessuno ha una famiglia così numerosa da comprendere tutta l'umanità. Nessuno sa cosa fare, Nessuno non ha paura di morire, allora permettete di fare a Nessuno perché è sacrificabile, al contrario dei vostri figli, perché un genitore si sacrifica per i propri figli. E quando un giorno studieranno storia e chiederanno chi ha cambiato il mondo prendendosene le responsabilità, rideranno scoprendo che nessuno lo ha cambiato. Fate fare a chi sa cosa fare, e se siete gia svegli aiutatelo per quello che potete... non chiede di più di quello che potete fare perché siete voi a decidere quello che potete fare, e se non potete fare niente è perché non vi è stato concesso di fare.

Nessuno 29.12.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento

IL JOB ACT NON SI APPLICA AI DIPENDENTI STATALI...CONTENTI?...non si applica per ora cari, per ora, oggi noi , domani VOI, statene certi il pareggio di bilancio in costituzione come speri di farlo?!

Gioia 29.12.14 07:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' una grande bastardata che ci ha tirato la finta sinistra che va culo e camicia degli imprenditori! Si sono venduti tutto ed hanno ingoiato merda pur di rimanere attaccati alle loro poltrone. E chi se la prende nel di dietro sono i lavoratori e sempre gli onesti.

Michele P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.12.14 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Jobs act= come prendere per il culo gli italiani
Claudio Cagnoli

claudio cagnoli 29.12.14 00:47| 
 |
Rispondi al commento

GOVERNO RENZI ASSASSINO

STANNO UCCIDENDO IL FUTURO DEI GIOVANI

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 28.12.14 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma abbiamo capito che il jobs act è contro tutti i lavoratori e chi è il nemico?
Quello che sta facendo il PD è vergognoso,ma le destre spingono per peggiorare ancora.
Come al solito qualcuno se la prende con gli statali, colpevoli di avere studiato anche di notte per vincere un concorso tra migliaia di partecipanti e di servire lo stato per uno stipendio (bloccato dal 2009) che per le stesse competenze nel privato sarebbe doppio.
E' come se gli dicessero che d'ora in avanti avrà solo un pasto al giorno ed invece di prendersela con chi gli ha tolto il cibo invochi fame per tutti.

dido 69 28.12.14 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Movimento 5 Stelle
arrivato a lottare per l'onestà,
è indice di un Sistema corrotto,dove l'onestà è divenuta una rara virtù e dove la classe dirigente truffa&magna ne è il perno...

E dal mio sentire più profondo con infiniti Auguri,Ringrazio
i Cittadini Parlamentari 5 Stelle,
quelli!che ogni e ogni giorno battagliano,
senza esserne risucchiati,
il Sistema malato e ingannatore,rimanendo in piedi e a testa alta!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Al mentore anonimo" del pesce grasso in acquario" faccio presente che ho lavorato 38 anni come metalmeccanico dei quali 24 nel settore privato e 14 anni, sempre come metalmeccanico, nel pubblico. Che lavoro fai o hai fatto per criticare il mio commento?

vito c., Roma Commentatore certificato 28.12.14 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Il progetto criminale di creare il mostro della UE e relativa moneta unica,è stato concepito dalla C.I.A. e realizzato nei decenni che seguono il secondo conflitto mondiale,dai padri fondatori appartenenti al Gruppo Bildelberg(De Gasperi,Altiero Spinelli,Prodi,Monti,Letta,Adenauer,nonchè il principe Bernardo d'Olanda)quest'ultimo proveniente dall'industria Farben produttrice del gas destinato allo sterminio degli ebrei.Con queste premesse l’Unione Europea doveva servire per portare alla dissoluzione degli stati Nazionali, ad una moneta unica che permettesse alle élite assolutiste anglo-americane di tenere i Governi ed i popoli sotto scacco, e alla spoliazione delle sovranità nazionali, oggi che tutto questo è stato realizzato perché continuiamo a dire che l’Unione Europea e l’euro stanno fallendo andando in una direzione che non era quella che volevano i padri fondatori ?Mentre la realtà storico-documentale ci conferma che proprio questi ultimi sono i veri responsabili della crisi attuale.Per ulteriori approfondimenti andate al sito:Stampalibera.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si dimentica un altro fatto gravissimo questo non vale nel pubblico.Troppi voti.
Il vero peso sta proprio nel pubblico : Milioni di dipendenti super tutelati nominati per conoscenze che producono Debito Pubblico.
Quindi nessuna speranza di tranquillita'nel privato che fra l'altro mantiene il pubblico e grandissime ingiustizie sociali.

Alberto Menegatti 28.12.14 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PIRATERIA, BANDITISMO, MAFIE E STATO ITALIANO

Che cosa sono la pirateria, il banditismo e le Mafie?

Sono organizzazioni umane che producono un reddito alla loro organizzazione, utilizzando le stesse regole che utilizza un'altra organizzazione definita Stato; organizzazioni, compreso lo Stato, a volte dissimili tra loro in alcuni dettagli, ma assai simili nei metodi per produrre reddito, soprattutto in Italia.

Tali organizzazioni, a volte, ma assai raramente, producono un reddito in proprio ma quasi sempre lo producono apppropriandosi della ricchezza altrui, proprio come fa quasi sempre lo Stato Italiano. A volte tali organizzazioni si contrastano tra loro, ma spesso, anche se non ufficialmente, esse si alleano tra loro all'insaputa dei loro adepti e se la cosa trapela allora dichiarano che ciò è avvenuto a causa di adepti infedeli dello Stato (Servizi Segreti deviati), o Mafiosi traditori (infami), ma in tale caso succede nulla di determinante.
Quale può essere il criterio di un cittadino per aderire ad una organizzazione anziché ad un'altra?
Se tutto si basa sul reddito che viene distribuito dalla organizzazione d'appartenenza, allora tanto vale appartenere a quella che distribuisce il reddito ai propri adepti nel modo più equo e tra queste non mi pare vi sia lo Stato Italiano.

SI DOVREBBE MODIFICARE IL CRITERIO DI VALUTAZIONE DI TALI ORGANIZZAZIONI, OVVERO NEGARE CHE LA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO SIA IL CRITERIO DI VALUTAZIONE MIGLIORE, PER APPARTENERVI?

Come sarebbe possibile ciò, se tutta la nostra società è disposta ad apprezzare con milioni di euro un soggetto perché tira calci ad un pallone? oppure perché bastona una pallina, o caccia la pallina oltre una rete senza che sia colta da un altro giocatore, mentre se uno scienziato necessita di fondi deve rifarsi alla carità di volontari, oppure "vendersi" ad una multinazionale?

SE NON VERRANNO ABIURATI I CRITERI DI VALUTAZIONE SU CUI CI BASIAMO, OGNI SFORZO SARA' INUTILE: NON SERVE INNEGGIARE ALL'ONESTA'!

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 19:05| 
 |
Rispondi al commento

OT.


Beppe...

metti un CONTATORE di LICENZIAMENTI in ITALIA sul BLOG...

lo so che è gia' tardi...

per ogni posto di lavoro perso da uno che VOTA PD o PDL,si festeggia...


ps.


« La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità.

La rivoluzione è un'insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un'altra. »


(M. Tse-tung, Libretto rosso)

ENZO D., BARI Commentatore certificato 28.12.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Con il lavoro che ristagna,
il Jobs-act di Renzie
anzichè fondarsi sul creare appunto!
posti di lavoro,si fonda sui licenziamenti collettivi facili!,togliendo i diritti ai lavoratori art.18,fregature crescenti,le partite iva cornute e mazziate e tanta tante altre "sorprese"...
StateSereniPiddini!
con questa riforma del lavoro
è garantito il botto!....
"Buone Feste........."!!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutta la mia vita mi sono battuto per l'uguaglianza tra i cittadini sia morale che materiale , in oltre perché il lavoro fosse un diritto. Ci riuscii fino a quando i luridi massoni ed altre societa' segrete di ricchi marci si inventarino la globalizaziome . Da allora sono incominciati i dolori , lo stato sociale e' stato riportato in dietro do 100 anni.La tragedia e' che il popolo crede a questi ladri , dunque non rimane quello che si e' voluto evitare per 50 anni.

Savio1 28.12.14 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo: l'Intervista integrale di Enrico Mentana


https://www.youtube.com/watch?v=jdMNzJAcwYo


ps.

da salvare,condividere,con obbligo di insegnamento nelle UNIVERSITA'...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 28.12.14 18:44| 
 |
Rispondi al commento

IL LAVORO FUTURO


ci provano e riescono ormai da decenni
nulla è casuale in questo mondo bordello
il DIVIDE ET IMPERA funziona da millenni
vuoi che smettano di usarlo sul più bello

ora a metter contro gli uni agli altri
tocca ai pubblici e privati lavoranti
questa è la prova di quanto sono scaltri
con tutte le loro leggi, solo abbacinanti

la vera realtà, mettetevelo bene in testa,
si proprio tu che con il tuo voto "oziavi"
sappi ch'è ineluttabile, è finita la festa
tutti noi, tutti, saremo solo moderni schiavi

Cla'

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 28.12.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

OT...una possibile versione ?


le ELEZIONI EUROPEE sono state TAROCCATE dai POTERI FORTI....AMERICA in testa...

se VINCEVA il M5S erano caxxi amari per AMERICA RUSSIA, CINA e GERMANIA...

rompevamo il PROGETTO GLOBALIZZAZIONE della POVERTA' ed ARRICCHMENTO di POCHISSIMI...


TROPPO PERICOLOSI per GOVERNARE...

e lo ABBIAMO VISTO con i MEDIA e i POTERI FORTI TUTTI CONTRO..


ps.


« La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità.

La rivoluzione è un'insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un'altra. »


(M. Tse-tung, Libretto rosso)

ENZO D., BARI Commentatore certificato 28.12.14 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La faccia di merda sta solo finendo quello che ha iniziato la Fornero.
Questa donnetta e' stata la prima a dire tranquillamente che non esiste il 'diritto 'al lavoro, esiste solo il 'dovere 'al lavoro, tradotto in ' lavora e taci ' si capisce meglio.
Se sei disoccupato vuol dire che non hai voglia di lavorare ( o di farti sfruttare ), oppure sei ' schizzinoso', non uso la traduzione in inglese perche' mi fa incazzare ancora di piu'.
Concludento , job caz o non job caz , di lavoro non ce ne', tutti piangono miseria, ma vedo continuamente suv da 50000 E , non sara' che nel culo la mettono sempre ai soliti ?
Non sara' che qualcuno lavora ed EVADE tranquillamente ( i soliti liberi professionisti, dentisti , veterinari,geometri, artigiani ecc ).
Tornando ai lavori ' umili ', uno statale che percepisce ' la miseria ' di 1200 E al mese e' da considerarsi un povero disgraziato ????
Cosa fa ? Cosa produce ? A chi giova l' alta qualita' del suo faticoso lavoro ?
Avete mai visto ' formicai ' pieni di fannulloni che si lamentano se devono mettersi a posto la seggiola ?
Si io li ho visti ! E dovro' lavorare come un mulo fino a 60 anni ( 45 di lavoro ) per MANTENERLI a geattarsi il culo 6 ore al giorno !!!!
Mi sono proprio rotto le palle , spero che quando i nuovi schiavi non riusciranno piu' a mangiare e a mantenere le famiglie comincino a SPARARE in faccia a chi ha la pancia troppo piena.
Ci mancavano solo i voucer ( ? ), che cazzo di paga e' ? Presto chi lavora dovra' essere pagato con una ciotola di riso , servito in terra come ai cani.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 28.12.14 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'eliminazione (di fatto) dell'articolo 18, cioe' il non reinserimento al lavoro se licenziati per "ingiusta" (cioe' "non giusta") causa e' anticostituzionale sia per l'italia che per l'unione europea (la cui costituzione e' la carta dei diritti dell'uomo).

poter venire licenziato per "ingiusta causa", basta la parola, e' ingiusto.

carlo 28.12.14 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

$$$$########################
"Dobbiamo smetterla di abboccare come pesci alle apparenti disparità di trattamento tra lavoro pubblico e privato partorite e propinateci per distrarci dalle ruberie che la magistratura scopre ogni giorno.Il loro intento e' quello di farci scannare a vicenda." (disse il pesce grasso nell'acquario protetto casomai proprio dalla magistratura)

Quella sopra è la solita vecchia scusa che dal pacchetto Treu ad oggi, passando per Biagi, viene proprinata al popolino e che ha visto un solo c. sodo::mizzato sempre dalle leggi quello dei dipendenti privati e mai (se non in versione finto-edulcorata) quello dei sinistronzi/fascistronzi pubblici.
Ma lo Staff sini^^stronzo e comuni--stodie da pensiero Unico manipolato cancellerà di nuovo questa oggettiva verità.

e poi scrivono libri bianchi e riempiono di chiacchiere il popolino 28.12.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho provato a guardare la costituzione USA, non sarà la più bella, (loro son pratici) ma è abbastanza vecchiotta, 15 settembre 1787, e non fa riferimento a cose assurde...
http://www.dircost.unito.it/cs/docs/stati%20uniti%201787.htm

Anche la francese e la tedesca http://www.acli.de/wp-content/uploads/acli-njk-projekte-extramoenia-2011-10-tue-didario-grundgesetz-de-it.pdf
non parlano di lavoro come DIRITTO.

La costituzione italiana è gravida di troppi DIRITTI, in modo che lo stato non sia in grado di accontentare tutti.

Però tutti si appellano alla costituzione, e si chiede l'ottemperanza della costituzione,ma ho memoria che pochi giorni fa, si ingiuriava contro i dileguati dal ex M5*, che la costituzione li protegge. http://www.governo.it/Governo/Costituzione/2_titolo1.html

Paolo TV

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo smetterla di abboccare come pesci alle apparenti disparità di trattamento tra lavoro pubblico e privato partorite e propinateci per distrarci dalle ruberie che la magistratura scopre ogni giorno.
Il loro intento e' quello di farci scannare a vicenda.
DIVIDI ED IMPERA. Il vero problema sono le ruberie attuate con le GRANDI OPERE ( spesso inutili )e gli armamenti militari che vengono pagati con i tagli alla scuola pubblica, sanità e con gli aumenti di tutte le tariffe pubbliche ( acqua, luce, gas, autostrade, telefono, televisione,bollo auto ecc...)

vito caruso46 28.12.14 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brava Laura, finalmente si torna a leggerti. Vai anche in TV da dove il marciume al potere propaga troppa disinformazione, e ripulisci!

rino lagomarino Commentatore certificato 28.12.14 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Invece di creare nuova occupazione Renzi si preoccupa di diminuirla aumentando la precarietà,che intuizione!

Remo Spati 28.12.14 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo que41 per cento che ha votato l'uomo della provvidenza in maggio hanno contribuito a tutto questo."bravi,complimenti!"

Domenico porrino 28.12.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

E bambin Gesù era frugale pane già dal giorno di Natale, qualcuno guardava in su per alleviare un’po’ di fame deglutendo il suo bestiame, il quel giorno si allevavano riflessioni sane percepite dal vento come bestemmie e il terzo giorno si restituivano come decisioni scartate poiché per il nuovo tempo troppo degne. Allora si aspettava il giorno dei contegni, tra cotechini e vecchi pegni. Ma messi in casa per il freddo diventavano facilmente nuovi impegni ma comunque non assecondate per le troppe voci false rimaste perfino alla fine troppo indenni. Si tornava allora a cercare nelle equatoriali burrasche nuovi segni e con un leggero pizzico di mascara e barocco, le nuove baracche divenivano architettonici nuovi regni. Un anno intero a recitar rosari, in tutto clero è solo un attimo dimenticato lontano dai fari. Fari che è meglio spegnerli se sono costantemente fori imperiali. Fuori ci sono i fiocchi che al tramonto sono quasi tutti uguali, ma s’intravedono chiaramente i soli impigliati, in un giorno ribelle, sopra i rami. E dire che sian loro a far digiuno per i loro cari non mi si dica sia pensieri strani. Poiché sono più che meritati da anni, e non da un giorno, tra inchini e affanni dei miei altari, tra morsi e abbaio dei miei cani.

Alessandro morigi, Bracciano Commentatore certificato 28.12.14 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace l'appellativo di BIMBOMINCHIA a Renzi che qualcuno, qui nel blog, gli ha dato. Era proprio quello che cercavo e non trovavo.

Gabriella . Commentatore certificato 28.12.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento

poveri statali, loro che erano stati abituati così bene; alla sicurezza economica, al voto di scambio per mantenere il posto di lavoro, ecco ora il vostro capo vi sta voltando le spalle, la pacchia è finita anche per voi... ora sono tutti gli italioti sulla stessa barca. Bisogna farsi coraggio, tutti insieme :-)

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fra 20 anni saremo nel 2035, se ci arriviamo. Immaginate quali settori della nostra molteplice società produttiva e quale generazione di persone prenderanno la pensione. Poi immaginate anche quali settori della nostra molteplice società produttiva e non solo che sicuramente non prenderanno mai nessuna pensione, forse alcuni una pensione da elemosina. Infine tiriamo le somme su dove ci portano le tutele crescenti del jobs act.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.12.14 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Marchionne sposta la sede legale della Fiat a Londra e dà suggerimenti su come far funzionare peggio l'economia italiana. Ma dove abita questo signore?

Fausto Perini 28.12.14 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Il jobs act non si applica ai dipendenti pubblici e soprattutto non si applica ai politici, manager e direttorissimi che quindi non possono essere mai licenziati dal popolo scherzosamente definito "sovrano" nella costituzione che nessuno ha mai dimostrato essere la più bella del mondo (specie se include il fiscal compact).
Il provvedimento è fortemente discriminatorio nei confronti dei privati e si crea per legge un razzismo fra casta pubblica e casta privata.
Ora ve l'immaginate cosa succederebbe se un poliziotto che ruba potesse essere licenziato con un piccolo indennizzo? oppure un amministratore?
Non tutto male, vero?

Si può discutere fin che si vuole dell'ingiustizia di un licenziamento senza giusta causa ma se ci fosse l'indennizzo ragionevole il provvedimento sarebbe anche accettabile.... e invece è un'ingiustizia discriminatoria con cittadini di serie A e cittadini di serie B.
Perchè non si vogliono applicare le stesse regole al pubblico? forse per motivi elettorali? Anche! Ma soprattutto perchè i raccomandati politici da licenziare sono soprattutto inboscati nei posti pubblici (il privato provvedeva bastardamente a "mobbarli" anche senza jobs act).

Possibile che un medico che cura le persone debba ricevere una grave disparità di trattamento solo perchè il datore di lavoro non è un'azienda pubblica ma privata?

Se è davvero giusto licenziare senza giusta causa allora lo sia PER TUTTI e non solo per alcuni altrimenti significa che si vuole non il bene del paese ma una rumorosa contrapposizione sociale di pubblici contro privati per nascondere le responsabilità di una classe politica inetta e fallimentare.
Fra i due litiganti il terzo gode:
creare tensioni sociali o invidia fra gruppi di persone è finalizzato al vantaggio politico di allontanare la probabilità di rivolta poichè i cittadini invidiosi non colpevolizzano il legislatore razzista ma le persone beneficiate quindi si creano un FALSO NEMICO.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 16:37| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

JOB'S ACT. LE FREGATURE CRESCENTI.

"Quanto mi piace il lavoro, starei ore e ore a 'guardare' la gente che lavora!"

E' vero, questa riforma è una incxlatura, ma sono anni che sento sempre le stesse cose, vorrei parlare di soluzioni, voglio discutere di soluzioni, di idee, di come costruire un futuro migliore.

Sappiamo tutto di tutto, ma non sappiamo cosa caxxo farcene!

Adesso il Governo "donerà" dei sussidi per i licenziati, dei piccoli redditi di cittadinanza, contenti?

Il lavoro ce lo dobbiamo creare da soli, non stare a elemosinare bussando alle solite porte, per Dio!

Arrivano i migranti a flotte, le prossime generazioni lavoreranno a basso costo se non saremo in grado di reagire velocemente, per Dio bis!!

C'è il lavoro, ci sono le risorse, c'è tutta la mano d'opera e le competenze che vogliamo, per Dio ter!!!

DOBBIAMO MUOVERE IL CXLO, LO CAPITE O NO?

Certo, bisogna saperle fare queste cose, tipo fare impresa e capirne di lavoro, di gestione, di ricavi e perdite, di tasse e di burocrazie del caxxo.

Bisogna essere una PMI per sapere tutte queste cose.

Dov'è la componente PMI che ha votato 5 Stelle?

Dove sono le idee e le discussioni su come si crea lavoro?

Allora facciamo "Impresa 5 Stelle", siamo in grado di creare gruppi di lavoro?

Lo chiedo al Blog, a Grillo e Casaleggio, a tutti, abbiamo voluto entrare in politica per decidere e ci siamo riusciti, perchè non provare anche con il lavoro?

ABBIAMO UN PROBLEMA COMUNE, MA LO AFFRONTIAMO INDIVIDUALMENTE.

Una Comunità per sopravvivere, deve saper "gestire" le proprie risorse, noi le stiamo regalando a chi se le sbafa alla faccia nostra.

Civic Company, partiamo dai Comuni con sindaci 5 Stelle, alle gente serve reddito da lavoro, non elemosina da ricatto, è questione di dignità.

Fate gestire qualche servizio comunale a gruppi di cittadini, no ai soliti noti!

Buona domenica.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 16:32| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè quando si fanno le leggi queste non si applichino per tutti...non c'è scritto che - la legge è uguale per tutti-????
Poi la Costituzione: dovrebbe essere scritto che l'Italia è un repubblica fondata sul -reddito di cittadinanza- e non sul - lavoro - che va via, via scemando! Avendo un reddito di cittadinanza (e con la sovranità monetaria si potrebbe fare benissimo)il lavoro sarebbe solo per ottenere il - superfluo - e non il necessario...in questo modo cesserebbe il - ricatto - lavorativo del - Paròn -.

giorgio l., verona Commentatore certificato 28.12.14 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Già detto, ma mi piace pensarla così.
Io son quello che asfalta..
*
*
https://www.youtube.com/watch?v=UKQdzDQqJ_U

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Avanti col M5S, occorre lasciar da parte le vecchie provenienze politiche, chi di destra, chi di sinistra si è avvicinato al M5S occorre faccia un passo ulteriore, occorre che si senta veramente del M5S! E' un passaggio difficile, inizialmente può far male ma quando ce ne si libera, allora si che si sta bene, allora si che si respira aria NUOVA!
Molti di noi avranno votato altri in passato, molti non votavano da anni e anni, altri si sono avvicinati alla politica col M5S, occorre ricordare questo, occorre ricordare cosa significa essere del M5S.
Il MOVIMENTO 5 STELLE è una bella realtà ma l'obiettivo che noi tutti abbiamo è il sogno di un'Italia a 5 STELLE, un'Italia che sia da faro per tutti gli altri Paesi, da qui può ripartire qualcosa di veramente NUOVO e che ci renda orgogliosi di essere nati in questo Bel Paese.

Grillo e Casaleggio stanno realizzando qualcosa di straordinario ma solo noi possiamo renderlo possibile, solo il nostro impegno ci porterà un giorno ad essere al governo di questo Paese. Le elezioni potrebbero esserci il prossimo anno oppure dopo, a noi impegnarsi fin da subito per vincerle, non deleghiamo sempre l'impegno, impegnamoci in prima persona.

Simone C. Commentatore certificato 28.12.14 16:08| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia ha sempre avuto due tipi di dipendenti. La maggior parte di quelli pubblici sono stati assunti massicciamente ai tempi della prima repubblica in risposta al problema della disoccupazione. Da qui nasce anche la macchina burocratica che è andata via via sempre più sofisticandosi. Poi con l'informatica l'impiego pubblico diventa superfluo mentre rimane viva e attiva la macchina burocratica. La realtà lavorativa attuale è molto diversa da quella di ieri, bisogna prendere atto che il lavoro è stato rimpiazzato dalle macchine e dall'informatica e che è necessario istituire il reddito di cittadinanza universale per includere tutti nella vita sociale. Le aziende private non possono essere garanti di un diritto costituzionale superato, le aziende per sopravvivere devono stare sul mercato ed essere sempre in attivo. Tutte le politiche incentivanti sono cavolate colossali, pensate da gente che non ha la minima idea dei meccanismi socio economici. Spiace dirlo ma siamo in mano a incapaci a ogni latitudine e longitudine.

Giusy Romano Commentatore certificato 28.12.14 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma chi l'ha detto che gli statali non possono essere licenziati? prima di parlare e credere alle fesserie che vi dicono i giornalisti, informatevi meglio leggendovi il contratto. Il tutto si sta riducendo alla classica guerra tra poveracci che guadagnano 1100 euro al mese senza guardare al di la del naso dove ci sono ladri, corrotti e tanta gentaglia che si arricchisca alle spalle dei poveri

Giovanni Siddu 28.12.14 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido pienamente. Avanti così.

domenico v., brescia Commentatore certificato 28.12.14 15:54| 
 |
Rispondi al commento

COME AD UN BALLO IN MASCHERA.
Alle politiche col nostro 25,5% eravamo tra noi come ad un ballo in maschera.
Tutti avevamo la maschera a 5 STELLE ,tutti con un unico OBIETTIVO....portare avanti il sogno a 5 stelle ideato da Beppe.
Ci andava bene a concedere balli a tutti, ad interloquire con tutti..ad essere un'entità UNICA.
Poi col passare del tempo qualcuno ha cominciato a far vedere il suo vero volto..ed a fare dei distinguo..e subito sono iniziate delle divergenze.
Per fortuna che molti validi combattenti stanno ancora combattendo con le armi e con i denti..e sappiamo tutti chi sono.
Tali combattenti pur togliendosi la maschera a 5 stelle...sotto ne ricalcano comunque i caratteri originari dello spirito a 5 stelle..che sono presenti e si accomunano nel loro DNA...(siapur parlando di individui diversi).
Poi qualcuno invece,.... togliendosi la maschera
a 5 stelle (d'obbligo alla serata danzante delle politiche ma poi non più necessaria)...sotto compare un'altra maschera ...molto molto somigliante al logo del PD...(visto il DDL che stà proponendo sulla sezione LEX a firma fucksia...tanto per non far nomi..ehm..pardon..m'è scappato....).
Ma quante variabili strane...ci riserva la vita eh????

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 28.12.14 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SONO D'ACCORDO
-Tutta la legge 300 del 1970 e' un papocchio che ha ottenuto i seguenti risultati:
-divisione dei lavoratori fra tutelati e non
-limitazione alla crescita delle aziende italiane
-fatto fare carriera a sindacalisti fancazzisti (non ne ho conosciuto nessuno che non fosse diventato dirigente )
-ovviamente non si applica al pubblico impiego e P.A. in generale dove vige la "inamovibilita perpetua" eventualmente estendibili a figli e nipoti

Calamandrei parlava della costituzione , noi parliamo di una legge che il suo estensore (Gino Giugni) apostofo' come "Speriamo non si trasformi nello statuto dei fannulloni" .

Cosi' e' stato .

Per favore BLOG basta prendere posizioni per partito preso , se lo fa Renzi e sbagliato.

Questo jobs act e' sbagliato perche' INSUFFICIENTE , il lavoro deve avere una sola tutela: IL CONTRATTO liberamente sottoscritto dalle parti anche con l'ausilio delle rispettive associazioni.

La nostra etica di base e' "cristiana" e cosi' noi concepiamo il rapporto di lavoro:
http://it.wikipedia.org/wiki/Parabola_dei_lavoratori_della_vigna

LE LEGGI CONTRARIE ALL'ETICA DEL POPOLO CHE LE DEVE APPLICARE NON FUNZIONANO.

Non lo ha detto Calamandrei , lo dico io .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.12.14 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il jobs act è stato approvato per creare posti di lavoro, cosa c'entrano gli statali? Vorrei porre una domanda ad un amministratore del blog: se è vero che ci sarà la votazione in aula per includere o escludere gli statali, voi cosa votate? qual'è la vostra posizione?

Giovanni Siddu 28.12.14 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____________

AirAsia

La compagnia è stata fondata nel 1993 dall'azienda governativa malese DRB-HICOM e ha cominciato ad operare il 18 novembre 1996.

Pesantemente gravata da debiti, AirAsia viene venduta nel 2001 per la cifra simbolica di 1 ringgit alla Tune Air ____Sdn Bhd__(vedere sotto)__ di un ex manager della ___Time Warner___, l'imprenditore malese Tony Fernandes, che si accolla i debiti della Società. Con la politica di abbattimento dei prezzi, Fernandes riesce a raggiungere un attivo di bilancio già nel 2002.

Nel 2003, AirAsia apre in Malesia il suo secondo hub all'Aeroporto di Senai presso Johor Bahru vicino a Singapore e inaugura il suo primo volo internazionale verso Bangkok. Nello stesso periodo viene fondata la Thai AirAsia e sono inaugurate nuove rotte verso Singapore e l'Indonesia. Il primo volo per Macao è del giugno del 2004 e nell'aprile del 2005 vengono inaugurate le rotte verso la Cina continentale, a Xiamen, e nelle Filippine a Città del Angeles, presso Manila. Nello stesso anno cominciano i voli verso il Vietnam e la Cambogia e nel 2006 quelli per il Brunei e Myanmar, i voli per quest'ultima destinazione operati da Thai AirAsia.

Negli anni successivi continua l'espansione del vettore, che copre nuove destinazioni in Vietnam, Indonesia e Cina meridionale (Kunming, Xiamen, Shenzhen ecc.) ed inaugura nuove rotte in molti altri Paesi, tra cui l'India, l'Australia e il Giappone. AirAsia è attualmente il principale cliente dell'Airbus A320: la compagnia ha infatti ordinativi per 175 aerei di questo tipo per servire le sue rotte e almeno 50 di essi saranno operativi nel 2013.
___
____Sdn Bhd____ (or Tune Group Sendirian Berhad, meaning 'private limited') is a leisure and entertainment corporation founded by the Malaysian entrepreneurs Tony Fernandes and Kamarudin Meranun. Tune Group's mission is to provide affordability and accessibility to leisure activities and entertainment, primarily in Asian markets.

http://it.wikipedia.org/wiki/AirAsia


Non è giusto quello che ha fatto il governo.
Ci sono 6 milioni su 21 milioni di privilegiati.
Gli esclusi : gli statali che in pratica non possono essere licenziati, i dipendenti delle ditte sotto i 15 dipendenti, le partite IVA, i precari.

Se fosse per me avrei reso licenziabili TUTTI.

I 18 anni che ho trascorso come dipendente ( dai 15 anni) ero licenziabile, perchè le ditte erano sotto i 15 dipendenti, e infatti 2 volte sono stato licenziato.
E i 12 anni da partita IVA ho dovuto accettare i "pochi, maledetti e subito", per esempio in caso di chiusura, o fallimento del committente.

Quello che non capisco, è come che il M5* porti questa campagna.
Nella camera e senato, ci sono i trascorsi lavorativi degli eletti del movimento.
Pochi son dipendenti, e sono mosche bianche le persone che hanno il contratto di lavoro a tempo indeterminato. http://www.camera.it/leg17/1003 e http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Attsen/Sena.html

Il movimento parla di una cosa che non conosce direttamente.

E quando si parla di “Costituzione più bella del mondo”, ricordo che pochi gg fa, si inveiva contro gli scappati dal M5* ma la costituzione li protegge http://www.governo.it/Governo/Costituzione/2_titolo1.html

Paolo TV

PaoloR Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Su Piero Calamandrei

Se avessero dato retta a Piero Calamandrei, sicuramente oggi gli italiani avrebbero vissuto in un Paese migliore.
Lui spinse molto per l'elezione diretta del Presidente della Repubblica (come negli Stati Uniti), o per un "premierato" forte, come quello inglese.
In tutte e due i casi, Calamandrei auspicava che il popolo fosse chiamato attivamente in causa, tramite elezione Diretta del PdR o del PdC (Democrazia Diretta).

Se oggi siamo nella merda, lo dobbiamo anche a quella schiera di "Padri Costituenti", che invece vollero limitare fortemente la volontà del popolo italiano, delegando eccessivamente i poteri nelle mani dei partiti politici e dei loro Rappresentanti (Parlamentari).

Se Beppe Grillo ha sempre chiesto una maggiore dose di "Democrazia Diretta", certamente l'ha fatto a ragion veduta.

gianfranco chiarello 28.12.14 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe sonon d'accordo sulle creature crescenti, ma NON SI APPLICANO AI VETERANI a meno che non cambino azienda. Inoltre non è valido per i futuri statali

Giuseppe P., Taranto Commentatore certificato 28.12.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento

È la classica presa per i fondelli all`italiana nel peggiore dei casi o nel migliore dei casi uno patetico scimiottamento (pallida imitazione) di come funziona il mercato del lavoro nel Regno Unito. Renzi e compagnia bella vogliono rendere più facile licenziare in Italia? Mi sta bene! Ma sia fatto alle seguenti condizioni.

1)non ci sia alcuna differenza in tale ambito tra il pubblico, il privato, il parastatale ecc. ecc.
2)come in Inghilterra, Irlanda e altri paesi più civili si abbia diritto a un “Job Seeker Allowance”, vale a dire che si riceve un aiuto economico, da stabilire, mentre si cerca lavoro; ma attenzione questo indipendentemente da età e contratto di lavoro precedente, e chiaramente escludendo casi particolari tipo si è di famiglia benestante o si ha un reddito di almeno 10.000 euro che consente di sostenersi almeno un pò.
3)I lavori a progetto, ecc. devono essere pagati di più. Per cui si stabilisca un minimo salariale per ogni tipo di lavoro e tale valore minimo sia aumentato di almeno il venti percento in più se uno viene assunto con un contratto a progetto o simili.
4)la tassazione vada diminuita drasticamente, quella aziendale almeno di 10 punti percentuali tanto per incominciare.
5)Sia introdotta una legge che renda illegale i limiti di età negli annunci di lavoro e si modifichino leggi, norme sul lavoro e contratti che implichino dei limiti di età (escluso l’apprendistato) . Se a quarantanni in Italia perdi il lavoro è veramente dura.
6)si favorisca l’ingresso di società estere in Italia, Malta lo sta facendo, noi perché No?

E non mi si dica che non si può fare, non si vuole fare semmai.

Fabrizio Pani Commentatore certificato 28.12.14 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___________

NORMAN ATLANTIC incendio

cliccate mostra in diretta

http://www.marinetraffic.com/it/ais/details/ships/shipid:280335/mmsi:247277400/imo:9435466/vessel:NORMAN_ATLANTIC

john buatti 28.12.14 14:45| 
 |
Rispondi al commento

mi viene in mente le persone che sono a casa che hanno sulla 50ina... secondo voi con questa riSforma riusciranno a trovare un minimo di lavoro o quel posto sara' preso da un 30enne???

facciamo esempio che il 50enne prima ha fatto lavori usuranti ed ha qualche acciacco fisico dovuto ad esperienze passate.... hummm hummm .. se io fossi un imprenditore la mia scelta caderebbe sul 30enne!!!

cosa volevo far notare che tutti abbiamo il diritto di lavorare anche chi magari diciamo non e' proprio "giovane" in "forma" o "normale"!!
ecludo la categoria dei vagabondi!!!

ps sono nella categoria dei 40enni a meta' del guado

Bacia Mano, Bon Ton Commentatore certificato 28.12.14 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il lavoro è sempre stata una fregatura!...
Certamente... in epoca abbastanza recente e per un lungo periodo... si è assistito a una fregatura in fase decrescente!... nulla di strano... dunque... che sia giunto un momento in cui essa abbia ripreso a crescere!...
E' evidente che ciò dipenda dalle *leggi* del mercato!... ed è evidente... perciò... che il numero di chi fa domanda di essere assunto come dipendente supera di molto il numero di chi fa offerta di assumere nuovi dipendenti!...
Come tutto ciò ovvero il mercato possa essere regolato dalla politica non è ancora chiaro a nessuno!... perché ciò sia chiaro è necessario dare finalmente una risposta a delle domande preliminari e cruciali...
1) Il mercato è onesto?
2) Lo Stato è onesto?
3) Il mercato e lo Stato... ammesso che nascano onesti... se convivono... possono perdurare tali?...
Fine prima parte! .-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro è un diritto costituzionale impraticabile. Per essere un diritto dovrebbe spettare allo Stato procurare un lavoro a tutti i cittadini, e non dalle aziende private a cui, dobbiamo dirlo senza tabù, nessun dovere spetta dal momento che esse devono misurarsi sul mercato e l’unica possibilità di sopravvivenza per loro è di essere in attivo.
La disoccupazione è un falso problema perché le macchine sostituiscono e sempre più rimpiazzeranno il lavoro delle persone nei cicli produttivi e nei lavori d’ufficio.
E’ necessario istituire il reddito di cittadinanza come diritto universale e la fiscalità monetaria per incamerare il denaro per la spesa pubblica e per il reddito universale. Di conseguenza si possono eliminare tutte le attuali tasse, soprattutto quelle sul lavoro e sulle merci che si scaricano sui consumi a danno delle classi medie e dei poveri. Con la fiscalità monetaria si attua appieno l’Art. 53.”Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”.

Giusy Romano Commentatore certificato 28.12.14 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Cavoli,.... ma perché un coniuge può divorziare dall'altro coniuge ....ed un altro non può divorziare ...da un suo dipendente?..”

Mi sembra giusto. Perché allora io sono costretto a mandare i miei figli in un asilo, in una scuola comunale, in un università statale che mi vengono imposti che sono costretto a pagare profumatamente e dove non insegnano nulla? Perché devo essere costretto a pagare le Forze Armate che non mi proteggono anzi se possono mi ammazzano pure? Perché devo essere costretto a pagare una magistratura che interpreta le leggi in base a chi si trova difronte? Perché devo pagare dei servizi comunali /provinciali/regionali che sono inesistenti o che sono costretto a pagare già a un privato? Perché devo essere costretto a pagare un SSN quando poi uno sa che in un ospedale pubblico, se il problema è importante, ci va solo per morire come un cane? Quale è il servizio? Dove è? Non c'è e se c'è fa schifo. Perché non posso divorziare da tutti loro e da altri che non ho citato per motivi di spazio e smettere di pagarli? Il perché è semplice. Perché il Paese è sotto scacco di una vera e propria associazione a delinquere. Per loro ci sono gli 80 euro (per gli incapienti no), per loro non si applicano leggi come la porcata fatta per il Regime dei Minimi delle p. IVA.
Ma sopratutto per loro non vale Jobs Act. Infatti “Il Jobs act non si applica ai dipendenti pubblici. E’ sempre stato pensato solo per il lavoro privato”. Infatti i lavoratori privati devono adeguarsi al nuovo mondo e capire che il “mondo cambia” e che il “posto fisso non esiste più” mentre i malavitosi protetti per legge posso continuare a vivere come se il mondo non fosse cambiato...vivere ovviamente facendosi mantenere dai lavoratori privati e stando ben saldi sulle loro spalle. Questo grazie anche a qualche malavitoso che, quando dovrebbe esserci, è in realtà assente in aula o vota addirittura a favore di certe leggi e in certi casi le sostiene pure (vedi Serenella).

già... 28.12.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___________NORMAN ATLANTIC incendio

posizione in tempo reale/ position live-

fate zoom indietro / zoom out

http://www.vesselfinder.com/?mmsi=247277400

john buatti 28.12.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Quindi se ho capito bene quando questo decreto sarà passato, i datori di lavoro potranno licenziare offrendo un indennizzo al licenziato. Quindi il contratto a tempo indeterminato non esisterà più, ma soprattutto si diffonderà molto di più il fenomeno dello sfruttamento, il datore di lavoro potrà chiedere il doppio delle ore di lavoro, pena il licenziamento. Oppure, potrà chiedere di spassarsela con la moglie del dipendente, altrimenti lo licenzia. Queste sono tutte cose che auguro agli elettori pd.

Lorenzo M. Commentatore certificato 28.12.14 14:17| 
 |
Rispondi al commento

perché si puo divorziare ma non liberarsi di un proprio dipendente ?

"perché di altri/e ce ne sono tanti in giro e quindi se qualcuno ti picchia
fino ad ucciderti puoi benissimo mandarlo a cagare e cercare una persona
giusta per te .

di lavoro non ce ne , quindi se il datore di lavoro ti fa rischiare la vita
o ti chiede di lavorare 18 ore tu pensi che devi dare a mangiare ai tuoi
figli ed accetti , e poi schiatti , e se non schiatti sei talmente stanco da
non avere la forza di lottare nelle vita quotidiana , neanche per i diritti
e neanche per quelli vostri ( capito l'antifona ? ).

i mezzi per annullare i fannulloni ci sono gia' ma nessuno le applica perche'
per nessuno e' l'obbiettivo."

massimo x 28.12.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile come questa porcata sul lavoro dipendente possa essere concepita.

Premetto che sono stato sia dipendente che consulente in p.iva. Non sto a fare i soliti discorsi tipo "a me non garantisce continuità nessuno come libero professionista". Non ha senso paragonare un libero professionista a un dipendente. Da una parte hai libertà totale, e se sei capace guadagni di più. Ci sta quindi anche la "precarietà". Dall'altra spesso guadagni in modo dignitoso ( a volte sei sfruttato ), ma poichè hai deciso per la "stabilità" scordati un buon reddito. In cambio di quello hai la stabilità.

Ognuno scelga quello che vuole. Allo stesso modo di un risparmiatore che sceglie di investire rischiando e guadagnare tanto ( e anche di perdere tutto ), o di quello che vuole la garanzia del capitale (ma rinuncia a lauti profitti).
Una scelta. La botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere per la maggior parte di noi, purtroppo.

Restando nel tema del lavoro dipendente, trovo INCONCEPIBILE che i privati possano essere licenziabili e gli statali no.

Un'azienda che ti sfrutta per 20 anni pagandoti uno stipendio basso in cambio della stabilità, non può licenziarti di punto in bianco avendo l'obbligo di darti al massimo MISERI 18 mesi di stipendio.


VERGOGNA! Questo è un paese di itaglioti. L'avete voluto renzi? bene tenetevelo.

Va tutto bene 28.12.14 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E così anche il diritto al lavoro se lo sono preso... e dicono pure di essere comunisti.
Se non cambiano rotta noi questi ci trasformano nei cinesi dell'ovest.
Buone feste ?

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito, se avete qualche amico o conoscente, che aveva votato Tsipras, e vi parlava della sua sinistra più "sinistra" di voi, fategli sapere che lo stesso ha rassicurato il Pentagono della propria fedeltà a Nato e USA.
La nostra cara sinistra italiana (della quale facevo parte anch'io, prima del M5S) con Vendola e banda bassotti, non perde occasione di farsi prendere per il culo, e prendere in giro i propri elettori. Adesso ci proporranno pure Podemos, come i nuovi salvatori, ma l'importante è non dare fiducia agli unici che mantengono le promesse, cioè noi!

adriano 28.12.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO vorrei che qualcuno mi spieghi perche' un dipendente privato puo' essere licenziato e uno pubblico NO!! Perche' ???

Paola O., Valdagno Commentatore certificato 28.12.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


@ er fruttarolo

clikka tre volte col sx sul testo e copi et incolli quello che ti serve.

basta un minitappetino. :)

firmato: bill "ponti" :)

pabblos 28.12.14 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ancora non l'avete capito il disegno di questo governo? Secondo me, il piano è questo: far fuggire tutti i giovani da questo paese, in modo che non diano fastidio in futuro, dare lo ius soli agli stranieri, i quali accetteranno qualsiasi forma di SCHIAVITÙ e un domani saranno i loro prossimi elettori. I "VECCHI RINCOGLIONITI" che resteranno, saranno "impapocchiati"attraverso le tv. Arrivati a questo scopo avranno via libera per preparare un futuro di comando ai loro figli (incompetenti, arroganti, viziati e corruttibili, come i padri), via libera per favorire gli amici degli amici e i mafiosi che gli procurano voti, metteranno il bavaglio alla magistratura onesta e OPLA', il gioco è fatto. A questo punto potranno TRIVELLARE, METTERE MUOS, RIEMPIRE L'ITALIA DI BASI MILITARI STRANIERE e farsi i CAZXI PROPRI. A tutti i giovani che scappano all'estero, vorrei chiedere:avete fatto i conti di quanto vi rimane in tasca, dopo aver lavorato, pagato tasse, affitto, vitto etc?, vi conviene? o passate da una schiavitù ad un'altra? Che vita è stare lontani dai propri cari, per un tozzo di pane?, rimanete nel vostro paese a combattere, se siamo uniti e non facciamo il gioco dei nostri governanti, forse riusciremo a sconfiggerli.

alfonsina p. Commentatore certificato 28.12.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il principio che qualsiasi riforma non sia concepibile senza il necessario consenso-fiducia dei cittadini che devono attuarla è talmente evidente da essere universalmente accettata; persino Renzi invoca fiducia sul suo operato spacciato per riforme.
Egli però non vuole capire che nessun consenso potrà mai ottenere in primo luogo perché nessuno, se non i pochi soliti privilegiati, possono acconsentire ad una società in cui la regola più chiara è la disuguaglianza. Soltanto una società meno diseguale può suscitare consenso e fiducia.
Le società diseguali sono le più tormentate e divise.
L'attuazione di minore disuguaglianza è la prima fondamentale necessità per potere programmare qualsiasi riforma.
Prima di parlare a vanvera di riforme il giovine premier suddivida le risorse in modo più equo riducendo le disuguaglianze mediante i tanti strumenti, primo tra tutti quello fiscale , a sua disposizione.
Inoltre le tanto strombazzate riforme non sono tali ma sono invece controriforme imposte dittatorialmente dall'alto, rendono più gravose le condizioni di lavoro, riducono le capacità elettive e democratiche dei cittadini e trasformano la democrazia costituzionale in un bordello privato.
Renzi fa la stessa politica dei Berlusconiani , quasi tutti in galera o inquisiti, del burocrate di Bruxelles prof. Monti, catastrofico in conformità agli ordini ricevuti,del dott. Letta ,alieno personaggio senza spina dorsale e senza umana reazione al tradimento subito ( forse perché si apetta altro incarico a nostre spese).
Renzi finge di chiedere a Bruxelles riduzioni e facilitazioni ma in realtà è incapace di cambiare politica.
Il popolo derubato delle sue sovranità soffre e viene turlupinato.
Io personalmente, che ho 84 anni, conterò poco ma sono tranquillo e coerente perché sostengo il movimento 5Stelle ed andrò certamente a votare il referendum da loro lanciato contro l'euro e per una Europa che non sia l'Europa dei banchieri ma un'Europa NUOVA.

Ester Valla 28.12.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AAHAHAHAH AHAHAHAH siamo alle comiche vereee.
proprio ora una pubblicita' in tv invita ad acquistare i biglietti per l'expo 2015 in modo da poterlo poi regalare in queste festivita'
AAAHHHAH AHAHAHAH sara' una botta tremenda, l'ennesima manifestazione a livello mondiale servita solo a riciclare denaro sporco ed a distribuire ai soliti noti miliardi di euro.
Non riescono a "piazzare" i biglietti AAHHAHA AHAHHAHAH, urgono bagariiiniiiii aaahaha ahahah.
Mo aspettiamo solo di sentire che nella calza della befana sarebbe bello far trovare un biglietto per expo 2015, poi per carnevale non sarebbe male regalare un biglietto per expo 2015, poi il suggerimento di far trovare nelle uova di pasqua un biglietto per expo 2015, andra' a finire che li distribuiranno ogni 10 euro di carburante aaahhah ahahahh.
Che pagliacci.

mario 28.12.14 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molti guardano e non vedono
troppo impegnati a disquisire di destra e sinistra
di democrazia e legalità , di troll
QUI SOPRA NESSUNO SA REALMENTE NIENTE DI NESSUNO
ma i più attenti qualcosa hanno intuito
quelli che sanno leggere anche tra le rghe
gli altri "guardano e non vedono" ...

*

molti guardano e non vedono
ovunque
partendo da dentro se stessi
e salendo. salendo
passando dal Blog di Grillo
facendo tappa dai nostri politici
e poi correndo verso altri lidi
versol' Europa ... il Mondo ...
per poi tornare e chiudersi dentro se stessi
molti guardano e non vedono
perchè gli occhi non sono collegati all'anima
solo alcuni guardano e ... vedono
ma, tranne pochi, poi voltano lo sguardo

*

Buona Domenica Amici

Cla'

*

https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=8Akb1t37T4E

spero che Vangelis vi piaccia
a me di sicuro si
e mi piace anche questo Pianeta che stiamo distruggendo

poi se volete consideratelo tutto un OT

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 28.12.14 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ci avessero consegnato una costituzione con maggiori dettagli sui doveri dei partiti e dei sindacati non avremmo assistito, una volta fatto fuori il postiglione, all'assalto alla diligenza!

loris cusano 28.12.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

C'è' da riscrivere la Costituzione, con l'Italia che è' una repubblica fondata sul lavoro precario e gli indennizzi economici nel settore privato e fondata sulle raccomandazioni e il lavoro riconosciuto a vita nel settore pubblico, dipendenti di serie a e dipendenti di serie B C D E F G e tutto l'alfabeto

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 28.12.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cavoli,.... ma perchè un coniuge può divorziare dall'altro coniuge ....ed un altro non può divorziare .......da un suo dipendente?
Se c'è insofferenza ...tra individui in un matrimonio...c'è obbligo di reintegro matrimoniale ?
E perchè ...in altre situazioni...la cosa è permessa ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 28.12.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma gli operai si sveglieranno per abbattere questo maledetto governo renzie composto da incompetenti, massoni, ladri, mafiopolitici, delinquenti.,traditori..... Solo la classe lavoratrice e piccoli imprenditori possono demolire questo castello di merda che napolitan renzie e berlusca hanno creato.. Lavoratori SVEGLIATEVI prima che questi si mangino anche le fondamenta di questa NOSTRA BELLA ITALIA. abbiamo un governo di delinquenti...... Riprendiamoci il potere a qualsiasi costo e in qualsiasi maniera..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il jobs act è un'arma a doppio taglio , se da una parte potrebbe favorire sporadiche assunzioni , dall'altra permetterà lo smantellamento della forza lavoro del Paese . La seconda ipotesi è da tenere in forte considerazione , dati i forti segnali che giungono da Bruxelles quasi quotidianamente : "Italia delenda est!" . La Germania , e dietro di lei l'alta finanza internazionale con base negli Stati Uniti , vuole un'Europa debole in cui siano al comando i tedeschi . Distrutta la Grecia si apprestano a completare l'opera con Italia , Spagna e Portogallo ; insomma due Europe , del nord e del sud . Non più quella sognata da Schumann e De Gasperi forte e coesa , ma un unione debole e incapace di rappresentare un pericolo per la supremazia sul mondo che ora è cosa americana . Non è facile credere che la crisi che ci attanaglia da troppi anni sia spontanea e non voluta , che non ci siano piani precisi dei comandanti del mondo a cui governo traditori danno manforte nell'opera di distruzione dei propri Paesi , Grecia e Italia in testa ! Vincoli economici strettissimi propri delle economie nordeuropee sono abiti in cui noi del sud non entriamo , neanche a fatica . Dobbiamo rispettare parametri rigidi che ci soffocano mentre i cinesi fanno quello che vogliono e vengono agevolati al massimo a colonizzarci comprando le nostre industrie , negozi e attività varie . Si sta riempiendo il Paese di profughi e clandestini su cui speculare , il caso Roma non è certo l'unico ! Le nostre strade sono invase da vu cumprà e mendicanti , mentre i trafficanti di droga di colore agiscono alla luce del sole ! Eppure tutto ciò non basta a far infuriare la gente che continua a privilegiare i politici responsabili dello sfascio ! A meno che tutto sia solo un maledetto imbroglio elettorale !

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 28.12.14 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la verità stia nel mezzo, poichè se da un lato un imprenditore non può sposare a vita un dipendente lavativo, si poteva decidere più su licenziamenti certi e veloci solo per "giusta causa", inoltre estendere ciò anche alle amministrazioni pubbliche dove c'è la più grande percentuale di grattapalle d'italia, in primis i suoi dirigenti.

Giuseppe Paradiso 28.12.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Roma, Campidoglio vende sampietrini Piazza Venezia: la strada sarà asfaltata

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/roma_piazza_venezia_asfalto_sampietrini/notizie/1089129.shtml

=========================

se vendono pure i sanpietrini!!!!!!!!!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.12.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un Degno Candidato per la presidenza di questa Ittaglia!?

Senza Dubbio : O calisto Tanzi GRANDISSIMO TRUFFATORE o toto riina CAPO MAFIA e perche no un bel Provenzano CAPO MAFIA

il meglio del peggio per regnare su questa Fogna Ittalica dove RUBERIE E MAFIA imperano......!!!!

Mario Soru, treviso Commentatore certificato 28.12.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

ESISTE UNA SECONDA OPZIONE FUGGIRE TUTTI ALL'ESTERO, PER NON PAGARE LE ATTUALI PENSIONI E TASSE A QUESTI RUBAGALLINE DISGRAZIATI! ITALIANI ONESTI CERCATEVI UN LAVORO ALTROVE, IO LO FARO A BREVE, NON VOGLIO PIU CHE NEANCHE UN CENT DEL MIO SUDATO STIPENDIO MANTENGA E PAGHI LE PENSIONI A QUESTA CLOACA UMANOIDE, PER 20 ANNI VI SIETE CIUCCIATI METÀ DELLA MIA RETRIBUZIONE, PER DARE MANDATO AD UN BIMBOMINCHIA, ORA BASTA PENSIONI GARANTITE E TRUFFATE CON BUSTE PAGA FITTIZIE DEGLI ULTIMI ANNI, SARETE SENZA VERGOGNA, MA ALMENO NON RIUSCIRETE A CAMPARE CON I MIEI PROSSIMI STIPENDI, NTU CULO A VOI MERDE ITALIOTE SCHIFOSE!

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 28.12.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://nblo.gs/12kr1H

Job act e pubblico impiego: cialtroni o reazionari?
Di ilsimplicissimus

imagesTra le delizie del job act si è insinuato un veleno mortale anche per quelli che hanno fatto carte false per approvarlo : vale o no anche per il pubblico impiego? Una distinzione esplicita non è scritta da nessuna parte e il fatto che al lavoro pubblico si acceda per concorso ( sappiamo bene che questo troppo spesso coincide con raccomandazione o assunzione di clientela, visto lo stato delle selezioni in Italia) non è certo un elemento tale da introdurre una disparità ormai drammatica nel mondo del lavoro. Specie se poi si tratta di una normativa che giustifica la rapina di diritti, tutele e salario, in nome di una grottesca eguaglianza al ribasso.

Naturalmente la questione è tutta elettorale visto che è proprio dal pubblico impiego che viene il grosso del voto piddino ed è presumibile che fino al giorno delle urne la questione rimarrà dentro una salamoia di polemiche e ambiguità per attrarre le allodole cornute e contente. Ma l’appassionante domanda che i media maistream si pongono, vista l’incertezza che regna sovrana, è se questi incidenti di percorso facciano parte di un disegno che non si vuole esplicitare al Paese e in Parlamento o siano frutto di incompetenza e dilettantismo legislativo.

Si tratta di un falso interrogativo: le due cose, la cialtroneria e il disegno più o meno occulto non soltanto possono benissimo coesistere, ma sono un insieme logico e necessario in presenza di un ceto politico del tutto subalterno ad altri poteri siano essi Confidustria ( che ha di fatto scritto il job act) o la troika o l’insieme della finanza. Un processo di graduale ma dissimulato asservimento alle logiche e alle istituzioni di mercato, la riduzione della democrazia a fatto formale, lo scasso delle costituzioni, ha bisogno di incompetenza, assenza di idee e di ideali, di teste mediocri nelle quali solo gli slogan e i pensieri fatti riescono ad entrare. Anzi la compet

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.12.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era inteso a sta maniera resistere??

http://youtu.be/LnegxdAKNvk

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.12.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

... Siete diventati gli avvocati delle cause perse di Sel e della vecchia guardia sindacale?!?! Post come questo fomentano la guerra tra poveri, lavoratori contro datori! E Salvini se la ride vedendo l'esodo di voti del M5S a favore della Lega. Ma la volete capire che tanto da sinistra non vi votano comunque!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Io proprio non vi capisco. Il mondo del lavoro è talmente cambiato che ci troviamo - lavoratori e datori - a fronteggiare sfide probabilmente impossibili da vincere e voi... avete in mente la tutela del lavoro indeterminato: stiamo morendo di fame e ci troviamo a parlare di quante ore vada cotto un ragù che non mangeremo mai!

emilio s., bergamo Commentatore certificato 28.12.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque signore e signori ....... la confartigianato (se non mi sbaglio o forse e' la confcommercio) ha calcolato un 5,3%, rispetto al 2013, di aumento degli italiani che andranno a festeggiare il capodanno all'estero.
Dov'e' allora tutta questa crisi?
Magari poi alla fin fine sono tutti giovani che grazie ai soldi dei genitori e/o alle pensioni dei nonni andranno a gozzovigliare al di fuori della Italia, prima o poi tutti i nodi verranno al pettine ed allora si che ne vedremo delle belle.
Nessun insegnamento hanno avuto le nuove generazioni dalla nota storia de "la cicala e la formica".

mario 28.12.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Si fanno sempre i soliti discorsi sui diritti dei lavoratori. Di fatto voi politici, compresi i parlamentari del M5S difendete a spada tratta i parassiti. Dei lavoratori non ve ne importa niente. Vi interessa solo ampliare la pletora di chi vive sulle spalle degli altri. Un lavoratore che si assenta dal posto di lavoro approfittando di un certificato medico fasullo diventa un parassita e va licenziato. Voi lo difendete Se in una fabbrica il lavoro si riduce anche il personale va ridotto. L'imprenditore non può mantenere chi non lavora. Voi asserite il contrario perché siete favorevoli al parassitismo. Difendete i lavoratori socialmente utili che non sono altro che parassiti. Siete favorevoli all'immigrazione di milioni di persone che vengono in Italia per vivere sulle spalle dei lavoratori. Il parassitismo sociale sta distruggendo l'Italia e voi invece di contrastarlo lo favorite.

Salvatore Leonardi 28.12.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco come buttare letteralmente nel cesso l'art. 1 della COSTITUZIONE ITALIANA.
Se lo si fa con il primo articolo della stessa figuriamoci i seguenti, non meravigliamoci quindi se in Italia, chi al vertice delle nostre istituzioni, si permette di fare cio' che vuole (re giorgio II docet da anni) con i costituzionalisti "appecoronati" al suo volere ed a sostenerlo (ce ne fosse stato uno solo tra loro che abbia quanto meno insinuato il dubbio sul suo operato soprattutto degli ultimi anni).

mario 28.12.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saremo con voi, a difendere la Costituzione e gli ideali sino al successo, sino alla vittoria!!! Non lasceremo il Bel Paese in mano ai porci!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Ormai l'unica soluzione è il crollo o l'implosione del sistema, i cani non hanno alcuna intenzione di mollare l'osso, negli anni passati i privilegi sono andati aumentando in maniera esponenziale, ormai è "roba loro" e fanno quello che vogliono.
la casta è padrona e dispone cme vuole.
non ci rimane che attendere con pazienza l'autodistruzione del sistema.
altro che guerra!!!!

adriano mietti 28.12.14 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedo con piacere che i post che non vi piacciono non li fate manco arrivare nella mia posta per la conferma.

armando 28.12.14 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Bellissimo da incorniciare delle segreterie dei Sindacati in particolare in quella della FURLAN!

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordo con le tutele piene del lavoro, ma ricordiamoci:
1. l'enorme costo del lavoro, unito ad una tassazione sulle imprese inverosimile; per il dipendente il lavoro è un diritto, per l'impresa è è resterà sempre un COSTO che, unito agli altri sempre crescenti a fronte di redditi sempre più incerti e decrescenti, rendono il fare impresa in Italia un vero incubo.
Inutile e vano difendere il lavoro se, nello stesso tempo e per la stessa logica, non si difende l'impresa e il cittadino da uno stato vorace ed assassino.
Se non si pone mano ad una riforma totale del rapporto tra cittadino e comunità, perché tale deve essere lo stato, la difesa dei 'diritti acquisiti' resterà, dico per fortuna, lettera morta cari Grillo e Castelli!

Alessandro 28.12.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cose fritte e rifritte... e mentre in spagna si profila il vero cambiamento noi siamo ancora annodati sui dogmi del movimento che appare cristallizzato ed impossibilitato a mutare e maturare. Se è vero che il nostro habitat è il web deve essere altrettanto vero che come esso cambia, muta, si aggiorna, anche il movimento deve farlo.

Saluti

fabio m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Calamandrei, i suoi propositi di padre della repubblica, di cui "La Costituzione" è base fondante, pieni di tutta quella sagezza derivante dagli obrobri della guerra, che la Sua generazione è stata costretta a vivere e a condividere, piano piano vengono sostituiti da una classe politica che incapace di realizzare così nobili obbiettivi sceglie gli interessi personali a quelli del popolo.
Caro Calamandrei, la guida delle repubblica che fù "La Costituzione" ormai resta una guida turistica per quei costituzionalisti studiosi della storia.
Caro Calamandrei "La Costituzione" vede come suo "garante" certo Giorgio Napolitano alla sua seconda elezione, tale soggetto nella sua figura istituzionle si é fatto garante di impegni presi dal governo Monti con l'Europa gravidi di sofferenza e perdita di diritti per i più deboli.
Caro Calamandrei, alla presidenza del consiglio oggi siede un giovanotto che sulla scia di chi l'ha preceduto in nome del libero mercato, unica "costituzione" inattaccabile, cambia le regole con un parlamento eletto con regole anticostiuzionali.
Caro Calamandrei, il ladrocinio è parte fondante della storia della italica penisola a partire da quella Savoiarda unità d'Italia.
Caro Calamandrei, "La Costituzione" è ormai come l'acqua santa , al solo pronunciarla il panico si diffonde qua tra noi....qua nell'inferno del diritto.

stefano munarin 28.12.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nformazione italica

Sparito dai Radar aereo Malese sui mari indonesiani....Con soddisfazione e respiro di sollievo , l'annunciatrice annuncia : "Non ci sono italiani tra i passeggeri ". Sara' il famoso Made in Italy?....Il fatto che hanno fatto una terribile fine , neonati malesi ,bambini olandesi.signori bulgari,israeliani, giapponesi,tedeschi o cinesi all'italico non gliene puo' fregar di meno.Poveri italiani ignoranti.Sono decenni che l'informazione si comporta cosi'.

klaus k. Commentatore certificato 28.12.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ennesima ladrata di renzi e naturalmente nessuno si può opporre...accogliamo e manteniamo extracomunitari regolari e non ma lasciamo per strada i nostri anziani, giovani e disoccupati e non è razzismo...un disagio sociale è tale e basta!!!In primis,secondo me,non si dovrebbe più far votare i pensionati,votano per nostalgia e non dovendo combattere per un posto di lavoro,certi argomenti non li sfiorano nemmeno...proviamo a chiedere ad un anziano cosa è il job's act e sopratutto se gli interessa poi vediamo cosa risponde,ho fatto la prova con mia suocera e ho la certezza di quel che dico!!!Infine vorrò vedere dopo tutti questi scandali e fregature varie,quanti pecoroni di m..da avranno il coraggio di votare renzi...non so se l'onestà tornerà davvero di moda...

max cr, cremona Commentatore certificato 28.12.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' questo il sistema italiano per convincere i suoi cittadini a formare una famiglia??? propio un bel sistema,farli diventare tutti precari.

fabrizio sgarbi 28.12.14 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Botti e petardi

Vista la cattiva situazione economica dello Stato : perche' non mettere un'accisa di 200 euro su ogni singolo botto o petardo e diminuirla sulla benzina ? Fa rinsavire quei delinquenti che tirano bombe con un cervello inferiore ,di sicuro ,al babbuino (che divertimento fa un molesto rumore ?)
Ogni anno le famiglie assistono cani e gatti terrorizzati (quasi con attacchi epilettici) , l'ultima notte dell'anno..Un incubo causato da emeriti deficienti, con cervello atrofico .

klaus k. Commentatore certificato 28.12.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Jobs Act non mi piace, ma noto con dispiacere che anche i parlamentari del M5S si stanno staccando dalla realtà.
Tutto quello che è previsto dal Jobs Act è in gran parte già pratica comune oggi, basta farsi un giro in una delle migliaia di Agenzie per il lavoro che ci sono sul territorio e chiedere come vengono (nella pratica, non nella teoria) regolati i contratti di lavoro.
Il problema semmai è un altro, ovvero che con la pressione fiscale che c'è in Italia LE AZIENDE SCAPPANO tutte all'estero e tra poco non ci sarà più lavoro nemmeno "precario", tolte quelle quattro attività di base tutto il resto SPARIRA'.
Forse bisognerebbe concentrarsi di più su questo, sul fatto che se mi licenziano oggi per qualsiasi motivo io entro una settimana sono in grado di trovare un nuovo posto di lavoro.
Ed anche i sindacati che oggi si lamentano tanto dovrebbero ricordarsi di tutte le persone che hanno difeso ed erano INDIFENDIBILI perché sfruttavano in maniera VERGOGNOSA i privilegi concessi.
Il contesto è cambiato, dall'altra parte del Mondo ci sono giovani con 2 Lauree (specialistiche non généraliste come quella Italiana) che parlano 3 lingue e non hanno paura a lavorare dalle 12 alle 16 ore al giorno, che è poi quello che fa un professionista Italiano oggi se vuole sopravvivere.
Ed in questo scenario si pensa ancora al posto fisso con le tutele di 20 anni fa???
Ciao core...

Donato Tobi () Commentatore certificato 28.12.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra chiaro che siamo davanti ad un colpo di mano in un colpo di Stato non dichiarato; dare la possibilità di licenziare, anche in massa, i lavoratori, e di attuare quelle cazzo di "tutele crescenti" che non garantiscono una beata minchia a nessuno e soprattutto a chi ha trovato da poco un impiego, è una follìa: siamo davanti a qualcosa di inimmaginabile gravità: possibile che solo il M5S si accorga delle minchiate immani compiute da questo sgoverno abusivo?? E se neppure gli scioperi sortiscono effetto, snobbati dai media in mano ai nuovi barbari della politica, e sfottuti volgarmente dalla marionetta Berluscona, cosa resterebbe da fare, se non bloccare la vita del Paese con azioni dure e mirate?? E quanti Itagliani, poi, si farebbero convincere dai media che tali azioni sarebbero opera di facinorosi, esaltati, criminali attentatori alla vita democratica del Paese?? Orwell stesso, non avrebbe immaginato di meglio.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.12.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla fine sono riusciti a cinesizzarci.
Si dice che con la riforma dell'articolo 18 sarà più facile assumere e quindi maggiore possibilità di dare lavoro ai tanti giovani disoccupati e non si dice che con questa manovrina i lavoratori dovranno accettare condizioni di lavoro schiavizzanti e salari da terzo mondo: se ti va bene e ogni tanto lecchi il culo al padrone, lavori altrimenti un bel calcio nel culo e torni a fare il disoccupato morto di fame. Quello che non è riuscito a fare il signor Berlusconi lo sta facendo benissimo il signor Renzi che di tutto si può accusare tranne che essere considerato di sinistra. La massa di pecoroni non pervenuta.

Gaetano Campisi, Martina Franca Commentatore certificato 28.12.14 11:18| 
 |
Rispondi al commento

abbandonare l italia in questo momento e l unica soluzione,che se li paghino loro le tasse per i loro vizi infami!

giuseppe Amato, Palma di montechiaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Il grosso problema non e´licenziare o meno, e´il fatto che non c´e´lavoro perche´non ci sono le condizioni per creare il lavoro.
Fare leggi per proteggere la durata dell´occupazione o il "diritto" a mantenere il lavoro e´come stampare denaro in un momento di crisi economica.
Se momentaneamente puo´sembrare che salvi l´economia in realta´peggiora la situazione.
protegere un lavoratore molto spesso significa lasciare senza lavoro colui che potrebbe svolgere quel lavoro meglio di lui.
Insomma la lotta politica e sindacale dovrebbe essere indirizzata non a impedire i licenziamenti, ma a creare nuovi posti di lavoro in modo che il lavoratore se ingiustmente licenziato trovi un altro impiego.
E questo si puo´fare ed e´piu´semplice di quanto si creda.
Ma necessita la sovranita´nazionale e monetaria.
Un´economia puo´essere valida e "nutrire" tutti gli abitanti di una nazione se si "autosostiene", se cioe´non ci sono squilibri troppo grossi tra i salari e se la ricchezza e la produzione sono equamente distribuite.
se lavora il 50% e guadagna, questo 50% creea´con i suoi consumi il lavoro per l´altro 50%.
Quello che manca al momento attuale non sono i capitali, ma la velocita´, cioe´la ripetuta distribuzione dello stesso denaro.
Se due individui si scambiano un euro per un milione di volte creano un milione di reddito.
Non e´la quantita´, ma la distribuzione della stessa quantita´che crea un´economia florida.
Se il denaro e´concentrato nelle mani dell´1% allora gli "scambi" sono limitati all´1%.
Se e´equamente distribuito tra il 99% allora gli scambi saranno del 99%.
E questo dovrebbe essere lo scopo di chi governa.

Patrizia B. 28.12.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cioè 475 euro al mese. Meglio di niente, è sempre una garanzia....

Florida's minimum wage will rise to $8.05 on Jan. 1

The state's minimum wage will increase to $8.05, up 12 cents from $7.93 in 2014. For tipped employees, the minimum wage required is at least $5.03 an hour.

http://www.sun-sentinel.com/business/personal-finance/fl-florida-minimum-wage-increase-20141202-story.html

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.12.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfa1/v/t1.0-9/1385940_1544573052452814_4098291585439484698_n.jpg?oh=db394a50c2c08aeb7760817e511e1020&oe=55470F34&__gda__=1430250498_0a474762462b5798a6df6685b5cc789d

Er famoso Covelli de 'a curva sudde Commentatore certificato 28.12.14 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Il diritto al lavoro non è negato dal ristoro previsto dal licenziamento ma dal fatto che non esiste lavoro se non per esercizi retribuiti con importi che non permettono a nessuno di pianificare una vita decente e dignitosa.

Ci fossero opportunità di lavoro e salari in linea con i prezzi di oggi sai cosa ce ne fregherebbe dell'art.18?

Come sempre in Italia si dibatte (volutamente) sulla pagliuzza e non sulla trave che avete davanti!

alex bardi 28.12.14 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Albertone nostro.........MITICO core de Roma.....

Er famoso Covelli de 'a curva sudde Commentatore certificato 28.12.14 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora, e anche noi, con la manfrina della "Costituzione più bella del mondo"?
Spero sia ironia.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.12.14 10:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori