Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tutte le tasse di Renzie #RenzieTassaAnche

  • 23

New Twitter Gallery

renzietassaanche.jpg

E' evidente: non l'ha eletto nessuno, ma è stato imposto. Renzie non è un presidente del consiglio, è una tassa

"La manovra contiene nuove tasse, evidenti e occulte, per almeno 25 miliardi, forse 30.
Tasse evidenti:
1) Il governo punta a recuperare 1,2 miliardi da una stangata retroattiva sui rendimenti dei fondi pensione, sulle fondazioni bancarie e sulle casse previdenziali. La mazzata riguarda anche le polizze vita nel momento in cui il capitale viene liquidato agli eredi. Senza dimenticare il Tfr in azienda che sale dall'11 al 17%
2) Il Tfr in busta paga viene tassato più di quanto succede adesso, ossia con aliquota marginale. Inoltre il lavoratore perde la rivalutazione. Il governo conta di ottenere almeno 2 miliardi di euro.
3) Revoca degli incentivi di una legge del 1990 che aveva dato buoni riscontri occupazionali al Sud
4) Il governo toglie 208 milioni dal fondo che serviva alla detassazione del salario di secondo livello
5) Le povere partite Iva, i precari e gli schiavi moderni, subiscono la stangata clamorosa sul regime dei minimi, con l’aliquota che passa dal 5 al 15%
6) L'incremento dell'Iva sul pellet dovrebbe portare, secondo la relazione tecnica, 96 milioni di gettito
Tasse occulte (spacciate per "clausole di salvaguardia")
1) Il governo si accanisce su Iva e accise che pesano sui carburanti: una prima tagliola (accise) da 988 milioni potrebbe scattare nel 2015, un’altra da 700 milioni ha il countdown al 2018
2) Se non funziona la spending review l’aliquota Iva ridotta salirebbe dal 10 al 13% entro il 2017 e l’aliquota ordinaria arriverebbe addirittura al 25,5% fra quattro anni: una bastonata da oltre 21 miliardi nel 2018
3) Resta poi la clausola di salvaguardia del governo Letta che potrebbe ridurre le detrazioni Irpef sulle spese (cure mediche, istruzione, interessi sui mutui, ecc): il governo incasserebbe 4 miliardi nel 2016 e 7 miliardi negli anni successivi.
4) Addio alle agevolazioni sul bollo auto per le vetture storiche per incassare 78 milioni di euro
In più, siccome vanno accontentate l'EuroMerkel e le oligarchie della moneta unica, l’Italia ha sottratto 3,3 miliardi dal Fondo per la riduzione della pressione fiscale (quindi sono tasse che non vengono ridotte) e li ha sacrificati sull’altare del pareggio di bilancio strutturale." Federico D'Incà, M5S Camera

PS: dai un suggerimento a Renzie per fare cassa sulla pelle degli italiani con #RenzieTassaAnche su Twitter


30 Dic 2014, 10:11 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 23


Tags: benzina, clausola di salvaguardia, crisi, finanziaria, manovra, pellet, Renzie, stabilità, tasse

Commenti

 

Prove di un prestito da iserphilippe4@gmail.com
Signor ISER mi ha dato il sorriso alle labbra assegnandomi un prestito di 95000€ ad un tasso di 3%
vi ricordo che ho dovuto pagare un solo spese che sono le spese di contratto
Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti,contattate

Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

gustavo ligui Commentatore certificato 08.10.16 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Renzie tassa sto cazzo maledetto bastardo crepa. Devi morire merda fascista criminale

Notizie informatica Commentatore certificato 03.01.15 23:31| 
 |
Rispondi al commento

ma perche'Beppe invece di continuare a dirci le porcate che fanno non ci dici cosa dobbiamo fare per non essere coinvolti e far cambiare le cose .
secondo me questo sarebbe l'inizio del cambiamento
tutti dicono male degli altri ma nessuno dice come si fa' a cambiare credo che se riesci a fare questo sarai a llo
un saluto e un po' di speranza Gionanni

Giovanni 02.01.15 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Dopo un anno come questo con al governo emeriti ebetini non votato dal popolo Italiano spero in um dono che desiderano anche tutti gli Italiani.. Spero che iniziando da renzie e la sua congregazione spero entro la fine dell'anno una forte moria di politici che compongono la maggioranza e per il primo faremo una fossa comune e li sbattiamo tutti dentro... Caro babbo natale 🎅 pensaci tu che sei sempre tanto buono.. Gli Italiani Ti saranno riconoscenti..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.12.14 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Angelo la tua domanda la fece un sindacalista a Ford, chiedendogli a chi avrebbe venduto le sue auto prodotte una volta licenziati tutti gli operai.

Renè1 b., padova Commentatore certificato 30.12.14 20:39| 
 |
Rispondi al commento

A chi si chiede chi vota fonzie consiglio di guardare bene all'edicola chi acquista La repubblica.
Lo faccio costantemente e non manco di borbottare che quell'evasore assassino svizzero non ha bisogno di altri soldi.

Renè1 b., padova Commentatore certificato 30.12.14 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Fonzie sta continuando egregiamente e con il sorriso sulla bocca il lavoro iniziato da monti su ordine di regiorgio.
Purtroppo il 40% del 50% sono il 20% di italiani che da tutto ciò tra comunque benessere.
Guardate come è a suo agio quando parla a Marchionne e Marcegaglia, i voti del PD vengono in buona parte dal Pdl e dai gonzi che leggono "la repubblica" e credono ai coccodrilli volanti.

Renè1 b., padova Commentatore certificato 30.12.14 20:32| 
 |
Rispondi al commento


L'albanese ai salamelecchi di Pinocchio-renzi Ha risposto invitando a investire in albanicchia perche'da loro non esistono sindacati e le tasse sono bassissime...Rega'altro che uscire dall'euro, qui c'e'da uscire da sta merda di europa..

kkk 30.12.14 19:38| 
 |
Rispondi al commento

ride ride il deficiente tanto i morti sono 11 aspettiamo il risultato finale frutto del jobs act, perchè è di questo che si tratta.Che idioti che sono questi cittadini da eliminare al più presto ,per altri 80 euro ci verranno a sparare nelle nostre case

maurizio b., roma Commentatore certificato 30.12.14 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Perché non scrivete come fare per bloccare la crescita del debito pubblico? E' facile criticare stando all'opposizione! Nessun partito politico agisce sulla base di un dato di fatto indiscutibile: l'Italia è un Paese in cui i politici ed i sindacati hanno trasformato i lavoratori in servi di milioni di parassiti che vivono sulle loro spalle. Perché non scrivete che bisogna cacciare i migranti ed i ROM che succhiano sangue ai lavoratori? Perché non scrivete che bisogna licenziare forestali, lavoratori socialmente utili, soprannumerari delle USL, delle province, delle regoni, delle consociate? Perché non scrivete che bisogna chiudere tutte le associazioni che si occupano di fame nel mondo, missioni di pace, aiuti umanitari,reinserimento dei carcerati, recupero dei tossicodipendenti, ecc. Perché non scrivete di cancellare l'odiosa tassa dell'otto per mille alla chiesa cattolica? Perché un italiano che lavora in Sicilia come commesso per seicento euro al mese deve pagare tasse per finanziare tutto questo? La solidarietà non dovrebbe essere volontaria e contingente? Perché viene imposta con tasse ed è eterna?

Salvatore Leonardi 30.12.14 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe conoscere le condizioni economiche di quel 40,8% , che ha votato" l'OMINO MICHELIN", perché se, appena appena, sono uguali a quelle di altri milioni di italiani, vuol dire che è un popolo di masochisti. Vi è piaciuto "CICCIO BELLO"? e adesso pagate, anzi PAGHIAMO TUTTI.(per colpa vostra). VEPOSSINOAMMAZZA'!

alfonsina p. Commentatore certificato 30.12.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento

AL NOSTRO CARO, ANZI, CARISSIMO MINISTRO BELRENZI.

Sa, io sono un ignorante, ma ragionando mi viene da chiederle:

perché tutti, lei, chi l’ha preceduto e i grandi finanziatori della vostra Europa, avete così tanta paura di aumentare diritti e paghe, unica e sola soluzione per aumentare la domanda e di conseguenza l’offerta?

Ogni sua scelta come quelle di chi l’ha preceduto, ogni sua legge o decreto imposti, fanno paura, e la paura assieme alle paghe ridotte, ai diritti cancellati alle enormi tasse non rilanceranno i consumi .

Chi mai, tra chi prende uno stipendio sufficiente e chi domani né prenderà uno mediocre, si metterà a spendere?

Chi lo potrà fare, (e mi riferisco, a chi ha forse uno stipendio decente), cercherà di mettere da parte qualcosa, per la paura che ormai ha, delle sue scelte, gli altri cercheranno di sopravvivere.

Da ignorante qual io sono, provo a farmi un’idea.

Se lei mette in grado di assumere più lavoratori da parte delle aziende e, fosse vero, risparmiando sulle paghe e sui diritti di ogni schiavo assunto, lei, non aumenterà la spesa e l’economia, ma aumenterà i guadagni di quelle aziende, che producendo beni, non potranno venderli nella loro nazione, perché i soldi a disposizione di ognuno, non saranno sufficienti a fare acquisti e creerà dei lavoratori molto incazzati.

Se lei avesse fatto aumentare stipendi e diritti, avrebbe fatto aumentare la domanda che, di conseguenza, avrebbe aumentato l’offerta, fatto assumere e fatto aprire nuove aziende, d'altronde, non è quello che i suoi professori di economia le avevano, “spero”, insegnato?

Lo sa, i guadagni delle aziende che risparmieranno sulle paghe degli schiavi, dove andranno a finire……….

Ma si che lo sa. È “intelligente”, e lo si vede.

Quindi prima di ogni seduta, controlli in che locale si trova e poi, se mai, si sforzi, sprema le meningi e faccia si, che quello che uscirà, non sia un'ulteriore renziata.

Tanti auguri a chi l’ha votato di ricevere un sacco di renziate.

angelod 30.12.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento

AL NOSTRO CARO, ANZI, CARISSIMO MINISTRO BELRENZI.
Sa, io sono un ignorante, ma ragionando mi viene da chiederle:

perché tutti, lei, chi l’ha preceduto e i grandi finanziatori della vostra Europa, avete così tanta paura di aumentare diritti e paghe, unica e sola soluzione per aumentare la domanda e di conseguenza l’offerta?

Ogni sua scelta come quelle di chi l’ha preceduto, ogni sua legge o decreto imposti, fanno paura, e la paura assieme alle paghe ridotte, ai diritti cancellati alle enormi tasse non rilanceranno i consumi .

Chi mai, tra chi prende uno stipendio sufficiente e chi domani né prenderà uno mediocre, si metterà a spendere?

Chi lo potrà fare, (e mi riferisco, a chi ha forse uno stipendio decente), cercherà di mettere da parte qualcosa, per la paura che ormai ha, delle sue scelte, gli altri cercheranno di sopravvivere.

Da ignorante qual io sono, provo a farmi un’idea.
Se lei mette in grado di assumere più lavoratori da parte delle aziende e, fosse vero, risparmiando sulle paghe e sui diritti di ogni schiavo assunto, lei, non aumenterà la spesa e l’economia, ma aumenterà i guadagni di quelle aziende, che producendo beni, non potranno venderli nella loro nazione, perché i soldi a disposizione di ognuno, non saranno sufficienti a fare acquisti e creerà dei lavoratori molto incazzati.

Se lei avesse fatto aumentare stipendi e diritti, avrebbe fatto aumentare la domanda che, di conseguenza, avrebbe aumentato l’offerta, fatto assumere e fatto aprire nuove aziende, d'altronde, non è quello che i suoi professori di economia le avevano, “spero”, insegnato?

Lo sa, i guadagni delle aziende che risparmieranno sulle paghe degli schiavi, dove andranno a finire……….

Ma si che lo sa. È “intelligente”, e lo si vede.

Quindi prima di ogni seduta, controlli in che locale si trova e poi, se mai, si sforzi, sprema le meningi e faccia si, che quello che uscirà, non sia una "renziata".

Tanti auguri a chi l’ha votato di ricevere un bel sacco di "renziate"

Angelod 30.12.14 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Commento faccio le condoglianze al popolo privato italiano visto che per i mantenuti del pubblico impiego non verra tolto un cazxxo poi bellissimo le tutele crescenti non puo finire cosi non puo finire cosi

Giuseppe Paolillo 30.12.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

A RENZI CONSIGLIEREI DI TAGLIARSI LO STIPENDIO,ANCHE SE E' DURA A VOLERLO

alvise fossa 30.12.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente allucinante.
Se questa manovra, secondo renzie, non congestionerà ulteriormente il mercato interno...significa che abbiamo a che fare con dei caproni più che con degli economisti.
Sono senza parole.
Per altro in Emilia si sta già capendo perché pompano all ignoranza la "stampella" Salvini.
Purtroppo l'ignotanza dilagante favorisce porcate abnormi come quella sopraindicata dal Portavoce D'inca'.
Buon di, amici del mov.

Mattia 30.12.14 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Renzi il tassinaro

GOVERNO ABUSIVO

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 30.12.14 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Di tutta sta pappardella nera una cosa mi ha colpito più di tutte e direttamente. Ce l'hanno su con la mia vecchia automobile, un mini van in realtà, del 1994. Prima Prodi mortadella me lo aumentò, il bollo, dicendo che era vecchia e inquinava, perciò andava punita. Poi finalmente quest'anno tra la mia incredula meraviglia, lo Stato mi abbassa la tassa di circolazione perchè, dice, ha vent'annni ed è STORICA. Ora arriva sto bischero jettatore e mi toglie il "privvvilegio" Ma andate a ...... governantorucoli...

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre a le manovre fiscali c'è dell'altro e molto pesante:
la nuova ISE-ISEE in vigore dal 1 gennaio 2015
e l'avvio accelerato delle revisioni dei valori catastali sugli immobili
Due operazioni colossali che colpiscono non i furbetti ma i risparmiatori onesti, non un cosiddetto ceto medio ma una popolazione lavoratrice che con fatica ha cercato di uscire dalla precarietà strutturale, e che con queste modeste risorse cerca anche di proteggere figli e nipoti. E' un colossale attacco da parte di un blocco finanziario delinquenziale che sta sfasciando quel poco che regge, e vuole cominciare dalla sanità e dalle case popolari.
Il M5S può osare di più e farsi davvero interprete di una enorme parte della popolazione italiana! Auguroni>!!
Vincenzo

vincenzo simoni 30.12.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscriverei tutto tranne la difesa a spada tratta dell'aumento dell'aliquota dal 5% al 15% alle giovani partite IVA. Lo dico essendo una partita IVA, che non ha mai usato regimi forfettari neanche nel 2000 quando ho iniziato semplicemente per la folle idea che è giusto pagare progressivamente ed in una percentuale adeguate le tasse, solo perché non sono mai stato furbo ed ho sempre pensato che è giusto pagare di più se guadagni di più. Il mio problema non è pagare il 23% di Irpef o di più quando guadagno di più (oggi ormai difficile), il mio problema è il carico burocratico che mi opprime. Il mio problema è spendere delle settimane per le cartelle che Ti arrivano dall'Agenzia delle Entrate che per un errore formale che non sposta di un euro quello che ho versato Ti inchioda a pagare cartelle da 1400 euro, con la spiegazione che queste sono le leggi. E' dover essere costretti per pagare le tasse a ricorrere ad un commercialista, che per me vorrebbe dire un altra tassa del 10% altro che IRAP. Il problema per me che forse sarò una mosca bianca, o forse solo un pazzo, è non aver mai evaso un solo centesimo, essere consapevole di aver pagato molte più tasse del dovuto per non aver mai attuato nessuna tecnica (legalmente) elusiva, e malgrado tutto essere stato oggetto di fermo amministrativo della macchina, malgrado sia un libero professionista con l'automobile iscritta nel registro dei beni ammortizzabili in barba alle finte leggi di tutela Letta che sono solo sulla carta perché se non paghi 200 euro di avvocato che Ti scrive il ricorso ad Equitalia Ti dicono che non gli hai dimostrato nulla. E' sentirsi lo stato contro, malgrado tutto, malgrado Tu ce la metta Tutta a fare il Tuo dovere. Continuerò ad essere onesto malgrado mi senta in questo momento lo Stato contro, perché è giusto fare così, e non ho nessuna intenzione di emigrare. Grazie per il vostro impegno.

Ivan Solinas, Scandicci Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee 30.12.14 11:05| 
 |
Rispondi al commento

IL RENZIE DI CROZZA STA ULTIMANDO IL LAVORO SPORCO DI MONTI.

Gli italiani, un popolo di coglioni che hanno creduto a Mussolini, Berlusconi e Renzie e oggi si stanno scavando la buca dove verranno sepolti.
Siamo simpatici, intelligenti creativi e tutti ci invidiano, sono le fasi di rito per fotterci senza vasellina e gli italiani votano Renzie, un uomo che può mettere sul piatto un curriculum di tutto rispetto: la ruota della fortuna, non un giorno di lavoro, e un padre come esempio di imprenditoria illuminata.
Ma gli italiani non hanno memoria, e così come facevano con Lauro e la seconda scarpa fanno con Renzie e gli 80 euro presi dalle loro stesse tasche.
Buon anno italiani, vi auguro di svegliarvi per tempo oppure andate affanculo come meritate.

Robespierre 30.12.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori