Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Italia in miseria: arrivano i dati!

  • 27

New Twitter Gallery

miseria_italia.jpg

Nessuno deve rimanere indietro! Reddito di cittadinanza subito!

"Il misery index italiano, conosciuto come indice del disagio sociale o indice della miseria, è salito nel mese di novembre a un valore pari a 22 punti. La Confcommercio, che si occupa della rilevazione, ha attestato un aumento dello 0,3% rispetto al mese di ottobre. L’indice della miseria è così arrivato al livello più alto da 6 anni, vale a dire da gennaio 2007. Secondo l’Associazione la crescita è dovuta all’aumento della disoccupazione estesa (0,2% e al parallelo, nonché modesto, incremento dell’inflazione di beni e servizi ad alta frequenza. Confcommercio ha ricordato anche che, nello stesso arco di tempo, il tasso di disoccupazione ufficiale dell’Italia è crescito al 13,4%, +0,1% rispetto al mese precedente, ma soprattutto +0,9% rispetto allo stesso mese del 2013. Il numero dei disoccupati si attesta attualmente a 3 milioni 457mila unità (+40mila sul mese precedente e +264mila rispetto a novembre del 2013).Mentre, in parallelo, il numero degli occupati a novembre è sceso di 48mila unità rispetto ad ottobre. Parlando della performance complessiva del disagio sociale nel corso degli ultimi 10 mesi, Confommercio ha precisato che: "il deciso aumento realizzato nell’ultimo bimestre dall’area del disagio sociale riflette essenzialmente il deterioramento registrato dalle condizioni del mercato del lavoro." Segnalazione da forexinfo.it

19 Gen 2015, 10:40 | Scrivi | Commenti (27) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 27


Tags: confcommercio, Forexinfo.it, Italia, miseria, povertà, reddito di cittadinanzaa

Commenti

 

Forza M5 stelle,che grazie ai vostri 25000 euro di reddito di cittadinanza , cambierete molto nella vita delle persone, incentivando la gente a restare nel mercato del lavoro ed essere molto attrattivi a livello internazionale.Siamo l'Italia, mica il Bangladesh, ditelo ai banchieri

luca morello 22.01.15 18:39| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della nuova legge elettorale, spero che attraverso questo blog riesco a far entrare nella mente del Presidente Renzi questo mio pensiero e sarò comunque lieto se non sarà preso in considerazione. Sig. Presidente come è noto il nostro paese sta attraversando il periodo più nero e più brutto della storia Repubblicana. Il semestre europeo a conduzione italiana è stato un disastro; la disoccupazione è arrivata alle stelle; le tasse soprattutto quelle comunali sono da criminali; i poveracci che percepiscono 500 euro di pensione arrancano per avvivare a fine mese; i pensionati d’oro se la ridono alla faccia dei coglioni (compreso il sottoscritto) che vanno e continuano ad andare a votare; la gente è stanca e la sfiducia verso le istituzioni regna sovrana. Lei sta’dimostrando tanto coraggio nel voler adottare le tanto riforme che altri governi hanno fallito. Vorrei tanto dire ma arrivo al dunque.
La nuova riforma dovrebbe puntare alla eliminazione bipolarismo che inconsapevolmente ha creato una miriadi di partiti inutili, accentuando le divisioni interne; la nascita del partito personale formato da tre-quattro deputati; lo stillicidio delle primarie ai loro interni che creano rancori, odio e divisioni; forse le vecchie “correnti” di una volta in capo ai leader erano di oro ed utili per un confronto diretto e democratico. Ebbene, con uno sbarramento supponiamo al 5-6%, i partiti piccoli c.d. cespugli, quelli che rappresentano appena il prefisso telefonico sono costretti a coalizzarsi per essere rappresentati nel parlamento. Ciò detto sarà necessario però, a mio modesto avviso, fissare alcuni paletti:1°- il deputato eletto non potrà migrare in altro partito qualora la sua uscita abbassa la soglia di sbarramento (5% o 6%); in tal caso tutta la coalizione ne sarebbe compromessa tanto da non essere più rappresentativa in parlamento;
2°- una uscita di massa di parlamentari, da una determinata “coalizione”, potrà confluire nel “Gruppo Misto”, a condizione che lo stes

Filippo Arpino 21.01.15 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma per quanto riguarda il reddito minimo ci sono novità ? io sto quasi alla fame come tante altre persone dateci una mano, grazie.

pietro scarsella 20.01.15 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Cari,fino a quando noi poveri siamo ,minoranza non succederà nulla ,dentro questo anno cambieremo ,senza i politici,i tempi sono quasi finiti

Massimiliano Di Vona 20.01.15 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Questo pomeriggio ero a Cagliari; stavo passeggiando come al solito per "fare orario" quando mi si è avvicinata un'anziana signora, minuta, senz'altro del posto, una "nonnina" insomma, vestita poveramente ma decorosamente: pensavo volesse chiedermi un'informazione, ed invece mi fulmina con un "potete aiutarmi?" Non è la prima volta che mi capita una cosa del genere: evidentemente, il chiedere l'elemosina non è più l' esclusiva di disperati, extracomunitari e zingari...

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.15 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti a renzie e a quei coglioni che lo hanno votato. Grazie davvero!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 19.01.15 18:58| 
 |
Rispondi al commento

IN ITALIA INCREMENTA LA POVERTA?? MA NO!!
LA POVERTA' NEL NOSTRO PAESE E' LA CONSEGUENZA DELLA DISONESTA' POLITICA CHE L'AMMINISTRA DA DECINE DI ANNI.
BASTA DARE UNO SGUARDO AI NOSTRI GOVERNANTI.
1) BERLUSCONI?? UN PARASSITA PUTTANIERE DI MAROCCHINE CHE HA MESSO NEL SUO PARTITO PARASSITI DELLA MASSIMA DISONESTA', BASTA RICORDARE CHI HA AVUTO COME CONSIGLIERI : DELL'UTRI ?? E' IN GALERA PER MAFIA " PERO' RICEVE 6.000,00 EURO ALMESE DI VITALIZIO. PREVITI?? ANCHE LUI CONDANNATO PER DISONESTA' A 8 ANNI. E POI IL BERLUSCA AVEVA NELLA SUA TENUTA MANGANO " ASSUNTO COME STALLIERE " RICERCATO DA ANNI PER APPARTENENZA ALLA MAFIA.
E POI NEL SUO PARTITO UNA SOMMA DI INQUISITI PER TANGENTI,PER REGALIE DI IMMOBILI "PERFINO APPARTAMENTI CON VISTA SUL COLOSSEO" INSOMMA UNA MASSA DI PARASSITI CHE DISSANGUANO IL POPOLO.
2) E IL PD ?? ANCHE LI SE NE SALVANO POCHI. BASTA VEDERE RENZI EX AMMINISTRATORE DELL'AZIENDA DEL PADRE CHHE HA OTTENUTO PRESTITI DALLE BANCHE E LA REGIONE TASCANA, A ESSENDO IN FALLIMENTO NON PAGHERA.
" SARANNO I CITTADINI A FARSI CARICO DELLA DISONESTA' DELLA FAMIGLIA RENZI".
EPPOI SEMPRE NEL PD TANTI POLITICI ANCORATI DA DECENNI ALLE LORO REDDITIZIE POLTRONE E NON SE NE VANNO NEANCHE SE GLI SPARI.
3) NONPARLIAMO POI DELLA LEGA NORD. BASTA VEDERE LA FAMIGLIA BOSSI.
4)L'ESEMPIO DEL,PARASSITISMO POLITICO LO HA DATO NAPOLITANO EX PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. 62 ANNI AL GOVERNO SENZA FARE UN CAXZO, E INOLTRE INDAGATO PER INTERCETTAZIONI TELEFONICHE CON MANCINOAI TEMPI DEGLI ASSASSINI DI FALCONE E BORSELLINO, EBBENE IL NAPOLITANO HA FATTO DISTRUGGERE LE INTERCETTAZIONI PRIMA DI RENDERSI DISPONIBILE AGLI INTERROGATORI.
VISTO QUESTO PARASSITISMO POLITICO CI MERAVIGLIAMO SE IL RENZI DICE CHE LE FAMIGLIE ITALIANE STANNO BENE NONOSTANTE IL 44% DI DISOCCUPAZIONE GIOVANILE E IL 13% DI QUELLA PIU' ADULTA,+ CASSINTEGRATI+ ESODATI + LE TASSE PIU' ALTE D'EUROPA+ TANTI FALLIMENTI+ TANTE DELOCALIZZAZIONI AZIENDALI??? CREDO
BISOGNA FARE UNA RIVOLTA PER SMANTELLARE LA DISONESTA POLITIC

Gianni Gutti, Roma Commentatore certificato 19.01.15 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo una percentuale, più o meno grande, di elettori (pesciolini rossi veneti) darà ancora una volta fiducia all'opportunità fatta persona.

Rolando D., Imola Commentatore certificato 19.01.15 18:19| 
 |
Rispondi al commento

La questione è questa: chi va a votare sempre o quasi sempre può cambiare preferenza ma più o meno sceglie chi gli assicura i privilegi acquisiti. Pensiamo un attimo a quanti hanno interesse a che non cambi una mazza (statali parastatali partecipati superpensionati babypensionati e garantiti vari scortati a vita con l'indotto dei famigliari e amici). Ora se non capiamo come portare al voto i milioni che non lo fanno capendo le motivazioni e lavorando sodo la vedo dura. Magari si va al governo ma camminando sulle macerie.

Fabio Trisolino 19.01.15 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il Movimento 5S ha ottenuto alle elezioni una ottima affermazione di consenso elettorale, ma non si può fare politica dialogando solo usando la rete. La comunicazione è un ottimo mezzo innovativo ma c'è bisogno di un confronto diretto per la scelta delle soluzioni che attanagliano questo paese. Denigrare ogni invito alla partecipazione, si dà l'impressione di non voler assumersi le proprie responsabilità. Questo atteggiamento potrà ripercuotersi negativamente come mancanza di fiducia ottenuta dall'elettorato.
Bisogna confrontarsi per sostenere e dimostrare le proprie ragioni.

Filippo Arpino 19.01.15 15:29| 
 |
Rispondi al commento

dobbiamo stare uniti .. solo uniti potremo mettere in campo la macchina da guerra democratica che sia incisiva sul territorio , in rete e nelle Istituzioni .. collaborazione , condivisione e partecipazione .. convergenza su progetti e Istanze per il bene della collettività .. Siamo cittadini e ognuno di noi porta , con la propria presenza all'interno del progetto , il contributo necessario per ribaltare il sistema ..
facciamo rinascere il nostro Paese , spazzando via il marciume incrostato nei vari strati delle Istituzioni Italiane ..
Un pensiero su tutti a chi soffre il disagio sociale , del quale conosco l'effetto che ha sulla propria vita ..
essere comunità , sostenersi è l'unico modo per dare la carica a resistere e lottare ..
Vi assicuro che leggere apprezzamenti e grazie alle parole di molti di Voi , carissimi amici della rete , e alla partecipazione nel M5* , mi danno modo di sentirmi cittadino Italiano dopo anni !!

M5* nel cuore con Voi tutti :)

antonello c., pescara Commentatore certificato 19.01.15 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Un giorno, dopo le informazioni acquisite, ti accorgi che il tuo Paese, detiene potenzialità che non vengono sfruttate e quelle che lo sono, hanno una ridistribuzione non equa tra il popolo.
Si decide di fare qualcosa, ma devi necessariamente confrontarti con i cittadini. si predilige di usare internet, mezzo di comunicazione innovativo, poi l'Italia fa parte del G7, quindi buttarsi sull'informazione digitale è una buona idea. Si scopre che il nostro Paese, non ha puntato molto sulla digitalizzazione della nazione, di conseguenza molti cittadini (al di la dei motivi), hanno difficoltà ad accedere a questa aurostrada multimediale. Tuttavia la cittadinanza, risponde a questo confronto e fa di questa intuizione, il primo partito d'Italia.
Purtroppo, questo non è bastato a poter arrivare alla guida del paese Italia, non basta neanche dare la colpa a chi continua a sostenere partiti e associazioni responsabili di questa immobilità.
Bisogna ampliare i confini, dove questa voce è già arrivata, rispettando chi per scelta ha un pensiero diverso da questo movimento.
Attenzione però, bisogna rispettare chi ha fatto una scelta, dopo essere stato informato. Perciò, non si può lasciare che un solo cittadino scelga senza essere a conoscenza di tutte le offerte politiche.

Benny S., Catania Commentatore certificato 19.01.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento

ANDIAMO AL VOTO al più presto.

Renzi fa solo Pubbliche Relazioni con i poteri forti , a noi poveri italiani serve solo per portarci alla rovina.

Occorre una Rivoluzione d'Onestà... Andiamo a Votare e votiamo bene questa volta.
Capito Italiani??!!!!

Veronica V., Parma Commentatore certificato 19.01.15 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Sveglia ITALIA
siamo il paese + ricco del mondo!
sveglia!

WM5S

Antonio . Commentatore certificato 19.01.15 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Io oramai l'ho preso come stile di vita la miseria.da un punto di vista quando non hai più nulla riesci a capire veramente ciò che è necessario e ció che non lo è.
Persone come me infatti non stanno soffrendo più di tanto questa "crisi" inventata per cedere tutte le nostre sovranità, persone come me a volte invece hanno anche delle piccole soddisfazioni quando i signorotti del proprio paese, che fino a 4/5 anni fa si sentivano imperatori, oggi vanno piangendo come bambini perchè non possono più permettersi il suv.mi sto togliendo delle soddisfazioni da non credere quando mi fermano per strada e mi dicono che avevo ragione io.
Oggi io non faccio più informazione, oggi io rispondo solamente: "non avete voluto crederci? Ora tenetevi Renzi e cacciate il portafogli, così imparate.
Mi auguro che questo governo continui a spolpare la cittadinanza. Ciò è quello che merita un popolo colluso.
Mi spiace solo per chi aveva capito e, nonostante non avesse ancora problemi economici, aveva deciso di scegliere il vero cambiamento.
Ecco a loro, e solo a loro, mi sento di dirgli di non mollare.
Tutto ci possono togliere, ma non la dignità e la voglia di avere un proprio pensiero libero.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 19.01.15 14:05| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia in miseria . Mi pare giusto ! I tre quarti degli italici buoi vota per la casta che è la fonte dei loro guai e della povertà , mi sembra normale nel Paese di san Francesco . Povertà mezza santità e visto che di poeti siamo pieni e gli Schettino non ci mancano , il famoso motto corrisponde alla perfezione : " Paese di santi , poeti e navigatori ! " . Ora non ci resta che aggiungere - morti di fame - e siamo a posto .

vincenzodigiorgio digiorgio, roma Commentatore certificato 19.01.15 13:16| 
 |
Rispondi al commento

E' vero, un altra carrettata di dati...di brutti, anzi bruttissimi dati...
Ma queste cose e' sempre bene saperle!!!
Le nostre misure a breve termine per cercare una ripartenza CONCRETA del mercato interno ci sono!!!!!
E stata presentata la legge sul reddito di cittadinanza (a mio parere prima misura da adottare) e un pacchetto anti-corruzione, tali misure sono concrete e inderogabili.
Questa forza politica si dimostra sempre più concreta!!!!
E ora, partendo dall'evento enorme di Sabato 24 inizia una massiccia opera di coinvolgimento popolare.
Avanti così.

Mattia 19.01.15 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Sarà sempre peggio...nel governo del magna magna oltre a rendere schiavi e precari tutti quei pochi lavoratori rimasti, non esiste un piano industriale!solo il nulla...grazie anche alla complicità del sindacato!! formidabile trampolino di lancio per entrare in politica.

nando ., parma Commentatore certificato 19.01.15 11:32| 
 |
Rispondi al commento

e giù un'altra carrettata di dati: parole parole parole, parole soltanto parole, parole fra noi....!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento

VERSO LA GRECIA,MA COM PIU' OTTIMISMO

alvise fossa 19.01.15 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Qui al Sud la disoccupazione ormai è diventata una cosa normale, lo stato se ne frega tanto per loro il Sud non serve, di questo passo sicuramente prima o poi dal Sud inizierà una rivolta popolare

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 19.01.15 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Dopo quello visto ieri alla -Gabbia- sulla famiglia del nostro (si fa per dire) Presidente ,mi sono convinto che in Ita-glia,non c'è più niente da fare....Io sono per il Veneto Indipendente (almeno i nostri soldi ce li sputtaneremo noi, non gli altri)...Viva il Veneto Liberoooooooooooooooo

giorgio l., verona Commentatore certificato 19.01.15 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come mai, con tutti questi dati negativi, il pd è ancora in testa? Ora due sono le opzioni: o quelli che stanno male e non vanno a votare, capiscano che il loro comportamento porta sempre all'elezione dei soliti e non ci sarà mai un cambiamento, oppure non si lamentassero più. CAZXO, c'è un movimento che ti vuole dare il reddito di cittadinanza e tu non lo voti? Allora sei proprio un COGLIONE !!! Comunque qualcosa si muove, perché, ieri, da PARAGONE, nel sondaggio, fatto anche da casa, ha vinto Rodota' come pdr preferito e in seconda posizione IMPOSIMATO. Forse la gente sta aprendo gli occhi (finalmente). Nella trasmissione hanno parlato anche dell'intervento del governo per sanare le aziende del padre di renzi (con soldi dei cittadini). Se, dopo tutte queste manovre e manovrine, degne del suo "alleato", la gente continuerà a dargli credito, vuol dire che non c'è più futuro, per gli Italiani. SVEGLIAAAAAAAAAA, CAZXO!!!!!!!!!!!!

alfonsina p. Commentatore certificato 19.01.15 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori