Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Stabilizzatori o traditori?

  • 101

New Twitter Gallery

renzie_mente.jpg

Va introdotto il vincolo di mandato per rispetto degli elettori. Dall'inizio della legislatura 173 parlamentari se ne sono fregati del voto degli elettori e sono passati a partiti differenti da quelli con i quali sono stati eletti. Il partito più attivo è il pd di Cicciobomba Renzie che ha bisogno di voti in Parlamento per far approvare la legge elettorale e le riforme costituzionali targate P2. Se il governo andasse sotto e non ci fosse più una maggioranza Mattarella potrebbe decidere di sciogliere le Camere e portare gli italiani al voto. Quanti "peones" perderebbero il posto e il lauto stipendio? Meglio cambiare casacca e tirare a campare qualche mese o anno, guadagnarsi la benevolenza di chi nominerà i parlamentari al prossimo giro e garantirsi un posticino sicuro. Renzie, che è un uomo tutto d'un pezzo, solo poco tempo fa, ospite a Porta a Porta diceva a proposito di chi cambia partito in corsa: "Dovevate avere il coraggio di dimettervi dal Parlamento. È ora di finirla con chi viene eletto con qualcuno e poi va via. Se c'è l'astensionismo è anche perché se io prendo e decido di mollare con i miei mollo con i miei, è legittimo farlo perchè non me l'ha ordinato il dottore, però ho il coraggio anche di avere rispetto per chi mi ha votato, perchè chi mi ha votato non ha cambiato idea". Parole toccanti, evaporate nell'etere televisivo. Il parlamentare è dipendente di chi lo vota e non può fare quello che vuole. Per garantire il cittadino elettore si deve inserire il vincolo di mandato in Costituzione.

7 Feb 2015, 14:23 | Scrivi | Commenti (101) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 101


Tags: campagna acquisti, legge elettorale, Mattarella, parlamentari, pd, Renzi, Renzie, riforme, vincolo di mandato, voltagabbana

Commenti

 

Allora:
Se prendiamo il m5s vediamo che i cittadini hano cambiato idea nela stessa proporzione con cui il partito ha perso voti e parlamentari. Siamo al 20% rispetto al 25% e circa la stessa percentuale di parlamentari ci hanno lasciato.

Un parlamentare che se ne esce da un partito non significa che sta tradendo il programma del partito. Se il partito tradisce il suo stesso programma, il parlamentare che uscisse sarebbe dunque + fedele agli elettori.

Inserire il vincolo di mandato ad un partito significa decretare ufficialmente che contano i partiti e non gli eletti, e allora che le facciamo a rimettere le preferenze?

Vogliamo distruggere i partiti, che sono la causa del male della nostra democrazia o vogliamo distruggere l'eletto?

L'eletto rappresenta i cittadini o è il partito a rappresentarli?Se è il partio allora facciamo a meno degli eletti, e diamo semplicemente un punteggio al segretario del partito che come una partita a carte potrà giocarselo con gli altri segretari di partito. Presidenzialismo in pratica.

Io vorrei la democrazia diretta, cioè i cittadini attivisti possono da casa votare ogni cosa. Niente partiti. Si tratta di decidere chi può proporre cosa votare, chi calendarizza e prioritizza le votazioni, e di avere degli opinionisti e informatori da seguire.

davide marchiani (davidemarchiani), grumolo delle abbadesse vicenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.02.15 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Più che il semplice vincolo di mandato (difficile da far rispettare o dimostrarne la violazione) sarebbe necessario il RECALL, istituzione già esistente in forma parziale in altri paesi come gli USA, ma che se implementata in forma completa ed efficiente, con votazioni online rapide e accessibili a tutti, diventerebbe un arma formidabile per la democrazia e contro la corruzione politica. In altre parole trasformare l'eletto a tutti gli effetti in un dipendente dei cittadini della circoscrizione che lo ha votato. Se quegli stessi cittadini che lo hanno assunto decidono di votare per licenziarlo, questo deve essere sempre possibile. Con un sistema come il Recall l'eletto da quel momento in poi perde non solo la poltrona, ma anche tutti i privilegi economici (stipendio, vitalizi, pensione, rimborsi vari, etc.) esattamente come se venisse lincenziato. In questo modo gli eletti sarebbero realmente motivati a fare gli interessi dei cittadini che li hanno eletti, perlomeno nella stessa misura in cui un dipendente di una azienda ha interesse a fare gli interessi del suo datore di lavoro. E questo diverrebbe ancora più facile se le consultazioni online si facessero su TUTTE le votazioni. In questo modo i cittadini potrebbero vedere facilmente e senza ambiguità chi dei loro eletti vota diversamente da quanto loro gli hanno indicato, e quindi indire la votazione per il recall immediato dell'eletto, ed il subentro al suo posto del candidato successivo della sua lista. Questo protocollo darebbe luogo ad una vera democrazia, dove sono i cittadini a decidere e non gli eletti, i quali possono consigliare, informare, proporre, criticare, denunciare, ma che in ultima analisi debbono sempre rimettere la decisione finale ai cittadini. Il recall è un tipo di vincolo di mandato che vincola il parlamentare non al partito ma direttamente al programma che si è promesso di seguire e agli elettori del collegio che lo ha eletto come ambasciatore, e che come questi può essere richiamato.

Emanuele Sabetta, Roma Commentatore certificato 11.02.15 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei:
1) abolire i gruppi parlamentari
2) abolire i partiti
3) a questo punto non avrebbe senso un vincolo di mandato... il parlamentare esegue quando i cittadini indicano, senza bandiere.

Emanuele Romano 09.02.15 12:19| 
 |
Rispondi al commento

e i meetup a che cavolo servono, se non a presentarsi a casa di questi farabutti a 5stelle e chiedere conto del loro tradimento ? ama te non avevi fatto firmare un contratto a tutti quelli che entravano nei palazi dopo aver vinto il terno al lotto ? e invece, tranquilli tranquilli sono diventati milionari alla facciazza nostra, ce l'hanno buttato in culo e la fanno franca ! e noi siamo quelli che dovremmo cambiare il mondo,? dovrei darti retta a uscire dall'euro quanto non siete neppure stati capaci di proteggermi da questi novelli scillipoti e razzi , che ce l'avevano scritto in faccia che razza di infami erano da sempre !!!!! l'IDV è scomparsa grazie a razzi, noi meriteremmo lo stesso se la lasciamo passare ! che delusione !!!!

ina ghigliot 09.02.15 07:11| 
 |
Rispondi al commento

Queste persone che tradiscono la fiducia di chi li ha votati...e nel nostro caso sono proprio tanti, se avessero un minimo di coscienza si dovrebbero dimettere...solo pensare che ci hanno preso per il culo con tutte le belle parole che hanno detto in campagna elettorale adesso che gli sputano la stampa si scandalizza?

pierangelo albertini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.02.15 00:10| 
 |
Rispondi al commento

attualmente i parlamentari sono nominati dai partiti.Non c'è nessuna disposizione per vincolarli al partito in cui sono stati eletti.ma non è difficile risolvere il problema è necessaria una legge con un solo articolo:una volta eletti se per qualsiasi ragione si dovesse cambiare idea è necessario dimettersi e lasciare il posto ad un altro. semplice.non ci devono essere ne se e ne ma.

andrea marsili, roma Commentatore certificato 08.02.15 17:43| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che la Russia si svegli per porre fine all'arroganza dei padroni del mondo che tramite ai governi delle loro Colonie,sono riusciti a realizzare la Globalizzazione facendo le guerre mascherate in missioni di pace.Il problema Ucraino è nato perché i grandi Maestri burattinai,tramite i governi imposti e la suddita UE,sono riusciti a sobillare il popolo contro la Russia e imporre un suddito governo tramite un colpo di stato.Lo scopo è quello di impadronirsi dei giacimenti di Petrolio che si trovano a Est dell'Ucraina.Unica cosa certa,se Putin non fosse caduto nelle trappole delle sirene politiche che sono peggio della Mantide religiosa (anche i politici si fanno vedere che vanno a messa e poi fanno morire il popolo e sfruttano gli immigrati con la Malapolitica) e non avesse concesso lo spazio aereo Russo per fare le guerre mascherate e lasciato andare l'esercito fino a Tblisi,i padroni del mondo non si sarebbero montato la Testa e non avrebbero potuto imbonire e accecare i popolini bue pecoroni creduloni per farli sostenere i politici senza scrupoli delle Missioni di pace che non sono altro di vere guerre.Perciò è meglio subito una vera guerra,basta con i soliti teatrini.

Agostino Nigretti 08.02.15 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Legge, la Costituzione...purtroppo chi invoca la Legge è quasi sempre un delinquente, chi vuole le Garanzie è chi ha intenzione di usarle.

C'è però quel quasi.
Art.1
"La sovranita' appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione."

Questo è il faro, non i voltagabbana ma neanche le segreterie di partito.

Attenti a legare per sempre un uomo a una casacca. Se non si fa la riforma dei partiti, se non si toccano TUTTI gli aspetti del legame fra partiti, società e potere politico, si fa un regime autoritario. Vogliamo questo?

Io credo che vada istituito il Recall popolare per tutti i parlamentari che cambiano gruppo.
E' più semplice e più aderente ai principi della costituzione.

Federico Luciani 08.02.15 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Per pietà basta con questi teatrini,non serve più che il Messia si sacrifichi a recitare la sua parte per voler dimostrare che la finta destra è all'opposizione,quando anche gli incapaci di intendere e volere hanno capito che sono tutti d'accordo ed è stato proprio il Messia a salvare la finta sinistra e intronizzare il figliol Prodigo come Napoleone. Varoufakis,non si deve preoccupare per le altre Nazioni se non vuole essere stritolato,soprattutto deve stare molto attento alle Sirene della finta sinistra Italiana,perché se cade nelle loro trappole,vanifica tutte le speranze del popolo Greco che ha dato fiducia a Tsipras.Il governo greco deve far tesoro di tutto quello che è successo in Italia se vuole bene al suo popolo e capirà che la finta sinistra e la finta destra sono la causa della Malapolitica,poi usata dai Grandi Maestri Burattinai per incancrenire la vera sinistra Europea portando tutti nella grande ammucchiata del PPE.Proprio per questa cinica e crudele realtà,i padroni del mondo hanno potuto realizzare la globalizzazione e accerchiare la Russia,la guerra contro la Serbia che ha portato all'edificazione dello Stato simbolo della potenza dell'Esercito di Dio "Nato & Alleanza Atlantica",ha fatto da apripista alla presunzione di Esportare la Democrazia tramite le guerre Mascherate in Missioni di Pace per invadere Nazioni ricche di giacimenti di Petrolio/Gas e altre risorse naturali strategiche.Visto il successo delle guerre contro la Serbia-Iraq-Libia-Ecc.,i Grandi Maestri Burattinai hanno pensato di usare lo stesso metodo in Ucraina contro la Russia,solo che la Russia non è la stessa cosa e rischiano grosso.Quindi adesso siamo arrivati al capolinea,se non gettono la maschera sarà una vera guerra,perciò non lo faranno mai,per questo prepariamoci al peggio che per i cretini come me sarà una grande soddisfazione perché soffriranno anche i cari dei sostenitori del sistema che hanno i figli sistemati pagati a peso doro,mentre il 60% del popolo crepa di fame.

Agostino Nigretti 08.02.15 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

T R A D I T O R I !!!! e basta !

marco bonomi 08.02.15 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo e i 5S,devono mettersi il cuore in pace,perché dopo il Faraonico Trionfo del Figliol Prodigo innalzato grazie alle Blindature delle grandi ammucchiate che dovevano sostenere i governi imposti,non potrà cambiare nulla.Proprio per questo motivo,tutti i governi hanno eseguito gli ordini ricevuti,spartito gli scranni del potere per gestire gli affari di famiglia per poi subito dopo ricominciare con i soliti teatrini dei Finti Bisticci.Non faranno mai le vere riforme per non rompere il sistema spartitivo che li tiene legati con un Cordone ombelicale di Accio Democristiano-Comunisti venduti ed Ex......

Agostino Nigretti 08.02.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento

No dai, davvero Giovanardi è entrato nel pd? Cioè è davvero vero? Giovanardi democratico? Non è possibile!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 08.02.15 10:32| 
 |
Rispondi al commento

...la Giannini è bellissima, intelligente, onestissima e coerente. Brava, più di te mi schifa solo la fornero

Lupo Mannaro 08.02.15 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Il PD ingaggia Giovanardi. E' tutto detto, ed è inutile fare altri commenti.

Jano P. Commentatore certificato 08.02.15 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Il vincolo di mandato è stato inserito in costituzione a suo tempo per ragioni che oggi non esistono più, perciò anch'io penso che andrebbe introdotto questo vincolo,è forse da tempo che sarebbe stato necessario, se fosse esistito da almeno 10 anni non avremmo assistito a tutte quelle miserevoli commedie che hanno ridicolizzato il nostro parlamento, in particolare per il M5S che anche per suo statuto già definisce tale vincolo, comunque I voltagabbana del movimento dovrebbero sotterrarsi per l'incoerenza che hanno dimsrato e hanno potuto tradire giusto perchè non esiste tale mandato, perchè il programma del movimento non è cambiato che che ne dicano arrampicandosi sugli specchi della democrazia interna, siamo in una rivoluzione e prima di tutto dobbiamo raggiungere I risultati successivamente si potrà discutere di riorganizzazione del movimento, il risultato attuale è che I fuoriusciti sono passati tutti al PD che avrebbero dovuto contrastare, cosa hanno da dire ai loro elettori questi traditori?? Continuerò a votare il M5S, anche se ho avuto contrasti di idee, fin quando ne rimarrà uno solo perchè sono le idee che fanno camminare gli uomini

Toscano Corrado 08.02.15 02:53| 
 |
Rispondi al commento

Qualche volta basta guardare oltre il proprio naso per trovare soluzioni di merito al problema di cui si parla. ESEMPIO: Nella lontana e primitiva Australia quando un Parlamentare muore o decide di lasciare il partito per il quale era stato eletto il Partito nomina un altro Parlamentare presente nelle sue liste di attesa. Quel metodo evita ogni ingiustizia perche':
1. I cittadini sono ancora rappresentati secondo il voto dato e le promesse ricevute.
2. Il numero dei voti per i Partiti in Parlamento rimane invariato fino alle prossime elezioni.
3. Sono eliminati incentivi e compromessi, accordi e congiure illegali e deleterie per una buona democrazia.Il voto dei cittadini e' rispettato.

Giuseppe Parmegiani 08.02.15 02:43| 
 |
Rispondi al commento

il pd è diventato il partito dell'ammucchiata,si salti a bordo signori accettiamo tutti, belli e brutti,cornuti e puttane basta che ci votate,
non per niente siamo democratici, siamo alla mano,un posticino ve lo abbiamo riservato,affanculo chi vi ha votato,del popolo italiano non ci vergogniamo noi ci siamo abituati,non l'avete notato ,abbiamo la faccia color cioccolata.

vittorio c., frosinone Commentatore certificato 08.02.15 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se è vero che la nostra Costituzione preveda che un Parlamentare possa uscire da un Gruppo dove non condivide più alcune posizioni è anche vero che lo stesso Parlamentare dovrebbe, per correttezza rivolgersi al suo elettorato e chiedere l'autorizzazione a lasciare il gruppo dove lo hanno eletto, è una forma di rispewtto nei riguardi di coloro che lo hanno messo in quella comoda poltrona.

Massimo Casa, mcasa_m@libero.it Commentatore certificato 08.02.15 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco perché l'italia è il fanalino di coda in europa e ci deridono,con questi personaggi politici quale affidabilità possiamo avere.
per i politici italiani qualsiasi legge non serve a nulla, si possono permettere di tutto tanto sanno che vivono in una nazione dove si premia il più furbo e non il più bravo.
è una vergogna!

vittorio c., frosinone Commentatore certificato 07.02.15 23:57| 
 |
Rispondi al commento

RENZI NON SI SMENTISCE MAI, DICE UNA COSA MA POI FA' IL CONTRARIO

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 07.02.15 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Giusto.

Abramo B. Commentatore certificato 07.02.15 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Il meccanismo attuale
Il meccanismo attuale è fatto su misura per favorire i Razzi, Scilipoti e compagnia cantante. Ai cittadini e al Movimento serve UN ALTRO MECCANISMO, in grado di deligittimare immediatamente chi è passato su altre sponde.
Che lo preveda o no l'ordinamento attuale

marcello giappichelli 07.02.15 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Operare senza vincolo di mandato garantisce libertà di espressione, pertanto inserirlo in Costituzione mi sembra una strada non percorribile. Meglio il recall, deve essere il cittadino a decidere.

francesco 07.02.15 21:32| 
 |
Rispondi al commento

la costituzione prevede già il vincolo di mandato al titolo IV Rapporti Politici parte II –Ordinamento della Repubblica e titolo I il Parlamento Sezione I – Le camere . In particolare. L’articolo 67 che dice Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.BISOGNA MODIFICARLO O ABOLIRLO

Antonio Pigozzi 07.02.15 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente con quanto scritto. Ma con questo parlamento tale legge non verrà mai approvata. Speriamo nella prossima legislatura.

Luca M. Commentatore certificato 07.02.15 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E daie... Non bisogna reintrodurre il vincolo di mandato che obbligherebbe un partito a tenersi nelle sue fila un fedifrago traditore in termini, bensì il vincolo a dimettersi dal parlamento. Fuori dai coglioni dal partito ma anche da altre poltrone, e il gioco è fatto!

rino lagomarino Commentatore certificato 07.02.15 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La coerenza non è la dote dei burattini!

Giorgio trevisan 07.02.15 20:46| 
 |
Rispondi al commento

più che il vincolo di mandato servirebbe un sistema per far votare hai cittadini se uno si deve dimettere o meno altrimenti uno pur di rimanere alla poltrona non dice nulla ma poi vota il contrario di quello promesso

demis borghetti, brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Cari giuda del MoVmento capisco che i trenta denari li sul tavolo facevano gola e aspettavano solo la vostra manina per finire in saccoccia ma ora raccoglite quel briciolo di coraggio che sono sicuro alberga in voi e dimettetetevi. Andate via. Forza. Andate via che un pò rimediate al tradimento verso il popolo che generosamente si è fidato di voi.

Fabio Trisolino 07.02.15 20:37| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe purtroppo il vincolo di mandato non basta. meglio il recall o anche elezioni di medio termine se vuoi.
oltre a partitopoli abbiamo visto che anche in casa nostra le cose non sono semplici.
sicuramente i fuoriusciti sono frutto di errori in partenza e sono dei traditori, ma alla luce dei fatti credo che l'art. della costituzione avesse lo scopo di garantire la libertà all'interno dei singoli gruppi perchè comincio a pensare che certe primedonne, miracolati più di altri perchè ricchi di fans vuoi x scaltrezza, vuoi per simpatia, stanno monopolizzando le attività da portare avanti. forse sbaglio ma il fatto che uno sia più simpatico di altri non lo mette per forza nel giusto, non vorrei che in virtù del consenso personale dirottasse invece la volontà generale del gruppo a scapito del programma per cui è stato votato.
quindi RECALL! almeno per farti confermare sei costretto a non buttare fuori la base, gli attivisti, gli iscritti VOTANTI...mi sembra invece che ultimamente il giudizio lo subiscono solo gli iscritti che vengono ostracizzati, imbavagliati o addirittura buttati fuori senza diritto di difesa e spesso solo perchè manifestano qualche dissenso nei confronti di quelli che dovevano essere i "nostri dipendenti".

A buon intenditor...

manuela capitanio, cepagatti Commentatore certificato 07.02.15 20:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

CONCORDO

CONCORDO !!!

C O N C O R D O

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto concerne il nostro MoVimento .. una proposta sarebbe quella di aprire un piccolo spazio di condivisione nel portale .. tra territorio / meetup e piattaforma .. In modo che nel tempo i cittadini possono avere un'idea di come gli iscritti partecipano attivamente e in che modo gli stessi cittadini eletti rispondono o meno alle Istanze ..
In questo modo possiamo averne due vantaggi :

1) Evitiamo la ri -> candidatura di persona che non sono affatto per la DD e la Democrazia partecipata

2) si può avere un'idea prima di candidare persone , di come siano state impegnate e collaborative in progetti concreti e utili per la collettività .


Saluti

antonello c., pescara Commentatore certificato 07.02.15 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Se il vincolo di mandato permetterà di astenersi o votare contro anche a quanto è stato stabilito dal proprio Partito, lo ritengo validissimo e assolutamente necessario, viste le porcate a cui stiamo assistendo da tanti anni. In caso contrario purtroppo non sarei d'accordo.

Clark R., Palermo Commentatore certificato 07.02.15 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Preferisco il recall.
Se il parlamentare combina qualcosa contrario al suo mandato, compreso il cambio di casacca, ma non solo, i suoi elettori possono decidere se farlo rimanere in carica o farlo decadere, senza che il parlamento possa opporsi, come invece avviene adesso.
D'altra parte sono nostri rappresentanti e come gli amministratori di condomino dovrebbero poter essere mandati via in qualunque momento dalla maggioranza dei suoi elettori.

Tom Ba Commentatore certificato 07.02.15 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Il Parlamento italiano diventa giorno dopo giorno sempre più vergognoso : il mercato delle poltrone.

Maria D'Amico, Parigi Commentatore certificato 07.02.15 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Allo stesso modo in cui certi maiali sono più uguali degli altri, alcuni traditori dei propri elettori sono più ”importanti” degli altri. Se 4 persone se ne vanno dal M5S, per la stampa è subito scissione, emorragia, il MoVimento che si sgretola, che ha perso la sua identità, che è in macerie, mentre i traditori sono eroi che si sono ribellati contro la dittatura. Intorno alle loro vicende vengono creati dei veri e propri format di reality show spacciati per programmi di informazione e la ”saga eroica” che li riguarda viene trasmessa su tutti i canali a tutte le ore e magari prima o poi qualcuno ne farà perfino dei DVD da allegare come gadget acchiappaclienti a dei giornali invendibili. Se però in 150 se ne vanno dagli altri partiti, o non ne parla nessuno, o la loro decisione viene spiegata come ieri nel caso di Sciolta Civica, facendola sembrare il risultato di un processo naturale di crescita politica e di responsabilità istituzionale.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 19:30| 
 |
Rispondi al commento

il vincolo di mandato è per il nostro Paese una priorità assoluta!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di quel personaggio non sono evaporate solo le parole ma anche il cervello e la dignità, se mai ne ha avuta una.

Alessandro D., Genova Commentatore certificato 07.02.15 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Tradito Mandato via a casa senza stipendio. PUNTO

Angelo Manganaro 07.02.15 18:48| 
 |
Rispondi al commento

il vincolo di mandato ha senso solo a 2 condizioni: che l'eletto sia rappresentante di una base reale formata da tutte le persone che lo hanno votato. Per avere questo è necessario che il voto sia trasparente , cioe' si sappi chi ha votato per chi. In questo modo si risolverebbe anche il problema dei brogli. La base a questo punto potrebbe intervenire con votazioni direttamente sull'operato del suo rappresentante.

gnaffetto gnaffo 07.02.15 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono traditoriiiiii!! Bisogna mettere fine a questa indegna cosa una volta per tutte. Chi vuole lasciare un partito per il quale ha avuto i voti, deve andare a casa... non è ammissibile che continui a stare alle camere nel fantomatico gruppo misto o che si trasferisca in altro partito perchè non è stato votato per stare li e dunque se non è daccordo con la linea politica del suo partito deve tornare al suo paesello e lasciare il posto a chi lo segue nella lista dei votati. Caro Beppe Grillo è tra le prime cosa che dovete fare mettere fine a questo scempio... Grazie di esistere...

GIUSEPPINA MONACO 07.02.15 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno si domanda invece perchè fu inserito il mandato SENZA vincolo e che effetti si avrebbero oltre a quelli tanto decantati? In ogni cosa ci sono pro e contro, e senza analizzarli a fondo tutti si rischiano conseguenze molto gravi. Beppe non sei uno stinco di santo, ormai si è saputo.

Marco Fonti 07.02.15 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se qualcuno sul blog facesse un elenco dei nomi del transfughi chiamiamoli cosi con l'indicazione della regione dove sono stati eletti dell'attivita del modo in cui hanno votato nelle diverse occasioni, dove sono andati, l'uso degli emolumenti prima e dopo il cambio noi sul territorio ci sapremmo regolare quando li incontriamo. lucia

lucia calvi 07.02.15 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Anche il M5S,QUANDO VANNO VIA DAL MOVIMENTO DEVONO ANDARE A CASA E NON nelL GRPUPO MISTO, PER ME SONO TRADITORI DELL,ELETTORATO DEVONO ANDAREA CASA,LA REGOLA VALE ANCHE PER LE REGIONALI SOPRATUTTO

bertilla ugolin 07.02.15 18:17| 
 |
Rispondi al commento

La parola è semplice TRADITORI, venduti al dio denaro perchè questi di politica non capiscono assolutamente nulla

franco g. torino 07.02.15 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Persone che non rispettano impegni , tradimento squallido...

luca mazzullo 07.02.15 18:13| 
 |
Rispondi al commento

E se cambia il segretario del tuo partito, il quale a sua volta cambia linea politica al partito io cosa devo fare? Non posso andarmene?
No, no sono d'accordo col vincolo di mandato!

Nicola D. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 07.02.15 18:10| 
 |
Rispondi al commento

VINCOLO DI MANDATO, SENZA SE E SENZA MA E UNA "PITTIMA" (omino vestito di rosso) APPRESSO, TUTTO IL GIORNO, CHE GLI RIPETA, IN CONTINUAZIONE, CHE È UN VENDUTO!!!! COSÌ IMPARA A TRADIRE I CITTADINI CHE LO HANNO VOTATO. AH AH AH AH, sai che spasso!!!!!

alfonsina p. Commentatore certificato 07.02.15 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Quelli che fanno il salto della quaglia, sono dei traditori, hanno tradito gli elettori. Io non ti voto per la bella faccia che hai. Ti voto per il programma del partito o movimento in cui stai. Se il partito ti sta stretto ti dimetti e ti fai rieleggere da qualche altra parte alle prossime elezioni. Schifosi

angela a., sutri Commentatore certificato 07.02.15 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono TRADITORI,perchè già partono con questo intento,il contrario sarebbe dimettersi e lasciare poltrona da SEGGIO REGALE.

domenico marano 07.02.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Perche' non raccogliere le firme per indire un Referendum,per introdurre il vincolo di mandato...........altro che traditori o stabilizzatori, sono dei venduti..........

luigi branca 07.02.15 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta additarli ogni volta che l'elettore li incontra, sopratutto nella loro circoscrizione. Devono provare vergogna nel cercare di sostenere con contorsioni mentali che mantengono fede al voto-mandato ricevuto. Sapevano cosa accettavano con il movimento, non possono fare lo gnorri o sostenere il non vincolo di mandato a loro piacimento e per la loro convenienza. Né possono sostenere che le cose sono cambiate. La dignità vorrebbe che uno si dimetta e si faccia rieleggere. Già la dignità: nobiltà ormai sconosciuta.

f.d. 07.02.15 17:44| 
 |
Rispondi al commento

vincolo di mandato e voto palese, così niente giuda e niente franchi tiratori .

emmanuela courlios, parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 17:29| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che il sistema che consente agli scilipoti di fottere l'elettore non è un modo per tutelare la libertà di pensiero e di voto, ma un metodo studiato a tavolino per tutelare il potere e la casta. Per questo va abolito.
Parlando di Sciolta Civica e dei suoi "responsabili" passati al PD, è altrettanto chiaro che fin dall'inizio si è trattato di un'operazione per creare un cuscinetto neutro, posto tra destra e sinistra, per non consentire a nessuno di vincere e così costringere una delle due parti a continuare le politiche di Monti facendo da ago della bilancia. Questo ha portato alla rielezione di Napolitano, al governo Letta e quindi al governo Renzi, in perfetta continuità con le politiche di Monti il quale, giustamente, si intesta questo risultato: ottimo per i suoi soci grembiulati ma disastroso per il popolo italiano.
In altre parole un partito truffa, fatto apposta per impedire in Italia una qualsiasi inversione di rotta rispetto alle politiche devastanti della Troika assetata di contro-riforme, tasse, svendite di asset nazionali, distruzione della Costituzione e cessioni di sovrantà

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.02.15 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,se inverti il concetto e fossi tu nelle vesti di Matteo Renzi ,con le sue capacità politiche, forse saresti stato capace di far ottenere a tante persone bisognose il reddito di cittadinanza.Sarebbe bastato rispetto a tutte le delusioni che hai procurato a "chi ha sbagliato a votare M5S."

bartolomeo Giove (passionescatto), Taranto Commentatore certificato 07.02.15 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentilissimo Sign. Beppe Grillo,

Secondo me è sbagliato mettere il vincolo di mandato. Occorre invece salvaguardare il principio dell'articolo 67 della costituzione che è un fondamento della democrazia. Però non andrebbe scisso dalla legge elettorale e dalla forma di rappresentanza dello Stato. Negli ultimi anni questi concetti sono stati stravolti con leggi elettorali ad minchiam. Io sarei per il ritorno al mattarellum (collegio uninominale maggioritario + 25% di proporzionale), con l'introduzione del meccanismo di RECALL ELECTION all'interno dell'articolo 67. Così tu puoi cambiare idea e anche andare in un altro partito se vuoi, però se i tuoi elettori non sono d'accordo allora puoi anche accomodarti... è un modo secondo me equilibrato di garantire libertà di espressione parlamentare e al tempo stesso introdurre un elemento di democrazia diretta (il Recall) che oltretutto responsabilizza sia l'elettore che l'eletto.

ci pensi...

cordialmente

federico a. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.02.15 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Il Bomba non cambia mai, è un Juda perfetto. Ha tradito Letta, gli elettori, ai quali ha fatto innumerevoli promesse non mantenute, Berlusconi e per ultimo con il Primo Ministro greco Psipras. Renzi è un incallito ciarlatano traditore al quale un popolo di cretini ha messo in mano questo paese. C'e' solo da sperare che con l'arrivo al Quirinale di un Presidente serio ed imparziale ci sia una svolta tale da farci sentire un pò più orgogliosi di essere italiani.

Jano P. Commentatore certificato 07.02.15 17:07| 
 |
Rispondi al commento

traditori venduti e parassiti

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Debbono dimettersi subito! Hanno tradito il mandato quindi vadano a casa!Fine del discorso!

Patrizia M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma come non si chiamano " peones" ma RESPONSABILI.
"Dovevate avere il coraggio di dimettervi dal Parlamento. È ora di finirla con chi viene eletto con qualcuno e poi va via. Se c'è l'astensionismo è anche perché se io prendo e decido di mollare con i miei mollo con i miei, è legittimo farlo perchè non me l'ha ordinato il dottore, però ho il coraggio anche di avere rispetto per chi mi ha votato, perchè chi mi ha votato non ha cambiato idea".
Si sa la coerenza è come la pelle del c..zo, molto elastica.
Come quei bravi ragazzi degli ex cittadini 5S che si sa lo hanno fatto per la ditta, e non per altro.

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo sul vincolo di mandato per i singoli parlamentari. O meglio, il vincolo andrebbe applicato ai partiti ed ai loro componenti. Se il partito cambia mandato nel corso della legislatura, i suoi parlamentari devono essere liberi di andarsene da quel partito senza penalizzazioni di sorta. Altrimenti c'è un forte rischio di dittatura di pochi (esaltato dal porcellum) con la scusa di uno che cambia schieramento. Beppe, non credere che i nostri parlamentari ne siano immuni. Sono stati eletti come portavoce dei cittadini in Parlamento e come nostri terminali di rete, ma il giorno dopo l'elezione la maggior parte di loro si sono dedicati a tempo pieno al loro lavoro nazionale abbandonando completamente tutti gli attivisti sul territorio di elezione che gli hanno dato una mano ad essere eletti. Non era questo il mandato che i cittadini avevano affidato al M5s, mi dispiace

Giuseppe Nobile, Battipaglia Commentatore certificato 07.02.15 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Anche se uno non cambia casacca, potrebbe far finta di rimanere nel suo partito, nel suo movimento e poi votare contro come un franco tiratore alle votazioni segrete e dare una immagine negativa del suo partito, lavorarlo dal di dentro... Mettiamo che io faccia parte poi di un partito, ad ex il pd, e poi vedo che in parlamento porta tutte cose negative, contrarie a quello che aveva promesso il capo di questo pd, a cui mi ero affidato, in campagna elettorale... Posso lasciare il partito? Posso mandarlo aff.... E andare in un altro gruppo o ho il vincolo di mandato? Che significa vincolo di mandato? I partiti sono a immagine di chi comanda, sono diventati partiti personali, la sx è' Renzi, la dx è' da 20 anni Berlusconi, chi gli da' i mandati????

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 07.02.15 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Senza dubbio traditori, persone che non riescono a mantenere la parola data

Adriano Balestra Commentatore certificato 07.02.15 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Se ci fosse stato il vincolo di mandato i ns 39 parlamentari fuoriusciti sarebbero scappati via o sarebbero rimasti dentro, per tradire dal di dentro il movimento 5 stelle? Per lavorarlo dal dentro?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 07.02.15 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Renzi è un mezzo uomo, che mente sapendo di mentire.. è come una bellissima ciambella gustosa e colorata...purtroppo per noi! lui è solo il buco.

nando ., parma Commentatore certificato 07.02.15 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Non solo il vincolo di mandato, ma i partiti dovrebbero selezionare i propri candidati previo un concorso pubblico e indire fra loro una gara al ribasso su gli stipendi come negli appalti o fissare un tetto massimo sui loro stipendi in modo da non superare di 10 volte il minimo stipendio italiano di un dipendente pubbico.

Salvatore Martorana 07.02.15 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Giusto il vincolo di mandato

chi esce dal partito va fuori dal parlamento e non che continua a vivacchiare nel gruppo misto o va a finire in qualche altro partito alla faccia dei contribuenti.

old dog 07.02.15 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Italiani state sereni!loro cambiano casacca...ma lo fanno a fin di bene! solo per noi.Non bisogna aprire il parlamento come una scatola di tonno ...ma rinchiuderli dentro, e non farli più uscire.

nando ., parma Commentatore certificato 07.02.15 15:24| 
 |
Rispondi al commento

RENZI E' IL PIU' GRANDE BLUFF E IMBROGLIO CHE LA POLITICA ABBIA MAI GENERATO

Pino M., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 15:21| 
 |
Rispondi al commento

E' PAZZECO SCOPRIRE GIORNO DOPO GIORNO LE NUMEROSISSIME BUGIE CHE HA DATO IN PASTO AGLI ITALIANI CREDULONI...

Massia Ellecibò, Veneto Commentatore certificato 07.02.15 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma la colpa non è la sua: lui non fa altro che approfittare di un popolo di pecoroni dalla memoria corta. Lui usa la retorica e l'oratoria per dire il tutto e il contrario di tutto perchè sa di avere davanti una popolazione la cui capacità critica è stata obnubilata da anni di Grande Fratello,Isola dei Famosi,Uomimi e Donne e spazzatura simile. Solo la ripresa culturale ancor prima di quella economica potrà salvare le nuove generazioni...senza cultura non c'è libertà...senza cultura potranno farci credere quello che vogliono...siamo noi che dobbiamo cambiare se vogliamo cambiare qualcosa. E per fare questa rivolizione culturale le piazze vere e quelle virtuali non bastano, bisogna entrare capillarmente nelle case, confrontandosi con questi cialtroni: forse qualche teledipendente rimetterà in moto sinapsi sopite, distinguendo ciò che è vero da ciò che è falso, ciò che è pulito da ciò che è sporco!Il mondo allora sarà più bello.

laura conti 07.02.15 15:02| 
 |
Rispondi al commento

ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON IL VICOLO DI MANDATO,IL PEGGIO PERO' SARA APPLICARLO A TUTTI I PARLAMENTARI

alvise fossa 07.02.15 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo nel jobs act c'è solo il licenziamento per i sempre discriminati elettori masochisti, invece gli eletti hanno la poltrona assicurata:
per me è discriminazione razziale con l'aggravante di danneggiamento condizioni di vita.

Quello che manca in politica è la cacciata a calci in culo o se preferite dirlo all'americana il recall;
in assenza di recall c'è sempre la ghigliottina o piazzale loreto (ma questo presuppone che gli italiani riescano a capire di essere stati derubati di soldi e di diritti che valgono tanti altri soldi).

Se uno va in negozio e chiede un prodotto e dopo aver pagato il mercante gli dice "mi tengo i soldi e col cazzo che te lo do" di solito gli si spacca la faccia, con i politici invece siamo sempre molto comprensivi, è una questione sentimentale:
se ti cornifica la moglie vorresti strozzarla ma poi la perdoni (e magari fai uguale).
Il politico ti entra nel cuore e quando è lì si mette a far la troika con tutti e tu cittadino mosso dai sentimenti difendi l'indifendibile con tutta l'anima.
Il primo errore dei cittadini è proiettare nel politico un'immagine idealizzata (di solito su suggerimento della campagna mediatica) che non corrisponde alla realtà;
poi il secondo errore è ascoltare concetti ripetuti che si fissano nell'inconscio (unica difesa spegnere la tv);
ultimo errore ma primo per gravità, il cittadino non calcola mai quanti danni gli fanno le leggi che apparentemente non lo riguardano (e alla fine paga pantalone cioè lui).

p.s. I lupi bastardi bisogna tenerli con la catena corta: chi si fida è perduto.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.02.15 14:52| 
 |
Rispondi al commento

RENZI politico d'annata!
vergogna nazionale

floriana 07.02.15 14:52| 
 |
Rispondi al commento

La faccia tosta di Renzi non ha eguali, è un politico al 200% !!
Non ne posso più, davvero.
Purtroppo la maggior parte degli italiani evidentemente ha bisogno di un leader di questo tipo, che faccia bei discorsi rassicuranti e che gli dica che va tutto bene.

Benedetta S. Commentatore certificato 07.02.15 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Non hanno vincolo di mandato poichè nelle menti caste e pure dei costituenti ogni parlamentare rappresenta l'intera nazione. Difatti! Ognuno dei voltagabbana rappresenta quell'Italia inaffidabile che fece dire a stalin (mi pare) che l'Italia è preferibile averla come nemica che come amica! Siamo solo capaci di crearci dei miti fasulli, all'ombra dei quali riempirci la pancia. Purtroppo la santa costituzione offre troppe vie di fuga ai politici. Del resto ne sono stati gli autori, dopo un lungo periodo di sofferenza. Vanno capiti!

loris cusano 07.02.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento

basta votare la persona nome e cognome su tutte le preferenze come era una volta invece di quella cacata di sistema di partiti del cacchio come ora.

perché se la gente scappa dai partiti il problema non è la gente... il problema sono i partiti!

bassibruno 07.02.15 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Truffa aggravata a spese del popolo italiano!!

nando ., parma Commentatore certificato 07.02.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Maledetti traditori. Sieite la ciliegina putrida sopra la torta di m***a della politica italiana.

Fabio Trisolino 07.02.15 14:43| 
 |
Rispondi al commento

La mangiatoia deve finire!!!

nando ., parma Commentatore certificato 07.02.15 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Parassita: organismo che vive parzialmente o totalmente a spese di un altro individuo...in questo caso a spese della comunità che lavora veramente e paga le tasse.

nando ., parma Commentatore certificato 07.02.15 14:39| 
 |
Rispondi al commento

giusto e sacrosanto .....vincolo di mandato o dimettiti ........

fabio bagnoli 07.02.15 14:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori