Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dopo Tsipras c'è solo Alba Dorata

  • 31

New Twitter Gallery

albadorata_grecia.jpg

"Come al solito, le clausole scritte in piccolo di ogni "patto" europeo vengono rivelate non solo dopo l’accordo, ma dopo che il mercato USA è stato chiuso. E così, per tutti quelli che aspettavano la vera ultima battuta, eccola qui - è anche la ragione per la quale la Grecia aspetta fino a lunedì prima di rivelare la lista delle "riforme" che dovrà intraprendere:
"Ci troveremo nei guai se la prossima settimana i creditori non accetteranno le riforme della Grecia", ha detto il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis. "Se la nostra lista di riforme non viene appoggiata dalle istituzioni, l’accordo è morto e sepolto".
Che brutta cosa. Ma... "Ma non verrà rigettato dalle istituzioni".
Per il suo bene speriamo che abbia ragione nel predire che la Troika, scusate... "le Istituzioni" lo appoggeranno. Perché è esattamente ciò che Schauble intendeva quando diceva che "i greci avranno certamente delle difficoltà a spiegare l’accordo al loro elettorato": alle condizioni a cui la Troika lo ha approvato, il governo Tsipras dovrà ora fare marcia indietro praticamente su tutte le promesse che ha fatto al popolo greco - promesse che secondo alcune stime ammontavano a oltre 20 miliardi di euro di spesa aggiuntiva - oppure la Troika, scusate, le Istituzioni, manderanno in pezzi l’intero accordo e il Grexit può avere inizio.
E qui finisce l’ultima riga.
E' anche il motivo per il quale Schauble è tutto compiaciuto: ha dato al governo greco quel tanto di corda che gli basta per impiccarsi. D’altra parte, se e quando il governo Tsipras verrà cacciato, dopo che l’euforia greca si sarà trasformata in disgusto e disillusione, davvero la Germania avrà tutta questa voglia di fare i negoziati con Alba Dorata?" ZeroHedge - traduzione a cura di Vocidallestero

23 Feb 2015, 12:01 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 31


Tags: Alba Dorata, crisi, euro, Germania, Grecia, Merkel, Schauble, Syriza, Tsipras, Zerohedge

Commenti

 

meglio un fine orribile che orrori senza fine.

angelo 24.02.15 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Tutta la nostra Civiltà
Tutta la nostra Cultura
Tutta la nostra Società
Oramai quello che emerge sono solo comportamenti vili abbietti
comportamenti falsi ipocriti cinici
comportamenti egoisti avidità sordidà lordura
I peggiori comportamenti dove non c'è quel Sentimento Internazionale che ci deve guidare.
Dove non ci sono i cervelli a guidare la Nazione.
Ma solo dei crettini patentati.
Che la Comunità Internazionale fa bene a trattare come crettini.

Giovanni Tola, Sassari Commentatore certificato 24.02.15 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras sta prendendo tempo perché la Troika l'ha preso per il collo senza lasciargliene. Ma i patti si fanno e si disfano. Le riforme si scrivono e poi si dimenticano (vedi Italia). Non si può giudicare una partita di scacchi alla prima mossa, avete in mente il matto col sacrificio? Tu offri un pezzo e tre mosse dopo vinci. Chi vuole discreditare Tsipras prima della partita? Ci si mette anche il M5S a sputare sul nuovo entrato come hanno fatto con loro? Non dimentichiamo che discreditando Tsipras, il M5S discredita l'idea che si possa cambiare e quindi anche sé stesso. I greci non sono rinomati per essere dei fanfaroni, sarebbe opportuno aspettare prima di giudicare.

Valerio Ortelli 24.02.15 10:22| 
 |
Rispondi al commento

E non ci dimentichiamo mai che il Fondo Monetario Nazionale sede a Washington e'in mano agli Stati uniti.
Dunque quando si parla di Troika si parla di Banche europee e Americane.
Ecco qui il bel progetto dell'Europa unita.
Che Dio ci salvi !

Lara 24.02.15 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo dire che le promesse fatte da Tsipras in campagna elettorale erano un po' eccessive? Tutte giustissime per carita', in linea con l'orientamento marxista-keinesiano di Varoufakis, che personalmente condivido. Ma trovare 20 miliardi di euro da spendere per una Grecia indebitata fino al collo e' irrealistico.
La Grecia deve capire che non puo' vivere solo di turismo, pubblico impiego e agricoltura. Ha bisogno di produrre beni industriali, di creare una rete di piccole e medie imprese per soddisdare il mercato interno altrimenti l'aumento della spesa dei cittadini se ne va tutta in importazioni, in squilibrio della bilancia commerciale e in aumento del debito pubblico. A una crisi da offerta si risponde aumentando l'offerta, non la domanda.
Ci sono certamente squilibri sociali eccessivi da sanare, sacche di poverta' insopportabili, ma i soldi vanno trovati nelle tasche dei greci ricchi, quelli che evadono le imposte e portano il denaro all'estero.
Per inciso, non e' che la situazione italiana sia molto migliore con i nostri sei milioni di cittadini sotto la soglia di poverta'. Sarebbe quantomeno paradossale che noi non riusciamo a fare il reddito di cittadinanza perche' mancherebbero i soldi e poi li diamo ai greci perche' lo facciano loro a spese nostre.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.02.15 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come avevo previsto mister "la Grecia,la salvo io" è diventato "Renzie 2 la vendetta".Mi chiedo solo chi ci sia sotto,davvero è solo la Merkel,che ha tutte le sue colpe o ,qualcuno al di sopra della signora esiste e si chiama "L'Innominato" o L'Innominabile",peccato che i tempi storici dei "Promessi Sposi" siano terminati,anche se la peste esiste ancora non come malattia ma, come politica Troika,chi ha orecchie per intendere intenda.Come testo, come cultura è immortale.Michela Pruna

Michela Pruna, Borgo S.Dalmazzo Commentatore certificato 24.02.15 02:24| 
 |
Rispondi al commento

Ormai la Grecia, insieme all'Italia, è una colonia del 4° Reich (la Germania).
Il nostro bulletto di Rignano (Renzie) fa tanto il gradasso
con la povera gente, ma davanti alla culona inchiavabile (Merkel) si caga sotto e scatta sugli attenti. Spero tanto che qualcuno gli spacchi le corna a sto' pagliaccio!

AngeloS. 24.02.15 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Alba Dorata alla fine sono i più onesti:
son destroidi e te lo dicono senza peli sulla lingua (al contrario di tsipras che è un europeista e nello stesso tempo ti promette grandi rivoluzioni che non ha la minima intenzione di fare).

I greci si sono illusi da soli perchè hanno creduto a un pirla europeista troikista che gli ha detto esattamente quello che volevano sentirsi dire.
Chi è causa del suo mal pianga sè stesso.
E i greci che continuano testardamente a votare pro europa adesso devono piangere.

Dopo Tsipras non ci sarà alba dorata e se ci fosse durerebbe 3 settimane e poi arriverebbe subito un bel colpo di stato euronazista (nazisti quelli addestrati dai servizi) come in ucraina:
prima di Tsipras c'era la troika, con Tsipras ci sono le Istituzioni figle di troika e dopo ci saranno le onorevoli beate e illuminate nipotine di troika.
Un popolo che continua a osannare la sua schiavitù dell'euro e dell'europa non merita molto di meglio.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.02.15 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....caro Beppe io ti ammiro tantissimo da premettere....se domani succedesse a noi quello che succede adesso in Grecia con i 5STELLE al governo, quale sarebbe la tua mossa ? ti piegherebbero come il primo ministro greco o andresti avanti senza scendere a compromessi con la TROIKA ?...insomma come ne usciremmo e come ne uscirà la grecia ...

dore antonio raimondo 23.02.15 19:30| 
 |
Rispondi al commento

LA GRECIA E' CON L'ACQUA ALLA GIOLA,O ESCE DALL'EURO O E' FREGATA PER SEMPRE

alvise fossa 23.02.15 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Ormai la Grecia, insieme all'Italia, è una colonia del 4° Reich (la Germania). Il nostro bulletto di (Renzie)Rignanonto il gradasso congradassoa povera gente, ma davanti alla culona inchiavabile (Merkel) si caga sotto e scatta sugli attenti. Spero tanto che qualcuno gli spacchi le corna a sto' pagliaccio!

AngeloS. 23.02.15 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo gli eletti qui non capitano mai, ma una domanda da sempre mi perseguita:
se mai il movimento - per assurdo - andasse al governo, chi sceglierebbe come ministro dell'economia? (visto che non c'e' nemmeno un responsabile economico?)

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.02.15 16:12| 
 |
Rispondi al commento

L'opinione di jacques sapir

...
"Prepararsi a uscire dall’Euro.

Meglio usare questi quattro mesi ottenuti a forza di dure lotte per preparare l’inevitabile, cioè un’uscita dall’euro. Qualunque sia la strategia negoziale della Grecia, e quella progettata dal suo ministro delle Finanze Yanis Varoufakis è eccellente, dobbiamo interrogarci sullo scopo di questa trattativa. In realtà, la Grecia non può ottenere delle cose che sono, nel contesto politico attuale, contraddittorie. Non può liberarsi dal debito (almeno in parte) e mantenere l’Euro. Il paradosso sta nel fatto che un’uscita della Grecia dalla zona euro, per gli effetti che produrrà, metterà fine abbastanza rapidamente sia all’euro che alla politica tedesca dell’austerità. Ma, per ottenere questo, la Grecia deve uscire dall’euro.

Ha quattro mesi di tempo per prepararsi, per convincere la gente che un tale esito è inevitabile, e che in realtà questo risultato sarà un progresso. E’ probabile che questo comporti anche di cambiare il Ministro delle Finanze. Non che Yanis Varoufakis sia indegno, ben lungi da ciò. Ma si dovrà pure scoprire le carte e fare in modo che la nuova strategia della Grecia venga presa sul serio. La nomina di uomini e donne noti per le loro opinioni negative sull’euro sarebbe un segnale forte che ci si sta preparando a uno scontro, organizzandosi al meglio."

http://vocidallestero.it/2015/02/22/sapir-laccordo-grecia-eurogruppo/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.02.15 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Di Battista, premetto che hai tutta la mia ammirazione e considerazione, forse però bisogna aspettare un pò, non penso di il leader Greco sia così sprovveduto o in malafede, magari è un bel furbetto che vuole solo prendere tempo in attesa di una qualche mossa.

Se si unissero il M5*, Tsipras Greca, Podemos in Spagna, forse si potrebbe davvero contare qualche cosa.
Temo che sia però impossibile uno sforzo comune dei tre, anche questo potrebbe essere un bel sogno.

Grillo da soli non ce la possiamo fare , forse se con un atto di umiltà comune si giungesse ad un accordo , potremmo ridare una speranza questa volta all'interno dell'Europa.
Questa Casta Europea bisogna combatterla all'interno dell'Europa, uniamo i nostri interessi a quelli dei Greci e degli Spagnoli.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.02.15 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il nuovo Governo Greco piegherà la testa ai voleri della Troika sarà UFFICIALE che la volontà degli elettori è ormai completamente IGNORATA e calpestata dalla dittatura di Banche e Multinazionali coperte da media compiacenti che fanno di tutto per nasconderci l'unica realtà ormai chiara:
nel Nuovo Medioevo della Troika le elezioni non hanno più alcun valore reale.
Siamo ufficialmente in dittatura, sudditi di banche e multinazionali.

Se esistesse una stampa libera almeno la gravità della situazione attuale verrebbe denunciata.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.02.15 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che i Grandi Maestri Burattinai siano così cinici da far recitare le loro Marionette in spettacoli da circo per governare le Colonie dei padroni del mondo?Visto che la Globalizzazione è realtà e Dio non esiste,perché non ufficializzano la UE colonia Americana & Inglese come il 51'esimo Stato Americano?Perciò basta con questi spettacoli e facciano subito la guerra contro la Russia visto che non vuole sottomettersi,la smettano di divertirsi facendo crepare il popolino pecorone,tanto crepano solo i più bravi,quindi è meglio subito una vera guerra.Non si sono divertiti abbastanza in questi 25 anni di teatrini per fare la Globalizzazione?Il loro mostro Isis è cresciuto e prolificato,quindi hanno il motivo valido per governare direttamente le loro Colonie,basta spettacoli,i quali fanno la differenza dei forni Hilteriani di far morire le persone di Malapolitica al posto che farla morire nei formi,però è sempre sofferenza e morte con l'aggravante di subire gli spettacoli del terrorismo,taglia gola,bruciati vivi,bambini che si fanno esplodere per far leva sul vittimismo spietato per impaurire i creduloni pecoroni.Anche i deficienti mentali hanno capito che è solo questione di denaro e potere,dove i credo e gli idealisti sono considerati come la Carta igienica per pulire il marciume.

Agostino Nigretti 23.02.15 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Le famose banche, che ci hanno rubato la sovranità nazionale,e ci hanno dato in cambio sto schifo di euro, che ci sta portando tutti alla rovina e schiavitù. Faranno di tutto per demolire qualsiasi tentativo di ribellione per uscirne fuori.solo il popolo arrabbiato ha la forza di farlo. Ma dobbiamo scattare tutti insieme e allo stesso tempo è farli fuori, una buona volta e per sempre....!. Il povero tsipras , si può considerare già sconfitto!. Ci mancano i coglioni no quadrati, ma ottagonale, per spaventare la Bce Bank di Draghi, e compagni....!.

rino vultaggio 23.02.15 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Allora è come se ci fosse già! Scommettiamo?

franco p., catanzaro Commentatore certificato 23.02.15 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Questo leader greco non ha le palle o magari eun'invenzione della troika. L'ho sempre pensato tanto che sto per vincere 1000 euro per una scommessa fatta qualche settimana fa con dei grulli che credevano che tzipras avrebbe rappresentato il nuovo che avanza.... poveri greci. Gli auguro di fare una vera rivoluzione e di prendere schiaffi quel venduto. Se poi dovessi sbagliare io sarò felice di prendere un calcio nel culo.

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.02.15 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S deve chiedere subito l'attuazione del MMT e' una legge tra le piu votate del blog, in caso contrariola fine e' vicina anche per noi!!

LIDIA DI MILLO, Foggia Commentatore certificato 23.02.15 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras ha promesso quello che non poteva mantenere e cosi´, l´unica soluzione, che peraltro la maggior parte di chi l´ha eletto non vuole, sarebbe uscire dall´eurozona.
La situazione sarebbe molto diversa se avesse avuto l´appoggio di Spagna e Italia.
Ma il piu´acerrimo oppositore ai greci non e´stato Scheuble, come si dice, ma il ministro delle finanze spagnolo.
Infatti una vittoria o pseudo vittoria di Tsipras avrebbe significato una sicura vittoria di Podemos in Spagna e magari M5S in Italia.
E siccome i nostri politici non sono li´per fare gli interessi dei cittadini, ma il loro personale interesse (essere rieletti) l´esito e´scontato.
Non aspettiamoci nulla non solo dalla Troika, ma sopratutto dal PD.
E´meglio un paese in ginocchio che un paese in mano all´opposizione.

Patrizia B. 23.02.15 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Infatti Tsipras si sta' rivelando un cavallo di TROIKA, la storia si ripete a parti invertite, poveri Greci,e prossimamente poveri noi...

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.02.15 13:22| 
 |
Rispondi al commento

beh i tedeschi si troveranno a loro agio con alba d'orata , tra nazisti si capirebbero subito .....

fabio bagnoli 23.02.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è nulla da inventare...
Dopo le rivuluzione venne la restaurazione.
Alle porte della nostra cività c'è una giovine Italia?

Maurizio L (attivista_dal_2005&meetupper), Caserta Commentatore certificato 23.02.15 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Bhe e' andata secondo le aspettative (anche perche' il programma di tsipras non contemplava il ritorno alla sovranita' nazionale - unica arma di ricatto e unica possibilita' anche se con molte criticita' visto il suo debito estero - di uscire dal vincolante pantano ordoliberista)
Per approfondire

http://icebergfinanza.finanza.com/2015/02/23/grecia-la-caduta-di-atene/#comments

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.02.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Che Tzipras si sarebbe rivelato un bluff per tenere al basto i greci era cosa risaputa. Se fosse stato verament eun partito "contro" mai avrebbe accettato di "prestare" il Brand per la bieca oeprazione italiana alle scorse europee candidando e facendo eleggere, sotto quel brand, figure ignobili e autentici agenti al servizio del Bildberg group, della troika e della Banca mondiale. Gentaglia impresentabile come Spinelli, Casarini et similia non avrebbe dovuto trovcare albergo sotto quell'insegna. invece così non è stato, perchè la lista Tzipras al di là di qualche slogan compassato e annuncio roboante per raccattare voti non voleva fare altro (esattamente come da noi i nostrani SEL, Lega, Rivoluzione civile e consimili). Se avesso voluto fare davvero la differenza, gli bastava accettare gli aiuti offerti da Putin. Invece No ! con la coda fra le gambe e il capo chino si è rapidamente convertito a più miti propositi !

pietro u., genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.02.15 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Le prove generali sono state fatte nelle due guerre mondiali. Le multinazionali sono state al tavolo, da una parte e dall'altra, e si sono arricchite (in barba a chi combatteva per un ideale, giusto o sbagliato).
Si sono poi detti... "Perché stare da una parte del tavolo quando possiamo prenderci tutto il tavolo?"
Quindi oggi le nazioni si piegano, si conquistano e si distruggono con un accordo; un foglio ed una penna.
E le guerre... beh quelle ci sono sempre ma servono sempre allo stesso scopo.
Le guerre, oggi più che mai, servono a garantire lunga vita e prosperità alle stesse multinazionali

Adriano 23.02.15 12:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori