Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le pensioni da fame

  • 37

New Twitter Gallery

pensioni_fame.jpg

"Una pensione da 502 euro al mese non è certo invidiabile. Eppure per molti lavoratori, l’attuale minimo sindacale della previdenza rischia di essere solo un miraggio. Anche se il vitalizio sarà molto basso in futuro non si aprirà più alcun paracadute, la famosa integrazione al minimo da parte dello Stato è già andata (è il caso di dirlo) in pensione. Così, ad esempio, un dipendente trentenne che oggi ha un reddito netto mensile di mille euro e che accumulerà forti buchi contributivi, prenderà appena 408 euro netti il mese, cioè quasi cento in meno della soglia minima attualmente in vigore. Un autonomo nella stessa situazione arriverà ad appena 341 euro netti il mese." fonte

10 Feb 2015, 10:15 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 37


Tags: dipendenti, fame, italia, jobs act, pensioni, renzi, renzie

Commenti

 

La colpa è nostra che subbiamo la politica come tifare per una squadra di calcio. Non stiamo attendi alle leggi che il parlamento emana. Non ci indigniamo per la corruzione, le leggi ad persona , per le grandi opere inutili, non difendiamo l'agricoltura, il paesaggio la scuola pubblica,inoltre sappiamo quanti milioni di euro lo stato dà alla Chiesa, alle fondazioni; però vediamo le televisioni commerciali che drogano il pensiero ...non sappiamo scegliere la nostra classe politica (votiamo i pirati della comunicazione)

Mario Toscano 12.02.15 03:47| 
 |
Rispondi al commento

Io me ne sono accorta dopo la legge Fornero, alle donne hanno segato le gambe ed a molti altri, infatti dovevo andare in pensione a 61 anni per la vecchiaia, con 37anni di contributi, ma per loro con Brunetta FI in testa, hanno dichiarato che questo è un privilegio da cancellare, ma vi rendete conto che da dipendenti non habbiamo (parlo da operaia) la possibilità di far carriera!Mi hanno tolto la dignità dandomi 600 euro circa o poco più. Giuro dovrò continuare a lavorare, sì ma la mia prossima attività lavorativa sarà da LADRA.(l'arte dell'arrangiarsi è anche questa).

caterina bergamo 10.02.15 21:49| 
 |
Rispondi al commento

vi siete scordati l'errore più grande del welfare
si doveva correggere negli anni novanta del secolo scorso
scorporare la assistenza dalle pensioni dei lavoratori
non solo non è stato fatto ma nell'impatto sono confluite tutte le pensioni degli statali su cui lo stato non versava contributi
inoltre si è aggravato il tutto riversando enormi spese dei cassaintegrati e ora i lavoratori a tempo determinato contribuiscono con importi ridottissimi quindi il danno è irrimediabile se non si interviene
per non parlare delle svendite immobiliari dell'ente

Rosa Anna 10.02.15 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che dopo mezza giornata i messaggi siano solo una trentina, sebbene l'argomento riguardi tutti, significa che gli utenti medi del blog siano la maggioranza dipendenti pubblici o pensionati a cui questi post fanno sorridere e sentire un pò più ricchi e fortunati..

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poco prima della misera pensione di lavoratore che non arriva a raggiungere secondo i calcoli odierni prospettati nel futuro neppure quella sociale, bisogna farsi apolidi, nullatenenti o profughi. Lasciando il discorso socio-morale, ecc., tutti alla fine, per incapienza, tra sussidi, esenzioni, ecc., percepiscono di più di uno sfigato medio lavoratore, che non riesce neppure a farsi l'integrativa dovendo vivere del poco che in proporzione riceve. Inoltre, a voler essere razzista al rovescio le famiglie rom e apolidi, che hanno la residenza presso le case comunali, previsto dalla normativa quali nullatenenti e senza fissa dimora, percepiscono se non mi sbaglio circa 1.500,00 euro, indicati allora, come minimo per la sopravvivenza. Datemi del razzista, già sono in conflitto con la mia coscienza, ma questa è la realtà che rifiutiamo di vedere. Una buona quantità di ricchi e straricchi che se ne frega, nel perfetto egoismo, una maggioranza silenziosa che lavora, paga e non avrà mai in proporzione e una non più esigua minoranza, che sono in definitiva coloro che entrano nel “giusto circuito”, che, costano ( i soldi sono del giusto circuito) ma personalmente non ottengono più della maggioranza. E' proprio la guerra tra (con rispetto) poveri cristi. Rimangono gli uomini ombra, che per timidezza o altro, nulla chiedono per vivere in condizioni disastrose a differenza degli appariscenti chiassosi che tutto pretendono. Forse sono razzista?

f.d. 10.02.15 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato italiano ha imposto per legge l'adesione all'AGO ( assicurazione generale obbligatoria ) a tutti i lavoratori subordinati. Stabilisce unilateralmente la percentuale da trattenere sugli stipendi, l'età di uscita dal mondo del lavoro secondo un parametro che comprende anni di contribuzione ed età anagrafica.
Tappa le voragini contabili prodotte da altri enti previdenziali con i soldi dei lavoratori versati nelle casse dell'Inps.
Ha pagato il parcheggio della loro manodopera qualificata a tutte le maggiori aziende italiane.
Ha pagato molte false pensioni di invalidità per favorire il serbatoio elettorale di una classe politica corrotta.
Tutto questo con il benestare di tutte le sigle sindacali.
Oggi le trombe governative ci vogliono far digerire che le casse dell'Inps sono vuote e pertanto i pagamenti delle future pensioni sono a rischio.
A questo punto io chiedo di riavere indietro tutti i soldi, che abbiamo versato io ed i miei datori di lavoro, rivalutati secondo le rivalutazioni ISTAT.

vitoc. 10.02.15 17:15| 
 |
Rispondi al commento

nessuno che di voi la dica giusta,io una pensione di 550 euro al mese, se ci fosse la lera sarebbe un milione con il pane a 3 milalire sarebbe una pensione dignitosa,non lo è a 550 euro al mese con il pane a 3 euro,che vuol dire prezzi raddoppiati in 10 anni,altro che istat,le pensioni sono state dimezzate e i politici hanno i loro compenzi raddoppiati,è la verità sino in mano a criminali

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.02.15 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La pensione fa parte del welfare e il welfare scompare anche velocemente, dunque che fare? Suggerisco dai giovani alle persone di una certa età di reinventarsi, imparare ad usare le nuove tecnologie e seguire gli insegnamenti di chi ce l'ha fatta. Internet da una mano, se una persona vuole può migliorarsi e dare anche lavoro agli altri in qualsiasi parte del mondo senza muoversi da casa

sabina M. 10.02.15 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna ringraziare il pd se gli operai non avranno piu la pensione si quel pd a guida bersani che ha dato i suoi voti al sostegno della legge fornero grazie al pd il partito dei lavoratori ricordiamocelo se cidaranno ancora la possibilita di votare. Savatore operaio.

salvatore smeraldi 10.02.15 15:54| 
 |
Rispondi al commento

dovete attaccare tutti i partiti compresi quella della lega che raccoglie le firme contro la fornero e poi si allea con berlusconi che ha votato la fornero , insieme a bersani e casini. io ho votato insieme a quelli di famiglia m5s proprio per il grave tradimento su questo capitolo da parte della sinistra , in famiglia abbia il classico es di una persona che con 40 anni di pensione non puo' andare in pensione , perche' nel frattempo bersani e gli altri hanno allungato di altri 2 anni la pensione, dimenticandosi che siamo capitati in una grave crisi economica e perdita' di lavoro , e dunque da tre anni non si lavora e senza c'i.g. poi altro caso di donna appena in tempo per prendere la pensione dopo 36 anni scarsi 800 euro ,anche perche' nel 96 il governo prodi con treu mise il part time , e questa persona proprio in qyuel periodo venne messa a part time, quindi poi andando in pensione venne calcolato la pensione una parte ful time , e l'atra meta' a part time. dunque la precarizzazione gia' era stata fatta dalla sinistra, ora quando finiranno i risparmi presi con la fornero o metteranno il prelievo forzoso o default. forza m5s

birimbi 10.02.15 15:19| 
 |
Rispondi al commento

In un periodo come questo un governo serio dovrebbe distribuire le ricchezze facendo una legge dove chi prende una pensione superione ai tremila euro dia un contributo a. Chi prende cinquecento euro. Senatori a vita doppie pensioni vitalizi sono tutte cose che vanno abolite subito .. Scusate dimentica o che questo non è un paese normale..

davide succursale Commentatore certificato 10.02.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento

LA PENSIONE QUANDO SARA' DA PRENDERE ME LA PRENDO CON TUTTI GLI INTERESSI, VEDRETE CHE BELLO SCHERZETTO. NON HO PAURA DI DIVENTARE DISONESTO QUANDO VOI POLITICI LO SIETE DA SEMPRE, PER UNA VOLTA LO DIVVERRO' ANCH'IO MA PER ME STESSO.

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.02.15 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Se la morte si ccattava cu li turnisi, lu puriedru muria disputati.

davide succursale Commentatore certificato 10.02.15 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Per innescare una discussione sull'argomento Pensioni l'articolo va bene, non va bene però il pressapochismo utilizzato per "informare" i lettori, anzi crea molta confusione. A mio parere, quando si discute seriamente di un argomento è necessario inserire dati che consentano di avere un quadro il più chiaro possibile, "ad esempio, un dipendente trentenne che oggi ha un reddito netto mensile di mille euro e che accumulerà forti buchi contributivi, prenderà appena 408 euro netti il mese" non significa nulla, quanti contributi avrà versato questo lavoratore durante la sua carriera lavorativa per percepire poco più di 400€ al mese di pensione? Sinceramente questo modo di informare non mi piace per nulla!

Alberto V., Montanaro Commentatore certificato 10.02.15 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma è mai possibile che non possiamo fare niente? E' dal 1974 che verso contributi prima come impiegato presso il Ministero dell'Interno, poi come autonomo, adesso come impiegato , dopo 60 anni di vita e 41 anni di contributi non posso andare in pensione , e nessuno sa dirmi niente di quanto prenderò se l'ha prenderò. Sono stufo stanno tirando troppo la corda , vogliono fare veramente questo? Allora si aboliscono tutte le pensioni superiori a 1000 euro anche quelli dei parlamentari ecc...--, via vitalizi e diritti acquisiti, insomma i diritto acquisisti valgono solo per loro? Adesso basta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Salvo Agrifoglio 10.02.15 14:33| 
 |
Rispondi al commento

la gente,non ha capito niente,quando andiamo a votare,dato che non abbiamo altre armi per combattere questi maledetti compari di malaffare,che si stanno mangiando l'Italia,dobbiamo dare il nostro consenso al mov.5 stelle,che,oggi,in Italia,è l'unico mov.con cui si può sperare di eliminare questi schifosi,da tutti i posti di potere da cui ci stanno rovinando.Svegliamoci tutti quanti,tanto di fare rivoluzioni,non sene parla proprio,non abbiamo le palle.E poi,non le sappiamo neanche fare,finiremmo in galera,con accuse pesanti,per esserci ribellati ad un sistema medioevale,arcaico direi,in cui il debole deve restare debole,per consentire al ricco di continuare ad arricchirsi.saluti a tutti!

Andrea Sanciu 10.02.15 14:18| 
 |
Rispondi al commento

....mentre i possessori della pensione a 10.000 euro mese pascolano felici tra balocchi e profumi perchè è illegale e anticostituzionale prelevare per riduzione la loro prebenda mensile . . . ma scivolare su una deiezione bovina no?

mario casettari 10.02.15 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Quello che è vergognoso è che tanti che si lamentano poi quando vanno a votare, o peggio non ci vanno proprio, danno fiducia ai farabutti che sono la causa di tutti i nostri mali; saranno vittime della sindrome di Stoccolma?

Pasquale Iannaccone 10.02.15 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Io sono molto preoccupato per chi ha versato per oltre 40 anni e andra' ( forse ) in pensione con un assegno da fame, piuttosto per chi non ha mai versato un cazzo ( lavorando in nero...) e si lamenta di un regalio di 500 euro al mese. E' si !.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 10.02.15 13:09| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO CIÒ È SEMPLICEMENTE FANTASTICO. MA QUELLO CHE MI SCONCERTA È CHE VEDIAMO IL DISFACIMENTO DELLA NOSTRA VITA CON DEI CROLLI CONTINUI DI DIGNITÀ SOCIALE MA A NOI BASTA UN POCO DI CALCIO E DI F....A IN TV E TUTTO TORNA SERENO COME LA NOSTRA COMETA RENZIE.

mauro sivelli 10.02.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono riuscita a percepire la pensione dopo 40 anni di lavoro. Ho sfiorato per poco tempo la riforma Fornero, ma la mia domanda che vorrei rivolgere all'INPS, è la durata del percipire la pensione, in teoria dovrebbe essere fino alla morte. Ma non credo visto l'andazzo dell'INPS, quindi chiedo suggerimenti in merito, oltre a mettere mano ai risparmi di una vita. Sarebbe una vergogna, ma ormai in Italia potrebbe succedere di tutto, non ho alcuna fiducia.
Ringraziando esprimo cordiali saluti.

annamaria schiavolin 10.02.15 12:24| 
 |
Rispondi al commento

anche qust'anno mi an decurtato la pensione di ben 7 euro mensili ed ancora non so cosa mi decurteranno a marzo per il rincaro del'irpef.quindio io dico e necessaro parlare meno e aggire visti i loro max stipendi e pensioni organiziamo proteste a più non posso

Giuseppe De Leo 10.02.15 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Sulle pensioni si assiste tutti i giorni ad interventi ABBERRANTI. PORCATE come la legge Fornero vengono difese da tutti quelli che non sono colpiti dalla stessa. Viene dichiarato incostituzionale un referendum per abrogarla. Per tutti questi signori è COSTITUZIONALE una legge retroattiva di 40 anni, che naturalmente colpisce sempre i soliti FESSI, lasciando intatti i loro PRIVILEGI MEDIEVALI !

Biagio vigorito 10.02.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho visto i sondaggi su la 7. Ebbene, il pd è aumentato di mezzo punto e i 5***** sono diminuiti di mezzo punto. Ma come CAZXO si fa a dare credito a quel BUFFONE, ancora non l'ho capito. Dice una cosa e ne fa un'altra, aiuta solo le banche e gli amici dei suoi amici. MA DICO IO, CARI ITALIOTI, MA SIETE SCEMI O SIETE SCEMI? Cari parlamentari, avrete anche le vostre buone ragioni, MA SE NON ANDATE, COSTANTEMENTE, IN TV, QUESTI PRENDERANNO COMPLETAMENTE IL POTERE E NON POTREMMO FARE PIÙ NIENTE! Lasciate perdere che vi trattano male perché sono "tutti appecorati", ma voi siete talmente bravi da far notare anche ai più distratti, chi è onesto e chi no! Ve lo chiedono tutti, sul blog, di andare in TUTTE le trasmissioni, perché la gente vuole essere "MARTELLATA" come per i prodotti commerciali. Per essere diversi e coerenti, stiamo perdendo il treno. Del vostro incontro con DI MATTEO, nessuno ne ha parlato, ma "DEL KOALA CON IL BUFFONE IN BRACCIO, SÌ "(non ho sbagliato, è voluto). Salvini insegna che, con la sua costante apparizione ha recuperato moltissimi punti, oltremodo utilizzando il NOSTRO PROGRAMMA,(a parole) per poi incontrarsi col condannato. Dov'è il cambiamento? Gira e rigira saranno sempre gli stessi a governarci, perché loro, a differenza nostra, si metteranno sempre d'accordo per spartirsi le poltrone, mentre noi, che ci battiamo per i cittadini e lavoriamo sul serio, non veniamo mai presi in considerazione. In Italia non basta essere onesti, ti devi far conoscere. Io sono sicura che se si presentasse qualcuno dell'isola dei famosi, avrebbe più voti di un nostro parlamentare, sconosciuto ai più, ma che, in parlamento si fa "UN MAZZO TANTO PER I CITTADINI". Purtroppo gli italiani sono fatti così. Sono figli del " GRANDE FRATELLO E DELL'ISOLA DEI FAMOSI". POVERI NOI!!!!!!?????????.

alfonsina p. Commentatore certificato 10.02.15 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SEMPRE PEGGIO,ANCHE CON LE PENSIONI

alvise fossa 10.02.15 11:39| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma se non ci sono soldi x chi versa anni di contribuzione.......dove saranno nascosti quelli x disoccupati e aiuti alle famiglie.....mi sembra ridicolo......prima ai tuoi e poi agli altri se puoi,,,,,cosi funziona al'economia distruttiva dei parlamentari....ancoro nessuno spiraglio...un mio amico 32 anni e 1/2 di contribuzione INPS come lavoratore autonomo ex agente di commercio si trova da circa 5 anni senza retribuzione e pensione................che fine hanno fatto i suoi soldi e chissà quanti ancora ci saranno nelle sue condizioni.......INDEBITO ARRICCHIMENTO DA PARTE DEGLI ENTI STATALI ...... e nessuno muove un dito....solo chiacchiere e distintivo................fatelo sapere in giro e comunicatelo a quella banda di masnadieri...........non lasciamo che i franchi tiratori e traditori ......dopo aver scelto la lotta .......hanno seguito il gregge dei pecoroni come pecorelle smarrite ma affamate di denaro................il passaggio all'altra sponda .............vendendosi.......gli hanno fatto guadagnare soldoni si parla di 500 mila euro a testa.....e Silvio purtava annummenata....ahahahahha..............che un comune non vedrà mai....ladri.....ipocriti e bugiardi...................................lo so il commento non sarà nemmeno letto...........verrà cestinato e non ci saranno risposte in merito...............i risultati arriveranno che dite.................bhooooooooooooooooooooooooooooooo

giulio galliano 10.02.15 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Ho 53 anni,disoccupato da tre,una parte di contributi versati da dipendente,una parte da autonomo,non andro in pensione mai.Grazie governi di merda

gianni p., arzachena Commentatore certificato 10.02.15 11:27| 
 |
Rispondi al commento

ho 53 anni attualmente disoccupato una parte di contributi versati da dipendente ed un parte da autonomo perciò non andrò mai in pensione.Grazie governi di merda

gianni p., arzachena Commentatore certificato 10.02.15 11:24| 
 |
Rispondi al commento

La fine del racconto è: dopo le banche passeranno alle assicurazioni.

Appare un fatto scontato. La costante sottrazione di risorse alla Sanità ed al sistema pensionistico "sembra" finalizzata a cancellare lentamente questi diritti, che dovrebbero essere garantiti dallo Stato, costringendo prima o poi i cittadini a rivolgersi alle assicurazioni private per ottenere copertura sanitaria e pensione.

Gli USA insegnano.

Come conseguenza del piano globale di liberalizzazione selvaggia attualmente in atto, le necessità sociali finiranno definitivamente nelle mani dei grandi poteri economici privati, costituendo per essi l'ennesima fonte di profitto. Succederà anche con l'acqua e la totalità delle risorse vitali non ancora sotto il loro controllo. Lo stato di Diritto, nel suo complesso, diventerà sempre più un ricordo del passato, si finirà con l'avere diritto unicamente a ciò che si è in grado di pagare e solo se "qualcuno" sul quel diritto individuale ci guadagnerà sopra.

Ci arriveranno un poco alla volta e con tutta la propaganda necessaria al caso, fornendo all'opinione pubblica "motivazioni ineccepibili", affinché il cambio sia accettato senza che generi ribellione.

"il modo migliore per prendere il controllo di un Popolo e soggiogarlo, è di togliergli la libertà poco alla volta, sgretolare i loro diritti con migliaia di piccole e semi-impercettibili riduzioni. In questo modo la gente non si accorgerà che quei diritti e quelle libertà gli sono stati tolti, fino a dopo che questi cambi siano diventati irreversibili." - Adolf Hitler, "Mein Kampf".

Inca Tsato 10.02.15 11:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ciao io o 40 anni di contributi sono in mobilità fino a agosto dopo sono disoccupato,con una malattia professionale riconosciuta dell'inail co una esposizzione damiando riconosciuta dall'inail e dopo fatto domanda di pensione l'inail mia revocato il riconoscimento,caro grillo se avete un avvocato che faccia causa allo stato ,io vorrei che l'inpis mi darebbe tutto quello che o versato per la mia pensione in una sola rata ,visto che dopo 40 anni di contributi non mi da nemmeno la pensione ,la riforma fornero e incostituzionale ,mia rovinato la vita,o anche un tumore alla viscica riconosciuto dell'inail col7% di invalitida e liquidata,in italia si salvano solo i ladri no i lavoratori ciao

piero LOMBARDO, santena Commentatore certificato 10.02.15 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi non facciamo scherzi io per ora ho lavorato 35 anni....sono artigiana prendero per grazia di Dio 800 euro fra 10 anni quando andro in pensione e so di qualcuno che prende 400euro di pensione sociale non avendo lavorato un giorno in vita sua portato figli al nare seguiti nella scuola palestra....senza versare un euro di contributi!!!!!!!non è equo questo sistema io sono stufa!!!!

brunella brizzi 10.02.15 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Che c'è da commentare? ho cominciato a mettere i contributi nel 1983, sono anni che nessuno mi da lavoro e di anni ne ho 48 quasi.. Spero di morire prima di malattia che di fame alla mia pensione

Donatella Beretta 10.02.15 10:31| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori