Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

104 mila aziende hanno chiuso i battenti nel 2014

  • 9

New Twitter Gallery

fallimenti_record.jpg

"Nell'ultimo anno sono 104 mila le aziende che hanno chiuso i battenti in Italia tra fallimenti, procedure concorsuali non fallimentari e liquidazioni volontarie. Un dato che segna un'inversione di tendenza (-3,5%) rispetto al valore massimo del 2013. E' quanto emerge da uno studio condotto da Cerved nell'Osservatorio su fallimenti, procedure e chiusure di imprese, secondo il quale dall'inizio della crisi nel 2008, sono fallite più di 82 mila imprese dove lavoravano circa 1 milione di addetti. La serie storica dei dati mostra come i costi occupazionali siano stati elevatissimi, fino a raggiungere il picco nel 2013 quando 176 mila lavoratori hanno perso il posto di lavoro. Il dato 2014 è in miglioramento rispetto allo scorso anno (175 mila posti, -0,5%) in quanto si è ridotta la dimensione media delle imprese che hanno portato i libri in tribunale. I posti di lavoro persi sono comunque più che raddoppiati rispetto al 2008: un incremento percentuale del 136%. A livello geografico, l'area più colpita nel 2014 è il nord ovest, con oltre un terzo di impieghi persi, circa 59 mila (314 mila tra 2008 e 2014), di cui ben 40 mila solo in Lombardia (220 mila). Dal punto di vista settoriale, le aziende del terziario sono quelle più coinvolte, con 29 mila posti persi nei servizi non finanziari e 27 mila nella distribuzione. In ambito manifatturiero, colpisce il caso del sistema moda dove l'emorragia occupazionale ha toccato i 9 mila posti di lavoro.." Leggi l'articolo integrale da MilanoFinanza

17 Feb 2015, 11:28 | Scrivi | Commenti (9) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 9


Tags: aziende fallite, crisi, disoccupazione, fallimenti, fallimenti aziende, PMI

Commenti

 

Dal conto mancano quelle che sono ancora formalmente in piedi in attesa di chiusura e , per motivi tecnici senza crediti o debiti .

Il problema e' veramente cornuto:
se torniamo alla lira facciamo il favore a mafie private e di stato .
se restiamo nell euro chiudono tutti tranne chi lavora per la p. a. o esporta.

I prezzi al supermercato continuano a scendere ( in media) .
I piccoli negozi pero chiudono , anche negozi piccoli di grandi catene vengono declassati o chiusi .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 18.02.15 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Quante altre aziende chiuderanno ?
Quanti altri imprenditori si toglieranno la vita ?
A questi non gliene frega niente.!!!!!!!!
E allora ? Che si fa? Rimaniamo ad ascoltarli anche domani ? Deve partire una reazione forte più forte delle loro chiacchiere

antonio aversa 18.02.15 02:54| 
 |
Rispondi al commento

E il PIFFERAIO MAGICO DI RIGNANO (il bombolo), dice
che i posti dilavoro nel 1014 sono aumentati!
Mafari si è sognato o ci prende per i fondelli come al solito...e tutti ci credono (i suoi scagnozzi paurosi di perdere la poltrona)!
GLI ELETTI AL POPOLO E NON ALLE SEGRETERIE !!!!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 17.02.15 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Io le buone parole per commentare la situazione italiana le ho finite....
Ma quel bastardo di governo si sta rendendo conto di quello che sta accadendo ?????.
Ma certo : Stanno dissanguando il popolo in attesa del 2018 dopodiché finito il mandato si arrangi il prossimo governo.
Signori miei sono anni ed anni che si ripete la stessa storia.
VIA I VITALIZI, VIA LE PENSIONI D'ORO E VIA TUTTI I PRIVILEGI A QUEL BRANCO DI LADRONI CHE CI GOVERNA E CHE CI HA GOVERNATI.
QUANTO DOBBIAMO ASPETTARE ANCORA PRIMA CHE TOLGANO I VITALIZI??????.
BRANCO DI BASTARDI.

vaffan.... 17.02.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento

O USCIAMO DALL'EURO O ANDREMO SEMPèRE DI PIU' A PICCO

alvise fossa 17.02.15 14:26| 
 |
Rispondi al commento

un paese con i palitici pronti a maettersi a pecorina una volta davanti ai tedeschi, l'altra volta davanti agli usa e getta, l'altra volta ai francesi ecc, ecc, ecc.....


Non si può piacere a tutti ma ci si può piacere per noi stessi!

Adesso abbiamo un italia che a furia di picere a questo e quello straniero non piace più agli italiani.


Mi ricorda tanto la storiella di quella zitella che a forza di voler piacere a tutti è rimata senza marito.

bassibruno 17.02.15 13:38| 
 |
Rispondi al commento

E come mai non è scoppiato l'assalto al parlamento?

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.02.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Alla Casta Politica,soprattutto ai padroni dell'Italia non glie ne frega niente se le aziende Chiudono,anzi è proprio quello che volevano per favorire le multinazionali,aziende americanizzate/Cinesi con mamma Fiat da capofila,quelle Pubbliche miste con Altitalia/Eni capofila.La politica serve solo per fare gli affari di famiglia,dopo aver eseguito gli ordini ricevuti.Meglio una vera guerra subito che non al prolungamento dell'Agonia sotto la tortura di subire gli spettacoli recitati dalle Marionette politiche al soldo dei padroni del Mondo "America,Inghilterra,Israele"!Tsipras e il suo governo hanno la possibilità di liberarsi dalle Catene del Diavolo che ha incancrenito il Pianeta Terra con la Malapolitica,perciò potrà salvare la Grecia e il suo popolo,solo se esce dalla tirannia della Globalizzazione e dalla sudditanza delle Piramidi del potere ONU-FMI-BCE-UE-NATO-TPI.Sarà dura,però senza la potenza del Diavolo che acceca le coscienze umane e rende come zombi l'essere umano tramite il lavaggio del cervello con l'informazione pilotata,il popolo ritornerà libero e potrà trovare la giusta soluzione per uscire dalle fogne dove era stato trascinato.Assolutamente non deve copiare la finta sinistra e finta destra italiana per non finire nelle trappole delle Sirene Incantatrici e fare come Ulisse.Per pietà,basta con questi spettacoli incantatori,anche gli imbecilli hanno capito che l'Italia è una Colonia Americana/Inglese e i vari governi eseguono solo gli ordini ricevuti e si fanno gli affari di famiglia,per questo i Ministri Difesa-Interno-Esteri-Finanze-Propaganda sono sempre scelti tra i fidati Discepoli del vero Dio,quindi non potranno mai fare gli interessi del Popolo italiano e della ex Nazione.L'Italia non riuscirà mai a liberarsi dalle Catene del Diavolo della finta sinistra e finta destra!

agostino nigretti 17.02.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono numeri spaventosi. Dire poi che è diminuita la percentuale di fallimenti rispetto lo scorso anno, è assurdità pura. Va da sè, che se ho una platea di 100 mila aziende, se falliscono in 20, avrò una percentuale del 20%. Ma ne rimangono 80, ed è ovvio che o prima o dopo si abbia una inversione di tendenza. Pirro insegna.

I risultati sono disastrosi. Ma la super ricetta renziana è: scontrino digitale, tassa sui contanti, 730 precompilato... questo farà impennare l'economia!!!

Abbiamo oltrepassato il punto di non ritorno.

E ci si chiede come mai, con risultati simili, questi siano ancora lì a fare disastri su disastri. Irrimediabili ormai...

Per piddini, comunisti vari e sindacati: lo capiamo che le imprese (PMI) e partite iva sono il motore dell'economia e non la solita vacca da mungere?

Gian A Commentatore certificato 17.02.15 12:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori