Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quantitative Easing: soldi alle banche e non alle imprese

  • 97

New Twitter Gallery

MarcoValli spiega cosa è il Quantitative Easing
03:00
HD con sottotitoli
qe_draghi.jpg

"I timori in merito al Quantitative Easing (QE) sono risultati fondati. Erano due i punti dolenti che preoccupavano il M5S prima delle parole di Mario Draghi.

I VINCOLI ALL'ECONOMIA REALE
Stiamo parlando di un'operazione da oltre 1000 miliardi di euro di acquisto di titoli del debito pubblico degli Stati europei. Il problema è che, poiché il mandato BCE le impedisce di finanziare direttamente gli Stati, tutta questa nuova ondata di liquidità andrà ancora una volta alle banche, che hanno la pancia piena di titoli di Stato. La speranza è che la riutilizzino per aumentare i prestiti a famiglie e imprese, in modo da aumentare il livello di inflazione crollato ai minimi storici, lontano dall'obiettivo BCE del 2 %, rilanciando consumi e investimenti. La solita storia di sempre, che però non ha mai funzionato. Perché nonostante i miliardi ricevuti dalla BCE, le banche non hanno ancora sbloccato i crediti a famiglie e imprese.

LA STORIA INSEGNA
Come accaduto con le precedenti misure e i vari LTRO, le banche, soffocate da una montagna di sofferenze per 181 miliardi di euro, preferiranno reinvestire la liquidità in attività finanziarie. E questo anche per rispettare la normativa sui requisiti di capitale sui quali vigila la stessa BCE nella nuova funzione di supervisore, che va paradossalmente a disincentivare proprio quell'attività di erogazione del credito che la politica monetaria, a parole, si propone di rilanciare.

IL DOMINIO DEI MERCATI
Se però le banche non trasmettono liquidità a famiglie e piccole medie imprese, non ci sarà alcuno stimolo a consumi e investimenti, e soprattutto nessun significativo impatto sull'inflazione. In realtà, la liquidità si riverserà completamente sui mercati finanziari, andando a incrementare ulteriormente il giro d'affari delle banche e della finanza e quindi i rischi di bolle speculative e instabilità. Insomma, il QE rischia di essere semplicemente una misura a solo vantaggio di banche e finanza, che potrà aiutare le grosse società che si finanziano sui mercati di capitali, non di certo le PMI che sono il tessuto produttivo dell'economia europea. Anche perché, come più volte dichiarato dallo stesso Draghi, la politica monetaria continuerà ad essere inefficace se non accompagnata da politiche fiscali espansive a sostegno della domanda interna. L'UE di certo non offre vie d'uscita, perché l'espansione della spesa pubblica è costretta nella camicia di forza di assurdi e infondati vincoli di bilancio.

LA VITTORIA TEDESCA
Purtroppo il presidente della BCE ha dovuto ancora una volta piegare la schiena alla cancelliera tedesca. E' infatti passato il QE suggerito dalla Germania, nel quale ad assumersi i rischi sono le banche centrali nazionali che comprano i rispettivi debiti. Tutto per spegnere la preoccupazione secondo cui sarebbero i tedeschi a pagare i debiti altrui. I Paesi cosiddetti virtuosi non potranno essere chiamati a subire le perdite legate ad un ipotetico default di qualche stato membro. Uno scudo nei confronti di eventuali uscite dall'Euro?

LA PROPOSTA DEL M5S
C'é però una cosa, semplice, banale e immediata che si può fare per rendere il QE una reale opportunità per i cittadini e l'economia, diversa dalle solite speculazioni finanziarie. La BCE potrebbe introdurre la condizione che le banche riutilizzino la liquidità per acquistare titoli di stato a cinque anni rigorosamente a tasso zero, per finanziare in modo diverso, innovativo e etico il bilancio pubblico. Titoli di stato liberi da quei tassi di interesse che in 4 anni ci sono costati oltre 300 miliardi di euro e che rappresentano l'ennesimo strumento per trasferire ricchezza dalle tasche dei cittadini a banche, speculatori e pochi privilegiati. Questo permetterebbe di indirizzare la liquidità nell'unico canale che funziona quando la trasmissione della politica monetaria ha smesso di funzionare: la spesa pubblica, che negli ultimi anni è stata drasticamente ridotta tagliando servizi essenziali, con effetti devastanti per l'economia. Con i 90 miliardi di euro raccolti in questo modo, lo Stato italiano potrebbe realizzare una misura che avrebbe un impatto straordinario sull'economia: il reddito di cittadinanza per almeno cinque anni. Questa è la nostra controproposta: la BCE immette liquidità e contribuisce a ridurre ulteriormente i tassi di interesse, le banche finanziano la spesa pubblica senza specularci, lo Stato risparmia miliardi in interessi e fornisce un vero sostegno ai consumi e all'economia reale, che in questi 5 anni la politica monetaria non è ancora riuscita a dare." Marco Valli, portavoce M5S Europa

Cerca il banchetto per firmare contro l'euro più vicino a te cliccando su questa mappa:
banchettieuro_d.jpg

PS: Il tuo contributo per il referendum sull'uscita dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

23 Gen 2015, 08:07 | Scrivi | Commenti (97) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 97


Tags: banche, M5S, Marco Valli, Mario Draghi, mercati, MoVimento 5 Stelle, quantitative Easing

Commenti

 

Forniamo assistenza finanziaria a coloro che hanno bisogno di un prestito e dare prestito con un tasso di interesse del 2% annuo. Facciamo il nostro prestito nelle seguenti categorie: prestito auto, prestito istruzione, mutuo per la casa, prestito di affari e un prestito personale. Se siete interessati, è necessario contattarci via e-mail a cashierslenders@gmail.com e tornare a noi con le seguenti informazioni:

nome:
indirizzo:
stato:
paese:
Importo necessario:
La lunghezza del prestito:
Scopo del prestito:

Quindi vogliamo che torni da noi in modo che possiamo procedere con il trasferimento del vostro prestito pure.
graziosamente
Mr. Gerrad

Mr Gerrad 28.02.15 01:54| 
 |
Rispondi al commento

Prodi? Bersani?
tutte queste battaglie per poi proporre i boiardi di 30 anni fa?

marco acerbi 28.01.15 22:59| 
 |
Rispondi al commento

.

nando ., parma Commentatore certificato 28.01.15 22:14| 
 |
Rispondi al commento

SONO E RESTO CONVINTO CHE PER CAMBIARE L'EUROPA VERSO GLI INTERESSI DEI CITTADINI, BISOGNA FARLO CON LA FORZA E SE OCCORRE CON LA RIVOLTA. CON LE CHIACCHERE NON SI ALZANO MURI.

FRA DIAVOLO 28.01.15 10:11| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO ( IV PARTE )

SE DOBBIAMO SCOPRIRE CHE LA SINISTRA DEL PCI E' QUESTA ROBA CHE PROPONE PRODI , ALLORA VEDIAMO CHE O SI STA COL FANCIULLO DI PARROCCHIA O CON L'ARCIPRETE PRODI CHE HA GIA' FATTO TUTTO IL DANNO CHE POTEVA A BRUXELLES E QUELLO CHE CI VIENE DALL'EUROPA OGGI E' COSTRUITO DA LUI NEI PROGRAMMI E NELLE PERSONE SCELTE -OGGI PRESENTI .

UN GIOVANE -PAOLO M5S DI AREZZO DICE COSE GIUSTE COSI' : " SECONDO ME PRODI HA SEMPRE E SOLO FATTO DANNI , E' STATO ABILE A SVENDERE TUTTO QUELLO CHE GLI E' PASSATO PER LE MANI , ANDREBBE SEMMAI ."
EBBENE LA DEMOCRAZIA E' COSI' FINITA IN MANO AI PRETI , CHE STABILISCONO CHE DESTRA E SINISTRA SONO DUE POLLI CHE DEVONO COMBATTERE PER CHI E' PIU'' SERVO DELL'ALTRO.

I COMUNISTI SONO NELLA STESSA POSIZIONE DELL'ISIS : SE CALA IL PREZZO DEL PETROLIO SPARISCONO ( MA BASTEREBBE ANCHE IL BLOCCO DEI CONTI CORRENTI PER FERMARE L'ISIS E NON SI FA - DICENDO DI RIMANDARE ALL'ESTATE , QUANDO NESSUNO RICORDERA' PIU' NULLA -IL TERRORISMO HA FAUTORI A ROMA E SOTTOMESSI -USA ?), MA I COMUNISTI TEMONO MOLTO DI PIU' IL BLOCCO DEI C/C, SE SI RITORNA TRA I CIARLATANI DEL BENE COMUNISTA FUORI DELLA LUCE ( DEI SOLDI ) DEL P-DC.

PERCIO' SONO ALLA RICERCA DI INGAGGIO DA PRODI , CHE NON PUO' CHE GARANTIRE UN'ALTRA MAZZATA AGLI ITALIANI O LA CONTINUAZIONE CON COLPI CHE DIMEZZANO IL REDDITO . DOPO 2 O 3 COLPI NON C'E' NIENTE - E NON SERVONO M5S E NEANCHE M-10S.

CERTO,PER QUEL CHE SERVE ? UN M5S CHE NON SI PRONUNCIA SU TSIPRAS , CHE NON DECIDE NULLA SULLA SELEZIONE DI PARLAMENTARI CHE VOTANO CONTRO ALLA PRIMA ED-EX ANTE; MA C'E' UN MOVIMENTO O E' UNA ILLUSIONE IN ATTESA DI RICONSEGNARE TUTTO AL PCI ? DOPO CHE SI SCEGLIE CHI DIVENTA DEMOCRISTIANO E CHI RITORNA IN PARROCCHIA ( COMUNISTA CON L'ARCIPRETE PRODI A GARANTE - DEL PEGGIO ? ANCORA COMUNISTI ?)
D'ALTRONDE NON ERA PARTITO COSI' NEL DOPOGUERRA , COL COMUNISMO COME ASCIA DA GUERRA DELLA CHIESA CATTOLICA:IN AMERICA LATINA (CAMILLITO TORRES E TERROR ANDIN ?

PROF MARCELLO PILI 27.01.15 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Il Signor Draghi a marzo 2014 in occasione del rapporto annuale 2013 della BCE, nella prefazione a pagina 7, recita:
"Nel corso del 2013 l’economia dell’area
dell’euro è emersa dalla recessione sulla scia
di una graduale ripresa della domanda interna –
sostenuta dall’orientamento accomodante della
politica monetaria nonché dal miglioramento
del clima di fiducia nei mercati finanziari
e nell’economia in generale....."

No comment

Leggere per credere:
http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/annrep/ar2013it.pdf

And And 26.01.15 14:35| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO ( III PARTE )

L SERMONE DI PRODI OGGI ( IL MESSAGGERO ) CI DICE ANCORA DI SUE ATTENZIONI VERSO L'EGITTO FINITE CON STRAGI E SCONTRI IN EGITTO . -DICE : " L'APPLAUSO GENERALE AL PRESIDENTE EGIZIANO AL SISI HA RESO PALESE L'APPOGGIO " ( A DAVOS ). QUESTO NON E' COME PREMIARE UNA SQUADRA DI ANTITERRORISTI FACENDONE IL NOME -NON E' UNA DELAZIONE NE' UN DEFERIMENTO ( DELATUM , DEFERRE ) , MA E' PROPRIO UNA COSA DA NON FARE .

UNA COSA DA FARE E' BLOCCARE L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E DIFENDERE I DIRITTI IN ITALIA CHE LI STA PERDENDO PER LO STATO SACERDOTALE -PARROCCHIALE DI SPRETATI .
TUTTO E' GIA' SCRITTO NELLA BIBBIA DOVE IL POPOLO DICE " SIAMO COME PECORE AL MACELLO "-- COME OGGI DOVE NON MANCANO UCCISIONI PER RAPINA O TRAVOLGIMENTO STRADALE COME NIENTE FOSSE -- E SI FA SCANDALO GIUSTO DI PROSTITUZIONE MINORILE , MENTRE PEDOFILIA NIENTE O QUASI MENTRE LE STIME DI PEDOFILIZZATI SONO DI 30.000 ALL'ANNO , E QUANDO C'E' UN ARRESTO DI UN PRETE DALLA AMERICA LATINA A ROMA SUBITO SI COPRE A COLORI CON ACCUSE AI REALI DI INGHILTERRA --TANTO IN ITALIA SI FANNO BEFFE AI REALI DI INGHILTERRA SENZA RISCHIO STRAGI .POI QUALCUNO DICE CHE NON BISOGNA OFFENDERE , COMPRESE QUELLE DI ASSASSINI ?

FORSE PRODI E' USATO COME DIRE " SE NOI NON VI DIAMO PRODI ,CI ACCETTATE CHI CI PARE "(E COSI' IL REGNO SACERDOTALE DEI BAMBOCCI ) .

LEGGO CHE KERRY ( USA -NEL MESSAGGERO ) E' FIDUCIOSO :" CON I RIBASSI DEL PETROLIO TAGLIATI DEL 75 % I SALARI DEI MILIZIANI ISIS " COME IO HO RIPETUTO PIU' VOLTE I GIORNI SCORSI.

L'ALTRO LATO ECONOMICO INDICA CHE M5S NON VA VERSO LINEE DI SOLUZIONE ,MA DI TAMPONAMENTO CHE SI PORTA PRETI E PRETESTI , PERCHE' SONO NEL MODELLO DI AUMENTO DELLA SPESA CHE E' IL PIU' ADESCANTE DEI SISTEMI PER AUMENTARE LE TASSE E NON RISOLVERE NIENTE , SE NON IL PEGGIORAMENTO ULTERIORE.
SE SI ESCE DAL'EURO DOPO IL DIMEZZAMENTO DEL REDDITO ALL'ENTRATA (PRODI-CIAMPI )C'E' UN SECONDO DIMEZ ALL'USCITA PER CUI 1/2x1/2 = 1/4 E FINE ITALI

PROF MARCELLO PILI 25.01.15 20:54| 
 |
Rispondi al commento

CARO GRILLO ( II PARTE )

NON SERVE A NIENTE USCIRE DALL'EURO, SE NON SIAMO NEANCHE IN GRADO DI RICONTRATTARE LA PARITA' A 1000 LIRE PER EURO.

CON LA SVALUTAZIONE DELL'EURO IN CORSO ABBIAMO GIA' PERSO IL 20% DEL REDDITO IN $.

L'USCITA DALL'EURO E' CALDEGGIATA DALLE BANCHE CHE PREPARANO UN TASSO DI 18%E PERCIO' PRODI HA FATTO RIFERIMENTO-ADESCAMENTO DI BANCHE CON PROPOSTE INDECENTI DI BAD BANK (- IL MESSAGGERO ) FORSE PER SOSTENERE UNA SUA PRESENZA - CON UN'ESCA ?( A CARICO DI CHI ? )

VERIFICHIAMO CHE TUTTE LE PROPOSTE SBAGLIATE VOGLIONO FARE UN'ALTRA SVALUTAZIONE DELLA LIRA DEL 50% ( 3000 LIRE X EURO -COL CAMBIO DELLO ZAMBIA ) SIA RIDUCENDO IL VALORE DELL'EURO CHE CON L'USCITA DALL'EURO-- E RICORDO CHE NEL 1941 LA LIRA ERA QUOTATA COME UN EURO DI OGGI CON UNA SVALUTAZIONE DI 2000 VOLTE .

L'ENTRATA NELL'EURO A 2000 ANZICHE' A 1000 HA PORTATO LA PERDITA' DI META' DEL REDDITO DEGLI ITALIANI : REDDITO ITALIA / 1000 = 2 REDDITO ITALIA / 2000 .

DOPO L'AGEVOLAZIONE DELLA CINA CON CAMBIO SOTTOVALUTATO DI 20 VOLTE ( DUE VOLTE DA NOI CON IL CAMBIO A 2000 ANZICHE' A 1000 E IL CAMBIO CINESE = A 10-13 PER 1 EURO PORTA I PRODOTTI ITALIANI PIU' CARI DI QUELLI CINESI DI 26 VOLTE = 2600 %- PER CUI UN PANTALONE CHE IN ITALIA COSTA PRODURRE 20 EURO ( E PRIMA DI QUESTO CAMBIO EURO 7.000 LIRE ) ORA ENTRA DALLA CINA A 0,80 -1 EURO ,E QUINDI TUTTE LE CHIACCHIERE DI RILANCIO CON SVALUTAZIONE- SOVRANITA' NON SIGNIFICANO NULLA PERCHE IL TRADIZIONALE -ABBIGLIAMENTO-CALZATURE -ARREDAMENTO -MECCANICA SEMPLICE E' DEFINITIVAMENTE DELEGATO ALLA CINA -COREA O C'E' LA SPIRALE CHE CI VORRANNO MILIONI DI LIRE PER UN PANTALONE ,COME IN AFRICA.

I RAGAZZI CHE VANNO ALL'ESTERO HANNO VISTO GIUSTO
E NON INTENDONO AGGREGARSI AD UNA ECONOMIA DI MORTE-ASSISTENZA CATTO -ONLLUS.

L'ECONOMIA ITALIANA E' QUELLA DEL CAMBIO A 1000 CON L'EURO CON TUTTI I SETTORI DI SVILUPPO DI CUI SIAMO DOTATISSIMI E CHE GIA' SCELGONO I RAGAZZI -L'EC VECCHIA E' CEDUTA A CIN

PROF MARCELLO PILI 25.01.15 12:52| 
 |
Rispondi al commento

E' ormai oltre 1 anno che dico che la politica monetaria avrà alcun effetto.
Siamo dentro la casistica di "trappola della liquidità"
L'unico modo è far aumentare il potere di acquisto della massa del popolo e queste non lo fanno.
Ma che cavolo serve poter avere finanziamenti a tassi agevolati quando le famiglie sono indebitate e non hanno capacità di risparmio?
Bisogna fare una politica sui redditi diminuendo le tasse sul lavoro e pure il reddito di cittadinanza.
Una manovra del genere comincerebbe a dare i suoi effetti già da subito e sostanziali dopo 1 anno di vita.
Come ormai capito da molti, ma non da quelli che hanno votato renzi e spero che non lo facciano più, le scelte di politica economica sono cambiate.
Con l'introduzione dell'euro la germania ha avuto il cambio favorevole mentre tutte le altre nazioni hanno avuto un cambio esagettaramente sopravalutato. Alla fine produrre uno stesso prodotto in diversi stati euro porterà ad avere un prezzo di vendita diverso e in questo caso in italia più alto.
Con il seno di poi possiamo affermare che chi ha accettato queste condizioni è un idiota.

Luca D 25.01.15 07:01| 
 |
Rispondi al commento


L'incompentenza di quest'uomo e' disarmante:
e' completamente inesatto dire che la BCE da soldi alle banche in quanto la caratteristica del QE e' proprio che la BCE finanziera' direttamente gli stati senza intermediari come nell LTRO.
Questo signore ha la competenza di un'ortofrutta messo in giacca e cravatta.
Santo cielo ma dov'e' finito il 5 stelle in cui credevo??????????


Caro Marco Valli, il suo curriculum sarebbe questo? https://docs.google.com/file/d/0B2DnI0wk7HE8TDNJN0RpbjZHSnM/edit?pli=1
Non mi è chiaro se lei sia laureato, ma sta dicendo un mare di cazzate. Se la Bce dovesse introdurre, ad esempio l'obbligo per le banche di ricomprare titoli di stato a tasso zero, non si creerebbe comunque circolazione monetaria, e tanto varrebbe acquistare direttamente da parte delle BCE titoli di stato. L'effetto ottenuto dal QE è stato simile a stampare moneta, vedi svalutazione Euro , oltre a ricreare fiducia nei mercati ed i presupposti perchè le banche potessero erogare nuovo credito. Cortesemente, mi dice dove si è laureato? Sono temi di macroeconomia politica da secondo anno.

ENRICO FERRARI11, montecchio emilia Commentatore certificato 24.01.15 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cencelliera Merkel plaude,anzi approva,gli "sforzi"del governo italiano per le riforme!Da italiano mi sento offeso,molto offeso,incazzato direi.Ma chi ti credi di essere?Il fatto che il nostro popolo non sia affatto rappresentato da gente che non ha il mantato popolare (ed è la terza volta che avviene)non ti autorizza ad eleggerti a consulente esterno ,molto esterno,delle cazzate che fanno le capre di palazzo Chigi,per dirla alla Sgarbi.Renzusconi,faresti più bella figura se anzichè travestirti da zerbino,imiti i vigili di Roma.

gino 24.01.15 19:02| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO


LA GIORNATA DELL'ONESTA' NON E' SUFFICIENTE PERCHE' L'ONESTA' E' CONDIZIONE NECESSARIA MA NON SUFFICIENTE ( HAI LA SCODELLA MA NON IL LATTE! ) PERTANTO MANCA SEMPRE IL FARE ( A FAVORE DELL'ESSERE O DEL PENSIERO ( ? )

NON SI RIESCE A VEDERE INIZIATIVE DEL FARE CHE UN ESERCITO DI 9.000.000 DI VOTANTI E 20.000.000 DI POPOLAZIONE POTREBBERO FARE --E INVECE NIENTE .

NON SI RIESCE NEANCHE A PORRE RIMEDIO AI DELEGATI IN PARLAMENTO CHE SIANO FEDELI -E A NUOVE ELEZIONI SARA' TUTTO UGUALE .
RAPPORTI CON UKIP BOHH ? RAPPORTI CON TZIPRAS BAHH ? NIENTE ! ITALIA MAHH ?

TORNIAMO AI SOLDI DI BCE CHE SEMBRANO NON ESSERE AGGIUNTIVI ( SI DICE DI UN PRECEDENTE PRESTITO DI 1000 MLD -MAGARI IN SCADENZA ? DA ACCERTARE !) PER CUI QUESTI FONDI SERVONO A FARE FINTA DI ESTINGUERE IL PRECEDENTE PRESTITO ALLA SCADENZA CON NUOVA LIQUIDITA' --IN REALTA' NULLA DI FATTO-- CHE TECNICAMENTE SI CHIAMA RINNOVO , E SOLO LA FINTA E' ALLARGAMENTO DEL PRESTITO E A CIO' SERVE IL GRAN POLVERONE A FAVORE O CONTRARIO --PER SIMULARE UN INTERVENTO DI BCE CON FINTO MERITO --IN REALTA' NULLA DI NULLA .

SI VA DI CORSA VERSO LA DECRESCITA FELICE O FERALE COSI' PER IMPARARE QUELLO CHE PASSA NELLE ASSEMBLEE SCOLASTICHE -VERO VELENO CON CUI IL MALE VIENE FATTO DA SE'-- QUESTO E' L'OTTIMO DEL PROVOCATORE : CHE IL DANNEGGIATO LAVORA PER DANNEGGIARE SE STESSO--COSI' STA SCRITTO NELLA BIBBIA :IL REGNO DI BABILONIA FU DISTRUTTO CON LA CONFUSIONE DELLE LINGUE OVVERO LA TOTALE FALSITA' COME QUELLO CHE C'E' OGGI !

NON C'E' NESSUNA TEORIA ECONOMICA CHIAMATA AUSTERITA' ,E LA POVERTA' E' CREATA DA CHI MANOVRA QUESTA STRETTA CHE E' LA CHIESA E I SUOI STER-santi DELEGATI--LAMENTANDO POI ESSI STESSI CHE LA POVERTA' E' UN CRIMINE ,INDICANDO POI LORO STESSI CHE LA FANNO COME RESPONSABILI GLI ALTRI

L'ASSETTO DELLA ECONOMIA DEL FUTURO ITALIA NON E' LA SVALUT- MA QUEL LAVORO DEI RAGAZZI CHE VANNO ALL'ESTERO :TECNOLOGIA, ARTE , RICERCA TURISMO , CULTURA -CHE VIENE MAND VIA

PROF MARCELLO PILI 24.01.15 12:48| 
 |
Rispondi al commento

La BCE acquista a prezzi gonfiati quei titoli che le banche hanno acquistato tre anni fa a prezzi stracciati e con i soldi che la stessa aveva prestato loro ad un tasso d’interesse estremamente vantaggioso.
Dicembre 2011.
La BCE concede soldi alle banche al tasso dell’1%;
Le banche investono il denaro ricevuto sottoscrivendo i titoli di stato di nuova emissione che grazie ad
una campagna allarmistica hanno prezzi di aggiudicazione varianti nei successivi quattro mesi tra 82 e
85 per ogni 100 nominali e rendimenti tra il 7 e il 7,5%.
Supponendo in quei quattro mesi nuove emissioni per 75 miliardi e una durata media, nel complesso delle diverse categorie di titoli, di 5 anni, il differenziale di tasso ha comportato un vantaggio per le banche di oltre 20 miliardi. Supponendo ancora un costo dei finanziamenti al 3,5%, (in assenza della campagna allarmistica il livello avrebbe dovuto essere tale), due terzi dei quali prelevati dalle tasche dei contribuenti.
Dicevo campagna allarmistica (forse sarebbe meglio chiamarla realistica) perché appena sei mesi dopo
l’inizio di questa operazione finanziaria il paese Italia veniva presentato come risanato e Monti come il salvatore. Quando al primo anno di quel governo sono andato a controllare i fondamentali dell’economia italiana ho rilevato questi dati:
1) PIL in calo di oltre l’1%
2) Deficit pubblico passato dal 117 al 123% del PIL
3) Aumento della disoccupazione.
Siamo stati raggirati oltre che fregati. Comunque il corso dei titoli viene pilotato ad un valore otre la pari.

La BCE decide di acquistare titoli del debito pubblico che sono nei portafogli delle banche. Le banche saldano il loro debito verso la stessa ripulendo i loro portafogli e realizzando le plusvalenze prima solo implicite.

Corrado Spadoni 24.01.15 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Il mio precedente commento (tra i primi 5) è stato rimosso dal proprietario del blog.

Va bene così, avevo sbroccato, indignato per la scarsa qualità del messaggio di Valli.

Ripropongo la critica in maniera più costruttiva:

si parla di "regalo alle banche" contrapposto al "finanziamento del reddito di cittadinanza".

Rivolgendosi ad un pubblico "popolare", che poco mastica di economia e finanza, questo messaggio è veramente troppo populistico e fuorviante. Infatti fa pensare che gli oltre 1.000 miliardi di Banca Centrale stanziati per l'acquisto di titoli, soprattutto del debito pubblico, siano sullo stesso piano dei soldi pubblici da spendere per il reddito di cittadinanza (di cui "basterebbe la metà, cioè più di 500 miliardi"?!).
Ma i primi sono a bilancio delle Banche Centrali (BCE e SEBC) al passivo, come loro debito che andrà estinto alla scadenza dei titoli acquistati (o rivendendoli prima), mentre la spesa per il reddito di cittadinanza è spesa di Stato "a perdere", non verrà mai più rimborsata all’erario. Quindi confusione massima, tra Stati e Banche Centrali e tra crediti rimborsabili ed erogazioni a fondo perduto. Ma la sapete la differenza tra una qualsiasi Banca e la sua Banca Centrale? Non è così che si fa informazione, senza contare la totale assenza di critica nel merito proprio della manovra QE di Draghi. Con questo livello di comunicazione a mio avviso non si va da nessuna parte (e il livello di molti commenti lo dimostrano).

Alberto Conti 24.01.15 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come mai la BCE, non ha messo il vincolo alla distribuzione del denaro alle Banche?
Sicuramente con un Euro a tassi così bassi è più conveniente continuarlo a girare in Azioni, altro che distribuirlo per la ripresa!
Così continueranno a distruggere il mercato!
Non si crea altra ricchezza se il denaro resta nella pancia delle Banche! Solo distribuendolo si attiva il circolo di crescita.

Pietro M., Villarfocchiardo Commentatore certificato 24.01.15 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma che fine hanno fatto LE QUIRINARIE ???

Mauro T., Ventimiglia Commentatore certificato 24.01.15 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, colpa della tecnologia (colpa ? ), il lavoro un po' alla volta andrà sempre più scomparendo....anche perchè l'80% delle cose che si producono non servono proprio a nulla se non a dare reddito a chi le fabbica(con un costo socio/ambientale enorme)....non si può più andare avanti così, l'abbiamo capito tutti, ormai....purtoppo, però, l'uomo ha bisogno lo stesso di mangiare....ecco perchè, anche se il lavoro (così come lo conosciamo) è destinato a diminuire sempre di più, ci vuole un reddito di cittadinanza....Chi sarà più fortunato, avrà un reddito di cittadinanza ed un lavoro...chi meno fortunato, avrà solo il reddito di cittadinanza che, però, non lo renderà schiavo delle Banche/Multinazionali...con R.C. un uomo dovrà poter vivere dignitosamente lo stesso con la proppria famiglia!!!!

giorgio l., verona Commentatore certificato 24.01.15 08:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI STATI UNITI E L'EUROPA HANNO CONCORDATO:
DIMEZZAMENTO COSTO PETROLIO, PARITà CAMBIO EURO USD, LIBERO COMMERCIO DI PRODOTTI TRA I DUE MERCATI.
mOTIVI: a fronte nuove tecnologie emergenti a costo d'uso vicino allo 0, demotivare investimenti per continuare a favorire la solfa petrolifera e annessi e connessi.
A motivo di tale accordo col calo del petrolio bisogna far scendere l'Euro per divedere la richezza così ricevuta con gli Usa.
La BCE, GUIDATA DA QUEL CRIMINALE UMANO CHE SI NASCONDE DIETRO IL GHIGNO del "draghettoservodeipadroni" che pilotando la discesa dell'euro da i benefeici alle banche e il costo(attraverso la conseguente svalutazione)a tutti gli ignari cittadini dell'area Euro che totalmente fuorviati nel giusto intendere vengono spremuti come limoni sino all'ultima goccia di samgue.
MALEDETTO VAMPIRO, POSSA LA TUA SCHIFOSA SCELTA DISTRUGGERTI AL PIU' PRESTO POSSIBILE.

mario rossi 24.01.15 03:18| 
 |
Rispondi al commento

Concordo sulla proposta di rivedere il ruolo che hanno le Banche sull’economia intrinseca alle famiglie e alle imprese (economia reale), mentre ora svolgono un servizio del tutto inutile e controproducente a favore di speculatori e pochi privilegiati. Questa analisi oltre tutto da un’indicazione molto importante: ossia che il mondo bancario italiano ha un strapotere nella finanza perché di fatto non è contrastato, quindi regolamento, dal potere politico che risulta assente, costoso, inefficiente e incompetente: vedi le recenti banche divenute S.P.A. contro ogni logica grazie a Padoan. Non a caso a detta di molti economisti (confermato anche dai risultati socioeconomici disastrosi): abbiamo avuto ministri dell’economia (Tremonti, Monti, Grilli, Passera, Padoan) e capi di governo INCAPACI (Berlusconi, Monti, Renzi), e spesso complici delle speculazioni che hanno visto e che vedono protagoniste le banche nel dilapidare i patrimoni degli Italiani e i fondi destinati alle imprese. Purtroppo quando ci sono governi fatti da persone deboli, con ministri senza personalità, il parlamento non può focalizzare le regole che servono per il bene comune del paese. Viceversa questi governi d’immagine si piegano molto fedelmente alle richieste spesso recessive dei vari comparti bancari, il cui loro unico interesse è quello di raggiungere l’obbiettivo economico che l’azienda banca si prefigge all’inizio dell’anno. Questa grave mancanza, ci da ulteriore motivazione per cui si debba uscire quanto prima dall’ €uro!

roberto f., padova Commentatore certificato 24.01.15 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari tutti,
Perché tanta complicazione? Se le banche devono utilizzare i fondi del QE esclusivamentr per comprare titoli di Stato a TASSO ZERO, non si fa prima a far acquistare i titoli di Stato alla BCE?
Ma un economista che abbia i rudimenti minimi della finanza non riuscite a raccattarlo? Vi aiuto io, nel caso...

Federico C., Roma Commentatore certificato 23.01.15 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio ultimo commento è stato rimosso?

Giovanni ., roma Commentatore certificato 23.01.15 22:34| 
 |
Rispondi al commento

vi siete domandati come mai c'è la tendenza a distruggerte tutti gli stati sovrani e i loro dittatori ma non solo dittatori ... anche i democratici?

semplice peché danno fastidio al progetto degli STATI UNITI DEL MONDO!

anche ISIS serve allo scopo ... serve par fare paura e così prima ti faccio soffrire di paura ... se non basta ti faccio pure male .... e poi ti do la soluzione he sarebbe .... "se stai schiavetto della lobby che ha progettato gli STATI UNITI DEL MONDO" allora non ti faccio più paura ... non ti faccio più del male e ti facci vivere tranqullo da PECORA al mio servizio.

bannatemi pure 23.01.15 22:28| 
 |
Rispondi al commento

fonte internet: "Kiyosaki è perfettamente al corrente che esiste una manipolazione economica planetaria a danno delle persone medie e povere e a tutto vantaggio dei ricchissimi, ma sa bene come lamentarsi non serva a nulla e che quello che si può fare è sviluppare un’adeguata educazione finanziaria ed utilizzare a proprio vantaggio gli strumenti che la società e il mercato offrono.

Riflessione mia: ci sono 3 strategie

A) entrare in qualche massoneria e cercare di metersi nel gruppo di quelli furbi.

B) fare gli "spi-noff" e fare concorrenza ai furbi con un clone del gruppo dei furbi

C) fare i robinhood e dare ai poveri togliendo ai ricchi.


Siccome che secondo me di robin veri si trovano solo nelle favole o tra i cretini che ceredono ancora alle favole..... non so forse le strade percorribili sono le altre due anche se credo che la B sia molto pericolosa.

Io penso che alla fine chi racconta le favole sia perfettamente cosciente che sono favole e allora c'è senz'altro un secondo fine.

bannatemi pure 23.01.15 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Questo metodo è stato attuato dagli Americani insieme ad altre misure, qualche anno fa per uscire dalla crisi economica e finanziaria.
Su Milanofinanza di oggi vi è questo video che spiega come stanno le cose dopo che Draghi ha deciso di usare lo stesso metodo in Europa.
http://video.milanofinanza.it/hp/video-milanofinanza-3/Bce-Maxi-QE--cosa-cambia-per-chi-investe-35410/
Il fatto poi che in Italia venga data questa ulteriore disponibilità alle banche per farne ciò che ne hanno sempre fatto, dai tempi di Craxi, vedi MPS eccetera, per noi Italiani, significa che per far continuare a "mangiare" quelli che hanno sempre "vissuto e mangiato" alle spalle degli onesti, dovremo in ogni caso caricarci delle conseguenze ed indubbiamente anche i nostri nipoti e pronipoti.
Ci vorrebbe una "classe politica e dirigente" capace di pensare prima che ai suoi interessi agli interessi del Paese in cui vivono.

Giovanni ., roma Commentatore certificato 23.01.15 22:08| 
 |
Rispondi al commento

ma perché se compro le mutande al LIDL made in germany alla stessa cifra di quelle cinesi mi durano anche 3 anni mentre se prendo quelle di marca made in italia mi si rompono dopo 2 giorni?

andate a chiedere i soldi alle banche per fare le mutande inutili si si!

ti prego bannami ancora 23.01.15 22:06| 
 |
Rispondi al commento

HEIIII PIRLAAA non penserai mica che le banche ti danno i soldi a te per spendere 200 euro al giorno di BMV fiammante e per farti fare 100mila km l'anon e vendere si e non 5000 euri di merce made in italy falsa comprata in cina a 2 euri e riventuda a 50 solo perché qualche furbone ci ha messo su l'etichettina!

vaffa!

ti prego bannami ancora 23.01.15 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Non Ho capito, la banca europea e' obbligata a dare i soldi alle banche? In altre parole il popolo di indebita ma la grana se la prendono i culi tondi di finanziatori. Ma a chi ha votato una idiozia del genere? Sono certo che sono stati formati alla Bocconi da gesuiti.

Savio1 23.01.15 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna riprendersi la sovranità monetaria.

Carlo Sibilia M5S Banche Sovranità Monetaria *Giornalisti Coraggiosi*

Giorgio R., Brescia Commentatore certificato 23.01.15 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Il basso valore del euro è dato da diversi fattori , la locomotiva Usa è ripartita ,quindi il dollaro si apprezza sul mercato valutario , le Fonti Energetiche importantissime è che spostano i dati economici ovunque nel mondo
La debolezza del mondo economico produttivo europeo , è stato messo in risalto dalla manovra Monetaria Svizzera ,che ha fatto ballare per giorni l'euro .l'economia Svizzera ha forse la forza della Lombardia Forse
Quindi Draghi Faccè tarzan

Riccardo Garofoli 23.01.15 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Marco Valli ha ragione, ma a parte il fatto che ci sono i vincoli europei di spesa per la pubblica amministrazione e quindi il beneficio non si vede come possa comunque esserci, rimane il fatto che gli stipendi correnti non bastano per far aumentare i consumi (in Italia un operaio medio FIAT guadagna 1300 euro, in Germania 2400). Quindi si dovrebbero aumentare quelli per far crescere i consumi (una famiglia monoreddito a 1300 euro, se va bene, una volta pagate le bollette di luce, acqua, gas e condominio, non ha altro da spendere che quello necessario per mangiare).
Quindi:
1) ci vuole una MONETA ALTERNATIVA LOCALE (LA LIRA) da affiancare all'euro (che difficilmente si potrà togliere), NON USCIRE DALL'EURO, che potrebbe rimanere per le grandi infrastrutture europee e per i mutui già accesi.

2) AUMENTARE GLI STIPENDI medi: o in euro, a 2400 E; o in lire, a 2.400.000 lire.

Sennò come potrebbero crescere i consumi delle famiglie e le imprese ricominciare a vedere ordini e quindi assumere dipendenti ?

Così è, forse, secondo me...

Antonio Spina 23.01.15 19:38| 
 |
Rispondi al commento

ASSOLUTISSIMAMENTE D'ACCORDO CON LA PROPOSTA DEI 5 STELLE,MA BISOGNA VEDERE, SE IL PARTITO DEFUNTO,IL PD LA ACCETTI COME PROPOSTA

alvise fossa 23.01.15 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Non è la modernità. L'inglese, come altre cose, è il risultato di aver perso la guerra mondiale. E' triste ma è così, essere una colonia, perdere la nostra sovranità, non si limita agli aspetti solo politici o finanziari, come ci stiamo rendendo conto, ma anche culturali... purtroppo.

E pensare che una volta fummo il centro del mondo...

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 23.01.15 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Vincono le banche, come al solito.
L'80% del rischio ricadrà sulle banche centrali e solo il 20% sarà condiviso.
Per la Grecia nessuna eccezione quindi ci sarà una deroga che ne consentirà l'acquisto titoli ma solo se accetta le condizioni della troika anche DOPO le ELEZIONI.... giusto per far capire con chiarezza chi comanda veramente nell'eurodittatura.

Simpatico notare come la potenziale svalutazione del 20% nel passaggio alla lira fosse un disastro biblico mentre adesso che ha svalutato l'euro a causa dell'uscita della SVIZZERA dall'unione monetaria (cambio fisso) è tutto un applauso mediatico a "quant'è bella la svalutazione":
la svizzera ha sfanculato l'euro, noi quanto ci metteremo a farci i nostri interessi?
aspettiamo che tutti i nostri debiti diventino insostenibili e in mano a squali filonazisti stile troika?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.01.15 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Quando il M5S cominciò a parlare di uscita dall'euro, fu travolto da una serie di reazioni apocalittiche. Ma scherzate? Svalutare la lira del 20% rispetto all'euro! Ci sarebbero assalti ai bancomat, code alle frontiere, morti per le strade! Oggi l'euro si è svalutato più del 20% rispetto a dollaro e franco svizzero, ma tutti brindano e applaudono, a cominciare dai risparmiatori, che continuano a investire i loro risparmi nell'euro, una moneta che non dà interessi e si svaluta. Contenti loro...

Renato O., Venezia Commentatore certificato 23.01.15 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Il bazooka della BCE è poco più di una miccetta bagnata
I fumosi 1148miliardi altro non sono che il riacquisto dei 1000 dati alle banche 3 anni fa perché comprassero loro, i debiti , tra quei 1000 miliardi ci sono anche quelli delle banche tedesche e francesi , le più esposte verso il debito greco , e c'è anche una riparcellizzazione del debito mostrano
Quindi quello che mette la BCE sono gli interessi dovuti alle banche
Il crollo dei prezzi petroliferi fa scendere tutti i prezzi
quindi la lotta alla deflazione da parte di BCE è solo una chimera

Riccardo Garofoli 23.01.15 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando usano parole inglesi, ecco che l'inganno è servito.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.15 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Se per spesa pubblica intendiamo Mose, Mafia capitale , Tav , e magari Olimpiadi : NO GRAZIE .

Quello che nel post non si commenta e la quantita utilizzabile dalle banche italiane: in ogni caso poco.

Il 2 % di inflazione non sara' raggiunto senza un rovesciamento della politica economica secondo principi opposti a quelli che anche in questo post vengono sottintesi.

Il moltiplicatore della spesa pubblica non funziona piu quando la tassazione PERCEPITA ( diversa dalla media ) e' superiore al 50 % .

Tre governi hanno fatto flop proprio su questa convinzione ( la luce in fondo al tunnel di Monti ve la ri
cordate ? ) .

La mia proposta e la de-tassazione del lavoro imprenditoriale delle famiglie, anche come agrregatore sociale , ovviamente non ci deve essere lavoro dipendente e non ci deve essere possibilita di emettere fatture e scaricare costi .

Si chiamano lavori "marginali" , quelli che l attuale schema di fiscalita rende non convenienti.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 23.01.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.unionesarda.it/articoli/articolo.aspx?l=articolo%2fcronaca_sardegna%2f2015%2f01%2f22%2farborea_blitz_di_sgombero_con_cento_uomini-6-404614.html&paging=1

scusate il post OT ma sono rimasto molto colpito dalla vicenda di questa famiglia in sardegna, che a quanto apre( non fonti precisissime a parte il giornale) ha perso tutti i frutti di una vita spesi a lavorare per un errore di una cambiale non registratata da parte di un impegato d iuna banca e che ora ha visto rubarsi tutto pignorato e poi messo alla asta ( tra l'altro un azienda da 600000 senza contare plus di bestiame e altro a 150000 da tra l altro ricchi possidenti con intrallazzi in politica - se cercate su facebook troverete maggiori dettaggli).
Hanno usato un esercito di 100 poliziotti oper mandare via un vecchio di 76 anni sua moglie e un figlio.
Rendetevi conto di come siamo messi.
Di come funziona lo stato italiano
di cosa sono le banche oggi.

Vorrei che tutti gli italiani avessero di fronte agli occhi tutte queste storie mentre ascoltano le manfrine e i teatrini dei vari minus habens renzi e co.

Ditemi se questo è uno stato di diritto.
Ditemi se questa è giustizia.
Ditemi quali sono i miei diritti, perchè me li stanno brucianod tutti.

Non possiamo piu vivere in uno stato che ragiona con certe logiche di forza con il debole e non con il forte.
Io non ho visto nessun esercito per Berlusconi, per GLi indagati dell EXpo, per i convolti in Mafia capitale o per andare uno qualsiasi dei criminali in parlamento.

Dove vogliamo finire?Cosa dobbiamo fare?
Quanto e a che punto vogliamo arrivare?
Deve prevalere ancora la logica " finchè non mi tocca nessuno non sono cazzi miei"?

QUesta genete ha bisogno di aiuto

maurizio p., cagliari Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.01.15 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono tanti che dicono che è stato negativo l'intervento di Draghi.
E' come quando lo ha fatto la Federal Reserve statunitense, che ha stampato dollari, con la certezza che il dollaro non si indebolisse tanto.
Il risultato è stato che l'economia statunitense va bene.
In un blog queste persone si chiamano flagellanti medioevali http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.it/2015/01/alfieri-goffi-re-buffi-flagellanti.html
Spero che abbia ragione il blog.
Paolo TV

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 23.01.15 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona la proposta...cmq,ennesimo regalo alle banche...ho cominciato a lavorare nel 1980 e l'economia girava bene...stranamente allora,le persone avevano un lavoro e uno stipendio,personalmente non conosco medicina migliore per risollevarci...purtoppo la cosa non sembra interessare a renzi,il jobs act ne è l'esempio.

max cr, cremona Commentatore certificato 23.01.15 11:41| 
 |
Rispondi al commento

http://www.wallstreetitalia.com/article/1799678/merkel-arrabbiata-per-qe-prova-che-e-la-svolta.aspx

merkel arrabbiata per il QE (dopo che s'e' incontrata 2 gg prima con draghi per rivedere gli ultimi punti)

Non e' la prova della svolta, ma quella che oltre ad essere antidemocratica, insostenibile, fondata sulla falsita' analitica e previsionale, sta diventando anche drammaticamente teatrale..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.01.15 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Sara' solo una coincidenza che a fine febbraio 2015 vanno in scadenza 529,53 miliardi di euro di LTRO?

http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/le-longer-term-refinancing-operation193.htm

he si anche questi erano ritenuti miracolosi..1000 miliardi di liquidita' per famiglie e imprese..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.01.15 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Chi vivra, vedra, se riescono a mangiarsi la riserva aurea nazionale, che è la garanzia nel massimo dell'operazione.

f.d. 23.01.15 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che il QE è una iniezione di danaro sul mercato secondario e cioè servirà a comprare prodotti finanziari già in circolo compresi quelli tossici, che sono la stragrande maggioranza.
Quindi il QE non è una iniezione di denaro nell'economia reale (danaro merce danaro)ma una pastura che attirerà tutti gli squali della finanza e delle banche che approfitteranno della situazione con la scusa di voler finanziare l'economia reale, ma che nella realtà faranno in modo di mettere su un'altra bolla speculativa per recuperare le barie bolle speculative già esistenti.
Gli effetti collaterali (come sempre accade) si vedranno fra circa due tre anni, ma è quasi certo che il QE creando effetti immediati favorevoli alle borse, sarà visto dai soliti criminali come giornali e TV, politici a libro paga ecc, come una manna caduta dal cielo.
In realtà per tagliare corto il QE rappresenta oltre che un aggravio della situazione economica, un vincolo ulteriore (questa volta penso irreversibile) alle sovranità monetarie dei paesi appartenenti all'area euro.
La perdita definitiva della "Lex Monetale" che ancora l'Italia possiede (cod. civile) permetterebbe l'uscita dall'euro.
Dopo il QE non penso sarà piu' possibile in quanto il denaro immesso sarà sottoposto a legislazione straniera e quindi una volta usciti dall'euro significa che i soldi devono essere restituiti comunque in euro.
Questo significa che uscendo dall'euro il nostro debito deve essere restituito con una maggiorazione del 30% (se la nostra moneta sarà svalutata del 30% cosa probabilissima).
Il QE dimostra come il popolo europeo avendo perso la capacità di combattere e la capacità di produrre intelligenze oneste, si rassegna alla sottomissione da parte del nuovo nazismo della germania e dei suoi leader, parte integrante del sistema finanziario delinquenziale mondiale.

NOVECENTO SULL'OCEANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.01.15 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se io avessi un pò di azioni di una banca popolare o meno, non sarei contento che la "mia" banca facesse carità.
La componente sociale aspetta allo STATO.
Nemmeno lo IOR (banca vaticana) regala i soldi, anzi.
Le aziende, e le banche, devono fare utili.
Se la "mia" banca facesse prestiti senza garanzie, (vedi la banca di Siena..) venderei le mie azioni.
Ripeto, spetta allo STATO l'assistenza.
PAOLO TV

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 23.01.15 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Draghi ha fatto quello che doveva e poteva fare , bisogna dargli atto e per favore non usciamo dal seminato con ipotesi che lasciano il tempo che trovano .
Piuttosto è la politica nel suo insieme che non vuol proprio saperne di avviare un percorso serio e virtuoso .
Il reddito di cittadinanza in Italia è un atto anche di civiltà. E' surreale che ci siano "divergenze " politiche su questo tema che risolleverebbe in un solo colpo i consumi e l'economia .
Purtroppo la verità è che siamo in mano a gente che con il tempo è riuscita a condizionare un esercito di elettori bislacchi , che per svariate ragioni non sono più neanche consapevoli di quello che fanno e del danno che procurano, continuando a dare la preferenza a questi partiti del kaiser .
Oggi poi siamo nell'assurdo , per me è anche difficile parlarne perchè riuscire a comprendere come ancora oggi possa essere un berlusconi a condizionare la vita politica e sociale del paese , è inconcepibile anche per la mente più contorta .

gianfranco calandrini, gradara Commentatore certificato 23.01.15 10:44| 
 |
Rispondi al commento

L'Unione Europea, attraverso la BCE, ha deciso di terminare artificialmente la deflazione dovuta all'austerità (leggi: pareggio di bilancio) stampando di più con l'obiettivo di portare l'inflazione al 2%.

E' un pessimo segnale perché questi soldi sono destinati ai mercati, come correttamente rilevato da Marco, e non all'economia reale, cosa che si traduce in un aumento del nostro debito sovrano (l'80% del rischio pesa su Bankitalia) oltre che della schiavitù nei confronti del sistema bancario.

E' il de profundis del sistema euro, una mossa dettata dalla disperazione che servirà a ben poco, se non appunto a farci indebitare ulteriormente. Ottima la proposta di portare a zero il tasso di interesse, cosa che però non sarà mai nemmeno presa in considerazione perché il loro sistema si regge sul manganello del debito che serve a drenare le risorse degli stati (attraverso l'aumento delle tasse), costringerli alle privatizzazioni (leggi: svendite) e a portare ad altre cessioni di sovranità

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.01.15 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Dopo una “assenza forzata” di due giorni ( colpo della strega-sciatalgia, ecc..), riprendo FINALMENTE a “lavorare” anche sulla mia pagina Facebook.
Questi due giorni sono stati come una “morte civile”. Non sapevo NULLA di tutti voi e non potevo comunicare nulla. Sono riuscito però a seguire sulla televisione le “battaglie” che i coraggiosi “portavoce” parlamentari del M5S stavano conducendo : semplicemente FANTASTICI e mi hanno lasciato la CONVINZIONE che sono sempre più bravi e CREDIBILI e per la vecchia PARTITOCRAZIA “non ci sarà scampo” ! ! ! Ora avanti con la “giornata dell’onestà” :
http://www.beppegrillo.it/2015/01/tutti_gli_onesti_in_piazza_del_popolo_sabato_24_gennaio_nottedellonesta.html

Vincenzo Matteucci 23.01.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento

questo QE non farà nulla per la classe medio-bassa o per le PMI caricate da una tassazione insopportabile.

questi grandi capitali gireranno tutti tra banche e multinazionali, gonfiando la borsa creando la più grande bolla della storia europea. e mentre chi sa come funziona quando crolla ancora tutto se la riderà su una spiaggia esotica, quelli che tirano la carretta e lavorano veramente si ritroveranno a dover pagare con i propri risparmi (la legge è già scritta dal FMI)questo disastro.

La germania ha ragione quando parla di un mercato che diventerà drogato a discapito di qualsiasi riforma. E noi coglioni preferiamo ascoltare i giornali che titolano che questa sarà la "grande ripresa" quando basterebbe vedere cosa è accaduto al giappone dopo un QE trilionario degli ultimi anni - sta peggio di prima.

ivo 23.01.15 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Analisi molto giusta per riattivare l'economia italiana con l'introduzione del reddito di cittadinanza. Ma oltre i soldi date alle banche e agli speculatori pensiamo ai grossi evasori fiscali, (180 miliardi l'anno solo in italia) quante cose si potrebbero fare? L'italia sarebbe un paese ricco e democratico Renzusconi con tutta la casta preferiscono un paese povero e dittatoriale, cosi ti possono comprare con soli 80 euro. equivalente ai 30 denari dato a giuda per tradire Gesù, se giuda era benestante non lo avrebbe tradito. Infatti Berlusconi e Renzi Hanno tradito il popolo con il patto del nazareno, Affamare il popolo per renderlo schiavo.

Luciano. L. 23.01.15 10:16| 
 |
Rispondi al commento

@twitter

Se stampi £ per difendere produzione sei un furbetto e puzzi.
Se stampi € utili alla grande finanza sei un eroe

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.01.15 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti. La prima proposta sensata in materia economica europea da 14 anni a ora.

Doriano B., Alba Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.01.15 09:57| 
 |
Rispondi al commento

l'acqua dei fiumi finisce al mare come i fiumi di denaro finiscono nelle banche!

Clesippo Geganio 23.01.15 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma "Cazzo" possiamo iniziare ad usare dei TERMINI IN ITALIANO?

Possibile che ogni COSA ora debba essere tradotta con un Nome in Inglese per non far capire alla gente di cosa si tratti????

USIAMO L'ITALIANO

QUANTITATIVE EASING = ALLEGGERIMENTO QUANTITATIVO

LE PArole le abbiamo USIAMOLE! DITELO AI GIORNALISTI ! basta con l'inglese dappertutto !

Stefano P., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 23.01.15 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti,
mi permetto di scrivere due righe in merito alla su citata operazione di QE da parte della Bce.
E' bene fare un piccolo passo indietro e ricordare quanto accaduto alla nostra nazione cercando di non farci coinvolgere forzatamente da analisi impulsive. Sarebbe bene ad esempio partire dalla finanziaria del governo Berlusconi con firmatario primo il ministro dell'economia Tremonti , all'indomani del crollo delle torri gemelle.
Sarebbe bene ricordare che la Finanziara votata in aula nell'ottobre 2001 fu redatta presupponendo una crescita del Pil per l'anno 2002 del 2,7%. Sarebbe bene ricordare che il FMI internazionale al tempo si prodigò in tutti i modi affinchè il governo italiano rettificasse quella previsione di crescita in quanto già allora in tutto il mondo si paventavano i primissimi timori per l'economia mondiale...e cosi in effetti poi fu per gli anni a seguire.Sarebbe bene ricordare le successive finanziarie da parte di governi di entrambe gli schieramenti, tutte votate con preventivi di spese di gran lunga maggiori a quanto la crescita reale del Pil poi abbia garantito.Nel lontano 2008, 2009, quanto scaturito dalla crisi dei sub prime è stato assorbito in tempi relativamente brevi in tutte le parti del mondo, salvo che in europa a causa di politiche egoistiche da parte della Germania note a tutti.Vorrei sottolineare che sia gli Usa, sia gran parte del continente asiatico hanno avuto uno sviluppo economico grazie agli stimoli delle loro banche centrali.Quanto fatto da Draghi ieri, è una mossa coraggiosa (anche se tardiva). Le aziende funzionano come tutto il mondo economico sa , attraverso gli investimenti, e gli investimenti nel mondo attuale avvengono per mezzo dei mercati finanziari, che questo piaccia o no.Il movimento nacque come associazione senza ideali politici se non erro;credo che il M5S abbia più credibilità se rimanga non contaminato dalle ideologie, che ormai non esistono più e si faccia largo ad opinioni più che a ideologie.

Fabio Tanevini 23.01.15 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Draghi, questo è un motivo in più per uscire dall'Euro!

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.01.15 09:40| 
 |
Rispondi al commento

non aspetterei la soglia di povertà, ma accompagnerei ogni disoccupato verso il lavoro con un dignitoso sussidio, si può fare, in uno stato civile

Daniela Simkova 23.01.15 09:35| 
 |
Rispondi al commento

La sovranità monetaria è una cosa troppo seria per lasciarla in mano alle banche, sia BCE o Banca Italia....LO STATO, DOVREBBE AVERE QUESTA PREROGATIVA, E NON DEI PRIVATI.....

giorgio l., verona Commentatore certificato 23.01.15 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Chi vende i titoli alla BCE? Le banche (anche da parte tua), quindi i liquidi finiscono nelle banche. Quanti titoli in Italia sono in mano al pensionato, risparmiatore, Gigi, Donatella o Giulio? Il 13% circa. Quanti titoli sono in mano agli squali della finanza? L’87% circa. Ora, cosa faranno questi 87% di squali coi liquidi incassati dagli acquisti di titoli nel QE ordinati da Draghi (probabilmente) giovedì? Una cosa sola, UNA SOLA: investiranno in Borsa, come dimostrano appunto le storie del Giappone e USA, portando azioni aria fritta alle stelle, incassando alle stelle. Mentre alla tua economia di: casa, auto, mangiare, scuole, ospedali, strade, servizi ecc., CIOE’ ALL’ECONOMIA REALE, non va praticamente un centesimo.

giorgio catalano 23.01.15 09:23| 
 |
Rispondi al commento

________________

questo potrebbe dare qualche spunto sul reddito di cittadinanza...

http://it.wikipedia.org/wiki/Piano_Hartz

john buatti 23.01.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Buona la proposta del 5s. meglio sarebbe uscire dall'euro e dall'Europa...Nazionalizzare la banca Italia, stampare la propria moneta e dare un reddito di cittadinanza a tutti,diciamo un 300 denari(nuova monetapos.)non troppi, sennò al sud non ci va più nessuno a lavorare...non c'è bisogno di Titoli di stato...è già la moneta sovrana, un titolo di stato...ci stanno derubandio dell'Italia...possibile che nessuno se ne accorga????

giorgio l., verona Commentatore certificato 23.01.15 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Evvai Draghi...ancora soldi alle banche.,mentre le aziende non ricevono ancora il quanto dovuto dallo stato.
Voglio vedere quando le aziende continueranno a delocalizzare e a chiudere le loro attività,a che cosa serviranno le banche.
Draghi, amore qui serve lavoro e reddito di cittandinanza non denaro alle banche.
Dall'altra parte la culona tetesca...avanti con le riforme.
Azzo sono riforme penalizzare le aziende,i lavoratori e i cittadini con l'aumento delle tasse?
Ci stanno impiccando ed il cappio si sta stringendo.
Italiani siamo amministrati la strozzini europei,non contiamo più nulla!

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.01.15 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima idea. Ma come è scritto nell'articolo, tutto può essere vanificato dal comportamento delle banche che "amano" più la finanza che lo sviluppo del proprio paese. Per far sì che le banche finalmente finanziano lo sviluppo occorre far sì che esistano banche a cui è demandato il compito di raccogliere risparmio e finanziare le imprese o i privati. Deve essere assolutamente vietato che queste banche possano prestare soldi alle cosiddette società di investimento (shadow banks) che prendono in prestito i soldi a breve dei risparmiatori ed investono con leve finanziarie scandalose in titoli spesso tossici (Securities, ABs, CDO, CDS etc.) Finchè le Shadow banks potranno usare il loro "credo" (borrow short in the money market and lend long in the capital market) nessuno è interessato a finanziare l'economia reale per non parlare della continua creazione di bolle speculative.

Domenico Autiero 23.01.15 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da lex:
Modifica all’articolo 24 e 26 del Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28, in materia di meccanismi di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti previsti dai progetti di riconversione del settore bieticolo-saccarifero. Vittorio Ferraresi
^^^^^^^^^
Modifiche alla legge 14 agosto 1991, n. 281, in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo di animali. Paola Taverna
^^^^^^^^^
Modifiche all’articolo 24-bis del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, in materia di sostegno dell’occupazione nelle attività svolte da call center ed ulteriori modifiche all’artico l.

E poi dicono che non facciamo nulla.

oreste M, (:★★★★★), sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.01.15 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Proposta velleitario ed assurda. Le banche non sono ONU, perché mai dovrebbero comprare titoli che non fanno interessi? Un conto è dare regole, altro è fare ordini. Semmai manca sempre il primo provvedimento, che se ho capito bene è stato preso negli USA prima di ogni altro per evitare ulteriori rischi, e cioè: sparare le attività delle banche. Abbandonare il modello universale "tedesco" per avere banche commerciali O che fanno finanza, ma tassativamente NON le due cose insieme. In questo modo sarebbe possibile indirizzare strumenti come il QE (ma anche quelli che lo hanno preceduto) solo verso le attività economiche.

Ma invece chissà perché...

Giorgio Carpi (.g.e.o.), Magliano in Toscana Commentatore certificato 23.01.15 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se non ho reddito ( non ho lavoro un pochettino sicuro ) vado in banca a chiedere soldi ?
creiamo reddito e poi ne parliamo

daniele narduzzi 23.01.15 08:59| 
 |
Rispondi al commento

E' un'ottima proposta ma non in questa Europa e non col governo di Renzi che è colluso con banche e finanza.
L'Europa,quella dei forti,non lo permetterà mai perchè ha tutto da guadagnare dalla nostra crisi economica e dalla nostra disoccupazione.
Il QE promosso dalla Germania,pardon dalla BCE,è solo un metodo per innalzare l'inflazione vero scopo da raggiungere perchè la deflazione minaccia l'economia tedesca e nord europea ed inoltre c'è l'incertezza delle elezioni in Grecia che premierebbero una formazione non proprio allineata col diktat della Bundesbank.
Non c'è niente di buono per i paesi della periferia è solo un modo per prendere altro tempo, l'unica speranza è liberarsi dei governi nazionali a comando della finanza europea e riformare un altra Europa.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 23.01.15 08:59| 
 |
Rispondi al commento

" lo Stato risparmia miliardi in interessi e fornisce un vero sostegno ai consumi e all'economia reale"

Siamo ancora cosi´ciechi e stupidi da pensare che i soldi risparmiati vadano a finire dove dovrebbero?
Si faranno investimenti in infrastrutture che non servono a nulla, che alimentano la mafia dei fratelli, cugini e amici dei NOSTRI.

Inoltre i bassi tassi inviteranno a fare piu´debiti e nuovi soldi da sprecare.
E siccome una situazione cosi´, con cioe´il capo della BCE che produce trilioni dal nulla non puo´andare avanti in eterno, bastera´un minimo rialzo dei tassi per mandarci in bancarotta.

Riguardo poi all´inflazione, saranno poi cosi´felici coloro che hanno lo stipendio FERMO, le pensioni, FERME e coloro che non hanno ne´pensioni ne´stipendi, che il costo della vita cresca (sicuramente molto piu´del 2%)?
I sei milioni diventeranno dieci.
Ma la vogliamo finire di credere a questi buffoni?
Parlano di stimolo e intendono l´opposto.
Ed e´OVVIO che producendo un´inflazione al 25 il PIL crescera´...nominalmente, quando TUTTO il resto peggiorera´.
La borsa sale vertiginosamente e le imprese falliscono, possibile che nessuno veda che c´e´qualcosa di terribilmente distorto?

Patrizia B. 23.01.15 08:57| 
 |
Rispondi al commento

ottima proposta !

ma non avrà seguito, perché La BCE è di proprietari PRIVATI : le banche !
le banche, però fanno le banche, è nella loro indole usuraia. I capitali vanno investiti dove è più alta la remunerazione.

tutto questo per favorire la creazione di un pianeta sempre più diseguale e ingiusto, dove il potere e il denaro, allegramente a braccetto, condizioneranno l' esistenza della quasi totalità degli abitanti, resi automi e succubi di poteri e leggi, apparentemente legali, ma che di legale e democratico avranno meno di nulla.

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.01.15 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Taverna due giorni fa ha detto a Ballarò che in Italia ci sono sei milioni di cittadini in povertà assoluta. Ora se si vogliono dare 700 euro al mese a chi è privo di reddito, naturalmente con un ritorno per la collettività ci vuole una copertura finanziaria di 50 miliardi circa.
La cosa positiva è che questa quantità di denaro, ritornerebbe nelle mani della colletività quasi subito, il 22% di iva, il resto in consumi interni e quindi in nuove assunzioni. La cosa che io ritengo più importante e che i destinatari di questo reddito, dovrebbero in parte contribuire con una logica equa ad un miglioramento del nostro Paese, garantendo una manutenzione delle spiagge almeno sei mesi l'anno, nelle zone dove è d'obbligo il rimboschimento, nelle pulizie dei fondali dei fiumi, torrenti e quant'altro ed infine una accortezza speciale per i nostri beni culturali distribuiti nella nostra nazione.
Puntare sulla informatizzazione con una velocità decente e su una parte di energia rinnovabile.
Tutto questo per attrarre più turismo, e pensare al mondo che verrà insieme al pianeta in cui viviamo.

Benny S., Catania Commentatore certificato 23.01.15 08:41| 
 |
Rispondi al commento

per viviana sul post di prima


in Germania i lavoratori sono obbligati a prendere una assicurazione sul lavoro ed il datore contribuisce pure...

in Italia no! In Italia esiste la cassa integrazione finanziata per la maggior parte dal Governo..

I tedeschi quando diventano disoccupati si appoggiano a questa assicurazione...

per quanto riguarda il Governo Tedesco contribuiscono ben poco alla disoccupazione...percio non è un costo significativo del Governo.

includo la traduzione, scendi giu per la Germania

http://bit.ly/1yLPf6Z


TUTTO questo finirà prima o poi solo quando milioni di persone diventeranno più consapevoli di tutto quello che accade.

pescatore pesca Commentatore certificato 23.01.15 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante
ma tenere così' poco il reddito di cittadinanza e cambiare argomento dopo soli 97 euro è un vero delitto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 23.01.15 08:25| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori