Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Record di italiani in fuga

  • 25

New Twitter Gallery

emigrati.jpg

"Nel 2013 gli italiani emigrati all'estero sono stati 82mila, il numero più alto degli ultimi dieci anni, il 20,7% in più rispetto all'anno precedente. È uno dei dati che emerge dall'ultimo report Istat su "Migrazioni internazionali e interne della popolazione residente". Un rapporto che evidenzia anche come l'Italia attragga meno gli immigrati. Nel 2013 gli arrivi dall'estero sono stati 307 mila, 43 mila in meno rispetto all'anno precedente (-12,3%). Il numero di emigrati italiani è stato nel 2013 pari a 82mila unità, il più alto degli ultimi dieci anni. Migrano soprattutto le persone tra i 20 e i 45 anni. Le principali mete di destinazione dei nostri connazionali sono il Regno Unito (13mila emigrati), la Germania (oltre 11mila), la Svizzera (10mila) e la Francia (8mila). Paesi che accolgono oltre la metà dei flussi in uscita: a lasciare il Belpaese sono soprattutto persone tra i 20 e i 45 anni, e oltre il 30% di loro è in possesso di una laurea. La meta preferita dai laureati (3.300) è sempre la Gran Bretagna. I connazionali che decidono di tornare in Italia sono in numero molto inferiore a quello degli emigranti: nel 2013 i rientri sono 4mila dalla Germania, quasi 3mila dalla Svizzera e circa 2mila dal Regno Unito e dagli Usa. Il saldo migratorio per gli italiani è negativo per 54mila unità, quasi il 40% in più di quello del 2012 nel quale era risultato pari a -38 mila.
Tra il 2007 e il 2013 le emigrazioni complessive sono più che raddoppiate, passando da 51mila a 126mila." fonte

10 Dic 2014, 10:08 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 25


Tags: emigranti, emigrati, emigrazione, immigrati, immigrazione, italiani, italiani in fuga

Commenti

 

Per cognizione personale so che molti anche con piccoli capitali e non piu giovani stanno andando via . Mantenendo una casa vuota e la residenza in italia pur di mettere a frutto delle capacita professionali qui non richieste .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 13.12.14 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sto per abbandonare l'italia. Tutti i miei amici sono già andati via compresi quelli non laureati. Sono rimasto solo. Tra qualche mese abbandonerò l' Italia. Se non ci risolleviamo alla svelta finiamo come la grecia. Grazie M5S


RECORD DEGLI ITALIANI IN FUGA?? LA REALTA' E CHE I GIOVANI ITALIANI PER LAVORARE SONO COSTRETTI AD ESPATRIARE E LA COLPA E' DEI NOSTRI POLITICI CHE SONO DELLA MASSIA DISONESTA' E STANNO PORTANDO L'ITALIA AL FALLIMENTO ECONOMICO.
ATTUALMENTE A CAUSA DEL DISINTERESSE DEI NOSTRI GOVERNI E DI POLITICI PARASSITI SI STA SVENDENDO L'INDUSTRIA ITALIANA AGLI STRANIERI E COSI LA MAGGIOR PARTE DEI NOSTRI MARCHI FAMOSITTO IL MONDO PER QUALITA' SE LA PAPPANO GLI STRANIERI.
E CHI SONO QUESTI ACQUIRENTI STRANIERI??
ALITALIA - PORTATA AL SEMI FALLIMENTO DAL CIMOLI SE LA SONO COMPRATA GLI ARABI
MERIDIANA?? FARA' LA STESSA FINE
I FRANCESI?? BE LORO SI SONO PAPPATI PARMALAT,FENDI,BULGARI,RINASCENTE,UPIM,SMA,LORO PIANA, ROSSI E MARTINI,PERUGINA, E TANTI MARCHI DELLA MODA FAMOSI. ADESSO I FRANCESI ASPIRANO A COMPRARE LE ACQUE PUBBLICHE E ALTRO.
I TEDESCHI?? BE LORO ZITTI ZITTI SI SONO PAPPATE LE ACCIAIERIE, QUELLA DEL NORD " DOVE MORIRONO 4 OPERAI" E L'HANNO CHIUSA, POI LE ACCIAIERIE DI TERNI E STANNO LICENZIANDO IL PERSONALE " COSI TRASFERISCONO LA PRODUZIONE SIDERURGICA IN GERNANIA , CHISSA FORSE PENSANO DI RIARMARSI E FARE UN'ALTRA GUERRA??"
PERFINO PERNICOTTI SE LA SONO COMPRATA I TURCHI.
MA L'ESEMPIO DELLO SMANTELLAMENTO DELL'INDUSTRIA ITALIANA LO HA DATO LA FIAT CON MARCHIONNE.
LA FIAT CON I SOLDI RICEVUTI IN DECENNI DALLO STATO HA COMPRATO LA CRAISLER IN FALLIMENTO,POI HA SPOSTATO LA SEDE SOCIALE IN OLANDA, QUELLA FISCALE IN INGHILTERRA,E QUELLA AMMINISTRATIVA A DETROIT. ULTIMA NOTIZIA QUAOTIDIANA : IL PARASSITA DI MARCHIONNE HA TRASFERITO LA SEDE SOCIALE E FISCALE DELLA FERRARI IN INGHILTERRA.
IL MARCHIONNE?? BE LUI HA LA RESIDENZA IN SVIZZERA COSI NON PAGA LE TASSE IN ITALIA.
COSA BISOGNEREBBE FARE AI PARASSITI POLITICI ITALIANI E AI DISTRUTTORI DELLA NOSTRA INDUSTRIA??
COME FACEVA IL VATICANO A CASTEL S. ANGERLO : MURARLI VIVI, LASCIARE SOLO UN FORO PER DARE PANE E ACQUA.
I NOSTRI GIOVANI VANNO VIA E DA NOI VENGONO IMMIGRATI LADRONI, ZINGARI, MIGNOTTE E DELINQUENTI. CHE SCHIFO

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 11.12.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di discutere di tutti i nostri problemi dobbiamo gridare : fuori tutti i clandestini da casa nostra!!!

rosolino peressini 11.12.14 15:22| 
 |
Rispondi al commento

I GIOVANI ITALIANI EMIGRANO??? BISOGNEREBBE EVIDENZIARLO AL SIG. NAPOLITANO CHE SI PERMETTE DI APOSTROFARE LA POPOLAZIONE ITALIANA COME MALATA CONTRO LA DISONESTA' POLITICA.
AL NAPOLITANO BISOGNEREBBE DOMANDARE : MA DOVE CAZZO E' STATO IN 60 ANNI DI PERMANENZA NEI VARI GOVERNI PASSATI?? E' PATOLOGIA IL RIFIUTO ALLA DISONESTA' POLITICA??
IO PERSONALMENTE MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO PER COLPA DELLA DELINQUENZA POLITICA CHE STA' PORTANDO LE FAMIGLIE ITALIANE AL DISASTRO ECONOMICO.
VORREI RICORDARE A NAPOLITANO CHE GRAZIE ALLA DISONESTA' POLITICA E LA TRATTATIVA TRA MAFIA E LO STATO LA MAFIA HA UCCISO, ASSASSINATO 24 MAGISTRATI CHE OPERAVANO E AGIVANO PER SMANTELLARE LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA E LA DISONESTA' POLITICA.
PER ME QUESTI 24 MAGISTRATISONO EROI CHE SARANNO SEMPRE NEI CUORI E NEI RICORDI DELLA POPLAZIONE.
E I POLITICI CHE HANNO GOVERNATO PER DECINE DI ANNI DISONESTAMENTE?? VERRANNO RICORDATI COME DELINQUENTI,PARASSITI, TANGENTISTI E DISONESTI E DI CONSEGUENZA COME LA VRGOGNA D'ITALIA
RIPETO LA DOMANDA A NAPOLITANO : IN 60 ANNI DI APPARTENENZA AL GOVERNO CHE CAZZO HAI FATTO A FAVORE DELLA POPOLAZIONE??
ALLORAQ MOVIMENTO 5 STELLE ORGANIZZATI PER SMANTELLARE IL MARCIUME POLITICO PERCHE' LA POPOLAZIONE SARA' CON VOI E PARTECIPERA' ALLE VOSTRE MANIFESTAZIONI.
MOVIMENTO 5 STELLE HAI TRA I TUOI RAPPRESENTANTI TANTI GIOVANITI, PREPARATI,ONESTI, COME DI BATTISTI,DI MAIO, LA TAVERNA, E TANTI ALTRI VALIDISSIMI CHE SICURAMENTE POTRANNO GOVERNARE TUTELANDO GLI INTERESSI E LA DIGNITA'DELLA POPOLAZIONE CHE ATTUALMENTE E' AL DISASTRO ECONOMICO PER COLPA DI POLITICI CHE HANNO GOVERNATO DISONESTAMENTE PER DECINE DI ANNI E ANCORA SONO ANCORATI ALLE REDDITIZIE POLTRONE CHE GLI PERMETTONO SI DISSANGUARE IL POPOLO CON TASSE VERGOGNOSE E ASSURDE.

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 11.12.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Falsi come una moneta dìoro trovata nelle patatine. Le sole cancellazioni (SOLE) dall'anagrafe italiana nel 2013 sarebbero 126mila (20000 in più del 2012), ma poi...visto che siamo in Europa e quindi si va in Germania, Uk, Svizzera è ovvio che quasi nessuno si iscrive all'Aire, ma mantiene la residenza in Italia o la fa doppia.

Quindi ad occhio e croce, il numero d'Italiani che sono emigrati nel 2013 sono almeno 500.000 o forse di più....ma nessuno lo dice per non creare il panico.

Polo Lino 10.12.14 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Emigrato nel 1972 in Germania: ho dedicato la mia vita lavorativa ad insegnare lingua e letteratura e cultura italiana all'estero, continuerò a difendere la cultura italiana e ho un solo desiderio: veder cacciare via senza ritorno la classe politica che ha ridotto il Belpaese all'attuale letamaio, tutti compresi nessuno escluso fino alle più alte ed altissime cariche.


Massimo sei mesi e vi lascerò da soli a combattere contro i partiti dei ladri al governo, non vedo l'ora arrivi il giorno della partenza...

Robert Piccaluga 10.12.14 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Io sono straniero e per mia scelta personale, sono venuto a vivere in questo paese, nel 1968 circa, perché fondamentalmente innamorato del sud italia. Non c'entrano gli "amorucci" giovanili anche perché mi sono sposato dopo tempo, nel 1972, con una italiana, anzi è più giusto dire una siciliana, che è un'altra cosa, posso assicurarlo.

Oggi osservo che, da 150 anni circa, questo paese perde le sue più belle e giovani forze. Un tempo era semplice manovalanza alla ricerca di un lavoro qualsiasi, oggi sono giovani laureati in discipline letterarie e tecniche. Se ne vanno non per loro scelta, come feci io a suo tempo, ma per avere una possibilità di crearsi una vita futura altrove. E so, perché ci parlo, che vanno via con un grosso magone nel cuore, e con una buona dose di vero odio verso chi, in tutti questi anni, non ha fatto nulla per creare un sia pur minima possibilità di opportunità.

Da domandarsi poi se l'attuale classe dirigente non ha interesse ad alimentare questo flusso migratorio, privando diverse generazioni di qualsiasi opportunità pur di mantenere uno status quo conveniente ad una decina di milioni di italiani che sono in realtà gli unici a non voler cambiare nulla in modo da evitare per i propri figli una concorrenza di ragazzi preparati e volenterosi ma senza il cognome "giusto".

Sono convinto che, da quando esiste l'emigrazione per motivi economici, si sta perpetrando un vero crimine contro l'italianità e la sua assoluta genialità ed unicità. Non esistono piani di nessun tipo per trattenere queste giovani forze qui, e neanche una vera visione, forse utopistica, del futuro di questo paese.

Roberto A., Massa Martana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.12.14 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa classe politica, sia nazionale che locale, ad eccezione di pochissimi casi, va completamente spazzata via. Trovo poi che non ci sia nulla di più ipocrita sentire qualcuno farsi vanto per i "successi italiani" all'estero, senza minimamente valutare che gli stessi successi sarebbero dovuto avvenire qui, a beneficio di tutto il paese.

La miopia è totale, e, a meno di una vera rivoluzione (pacifica) dal basso fatta da innumerevoli cittadini, nulla potrà cambiare in futuro, e questo paese, potenzialmente la California o la Florida d'Europa, è destinato a collassare su se stesso ed autodistruggersi vendendosi totalmente a forze estranee a questa cultura e a questo modo di vita.

Sono molto dispiaciuto dalla mia riflessione, ma non mi sono potuto impedire di esprimere, a 66 anni sabato prossimo, tutta la mia amarezza e tutta la mia delusione. Io posso fare ben poco oramai, se non "sbraitare" come il mio coetaneo Beppe Grillo cercando di risvegliare qualche coscienza, ma sotto la cenere dei disastri palesi forse cova ancora qualche scintilla di orgoglio nazionale in grado di suscitare un fuoco risanatore e taumaturgico.

Roberto A., Massa Martana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.12.14 19:05| 
 |
Rispondi al commento

VORREI ANDARMENE ANCH'IO EMIGRARE NEGLI STITI UNITI,MA HO TERRA E DEVO STARCI DIETRO UN GIORNO O L'ALTRO

alvise fossa 10.12.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

L'emigrazione, in particolare di cervelli, è guardata con favore dalla classe politica poichè garantisce una maggiore governabilità e un minor rischio di rivolte:
- gli immigrati non votano quindi maggiore facilità per il governo nell'imporre vessazioni (le elezioni risultano più facili in tale situazione)
- se i cervelli vanno all'estero nessuno resta per guidare eventuali giuste rivolte.

Festa grande per i politici che riescono comunque a guadagnare sempre di più, a prescindere dalla recessione.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.12.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Io sto raccogliendo i soldi per andare via, ormai.

walter cosentino, santa flavia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.12.14 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Oggi
Juncker o le riforme o sarà spiacevole...juncker tu e i tuoi tirapiedi ma andate a fanculo!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.12.14 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci ritroveremo un paese di solo politici che si votano tra loro? Oddio forse è già cosi...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.12.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

E questi sono solo i dati Aire, molti italiani vivono e lavorano all estero pur figurando residenti in Italia.questo per dire che il fenomeno è più consistente dei numeri ufficiali

Lorenzochecchin 10.12.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Modestamente, mi sono candidato per le prossime regionali in Campania (M5S). Alle elezioni comunali di quindici anni fa (lista civica), in un paesino della provincia di Salerno, ebbi un solo voto, quello di mia madre. AMEN.
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe C. Budetta 10.12.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento

...posso confermare, questo sara' il decimo natale che festeggio, "oltrefrontiera".

yujiza inesilio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.12.14 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Dati che si commentano da soli. Aggiungo che se i giovani se ne vanno l'Italia sarà un paese per vecchi ai quali verrà ridotta loro la pensione perché non ci sarà forza lavoro per consentire al loro mantenimento. In poche parole e' un paese che lentamente muore. Io stesso dovrò accompagnare i miei figli all'estero e io con loro una volta raggiunta la pensione (se riuscirò ad averla).

franco o., terralba Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.12.14 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Sembra di capire che il disegno volgia sostituire la popolazione italiana con etnie diverse ed approppriarsi del territorio.

Con il beneplacito della classe politica...

Gian A Commentatore certificato 10.12.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori