Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Reverse charge: la follia del Governo sull'Iva

  • 29

New Twitter Gallery

iva_supermercati.jpg

"Il Governo Renzi ha esteso il meccanismo di inversione contabile dell'Iva (reverse charge) per i fornitori di supermercati, ipermercati e discount (grande distribuzione). I fornitori, naturalmente, sono piccole e medie imprese, che ne pagheranno le conseguenze. In condizioni normali, infatti, l'impresa fornitrice acquista le materie prime pagando su esse l'Iva al 22%. In seguito lavora le materie prime ottenendo dei prodotti finiti dal valore maggiore e li vende alla grande distribuzione, che paga a sua volta l'Iva al 22%. L'impresa fornitrice quindi prima paga l'Iva per acquistare le materie prime e poi la riceve cedendo i prodotti finiti ai supermercati. Con il reverse charge, invece, l'impresa fornitrice continuerà a pagare l'Iva per acquistare le materie prime, ma non riceverà l'Iva dalla grande distribuzione. L'Iva sarà interamente versata allo Stato da supermercati, ipermercati e discount. Per lo Stato, in teoria, non cambia nulla, e nemmeno per la grande distribuzione, ma per le imprese fornitrici c'è un ammanco di cassa notevole che sarà colmato dal rimborso dello Stato solo dopo alcuni mesi, o peggio. Le minori entrate per le imprese fornitrici aggraveranno la crisi economica. Una manovra del tutto folle.
Senza contare che casualmente questa disciplina non ha alcun effetto sulle imprese estere che esportano in Italia, visto che l'IVA è imposta territoriale e non si applica ai non residenti. Non vorremmo che questo si traduca in un ulteriore incentivo a puntare sulle importazioni anziché sulle produzioni interne, ammesso e non concesso che di produzione interna ne rimanga ancora dopo la cura Monti-Renzi-Troika. I rischi non finiscono qui: il reverse charge è stato inserito nella legge finanziaria per guadagnare 750 milioni di nuovo gettito. Se, come è probabile, la Ue boccerà questa norma, il Governo si troverà scoperto di quella cifra e dovrà coprire il buco facendo scattare la prima clausola di salvaguardia: l'aumento delle accise sui carburanti." M5S Senato

16 Feb 2015, 10:18 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 29


Tags: governo Renzi, iva, iva supermercati, Renzi, Renzie, reverse charge

Commenti

 

Sarebbe un'altra pugnalata all'economia.
Il reverse charge è già applicato da anni nell'ambito dell' edilizia e oggi vediamo i risultati, ovvero imprese che lavorano in subappalto ridotte in miseria. Come descritto nell'articolo, un'impresa sottoposta a questo regime paga l'IVA ai fornitori per 12 mesi accumulando migliaia di euro di "debito" che gli verranno riconosciuti facendo domanda l'anno successivo. Intanto nell' anno in corso l'impresa si trova ad anticipare allo stato questo "valore aggiunto" che per l'impresa invece è un COSTO aggiunto. Ancora un paio di mosse così è il default sarà addirittura accellerato.

Marco Corrias 17.02.15 11:30| 
 |
Rispondi al commento

questo dimostra cosa vuol dire essere figli di puttana

roberto v., parma Commentatore certificato 16.02.15 23:34| 
 |
Rispondi al commento

avevo seguito giorni 1 servizio sulla ...supercazzola ...in effetti nessuno ha ripreso l argomento ...strano

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.02.15 21:40| 
 |
Rispondi al commento

...ma la UE(Germania), non si opporrà perchè qualcuno gli sta facendo un favore: esporterà di più...

calamandrei giggetto 16.02.15 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto i vostri commenti , si capisce che non siete molto informati io vi spiego perché è stato scelta questa politica del reverse change sulla grande distribuzione.
IL MOTIVO PRINCIPALE E' LA GRANDE PARTE DELLE AZIENDE FORNITRICE PICCOLE E MEDIE SI AVVALGONO DI SUBFORNITORI E LORO STESSI I PRODOTTI D'IMPORTAZIONE GRAN PARTE ED NAZIONALI EVADENDO L 'IVA IN TOTO , COMPLICI DI SOGGETTI ANCHE CON ACCORDI PARTITE SOGGETI IVA MISSING , CIOE' FATTE APPOSITAMENTE PER EVADERE L'IVA.
ECCO CHE' CON QUESTA OPREAZIONE GIUSTISSIMA L'IVA EVASA DI QUESTI IN GRANDE PARTE SOGGETTI SARANNO ESCLUSI E FUORI MERCATO COSI' LE AZIENDE ONESTE ANCHE SE INIZIALMENTE SARA' DURA NON AVRANNO SOGGETTI CHE FANNO CONCORENZA SLEALE,
LA GRANDE DISTRIBUZIONE E' OBBLL'IVA PERCHE' SONO SOGGETTI SOLIDI E SICURI PAGANDO L'IVA A CREDITO.


Sembra di capire, dico sembra, che qui in itaglia gli imprenditori piccoli, a prescindere, non siano proprio benvoluti nè tollerati. Siccome però anche loro devono vivere, e per farlo non vanno a rapinare banche e gioiellerie, devono inventarsi qualcosa per tirare avanti. Cosa si inventano ? Trovano dei prestanome nullatenenti per le loro piccole attività, acquistano merci da rivendere solo da chi non emette fattura, pagano in contanti alla consegna, vendono senza emettere fattura e per contanti, attendono fiduciosi i controlli dei "cacciatori di evasori" e.... se ne sbattono gli zebbedei. Tanto, tra controllo, verbale, ricorso, processo, appello e chi più ne ha più ne metta, fanno in tempo a lavorare un altro po' e mettere da parte ancora qualche soldino per trasferirsi in qualche altro Paese. Però, siamo in itaglia, guai mai solo a pensarle 'ste cose. Avanti con la vasellina... e felici !

Giuliano D'Ambrosi 16.02.15 17:29| 
 |
Rispondi al commento

I DISASTRI DI RENZI NON MANCANO MAI

alvise fossa 16.02.15 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, questi vogliono portarci alla 3^ guerra mondiale. Distruggere per poi ricostruire!!!! Così le multinazionali si arricchiranno sempre di più, mentre i nostri figli vanno a morire. VEPOSSINOAMMAZZA' TUTTI, 'STI GRAN FIGLI DI TROIKA. Perché non ci vanno loro, a combattere? Se fosse così, ci penserebbero 100 volte, prima di dire che manderanno 5000 uomini a combattere? Tra questi, ci sono i figli dei politici? NON CREDO, quelli saranno esonerati. È comodo dichiarate guerra, con la pelle degli altri! Ma, poi, l'Italia non è contraria alla guerra? E allora, perché non si tira fuori? Perché non si dichiara neutrale, come la Svizzera?

alfonsina p. Commentatore certificato 16.02.15 13:42| 
 |
Rispondi al commento

M5s....se veramente fate cadere il governo Renzi,questo esaltato che si è montato la testa,vi voto.

mario pinto 16.02.15 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non lo vedo così pessimo. Le piccole e medie imprese si vedono pagare dalla grande distribuzione a 60gg.con il reverse charge ogni 15 del mese in sede di dichiarazione iva vanno a compensare quello chr hanno fatturato. Quindi se l 1 gennaio emetto fattura il 15 febbraio devo dichiarla
con il reverse charge credo si possa compensare.
senza reverse charge andrei a pagare l iva su una fattura che incassero il 2 marzo.

Daniele Campagnuolo 16.02.15 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci meravigliare ancora? Si tratta di favorire i soliti potenti amici degli amici, le piccole imprese possono solo morire. Ormai questi partiti hanno un bacino di voti che non perderanno mai, perché sono stati acquisiti dando in cambio posti di lavoro, case popolari ed appalti. Non penso sia possibile ribaltare questa situazione di voto di scambio. Come imprenditore appena posso lascio definitivamente l'Italia.Cioè subito....

Luca Gandini 16.02.15 12:50| 
 |
Rispondi al commento

SALVATE IL SOLDATO GRECO!

Un "greco" e un'agorà. No, purtroppo non siamo ritornati ai tempi di Pericle ma si tratta di una trasmissione mattutina di Rai3.

La scorsa settimana fu ospite Carlo Sibilia, stamani invece è toccato a Nicola Morra. Entrambi hanno messo in evidenza la proposta del M5S di reddito di cittadinanza. Il presentatore Greco in entrambe le occasioni ha lasciato passare il messaggio che ciò è irrealizzabile causa mancanza di denaro. Stamani ha detto testualmente "magari ci fossero i soldi".

Qualcuno gli dica che esiste la Ragioneria dello Stato. È composta da tecnici i quali esaminano la proposta di legge, verificano le coperture e se esse sono sufficienti a garantire la spesa prevista allora applicano la cosiddetta "bollinatura". Dopo di che la legge può essere eventualmente approvata e firmata infine dal Presidente della Repubblica.

Qualcuno gli dica che senza la bollinatura della Ragioneria dello Stato una proposta di legge è paragonabile ad un rotolo di carta igienica. Con la bollinatura invece significa che la proposta è effettivamente realizzabile. Chiaro?

Qualcuno gli dica che la proposta di reddito di cittadinanza del M5S ha ricevuto questa bollinatura.

Qualcuno gli dica che il reddito di cittadinanza proposto dal M5S costa 16,961 miliardi e le coperture sono le seguenti:

+ 600 mln da aumento tassazione giochi d'azzardo
+ 1,2 mld aumento tasse grandi imprese gas e petrolio
+ 1,1 mld taglio costi politica e pubblica amministrazione
+ 4,5 mld risparmio spese P.A. acquisti, servizi e forniture
+ 2/4 mld imposte su grandi ricchezze
+ 740 mln taglio pensioni d'oro e divieto cumulo
+ 60 mln tagli fondi pubblici editoria
+ 3,5 mld taglio spese militari
+ 600 mln quota 8x1000
+ 580 mln riduzione sgravi fiscali banche e assicurazioni

https://www.facebook.com/ildisonorevole/posts/852210744848494

Il Disonorevole Commentatore certificato 16.02.15 12:25| 
 |
Rispondi al commento

in pratica questa è una finta manovra.. che incentiva l'evasione.. fa vedere che hanno cercato di far qualcosa e che giustifica l'inevitabil e vera manovra, ovvero aumento dell'iva e delle accise..

Davide Sposato 16.02.15 12:17| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per risolvere la situazione e'la soluzione finale...L'Italia e'in mano a dei subumani (gentilon ,fa la voce grossa contro l'isis per poi dire che scherzava quando ha visto che rischiava la pelle..roba da personaggio alla Alberto Sordi...
Renxettino e'un misero hendicappato che crede di essere un essere mentalmente normale..
Gente tutta da GPL.
O si ricorre alla soluzione finale con tali esseri assimilabili geneticamente alle piattole o l'Italia e'destina a essere consumata da questi parassiti..
Riguardo a quella puttanata di idioti detta isis, basta innalzare una bandiera con una croce nera in campo bianco con sfondo rosso contro le loro ridicole bandierine scarabocchiate ,creare fosse comuni buttarceli dentro e dare fuoco ..Se loro sono bestialmente crudeli noi dobbiamo essere crudelmente superiori...
WAHW

KKKSS 16.02.15 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno svolgo trasporti con l'estero, non posso incassare l'Iva per legge ma ancora quella spesa da gennaio 2013 in poi non sono riuscito ad incassata dallo Stato (dicono che non ci sono soldi) nel mio piccolo con un camion avanzo 55.000 €. All'estero ogni trimestre fai richiesta di rimborso ed in un lasso di tempo che va da 3 a 5 mesi viene rimborsata. ( traduco: quella chiesta ad aprile 2013 ad agosto 2013 dall'estero è rimborsata. In Italia sono passati 2 anni e niente

Francesco Librandi 16.02.15 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma di che discutiamo ormai ci vuole solo una rivoluzione spero che aumenti disoccupazione diseguaglianze e scandali così forse questo popolo di pecoroni si sveglierà e andremo a Roma a. Cacciarli a calci nel culo

Gerardo gieri 16.02.15 11:34| 
 |
Rispondi al commento

te lo spiego io... questa legge sul reverce charge incentiva i grandi truffatori.... e ammazza i piccoli commercianti..

in pratica... ci 2 sono fenomeni

oggi io trovo grandi distributori che vendono al dettaglio ad un prezzo casalmente del di +/- 20% in meno rispetto al prezzo di acquisto all'ingrosso.. perche cosi posso vendere ad un prezzo senza iva, come se fosse ivato.. ometto di fatturare in vendita ai privati, sono più competitivo e tra anni chiudo la partita iva e ne riapro un'altra..

2° caso professionisti o amici di professionisti.. preferiscono acqusitare su amazon in reverse charge.. ad un prezzo del 7/10% superiore.. perchè poi in reverce charge - il 22%... si ritrovano uno sconto del 10-13%

davide sposato 16.02.15 11:05| 
 |
Rispondi al commento

INDOVINELLO DI STORIA

Siamo in Italia.
La legge elettorale fu voluta dal Presidente del Consiglio per garantire una vittoria schiacciante al proprio partito.
Pur di farla approvare, nonostante la lotta delle opposizioni, il Governo impose la fiducia e non accolse alcuna modifica.
Tale legge garantiva un sostanzioso premio di maggioranza al partito che superava una percentuale predeterminata.
Le minoranze venivano sostanzialmente tagliate fuori e rese innocue.
Il Senato era composto da una serie di nominati. Non aveva alcun potere o influenza democratica e tutto era incentrato sulla Camera.
Il Presidente del Consiglio era noto per la sua comunicazione molto abile e per i suoi messaggi molto incisivi e tra questi ci fu ad esempio: "Lascio ai melanconici zelatori del supercostituzionalismo il compito di dissertare più o meno lamentosamente su ciò."

DI CHI STIAMO PARLANDO?

Vi dò un aiuto: Legge Acerbo, Benito Mussolini, Senato del Regno d'Italia.

P.S. La legge Acerbo prevedeva il voto di preferenza.

Fonte: https://www.facebook.com/ildisonorevole/posts/854550824614486

Il Disonorevole Commentatore certificato 16.02.15 11:03| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/ildisonorevole/posts/854550824614486

INDOVINELLO DI STORIA
Siamo in Italia.
La legge elettorale fu voluta dal Presidente del Consiglio per garantire una vittoria schiacciante al proprio partito.
Pur di farla approvare, nonostante la lotta delle opposizioni, il Governo impose la fiducia e non accolse alcuna modifica.
Tale legge garantiva un sostanzioso premio di maggioranza al partito che superava una percentuale predeterminata.
Le minoranze venivano sostanzialmente tagliate fuori e rese innocue.
Il Senato era composto da una serie di nominati. Non aveva alcun potere o influenza democratica e tutto era incentrato sulla Camera.
Il Presidente del Consiglio era noto per la sua comunicazione molto abile e per i suoi messaggi molto incisivi e tra questi ci fu ad esempio: "Lascio ai melanconici zelatori del supercostituzionalismo il compito di dissertare più o meno lamentosamente su ciò."

DI CHI STIAMO PARLANDO?
Vi dò un aiuto: Legge Acerbo, Benito Mussolini, Senato del Regno d'Italia.

P.S. La legge Acerbo prevedeva il voto di preferenza.

https://www.facebook.com/ildisonorevole/posts/854550824614486

Il Disonorevole Commentatore certificato 16.02.15 10:59| 
 |
Rispondi al commento

sicuri che sia un male questo reverse charge per le piccole e medie imprese? spesso queste ditte devono pagare l'iva anche se ancora non l'incassano.Perchè l'iva si paga alo stato a fattura emessa e non incassata.Non so, io non sono ne' ragioniere ne' commercialista,se qualcuno esperto in queste cose le puo' spiegare.

Dado Q., abruzzo Commentatore certificato 16.02.15 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori