Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il nuovo nazionalismo tedesco #Merkel

  • 212

New Twitter Gallery

nuovo_nazionalismo_tedesco.jpg

post da Vocidallestero

Pubblichiamo ampi stralci dell’intervista di Der Spiegel allo storico Hans Kundnani, Research Director all’European Council on Foreign Relations e autore di “The Paradox of German Power”, che inquadra storicamente l’attuale “Exportnationalismus” tedesco. Per la lettura dell’intervista integrale (che mostra anche la quasi-incredulità del giornalista, tanto è diverso il sentiment che circola in Germania) si rimanda al Blog di Matteo Thomann, che ringraziamo.
Dall’intervista originale di Oskar Piegsa a Hans Kundnani pubblicata su Spiegel Online del 04/02/2015.

"La storia può aiutarci a capire la situazione attuale. Il dibattito sull’egemonia ha una lunga tradizione. Tra il 1871 e il 1914 la Germania era così grande e forte, che nessun paese poteva controbilanciare il suo potere in Europa. Nello stesso tempo, non era abbastanza potente da essere una potenza egemone e riuscire a imporre la propria volontà su tutti gli altri. Questo era il nucleo della “questione tedesca”: Lo storico Ludwig Dehio ha descritto la posizione della Germania come “halbhegemoniale” (egemonia a metà, ndr). Gli storici tedeschi come Andreas Wirsching e Dominik Geppert sostengono come ora la Germania si trovi in una posizione molto simile. La differenza è che il piano egemonico in Europa non è più geopolitico, ma economico.

[…]Con l’unificazione del 1871 è cresciuto il ruolo della Germania in Europa. Qualcosa di simile è accaduto ora con la riunificazione. Per 40 anni è sembrato che la “questione tedesca” fosse stata risolta grazie alla divisione del paese, ma è tornata viva quantomeno dopo la crisi dell’euro. Questo è dovuto, ora come allora, alle dimensioni della Germania e alla sua posizione centrale in Europa. L’euro si è aggiunto come parte del problema. È stato il desiderio dei francesi e soprattutto di François Mitterrand, quello di limitare il potere tedesco attraverso una moneta comune. Si è invece verificato il contrario: la Germania è diventata più potente proprio grazie all’euro.

[…] Dopo l’impero c’è stato un certo trionfalismo in Germania: Nietzsche rappresenta il sentiment dell’epoca, e cioè che nel 1871 la Germania non fosse solo superiore militarmente, ma anche culturalmente. La mia impressione è che, dopo la crisi finanziaria nel 2008 e 2009, in Germania ci sia un nuovo trionfalismo.

Molti tedeschi credono che la crisi finanziaria abbia confermato che il loro modello economico sarebbe superiore a quello anglo-americano. Così è tornata in auge l’idea di un “modello tedesco”. Quasi la metà del prodotto interno lordo della Germania, dipende ora dalle esportazioni. Ci si potrebbe preoccupare del fatto che questo rende la Germania molto vulnerabile e dipendente dalla domanda internazionale. Invece, è diventato una fonte di orgoglio nazionale. Trovo incredibile la naturalezza con la quale alcuni politici tedeschi hanno recentemente parlato di “Nazione esportatrice”. “Economia esportatrice” è il termine che conoscevo. Ma “Nazione esportatrice”? Questo sembra suggerire che le esportazioni non sono solo importanti per l’economia della Germania, ma anche per la sua identità.

Già nel 1990, Jürgen Habermas scriveva del “nazionalismo del marco tedesco”. Secondo la mia opinione, ora si può parlare di un nuovo nazionalismo economico, che rende difficile la soluzione della crisi dell’euro da parte della Germania. Il paese è in un dilemma. Molti economisti ritengono che si possa risolvere la crisi dell’euro solo attraverso un allineamento simmetrico nell’eurozona: i paesi della cosiddetta periferia dovrebbero diventare più competitivi, e la Germania meno. Ma questo non può funzionare proprio perché l’economia tedesca è molto dipendente dalle esportazioni, e vuole mantenere la sua competitività al di fuori dell’Europa. Invece di perseguire una crescita più equilibrata e rafforzare la domanda interna, la Germania ha difeso con il coltello fra i denti il suo surplus delle partite correnti. [..] La disoccupazione è bassa, le esportazioni tedesche hanno molto successo in Europa e nel mondo. E anche la paura tedesca dell’inflazione, che molti stranieri non riescono a capire, non è del tutto ingiustificata in una nazione di risparmiatori. Il problema è che la Germania ha al suo interno degli interessi contrastanti. Si vuole mantenere l’euro – che è ancora l’opinione della maggioranza, nonostante la crescita dell’AfD - ma allo stesso tempo la Germania non è disposta a fare quello che dovrebbe fare per preservarlo. Quindi, introdurre una condivisione del debito – per esempio una forma di eurobonds – e accettare una moderata inflazione, oppure stimolare la domanda interna.

Nel lungo periodo, crescerà la pressione che porterà gli Stati debitori ad unirsi in un’alleanza anti-tedesca e perseguire una politica conflittuale verso la Germania, proprio ciò che temono i tedeschi. E questo è di nuovo un parallelo con la situazione del periodo dopo il 1871: la paura di un “accerchiamento”, con la già menzionata differenza che oggi si tratta di un accerchiamento economico e non geopolitico.

[…] Il crollo dell’eurozona è un rischio devastante per l’economia tedesca, basata così pesantemente sulle esportazioni. È anche ipotizzabile che la Germania continui la sua politica attuale e l’euro venga mantenuto a costo di una permanente fuga dei capitali e di una migrazione del lavoro dalla periferia verso il centro. Il risultato sarebbe un’Europa molto più diseguale e antisociale, con la Germania al centro." da vocidallestero
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cerca il banchetto più vicino a te per firmare per la legge di iniziativa popolare che consentirà di indire il referendum per decidere sul futuro dell'euro. Clicca sulla mappa:
banchettieuro_d.jpg

Il tuo contributo per il referendum per consentire ai cittadini di scegliere attraverso un referendum se uscire o meno dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

lasettimanabanner.jpg

7 Feb 2015, 14:34 | Scrivi | Commenti (212) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 212


Tags: BCE, Der Spiegel, euro, Germania, Merkel, nazionalismo, nazionalismo economico, storia, UE, vocidallestero

Commenti

 

"chi è venuto prima, il duropurismo talebano o il trasformismo interessato?". Caro Andrea dovresti farti una domanda e darti una risposta, non chiederti se è nato prima l'uovo o la gallina che non c'entrano niente, invece dovresti pensare per andare dove dobbiamo andare cosa dovremmo fare?. Lei si è chiesto perchè oggi siamo "una repubblica del terzomondo"?. Proprio per l'assenza di vincolo di mandato dei nostri rappresentanti in Parlamento, e se avviene che qualcuno viene meno alla parola data bene nulla di male, anche perchè sancito dalla Costituzione, ma indipendentemente che si tratti di un signor nessuno del m***** o di un capitano politico di lungo corso, personalmente penso che dovrebbe dimettersi immediatamente come dite voi giornalisti:"senza se e senza ma". L'etica ormai è qualcosa di obsoleto ed in virtù della rottamazione continua senza nullo di nuovo sotto questo cielo che si acquisti, la si sostituisce sempre con favori e prebende e se a lei sta bene così pace e bene... ce ne faremo una ragione. Dopo tutto ognuno può articolare il verbo che vuole e dar fiato alle proprie corde vocali come crede, come venditori di chiacchiere siamo i maggiori esportatori a livello mondiale. Quanto al fatto di ostacolare il neonazionalismo tedesco penso proprio che sia giunta l'ora di uscire di gran carriera dall'euro. L'unione Europea "MONETARIA" quale è, e come è stata concepita, cioè come un affastellamento di stati, senza unione politica e senza condivisione dei problemi sociali "non ha alcun futuro".

Vincent C. 08.04.15 08:53| 
 |
Rispondi al commento

un'analisi con cui sono completamente in disaccordo: come fare cioè a circoscrivere il "pericolo" tedesco. In verità il pensiero nascosto è come fare a far digerire agli altri, in questo caso alla Germania, la propria incapacità di essere all'altezza. Dopo aver detto cioè che gli italiani sono intelligenti, sono creativi, vivono nel paese più bello del mondo, sanno improvvisare, se la cavano sempre, ecc. ecc. ecc. siamo arrivati alla frutta: e noi creativi cerchiamo di costruire la scappatoia sul come scaricare sulla Germania i nostri debiti e continuare a vivere come se niente fosse, restando quello che siamo e continuando a fare ciò che facciamo

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.15 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Il neonazionalismo se ho ben compreso il post si esplicherebbe, teorizzando una economia di pura esportazione teutonica, a scapito del sostegno della domanda di consumi interni. Quindi una politica di austerità con la compressione della domanda interna come per tutti i paesi periferici dell'Europa, con espansione delle esportazioni, senza che vi siano trasferimenti di ricchezza. Procastinata a tempo indefinito?. Questo è un modello economico che non può durare "a lungo", semplicemente perhè è lo stesso sistema economico praticato dai paesi come la Cina, India ed America. La lotta è impari, non può vincere con queste economie titaniche. Il modello economico adottato è obsoleto e datato, non può funzionare, perchè" non c'è ricchezza spendibile per tutti". Questo è il paradigma della concentrazione del capitale, cioè una continua convergenza di ricchezza verso pochi, e miseria disponibile per tutti. Se non ci sono paesi acquirenti interni all'unione Europea, e la negazione continua del lavoro, e la volontà di concentrare ricchezza in quelli già ricchi, come sta accadendo chi può permettersi i prodotti di marca Tedesca o del nord Europa?. Gli altri paesi come Cina, India ed America non se ne staranno certo alla finestra a guardare la Germania ed il nord Europa, a fare il loro comodo. La crisi non finirà, anzi verosimilmente si aggraverà proprio per il comportamento verticistico della "Germania". Perchè se vuole mantenere l'industria competiva per l'esportazione, deve necessariamente allentare i cordoni della spesa per riattivare i consumi nell'area interna all'Europa, ed aumentare la domanda interna dei paesi europei "altrimenti la Germania dovrà segnare il passo". Quindi credo che questa politica economica, abbia già in sè i prodromi del fallimento di tutta la zona euro, perchè è soprattutto la Germania che pone veti ad una ripresa della domanda interna con tutti i lacci e laccioli posti in essere per salvaguardare, solo e soltanto la sua economia nazionale.

Vincent C. 25.03.15 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Io sarei dell'idea che la germania e cosiddetti paesi virtuosi escano dall'euro e si facciano una loro moneta.
Che ne pensate?

ivo 09.02.15 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe meglio parlare di mercantilismo ovvero di esportazione mirata a impoverire gli altri paesi:
teoricamente quando un paese esporta troppo la sua valuta sale (o quella dell'importatore si abbassa) e si ritorna ad un equilibrio import/export.
Attualmente non esiste la possibilità di riequilibrio monetario a causa dell'euro.

Quando non c'erano monete di carta ma si usava l'oro per gli scambi internazionali (moneta unica), il metodo per proteggere il mercato interno dalla desertificazione erano i dazi.

Rimuovere dazi e monete sovrane ha garantito alle aziende più spregiudicate di rubare fette di mercato a chi non corrompe e non delocalizza;
togliere il sacrosanto diritto di tassare le importazioni si è tradotto in concorrenza sleale di aziende con legislazioni e fiscalità diverse (quindi non più bravi ma più incentivati dagli stati).

Il resto son tutte chiacchiere filosofiche.....

p.s. se esportare è sempre cosa buona allora come mai ciò provoca un cosa cattiva come l'importazione?
Forse l'esportazione e l'importazione non sono moralmente nè buone nè cattive e devono solo stare in equilibrio fra loro.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.02.15 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Come dice più sopra qualcuno (Lenin?), la Germania esporterebbe e sarebbe forte con qualsiasi valuta. BMW, Audi, ma anche altri loro prodotti, sono un'altra cosa.
L'Euro non centra e chi lo mette davanti a tutto ha in realtà lo scopo di manipolarci dandoci un falso bersaglio e non affrontare i veri problemi, speculando sul ns. rancore.
Sono forse dei parlamentari i truffatori cassaintegrati delle compagnie aeree? Sono politici i falsi invalidi, sono politici o parlamentari i dipendenri pubblici assenteisti o doppiolavoristi? E gli evasori fiscali? E gli imprenditori incapaci e disonesti? I mafiosi che esportiamo con successo in tutto il mondo?
No signori, la realtà è che in mezzo a tanta brava gente, nel popolo italiano c'è un enorme quantità di furbi e disonesti e le cose anddrebbero male anche con la Lira se non cambieremo.

paolo odorizzi 09.02.15 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la Germania è in rapporti conflittuali con molti paesi (Italia, Grecia, Spagna, Portogallo,...) ai quali crea problemi con la sua arroganza economica, che l'Inghilterra e altre nazioni ha preferito rimanere fuori dall'euro per non essere troppo legati alla Germania, che l'Islanda ha preferito rinunciare agli aiuti economici piuttosto che rimanere legati ai diktat tedeschi, ma perché invece di cercare di uscire noi dall'euro non cacciamo la Germania dall'UE?

Christian Z. Commentatore certificato 09.02.15 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So perfettamente che questo mio inserto non verra' pubblicato, cmq rifletteteci
bene del contenuto dato che siete molto bravi a gestire il blog per il motivo
che quando una persona si azzarda ad esprimere con le proprie parole sugli errori
che state facendo, con facilita' o lo bloccate subito, oppure lo classificate come troll
mettendolo da una parte ; cmq sono veramente amareggiato del
fatto che vi stiate perdendo la partita per colpa di cazzate o di probabili interessi
che pochi ci arrivano a pensarlo e il M5S si sta trasformando giorno per giorno
in una utopia. Mentre gli altri partiti si stanno riconquistando i punti persi il M5S
PER COLPA VOSTRA sta ritornando ad essere solo un sogno e una partita persa
a causa di imperdonabili errori di Beppe e Casaleggio. Ovviamente io
piu' di dirvelo non posso farle altro dato che tentassi di passare ai seguaci del
movimento le parole giuste ovviamente sono solo quelle di Beppe.

giovanni 09.02.15 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Questo post tra argomenti condivisibili e altri meno , suona come una campana a morto per un Italia
leghista e berluschina ! ^_^ ... e ... se per caso anche il M5S prenderà quella via ... la morte è sicura !

" nazione esportatrice " leggo! Benissimo, il made in Germany è ancora vivo! invece il made in Italy è defunto, grazie ai politicanti fino qui avuti!

Se l'euro muore, la Germania con il marco, o con qualsiasi valuta, esporterà lo stesso , perchè una mercedes-bmw-audi ... restano tali ! mentre l'Italia non esporterà manco il parmiggiano...già clonato da altri , grazie a certi itaglioni furbi


noi siamo creditori verso la grecia di 40 miliardi di euro ??? e chi glieli ha dati : monti !! e a noi ci ha chiesto lacrime e sangue ; allungando età pensionabile ; aumento dell'iva ecc...
sono contento che monti in questo periodo è stato scaricato dai suoi : manca all'appello la fornero che sembra che gode di ottima salute (per adesso ),perchè con tutte le maledizioni che ha avuto è ancora in piedi.
i grandi capitalisti che si sono messi in testa di governare il mondo usano l'euro come arma e la germania come il proprio soldato.
l'argentina è stato un test di prova per vedere le reazioni ad allacciarsi ad una moneta più forte (in quel caso era il dollaro),per poi passare in europa con l'euro.
l'argentina si sta ancora contando le ferite.
noi nel sud europa siamo ridotti alla canna del gas e i quando i ns governi dicono che ci vuole più europa : mi girano forte i coglioni !!
certo : ad una parte dell'Italia che esporta va bene,ma l'economia interna fatta di famiglie che arrancano,nessuno se ne preoccupa..
al diavolo l'europa e l'euro..
saluti

michele p., torino Commentatore certificato 08.02.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Quando siamo entrati nell'euro, in realtà' siamo entrati nel Marco, con l'aggravio che abbiamo penalizzato pensioni, stipendi e risparmi degli italiani... Il gg prima il marco valeva 1.000 lire, il gg dopo con il Marco entrato 1 a 1 nell'euro, quanto doveva valere la lira rispetto all'euro se non 1.000 lire? Invece questi scienziati Amato, Ciampi e Prodi hanno messo il cambio a al doppio a 2.000 e siccome 2.000 non si poteva dire perché' poteva essere inventato, hanno messo le virgole per far vedere che il cambio era frutto di uno studio 1936,27. Chi ci ha guadagnato? Lo stato e le grosse imprese, legate da sempre alla politica e indebitate col sistema bancario, che erano indebitate in lire per miliardi e miliardi di lire.... Il gg dopo si sono ritrovati dimezzati i debiti. Chi ci ha perduto? I pensionati che hanno preso la metà' di pensione, i lavoratori che hanno preso la metà' di stipendi, le famiglie, proprietarie di case che il gg dopo valevano la metà'... Poi alla fine lo Stato sono i risparmiatori, i lavoratori e i pensionati e non questi burocrati che pensano di fare gli interessi dello Stato... Impoverendo i risparmiatori, i lavoratori e i pensionati alla fine si è' impoverito il Paese, dimezzato la capacita' di acquisti e di consumi, mentre le ns aziende erano costrette alla gabbia dell'euro che, nel medio periodo ci avrebbe soffocato come capacita' di export e competitività' con la manifattura tedesca.... A chi è' convenuto l'euro alla fine? Con l'Italia che ha avuto un deficit nella bilancia pagamenti di 200 miliardi e la Germania un surplus dieci volte tanto di 2.000 miliardi? Ma queste macerie non dicono nulla?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 08.02.15 12:48| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Buongiorno a tutti. Allora volevo farvi una domanda e vi chiedo una risposta anche non particolarmente precisa purché non la sparate cosi tanto per scrivere qualcosa. Allora la domanda è questa: quanti voti ci mancano per essere sicuri di vincere e governare noi? Mi pare di capire che ci sono due ipotesi ma se ne avete altre dite pure voi.
Prima ipotesi: si vota con la legge attuale.
Seconda ipotesi: si vota con l’Italicum.
Quanti voti ci servono nei due casi?
Vi chiedo gentilmente di darmi credito e non considerare questo post come un normale post. Purtroppo è troppo complicato spiegarvi chi sono, cosa so e cosa sono in grado di fare per cambiare le cose, e poi per molti aspetti nemmeno mi credereste talmente è incredibile la mia storia e probabilmente mi scambiereste, per alcuni fatti, per uno che racconta balle.
Ad esempio, se vi dico che il m5s l’ho ideato io una 20 di anni fa (non l’avevo chiamato ovviamente m5s ma democrazia elettronica)e stavo per proporla come idea a Beppe in persona una estate del 1995?.
Con sta storia della democrazia elettronica avevo rotto le balle un po’ a tutti conoscenti e non (e dunque ho i testimoni) ma per il tempo era troppo avanti come idea e allora non mi degnavano neanche di una sillaba di risposta. Per me, in un certo senso, siete una mia creatura seppure la mia idea era più elaborata e non esattamente in tutto sovrapponibile a quella del m5s che, dal punto di vista prettamente strategico, adesso, in questo preciso momento, per me è assolutamente insufficiente e dovrebbe velocemente essere rimeditato nei punti chiave. Purtroppo non mi conosce nessuno e certo non li vedo proprio i vertici che seguono le mie direttive strategiche.
Comunque è troppo complicato e difficile da spiegare cosa sono le mie idee e dunque qui mi fermo. Comunque fidatevi, quello che mi rispondete mi serve per vari motivi alcuni evidenti altri molto meno. Oggi, per la prima volta, contatto il metup di Cagliari, ed a loro faccio la stessa do

Giorgio ., cagliari Commentatore certificato 08.02.15 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma i Post di Cazzaroleggio sull'imminente estinzione dei Giornali che fine hanno fatto?

amoreallestelle .., roma.., Commentatore certificato 08.02.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Italia vuole essere competitiva?
Faccia come la Germania.
Dimezzi l'iva, abolisca il pedaggio autostradale,dia un sussidio ai disoccupati,dimezzi le regioni,abolisca l'irap,dia i libri gratis ai
studenti,riduca il costo dell rca,aumenti i soldi per ricerca e innovazione,ecc,ecc.
Non bisogna inventare nulla ,basta copiare.

toni b., roma Commentatore certificato 08.02.15 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Malgrado lo strappo di Berlusconi Renzi dorme sonno tranquilli perché sa che al momento opportuno i Grillini suoi peggiori nemici, voteranno compatti la fiducia al suo Governo

amoreallestelle .., roma.., Commentatore certificato 08.02.15 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ricatto formulato al governo Greco non è altro che l'antipasto che dovremo ingoiare tutti. Vi ricordate cosa è successo?. Tutti si complimentavano con il programma antiausterità di Ztipras.. invece è ancora la storia che si ripete. Un pò come accade da sempre, tutti aspettano che le cose le cambino gli altri, ciascuno spera che si alzi qualcuno altro, e incominci a fare bene. Solo che un poco alla volta prevale il sentiment di ciascuno che si appella al "tengh famiglia semplicemente per defilarci",ed assumere un atteggiamento "neutro". Tutto cade nel vuoto dell'inutilità della parola a cui non segue alcuna azione di ostacolo alla esclusione economica di un paese. Invece,credo che dovremmo essere solidali verso il popolo Greco isolato, e soprattutto arrabbiati, ora cercheranno di sottometterli, per dare l'esempio agli altri paesi europei. Ogni cittadino, e ciò vale per l'intera cittadinanza greca, quando non può pagare i debiti contratti, che sia un singolo cittadino o un popolo, perde la propria autonomia e capacità ad autodeterminazione. Vorrei capire cosa si può chiedere ad un cittadino che non ha più la possibilità materiale di pagare i propri debiti, la vita o la sua schiavitù?. Credo che non si possa chiedere nè l'uno e nell'altro, intanto posso solo constatare che siamo complici e conniventi del castello di carta europea costruito senza diritti e sulla legge del più forte economicamente. Ogni anno ci idigniamo di fronte alla crudeltà del genere umano, e piangiamo ipocritamente le vittime degli olocausti e delle guerre, e poi restiamo immobili ed insensibili alla miseria di cittadini europei che vivono nell'indigenza. La nostra ipocrisia non si ferma neanche quando vengono usati valori di condivisione e solidarietà facendo leva sulla carità, valore cristiano, umanamente condivisibile, ma che non può di fatto risolvere estemporaneamente con l'elemosina una situazione economica europea e mondiale che tende alla irreversibilità.

Vincent C. 08.02.15 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che a questo punto il grosso problema non sia l´euro, ma l´Europa.
Un´Europa in cui pochi burocrati credono di poter decidere sul destino di intere nazioni, passi per l´economia, ma adesso si parla di guerra, una guerra contro una potenza atomica.
Ieri Hollande ha detto: o si accettano le nostre condizioni o l´unica alternativa e´la guerra.
Queste non sono parole di chi cerca la pace, ma di chi VUOLE la guerra.
E´ora che la gente si muova e parli prima che sia troppo tardi.
NIENTE guerra e si tratti fino a trovare un accordo.
E non vengano a prenderci in giro con la solita storiella che gli USA devono portare la democrazia e la pace nel mondo, guarda caso in quei paesi ricchi di risorse e con le bombe!!!
Sono passati 70 anni dall´ultima guerra e dovrebbero essere stati anni in cui la gente finalmente potesse capire che la guerra porta solo morte e distruzione.
E la gente l´ha capito, ma ha fatto l´errore di delegare pazzi incoscienti che non solo rubano, ma che per amore di potere e denaro si fanno comperare e portano il paese alla distruzione.
VIA DA QUESTA EUROPA.
Cittadini europei unitevi e combattete contro il vero nemico che e´l´attuale europa e che sulle ceneri di questo mostro possa nascere l´europa che TUTTI vogliamo.

Patrizia B. 08.02.15 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Noi italiani abbiamo per cultura la capacità di stravolgere il comune senso cronologico delle cose. Mi spiego meglio: in primis - non cosa da poco - dovremmo puntare a vincere; secundus risolvere il problema della legge elettorale; tertius dimezzare il parlamento; quartus ridurre drasticamente tutto e dico tutto il costo della politica ( se si pensa che intorno ai 945 parlamentari ruota un esercito di oltre trentamila persone che mangiano come piragna potete immaginare ) quintus nazionalizzare le banche!! è li secondo me il vero problema. Poi si potrà parlare dell'euro. Ma soltanto dopo aver risolto i nostri veri problemi

luciano amoroso 08.02.15 09:24| 
 |
Rispondi al commento

C'è chi s'interroga ancora se tutti i mali dell'italians siano imputabili all'euro.... stupefacente....come ho sempre detto basta e bastava buttare un occhio alla Grecia, per capire se l'euro centra qualcosa...in questi giorni il governo greco sta tentando di trovare una soluzione...ma soluzioni non ce ne sono-ovvero-Commissione-BCE,hanno saputo solo dire "arrangiatevi".
Ora a rigor di logica chi sono costoro per prendere una decisione politica..?la decisione doveva essere presa da un Parlamento Europeo-che però non conta nulla..e allora la Democrazia..? Questo è già sufficiente a capire in che mani siamo...e quindi cosa significhi l'aver adottato questa moneta-ossia essersi consegnati mani e piedi ad entità metafisiche sovranazionali che decidano se concedere denaro "stampato" dal nulla o no....badate bene la BCE ha minacciato di non accettare più i titoli pubblici Greci a garanzia dei prestiti bancari..queste sono scelte politiche belle e buone, che non dovevano essere prese dalla BCE!.

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 08.02.15 09:10| 
 |
Rispondi al commento

CLAMOROSO !!!
La Magistratura Penale aprirà una inchiesta ?

L'attuale Parlamento vorrà fare CHIAREZZA di quello che è accaduto nel Parlamento del 2008 , quando "aiutarono-favorirono" le concessionarie delle slot-machines "modificando RETROATTIVAMENTE" la concessione del 2004 che aveva permesso alla Guardia di Finanza di poter fare l'accertamento di 98 MILIARDI di euro ? Leggere ATTENTAMENTE quello che scrisse “ Il Secolo XIX” del 14 maggio 2008 : http://www.mil2002.org/battaglie/slot/080514is_2.pdf

Oggi "il Fatto Quotidiano" , a pag. 8 ha pubblicato un articolo di Valeria Pacelli, con questi titoli : " Parla l'ex Finanziere " Mi chiesero di non indagare sulle slot".
Nell'articolo c'è un "riquadro" con scritto : " Umberto Rapetto ex capo del Nucleo Frodi Telematiche, racconta a verbale i tentativi dei vertici Gdf di fermare l'inchiesta sui giochi".

Interessante è quanto scritto, fra le altre cose, nell'articolo : "...L'ex finanziere, ora in pensione, spiega la circostanza ai pm milanesi che indagavano sui prestiti della Popolare di Milano ( nell'elenco c'è anche la Bplus) e fornisce le prove.......E' il 4 giugno 2012 quando Rapetto viene sentito...".
Forza Beppe Grillo e Parlamentari del M5S !
Scatenate un putiferio in Parlamento e nelle piazze ! ! !

Vincenzo Matteucci 08.02.15 09:02| 
 |
Rispondi al commento

RESTA LA SPERANZA CHE UN TERZA E FINAL GUERRA MONDIALE NUCLEARE SPAZZI VIA LA MERDA UMANA X SEMPRE ! SENZA POSSIBILITA DI SALVARE QUELL'UN % CHE CONTROLLA IL GLOBO E VIVE ALLE SPALLE DEL LAVORO E SACRIFICI ALTRUI ! DISTRUGGERE X SEMPRE POLITICI CORROTTI CHE ORMAI SONO LA MAGGIORANZA UMANA ! VEDREI UNA TERRA CON IL VERDE, UN CIELO AZZURRO, ALBERI E LA NATURA, PULITA E NON CONTAMINATA, LA GIOIA DI ANIMALI , INSETTI PESCI E TUTTO CIO' CHE LA NATURA OFFRE, IL TUTTO SENZA L'ESSERE UMANO ! L'ANIMALE PEGGIORE CHE POPOLA IL NOSTRO PIANETA !

luc nava (lucnava), roma Commentatore certificato 08.02.15 08:22| 
 |
Rispondi al commento

LO AVETE CAPITO O O, CHE VOGLIONO MANDARVI IN GUERRA?
LO AVETE CAPITO O NO, CHE LA LEVA OBBLIGATORIA E' STATA "SOSPESA", NON ABOLITA.
ED INDOVINATE CHI CI ANRA'.
BRAVI, AVETE INDOVINATO.
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 08.02.15 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sicuri che i problemi economici italiani vanno imputati all'euro?

A.A. 08.02.15 08:02| 
 |
Rispondi al commento

'Notte . ☆☆☆☆☆

Fabio Trisolino 08.02.15 01:51| 
 |
Rispondi al commento

jhfddok

sbocchi Commentatore certificato 08.02.15 01:24| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è un paese tenuto nell'ignoranza dal Paradiso (fiscale) del Vaticano.

sbocchi Commentatore certificato 08.02.15 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Il governo tedesco si difende, come tutti gli stati che sono entrati in questo sistema di strozzinaggio bancario.
E evidente che una nazione corrotta come la nostra povera ITALIA non puo reagire, la nostra classe dirigente nella sua totalita ha gia decretato la totale ed incondizionata sottomissione del popolo
Italiano.
Ma anche per la Germania, e dentro lo stesso meccanismo stritola stati, funziona cosi:
Io vi presto i soldi, che stampo dal nulla, senza nessuna garanzia, voi stati mi date una garanzia, e mi pagate gli interessi, che io pero non stampo, in modo che ve li rubacchiate fra di voi,
Vi metto altresi in condizioni di restrizioni in modo che non mi potrete piu pagare, e mi prendo tutte le garanzie.
Anche il popolo Tedesco sara depredato della liberta.
Fuori dall euro subito.
A proposito, amici cinquantenni, che hanno fatto il militare, siete andati a prendere le vecchie divise, forza che renzie ci porta in guerra contro l invasore Russo.

Giovanni Allegra 08.02.15 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io spero che nel nostro paese nasca una generazione di politici ambiziosi con delle idee completamente nuove che distruggano completamente questa maledetta globalizzazione che è la vera causa della nostra decadenza!
Attualmente non ci rendiamo conto dei privilegi di cui godiamo, ma ancora per poco, perchè se non ci sbrighiamo saremo sommersi da popoli barbari che per colpa della sinistra italiana sono già entrati in massa a casa nostra e saranno presto incontrollabili !

Bruno Marioli 08.02.15 00:00| 
 |
Rispondi al commento

vedo un posterello piccino con zero commenti che parla del malaffare per l'Expo e mi fa malinconia, poi ho visto che si è parlato del vincolo di mandato ed allora (visto che son appena arrivato) volevo manifestare due miei pensieri in merito.

1) il vincolo di mandato è sacrosanto !!! vi faccio un semplice esempio
io ho molto a cuore un edificio pubblico in pessime condizioni
in campagna elettorale il candidato "Pinco" promette di ristrutturarlo
vene eletto anche con il mio voto dopo di chè vota in Parlamento la mozione per abbatterlo !!!
non vedete nessuna stortura in tutto ciò ? E un truffa bella e buona per la quale ci vuole anche il "recall" e "Pinco" deve tornare a casa, altro che transumanza nel gruppo misto!!!

2) del malaffare nell'Expo si è ampiamente parlato ma io volevo porre l'attenzione sulla cosa che mi fa veramente imbestialire e che è il "motto" che hanno scelto : "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" ...
ma se muoiono non so quanti bambini di fame ogni secondo che l'orologio scandisce
ma se l'unica verità è che si cerca sempre e soltanto di "nutrire" le multinazionali (esempio? TTIP >> http://www.ilpost.it/2014/11/06/ttip-2/)
ma se il cibo invece che essere redistribuito (se avanza) viene gettato
ma se il cibo in eccesso non viene utilizzato per sfamare i bisognosi ma piuttosto distrutto al solo scopo di tenerne alto il prezzo di mercato
ma se queste non sono neppure le uniche porcate che fanno da anni
ma si può trovare uno slogan così fasullo ... o mi sento preso per il culo e basta !!!
Se veramente si volesse porre fine alla fame nel mondo sarebbe semplicissimo, ma qualcuno non vuole ... allora meglio un popolo obeso e milioni di africani morti!!!
Questo è l'uomo moderno ... di animali migliori su questo martoriato Pianeta vi assicuro che ce ne sono tanti ... e noi ce li mangiamo ...

Cla'

Claudio il Comasco, Alba villa Commentatore certificato 07.02.15 23:45| 
 |
Rispondi al commento

SARA' GUERRA E I POPOLI TACCIONO, INVECE DI SBRANARLI

I governanti parlano di mandare i loro popoli in guerra e questi tacciono e non reagiscono: hanno sempre ciò che si meritano.


1) Mah, a me pare che lo storico Hans Kundnani faccia un analisi storicogeografica che non è assolutamente il motivo della diseguaglianza tra i paesi dell'euro, ma è una semplice ricostruzione sui dati oggettivi di oggi, legati ad un esportazione favorita dal fatto che in Germania c'è un più basso costo dello stato, quindi meno invasivo sulle imprese e sull’economia, quindi meno tasse, oltre a un basso coefficiente di corruzione sulle amministrazioni, con i dirigenti delle strutture con paghe nettamente inferiori agli incapaci che si sono accomodati nel nostro apparato, comprese quelle del premier e dei loro ministri e tutti i mandarini che si tirano a corte. Da lì ruotano tutti gli altri benefici che provengono da una nazione sobria che non ha tutti quei porcai di talk show che usano i politici italiani, a loro dire, per governare il nostro Paese. Per dirla in tutta franchezza: i tedeschi governano gestendo il lavoro nelle sedi di lavoro, mentre i politici italiani sgovernano il paese a frottole e a chiacchere dentro gli studi televisivi. Non è un caso che Renzie pochi mesi fa si vantava di non essere rinchiuso nel palazzo a lavorare, ma di onorar visita in giro per le eccellenze seguendo i protocolli. Ma dico: che cosa ci va a fare per le aziende se non sa lavorare e quelle di famiglia son pure saltate. Dico: il capo del governo così lo san fare tutti, anche i pentolai: o no? Oggi ad esempio nei giornali c’era l’articolo con la foto della Moretti (PD) con il governatore Zaia, fotografati a mungere una bella vacca da latte, poi in un'altra foto facevano vedere i due diversi secchi con dentro forse un bicchiere di latte. Dico, non sanno nemmeno tirare la mammella alla vacca ma pur di mettersi in mostra fanno anche questo per il bene del veneto. Dico: il capo dell’area di partito così lo san fare anche i pentolai: o no?

roberto f., padova Commentatore certificato 07.02.15 23:27| 
 |
Rispondi al commento

2) Quindi tra Germania e paesi in difficoltà la differenza è: che mentre il politico serio amministra le funzioni per l’interesse del paese, lasciando lavorare l’impresa; il politico del paese corrotto amministra le funzioni per il suo personale tornaconto e quello del suo partito da cui ha ottenuto l’incarico, facendo gravare l’apparato sull’impresa fino a portarla al collasso. Tant'è che il tedesco per noi italiani non è mai stato causa di impoverimento, anzi è sempre stato fonte di risorsa sia interna che esterna. Io ho lavorato in Germania e portavo in Italia i marchi tedeschi. Prima della corruzione dilagante, i tedeschi per noi volevano dire turismo, esportazione del made in Itali, PIL. La Germania negli anni 50 era una nazione che accoglieva e dava lavoro agli italiani che avevano famiglie numerose. Anzi dirò di più: l’Italia in rapporto alla sua più piccola estensione, prima dell’avvento dell’era berlusconiana, offriva una maggior numero di attività economiche rispetto alla Germania decisamente più piatta e uniforme. Purtroppo la serietà degli uomini dentro ai partiti fa la differenza, e tra la cultura dei nostri e quelli della Germania ce né tantissima, mentre la differenza di concezione del bene comune tra i nostri con i greci o gli spagnoli: non ce nè. La serietà e la sobrietà del politico fa sempre la differenza. Campioni non si nasce ma si diventa durante la crescita, e i nostri oltre a saper cianciare non hanno mai imparato a far niente nella vita, tanto meno a lavorare, ma sanno ben parlare ed escogitare per rubare: PENTOLAI. Altro che Germania, il nostro problema sono i pentolai prestati alla politica che sono nel posto che dovrebbe coprire un politico capace e onesto: ed invece in parlamento grazie ai partiti PD-PDL-LRGA, abbiamo tutte braccia fiacche strappate alla bassa manodopera.

roberto f., padova Commentatore certificato 07.02.15 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Non ho nulla da fare questa sera e quindi come fa il Grillo, mi metto a scrivere delle panzane come fa il Beppe.
Ricoordo al Coerente che beccata la scoppola alle Europee si doveva ritirare. Ma chè il più che democristiano è rimasto li.
E da democristiano deve trovare ualche argomento vuoto. Eccolo lì l'Euro cosi mi e vi tengo impegnati.
Eh si mica mi metto da parte e faccio sporcare ai parlamentari del pentastellato presentando e dichiarando a reti unificate che presenterò un disegno di legge sulla corruzione con pene pesantissime e vado in giro a raccogliere firme. Troppo facile me la prendo con l'euro e con la Germania.
Mica glielo dico agli italiani che i tedesche sono i primi ESPORTATORI europoei e mondiali verso la piuù grande potenza economica del PIaneta Terra la Cina.
Mica sono un politico io, sono un comico,
AH AH AH mmmh mmmh ma faccio ridere?

alessandro bonti 07.02.15 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ gianfranco chiarello 20:36

A proposito di chiarezza e di vincolo di mandato,
suggerirei di fare intanto un elenco dei “rappresentanti” che stanno rappresentando la volontà dei propri elettori.
Così, tanto per chiarire chi andrebbe elogiato e chi eventualmente mandato a casa.
Che ne dice Gianfranco, Le sembra una buona idea?

banban 8 Commentatore certificato 07.02.15 23:01| 
 |
Rispondi al commento

ma a quante firme siamo arrivati per il referendum sull'uscita dall'euro? qualcuno sa?

Daniele F. Commentatore certificato 07.02.15 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è un economista serio (intendo non prezzolato dalla politica)che sostenga che l'euro ci ha salvati. Ma gli economisti seri ci avevano messo in guardia già prima, ciè negli anni 90.
Lo smantellamento dell'euro non salverà solo l'Italia, ma anche l'Europa.
Non dico che la corruzzione non sia un problema, ci mancherebb (ma attenzione nessuno anche all'estero ne è esente) semmai l'euro e la maggiore libertà di circolazione della finanza ha favorito l'aumento della corruzione.

Claudio T., Verona Commentatore certificato 07.02.15 22:51| 
 |
Rispondi al commento

buona notte ai monelli del blog


old dog 07.02.15 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Non so giudicare i temi economici. Però una Italia con senso della patria e onesta, capace di rinuciare all' inciucio, sarebbe una gran cosa. E forse qualcosa potremmo prenderla ad esempio anche dai vicini tedeschi.

Enzo 07.02.15 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Carlone per favore si astenga , sono 14 anni che ci sentiamo raccontare PANZANE sulla crescita e sulla benedizione dell'euro?!
Ma lei dove vive??
Le ha viste Lei sparire le aziende italiane e delocalizzare in nazioni dentro l'europa MA SENZA L'EURO???!NO NON LE HA VISTE? E PORTARSI VIA MILIONI DI POSTI DI LAVORO?
Senta amico caro si e' mai domandato come mai questo sia successo?? Per il clientelismo ? per il "malaffare"? per l'evasione? No amico mio se ne sono andate nelle zone (FIAT IN TESTA) dove l'euro non c'era, e sinceramente non ho voglia nemmeno di spiegarle perché'.
Anzi sinceramente a questo punto credo che se oggi in italia ci sono ancora persone che osano dire quanto ci ha fatto bene l'euro, e' solo perché' ci guadagnano direttamente per il tipo di lavoro che svolgono, viceversa, come la massa di noi distrutti da tasse esorbitanti che ci servono solo per pagare gli interessi di un debito che si e' raddoppiato grazie all'euro, e che per i meccanismi della BCE diverra' inestinguibile, direbbero che questo sistema e' la più' grande truffa monetaria che sia mai stata fatta ai popoli.
Lo dica agli svizzeri che la crescita non c'entra con la moneta, che che pochi giorni orsono si sono visti scindere il valore del franco dall'euro, se sono ancora come prima, in 1 solo giorno adesso allo svizzero medio la spesa costerà' il 30%in più'.IN 1 GIORNO UN BANCHIERE HA DECISO DI RIVALUTARE E IN 1 GIONO LA VITA DI TUTTI GLI SVIZZERI E' CAMBIATA.
Capito o no? altro che le palle sulla crescita, crescita di cosa che le ns aziende sono andate via ?????????????GRAZIE ALL'EURO E A CHI LO HA INTRODOTTO.
E NON SIAMO STATI NE IO NE LEI.


Caro Beppe, Il problems dello sviluppo in Italia non e' legato all'euro, che e' stato Una benedizione. Il problems del nostro paese e' la criminalita' la corruzione Il clientelismo, gli interessi di parte a scapito di quello collettivo. Siamo Il paese del malaffare. Sopravvivono quelli che Hanno I ricchi x ovvie ragioni e le classi medio basse possono solo emigrare (grazie all'Unione e alla moneta unica) Senza l'euro e lasciata sola l'Italia divertebbe un terzo Mondo europeo. Quindi sono piu' di dieci anni che I nostri giivani stanno trovando nuove realizzazioni e successi all'estero. Non distruggiamo I loro sogni con inutile propagandismo. X Il resto sarei ben felice se Francia, Germania, Inghilterra, ci colonizzassero e imponessero I loro modelli Sul nostro. Allora Si che CI sarebbe sviluppo. Ciao Beppino un saluto dall'estero. Evviva l'Euro e l'Unione. Ciao.

Giuseppe Carlone 07.02.15 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scenari di guerra
Ucraina è in atto un genocidio
Giova al governo di kiev indebitato che non paga da mesi stipendi e pensioni e non elargisce servizi nell'area,
giova a chi fabbrica e rifornisca di armi,
gioverà ai sistemi bancari che produrranno un po di carta straccia per finanziare la futura ricostruzione di intere città in questi giorni rase al suolo,
gioverà ad oligarchi che entreranno a far man bassa in quel che era chiamato il granaio d'Europa.
Ed il popolo si troverà indebitato con Russia ed Europa
impoverito a contare i suoi morti
Così in pochi mesi si riprenderanno quel poco di economia che era anche il contributo delle rimesse degli emigranti

Rosa Anna 07.02.15 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Merkel è una furbona!...
oserei dire... una furbazza! .-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 21:43| 
 |
Rispondi al commento

dobbiamo migliorare la nostra comunicazione,potenziarla.altrimenti non se ne esce...

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai nostri portavoce, a Fico, andiamo in TV a ostacolare questi cialtroni che stanno lobotomizzando l'Italia, il jobs act è perfetto va nella direzione giusta, le banche popolari vanno privatizzate è la direzione necessaria, il ttip metterà nelle tasche dei cittadini italiani 500 euro, ecc.ecc.ecc. Facciamo sentire chiara e forte la nostra campana in ogni frangente....la gente è stanca e si arrende volentieri alle falsità quotidiane propinate massicciamente da chi ha perso ogni dignità ed orgoglio per servire le lobbies

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 21:13| 
 |
Rispondi al commento

La Merkel mente spudoratamente!...
Non si può andare di corsa in casa d'altri...
per dichiarare il proprio scetticismo ad accordarsi! .-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma se facciamo guerra alla Russia, la nostra astronauta che è sulla Nave Spaziale Soyuz,i russi, la buttano fuori nello spazio?

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 07.02.15 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova: andiamo in TV

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao vorrei inserirmi nell'argomento facendo alcune osservazioni da figlio di......spero vi aiutino.....allora....nel mondo c'è UN solo problema....la paura cronica di essere uguali diversi dalle generazioni precedenti....nel mio campo questa si chiama: fobia....quando le persone hanno questo problema si estrinsecano in tecnicismi, giridiparolismi,meccanismi di macro guppi, deisorsi da segaioli del tipo noi ce ne intendiamo, più meno, etc...adesso vi comunico quelli che si chiamano due o tre oggetti fobici e attendo repliche: uno.....IL SALVADANAIO....ovvero faccio le cose quando ho i soldi..meglio peggio di.....DUE....i papà detti i papà risparmi privato.....tre il concetto che a alcuni i soldi avanzano proprio per quello....quattro...la possibilità di affezionarsi e volere bene alle cose...che implica saper coniugare le proprie energie tradizionali e non alternative alla capacità di voersi bene e volere bene alle proprie cose...e...indirizzare questi contenuti ai figli...condividendo queste emozioni....leggendovi non vi offendete viene da spaventarsi...perché: io se fossi crucco (io non li posso vedere ma,)...difenderei i miei figli...li leverei da qualsiasi cesso di popolo di mantenuti e li leverei pure dai popoli che reputano normale che Berlusconi sia presidente etc...poi li leverei da quelli che hanno il deficit, poi gli direi a te e i tuoi soldi ti proteggo....io non riesco a capire perché concepite solo gli scambi commerciali solo sul deficit e...soprattutto perché non vi viene di dire ...si stanno organizzando per mandarci affanculo.soprattutto perché non ammettete che per comprarsi una cosa bella le persone possano risparmiare e spendere parecchi soldi...a me la storiella della Swatch svizzera per esempio fa ridere....è un paradosso.siamo solo noi italiani che per vendere una cosa dobbiamo svalutare...io davvero non riesco a mentalizzare di che cosa parlate...poi con la valuta forte.si comprano gas petrolio etc.beati loro direi...anche se sono nzionalisti

roberto zucchi 07.02.15 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

yyfhjk

sbocchi Commentatore certificato 07.02.15 20:59| 
 |
Rispondi al commento

La conferma a queste tesi le ritrovate anche nei seminari di Rudolf Steiner, il padre dell'Antroposofia, il quale pero affrontava la questione dal punto di vista spirituale e cristiano, auspicando che la "superiorita" intellettuale "fredda" germanica si facesse "contaminare" dall'istintualitá ed umanitá del sud europeo, appunto umanizzando il loro rigido e freddo intellettualismo illuminato, ma completamente privo di pathos! La Sophia! Con l'alibi dell'economia, di per se glaciale e spietata come il loro intellettualismo, pervasi come sono da e per colpa anche dell'Antroposofia che ne ha fatto "IL POPOLO ELETTO" D'EUROPA, perseguono gli stessi fini, ma come direbbe Steiner su basi, l'economia, diaboliche! Purtroppo le loro radici egotiche di "razza superiore" ed "eletta" esplosa con il nazismo, ora viene forzatamente celata e nascosta a livello subconscio e la dimostrazione sta proprio nell'ostinazione a votare la Merkel e perseguire una dominazione disumanizzata e disumanizzante, senza concedere nulla ai popoli del sud ed alle loro piu "umane" debolezze! E una guerra fra intransigenza fredda egotica e cieca e la cialtroneria intrinseca alle nazioni latine! Imporre i loro valori e modelli di pensiero é una pura bestialitá! É il popolo germanico in quento "eletto" che deve avvicinarsi ed aiutare la crescita morale etica ed economica nel rispetto della maggiore debbolezza data dalla maggiore umanita dei popoli del sud europa! Non capirlo li esautora istanteneamente dal poter rivendicare e pretendere di avere un tale ruolo elettivo! E data la loro sordita, vanno immediatamente allontanati uscendo al piu presto dall'euro! Travisare Steiner é disonesto intellettualmente e spiritualmente e quindi, al piu presto gli va rigettato in faccia un "ruolo" come ispirato dal nazismo PRIVO DI ANIMA E DI UMANITA ORA BASTA FUORI DALL'EURO!

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Perché dovete arrabbiarvi con la Merkel,quando la Merkel esegue solo gli ordini ricevuti e fa gli interessi dei padroni del mondo.Da non dimenticare che per innalzare la Merkel,hanno adottato il sistema delle grandi ammucchiate all'italiana.Dato che la UE serve ai padroni del mondo da usare contro al Russia,tutte le Colonie che ne fanno parte devono contribuire a mantenere le Ex Repubbliche URSS,proprio come aveva detto Eltsin.Meglio subito una vera guerra che non al proseguimento dei soliti teatrini ripetuti per 25 anni,perciò,prima la fanno meglio è.Se Putin non fosse caduto nelle trappole delle Sirene politiche concedendo lo spazio aereo alla Nato,chiesto aiuto al Messia per placare le ire del Dio delle Guerre Bush e fermato la reazione di guerra contro la Georgia,i padroni del mondo non si sarebbero montati la testa e non avrebbero potuto realizzare la globalizzazione seminando distruzioni,morte,sofferenze,ingiustizie,guerre civili,odio di credo e di razza.Non capisco il perché Putin perda tempo a trattare con gli emissari dei padroni del mondo che eseguono solo gli ordini ricevuti e non tratta direttamente con il Dio di turno.Almeno con una vera guerra potrebbero essere colpiti anche i cari della Malapolitica che ci hanno trascinati in fondo alle fogne e per chi non creperà avrà speranza per un domani migliore come avvenuto dopo il 45.

Agostino Nigretti 07.02.15 20:38| 
 |
Rispondi al commento

MAI PIU' "SENZA VINCOLO DI MANDATO"


Per fortuna nel M5S c'è Beppe Grillo, che riesce sempre (unico) a parlare con chiarezza al popolo italiano.
Con la sua proposta di modificare radicalmente l'art. 67 della Costituzione, finalmente sarà possibile mettere un freno al mercato delle vacche, che da decenni viene praticato al Parlamento italiano.
Inserendo il "Vincolo di mandato", la partitocrazia e i poteri forti, perderanno quello strumento, che per decenni hanno usato per consolidare il loro potere.

p. s.
speriamo che gli eletti in Parlamento, non si metteranno (ancora una volta) a contrastare le proposte di Beppe.

gianfranco chiarello 07.02.15 20:36| 
 |
Rispondi al commento

18 mila giorni corrispondono a 50 anni.
Un uomo di 50 anni che perde il lavoro. Un giorno è arrivato uno più giovane, prima una scrivania piccola accanto alla sua nell'ufficio, poi la sua, di scrivania, che viene rimossa. E col lavoro, il protagonista, perde anche la sua vita. Perde il senso delle cose.

18 mila giorni

Ci sono stati giorni, Vitamia
che tutto aveva un nome
e di quel nome qualche voce
si prendeva libertà
e giorni così bianchi di parole accese
da non poterti dire come
tu trovameli adesso, Vitamia, trovali
portameli qua
e giorni così bianchi di finestre accese
e di parole nuove
tu cercali, Vitamia, cercali
portameli qua

ci sono stati giorni, Vitamia
che anche il giorno aveva un nome
e in quel nome qualche mano
si prendeva libertà
e giorni così lunghi e accesi
da non saperti dire come
tu trovameli adesso, Vitamia, trovali
portameli qua
e giorni così lunghi e accesi
di parole nuove
tu cercali, Vitamia, cercali adesso
portameli qua.

https://www.youtube.com/watch?v=4z__LECmDIc

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato 07.02.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento

beeee

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera ragazzacci:
Perso tutto dal PC andato a fare in c**o.
Mi presento con nuovo vestito senza più medaglie!
Credo che per la guerra converrà comunicare al raccontaballe che il m5*" è d'accordo di non essere d'accordo con il governo"...più frase sibillina e veritiera fu fatta da un politico internazionale.
Se la diciamo noi ...non vale?
ps:
Lucaaaa,...grazie per il caffè era da molto che non venivo al desco del Blog.
Birra per tutti...pago io!

oreste, m., SP Commentatore certificato 07.02.15 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA GUERRA DI TRINCEA CI PENALIZZA

La guerra di trincea è la più usurante; credo sia giunto il momento di cominciare ad uscire dalle trincee per occupare spazi nuovi.
Proviamo a sfruttare un po di più le nostre potenzialità. Dobbiamo cominciare a fare cose nuove che i nostri nemici non possono fare. Noi tutti dobbiamo cominciare ad essere attivisti nel senso più ampio del termine. Dobbiamo cominciare a coniugare il nostro ESSERE ATTIVISTI POLITICI con tutte le altre potenzialità finora inespresse. Noi siamo inevitabilmente anche CONSUMATORI. Noi comunque acquistiamo prodotti, deteniamo e muoviamo DENARO, facciamo SHARE e così per mille cose. Proviamo a SOMMARCI anche su tutta un'altra serie di scelte e potremo cominciare a PESARE molto di più.
Propongo per il momento questo vecchio pallino che penso sia ormai alla nostra portata: cominciare a fare gruppo CONDIZIONANDO LE BANCHE. Mi spiego: potremmo provare ad ottenere una convenzione e delle garanzie particolari con BANCA ETICA per consentire a tutti i simpatizzanti e gli iscritti di trasferirci le proprie posizioni bancarie. Se quest'operazione venisse svolta con tutti i crismi potremmo creare i presupposti salassare IL SISTEMA scavandolo da dentro (non tanto per le cifre movimentate ma per ciò che rappresenta la capacità stessa di muovere in modo coordinato molte migliaia di conti).

Sarebbe una bella cosa leggere anche altre proposte.


CIAO BLOG

PS: NON FACCIAMOCI PIU' FREGARE DAI BROGLI E prepariamoci per tempo con nostri rappresentanti di lista in ogni seggio elettorale forniti di una app per smistare i dati in tempo reale.

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 20:16| 
 |
Rispondi al commento

@ cicciobomba,

mi sa che devi metterti a pedalare, sei diventato un Pallone Gonfiato.

syly d. Commentatore certificato 07.02.15 20:10| 
 |
Rispondi al commento

anche solo nominare la parola :guerra è da bastardi e mentecatti fascistoni"!!!
la guerra è l'orrore supremo!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Coloro che hanno la scorta senza reali motivazioni (Renzi non è l'unico), hanno la coscienza sporca e per questo hanno paura. Forse pensano che quando hanno governato non hanno fatto tutto il proprio dovere. Renzi e molti altri politici di finta sinistra o di destra (non fa nessuna differenza), sono diventati tutti liberali (ricordiamoci che i liberali sono la peggiore specie di politici perché qualunquisti). Infatti il liberismo nasce da quella ricca borghesia cosiddetta "illuminata" , che, per non farsi tagliare il collo nella rivoluzione francese, creò quel partito perché aveva paura della giusta ritorsione del popolo. Loro asserivano di aspirare alla libertà di tutti ma, in realtà, il liberismo era (ed è ancora ) sinonimo di libertà di arricchimento dei più potenti a scapito dei poveri. Questo è stato il vero inganno, con il quale ancora abbindolano le masse. Se un povero non istruito sente la parola liberismo pensa che sia riferita alla parola libertà. Fanno finta di stare dalla parte del popolo per farsi meglio i propri interessi. Oggi abbiamo molti esempi in proposito, uno dei più furbi è Monti (sempre freddo e col suo finto moderatismo è un vero calcolatore). Quando venne messo al governo da Napolitano disse che doveva fare dei tagli equi per tutti per "non sprofondare nel baratro" (" ce lo chiede l'europa" vi ricordate?) e iniziò dalla fase 1: iniziò dal taglio delle pensioni (lasciando migliaia di persone senza stipendio e senza pensione), tolse molti diritti ai più poveri e diede inizio allo smantellamento dello stato sociale. Disse che lui voleva fare delle manovre eque, e che ci sarebbe stata la fase 2 nella quale avrebbero dovuto pagare i super ricchi e gli evasori fiscali (si limitò a controllare qualche scontrino fiscale a Cortina). La fase 2 ancora la stiamo spettando. Sono dei veri populisti perché i populisti governano con la paura (tra baratri e le luci in fondo al tunnel) a causa di una crisi creata da loro per farci perdere tutti i diritti.


Voglio segnalare una cosa che non c'entra con l'argomaento oggetto del post: i prezzi del petrolio e del gas scesi moltissimo .... non è strano ? Sempre più gente è tentata dalla energia pulita: fotovoltaico, eolico, auto elettriche e via dicendo.... Ed il 'potere' cosa fa ? Fa scendere il prezzo della benzina e del gas....!!!! Dato che l'installazione dell'energia pulita ha un costo ancora alto e non sempre è possibile perchè il popolo non si accontenta di quello che ha ? Non solo, c'da chiedersi: dato che nonostante i ribassi ci guadagnano ancora tantissimo, quanto ci guadagnavano prima ?

Giulio Cesare Calcagni 07.02.15 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È truffa, Renzi compra i voti

Il Pd acquista i parlamentari di Monti e completa l'operazione lanciata nel 2011 per eliminare politicamente Berlusconi. Ora Matteo può raccogliere i frutti
Missione compiuta. Ora il loden può essere riposto nell'armadio delle cose inutili. Dopo le dimissioni di Napolitano, l'ultimo atto è la migrazione dei parlamentari di Scelta civica nel Pd. Il cerchio si chiude e c'è poco altro da capire. A questo punto si può mettere il sigillo su quella meteora politica che è stata il montismo.
Il professore sobrio apparve sulla scena come il salvatore della patria, l'uomo che avrebbe dovuto salvare l'Italia dal fallimento e sconfiggere la crisi economica. L'obiettivo in realtà era eliminare Berlusconi. Monti è stato la maschera che Napolitano ha tirato fuori dalla tasca per sbarazzarsi del Cavaliere.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 07.02.15 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Mettetela come volete, ma l'unica cosa sicura sarà un'altra guerra :(
Quando non si può sapere..... ma ci sarà :(

Giovanni Salsa, Civitavecchia Commentatore certificato 07.02.15 20:01| 
 |
Rispondi al commento

buonasera blog e qui caffè a 5 stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I tedeschi anno tanti ,ma tanti pregi. Solo che sono a servizio dei loro difetti.

Michele dicembrini 07.02.15 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signora FRIGNERO,

anche di sabato la mando volentieri AFFANCULO

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 07.02.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il terzo segreto di Verdini-Berlusconi: La ruota della fortuna di Matteo.

Dove 'fortuna' si intende: La amicizia all'epoca fra lo zio di Matteo e Berlusconi

gennaro fu 07.02.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento

La Merkel dovrebbe essere più umana, visto il suo passato di suddita sotto il regime comunista.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 07.02.15 19:44| 
 |
Rispondi al commento

NOI NON VOGLIAMO LA GUERRA CON LA RUSSIA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
ANDIAMO IN PIAZZA SANTO CIELO,BASTA SANZIONI BASTA GUERRA ALLA RUSSIA SE NO ITALIA FUORI DALLA NATO !!!!
COSA CAXXO STANNO FACENDO ??????!!!! SIAMO GOVERNATI DA PAZZI SCRITERIATI GESTITI DA BANCHIERI NOI NON FAREMO NESSUNA GUERRA NESSUNA BASTAAAAAAA
M5S DITELO IN PARLAMENTO PER FAVOREEEEE

IVAN 07.02.15 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che NESSUNO nel pieno delle facolta´mentali desidera una guerra.
Fanno eccezione i banchieri e i produttori di armi.
Sempre che sia "in casa altrui".
La Merkel ha detto chhiaramente che fornire armi all´Ukraina non e´sicuramente nel "suo interesse" perche´solo un idiota pensa che questo possa essere un deterrente per Putin.
Anzi, sarebbe l´occasione e la scusa buona per riprendersi l´Ukraina...
Ma nello stesso tempo, di tutto si puo´dire di Putin, ma non che sia scemo.
Capisce perfettamente (e l´ha detto a chiare lettere) che uno scontro in Ukraina sarebbe l´inizio di una guerra mondiale che coinvolgerebbe l´uso di armi atomiche.

UK e USA si sono pronunciati CONTRO la Merkel.
Non hanno neppure parlato di UE perche´quelli sono bambocci leccacosidetto (purtroppo anche il NOSTRO)

Come ha detto qualcuno, di cui non ricordo il nome, non e´il momento di cercare antagonismi, ma quello di distanziarsi da OGNI possibile coinvolgimento armato.
Sarebbe bene farlo sapere a RENZI, perche´questo, preso nella foga di governare, non faccia come il suo predecessore che agi´pensando di potersi sedere al tavolo dei vittoriosi.
Ogni guerra, anche quelle che uno puo´eventualmente vincere, e´una sconfitta.
E io mi dissocio completamente.

Patrizia B. 07.02.15 19:24| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://video.corriere.it/renzi-expo-scala-milano-pronti-tutto-evitare-figuraccia/1b117958-aeea-11e4-99b7-9c6efa2c2dde

avete sentito cosa ha detto il renzi?

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 07.02.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LUNEDI VOGLIO CHE I NOSTRI RAPPRESENTANTI IN PARLAMENTO CHIEDANO AL GOVERNO DI DICHIARARE CHE L'ITALIA NON PARTECIPERA' A NESSUNA GUERRA.
E CHE CAZZO!

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 07.02.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Federico D'Incà MoVimento 5 Stelle
47 min ·

La ‪#‎buonanotizia‬ del giorno

TI STAMPO LA CASA
L'azienda cinese WinSun Decoration Design Engineering Co ha costruito nella zona di Suhzou un edificio alto 5 piani, disposto su una superficie totale di 1.100 metri quadrati.
Non ci sarebbe niente di strano se non fosse che l'intero edificio è stato realizzato utilizzando la stampa in 3D. Con un imponente dispositivo lungo 40 metri, largo 10 e alto 6,6, la WinSun ha progressivamente costruito tutte le parti del palazzo, elementi decorativi interni ed esterni compresi, in un materiale che unisce cemento a presa rapida, scarti di costruzione e un agente capace di far indurire la miscela. Le varie parti sono poi state assemblate manualmente in loco, con procedure molto simili a quelle utilizzate per costruire i prefabbricati (che comprendono l'installazione di rinforzi in acciaio, isolanti, cavi elettrici etc).
La stessa azienda era già nota per aver costruito, sempre con l'utilizzo delle tecnologie di stampa 3D, ben 10 case in 24 ore.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 07.02.15 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luigi Di Maio
2 min ·

Renzi e Alfano tagliano 9,7 milioni di euro destinati alla sorveglianza della Terra dei Fuochi e la notizia shock sarebbero le mie dichiarazioni in merito?
Mi facciano il piacere! Le mie sono affermazioni forti che nascono dall'indignazione di loro atti miserabili.

I partiti dicono che non potrei usare questo linguaggio, perché ho una carica istituzionale ? Ma chi? Quelli che oggi hanno salvato Calderoli dall'aver definito "Orango" la Kyenge. Gli unici a difenderla siamo stati noi del M5S.

Renzi taglia i fondi alla Terra dei Fuochi. Chi appicca i roghi lo ringrazia. Torniamo all'anno zero!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 07.02.15 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Vogliono il caos per nn far cambiare nulla. X loro una guerra è una soluzione.
W laPace
WM5S

Antonio . Commentatore certificato 07.02.15 18:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Patrizia B.

Visto che mi ha tirato in causa,

credo poco che Lei sia per la Pace in Europa, Lei fa un triplo gioco, sono troppo vecchio per non capire bene le persone doppiste di idee che scrivono una cosa per arrivare a farne capire un'altra.

Mi faccia la cortesia almeno la prossima volta di citare la fonte, ed il mio pseudonimo che è "syly d." e tutto il mio pensiero del post scritto in chiaro ieri e messo sotto commento a risposta di un altro commentatore. Tanto Le dovevo per chiarezza.

A me le Persone come lei mi fanno cadere le palle inguinali.... io ragiono con la mia testa, Lei ragioni come cavolo vuole.

Non me ne voglia, cordiali saluti

Immagini Nuovi Scenari Geopolitici. silvio

syly d. Commentatore certificato 07.02.15 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Tedeschi sono più bravi di noi?
Mi fa piacere,non soffro d'invidia.
L'importante è che non facciano del male al prossimo e che siano solidali con i più deboli.

salvatore castellano Commentatore certificato 07.02.15 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Presidente Mattarella

la “sensibilità dei cittadini, che chiedono partecipazione, trasparenza, semplicità degli adempimenti, coerenza nelle decisioni”
è un po’ scossa dalla mancanza di trasparenza e dalla apparente impossibilità a partecipare ad importanti decisioni come TTIP e TISA,
che sembrano minacciare la nostra democrazia costituzionale.

Quale Garante della Costituzione, mi auguro che Lei il 9 Febbraio sia a Ginevra per rappresentare i diritti dei cittadini garantiti dalla Costituzione Italiana.

Spero inoltre voglia indicarci in quale modo concreto, noi cittadini, possiamo partecipare direttamente a questo tipo di decisioni.

Grazie

banban 8 Commentatore certificato 07.02.15 18:45| 
 |
Rispondi al commento

@ Patrizia B.

Dobbiamo essere solidali con la Grecia ed i grechi. Dobbiamo essere i primi a rinunciare al rimborso dei prestito italiano. Cosa faranno gli altri Paesi Europei?, si dimostreranno altrettanto altruisti?

Bisogna far in modo di dividere i vari paesi, anche perché ci sono molte nazioni specie quelle dell'est che sono messe male economicamente e finanziariamente.

Che il Destino abbia pietà di questa Nazione, oggi la Cancelliera vuole la rivincita su Mosca per la 2a guerra mondiale, ed il Delfino, l'unico che in Europa ha la bomba atomica, ci stanno portando dentro una guerra, e già ci vuole una bella guerra, per far ripartire le economie occidentali.

syly d. Commentatore certificato 07.02.15 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Renzi all'Expo 2015 dice:...

"Il 2015 anno felix, possiamo correre...!

Io rispondo: "Gli Indù nel deserto fanno
voto di non mangiare pesce" !


Maurizio Tesei

maurizio tesei, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse sarebbe il caso di spiegare perchè la Germania negli anni antecedenti la prima guerra mondiale esercitò un egemonia a metà, e perche questi discorsi che sembrano riferisi ad un epoca ormai lontana nel tempo, sono ancora attuali.
Vediamo perchè:
Passati i primi decenni della rivoluzione industriale, che si era basata sopratutto sul Carbone e sul Ferro, e che quindi aveva favorito quelle nazioni europee che ne disponevano in quantità sufficiente, si ci rese conto che per portare avanti il progresso tecnologico ed economico occorrevano tante altre materie prime.
Ci volevano Rame, Zinco , Cromo, Alluminio, Fosfati, Gomma, ecc. ecc , e già si cominciava a capire l'importanza del petrolio, che poteva fornire quella nafta che era un combustibile molto migliore per le "navi corazzate" del carbone.
I paesi atlantici industriali (Gran Bretagna, Francia, Olanda e Belgio) risolsero il problema
riprendendo l'espansione coloniale che avevano già cominciato all'epoca della navigazione a vela, e trovando nei territori d'oltremare tutte quelle materie prime che gli servivano.
Per la Germania, che era un paese continentale
fu quasi inevitabile rivolgere lo sguardo verso quel grande serbatoio di materie prime che è l'Eurasia del Nord, ovvero la Russia.
Ci hanno provato ad impadronirsene con i cannoni Krupp durante la prima guerra mondiale e gli è andata male.
Ci hanno provato i Panzer durante la seconda guerra mondiale e gli è andata male.
Adesso ci stanno provando con l'Euro, ma i Russi (giustamente)sono disposti a vendere le loro materie prime solo in cambio di una moneta "forte".
E quindi non è dalla "paura dell'inflazione" che i tedeschi vengono spinti a fare dell'Euro una moneta forte,ma dal volere una moneta fortissima, tanto da diventare moneta di riferimento per il commercio internazionale delle materie prime.
Il punto debole di questa politica è che non può essere costruita sulla rovina dei paesi dell'Europa Mediterranea.
La facciano pure, ma allora tornino al Marco.

Torquato Apreda 07.02.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento

"Il crollo dell’eurozona è un rischio devastante per l’economia tedesca"?!...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Seconda conclusione affrettata!...
Infatti è possibile anche l'affermazione reciproca ovvero che l'inversione di tendenza della Germania fino al suo crollo è un rischio devastante per l'economia dell'eurozona! .-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Che la Grecia, trovi la quadra o no in europa, sarà sempre il grimaldello per l'euro-zona. La popolazione Greca schiacciata grida vendetta nel breve o nel lungo termine; non dimenticherà mai e se in parte accontentata, ormai con la prepotenza-schiacciante dimostrata, la situazione cambia poco. Dovrebbe trattenersi i denari italiani e tedeschi come danni di guerra, mai pagati abbastanza a suo tempo e riaprire il contenzioso, gettando sul piatto della bilancia l'immoralità economica alla pari di quella della guerra subita. Tanto per non dimenticare mai.

f.d. 07.02.15 18:19| 
 |
Rispondi al commento

"Si è invece verificato il contrario: la Germania è diventata più potente proprio grazie all’euro."?!...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Prima conclusione affrettata!...
Infatti non è detto che la Germania... senza l'euro... non sarebbe diventata ancora più potente! .-|||


http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
tutto vero,ma anche con un prodi che ha permesso il cambio 2 milalire un euro che da noi vuol dire tutte le botteghe e mestieri tutti che hanno fatto il cambio un euro mille lire cioè io oggi prendo di valore da un milione di lire di pensione a 500 milalire e di questo non ne parlate mai,noi pensionati cosa siamo la merda pertutta la politica,infatti manco vanno a votare,i pensionati poveri non hanno nessuno che òli difenda e i 5 stelle per me hanno obbigo morale e politico di parlarne e difenderli,con 500 euro al mese di pensione siamo solo dei deleritti

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il cancelliere Kohl nel 2014 ha dichiarato di "essersi pentito di aver obbligato l'Italia a entrare nell'euro, e di aver fatto solo un mero calcolo politico , non finanziario contabile, e di aver voluto ignorare che l'Italia non poteva, sostenere il peso di una moneta così' forte come era l'EURO MARCO."
Bene cio' posto alla Germania fare fuori un concorrente come eravamo noi , era perfetto l'euro, e così' e' stato.
Fine.
ADESSO?????
Contiunamo a farci massacrare perche' abbiamo firmato dei trattari capestro che ci consegnano alla Germania e ai banchieri della bce???
CHIEDETELO A PRODI DI RISPETTARE L'EURO E IL TRATTATO DI LISBONA NON A NOI CAXXO .

Ivan 07.02.15 17:36| 
 |
Rispondi al commento

"oggi la Cancelliera vuole la rivincita su Mosca per la 2a guerra mondiale,"

A leggere certe cose mi cadono le braccia...
Merkel e Hollande ( Renzi e´superfluo, perche´la sua presenza non serve a nulla) si sono precipitati a Kiev e Mosca perche´gli USA vogliono armare con armi pesanti Kiev.
COSA SIGNIFICA?
Significa che Putin non ha alcun problema a rispondere.
Il problema ce l´abbiamo noi che, grazie a quegli imbecilli di Bruxelles, con le sanzioni abbiamo dichhiarato guerra alla Russia (cioe´ci siamo schierati pro USA)
E chi si prenderebbe le bombe Russe sulla testa?
Forse gli USA? O gli Europei?
Merkel ha dichiarato che la Germania SI OPPONE a dare armi a Kiev.
Se si vuole pace la si raggiunge NON con le bombe, ma discutendo.
Gia´in Medio Oriente e nord africa hanno fatto un macello. ORA E´IL MOMENTO DI FINIRLA, perche´la situazione sta diventando seria.
In Italia si parla di stupidaggini senza vedere cosa sta succedendo.
Io non sono una fan di Merkel, ma meno male che c´e´qualcuno intelligente...

Patrizia B. 07.02.15 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

correva l'anno..

https://pbs.twimg.com/media/B9FM9AiIIAAJJUZ.jpg:large

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Quello di cui proprio non abbiamo bisogno oggi e' alimentare un sentimento antitedesco ricorrendo a frammenti di storia incompleti e inappropriati. Basta e avanza il problema attuale dell'euro e del suo futuro.
Abbiamo una guerra pericolosissima al fronte sud dell'Europa il cui possibile sviluppo da adito alle piu' terribili ipotesi. Abbiamo una guerra in atto sul fronte est che minaccia di estendersi e di infiammare l'Europa. Abbiamo un paese europeo, la Grecia, sull'orlo del fallimento.
Di questi argomenti noi italiani ci occupiamo poco e ci preoccupiamo ancor meno, tutti presi dalle cazzatelle di casa nostra. Non e' un caso se la Mogherini e Renzi non siano stati coinvolti nell'iniziativa tedesca.
La Merkel ha trascinato Hollande a Mosca per tentare di fermare Putin, ma soprattutto per stoppare Obama che sembra intenzionato a mandare armi pesanti e "addestratori" in Ucraina. Un conflitto finora localizzato rischierebbe di allargarsi alla grandi potenze e ovviamente alla NATO, con esiti imprevedibili e potenzialmente catastrofici per tutti gli europei. Non sarebbe la prima volta che da una sciocchezza nasce una tragedia.
Che piaccia o no oggi e' la Germania che si oppone alla strapotenza e all'arroganza americana. E' la Germania che difende l'identita' europea e quel poco di unita' che si e' riusciti a costruire. Dopo aver tentato di affossare l'Europa con l'arma finanziaria e l'attacco all'euro, ora gli USA riprendono in mano le armi e sappiamo tutti dalla storia i casini che riescono a fare le guerre americane.
E' uno scontro tra capitalismi, certo, non e' che si distinguano bene i buoni dai cattivi, ma e' il nostro capitalismo sociale o quel che ne resta dopo il massacro della crisi economica che la Germania difende e che tutti gli europei dovrebbero fare per non essere completamente omologati al capitalismo selvaggio americano. Per troppo tempo siamo stati fedeli "alleati" o meglio sudditi degli USA e ne abbiamo pagato il prezzo. E' ora che ci rendiamo liberi!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRECIA E BCE: AVETE CAPITO O NO CHI GOVERNA DAVVERO ?
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14627

DI MARCELLO FOA

Il Cuore del Mondo

Non chiamatele pressioni, sono ricatti. Non parlate di separazione di poteri, al vertice dell’Unione europea non esistono. Sto parlando, ovviamente, del trattamento che l’”Europa” sta riservando alla Grecia.

Quando la Banca centrale europea annuncia che da martedì non accetterà più i titoli pubblici greci a garanzia dei prestiti bancari, compie un gesto politico, dalla forza dirompente, paragonabile a un atto militare. Di fatto priva le banche di liquidità, ed come se si riducesse l’ossigeno a un paziente reduce da una lunga malattia.


Gli spin doctor della Bce hanno presentato la decisione alla stregua di “pressioni” sul governo greco; in realtà è una forma di ricatto, che dimostra, ancora una volta, come in questa Europa la democrazia sia più formale che sostanziale e come la volontà popolare non abbia possibilità di affermazione non appena contrasta con gli interessi e i piani delle élite europee.

Fuor di metafora: Draghi ha messo Tsipras con le spalle al muro: se persiste sulla strada della rinegoziazione del debito, le banche greche, nel giro di poche settimane o forse di pochi giorni, si troveranno senza fondi, alcune chiuderanno, la gente assalirà, inutilmente, bancomat e sportelli, l’economia si fermerà. A quel punto Tsipras avrà di fronte a sé due alternative: rompere definitivamente e uscire dall’euro o chinare la testa.

Secondo voi come finirà?

L’effetto, se questo scenario dovesse realizzarsi, sarebbe disastroso per la nostra democrazia: dimostrerebbe che i vari Syriza, Podemos, eccetera non hanno alcuna possibilità di realizzare le proprie promesse elettorali e che ai popoli europei non resta in realtà che una scelta: applicare i diktat della Troika con un premier di centrosinistra o applicare i diktat della Troika con un premier di centrodestra. Cambia l’etichetta, non la sos

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 07.02.15 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, se è la Germania che parla di "nuovo nazionalismo economico" è, giustamente, il diavolo incarnificato. Se invece parliamo noi di quella boiata che è la "sovranità monetaria" e l'uscita dall'euro, allora va tutto bene...
non vi sembra un pò contraddittorio?
Quand'è che ci diamo delle linee guida per cercare di non dire tutto e il contrario di tutto?

Marco V., Bari Commentatore certificato 07.02.15 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sarei dell'idea che la germania e cosiddetti paesi virtuosi escano dall'euro e si facciano una loro moneta.
Che ne pensate?

ivo 07.02.15 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Del patto del nazareno hanno sciolto solo il nome. Cosi d'ora in poi non sarà segreto solo il contenuto.

Lorenzo C., Parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 07.02.15 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Andate a vedere su YOU TUBE IL VIDEO "Italiano parli ancora adesso" sui prezzi bassissimi rispetto ai nostri dei prodotti nei supermarket .L'euro e' servito per far fuori l'Italia come concorrente diretto della germania , SE NON USCIAMO SIAMO MORTI.
Visto il povero Syriza ? voleva solo ricontrattare il debito , nemmeno uscire da sta gogna a debito chiamata euro, LO STANNO RICATTANDO.Questa merda si chiama EURO.
Ci aggiungerei le guerre , siamo gestiti da banchieri SENZA SCRUPOLI, CHI HA LA CASSA DEI SOLDI DECIDE TUTTO, GLI STATI L'HANNO PERSA.

LUCA 07.02.15 17:03| 
 |
Rispondi al commento

"L'unione europea doveva contenere il potenziale della Germania ed invece ha sortito l'effetto opposto."

E´come dire che in una classe i migliori devono diventare peggio cosi´da avere una "media" uguale...
Casomai e´il contrario, l´Europa doveva puntare a MIGLIORARE il potenziale degli altri stati, ma a parte aumentare debito e spese non mi sembra che l´Italia dopo l´entrata nell´euro si sia data molto da fare per migliorare.
Anzi, aumentando il debito ha ridotto le sue possibilita´, perche´ha aumentato gli interessi.
Qui si parla tanto di ritorno alla lira, con cui io concordo pienamente.
Ma non serve a nulla, anzi peggiorerebbe la situazione, se si continuasse sulla stessa strada, contando sugli effetti benefici di avere una moneta debole...
Non esistono i miracoli e nessuna politica monetaria puo´risolvere i problemi.
Puo´AIUTARE a risolverli, ma la politica deve intervenire e approfittare dei vantaggi aggiungendo le riforme necessarie.
La sovranita´monetaria puo´essere un´arma a doppio taglio, se si pensa che si possano stampare lire ad libitum e sopperire a tutto con carta stampata, si ottiene l´effetto contrario.

Patrizia B. 07.02.15 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si vedono la Merkel, Hollande , a nome dell'Europa? , con Putin e il risultato è TERRIFICANTE! il tg parla, trattandola quasi come una qualsiasi notizia di cronaca di GUERRA!! Ma l'unione EU non è sorta per allontanarci da ciò??? mi collego al web e noto con TERRORE che nessuno parla di questo!! stanno eseguendo un nuovo e diverso orrore sociale e anche questa volta nessuno se ne accorge in tempo?

vittorio iannucci, frosinone Commentatore certificato 07.02.15 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Dopo l’impero c’è stato un certo trionfalismo in Germania: Nietzsche rappresenta il sentiment dell’epoca, e cioè che nel 1871 la Germania non fosse solo superiore militarmente, ma anche culturalmente. La mia impressione è che, dopo la crisi finanziaria nel 2008 e 2009, in Germania ci sia un nuovo trionfalismo"


Oh ragazzi, va bene tutto, ma dichiarare che "Nietzsche rappresenta il sentimento dell'epoca", quando lui odiava i tedeschi contemporanei quanto sua madre e sua sorella...
Davvero d'ignoranza ce n'è tanta in giro...chissà cosa ne penserebbe Massimo Fini, amico di questo blog e autore di un'ottima biografia sul pensatore tedesco.

Luigi Carli 07.02.15 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non trovo la situazione attuale molto diversa da quella pre euro.
Prima dell´euro in paesi come Spagna, Italia, Grecia si avevano monete deboli, che per ovviare alla crescita del debito ricorrevano alla svalutazione.
In Germania c´era una moneta piu´forte, il marco, che i tedeschi, reduci dall´iperinflazione della repubblica di Weimar, si guardavano bene dallo svalutare.
ANCHE ALLORA GLI STIPENDI erano piu´bassi in Italia e piu´alti in Germania.
Anche allora il tenore di vita la´era piu´alto.
Anche allora i servizi sociali e le infrastrutture, le scuole, gli ospedali, funzionavano meglio la´che da noi.

Ci siamo illusi che con una ugluale moneta quasi per miracolo, tutto cambiasse e ci fosse la parita´.
Per otto anni le cose sono andate a gonfie vele, poi, con la crisi del 2008 le fondamentali e strutturali differenze sono venute a galla.
E la colpa e´della GERMANIA.
Senza l´euro, saremmo esattamente dove siamo ora.
Con un tenore di vita piu´basso, con tasse piu´alte, con servizi allo sfascio.
Ma probabilmente non diremmo che e´colpa della Germania.
Il primo passo per poter migliorare e´CAPIRE dove sono i problemi e risolverli.
Trovare un capro espiatorio non serve a nulla.
Come non servirebbe a nulla tornare alla lira se non nazionalizzassimo la Banca d´Italia, se non combattessimo corruzione e malcostume, se non diminuissimo le tasse e aumentassimo i redditi.
Per avere prezzi competitivi non c´e´bisogno di una moneta debole, basterebbe ridurre le tasse.

Patrizia B. 07.02.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La soluzione sarebbe semplice: stracciare il trattato di Maastricht.
L'unione europea doveva contenere il potenziale della Germania ed invece ha sortito l'effetto opposto.

Del resto non si possono oggettivamente tenere uniti Paesi con storie e culture estremamente diverse come è stata da sempre l'Europa.

L'unione europea è stata una grande trappola che avrebbe avvantaggiato i Paesi più forti, dimostrando che guerra e colonizzazione non si fanno solo con le armi.
Altro che comunità o unione federale democratica, siamo di fronte alla costituzione, con tutte le accezioni e le difficoltà politiche del caso, dell'"Impero Europeo" con capitale in Germania.

A questo punto, per il bene dei popoli, si abbia il coraggio di azzerare il tutto, e se proprio vogliamo riprovare con l'idea di una "Comunità Europea", si riparta alla luce delle difficoltà e degli eventi politico/economici successi nell'ultimo ventennio.

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 07.02.15 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Che dì??
Spero in un a condanna esemplare...

http://youtu.be/5J7lBFCc0NI

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nicola Morra
4 h ·

Questione Calderoli-Kyenge: al di là del merito, ennesima dimostrazione di cosa sia il PD. Dopo aver votato in giunta in un certo modo, spaventato dalle polemiche immediatamente insorte per il suo voto, annuncia di votare diversamente in Aula.

Abbiamo una nuova fattispecie della coerenza: la COERENZA dell'incoerenza.

E così, dopo l'emendamento Chiavaroli sulla penalizzazione dei comuni che ostacolavano l'apertura di sale gioco, dopo il 416 ter del codice penale, dopo gli applausi a Mattarella per l'urgenza di dotare il paese di una normativa anticorruzione seria -salvo poi votare il contrario al Senato appena 24 ore dopo-, ci rendiamo conto del perché la nostra nazione possa essere definita senza problemi bislacca: un modo gentile per non dire contraddittoria, opportunista, cinica ed ipocrita.

Ma questo sta per finire. Poco alla volta tanti stanno aprendo gli occhi, perché più delle parole in politica si devono giudicare i fatti, cioè i voti e gli atti dei politici.
Ecco un esempio di onestà intellettuale: "Cerimonia con delinquente. Noi onesti stranieri in patria" di Maurizio Viroli.
Buona riflessione.

http://maurizioviroli.blogspot.it/2015/02/cerimonia-con-delinquente-noi-onesti.html?m=1

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 07.02.15 15:59| 
 |
Rispondi al commento

ma!!!.... non è quello che sta dicendo il prof bagnai da qualche anno ormai?...consultarlo no è??

fabio bonafede 07.02.15 15:50| 
 |
Rispondi al commento

L'obiettivo è ricreare la antica balena bianca, ovvero la Democrazia cristiana, con in più la dissoluzione totale della sinistra rispetto a quella che nel passato era l'unica, inciuci a parte, forza antagonista, ovvero il PCI. L'elezione del cattolico Sergio Mattarella come Presidente della repubblica rientra perfettamente in questo disegno di omogenizzazione in chiave cattolica delle istituzioni.
Dopodiché a disegno completato ,sarà gioco facile modificare la Costituzione in chiave di maggiori poteri al premier, una sorta di presidenzialismo alla Obama.
E allora Renzino, se vuole accelerare ed assecondare questo processo, non deve fare altro che tendere l'ultima trappola, facendo leva sulla disperazione e la rabbia di chi da lui è stato coglionato, ovvero indurre in tentazione (azione affatto cristiana) per compattarsi e fare cadere il governo per poi andare ad elezioni anticipate. Ipotesi apparentemente poco praticabile visto che molti che oggi sono inchiodati a quelle poltrone avrebbero poche o nulle possibilità di essere ripescati (pentastellati compresi). Tuttavia con un Italicum che blocca al 75% le liste di nominati, sfigati a parte, il giochino potrebbe anche valere la candela, magari confidando in qualche spirito di vendetta all'interno dello stesso PD, ovvero in coloro che con Matteo ha ancora conti da regolare.
E' una autentica trappola perché se ciò avvenisse e si andasse a nuove elezioni, Matteo Renzi avrebbe un suffragio di voti quasi plebiscitario, stante la totale insussistenza degli altri soggetti in campo (Salvini a parte che avrebbe qualche interesse ì), e allora ci sarebbe il riconoscimento politico, quello che finora è un limite per il premier, di una legittima incoronazione della sua leadership alla guida del "Partito Unico della Nazione" e quindi come guida assoluta del paese.
Questo è il vero obiettivo finale di Matteo Renzi. Poi dite pure che non è uno statista.

l'Articolo è tratto da "tribuna Libera" di oggi

adina lucchesi 07.02.15 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

messa in piedi in maniera scientifica per denigrare l'operato di Renzi.
Sta di fatto che il ciclone Renzi, dopo avere letteralmente spianato Forza Italia che è in caduta libera nei sondaggi, ad oggi addirittura superata dalla lega di Salvin , dopo avere determinato la chiusura definitiva dell'esperienza di Lista Civica di Mario Monti con tanto di transfughi nel PD, operazione che forse verrà seguita anche da GAL, dopo avere provocato la disgregazione del M5S avendone plasticamente evidenziato la inutilità della azione politica e dopo avere dato il preavviso di sfratto alla sua opposizione interna di "sinistra" adesso la via per Matteo Renzi appare spianata verso il suo vero obiettivo.
Lo dimostra la sicumera con la quale, alle minacce di un Silvio Berlusconi che si sente tradito, proprio lui che di tradimenti è maestro (vedi Bicamerale di Massimo D'Alema, sostegno al governo Monti ecc.. ), Matteo fa spallucce e sorridente risponde "governeremo con i nostri voti", per poi rispolverare un paio di decreti che si chiamano Legge Anticorruzione e Falso in Bilancio che fanno gridare di indignazione Francesco Paolo Sisto, autorevolissima figura di Forza Italia, perché, per chi non avesse ancora capito per i forzizti di Silvio, queste sono autentiche minacce e non leggi sacrosante.


Poi non contento piazza anche una ipotesi di decretino sulle frequenze televisive, altra pugnalata al cuore o meglio al portafoglio di Silvio, che farebbe sborsare una cinquantina di milioni di euro a Mediaset. E si perchè Renzino a chi prova a mettergli il bastone tra le ruote non perdona e colpisce giù duro. Insomma o stai con lui alle sue condizioni o ti stronca.
Ma allora qual è il vero obiettivo di Renzi? Un indizio importante è proprio quel suo ripetere ossessivo di voler rimanere in carica fino al 2018. Se lo dice significa che sta progettando un seguito con un potere ancora più forte. L'obiettivo è ricreare la antica balena bianca, ovvero la Democrazia cristiana, con in più la diss

adina lucchesi 07.02.15 15:41| 
 |
Rispondi al commento

ci anno rotto i maroni con tasse e balselli sulle case sfitte o abitate mentre non fanno un cazzo tutti i governi per coloro che anno perso lavoro e reddito funziona solo il servizio sociale pronto a togliere i figli a italiani divenuti poveri per darl in custodia ad villini di suore che anno fondi dallo stato per vivere e lucrare su famiglie disagiate lo ststo padrone dei maggistrati...che sono solazzati dai servizi sociali per derubare famiglie senz lavoro reddito e cibo ecco una italia berlusconiana renziana dei balordi che ci governano da anni e ci derubno del futuro faiglia reddito vita...che schifo di governi abbiamo....hittleriani....di reggime..dittatoriale contro i cittadini divenuti poveri per tasse expoo....

antony gentile (antonelli), pavona Commentatore certificato 07.02.15 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Tribuna Libera > L’ultima trappola di Matteo Renzi
L’ultima trappola di Matteo Renzi
di paolo
sabato 7 febbraio 2015
La perfezione di un disegno politico si compie quando ogni tassello si incastra al suo posto in modo tale da realizzare uno stato di fatto irreversibile o comunque difficilmente sovvertibile. Su questo stato di fatto poi si costruisce un nuovo potere. Un potere decisamente superiore.
Se qualcuno ritiene che le ambizioni del premier Matteo Renzi si fermino a quello che lui va ripetendo, ovvero rimanere in carica fino al 2018, allora significa che non ha ancora capito il senso di quello "stai sereno Enrico".
Dopo avere strapazzato ed umiliato avversari esterni ed interni in tutte le occasioni che si sono presentate, ogni volta facendo scontrare tra di loro le rispettive debolezze, il vero disegno politico di Matteo Renzi comincia ad acquisire contorni via via sempre più chiari. Qualcuno sostiene che Matteo non abbia la stoffa dello "statista" ma sia soltanto un abile giocoliere della politica, altri che è un fantoccio eterodiretto da logge massoniche o poteri forti occulti, tra i quali viene spesso citato un certo Mario Draghi come esponente di spicco.
La prima tesi è certamente più uno sfogo per l'amarezza di essere stati giocati, o meglio ripetutamente burlati, che non una tesi fondata su fatti, dal momento che per giudicare la qualità di un leader occorre un congruo periodo di tempo, poi sarà la storia a giudicare. Insomma "statisti" si diventa e non si nasce. La seconda tesi non è meno farlocca anche se a ipotizzarla si sono mossi, oltre a Dagospia che di retroscena vive, anche personaggi del calibro di De Bortoli, direttore del "Corriere della sera", che ti poteri forti ed occulti certamente si intende. All'editoriale di De Bortoli aveva risposto un renziano doc come Claudio Velardi, ex consulente di D'Alem, in modo lapidario: "E' un pamphlet, piccolo e meschino, come il nuovo Corriere", in sostanza una bega da cortile messa in piedi in maniera s

adina lucchesi 07.02.15 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Diametralmente opposta alle vere necessità dei produttori agricoli dei nostri territori che darebbero beneficio alla produzione di cibo ricchissimo di diversità biologiche creando migliaia di posti di lavoro
l'Expo è finita in mano alle multinazionali come Barilla e Nestle
Ed è stata costruita deturpando migliaia di ettari di terreni agricoli che non verranno più riconvertiti per produrre cibo ma che rimarranno in pasto ai soliti spadroneggianti speculatori edili
Continuando a derubare alla comunità umana diritti e futuro

Rosa Anna 07.02.15 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sti crucchi hanno rotto le scatole!

walter cosentino, santa flavia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 07.02.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la germania è diventata un paese mercantilista, superando gli inglesi e i francesi,
non avendo colonie nel 17mo secolo adottò un sistema cosiddetto "cameralista" che a differenza del mercantilismo "per spiegare la ricchezza di un paese non focalizzò la propria attenzione sulla bilancia commerciale ma sui problemi dell'amministrazione"

con l'unione europea di fatto ora ha delle colonie rappresentate dagli stati dell'eurozona quindi ha fuso il suo cameralismo, la buona amministrazione, con il mercantilismo, l'export superiore all'import

le difficoltà amministrative pubbliche dei paesi eurozona, le loro inadeguatezze portano in queste condizioni alla graduale distruzione del tessuto produttivo che è costretto a fuggire, essere incorporato o cedere il passo alle aziende dei paesi mercantilisti che sono anche cameralisti per tradizione, per l'enorme quantità di moneta disponibile e/o per la migliore amministrazione e efficienza.

jean paul marat 07.02.15 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna però ddì che sò stati bbravi: c'hanno impiantato 600 supermercati LIDL pè smercià 'i prodotti loro, cò 'a stessa tattica de 'i Cinesi......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1914 - 2014
Ogni 100 anni sti tedeschi lucidano gli elmetti .

Aveva ragione Andreotti: amava cosi' tanto la Germania che avrebbe preferito tenerne due .

Una cugina di mio padre che abitava a Colonia mi ha raccontato che quando le signore si trovano nel pomeriggio a giocare a carte e bere il te' , entrando nella casa dell'ospitante mettono un euro in un piattino per compensare la padrona di casa per il te' ed i pasticcini.

Ma si puo' ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 07.02.15 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quanto espresso nell'articolo, ma vorrei far notare che la nostra economia è molto simile a quella tedesca, anche noi dipendiamo in gran parte dalle esportazioni, e le aziende che esportano sono le uniche che vanno bene anche in questi tempi di crisi, la causa dei nostri problemi non deriva dalla Germania, noi italiani siamo un grande popolo, pieno di gente molto intelligente, la nostra storia ci insegna che gran parte dei progressi culturali e scientifici di tutta l'umanità sono partiti da noi e se oggi viviamo un periodo di crisi è principalmente colpa nostra,... colpa nostra che per più di 20 anni abbiamo messo al potere della gente che pensava solamente a farsi gli affari suoi a discapito dei bisogni del popolo. Ora che finalmente esiste il movimento 5 stelle, gli italiani hanno finalmente la possibilità di spazzare via (con metodo democratico) questa schifosissima classe politica, spero che i miei concittadini si sveglino.

ivan i. Commentatore certificato 07.02.15 15:18| 
 |
Rispondi al commento

la Germania tende a comandare perchè gli altri governi non mostrano carattere specialmente il nostro è debole e debosciato.

Clesippo Geganio 07.02.15 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IKL POST SPIEGA CHIARAMENTE L'EGEMONIA TEDESCA,MA L'UNICA STRADA E' USCIRE DALL'EURO,NON ABBIAMO ALTRA SCELTA E CHISSA' CHE IN GERMANIA SI DIANO UNA REGOLATA DOPO QUESTE CONTINUE POLITICHE DI AUSTERYTI

alvise fossa 07.02.15 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Export 2015
Da oggi si stanno sprecando miliardi di parole oltre che di denaro
Fatti non parole
Si vuole modificare la costituzione italiana per dare maggiori poteri all'esecutivo
La si modifichi per il bene comune italiano
Inserendo un articolo che conceda il diritto all'accesso all'acqua potabile gratuita per un massimale di consumo consentito

Rosa Anna 07.02.15 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena sentito sul tg3 che il Movimento 5s ha votato a favore della messa in stato d'accusa contro Calderoli per aver offeso, tempo fa, la ex-ministra di colore dicendole che somigliava a un orango. Bravi! Sul loro esempio pare farà la stessa cosa il PD. Meno male!
L'educazione va appresa, oltre che in casa e a scuola, dai nostri rappresentanti.
A parte questo, mi sono sempre chiesta come poteva ancora sedere in Senato colui che ha inventato il "porcellum", senza tenere conto della carta costituzionale e che tanti danni ha procurato e procura al Paese. Perché non chiedergli un risarcimento con espulsione immediata? E' un essere spregevole in tutti i sensi.

Gabriella . Commentatore certificato 07.02.15 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@frecciarossoenera

una sua opinione

https://www.youtube.com/watch?v=rDbqz_07dW4


ps

@ luis

ciao!

p abblo 07.02.15 14:53| 
 |
Rispondi al commento


FUORI DALL'EURO!
ECCO I BANCHETTI DOVE FIRMARE:

http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro/materiali-attivisti/mappa.html

Zampano . Commentatore certificato 07.02.15 14:44| 
 |
Rispondi al commento

LA GERMANIA SI E' ARRICCHITA?
SFIDO IO, L'EURO E' IL MARCO TEDESCO!

Zampano . Commentatore certificato 07.02.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Equità sociale non egemonie sono il futuro

Rosa Anna 07.02.15 14:42| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori