Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I centesimi dell'INPS

  • 18

New Twitter Gallery

55centesimi_inps.jpg

immagine: Emilio Ravagli con il documento dell’Inps che gli ha vietato di presentarsi sul cantiere a causa di un debito di 55 centesimi della sua azienda

"Per 55 centesimi l’Inps nega ad un idraulico riminese il Durc, documento unico per la regolarità contributiva dell’azienda. L’artigiano, Emilio Ravagli doveva lavorare su un cantiere a Maiolo, ma l’Inps per un mancato versamento di contributi pari a 37 centesimi, più 18 del socio, addirittura di qualche anno fa, nega per mail il documento e il lavoro rischia di saltare. L’artigiano ha poi subito provveduto a saldare il "debito" per non perdere il lavoro, ma ha voluto segnalare il disguido che per una cifra irrisoria rischiava di costare all’azienda molto di più." fonte

24 Feb 2015, 10:14 | Scrivi | Commenti (18) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 18


Tags: artigiani, burocrazia, crisi, DURC, Emilio Ravagli, INPS, lavoro, Rimini

Commenti

 

Polemica inutile, io ci lavoro costantemente con DURC e via libera di equitalia, chiamando il responsabile dell'emissione dei DURC si risolve il problema in giornata e comunque prima di emettere un DURC negativo l'INPS dà comunicazione dell'intenzione di addivenire a tale pratica, dando possibilità di regolarizzare la posizione.

John 27.02.15 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Il DURC va abolito, almeno per artigiani e commercianti senza dipendenti, mantenuto per chi ha dipendenti a la tutela degli stessi.
É uno strumento che favorisce solo chi ha capitali alle spalle, mafiosi e intrallazzoni che, anche se non vengono pagati dalla pubblica amministrazione o altri per anni, riescono a essere in regola con il DURC perché hanno fondi a sufficenza, spesso irregolari.
I milioni di artigiani e commercianti onesti ma senza fidi o fondi son tagliati fuori dai lavori.
E favorisce gli sporcaccioni che scientificamente tirano a fare i lavori gratis e trovano in quello lo strumento legale per non pagare, vedi amministratori di condominio, professionisti vari, maghi della truffa, concussione e corruzione che prima ti chiedevano SOLO la tangente del 10/15% altrimenti non pagavano, ora sono legalizzati, autorizzati ufficialmente a non pagare...però il lavoro l'hanno avuto.
Se io per me stesso non pago i contributi al limite dimmi che non avrò pensione, non che non posso più lavorare tanto comunque da artigiano e commerciante é ridicola, tanto vale farsi qualcosa da soli in altri modi piuttosto che buttarli nel calderone per mantenere chi ha rubato e continua imperterrito, chi é andato dopo 15 anni in pensione, a 40 anni, con 1300€/mese o dopo 3 anni e mezzo di mandato parlamentare
Mia madre, con 37 anni di contributi da commerciante e la reversibiltá di mio papá mancato a 70 (andato in pensione l'anno prima), ha 950. €/Mese....
Sveglia gente, ci mettono l'uno contro l'altro per dominarci, con il DURC vi hanno convinto che così il "mostro" autonomo paga...invece é stato fatto per autorizzarli a non pagare, quello che comunque hanno sempre fatto, e ad autorizzare appalti truccati dove lavorano sempre gli stessi perché collusi, mafiosi con fondi inesauribili...con le nuove leggi non potevano più, ora possono perché quelle ditte
sono le uniche in regola con il DURC
Meditate

Corrado Petrini 25.02.15 08:26| 
 |
Rispondi al commento

inps è cosi attenta ai suoi e nostri conti che come certificato da un reportage televisivo lascia in stato di degrado o senza rendita centinaia di immobili di valore di sua anzi nostra proprietà e tutti tacciono!

sil sotgiu, sesto calende Commentatore certificato 24.02.15 18:11| 
 |
Rispondi al commento

I partiti ed i sindacati del centrosinstra hanno pontificato per decenni l'infedeltà fiscale di artigiani e commercianti mettendoli all'indice della vergogna nazionale dell'evasione fiscale. Oggi che emergono i ladrocini perpetati dalla casta e dei loro associati ed a prescindere dal coloro politico, si continua a dare addosso a chi, ancorato con le unghie al poco che rimane, cerca ancora di lavorare in questo paese di merda e non si perde l'occasione di bastonarlo per scontrini di pochi euro non emessi o centesimi mancanti al saldo di qualche tassa. ANDATEAFFANCULOTUTTI!

Paolo Andrea 24.02.15 17:37| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE L'INPS SI FA' PAGARE CARO

alvise fossa 24.02.15 17:25| 
 |
Rispondi al commento

non vedo cosa ci sia da scrivere. Ha pagato e la cosa è risolta, poteva farlo prima e tutto sarebbe stato più scorrevole.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.02.15 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vuole dire questa notiziuccia da niente?
Che All'L'INPS sono tutti brutti e cattivi?

MA Per piacere date notizie serie non CRETINATE

Mauro Mag Commentatore certificato 24.02.15 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CAPORETTO 2008+7
Tramonti a Nordest

(Quando si parte per la guerra? 031)


AGENZIA DELLE ENTRATE

La settimana scorsa l'Agenzia delle Entrate ha richiesto il versamento di 8 euro per un errore nel versamento dei contributi di qualche anno fa da parte di un operaio dipendente ultratrentennale.

Coinvolti: operaio, dipendenti commercialista della ditta, dipendenti agenzia entrate, dipendenti poste italiane, dipendenti banca con relativi costi e perdite di tempo da parte di tutti per 10 euro.

--------------------------------------------


L'Itaglia non ha futuro.


.

epe pepe 24.02.15 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che paese ridicolo fatto di persone ridicole!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 24.02.15 11:18| 
 |
Rispondi al commento

POLITOMETRO !!!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!!
POLITOMETRO !!!!!!!

ina ghigliot 24.02.15 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Questi non sono disguidi. E' pianificato che all'imbecillita dei computers ci si debba affidare con pari, se non superiore,imbecillità. Basterebbe programmarli in modo che al disotto di certe cifre non mandino in giro stronzate!

loris cusano 24.02.15 10:35| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare l'impiegato INPS non conosce la normativa, infatti, per debiti fino ad € 100,00, il DURC viene rilasciato ugualmente. Inoltre, in caso di partite debitorie, l'Istituto ha l'obbligo d'informare l'azienda e dare 15 giorni di tempo per regolarizzarsi. L'azienda può denunciare l'impiegato tramite azione di rivalsa.

Marco Angelo Zimmile
Consulente del Lavoro.

Marco Angelo Zimmile 24.02.15 10:31| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori