Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#SplitPayment: la norma del governo che uccide le imprese, di Barbara Lezzi

  • 37

New Twitter Gallery

split_lezzi.jpg

"Dopo averle già mazzolate ben bene, il governo Renzi sferra un altro attacco contro le aziende italiane. Questa volta parliamo di Iva: la norma in questione si chiama 'Split payment', letteralmente 'spacca il pagamento', anche se in realtà ad essere spaccate sono le gambe delle nostre imprese, grandi e piccole.
La norma, inserita alla chetichella nella legge di Stabilità licenziata a poche ore dal Natale, prevede che da quest'anno le Pubbliche Amministrazioni non paghino più alle aziende l'Iva sulle fatture ricevute per forniture di beni e servizi, ma che la versino direttamente all'erario.
Facciamo l'esempio di un'azienda che fattura 10 milioni di euro nei confronti della P.A.: fino a ieri questa azienda avrebbe regolarmente incassato i 2 milioni e 200 mila euro di Iva, che sarebbero andati a reintegrare l'Iva che l'azienda paga, a sua volta, ai suoi fornitori. Ora invece, l'azienda dovrà comunque continuare a pagare l'Iva ai suoi fornitori, senza però vedersi pagata quella che gli spetta dalla Pubblica Amministrazione.
In sostanza, lo Stato si è fatto una norma su misura per poter avere sempre liquidità nelle proprie casse a spese delle imprese. Queste, con i tempi biblici previsti per i rimborsi, con gli intoppi burocratici e con i decreti attuativi della norma ancora mancanti, si ritroveranno nei guai: riusciranno a pagare fornitori, tasse e buste paga dei dipendenti? Crediamo proprio di no.
Questa incredibile e paradossale situazione andrà a pesare soprattutto sulle spalle delle piccole imprese, già sofferenti a causa dell'impossibilità di accedere ai crediti bancari.
Durante la Legge di stabilità il Movimento 5 Stelle si è opposto con tutte le sue forze a questa norma, osteggiata anche dall'Europa. Ora torniamo a chiedere per l'ennesima volta a Renzi di fermare lo 'split payment', che rischia di mettere definitivamente in ginocchio le nostre imprese." Barbara Lezzi

25 Gen 2015, 12:00 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 37


Tags: Barbara Lezzi, crediti PA, impresa, iva, PA, Padoan, piccolo imprenditore, pmi, Renzi, Renzie, Split Payment

Commenti

 

È con questo oggi le ho sentite tutte, hahahaha questo decreto è nella legge di stabilita da ottobre, e le capre del movimento lo leggono adesso...... Annamo proprio bene......ma dico io leggere no???? Invece di scrivere fesserie......alla chetichella ma...... E chi ci può credere solo chi legge sto blog..... Magnifici......hahahaha

Giuseppe amoroso 26.01.15 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allibito nel leggere certi commenti di analfabeti finanziari. Questa legge taglia definitivamente le gambe a tutte le aziende che lavorano con la P.A. Queste aziende non incasseranno piu l iva dalla P.A, ma dovranno comunque corrisponderla ai loro fornitori, con un enorme squilibrio finanziario, dal quale rientreranno forse dopo anni. L iva e neutra per le aziende a livello contabile, non certo a livello finanziario. Le aziende scaricheranno i mancati incassi sui loro fornitori, che a loro volta scaricheranno sui loro fornitori, e alla fine il costo sara scaricato su dipendenti che perderanno il lavoro, e il circolo vizioso non ha fine. Solo l italia poteva fare una legge simile, e nessuno ne da notizia. Ho letto addirittura che agevola le imprese, ma andate a scuola, elementare intanto.

claudio p. 26.01.15 21:14| 
 |
Rispondi al commento

ennesimo colpo alle piccole e medie imprese dopo il reverse charge e dopo la stretta creditizia che ha colpito le piccole e medie imprese lasciando campo alle grandi imprese che hanno tutti gli strumenti e gli aiuti per crescere e arricchirsi. Per ricominciare occorre partire dalle piccole e medie imprese specie quelle che lavorano sul territorio, sul vero made in Italy. La stessa politica europea deve tutelare le piccole e medie imprese ed la produzione europea altrimenti banche e multinazionali faranno fuori tutti, piccole e medie imprese e lavoratori. Rimarranno solo pochi ricchissimi e tutti gli altri a far da servi.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 26.01.15 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.

Se come rivenditore acquisto un articolo dal distributore , pago imposta e imponibile.

Se margino un 20%, e quando vado a rivendere l'articolo alla p.a. lo stato si trattiene il 22% di iva, l'azienda da cosa campa?

L'iva che devo versare dovrebbe essere la differenza tra l'iva pagata al distributore e l'iva incassata dalla p.a. o no.

Bruno p. 26.01.15 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Strangolati gli italiani mentre cinesi e cingalesinon pagano tasse per 5 anni!! ...Cosa possiamo fare?

Virginia Scimone 26.01.15 11:03| 
 |
Rispondi al commento

A dire il vero saranno le.stesse pmi che beneficeranno dello split perchè non tutte operano con iva di cassa ma di competenza. Considerando che la pubbl amminis paga con un ritardo minimo di 3 mesi, la piccola ditta non dovrà versare iva a debito non incassata, ma utilizzerà in compensazione nelle successive liquidazioni l'iva a credito. Meditate gente.

antonello cassone 26.01.15 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma va bene così!
Tanto le imprese che lavorano con la PA e vengono pagate sono quelle dei loro amici e parenti!

Le altre devono ben imparare a non lavorare con la PA.

il popolo ha i governanti che riesce a sopportare.

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.01.15 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa signora Lezzi è veramente tosta, fatela parlare più possibile che azzittisce tutti!

Andrea 26.01.15 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Bella furbata, quella del governo, "io mi trattengo l'importo dell'IVA, così ho un prezzo finale ridotto"
Và letteralmente modificata se non cancellata, questa regola ad personam (pardon Stato).
La P.A. deve essere UGUALE ad ogni altro cittadino, non diversa!

Pietro M., Villarfocchiardo Commentatore certificato 26.01.15 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra un post penoso e carente, anche le PMI sono soggette al reverse charge (pagano l'IVA daovuta dai loro fornitori) per cui quello che non prendono da una parte non lo versano dall'altra. Se voi siete gli esperti di economia stiamo freschi.

Sergio B 26.01.15 07:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magari lo stato non pagasse solo il 22% dell Iva . Purtroppo non paga neppure il prezzo

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 26.01.15 02:38| 
 |
Rispondi al commento

Frottolo, quello di shish the word, avrebbe vergato lo split payment? Non ci credo manco se lo vedo. Quell'incapace, quel decerebrato, mr supercazzola prematurata con scappellamento al kaimano è il primate dell'inutilitá. È solo un buco con frottolo intorno, cioè il nulla condito di niente.

Cuono F., Londra Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 26.01.15 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Altro che "pagheremo le aziende con crediti dalla pubblica amministrazioni", lo Stato ruberà l'IVA che dovrebbe restituire con la speranza che in futuro la restituisca.. o Renzie vuol vietare l'algebra x decreto o ci vuol fregare con le parole... Governo LARDO

Giuseppe AINO, Milano Commentatore certificato 25.01.15 23:49| 
 |
Rispondi al commento

L'ennesima norma che servirà a far girare l'economia........si si un bel doppio salto mortale...all'indietro però.

Dario Giovanni Giussani Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.01.15 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Al posto di queste aziende io non offrirei più i miei servizi ad ogni richiesta da parte dello stato. Quando tempo durerà senza servizi?

Rosario De Siena 25.01.15 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Un numero incalcolabile di piccole medie aziende italiane sono sul filo del tracollo. Solo l'attaccamento al lavoro stimolato principalmente dall'esigenza di sopravvivenza spinge una moltitudine di lavoratori a risparmiare in ogni dove per riuscire a mantenere i figli come stanno facendo molti zingari o immigrati.
Molte aziende hanno macchinari vetusti che non sono più in uso neanche in India da almeno 30 anni e non hanno possibilità di rinnovarli perché i margini di guadagno del lavoro sono ridotti all'osso quando non in rosso.
La ripresa è una pura chimera ed anche se la Cina andrà verso una sorta di stallo produttivo a causa della saturazione di inquinanti nell'atmosfera, l'Italia non avrà comunque i mezzi per reagire. Alla base del disastro nazionale è la corruzione intimamente connessa con la burocrazia che unite tra loro occludono il passo verso il rinnovamento del lavoro e quindi della redditività connessa.
In questo spregevole scenario anche gli attuali benestanti inizieranno a respirare un'atmosfera di declino e non troveranno più risorse per saziare la loro necessità di denari e potere come fu in passato.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 25.01.15 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Le PMI non lavoreranno più per lo Stato, vedrete ci sarà da ridere.

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.01.15 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Il parolaio si vanta di essere "il rottamatore"
ma non capisce che il suo governo x restare a galla a tutti i costi romperà le ossa agli italiani

saluti ai monelli del blog

old dog 25.01.15 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi che cosa ci state a fare in parlamento? a scaldare le sedie? negli anni 70 un partitucolo che aveva il 4% approdo' in parlamento e cambio' l'italia e aveva contro gente del calibro di andreotti e il vaticano. capirono che l'informazione era fondamentale e realizzarono una radio privata che esiste tutt'ora e fa milioni di ascolti. Voi che fate?avete oltre il 20% e non fate nulla ! sbraitate , fate le vergini offese e basta. La norma sull'iva potreste fare un polverone enorme e invece niente . Gli studi di settore che sono la causa principale della chiusura delle ditte ... niente. I contributi inps pazzeschi anche se non guadagni .... nulla e potrei continuare all'infinito . Fate un sacco di rumore sull'uscita dall'euro che e' una minchiata pazzesca ma solo per carpire la fiducia di qualche ignorante (e ce ne sono parecchi in italia) . Mi dispiace , vi ho votato con la mia famiglia interrompendo un digiuno di 25 anni, credendo in voi come i nuovi radicali ma il mio voto non lo avrete piu'

angelo 25.01.15 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardiamo anche da un altro punto di vista: la cosa (non la riscrivo in inglese perchè non ne sarei capace) dovrebbe servire per risparmiare quache miliardo alla P.A.(inutile pagare l'IVA che poi dovrebbe ritornare allo Stato)...con i soldi risparmiati si dovrebbe riuscire a pagare tutte le P.M.I. che aspettano da anni di essere remunerate del lavoro svolto....vista così, potrebbe essere anche una bella mossa....ma sarà proprio così...o sarà per FREGARE ancora una volta gl'italiani???

giorgio l., verona Commentatore certificato 25.01.15 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brava!!
Domanda agli italiani: dormito bene ultimamente?

giorgio peruffo Commentatore certificato 25.01.15 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a quel 40% che ha votato PD alle europee,mi raccomando continuate a votarli,ma poi non vi lamentate...forza m5s...;)

Handy ranaldi 25.01.15 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci obbliga a fornire ancora la Publica Amministrazione? Loro? E allora aumentiamo il listino prezzi del 30% vediamo chi ci rimette.....

Antonio gilesi 25.01.15 13:28| 
 |
Rispondi al commento

La norma mi sembra dettata da una disperazione nel trovare liquidi .

Non e vero che i piccoli imprenditori non fanno nulla : chiudono, vanno altrove, non tutti chiudono per fallimento , e' l'atmosfera che non e' piu compatibile con l'impresa familiare o piccola .

La facilitazione di Draghi , insufficiente, in alcuni casi potrebbe finanziare operazioni di consolidamento degli affidamenti ai fini di riduzione delle attivita' .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 25.01.15 13:20| 
 |
Rispondi al commento

RENZI VUOLE UCCIDERE LE PMI,FERMIAMOLO

alvise fossa 25.01.15 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma caro Beppe diciamoci con kiarezza le cose come stanno questi farabutti ke oramai hnno portato lo stato alla bancarotta fraudolenta devono purtroppo attingere da qualke parte x pagarsi i propri privilegi le pensioni d'oro dei parenti e sono costretti a portare ilbpopolo sempre piu giu.Ma la rivolta e'vicina.Un saluto

toni fusillo 25.01.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S sei l'unica voce delle pmi!

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 25.01.15 13:09| 
 |
Rispondi al commento

BUFFONE, ma smettila di usare termini in inglese che nessuno capisce,( neanche tu), ma servono a te per IN*ULARE meglio i cittadini. E voi, cari piccoli imprenditori che credete ancora "alla B".befana, non vi lamentate, nelle varie interviste vi siete lamentati dei 5***** e allora "attaccatevi al tram". Avete contestato il fatto che i 5*****, in un anno non hanno fatto niente. A parte il fatto che hanno fatto molto, specialmente per voi, stando all'opposizione, ma che ha fatto il governo, che anche voi avete votato, altrimenti, col cazxo che sarebbe arrivato al 40,8%?. BEN VI STA, la prossima volta informatevi. SONO TALMENTE INCAZZATA CHE NON SOPPORTO PIÙ NESSUNO, PERCHÉ VENGONO IN*ULATI DA 40 E, ANCORA NON HANNO IMPARATO! EKKEKAZZO!!!!!!!!!

alfonsina p. Commentatore certificato 25.01.15 12:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ogni piega è buona per succhiare liquidità agli italiani che come un gregge di capre bela bela ma poi riabbassa il collo e continua a brucare in cerca di altra liquidità che oramai scarseggia come l'erba sulle montagne brulle.
Grazie a voi ragazzi che almeno queste cose le denunciate e le combattete.
X barbara : complimenti per il tuo intervento dalla gruber hai zittito quella capra del taddei che ripeteva i suoi mantra proeuro senza se e senza ma, alla fine non ha trovato altro argomento che offenderti dandoti della maleducata.
CONTINUATE COSÌ SENZA MAI FARVI INNERVOSIRE MA CON IL SORRISO SULLA BOCCA E' QUESTO CHE LI MANDA IN BESTIA

Michele L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.01.15 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Spariranno le piccole imprese a vantaggio delle medie e delle grandi che potranno attendere il rimborso dell'IVA perché troveranno aperti i rubinetti del credito. Sarà un boomerang per i piccoli appalti a cui non si troverà alcun partecipante.

Giusy Romano Commentatore certificato 25.01.15 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori