Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Via libera ai licenziamenti di massa

  • 43

New Twitter Gallery

licenzi_act.jpg

"Nel decreto legislativo del contratto a tutele crescenti è stata da poco inserita la norma sui licenziamenti collettivi, anche se nel "Jobs Act" si è sempre e solo parlato di licenziamenti individuali. Si tratta quindi, per i nuovi assunti, di una sorta di furto con destrezza di un altro fondamentale diritto dei lavoratori. Cosa accade con questa norma? Finora, il reintegro sul posto di lavoro spettava sia a chi veniva sbrigativamente licenziato in forma orale, sia a chi era licenziato in forma scritta ma senza trattativa coi sindacati. Tale trattativa serve infatti a tutelare certe categorie, chi ha figli, chi anzianità eccetera, e ad evitare che le persone vengano licenziate a capriccio o in massa e a caso. Da ora in poi qualsiasi tipo di licenziamento andrà bene purché in forma scritta. Mamme con figli, dipendenti anziani, professionalità produttive, tutti a casa con un indennizzo e tanti saluti. Niente reintegro. Secondo il M5S l'articolo 10 del decreto delegato va abrogato immediatamente. Siamo al solito inganno alla Renzi. Facilitare i licenziamenti di massa, nascondendosi dietro un "Jobs Act" che promette miracoli." M5S Parlamento

11 Feb 2015, 10:02 | Scrivi | Commenti (43) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 43


Tags: articolo 18, crisi, disoccupazione, jobs act, lavoro, licenziamenti, licenziamenti di massa, Renzi, Renzie

Commenti

 

Sono stata licenziata dopo infortunio sul lavoro , mi hanno messo un investigatore privato durante il periodo di fisioterapia documentato da referti clinici strutturali, mi sono lesionato il dito pollice mano sinistra e mi contestano che non avevo bendaggio, come facevo a fare la mobilizzazione attiva come prescritto dal ortopedico dell’inail e fisioterapia se fossi stata bendata ? ,inoltre mi hanno visto in 10 giorni di sorvegliata a tenere in mano in giorni alterni un sacchettino di pane da 200 gr. Tenuto con la mano e non con il dito indice pollice,e visto a fare un prelevamento bancomat, e ad aprire la mia auto con le 4 dita della mano senza utilizzare il pollice lesionato in quanto ho un auto che x aprire la portiera utilizzo solo le 4 dita e tiro verso l’alto ,quindi mai utilizzato il dito infortunato, e mai messo a rischio la guarigione, lavoro utilizzando indice e pollice denominata pinza in quanto devo smontare strumenti di interventi chirurgici di sale operatorie forbici, pinze e altri strumenti di precisione. Gli esami strutturali risonanze magnetiche evidenziano la lesione legamento al 1 dito ulnare, quindi ho perso il lavoro. con dei fatti contestati inesistenti adesso se non mi reintegrano grazie a RENZI x non avere commesso infrazioni dove vado a mangiare ? Potrebbe ospitarmi lui o assumermi al governo in quanto non ho commesso niente di male e ripeto non ho messo a rischio la mia guarigione e non ho lesionato con CIO' il rapporto fiduciario con l’azienda ma ho perso il lavoro x giusta causa , adesso vedremo il giudice cosa decide, e meno male che ce !!!!
Il mio rammarico e nervosismo è di un licenziamento ingiusto che deduco che sia forse ritorsivo o discriminatorio speriamo di trovare un giudice giusto, chiedo solo questo al buon DIO la pura giustizia !!
niente di piu solo giustizia !!!
Niente di piu solo giustizia solo giustizia !!!!
Manuela

Mario Olivetti 23.02.15 06:07| 
 |
Rispondi al commento

Io dubbi non nè ho.

(Sono Sicuro che il M5S ha fatto e sta ancora commettendo errori per miopia politica, questo perchè è ancora alla ricerca di una vera collocazione politica).

Tuttavia, ti consiglio di leggere UN POST del 02 03 2013, nel BLOG dopo la vittoria al 25%.

C'è un tale che aveva scritto una LETTERA in 5 PARTI il 02 marzo del 2013 e AVEVA PREVISTO TUTTO QUESTO.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 18.02.15 06:51| 
 |
Rispondi al commento

Un dubbio mi rode da più di un anno: avremmo potuto condizionare l'azione dei governi Letta e Renzi? Oppure abbiamo fatto bene a fare i duri e puri?

Ginetto Mancuso, luimanc@libero.it Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.02.15 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO INCONTRATO LA CAMUSSO, LANDINI E BERSANI AL BAR
GLI HO CHIESTO SE SAPEVANO DELLA ''RIFORMA'':
MI HANNO TRANQUILLIZZATO: GLE LO HA CHIESTO IL POPOLO....NON HO CAPITO MOLTO LA RISPOSTA, MA VA BENE LO STESSO...LORO ERANO TRANQUILLI.

CRES 13.02.15 13:06| 
 |
Rispondi al commento

E così si è finalmente arrivati all'obiettivo di Confindustria!
"Abbiamo definitivamente distrutto tutte le conquiste sindacali, possiamo fare quel che vogliamo senza che ci sia nessun impedimento"

Pietro Mantelli 12.02.15 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Il licenziamento si farà pagando una mensilità o due per ogni anno lavorato (con un tetto massimo di mensilità in modo da licenziare facilmente tutti gli anziani).
Il problema non è che si possa licenziare ma che si possa farlo praticamente gratis (attualmente l'avvocato per i licenziamenti contestati rischia di costare più caro).
Soprattutto manca un numero di mensilità minime da corrispondere al lavoratore indipendentemente dalla data di assunzione.

Ora io non voglio dire che i parlamentari che sostengono questo provvedimento siano tutti corrotti fino al midollo ma bisogna notare che le mazzette ai politici le pagano sempre i datori di lavoro e mai i lavoratori che ora perdono il diritto al reintegro.... è solo una coincidenza?
Ora i datori di lavoro potranno avere la goduriosa soddisfazione di minacciare continuamente i dipendenti che alle scorse elezioni hanno votato contro sè stessi.

Tutti gli economisti nonchè i dati ufficiali delle nazioni che hanno applicato provvedimenti simili dicono che non servono a nulla contro la crisi.
L'unico effetto che un tale provvedimento rischia di avere è di uccidere i consumi interni:
chi spende i soldi dello stipendio (80 euro inclusi) se domani potrebbe essere licenziato in tronco? dovrebbe essere un somaro o avere uno stipendio da fame.

Se l'economia non gira lo stato incassa di meno e quindi si devono aumentare le TASSE che sono già le più alte al mondo.

Io i politici li pagherei il doppio se NON facessero nessuna legge.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 12.02.15 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la colpa di tutto cio'e' degli Italiani.
ci siamo bevuti il cervello. Cosa si puo' fare contro tutto cio?

mirella c. Commentatore certificato 12.02.15 11:20| 
 |
Rispondi al commento

si va bene , ma la gente non lo sa

Giuliao Barbieri, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.02.15 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Quei vacui politici della minoranza PD: dal salvatore della ditta, ai dem e vari, che sparlano per poi mettere la coda tra le gambe non avendo il coraggio degli uomini, in ragione dei loro principi, vediamo cosa fanno per i lavoratori oltre a svenderli sull'altare del loro partito. La destra è comprensibile che cerchi il proprio tornaconto, ma quello del PD quale? Forse il voto dei stranieri per colmare i vuoti lasciati dai lavoratori, in previsione del tonfo sociale che ha creato. Oppure l'uomo unto dalla signora economica, farà lo scherzetto ai seguaci ed alla minoranza-minorata nelle decisioni, di creare prima del 2018 un partito con un altro nome, cercando l'illibatezza politica dalle nefandezze compiute contro la classe sociale che rappresentava, mutando i presupposti di partenza e confondendo l'elettorato sprovveduto? Gattopardo, camaleonte o solo arrampicatore questo è il dilemma per la minoranza PD.

f.d. 12.02.15 08:46| 
 |
Rispondi al commento

L'ENNESIMO INGANNO DEL JOB ACT,FIRMATO RENZI,NON CI BASTAVA LA LEGGE 30,ANCHE I LICENZIAMENTI DI MASSA,FATE IL POSSIBILE PER BLOCCARE QUESTO SCEMPIO SUL MONDO DEL LAVORO

alvise fossa 11.02.15 17:23| 
 |
Rispondi al commento

ma cresce nei sondaggi ...qualcosa non torna

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA PICCOLA NOTA EXTRA... NON ATTRIBUITE SEMPRE TUTTO A RENZI.. RENZI È SOLO COLUI CHE METTE LA FACCIA OGGI A QUESTE SCHIFEZZE STUDIATE DA CHISSÀ CHI.. QUANDO DOMANI SARÀ ANDATO VIA SE LO DIMENTICHERANNO TUTTI...

Angelo Bullo 11.02.15 14:57| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'altra delle lerce mistificazioni del governo-partitone unico.

Il contratto a "tu-tele" crescenti dovrebbe essere rinominato "Contratto a brache-di-tela crescenti".
Avete le ore contate maledetti!

gabriella z., scorze' Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 14:17| 
 |
Rispondi al commento

La legge sui "contratti di lavoro" va bene purchè venga istituito da subito il reddito di cittadinanza.
Cari "M5stars" dovete dirlo ognidove e gridarlo pure magari con battaglia parlamentare aggiunta. 'E la vostra enorme possibilità di contare........!
Si chiama proposta!!!!!

severino turco, bressanvido Commentatore certificato 11.02.15 14:16| 
 |
Rispondi al commento

32 anni di lavoro, in nero, in grigio, con quei contrattini vari, tipo co.co.co, co.co.pro, associazione in partecipazione utili, a progetto, una vita di precariato a scalarare un minimo di qualità lavorativa, studiando per conto mio in un istituto serale per prendere uno sputo di diploma. Situazione attuale, sono vecchia. Punto. Mobbizzata, snobbata, maltrattata ai limiti umani, dentro l'animo ed i valori professionali. Probabilmente la spunterò con un licenziamento, un indennizzo e forse una stretta di mano. Ma io dalla mia depressione ne verrò fuori? Chi baderà a me ed a mio marito invalido? Mi sento presa in giro ed impotente davanti tutto questo. Io vi ho dato fiducia e continuerò a darvela. Grazie per tutto quello che farete per noi.

Laura F. 11.02.15 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che un giorno l'Italia (e la nostra imprenditoria)si svegli un bel giorno con la possibilità di licenziare ogni dipendente dall'oggi al domani senza vincoli.
Spero inoltre di poter vedere sostituire le persone a centinaia in un azienda.
spero che i dipendenti un giorno siano ridotti allo schiavismo e che ci sia una ''lotta'' al ribasso dello stipendio.

Quando NESSUNO avrà più soldi per comprare (e quindi le fabbriche smetteranno di PRODURRE)

Quando i prodotti costeranno cari ma saranno SCADENTI e di poco valore

Quando le persone ridotte allo stremo lavoreranno MALE e producendo sempre meno perché sfruttati e sottopagati

ALLORA FORSE gli SCEMI che abbiamo come capi nelle industrie CAPIRANNO che con lo schiavismo e lo sfruttamento NON ANDREMO DA NESSUNA PARTE.

Con il MALE si riceve solo MALE.
Lavorare BENE è un concetto sconosciuto per l'imprenditoria italiota che può solo far MALE.

drummer ferro 11.02.15 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono le solite norme all'italiana scopiazzano qua e la come degli scolari ignoranti che sbaglano anche a copiare i compiti
si copia quello che si attua in altri paesi tipo l'inghilterra che ha una flessibilità in uscita dal lavoro ma.....comunque i lavoratori non vengono abbandonati ma reinseriti nel mondo del lavoro grazie a un ufficio per l'impiego che funziona e on 2 anni di sussidio di disoccupazione

marco p., brescia Commentatore certificato 11.02.15 13:44| 
 |
Rispondi al commento

mettete la scorta anche ai direttori pubblici e ai suoi leccaculo.

raoul romano Commentatore certificato 11.02.15 13:35| 
 |
Rispondi al commento

E quello che chiedo dopo anni e anni di mobing essere licenziato dopo sai come mi diverto con il direttore e tutti i suoi leccaculo. sotto casa alle 5 del mattino . Viking

raoul romano Commentatore certificato 11.02.15 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno perdiamo diritti , conquistati con lotte , sacrifici dai nostri nonni, questi pezzi di merda dei politici, ci stanno svendendo dei nostri diritti.

Salvatore Turco 11.02.15 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno perdiamo diritti , conquistati con lotte , sacrifici dai nostri nonni, questi pezzi di merda dei politici, ci stanno spendendo dei nostri diritti.

Salvatore Turco 11.02.15 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Fornero e Ichino li metto sullo 'stesso 'piano '.
Orizzontale, freddo , in acciaio...

Roberto C., Parma Commentatore certificato 11.02.15 13:08| 
 |
Rispondi al commento

C'è un dettaglio non da poco e si riferisce alla possibilità di un lavoratore di cambiare azienda.Nessuno sarà ' propenso a cambiare se attualmente gode di un contratto a tempo indeterminato per andare in una azienda ,magari migliore, ma come tutti i nuovi assunti dovrà ' sottostare al nuovo contratto che per tre anni ti lascia "sospeso".Questo vale anche per le aziende che cercano personale qualificato.Un'arma a doppio taglio quindi

elisabetta d., Venezia Commentatore certificato 11.02.15 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Lo scopo del Jobs Act è quello di licenziare a basso costo.

Potete consultare qui sotto le slide preparate dallo stesso Sen. Ichino sull'argomento:

http://www.odcec.mi.it/docs/default-source/materiale-convegni/1601-la-semplificazione.pdf?sfvrsn=2

Si diminuiscono le tutele di chi lavora al fine di abbassarne le pretese economiche. Il meccanismo economico si chiama "svalutazione interna" ed è eseguito in contrapposizione alla svalutazione del capitale che non è possibile fare restando agganciati all'euro.

luca 11.02.15 12:11| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia si avvicina. Tempi duri.

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.02.15 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Per cambiare le cose occorre innanzitutto la presa di coscienza delle persone,cosa molto ardua ci vogliono anni...imbevuti come sono dalla disinformazione delle TV di stato.Da una sottocultura che impone come valore principale quello della ricchezza a qualsiasi costo...ma non diamoci per vinti ...un giorno questo ritornerà ad essere il bel paese ...un abbraccio. ..continuate così. ...

Antonio ventrone 11.02.15 11:13| 
 |
Rispondi al commento

E non vi preoccupate, gli italioti attualmente sono troppo occupati con il festival della canzone del gran ducato di toscana, per badare a ste sciocchezze.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prima di essere una partita IVA, sono incappato in due licenziamenti, 1 perchè la ditta era sotto i 15 dipendenti e hanno lasciato a casa gli ultimi arrivati, 1 perchè la ditta ha chiuso.
Entrambi ero sposato, con figli, l'ultimo eè successo che avevo acceso un mutuo per pagare la casa.
Bisogna alzarsi le maniche, correre, non piangere.
Paolo TV ( TV sta per Treviso, Veneto, non televisione )

PaoloY Z., Crocetta Commentatore certificato 11.02.15 11:02| 
 |
Rispondi al commento

il 79% degli italiani si merita questo ed altro, la fame si meritano sti italioti!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.02.15 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate se quello che sto per scrivere non è un commento ma una richiesta d informazioni. Avrei a necessità di contattare il Sen. Giarruso, non per interessi strettamente personali, ma

stefania carpi 11.02.15 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Come si può pensare di fare sviluppo eliminando i diritti.

Veronica V., Parma Commentatore certificato 11.02.15 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho commenti, da questo e da tutto quanto si vede in TV, Renzi non sta facendo niente per l'Italia e per gli italiani. Solo risatine e fumo negli occhi, che pena, andremo a finire peggio della Grecia.
Beppe , scusa se ti do del tu, sei l'unico che può tentare di cambiare questa situazione.

Paolo Mattesini 11.02.15 10:31| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe è ora di bloccare l'Italia,manca solo la data,decidiamo quando,basta non serve altro,purtroppo.....A riveder le stelle.Siamo . con voi sempre

flavio repetto 11.02.15 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Rispondiamo a Renzi con le stesse parole che lui a usato con noi, non ci faremo intimidire, non ci faremo ricattare, se continuerai con questi soprusi di matrice fasciata anche noi reagiremo con la stessa violenza, non ci prendere per la gola, non portarci alla disperazione, altrimenti anche noi non avremo nulla da perdere.

Massimo D'Agostini 11.02.15 10:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori