Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Italia chiusa per debito

  • 575

New Twitter Gallery

padoan_mendicante.jpg

Come era prevedibilissimo (e previsto) il governo Tsipras ha posto il problema della ristrutturazione del debito greco, andandosi a scontrare frontalmente con la Ue e con Berlino. Si apre così uno scontro che non riguarda solo la Grecia ma tutti i paesi indebitati di Europa, fra cui l’Italia ed investe i destini stessi dell’Unione.
Partiamo da una constatazione: come dice Rogoff, l’esperienza storica dimostra che, quando il debito di un paese supera il 90% del suo Pil, esso diventa inesigibile e si va fatalmente verso il default. C’è chi ha contestato questa affermazione, sostenendo che ci sono casi storici che dimostrano il contrario. Può darsi e non ci interessa entrare nella discussione sulla soglia oltre la quale il debito non è più ripagabile, ci basta sostenere che questa soglia esiste e non può essere molto maggiore del 90%. E il dato è empiricamente verificabile: immaginiamo che un paese abbia un debito pari al 100% del suo Pil, questo significa che, anche ad interessi modici al limite dell’irreale, poniamo un 5 o 6% (che, per un Paese con quella soglia di rischio, è semplicemente impensabile), il Pil deve crescere al ritmo del 5-6% ogni anno, solo per pagare il debito e senza intaccare il capitale. Non si capisce poi come possa crescere ed a quei livelli, senza poter investire nulla della crescita registrata. Quel Paese non ce la farebbe neanche vendendo il proprio patrimonio, che, in quelle condizioni, sarebbe solo svenduto. Ed anche se esso portasse i salari a quote bassissime, per ricavare risorse da investire, non ce la farebbe lo stesso perché, intanto, questo farebbe crollare il mercato interno con effetti immediatamente depressivi su pil e gettito fiscale.
La cosa più probabile è che al di sopra di una certa soglia si scateni l’ “effetto regina rossa”, per il quale, come su un tapis roulant sempre più veloce, il soggetto, pur correndo, arretra. E, prima o poi, il default arriva.
Dunque, vogliamo assumere come soglia non il 90 ma il 100%? Benissimo: il debito greco è al 170%. E quello italiano al 134%. E dall’inizio della cura “austerity” sono calati parallelamente Pil e gettito fiscale, per cui il rapporto debito/Pil è ulteriormente cresciuto; appunto: è iniziato l’effetto “regina rossa” e siamo sulla strada del fallimento (checchè ne dica Padoan).
Dunque, assumiamo come dato pacifico che il debito dei paesi mediterranei non è pagabile, puramente e semplicemente. Ma allora, perché Berlino insiste? Per un calcolo cinico e non difficile da capire: intanto per succhiare più sangue possibile ai paesi debitori e recuperare già una parte del capitale attraverso interessi sempre più esosi. In secondo luogo per reggere “la guerra delle monete” con Usa, Cina e Giappone, in attesa di un nuovo ordine monetario che, ovviamente, vedrà i paesi mediterranei fuori della moneta a trazione tedesca. In terzo luogo, per distruggere politicamente i paesi del sud Europa (e forse anche la Francia) e potersi liberamente orientare verso Est, ma con rapporti di forza favorevoli.
La profonda disonestà dei governi del sud Europa è stata quella di stare al gioco mentendo ai loro popoli (ai quali hanno raccontato che il debito è pagabile) e consentendone così la spoliazione. Ora Tsipras rompe questo incantesimo e, pur continuando a dire di voler pagare il debito (ma è solo un artificio polemico, nel quale non crede lui stesso e nel quale credono ancora meno quelli che lo sentono) e dice che di austerity si muore e chiede di rinegoziare il debito.
Anzi fa di più: chiede una conferenza europea per ristrutturare il debito dei singoli Paesi. Per evitare il default, Tsipras propone un haircut (un taglio parziale, una dilazione dei tempi, una revisione degli interessi). E questa è l’unica seria di uscita che, proprio per evitare i default in serie e la “punizione” degli insolventi, socializza una parte delle perdite. Questo ha un costo per i creditori, a cominciare dalla Germania? Certamente! Ma è qui che si vede se per la Germania l’Unione europea è un progetto politico vitale su cui investire o solo un espediente opportunistico da usare, sin che serve, per tornare all’onor del Mondo dopo la macchia del nazismo. Se davvero la Germania del 2015 è diversa da quella che 70 anni fa perse la più ignobile delle guerre, paghi i danni alla Grecia che invase, alleggerendone il debito. La Germania vuole essere la testa politica dell’Unione? Bene: si assuma gli oneri della posizione. Vedremo se le classi dirigenti tedesche hanno la qualità di chi “assume su di sé i destini della nazione” (dove nazione qui sarebbe l’Europa) come insegnò Fichte, o sono solo piccoli bottegai.
E’ una verifica alla quale dobbiamo andare tutti.
D’altra parte, quel che accade oggi alla Grecia accadrà domani all’Italia. “Oggi in Grecia domani in Italia”… mi ricorda qualcosa.
Quando Tsipras ha vinto, sono saltati in molti sul carro del vincitore: da Sel alla Lega, da Rifondazione alle minoranze Pd, dalla Fiom a Fratelli d’Italia. Però quello che ha sempre detto il M5S su debito ed Euro è obiettivamente più vicino a Syriza di quanto non lo siano Sel e Rifondazione.
Comunque, ora vediamo di che pasta è fatto ciascuno: Atene non va lasciata sola ed occorre un forte sostegno contro il rigore berlinese, contro Draghi e contro la Ue. Occorre che i gruppi del Parlamento europeo ostili a questa unione monetaria soffocatrice concordino una mozione del Parlamento favorevole ad una conferenza europea per la ristrutturazione del debito e non mi scandalizza affatto se accanto al Gue (sperando che anche la Linke ne abbia il coraggio) ci siano M5S ed Ukip e nemmeno che ci siano Lega e Front National. Sento già le urla inorridite degli ultra-antifascisti: non che ci si debba sposare, solo che oggi c’è una urgenza che prevale su tutto ed è quella del debito, poi torneremo a dividerci su tutto. Peraltro sarebbe interessante vedere come voterebbero i deputati “socialisti” di Grecia, Spagna, Portogallo, Francia ed il Pd italiano. O magari i Verdi, sempre così pronti alle battaglie etiche...
Sommandoli ai voti degli “euroscettici” e del Gue, si farebbe maggioranza. Oppure dovrebbero spiegare ai propri elettori perché si oppongono alla ristrutturazione del debito anche del proprio paese: e magari qualche prezzo lo pagherebbero. Magari si potrebbe pensare anche ad un referendum sulla proposta da tenere contemporaneamente in tutti i paesi europei.
Ed opportuna sarebbe anche una conferenza delle forze che in Europa si battono per la ristrutturazione del debito, magari indetta insieme da Syriza, M5S, Podemos ed alla quale invitare tutti, con la sola eccezione dei nazisti di Alba dorata o di Jobbik, che sporcherebbero inutilmente l’iniziativa.
Ed è necessario anche chiamare la gente in piazza a sostegno della Grecia, che ne pensano Sel, Fiom, Cgil, le minoranze Pd? O anche la Lega? Ciascuno a suo modo e con i propri appuntamenti, ma occorre muoversi ed ora.

10 Feb 2015, 18:13 | Scrivi | Commenti (575) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 575


Tags: alleanza mediterranea, Beppe Grillo, crisi, debito, euro, Europa, Grecia, grexit, M5S, MoVimento 5 Stelle, Pablo Iglesias, Podemos, Spagna, Syriza, Tsipras, UE, uscita dall'euro

Commenti

 

Condivido!! Aggiungo.
Aderendo allo slogan “fuori dall’euro” si fa solo un regalo a Mafie, Corruzione ed EVASIONE (ma attenzione a quella piuttosto grande...)

MA SOPRATTUTTO si fa UN BEL REGALO ALLE BANCHE.
Come dovreste ben sapere i nostri soldi nelle banche non ci SONO GIA’ PIU’, si chiama sistema a deposito frazionato. Così a fronte di capitalizzazioni in Euro che guarda caso stanno convertendo in Usd visto che il cambio è passato da 1,40 a 1,13, ripagherebbero i CC in Lire con un evidente guadagno stellare!

Con TV e media in mano di fatto ad un solo potere si può perseguire un tale obbiettivo. Cambia poco che siano di Berlusconi o Rcs, oppure la Nazione, Stampa o Cairo editore anche De Benedetti, che ci fanno credere “comunista”, TUTTI guarda caso ci propinano quotidianamente lo stesso slogan. Basta parlarne.
Come MAI SOLO ORA???
L’obbiettivo è diffondere ed aumentare il consenso sul tema.

Ma se davvero l'operazione CONVENNISSE AL POPOLO siete sicuri che lo direbbero in TV??

Qualcuno ha mai sentito parlare di Rothschild e le sue banche o perché non si può stampare moneta in TV? Oppure hanno mai trasmesso un minuto per spiegarci che cosa ha fatto l'Ecuador per cancellare il debito? Ve lo dico io NESSUNO!

Le pecore vogliono un cane che le guidi e gli dia sicurezza, ma poi ognuna seguirà l'altra.

Se il Potere ha deciso che dobbiamo andare fuori dall'EURO questa è la via per farlo, ripeterlo ogni giorno. Ma neppure una parola sul reddito minimo? Abbiamo cani insieme a TUTTE le pecore.

Così alla fine le pecore saranno addirittura contente anziché essere INCAZZATE o far la RIVOLUZIONE.

Ma pensate da soli, usate la VOSTRA TESTA è evidente che a guadagnarci sono SOLO LORO.

Ancora un bel Regalo alle BANCHE che è vero che controllano la BCE perché la posseggono, ma non sarà certo l’uscita dall’EURO a modificare la cosa (li si che servirebbe la Rivoluzione).

Che delusione vedere anche il M5S a guidar le pecore con Salvini (per conto di Berlusconi)….

Simone B., Rimini Commentatore certificato 18.02.15 07:03| 
 |
Rispondi al commento

CAZZATE !!

In America dove il Fisco FUNZIONA un attività che sta aperta solo perché EVADE la FANNO CHIUDERE se non sono anche cittadini indirettamente a farlo e nessuno si COMMUOVE
Perchè PER OGNI DISONESTO CHE CHIUDE si spera ne apra UNO ONESTO!!

Questa e la teoria del "vetro Rotto" ed è la unica che funziona se vogliamo la CONVIVENZA e garantisce il massimo del benessere DIFFUSO.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 18.02.15 06:24| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero ! e poi non lo diciamo solo noi: ecco qua un recentissimo articolo sul Washington Post dal titolo emblematico:

"L'italia è la bomba ad orologeria dell'Europa"

http://www.washingtonpost.com/blogs/wonkblog/wp/2015/02/13/italy-is-europes-ticking-time-bomb/

paolo nannini 14.02.15 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Tutto molto chiaro e condivisibile ma mi dite come si fa a spiegare ancora ad un tedesco che dovrà ancora farsi il culo per colpa di questi paesi mediterranei che 15/20 anni fa quando l'economia tirava non hanno pensato al futuro, ma solo al presente e ciucciare tutti i soldi possibili distruggendo un paese come l'italia. I tedeschi il culo se lo sono già fatto quando nessuno glielo chiedeva noi dobbiamo ancora cominciare

Gianni Venir 14.02.15 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è chi scrive di evasione, qui occorre fare un distinguo tra chi lo fa per sopravvivere o quantomeno vivere, oppure chi evade pur essendo ricco o benestante. Eppoi le tasse sono inique, come anche mantwnere fanfaroni e nullafacnti è diventato insoatenibile.

Maurizio moretti 13.02.15 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PD PDL ipocriti falsamente saggi, Di che cosa vive la vostra politica dal momento in cui vi poneste al governo del nostro paese? guerre, assassini, ladrocini e collusioni mafiose. Avete sempre agevolato i gradi evasori fiscali, le tasse le pagano solo i lavoratori, che prendono il loro misero salario sulla loro busta paga, I piccoli commercianti per difendersi li avete fatti diventare tutti piccoli ladri. Questo è stata la vostra grande colpa, dovuta ai vostri comportamenti , con la vostra scarsa moralità avete diffuso la cultura del malaffare a piene mani. Avete fatto diventare questo meraviglioso paese, un paese sporco, inquinato, cementato, dove regna la vostra superbia e la vostra incapacità. Parlate di democrazia ma tradite tutti i giorni la nostra costituzione, adesso la volete anche cambiare, come mai non vi piace? al vostro male cari PD PDL Lega e fratelli di merende non c'è mai fine.l'unica speranza per gli onesti è solo il Movimento 5 stelle



"Niente, volevo farti notare ,dato che ci tieni ai
problemi poveri italiani (cioè dei pensionati) quelli con le pensioni
minime, che il bravo Renzaccio ha colpito ancora mettendo le mani nelle
nostre tasche ci ha decurtato la pensione di 50€ al mese ,ma tu caro Beppe
eri al corrente di questo ? Il bravo Renzaccio fa campagna elettorale sui
80€ che elargisce ai lavoratori togliendo dalla altra parte ai pensionati,
che Italia di merda , approfitta di questo e porta dalla tua parte i voti
dei pensionati. Ma lo sai quanti siamo ?
Cordiali saluti da un profugo Giuliano che ha dovuto lasciare tutto e
venire nella sua bella Italia nel 1950 ho 73 anni.
Quando vengo a trovare il mio amico a Bibbona mi piacerebbe fare una
chiacchierata con te.
Cordiali saluti un simpatizzante
Umberto Petricich"

Umberto Petricich 12.02.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Mica sono d'accordo.
Li hai fatti i debiti ? Pagali. Con tutta la migliore comprensione possibile, accordi, dilazioni etc... ma pagali.Sul serio.
Non vuoi pagarli ? Fai come ti pare. Se la Grecia (o l'Italia) pensa più conveniente non pagarli non li paghi. Vediamo cosa succede.
Tutto il resto sono solo chiacchere. O seghe di economisti che negli ultimi anni - e non solo- non ne hanno mai azzeccata una.
Incidentalmente le condizioni di Grecia e Italia sono notevolmente differenti.

Carlo Nocentini, Firenze Commentatore certificato 12.02.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si può monetizzare il debito o si può gestire il debito attraverso il tasso d'interesse....è chiaro che se lasci che il tasso lo decida il "mercato" diventa "pericoloso"...e quindi auguri...
Quando si cita la Spagna-portogallo-irlanda... bisognerebbe dare un okkiata anche alla fiscalità di questi paesi...così magari si scopre che in Spagna la tassazione sul reddito d'impresa è un po' più bassa di quella italiana..moltooo più bassa...e che il loro debito pubblico è la metà di quello italiano....poi se si scava ancora un po' più a fondo si scopre che l'età media e di circa 40 anni...e così via.
Io penso che se qualcuno utilizza la "leva" del debito per "strangolare" imprese e famiglie mediante rastrellamento di denari dall fiscalità diffusa diretta e indiretta....difficilmente ne usciremo interi...e ciò lo dimostra la chiusura costante d'aziende, sia per delocalizzazione che per fallimenti o cessazioni d'attività..per le famiglie si chiama "indigenza".
Di ricette per uscire da questa trappola ce ne quante se ne vuole...hanno preferito vendere ALITALIA...ma tenere aperta la RAI...con 1,6 mld di euro potevamo anche "ridurre" il costo del lavoro...non sia mai...!e quanto altro ancora ci sarebbe da fare...per spendere bene i soldi..senza buttarli via...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 12.02.15 08:46| 
 |
Rispondi al commento

IL DEBITO E' UN FALSO PROBLEMA.

BASTA FARE COME FANNO I TEDESCHI.

LA KWF (CASSA DEPOSITI E PRESTITI TEDESCA)

IN BASE AD UNA LEGGE EUROPEA- RIPETO EUROPEA

DEL 1990 CHE DOVEVA FAVORIRE L' UNIFICAZIONE

DELLE DUE GERMANIE.

ACQUISTA I BUND ALLE ASTE SPECIE SE INVENDUTI


IN PRATICA SI COMPORTA COME SE FOSSE UNA BANCA CENTRALE.

IN TAL MODO I TEDESCHI RISPARMIANO 40.000.000.000
L' ANNO DI INTERESSI PASSIVI SUL DEBITO CHE GESTISCONO COME VOGLIONO.


MA

LA PACCHIA PER I TEDESCHI NON E' FINITA PERCHE' TUTTI I BUND CHE LA KWF HA IN PANCIA NON- RIPETO NON FIGUARNO NEL CALCOLO DEL DEBITO CHE COSI' E' PIU' BASSO DEL 20%.


PERCHE' NOI NON FACCIAMO LO STESSO??

PERCHE' A QUALCUNO FA COMODO DI NO.

CHI SARA' MAI QUESTO QUALCUNO?

PANTALONE O RENSCUSCONI I RE DEI LADRONI?


L' OBIETTIVO E' PRIVATIZZARE TUTTO IL PATRIMONIO PUBBLICO PER QUATTRO SOLDI.

QUALE MIGLIOR INVESTIMENTO PER I RENSCUSCONI LADRONI DI PAPPARSI TUTTI I MUSEI E SITI ARCHEOLOGICI ITALIANI PER QUATTRO SOLDI MAGARI CON UN AFFITTO A "RISCATTO"???

E LE SPIAGGIE ????

CI FARANNO PAGARE ANCHE PER ANDARE SULLE DOLOMITI PRESTO PRESTO...

AHAHAHAHAHAH

W L' EQUITA', LA CRESCITA, IL RIGORE COME DISSE IL RIGORMORTIS CHE CI HA DISSANGUATO PER NULLA.

Luigi Previtera 12.02.15 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il rigore berlinese ... l'unione soffocatrice ... ma sì liberiamoci, voliamo alto con la moneta che liberamente stamperemo, facciamo ancora più debito, ma sì, aggiungete uno zero alla fine del mio e vostro stipendio, che ci vuole? Coraggio, dài, è facile! E l'economia tornerà a volare come negli anni 60 ...

Sono sconcertato, perché all'inizio il post era partito benino (non si può fare debito se il tasso passivo reale è più alto del tasso di crescita reale - questa è matematica, e se iniziamo così, posso continuare a leggere ...), ma poi subito cambia registro e incomincia ad inanellare contraddizioni e stupidaggini una dietro l'altra ... l'austerity che ha creato la recessione ... Sbaglio o Portogallo, Irlanda e Spagna non sono morti con l'austerity, anzi, (l''irlanda è guarita, signori, sta sul mercato meglio di noi) ? nel 2009 l'italia è arretrata di quasi 5 punti e l'austerity come parola non era ancora stata coniata ... la Germania cresce lo stesso anche con un pareggio di bilancio ... l'italia è cresciuta negli anni 60 facendo uno o due surplus di bilancio (surplus, parola dimenticata, fatta dimenticare dai politici tassatori e indebitatori). La svizzera è cresciuta in deflazione ...
Ma che cavolo scrivete?
E pensare che nonostante tutto il M5S ha più probabilità degli altri di beccarsi il mio voto ... pensate un po' come sono messi gli altri ...

Marco M. 11.02.15 22:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

- Apocalisse Morbida 1998

https://www.youtube.com/watch?v=CJJ9rzReXso

antonello c., pescara Commentatore certificato 11.02.15 21:35| 
 |
Rispondi al commento

"chiamare la gente in piazza a sostegno della Grecia"
E dopo ?

Baldazzi 11.02.15 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Post falso. Non c'è una relazione stretta tra debito e Pil. Es. L'italia ha entrate tributarie per poco più di 420 miliardi e la spesa per gli interessi è di 80 miliardi. Questo non vuol dire che va tutto bene perché i 420 non sono sufficienti oggi a coprire le spese dello stato e gli interessi del debito. infatti siamo in deficit. Ma tutt'altro discorso rispetto al post. La cosa migliore sarebbe avere un deficit/PIL uguale o inferiore alla sommatoria della crescita/PIL e dell'inflazione. Questo permetterebbe di poter emettere nuovo debito senza "ipotecarlo" sul futuro. (l'inflazione mangia il debito e la crescita aumenta le entrare ed abbassa il rapporto di deficit).

Matteo C., MN Commentatore certificato 11.02.15 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

amici del M5S,
leggetevi il post di Bagnai *e cercate di correggere la rotta. State rovinando tutto con una meticolosità degna di miglior causa. non siete gli unici a capire qualcosa! dovete mettervi in testa che con gli altri - magari non iscritti al M5S - si può parlare e da alcuni si può anche imparare... mica è una vergogna!

*http://goofynomics.blogspot.it/2015/02/grillo-un-esempio-vale-piu-di-667-parole.html


Ottima iniziativa, che conferma la ottima linea strategica del movimento.
Signori troll, comprendo il nervosismo e la frenesia con la quale effettuate le vostre "incursioni' , non mi pare che abbiate altri spazi in cui poter vomitare le vostre stronzate, in più la vedo dura sostenere renzie dopo ciò che sta dimostrando di valere...
Benissimo beppe, credo che sia l unica scelta politica da fare in questo momento, dobbiamo cercare il più possibile di stimolare la partecipazione.
Sto tornando a vedere entusiasmo verso il movimento, specialmente nelle partite IVA.
Avanti tutta!!!!

Mattia 11.02.15 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E il debito Giapponese è al 236%.
Ma che cazzo di teorie sono queste?
Uscire dall'euro e tornare a stampare moneta è l'unica soluzione.

Franco Tossini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.02.15 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi possiamo star quì ad "abbaiare" all'infinito, ma la verità è che senza un accordo con altre forze politiche noi le elezioni da "soli" non le vinceremo mai....serve un patto di "resistenza" che individui 3-4 punti...e il PD e Company vanno messi fuori gioco una volta per tutte..un patto che tuteli il popolo italiano, e che restituiscano sovranità e ripristini i diritti...che in questi anni sono stati calpestati o sono un optional!
Un fisco che ci strangola..che ci fa l'RX che ci controllo in modo asfissiante....ogni prelievo al bancomat...ogni transazione.
Un Paese dove non ci si può difendere dalla criminalità e dove i più deboli sono alla mercè dell'ingiustizia di ogni tipo.
Sveglia Beppe...ci vuole un patto di "resistenza" ma quì non fuori...altrimenti rimarrà un sogno e basta...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 11.02.15 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dall'euro e verifiche patrimoniali sui politici. Renzi però, da vecchia volpe demo- pluto- cristiana sa che siamo un popolo di risparmiatori e ci può spremere ancora un pò.

Fabio Trisolino 11.02.15 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fa a citare Rogoff, che a fatto ridere il mondo coi suoi calcoli "sbagliati" ( è stato polverizzato da uno sbarbatello, laureando di Harvard, credo....). Bisogna uscire dall' euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria, punto!

Semper Adamas 11.02.15 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un fronte unico contro il debito!!

Luciana Lucarella 11.02.15 16:11| 
 |
Rispondi al commento

CARI TEDESCHI, anche se già lo sapete ve lo ripeto lo stesso: NON PAGATE UN CENTESIMO a noi ignorantissimi italiani!!!
Lasciateci crepar di fame mentre ci dilettiamo tra un sanremo e uno stadio di calcio.
Siam troppo coglioni e per ogni euro pagato 99 centesimi continueremo a lasciarli ai corrotti e ai mafiosi..

fabio t. Commentatore certificato 11.02.15 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manifestazione sabato 14 piazza indipendenza ore 14 a sostegno del popolo
greco per aiutare tsipras a combattere le politiche della troika che stanno
massacrando i popoli europei. Tutti i movimenti che sono contro queste
politiche dovrebbero partecipare per lanciare un messaggio deciso alla
Merkel e al potere oligarchico europeo che ritiene i cittadini europei
sudditi sottomessi.

Luciano. L. 11.02.15 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la cosa più logica sarebbe che la Germania paghi i debiti fatti in europa con la guerra del 45(+ interessi).... e poi che esca!

Cosi i paesi che davvero vogliono costruire una europa unita possano collaborare fra loro.

Quello che rovina la Germania é la necessità di "potere" che ha sempre avuto nel DNA!

antonio vegliante 11.02.15 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere come fa una nazione a indebitarsi.

Savio1 11.02.15 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo post è una grande cavolata!

emilio piccoli, piccoliemilio@gmail.com Commentatore certificato 11.02.15 15:25| 
 |
Rispondi al commento

completo il commento antecedente,nel quale ,ho cercato di spiegare,di come ,l'ascesa,strepitosa,di RENZI,è dovuta ,a molti nostri errori postelettorali:il mancato confronto con BERSANI,mancata elezione di PRODI,facendo un altro favore ai 101 RENZIANI,non allearsi con nessuno,aspettando di vincere da soli,ha portato,al disastro e alla vittoria di RENZI e il vecchio Berlusconi,ipotecando per i prox 20 anni il destino d'italia.le grandi aspettative,di ,cambiamento,rinviate a data da vedersi,eppure sarebbe bastato avere un po di buonsenso,e,perlomeno ,offrirsi,a fare un governo,con pd-sel,come tanti elettori nostri ma anche del pd avrebbero voluto,pur di fare fuori ,l'odiato avversario Berlusconi.errori che pagheremo caro.basti guardare TSIPRAS E PODEMOS ,le alleanze che hanno fatto o faranno,pur di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale.ma per noi,i problemi sono ,piu' grossi,i nostri capi,non se ne rendono conto,e non fanno il mea culpa.invece di dare carta bianca e totale fiducia e liberta',ai neoeletti,li si è voluti controllare,risultato?lo sfascio del gruppo,sono scoppiati,di ,rabbia-ed chi rimane è inerte e incapace di dire una critica .oggi si sta' inseguendo la LEGA su immigrati,ed euro,temi cari alla estrema destra europea razzista e xenofobe,risultato?la lega ,da spacciata è al 15 per cento in ascesa,noi invece perdiamo terreno da tutte le parti.sugli immigrati,tengo a dire io sono per la solidarieta' ed accoglienza,non scambio ,un valore come la solidarieta'con ,4 voti razzisti,respingimento non fa parte della mia cultura,siamo tutti sulla stessa barca,non faccio la guerra ai poveri ,che siano immigrati o rom.senza ipocresia respingimento vuol dire condannare a morte sicura uomini che fuggono da guerre ,fame ,malattie,in pratica,facciamo come gli aguzzini libici,non li ammaziamo ,solo li abbandoniamo nel deserto.

lupusinfabulas 11.02.15 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh, e che diavolo! Finalmente si vede un tentativo sensato di organizzare una manovra politica per portare avanti uno dei nostri obiettivi: complimenti. Facciamo però solo un po' di cautela a mantenere la nostra connotazione "nè di destra nè di sinistra"...

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 11.02.15 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Il primo post sensato con una visione chiara ed un decisivo passo fuori dall'isolamento. Finalmente, dopo tante cazzate, ci voleva.

Riccardo . Commentatore certificato 11.02.15 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente la lucidità!
Il NEMICO è la UE, l'euro una delle sue armi più letali.
Infatti quando dite di "uscire dall'euro senza uscire dall'europa" dite un'eresia bestiale!!
IL NEMICO E' LA UE!! L'euro il suo strumento di morte!
E' assolutamente necessario che tutte le forze contro l'unione europea si uniscano, che abbattano i governi fantoccio e che tutti i paesi del sud Europa si coalizzino contro il nord oppressore.
Una grande forza con M5S, Gue, Le Pen, Lega, UKIP, e chiunque altro voglia unirsi a questa legittima, sacrosanta e gloriosa ribellione.
A differenza di Enrico Baroni non escluderei nemmeno Alba Dorata e Jobbik.
Questa unione europea è mortale, non è il caso di fare gli schizzinosi, personalmente pur di distruggerla mi alleerei persino col demonio, altro che Alba Dorata e Jobbik.

Sandro Perrone 11.02.15 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Trovo tutto perfettamente condivisibile.
Solo l'unione degli intenti per un fine unico può portare beneficio a tutti.
Dovremmo essere tutti d'accordo e non comportarci come anarchici sciolti, con in mente solo il proprio inutile piccolo orticello.

paolo boccali 11.02.15 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Poco è il tempo che rimane per cambiare questa Europa e per fermare la terza guerra mondiale. Ben venga una manifestazione di molte piazze,nel mondo,a dire che la via della scelta autoritaria ,non democratica e razzista è impraticabile......

paolo baroni, verona Commentatore certificato 11.02.15 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Esimio Ermenegildo, un conto sono i commenti, un conto la linea portata avanti dai parlamentari del Movimento.
Denunciando caciara nel movimento, lei per primo la fa ... mettendo tutto in caciara con pressapochismo.
Compli e menti ...

Buongiorno.

Francesco. Folchi.., AmoR Commentatore certificato 11.02.15 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Si sta verificando,anzi è da un po che si verifica il fatto che siamo in piena guerra,economica ma guerra, senza armi usuali. Una guerra subdola e schifosa che aggredisce i Paesi nel loro intimo:il Popolo, già a pagare le conseguenze di questo "quarto reich", è il Popolo. L'Europa, tramite la Germania segue le direttive Americane, assecondandone un piano che deve permettere all'America la supremazia economica. Ecco spiegato l'inghippo e l'interessamento verso i conflitti interni della Russia.Questo atteggiamento, è di una pericolosità unica,fanno finta di dimenticare ,la potenza bellica della Russia. Putin ,può non piacere ma il suo Paese, è ancora un Paese sovrano che può decidere liberamente.Già con le sanzioni fatte dalla Unione pseudo Europea, Nazioni come la nostra hanno subito il danno,del calo delle importazioni che in questo momento di crisi era da evitare. Firenzotti, non vede l'ora di assecondare Adolfa,anche sulla Grecia, fingendo di dimenticare che siamo nelle stesse condizioni. Insomma ,qui o si è incoscienti o ci sono oscuri piani (massoni?). Vedo un futuro non tanto bello, ricco di panzane ma ciò che è peggio ,un futuro disastroso per l'Italia.Utile e necessario ,fare fronte comune con Grecia e Spagna e trovare alternative a questo "quarto reich". Penso che i tempi siano maturi per cambiare sistema.L'alternativa c'è: il M5S!Buona vita a tutti! Paolo buon.

paolo romanello 11.02.15 13:20| 
 |
Rispondi al commento

leggo

"I cittadini non devono pagare i debiti che hanno fatto i governi"

ma come no ...

pareggio di bilancio subito (o stampare moneta : lo Zimbabwe e' un valido esempio, vero ?)

ermenegildo e. Commentatore certificato 11.02.15 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I cittadini non devono pagare i debiti che hanno fatto i governi.
Chi governa deve essere capace di amministrare uno stato......facile governare,prenderne tutti i benefici:stipendi faraonici,benefit vari,privilegi vari....poi cade il governo,tutti si alzano dalle poltrone,i più si riciclano......e i cittadini sono in balia dei creditori internazionali.
Basta il popolo deve essere padrone di uscire da questo circolo vizioso!
Vedi la Grecia,chi ha vinto parla per il popolo!
Il popolo è stufo di tirare la cinghia,e se occorre si esce dall'euro,ne patiscono le banche...la borsa? Cazzi loro,si ricomincia daccapo si fa una nuova moneta e si ritorna alla economia reale e chi lavora e produce ed è utile per la società prenderà il posto dei vari trader,promotori finanziari,venditori di fumo e venditori di sogni.
Diamoci da fare,firmiamo per il referendum.

Giuseppa Marzi, Tolentino Commentatore certificato 11.02.15 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un argomento interessante che svegli l'interesse del blog . La Germania ha molti torti e qualche ragione sostanziale , come il rifiuto di essere indulgente nei confronti di quei Paresi che hanno un'alta percentuale di corruzione e criminalità organizzata , il riferimento al nostro Paese e alla Grecia è naturale ! I torti nascono dalla propensione al guadagno ingiusto sulle disgraziate popolazioni dei suddetti Paesi e degli altri tre o quattro che ci seguono nella hit parade del malaffare politico : Spagna , Portogallo , Irlanda e buon ultima la Francia . In questa opera di sfruttamento delle disgrazie altrui non c'è ombra di pietà per i deboli , per i bambini che , sopratutto in Grecia , sono sottoalimentati e poco assistiti anche in campo sanitario ! In ciò rifulge il freddo cinismo teutonico , quel cinismo disumano che nei campi di sterminio nazisti esplicò tutta la sua agghiacciante ferocia ! Mai l'essere umano aveva raggiunto un punto così basso , mai un popolo aveva raggiunto livelli di orrenda cattiveria ! Un primato come questo dovrebbe pesare sulle coscienze dei tedeschi e spingerli sulla via del pentimento e della riconciliazione con i valori etici dell'umanità intera . Non sembra però che la Germania abbia molta sensibilità su questo punto , anzi continua a essere spietata anche se sul piano unicamente finanziario , nessuna indulgenza , niente compromessi , niente scusanti ! Dalla ragione passa al torto quando , forte della sua forza , crede di poter asservire e comandare il resto dell'Europa , sopratutto del sud Europa , imponendo il suo essere di gran lunga la prima della classe . Noi , dall'alto della nostra civiltà ormai putrescente , continuiamo a cadere sempre più in basso spinti con forza sulla china del degrado da quella parte parassitaria della società che ci sgoverna senza ritegno .

vincenzodigiorgio 11.02.15 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono pronta,andiamo in piazza,facciamo referendum ,ma sopratutto facciamo PRESTO

maria teresa ronco 11.02.15 13:06| 
 |
Rispondi al commento

€uro = austerita'
essere anti austerita' e non anti€uro
e' una presa per i fondelli

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 11.02.15 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eravamo un popolo di poeti, di artisti, di eroi, di navigatori, di santi (e di allenatori della nazionale)

a giudicare dal blog, siamo diventati un popolo di geostrateghi e di economisti monetari

ermenegildo e. Commentatore certificato 11.02.15 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANTI

Il governo di Renzi è impegnatissimo ad emanare decreti a tutta forza non c'è tempo da perdere.
C'è l'anti terrorismo,l'anti impresa,l'anti autonomo,l'anti assunzione a tempo determinato,l'anti costituzionalità delle riforme,l'anti elezione democratica dei nostri rappresentanti in Parlamento.
Tali decreti sono stati applicati nel giro di pochi mesi sono anni però che di anti corruzione e anti evasione i "piè veloce" non ne vogliono sentir parlare.
Questo governo è prima di tutto anti democratico ed è per questo che risulta altamente anti patico.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento

http://scenarieconomici.it/come-ti-salvo-paese-programma-rilancerebbe-m5s-marco-orso-giannini-versione-definitiva/
Il mio pezzo su SCENARIECONOMICI.IT.
Se Grillo legge vinciamo le elezioni oppure sceglierà di farle vincere a Salvini.


eurofronte antiausterithy...ma facciamola finita...
i debiti pubblici in tutti questi anni sono serviti a massacrare i popoli e basta..tutti i paesi del clubmed hanno debiti sostenibili e ripagabili....quand'è che un debito è si può pagare?quando i tassi sono irrisori...uno 0,50% d'interesse sarebbe una sciocchezza in termini di sostenibilità...il problema è quando si usa i "debiti" come leva di "ricatto"...allora il discorso cambia..quindi su usa il debito per imporre dazio da pagare mediante politiche fiscali da "strangolamento"....così "uccido" l'economia colpendo redditi dei cittadini e d'impresa e risparmi..sia in assest mobili e immobili.
I debiti si possono ripagare, soltanto che se la Grecia la prendano per il collo facendo pagare il 10-18% d'interessi è chiaro che alla fine scoppieranno.
Viceversa se la BCE prende i debiti e chiede uno 0,50% d'interesse ai governi...il problema non esiste più...(visto che stampa moneta dal nulla).
Tradotto non mette più i titoli sul mercato...finita la barzelletta...il debito dei 19 paesi della moneta unica non esiste...e se sommato è inferiore di gran lunga a quello degli USA che si aggira intorno ai 18 trilioni di dollari.
La gente farebbe bene a capire che gli unici che ci guadagnano sono i tedeschi e basta...sveglia...sono bravi e buoni(ma quando sono a letto e dormano).

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 11.02.15 12:34| 
 |
Rispondi al commento

lCarlo Rubbia promuove lo shake gas americano
ve lo immaginate un prelievo nel fondo del mar Egeo
come si sta progettando in Grecia nei prossimi anni
in zone con sismicità fra la più alta del mondo ?
questo si prospetta per il mediterraneo
dementi menti
mentre si affosano le energie rinnovabili
perché il fine conoscitore del post non ci parla di questi scenari
le crisi monetarie a doc distruggendo l'economia di un popolo per garantirsi profitto

Rosa Anna 11.02.15 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo (ma pure Tsìpras) mi dovrebbe spiegare per quale ragione i tedeschi dovrebbero pagare i tanti i troppi corrotti e mafiosi italiani, noi qui in Italia i delinquenti non li mettiamo in galera li mettiamo ad es. in parlamento.
Spero che i tedeschi non paghino un centesimo per questi popoli del sud d'Europa, per la maggior parte costituiti da gentaglia ignorante e disonesta che guarda solo sanremo e non vota mai M5*.

fabio t. Commentatore certificato 11.02.15 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dite quello che volete ma io con i comunisti que prendono sovvenzioni dalla dittatura Venezuelana non ci sto. Mi riferisco a Podemos. informatevi. E se ci sarà una alleanza del M5S con loro io mi dissocio e non vi voto. Grazie e ciao!

Claudio A., Madrid Commentatore certificato 11.02.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Interessante, studieremo la proposta di Grillo e vi faremo sapere”. È la risposta di Pablo Iglesias, leader dello spagnolo Podemos, all’invito pubblicato oggi sul blog di Beppe Grillo di istituire un fronte anti-austerità. L’eurodeputato di Syriza, Dimitrious Papadimoulis si spinge ancora oltre: “Siamo pronti a dialogare con tutti quelli che chiedono la fine dell’austerità e il passaggio a una politica di crescita”. Secondo l’eurodeputato greco, “l’obiettivo non è uno scontro Nord-Sud, ma un’alleanza paneuropea che avvantaggerebbe l’intero continente” di Alessio Pisanò

FORZA BEPPE !!! AVANTI TUTTA*****


MARY S., PENNE Commentatore certificato 11.02.15 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Sí sarebbe ora che il M5S riprendesse la propria "anima", che non è divisa come dice Gilioli,ma magmatica e varia come lo è la popolazione...
E questa ricchezza di differenti punti di vista infatti non funziona bene quando si pretende di dialogare con un movimento come si fa con partito in cui basta sentire cosa dice il suo leader
per conoscerne la volontà.
Per un movimento che voglia praticare la DD, serve un altro METODO di sintesi delle decisioni, che non trova tutti concordi su tutto ma prevede che si possa sempre parlare in un dibattito aperto e leale per far emergere alla fine dei punti condivisi che a quel punto potranno essere perseguiti anche in alleanza col demonio se occorre.
Adesso lavorare con chi vuole ridiscutere la politica economica europea sul debito sarebbe cosa buona e giusta (e andrebbe adeguatamente discussa dal
Movimento) anche se perseguita da euroscettici e euro partigiani insieme.

Marciare divisi e poi colpire uniti (cit. Generale Napoleone Bonaparte)

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/02/11/grillo-podemos-e-gli-anti-troika/

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'analisi fatta in questo articolo in particolare in merito alla domanda che ci si pone: La Germania è veramente interessata al destino dell'Unione o persegue interessi personali?
Sono del parere che serva cambiare integralmente le politiche economiche europee.Il modello Keynesiano ha salvato il mondo nel 1929 e lo sta salvando nuovamente a giudicare dalle politche messe in atto da Obama negli Usa. Quella è la strada da seguire. Non condivido assolutamente che il Movimento abbia cambiato le tesi di 2 anni fa in cui si sosteneva di voler andare in Europa per cambiare tali politiche , con la svolta attuale di chiedere tramite un referendum, l'uscita dall'Euro. Credo che sia anche un autogol politico se è vero che il Movimento vuole combattere la casta perchè ricordo che tornando alla Banca d'Italia si tornerebbe semplicemente alla vecchia gestione democristiana fatta di politiche a debito coperte da stampa di moneta. Sicuramente la politica si impossesserà nuovamente della Banca d'Italia mettendo un loro presidente che assecondi le loro politiche e i loro affari.Lo stesso procedimento che ci ha portati ad avere il debito pubblico piu grande del mondo.La lotta va fatta politicamente, con la mediazione, cercando coalizioni in tutti gli stati membri per cambiare la politica economica. Cosa sta diventando il Movimento? Una succursale di estremisti e populisti?Non era questo il messaggio iniziale.Il movimento quando nacque aveva come ideale primo la meritocrazia e la lotta contro la corruzione e non aveva tesi analoghe a Lega Nord, Fratelli d'Italia e chi piu ne ha piu ne metta.Preferisco la Troika di una Unione democratica e con politiche economiche keynesiane volte al sociale più che il controllo unico del governo italiano verso il quale non nutro alcuna fiducia.Non si può portare esempi dall'estero in materia lavorativa e poi chiedere di tornare all'italia degli anni '80.Questo non lo condivido, lo reputo uno "strano" autogol.Al ritorno al Sesterzio dico No!!!

Fabio Tanevini 11.02.15 12:04| 
 |
Rispondi al commento

.....Ormai i paesi forti dell'eurozona hanno capito che l'euro deve morire, ma nelle more, si danno da fare per rafforzarsi a danno di coloro che ancora credono nel sogno euro. La Germania del dopo Kohll non ha nessuna intenzione di costruire una europa unita, ma di sfruttare la situazione fino all'ultimo giorno in cui il gioco può reggere. Noi continuiamo ad impoverirci sempre più perchè con l'euro non abbiamo la competitività di una volta. L'euro reggerà finchè i nostri governanti consentiranno a Germania e Francia di radere completamente al suolo la nostra residua economia. Spero che sia la Grecia ad interrompere quest'agonia, tornando sotto l'ombrello del dollaro ed a portarci fuori dall'euro subito.

cosimo 11.02.15 12:01| 
 |
Rispondi al commento

come si fa ancora a non capire che la destabilizzazione del mondo viene dall'euro e dalla sua cattiva strutturazione e gestione. Gli USA hanno avallato la nascita dell'euro come moneta regionale europea e non certo come valuta internazionale in concorrenza col dollaro. Cioè l'euro doveva circolare solo in Europa, come una volta la lira in Italia. Bastava scrivere nei trattati, applicandoli poi, che era necessario un controllo centrale europeo del cambio euro-dollaro, rendendolo obbligatorio per tutte le transazioni internazionali dell'eurozona. Invece si è voluto pericolosamente cedere alle lusinghe del giochetto di stampare euro per pagare petrolio ed altro. Un ruolo che il dollaro USA si è conquistato con la forza delle armi e questa forza è disposto ad usarla per non perdere questo ruolo. Con l'euro usato come valuta internazionale in concorrenza al dollaro, abbiamo indirettamente creato problemi al Venezuela di Chavez, all'Iraq di Saddam, all'Iran, alla Corea del Nord, alla Russia, mentre il sud Europa si è impoverito alla fame. Tutte le guerre attuali degli USA hanno la funzione di distruggere l'euro, avendo cura di restare sempre alleato dei singoli stati dell'eurozona. Anche la crisi in Ucraina ha questo scopo: stringere in una morsa est-ovest l'Eurozona per costringerla a spaccarsi, ad impoverirsi e ridursi a più miti e leali consigli.Togliete di mezzo l'euro e ridateci la lira, stavamo meglio con quella valuta! Tutti paesi che fanno parte della lista americana degli stati canaglia, hanno usato l'euro in funzione anti occidentale ed anti americana, non certo per la nostra bella faccia. Come poteva pensare una Europa di stati divisi politicamente, occupati militarmente dagli USA e senza una unione militare propria e lealmente occidentale, pensare di minare cosi pericolosamente ed impunemente l'economia americana? Ormai i paesi forti dell'eurozona hanno capito che l'euro deve morire, ma nelle more, si danno da fare per rafforzarsi a danno di coloro che ancora

cosimo 11.02.15 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Marchionne.
Tutti sanno che è il numero 1 della Fiat, e non è un frate, anzi, come si è resa conto la Fiom, o Termini.
Non è un politico, fino a ieri diceva che è presto investire sull'Italia.
Ma adesso “Marchionne: “Il 2015 può essere un grande anno per l’Italia””
http://www.lastampa.it/2015/02/10/economia/marchionne-il-pu-essere-un-grande-anno-per-litalia-PUWVJkCdYvR1ehj5AQbYuO/pagina.html
Con cautela, mi fido più di Marchionne che i politici, tutti, sul futuro economico del paese.
Paolo TV

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 11.02.15 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è di che restare allibiti, in questo blog ci sono persone che sanno leggere e scrivere e ritengono ancora ALBA DORADA PEGGIO DEI PARTITI DI RENZI ANGELA E ANCHE OBAMA VISTO CHE è BLACK:quindi per questi illusi praticamente un angelo degno appunto del nobel per la pace, che non avrebbero mai dato al boschetto perchè brutto e cattivo.
Gente che giudica sul colore della pelle e dell'avvenenza (e che sicuramente ha votato pidiota fino a ieri) non conoscendo la recente storia greca si scandalizza di un corrispondente a FINI (ex picchiatore)greco.

Renè1 b., padova Commentatore certificato 11.02.15 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra un testo equiilbrato e condivisibile.

Sergio2 Bevilacqua, Venezia Commentatore certificato 11.02.15 11:28| 
 |
Rispondi al commento

11 Febbraio 1929 - Patti Lateranensi, Concordato con la Chiesa Cattolica: la peggiore peste Italiota, di cui ringraziare non solo il Duce (dei miei @@) ma anche Togliatti che con De Gasperi fece il primo inciucio del dopoguerra. Grazie anche, al solito, ai plebei che votarono per DC-PCI.

Quando lo inceneriremo il Vaticano?


(A)
---
it.wikipedia.org/wiki/Comune_di_Parigi_(1871)


Bisogna ritornare al concetto di sovranità reale.
Gli svizzeri se ne intendono di questioni finanziarie.
E lo stanno dimostrando.
Il concetto é quello di ritornare alla MONETA INTERA:
Leggetevi attentamente questo link:

http://www.iniziativa-moneta-intera.ch/

Fuori dall'euro e sovranità monetaria italiana ma eliminando la sovranità monetaria delle banche riportandolo allo Statoe ci in mano al cittadino.

Federico G. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 76 anni Renzi rifirma il “Patto d’Acciaio” con la Germania! (di Antonio Maria Rinaldi)
http://scenarieconomici.it/dopo-76-anni-renzi-rifirma-patto-dacciaio-germania-antonio-maria-rinaldi/

Questa volta i cittadini non sono stati scomodati per sventolare gioiosi le bandierine per le piazze, ma l’Italia e la Germania hanno nuovamente firmato la versione corretta e aggiornata del “Patto d’Acciaio” che nel 1939 legò indissolubilmente i fascisti e nazisti nel celebre quanto scellerato “Asse” Roma-Berlino. A 76 anni di distanza ricadiamo nello stesso errore, ma questa volta non sono stati i rispettivi Ministri degli esteri in una cerimonia ufficiale ad apporre le loro firme come avvenne il 22 maggio 1939 con Galeazzo Ciano e Joachim von Ribbentrop, ma direttamente ha provveduto con atto unilaterale di sottomissione il Premier italiano Matteo Renzi. Le finalità rispetto al vecchio patto sono “leggermente” diverse, infatti allora le parti erano obbligate, almeno formalmente, a fornire reciproco aiuto politico e diplomatico in caso di situazioni internazionali che mettevano a rischio i propri “interessi vitali”, mentre ora le condizioni, essendo forgiate sfacciatamente ad immagine e somiglianza “economica” solamente di uno dei due “contraenti” del Patto, gli oneri da rispettare sono esclusivamentea nostro discapito. Altra differenza la durata del Patto, allora fissata in dieci anni, mentre ora quel vecchio limite temporale è sine die perché abbiamo precedentemente firmato Trattati Internazionali che ci vincolano “per sempre” in quanto non rivedibili o modificabili.

Sostanzialmente abbiamo, per esclusiva volontà del governo a guida Renzi, abbracciato totalmente e fedelmente la linea di governance europea imposta dalla Germania proprio nel momento in cui i tedeschi sono attaccati da un po’ tutta Europa per la riconosciuta e palese cecità nel non rivedere le loro rigide posizioni riguardo al modello economico preso a supporto della moneta unica. Non solo: risulta

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.02.15 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ACCORDO:

Accordo fra grecia, italia, soagna (il portogallo mi sembra ancora impreparato)(la francia fa il gioco della germania).

Uscita organizzata dall'euro.
Stampare una moneta sovrana DI PROPRIETA' DEL POPOLO, con valuta orizzontale a seconda del proprio mercato interno, con cambio rispetto al dollaro del 20-30%.
Finanziamento fra e negli stati (GR IT SP) di un mercato interno con dazi pesanti verso l'import. L'eccesso produttivo va esportato a prezzi ridicoli (a protezione degli eventuali dazi che gli altri paesi saranno obbligati a imporre).

Vincoli Borsistici.
Vincoli doganali.

Obbligo di discussione scientifica e approvazione a suffragio accademico e popolare per le direttive macroeconomiche legislative prima di essere sottoposte al governo, attraverso informazione virtuosa, trasparente, popolare, non suscettibile di monopolio da parte dell'istituito luce, ieri di proprietà dei fascisti oggi del PD.

Rafforzamento e vincolo ulteriore della costituzione, che impedisca nel futuro la violenza che i politici dimostrano oggi nei confronti della libertà garantita dalla nostra costituzione.


Istituzione di un processo internazione (SP GR IT) per accertare e individuare i responsabili dei crimini contro l'umanità che si esecitano autoritariamente e da troppo tempo, attraverso la menzogna e il tradimento della patria, al fine di arricchire l'1% della popolazione, uccidendo o cercando di uccidere il restante 99%.

Ristabilire la pena di morte per l'istigazione al suicidio, la costrizione in povertà e il tradiemnto e l'uccisione dei propri figli e nipoti, quando queste pratiche sono esercitate dallo stato.

NOVECENTO SULL'OCEANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 10:48| 
 |
Rispondi al commento

altrocommento interessante su cdc :

Re: PUO’ UN MARXISTA SALVARE IL CAPITALISMO IN EUROPA ? (Voto: 1)
di Eshin il Martedì, 10 febbraio @ 19:23:27 GMT
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ma di questo fatto non si parla mai!?
Un articolo datato...

La Grecia è piena di gas e petrolio

La Grecia avrebbe tanto petrolio e gas (lo sapevano già i nazisti) da ripagare il debito e vivere di rendita alla faccia di Germania e UE. Se così fosse (lo è senz'altro, in parte), allora la crisi greca va letta in un'altra maniera?

petrolio israele.jpg [lapulcedivoltaire.blogosfere.it]
Come ho scritto già nel 2007 [lapulcedivoltaire.blogosfere.it], oppure come ho riscritto anche in seguito tra i primi [lapulcedivoltaire.blogosfere.it] in Europa, nel bacino del Mediterraneo orientale ci sono immense quantità di gas e petrolio. Avevo detto subito che ciò rischiava di rovesciare il mondo come lo conoscevamo.

Israele ha compiuto i survey nelle proprie acque territoriali (ci sono riserve anche sulla terra ferma...) con la company texana Noble energy. Le stime parlano di 450 miliardi di metri cubi di gas.

La scoperta -scrive Frederick William Engdahl [www.voltairenet.org] ha rovesciato una volta di più le sue precedenti convinzioni di credente nella teoria del picco del petrolio [en.wikipedia.org]: gli idrocarburi non sono affatto prossimi alla fine. Per esempio "il solo giacimento Leviathan basterebbe a tutto il fabbisogno energetico israeliano per un secolo".
Dopo Israele, in tutta l'area sono iniziate indagini nei fondali marini. Oggi la USGS valuta in 9700 miliardi di metri cubi di gas e in 3,4 miliardi di barili di petrolio il totale del bacino sudorientale mediterraneo.
Engdahl aggiunge i dati di confronto: il bacino siberiano occidentale -il più grande al mondo- vale 18.200 miliardi m3. Quello di Rub Al-Khali (Arabia e Yemen) 12.062 miliardi di m3. Quello di Ghawar (est Arabia) 6.427 milliardi. Quello di Zagros contiene 6003 miliardi di metri cubi.

Il gas greco
Già da anni s

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Percezioni.
Suggestioni.
Siamo ogni santo giorno convinti dai media che l' industria dell'alimentazione sia strategica per l'Italia. E la chimica, anzi la farmaceutica sia una cenerentola.
Ma nella pagina 35 del Corriere, si viene a sapere, riguardo le esportazioni, che il “cibo 1,8 miliardi e i farmaci 2 miliardi di € esportati”.
Anche il turismo va bene http://virgo.unive.it/ciset/website/it/node/213
32.056 milioni di Euro spesi dai turisti internazionali in Italia tra gennaio e dicembre 2012, a fronte di 30.891 milioni nel 2011. In leggera diminuzione i consumi dei turisti italiani all’estero: 20.512 milioni di Euro nel 2012, contro 20.583 milioni nell’anno precedente.
Nel 2012 il saldo netto della bilancia dei pagamenti turistica in Italia rimane perciò positivo e pari a 11.544 milioni di Euro, in aumento rispetto a quello registrato nell’anno precedente.
Mi domando, però, se l'economia riparte, quanti italiani torneranno a Cuba, Thailandia, USA..
Paolo TV

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 11.02.15 10:27| 
 |
Rispondi al commento

post interessante,compresi i commenti :

http://goofynomics.blogspot.it/2015/02/grillo-un-esempio-vale-piu-di-667-parole.html#comment-form

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 10:26| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Permettetemi un po' di scetticismo. La sparata di Varoufakis è stata chiaramente anti-italiana. Il problema è che, con qualche sacrificio, il debito greco può essere assorbito dalla Ue, quello italiano no. Perché allora l'Italia dovrebbe salvare la Grecia, per poi essere lasciata affondare? Tsipras ha detto che non vuole uscire dall'euro. Quindi, il progetto delle banche franco-tedesche potrebbe essere questo: salviamo la Grecia, poi buttiamo fuori l'Italia. Stiamo attenti.

Renato O., Venezia Commentatore certificato 11.02.15 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe lascia stare i debiti della seconda guerra mondiale nei confronti della Grecia !!
Prima che c'è lo fanno pagare a noi italiani che abbiamo invaso la Grecia e semmai i Tedeschi ci hanno aiutati a colonizzarla.
E vero che abbiamo un popolo somaro, però cerchiamo di limitarci.

Giuseppe 11.02.15 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Federico D'Incà MoVimento 5 Stelle

La ‪#‎buonanotizia‬ del giorno Emoticon like

LA MARIJUANA IN COLORADO PORTERÀ SOLDI IN TASCA AI CITTADINI
Una legge in vigore nello Stato americano del Colorado impone al governo di restituire una parte delle imposte ai cittadini se gli incassi statali, per un qualche motivo, superano le attese. Dal 2012, anno in cui è stata legalizzata la cannabis, il governo ha incassato 50 milioni di dollari di imposte in più del bisogno, 30,5 di questi potrebbero tornare nella tasche dei residenti (7,63 dollari per ogni adulto dello Stato). Il commercio della marijuana ha anche creato 10mila nuovi posti di lavoro, considerando anche l'indotto.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.02.15 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Walter Mio ha condiviso il post di Claudio Gagliardini.
58 min ·

Ci riferiscono e condivido
Il mio televisore è spento
Claudio Gagliardini

Credo che il Festival di Sanremo che ci stanno propinando sia un autentico e incredibile concentrato del peggio di un Paese che non cresce mai.

La Balena Bianca si è palesata drammaticamente, ieri sera, in un abominevole mix di nazionalpopulismo, riportandoci indietro di oltre 20 anni e dimostrandoci chiaramente che al peggio non c'è mai fine.

Avrei voluto spegnere tutto dopo la simpatica famigliola ultracattolica da 16 figli, venuti al mondo come conigli (cit), ma ho fatto bene a resistere fino ad Albano e Romina, fino a Siani, fino al delirio di una manifestazione che non ha proprio più niente da dire, tranne che una sola drammatica cosa: se riescono ancora a farci questo, possono davvero farci di tutto!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.02.15 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Conclusione perfetta: bravi! Era ora! La Grecia va assolutamente sostenuta, promuovendo almeno la cancellazione del debito dei paesi mediterranei, Italia compresa, in mano alla BCE, o una conversione dello stesso in titoli a lunghissimo termine (meglio irredimibili, come proposto da Varoufakis). E' necessaria un'immediata iniziativa parlamentare e il pieno sostegno alla Grecia da parte del M5S. Avanti cosi'!
Quanto alle premesse, meglio non parlare dei calcoli di Rogoff-Reinhart, utilizzati dai rigoristi stile Merkel come propria bandiera dal 2010 in avanti e poi dimostrati essere errati, o di tassi nominali accettabili del 5%-6% per paesi fortemente indebitati (vedi Giappone: 240% di debito-PIL con tassi a lungo termine bassi da anni e attualmente intorno allo 0.35%).
In ogni caso iniziativa eccellente!

Gian Marco Mensi (m4), Pesaro Commentatore certificato 11.02.15 09:27| 
 |
Rispondi al commento

2000 mila miliardi di debito, per i prossimi 20 anni gli italiani pagheranno questo debito con taglio dei servizi e aumento delle tasse, giovani senza futuro e senza pensione.

GOVERNO ABUSIVO E DISTRUTTORE DI GENERAZIONI

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 11.02.15 09:25| 
 |
Rispondi al commento

- Renzi il 17 settembre 2014:
"Gli 80 euro in busta paga non sono stati una mancia elettorale e nel lungo tempo grazie a questi i consumi aumenteranno".
- Dati ISTAT:
A gennaio 2015 l'Italia torna in deflazione. I prezzi subiscono una flessione dello 0,6 per cento su base annua e dello 0,4 rispetto a dicembre 2014, toccando il livello più basso dal settembre 1959".
Ma questo ancora parla???

Lorenzo M. Commentatore certificato 11.02.15 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si può uscire dall'euro...?dipende...basta volerlo...Syriza ci riuscirà...?può darsi...intanto hanno guadagnato qualche mese di tempo..questo significa che qualsiasi "uscita" deve essere comunque pianificata.
Quindi uscire dall'euro si ma...però la domanda è: come? intanto Tsipras ha capito che se voleva portare avanti l'operazione doveva avere i numeri...e quindi quando ha preso atto che mancavano 2 seggi per ottenere la maggioranza, non ha esitato ad allearsi con la destra...
Caro Beppe e noi cosa avremmo fatto al posto di Syriza?...avremmo detto...no grazie..?si rinuncia a governare...?io penso..che se vogliamo "liberarci" da questa "trappola" e non solo monetari...dovremmo pensare con chi portare avanti questo progetto senza se e senza...in Grecia hanno le idee chiare...inutile andare a discutere con podemos o syriza..senza sapere su quali numeri contare.
In politica servono i numeri...con i discorsi si va poco lontano...non si può pensare di "congelare" un 19% di voti...o aspettare che passi la "cometa"...poi se vogliamo tirare a campare...questa è un altra storia...l'elettore vuole sapere con certezza assoluta se vogliamo rimanere o uscire...con chi e come è relativo...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 11.02.15 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, stai sereno, lo so che ti rode il culo perché non servi a niente e non sai più cosa inventarti, ma la manifestazione noi l'abbiamo già organizzata per sabato a Roma. Ecco, tu fattela con la Lega qui, con la Le Pen in Francia o con l'Ukip a Bruxelles se vuoi. I tuoi amici di Alba Dorata in Grecia te ne saranno grati. Noi non ci offendiamo (e sopratutto non ci imbrattiamo di sterco).

Salvatore De Luca 11.02.15 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Ferrero:
«GRILLO, PERCHE' RACCONTI BUGIE?
Caro Beppe, leggo sul tuo blog che Rifondazione Comunista sarebbe salita sul carro del vincitore, cioè di Tsipras. Beppe, perchè devi raccontare bugie? Rifondazione sul carro del vincitore è una balla spaziale! Come sai, con Tsipras, la Linke e tanti altri compagni e compagne, abbiamo fondato 11 anni fa a Roma il Partito della Sinistra Europea e se vai a cercare sulla rete troverai un video di Tsipras in cui dice che è stata proprio Rifondazione Comunista a proporlo due anni fa come candidato della Sinistra Europea alla Presidenza dell'Unione Europea. Invece di raccontare frottole e proporre alleanze improbabili, vieni piuttosto alla manifestazione unitaria che abbiamo organizzato a Roma per sabato 14. Ci sarà un mucchio di bella gente, quella gente che si è rotta le scatole delle politiche di austerità e saremo felici di avere anche te. Ciao Beppe e mi raccomando: basta con le frottole!»

Manocchio A., Termoli Commentatore certificato 11.02.15 08:55| 
 |
Rispondi al commento

La “battaglia” dei 98 miliardi di euro delle slot machine DEVE CONTINUARE !
Il Governo, il Parlamento DEVONO nominare l’ex generale della Guardia di Finanza, Umberto Rapetto, ai vertici di un “Ente di CONTROLLO del gioco d’azzardo”, perché ha una PREPARAZIONE ed una DIRITTURA MORALE encomiabili .
http://www.vita.it/it/article/2015/02/09/umberto-rapetto-lazzardo-e-incoerenza-di-stato/129381/
Soprattutto dopo quello che è stato pubblicato ultimamente e che è tutto su Internet :
http://www.controcopertina.com/i-98-miliardi-di-euro-delle-slot-machine-di-cui-e-vietato-parlare/
Interessantissima la finale di questo articolo : “……Il lavoro dell’ex colonnello non può andare perduto. L’Italia deve ancora riscuotere questi 98 miliardi. L’unico a parlare dell’argomento, in campagna elettorale, è stato Beppe Grillo. Il Pd faccia un passo avanti e dia battaglia sulla questione. Con questi soldi, si potrebbe realmente salvare l’Italia. Se si vuole. “
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/09/slot-machine-lex-finanziere-rapetto-rivela-mi-chiesero-non-indagare/1408200/
http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/urapetto/
http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/slot-che-botto-bplus-hbg-concessionarie-slot-machine-condannate-94075.htm
http://www.tzetze.it/redazione/2015/02/slot_machine_lex_finanziere_rapetto_mi_chiesero_di_non_indagare/
http://it.ibtimes.com/articles/75535/20150209/slot-machines-indagine.htm

Vincenzo Matteucci 11.02.15 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Ho inviato di nuovo il commento, ma non viene pubblicato.

Vincenzo Matteucci 11.02.15 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho inviato almeno 6 volte un commento che non viene pubblicato.
Se ne può conoscere il motivo.
Grazie.

Vincenzo Matteucci 11.02.15 08:44| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA SE CI SEI BATTI UN COLPO

Grecia e Ucraina sono ad un tiro di schioppo dal Belpaese ma l'Italia continua ad essere invisibile.
Nella questione Ucraina siamo stati totalmente tagliati fuori nonostante l'Italia sia uno dei principali partner commerciali della Russia ma continuiamo ad essere uno 0 nella politica estera Europea.
E' palese che la Mogherini non è gradita ma è oscura la ragione per la quale l'italia si sia schierata con la Germania per applicare ritorsioni commerciali alla Russia dandosi la zappa sui piedi penalizzando le nostre imprese esportatrici unico traino in questo contesto di vacche magre.
La Germania lo avrebbe fatto?Anche in questo tipo di decisioni siamo unici ma perchè poi schierarci con l'Ucraina contro la Russia?
Siamo sicuri che la coalizione europea fomentata dagli USA stia facendo la cosa giusta?
L'importante è ubbidire potremmo aver bisogno della compassione tedesca in futuro.
La Grecia,invece,è proprio di fronte le nostre coste ma ce ne ricordiamo solo in estate.
Eppure la nazione ellenica appartiene all'Europa come noi e come l'Italia il suo andamento economico sta bruciando più risorse di quanto ne possa produrre eppure ci siamo schierati contro di lei a fianco della Germania.
Un carrozzone di 60 milioni di persone con problemi di elevata disoccupazione,corruzione dilagante,crollo industriale e imprenditoriale,debito altissimo e sopratutto un governo che sta applicando le stesse ricette di quello pre-Tsipras si permette di fregarsene degli affari esteri.
Renzi come Samaras sta affermando una politica bancaria speculativa(vedi popolari) ed i nostri istituti sono esposti per 160 miliardi di euro in prodotti finanziari derivati con i quali hanno giocato e giocano ancora banche,comuni e regioni.
Inoltre gli investimenti pubblici sono bassi e per poche aziende col meccanismo della corruzione per cui non porteranno un beneficio diffuso.
Le ricette Italiane sono le stesse di Samaras,sono solo sfasate nel tempo.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Giulia Grillo Cittadina a 5 Stelle
8 ore fa ·

‪#‎sobrio‬
Torno a casa con un passo #sobrio dopo che, stasera con sobrietà, il ‪#‎PD‬ forte di un premio di maggioranza incostituzionale non ci ha concesso i tempi di 1/3 previsti per le opposizioni nell'ambito della discussione del disegno di legge di riforma costituzionale.
Come ‪#‎sobria‬ è stata l'arroganza della presidente Boldrini che a Dicembre 2014 volle calendarizzare per forza questo disegno di legge con conseguente contingentamento dei tempi e conseguente contrazione del dibattito.
Come #sobria è stata la modifica dell'articolo 283 del codice penale che prevede la presenza di atti violenti per modificare la costituzione. (http://goo.gl/BkWSwS).
Solo che in campo penale la violenza viene intesa in senso fisico, quindi la violenza che stanno usando Renzi e i suoi adepti per modificare la Costituzione calpestando regolamenti e diritti delle opposizioni li mette al riparo da un procedimento penale per attentato alla Costituzione che invece ci sta tutto.
Così sobriamente dobbiamo lamentarci, con ‪#‎sobrietà‬ protestare, urlare la nostra indignazione, ricomporre i nostri visi stravolti dalla violenza dell'arroganza, dalla violenza dell'ignoranza.
Una #sobria ignoranza.
Quella che ignora il rispetto delle regole, il buon senso e prima fra tutte l'onestà intellettuale.
Dobbiamo essere ‪#‎sobri‬!
Con sobrietà farci rubare sogni speranza e dignità.
Con #sobrietà accettare l'indifferenza di un'ipocrisia che ha ucciso lo slancio vitale di questo paese.
Con #sobrietà soffocare le emozioni che ti fanno ribellare e non accettare un conformismo di azioni e pensiero preoccupanti.
Con #sobrietà diventare automi che si adattano a riti, gesti, toni di voce perché guai a essere se stessi a esprimere il proprio pensiero.
Con #sobrietà invece io li vorrei mandare poco poco a affanculo.
Chiedo scusa a chi non si sente rappresento da me in ques

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.02.15 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sorial Girgis Giorgio
9 h ·

Abbiamo appena assistito ad una VERGOGNOSA RITORSIONE all'interno dell'Aula.

IL METODO RENZI.

Un membro del Governo, il sottosegretario Bressa si allontana dai banchi del governo per avvicinarsi ai banchi dei deputati del partito Sudtiroler Volkspartei e dice: visto i numerosi sub emendamenti da voi presentati e quindi la poca serietà dimostrata, l'incontro di Arno salta....

Queste le parole sentite dalle nostre orecchie, noi seduti nei banchi vicini.
Parole subito denunciate in aula!

Ecco a voi le minacce del PD a un Parlamento ormai completamente esautorato.

Emendamenti sulla riforma costituzionale comparati con chissà quali incontri...

Laura Castelli - Cittadina in Parlamento
Montecitorio Cinque Stelle

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.02.15 08:36| 
 |
Rispondi al commento

che c'entrano syriza, podemos, sel, cgil con il programma che la rete ha deciso nei 5 stelle?
i partiti e movimenti sopra citati chiedono la fine dell'austerity ma restare nell'euro,,, nessuno di loro ha nel programma e raccoglie le firme per uscirne

sul no-euro gli alleati naturali del m5s sono : ukip, alba d'orata e i partiti nazionalisti di estrema destra

ora bisogna capire se è cambiato il programma del Movimento e la raccolta firme è abbandonata o se si dice di andare a manifestare insieme a gente che chiede rivendicazioni molto diverse

TROPPA CONFUSIONE, SI RISCHIA DI ANDARE A SBATTERE

mo- basta, rocca cannuccia Commentatore certificato 11.02.15 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Pubblicate i nomi dei politici che detengono (nascondono) conti correnti nella filiale della banca Inglese a Ginevra.
Questi politici, di qualunque colore siano, devono essere sputtanati, messi alla pubblica berlina, se abbiamo il coraggio, pubblicate l'elenco, mentre gli Italiani annaspano, c'è chi vive tranquillo con il gruzzolo di riserva per continuare una vita tranquilla e agiata.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Primo, il lavoro citato di Rogoff (e Reinhart) sulla famosa soglia del 90% non è stato contestato solo nel merito ma anche nel metodo visto che i risultati erano falsati da errori di calcolo che hanno inficiato la veridicità dei dati.

Secondo, la sostenibilità del debito non dipende dal livello in se (100% o 150%) ma da due fattori.
a) quanto crescono il PIL e l'inflazione (quest'ultima infatti erode il valore nominale del debito): se il debito cresce poco e il pil molto il rapporto scende naturalmente, ora non è così ma è una situazione temporanea
b) chi detiene il debito: se la maggior parte è detenuto da investitori domestici i mercati non si preoccupano della sua sostenibilità perché sono i cittadini stessi che hanno i titoli sovrani. Esempio tipico è il Giappone che ha un rapporto molto più alto e nessuno se ne preoccupa.

Il ragionamento fatto in questo commento parte quindi da premesse sbagliate, ergo il ragionamento è di conseguenza fallato.

Marco Marinucci 11.02.15 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché il capo della Polizia Italiana, prende quanto quello Spagnolo, Francese, Tedesco, USA, MESSI ASSIEME?
Tutta colpa della Culona Inchiavabile.

Antonio+ D., Carrara Commentatore certificato 11.02.15 07:59| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO I NODI VENGONO AL PETTINE, NON E' COLPA DEL PETTINE !!! PISTOLA !!!!

ina ghigliot 11.02.15 07:28| 
 |
Rispondi al commento

PO LI TO ME TRO !!! che fine ha fatto il politometro beppe ??? abbiamo preso il 20 percento gridando ai politici corrotti e obesi dal denaro, colpevoli del disastro italia. E adesso che siamo nei palazzi, è colpa dell'europa ? o dell'euro ? i politici sono diventati santi ? eppure hai scritto decine di libri con nomi e cognomi! se volevo firmare x uscire dall'euro andavo dalla lega , che son 20anni che ha questa linea ! si , si , tenete queste tesi , che vedi alle prossime elezioni che bella fine fa in movimento, tra cagate come questo post e traditori italici che ci hanno sputtannati e resi ladri come gli altri !!! POLITOMETRO !!!! NORIMBERGA !!!!

ina ghigliot 11.02.15 07:24| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Visto che si allarga la rosa di chi vuol salire sul carro del vincitore (sicuramente non SEL e Rifondazione che ci erano saliti quando Syriza era solo vincitore previsto e non di fatto, cioé per le elezioni europee se non anche prima), voglio ricordare e ribadire che è di sostanziale importanza non avere memoria corta, come quella dei "partiti" e di chi li vota: il M5S ha detto - giustamente - poche settimane fa e di preciso il 31 dicembre che le proposta elettorale di Tsipras è CONFUSA e che senza una sovranità monetaria NON è possibile relaizzare le promesse elettorali di Syriza. Mi chiedo inoltre come si può affermare che le dichiarazioni di Tsipras di voler ripagare il debito siano solo un "artificio polemico, nel quale non crede lui stesso"??? A me invece (che tra altro ho votato, con grandissima difficoltà, per Syriza) e a tanti cittadini greci ben informati, consapevoli e che VIVONO e subiscono la crisi di merda e che hanno perso il loro lavoro, la loro attività di piccola imprenditoria, qualcuno anche la propria casa, che non hanno i soldi per pagare le "basse rate" delle nuove tasse introdotte per il ripagamento del debito (quelle tasse che Tsipras avrebbe invece dovuto abolire, come da promesse elettorali) e che hanno votato per Syriza appunto per dargli l'opportunità di REALIZZARE le sue promesse elettorali o per lo meno a rimanere fermo a esse sembra piuttosto un venir meno a quanto promesso ovvero UNA PRESA PER IL CULO.
Sentir inoltre dire "Però quello che ha sempre detto il M5S su debito ed Euro è obiettivamente più vicino a Syriza di quanto non lo siano Sel e Rifondazione." mi fa parecchio inorridire in quanto è la nuova - trendy - versione del "voterò per il meno peggio"... Beh, certo! Detto da un intellettuale della sinsitra come Aldo Gainnuli non mi sorprende più di tanto...

Marina Voudouri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.02.15 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Le manifestazioni in Grecia subito dopo l'elezione del nuovo governo sono partite per sostegno alla promozione delle richeste del popolo (espresse nelle promesse elettorali di Syriza) e dunque per sostegno al lavoro del governo.

A distanza di pochi giorni si stanno trasformando in manifestazioni di fiato sul collo e di controllo sull'operato di Tsipras e del Ministro dell'Economia Varoufakis. Già in rete ci sono tante segnalazioni da parte di cittadini greci di possibili prese in giro del neo-governo che da cancellazione (totale o parziale) del debito e da delegittimazione della Troika, sembra verso la direzione di passare alla trasformazione della cancellazione in "pagamento in tante rate basse" e a un mero cambiamento del nome della Troika sostituendo il vecchio nome con un nuovo ma tenendo questi controllori e dittatori.

Intanto, il Ministro della Riorganizzazione Produttiva Lafazanis (Syriza) ha preso le distanze da Varoufakis e con il suo discorso all'Aula del Parlamento "ha fatto esplodere" - come è intitolato quest'articolo, di cui il link metto tra i commenti - il governo.

Credo (ci sto pensando) che ci andrò oggi alla manifestazione a Roma, sotto il consolato tedesco, di sostegno alla Grecia, indetta da L'Altra Europa con Tsipras, cioé SEL, Rifondazione e altri partiti e formazioni della sinistra (e forse anche all manifestazione che gli stessi hanno organizzato per sabato). Ma il mio sarà un accostamento al popolo che sarà riunito in tante piazze in Grecia per manifestare e ricordare al governo delle sue promesse elettorali e della non più disponibilità del popolo greco a tollerare fregature e prese in giro.

Marina Voudouri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.02.15 07:11| 
 |
Rispondi al commento

grillooooooooooo vai da syrizaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!

paolo terzi (paolo3), bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 03:47| 
 |
Rispondi al commento

Pizzarotti uomo discretamente capace ma troppo debole, trasportabile, volubile. Prima o poi se non ritorna a coltivarsi, gestendo con fermezza i principi che contraddistingue il movimento dai partiti, finisce dentro la pozza con tutti e due piedi. Rischia di fare la fine degli altri: passerà la vita a cercare poltrone fine a se stesse, gonfio di se e solo per se, come i quattro baccalà che ora dice di non condividere.
Pizzarotti non devi sforzarti di apparire bello ma capace di fare le cose per la gente: motivo per cui dalla gente sei stato votato e vieni pagato. Se non centri questi aspetti dentro di te, prima che nel campo politico, rischi di fare la fine umanamente parlando di Renzi. Da lì non si torna più indietro.

roberto f., padova Commentatore certificato 11.02.15 02:34| 
 |
Rispondi al commento

La vita e gli stipendi immorali e scandalosi delle caste Politiche dipende dalla Troika.
Accettare e pagare il debito garantisce loro 20 o 30 anni di stipendi in Euro con agiatezze impensabili se come rappresentanti del Sovrano decidessero di non pagare.
Non pagare significa rifare l'Italia con sacrfici distribuiti fra tutti in maniera direttamente proporzionale alle ricchezze accumulate.
Adesso vedremo se Tsipras e' il Renzi Greco della Troika. Il Matteo ha evitato con Napolitano un governo M5*. In Grecia Tsipras vedremo cosa ha evitato.

amerigo clerici 11.02.15 02:25| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/sergio.direda?fref=ts

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 01:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbasso gli usurai e vergogna per i politici corrotti al loro servizio per una mazzetta di carta straccia neanche buona per nettarsi il deretano! Ma c'è maggior follia di chi sostiene questo sistema economico basato sul Nulla? Eppure esso è capace di generare sofferenze e ingiustizie, ma solo per la tacita connivenza e l'assurda rassegnazione degli stessi stolti che le subiscono.

Mario Riganello 11.02.15 01:20| 
 |
Rispondi al commento

'Notte a tutti ma non ai traditori. Pa' pa' e ti fai la crana come dice razzi. Venduti. Bugiardi.

Fabio Trisolino 11.02.15 00:54| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO PIZZAROTTO?

BRAVO UN PAR DI CIUFOLI.

Ogni volta che dice o scrive qualcosa si avverte sempre più chiara la puzza da corrente paraculoide di natura democristiana.


ah BEATA INGENUITA', compiacersi perché ti aspettavi una revolverata ed invece sei stato pugnalato solo un po

p.s.: W IL M5S


giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Discorso assurdo ed inconsistente in questo post...

Per chi vuole informarsi davvero.
https://www.youtube.com/watch?v=6e23Gaz-Jb4
(anche nel sito byoblu ci sono lunghe interviste a nino galloni ma l'anonimo che scrive non le conosce!!!)

Marcello A., Palermo Commentatore certificato 11.02.15 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Multata dall'Inps, era in ospedale a fare la chemio per un linfoma. Video
Respinto il suo ricorso, Carlotta si rivolge alle Iene. E alla fine l'Inps fa marcia indietro
Pubblicato il 06/02/15 in Videonews|TAGS: multa inps, visita fiscale, chemio, chemioterapia, le iene

Un vero e proprio calvario quello di Carlotta, cominciato nel marzo del 2014 a Firenze quando, andata in ospedale per un problema di tutt'altro genere, le viene diagnosticato un tumore non operabile. Potrà guarire, forse, dopo otto cicli di chemio.

Tre mesi dopo, riceve una visita fiscale a sorpresa: il medico però non la trova in casa perchè lei è in ospedale per la chemioterapia. Sei mesi dopo, arriva a casa una cartella dell'Inps che le notifica una multa di 3.500 euro, pari al 50% della sua indennità di malattia. Inutile il ricorso, che viene respinto. Da qui la decisione di denunciare tutto alle Iene: "Come se un malato oncologico che vive al minuto potesse pensare di comunicare preventivamente tutto all'Inps", spiega Carlotta. "La visita fiscale serve a constatare lo stato di malattia, per vedere che uno sia malato davvero e io un tumore non me lo invento... io penso che sia un'ingiustizia, uno schifo che un malato oncologico debba perdere tempo a fare queste cose, che venga messo in dubbio il suo stato di malattia... è veramente una violenza".
E' solo a questo punto che l'Inps torna sui suoi passi, con tante scuse: "Il caso di Carlotta è stato risolto. Ci scusiamo per il disagio che si è sommato a una situazione già drammatica", hanno fatto sapere dall'ente.

Franco Rinaldin 11.02.15 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Se invece di queste stupide discussioni sull'anima del cazzo,cominciassimo a cercare di risolvere il rebus.
La Germania fetendona in qualcosa ha ragione, ma perche' nel nostro caso come in quello della Grecia non facciamo pagare le tasse a tutti ?
Continuiamo invece a ESENTARE DALLE TASSE il Vaticano (se fosse solo questo), le COOP, le ONLUS FASULLE e mandiamo Bevera a perseguire dei poveri cristi.
L'EUROPA ci chiede di abolire il NOTARIATO,ma perche' nessuno parla di questo (in America per registrare un atto di 20 milioni di dollari si paga ad un avvocato massimo 3.000 dollari e in Italia ?), potrebbe tra l'atro rilanciare il mercato immobiliare.
BEFERA e' stato un ottimo servitore dello Stato, solo che e' stato indirizzato male io lo richiamerei in servizio e gli farei controllare i SOSTITUTI DI IMPOSTA: banche, petrolieri in particolare, tutti quelli che incassano le tasse per lo STATO e con l'aria che tira potrebbero anche trattenersele, non e' detto ma verifichiamo.

kowalski 11.02.15 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il buon ritiro di Giorgio Napolitano: maggiordomo, autista e 15 mila euro al mese
1
Stampa
-Pintus- Giorgio Napolitano felice di “tornare a casa”, soprattutto senza il pensiero di dover mettere insieme il pranzo con la cena.
Con l’addio anticipato Dal Colle, il Capo dello Stato non rinuncerà agli agi cui è abituato: manterrà segreteria, guardarobiere e scorta.
Financo l’addetto alla persona, quello che a Buckingam Palace definirebbero il maggiordomo personale dei reali, come si addice a colui che è stato nell’immaginario di molti un monarca repubblicano: re Giorgio.
Manterrà il privilegio di poter usufruire di un’auto con chauffeur, oltre ad un assegno mensile pari a 15 mila euro.
Un decreto del 1998 assegna al presidente emerito un dipendente della carriera di concetto, con funzioni di segretario e due dipendenti del Quirinale possono, a discrezione dell’ex presidente, essere distaccati presso la sua abitazione privata.
Napolitano e signora Clio potranno continuare ad utilizzare gratuitamente navi, treni e aerei per i loro spostamenti, oltre ad una corposa segreteria formata da una decina di unità fra funzionari e impiegati.
A conti fatti, ancora una trentina di persone si occuperanno del dimissionario Presidente della Repubblica.
Tutto a carico del Senato.

Franco Rinaldin 11.02.15 00:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATENE ora si gratti, non governava mica Berlino la Grecia! I politici se li sceglieva il popolo: un po' come l'Italia. Berlusconi era abile sì, ma chi è che non vedeva che era un impostore nel politico sociale. Eppure anche se si presentò assieme a Dell'Utri, la gente gli diede le chiave della cassaforte italiana. Non gliela diede Berlino, o no?

roberto f., padova Commentatore certificato 11.02.15 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVO PIZZAROTTI...
Mi è piaciuto molto il sindaco di Parma, Pizzarotti, ogni volta che lo sento parlare mi piace sempre di più...è il vero volto di come dovrebbe essere il M5S. Lo avrei voluto nel direttorio al posto di qualche bell'addormentato...continua cosi Pizzarotti, noi siamo con te!!

vito p., gagliano del capo Commentatore certificato 11.02.15 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Salvini....ma non dovevi uscire dall'euro? non avevi detto mai più con forza italia? e tante altre cazzate che vai sparando nei vari programmi tv......e poi vai ad arcore?, ahahahahahhha, come dire il lupo perde il pelo ma non il vizio

pierangelo albertini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 00:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..bhè anche Pizzarotti ..se la cava a dovere..

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 10.02.15 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pizzarotti non mi è piaciuto neanche un po'

elisabetta d., Venezia Commentatore certificato 10.02.15 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

democrazia: " e' l' ultima parola di una Scala e precede l'Anarchia".. La democrazia non ha futuro... La corruzione nasce da li... " guarda Renzi nel PD ..." E' corrotto ...deve dare a tutti un qualcosa anche a Berlusconi ...

Ilmionomee´ . Commentatore certificato 10.02.15 23:33| 
 |
Rispondi al commento

SANTANCHÈ SBAVAVA... GRANDE FICO....

aniello r., milano Commentatore certificato 10.02.15 23:27| 
 |
Rispondi al commento

la nostra sarebbe stata una conduzione rivoluzionaria del festival di sanremo
come non essere d'accordo ? non serve nemmeno troppo impegno e fantasia, va da sè

e invece abbiamo tentato di superare le selezioni e di vincerlo, senza considerare la partecipazione di questa belga che con la sua "voce" ti mette fuori gara alle prime note

non era meglio puntare alla grande vetrina in mondovisione e condurlo, tra l'altro giocando in casa

o no ?

mah.. :)

jean paul marat 10.02.15 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Il Pizzarotti sula 7 dopo la pubblicità.

syly d. Commentatore certificato 10.02.15 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo Fico !

elisabetta d., Venezia Commentatore certificato 10.02.15 23:23| 
 |
Rispondi al commento

non è mai troppo tardi per unire le forze :)

jean paul marat 10.02.15 23:18| 
 |
Rispondi al commento

insomma anche Beppe cerca di salire sul carro di Tsipras... ma per dare forza a Syriza, così come a Podemos, bisogna stare nel GUE/NGL, non assieme a fasci e nazionalisti...

Roberto 10.02.15 23:17| 
 |
Rispondi al commento

...un VULCANO dal nome FICO....

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 10.02.15 23:16| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto con una certa sorpresa, a cose fatte, quando ormai eravamo lanciatissimi verso la vittoria che il nostro obiettivo non è di condurre il festival di sanremo, ma è quello di vincere il festival
visto che la bravissima belga fabian per me ha già vinto e che quella vittoria è anche mia
in musica, parole e voce
io il festival l'ho vinto

jean paul marat 10.02.15 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Grande Fico . Grande.

Fabio Trisolino 10.02.15 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera
Vorrei dare un consiglio a questo Governo perché vedo che non si è accorto in che situazione l'Italia e gli Italiani si trovano. Per quanto riguarda la situazione economica oltre alle leggi sul conflitto d'interessi e del falso in bilancio da fare SUBITO.
Gli stipendi vanno modulati non è possibile che ci siano stipendi di 20-30-40-50 e oltre mila euro e stipendi di 1.500 . Così per pensioni e vitalizi.
Mi chiedo ma cosa ne fa l'ex Capo dello Stato Napolitano di tutti quei soldi ??????? Ma ha visto tutti quei Sig. con il diritto alla pensione chiamati ESODATI ??????
I loro diritti negati per non voler rifare il conteggio dei contributi effettivamente VERSATI.

ruggero r. Commentatore certificato 10.02.15 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non riesco a capire cosa c.... costa dire come stanno effettivamente le cose, l'onestà paga sempre. Invece di continuare a fare slogan e comprare deputati: Renzi dicci come stanno le cose e la gente deciderà. Questa è democrazia !!!!!

beniamino miconi Commentatore certificato 10.02.15 23:08| 
 |
Rispondi al commento

discorso assurdo ed inconsistente...
Che sopraffino analista economico-finanziario...ma chi è?
Ahhh...anonimo...significherà che c'è un residuo di vergogna?

Marcello A., Palermo Commentatore certificato 10.02.15 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QIESRO NON E' UN PAESE PER VECCHI....

E' UN PAESE PER DEMENTI.......


CAMBIO CANALE ...E MI TROVO NEGLI ANNI PASSATI....

CON
LE CARIATIDI CHE SONO TORNATE

COME VA? COME VA' ? TUTTO OK!!!!!!!!

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 10.02.15 22:59| 
 |
Rispondi al commento

sapete cosa vi dico, che ho ascoltato una sola canzone a sanremo e ha già vinto quella
se l'italia è chiusa è bene che abbia vinto la belga fabian con la sua "voce"
:)

jean paul marat 10.02.15 22:59| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è il debito pubblico, ma il debito privato. Ipotizziamo che domani non abbiamo più debito pubblico perché non paghiamo, purtroppo le dinamiche di squilibri di bilancia dei pagamenti con l'estero (in particolare con la germania) farebbero ricrescere il debito privato e di conseguenza anche quello pubblico, in quanto lo stato dovrebbe salvare banche, dare più soldi alla gente disoccupata ecc. Quindi mi stanno bene le alleanze e quello che volete, ma una cosa deve essere chiara: prima Italia, Grecia, Spagna ecc escono dall'euro meglio è e questo andava detto all'inizio del post come premessa

Fabrizio Cattani Commentatore certificato 10.02.15 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..dopo lunga e penosa malattia,...pare..pare che su rai tre a ballarò, fra un paio di minuti ...intervistino Fico......

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 10.02.15 22:57| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA BEPPE 21:29

Tante volte la stampa dei paesi corrotti, per convenienza scrive l'opposto di come stanno le cose.

SIEMENS non pagò per assicurarsi le commesse, ma dovette pagare e rincarare i costi per pagare le concussioni organizzative dei politici greci che lucravano su tutto (tipologia EXPO), altrimenti SIEMENS prendeva la fornitura e la gestione dell'evento, anche se SIEMENS era più competitiva di Honeywell e altri competitors.
E comunque il presidente del colosso elettronico tedesco fu destituito, mentre in Italia e Grecia li fanno: prima cavalieri del lavoro, presidenti di governo e per ultimo senatori a vita: tutto con i soldi dei cittadini.

Non c’è paragone sulla corruzione tra Germania con la Grecia e Italia: le ultime due sono invincibili.


roberto f., padova Commentatore certificato 10.02.15 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un peccato, mi dispiace solo perchè con un po' d'impegno avremo potuto farcela, ma i nostri politici continuano come sul Titanic a non vedere la realtà e non hanno le palle per toccare diritti acquisiti ed altre misure urgenti. missioni estere, mare nostrum, banche ecc.misure dolorose ma necessarie, ora!!! Piu' avanti ci sarà solo il default....proprio un peccato!!

Oscar Mameli Commentatore certificato 10.02.15 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Sai che ti dico?.. Carta straccia+Numeri +Non pagabili in vista al portatore + Senza valore = Senza debito!..

Ilmionomee´ . Commentatore certificato 10.02.15 22:45| 
 |
Rispondi al commento

quello sul debito e' argomento attuale ed interessante da seguire.....a mio modesto parere, vedendo il resoconto di quanto fatto finora dal bulletto toscano in Italia....parlare di debito e' quasi superfluo....se prima non si trova un modo per TOGLIERCELO DALLE PALLE......lo sbruffoncello di Firenze , da quando e' li', ha dato solo modo di farlo salire il nostro debito....con il suo repertorio limitato, e' andato nelle scuole a dire che che le avrebbe rinnovate....risultato=NULLA....e' andato in Confindustria a dire che diminuiva le tasse alle imprese...risultato= NULLA.....e' andato all'Expo' a dire che il 2015 sara' un'anno "florix".....quando si stima una crescita del nostro Pil sotto lo ZERO%.....ha infine dato soldi alle banche, tanti soldi.....nostri soldi...con la scusa di fargli erogare prestiti alle imprese ed alle famiglie....risultato= NULLA....perche' nei CDA delle banche ci sono anche i suoi "compari" di partito che quei soldi se li stanno spartendo con investimenti mirati su titoli ed azioni in crescita sicura....STANNO INVESTENDO I NOSTRI SOLDI PER FAR SALIRE IL LORO CONTO IN BANCA......detto questo....pensare al debito e' comunque giusto...MA SECONDARIO.....L'Italia ha un cancro da curare...e' ancora nella fase di possibile cura....se non si debella l'intera classe politica italiana, NON SE NE ESCE.....gli italiani volgiono continuare a fare mutui per l'acquisto della casa??? vogliono continuare a fare debiti con la propria banca??? vogliono continuare a pagare elettrodomestici e automobili a rate???' fare debito su debito????? se vogliono questo...continuino ad ascoltare i TG ed aspettare le "riforme" di Renzi.......ASPETTATE....ASPETTATE......

fabio S., roma Commentatore certificato 10.02.15 22:42| 
 |
Rispondi al commento

E'opportuno per solidarietà protestare in tutte le maggiori piazze delle capitali europee.Ma altrettanto giusto impegnarsi per modificare lo scopo del MES da prestito agli Stati in difficoltà per debito in veicolo per la crescita.Potrebbe essere utilizzato per finnziare le opere infrastrutturali come ferrovie,porti aereoport autostrade,nonchè opere civili come grandi ospedali,grandi scuole e centri di ricerca che assumerebbero rilevanza di opere europee e ammnistrate coi fondi della BEI e garanzia della BCE.L'Europa poltica,fiscalee solidale non si è fatta,facciamola attraverso queste opere di valenza comunitaria.
Inoltre tutte le opere che avvanteggerebbero la crescita,lo sviluppo e l'occupazione dovrebbero essere inserite nei bilanci statali come partite di giro in carico effettivo alla BEI che le potrebbe finanziare con fondi BCE od obbligazioni vendibili anche al pubblico.
Queste operazioni e scelte sarebbero maggiormente etiche rispetto al fatto di lasciare solo ciascun Stato con i suoi debiti e le sue strettoie finanziarie.Basterebbe volerlo, perché non inciderebbero molto sulla cultura tradizionale della scrittura dei bilanci nazionali,con la conseguenza che ogni Stato per queste opere non pagherebbe interessi o molto pochi. Il resto sono chiacchiere che lacsiano le cose come stanno:cioè male e sempre peggio.

vinicio giuseppin 10.02.15 22:41| 
 |
Rispondi al commento

breve lezione di politica economica internazionale spacciata per verità assoluta. Anche i nativi americani hanno diritto ad un rimborso per i danni di guerra fatti dagli invasori europei! I debiti greci e italiani sono stati fatti da governi legittimamente SCELTI DAI CITTADINI. Se i cittadini hanno votato le persone sbagliate non si vede perché chi ha prestato soldi debba rimetterceli. Paghino i politici e i cittadine che li hanno votati. Tutto il resto è bieca demagogia fatta da chiacchieroni inesperti.

luciano cungi 10.02.15 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma insomma, continuamente ci sentiamo dire che "il denaro non conta nulla (per chi non ne dispone, sicuramente); che il denaro è un' invenzione, creata dal "nulla"; che il denaro è solo una speculazione in mano a pochi personaggi mondiali. Allora, alla luce del sole, perché ogni nazione non si stampa - in proprio - la quantità di denaro necessario? Non c'è solo la borsa in grado di farlo "lievitare" o dissolverlo nell' arco di una giornata.Basta stampare, stampare, stampare all' inverosimile e il "debito" finirebbe dentro ad un buco nero.
sibilla12

sibilla12 10.02.15 22:37| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia è un paese fallito non per colpa dell’austerità e dell’Europa. E’ fallito per la condotta scellerata dei governi di destra e di sinistra che hanno governato negli ultimi venti anni e che hanno portato la spesa pubblica fuori controllo, assunto decine di migliaia di persone, senza necessità, truccato i conti, portato il debito alle stelle e turlupinato investitori e risparmiatori.
L’Europa, le sue banche, noi tutti alla fine, ha “solo” versato nelle casse greche milioni e milioni di euro per aiuti. Ha chiesto, giustamente, che a questo corrispondesse un risanamento dei conti pubblici e una serie di riforme strutturali. Invece i governi greci di destra e di sinistra hanno bruciato gli aiuti, continuato a fornire rendiconti fasulli, fino ad arrivare al baratro. Sull’orlo del fallimento hanno poi dovuto adottare misure di guerra, alzando in modo pesantissimo la pressione fiscale, licenziando migliaia di dipendenti statali, assunti per puro clientelismo, riducendo gli stipendi agli altri, che (come mai?) percepivano salari del 50-60% superiori a quelli dei loro colleghi italiani.
“La Grecia e i suoi politici dovrebbero smettere di dare la colpa agli altri, principalmente alla Germania. Dovrebbero invece lavorare sodo, traendo beneficio dall’attuale supervisione europea, in modo da modernizzare l’economia, ricostruire lo stato, battere la corruzione, aggredire l’evasione fiscale, punire le oligarchie illegali e applicare le riforme”. Così ha scritto il giovane analista greco, George Tzogopoulos, nell’introduzione a un suo libro pubblicato alla fine del 2013 in inglese e intitolato “The Greek Crisis in the Media” (Ashgate). Tzogopoulos è uno di quegli intellettuali greci che in questi anni, nel corso di quella che è probabilmente la crisi più grave che abbia colpito il paese nell’èra contemporanea, non ha utilizzato la sua visibilità internazionale per affibbiare colpe agli stranieri.

Sante. Marafini 10.02.15 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.economist.com/news/europe/21642209-even-sorting-out-greeces-debts-may-not-be-enough-repair-euro-europes-fault-lines?fsrc=scn/tw/te/pe/europesfaultlines

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 22:31| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo al 100% che Grillo incontri al più presto Tsipras e Iglesias.

Christian C. Commentatore certificato 10.02.15 22:17| 
 |
Rispondi al commento

C'era un tipo che viveva in un abbaino
per avere il cielo sempre vicino
voleva passare sulla vita come un aeroplano
perché a lui non importava niente
di quello che faceva la gente
solo una cosa per lui era importante
e si esercitava continuamente
per sviluppare quel talento latente
che è nascosto tra le pieghe della mente
e la notte sdraiato sul letto, guardando le stelle
dalla finestra nel tetto con un messaggio
voleva prendere contatto, diceva:

"Extraterrestre portami via
voglio UN DEBITO che sia tutto mio
extraterrestre vienimi a cercare
voglio un pianeta su cui ricominciare"

Paolo Rivera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo e' vero: siamo gia' in default age e occorre fare tesoro della proposta haircut di Tsipras, altrimenti ci ritroveremo con gli effetti ko default.Germania pensaci, tanto hai gia' vinto!

giampiero madonna 10.02.15 22:12| 
 |
Rispondi al commento

questa sera ad una nota trasmissione radio ha partecipato un parlamentare m5s

ha spiegato che i nostri politicanti non sono arrabbiati gli uni contro gli altri, come ci dicono, ma non è vero niente loro sono tutti concordi con il fine di raccogliere consensi e di usarli per continuare il loro gioco di potere

questo era l'argomento di un mio commento che però non è passato e non sono mai riuscito a pubblicarlo

mi piacerebbe tanto sapere perché caro Beppe

cordiali saluti

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 10.02.15 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo! Qualsiasi iniziativa che possa contrastare questa dittatura finanziaria, è ben accetta. E' ora che i popoli delle nazioni più in difficoltà, facciano sentire la loro voce, ma nello stesso tempo devono prendere a calci questi politici corrotti,che si sono prestati a questi giochi ignobili.

adriano 10.02.15 22:07| 
 |
Rispondi al commento

questa sera a zapping ha parlato un parlamentare m5s

ha spiegato che c'è ancora tanta gente che crede alle pantomime dei nostri politicanti, arrabbiati gli uni contro gli altri, come ci dicono, ma non è vero niente loro sono tutti concordi con il fine di raccogliere consensi e di usarli per continuare il loro gioco di potere

questo era l'argomento di un mio commento che però non è passato e non sono mai riuscito a pubblicarlo

mi piacerebbe tanto sapere perché caro Beppe

cordiali saluti

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 10.02.15 22:06| 
 |
Rispondi al commento

STANNO PREPARANDO LO SPEZZATINO......

ANZI NO E' QUASI PRONTO.....

ERA UN GRANDE .....
......
....... ENTE NAZIONALE ITALIANO.......

LA STRADA E' TRACCIATA...
..E IL DENARO LA DIFENDE....


Mr Worf ., VG Commentatore certificato 10.02.15 22:05| 
 |
Rispondi al commento

OT

Con il pretesto di difendere l'ordine costituzionale della Russia, in dicembre 1994 le truppe della Confederazione Russa invadono la Cecenia. Aerei di guerra e carri armati bombardano quartieri residenziali, ospedali, scuole e asili, mentre cecchini russi sparano sulle file di persone alle fermate degli autobus e sui presenti ai funerali. Fino a metà del 1995, le aggressioni russe sono costate almeno 73.000 morti e 500.000 profughi: Ceceni, Ingusci, Armeni, Ebrei, Osseti, Daghestani e appartenenti ad altre etnie, ma anche un gruppo etnico russo, residente in zona da varie generazioni. La vittima principale dei bombardamenti è stato però il popolo dei Ceceni, che conta solo 900.000 persone e costituisce uno dei popoli indigeni del Caucaso. Mezzo secolo dopo Stalin, i Ceceni sono stati per la seconda volta vittime di un genocidio russo.


(A)

(A) freccia nera (A) 10.02.15 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Italia CHIUSA per DEBITO, ma APERTA a chiunque... vuol DEPREDARLA

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 10.02.15 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Post che condivido al 100%.

Ma non basta.

Evidenziare l'urgenza vuol dire fare un passo indietro se necessario.

Il passo indietro possiamo permettercelo solo noi.

Prendiamo l'iniziativa domani.

Facciamo noi un passo indietro per permettere ad altri di farne un avanti.

Il coraggio premia.

Magari non noi, ma premierà l'iniziativa.

In ogni caso.

In ogni caso.

emanuele c., Torino Commentatore certificato 10.02.15 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Siamo con Tsipras ed il popolo Greco! Petizione Internazionale.
Non possiamo lasciare solo il popolo greco. Chiediamo alla BCE ed all'unione Europea di venire in soccorso del popolo greco con un nuovo piano Marshall.
https://www.causes.com/campaigns/89244-we-are-with-tsipras-and-greek-people

La crisi greca ha prodotto gli stessi danni di una guerra, abbattendosi soprattutto su bambini e ragazzi.
L’impossibilità di garantire un futuro adeguato ai propri figli è la causa principale dell’esplosione degli abbandoni, aumentati del 336% negli ultimi cinque anni.
Preoccupanti segnali vengono anche dai dati della mortalità infantile (+43%). Il tasso di disoccupazione in Grecia ha raggiunto il 27% e si assesta ben oltre il 50% tra i giovani secondo i dati Eurostat del giugno 2014.

In Europa non c'è solo la Grecia in una crisi profonda, Spagna, Italia, Portogallo sono paesi in condizioni veramente difficili.
La lotta della Grecia per sopravvivere è la lotta di tutti noi.

Come cittadini del mondo, abbiamo il dovere di salvare la Grecia e di accompagnarla fuori dalla crisi in cui si trova attualmente.
Vi chiediamo di sostenere la nostra petizione, di sostenere il nuovo Governo Greco e di dare una possibilità alla Grecia di rinascere.
Questa non è solo una battaglia per il popolo greco ma è una battaglia per la democrazia e per il futuro di tutta l'Europa. Tendiamo la mano alla Grecia ed invitiamo tutti i nostri amici a fare altrettanto.
Yes, we can but only All together.

Non dimenticate di iscrivervi al nuovo gruppo Facebook dedicato all petizione "We are with Greek people": https://www.facebook.com/groups/wearewithgreekpeople/ per darci maggior peso Internazionale.

Grazie!

Sergio Barbesta, Milano Commentatore certificato 10.02.15 21:53| 
 |
Rispondi al commento

qui un signore scrive che si deve impedire al segretario leghista di parlare contro il m5s ricavandone consensi a favore del suo partito

la lega è il peggio partito di tutto l'arco costituzionale, pieno di confusi senza testa che ad ogni momento difendono cose che qualche attimo dopo finiscono per essere elencate tra quelle da evitare

sono 15 anni che conosco il signore da quando era al comune di milano e non è mai cambiato

arrivava alle feste popolari saliva sul palco a dire le sue, che non sono mai cambiate, sono ancora le stesse fesserie di un tempo

se non abbiamo più l'arcoretano al governo, gran parte del merito è mio

a tenerlo in piedi era la lega, senza di loro non avremo mai avuto 20 anni di governi del vecchio malato di arcore, e dal 2002 ho cominciato a minare le basi di questa nefasta alleanza attaccando la lega, dimostrando quanto fossero errati i loro indirizzi politici e i loro comportamenti sociali,
piano piano con il tempo anche altri si sono accorti di questo e hanno contribuito a destabilizzare il partito di bossi fino alla loro rovina e alla caduta del loro governo con l'arcoretano

fra tutti i politici della lega questo è il più fanfarone, dimentica che è per colpa del sua partito se abbiamo questa legge elettorale truffa, un legge fascista che esclude la partecipazione dei cittadini alla democrazia al pari del decreto Acerbo che lo copia in tutto e anche di più, che ha portato renzi a farci perdere altri anni di vita civile,
questa è una porcata incivile come lo è il loro partito

raccontate alla gente chi è, dimostrate le sue incoerenze politiche, economiche , storiche e sociali, solo in questo modo può essere dimensionato

grazie

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 10.02.15 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Tsipras non sarà quel rivoluzionario che dice di essere, ma è comunque un interlocutore credibile , così come Podemos, sono sicuramente gente con cui si può parlare lo stesso linguaggio, questo è il segnale giusto per chi ci voleva a fare accordi sottobanco con il PD! Bravo Beppe, ti approvo in pieno.

Michele Fiori 10.02.15 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho l'Europa nel cuore , non l'euro ! Di una moneta senz'anima non so che farmene

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

con queste stronzate ci estinguiamo. Affidati ad economisti seri!

Claudio B., Milano Commentatore certificato 10.02.15 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il governo Tsipras è perlomeno identico ai governi che lo hanno preceduto (ministro delle finanze compreso): un pessimo governo.

Di fatto dopo la festa della vittoria politica cosa ha fatto il nuovo Presidente?
E’ andato a battere cassa alla UE per avere sconti sul debito Greco fatto dai soldi finiti nelle tasche dei politici greci e amici. E ora i nuovi politicanti si scontrano con Berlino facendo apparire che berlino è responsabile del loro debito e del fatto che non voglia condonare i soldi rubati dai greci alla UE.

La stessa cosa del resto è stata fatta anche da Tremonti e tutti i suoi colleghi durante i governi Berlusconi, quando andavano chiedere soldi per l’economia del paese Italia, raccontando che i conti erano in ordine. Ed invece i soldi quando ce li mandavano finivano nelle loro tasche mentre il debito finiva sulle spalle delle famiglie e sulle imprese.

Ma allora il birichino del governo Tsipras perché invece di andare in UE e infastidire Berlino non va dai suoi ex governanti? Perché non istruisce una commissione d’inchiesta che diriga un organo per recuperare i soldi della corruzione, sequestrando anche preventivamente tutte le strutture in odore di corruzione politico-mafiosa e bancaria, facendo rientrare i capitali interni, nelle casse dello Stato Greco?

PERCHE’ QUESTO GOVERNO GRECO E’ UGUALE AL PREDECESSORE....

I DEBITI VANNO ONORATI E NON MARINATI… o no?

roberto f., padova Commentatore certificato 10.02.15 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe chiamaci in piazza e noi risponderemo, se lo faccio io non mi ascolta nessuno

Adriano Mariamburgo Coppola, Scafati Commentatore certificato 10.02.15 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Nel ramo ellenico dell'elenco con i nomi di 100mila persone che hanno evaso, in totale, cento miliardi di dollari, figurano anche le mazzette per i giochi del 2004 e gli armamenti acquistati da Berlino e Parigi
...
Ma in questa faccenda giocò un ruolo anche lo scandalo Siemens, con il colosso tedesco che in occasione delle Olimpiadi greche del 2004, quelle costate il triplo del previsto, venne accostato a un anomalo e ingente flusso di denaro per assicurarsi commesse. L’azienda ammise solo in seguito pagamenti in nero per circa 1,3 miliardi con le conseguenti dimissioni del presidente Heinrich von Pierer e dell’ad Klaus Kleinfeld. Pochi giorni fa invece l’ex direttore finanziario di Siemens Heinz ­Joachim Neubuerger si è suicidato. Era stato coinvolto in un traffico di tangenti di oltre un miliardo e lo scorso anno era anche stato interrogato dai magistrati ateniesi proprio per lo scandalo delle mazzette sull’asse Berlino­-Atene.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/09/lista-falciani-lodissea-ramo-greco-25-miliardi-euro/1410813/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e chiaro a tutti che i governanti al potere negli ultimi 30 anni anno preso tangenti aiutato imprese private con appalti irati venduta la cosa pubblica a certi personaggi loschi ai comuni con pomesse voti di scambio nessuno ha visto nessuno sa questi metodi dei artiti in uso da anni equivale a metodi mafiosi de potere centro destra sinistra tutti venduti nei vari cmpart regionali comunali nazionali dove esiste appalto ce politica pilotata aiuti a partiti e mazzette ai vertici non ci vuole una sentenza per conoscere il sistema italia politica appalto cocessone tangente mazzetta a certi dirigeti di partito a braccetto con il potere alto..che mai appare e invece prende tanto.....

antony gentile (antonelli), pavona Commentatore certificato 10.02.15 21:27| 
 |
Rispondi al commento

queste sono solo chiacchiere

c'è un solo modo per mettere tutto a posto

ma deve partire dai cittadini

e oggi con i cittadini che abbiamo non è possibile

cordiali saluti

se non cambiamo noi ...

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 10.02.15 21:14| 
 |
Rispondi al commento

La cittadina dove disoccupazione è allo 0% e salari sono di 1.200 euro per tutti

di: WSI | Pubblicato il 09 febbraio 2015

Una "città-cooperativa" in Andalusia è stata definita esempio concreto di utopia socialista. Criminalità inesistente: la polizia non c'è, non serve.


http://www.wallstreetitalia.com/article/1800166/la-cittadina-dove-disoccupazione-e-allo-0-e-salari-sono-di-1-200-euro-per-tutti.aspx

ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Citi tutti casi di sovranita' monetaria in cui la banca centrale puo' monetizzare il debito stampando moneta. In tal caso anche il 200% del Giappone e' sostenibile. Il caso di Grecia e Italia e' ben diverso in quanto i due paesi si indebitano in una valuta estera che non controllano e che li obbliga a pagare interessi a creditori esteri affinché sottoscrivano tale debito.

FACT CHECKING Commentatore certificato 10.02.15 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Compromesso con falchi Eurozona: il piano salva Grecia

di: WSI | Pubblicato il 10 febbraio 2015


Commissione Ue concederà altri sei mesi di tempo, Atene accetterà di ricevere solo parte pacchetto Troika: i dettagli. Tassi bond scendono.


http://www.wallstreetitalia.com/article/1801442/compromesso-con-falchi-eurozona-il-piano-salva-grecia.aspx


ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 21:09| 
 |
Rispondi al commento

_____

La Cina possiede 1.2 Trilioni di Dollari del Debito degli Stati Uniti su un totale di 14 Trilioni! Anche il Brasile ne è possessore ...

e dicono che l'Economia USA sta andando bene...
non credo proprio...con 14 trilioni di debito..


China Owning U.S. Debt

To put China's ownership of U.S. debt in perspective, its holding of $1.2 trillion is even larger than the amount owned by American households. U.S. citizens hold only about $959 billion in U.S. debt, according to the Federal Reserve.

Other large foreign holders of U.S. debt include Japan, which owns $912 billion; the United Kingdom, which owns $347 billion; Brazil, which holds $211 billion; Taiwan, which holds $153 billion; and Hong Kong, which owns $122 billion.


http://usgovinfo.about.com/od/moneymatters/ss/How-Much-US-Debt-Does-China-Own.htm

john buatti 10.02.15 21:03| 
 |
Rispondi al commento

"chiamare la gente in piazza a sostegno della Grecia, "


A sostegno della Grecia??????????????
Ma di quale Grecia stiamo parlando?
Quella che è praticamente in piena banca rotta? Quella che ha già usufruito (prestiti) di 220 miliardi di euro, elargiti da singoli paesi e dalla BCE?
Quella che oltre a voler rinegoziare il debito (non prima di luglio 2015), vuole altri 60 miliardi di prestito (che parzialmente dovrebbe versare anche il nostro Paese)?

Ma siamo sicuri che convenga agli italiani appoggiare le richieste della Grecia?
Ma siamo proprio sicuri che non ci stiano fregando ancora una volta?

gianfranco chiarello 10.02.15 21:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè nessuno dice come stanno effettivamente le cose? Chi ha dato il ruolo di comandante alla Germania? La Germania è fallita tre volte e tre volte non ha pagato debito. Chi ha permesso che ciò accadesse? E' facile rimettere in moto la macchina dell'economia se non paghi i tuoi debiti. E per fare la Germania ancora più forte si è abbattuto il muro di Berlino. E i tedeschi, da bravi furbastri, hanno rivalutato il marco dell'est uno a uno su quello dell'ovest. Agli italiani sono state sottratte l'Istria e la Dalmazia, ma non ce le hanno ridate. Qualcuno in rete mi spiega perchè la Germania è l'unica nazione privilegiata rispetto alle altre nazioni europee? Perhè ai tedeschi è permesso non pagare debiti mentre dalla Grecia e dall'Italia si pretende il sangue?

Livio Sutera Sardo 10.02.15 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Agenzia rating Cina: "in arrivo crisi globale, anche peggio del 2008"

di: WSI | Pubblicato il 06 febbraio 2015


E' difficile stabilire il momento esatto, ma ci sono tutti i segnali, come il crescente volume dei debiti".


Secondo agenzia di rating cinese Dagong l'economia globale potrebbe dover fronteggiare nuova crisi finanziaria.


ROMA (WSI) - Guan Jianzhong, numero uno dell'agenzia di rating cinese Dagong Rating Acency, ha lanciato un alert, prevdendo che "nei prossimi anni l'economia globale potrebbe scivolare in una nuova crisi finanziaria globale...peggiore perfino di quella del 2008".

Stando a quanto riporta l'agenzia di stampa russa ITAR TASS, il funzionario si è così espresso.

"Ritengo che dovremo far fronte a una nuova crisi finanziaria globale nei prossimi anni. E' difficile stabilire il momento esatto, ma ci sono tutti i segnali, come il crescente volume dei debiti e lo sviluppo incerto di economie di Usa, Ue, Cina e di altri paesi avanzati".

"La crisi corrente in Russia è stata causata dalle sanzioni dei paesi dell'Occidente più che da fattori interni. Se guardiamo agli Stati Uniti e ai paesi dell'Unione europea, le loro crisi sono state provocate invece da fattori interni, e non esterni", ha continuato Jianzhong, sottolineando che "diversamente dalla Russia, la portata dell'erogazione dei crediti in queste economie ha ecceduto il potenziale della produzione di beni e ha creato una bolla".


Tale "crisi è stata trasmessa al mondo intero attraverso una politica di quantitative easing e l'utilizzo della stampa (di moneta)".


Un ritorno al "modello di crescita concentrato su consumi a credito potrebbe diventare fonte di una nuova crisi". (Lna)


ITAR TASS

http://www.wallstreetitalia.com/article/1800139/agenzia-rating-cina-in-arrivo-crisi-globale-anche-peggio-del-2008.aspx

ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se può servire, c'è una petizione on line chiamata " io sto con la Grecia e tu? " io l'ho firmata, ci sono circa 5000 firme oggi.

Annamaria ernano 10.02.15 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Articolo molto interessante e ben scritto. Ottimo lavoro.

Paolo Buonoo, Saronno Commentatore certificato 10.02.15 20:34| 
 |
Rispondi al commento

____________

Salvini: ''Nessun dialogo con chi fa da stampella a Renzi''

http://video.repubblica.it/politica/fi-salvini-nessun-dialogo-con-chi-fa-da-stampella-a-renzi/189531/188464


FI ha detto che sosterrà le riforme di Renzi a secondo come la pensano in quel momento...

cioè stanno facendo da stampella al Governo di Regime Renzi!

Salvini ti vendi pur di poter sedere sulla poltrona..


la coerenza stile Salvini!

john buatti 10.02.15 20:33| 
 |
Rispondi al commento

?

antonello cucciari 10.02.15 20:32| 
 |
Rispondi al commento

"i perdenti cercano solo scuse, i vincenti cercano sempre una soluzione"


Fermate Salvini????????????????????


Salvini e gli altri politici, si fermano solo con le buone idee e le buone proposte, esattamente come seppe fare Beppe Grillo, nella campagna elettorale del 2013.
Non serve un oracolo per capire, che se si andasse oggi a nuove elezioni politiche, la Lega otterrebbe moltissimi di quei milioni di voti, che nel 2013 finirono per premiare il M5S.

Siccome non mi risulta che prima di quelle elezioni, gli attivisti del M5S avessero potuto usufruire di grandi spazi nei media italiani, si può tranquillamente affermare che l'attrazione attuale degli elettori italiani verso la Lega, sia solo il frutto di un'offerta politica, che nel M5S sembra essere diventata inconsistente.

E' inutile girarci troppo intorno, perchè dovrebbe essere chiaro ai meno svegli, che Beppe, nel febbraio del 2013, seppe cogliere le reali necessità del popolo italiano, mettendo sul piatto quelle proposte (offerta), che più rispondevano alle loro esigenze (domanda).

Se oggi non è più così, non possiamo certo dare la colpa a Beppe Grillo, ma la si può tranquillamente addebitare alla stragrande maggioranza degli Eletti, che hanno preferito mettere davanti agli impegni presi da Beppe, i loro interessi (sia economici che ideologici).

gianfranco chiarello 10.02.15 20:32| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

bene Beppe Grillo, le cose sono due: o non hai capito un cazzo o sei un volgare mentitore. La crisi europea non deriva dal debito pubblico, ma da una esplosione del debito estero privato causato da una moneta (l'euro) inadeguata alle economia degli stati del sud. Indicare il taglio del debito pubblico quale soluzione per la crisi greca, e in generale per quella europea, senza considerare l'uscita dal regime di cambi fissi insito nell'euro è non solo inutile ma anche dannosa. Perché a queste condizioni (permanenza dell'euro) ci sarebbe una nuova esplosione del debito pubblico degli stati PISG

giovanni c., crotone Commentatore certificato 10.02.15 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Chiudi discussione
FACT CHECKING

La richiesta di ristrutturazione del debito da parte di Tsipras e' propedeutica all'euroexit. Se e quando i partners europei negheranno alla Grecia la ristrutturazione del loro debito allora non resterà' che uscire dall'euro.



p.s. http://goofynomics.blogspot.it/2015/02/grillo-un-esempio-vale-piu-di-667-parole.html

E adesso andate a cagare!

giovanni c., crotone Commentatore certificato 11.02.15 10:32 |

"Se e quando i partners europei negheranno alla Grecia la ristrutturazione del loro debito allora non resterà' che uscire dall'euro."

Com'è che la Grecia deve uscire dall'euro, mentre a noi il guitto del tigullio ci propone il referendum?

giovanni c., crotone Commentatore certificato 11.02.15 01:23 |

Mettiti in gioco di persona e fai vedere come si gestisce un movimento politico, senza radio-TV-giornali!?!

Carlo S., Majano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.02.15 21:34 |

“La richiesta di ristrutturazione del debito da parte di Tsipras e' propedeutica”,
PER LE TASCHE DEI POLITICI GRECI CHE SI SONO INTASCATI L’EURO, E PER I POLITICI NUOVI CHE VOGLIONO FARE ALTRETTANTO.

I DEBITI VANNO ONORATI E NON MARINATI… o no?

roberto f., padova Commentatore certificato 10.02.15 21:23 |
Chiudi discussione

per certi versi, uno Stato che non emette moneta, davanti al debito e' simile ad una famiglia

si contrae un debito (diciamo, un mutuo per comprare la casa) che puo' superare, e di molto, il reddito annuale della famiglia (Stato)

poi, ogni anno, si tratta di pagare gli interessi, piu' un tanto del capitale

certo, se il reddito aumenta, e' piu' facile ripagare il debito, ma questa condizione non e' indispensabile

indispensabile e' tenere i conti in ordine, cioe' ogni anno non spendere (tutto compreso) piu' di quanto non si guadagni, senza ridurre i consumi al di sotto di un livello considerato come "accettabile"

all' inizio del decennio passato, questo "circolo virtuoso" era riuscito a ridurre considerevolmente il debito pubblico italiano

per la cronaca, si considera che per la casa, una famiglia puo' indebitarsi anche fino al, poniamo, 700 % del proprio reddito annuale, e ripagare poi nel corso di 30 anni

graziano g. Commentatore certificato 10.02.15 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Frignero brutta strega, anche stasera ti mando affanculo!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 10.02.15 20:21| 
 |
Rispondi al commento

la grecia ha defaultato quando in grecia non c' era più niente da depredare , in italia c'è ancora molto da prendere , defaulteremo si ma con calma .

ci troviamo con un debito irrimediabilmente insanabile e ancora ci prendono per il culo .

italia senza speranza .

dario a., brescia Commentatore certificato 10.02.15 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Italia chiusa per debito?

Che sarà mai, tanto stasera inizia San Remo......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 10.02.15 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Se posso dire una cosa....beppe vai in tv, ora serve
perchè è un momento critico sia in italia che in europa. Coraggio, è un sacrificio che ti chiediamo.

Michele Giaculli, Manduria Commentatore certificato 10.02.15 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Oggi Padoan ha parlato di crescita che secondo lui ”accelera”, ha detto di essere all’inizio di un ”percorso che alla fine sarà positivo”, e ha affermato di credere nello ”sforzo per trovare un terreno” comune. Tutte espressioni che sembrano rivelare che chi le pronuncia si trova su un tapis roulant impazzito.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 20:19| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia non va lasciata sola.Il debito va ristrutturato e va ridiscusso l'intero Sistema Europa. Ripartire dall'Unione europea dei Popoli e ridiscutere l'unione monetaria, anche ritornando alle monete nazionali o quantomeno a sistemi monetari che rispettino le aree economiche disomogenee.E' vero Tsipras ha fatto bene a dichiarare che non vuole uscire dall'euro, ma ridiscutere il debito, perchè aprire un tavolo per ridiscutere il debito significa poi affrontare le diverse soluzioni possibili conseguenti, anche il ritorno alle valute nazionali.

luciano f., lecce Commentatore certificato 10.02.15 20:16| 
 |
Rispondi al commento

se gli ex-m5s saranno decisivi per le "riforme" fraudolente di questo governo illegittimo, io lascio il M5S.


_____

ecco chi aiuterà la Grecia!

Putin con 10 miliardi di dollari come antipasto se la Grecia li chiederà!

Money talks. Putin plans to invite Greek PM Tsipras to Moscow. ____$10 Billion lifeline____ from Russia to Greece may be in the works


http://redpilltimes.com/money-talks-putin-plans-invite-greek-pm-tsipras-moscow-10-billion-lifeline-russia-greece-may-works/
-------
Tsipras prendi l'aiuto di Putin ed esci dalla UE che poi la Cina ti da altri soldi....

-------
Putin dice che diventerà lo Scudo della Grecia...

fonte
http://www.hellasforce.com/en/exclusive-putins-proposal-to-tsipras-we-will-become-a-shield-of-greece-if/
------

Former Fed Chair Greenspan Predicts Greece Will Leave Euro

http://time.com/3700109/greenspan-greece-euro/
------
La cina ha quasi tutto il debito degli USA...cioè farebbe da padrona se la Cina decidesse di farsi ripagare tutti i debiti che gli USA hanno con la Cina!

"......Defence Minister Panos Kammenos said Greece could look to Russia or China if it failed to get a new debt deal with the euro zone.......
http://www.reuters.com/article/2015/02/10/eurozone-greece-idUSL5N0VK4GZ20150210
-----
I soldi li hanno percio la Grecia puo comodamente chiedere liquidità alla Cina ed uscirsene dal clappio che la impicca e cosi sarebbe la fine della UE che non potrebbero risanare o tappare i 300 miliardi che hanno prestato alla Grecia!

john buatti 10.02.15 20:12| 
 |
Rispondi al commento

I soliti noti e poveracci chiudono gli altri vanno a tutto gas.

alea acta est 10.02.15 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Il debito pubblico .... credo si possa definire irredimibile.
Non restituibile .... inutile scandalizzarsi di ciò
ma .., che fare ... si continua a pagare stipendi enormi ... o pensioni/ vitalizi assurdi?

Ridurli è impossibile .... ma negli anni '70 .... parte dello stipendio venne pagato in titoli di stato non commerciabili... per cinque anni
una volta all'anno si staccava la cedola e si passava all'incasso poi dopo cinque anni si incassarono i titoli,

nei primi anni del 900 si fece qualcosa di simile ... ma il prestito non venne più restituito.

Allora è una strada percorribile ....

Perchè non provare a fare la stessa cosa ora .... con i dipendenti pubblici ...
si onorano i primi due/tre mila euro si un qualsiasi emolumento e si consegna solo in parte quanto resta .... si comincia con uba decurtazione del contante del 10% .... e poi a salire.

In questo modo il debito lo si riporta a casa o meglio in casa di quanti ... politici ed amministratori pubblici sono i più probabili artefici di questa situazione.

Lui la plume 10.02.15 20:03| 
 |
Rispondi al commento

O
The fucking job acts

Ti tolgono lo spazio vitale
Rubano i tuoi soldi
Annientano la tua personalità
Ti rubano l'anima
e la protesta
e il tuo futuro
E ti raccontano migliaia di volte
Che lo fanno per te, per il tuo bene
Per il bene del tuo Paese.
Sei già convinto di ciò o te lo devono raccontare ancora?

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E DIRE CHE IL MINISTRO GRECO ALLA FINANZA L'AVEVA DETTO e il nostro Padoan l'aveva negato. Faremo la fine della Grecia.

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.02.15 19:51| 
 |
Rispondi al commento

NESSUN ACCORDO CON TUTTE LE FORZE POLITICHE CHE HANNO FIRMATO LA RATIFICA DEL TRATTATO DI LISBONA IL 31 LUGLIO 2008.TROPPO FACILE OGGI CAVALCARE IL VENTO DEI "NO EURO", TROPPO FACILE RITRATTARE OGGI, ERA ALLORA CHE DOVEVANO DICHIARARSI CONTRARI OPPONENDOSI A QUELLA RATIFICA. I CASI SONO DUE, O NON CONOSCEVANO I CONTENUTI DI QUELLO CHE HANNO VOTATO IN PARLAMENTO E CIò SAREBBE GRAVISSIMO O LI CONOSCEVANO BENISSIMO MA SI SONO VENDUTI AL VERO POTERE. IN AMBO I CASI SONO ASSOLUTAMENTE CORRESPONSABILI DI QUANTO STA AVVENENDO IN QUESTO ASSURDO PAESE QUINDI NESSUN ACCORDO CON I GATTOPARDI. NON Può ESISTEE Unità DI INTENTI DETTATA DA QUESTO MOMENTO PARTICOLARE. FUORI DAI C....... I RESPONSABILI DEL DISASTRO ECONOMICO E SOCIALE DEL PAESE.PUNTO.

maurizio leonardi 10.02.15 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio"mi piacerebbe" un'intervista con la dott.ssa
Maria Cannata
Capo della direzione II - Debito Pubblico

psichiatria. 1 10.02.15 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Tanto a leggere questo post (bellissimo) saranno i soliti 4 gatti e cioè NOI ! Mentre sarebbe opportuno che lo si leggesse in tv.
I tg. dicono (scarnamente) che il m6s vuole aiutare la grecia e fanno scorrere un "pelino"
il post ! Incredibile come continuino a non "dettagliare" stì mafiosi giornalisti !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 10.02.15 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima idea, questa è la strada giusta!

Ruggero Tantulli 10.02.15 19:44| 
 |
Rispondi al commento

DA LEGGERE BENE PER CHI HA FIGLI E FIGLIE


Da mesi in parlamento si parla di riformare o no un servizio di leva militare obbligatorio, fino a pochi giorni fa sembrava una questione già superata con esiti negativi, ma il Ministro della difesa Pinotti, in una intervista al quotidiano Panonama ha finalmente messo un punto della questione, dicendo che un accordo è stato raggiunto e che il servizio militare obbligatorio di leva sarà di nuovo obbligatorio a partire dal prossimo anno, quindi da gennaio 2016.

A sostegno della decisione, il Ministro sostiene che il cervello dei ragazzi italiani è ormai parecchio in disuso, hanno dimenticato cosa significhi la disciplina e il rispetto, e il massimo della loro preoccupazione giornaliera è quale foto di gattini e “Selfie” pubblicare su Facebook. La leva militare obbligatoria, secondo il Ministro della difesa, arginerà ed eliminerà questi fenomeni.

Tutti i giovani, sia di sesso maschile, che femminile dovranno prepararsi ad essere chiamati al 17° anno di età, e potranno scegliere la propria destinazione con un tetto minimo di distanza che va dai 300km dal comune di residenza. Al termine di 18 mesi di servizio di leva militare obbligatorio, i giovani potranno decidere se restare o tornare a casa, dando la possibilità a tutti di proseguire i propri studi in caserma.

Inoltre ogni militare avrà, nel periodo di 18 mesi, ben 85 giorni di permesso da distribuire per tutta la durata della leva obbligatoria, e ovviamente saranno previste agevolazioni per chi non si trova in perfetta forma fisica, e per chi ha una situazione familiare particolare, in quest’ultimo caso, eventuali problematiche andrebbero segnalate nei primi mesi del 2016, con termine di scadenza il 31 febbraio.

Copia e incolla da "La Repubblica" 5 Gennaio 2015

Che il destino ci aiuti contro questi politicastri ignoranti ed idioti..... se qualche politicastro/a si sente offesa è satira...... hahahahahahahaaaaa

syly d. Commentatore certificato 10.02.15 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani ennesimo anniversario del mai abbastanza maledetto Concordato. Vedere un Post che lo denuncia come una delle peggiore pesti d'Italia è un sogno. So che tale rimarrà, vero Beppe?

(A)rj freccia nera jr(A) 10.02.15 19:42| 
 |
Rispondi al commento

BERLINO É CONSIDERATA CITTÀ STATO PER UNA FURBESCA LEGGE PRO UNIFICAZIONE TEDESCA.

HA 60.000.000.000 DI DEBITI VERSO LE BANCHE.

MA QUESTI 60.000.000.000 NON FANNO PARTE DEL DEBITO TEDESCO.

IDEM BREMA

IDEM DRESDA

SIETE ANCORA CONVINTI CHE IL DEBITO TEDESCO É AL 100% DEL PIL??

COSA FA LA KWF TEDESCA?

QUANTI BUND TEDESCHI HA IN PANCIA??

IL 20% DEL PIL TEDESCO 400.000.000.000

CHE NON FIGURANO NEL CALCOLO DEL DEBITO TEDESCO.

MA ALLORA É. LA GRECIA CHE HA BARATO SUI CONTI PUBBLICI O LA GERMANIA CHE CI PRENDE PER IL CULO DA 25 ANNI??

QUANTI SONO I DEBITI DEI LANDER TEDESCHI??

E DEI COMUNI TEDESCHI???

CHI É. REALMENTE ALLA FRUTTA??

Luigi P. Commentatore certificato 10.02.15 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo! pronto ad ogni mobilitazione! Forza, facciamo sentire ai Greci che non sono soli!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Difendere la Grecia vuol dire difendere l’Italia e l’Europa.Solo le varie componenti della società italiana possono esercitare la Sovranità nazionale che appartiene esclusivamente al popolo. Donne e uomini, lavoratori occupati, sottoccupati e disoccupati, giovani e pensionati, tifosi non ammalorati, contadini, agricoltori artigiani, professionisti,imprenditori serii,religiosi autentici e coraggiosi, forze dell’ordine e così via, senza alcuna distinzione, dovunque sia possibile devono riunirsi per difendere la Costituzione, la Sovranità monetaria, la ripresa produttiva, il miglioramento sociale partendo dagli indigenti e bisognosi,rivendicando innanzitutto la applicazione dei principi fondamentali della Costituzione. E’ l’unico modo per sventare le minacce di guerra e di frantumazione sociale. Occorre ridare allo Stato il privilegio di stampare moneta usurpato dai “signori” privati della moneta che di fatto la stampano abusivamente, macchiandosi del più grande e imprescrittibile delitto contro la umanità.Le iniziative non possono che essere serie, continue e soprattutto pacifiche per impedire le infiltrazioni dei provocatori. Non c’è più spazio per divergenze di opinioni e ideologiche quando è grave il pericolo di affondare.

STEFANO A. Commentatore certificato 10.02.15 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un piccolo particolare; la Grecia è stata invasa dall'Italia con l'aiuto della Germania. Forse è meglio non spingere su questo tasto.

Giuliano Macchione 10.02.15 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MERCOLEDI' 11 FEBBRAIO 2015 - - ORE 21,00 - -''Diretta 5 Stelle'' incontra il cittadino portavoce , Alberto Airola dove discuteremo di alcuni temi del Movimento 5 Stelle e di attualità politica . Potrete interagire con la discussione tramite il (Q&A) la chat interna dell'evento .
Partecipate e condividete .
Via spettiamo numerosi .
Grazie
Link per la assistere >>>>> http://www.youtube.com/watch?v=cl-4vK8PRMA

Mauro Stracciari (mastracc), Padova Commentatore certificato 10.02.15 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Chi viene da sinistra vi spingerà a una visione di sinistra, chi arriva da destra a una visione di destra, è normale. Ma se la vera destra non era il liberismo berlusconiano, la sinistra in tutti questi anni era se stessa e ha governato rincarando le tasse a danno della classe media, rinunciando alle vere riforme strutturali dello Stato. La terza via è quella del M5S, ma se in pochi se ne accorgono la colpa qualcuno pure ce l'avra. O i coglioni sono sempre gli altri?

Franco Mas 10.02.15 19:24| 
 |
Rispondi al commento

La Dott.ssa Cannata
prende decisioni fondamentali sul debito pubblico

ma chi è?
ha raggiunto la poltrona per merito?
chi la gestisce la dott.ssa?

il debito pubblico peggiora da sempre, rimuovere la dott.ssa Cannata forse non serve..?

psichiatria. 1 10.02.15 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domenica è stato celebrato il Giorno del ricordo per rendere un doveroso omaggio alle vittime delle foibe, istituito dal presidente Carlo Azeglio Ciampi e sostenuto dal presidente Giorgio Napolitano. Una scelta felice e condivisa dopo gli anni dell’oblio, della contrapposizione ideologica, delle accuse e dei rancori. E sulle recenti e numerose manifestazioni si è fatto leva sui sentimenti di pietà, sulla riappacificazione e sulla verità quale monito per il futuro.

Sui lager, però, ancora silenzio. Tombale. Perché? Perché negare ancora? Perché nascondere ancora le nostre responsabilità quando anche la Germania, per bocca del cancelliere Angela Merkel, ha sostenuto che «la nostra responsabilità nei crimini nazisti è perenne?». E la nostra responsabilità? Sulle torrette di guardia, nei nostri campi di concentramento, c’eravamo noi “italiani brava gente”.

Ad Arbe (Rab), nella provincia di Fiume; a Melada (Molat), nel Governatorato della Dalmazia; a Gonars (Udine), a Monigo in provincia di Treviso; a Chiesanuova in provincia di Padova; a Colfiorito, in provincia di Perugia e a Renicci, in provincia di Arezzo. È in questi luoghi che si è compiuto un altro genocidio. Settemila sloveni non tornarono più e i croati furono più numerosi.

Sull’isola di Arbe il lager più importante. I prigionieri alloggiavano in tende all’interno di quattro campi distinti, più un cimitero dove finivano i tanti che morivano per fame e freddo. Su circa 7.500 internati i morti accertati furono 1.435, tra cui oltre 100 bambini di età inferiore ai dieci anni, con un tasso di mortalità superiore a quello registrato a Buchenwald.

La responsabilità di tutta l’organizzazione era affidata al comandante Mario Rabotti, di cui è trapelata dagli archivi una sua celebre frase: «Qui si ammazza troppo poco». Il campo era affidato alle dirette responsabilità del colonnello dei carabinieri Vincenzo Cuiuli, «un mostro dalle sembianze umane», come si legge nel sito della comunità ebraica di Milano.


Maria Cannata dott.ssa

già consiglire della cassa depodito e prestiti

da tempo "custode" del debito pubblico

psichiatria. 1 10.02.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

E' l'ora.

Raimondo M., Corigliano Calabro Commentatore certificato 10.02.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

OT.

« La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità.

La rivoluzione è un'insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un'altra. »

(M. Tse-tung, Libretto rosso)

http://it.wikipedia.org/wiki/Mao_Tse-tung


ps.

finche non si capira' PROFONDAMENTE questa citazione....non cambiera' NULLA...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 19:15| 
 |
Rispondi al commento

parlando di pensioni senza saperlo io sono andato in pensione il 31 12 2013 lo saputo perche ho chiesto a un caf a luglio 2014 mi dicono lei e gia in pensione faccio domanda e a settembre ricevo tutto e arretrati siccome lavoro ancora dovrebbero darmi 2 anni di inmsp pagata ma loro hanno fatto i conti chiedendola 31 12 2012 voglio vedere se mi li danno indietro ma lo schifo e che uno deve andare a chiedere quando lo stato dovrebbe ai suoi cittadini dire quando e vicino alla pensione ma siccome devono mangiare i caf non si sa nulla

alvaro delfi 10.02.15 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Questo è comprensibile, arrivati ad un certo punto, il creditore diventa titolare di una rendita perpetua: il paese riceve prestiti solo per pagare gli interessi, nella sostanza i soldi tornano al creditore che aumenta il credito e crescono gli interessi e diventa una rendita pura, come pagare un "servizio di debito"... gioco tanto perfido e l'essere umano nel meccanismo non esiste, agiscono in dimensione macro e principale persone, soggetti giuridici e la componente umana è asservita a tale dimensione usuraia e bramosa. La domanda, sapevano i greci, parlo del popolo che lavora che è esterna alle sfere di comando e di gestione economica del paese, di tante cose ha una risposta certa: no. Una domanda simile rispetto agli italiani darebbe una risposta simile... ma c'è ancora una domanda: sapevano i creditori? Certo, sapevano di corrompere, sanno che chi governa attualmente è con enorme frequenza corrotto e bramoso, di potere e denaro. Allora esiste tutto il diritto di rompere il circolo vizioso e se si deve arrivare ai ferri corti, tanto meglio. Spesso avevo proposto, perchè non fare operazioni divulgative con spiegazioni adatte? Non è facile, ma basta individuare messaggi giusti, le üarole adatte: da aprire forse, più che il parlamento, è la testa degli italiani.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Presidente della Corte dei Conti all'apertura dell'anno giudiziario:

LA CORRUZIONE CI COSTA 60 MILIARDI DI EURO L'ANNO!

Me cojoni, mica ce n'eravamo accorti!

Infatti la legge anticorruzione è stata abilmente "evitata" dai partiti!

Tacci vostra ar cubo!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.02.15 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

benissimo,articolo chiarissimo!
Chi l'ha scritto ha finalmente messo davanti alle false ideologie gli interessi dei popoli.
AVETE CAPITO FINALMENTE CHE L'UNIONE PER PROGRAMMI è LA SOLA COSA CHE FAREBBE INDIETREGGIARE I LADRI DELLA TROIKA.

P.S.MA ALBA DORADA SE HA NEMICI COMUNI QUALE COLPE GLI SI ADDEBITANO?

Renè1 b., padova Commentatore certificato 10.02.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

( OT) URGENTE: FERMARE SALVINI…STOP.
In questo Blog, si scrive, si ragiona, si discute sui massimi sistemi, e intanto Matteo Salvini imperversa sulle TV di qualsiasi colore. Possibile che nessuno si sia accorto che questo signore viene giocato in funzione anti M5S e che le sue “rusticane comparsate” televisive sono organizzate ad arte per rovinarci? Staff, Grillo, Fico, parlamentari, attivisti, simpatizzanti, non credete sia ora di fare qualcosa per fermare questo scempio di propaganda antigrillina mascherata?
Da diffondere possibilmente, Grazie.

mulholland drive Commentatore certificato 10.02.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

giornata del ricordo...


Le stragi, i campi di concentramento, gli incendi dei villaggi e le altre atrocità che causarono la morte di migliaia di individui, donne, vecchi e bambini, colpevoli solamente di essere sloveni, ebbero un lungo e doloroso preludio, che faceva presagire già con ampio anticipo una bestiale, precisa e premeditata intenzione genocida, inizialmente nella fascia confinaria, poi fino a Ljubljana. La politica snazionalizzatrice, di proibizione della lingua slovena e di ogni minima manifestazione culturale nei territori sloveni occupati dall’Italia, in parte nel 1866 ed in parte dopo la prima guerra mondiale, inframmezzata ad omicidi, violenze e furti legalizzati, divenne apertamente genocida con la seconda guerra mondiale, scatenata con orrida e criminale ferocia dall’Italia e dai suoi alleati. Una guerra a causa della quale perirono circa 100.000 sloveni.


(A)
---

it.wikipedia.org/wiki/Comune_di_Parigi_(1871)

it.wikipedia.org/wiki/Nestor_Ivanovič_Machno

(A)rj freccia nera jr(A) 10.02.15 19:09| 
 |
Rispondi al commento

L'ultima apocalisse e' stata il 21 dicembre 2012 e non ne sono previste altre il questo secolo. La ricetta proposta nel post potrebbe pero' scatenare una apocalisse europea. Invocare una guerra economica tra il sud e il nord dell'Europa e' un invito al suicidio di massa.
Paragonare la Merkel a Hitler e' semplicemente assurdo, non ha neppure i baffetti. Sarebbe come dire che tutti i tedeschi sono cattivi e mirino soltanto a dominare il mondo. E' uno schema vecchio e superato dalla storia, oltre che palesemente irrealizzabile.
La verita' e' che il divario tra nord e sud europeo e' soprattutto culturale, tra paesi che hanno vissuto e realizzato la Riforma protestante e quelli che sono rimasti cattolici o ortodossi. I primi fondano la loro vita sociale sulla responsabilita', il bene comune, la giustizia uguale per tutti. I cattolici si basano sulla carita', l'interesse individuale e il perdono. I cattolici perdonano sempre, tutti e tutto, i protestanti pretendono che si oaghi sempre per i propri errori personali e collettivi.
E' per questo che tra i due c'e' incomunicabilita'. I paesi del sud europa chiedono il perdono per i propri debiti; i paesi del nord chiedono l'espiazione della pena e il ravvedimento.
Per restare a Grecia e Italia quello che li accomuna sono il debito pubblico spropositato, una grande ricchezza privata in poche mani, un altissimo livello di corruzione ed evasione fiscale che quella ricchezza hanno generato.
La Germania e l'Europa protestante dicono ai cattolici: non ve la potete cavare con tre pater noster e quattro avemaria. Discutiamo pure del debito ma dopo che avrete sradicato la spesa inutile,la corruzione, l'evasione e la criminalita' organizzata. Cosa fanno Grecia e Italia in questo senso? Poco o niente perche intendono mantenere il loro stile di vita per quanto scorretto, iniquo e immorale.
Sul resto Italia e Grecia hanno economie differenti; noi abbiamo un solido sistema industriale e una crisi da domanda; i greci hanno problemi opposti.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Si va bene ma non è nemmeno possibile che la spesa Italiana non sia tagliata a partire dagli stipendi dei dirigenti statali e delle pensioni d'oro e di tutti gli sprechi che ci sono. Forse la Germania e l'Europa vogliono dire anche questo?

Pietro T., Firenze Commentatore certificato 10.02.15 19:08| 
 |
Rispondi al commento

e per concludere davvero....TANTO NON CAMBIA NULLA in ITAGGGLIA...

UNA CANZONETTA LI SEPPELLIRÀ - VITTORIO FELTRI:

“MENO MALE CHE INIZIA SANREMO COSÌ POSSIAMO DISTOGLIERE IL PENSIERO DA RENZI E LA SUA BANDA. E SOSTITUIRE LE CHIACCHIERE DI POLITICI E GIORNALISTI CON IL SUONO DELL’ORCHESTRA”

“Ai patiti, sempre meno numerosi, dei talk show e dei dibattiti sui fatti di sangue non mancherà il tempo per rifarsi di profittare di altre occasioni quotidiane per alimentarsi di sciocchezze, però dette bene da specialisti in tuttologia”…

Condividi questo articolo

Condividi su Twitter
Invia in email

Vittorio Feltri per “il Giornale”

Siamo lieti che cominci il Festival di Sanremo.

Perché in coincidenza con il medesimo, per una settimana, non andranno in onda i talk show politici ai quali pure partecipiamo spesso, con l'obiettivo di dimostrare che siamo vivi.

Infatti, se non vai per quindici giorni a Porta a porta (o almeno a Piazza pulita) i parenti telefonano allarmati: stai male? Ti hanno licenziato dal Giornale?

La manifestazione canora è talmente vecchia e racchia da essere costretta periodicamente a ricorrere al chirurgo plastico per rendersi presentabile.

Non piace a nessuno, ma tutta la seguono.

O meglio, la maggioranza degli italiani afferma di esserne disinteressata e di non accendere manco il televisore per non rischiare di sintonizzarsi accidentalmente su Rai 1, cioè la rete che trasmette in esclusiva le immagini dei cantanti in competizione.


L'indomani però, se si consultano i dati dell'audience, si scopre che il Festival è stato bevuto da 15 milioni di persone.

Esso è com'era la Dc: vigliacco se qualcuno ammetteva di votarla; a spoglio avvenuto, tuttavia, constatavi che era ancora il primo partito nazionale......


ps.

come con RENZUSCONI...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 18:58| 
 |
Rispondi al commento

se io fossi un creditore di una società potenzialmente sana in mano a ladri incapaci chiederei agli azionisti ( i cittadini ) come condizione per ristrutturare il debito, di buttare fuori ladri ed incapaci. In Italia vuol dire politici, burocrati corrotti e incapaci, alte cariche dello stato incapaci, corrotte e colluse e tutti gli amici e parenti. In caso contrario non lo farei in quanto sarei sicuro che non servirebbe a nulla. Forse sarebbe il caso di istituire una sorta di procedura fallimentare e commissariamento per questi paesi con tribunali internazionali che valutino i crimini commessi e provvedano a tirar fuori il denaro dai ladri che hanno ridotto il paese allo sfacelo. In questo l'Europa sarebbe utile.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 10.02.15 18:48| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giappone debito\pil 236% ( duecentotrentasei %)
USA Debito\Pil 125%
Singapore Debito\PIL 120%

Argentina Debito\PIl 45%,unica di questi paesi in Default

prof come spiega questo?se è come dice lei tutti dovrebbero abbandonare i titoli dei primi 3 paesi e comprare quelli dell'Argentina

ma è vero che l'autore di questo post è il Prof Giannulli?
se si,capisco perchè non è firmato

mo- basta, rocca cannuccia Commentatore certificato 10.02.15 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Direzione II - Debito Pubblico - si articola in 12 uffici dirigenziali non generali e svolge le seguenti funzioni:

http://www.organidellostato.it/jsp/dettaglioUfficio.jsp?idUfficio=10964

un'intervista alla dott.ssa Cannata?

psichiatria. 1 10.02.15 18:42| 
 |
Rispondi al commento

e anche in tempi de crisi .. ce sta chi se copre er culo assieme ai tecnocrati de oltralpe ..

http://bilancio.camera.it/4?scheda_contenuto=8

antonello c., pescara Commentatore certificato 10.02.15 18:35| 
 |
Rispondi al commento

italia e grecia i due paesi con il più alto livello di magna magna in europa con i politici più corrotti forse al mondo fino a quando non elimineremo questo problema tutto è quasi inutile
in galera devono andare!!!

marco p., brescia Commentatore certificato 10.02.15 18:34| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IENA ITALIA

Renzi ha snobbato Tsipras schierandosi dalla parte della Merkel e dell'austerity rinnegando la sua demagogica campagna elettorale che prevedeva una chiara e netta posizione da parte dell'Italia contro la politica economica depressiva dell'Unione Europea a trazione tedesca.
In meno di 6 mesi Renzi ha già tradito il fatidico 40% dei consensi degli Italiani per non fare assolutamente niente,anzi per abdicare completamente alla linea tedesca.
D'altronde il motto del pd di Renzi è prendi e scappa.
Alla Germania abbiamo promesso delle leggi antidemocratiche(job act) che prevedono la drastica riduzione dei salari e la flessibilità intesa come capacità di licenziare come e quando vogliono.
Quelle che chiamano riforme costituzionali sono il mezzo per accentrare ancora più potere nelle mani del governo e quindi velocizzare le decisioni richieste dalla cancelliera.
La nostra garanzia con le banche estere sono la tassazione e se non ce la dovessimo fare si ricorrerà a qualsiasi mezzo(accise,prelievi forzati,iva).
Come al solito in questo paese si dimenticano persino i fatti del giorno precedente talmente i media lobotomizzano i cervelli.
In Italia non è cambiato perfettamente niente tranne fattori esterni che ci lasciano un po di margine ma sempre relativamente.
Pil e occupazione sono 0 virgola qualcosa e si fatica a ricordare che il nostro pil dall'inizio della crisi è calato di 10 punti,il rapporto debito/pil è passato da 106 a 133 la disoccupazione dal 6.5 al 13.
Ma cosa abbiamo da snobbare ci vorranno decenni per tornare ai valori precedenti la crisi se ci torneremo.
Tsipras non cederà di un passo con la Merkel il suo governo ha ottenuto un consenso altissimo da un popolo che è ridotto alla fame.
Per l'Europa periferica sarebbe meglio prendere esempio piuttosto che smarcarsi,i mercati un giorno potrebbero metterci nelle stesse identiche condizioni.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.02.15 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e per chiudere...tanto è TUTTO INUTILE in ITAGGGGLIA....


1. PRONTI PER IL SANREMO DELLA NOSTALGIA CANAGLIA? SI PARTE CON AL BANO E ROMINA: LA COPPIA SCOPPIATA CHE SI RIACCOPPIA, IL PASSATO CHE TI TRAPASSA, MATTARELLA SUL COLLE -

2. AL BANO: “NON CI SIAMO PERDONATI. SEMPLICEMENTE ABBIAMO DIMENTICATO IL MALE CHE CI SIAMO FATTI”. PROPRIO COME GLI ITALIANI CON LA RISORTA DC -


http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/pronti-sanremo-nostalgia-canaglia-si-parte-bano-94230.htm


ps.

quanti anni ho perso convinto di CAMBIARE QUALCOSA in ITAGGGGGGGGLIA......

Beppe..altro che fuori dall'EURO...

ANNESSIONE a GERMANIA-OLANDA-SVEZIA-DANIMARCA---

ENZO D., BARI Commentatore certificato 10.02.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento

ma chi l'ha scritto sto post? perchè non si firmano più? Beppe si firma quando scrive qualcosa?
c'è scritto che non prendete l'esempio dei paesi che vanno alla grande con un debito pil superiore al 90% e qui cadete. il giappone rasenta il 200% debito pil e ha il 2% di disoccupazione, che stiamo dicendo?? l'italia è da vent'anni che ha superato la quaota 100% del pil e non è andata in defoult. ragazzi keynes!!!! ha capito tutto gia nel 1929, dovete solo fare ciò che lui ha scritto.

michelangelo a., lodi Commentatore certificato 10.02.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Chiudi discussione
FACT CHECKING

Vanno alla grande perché controllano la loro moneta. L'Italia non più, come avvenne già nel 1992 quando dovemmo uscire dallo Sme svalutando



Esatto, il problema è che adesso hanno imposto anche in Europa le teorie iper-liberiste che DOVUNQUE hanno creato deserto sociale e produttivo, tutto a favore delle Multinazionali che si mangiano letteralmente intere nazioni alla canna del gas.

I famosi "mercati".

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 18:54 |
Chiudi discussione

http://keynesblog.com/2013/04/18/il-debito-pubblico-deprime-la-crescita-il-clamoroso-errore-di-carmen-reinhart-e-kenneth-rogoff/
Le conclusioni di Rogoff sono approssimative e piene di errori. Cosi' come l'articolo...
Un tentativo maldestro di far digerire l'amara medicina della svolta verso l'estrema destra....
Caro M5S a quando qualcosa di veramente serio???

giorgio giorgio 10.02.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento

L'unica possibilità che gli italiani hanno per non diventare tutti schiavi di un elite di empii, è quella di uscire dall'euro e tornare a una moneta sovrana, non prima di avere chiesto al "partito dei ladri uniti" di restituire il maltolto.
Oppure c'è un'altra possibilità, che il Figlio dell'Uomo (come promesso) torni a breve "per raccogliere il FRUTTO maturo". Questa seconda ipotesi, infinitamente più probabile, pochi la prendono in considerazione, i più ne ridono, altri ancora pensano che non avverrà mai, ma forse che questo significhi che non accadrà veramente? No certamente.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.02.15 18:29| 
 |
Rispondi al commento

per chi ha voglia di dare un'occhiata..
Elenco delle insolvenze del debito sovrano...

Africa
Americhe
Asia
EUROPA

http://it.wikipedia.org/wiki/Insolvenza_sovrana

psichiatria. 1 10.02.15 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo c'è posta per te
http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 10.02.15 18:26| 
 |
Rispondi al commento


PER SUFFRAGARE, MODESTAMENTE, QUANTO SI SCRIVE OGGI NEL POST DI GRILLO VORREI AGGIUNGERE LA MIA ESPERIENZA PERSONALE SUI DEBITI: 1983, dopo tanti sacrifici riuscii a comprare casa. Al momento del rogito il costruttore, il solito pirata avventuriero, mi annunciò che i rimanenti 30 milioni promessomi di pagare un mutuo a 20 anni, la banca non li aveva concessi. Così, mi disse, in pochi anni glieli potevo dare comodamente, al tasso bancario di allora, cioè al 24%. -mi feci un po' di calcoli e gli dimostrai che con quel tasso dopo 7 anni avrei pagato solo gli interessi. E il capitale quando avrei cominciato a scardinarlo? Così dovetti trovare un amico che mi diede la CIFRA AL 10%, FECI L'ATTO senza strozzatura, e dopo 4 anni, con i soliti sacrifici, riuscii a pagare tutto il debito.
Morale: una famiglia è come uno Stato; l'Italia è stata sgovernata da sempre non come uno stato libero e autonomo, ma come una mucca da mungere .
Sentirmi dire ancora oggi, con 2.130 miliardi di debito, un debito annuale pari al 134% del PIL, MI VENGONO I BRIVIDI. Aggiungiamo poi che la casta maledetta continua a spolpare un paese morente, la classe dirigente continua a prendere milioni di euro in servizio e 400/500 mila € di pensione, contro tutto ciò che sta sotto gli occhi chiusi di 60 milioni di italiani, allora mi chiedo: ma che altro dobbiamo vedere e capire per darci una mossa, svegliarci da questo incantesimo e chiedere il contro a tutti questi parolai bugiardi irresponsabili e criminali? Noi siamo nelle mani di gente senza morale, senza dignità. senza scrupoli e senza alcun senso di responsabilità per i danni che sono stati creati al nostro PAESE. Renzi trionfante ci annuncia che il 2015 sarà l'anno Felix, Padoan ci rassicura che il ns terribile debito è sostenibile, l'Europa continua a imporci sacrifici che ci stanno portando alla morte, e noi tutti stiamo ancora dietro alle chiacchiere strombazzate come verità. Non vi pare che sarebbe l'ora di porre fine a tutto ciò?


L'italia non potrà avere fortuna fin quando non chiederà scusa per tutti morti causati dalla Malapolitica e dalle Missioni di Pace,perché i politici senza scrupoli mascherati da esportatori di pace,hanno incancrenito il mondo favorendo la globalizzazione delle ingiustizie,povertà,morte ed è per questo che hanno blindato governi e presidenti.Hanno paura che emerga la verità e smascheri la loro crudeltà.

Agostino Nigretti 10.02.15 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Bel articolo. Complimenti. Sono di Rifondazione comunista e dalla prima ora ci troviamo con Tsipras. In questo momento è giusto essere uniti. L'altra europa con Tsipras insieme a Rifondazione comunista e Fiom. saremmo a Roma - Piazza Indipendenza, alle 14 ore. Dovremmo essere tutti per lottare contro la Troika. Separati non riusciremmo a vincere. Sono tutti invitati. Passaparola.

Bartolome Ruggiero 10.02.15 18:16| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Penso che la questione del debito vada affrontata, io avevo pensato anche al CONGELAMENTO DEGLI INTERESSI sul debito per un numero di anni (almeno 5 anni) sufficiente a mettere in moto l'economia.

Ma parallelamente bisogna INTERROMPERE SUBITO gli sprechi di denaro pubblico, dai vitalizzi dei politici, molto spesso si tratta di plurimi vitalizzi (questo grida vendetta al cospetto di dio) basta pensare che solo in Sicilia vengono spesi 18 milioni all'anno per pagare i vitalizzi degli ex deputati regionali, fate un po di conti quanto questo può costare a tutti i livelli per tutto il paese. E poi gli sprechi nella sanità (poi per ridurre i costi non vanno alla radice, riducono semplicemente i posti letto con la gente che poi si trova a stare nelle corsie), gli stipendi dei funzionari pubblici, i lavori pubblici iniziati e mai terminati i lavori che non hanno alcuna utilità, i lavori pubblici che costano 10 volte quanto viene speso negli altri paesi, gli evasori fiscali... ecc direi che un pò di miliardi si potrebbero risparmiare per ridurre la pressione fiscale e rilanciare l'economia.

Inoltre penso che attualmente l'unione europea favorisca solo l'export della Germania che durante l'unificazione si è strutturata con norme volte a sostenere la propria economia, ma che piega l'economia degli altri paesi che impreparati alle regole di questa economia rincorrono un gioco a cui non sono preparati.


ALVARO S., VENARIA Commentatore certificato 10.02.15 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente una proposta chiara e di buon senso! Avanti così M5S!

Genny G., LECCE Commentatore certificato 10.02.15 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Intanto comincerei ad abbassare il debito dell'Italia togliendo i vitalizi ai parlamentari, ai consiglierei regionali. Poi abbasserei tutti gli stipendi in rapporto 1:10; 1 è lo stipendio di chi pulisce le scale condominiali e 10 il giudice della corte costituzionale che ha lo stipendio più alto del Presidente della Repubblica. La stessa cosa farei con le pensioni. Inutile parlare di diritti acquisiti; sono acquisiti solo per le caste.
Toglierei i finanziamenti ai giornali.
Parallelamente aumenterei le pensioni che non permettono la sopravvivenza.
Eliminerei tutte le spese per gli armamenti e li darei per l'istruzione e per la cultura.
E' la cultura che ci rende liberi di pensare e di scegliere.

Gabriella . Commentatore certificato 10.02.15 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il popolo dovrebbe fare di tutto per uscire dalla UE-Nato e scrollarsi il sangue da loro versato,solo così si potrà ritrovare la libertà e la speranza del futuro,importante che i politici senza scrupoli si ritirino nelle loro dorate regge a godersi le Pensioni doro e le fortune accumulate.Le Colonie UE sono solo strumenti usati dai Grandi Maestri Burattinai per destabilizzare Nazioni con il solo scopo di dominare il mondo,però dobbiamo riconoscere agli americani anche il coraggio dei giornalisti di scrivere notizie che dimostrano il cinismo provocato dai Maestri burattinai.Vi riporto una notizia scritta da un giornalista americano e censurata nella Colonia UE.Sono informazioni drammatiche che smascherano le falsità della nostra Casta politica serva degli americani e peggio,sono il braccio e la mente della propaganda guerrafondaia mascherata in Missione di Pace ed esportatori di Democrazia.Da notare che queste informazione vengono scritte da giornalisti americani,non da pro Russi.Ringrazio Repubblica,il Fatto e 5S per avermi dato la possibilità di portare alla luce la tragedia dei filorussi voluta dagli Americani per destabilizzare la Russia e tenere legata l'ammucchiata delle colonie.Si sono serviti di mercenari pagati a peso doro per infiltrarsi nell'esercito Ucraino (sembra che ci siano anche membri Isis in mezzo a loro)sotto la copertura di passaporti e gradi militari falsi per far uccidere il più possibile donne e bambini per poi accusare la Russia e usare il tutto per far leva sul pietismo vittimismo dato in pasto alle Marionette che governano le Colonie UE.La cosa più grave è la faccia tosta dei nostri politici che vanno a messa,fanno la Comunione e nonostante siano a conoscenza di queste atrocità,fanno finta di nulla,salgono sulla cattedra per fare i Maestri ipocriti,predicando l'accordo pur di nascondere la realtà.

Agostino Nigretti 10.02.15 18:03| 
 |
Rispondi al commento

La collaborazione e la cooperazione per una fine comune e' la sola arma politica a disposizione di chi praticamente oggi e' indifeso.
La UE cosi' concepita in chiave mercantilista a dispetto del nome e'solo unita sul profitto del capitale ma di fatto ha allontanato i paesi fra di loro e i popoli dalle loro sovranita'

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 18:02| 
 |
Rispondi al commento

da tempo non leggevo il blog, infarcito com'è di pubblicità e rimandi a tse tse che è inguardabile. Ma tanto di cappello per questo articolo e per questa iniziativa, ben venga una manifestazione di piazza.

Andrea Rossi, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nah;io,personarmente,a 'n closciard che legge i quotidiani,un je do gnente...chi è causa der suo male,pianga se stesso...poi,magari,je piace sta li,così,alla boemien...

Bonasera!!

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Rio Savè
Alle 17:19 mi hai risposto con il video https://www.youtube.com/watch?v=GnhAKCp7ikE
che dice che il mondo è ingiusto.
E che cazzo, lo so che il mondo è ingiusto. Anche la vita, ma questo è un altro discorso.
Però mi sono accorto che è cresciuto un paese, la Cina, che tra qualche anno sorpasserà gli USA per ricchezza. Conseguenza di tutto questo, tralasciando principalmente i problemi ambientali, è che i cinesi non hanno fame come 50 anni fa, anzi ci “mangiano”.
Era il comunismo che ha provato a fare tutti gli uomini uguali, fallendo miseramente.
E' come la democrazia, che è un sistema di governo sbagliato, ma gli altri sono peggiori.
Bisogna che ci siano regole sul capitalismo, purtroppo il sistema per fare ricchezza. Non felicità, ma si sa che la miseria non fa la gente felice.

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 10.02.15 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' stata fatta la moneta unica per garantire i paesi più forti. Nessuno parla di come sarebbero andate le cose se tutti gli Stati tenevano la propria moneta. Dalle mie parti c'è un detto : In un recinto il cane grande azzanna il piccolo. L'Unione Europea è il recinto,con le politiche di rigore fanno morire economicamente, partendo dai piccoli. Le richieste di TSIPRAS per la Grecia è la rivendicazione giusta, per mettere alla corda il potere finanziario e i paesi forti.

silvano corsale, salzano - VE Commentatore certificato 10.02.15 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei che questo invito fosse inoltrato ufficialmente a tutti i gruppi e movimenti europei citati nell'articolo. Sperando che quelli di Syriza capiscano che trattare con questa gente distruggerebbe insieme Grecia e Syriza (oggi si sente parlare di semaforo verde alle privatizzazioni: se facessero davvero così tradirebbero tutte le speranze che in loro sono riposte).
Forza Beppe, forza M5S

Michele Giaculli, Manduria Commentatore certificato 10.02.15 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Bene! Spero in una nostra collaborazione con Tsipras e Podemos, reale, non di facciata come le pacche sulle spalle di Renzi ad Alexis Tsipras.
Matteo non si muoverà mai in un solco che vada in qualche modo a contrastare le decisione di Berlino e della Troika.

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato 10.02.15 17:57| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

la grecia va aiutata perchè è una vergogna,io manderei fuori la germnania, sempre la prima della classe e smpre guerrafondaia,metti che questa volta non ci sono i campi dis trminio,c'è un paese sterminato,se passa questa addio democrtazia,ci eisiamo colo nazi epoi non dimentichiamo che ,c'è sempre l'islam alla porta

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/2015/02/sottomissione-lautore-questa-sera.html

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 17:54| 
 |
Rispondi al commento

>>>>>>>LEGGI E' IMPORTANTE:
ISTRUZIONI D'USO PER VINCERE LE PROX ELEZIONI (M5S)
Il Movimento 5 Stelle si trova in un grosso bivio: mollare il partito del Fatto Quotidiano e proseguire con una strategia politica seria e adeguata; trovare altri movimenti e neo-partiti disposti a realizzare una coalizione, come fronte anti-euro e anti-austerità, ed alle prossime elezioni presentarci insieme a loro, sotto un unico simbolo. Solo così possiamo arrivare al ballottaggio e con l'Italicum potremmo avere qualche possibilità di vittoria (i partiti temono i ballottaggi con M5S, ndr), ma dovremmo abbandonare la politica, senza senso e autodistruttiva, fin adesso attuata da Grillo e Casaleggio, che nonostante abbiano la mia più sincera stima, non sono riusciti a dimostrare, agli italiani, la capacità del loro Movimento di governare l'Italia. Ma si può cambiare, basta sfruttare l'intelligenza, creare un fronte contro l'euro e l'austerità, come hanno fatto in Grecia, presentarci alle prossime elezioni politiche con una coalizione - sottoposta a rigorosi requisiti d'accesso, simili a quelli dello stesso Movimento 5 Stelle - sotto un unico simbolo, con altri partiti che condividono i nostri programmi, soprattutto quelli economici, e portare l'Italia fuori dal buio. Ora o mai più, il Movimento deve iniziare a costruire questo fronte fin da adesso, e non farsi trovare impreparato alle prossime elezioni politiche. (Grillo e Casaleggio toc toc, guarda un po' se la strategia da perseguire, ve la deve consigliare un misero studente del terzo anno di economia)

Francesco L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Perchè quest'articolo NON E' FIRMATO ??

E' impossibile che l'abbia scritto Grillo o Casaleggio, troppe sono le panzane pseudo-economiche che contiene. Deve essere stato qualche economista amico, che però non si firma. Questa è spazzatura.


Caro Beppe, prima dobbiamo creare un fronte NAZIONALE contro l'Euro e l'Austerità, iniziamone a parlare adesso, in modo da dare anche agli altri il tempo di creare nuovi movimenti e partiti in grado di partecipare alla nostra alleanza, che dovrà sottoporsi ai rigorosissimi requisiti del Movimento 5 stelle.

Francesco L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Bugia:
Quando Tsipras ha vinto, sono saltati in molti sul carro del vincitore: da Sel alla Lega, da Rifondazione alle minoranze Pd, dalla Fiom a Fratelli d’Italia. Unici un po’ freddi, paradossalmente, i 5stelle, forse perché irritati dal rapporto preferenziale fra Siryza e Sel, ma è anche vero che quello che ha sempre detto il M5s su debito ed Euro è obiettivamente più vicino a Siryza di quanto non lo siano Sel e Rifondazione.

Verità:
Nell’ottobre 2013 il Consiglio dei Presidenti del Partito della Sinistra Europea, su suggerimento del Partito della Rifondazione Comunista nella precedente riunione del 10 giugno 2013, propone la candidatura di Tsipras alla Presidenza della Commissione Europea. Il 15 dicembre 2013 Tsipras diviene ufficialmente il candidato presidente della commissione europea per le elezioni del 2014 ottenendo l’84,1% dei consensi da parte del IV congresso della Sinistra Europea svoltosi a Madrid tra il 13 e il 15 dicembre 2013. La sua candidatura è sostenuta in Italia dalla coalizione elettorale L’Altra Europa con Tsipras, più conosciuta come Lista Tsipras, sostenuta da Azione Civile, da SEL, da Rifondazione Comunista, e da altre formazioni come il Partito Pirata, i Verdi del Sudtirolo/Alto Adige e altre organizzazioni della sinistra.

Pasquale Palladino 10.02.15 17:46|